Issuu on Google+

Sabato 22 agosto 2009 - Edizione Estate

Altro

l’

quotidiano

Anno I - n. 57 - € 0,50

www.altroquotidiano.it

Direttiva di Maroni per porre fine a caos e abusi

Regole per l’autovelox

Controlli esclusivi alla Stradale. Niente più “trappole” STA riscuotendo un consenso pressoché unanime la decisione del ministro dell’Interno Maroni di dare una rigorosa regolamentazione all’impiego degli autovelox sulle strade italiane. A gestire questi dispositivi saranno soltanto le forze di polizia, escludendo l'appalto a società private. E niente più “apparecchitrappola” da parte di pattuglie nascoste per rilevare la velocità: la loro posizione deve infatti essere segnalata da apposite indicazioni. Basta anche con le foto di auto che hanno commesso un'infrazione: i passeggeri della vettura saranno oscurati per tutelare la privacy. Maroni ha trasmess a prefetti e polizia stradale una direttiva con alcuni punti fermi. No autovelox selvaggi. Si sa che i Comuni danno in appalto a società private la gestione degli autovelox. Ciò può portare a truffe, come accaduto frequentemente , servite anche a fare cassa per le amministrazioni. La direttiva stabilisce ora che il controllo della velocità non può essere delegato ad imprese che noleggia-

no gli apparecchi. Niente “agguati”. Non è sempre richiesto il fermo del veicolo per contestare la violazione ma ogni postazione di controllo deve essere presegnalata da cartelli e segnali. Inoltre, la postazione deve essere resa ben visibile attraverso l'impiego di un veicolo di servizio parcheggiato al lato della strada. Privacy. La direttiva stabilisce che foto o filmati di automobilisti sanzionati devono essere trattati solo da personale di polizia. Le immagini non possono essere inviate per posta insieme al verbale, ma può prenderne visione solo il proprietario del veicolo. Se sono riconoscibili le persone all'interno dell'auto, queste devono esser cancellate o rese non riconoscibili anche al proprietario. Compiti dei prefetti. E’ affido ai prefetti il compito di monitorare il fenomeno dell'eccesso di velocità per evitare la contemporanea effettuazione di servizi sullo stesso tratto da parte di diverse forze di polizia. La pianificazione dovrà essere fatta in base all'individuazione dei punti critici per la circolazione (quelli in cui è risultata maggiore l'incidentalità stradale nel biennio precedente)

Due “vincitori” per l’Afghanistan

Naufraghi eritrei: è scontro politico

Ci vorranno almeno due settimane per avere i primi risultati ufficiali delle elezioni presidenziali in Afghanistan, di cui entrambi i contendenti si dichiarano vincitori. Gli osservatori sostengono che un ballottaggio tra l’uscente Karzai, di etnia Pashtun, e il ministro degli esteri Abdullah, sostenuto dai tajiki nel nord, rischierebbe di dividere il Paese per etnie, e potrebbe portare a disordini.

La tragedia dei 73 profughi eritrei morti di stenti durante i 20 giorni in cui il loro gommone è stato in balia del mare tra Libia e Italia continua ad essere oggetto polemica politica: nel Pdl la parola d'ordine è non strumentalizzare l'episodio, le opposizioni compatte puntano il dito contro le leggi sull'immigrazione clandestina chiedendo che il governo riferisca al più presto in Parlamento.

Ora di punta dI

StefAno CLerICI

Bandiera e compagnia

R

icordate la grande battaglia per "salvare" Alitalia? Ricordate quando Berlusconi in persona annunciò con baldanzosa fiducia "non passa lo straniero", facendo saltare in nome della nostra bandiera l'accordo con Air France faticosamente raggiunto dal governo Prodi? Ebbene, sul "Corriere della Sera" abbiamo letto un servizio da far accapponare la pelle. E' scritto testualmente: «A luglio a Fiumicino la precentuale dei voli Alitalia in partenza puntuali, o con un ritardo inferiore ai 15 minuti, è scesa al 44 per cento. Dodici mesi prima, quando la società era sull'orlo del fallimento, la percentuale di puntualità era al 50% e nel luglio 2007 al 53. La compagnia ha ridotto del 23% i collegamenti. I velivoli restano fermi sulla pista, manca il catering, il pilota viene con un altro volo, però in ritardo!». E oggi, di fronte a questa Caporetto, Bossi e il Cavaliere ci fanno perdere tempo a discutere se accanto al tricolore devono o meno sventolare anche i vessilli regionali oppure se non è arrivato il momento di cambiare l'inno di Mameli con il "Va' pensiero". Già, "va' pensiero sull'ali dorate!". Ma dorate per chi? Non certo per i passeggeri Alitalia. Ma di sicuro per quegli imprenditori che hanno risposto allora al patriottico appello del premier. E che, avvolti nella nostra bandiera, si stanno oggi fregando le mani in attesa di vendere definitivamente il carrozzone ai francesi, dopo avere scaricato i debiti sul groppone degli italiani.


Altro Estate

l’

VentiquattrOre

quotidiano

Napolitano precisa il suo intervento conto delle disponibilità del bilancio pubblico (Stato, Regione ed Enti locali). E nello stesso tempo, una soddisfacente definizione delle iniziative più propriamente rispondenti al carattere e agli scopi di una seria celebrazione dell'evento. Su questa base ed entro limiti che dovranno e vorranno porsi, certezza delle risorse su cui poter contare». Si fa altresì presente - prosegue la nota che nella lettera inviata il 23 luglio al presidente del Comitato Italia 150 di Torino, prof.

Roma Sfruttano handicap del figlio: due arresti

Antonio Saitta, il capo dello Stato aveva espresso l'auspicio che «possano superarsi i ritardi e si giunga ad approvare finalmente un programma articolato su pochi ma significativi progetti di carattere prevalentemente culturale, pedagogico e comunicativo, diretti a rappresentare e rafforzare la nostra identità nazionale». Inb realtà Napolitano teme che proprio sul piano culturale il programma si riveli inadeguato alla esigenza di trasmettere ai giovani lo spirito unurtario.

L’Italia delle scommesse

Superenalotto da primato mondiale A un passo dal MegaMillions americano, che detiene il record .IL SUPERENALOTTO già detiene il secondo posto nella graduatoria dei record, preceduto solamente dal MegaMillions del 6 marzo 2007. In quell'occasione, il montepremi americano raggiunse quota 223 milioni di dollari (156,3 milioni di euro). La lotteria italiana, invece, è per ora ferma a 209,5 milioni di dollari (146,9 milioni di euro) e potrebbe raggiungere il primo posto tra giovedì 27 e sabato 29 agosto, a seconda di quanti 5+ verranno centrati

nelle prossime estrazioni e, ovviamente, sempre che nessuno centri il colpaccio prima. Nella curiosa sfida con la lotteria americana va anche segnalato che, in questo turno di estrazioni il jackpot del Superenalotto è momentaneamente il più alto nel mondo. La raccolta dall'uscita dell'ultimo "6" è ormai prossima ai due miliardi. Precisamente, si legge su Agipronews, sono 1,980 i miliardi di euro spesi dagli italiani nella caccia alla

Altro

l’

quotidiano

Direttoreresponsabile:ennio Simeone Redazioneestampa:viaCarciano45,00131Roma tel.064131710-Fax0641299020 redazione@altroquotidiano.it Editrice:GeCeM (GestioneCooperativaEditoria Multimediale)-Presidente:Stefano Clerici Sedelegale:ViaAldoSandulli45,Roma RegistrazionedelTribunaleRoman..343/08 del18settembre2008-RegistratoalROC PartitaIva09937731009

2

In ItalIa

150° dell’Unità d’Italia

IL QUIRINALE precisa con una nota il senso della lettera inviata il 20 luglio da Giorgio Napolutano al presidente del Consiglio sulle celebrazi9oni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Con quell’intervento - si sottolinea - il capo dello Stato aveva ribadito come «occorra ormai con la massima urgenza un chiarimento: se necessario, un esplicito e preciso ripensamento selettivo, e dunque ridimensionamento del programma di investimenti infrastrutturali, tenendo

sabato 22 agosto 2009

sestina vincente che non viene centrata dallo scorso 31 gennaio, per un'assenza di 86 concorsi. Il "muro" dei due miliardi verrà sfondato con l'estrazione di domani sera. Sempre secondo Agipronews, all'erario in oltre sei mesi e mezzo sono andati 980 milioni di euro. Intanto un altro primato sta comunque per essere stabilito. Infatti agosto ha già virtualmente fissato il nuovo record mensile di raccolta del Superenalotto. Record che al momento spetta ancora a ottobre 2008 - in cui venne messo il palio il jackpot da 100 milioni - mese in cui gli italiani spesero oltre 564,4 milioni di euro per dare la caccia al 6. Ma il primato - informa Agicos - in pratica è già battuto, dal momento che per il sorpasso effettivo basterà aspettare il prossimo concorso. In altre parole si può dire che i soldi del prossimo concorso siano già stati spesi. m. s.

Una coppia di romeni, di 24 e 31 anni, che vive in una baracca sul greto del Tevere, è stata denunciata ieri mattina dagli agenti di polizia della questura di Roma per impiego di minorenni nell’accattonaggio. I due sono stati sorpresi alle 12 in via della Minerva, nei pressi del Pantheon, mentre con i tre figli, due bambine di 7 e 4 anni e uno di 5, affetto da gravi malformazioni, chiedevano denaro ai passanti. La donna, per suscitare la pietà dei passanti, spingeva un carrozzino con il bambino affetto da gravi malformazioni: cranio abnorme e corpo molto esile, conseguenza di idrocefalo tetraventricolare. I bambini, molto provati per il caldo e per le condizioni di vita molto precarie, sono stati immediatamente portati nel policlinico «Agostino Gemelli», dove sono stati puliti e medicati per infezioni cutanee conseguenti alle pessime condizioni igieniche. I poliziotti hanno accompagnato i genitori negli uffici del commissariato Trevi Campo Marzio e hanno affidato i bambini alla sala operativa sociale del Comune di Roma per essere portati in una struttura protetta. I genitori, invece, grazie alle nuove norme in materia, introdotte con il pacchetto sicurezza, rischiano la pena della reclusione fino a tre anni.

Roma Chiuso un locale a luci rosse in via Veneto I carabinieri della stazione Roma via Vittorio Veneto hanno chiuso per la seconda volta un night club a luci rosse nei pressi di via Veneto denunciando il titolare e il cassiere del locale e arrestando un cliente perchè inottemperante a un decreto di espulsione. Il 22 febbraio scorso i carabinieri avevano già sequestrato il locale, arrestando uno dei titolari dopo aver accertato che all’interno si consumavano prestazioni sessuali a pagamento.


Altro Estate

l’

VentiquattrOre

quotidiano

nel MOndO Francia Lavoratori mincciano di avvelenare la Senna Una sessantina di lavoratori dell'impresa di trasporti francese Serta, che sta per dichiarare fallimento, minacciano di versare 8.000 litri di prodotti tossici in un affluente della Senna vicino a Rouen, in Normandia, per ottenere una liquidazione di 15.000 euro: lo hanno reso noto fonti sindacali. «È la sola arma di cui disponiamo - ha spiegato Jean-Pierre Villemin, uno dei rappresentanti sindacali dei lavoratori, in sciopero dalla fine della scorsa settimana - non lanciamo ultimatum, e non stiamo per mettere in pratica la minaccia, ma chiediamo un aiuto di 15.000 euro per dipendente». I dipendenti minacciano di avvelenare le acque del torrente Cailly, che passa non lontano dallo stabilimento e si getta nella Senna. «Lanciamo questa minaccia - ha spiegato il sindacalista - perchè abbiamo di fronte gente sorda e cieca».

Corea del sud Domenica i funerali di Kim Dae-jung La Corea del Sud renderà domenica prossima, 23 agosto, il suo omaggio solenne all'ex presidente Kim Dae-jung, premio Nobel per la Pace 2000, deceduto martedì a 85 anni dopo una grave polmonite. Alle esequie, nella forma di funerale di Stato davanti all'Assemblea nazionale, è attesa la partecipazione della delegazione di sei alti funzionari nordcoreani, inviati dal leader comunista Kim Jong-il in segno di rispetto per l'ex presidente con cui il dittatore nel 2000 aveva dato vita al primo storico vertice tra le due Coree dalla guerra del 1950-53. Quello in onore di Kim sarà il secondo funerale di Stato nella storia della Corea del Sud: l'unico precedente risale al 1979, con la cerimonia organizzata per l'ex presidente Park Chung-hee, l'autoritario leader ritenuto il fondatore della moderna economia sudcoreana.

sabato 22 agosto 2009

3

Clamorose rivelazioni sulla liberazione del terrorista di Lockerbie

Scoppia l’affare Megrahi Contratti di petrolio Libia-Gb per liberarlo Tripoli. L’ex agente segreto libico Abdelbaset al-Megrahi, l'uomo condannato all'ergastolo per la strage di Lockerbie del 1988 (quando un aereo della Pan Am fu fatto saltare in aria con 270 persone a bordo), è stato liberato non solo per ragioni umanitarie ma anche grazie a una serie di «contratti per forniture di petrolio e di gas» stipulati negli anni scorsi tra la Libia e la Gran Bretagna. Dopo l'accoglienza trionfale La notizia - smentita dal ministero degli esteri britannico è stata data da Seif al-Islam, figlio prediletto del colonnello Gheddafi. «In tutti i contratti commerciali con la Gran Bretagna riguardanti il petrolio o il gas Megrahi è sempre stato parte dei negoziati», ha detto ieri sera in una intervista diffusa dalla rete televisiva “Al Motawassit”. Le autorità scozzesi avevano

annunciato che Megrahi era tornato libero perché - benché condannato all’ergastolo - in carcere gli è stato diagnosticato un tumore alla prostata allo stadio terminale. Il figlio di Gheddafi non ha messo in dubbio le motivazioni umanitarie ma ne ha aggiunte altre. «Tutti gli interessi britannici erano collegati alla liberazione di al-Megrahi», ha affermato nell'intervista. Il suo caso, ha aggiunto, «è sempre stato discusso in ogni visita effettuata in Libia dall'ex premier britannico Tony Blair». L'intervista è stata rilasciata giovedi sull'aereo che stava

riportando a casa l'ex agente segreto che si trovava seduto accanto a Seif. A sua volta Megrahi ha detto: «Non avrei mai immaginato di poter tornare a casa. Ho atteso a lungo questo momento, devo ringraziare Dio». Un portavoce del ministero degli esteri britannico ieri sera si è affrettato a smentire le dichiarazioni del figlio di Gheddafi: «Non c’è stato nessun accordo, tutte le decisioni relative al caso Megrahi sono venute dal governo scozzese, non vi sono stati mercanteggiamenti di nessun genere con la Libia a questo riguardo». Ieri il ministro degli esteri britannico David Miliband aveva condannato l'accoglienza da eroe riservata a Megrahi definendola «un insulto». Irritazione anche negli Usa: Barak Obama aveva definito la liberazione di Megrahi «un errore».

Il CasO

U

na star dei reality show americani è ricercato come sospetto per l’omicidio della sua compagna, modella e coniglietta di Playboy, il cui cadavere è stato ritrovato da un barbone chiuso in una valigia in un camion di rifiuti. Il sospettato, Ryan Alexander Jenkins, 32 anni, cittadino canadese, presidente di un’agenzia immobiliare di Calgary, ricercato dalla polizia di Buena Park, nella zona di Los Angeles, partecipava al reality show del network Usa VH1 Megan Wants a Millionaire (Megan vuole un milionario), in cui una giovane con la propensione al lusso sceglie un fidanzato fra alcuni scapoli aspiranti. La polizia di Buena Park dice che Jenkins «interessa» fortemente le indagini sull’omicidio e per il momento l’uomo è divenuto irre-

Los Angeles Star dei reality americani uccide la compagna Era una coniglietta di Playboy peribile. «Non sappiamo dove sia, ma pensiamo che si stia dirigendo in automobile verso il Canada», dice il portavoce della polizia. Nel frattempo, date le circostanze, VH1 ha sospeso il programma. La ragazza, Jasmine Fiore, 28 anni, è stata ritrovata morta, forse per strangolamento, in un cassonetto di rifiuti all’ interno di una valigia da un barbone che cercava bottiglie e lattine. Lo stesso Jenkins aveva tele-

fonato alla polizia per segnalarne la scomparsa dopo che il cadavere era stato già ritrovato. Secondo i media locali, i due erano sposati con matrimonio celebrato a Las Vegas, mentre secondo la madre della donna, erano solo fidanzati.


Altro Estate

l’

quotidiano

L’Altro Sociale

di fIdALMA fILIPPeLLI Il Consultorio familiare, istituito dalla legge 405 del 1975, è una struttura pubblica o privata convenzionata, dell’ Azienda Sanitaria locale, nata per rispondere ai vari bisogni della famiglia, della donna, della coppia, dell’infanzia e dell’adoloescenza. Le attività ed i servizi seguono il modello organizzativo d’equipe, attraverso la collaborazione di un gruppo di professionisti specializzati in settori strategici (ginecologo, ostetrico, infermiere e/o assistente sanitario, psicologo, assistente sociale), i quali operano in rete per realizzare l’obiettivo ambizioso di assistenza alla famiglia ed alla maternità. Meraviglioso, e allora perchè molti non sanno neppure cos’è un consultorio? Innanzitutto i consultori sono pochi e andrebbero potenziati. In secondo luogo la famiglia, oggi più che mai, si chiude su se stessa per risolvere o, più spesso, per occultare i propri problemi. E poi c’è il vecchio e non sempre immotivato - pregiudizio per cui il privato funziona e il pubblico no. Gli adolescenti, a quanto pare, hanno compreso più degli adulti le potenzialità del consultorio familiare, in particolare le ragazze e le giovani donne che vogliono affrontare

Diritti & DOVeri Assistenza alla famiglia

Il consultorio emerito sconosciuto Istituitonellontano1975,ilConsultoriofamiliareètuttorapococonosciuto.Afrontedellesue enormipotenzialitànelsostegnoallefamigliee alla maternità, non è molto frequentato dagli italiani.Sonoledonnestraniere(unasutre)e le adolescenti a rivolgervisi abitualmente, per ricevere visite ginecologiche gratuite, prescrizioni di contraccettivi orali e applicazione di contraccettivimeccanici.Mailconsultoriotanto altropuòfare,perlecoppieinconflitto,perle famiglielaceratedascontrigenerazionali,peri giovaniindifficoltà.Leconsulenzesonogratuite, così come gratuiti sono i corsi: dall’educazionesessualeallapreparazionealparto. responsabilmente la questione della contraccezione. E già, perchè al consultorio è possibile fare visite ginecologiche gratuite ed avere la prescrizione di contraccetivi orali, nonchè l’applicazione

Diritti umani

di contraccettivi meccanici come la spirale. Al consultorio si possono anche avviare le procedure per l’interruzione volontaria di gravidanza. Ma il consultorio è tante altre cose. Se una coppia, e

agosto 2009

4

succede spesso, ha problemi di comunicazione, di condivisione delle responsabilità o di dialogo con le famiglie d’origine può chiedere aiuto al consultorio e affrontare la crisi con il supporto di una breve terapia di coppia, che aiuterà entrambi a gestire i conflitti. Per una famiglia con figli il problema può essere generazionale, a causa della difficoltà dei genitori a guidare e sostenere i figli verso l’autonomia e della difficoltà dei figli a comprendere la complessità del ruolo dei genitori. Anche in questo caso il consultorio può rappresentare un valido supporto attraverso la mediazione familiare. Gratuito, oltretutto. Un giovane, invece, può essere aiutato ad acquisire la capacità di compiere responsabilmente le proprie scelte, inserendosi così nella società e lo strumento offerto è quello della consulenza psicologica con sostegno psico-terapeutico. Oltre all’attività di consulenza, gratuita per gli utenti, c’è spazio per l’informazione, la formazione, l’educazione e la prevenzione, con corsi, laboratori e seminari sul territorio. Si va dall’educazione sessuale alla preparazione al parto, dalla prevenzione dei rischi genetici al controllo delle gravidanze a rischio. Cerchiamoli questi consultori, sperimentiamoli , conosciamoli.

Un edificio per le vittime di mutilazioni genitali

Architettura sociale per lo Studio Fare paesi dell’Africa sub-sahariana per motivi culturali non terapeutici, ed il cui unico risultato è quello di compromettere la salute fisica e psichica delle donne. ncisione della punta del clitoride, asportazione del clitoride e taglio parziale o totale delle piccole labbra, asportazione del clitoride, delle piccole labbra e di parte delle grandi labbra con cauterizzazione e conseguente cucitura della vulva: questi i 3 tipi più frequenti di infibulazione.L’ultimo, conosciuto come infibula-

I

L

o studio di architettura Fare si è contraddistinto nel 2009 per la progettazione e realizzazione, in Burkina Faso, di

un edificio a basso impatto ambientale per le donne vittime di mutilazioni genitali. Mutilazioni praticate in 28

zione faraonica, è il più terribile e consente solo la presenza di un foro per urina e sangue mestruale. I rapporti sessuali sono impossibili fino alla defibulazione, ovvero alla macabra scucitura della vulva, che è compito dello sposo. Lo sposo ha così la certezza che la donna prescelta non ha mai avuto rapporti sessuali e che lui è il primo. Peccato che i rapporti sessuali a venire potranno essere solo fonte di dolore e sofferenza fisica e pschica per questa giovane sposa. La quale non saprà mai cos’è il piacere nè uno stato di piena salute.


Diritti & DOVeri

Altro Estate

l’

quotidiano

PREVIDENZA Pensione

Come calcolare l’anzianità Mia sorella è nata il 18-9-1955 e ha iniziato a lavorare a dicembre 1972 nell’azienda di colui che sarebbe poi divenuto suo suocero. Lavoro dipendente ma di grande responsabilità. Vorrebbe sapere se andrà in pensione al raggiungimento dei 40 anni di contributi (oltre alla finestra di competenza) oppure prima. In caso positivo, il calcolo della prestazione è uguale per uomini e donne? Eugenio Lombardi, Genova Per i requisiti e le finestre delle pensioni di anzianità, non ci sono regole diverse tra uomini e donne. Considerato che sua sorella è ancora molto giovane, dovrà raggiungere i 40 anni di contributi, nel 2012.

Contributi

Così 1903 settimane diventano 1458 Sono nata a ottobre 1951 e sono stata lavoratrice dipendente dal 1° gennaio 1970 fino ad ottobre 2005. Ho maturato in totale 1903 settimane contributive. Dal 1976 ho lavorato come part-time a 24 ore settimanali. Domanda: sono valide le 1903 settimane o vengono ridotte causa il parttime? Nell’estratto conto dell’Inps i contributi utili alla pensione sono: al diritto n. 1903, al calcolo n. 1458. A quando la pensione? Grazie. A.R. - Padova Ecco le risposte ai suoi quesiti: 1) le 1903 settimane sono valide per aver diritto alla pensione di anzianità; 2) lei maturerà il diritto a

risponde il dottor AntonIno nICoLo’ Poteteinviargliivostriquesitidirettamente all’indirizzoe-mail:toniconc@libero.it

dal retributivo al contributivo

A che età potranno coincidere i due regimi pensionistici Leggo con interesse la rubrica previdenziale e vorrei chiarito un dubbio. Alla data del 31-12-1995, decisiva per rientrare nel calcolo retributivo della pensione, io avevo solo 17 anni e 2 mesi di contributi. Poiché la legge esige almeno 18 anni a quella data, quando sarà il momento la mia pensione sarà molto decurtata? Grazie. Giacomo Bruni, Bari Certamente avrà una pensione inferiore a quella dei suoi colleghi che avevano già 18 anni di contributi nel 1995. Quantificare la decurtazione è un po’ difficile, perché occorre tener conto di parecchi fattori. Molto dipenderà anche dall'età di pensionamento. In linea di massima è stato calcolato che regime contributivo e retributivo si equivalgono se si va in pensione, col metodo contributivo, a circa 63 anni di età.

pensione ad ottobre 2010 mentre la finestra di uscita sarà quella del 1° luglio 2011; 3) nel calcolare l’importo della pensione, l'Inps terrà conto, per effetto del parttime, di 1458 settimane, anziché di 1903.

Versamenti

Per quelli volontari da 3 a 5 anni Per ottenere l’autorizzazione ai versamenti volontari, quali requisiti sono necessari? P. Marino, Terni Vengono richiesti 3 anni di contributi (ivi compresi quelli da riscatto e da ricongiunzioni) nei 5 anni che precedono la domanda, oppure 5 anni di contributi versati in qualsiasi epoca. Nel caso di lavoratori che hanno contributi misti, ossia da lavoro dipendente e da lavoro autonomo, l’autorizza-

zione ai versamenti volontari viene rilasciata nella gestione in cui sono prevalenti i contributi versati nelle ultime 156 settimane.

Riscatto laurea

Costi e vantaggi per chi ci ripensa Nel 1995, dietro mia richiesta, l’Inps mi ha trasmesso i bollettini di versamento per il riscatto del periodo universitario. A quel tempo la somma richiesta era per me troppo elevata e non ho versato nulla. Avendo rinunciato allora, ho ora ancora il diritto di fare una nuova richiesta? Orazio Cataldi, Messina Sì. Il calcolo dell'onere viene ovviamente rifatto sulla base della retribuzione e dell'età raggiunta alla data della seconda domanda. Di positivo c’è che, con la riforma Prodi e a partire dal 1° gennaio 2008,

agosto 2009

5

il riscatto può essere pagato in 10 anni e senza versare alcun interesse.

artigiano

Non recuperabili quei 15 anni Dal 1980 al 1995 ho avuto una proprietà agricola, di cui ero coltivatore diretto, ma, per lo scarso reddito che ne ricavavo, non ho fatto i dovuti versamenti all’Inps. In precedenza sono stato artigiano ed ho pagato regolarmente. Posso versare adesso e quanto spenderei? Ho 60 anni e non sono pensionato. Sul mio conto assicurativo figurano, complessivamente, 22 anni di contributi. Che pensione percepirò? Barbieri, Pescara Quando compirà 65 anni, avrà diritto alla pensione di vecchiaia, in quanto per essa sono sufficienti 20 anni di contributi. L’importo è rapportato ad essi e potrebbe anche essere inferiore al trattamento minimo. Versare i contributi per i 15 anni scoperti quale coltivatore diretto non è possibile (tale regolarizzazione è consentita, a determinate condizioni, solo per i familiari collaboratori).

Pensione

Al lavoro per scelta va via quando vuole Sono una dipendente Asl, assunta l’1.10.77. Nata a novembre 1950, quando potrò andare in pensione e con quale finestra. Manuela R., Modena Lei potrà andare in pensione di vecchiaia a 60 anni, considerato che non ha i requisiti per fruire della pensione di anzianità con un’età inferiore. La sua finestra si aprirà il 1° aprile 2011. Però intanto potrà entrare in vigore l’innalzamento dell’età per le pubbliche dipendenti. In tal caso, potrebbe esserci uno slittamento di alcuni mesi.


Altro

l’

CartellOne Estate

quotidiano

agosto 2009

6

Anteprime cinema

I dinosauri da 90 milioni di dollari “L’era glaciale 3” nelle sale dal 28 agosto in 650 copie. Ne parliamo con alcuni degli attori che danno voce ai personaggi di LuCIAnA VeCChIoLI CHIAMARLI cartoni animati è riduttivo, ed anche un po' offensivo visti i record d'incasso ai botteghini e la loro capacità di ammaliare grandi e piccoli. Nel tempo sono riusciti a ritagliarsi una consistente fetta del mercato cinematografico. In questo senso, la dice lunga la loro presenza sempre più rilevante nei grandi festival internazionali. Una volta venivano tenuti fuori, oggi sono considerati una sorta di fiore all'occhiello delle rassegne. E allora, potranno mancare nella programmazione della prossima s t a g i o n e ? Neanche per sogno. Il primo ad arrivare, il 28 agosto, l'attesissimo L'era Glaciale 3 - L'alba dei dinosauri. Realizzato

interamente in 3D, diretto ancora una volta dal Carlos Saldanha, costato oltre 90 mila dollari, il t e r z o appuntamento (debutto nel 2002, secondo capitolo nel 2006, incasso complessivo nel mondo oltre un miliardo di dollari) sarà distribuito in circa 650 copie, una parte in sale attrezzate per la visione tridimensionale. «Sono molto affezionato a L'era Glaciale - dice Claudio Bisio che con la serie ha debuttato nella veste di doppiatore dando la voce al bradipo Sid - Sette anni fa decisi di farlo per mio figlio, che allora aveva cinque anni e che si divertì molto con le scene che gli avevo portato. E' un film buono, non buonista, racconta grandi e bei sentimenti, non banalità.

Inalto: la locandina del cartoon “L’era glaciale 3”. Asinistra: un fotogramma del film in programmazione dal 28 agosto Neltesto: Leo Gullotta, Claudio Bisio e Pino Insegno che danno voce ai personaggi

Il mio personaggio, Sid, che diventa mamma, è il simbolo dell'amicizia, del gruppo che stavolta viene fuori ancora di più». La storia parte da una frattura che si crea all'interno del celebre branco. Il leader, il mammuth Manny (Leo Gullotta), sempre più in ansia per la gravidanza della sua compagna Ellie (Roberta Lanfranchi), litiga con Sid quando l'amico decide di adottare tre uova di dinosauro. Si allontana anche Diego (Pino Insegno), la tigre con i denti a sciabola che teme di aver perso il suo vigore da cacciatore. Mentre l'irresistibile Scrat, sempre alla rincor-

sa della sua ghianda, trova l'amore, Scrattina. Quando però Sid viene rapito dalla mamma T-Rex dei tre piccoli il gruppo si ricompatta. L'avventura questa volta si svolge in un misterioso mondo sotterraneo in cui i dinosauri non sono ancora estinti. «Quando si doppia un cartone è un po' come rimanere stampato nella storia. Il personaggio diventa tuo per sempre, soprattutto in un film epocale come questo - spiega Pino Insegno - Anche se non è un lavoro semplice, perché devi dargli un'anima, un carattere, mentre nel doppiare un attore c'è sempre la forza del suo corpo».


Altro

l’

quotidiano

CartellOne Estate

A settembre la Fiera del Levante

Una torta di luci e grancasse Nuova formula per l’evento pugliese. Non solo stand ma anche musica, spettacoli e convegni

Oltre 150 scatti inediti della vita di Michael Jackson saranno in uscita il 29 agosto nella raccolta: 'Michael Jackson. Il Re del Pop'. Il volume, curato da Chris Roberts, sara' pubblicato nel giorno stesso in cui il Re del Pop avrebbe compiuto 51 anni e in cui verra' sepolto a Los Angeles. Una vera opportunita' per conoscere meglio una star che ha saputo conquistare milioni di fans. Nel libro, gli anni dell'adolescenza, il backstage di 'Thriller' e foto di

uno scatto alla fiera del Levante tori pugliesi alle Bande e al Teatro pubblico pugliese, passando attraverso giovani professionalità come quella di Michele Casella. I luoghi deputati saranno i padiglioni 7 e 116 con i relativi spazi antistanti riservati rispettivamente a cassa armonica e a palco per i concerti della sera. Al mattino le lezioni e le presentazioni dei volumi a cura di casa Piccinni e al pomeriggio i concerti della rassegna "Mousikè" che, quest'anno, appunto si sposterà in Fiera. Dalle 19,30 partiranno i concerti curati dai conservatori di Bari, Monopoli, Lecce e Foggia.

7

In uscita gli scatti inediti di Jackson

di MArInA MASettI Il titolo -"È qui la musica"di per sé crea aspettativa. Anche perché, dopo svariati anni, la Fiera del Levante, farà coincidere le giornate della Campionaria con altrettante giornate di musica, da mattina a sera, dalla classica alla leggera. Compresa la riabilitazione della cassa armonica con le migliori bande cittadine della regione che ogni giorno si daranno il cambio sull'evocativa "torta" di luci, grancasse e ottoni. In questa prospettiva nelle settimane che separano dall'inizio della Fiera del Levante, in programma dal 12 al 20 settembre, negli uffici si lavora alacremente per far quadrare un programma fitto, affidato al coordinamento del critico cinematografico Carlo Gentile e alla direzione artistica del critico musicale Nicola Morisco. Sono in tanti a collaborarvi, dalla Fondazione Petruzzelli a Casa Piccinni, dai conserva-

agosto 2009

Per arrivare alla sera con gli showcase che ospiteranno, tra gli altri, un progetto di bossa-jazz firmato da Dario Schepisi con Fabrizio Bosso, Fabrizio Accardi, Mirko Signorile e Daniele Scannapieco, il duo Mario Stefano Pietrodarchi e Luca Lucini e una serata dedicata a Woodstock con le voci di Erica Mou e Tiziana Felle. E, ancora, Dub Sync e Il Genio. La Fondazione curerà, tra gli altri appuntamenti, un gala lirico-sinfonico allo Spazio 7. I convegni saranno dedicati allo stato della critica musicale in Italia, della

Michael Jackson famiglia con i suoi due bimbi. musica in Puglia e all'editoria musicale. «Abbiamo cercato di realizzare un programma per diversi tipi di pubblico - spiega Carlo Gentile - con un'offerta musicale che spazia dalla musica colta e raffinata sino ai generi più popolari e conosciuti dal grande pubblico. Così come, i convegni e gli incontri in calendario porteranno Bari alla ribalta nazionale e faranno il punto sulla musica scritta e non solo suonata». Un numero zero che potrebbe diventare un appuntamento annuale di riferimento per gli appassionati di musica. «Così come abbiamo già fatto con la ripresa di Expolibro, nell'ambito del recente ExpoLevante - aggiunge il presidente della Fiera, Cosimo Lacirignola - la Fiera prosegue il suo impegno nel campo della cultura che continuerà nel 2010 con una serie di attività e di nuovi appuntamenti fieristici dedicati al cinema, alla televisione, al calcio".


Altro

l’

quotidiano

CartellOne Estate

agosto 2009

8

Passato e futuro

Yellow Submarine tornerà nel 2012 di ALBA SterPA La Disney e il regista Robert Zemeckis sono in trattative, scrive Variety, per il remake di Yellow Submarine, il film animato psichedelico del 1968 basato sulla musica dei Beatles. Lo studio sta gestendo con discrezione un accordo per i diritti che darà a Zemeckis accesso a 16 canzoni dei Beatles da utilizzare per un film in 3d girato da lui con la tecnica del performance capture (la tecnica con cui attraverso speciali tute fatte indossare agli attori si 'catturano' le loro immagini ed espressioni per poi trasporle in animazione digitale). Il regista ha appena usato la stessa tecnica per A Christmas Carol, tratto da Dickens, il film in uscita il 6 novembre negli Stati Uniti, in cui Carrey recita il ruolo del protagonista Scrooge e dei tre fantasmi che lo perseguitano. La speranza è di avere Yellow Submarine pronto per debuttare nel periodo delle Olimpiadi del 2012, che cominceranno il 27 luglio a Londra. Il film, coprodotto dalla Imagemovers abbina la tecnologia più d'avanguardia in 3D con il rinnovato interesse per i Beatles, che apparivano solo nella scena finale del film. Erano stati degli attori a dare le voci ai personaggi animati di Paul McCartney, John Lennon, George Harrison and Ringo Starr. La storia originale era ambientata a Pepelandia, un paradiso sotto il mare in cui regnano felicità e canzoni. Quando quel mondo viene invaso dai Biechi blu, l'unico a riuscire a scappare é il giovane

La Disney a lavoro per il remake del film animato psichedelico che aveva come protagonisti i Beatles

un’immagine tratta da Yellow Submarine Fred che va a Liverpool e chiede ai Beatles aiuto per liberare la sua terra. I Fab Four si mettono in viaggio e vengono coinvolti in una serie di straordinari incontri e avventure. La chiave dell'accordo è l'abilità di Zemeckis di usare per il film brani come Yellow Submarine, All Together Now, Baby Yoùre a Rich Man, All You Need Is

Love, When I'm 64, Lucy in the Sky with Diamonds e Sgt. Peppers Lonely Hearts Club Band. All'accordo lavora una schiera di avvocati da mesi, che si sta occupando anche del futuro utilizzo delle canzoni per un eventuale musical teatrale tratto dal film (come la Disney ha già fatto per Il re leone) e il merchandise.

Da venerdì 21 agosto, sono aperte le vendite di tutti gli spettacoli della trentesima edizione del festival “Benevento Città Spettacolo “attraverso i seguenti canali: on line tramite il sito www.greenticket.it e www.cittaspettacolo.it; tramite call center al numero verde 800 90 45 60 (solo da telefono fisso) e nei punti vendita autorizzati Greenticket presenti in tutta Italia. La biglietteria Centrale del Festival, invece, sarà operativa dal 1° settembre presso il bookshop di Palazzo Paolo V al Corso Garibaldi dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. Sempre dal

Benevento Città Spettacolo Prevendita aperta 1° settembre, gli spettatori interessati potranno optare anche quest’anno per l’acquisto del “Carnet Amico Festival”, una card-abbonamento che dà diritto a 10 spettacoli a turno libero e a ritiro immediato nonché all'ingresso a prezzo ridotto a tutti gli altri appuntamenti in cartellone. Il carnet può essere acquistato presso la biglietteria centrale del festival a Palazzo Paolo V. Il costo è di 60 euro (intero) e di

Tre eventi a Bagheria in onore del film Tre eventi per celebrare l'uscita dell'ultimo film di Giuseppe Tornatore, 'Baari'a', a Bagheria, la cittadina natia del regista. La kermesse (18 e 19 settembre) prevede una mostra con le immagini piu' belle realizzate sul set dai fotografi di scena Marta Spedaletti e Stefano Schirati, un conc e r t o dell'Orchestra Sinfonica Siciliana diretta dal maestro Carmelo Caruso,e l'anteprima del film cui parteciperanno Giuseppe Tornatore, Ennio Morricone, autore delle musiche, e gran parte del cast.

30 (per i giovani e studenti fino a 26 anni e gli over 65). Un’ora prima dell'inizio dei singoli spettacoli, i biglietti residui dei canali di prevendita, saranno disponibili presso i botteghini dei luoghi di spettacolo.


Altro

l’

quotidiano

CartellOne Estate

Lamezia Demofest

In Calabria De Andrè canta De Andrè di LuIGI AMBroSIo Dopo aver contribuito alla riuscitissima rappresentazione della "Divina Commedia - I Canti di Dante" dello scorso anno ed alle varie fortunate edizioni del 'Lamezia Demofest', Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro, conferma la sua attenzione per Lamezia Terme, la seconda citta' della Provincia e la terza della Calabria, annunciando un altro prestigioso appuntamento musicale che ha inteso organizzare proprio a Lamezia. Confermato per il prossimo 31 agosto alle 21.30 il grande concerto di Cristiano De Andre', "De Andre' canta De Andre'", in Piazza della Cattedrale, nel cuore del centro storico di Nicastro,

Giornata Europea della Cultura Ebraica a Trani: dal tramonto di venerdi 4 al tramonto di sabato 5 presso la Sinagoga Scolanova: Yom ha–Shabbath, il Sabato ebraico. Lo Shabbath ha un’importanza fondamentale nella vita dell’Ebreo che in questo giorno ricorda la Creazione e, rinunciando ad ogni opera d’ingegno, riconosce che queste doti vengono da Dio. L’obbligo nell’osservanza dello Shabbath investe anche chi lavora alle

La locandina

prestigiosa cornice dei principali eventi capace di ospitare migliaia di persone. L'appuntamento fara' da anteprima alla terza edizione di "Settembre al Parco Festival", l'evento musicale internazionale che si svolgera' dal 3 al 6 settembre nell'Anfiteatro del Parco della Biodiversita' di Catanzaro e che sara' aperto

A Trani la giornata della Cultura ebraica dipendenze di un Ebreo e i suoi animali quale affermazione di un concetto di uguaglianza, dignità umana e del lavoro che precorre i tempi di tante conquiste sociali. La festa termina il Sabato sera all’uscita delle prime tre stelle visibili ad occhio nudo con la cerimonia della havdalà. Domenica

ufficialmente il 3 settembre dall'attesissimo concerto di Ivano Fossati. L'ingresso e' libero per entrambi gli appuntamenti, De Andre' e Fossati, organizzati tecnicamente dalla Show Net di Ruggero Pegna. "Il concerto di Cristiano De Andre' si e' rivelato tra i piu' belli dell'anno -ha detto Wanda Ferro- Bravissimo Cristiano e superlativa la band. Questo evento vuole dare il bentornato in Citta' a tutti i lametini di rientro dalla ferie, ma anche un saluto della Provincia a tutti i giovani e cittadini che hanno trascorso a Lamezia le proprie vacanze. Quando si chiude agosto e' come se ripartisse un nuovo anno, che cosi' intendiamo riavviare nel salotto della Citta' con un'autentica festa di musica".

Cerim onia ebraica

per le vie del centro storico di Trani gli araldi in costume rinascimentale annunceranno nelle diverse lingue parlate all’epoca dagli ebrei di Trani (italiano, spagnolo, ebraico, francese, tedesco, latino).

agosto 2009

9

A Roma apre la Casa della Memoria La Casa della Memoria e della Storia di Roma riapre dopo la pausa estiva e propone, come primo appuntamento, “La Cerimonia” una serata dedicata agli “interrogativi sulla Resistenza”, di e con Ferdinando Vaselli, con Orchestralunata e Raffaella Misiti, con la collaborazione artistica di Alessia Berardi, a cura dell’Anpi in collaborazione con Ventichiavi Teatro e 369gradi centro diffusione cultura contemporanea, martedì 8 settembre 2009 alle ore 18.30 sulla Terrazza. L’iniziativa sarà inaugurata da Massimo Rendina Presidente dell’Anpi. Una riflessione intergenerazionale sul tema della memoria a partire da storie di guerra e di resistenza dell’alto Lazio, da elementi di memoria orale, da spunti letterari e da un progetto parallelo, fotografico che è anche una mostra ed un libro. La serata inizia con un tentativo di show vagamente paesano, maldestramente televisivo, un'ossessione verso un committente che si trasforma in domanda esistenziale: a che cosa serve la resistenza? a che cosa serve la memoria? a che cosa serve raccontare ancora certe storie? Ma alla fine le storie sembrano prevalere e si trasformano in un viaggio immaginato a bordo di una carovana guidata da un narratore, Ferdinando Vaselli, che racconterà di sette personaggi come pezzi della vita di un ottavo personaggio immaginario. La storia finisce con un sogno, un sogno orrorifico, carnascialesco ma reale, del mito della fondazione del nuovo stato.


Altro

l’

quotidiano

CartellOne Estate

Una grotta di desideri per aiutare l’Aido Moda, musica, bellezza e cultura. Sono gli ingredienti di un evento davvero speciale che unirà lo spettacolo alla solidarietà. Gli organizzatori della “Grotta dei Desideri”, l’evento di arte, moda e cultura, proposto dall’associazione “CP Produzioni”, con il supporto dei comuni di Amantea, Belmonte Calabro e San Pietro in Amantea, dopo aver definito il cast artistico che animerà l’intera manifestazione, la quale verrà poi trasmessa in esclusiva nazionale sulla piattaforma di Sky attraverso l’emittente Play TV 869 Sky, hanno provveduto a siglare un accordo con i referenti provinciali dell’Aido, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difficile tematica della donazione, predisponendo, all’interno dei diversi momenti legati alla manifestazione, una serie di spazi informativi dedicati, per l’appunto, alla donazione. Tanti gli ospiti che parteciperanno alla serata e che regaleranno arte e bellezza: dall’attrice Daniela Fazzolari, all’ammaliante Roberta Morise, senza dimenticare il talento canoro di Rosa Martirano, delicata ed amabile anima jazz che lo scorso 11 agosto ha partecipato alla prima edizione della “Notte di Stelle e

Personaggi del mondo della moda e della cultura protagonisti del doppio evento sul Tirreno calabrese

daniela fazzolari di Pace” dal Santuario di San Francesco di Paola insieme a Noa e Mira Awad, e di Ilaria Andreini, indimenticabile interprete di “Esmeralda”, nel musical Notre Dame de Paris che in Italia, ha registrato oltre due milioni di spettatori. “La Grotta dei Desideri – spiegano gli organizzatori – si evolve e da evento televisivo

10

Il libro

Spettacolo e solidarietà

di roBertA CuCCI

agosto 2009

si trasforma in progetto integrato di moda e solidarietà, grazie anche all’apporto dell’Aido che sposato le finalità dell’evento; giorno 24 agosto alle ore 20.30 si svolgerà il talk – show televisivo “Anteprima Grotta de Desideri 2009”, in programma sulla maestosità dello Scoglio Grande della Scogliera di Coreca (CS), alla presenza del direttore di Star TV, Giacomo Airoldi, della presidente della Federazione Moda della Confartigianato, Patrizia Curiale e della giornalista – scrittrice Maria Francesca Rotondaro che presenterà il suo ultimo libro “Sex and Fb. Monopensieri di una single ai tempi di Facebook”.

Il mondo magico della Urso E’ appena uscito il nuovo libro di Maria Rosa Lauriano Urso. Ne “Il castello invisibile” (La ZisaPalermo) è possibile scivolare in un mondo magico, fatto di arcobaleni da seguire, di pecorelle impaurite, uccellini innamorati, bruchi che si trasformano in meravigliose farfalle e stelline buone. Un mondo in cui, nonostante le insidie, i tranelli, la fatica, alla fine le cose buone e l'amore trionfano sempre, un mondo che seppure non ci è dato da vivere, almeno, attraverso le parole, possiamo ancora sognare. Le undici favole de Il castello invisibile sono racconti da spacchettare pian piano come doni desiderati, da assaporare come deliziose praline, ma soprattutto da ricordare come insegnamenti preziosi. Infatti, vestite di nature incontaminate, su uno sfondo di infinite primavere, queste favole hanno innanzitutto il merito di affrontare temi importanti.

Giornate di studio

A Soveria si discute di Sud Lo Stato dell'Inganno. Sud, Banche e Media è il tema della X Università d’estate di Soveria Mannelli. Secondo il punto di vista di Mario Caligiuri, sindaco di Soveria Mannelli e direttore dell’Università insieme a Florindo Rubettino e Mimmo Barile: “L'inganno è niente meno che la democrazia in Italia, ridotta a mera procedura senza sostanza, senz'anima e, quel che è peggio, senza futuro. Torna di attualità la questione

meridionale che già nella nona edizione era stato anticipato con il tema: Parliamo tanto di Sud. ” Sono previste tre giornate di lezioni magistrali che si terranno a Villa Pellico dalle 17.00 alle 20.00 il 26, il 27 e il 28 agosto. L’iscrizione e la frequenza delle lezioni ha il valore di 2 crediti formativi per gli iscritti ai Corsi di Laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria.


Altro Estate

l’

quotidiano

PersOne

Nuove coppie

agosto 2009

11

Heidi al quarto figlio con il terzo marito

L’ex di George parla della Canalis «Ha le palle»

heidi Klum

Heidi Klum aspetta il suo quarto figlio, il terzo dal marito Seal (la primogenita Leni pare sia il frutto della relazione con Flavio Briatore). La splendida modella di origine tedesca ha dichiarato che questa sarà la sua ultima gravidanza. La bionda 36enne ha detto che non ha nessuna intenzione di allargare ulteriormente la famiglia perché quat-

tro bambini portano molto lavoro: "Siamo in sovrannumero. Quattro è perfetto. E se già con tre c'è molto da fare figuriamoci dopo". La Klum ha anche rivelato di sentirsi sottopressione per la scelta del nome del nascituro: "Perché - ha dichiarato - sappiamo che sarà il nostro ultimo figlio ed è ancora più difficile”.

Il click

Investimenti

Mamma Eva di nuovo in forma

Un nuovo nido d’amore per Bruce ed Emma

A tre mesi dal parto, eva henger è tornata già in gran forma. L'ex pornostar, sulle spiaggie della Puglia, è apparsa tonica e non appesantita: con lei il marito Massimiliano Caroletti e la piccola Jennifer (nata, appunto, 3 mesi fa). I tre se la sono spassata in acqua, facendo il pieno di baci e coccole sotto il sole cocente.

Bruce Willis

elisabetta Canalis Elisabetta Canalis è come un profiterol, dolce, ma con le 'palle', parola di Romy Ferrara, una che George Clooney l'ha conosciuto a fondo, pèur fermandosi ai preliminari. La ragazza, oggi 24enne, a soli 19 anni ha avuto una breve liaison con il divo. A causa della giovane età, decise di non raggiungerlo negli States. Ma non solo: era pure innamorata di un altro. Romy ha deciso di parlare sulle pagine di Oggi e, quando le si chiede cosa ne pensa della battuta di Brad Pitt in cui si lascia intendere che il bel George in realtà sarebbe gay, risponde: "Smentisco categoricamente. E ne ho le prove... Un amante poco focoso? Non lo so perché ci siamo fermati ai preliminari. Baci, magnifici. Ma se lui ama come corteggia, allora nessuna donna avrebbe il diritto di lamentarsi". Sull'ex velina dice: "Ora ha forse trovato la fidanzata giusta. La Canalis mi sembra perfetta per lui. E' una donna profiterol: dolce ma con le palle. E poi mi dà l'idea di essere una tipa simpatica”.

Il maghetto rifiuta il “Signore degli anelli” Harry Potter non vuole vestire i panni di Bilbo Baggins. Daniel Radcliffe ha detto di no al prequel del "Signore degli Anelli". L'attore doveva essere il protagonista di "The Hobbit", ma pare proprio che non abbia alcuna intenzione di accettare la parte, meglio darla a qualcun altro, almeno secondo

lui. Pensa di essere troppo legato al ruolo di maghetto e aggiunge: "Mi piacerebbe vedere nel film James McAvoy, è fantastico!". Daniel, impegnato sul set dei nuovi episodi sulla saga di Harry Potter, ha già dato.

Bruce Willis ha di recente sposato la giovane modella Emma Heming ed ora sta cercando un bel nido d'amore dove vivere con la sua dolce mogliettina. La coppia avrebbe adocchiato un appartamento multimilionario dopo aver visitato l'esclusivo Carlyle Residence di Los Angeles, dove il costo di una casa si aggira tra i 2,5 e i 15 milioni di dollari. Bruce ed Emma sarebbero rimasti colpiti da una proprietà che comprende tre camere da letto, quattro bagni, una palestra, la biblioteca, la sala da pranzo e una cantina per il vino. Un perfetto nido d'amore per i due piccioncini che costerà a Willis la modica cifra di 5,1 milioni di dollari. Alla faccia della crisi economica!


Altro Estate

l’

quotidiano

ribalte

agosto 2009

Festival di Venezia

La Napoli underground raccontata da Ferrara di LuCIAnA VeCChIoLI Trasgressivo, provocatorio, sempre a caccia di storie estreme, un personaggio come Abel Ferrara non poteva sottrarsi nel raccontare una realtà così difficile e controversa come quella napoletana. Lo ha fatto con "Napoli Napoli Napoli", la docu-fiction che sarà presentata Fuori Concorso al prossimo Festival di Venezia. "Rappresentare la parte underground di Napoli è come rappresentare qualsiasi parte del mondo" ha spiegato il regista. E lui questa parte non può che conoscerla bene. Nato nel Bronx, figlio di immigrati napoletani, il nonno nel 1900 lasciò Sarno, piccolo centro della periferia partenopea. Per la prima volta alle prese con un

Sulla scia del successo riscosso l'anno passato, il prossimo 15 agosto i Portici di Bolzano tornano ad ospitare l'iniziativa ''Strudel in festa''. La prima edizione ha visto la partecipazione di sei panetterie e pasticcerie, che hanno venduto piu' di 500 metri di strudel con marchio ''Qualita' Alto Adige''. All'edizione di quest'anno saranno 10 i pasticceri e panettieri che cercheranno di superare questo straor-

due protagonisti della docu-fiction di ferrara

documentario, il cineasta racconta che l'idea gli è venuta dopo aver girato alcune scene nella Casa Circondariale femminile di Pozzuoli. "Poco tempo dopo l'inizio delle riprese capii che le loro storie erano soltanto l'inizio. Avevo bisogno di uscire dalle mura della prigione, per arrivare alla realtà ed alla percezione di ciò che mi veniva detto". Per questa

Una festa per lo strudel a Bolzano dinario risultato. Dalle 14 alle 22 proporranno ai visitatori diverse varianti dello strudel di mele. Sara' anche possibile cucinarne uno con le proprie mani, supportati dai consigli di un maestro pasticcere. Novita': saranno presenti i coltivatori di piante officinali con marchio ''Qualita'

ragione approda a Scampia, nei Quartieri Spagnoli, al parco del Vesuvio. Un ritratto in chiaroscuro della città come lo definisce lo stesso autore - un viaggio attraverso personaggi ed ambienti che raccontano la sua complessa varietà. Giovanni attori che interpretano se stessi. Ma anche detenute, intellettuali, artisti, e politici. Tutti esprimono una loro precisa opinione della metropoli. E poi attori veri, come Luca Lionello (figlio delle scomparso Oreste), Ernesto Mahieux, Luigi Burruano. "Questo film potrebbe anche essere intitolato "New York New York New York" oppure "Detroit Detroit Detroit" per le similitudini che giacciono nel substrato di questi impressionanti paesaggi urbani del ventunesimo secolo".

Lo strudel

Alto Adige'', che si uniscono a panificatori e pasticceri per presentare le loro tisane e infusi a base di erbe locali, ideale accompagnamento per lo strudel di mele. Insomma, una vera bontà.

12

Il Fromage festival valdostano Giunto alla quarta edizione, il Quart fromage festival rassegna delle eccellenze agroalimentari valdostane si apre anche ai sapori di oltreoceano. Sotto il castello di Quart il 14 agosto i pregiati formaggi valdostani saranno i protagonisti della serata. Per l'edizione 2009 sono stati invitati d'onore anche caci di oltreoceano, in particolare dal Giappone e dagli Stati Uniti. L'evento godrà di atmosfere e scenari unici, impreziositi questi ultimi dal nuovo impianto di illuminazione del maniero (eretto nel 1185 da Jacques de la Porte de Saint-Ours). Per il gustoso appuntamento sono attesi oltre 10.000 visitatori. L'evento inizierà alle 17 e proseguirà fino a mezzanotte. All'ingresso è possibile acquistare i carnet (da 5, 10 e 15 euro) per le degustazioni.

Bellezze garganiche a Manfredonia Torna “Miss Ferragosto”, concorso di bellezza al quale hanno partecipato numerose belle ed avvenenti ragazze provenienti da tutta Italia ed in modo particolare le tipiche bellezze garganiche. L’appuntamento è per il 14 agosto a Manfredonia sulla spiaggia Castello. Una giornata frizzante, di puro divertimento, ricca di emozioni, uno spettacolo al quale è prevista la partecipazione, oltre al concorso di bellezza, ci saranno di numerose attrazioni (cantanti, ballerini e spettacolo).


Altro Estate

l’

quotidiano

GranDe sChermO

agosto 2009

13

Ragazzi contro extraterrestri

Romanticismo a buon mercato

Alieni in soffitta

Sex movie

Regia:JohnSchultzcon KevinNealon,Robert Hoffman A parte il consueto pistolotto moralistico finale, è piacevole e divertente, con alcune trovate interessanti. Senza tante pretese. Un film adolescenziale con tanto di alieni che un giorno decidono di atterrare sul tetto di una casa di periferia del Michigan dove alloggia una grande famiglia ed un bel gruppetto di ragazzini. Saranno proprio quest'ultimi ad ingaggiare una cruenta battaglia con i bellicosi extraterrestri, all'insaputa degli adulti, ed a salvare il pianeta. Potrebbe essere la metafora dei nostri tempi. Non tutto ciò che viene da lontano è minaccioso.

Un horror in piena regola Il messaggero Regia:PeterCornwellcon VirginiaMadsen,Kyle Gallner Foto d'epoca raffiguranti una serie di bare con tanto di cadaveri. La testimonianza diretta della protagonista che inizia a raccontare l'orribile storia. Vera. Un horror in piena regola, con tutti i trucchetti e gli escamotage del genere. I Campbell hanno un figlio malato di tumore e periodicamente devono affrontare un faticoso e lungo viaggio verso un costoso ospedale del Connecticut, fino a quando non decidono di affittare una graziosa (e stranamente economica) villetta accanto alla casa di cura. Peccato che la bella dimora in stile vittoriano sia infestata da fantasmi e spiriti. Come se non bastasse, il figlio del proprietario è un messaggero demoniaco. Alla sfiga non c'è mai fine!

Regia:SeanAndersconJosh Zuckerman,AmandaCrew

una delle bambine in “guerra” con gli “Alieni in soffitta”

L’inventore dei tergicristalli

Il concerto diventa film

flash of genius

Jonas Brothers: the 3d concert experience

Regia:MarcAbraham, conGregKinnear

Regia:BruceHendricks

Eccoci di nuovo alle prese con un film che avrebbe meritato da parte della distribuzione una maggiore considerazione. Non stiamo parlando di un capolavoro (per la verità è un classico biopic). Ma la storia di un ingegnere che inventa i tergicristalli con spazzole intermittenti e li propone alla Ford che gli ruba l'idea, desta qualche interesse. Invece è destinato ad una uscita in sordina. L'uomo (scomparso nel 2005), dopo una lunghissima e dolorosa controversia giudiziaria vince la causa ed ottiene un risarcimento record di 18 milioni di dollari.

Un film-concerto in 3D per scoprire gli idoli delle teenager: Kevin, Joe ed il piccolo (minorenne) Nick. Sono i mitici (per le migliaia di ragazzine che li seguono su Disney Channel) Jonas Brothers, gruppo statunitense pop-rock formatosi nel 2005. Momenti del backstage, fan scatenati, spezzoni più importanti del tour "Burning Up" del 2007, insieme ai loro beniamini Demi Lovato e Taylor Swift. Qualche brano inedito. Bellocci, facce da bravi ragazzi, sul genere casa-chiesa-rock n' roll(!), la Walt Disney dopo il successo di Hannah Montana ci riprova.

Il maghetto in battaglia

precedenti, un eccellente connubio tra entertainment e qualità. Colpisce il livello di bravura raggiunto dai tre attori protagonisti e dal loro antagonista, il cattivo Tom Felton, alias Drago Malfoy, che dopo anni di ferree certezze conosce per la prima volta il dubbio e la crisi. La battaglia tra Harry Potter e Lord Volemort, tra il bene ed il male, è serrata ed ancora più evidente. Episodio cruciale per poter entrare nella fase finale che esigenze di marketing hanno voluto sdoppiare.

harry Potter e il principe mezzosangue Regia:DavidYatescon DanielRadcliffe

Avvincente, oscuro, un noir che a tratti sconfina con l'horror, pieno di colpi di scena e attraversato da una velata ironia, soprattutto rispetto agli sconvolgimenti adolescenziali dei protagonisti. Ancora una volta non delude. Il film è, come i

Parlano tutti di sesso ma quasi nessuno lo fa. Grossi dubbi si nutrono subito anche nei confronti del muscoloso Rex, il fratello maggiore del protagonista Ian Lafferty, il diciottenne goffo ed ingenuo che cerca in ogni modo di perdere la verginità. Titolo fuorviante, crea aspettative immediatamente disattese. Il tema dominante invece è un romanticismo quasi imbarazzante, nonostante il tentativo di costruire una commedia dai toni dissacranti e demenziali. Pensate che le sequenze più divertenti sono quelle girate nella comunità Amish. Tratto da "All the way" di Andy Behrens.

Brutta copia di un cult movie S. darko Regia:ChrisFishercon JacksonRathbone,Daveigh Chase Per fortuna il regista e sceneggiatore Richard Kelly non si è fatto coinvolgere nell'operazione sequel. La nuova pellicola, che negli Usa esce solo in dvd, non è altro che la brutta copia di un film che nel 2001 diventò in poco tempo un cult movie, per aver saputo coniugare la freschezza delle immagini di un film fantastico alle inquietudini adolescenziali. La storia appare confusa, priva di una sceneggiatura credibile, con sequenze spazio-tempo (e tanti effetti speciali) che rendono il tutto ancora meno chiaro. Personaggi di contorno, scontati e banali.

Paginaacuradi LuCIAnA VeCChIoLI


Altro Estate

l’

quotidiano

sabato 22 agosto 2009

letture

StefAno CLerICI

Memorie di un cronista/22

Forattini dal “bianco ritmico” al tappo con la faccia di Fanfani Stefano Clerici, 61 anni a ottobre, presidente della cooperativa che edita“l’Altroquotidiano”, è collaboratore di “Repubblica”, di cui è stato caporedattore per la cronaca di Roma. Iniziòlaprofessione a “Paese sera”,diventandoneinbrevetempo capocronista.

M

a a un certo punto, anche nei quotidiani, cominciò a farsi strada l'idea che doveva finire il tempo in cui il redattore, il caposervizio, il caporedattore si limitavano a spedire in tipografia articoli e titoli con su scritto a penna o a matita un semplice e banale appunto. Ovvero: "questa è l'apertura, questa è la spalla, questo è il centropagina e questo è il taglio basso". Era arrivato il momento della Grafica, quella con la G maiuscola, quella che faceva giustizia di una informazione alla vista uguale in ogni pagina, scontata e ripetuta fino alla noia più o meno da tutti. Un'informazione che non aveva guizzi creativi né idee innovative. Agli inizi degli Anni Settanta a Paese Sera arrivò Giulio Cesare Italiani, un collega (termine che usiamo tranquillamente oggi, ma che allora sinceramente usavamo con un po' di "puzza sotto il naso") certamente dotato di creatività. Era un Grafico, con la G maiuscola. Ma per molti di noi, come detto, grafico andava scritto con la "g" minuscola e, iscritto o no al nostro stesso albo, significava ch'era sempre una sorta di giornalista di serie B, un semplice "tiralinee', come diceva Ugo Mannoni. Anzi, il fatto che quei signori grafici avessero un tesserino identico al nostro e che appartenessero allo stesso ordine professionale, ci dava sinceramente un po' di fastidio. Così, quando Giulio Cesare Italiani s'inventò il cosiddetto "bianco ritmico", molti lo accol-

Quando forattini era forattini: la celebre vignetta dopo la vittoria del no al referndum sul divorzio e una sua autocaricatura sero con diffidenza e molti altri lo presero letteralmente in giro. Con estremo garbo ma altrettanta (sempre benevola) cattiveria. Eppure Giulio aveva avuto un'intuizione tanto semplice quanto geniale. Nella titolazione e nell'impaginazione, anche nel quotidiano doveva scomparire l'ossessione di riempire per forza gli spazi vuoti. Si scriveva in un titolo una prima riga più lunga dell'altra, o viceversa? Be’, che male c'era? Fra le due righe c'era del "bianco ritmico", che certo andava però armonizzato nel resto della pagina. Una filosofia grafica che si sposava perfettamente con una filosofia giornalistica che andava prendendo sempre più piede: pochi titoli, selezionati e diretti, pagine più "ariose" e grande spazio alle immagini, purché d'attualità, d'impatto e di qualità (le cosiddette "faccette", ovvero fototessera, una colonna alta

sei, per lo più di personaggi politici andavano eliminate o quanto meno limitate allo stretto indispensabile).

T

ra i ragazzi di bottega che popolavano la squadra di Giulio Cesare Italiani c'era anche tal Giorgio Forattini, ex rappresentante di commercio, con la passione del disegno e il bernoccolo della satira. Adattatosi, per destino e per necessità - come diceva sempre Ugo Mannoni - a fare il "tiralinee". Vale a dire a disegnare con precisi tratti geometrici e relativi calcoli matematici le pagine su cui altri avrebbero scritto e apposto la propria firma. Sì, Forattini si poteva definire un vignettista "ingabbiato". Ma - anche se con un po' troppa fatica da parte dei vertici di Paese Sera - non ci volle poi molto ad aprire quella gabbia e a lasciar liberi il suo talento e la sua vera vocazione.

14

Quando, nel 1974, arrivò la storica vittoria nel referendum sul divorzio e Giorgio s'inventò quella vignetta con Fanfani a mo' di tappo che saltava da una bottiglia di champagne, la cui etichetta era un gigantesco "NO", capimmo tutti che s'era manifestato al mondo un principe della satira. Uno capace di leggere ogni giorno la realtà e di fare un editoriale con qualche tratto di penna o con una battuta (ma la sua prima produzione, quella a mio avviso più efficace, era solo immagine e senza parole). La sua matita era un bastone e una carota, era un pugno di ferro in guanto di velluto. Era il disegno che gran parte di noi avrebbero voluto fare per "fotografare" la loro rabbia o la loro gioia del momento. E' una sfida che - a volte con comprensibile e visibile affanno - Giorgio cerca di rinnovare ogni giorno ancora oggi. Da decenni. Con tanto di raccolte pubblicate che ogni anno fanno il "pieno" in libreria. A volte il suo "sacro fuoco" contro il Potere diventa solo una "fiammella", che magari tende a illuminare (e a bruciare) più una parte che un'altra del panorama politico nostrano. Ma, piaccia o non piaccia il Forattini di oggi, Giorgio resta quello che è, il principe della vignetta satirica. Dove principe sta, direi, per principio, per capostipite, per geniale reinventore d'un genere dal fulgido passato ma, all'epoca, dall'altisonante presente. E che lui ha contribuito a restituire a un radios futuro. Indipendentemente - ripeto dal giudizio (o dal pregiudizio) che si possa avere oggi nei confronti di Giorgio Forattini. Il fatto è che, al di là della satira, i tempi cambiavano. E cambiavano con una rapidità impressionante. Qualcuno aveva la capacità di accorgersene in tempo, altri invece no. Ma il cambiamento, anzi l'inizio della rivoluzione (che sarà lenta e silenziosa) nel mestiere del cronista, aveva una data ben precisa: il 12 dicembre 1969. Vi dirò perché al prossimo appuntamento… 22. continua


aq22agosto2009