Page 1

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Clienti consumatori Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell’apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero di operazioni che svolgerà.

INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO VALTELLINESE Società Cooperativa Sede Legale e Direzione Generale: Piazza Quadrivio, 8 - 23100 Sondrio Codice Fiscale e Partita IVA n. 00043260140

Telefono: 0342.522.111 Telefax: 0342.522.700 Telex: CREVAL I 322196 S.W.I.F.T.: BPCVIT2S Internet: www.creval.it Email: creval@creval.it

Registro delle Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Cod. ABI 5216 Albo delle Società Cooperative n. A159113 Capogruppo del “Gruppo bancario Credito Valtellinese” iscritto all’Albo dei Gruppi bancari cod. n. 5216.7 Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia

CHE COS’E’ IL CONTO CORRENTE Il conto corrente di cui al presente foglio informativo è destinato a clienti consumatori, per tali intendendosi le persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. Il conto corrente è un contratto con il quale la banca svolge un servizio di cassa per il cliente: custodisce i suoi risparmi e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile). Al conto corrente sono di solito collegati altri servizi quali carta di debito, carta di credito, assegni, bonifici, domiciliazione delle bollette, fido. Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il rischio di controparte, cioè l’eventualità che la banca no n sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, il saldo disponibile. Per questa ragione la banca aderisce al sistema di garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che assicura a ciascun correntista una copertura fino a 103.291,38 euro. Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto di assegni, carta di debito, carta di credito, dati identificativi e parole chiave per l’accesso al conto su internet, ma sono anche ridotti al minimo se il correntista osserva le comuni regole di prudenza e attenzione. Un ulteriore rischio è da ricondurre alla possibile variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche e contrattuali del rapporto.

Per saperne di più: La Guida pratica al conto corrente, che orienta nella scelta del conto, è disponibile sul sito www.bancaditalia.it, sul sito della banca www.creval.it e presso tutte le filiali della banca.

aggiornato al 21.02.2011

1


PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE Indicatore Sintetico di Costo (ISC) L’ISC è una misura sintetica del costo totale del conto corrente. Il Foglio Informativo e il Documento di Sintesi indicano l’ISC per i profili standard di operatività individuati dalla Banca d’Italia. PROFILO

SPORTELLO

ONLINE

€ 385,50

Conto a consumo (112 operazioni)

----

Oltre a questi costi vanno considerati l’imposta di bollo di 34,20 euro obbligatoria per legge, gli eventuali interessi attivi e/o passivi maturati sul conto e le spese per l’apertura del conto. Il costo riportato nella tabella è orientativo e si riferisce ad un profilo di operatività, meramente indicativo – stabilito dalla Banca d'Italia - di conto corrente privo di fido. Per saperne di più: www.creval.it sezione Trasparenza.

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO IPOTESI

Esempio su:

ISC

Il contratto prevede l’applicazione della commissione per la messa a disposizione dei fondi

Accordato € 1.500, Tasso debitore nominale annuo 13,50% Commissione sul fido accordato 2,00% su base annua, addebitata trimestralmente (0,50% al trimestre). Durata 3 mesi

15,72%

Il costo riportato nella tabella è orientativo e si riferisce ad una delle ipotesi di operatività indicate dalla Banca d’Italia. È possibile ottenere un calcolo personalizzato dei costi sul sito www.creval.it.

Le voci di spesa riportate nel prospetto che segue rappresentano, con buona approssimazione, la gran parte dei costi complessivi sostenuti da un consumatore medio titolare di un conto corrente. Questo vuol dire che il prospetto non include tutte le voci di costo. Alcune delle voci escluse potrebbero essere importanti in relazione sia al singolo conto sia all’operatività del singolo cliente. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente anche la sezione “Altre condizioni economiche”.

aggiornato al 21.02.2011

2


VOCI DI COSTO

Gestione Liquidità

Spese per l’apertura del conto Canone annuo

€ 0,00 € 0,00 Previste condizioni differenziate per i conti correnti a Pacchetto

Numero di operazioni incluse nel canone annuo

Servizi di pagamento

Canone annuo carta di debito nazionale

Home Banking

SPESE FISSE

Spese annue per conteggio interessi e competenze

€ 20,00

Canone annuo carta di credito: CartaSi Classic Visa/Mastercard Canone annuo carta multifunzione

€ 30,00

Gestione Liquidità

€ 0,00

Operazioni a credito esenti Operazioni Pos a credito Altre operazioni a credito Operazioni a debito esenti Altre operazioni a debito

€ € € € €

0,00 2,50 2,50 0,00 2,50

€ 20,00

Importo minimo spese di registrazione per ogni liquidazione Invio estratto conto modalità cartacea – spese effettivamente sostenuto per invio della comunicazione – minimo attuale:

€ 1,00

Invio estratto conto modalità elettronica

€ 0,00

Periodicità invio estratto conto

Servizi di pagamento

carta non a catalogo

Canone annuo per internet banking e phone banking

Le operazioni vengono dettagliate nell’allegato n.1

SPESE VARIABILI

€ 120,00 Periodicità di addebito trimestrale carta non a catalogo

Canone annuo carta di debito internazionale Bancomat-Pagobancomat, Cirrus-Maestro

Registrazione di ogni operazione non inclusa nel canone (si aggiunge al costo dell’operazione) sportello e on line:

Mensile

Prelievo sportello automatico presso la stessa banca in Italia Prelievo sportello automatico presso altra banca in Italia Bonifico verso Italia e Ue fino a 50.000 euro con addebito in c/c – esecuzione allo sportello Bonifico verso Italia e Ue fino a 50.000 euro con addebito in c/c – esecuzione on line

€ 0,00 € 2,00 € 6,50 € 3,50 € 0,00

Domiciliazione utenze

aggiornato al 21.02.2011

Non previsto

3


Tasso creditore annuo nominale Interessi creditori

INTERESSI SOMME DEPOSITATE

VOCI DI COSTO Tasso di interesse Tasso annuo effettivo Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all’anno civile per conseguenza della capitalizzazione

0,010%

Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate

Fidi

Tipo tasso: Entro il fido ordinario Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all’anno civile Tasso di interesse: Tasso di riferimento: Tasso annuo effettivo per conseguenza della capitalizzazione:

0,010%

Commissioni

13,500% UOR

14,198%

Commissione sul fido accordato 0,50 % al trimestre nessuna

Altre spese Sconfinamenti extra-fido

FIDI E SCONFINAMENTI

Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate

Tipo tasso: Oltre fido ordinario Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all’anno civile Tasso di interesse: Tasso di riferimento: Tasso annuo effettivo per conseguenza della capitalizzazione:

13,500% UOR

14,198%

Commissioni

nessuna

Altre spese

nessuna

DISPONIBILITÀ CAPITALIZSOMME ZAZIONE VERSATE

Sconfinamenti in assenza di fido

Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate

Tipo tasso: Oltre fido ordinario Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all’anno civile Tasso di interesse: Tasso di riferimento: Tasso annuo effettivo per conseguenza della capitalizzazione:

13,500% UOR

14,198%

Commissioni

nessuna

Altre spese

nessuna

Periodicità

trimestrale

Contanti/ assegni circolari stessa banca Assegni bancari stessa filiale Assegni bancari altra filiale Assegni circolari altri istituti/vaglia Banca d’Italia Assegni bancari altri istituti Vaglia e assegni postali

0 g.lav. 0 g.lav. 4 g.lav. 4 g.lav. 4 g.lav. 4 g.lav.

Invio comunicazioni periodiche e altre comunicazioni di legge modalità cartacea – spese effettivamente sostenute per invio della comunicazione – minimo attuale

€ 1,00

Invio comunicazioni periodiche e altre comunicazioni di legge modalità elettronica

€ 0,00

Spese di produzione altre comunicazioni

€ 1,00

Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996), relativo alle operazioni di apertura di credito in conto corrente, può essere consultato in filiale e sul sito internet della banca (www.creval.it).

aggiornato al 21.02.2011

4


ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ Altro Ritenuta fiscale sugli interessi a credito

27,000%

SERVIZI DI PAGAMENTO Assegni Rilascio carnet assegni non trasferibili: costo unitario Rilascio carnet assegni liberi: costo unitario Imposta di bollo su rilascio assegni liberi (per singolo assegno) Recupero spese per invio raccomandata a/r di preavviso di revoca del sistema (CAI-Centrale di allarme interbancaria) Commissioni per l’impossibilità di addebito assegno tratto sul c/c del cliente, oltre all’eventuale commissioni di impagato reclamato dalla banca negoziatrice Commissioni di cambio assegni (applicata agli assegni su piazza e fuori piazza esclusi gli assegni circolari e assegni tratti su nostre dipendenze) con un minimo di € 3,00 Termini di reso insoluto degli assegni, ovvero termini di non stornabilità (in caso di assegni impagati in prima presentazione e ripresentati all’incasso previo movimento di addebito e riaccredito sul conto corrente,la valuta di addebito sarà pari alla valuta che è stata applicata al momento del versamento. I termini di disponibilità dell’assegno saranno ricalcolati nuovamente dal momento del riaccredito).

€ € € €

0,10 0,00 1,50 6,00

€ 25,00 0,10% 4 g.lav.

Bonifici PRESENTAZIONE ALLO SPORTELLO.

CONDIZIONI PER STIPENDI

CONDIZIONI PER GIROCONTI CONDIZIONI PER ALTRE OPERAZIONI

TIPOLOGIA A SECONDA DELLA DESTINAZIONE INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI INTERNI INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI

NUMERO COMMISSIONI GIORNI 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. COMMISSIONI

€ € € € € € € € €

2,50 2,50 6,50 6,50 2,50 2,50 2,50 6,50 6,50

€ 6,50

CONDIZIONI PER BONIFICO SEPA

PRESENTAZIONI ELETTRONICHE

CONDIZIONI PER STIPENDI

CONDIZIONI PER GIROCONTI CONDIZIONI PER ALTRE OPERAZIONI

TIPOLOGIA A SECONDA DELLA DESTINAZIONE INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI INTERNI INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI

€ € € € € € € € €

1,50 1,50 3,50 3,50 1,50 1,50 1,50 3,50 3,50

€ 3,50

CONDIZIONI PER BONIFICO SEPA

aggiornato al 21.02.2011

NUMERO COMMISSIONI GIORNI 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. COMMISSIONI

5


PAGAMENTI PERIODICI

CONDIZIONI PER STIPENDI

CONDIZIONI PER GIROCONTI CONDIZIONI PER ALTRE OPERAZIONI

TIPOLOGIA A SECONDA DELLA DESTINAZIONE INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI INTERNI INTERNI BANCHE DEL GRUPPO ALTRE BANCHE ASSEGNI

NUMERO COMMISSIONI GIORNI 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV. 0 G.LAV 0 G.LAV. 1 G.LAV. 0 G.LAV. COMMISSIONI

€ € € € € € € € €

1,50 1,50 3,50 3,50 1,50 1,50 1,50 3,50 3,50

€ 3,50

CONDIZIONI PER BONIFICO SEPA Commissioni aggiuntive Per bonifici urgenti Per bonifici di importo rilevante Per bonifici documentati

€ 15,00 € 15,00 € 10,00

Pagamenti vari Commissione di pagamento bollettino con addebito in conto corrente Commissione di pagamento bollettino tramite disposizione permanente di addebito in conto corrente Commissione per il pagamento di bollettini bancari Commissione di pagamento di tributi vari tramite bollettino Rav Pagamento tributi vari tramite Rav con disposizione permanente di addebito in c/c Versamento tributi e contributi tramite delega F23 e F24 e pagamento tramite disposizione occasionale di addebito in c/c Pagamento I.C.I. (imposta comunale immobili) Pagamento I.C.I. tramite delega F24

€ 1,15 € 0,00 € € € €

1,03 1,03 0,00 0,00

€ 1,00 € 0,00

Pagamento effetti Commissione di rendicontazione per pagamenti cumulativi di effetti - modalità elettronica - modalità cartacea Commissione unitaria per disposizioni di pagamento effetti con addebito unico in conto Commissione per la produzione delle ricevute di pagamento effetti - modalità elettronica - modalità cartacea Commissione per il ritiro di effetti di altri istituti

€ 0,00 € 0,00 € 2,50 € 0,00 € 2,50 € 5,16

Sepa Direct Debit Commissione unitaria per addebito SDD Commissione unitaria per reversal SDD Commissione unitaria per accredito refund SDD Commissione per richiesta refund SDD - Commissioni per richiesta refund tramite canali automatizzati - Commissioni per richiesta refund tramite altri canali Commissione per richiesta compia del mandato - Commissioni per richiesta copia del mandato tramite canali automatizzati - Commissioni per richiesta copia del mandato tramite altri canali Addebito Sepa Direct Debit Rendicontazione degli addebito SDD a scadenza - Periodicità - Stampa contabile addebiti SDD

aggiornato al 21.02.2011

6

€ 1,00 € 0,00 € 0,00 € 0,00 € 0,00 € 10,00 € 20,00 SI mensile No


VALUTE Giorni di liquidità delle somme versate rispetto al giorno di esecuzione dell’operazione TIPOLOGIA OPERAZIONI CRITERIO CALCOLO GIORNI LIQUIDITA’ Accredito cedole, dividendi e rate finanziamento Giorni lavorativi Accr. competenze, port.comm.,emolumenti e bonifici Giorni di calendario Accredito polizze e rimborso IVA Giorni lavorativi Versamento contanti e propri assegni Giorni di calendario Versamento assegni su piazza Giorni lavorativi Versamento assegni fuori piazza Giorni lavorativi Versamento assegni circolari Giorni lavorativi Versamento assegni nostra banca altri sportelli Giorni di calendario Addebito spese operazioni derivati Giorni lavorativi Addebito polizze, insoluti ass. e quiet. tesoreria Giorni lavorativi Addebito assegni e prelevamento contanti Giorni di calendario Addebito contributi e imposte Giorni di calendario Addebito canone, competenze e commissioni Giorni di calendario Addebito effetti e portafoglio commerciale Giorni di calendario Bonifici, utenze e operazioni di ordine conto Giorni di calendario Giro di fondi verso altro conto corrente e recupero spese Giorni lavorativi

NUMERO GIORNI LIQUIDITA’ +1 +0 +1 +0 +3 +3 +1 +0 -1 -1 +0 +0 +0 +0 +0 -1

ALTRO Ricerca e copia documenti: - diritto fisso per la ricerca - per ogni documento richiesto - recupero di eventuali spese richieste da enti terzi (banche, amministrazioni pubbliche, ecc…)

€ 25,00 € 5,00

Imposta di bollo annua sugli estratto conto (ripartita in base alla periodicità di produzione degli estratti conto): - rapporto intestato a persona fisica - rapporto intestato a soggetto diverso da persona fisica

€ 34,20 € 73,80

RECESSO E RECLAMI Recesso dal contratto Si può recedere dal contratto in qualsiasi momento, senza penalità e senza spese di chiusura del conto. La banca aderisce a Cambioconto di Pattichiari, l’accordo che facilita il passaggio a un nuovo conto presso un’altra banca. Per saperne di più: www.pattichiari.it. Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale Di regola se non vi sono servizi appoggiati al conto corrente, quali assegni, bancomat, carta di credito, servizi viacard telepass e dossier titoli, la Banca procede alla chiusura del rapporto in tempi brevi e comunque non oltre 3 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta del correntista. Reclami I reclami vanno inviati all’Ufficio Reclami della Banca (Credito Valtellinese Soc. Coop. Piazza Quadrivio n. 8 – 23100 Sondrio oppure alla casella di posta elettronica ufficioreclami.cv@creval.it), che risponde entro trenta giorni dal ricevimento. Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i trenta giorni, prima di ricorrere al Giudice può rivolgersi a:

∙ ∙

Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla Banca, dove è altresì disponibile la Guida pratica “Conoscere l’Arbitro Bancario Finanziario e capire come tutelare i propri diritti”; Conciliatore BancarioFinanziario. Per sapere come www.conciliatorebancario.it oppure chiedere alla Banca.

aggiornato al 21.02.2011

7

rivolgersi

al

Conciliatore

si

può

consultare

il

sito


LEGENDA

Canone annuo

Spese fisse per la gestione del conto.

Capitalizzazione degli interessi

Una volta accreditati e addebitati sul conto, gli interessi sono contati nel saldo e producono a loro volta interessi. Corrispettivo omnicomprensivo calcolato in proporzione alla durata e all’ammontare del fido accordato che verrà addebitato in occasione di ciascuna liquidazione periodica. Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il cliente può utilizzare le somme versate. Somma che la banca si impegna a mettere a disposizione del cliente oltre il saldo disponibile. Somma disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare. Somma che la banca ha accettato di pagare quando il cliente ha impartito un ordine di pagamento (assegno, domiciliazione utenze) senza avere sul conto corrente la disponibilità. Si ha sconfinamento anche quando la somma pagata eccede il fido utilizzabile. Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle eventualmente comprese nel canone annuo. Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e per il calcolo delle competenze. Commissioni che la banca applica ogni volta che invia un estratto conto, secondo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel contratto. Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul conto, al netto delle ritenute fiscali. Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del cliente sulle somme utilizzate in relazione al fido e/o allo sconfinamento. Gli interessi sono poi addebitati sul conto. Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia e delle finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il TEGM degli affidamenti in conto corrente, aumentarlo della metà e accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore. Numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data dalla quale iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest’ultima potrebbe anche essere precedente alla data del prelievo. Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data dalla quale iniziano ad essere accreditati gli interessi. Spese di produzione della corrispondenza e/o di contabili e/o comunicazioni varie

Commissione sul fido accordato

Disponibilità somme versate Fido o affidamento Saldo disponibile Sconfinamento in assenza di fido e sconfinamento extrafido

Spesa singola operazione non compresa nel canone Spese annue per conteggio interessi e competenze Spese per invio estratto conto Tasso creditore annuo nominale

Tasso debitore annuo nominale

Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM)

Valute sui prelievi

Valute sui versamenti Spese di produzione altre comunicazioni Recupero spese per invio racc. a.r. di preavviso di revoca di sistema Commissione per impossibilità di addebito assegno Commissione di cambio assegni Termine di reso insoluto degli assegni BIR - Bonifici di Importo Rilevante Bonifici urgenti

Bonifici transfrontalieri fino a 50.000 euro Bonifico SEPA (SCT - Sepa Credit Transfer)

IBAN (International Bank Account Number)

aggiornato al 21.02.2011

Spese per l’invio della racc. a seguito di mancato addebito dell’assegno in conto per mancanza di fondi. Commissione applicata in caso di mancato addebito assegno per mancanza fondi o per mancata autorizzazione. Commissione applicata in caso di cambio assegni allo sportello. Termine di non stornabilità dell’assegno (salvo casi di forza maggiore) espressi in giorni lavorativi successivi alla data di negoziazione. Bonifici di importo superiore a euro 500.000; vengono inoltrati in rete interbancaria durante la giornata ed il regolamento avviene in tempo reale Sono bonifici di importo fino a euro 500.000, per i quali viene utilizzata la procedura BIR, che ne consente l’invio in giornata. Hanno le stesse caratteristiche tecniche ed operative dei BIR (Bonifici di Importo Rilevante). Bonifici caratterizzati da particolari automatismi ai quali si applicano le medesime commissioni di un bonifico Italia. Sepa Credit Transfer) - Bonifico in euro, senza limite di importo, completo di IBAN e BIC che permette di effettuare pagamenti, all'interno della SEPA (Area Unica dei pagamenti in Euro che include 31 paesi: i 27 paesi della UE - Unione europea - e altri 4 paesi: Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein) con maggior semplicità, sicurezza e convenienza Il codice IBAN (International Bank Account Number) è uno standard internazionale utilizzato per identificare un'utenza bancaria, e consiste in: 2 lettere rappresentanti la Nazione (IT per l'Italia) 2 cifre di controllo il codice BBAN nazionale,

8


BIC (Bank Identifier Code) Data di accettazione UOR

Commissione di rendicontazione per pagamenti cumulativi di effetti Commissione unitaria per disposizioni di pagamento effetti con addebito in conto Sepa Direct Debit (S.D.D)

REFUND SDD

REVERSAL

aggiornato al 21.02.2011

quest'ultimo per l'Italia è composto da: - CIN (1 carattere alfabetico di controllo) - ABI (codice banca su 5 caratteri numerici) - CAB (codice sportello su 5 caratteri numerici) - CONTO CORRENTE (12 caratteri alfanumerici, senza caratteri speciali) Codice bancario attribuito da Swift che identifica in modo univoco una istituzione finanziaria a livello interbancario internazionale Data alla quale ricorrono tutte le condizioni richieste da un ente per l’esecuzione di un ordine di bonifico estero. Tasso massimo determinato trimestralmente ai sensi della Legge 108/96 con riferimento alle aperture di credito in conto corrente arrotondato ai 5 centesimi di punto percentuali inferiori. Commissione applicata per la rendicontazione dei pagamenti di effetti RI.ba. in caso di pagamento in conto corrente di più effetti in un’unica operazione dispositiva Commissione applicata per l’addebito del singolo effetto Ri.ba. in conto corrente in caso di pagamento di più effetti in un unico movimento contabile. Strumento attraverso il quale è possibile disporre incassi in euro all’interno della SEPA sulla base di un accordo preliminare tra creditore e debitore (mandato) che consente al creditore di addebitare in modo automatico il conto del debitore individuato esclusivamente dal codice IBAN. Richiesta di storno successiva all’addebito in conto corrente. Può essere inoltrata dal debitore entro le 8 settimane per addebiti autorizzati ed entro i 13 mesi per addebiti non autorizzati. Richiami da parte della Banca assuntrice alla Banca domiciliataria successivi all’addebito in conto corrente per presentazioni errate.

9


ALLEGATO 1

Elenco delle causali contenute nei Raggruppamenti delle spese di registrazione delle operazioni su Conto Corrente RAGGRUPPAMENTI: OPERAZIONI A CREDITO ESENTI BONIFICO CONTI JUNIOR DISPOSIZIONE SU EFFETTI ACCREDITO PER ESTINZIONE RAPPORTO GIRO AUTOMATICO RETTIFICA INTERESSI DARE CONGUAGLIO INTERESSI GIRI DI CASH POOLING A CREDITO RETTIFICA RETTIFICA SPESE O COMMISSIONI RETTIFICA VALUTA DERIVATI OTC-SCAD. PERIODICHE-ACCREDITO INTERESSI DERIVATI OTC-SCAD. PERIODICHE-NETTING INTERESSI DERIVATI OTC-ESTINZ.ANTICIPATA-FAIRVALUE SCAMBIATO DERIVATI OTC-PREMIO STORNO COMMISSIONE DI FIDO STORNO OPERAZIONE POS STORNO SCRITTURA ACCREDITO IMPORTO TIME DEPOSIT STORNO SPESE ISTRUTTORIA FIDO CONVERSIONE RAPPORTO IN EURO ACCREDITO VPAY OPERAZIONE POS A CREDITO P.O.S. PUNTI DI VENDITA ALTRE OPERAZIONI A CREDITO Tutte le altre operazioni a credito non riportate nei precedenti raggruppamenti OPERAZIONI A DEBITO ESENTI BONIFICO CONTI JUNIOR RECUPERO IMPOSTA DI BOLLO COMMISSIONI CANONE SERVIZIO QUOTAZIONI CONTANTE RESO DISPOSIZIONE SU EFFETTI RITENUTA PRELIEVO PER ESTINZIONE RAPPORTO GIRO AUTOMATICO IMPOSTA DI BOLLO COMMISSIONI SU VERSAMENTO ICI COMMISSIONI CC IPOTECARI CHIAVETTA USB PER AUTENTICAZIONE FORTE CANONE PERIODICO GIRI DI CASH POOLING A DEBITO OPERAZIONE POS STORNO RIMBORSO IMPOSTE PAGAMENTO RID ONLUS RETTIFICA VALUTA DERIVATI OTC-APERTURA POSIZIONE-ADDEB. UP FRONT DERIVATI OTC-APERTURA POSIZIONE-SPESE BROKERAGE DERIVATI OTC-SCADENZE PERIODICHE-ACCR.INTERESSI DERIVATI OTC-SCAD. PERIODICHE-NETTING INTERESSI DERIVATI OTC-ESTINZ.ANTICIPATA-FAIRVALUE SCAMBIATO DERIVATI OTC-PREMIO COMMISSIONE SUL FIDO ACCORDATO RECUPERO SPESE STORNO SCRITTURA ADDEBITO IMPORTO TIME DEPOSIT UTENZA BANCOMAT CONVERSIONE RAPPORTO IN EURO ADDEBITO VPAY COMPETENZE SU FINANZIAMENTO ALTRE OPERAZIONI A DEBITO Tutte le altre operazioni a debito non riportate nei precedenti raggruppamenti

aggiornato al 21.02.2011

10

Trasparenza di prova  

chissa se funziona

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you