Page 1

ARCHITECTURE

PORTFOLIO ALVIS E MARTINI


Progetti

1. 2. 3. 4.

Laboratorio integrato 1 Prof. Dal fabbro A.A. 2013-2014 Progetto Casa per artista David Lynch a Porto Marghera.

3

Laboratorio integrato 2 Prof. Santi A.A. 2014-2015 Progetto dell’area della stazione a spinea, con complesso residenziale.

6

Laboratorio integrato 3 Prof. Dal fabbro A.A. 2015-2016 Progetto area caserma Ederle (Palmanova), con Campus universitario.

8

Workshop Prof. Aires Mateus A.A. 2014-2015 Abitare Venezia.

14


LABORATORIO 1

3

Laboratorio 1 Progetto Casa per artista David Lynch a Porto Marghera.

2

Progetto Casa per artista David Lynch a Porto Marghera

N

Affaccio sulla strada

Area di studio

CASA PER ARTISTA

Affaccio sul canale Si vuole progettare una casa per artista, il piu adatto sotto un aspetto artistico psicologico fù David Lynch, legato molto a un aspetto metropolitano e surrealista. In più doveva essere una casa atelier, dove l’ artista avrebbe potuto scrivere, dipingere o gurdare i propri film con collaboratori, e naturalmente poterli ospitare. Infatti la casa presenta una piccola depandace per gli ospiti di Lynch. La casa a schiera presenta 2 affacci: uno sulla terra ferma e uno sul lato canale e quindi ha 2 accessi. Si è cercato di riprendere il tema della pinata libera di Le Corbusier, in modo tale da ottenere una sorta di circolazione pulita tra gli spazi e non essere vincolati da bariere quali porte o setti murari. L’ edificio principali presenta 4 piani, i primi 2 sono adibiti a un aspetto artistico, mentre la vera e proria abitazione si colloca nei restanti 2 piani. La depandace inceve vede 2 piani, e presenta al piano terra una zona giorno e al primo una zona notte con studio. Si è cercato in oltre di aprire l’ abitazione il piu possibile alla luce naturale.

Area oggetto di studio Porto Marghera Scala 1:25000

SITE PLAN

Il laboratorio 1 vede come area di intervento la riqualifica del territorio di porto marghera prendendo come riferimento l’ intervento del Borneo Sporenburg di Amsterdam. Porto Marghera, una delle più grandi zone industriali costiere d’Europa, si estende su una superficie complessiva di oltre 2.000 ettari.

Casa David Lynch

Casa per i collaboratori


Laboratorio 1 Progetto Casa per artista David Lynch a Porto Marghera.

PIANTE

3

L’edificio presenta 4 piani: l’ abitazione per Lynch presenta al piano terra una sala espositiva, al primo piano un ampio atelier con bagno e 2 terrazze, al secondo vi è una cucina con sala da pranzo e salotto con annessi bagni e un ampia terrazza, all terzo vi è una sala proiezione e la zona notte, la depandace si sviluppa in 2 piani: al piano terra vi è un salotto con zona prazno e cucina, al primo piano la zona notte con studio.

Piani casa per David Lynch

Prospetti

Sezioni

Laboratorio 1 Progetto Casa per artista David Lynch a Porto Marghera.

DETTAGLI COSTRUTTIVI

4

fghybgrgrgrgrgrgrgeffwdfwdwwwdwdwwwwwwwwwwddfefenfuefnujnfjnjnwjdxbjkwdjkqbjkwbdkjqbwjdbhqbdhbqhwbdbqkbdhqbjkdnajkbwbfkbqkebdzbskabkdjkankjsbdfkbqkjdajbdkjabjksbdkjabsjbdkabkjbjsbdjabfkjbsjkdbajkbsjkdfbak

Dettagli costruttivi

Sezione con dettagli costruttivi


LABORATORIO 2

5

Laboratorio 2 Progetto Complesso residenziale stazione di Spinea.

PIANTE

Progetto complesso residenziale stazione di Spinea

6

Il complesso sorge su una pianta forma di C, e contiene 8 blocchi. Il blocco tipo ha 4 piani e ogni blocco ha 3 tagli diversi: al piano terra 60 mq, il rpimo e scondo piano 240 mq e il terzo piano 120 mq. La scomposizione delle facciate dell edificio è dato per danre un tono dinamico alla città.

Pianta piano terzo

Prospetto a-b

Pianta piano secondo

Prospetto c-d

Pianta piano primo

Masterplan stzione di Spinea

SITE PLAN

Sezione a-b

Laboratorio 2 si concentra sulla riqualifica di Spinea (VE), in particolar modo dell’ area della stazione. Ciò che colpisce di Spinea è di una vera e propria architettura, infatti tutti i complessi residenziali hanno architettura povera e banale. Si vuole quindi riqualificare la zona, il questo caso “le porte cittadine” creando molti luoghi di interazione come piazze o aree verdi attrezzare, evitadno così eventuali fenomeni di criminialità. Si è studiato un sistema viario ciclo pedonale all’ interno dell’ area e un sistema carraio all’ esterno. All’ interno dell’ area verde sorgono 3 complessi residenziali, cuore del progetto.

Pianta piano terra

PIANTA SOLAIO PRIMO

PIANTA FONDAZIONI

Rendering del complesso residenziale

Pianta solaio primo

Pianta fondazioni

Piante sezione e prospetti del complesso residenziale

PIANTA TERZO SOLAIO

PIANTA SOLAIO SECONDO

Pianta solaio terzo

Pianta solaio secondo

Piante struturali del complesso residenziale


LABORATORIO 3

7

Laboratorio 3 Progetto Campus universitario Palmanova caserma Ederle

AREA CASERMA EDERLE

Progetto campus universitario Palmanova caserma Ederle

8

L’area della caserma Ederle rappresenta il punto di partenza per la riqualifica della città, una volta scelto il tema progettuale del campus Universitario, si è voluto riprendere i vecchi collegamenti viari, creando così un’omogeneità e un dialaogo con il resto della città. Molta attenzione è stata prestata alle aree verdi, infatti tutta l’ area può essere vista come un grande parco urbano, creando un collegamento con il verde esterno. Il progetto prevedeva la costruzione sopra l’antica piazza dell’ università, la riqualificazione e restauro di due caserme adibite a mensa, alloggi e Palestra.

A Masterplan Palmanova

SITE PLAN

Palmanova è una città di fondazione risalente al 1593 con un sistema fortificato a 3 cinte bastionate e 27 postazioni. La sua forma stellata si impone come segno forte nel paesaggio, visibile soprattutto dall’alto, in quanto per scopi militari si trova ad un livello più basso e gli edifici, non superando i 12 metri di altezza.
E’ composta da 3 grandi zone: quella degli spalti e delle opere fortificate, la zona militare interna, posta prevalentemente al perimetro, che nega quindi il rapporto tra città interna e sistema fortificato. Infine la zona civile centrale dove risiede la comunità di Palmanova con al centro la Piazza Grande, che in origine fungeva da piazza d’armi. La città è divisa in 6 sestieri individuati dalle rispettive piazze ad uso civile, mai realizzate.

0,00

Masterpaln cserma Ederle

Schema piazze

Schema collegamenti viari

Schema del verde

B

0,00

scala 1:500

Schemi: A. Funzioni-B. Demolizioni-C. Riqualifica

C


Laboratorio 3 Progetto Campus universitario Palmanova caserma Ederle

9

Laboratorio 3 Progetto Campus universitario Palmanova caserma Ederle

CASERME

10

PROSPETTO NORD

PROSPETTO SUD

STATO DI FATTO

Spaccato assonometrico

UNIVERSITA'

Sviluppo università

PROGETTO

RECUPERO

PROSPETTO OVEST

A

B

A'

B'

C

Nell’area di progetto verranno inoltre mantenute due caserme a ricordo dell’ ex uso militare. Queste sono mantenute come struttura e recuperate. Al loro interno saranno inserite rispettivamente mensa e alloggi in una e impianto sportivo indoor nell’al- tra. La caserma ad ovest, prevede al piano terra una mensa con spazio tecnico per cucine, magazzini, una sala da pranzo e un bar autogestito per gli studenti. Al piano superiore si trovano gli alloggi: le stanze sono tutte doppie e ogni nu- cleo ha un proprio bagno al suo interno. Tutte le stanze affacciano su uno spazio comune attrezzato con divanetti. PROSPETTO EST

C'

PROSPETTO NORD

La sede universitaria sarà collocata nel quadrato di 70x70
m con un edificio a pianta centrale a ricordo della piazza.
Questo è il cuore del progetto, come
un monolite che si erge a simbolo di una nuova architettura, che vuole dare ricchezza alla pressoché inesistente architettura di Palmanova. L’edificio
ha una forma semplice ed è questa semplicità che permette il dialogo con l’architettura cittadina.
Presenta un modulo in pianta e in prospetto di 3,75 m.
Il piano terra, quasi interamente libero, è composto da una maglia di pilastri che sorreggono l’intero edificio. Questo ha premesso di rendere la piazza agibile seppur in parte chiusa da pareti vetrate.
Le pareti fanno parte del nucleo centrale dell’università che crea una serie di ballatoi attrezzati uno sopra l’altro a perimetro della corte interna.

0,00

0,00

0,00

SEZIONE BB'

SEZIONE AA' STATO DI FATTO

RECUPERO

PROGETTO

STATO DI FATTO

PROGETTO

STATO DI FATTO

PIANO TERRA PROSPETTO SUD

0,00

STATO DI FATTO

RECUPERO

Piante e sezioni caserma est 0,00

PROSPETTO NORD PROSPETTO OVEST

PROSPETTO EST

+ 11,25 + 11,25

PIANO TERRA

PIANO TERRA

0,00

0,00

+ 11,25 + 11,25

0,00

B

A C

C'

PROSPETTO SUD

A'

PIANO TERRA

Piano terra

PIANO TERRA

Piano secondo

PIANO 3 PIANO 3

PIANO TERRA

B' PIANO TERRA

PIANI 1-2

4,25

4,25

0,00

0,00

PIANO 3

SEZIONE BB'

SVILUPPO

SEZIONE AA'

+4,25

PIANO 4

PROSPETTO OVEST

PROSPETTO EST

+ 15,00 + 15,00

+ 3,75

+ 15,00 + 15,00

+ 3,75

A

B

A'

B'

C

PIANO 1

PIANO 1

C' +4,25

4,25

0,00

SEZIONE CC'

PIANI 1-2

Piano primo scala 1:200

PIANO 4 PIANO 4

Piano terzo

0,00

PIANO 1

Piante e sezioni caserma ovest 0,00

PIANO 1

scala 1:200 scala 1:200

SEZIONE BB'

SEZIONE AA'


WORKSHOP 14-15

11

Manuel Aires Mateus abitare venezia

IL PROGETTO

Il workshop di Mateus si concentra sul miglio modo di abitare Venezia, e sull’ importanza degli spazi abitativi. Il progetto si concentra su un idea inedita di vivere a Venezia, ovvero su un ponte. L’ edificio funge da collegamento pubblico tra due fondamenta e da abitazione privata. Pone la visione del centro del canale, diversificandosi dalla tradizionale visione laterale che si ha dalle fondamenta. L’ edificio è su un piano unico, e non ci sono pareti che tagiano di netto la pianta, quindi vi è una grande circolazione degli spazi e vi è una visione del paesaggio a 360°. I lati lughi danno sul canale i corti sulle fondamenta. Le coperture delle stanze sono state date dallo studio deggli effetti di luce che cravano le determinate forme, e l’ illuminazione appropriata per la stanza. Il workshop non vuole quindi solo soffermarsi in un nuovo modo di abitae venezia ma anche sull importanza degli spazi interni senza essere vincolati da pareti tradizionali o stanze con copertura piatta.

Workshop 14-15 Maniel aires Mateus abitare Venezia

ABITARE VENEZIA

Espolso assonometrico Funzione spazi

Piante

10

Questo edificio vuole dare un idea innovativa sulla casa veneziana. L’ afaccio piu pregiato e sul canale, e se prima le case avevano solo un affaccio, questa casa ne ha 2. Come se galleggiasse sopra il canale e diventa anche un ponte, un sistema di passaggio pubblico, quindi diventa un elemento tradizionale di Venezia che vede nella casa un elemento non solo di innovativo di abirìtare venezia ma anche un elemnto tradizionale di viverla. Quindi questa casa partecipa alla vita veneziana, permettendo il passaggio da una fondamenta all’ altra.

Foto inserimento

Portfolio magistrale IUAV  
Portfolio magistrale IUAV  
Advertisement