Issuu on Google+

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. OGGETTO:

del

10

11 gennaio 2013

Avviso pubblico per un corso di pratica legale a favore di n. 3 giovani laureati in giurisprudenza.

L'anno D u e m i l a t r e d i c i il giorno 11 del mese di gennaio alle ore 13.30 nella sala delle adunanze della sede Comunale, si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge. Presiede l'adunanza il Dr. Domenico GIORGIANO in qualità di SINDACO e sono presenti gli Assessori signori: Presente Assente Dott Domenico GIORGIANO Sindaco Si Dr. Arnaldo SCIARELLI Assessore Si Prof. Luciana Iuliana CAUTELA Assessore Si Avv. Felice GIUGLIANO Assessore Si Sig. Francesco Emilio BORRELLI Assessore Si Dr. Michele CARBONE Assessore Si Sig. Giorgio ZINNO Assessore Si Partecipa il Segretario Generale

Dr. Pasquale INCARNATO

Il Presidente, constatato che gli intervenuti sono in numero legale, dichiara aperta la seduta. ATTESTATO DI COPERTURA FINANZIARIA E PRENOTAZIONE CONTABILE La somma di € 10.000,00 (Anno 2013) Rubrica Capitolo 124 che presenta la seguente disponibilità: Stanziamento Prenotazioni Impegno precedente Prenotazione presente Disponibile

Viene prelevata dal Titolo

€ €

Sez. Del bil.2012 € € € € 10.000,00 (anno 2013) €

San Giorgio a Cremano, 28/12/2012 Il Ragioniere Generale f.to Dr. Vincenzo Falasconi

Pagina 1 di 4


Proposta di delibera prot. n° 237 del 26.11.2012 del Settore Avvocatura PARERI ART. 49 D.Lgs.267/2000 ED ART. 51 DELLO STATUTO Ia sottoscritta Avv. Lucia CICATIELLO nella qualità di Dirigente del Settore Avvocatura Visto l'art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000 e l'art. 51 dello statuto di questo Comune; Viste e fatte proprie le considerazioni e le motivazioni riportate nella proposta di delibera; Preso atto che dette considerazioni e motivazioni costituiscono i presupposti di fatto e le ragioni di diritto di cui all'articolo 3 della legge n. 241/1990; Dato atto che i fatti, gli atti citati e le dichiarazioni ivi comprese sono vere e fondate DICHIARA che la proposta di deliberazione che segue è regolare dal punto di vista tecnico. San Giorgio a Cremano, 26/11/2012 Il sottoscritto Dr. Vincenzo FALASCONI

Il Dirigente f.to Avv. Lucia CICATIELLO nella qualità di Dirigente del Settore Progr.Econ.

DICHIARA che la proposta di deliberazione che segue è regolare dal punto di vista contabile e per tanto è stata assunta regolare prenotazione di spesa. San Giorgio a Cremano, 28/12/2012

Il Dirigente f.to Dr. Vincenzo FALASCONI

PARERE DI LEGITTIMITA’ EX ART. 12 REGOLAMENTO CONTROLLI INTERNI Il sottoscritto Dr. Pasquale INCARNATO, Segretario Generale del Comune; Visto l’art. 97 del D.Lgs 267/2000; Visto l’art. 12 del Regolamento del Sistema dei Controlli Interni approvato dalla Giunta Comunale con atto n° 371 del 8.10.02; Visti i pareri di regolarità tecnica e contabile espressi rispettivamente dal Dirigente del Settore Avvocatura nonchè dal Dirigente del Settore Programmazione Economica, ai sensi dell’art. 49 del D.lgs 267/2000 e dell’art. 51 dello Statuto di questo Comune: DICHIARA Che la proposta di delibera che segue (n° 237 del 26.11.2012 Sett. Avvocatura) sotto il profilo della legittimità è regolare e conforme a leggi, Statuto e Regolamenti del Comune. San Giorgio a Cremano lì 11.1.2013

Il Segretario Generale f.to Dr. Pasquale INCARNATO

Su relazione dell’Assessore Avv. Felice GIUGLIANO LA GIUNTA COMUNALE -

Premesso che: questo Ente, già per gli anni passati, ha attivato un programma di formazione professionale a favore di giovani laureati in giurisprudenza che si affacciano alla realtà lavorativa, attraverso un corso di pratica legale presso il Settore Avvocatura del Comune; che è intenzione di questo Ente attivare un nuovo corso di formazione professionale per l’avviamento alla pratica forense di n. 3 giovani laureati in giurisprudenza, per un periodo di 18 Pagina 2 di5


mesi, prorogabile per un ulteriore anno e comunque da concludersi non oltre la data del superamento dell’esame di avvocato; - RITENUTO doversi provvedere mediante l’emanazione di avviso pubblico da pubblicare all’Albo Pretorio e sul sito Internet del Comune; - RITENUTO opportuno: - dover stabilire, a tal fine, la seguente procedura:  esame della documentazione prevista per la verifica del possesso dei requisiti ed ammissione alla fase successiva;  valutazione del curriculum e colloquio conoscitivo dei partecipanti da parte di una Commissione interna i cui membri in numero di tre formata dal Segretario Generale, il Dirigente del Settore Avvocatura, il Funzionario Avvocato secondo i seguenti criteri: ad ogni candidato potrà essere assegnato max 10 punti cosi ripartiti: a - -max 3 punti al voto di laurea cosi distinti: 3 punti a coloro che hanno conseguito 110 e lode; 2,50 punti a coloro che hanno conseguito 110 ; 2,00 punti a coloro che hanno conseguito da 100 a 109 ; 1,50 punti a coloro che hanno conseguito da 90 a 99 ; 1,00 punti a coloro che hanno conseguito da 80 a 89 ; 0,50 punti a coloro che hanno conseguito da 70 a 79. b - max 2 punti. Sarà attribuito 1 punto per ogni specializzazione con il massimo di due punti. Saranno valutati : dottorato di ricerca, titoli di specializzazione universitaria, tirocinio effettuato presso le scuole di specializzazioni per le professioni legali, crediti formativi c – max 5 punti al colloquio. Il colloquio in particolare è vertente sulla conoscenza interpersonale e l’ attitudine allo svolgimento della professione forense ed inoltre sul diritto processuale civile ed amministrativo. Alla fine della selezione sarà formulata una graduatoria che rimarrà aperta per mesi 6 e sarà approvata con determina del Dirigente del Settore Avvocatura e pubblicata sul sito del Comune     

dover stabilire, per la partecipazione, i seguenti requisiti: diploma di laurea in giurisprudenza; età non superiore ai 32 anni; di non trovarsi in una delle cause ostative a svolgere attività presso pubblici impieghi; costituiranno titolo preferenziale: avere buona conoscenza almeno di una lingua straniera; avere conoscenza di base dell’uso del PC e di Office.

-

VISTO l’avviso pubblico per la selezione di giovani laureati in giurisprudenza da avviare all’attività di praticantato presso questo Comune; VISTO, altresì, il disciplinare, che regola il rapporto con i giovani praticanti e che fissa l’impegno giornaliero dei giovani di almeno 5 ore per 5 giorni settimanali ed un rimborso spese forfettario di € 400,00 mensile pro-capite. Per i primi mesi il tirocinio si svolgerà principalmente presso gli uffici dell’Avvocatura e tenderà a una guida costante del praticante per la formazione durante il passaggio e trasformazione della preparazione teorica in capacità professionale, anche mediante supporti normativi in formato cartaceo ed informatico, a carico dell’Ente e per questo motivo il rimborso spese per i primi 6 mesi è fissato in euro 200,00. Saranno a carico dell’Ente anche le spese per l’iscrizione all’albo degli avvocati Vista la Legge n. 406 del 24/07/1985; Visto il D.P.R. n. 101 del 10/04/1990; Visto all'art. 9 comma 6 del D.L. n. 1 del 24.01.2012 convertito in Legge n. 27 del 24.03.2012. VISTI i pareri favorevoli di regolarità tecnica e contabile espressi, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 267/2000 e dell’art.51 dello Statuto di questo Comune dal Dirigente del Settore Avvocatura e dal Dirigente il Settore Programmazione Economica;

-

-

Pagina 3 di5


-

VISTO altresì il parere favorevole di legittimità ex art. 12 del Regolamento Controlli interni espresso dal Segretario Comunale; CON voto unanime favorevolmente espresso nei modi e forme di legge: DELIBERA

- Approvare, siccome approva, la premessa narrativa e, per l’effetto, procedere a nuovo corso di pratica legale a favore di n. 3 giovani laureati in giurisprudenza che abbiano i requisiti individuati nella premessa e meglio dettagliati nell’avviso pubblico e nel disciplinare all’uopo predisposto dal competente Servizio Avvocatura, per un periodo di 18 mesi, prorogabile per un ulteriore anno; - Prendere atto dell’allegato Avviso Pubblico; - Dare atto che la graduatoria resterà aperta per mesi sei ed autorizzare il Dirigente del Settore Avvocatura ad integrare il corso con altri praticanti in caso per qualsiasi motivo si rendesse disponibile un posto; - Prenotare la spesa presunta di € 10.000,00, occorrente per l’anno 2013 sul capitolo 124 dell’ esercizio 2013, mentre per gli anni successivi e fino alla conclusione del corso si provvederà con stanziamento con appostamenti sui successivi bilanci pari ad euro 12.000,00. - Dare atto che gli atti consequenziali saranno successivamente posti in essere dal competente Settore Avvocatura. LA GIUNTA COMUNALE con successiva votazione e ad unanimità di voti DICHIARA la presente immediatamente esecutiva ai sensi dell’art.134 D. Lgs. 267/2000.

Pagina 4 di5


IL PRESIDENTE f.to Domenico GIORGIANO L'ASSESSORE ANZIANO f.to Felice GIUGLIANO

IL SEGRETARIO f.to Pasquale INCARNATO RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

Si attesta che la presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo pretorio informatico dal_________________ e vi resterà per quindici giorni consecutivi, come previsto dall'articolo 124, comma 1 del D.Lgs. n. 267/2000 e 32 della legge 69/2009. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

F.to ________________________ ATTESTATO DI COMPIUTA PUBBLICAZIONE Si attesta che la presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo pretorio informatico dal_________________ al ______________________ con il numero _____________di registro di repertorio. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

F.to __________________________ Copia conforme all’originale, in carta libera, per uso amministrativo. Dalla Casa Comunale, lì _________________________ Visto:

IL SINDACO

IL SEGRETARIO GENERALE

______________________________

___________________________

CONTROLLO SI ATTESTA Che la presente deliberazione è stata rimessa: Ai Sigg. Capigruppo consiliari, ai sensi dell’art. 125 D.Lgs 267/2000, giusta nota n. _____________ del _______________; Al Collegio dei Revisori (art. 170 D.Lgs.267/2000 e art. 36 Regolamento contabilità), giusta nota prot. n. ___________ del _______________ ; All’Osservatorio per i Controlli Interni, (art. 147 D.Lgs. 267/2000 e art. 13 Regolamento Controlli Interni) , giusta nota n. _____________ del _______________; _________________________________________________________________________________ L’UFFICIO DI SEGRETERIA

ESECUTIVITA' La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 co.4 D.Lgs 267/2000. Addì,

F.to Il Segretario Generale

Pagina 5 di5


allegato-delibera-10-del-2013-praticanti