a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

FEBBRAIO 2020  |   NUMERO 9  

LIBERTAS NUOTO L'impegno del nuoto agonistico


LE SOCIETA' IN RETE

ATLETICA RAVENNA ASD BIZANTINA TENNIS CIRCOLO SUBACQUEO RAVENNATE COMPAGNIA DELL'ALBERO CRAL VIGILI DEL FUOCO RAVENNA IDENTICI DIVING SCHOOL ISTRICE ASD LA SOFFITTA DELLE ARTI LIBERTAS NUOTO MAGIC BEACH TENNIS RAVENNA BOXE RAVENNA DIABLOS TEODORA PALLAVOLO EDERA RITMICA SCUDERIA DEL BORGO SHAMROCK DODGEBALL SHINE PARKOUR SWIMFIT TENNIS CLUB VILLANOVA UISP - RAVENNA LUGO

La RETE rappresenta il lavoro che è stato portato avanti nel corso degli anni da Alma Sport Service in collaborazione con le associazioni sportive del territorio ravennate per costruire una comunità coesa e solidale in grado di rispondere sempre al meglio alle esigenze degli atleti, delle famiglie e delle società stesse. L'adesione alla RETE da parte delle associazioni è interamente gratuita. (per saperne di più visita il sito alla pagina www.almasportservice.it/progetti/lo-sport-in-rete) SportMAG Ravenna è realizzato da Alma Sport Service


ALBERTO ARGELLI - CONSULENTE FINANZIARIO

DEFINISCI GLI OBIETTIVI PER DIVENTARE UN INVESTITORE CONSAPEVOLE guadagnare sulle ultime tendenze e previsioni di investimento

RICEVI AGGIORNAMENTI DEL SETTORE DA UN ESPERTO FINANZIARIO

tel 335 7722257 argelli.alberto@gmail.com


ATLETICA RAVENNA RECORD NAZI ONALE PER POUYE NEI 50 OSTACOLI ALLI EVI Un brillante e promettente inizio di 2020 per Atletica Ravenna! I risultati dei nostri ragazzi non si sono fatti attendere, con primati personali, ottimi piazzamenti e podi nei meeting indoor e nelle cross regionali. Da segnalare la costanza e gli ottimi piazzamenti dei nostri mezzofondisti ai Cross Regionali: Filippo Fantini, Mattia Broccoli, Enrico Ricci, Filippo Gimelli, Luca Pieralisi. Ottimi poi i podi ottenuti nei Campionati Regionali Indoor per Sebastian Donati nel salto triplo e di Federico Sabbatani nell’alto. Ad Ancona al Meeting Nazionale Giovanile Indoor vittorie tra le cadette per Giulia Guberti nel salto triplo e Massimiliano Pezzani nell’alto ragazzi. Poi è arrivato quell’acuto... così imprevedibile... quanto meritato!!! A Parma, ai Campionati Regionali Indoor Allievi il portacolori dell’Atletica Ravenna Mouhamed Pouye ha conquistato il titolo nei 50 ostacoli, ma soprattutto ha stabilito, per ben due volte nella stessa giornata, la miglior prestazione nazionale di categoria dei 50 ostacoli: 6”82, battuto il record italiano!!! Già ad inizio gennaio Pouye si era fatto notare a livello nazionale sfoderando un’eccellente prestazione nei 60 ostacoli allievi, durante il Meeting Nazionale Indoor di Ancona: si era infatti aggiudicato la gara con il crono di 8”00, migliore prestazione di categoria stagionale in italia ed una delle migliori all time. Naturalmente tanto orgoglio e soddisfazione da parte della società e dal coach, padre dell’ostacolista, Babacar Pouye, già atleta olimpionico a Seul 1988, ed ormai da diversi anni allenatore del settore velocità dell’Atletica Ravenna. Proprio durante la stampa del numero di febbraio di questo Magazine, Mouhamed gareggerà, sempre al Palaindoor di Ancona, per il titolo Italiano indoor allievi dei 60 ostacoli. Dita incrociate e... forza Pouye!!! Per Atletica Ravenna, però, è altrettanto importante la quotidianità, l’attività agonistica e non di tutti i nostri iscritti... quei momenti di condivisione e convivialità che reputiamo così importanti per i nostri ragazzi. Quindi spazio alle corse campestri, alle gare provinciali, ma anche ai nostri allenamenti al campo scuola o alle domeniche trascorse al palasport a sostenere la squadra di pallavolo della nostra città! Non dimentichiamo poi i convegni medico-sportivi organizzati da Atletica Ravenna, gratuiti ed aperti alla cittadinanza: prossimo appuntamento giovedì 20 febbraio con la psicologa e psicoterapeuta Dott.ssa Agata Manfredi ed il sociologo e responsabile di comunità Dott. Giovanni Santoro. Alle ore 20, presso la sala comunale Buzzi, in via Berlinguer 11, si parlerà di risoluzione dei conflitti nei gruppi sportivi agonistici e non, con particolare risalto all’attività inclusiva.

|via Falconieri, 25 - Ra - tel. 340 3737818 - atleticaravenna@gmail.com - www.atlelticaravenna.it

Atletica Ravenna atleticaravenna


OTTIMA (2 PAGINE????)


ANNO SCOLASTICO 2019/20

Job Around the Sport, giunto al suo quarto anno, si arricchisce di idee, conoscenze e capacità, E' un progetto che coinvolge l'indirizzo Sportivo del Liceo Scientifico Oriani ed il corso Sport Manager dell'Istituto Commerciale Ginanni Attività in piscina Libertas Nuoto Ravenna anche per l'anno scolastico in corso ha aderito al Progetto Job Around the Sport ed i propri istruttori/allenatori hanno incontrato tutte le classi del Liceo con programmi differenziati: lezioni di nuoto per  le classi 1a e 2a: teoria e pratica; pallanuoto e nuoto per gli alunni della 3a. Gli alunni della classe 4a, invece, hanno seguito un corso di 8 incontri di nuoto salvamento e un interessante percorso di conoscenza delle tecniche di salvamento in acqua, la R.C.P fuori dall'acqua, seguiti da Assistenti bagnanti ormai con esperienza decennale. Tutte le lezioni sono state tenute da istruttori ed allenatori qualificati e contemplano teoria e pratica per ogni disciplina affrontata.

3 febbraio 2020 - incontro con Davide Drei - Studio Photò Quella del fotografo sportivo è senz’altro un’attività affascinante e l’incontro di Davide Drei con gli alunni della quarta Liceo Scientifico Sportivo è stato incentrato su alcuni aspetti fondamentali della fotografia, sportiva e non. Intanto, diversamente da quanto si può pensare, non è l’attrezzatura, ma il fotografo che conta! Per scattare belle foto occorrono solo buon gusto e un po’ di tecnica. Non serve un’attrezzatura costosa perché è possibile fare ottimi scatti anche con smartphone. Solo quando la fotografia diventa una passione prima ed un lavoro poi è richiesta un’attrezzatura fotografica più sofisticata. Per quanto riguarda trucchi&consigli per scattare la foto ‘perfetta’ Davide ha dato alcuni suggerimenti: la luce giusta, il tema/soggetto, la regola dei terzi, etc etc. Ed è proprio mettendo in pratica questi consigli che gli alunni sono chiamati a svolgere un compito: ognuno di loro dovrà produrre n. 3 foto ‘sportive’. Lunedì 9 marzo Davide giudicherà i lavori e la foto vincitrice sarà scelta per la copertina del prossimo numero di SportMAG Ravenna Job Around The Sport è sostenuto da:


IL RISPETTO E LA CULTURA DELLA SICUREZZA

Rispettare le regole è lo strumento imprescindibile per cambiare in meglio, a cominciare da un piccolo gesto che ognuno può fare nella propria quotidianità.  È necessario investire con forza sull’educazione culturale delle nuove generazioni per migliorare le condizioni di sicurezza e di salute nel lavoro e nella vita. Dobbiamo spostare l’attenzione dal “dopo”, quando il danno è fatto, al “prima”, con la prevenzione. Possiamo farlo solo investendo sulla cultura della sicurezza e dando al giovane la sensibilità, la conoscenza e la consapevolezza del rischio. Cultura delle regole e sicurezza devono viaggiare insieme. Se fin da piccoli s’impara a imbrogliare, a non rispettare le regole, da grandi si sarà inclini a evadere le tasse, passare con il rosso, cercare raccomandazioni, saltare la fila agli sportelli, non allacciare la cintura di sicurezza in automobile. Se domina la legge del furbetto chi è onesto paga due volte: la prima perché è danneggiato da chi imbroglia e la seconda perché viene anche deriso per averlo fatto. È questa la società che vogliamo? Quando buttiamo una carta per terra o quando non ci allacciamo la cintura di sicurezza in automobile stiamo fornendo ai nostri figli la base per ingannarci, perché gli mostriamo la differenza tra le nostre intenzioni e i nostri comportamenti. Ne deriva che il rispetto delle regole è fondamentale, nella società. Lo sport è una delle forme più efficaci di rispetto delle regole e di socializzazione: ciascuno ha il suo ruolo da giocare, il suo posto e la sua funzione ed è al servizio di tutti; l’individuo si situa in rapporto agli altri, agisce in funzione degli altri e il suo valore personale è al servizio della collettività; da qui la doppia preoccupazione di perfezionarsi personalmente per essere un elemento attivo del gruppo da una parte e di servire meglio la comunità alla quale appartiene dall’altra. In questo quadro si sa dove inizia e finisce la propria libertà; l’importante è di comprendere la necessità della regola per ogni attività sociale umana, di accettare di impararla e di sapere come applicarla e utilizzarla senza scansarla. Anche qui lo sport si inscrive naturalmente nella prospettiva educativa.


BIZANTINA TENNIS SCHOOL UNO SPORT PER TUTTE LE STAGI ONI Con la bella stagione, ormai alle porte, la voglia di movimento e di stare all’aria aperta diventa sempre più contagiosa e questo ci porta a considerare nuove attività, hobby e sport, per noi stessi e per i nostri figli . Una buona opportunità, nella realtà Ravennate, è rappresentata dalla Bizantina Tennis & Beach Tennis School Ravenna, la prima ed unica Scuola Tennis & Beach Tennis di Ravenna, affiliata al CONI ed alla UISP (Unione italiana sport per tutti) il più grande ed importante ente di promozione sportiva in Italia,che propone la diffusione, l'avviamento e lo sviluppo del tennis e del beach tennis da oltre 10 anni . Figura principale, nonché fondatore della scuola, è Fabrizio Padovani, che vanta un'esperienza ed un curriculum tennistico di tutto rispetto, prima da giocatore, e poi da oltre dieci anni come tecnico ed insegnante di Tennis. Laureato in Ingegneria, ha coniugato la passione del tennis, facendola diventare una professione, prima diplomandosi Maestro nazionale di Tennis e poi conseguendo il prestigioso riconoscimento di Coach internazionale dalla GPTCA, organismo approvato dall’ATP (associazione tennisti professionisti) il massimo organismo mondiale in fatto di tennis . I corsi promossi dalla Scuola, sono dedicati per il settore giovanile, dall'avviamento al perfezionamento dei ragazzi dai 6 ai 18 anni, ed anche per agli adulti, esiste un percorso dedicato in base al livello raggiunto . Le lezioni si tengono per i ragazzi il lunedi e mercoledi dalle 17 alle 20, per gli adulti il lunedi, mercoledi e venerdi dopo le 19

|tel. 335 434910 -

Bizantina Tennis & Beachtennis School Ravenna ASD


CRAL VIGILI DEL FUOCO RAVENNA Un 2020 ricco di eventi ed iniziative

Anche quest’anno abbiamo iniziato la stagione alla grande, con la ricorrenza dell’Epifania. Ringraziamo il Comando e tutti i colleghi che hanno collaborato, in particolare Lorenzo Melandri e Giovanni Mazzotti. Siamo riusciti ad organizzare una bellissima mattinata, con la partecipazione del clown Billo Circus che insieme alla compagna, nella vita ma anche nel lavoro, hanno preparato uno spettacolo divertente e coinvolgente, in tema con il nostro lavoro. Il tutto è stato catturato dall’occhio sensibile ed attento dell’amico fotografo Filippo Pigino, che ci ha regalato dei bellissimi scatti.

Sono state riaperte le iscrizioni per l’anno in corso ed a breve pubblicheremo il calendario delle iniziative proposte dalla nostra Associazione.

CRAL Vigili del Fuoco Ravenna - V.le Randi, 25 - tel 347 5011774 - cralvfravenna@gmail.com

Come avevamo promesso stiamo preparando diversi canali social, per poter seguire i nostri eventi ed iniziative a carattere sportivo, culturale e solidaristico. Insieme a nostri colleghi in quiescenza, cioè coloro che fanno parte dell’ ANVVF di Ravenna(Associazione Nazionale Vigili del Fuoco), contribuiamo a realizzare diversi progetti tra cui: “Non berti la sicurezza” nelle scuole secondarie; “Ambiente Sicuro Infanzia” nelle scuole primarie (la sicurezza all’interno delle scuole, negli ambienti domestici ed i vari pericoli nella vita quotidiana); “Pompieropoli” attività svolta all’aperto, che ha lo scopo attraverso un percorso ludico a misura di bambino, per insegnare cos’è il rischio tramite il gioco. Simulazione degli interventi dei Vigili del Fuoco per aiutare a sviluppare nei bimbi il senso di auto protezione nei rischi quotidiani.


EDERA RITMICA SCEGLI I L MOVI MENTO! La buona educazione alla salute, garantisce i risultati migliori per il benessere psicofisico, se affrontata fin dall’infanzia. Nella società odierna si sono verificati profondi cambiamenti relativi agli stili di vita registrando un aumento di abitudini sedentarie connesse alla riduzione di attività fisica, sia spontanea che guidata, accanto ad abitudini alimentari scorrette. Parallelamente si assiste alla riduzione delle “buone pratiche” di movimento per la crescita, per la salute e nello stare insieme agli altri a causa della maggiore fruizione dei mezzi informatici, già fin da piccoli, che ha portato ad una maggiore solitudine fisica e ad una minore pratica di “relazioni vissute”. L’obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani a partire dall’età evolutiva, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui . Questi sono i presupposti e le finalità che guidano “ Infanzia a colori”, il progetto dell’AUSL Regione Emilia-Romagna che, in collaborazione con LILT, promuove l’adozione di politiche incentivanti l’attività fisica e gli stili di vita favorevoli alla salute. E’ un processo di cambiamento complesso che, per essere vincente, deve coinvolgere sia il contesto educativo scolastico e sia il contesto ambientale. L’EDERA RITMICA SSD crede in questo percorso che promuove il movimento, le relazioni e la comunicazione partecipando attivamente come agenzia del territorio. E così, con grande entusiasmo, siamo scesi letteralmente “in campo” tanto che abbiamo aderito a “Lo Sport di Tutti Young”, Progetto Nazionale del CONI in collaborazione con il Ministero per le Politiche Giovanili e lo Sport . Questo è un modello d’intervento sociale, sportivo ed educativo che offre attività motoria pomeridiana gratuita ai ragazzi dai 5 ai 18 anni, che mira ad abbattere le barriere economiche e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla collettività. L’EDERA RITMICA SSD condivide l’obiettivo di garantire il diritto allo sport per ragazzi con famiglie in condizioni di svantaggio economico e, per incoraggiarli a svolgere attività fisica, offre i propri servizi alla comunità del nostro territorio. Il nostro obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui. Lo sport, infatti, svolge un ruolo importante nella costruzione di una positiva immagine di sé, favorendo e facilitando la socializzazione, la comprensione, l’aiuto reciproco e il rispetto di codici e norme portando a vivere esperienze positive, capaci anche di arricchire e aiutare nello studio e nell'apprendimento. Lo sport, soprattutto fra i più piccoli, è essenzialmente gioco e divertimento ma non solo… offre anche il beneficio di trasmettere valori sani e positivi per la crescita e la maturazione dei ragazzi in tutte le sfere: fisica, psicologica e relazionale. All’Edera si propone la ginnastica ritmica come “gioco sportivo” durante il quale le bambine lavorano divertendosi, vengono stimolate in rapporto alla loro età e vivono esperienze particolari come esibizioni e saggi. Una di queste ha avuto luogo recentemente, il 10 febbraio. Il “5^ GRAN GALA’ IN MUSICA dell’edera ritmica”, che si è svolto presso il Teatro Alighieri, ha visto impegnate circa 350 atlete dai 3 ai 18 anni dove si respirava tanta emozione sia da parte delle bimbe sia da parte dei famigliari ed amici venuti per sostenere ed incoraggiare le loro piccole e grandi atlete. “Lo sport è già dentro di te, devi solo cercarlo… non è questione di talento ma di Passione: questo è lo Sport, dagli spazio e vedrai dove potrà portarti.

Non ha importanza da dove vieni o chi tu sia: Lo sport non è di pochi …LO SPORT E’DI TUTTI” - (www.area.sportditutti.it) … ti aspettiamo all’Edera Ritmica!

EDERA RITMICA | tel. 338 4052325 info@ginnasticaritmicaravenna.it - www. ginnasticaritmicaravenna.it

ginnastica ritmica edera ravenna edera ravenna ritmica


NUOVA CONVENZIONE


IDENTICI DIVING SCHOOL BREVE VACANZA A MAFÌA ISLAND Mafìa è una piccola isola a sud di Zanzibar, perciò è territorio della Tanzania. Il clima è tropicale e questo causa a volte piogge improvvise, l'aria è molto umida e la temperatura media si aggira intorno ai 30-35 gradi. Buona parte dell'isola è classificata parco Marino, il quale è famoso per gli squali balena che vivono qui tra settembre e marzo. Le autorità locali ed i proprietari degli hotel curano molto il parco incentivando il non-utilizzo di bottigliette o sacchetti di plastica. Il che rende l'isola abbastanza pulita da plastica o rifiuti di sorta nonostante gli abitanti locali non siano attenti come dovrebbero. Nell'isola c'è solo una città definibile tale, ovvero quella dove è anche situato il minuscolo e unico aeroporto dell'isola, gli altri centri abitati sono solo villaggi nonostante tutti abbiano un nome e siano indicati da cartelli stradali. Questo mese ho avuto la fortuna di visitarla per una settimana come località di vacanza invernale e, nonostante il lungo viaggio, ne è valsa sicuramente la pena. I colori dell'isola sono stupendi: il verde travolgente della flora rigogliosa, il blu profondo delle alte maree e il verde bottiglia di quelle basse, le spiagge bianche ed il cielo azzurro limpido. Tutti questi colori rendono l'isola perfetta per fotografie di ogni tipo a flora e fauna sia terrestre che marina. Parlando di immersioni il luogo è perfettamente attrezzato con diving in quasi ogni hotel. Mafìa è inoltre circondata da tante isole minori che formano tra loro arcipelaghi e baie. Tra le isole l'acqua è poco profonda e raramente supera i venti metri di profondità ma, se si cercassero immersioni più profonde, si può trovarle dove le baie sboccano in mare aperto. Io mi riferirò con "immersioni" esclusivamente a quelle in baia. Nelle immersioni di quest'isola la vita si concentra prevalentemente tra i 10 e i 15 metri di profondità e questo le rende molto facili e poco faticose. Essendo tutte comprese tra isole la corrente è quasi sempre assente o leggera e l'acqua di rado scende sotto i 28°C di temperatura. I diving centre dell'isola sono aperti tutto l'anno a parte la stagione delle piogge che rende difficili gli spostamenti sull'isola e la permanenza in essa. Questa stagione dura circa due mesi, ovvero aprile e maggio. La vita marina dell'isola è davvero molto variegata: si possono trovare animali più piccoli (come nudi branchi, piccoli crostacei, murene della sabbia…) che si nascondono tra le rocce e animali più grandi (come cernie, pesci Napoleone, enormi aragoste e, se si ha fortuna, squali balena, tartarughe e delfini) che nuotano nel blu, ma ovviamente non mancano taglie intermedie. Le immersioni in parete offrono inoltre una enorme varietà di vita corallina. L'unico problema delle immersioni qui è la visibilità, che varia molto in base al colore dell'acqua e della sospensione dovute alle grandi escursioni di marea di questo luogo. In ogni caso i diving centre organizzano le uscite basandosi sulle maree in modo da offrire sempre le esperienze migliori. By Giorgio F. |tel. 338 6222030 - 335 5912330 - www.identici.org

identici diving school


SportCARD Ravenna SHOW YOUR CARD!

ORTOPEDIA SPADONI

Calzature e plantari - sport - ausili - busti - calze elastocompressive - elettromedicali - laboratorio ortopedico - noleggio ausili - servizio tecnico a domicilio

SCONTO 10% ORTOPEDIA SPADONI

-

V.LE ALBERTI, 100 - RA - TEL 0544 406969

- ORTOPEDIASPADONI.COM

SPORTY CONCEPT STORE

Abbigliamento sportivo: Calcio - Basket - Street

SCONTO 10% SPORTY CONCEPT STORE

-

V.LE ALLENDE, 50 - RA - TEL 0544 461885

-

SPORTYONLINE.IT

PROJECT SERVICE

stampa digitale: volantini, manifesti, pieghevoli ... copisteria: tesi di laurea, plottaggi, fotocopie ... personalizzazioni: t-shirt e gadget

SCONTO 10% PROJECT SERVICE

-

VIA TRIESTE, 154 - RA - TEL 0544 590701 - PROJECTSERVICERA.IT

BE JEANS

Oltre 200 mq di esposizione: Jeans e abbigliamento casual

SCONTO 10% BE JEANS

-

VIA VOLTA, 20 - RA - TEL 0544 405019 - BEJEANS.IT


ISTRICE ARRAMPI CATA SPORTI VA- CAMPI ONATO REGI ONALE 2020 Alla ripresa il campionato regionale 2020 con un intenso weekend di gare che si è aperto a Modena sabato 8 febbraio e si è concluso domenica 9 a Castelnovo Monti (Reggio Emilia) nell'impianto indoor di Felina gestito dalla ASD La Pietra di Bismantova. Ventitré atleti Istrice in gara, in tre sfiorano il podio. Si trattava della prima delle due gare di specialità Boulder previste nel circuito regionale, circuito che terminerà in maggio con la classifica finale di combinata che darà accesso direttamente ai campionati italiani 2020. Circa duecento gli atleti provenienti da tutta la regione che si sono dati battaglia. A sfiorare il podio sono stati un brillante Francesco Pazzaglia nella categoria U10M, Elisabetta Siboni nella categoria U18F e, con qualche rimpianto, Andrea Lidonnici nella categoria U18M. Buoni risultati sono venuti poi da Benedetta Arcozzi (U10F), Samuele Lama (U10M), Caterina Pazzaglia (U14F), tutti al sesto posto nelle rispettive categorie. Settimo posto per Diana Migliaccio (U12F), Giulia Asirelli (U16F), Ludovico Borghi (U16M) e Giulia Baldi (U20F). Nutritissimo il contingente rosa ravennate nella categoria U16F nella quale, oltre a Giulia Asirelli settima hanno fatto registrare piazzamenti Ginevra Tomasin (nona), Sara Arcozzi (dodicesima), Sofia Gavelli (quattordicesima), Elena Marendon (quindicesima), Michela Guerra (diciannovesima), Anna Pugliese (ventesima) e Sara Alsini (venticinquesima). Da ricordare ancora l’undicesima posizione di Rachele Morelli nella categoria U20F, il tredicesimo di Nicola Yijun Grilli nella categoria U18M e poi Maia Stecchi, Atena Casadei, Emma Raimondi e Adele Spada rispettivamente quattordicesimo, ventesimo, ventunesimo e ventiduesimo posto nella categoria U12F.

| tel. 348 7335191 - segreteria@istrice.it - www.istrice.it

istrice arrampicata sportiva istrice arrampicata sportiva


SportCARD Ravenna SHOW YOUR CARD!

FARMACHL - PARAFARMACIA

Oltre 1500 prodotti parafarmaceutici - cosmetici Gli articoli possono anche essere ordinati telefonicamente, via Whatsapp, dal sito, da facebook o inviando una mail; li potrai ritirare in negozio o scegliere la domiciliazione

SCONTO 20% FARMACHL

-

VIA ROTTA, 65/A - RA - TEL 0544 452005

- FARMACHLRAVENNA.COM

FARMACHL - CENTRO ESTETICO

Trattamenti viso, massaggi e trattamenti corpo.

SCONTO 10% FARMACHL

-

VIA ROTTA, 65/A - RA - TEL 0544 452005

- FARMACHLRAVENNA.COM

OTTICA DI CESARE

occhiali da vista e da sole controllo della vista valutazione ortottica lenti a contatto

SCONTO 30% OTTICA DI CESARE -

VIA DE GASPERI, 1/3 RA - TEL 340 6979431

OTTICADICESARERAVENNA.COM

RISTORANTE PIZZERIA ALLE TORRI

Trentennale esperienza nella ristorazione propone menù per ogni occasione: a base di pesce o di carne, pizze dalle classiche alle speciali

SCONTO 10% ALLE TORRI

-

VIA LUNGOMARE, 95 - MARINA DI RAVENNA - TEL 0544 530674 - ALLETORRI.IT


LIBERTAS NUOTO N U O T O

A G O N I S T I C O

Per emergere in questo sport, come in qualsiasi altro campo, occorrono un’adeguata preparazione, tenacia, determinazione, duro lavoro, spirito di sacrificio e rinunce. Il talento va coltivato e la prima sfida da superare è con se stessi. L’atleta deve vivere la competizione come un’opportunità per migliorarsi e crescere. La velocità e la fluidità dei movimenti, lo scorrere del tempo, il contatto con l’acqua tra una bracciata e l’altra, l’immersione e la fissazione dell’obiettivo da raggiungere, l’adrenalina della gara, la grinta nell’affrontare la competizione, la capacità di gestire qualsiasi imprevisto, la voglia di distinguersi con la propria performance e primeggiare nella prestazione agonistica: tutto ciò fa scaturire emozioni inspiegabili ed è nella percezione di questi elementi che si distingue un nuotatore amatoriale da un nuotatore a livello agonistico.

|tel. 0544 402882 - libertasravenna@yahoo.it - www.libertasravenna.it

libertas nuoto ravenna


Il benessere della famiglia è importante, sia dal punto di vista della salute che da quello economico. Vittoria Assicurazioni ha provveduto con soluzioni specifiche ad entrambe le soluzioni con una copertura asicurativa "ad hoc" infortuni e sanitaria che provvede alla tranquillità familiare

FISSA UN APPUNTAMENTO! Parliamo del tuo futuro! Offriamo i seguenti servizi di qualitĂ a prezzi ragionevoli: - Creazione "ad hoc" della polizza - Gestione della polizza - Gestione dei costi Visita vittoriaassicurazioniravenna.myadj.it per il nostro elenco completo dei servizi. Puoi anche chiamarci al n. 0544 219930 o scriverci a ravennacentro@agentivittoria.it


salute e benessere I N

C O L L A B O R A Z I O N E

C O N

I L

M E N S I L E N O N

S O L O

S A L U T E

http://farmachlravenna.com/mensile-non-solo-salute

N O N

M I

P I A C C I O

“Non mi piaccio, non mi sono mai piaciuta\o! Il mio corpo non mi piace” . In terapia sento spesso frasi del genere, in egual misura da parte da donne e uomini che si vedono troppo magri\e, troppo grassi\e, troppo alti\e, bassi\e. Dietro un’insoddisfazione corporea c’è sempre un’anima che soffre. Buttare le proprie frustrazioni sul corpo spesso diventa la via piu’ immediata per provare a far tacere un tumulto emotivo. Il corpo diventa bersaglio privilegiato di una serie di azioni disfunzionali che passano per la svalutazione per arrivare, in casi piu’ estremi, alla punizione. Restrizioni alimentari, troppa attività fisica, attenzione estrema per i cibi sani diventano un modo malsano e fai da te per cercare di ottenere la forma perfetta, l’immagine che si vorrebbe vedere guardando nello specchio. Nella spasmodica ricerca della perfezione, chi ne ha la peggio è il corpo. Chi abita un corpo che non accetta, sicuramente non sta bene con se stesso e la sua sofferenza è molto piu’ profonda di quanto si immagini. Per cio’ che, ad esempio, riguarda il peso, si crea un circolo vizioso che si ripete e che si spiegherebbe così: Non mi accetto –> Mi punisco –> Mangio –> Continuo a fallire –> Mi odio / Non mi piaccio –> Non mi accetto… Continuando a ripetersi nel tempo, questo comportamento non porterà mai ad un miglioramento percio’ falliranno tutti i progetti per tornare in forma, per esempio. Fallirà ogni dieta, si rimanderà l’iscrizione in palestra sempre “a data da destinarsi”. Un lavoro che punti all’accettazione di sé e al miglioramento servirà a cambiare il modo di percepirsi e aiuterà a trovare le energie per diventare proattivi. Diventare proattivi significa imparare a prendere in mano la propria vita e a trovare strategie utili e personali che rispettino la propria natura e conducano alla propria autorealizzazione. Il primo passo da fare è quello di lavorare sul circolo vizioso affinchè diventi un “ Circolo Virtuoso” che si spiega cosi’: Mi accetto –> Conosco il mio valore –> Mi voglio bene –> Mi impegno per garantire il meglio per me stesso. In questo modo si va in auto-alleanza e si diventa il miglior amico di se stessi. Il desiderio di essere diversi si trasformerà in volontà e determinazione . Dalla determinazione nascono le azioni, quelle che davvero servono. Il percorso di auto-accettazione diventa quindi non piu’ astratto ma concreto. Si lavora da dentro per star bene fuori. Volersi bene è un atto d’amore verso se stessi. Volersi bene è il primo passo che serve per migliorarsi. Guardare le proprie risorse interne, le proprie capacità, riconoscerle ed apprezzarle è importante per darsi un valore che non deve passare solo per l’immagine corporea. Ognuno di noi è una ricchezza ed è uno scrigno infinito di preziose peculiarità da conoscere ed apprezzare. Bisogna imparare a perdonarsi , ad accettarsi, a prendersi in braccio e condursi li’ dove si possa splendere, imparare a guardarsi, a conoscersi senza paura per scoprire tutto cio’ che portiamo e che possiamo portare nel mondo. E’ utile circondarsi di persone che non critichino sempre, abbandonare i sensi di colpa, coltivare le proprie passioni, crearsi nuovi obiettivi. Infine bisogna imparare a portarsi su un gradino piu’ alto, a motivarsi, stimolarsi a credere che ce la si possa fare a raggiungere cio’ che si vuole. BUONA VITA! Dott.ssa Daniela Coco - Psicologa-Psicoterapeuta

|pagina sponsorizzata da


MAGIC BEACH TENNIS C O R S I

P E R

T U T T I ! !

La scuola Magic beach tennis continua i suoi corsi presso la struttura PopUp di Ravenna in via Dell’ Almagia. I corsi sono aperti a tutti, adulti e bambini, sia per agonisti sia per chi non ha mai giocato, ma ha voglia di apprendere la tecnica giusta per poter sfidare gli amici sulla sabbia durante l’ estate. Seguendo la pagina Facebook “Magic beach tennis” si possono vedere tutti gli eventi organizzati dalla scuola. Prossimamente usciranno le date dei tornei organizzati dalla scuola, rivolti a tutti gli amatori uomini e donne. Tutti coloro che parteciperanno al torneo dovranno essere muniti di tessera Csain e certificato medico, in caso di non possesso contattare il numero 3339566561 per avere info su come tesserarsi. Vi aspettiamo! Buon beach tennis a tutti!

|tel. 333 9566561 - asdmagibeachtennis@gmail.com

magic beach tennis


RAVENNA BOXE I L

R I T O R N O

D E L L A

G R A N D E

B O X E

A

R A V E N N A

Ravenna Boxe, la società di pugilato che dal 2007 si allena al Pala Costa sotto la guida dei Maestri Mara La Neve e l’ex Campione Alberto Servidei, termina la sua tredicesima stagione con il record di tesserati e il miglior piazzamento nella classifica di merito federale durante l’anno 2019. Oltre 120 iscritti è il risultato finale dello scorso anno in cui sono compresi anche gli atleti della sede decentrata di Cesena. Un trend in crescita quello del pugilato ravennate della Scuola La Neve-Servidei ed un anno pieno di soddisfazioni, il 2019, con 60 incontri disputati dagli atleti agonisti delle categorie Youth, Juniores ed Elite. Importanti piazzamenti ai più blasonati tornei come la medaglia di bronzo di Stefano Lo Giudice ai Campionati Universitari dell’Aquila, l’argento di Maganuco e Lo Giudice ai recenti Campionati Regionali di Bologna e il bronzo conquistato, sempre ai Regionali, da Marco Bombardi e Imam Bouhouc. La classifica di merito della Federazione Pugilistica nazionale annota la Ravenna Boxe come prima società in Romagna e 11° in Regione. Obiettivo stagionale, per il 2020, la crescita del movimento femminile. Molte le giovani ragazze che si stanno avvicinando al mondo del pugilato ma ancora sono troppi gli stereotipi che avvolgono questa nuova figura. La boxe fa bene a tutte dai 14 ai 60 anni, garantisce il raggiungimento del benessere psico-fisico e rappresenta un valido strumento per l'autodifesa. Questo vale per chi sale sul ring, ma anche per tutte le altre ragazze e donne, che vogliono solo confrontarsi con un allenamento tosto tra salti, corda, addominali e imparare ad assestare i colpi con tecnica e vigore.

|tel. 328 6487486 - mara.ln@live.it - www.libertasravenna.it

ravenna boxe la neve-servidei


SHINE PARKOUR

STORIA DI CITTADINANZA Vogliamo approfittare dello spazio che abbiamo per esprimerci su questo magazine per parlare anche di noi come comunità al di fuori delle attività sportive e promozionali svolte dall’associazione Shine asd. Il filo che lega tutti i membri del gruppo Shine è sicuramente la forte passione per lo sport. Una passione che va al di là del semplice tenersi in forma, avere un bel fisico o dedicarsi al parkour come pratica sportiva. Quando il percorso iniziò e le nostre vite si incrociarono eravamo poco più che 16enni, chi più chi meno, ma come tanti della nostra età persi nelle distrazioni adolescenziali. Il parkour ci colpì come un fulmine fin dentro le viscere e rimanemmo pietrificati davanti alle incredibili potenzialità e possibilità che offriva; iniziammo, appena scoperta la disciplina, i primi allenamenti improvvisati e maldestri. Senza che nemmeno ce ne rendessimo conto avevamo iniziato un lungo percorso verso la conoscenza di se stessi. Con l’idea di sentirci anche noi nel nostro piccolo come quei supereroi su internet, saltavamo le panchine e i marciapiedi, ci arrampicavamo sugli alberi e le ringhiere, facevamo equilibrio sui corrimano e non finivamo mai di esplorare la città; non mancavano le risate e i rimproveri da coetanei, genitori, professori, vigili… ma eravamo troppo presi per badarci più di tanto. Certo ai tempi poco capivamo di come praticare uno sport e quali fossero le conseguenze: i primi dolori muscolari, gli infortuni, i mal di schiena, le ossa fratturare, i lividi, i calli, le distorsioni. Col crescere delle nostre abilità sentimmo anche la necessità di scavare più a fondo nella disciplina, di conoscerne la storia e la filosofia. Iniziammo così a frequentare i primi raduni nazionali dove incontrammo chi seppe insegnarci la cura del corpo; scoprimmo che il parkour basava le proprie radici su un profondo culto del corpo, sulla cura di se stessi, della propria integrità fisica e psicologica e soprattutto sulla ricerca della longevità. Nel momento in cui un adolescente perde l’interesse verso l’estremo e il proibito noi scoprimmo qualcosa che da lì in poi ci tenne legati al parkour e alla passione per il movimento: il metodo di pratica del parkour ci insegnò a non rendere la pratica sportiva occasionale o di svago, ma nemmeno competitiva e performativa. La visione che le persone al di fuori della pratica aveva di noi, cominciò a non coincidere più con ciò che eravamo. Non cercavamo più il brivido e la conquista momentanea, sapevamo significasse poco a confronto del prezzo da pagare, ma iniziammo a voler rivendicare uno spazio nostro dove vivere indisturbati la nostra pratica. Dopo 10 anni è ancora possibile vedere sulle staccionate di Porto Fuori qualche ragazzo solitario volteggiare e sparire dietro i cabinotti di Hera, o ammirare qualche piccolo gruppetto saltellare sui muretti della fontana di via di Roma davanti al MAR o sui tettucci dell’asilo Garibaldi. Certo ancora oggi i nostri allenamenti vengono interrotti da pattuglie chiamate da cittadini allarmati ma non manchiamo di chiedere scusa ai vigili per il disturbo e ringraziarli per la comprensione; a volte scambiamo qualche battuta e luogo comune sul parkour, qualche aneddoto divertente ma anche condividere con loro la gioia di non imbatterci più in siringhe buttate nell’erba o fra i cespugli nei luoghi che frequentiamo. Nel tempo coltivammo anche un interesse verso la cosa pubblica e la cittadinanza, iniziammo a sentirci parte della città, a voler curare maggiormente la nostra immagine, a voler fare la nostra parte. Come associazione incontrammo rappresentati dell’amministrazione, partecipammo a riunioni per organizzare attività culturali e sportive, creammo a nostra volta progetti culturali che spaziavano al di fuori della nostra bolla di appartenenza, il parkour. Fu molto d’impatto e continua ad esserlo tutt’ora, notare quanto sia alta la media dell’età dei rappresentanti di associazioni e società sportive, quasi come a indicare che non ci sia posto per i giovani in questo mondo o come se i giovani non lo rivendicassero. Di certo noi siamo stati fortunati ad avere trovato qualcosa che ci abbia legato tanto alla nostra bellissima città, alla sua vita e alla sua economia.

|via Beatrice Alighieri, 40 - RA - tel. 393 0603295 - shineparkour@yahoo.it

SHINE - School of Movement SHINE - School of Movement shine_school_of_movement


SHAMROCK DODGEBALL

COME SI GIOCA A DODGEBALL Nelle scorse edizioni abbiamo parlato di corsi, eventi e tanti altri aspetti del dodgeball. In questo articolo ripartiamo dalle basi, provando a spiegarvi in maniera semplice e veloce come si gioca a dodgeball. Il campo da dodgeball è un rettangolo di 8 metri di larghezza per 17 di lunghezza, al cui interno si dispongono due squadre formate da sei giocatori l’una, mentre i palloni in gioco sono in tutto cinque. Lo scopo del gioco è quello di eliminare quanti più avversari possibile, nel minor tempo possibile. Il dodgeball infatti è un gioco a eliminazione, in cui cioè il numero di giocatori in campo non è fisso, ma varia in base all’evolversi della partita: quando un giocatore viene eliminato, deve abbandonare il campo. Ma come si eliminano i giocatori avversari? Il modo più semplice e conosciuto da tutti è quello di colpire un avversario tirandogli un pallone: chi viene colpito è eliminato, quindi i giocatori che ricevono un tiro cercheranno di schivarlo, o di difendersi con un pallone che hanno in mano. È importante sottolineare che il pallone una volta tirato rimane sempre attivo fino a che non tocca terra; ciò significa che un pallone può eliminare anche più persone, e anche di squadre diverse, a seconda dei rimbalzi che fa prima di cadere. Un altro modo di eliminare avversari è tramite una ‘presa al volo’: se un giocatore riesce ad afferrare il pallone tirato da un avversario prima che questo cada a terra, anche in più tempi, il tiratore è eliminato. Ma non solo, perché questa particolare giocata permette anche a chi la effettua di far rientrare in campo un compagno precedentemente eliminato! A metà del campo di gioco è presente un’area chiamata ‘zona neutra’, lunga 3 metri in tutto, all’interno della quale possono trovarsi giocatori di entrambe le squadre; ogni squadra può quindi spingersi fino a 10 metri dalla propria linea di fondo, lasciando gli ultimi 7 metri unicamente alla squadra avversaria. I giocatori possono muoversi liberamente all’interno della propria zona di campo, ma non possono mai uscirne: pestare una riga o la zona fuori dal campo è il terzo e ultimo modo per essere eliminati. Quando una squadra elimina tutti gli avversari vince il set e si aggiudica 2 punti; se dopo 3 minuti nessuna squadra ha vinto, il set finisce e si contano i giocatori in campo: se una squadra è in maggioranza vince il set, in caso di pareggio le squadre ottengono 1 punto l’una. Una partita di dodgeball dura due tempi da 15 minuti, all’interno dei quali vi possono quindi essere un numero indefinito di set, a seconda della durata. A fine partita, la squadra che ha accumulato più punti vince! Queste sono le regole di base per conoscere e apprezzare il dodgeball: per approfondire il gioco e le tattiche che lo arricchiscono vi aspettiamo in palestra ai nostri corsi!

|via Bosi Maramotti, 42 - RA - tel. 340 9167686 - shamrock.asd@hotmail.it

Schamrockdodgeball Schamrockdodgeball


SWIMFIT KINDER JOY OF MOVING Il Centro Nuoto Gianni Gambi di Ravenna ha ospitato un weekend di grande interesse nazionale per il settore del Nuoto Sincronizzato. L’acqua dell’impianto bizantino, da Venerdì 14 a Domenica 16 Febbraio ha ospitato la 29esima edizione del Trofeo «Kinder Joy of Moving», evento di assoluto rilievo nel panorama tricolore della disciplina. Tre giorni dedicati a gare ed esibizioni che hanno regalato spettacolo ed emozioni al pubblico che, prevedibilmente numeroso, ha affollato le tribune dell’impianto sportivo ravennate. La manifestazione, è un grande appuntamento nazionale per tutto il settore del Nuoto Sincronizzato che ha coinvolto anche 53 scuole di nuoto, delle quali 33 federali e quasi un centinaio di tecnici e allenatori o allenatrici che quotidianamente lavorano in questo ambito. A garantire l’organizzazione del Trofeo la società ravennate di Nuoto Sincronizzato Swimfit, ha collaborato con Pool 4.0, società che gestisce attualmente l’impianto natatorio Gianni Gambi. Un bel test che servirà ad acquisire anche un’ulteriore metodologia di lavoro in vista del Trofeo Swimfit che la società ravennate organizzerà in città per il sesto anno consecutivo Domenica 5 Aprile. «Siamo molto onorati di aver ospitato a Ravenna una manifestazione di questa caratura nazionale – spiega Marcella Masetti, dirigente di Swimfit – che ha richiamato in città atlete di tante società. Per la nostra società è un grande impegno che affrontiamo con l’intenzione di poter acquisire anche quella esperienza necessaria a crescere. Lo stesso discorso vale anche per le nostre atlete che hanno avuto modo e possibilità di confrontarsi su un campo di gara di alto livello. Cogliamo l’occasione anche per ringraziare tutti coloro che in questi giorni ci hanno sostenuto e aiutato, tra cui l’Associazione Amare Ravenna che ha messo a disposizione i suoi locali per il pranzo del sabato di atleti e tecnici».

|via Falconieri, 31 - RA - tel. 338 3290670 - swimfit.sincro@gmail.com

nuoto sincronizzato swimfit sincroswimfit


TEODORA PALLAVOLO - VOLLEY ROMAGNA UNDER 12 La società ASD VOLLEY ROMAGNA ha aperto questa nuova stagione con una marcia in più; numerose sono state le iscrizioni ai corsi di pallavolo che hanno permesso di riconfermare i centri di S’Alberto, Mezzano e Villanova di Bagnacavallo con la solita attività del mini volley. Quest’anno però siamo riusciti a formare una bella e numerosissima squadra di ragazzini/e Under 12, i quali per la prima volta si trovano faccia a faccia con la vera pallavolo, disputando partite e affrontando veri e propri campionati 6 vs 6. L’avventura è nuova per tutti ,sia per i giovanissimi atleti, ma anche per le due allenatrici ed ex giocatrici Cadau Martina e Carella Francesca che per la prima volta si trovano “dall’altra parte” e che con impegno e dedizione, cercano di guidare al meglio la squadra verso questa nuova avventura. Inutile dire che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare e scoprire e che non basta giocare o aver giocato a pallavolo per poter fare gli allenatori e questo lo stanno scoprendo allenamento dopo apprendimento diversi; proprio per questo cercare di far si che tutti riescano al meglio nel loro intento, che è quello di giocare la pallavolo, di sicuro non è cosa facile. Ovviamente più crescono e più il lavoro diventa difficile ed impegnativo, ma il divertimento non manca mai e mai deve mancare! Facciamo quindi un grande in bocca al lupo alle allenatrici, ma soprattutto ai ragazzi affinché possano crescere e migliorare sempre di più. Per ultimo ma non meno importante, un ringraziamento ai genitori, che sono sempre sul pezzo molto partecipi e comprensivi.

TEODORA Pallavolo Ravenna - tel 0544 590477 - info@teodoraravenna.it teodora mini-volley www.teodora-minivolley.it -

allenamento. I ragazzi sono tutti diversi e con età diverse e per questo hanno ritmi, tempi di sviluppo e di


UISP RAVENNA-LUGO TUTTI IN SELLA CON IL NUOVO CALENDARIO DEI CICLORADUNI UISP 2020 In Romagna pedalare è quasi una religione e il mondo del ciclismo non si ferma mai, in barba al ghiaccio e al freddo in inverno, ma anche all’afa e al sole in estate. Una passione, quella per la bicicletta, che non conosce stagioni. Ecco dunque il nuovo Calendario dei Raduni di Cicloturismo Uisp 2020 sul territorio romagnolo, stilato, come di consueto, in collaborazione con tutte le società sportive del settore che operano nel territorio di Ravenna, Lugo, Imola e Faenza. Tanti appuntamenti tra Cicloraduni, Autogestiti e Gran Fondo, da Febbraio a Novembre. Circa ottanta eventi in grado di coprire a livello temporale tutti i weekend dell’anno e non solo, per non far mancare mai l’occasione e le occasioni di ritrovo, di divertimento e di sport per le migliaia di appassionati delle due ruote a pedali. L’annata dei raduni Uisp pha preso il via già dai primi giorni di Febbraio, dopo la chiusura del Calendario Invernale di Mountain Bike, disciplina che, sempre in ambito Uisp, sta richiamando sempre più tesserati. Gli appuntamenti saranno davvero tanti ed è impossibile citarli tutti, meglio salire in bici e iniziare a pedalare. Il mondo del cicloturismo Uisp non si ferma mai! Per consultare i calendari con tutti gli appuntamenti visita la pagina //www.uisp.it/lugo/pagina/cicloturismo-e-escursionismo

|via G. Rasponi, 5 - RA - tel. 0544 219724 - ravennalugo@uisp.it

uispravennalugo


t r o p S o l l e d o i z i v r e s l a

WWW.ALMASPORTSERVICE.IT

Profile for almasportservice

SportMAG Ravenna - 15 febbraio 2020  

magazine digitale - curato dalle società sportive di Ravenna

SportMAG Ravenna - 15 febbraio 2020  

magazine digitale - curato dalle società sportive di Ravenna

Advertisement