Issuu on Google+

Ecce Virgo concipiet. I tesori della tradizione cristiana nel Canto Gregoriano Ensamble Etheria

26 Novembre 2011, ore 21.00


Ecce Virgo concipiet I tesori della tradizione cristiana nel Canto Gregoriano

... Sabato 26 novembre 2011, ore 21.00 Chiesa di S. Andrea, Montano

2


Comune di Montano Lucino

Si ringraziano: Gian Battista Corti Don Aldo Maesani

www.comune.montanolucino.co.it


di Cremona e alla Scuola Popolare di canto gregoriano di durata triennale della Fondazione Carisbo a Bologna. Dal 2007 dirige il coro gregoriano femminile Noviflores (già Cantores Sancti Benedicti) di Seregno (MB) e l’ensemble “Etheria” di Bergamo, con il quale si occupa anche di repertori tardivi. Stefania Vitale ha conseguito con lode il Magistero in Canto Gregoriano presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano (rel. prof. Alberto Turco) e la Laurea in Musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona - Università di Pavia (rel. prof. Giacomo Baroffio). Dal 1991 come corista in ensembles di canto gregoriano (Mediæ Ætatis Sodalicium, diretto da Nino Albarosa; Sorores diretto da Giacomo Baroffio e da Anastasia Eun Ju Kim) ha preso parte a numerosi concerti in Italia e all’estero e a diverse incisioni. Già segretaria di redazione della rivista specialistica «Studi Gregoriani», dal 2000 fa parte della redazione centrale di Medioevo Musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale, SISMEL – Edizioni del Galluzzo, Firenze; dal 2009 svolge attività di ricerca presso l’Università degli Studi di Torino (DAMS). Dal 1994 tiene corsi e seminari dedicandosi alla diffusione sia del canto gregoriano sia, più in generale, della musica classica con percorsi mirati all’ascolto.

Programma

Coriste Bruna Caruso, Paola Mariani (solista), Elisabetta Silva, Stefania Vitale.

19

4


theria L’ensemble “Etheria”, di recente formazione, è composto da voci femminili e nasce dall’esperienza musicale e musicologica di Bruna Caruso e di Stefania Vitale, che da diversi anni operano nel campo della musica medievale. Costituito da musiciste e cultrici del canto gregoriano, l’ensemble ha la finalità di diffondere la cultura musicale medievale con particolare riferimento al canto gregoriano, ma non solo, a partire dal repertorio più antico fino alle forme musicali tardive, riservando particolare attenzione allo studio delle fonti musicali locali. Sulle orme di Etheria, pellegrina in terra santa nel IV sec., particolare attenzione è rivolta al contributo dato dalle donne alla musica e alla liturgia medievale. Bruna Caruso ha conseguito con lode la Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e della Spettacolo presso l’Università degli Studi di Bologna, discutendo una tesi in Paleografia Musicale con soggetto gregoriano (rel. prof. Nino Albarosa). Ha continuato la sua formazione con il prof. Nino Albarosa, frequentando al tempo stesso, per molti anni, i corsi di semiologia, modalità, interpretazione ed estetica gregoriana organizzati dall’Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano in Cremona (AISCGre) ed avendo fra i docenti Luigi Agustoni (Svizzera), Johannes Berchmans Göschl (Germania), Alberto Turco (Italia). Fondatrice a Bologna, nel 1991, del coro gregoriano Mediæ Ætatis Sodalicium, la cui direzione è stata affidata fin dagli inizi a Nino Albarosa, è di questi la prima collaboratrice. Del coro ha seguito tutti i percorsi sia in Italia sia all’estero. Dal 1995 insegna semiologia gregoriana e interpretazione in corsi e seminari di canto gregoriano. Inoltre dal 2008 insegna ai corsi internazionali 18


di S.Rocco a Venezia, Corti Chiese e Cortili, Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore, Feste Musicali di Bologna, Ravenna Festival, Bologna Festival...) e stranieri (Glazbene Veceri u S.Donatu di Zara, Tage Alter Musik di Regensburg, Sfinx Festival di Anversa, Dvigrad Festival...). Conta esibizioni in Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Polonia, Serbia, Spagna e Svizzera. DISCOGRAFIA: “Mediae Aetatis Sodalicium”dir A. Albarosa 1996 Ancilla Domini Ed.Calig 1998 Sindone, itinerario mistico musicale Ed. Audiovisivi San Paolo “Theatrum Instrumentorum” dir. A.S. Karlic 1998 Carmina Burana - ed. Arts 1999 Cantigas de Santa Maria-ed.Arts 2002 Shir del Essalem (Con Moni Ovadia) - ed. Amadeus 2005 Jerusalem, porta dei popoli - ed. Amadeus Quartetto “La Frontera” 2004 Mar Bianco 2007 Ferme tes Yeux DVD: Shir del Essalem, Teatro Strehler di Milano, Ed. Promo Music.

AVE MARIA Dal canto sillabico al canto melismatico. Stili a confronto Lettura breve (Sir 24, 14 Discorso della sapienza) Ab initio et ante sæcula creata sum, et usque ad futurum sæculum non desinam, et in habitatione sancta coram ipso ministravi.

Prima dei secoli, fin dal principio, egli mi creò; per tutta l’eternità non verrò meno. Ho officiato nella tenda santa, davanti a lui.

R. Deo gratias.

R. Rendiamo grazie a Dio.

Responsorio breve “Ave Maria” Ave Maria, piena di grazia: il Signore è con te. V. Tu sei benedetta fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno. R. Il Signore è con te. V. Gloria al Padre, e al Figlio, e allo Spirito Santo. R. Ave Maria, piena di grazia: il Signore è con te.

Ave Maria, gratia plena: Dominus tecum. V. Benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui. R. Dominus tecum. V. Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. R. Ave Maria, gratia plena: Dominus tecum.

Antifona “Ave Maria” con il salmo 112 Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne, e benedetto è il frutto del seno tuo, Gesù. Santa Maria, madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen

Ave Maria, gratia plena, Dominus tecum, benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui, Iesus. Sancta Maria, mater Dei, ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostræ. Amen 17

6


Laudate pueri Dominum:* laudate nomen Domini.

Lodate fanciulli il Signore* lodate il nome del Signore.

Federica Doniselli

Sit nomen Domini benedictum,* ex hoc nunc, et usque in sæculum.

Sia benedetto il nome del Signore* ora e sempre.

A solis ortu usque ad occasum,* laudabile nomen Domini.

Dal sorgere del sole al suo tramonto* sia lodato il nome del Signore.

Qui habitare facit sterilem in domo,* matrem filiorum lætantem.

Fa abitare la sterile nella sua casa* quale madre gioiosa di figli.

Gloria Patri, et Filio,* et Spiritui Sancto.

Gloria al Padre, e al Figlio,* e allo Spirito Santo.

Sicut erat in principio, et nunc et semper,* et in sæcula sæculorum. Amen

Com’era nel principio, ora e sempre,* nei secoli dei secoli. Amen

Ave Maria, gratia plena…

Ave Maria, piena di grazia…

Attiva dal 1990 (Coro da Camera dell’Università di Bologna: “Nina, ossia la pazza per amore” Dir. M. Stenz, Cantiere d’Arte di Montepulciano diretto da H.W.Henze), membro fondatore del Coro Gregoriano ”Mediae Aetatis Sodalicium”diretto dal Prof. A. Albarosa, nel 1993 segue seminari sui canti contadini e studia vocalità popolare con Giovanna Marini. Dal 1996 è voce solista dell’ensemble di musica antica “Theatrum Instrumentorum” con il quale si esibisce con Moni Ovadia nello spettacolo “Shir del Essalem”, che raccoglie un repertorio di canti sefarditi, arabi e cristiani. Ha collaborato con vari gruppi di musica antica, fra i quali Acantus, Ensemble Lucidarium, Ensemble Les Nations. Nel 2001 consegue il diploma di canto presso il Cons. “G.B.Martini”, allieva di Donatella Debolini. Frequenta i corsi di canto sperimentale tenuti dai Maestri Gianni Fabbrini ed Anna Toccafondi, approfondendo in particolare il repertorio liederistico francese e tedesco. Dal 2004 collabora in RAI con il coro “Ruggero Maghini”di Torino, diretto dal M° C. Chiavazza. Attrice, cantante e co-autrice delle musiche di scena nello spettacolo “Babe-lè”, diretto ed interpretato da Ivano Marescotti e Renata Palminiello, prodotto da Italia, Francia ed Ungheria. Inizia la collaborazione col quartetto di musica etnica “La Frontera”, con il quale ha all’attivo due incisioni. Nel 2005 consegue il primo premio al “Festival delle Arti (diretto da Andrea Mingardi)- Sezione Musica Classica”per l’interpretazione di “Glitter and be gay”dall’opera “Candide”di L.Bernstein. Corista nella prima esecuzione nazionale dell’opera “Sancta Susanna”di P.Hindemit diretta da Riccardo Muti. Nel 2007 frequenta il seminario su “songs inglesi ed americane” tenuto da Lorna Windsor, mentre nel 2008 partecipa al Bologna Festival,nella sezione Talenti, con il concerto di musica contemporanea “ Da Dallapiccola a Berio” Svolge intensa attività concertistica nell’ambito della musica antica, classica, etnica e contemporanea. Ha più volte partecipato come solista ad importanti rassegne e festival italiani (Canto delle Pietre, Musica e Poesia a S.Maurizio, Feste Musicali 16

Offertorio “Ave Maria” Ave, Maria, piena di grazia, tu sei benedetta fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno.

Ave, Maria, gratia plena, benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui.

Antifona “Ave Maria” con il salmo 112 Ave maris stella, Dei mater alma, Atque semper virgo, Felix cæli porta.

Ave, stella del mare, gloriosa Madre di Dio, Vergine sempre, Maria, porta felice del cielo.

Sumens illud Ave,

L’«Ave» del messo celeste 7


Eya pietatis oculo placato cerne ligatos fune peccatorum ne infernorum ictibus graventur sed cum beatis tua prece vocentur.

Ah, con occhio dolce e amorevole guarda coloro che sono avvinti dalla fune del peccato affinché non soccombano sotto i colpi dell’inferno ma siano associati ai beati per la tua intercessione.

15

Gabrielis ore, Funda nos in pace, Mutans Evæ nomen.

reca l’annunzio di Dio, muta la sorte di Eva, dona al mondo la pace.

Solve vincla reis, Profer lumen cæcis, Mala nostra pelle, Bona cuncta posce.

Spezza i legami agli oppressi, rendi la luce ai ciechi, scaccia da noi ogni male, chiedi per noi ogni bene.

Monstra te esse matrem, Sumat per te preces, Qui pro nobis natus, Tulit esse tuus.

Mostrati Madre per tutti, offri la nostra preghiera, Cristo l’accolga benigno, lui che si è fatto tuo Figlio.

Virgo singularis, Inter omnes mitis, Nos culpis solutos,

Vergine santa fra tutte, dolce regina del cielo, rendi innocenti i tuoi figli,

Mites fac et castos.

umili e puri di cuore.

Vitam præsta puram, Iter para tutum, Ut, videntes Iesum, Semper colletemur.

Donaci giorni di pace, veglia sul nostro cammino Fa’ che vediamo il tuo Figlio, pieni di gioia nel cielo.

Sit laus Deo Patri, Summo Christo decus, Spiritui Sancto, Honor tribus unus.

Lode all’altissimo Padre, gloria al Cristo Signore, salga allo Spirito Santo l’inno di fede e d’amore.

8


ECCE VIRGO Il significato simbolico delle formule melodiche

Christe eleison. Kyrie eleison.

Comunione “Ecce virgo”

Inno “Captator olim piscium” (testo di S. Pier Damiani) Ecco, la Vergine concepirà e partorirà un figlio: e sarà chiamato Emmanuele.

Ecce virgo concipiet, et pariet filium: et vocabitur nomen eius Emmanuel. Comunione “Psallite Domino”

Cantate al Signore, che ascende nei cieli eterni. Alleluia

Psallite Domino, qui ascendit super cælos cælorum ad Orientem, alleluia.

DALLA MESSA DEL GIORNO DI NATALE Il significato simbolico delle formule melodiche Conductus “Dies ista colitur” Dies ista colitur, tange symphoniam, nam qui Puer nascitur iuxta prophetia ut gigas egreditur ad currendam viam:

Questo giorno si onora come sacro: suonate gli strumenti. Infatti, il fanciullo che nasce, conformemente al detto profetico, esce come gigante a percorrere la via [della vita].

Felix est egressio per quam fit remissio. Diei festivitas ita celebretur, ut prudens simplicitas bonum operetur, et non cesset caritas quæ nos comitetur:

Felice la colpa per la quale avviene il perdono. La festa di questo giorno si celebri così che la prudente semplicità sia protesa ad operare il bene, e la carità non cessi di accompagnarci.

Felix est... Diei det gloriam homo iam rena-

Felice la colpa… Dia gloria a questo giorno l’uomo 9

Cristo pietà. Signore pietà.

Nembre-sse-te, Madre de Deus, Maria Que a el, teu Padre, rogues toda via. Pois estas en sa compania, e es aquela que nos guia. Que poi nos ele fazer quis, sempre noit’ e dia. Nos guarde, per que sejamos fis que se felonia. Non nos mostrar queira, Mais de nos enteira, Assa graadas mercee, pois nossa fraqueza vee. E nossa follia, con ousadia. Que nos desvia da boa via, Que levaria, nos u devia, u nos daria sempr’alegria: Que non fallria nen menguaria. Mas creceria e pojaria. E compri’ria en’cimaria. A nos.

Ricordati, Madre di Dio, Maria, di pregare costantemente Lui tuo padre. Perchè tu gli sei accanto e sei colei che ci guida. Dal momento che Egli ha scelto di crearci, che Egli ci protegga notte e giorno. così che noi possiamo essere sicuri che Egli non dimostri la sua ira su di noi, ma ci renda la sua completa e generosa grazia, dal momento che Egli vede la nostra fragilità e la nostra ostinazione, che ci spinge fuori dalla retta via, la quale ci condurrebbe invece dove dovremmo andare, dove Egli ci potrebbe dare l’eterna gioia che non manca o scompare mai ma piuttosto aumenta e fiorisce e ci porta alla completa perfezione

Canone “O Virgo splendens” (Llibre Vermell de Monsterrat) O Virgo splendens hic in monte celso miraculis serrato fulgentibus ubique quem fideles conscendunt universi.

O Vergine che risplendi in questo alto monte, raggiante di prodigiosi miracoli, dove i credenti salgono da ogni parte. 14


Alleluia “Dilexit Andream Dominum” Alleluia. V. Dilexit Andream Dominus in odorem suavitatis. Alleluia.

Alleluia. V. Il Signore ebbe caro Andrea tra profumi soavi. Alleluia.

LA TRADIZIONE NEL TEMPO Kyrie tropato Orbis factor, Rex æterne, eleison. Kyrie eleison. Pietatis fons immense, eleison. Kyrie eleison. Noxas omnes nostras pelle, eleison. Kyrie eleison

Autore dell’universo, re eterno, Signore pietà. Fonte immensa di pietà, Signore pietà. Cancella tutte le nostre colpe, Signore pietà.

Christe, qui lux es mundi, dator vitæ, eleison. Christe eleison. Arte læsos dæmonis intuere, eleison. Christe eleison. Confirmans te credentes conservansque, eleison. Christe eleison.

O Cristo che sei la luce del mondo, datore di vita, Cristo pietà. Guarda coloro che sono stati colpiti dalle arti del demonio, Cristo pietà. Conferma coloro che credono in te e conservali, Cristo pietà.

Patrem tuum Teque Flamen utrorumque, elèison. Kyrie eleison. Deum scimus unum atque trinum esse, eleison. Kyrie eleison. Clemens nobis assis, Iesu bone, ut vivamus inte, eleison. Kyrie eleison.

Il Padre tuo, Tu e il Santo Spirito, Signore pietà. Dio, che sappiamo essere Uno e Trino, Signore pietà. Sii clemente verso di noi o Gesù buono, affinché noi viviamo in Te. Signore pietà.

Kyrie XI (versione tardiva) Kyrie eleison.

Signore pietà. 13

tus, qui per negligentiam olim exulatus, per misericordiam redit liberatus: Felix est… Diem hanc læticiæ fecit Homo Deus, dono cuius graciæ suscitatur reus, quod in domo viduæ fecit Elisæus: Felix est… Hodie santissima cunctis celebranda, mater parit Filium, res valde miranda, cuius beneficiis laus semper est danda: Felix est… Ergo nostra concio psallat monachordo, cithara con cantico sicut decet ordo, quod David præcinivit suo decacordo: Felix est…

ritornato finalmente in vita; dopo esser stato un tempo esiliato a motivo del peccato, a causa della misericordia viene di nuovo a libertà. Felice la colpa… L’Uomo-Dio ha preparato questo giorno di letizia, per il dono della sua grazia il colpevole viene risuscitato: ciò che fece Eliseo nella casa della vedova. Felice la colpa… Oggi tutti devono celebrare questo giorno. La madre partorisce il Figlio: evento degno di grande ammirazione per i cui benefici la lode deve sempre essere innalzata. Felice la colpa… Perciò la nostra assemblea canti salmi con il monocordo; la cetra suoni accompagnando il cantico, come richiede il rito: ciò l’aveva predetto Davide cantando con la cetra a dieci corde. Felice la colpa…

tratto da B.G. Baroffio, I canti processionali della Chiesa novarese, Roma, Schola Cantorum Romana Iter liturgicum Italicum 1990 (Munuscula liturgica. Subsidia, 1)

Introito “Puer natus” Ci è nato un bambino, e ci è stato donato un figlio: il suo dominio è sulle sue spalle, e sarà chiamato angelo del gran consiglio.

Puer natus est nobis, et filius datus est nobis: cuius imperium super humerum eius: et vocabitur nomen eius, magni consilii Angelus. Introito “Puer natus” tropato 10


Ecco viene colui del quale i profeti cantarono dicendo: il bambino, il Figlio, generato dalla Vergine Maria, sarà chiamato Emmanuele. Ci è nato un bambino, e ci è stato donato un Figlio: il suo dominio è sulle sue spalle, e sarà chiamato Angelo del gran consiglio. Cantate al Signore un cantico nuovo, poiché ha compiuto meraviglie. Ci è nato un bambino…

Ecce adest de quo prophete cecinerunt dicentes: Puer quem virgo Maria genuit et filius Nomen eius Hemmanuel vocabitur cuius Puer natus est nobis, et filius datus est nobis: cuius imperium super humerum eius: et vocabitur nomen eius, magni consilii Angelus. Cantate Domino canticum novum quia mirabilia fecit Puer natus…

DAL PROPRIO DI S. ANDREA Inno “Captator olim piscium” (testo di S. Pier Damiani) Captator olim piscium, iam nunc piscator hominum, tuis, Andrea, retibus mundi nos rape fluctibus.

Un tempo semplice pescatore, ora pescatore di uomini: Andrea, sottraici alle onde del mondo con le tue reti.

Germanus Petri corpore nec mortis dispar ordine; quos una caro genuit, crux cælo fratres èdidit.

Fratello di Pietro nella carne, hai condiviso la stessa morte: una croce ha consegnato al cielo i fratelli che una sola carne ha generato.

O germen venerabile, o par corona gloriæ! Ecclesiæ patres pii crucis sunt æque filii.

O stirpe venerabile, o pari corona di gloria! I pii padri della Chiesa sono egualmente figli della croce.

Ad Iesum fratri prævius indexque vitæ strenuus, et nobis esto miseris beati dux itineris.

Precursore del fratello [nell’andare] a Gesù e risoluto indicatore della Vita, sii anche per noi miseri una guida sulla via beata.

Sit Patri laus ingenito, sit decus Unigenito. Sit utriusque parili maiestas summa Flamini.

Sia gloria al Padre non generato, sia onore al Figlio Unigenito insieme al Santo Spirito si canti somma gloria.

Alleluia “Dies sanctificatus” Alleluia V. Dies sanctificatus illuxit nobis: venite gentes, et adorate Dominum: quia hodie descendit lux magna super terram. Alleluia

Alleluia V. Un giorno santo si è acceso di luce per noi: venite popoli, e adorate il Signore, perché oggi è scesa una grande luce sulla terra. Alleluia

Graduale “Viderunt omnes” Viderunt omnes fines terræ salutare Dei nostri: iubilate Deo omnis terra.

Tutti i confini della terra hanno veduto la salvezza del nostro Dio: cantate con giubilo a Dio, terra tutta. V. Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza: davanti ai popoli ha rivelato la sua giustizia. Tutti i confini della terra

V. Notum fecit Dominus salutare suum: ante conspectum gentium revelavit iustitiam suam. Viderunt omnes… Comunione “Viderunt omnes” Viderunt omnes fines terræ salutare Dei nostri.

Tutti i confini della terra hanno veduto la salvezza del nostro Dio. 11

Introito “Dominus secus mare” Il Signore lungo il mare di Galilea vide due fratelli, Pietro e Andrea e disse loro: «Seguitemi, vi farò pescatori di uomini».

Dominus secus mare Galilææ vidit duos fratres, Petrum et Andream, et vocavit eos: «Venite post me: faciam vos fieri piscatores hominum». 12


brochure_sedicesimi