Page 69

Nella pagina accanto e qui sopra: il Pilastro, quartiere residenziale nella periferia nord-est, fu progettato negli 60 per soddisfare la grande richiesta di alloggi popolari per le ondate di immigrati meridionali

I componenti del gruppo sono tutti a forte rischio di esclusione sociale sia per l’appartenenza etnica, sia per le loro condizioni economiche. Il progetto “Katun” quindi punta non solo a contrastare questo fenomeno ma a far assumere al gruppo un ruolo di spinta nella creazione di relazioni positive nell’intera area del Pilastro e non solo. Tra le varie metodologie proposte l’arte svolge un ruolo fondamentale. Basti pensare al progetto Icaro, realizzato nello Spazio Giovani della Ausl con la produzione di un musical sui temi dell’affettività, rappresentato sia all’ex

69

“Tirò” che al circolo “La Fattoria”. Sull’onda di quell’esperienza il gruppo, che ha assunto per volere dei ragazzi stessi il nome di “Katun Party”, ha iniziato a provare regolarmente una volta alla settimana, prima al “Centro Anni Verdi” del Pilastro e poi al “Vag61”. Fra gli obiettivi dell’ associazione vi è quello dell’organizzazione di uno spettacolo incentrato sui temi della cittadinanza attiva e partecipata (la cui prima prova ufficiale è stata al teatro del centro giovanile “Barrios” di Milano), e la creazione di varie animazioni e feste. Il percorso di crescita e di au

http://www.alfredoranieri.com/PDF/sguardi-2  

http://www.alfredoranieri.com/PDF/sguardi-2.pdf

http://www.alfredoranieri.com/PDF/sguardi-2  

http://www.alfredoranieri.com/PDF/sguardi-2.pdf

Advertisement