Issuu on Google+

Viale Lecco 29, Como Tel. +39.0313370349 Sabato 20 Aprile ore 18.00

a r t g a l l e r y

ALCUNE STRUTTURE IMMAGINARIE DEL REALE Lavori 2004 - 2013 Inaugurazione della mostra di

Giovanni Colombo Alla Galleria ArteCo’ di Como, si inaugura Sabato 20 Aprile 2013 alle ore 18.00 la mostra di Giovanni Colombo dal titolo: ALCUNE STRUTTURE IMMAGINARIE DEL REALE. L’autore presenterà lavori scelti degli ultimi 10 anni: tele, dipinti su tavola, tecniche miste e acquarelli/collage su carta. Il filo rosso che lega la scelta delle opere è il corpo, soggetto e oggetto della percezione. Il corpo della figura, il corpo del paesaggio e il corpo dello spazio. La percezione segue le linee, le proporzioni, gli schemi e le strutture che definiscono la visione. Questa impalcatura dello spazio è una costante di questi lavori, alcuni si riferiscono alla figura (spesso femminile) altri si rifanno esplicitamente al paesaggio e al territorio anche lariano. Testi critici: “…Da qui l’immediata necessità -da parte nostra- di sottolineare il carattere fondamentale del suo lavoro: un instancabile, ineludibile esprit de géométrie cui fa riscontro l’esigenza mentale di creare degli spazi misurabili, si direbbe controllabili, con la precisa coscienza che, in arte, l’inanità del gesto è parallela all’illusione della sua efficacia …” Angelo Maugeri 1984 “L’ossatura delle cose. Ma subito si avverte che potrebbe anche essere, non più semplicemente ma con inquietante e anzi “scandalosa” indicazione di qualche qualità organica della geometria, della sua incidenza sulla materia, l’ossatura dello spazio. (…) Questa non è che un’ipotesi iniziale per ragionare attorno alle organizzazioni (geometriche?) del segno, o linguaggio, che nelle opere di Giovanni Colombo sembrano indicare una possibilità propria allo spazio di rappresentare, cioè di dare forma, di esporre come congegno, da un suo interno altrimenti compatto malgrado l’apparente inconsistenza e trasparenza, a tutto ciò che in esso si nasconde. …” Roberto Sanesi 1991 “La ricerca che negli anni Giovanni Colombo è andato sviluppando si presenta particolarmente densa di suggestioni. Il suo lavoro si articola sempre attorno all’uomo, con modalità di intervento minimale e su un livello di lettura che vive di simboli e segnali. La schematizzazione dell’immagine dentro griglie di una geometria libera ma comunque rigorosa e vincolante è indice della necessità di definire un luogo (e di un tempo senza tempo) in cui inquadrare l’azione dell’uomo. La definizione di riquadri pieni e vuoti indica le libertà che possono essere magari limitate, ma esistono e possono, anzi devono essere percorse. E, mediante segmenti, spezzature, curve e spirali l’artista va a sottolineare, a suggerire, sollecitare l’uomo. …” Luigi Cavadini 2008


Giovanni Colombo è nato a Como nel 1961. Dopo gli studi al liceo artistico frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera seguendo i corsi di Pittura. Nei primi anni ’80 frequenta lo studio di Angelo Tenchio per approfondire le tecniche dell’incisione, ha qui modo di incontrare e conoscere molti artisti del comasco; in quegli anni oltre alla pittura lavora per la grafica e l’illustrazione. Dal 1988 è docente di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico statale Fausto Melotti di Cantù. Vive e lavora a Como. Si sono interessati alla sua opera: Sergio Balicco, Stefania Briccola, Fabrizia Buzio Negri, Luciano Caramel, Luigi Cavadini, Elena Di Raddo, Luigi Erba, Martita Fardin, Debora Ferrari, Monica Gibertini, Annamaria Isacco, Angelo Maugeri, Daniela Palazzoli, Paola Richetti, Roberto Sanesi, Marco Senaldi, Antonella Visconti. Ha iniziato ad esporre nel 1982; numerose le mostre collettive e personali, in particolare ricordiamo: 1984 Lugano, Galleria Giorgio Vasari – 1987 Como, Salone S. Francesco “Como nel Disegno”; Como, Galleria La Colonna “Il teatro immaginario” – 1989 Milano, Spazioarte Filobar “Ambigua” – 1991 Como, Chiostrino S. Eufemia “Illusioni”; Lecco, Biblioteca Civica U. Pozzoli “Fuoricentro” – 1992 Milano, “Immaginaria 92” Concorso Nazionale di Grafica pittorica – 1995 Grottaglie (Ta), Castello Episcopo “Operazione Giacomo d’Atri”; – 1996 Cantù, Basilica di Galliano “Gli artisti e la Basilica di Galliano” – 1998 Como, Galleria Il Salotto “Pensieri dello sguardo” – 2006 Cantù, Istituto statale d’arte Fausto Melotti, “Varianti: docenti in mostra”; 2007 Cavallasca, Villa Imbonati “Il gioco. Fra passione e leggerezza” – 2008 Monza, Libreria Feltrinelli “Ritagli…”; Milano, Ass. culturale Arte Giappone “Giochi in scatola” – 2010 Cernobbio, Villa Bernasconi “Capolavori in mostra” – 2012 Milano, Officina Coviello “Come in un libro aperto…”.

La mostra sarà visibile fino al 18 Maggio. Orari: da martedì a sabato dalle 8.30 alle 12.30 - e dalle 15.00 alle 19.00 Per info: info@cornicicomo.it www.cornicicomo.it/arteco.php


Giovanni Colombo