Page 1

Periodico online N° 15 – Febbraio 2014 www.laltramedicina.it fanzine@laltramedicina.it

fanzine CINEMA TERAPIA Le

stre intervi st no e

A scuola di naturopatia

Regalo di Natale di Pupi Avati, vite giocate sul tavolo del poker

La storia dell’Istituto NUovE di Medicina RICERChE Naturale di Urbino Guarigione sciamanica La prima indagine clinica sul “recupero” dell’anima

YoGA SCIAMANICo Intervista a Selene Calloni Williams

La tradizione originaria All’interno le rubriche su libri, musiche ed eventi olistici


L’intervista

L’intervista

Le radici dello Yoga affondano anche in una visione animistica dell'uomo, con evidenti richiami alla visione del mondo dello sciamanismo. Lo Yoga integrale di Aurobindo, il Tantra e la psicanalisi di James Hillmann seguono quindi strade tracciate in tempi molto antichi, ora riscoperte. Una storia affascinante di cui abbiamo chiesto notizia a Selene Calloni Williams, una delle maggiori esperte di queste tradizioni. – di Fabio Fioravanti –

YOGA SCIAMANICO Selene, che cos’è lo Yoga sciamanico?

LA SFIDA VINTA DI ANTIMO ZAZZARONI

Cinematerapia

Regalo di Natale di Pupi Avati

Nuove ricerche

Parole

Ma L’angolo dei libri

GUARIGIONE SCIAMANICA

LA MALATTIA E LA TERAPIA

IL PRIMO STUDIO CLINICO

SECONDO LO SCIAMANESIMO

Consigli per l’ascolto Annunci olistici

CLICCA QUI E ISCRIVITI GRATIS SUL NOSTRO SITO PER RICEVERE LA FANZINE OGNI MESE Direttore responsabile Daniele Magni danielemagni@laltramedicina.it fanzine

L’altra medicina fanzine cita i nomi di prodotti fitoterapici, omeopatici, farmaci o integratori alimentari per completezza di informazione e per libera scelta della redazione

Redazione Gemma Astolfo, Lella Cusin redazione@laltramedicina.it Segreteria di redazione segreteria@laltramedicina.it Editore Viola Edizioni srl Via Carducci, 17 20123 Milano

Uffici Via Taormina, 11 20159 Milano www.laltramedicina.it fanzine@laltramedicina.it Tel. 02.66801184; fax 02.60736866 Marketing Lucia Simone luciasimone@laltramedicina.it Fotografie www.thinkstockphotos.it


Cinematerapia

REGALO DI NATALE DI PUPI AVATI

La vita come il gioco del poker – di Paola Dei –

Uno dei Film più ricchi dei

Giochi, triangoli

momenti di pathos che

e amicizie

vengono vissuti davanti ad

La vita in fondo assume

un tavolo da gioco, è senza

spesso le caratteristiche di

dubbio Regalo di Natale di

una partita a poker persino

Pupi Avati, proiettato alla

nelle coppie, come recitava

43a Mostra d'Arte

un brano musicale di

Cinematografica di

Adriano Celentano, dal

Venezia nel 1986 che

titolo: Sotto le lenzuola,

valse a Carlo Delle Piane

dove ha fatto storia la

la Coppa Volpi per la

frase: A poker sai non si

miglior interpretazione

gioca in tre!

maschile. Degna di

fin dove

In virtù di un triangolo

particolare nota la scena

può spingersi l'essere

amoroso il film ci offre

girata al tavolo da gioco

umano davanti ad un tavolo

l'opportunità di analizzare e

nella quale Diego

da poker. Appassionato ed

riscoprire il valore della vera

Abatantuono, Alessandro

appassionante, questo film

amicizia, le volte in cui

Haber, Carlo Delle Piane,

ci offre l'occasione per

siamo stati lasciati fuori da

Gianni Cavina e George

visualizzare intese di

giochi ed alleanze davanti a

Eastman interpretano

sguardi, attraverso i quali

metaforici o reali tavoli da

magistralmente i momenti

passano tutte le gradazioni

poker mentre gesti e

cruciali della vita di un

emozionali che vanno dalla

avvenimenti particolari

uomo mentre il regista

solidarietà al diniego fino

facevano già presagire il

scruta con sguardo attento

all'inganno.

finale.


Uno spunto di esercitazione Dopo la visione della pellicola e del quadro di de la Tour ripescate nella vostra vita i momenti durante i quali vi siete sentiti esclusi da un gioco che veniva condotto all'insaputa della vostra

IL BARO CON L’ASSO DI QUADRI DI GEORGE DE LA TOUR

volontà come accade ad

Il pittore che ci offre l'opportunità di cogliere i dettagli

Abatantuono-Franco nella

di una partita al tavolo da gioco è George de la Tour

pellicola e all'ignaro

(1593-1652) con una sua opera intitolata “Le tricheur à

giocatore alla destra del

l'às de carreau” (Il baro con l'asso di quadri),

quadro. Osservate i volti, le

conservato al Museo del Louvre.

espressioni e cercate i vissuti del prima e del dopo.

Lo spettatore è il quinto protagonista del quadro, vede

Osservate dal di fuori tutte

ciò che i personaggi seduti al tavolo non vedono:

le gradazioni e l'intensità

l'asso che uno dei giocatori tiene dietro le spalle. C'è

dei vissuti e provate a

poi un'intesa di sguardi fra le due donne ed il “baro”,

descriverle con dei colori e

una triangolazione che esclude il giocatore alla destra

con delle parole sul solito

che ignaro di quanto sta accadendo, gioca la sua

diario o quaderno.

partita regolarmente.

Avrete l'opportunità di diventare il quinto

I volti delle due donne e del giocatore ignaro sono

personaggio del quadro e

illuminati da un gioco di luci che lascia volutamente

scoprire dal di fuori ciò che

in ombra il “baro”. La giocatrice seduta al tavolo

chi gioca non può vedere.

indossa una collana di perle sulla pelle bianca ed evoca una capacità di seduzione che viene amplificata

*Docente di Terapia

dal vino, dall'argento e dal fascino unito all'eleganza

dell’arte e Arte Terapia,

che ella emana.

collaboratrice giornalisti specializzati GSA

La scena ovviamente può essere anche rovesciata

Ideatrice del metodo

collocando, al posto della fascinosa dama con le perle,

psicofilm

un avvenente Casanova.


L’intervista

Le radici dello Yoga affondano anche in una visione animistica dell'uomo, con evidenti richiami alla visione del mondo dello sciamanismo. Lo Yoga integrale di Aurobindo, il Tantra e la psicanalisi di James Hillmann seguono quindi strade tracciate in tempi molto antichi, ora riscoperte. Una storia affascinante di cui abbiamo chiesto notizia a Selene Calloni Williams, una delle maggiori esperte di queste tradizioni. – di Fabio Fioravanti –

YOGA SCIAMANICO Selene, che cos’è lo Yoga sciamanico? E’ lo Yoga più antico, che è stato tramandato da yogin che erano altresì sciamani, come il mitico Tilopa. Molti sono gli yogin e sciamani che incontriamo in tutta l'Asia nel corso della storia dello Yoga. Il maestro del grande Sri Aurobindo, Vishnu Bhaskar Lele – che convince Aurobindo ad avvicinarsi allo Yoga poiché guarisce suo fratello affetto da una febbre tropicale facendogli bere un bicchiere d'acqua sul quale aveva fatto dei segni e recitato dei mantra – rappresenta la figura di uno yogin e sciamano.


– L’intervista –

Lo sciamano è il mago guaritore, è il

tantrismo buddhista, un tantrismo giainista

maestro dell'estasi, del viaggio negli stati

e un tantrismo puramente animista, esiste

non ordinari di coscienza, è lo psicopompo,

uno Yoga sciamanico buddhista, uno

il conoscitore del post mortem e il

induista, uno giainista, uno animista.

traghettatore, colui che fa da ponte tra il

Gli insegnamenti tantrico-sciamanici,

visibile e l'invisibile.

tramandati oralmente da tempi remoti,

Lo yoga sciamanico è lo yoga più antico

cominciano ad essere trascritti in libri

perché lo sciamanismo animistico è la

chiamati Tantra a partire dal sesto secolo

forma di religione più antica.

dopo Cristo. Da allora la loro elaborazione non si arresta mai, essa è ancora in corso

A parte Aurobindo, come si è sviluppata

ai giorni nostri.

questa tradizione?

La via dello Yoga tantrico-sciamanico è

L'eredità dello sciamanismo in India e

estremamente affascinante poiché è la via

nelle regioni himalayane (si pensi allo

delle pratiche dell'estasi, degli stati

Shaktismo o al Bön) viene raccolta dal

ampliati di coscienza, della comunione con

tantrismo, perciò lo yoga sciamanico finisce

l'istinto, con l'anima e con la natura. Come

per essere assimilato allo yoga tantrico.

ho detto, questo si ritrova anche in

Come esiste un tantrismo induista, un

Aurobindo.

Chi è Selene Calloni Williams?

L’opera pionieristica di Selene Calloni sullo Yoga sciamanico nasce da un incontro. Trasferitasi per lavoro in Sri Lanka incontra Michael Williams, un maestro Tamil (il nome inglese non tragga in inganno). «Per me un incontro decisivo», ricorda oggi Selene. «Michael mi introduce allo Yoga e allo sciamanismo e mi conduce nella foresta presso gli eremi dei monaci Theravada. La tradizione dei monaci eremiti nasce proprio in Sri Lanka per poi diffondersi in Thailandia e Birmania. Resto parecchi anni sull’isola, per lavoro, un’occasione unica per approfondire gli insegnamenti del Maestro sullo Yoga e lo sciamanismo e quelli dei monaci buddhisti sulla meditazione. Quando lui lascia il corpo, torno in Italia, mi laureo in psicologia e la tesi diventa il mio primo libro “Energia e Armonia nello Yoga Integrale", a cui segue il libro "Iniziazione allo Yoga Sciamanico", più volte ristampato. Un successivo incontro di fondamentale importanza è quello con James Hillman, grande interprete della psicanalisi archetipica». Selene Calloni Williams, autrice di diversi libri di notevole successo, ha fondato la società di Nonterapia, con sede a Lugano. Attualmente, vive a Edimburgo.


«Tuttora, quando vado a correre sul canale di Edimburgo, vedo l’immagine del mio Maestro riflesso nel ghiaccio: il dialogo con lui continua». Selene Calloni Williams

Selene Calloni Williams con lo psicoanalista James Hillman, uno dei più importanti eredi del pensiero junghiano. Hillman, scomparso nel 2011, ha sviluppato temi strettamente connessi allo yoga sciamanico. Nella pagina successiva l’abbraccio con la sciamana Nadya e in meditazione con un monaco buddhista.

Dove ci conducono lo yoga sciamanico e

la nostra dimensione universale e il

quello integrale?

significato autentico della nostra missione

Nel primo volume de "La Sintesi dello

nel mondo.

Yoga", Aurobindo afferma: «Rendere

Aurobindo affermava anche: "Che tutto in

perfetto il corpo dovrebbe essere in verità il

te sia gioia, questa è la tua metà!"

più grande trionfo». Che cosa significa? Il

In Occidente ritroviamo una visione simile a

corpo deve liberarsi dall'ipnosi che lo

quella tantrico-sciamanica nel pensiero di

costringe a percepirsi come un oggetto

Nietzsche.

materiale, e ritrovare se stesso come simbolo, immagine, simbolo del Sacro. Lo

Tu hai scritto un libro al proposito: “Il mito

Yoga sciamanico, come quello integrale,

del superuomo, da Nietzsche ad Aurobindo"

sono discipline visionarie. Non c’è rinforzo

In quel libro ponevo a confronto la

dell’Io, semmai depersonalizzazione, un

visione di Nietzsche con quella di

lasciare il nostro Io ordinario.

Aurobindo. Entrambi, infatti, hanno messo

Grazie a questi percorsi possiamo ritrovare

al centro del loro pensiero il mito del


– L’intervista –

superuomo. Il superuomo è colui che riesce a “compiere il Sacro”, a darsi al Tutto, o al Nulla, a "morire in vita". Come scriveva Pasolini, la vera nascita è la seconda, la vera madre è la seconda, la vera vita è la seconda. Le figure di Nietzsche ed Aurobindo, impegnate nella contemplazione dell'immagine de "l'uomo dopo l'uomo", ricordano la filosofia poetica e visionaria di un grande maestro di Yoga Kashmiriano, Abhinavagupta, il cui Yoga tantrico e sciamanico è una contemplazione estetica del sogno di essere uomini e di tutte le immagini che questo sogno comporta. Contemplazione estetica? L'esperienza estetica è per eccellenza l'esperienza naturale, sciamanica. La natura tende verso il bello, non verso il bene. C'è un bene nella bellezza, ci sono delle leggi, ma si tratta di ritmo, armonia, non di un sistema di concetti astratti creati dalla mente. L'obiettivo centrale nello Yoga sciamanico è il raggiungimento del cosiddetto "stato naturale", una condizione

Certe esperienze estetiche ed estatiche

interiore di assenza di sforzo, paura e

come quelle dello Yoga sciamanico, tantrico

giudizio, di libera visione, creatività e

e integrale differiscono dallo Yoga

ispirazione. La nostra civiltà, votata al mito

cosiddetto classico codificato da Patanjali

del bene e del male, si fa notare per la

che si fonda su regole e codici morali di

lontananza dallo "stato naturale".

comportamento. Lo Yoga classico è etico, lo Yoga sciamanico

In cosa fondamentalmente lo Yoga

è estetico.

sciamanico differisce dallo Yoga classico di

Lo Yoga sciamanico è un'avventura poetica

Patanjali?

di grande respiro e potenza. Esso ci riporta


CONTATTI, VIAGGI E SEMINARI CON SELENE Il lettore che intenda approfondire i temi di cui abbiamo parlato può rivolgersi direttamente a Selene Calloni. Attraverso l'associazione di Nonterapia si organizzano in Italia seminari di Yoga sciamanico o anche di Costellazioni Immaginali. I corsi sono di varia durata. E’ anche possibile partecipare ai “ritiri sciamanici”, sempre organizzati da Selene.

a un tempo delle origini in cui l'umanità portava impresso il segno distintivo della beatitudine. Le pratiche dello Yoga sciamanico hanno un potere di deprogrammazione e liberazione davvero grande. Si possono però integrare? Possono stare assieme? Lo Yoga classico e quello sciamanico sono due esperienze complementari che si

Con un altro logo (Voyagesillumination) si organizzano viaggi finalizzati all’incontro con sciamani in vari paesi del mondo: «Viaggio da trent’anni e ho agganci sciamanici dappertutto; Siberia, Mongolia, Brasile, Perù, nella regione Altaica», ci spiega Selene.

integrano a vicenda. Io consiglio molto

«Posso metterci anche un anno per preparare un viaggio. In Amazzonia torneremo presto, presso i curanderi della selva. In Siberia, invece, nella regione della Buriazia sono in stretto contatto con un professore universitario locale, credo si tratti dell’unica cattedra di sciamanesimo al mondo. Nelle regioni della Buriazia, di Tuva e dell'Altai lo sciamanesimo è religione ufficiale. Grazie a questi contatti posso portare i miei “valorosi eroi” anche in quei luoghi, un vero e proprio paradiso terrestre, dove la tradizione sciamanica è rimasta inalterata».

profondi di meditazione, per poter

vivamente agli insegnanti di Yoga e a quanti amano lo Yoga di completare il proprio percorso con una specializzazione in Yoga sciamanico per avere la possibilità di esplorare stati ampliati di coscienza e stati comprendere la natura e il proprio corpo dal punto di vista della natura e del corpo. È solo riuscendo ad unire le due esperienze, quella estetica e quella etica, che possiamo vivere in un pieno equilibrio di forza e discernimento. La visione estetica è irrazionale, emotiva, sintetica, mentre quella etica è logica e analitica. Lo Yoga sciamanico ti permette di raggiungere l'equilibrio tra le due grazie a metodi che sono un insieme di "esperienza

Info: Per corsi e seminari di Yoga sciamanico e Costellazioni immaginali: http://www.nonterapia.ch info@nonterapia.ch

figlio" ed "esperienza madre", cioè di

Per partecipare ai viaggi sciamanici: http://www.voyagesillumination.com

Molto importante nel tuo cammino è stato

tecniche energetico-corporee e di pratiche immaginative.

anche l’incontro con il grande psicoanalista


– L’intervista –

James Hillmann, cui ha dedicato il tuo

libro visionario, cui tengo molto, non la

ultimo libro. Perché Hillmann?

consueta biografia. Tuttora, del resto,

Io trovo che la psicologia archetipica di

quando vado a correre sul canale di

Hillmann, la sua visione immaginale e

Edimburgo, vedo l’immagine del mio

l’esperienza sciamanica siano visioni

Maestro riflessa nel ghiaccio: il dialogo con

speculari, distinte, certo, ma non separate.

lui continua.

Come accade nel Tantra o nello Yoga

La psicoanalisi, sosteneva Hillman, è un

sciamanico, Hillmann, nelle sue opere, ha

cammino di ritiro delle proiezioni. Lo Yoga è

depersonalizzato e smaterializzato il Reale.

un cammino di riassorbimento del reale.

E fonda la sua psicologia su basi poetiche,

Comprendere che la vita è sogno, che

alchemiche.

questo sogno è un istante e che questo istante è amore, significa riprendere il

Perché hai dedicato questo libro a una

controllo su questo sogno, ovvero ritirare le

"bambina del futuro"?

proprie proiezioni, o riassorbirle per avere

Volevo significare che è il fine ciò che muove tutti gli eventi, non la causa. E’ un

la possibilità di agire su di esse. "Noi siamo i maestri delle cose, non le

IL RITORNO ALLO STATO NATURALE CON LO YOGA SCIAMANICO «Quando attacchiamo etichette scientifiche alle zampe degli albatros per studiarne il volo, quando seguiamo le balene o le tartarughe, per studiare sistemi di protezione, inevitabilmente ne contaminiamo l'habitat. Ogni azione che prendiamo per la salvaguardia della vita sul pianeta richiede l'impiego di mezzi che non sono compatibili con la vita sul pianeta. C'è qualcosa di molto profondo che impedisce all'uomo di essere una creatura eco-compatibile. Questa è quella cosa che i bambini NON hanno e che gli adolescenti lottano per respingere, per frenare dentro se stessi. Un bambino, proprio come un albatros o una balena, è una creatura estetica, non etica. Quando il bambino sceglie la propria mamma e respinge con il pianto un estraneo, fa una scelta estetica, non etica. La stessa che porta un fiore ad aprirsi o un cinghiale a rallentare la corsa o a inciampare in un sasso per essere raggiunto dal leopardo, o una ciliegia a maturare. E' questo l'insegnamento dello Yoga sciamanico. La bellezza scaturisce da sola dagli alberi, dalla terra, dall'acqua, dal cielo, da ogni animale che popola la foresta. Non hai bisogno di crearla, devi solo goderla. Citando Tilopa, "La suprema condotta è assenza di sforzo, la mèta della via degli esseri risvegliati è conseguita senza un cammino da percorrere, rimani nello stato in cui non c'è nulla da controllare, da calcolare, da riflettere o analizzare: lo stato naturale"». – Selene Calloni Williams –


I LIBRI DI SELENE CALLONI WILLIAMS vittime delle loro reazioni", scriveva Sri

James Hillmann - il

Aurobindo.

cammino del "fare anima" e dell'ecologia profonda

Un’altra tua opera, che ha destato grande interesse per l’originalità dell’approccio, si chiama Le carte dei Nat: di che cosa si tratta? I Nat sono gli spiriti che vivono sul monte Popa, in Birmania. Tuttora gli sciamani della città di Pagan celebrano riti dedicati ai Nat,

Edizioni Mediterranee Pagine 160 + DVD, euro 17,50

Una biografia visionaria della psicoanalisi di Hillmann: tante le connessioni con l'esperienza sciamanica. Nel DVD un documentario di grande interesse.

che loro associano agli avi. Insieme al libro sono allegate 37 carte e un DVD che documenta tradizione, spiritualità e rituali di

le carte dei nat Edizioni Mediterranee Pagine 120 + carte + DVD,

questa cultura.

euro 24,90

Le Carte dei Nat sono uno strumento creato

Tutto sugli sciamani Nat della Birmania. Usare le carte è come entrare nei loro riti ancestrali. Documentario sui Nat.

per tutti coloro che si interessano di costellazioni familiari, psicogenealogia, counselling o psicologia transgenerazionale, o anche per chi semplicemente vuole "dialogare" con i propri avi in modi intuitivi.

iniziazione allo Yoga sciamanico

Il libro spiega i principi della

Edizioni Mediterranee

psicogenealogia e delle costellazioni

Pagine 136, euro 9,50

familiari dal punto di vista della psicologia archetipica e immaginale. L'utilizzo delle carte dei Nat è una sorta di

Lettura imprescindibile per entrare nel mondo dello Yoga sciamanico. Materiali assolutamente inediti, di grande spessore.

“channelling”, di contatto con gli avi? Anche, ma non solo. James Hillman sosteneva che un uomo guarisce quando vede il mito che sta mettendo in scena vivendo. Attraverso le carte, e quello che chiamiamo le Costellazioni Immaginali, abbiamo la possibilità di “vedere” il mito che ci guida, deprogrammarci e prendere pienamente nelle mani il nostro destino.

ancHe gli atleti meditano…seppur di corsa Edizioni Mediterranee Pagine 151, euro 14,90

L'autrice ama andare a correre. Durante la corsa è possibile meditare con grande profitto. In questo libro spiega come fare.


PAROLE

Ma

IL CAVALLO Secondo il calendario cinese, il 2014 è l’anno del Cavallo. Il corrispondente pittogramma illustra un cavallo in corsa. I 4 piccoli segni in basso rappresentano le zampe, i 3 segni orizzontali in alto la criniera al vento, e il segno sulla destra verso il basso la coda. Il cavallo sta galoppando, è una creatura del vento, mobile, imprevedibile, impossibile da contenere. Ma anche vigoroso e pieno di energia. Tali sono anche le caratteristiche dell’anno del Cavallo, celebrato lo scorso 31 dicembre. Infatti, chi nasce sotto questo segno cinese ama la libertà, i viaggi, incontrare persone: persona indipendente, non sopporta obblighi e, a volte, esagera per la sua impazienza. Nel bene e nel male vuol fare di testa sua. Secondo un antico detto le persone abili e geniali sono denominate “Quanli Ma”, ovvero il cavallo (Ma) capace di percorrere 500 chilometri in un giorno (li = 500 metri – Qian = 1000).

Un proverbio cinese

Ma ˇ’ěr dōng fēng Entra in un orecchio ed esce dall’altro Il proverbio parla dei venti orientali che entrano in un orecchio del cavallo ma escono subito dall’altra parte. L’uomo-cavallo, infatti, si distingue a volte per la sua indifferenza nei rapporti con le altre persone.


Ossigenatevi! Acqua Plose. La miner ale con 9,4 mg/l di ossigeno. Acqua Plose è una tra le acque con il maggiore contenuto di ossigeno. Bevendo Acqua Plose l’ossigeno che viene assunto entra nel circuito sanguigno e contribuisce ad aumentare le prestazioni psico-fisiche dell’organismo.

pH ideale per l’acqua intracellulare: pH= 6,6. Nell’essere umano lo spazio intracellulare ha un pH che oscilla tra 6,4 e 6,8. Mantenersi entro questi valori per un’acqua vuol dire garantire un miglior ricambio di acqua intracellulare.

Tante qualità, buone da sorseggiare. Residuo fisso ridottisimo: 22 mg/l Il residuo fisso dell’acqua è la somma dei minerali inorganici che difficilmente possono essere assimilati dalle cellule umane.

servizio a domicilio

800 832 810 info@acquaplose.it

www.fiamo.it

FIAMO (Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati) ha scelto Plose come acqua per l’Omeopatia.

Guarda i video e scopri perché è così buona.

www.acquaplose.it


Nuove ricerche

GUARIGIONE SCIAMANICA IL PRIMO STUDIO CLINICO Qualche tempo fa, per la prima volta, la

dell’anima”, “l’estrazione (di spiriti

metodologia standard della ricerca clinica

maligni)”, la meditazione guidata.

è stata applicata sulle pratiche

Intervistati a distanza di tempo i pazienti

sciamaniche: il primo test, ancora

(una ventina di donne) hanno

preliminare, ha dato risultati positivi. Lo

testimoniato che il trattamento riduce il

studio è stato effettuato da ricercatori

dolore, anche quello più acuto, e le

universitari di Portland e Philadelphia.

limitazioni funzionali.

I pazienti erano affetti da disordini

E si tratta di un beneficio a lungo

temporomadibolari, un problema

termine, poiché si mantiene anche

complesso che include dolori facciali,

dopo 9 mesi dalla fine della terapia

cafealee, vertigini ma anche disturbi

sciamanica. Da sottolineare

gastrointestinali, infezioni frequenti,

che questo tipo di intervento non

ansia e depressione. A ciò aggiungete le

prevede alcuna azione fisica

difficoltà a mangiare, deglutire, parlare.

sulla persona malata, così come

La terapia proposta si basava su pratiche

solitamente si intende.

sciamaniche quali il “recupero

Perm J. 2012 Spring; 16(2): 28–35


LA MALATTIA E LA TERAPIA SECONDO LO SCIAMANESIMO «Nello sciamanesimo la malattia può

guarire e riportarla nella persona affinché

essere dovuta a fattori spirituali e non. Gli

torni ad essere integra.

sciamani credono che tutti gli esseri viventi abbiano un’anima, l’essenza della vita.

Le persone in uno stato di coscienza

L’anima è una parte non fisica di noi, il

sciamanico entrano in una realtà non

centro delle emozioni e dei sentimenti.

ordinaria. In Occidente gli sciamani (o gli operatori di pratiche sciamaniche) entrano

Parte di questa essenza vitale può

nello stato non ordinario attraverso

“lasciarci” quando c’è un trauma (per

l’impiego di suoni (tamburi).

esempio la perdita di una persona cara). In questo caso la persona si può sentire

Ciò corrisponde al viaggio sciamanico. Gli

“morta dentro”, soffrire di vuoti di memoria,

sciamani, per definizione, sono individui che

avere esperienze extra-corporee, o avere

viaggiano con disciplina in una realtà non

frequenti problemi fisici.

ordinaria con lo specifico intento di aiutare gli altri».

Per lo sciamano è importante trovare l’essenza che se n’è andata via, aiutarla a

– Nancy Vuckovic – Autrice dello studio riportato nella pagina precedente


– Nuove ricerche –

Acqua informata e coerente: nuove acquisizioni sulla pista riaperta dal professor Del Giudice La recente scomparsa del

grande stile. Lo testimonia

professor Emilio del Giudice

anche questo studio

(nella foto), promotore di

apparso lo scorso dicembre

ricerche fondamentali

su una rivista di medicine

diluite (e a temperature e

sull’acqua “coerente”, lascia

complementari.

pressioni standard).

particolare tra i suoi più

Non a caso si è svolto

Lungi dall’essere un

stretti collaboratori e amici

all’università Federico II di

materiale amorfo, l’acqua

scienziati come Piergiorgio

Napoli, città natale del

si rivela in grado di

Spaggiari e il Nobel Luc

grande fisico (che da anni

aggregarsi in forme

Montagnier.

viveva e lavorava a

ordinate e persistenti, cioè

Milano). L’indagine in

di avere “memoria” del

Ma proprio grazie alla

questione, firmata dal

contatto con varie

straordinaria capacità di

gruppo di Vittorio Elia e

sostanze. Ciò potrebbe

Del Giudice di attrarre

Marcella Niccoli, si è

spiegare il meccanismo

“buoni cervelli” la ricerca

avvalsa di tecnologie

d’azione di rimedi come

su questo filone

avanzate per evidenziare

quelli omeopatici o i fiori di

“maledetto” della scienza

modificazioni strutturali in

Bac.

moderna è ripreso in

soluzioni estremamente

un grande vuoto. In

Homeopathy, gennaio 2014

– I NOSTRI AMICI ANIMALI –

CI RISIAMO CON I CANI DA GUERRA

Avrete letto la triste notizia del “cane da guerra” catturato in Afghanistan dai Talebani. L’uomo, non il cane, perde il pelo ma non il vizio: esistono testimonianze antichissime dell’impiego in guerra dei cani. I mastini di oggi sono probabilmente i pronipoti di quegli animali. Il cane catturato in Afghanistan è un Malinois belga, famoso per il suo coraggio, per la sua resistenza alle temperature elevate e per la sua capacità di fiutare esplosivi e narcotici. Questi cani sono utilizzati dalle truppe britanniche ma sappiamo che anche gli americani, in Iraq e Afghanistan, si sono serviti di 2500 cani addestrati. I report dicono che alcuni muoiono di caldo o di sete, altri restano scioccati da esplosioni e maltrattamenti. Non si potrebbe lasciarli perdere?


w w w

L’intervista

.is tu ti m to ed in ic an u at . le ra it

LA SFIDA VINTA DI ANTIMO ZAZZARONI


L’Istituto di Medicina Naturale di Urbino ha recentemente festeggiato i trent’anni di attività. Antimo Zazzaroni, ideatore insieme alla moglie Maria Assunta Bordon del percorso didattico e di tutte le attività che ruotano intorno all’Istituto, ci racconta i momenti più significativi ed entusiasmanti di questo progetto finalizzato alla diffusione e all’insegnamento del benessere in chiave naturale e olistica.

Signor Zazzaroni, ci racconti come è nata

Medicina Naturale di Urbino, rivolte a livello

l’idea di dedicarsi anima e corpo alla

nazionale: la Scuola Italiana di Naturopatia,

medicina naturale e alla divulgazione

il Polo di Medicina Integrata, le iniziative di

didattica.

divulgazione fatte in giro per l’Italia con il

Tutto è iniziato dall’esigenza di una

programma “Salute in Tour”, il Festival

ricerca interiore, dal rifiuto degli aspetti

nazionale “Biosalus”, le “Vacanze, cultura e

superficiali del vivere quotidiano e… da

benessere”, svariati conferenze e incontri

problemi di salute. Il lavoro di consulente

formativi.

aziendale andava bene, ma c’era un’insoddisfazione di fondo di tipo

Un progetto ambizioso e lungimirante, non

esistenziale, una spinta a cercare altro. La

c’è che dire.

lettura di libri e la partecipazione ad alcune

Direi proprio di sì. Quando abbiamo

conferenze hanno segnato il punto di

cominciato a occuparci con continuità di

svolta.

temi come il benessere, la prevenzione e la qualità della vita rappresentavamo in Italia

Siamo agli inizi degli anni Ottanta… Sì, l’anno esatto è il 1983, e il tempo è

una novità quasi assoluta. Sentivamo l’esigenza di mettere al centro dei temi

volato: recentemente abbiamo festeggiato i

“salute” e “benessere” la persona, intesa

primi trent’anni di attività! Insieme a mia

nella sua interezza e nella sua specificità. Io

moglie, la psicologa Maria Assunta Bordon,

mi ero avvicinato dal 1970 ai principi della

a mio figlio Enrico e a vari collaboratori

filosofia yoga, a un approccio olistico, e

manteniamo ancora oggi in vita, con tanto

vedevo quanto la medicina dell’epoca fosse

entusiasmo, le molte attività dell’Istituto di

più che mai concentrata sulla malattia e sui


– L’intervista –

suoi sintomi, poco interessata a investigare sull’origine e sulle cause di un malessere.

nella vostra Scuola Italiana di Naturopatia? Sì. Nella seconda metà degli anni Novanta abbiamo avviato una delle prime

Quali sono state le prime personalità

scuole italiane del genere. Fin dall’inizio

coinvolte nel progetto?

abbiamo puntano a un livello di

Uno dei nostri primi docenti importanti è

qualificazione molto alta, prevedendo 1.000

stato il professor Bernard Jensen,

ore di lezione in tre anni. Dal 2002 siamo

personaggio di fama mondiale e caposcuola

quindi passati a corsi quadriennali per un

dell’iridologia americana, che teneva i corsi

totale di 1.600 ore di lezione, includendo

di Iridologia, alimentazione e naturopatia in

anche le esercitazioni. Facendo un rapporto,

senso lato. La vera svolta c’è stata con il

siamo a livello dei 180 crediti di una tipica

progetto dell’Istituto Superiore di Medicina

laurea triennale. In sostanza, da anni siamo

Olistica ed Ecologia nel 1988, legato

in linea con quelli che oggi sono gli ultimi

all’Università degli Studi di Urbino. All’epoca

dettami della legge 4 del 2013 e della

il rettore era Carlo Bo.

norma UNI sulla Naturopatia, che disciplina le attività professionali non inquadrate in un

Un nome non propriamente legato al

Ordine o in un Collegio, tra cui anche la

mondo olistico…

Naturopatia. Ai nostri studenti offriamo un

Carlo Bo dimostrò subito una grande

alto livello di formazione e un’organizzazione

apertura mentale. Con l’anno accademico

ampiamente collaudata, con una continuità

1989/90 iniziarono i corsi di medicina

didattica media dei docenti, all'interno

olistica, un percorso di formazione

dell'Istituto, pari a quindici anni.

quadriennale universitario post laurea, veramente unico in Italia. Fu un’esperienza

La formazione e l’informazione sui temi

di alto valore, con docenti di grande

della salute rappresentano la “mission”

competenza e studenti che arrivavano da

dell’Istituto di Medicina naturale. I tanti

tutta Italia, isole comprese. Il progetto

seminari a ingresso gratuito che

dell’Istituto Superiore di Medicina Olistica

organizzate in molte città italiane ne sono

ed Ecologia terminò con la morte del

la dimostrazione concreta. Il programma di

Magnifico Rettore Carlo Bo, nel 2001, e i

appuntamenti che va sotto il titolo di

corsi andarono ad esaurimento».

“Salute in Tour” sta ottenendo un ottimo riscontro...

Tutte quelle esperienze, didattiche e

Il nostro programma di seminari a

organizzative, non sono comunque andate

partecipazione gratuita “Salute in Tour” è

perdute. Possiamo dire che siano confluite

parte integrante del Progetto “Obiettivo


Antimo Zazzaroni

Maria Assunta Bordon

Enrico Zazzaroni

Salute”. L’idea è nata nel 2005 e nel corso

In questi anni l’Istituto di Medicina

degli anni ha ottenuto un crescente

Naturale, di cui lei è il fondatore insieme

successo. Partiamo dal presupposto che

a sua moglie, ha dimostrato di saper

sviluppare competenze in merito alla

precorrere i tempi. A oltre trenta anni

prevenzione sia una delle ricette migliori

dalla fondazione rimane una realtà

per capire come modificare il proprio stile di

dalla dimensione familiare, che si muove

vita e raggiungere il benessere psicofisico.

lontana dal mondo delle metropoli,

Le persone stanno maturando la

ma che è in grado di elaborare progetti

consapevolezza che la salute sia un bene

innovativi. Ci sono ancora programmi

primario, un diritto fondamentale, ma deve

nel cassetto?

essere considerato anche un impegno nei

Ci sono ancora molte cose che vogliamo

confronti di se stessi, della famiglia e della

sviluppare in modo completo. Nel 2011 a

collettività.

Urbino è iniziata l’attività del Polo di

Per fare ciò è indispensabile ampliare la

Medicina Integrata, con terapeuti che si

propria cultura e migliorare gli stili di vita.

occupano di agopuntura, naturopatia,


– L’intervista –

omeopatia, fitoterapia, osteopatia, iridologia, intolleranze alimentari e molto altro. Il Polo è il luogo dove si incontra l’informazione, la diagnosi e la terapia, in una sinergia continua tra i vari approcci alla salute, con le migliori opzioni e integrazioni. Dopo trent’anni di duro lavoro, quali sono le maggiori soddisfazioni fin qui raccolte? Innanzitutto siamo contenti delle scelte fatte. Era una scommessa. Con tanto idealismo abbiamo preso una strada in quel momento poco battuta. Abbiamo superato molte difficoltà, con la convinzione di non voler mai tornare indietro. Le grandi soddisfazioni, ad esempio, sono arrivate dal bel rapporto umano instaurato con gli allievi che frequentano la Scuola Italiana di Naturopatia. Alcuni ex studenti della Scuola ci scrivono frasi del tipo:

A ottobre tutti A urbino per il biosAlus 2014 Il Biosalus, Festival nazionale del biologico e del benessere olistico, è una delle manifestazioni più importanti che caratterizzano l’Istituto di Medicina Naturale. Quest’anno si svolgerà il 4 e 5 ottobre e vedrà come paese ospite il Brasile. “Il Biosalus, giunto all’ottava edizione, è un evento di grande successo”, commenta con orgoglio Antimo Zazzaroni. “L’idea di questo festival è stata una mia sfida. Ho voluto fare qualcosa che portasse tante persone nel centro di Urbino, la mia città. Organizzare una manifestazione di questo genere in un centro storico è molto diverso rispetto a farla in un padiglione fieristico! Vi aspetto quindi numerosi in ottobre nella mia splendida città!”.

“Non finiremo mai di ringraziarvi per quello che ci avete dato”. Da loro ci arriva la spinta a fare sempre meglio. La nostra avventura è iniziata perché volevamo fare qualcosa per la comunità, oltre che per noi stessi. Con i nostri corsi insegniamo a considerare il cambiamento dello stile di vita e la prevenzione come la “strada” per raggiungere il benessere psicofisico e spirituale. Io e mia moglie Maria Assunta ne abbiamo fatto lo scopo della nostra esistenza. Speriamo che nostro figlio Enrico, che lavora con noi da 10 anni, possa continuare a farne una ragione di vita.

Urbino è uno dei grandi simboli della cultura italiana. Il centro storico della città è patrimonio dell'Unesco.


L’ANGOLO DEI LIBRI

clicca sulle copertine per accedere direttamente alla pagina di acquisto, sul sito di Macrolibrarsi

PABLO NORIEGA MEDICINA CINESE E FIORI DI BACH CENTRO DI BENESSERE PSICOFISICO PAGINE 200, EURO 19,00

SERENA PATTARO ENJOY ANIMA EDIZIONI PAGINE 192, EURO 12,00

LUC BODIN, NATHALIE BODIN, JEAN GRACIET IL GRANDE LIBRO DI HO’OPONOPONO IL PUNTO D’INCONTRO PAGINE 154, EURO 11,90

Interessante lavoro transculturale tra la tradizione medica cinese e il pensiero di Edward Bach. Secondo il pensiero cinese le emozioni possono costituire un fattore patogeno e devono perciò essere modulate in maniera tale da non danneggiare gli organi con i quali sono in stretta relazione e per non alterare la circolazione del Sangue e dell'Energia. Sappiamo, del resto, che i fiori di Bach agiscono proprio sulla sfera emozionale: a questo livello le due tradizioni si incontrano felicemente. Lettura istruttiva.

Il libro si configura come un manuale per la ricerca della felicità, che corrisponde ad un sapiente ritorno allo stato naturale. Come una pianta, anche noi siamo gratificati dalla Natura attraverso il dono di virtù, vocazioni, qualità che però spesso rimangono lettera morta. Sta a noi coltivare questi piccoli germogli. I risultati si vedranno sul “termometro della felicità”. Serena Pattaro, in qualità di Longevity Coach e Personal Trainer, insegna queste tecniche da circa vent’anni: attualmente abita a Lusia in provincia di Rovigo.

Ho’Oponopono significa letteralmente “mettere le cose al posto giusto”: una filosofia, una pratica per il benessere, un percorso di vita. Propria di guaritori e sapienti hawaiani, Ho’Oponopono è entrato nel mondo olistico occidentale. Lo dimostra questo libro firmato da professionisti di psicologie energetiche, psicogenealogia, PNL e ipnosi ericksionana. L’obiettivo è spezzare le catene che irretiscono in schemi precostituiti, alienanti. Possono bastare anche piccole pratiche, come parole di ringraziamento ripetute più volte, o il lavoro sui nostri ricordi.


OLTRE 4000 PRODOTTI BIOLOGICI E NATURALI www.naturasi.it facebook.com/naturasi.italia


CONSIGLI PER L’ASCOLTO

Il RE non molla lo scettro Siamo soliti ascoltare con molta benevolenza i nuovi lavori di musicisti che hanno sul groppone cinquant’anni di onorata carriera. Il giudizio viene addolcito dal ricordo del passato, la vena artistica sciolta come neve al sole viene perdonata ripensando ai fasti antichi, la penna del critico tende a non infierire… Questo discorso, incredibilmente, non vale per Caetano Veloso, punta di diamante della musica latinoamericana. Eh già, nonostante il prossimo 7 agosto l’artista bahiano compirà 72 anni, l’ultimo cd lanciato sul mercato sbalordisce per qualità e verve, consacrando Veloso ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, come il maggior talento di sempre espresso dalla musica brasiliana (non me ne vogliano Tom e Vinicius…). Un talento esploso nel lontanissimo 1967 con “Domingo”, in compagnia di Gal Costa, un altro mostro sacro della MPB (musica popular brasileira). Ma blocchiamoci subito, raccontare la storia artistica di Veloso richiederebbe pagine intere, peraltro già scritte. Soffermiamoci sul presente, c’è tanto da dire! Prima di tutto, la band. Caetano si smarca dagli amici di sempre, in primis il violoncellista Daniel Morelenbaum, e si affida a giovani preparati e portatori di una nuova ventata musicale di grande originalità. Le canzoni, poi, sono di notevole spessore e spaziano tra tutti i

generi che hanno reso immenso Veloso: samba, bossa nova, MPB, con ardite incursioni nel blues e nel funk. La voce, infine, sembra essere immune dal trascorrere inesorabile degli anni: limpida come il cielo di Bahia, calda come il sole di Ipanema, dolce come un quindim (budino al cocco). Caetano Veloso, è ufficiale, non delude mai e continua a regalare emozioni a piene mani, con l’entusiasmo di un ragazzino. E dopo quattro anni di assenza, torna in Italia in tour: si parte il 30 aprile a Torino, per poi fare tappa a Padova (2 maggio), Milano (5 maggio), Roma (7 maggio) e Bari (9 maggio). Caetano Veloso, Abracaco

Una versione strappalacrime di Cucurrucucù Paloma interpretata da Caetano Veloso nel film “Parla con lei” di Pedro Almodovar


David Crosby, Croz

Rimaniamo in tema di vecchietti immarcescibili: dopo Caetano Veloso, ecco un altro fenomeno a cui dedicare un monumento, David Crosby. Nonostante la salute non sia delle migliori (droga e alcool, alla lunga, proprio bene non fanno), l’intramontabile leone californiano ritorna sulle scene con un nuovo album da solista, 21 anni dopo “Thousand roads”. E c’è da spellarsi le mani e da godere come dei ricci! Crosby è tutt’altro che un pugile suonato relegato in angolo, vive e lotta con il piglio di un giovanotto. Ecco allora che “Croz” può tranquillamente competere con gli album prodotti negli anni felici, quando il Nostro saliva sul palco con gli amici di una vita: Stills, Nash e il mitico Young. Una perla su tutte: Holding on to nothing”. Viva la California e lunga vita a Crosby!

Suzanne Vega, Tales from the Realm of the Queen of Pentacles

Basta dire “Suzanne Vega” e i meno giovani, come per magia, intonano “My name is Luka”, senza dubbio il pezzo più famoso di questa cantautrice californiana. Era infatti l’anno 1987, e di acqua sotto i ponti ne è scorsa parecchia. Dal punto di vista artistico, però, la Vega non ha lasciato un segno profondo: i suoi lavori, una decina in trent’anni, sono oggetti perlopiù misteriosi. Ma il 2014 sembra destinato ad essere l’anno della rinascita: dopo sette anni improduttivi, interrotti solo dalla pubblicazione di album che rileggono pezzi già incisi in passato, Suzanne dà alla luce “Tales from the Realm of the Queen of Pentacles”, che contiene dieci pezzi inediti da ascoltare con attenzione e ammirazione. Sicuramente l’album migliore della Vega, che ha aspettato i 54 anni suonati per far finalmente vedere di che pasta è fatta.

– NELL’IPOD DEL DIRETTORE –

ERIC BENET, HURRICANE Era l’anno 2005, Eric il bello aveva appena concluso il matrimonio con la splendida attrice Hally Berry. Forse a causa del cuore infranto, Benet pubblica un album destinato a lasciare un segno indelebile nel panorama soul, struggente nella traccia che dà il titolo al cd e pervaso di melodie

intriganti e intimistiche che diventano un solido appiglio per le divorziande e i divorziandi di ogni angolo del mondo. Melenso fino alla nausea, ma di grande impatto, “Hurricane” è comunque un album che merita un ascolto attento, anche per coppie felicemente sposate. Per la

cronaca, oggi la vita sentimentale di Eric va a gonfie vele: ha recentemente impalmato Manuela Testolini, ex moglie di Prince.


ANNUNCI OLISTICI

A CURA DI

Se sei interessato a pubblicare i tuoi annunci in questa rubrica puoi contattarci ai seguenti riferimenti: Tel. 02 45495526 335 8303527 email: annunci@olisticmap.it

ayurvedica e trarremo utili consigli pratici da poter applicare con semplicità nella vita quotidiana.

1-2 marzo Meditazione: una via pratica La meditazione non è una fuga dal mondo ma piuttosto la comprensione del mondo e delle sue vie. Nella storia dell’umanità e in più parti della terra sono state sviluppate molte forme di pratica meditativa: le più note sono quelle nate nelle culture indiane associate allo Yoga e alle varie forme di Buddhismo. Le tecniche meditative sono, però, presenti anche in altre culture e paesi, nella mistica cristiana e nella moderna cultura occidentale attraverso varie forme. In questo seminario teorico ed esperienziale esploreremo e praticheremo varie tecniche meditative osservate anche alla luce della visione

Relatori: Antonio Morandi e Carmen Tosto Costo: 200 euro Dove: Ayurvedic Point, corso Sempione 63, Milano Info e iscrizioni: telefono 348.1568692; info@ayurvedicpoint.it www.ayurvedicpoint.it

1-2 marzo corso base di Fastreset Imparerete le basi del FastReset, nuova tecnica di integrazione e guarigione emotiva rapida. Il corso sarà tenuto dall’ideatrice della tecnica, il medico psicoterapeuta Maria Grazia Parisi. Il corso base verte sulla presentazione generale della tecnica, sulle principali modalità di applicazione della stessa e sull’auto-trattamento, con cenni al trattamento di altre persone. Interessanti incursioni nel mondo delle psicologie energetiche. Dove: Viale Lombardia 34, Milano Per info: telefono 02-29403540; info@fastreset.it

1-2 marzo Workshop Mindchess® Impara come gestire il potere della mente, del corpo e delle energie emozionali! Vuoi raggiungere i tuoi obiettivi ma non ci riesci? Ti trovi sempre ad affrontare gli stessi disagi o le stesse situazioni? Spesso ti senti stanco, privo di entusiasmo e senza energia? Questo accade perché dentro di te, a tua insaputa, ci sono memorizzati dolori, limiti e forze che ti incatenano energeticamente nel tempo passato e ti impediscono di essere e vivere nel presente. Con il metodo MindChess si riescono ad individuare gli effetti energetici ed emozionali delle rappresentazioni del nostro inconscio. Dove: Artemedica, via Angera 3, Milano Per info: telefono 328.0757153; info.mindchess@gmail.com


1-2 marzo Vibrazione a liVello Delta: tra scienza e spiritualità Il percorso per l’apprendimento dell’utilizzo consapevole delle onde cerebrali Delta consta di 2 seminari della durata di 2 giorni ciascuno. Il primo corso è finalizzato ad apprendere la tecnica dello strumento Delta per fare il “salto quantico” e creare la nuova realtà in tutti i settori della propria vita, attraverso la presa di consapevolezza di se stessi. Nel secondo seminario è prevista la sperimentazione diretta e la messa in pratica in maniera consapevole e autonoma. Una modalità attraverso la quale chiunque può mettersi in equilibrio, scegliere in quale modo vivere

la propria vita e conquistare la massima adattabilità. Uno dei modi che sono dati al genere umano per la propria evoluzione. Dove: Olbia. Per info: telefono 339.2115964; Pina Loi (pinaloi@tiscali.it)

8-9 marzo nel meraViglioso e profonDo Di noi Seminario sugli 8 Canali straordinari. Mari dell’Energia per sviluppare una potenzialità straordinaria. In un ambiente meraviglioso

scopriremo strumenti e conoscenze che permetteranno un lavoro in profondità. Con ricette e ingredienti per la soluzione delle disfunzioni del radicamento e per lenire le problematiche fisiche legate a postura, circolazione, cicli della vita e non solo. Rivolto a operatori Shiatsu e delle DBN desiderosi di evolvere sia personalmente che nel lavoro. Relatori: Carla Pola e Claudio Micalizzi Dove: Asti Per info: telefono 340.6251296

15-16 marzo inaugurazione nuoVa seDe metaphysical acaDemy Tra le discipline proposte, un posto centrale è dato alla Metaphysical Dance® nata dalla sperimentazione e creatività di Deepti Canfora. Il


metodo evidenzia più campi di attenzione, fra i quali: il corpo e il movimento e l’uso di forme artistiche per entrare in contatto con parti dimenticate di sé e narrarle; l’emozione e la mentalizzazione per esplorare i propri disagi; la meditazione per “coltivare” uno spazio interiore di osservazione e ascolto che permettere il processo di autoguarigione. Il 15 marzo verrà inaugurata la nuova sede, il 16 marzo giornata di lezioni gratuite. Dove: Metaphysical Academy, via Lagrange 8, Milano Per info: telefono 02.8361041 oppure 335.8185620; info@metaphysicaldance.it www.metaphysicaldance.it

22-23 marzo Corso base di Feng shui Il Corso base di Feng Shui si pone come alternativa alle diffuse semplificazioni commerciali. Se i libri e i corsi di Feng Shui che hai già provato ti sono sembrati superficiali, contraddittori o irrazionali, questo è il corso giusto per te. Il metodo di Creative Feng Shui rifiuta la componente di superstizione popolare che va per la maggiore nel mondo del Feng

Shui, a favore di un approccio più metodico ed empirico che collega il Feng Shui ad altre scienze naturali e umane come la biologia, la psicologia e l’antropologia. Il Corso base di Feng Shui non è la mera traduzione del lavoro di un particolare maestro o corrente, a esclusione di tutte le altre. È il frutto di quasi venti anni di ricerca, comparazione, selezione e sperimentazione sul campo. È una sintesi delle conoscenze più radicate di tutte le correnti antiche e moderne, e delle applicazioni che hanno dato i risultati migliori alla prova pratica e retto alla prova del tempo. I docenti di Creative Feng Shui hanno seguito un percorso formativo di almeno due anni e hanno superato un esame molto impegnativo. Sono operatori olistici riconosciuti ai sensi della legge 4/2013 e svolgono consulenza a livello professionale da molti anni. Docenti: Stefan Vettori e Paola Marabini Dove: Centro di salute naturale di Maria Teresa Pinardi, via Mondo 4, Bologna Per info: telefono 328.8766245; info@creativefengshui.it www.creativefengshui.it

14 aprile La Cura durante La gravidanza e iL post parto: iL ruoLo deLLa douLa e deLL’osteopata La serata è rivolta ai neonati, alle gestanti e ai genitori di figli in età pediatrica ai quali

verrà spiegato il ruolo della Doula e l’importanza dell’osteopatia in tutti gli ambiti. La Doula è la figura che offre comprensione e supporto emotivo, contiene lo stress psico-fisico, cura i bisogni fisici come riposo e cibo, potenzia la relazione principalmente con la madre in un delicato momento di transizione come la nascita. In ambito pediatrico l’osteopatia viene utilizzata prevalentemente su bambini sani con qualche disfunzione momentanea (problematiche legate al parto, otite, colica, allergia, asma) o per bambini con patologie più importanti. L’osteopata inizia a seguire il bambino quando è ancora nella pancia e si prende cura della mamma con un approccio sicuro e naturale per la salvaguardia della salute a tutti gli stadi della vita. Relatrici: Sarah Baccenetti Doula e Cristina Parianotti Dove: BioHima, via Vallazze, 66, Milano Per info: telefono 02.36736659; info@biohima.it www.biohima.it

26 aprile unione di FLoriterapia Inizia il XIV corso triennale di formazione e ricerca in Floriterapia. La Scuola è rivolta a chi vuole affrontare lo studio approfondito della Floriterapia per un utilizzo professionale, a chi avverte l’esigenza di offrire nuovi orizzonti alla propria vita e a


Per info: 338.6067653 (Gabi Krause, vocefiori@tiscali.it); 329.4279017 (Marisa Raggio, marisa.raggio@tiscali.it); 348.7735781 (Patrizia Roberti, patriziaroberti@gmail.com) www.unionedifloriterapia.it

CORSI, INCONTRI E OPPORTUNITà

chi desidera “essere d’aiuto agli altri”, secondo gli insegnamenti di Edward Bach. I primi due week end sono aperti a chi desidera approfondire la conoscenza dei 38 fiori di Bach senza proseguire nella formazione triennale. Inoltre ogni argomento proposto dalla nostra scuola potrà essere seguito come corso monografico. Per permettere la valorizzazione del percorso di crescita di ogni allievo e garantire una formazione efficace, il corso è riservato ad un numero limitato di persone. Formazione riconosciuta dall’Albo professionale “Registro Italiano Floriterapeuti.”

Diventa operatore del benessere e nautica Iniziano in marzo i corsi per diventare operatori del benessere e nautica. Quattro le regioni coinvolte, cinque i Campus didattici itineranti, e in più Sail Tour, Sail Camp, stage a bordo e in Home Port. Oltre 100 ore di formazione teorica e pratica, da vivere in aula e all’esterno. Un pool di professionisti affermati affiancati da docenti, skipper e istruttori nazionali Uisp Vela del CONI. Attestati di Alta formazione in Operatore del benessere e nautica. Opportunità di lavoro in un nuovo mercato in costante espansione a livello internazionale. I campus itineranti si svolgeranno ad Alessandria, Milano, Sanremo, Cinque Terre e Porto Venere. Primo appuntamento: Campus Piemonte, Scuola S.E. Make Up, Alessandria. Per info: dottoressa Monica Corte, info@moduservizierisorse.com www.moduservizierisorse.com

Wellness cooking trainer Wellness Cooking Trainer è la professione e linea di cucina ideate da Roberta Fetoni, cuoca del benessere. Attraverso lo studio degli alimenti e dalla collaborazione con il naturopata Ermanno Ramazzin, ha messo a punto una sua


personale linea di cucina concretizzando i principi del benessere dettati da questa disciplina nell’ambito dell’alimentazione su misura. Ha eliminato contemporaneamente dalle sue preparazioni tutti gli alimenti causa di eventuali intolleranze o patologie, le sue realizzazioni sono quindi tutte prive di glutine, latticini, cereali comuni privi di glutine – riso e mais – zucchero, lievito, solanacee, in alcuni casi di uova. Gli ingredienti utilizzati sono di provenienza biologica senza additivi chimici. Una soluzione per chi soffre di intolleranze e patologie o segue regimi alimentari alternativi e deve per questo eliminare determinati cibi dalla propria dieta. I prodotti saranno a breve in vendita attraverso i negozi del biologico e online.

chiunque abbia già acquisito una formazione di base in costellazioni, sia mediante il completamento dell’annualità sia attraverso altre analoghe esperienze formative in Costellazioni, presso altre scuole qualificate. Con la frequenza al percorso, i partecipanti riceveranno il diploma di Facilitatore in Costellazioni integrali. Dove: ONE Consulenza Evolutiva, via Savona 52, Milano. Per info: costellazioni@oneweb.biz www.costellazionintegrali.it

Per info: telefono 334.8259819 www.centronaturopatico.it

Formazione per istruttori di Qi Gong L’associazione Taoyin Italia propone lo studio approfondito delle tecniche del Dao Yin Qi Gong, della Scuola San Yi Quan diretta dal M° George Charles. Il biennio di base inizia a marzo 2014 ed è aperto a tutti. Le lezioni si svolgeranno nei weekend principalmente presso il Centro Natura di Bologna. Sono previsti inoltre 5 seminari stagionali e nei mesi estivi 2 seminari residenziali in collina. Per info: telefono 348.8231924; taoyinitalia@gmail.com http://nuke.taoyinitalia.it

Percorso avanzato di Costellazioni integrali Il percorso avanzato in Costellazioni integrali è una via di approfondimento riservata a

Diventare Facilitatore di Zen-Stretching® Significa imparare a gestire la propria condizione psicofisica con semplici esercizi di ginnastica dolce che consentono una sensibile valutazione dei livelli di energia e un conseguente lavoro di riequilibrio per riportare o mantenere salute, benessere, efficacia a tutti i livelli della persona. Tre fasi della formazione: lavoro individuale, lavoro in coppia (shiatsu) e lavoro in gruppi (insegnamento). Dove: Associazione Il Vaso di Pandora, via Tartini 38, Milano Per info: telefono 02.36514463 oppure 347.2459059 www.zen-stretching.it www.vasodipandora.it


Fan15  
Fan15  
Advertisement