Issuu on Google+

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. OGGETTO:

128

del

16 aprile 2013

Istituzione della figura del Portavoce del Sindaco.

L'anno D u e m i l a t r e d i c i il giorno 16 del mese di aprile alle ore 13,30 nella sala delle adunanze della sede Comunale, si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge. Presiede l'adunanza il Dr. Domenico GIORGIANO in qualità di SINDACO e sono presenti gli Assessori signori: Presente Assente Dott Domenico GIORGIANO Sindaco Si Sig. Giorgio ZINNO Vice Sindaco Si Prof. Luciana Iuliana CAUTELA Assessore Si Dott. Luigi GOFFREDI Assessore Si Avv. Felice GIUGLIANO Assessore Si Dott. Maurizio SAVARESE Assessore Si Sig. Francesco Emilio BORRELLI Assessore Si Dr. Michele CARBONE Assessore Si Partecipa il Segretario Generale

Dr. Pasquale INCARNATO

Il Presidente, constatato che gli intervenuti sono in numero legale, dichiara aperta la seduta. ATTESTATO DI COPERTURA FINANZIARIA E PRENOTAZIONE CONTABILE La somma di €

12.584,00 anno 2013 18.876,00 anno 2014 18.876,00 anno 2015 Rubrica Capitolo 18/01 che presenta la seguente disponibilità: Stanziamento Prenotazioni Impegno precedente € Prenotazione presente € 12.584,00 anno 2013 18.876,00 anno 2014 18.876,00 anno 2015 Disponibile

Viene prelevata dal Titolo

Sez. Del bilancio 2013

€ € € € €

San Giorgio a Cremano, 5.4.2013 Il Ragioniere Generale

F.to Dr.Vincenzo Falasconi

Pagina 1 di 5


Proposta di delibera n° 16 del 4/4/2013 Settore Personale, Scuola e Protocollo PARERI ART. 49 D.Lgs.267/2000 ED ART. 51 DELLO STATUTO Il sottoscritto Dr. Antonio PICCOLO nella qualità di Dirigente del Settore Personale,Scuola,Protocollo Visto l'art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000 e l'art. 51 dello statuto di questo Comune; Viste e fatte proprie le considerazioni e le motivazioni riportate nella proposta di delibera; Preso atto che dette considerazioni e motivazioni costituiscono i presupposti di fatto e le ragioni di diritto di cui all'articolo 3 della legge n. 241/1990; Dato atto che i fatti, gli atti citati e le dichiarazioni ivi comprese sono vere e fondate DICHIARA che la proposta di deliberazione che segue è regolare dal punto di vista tecnico e si attesta la regolarità e la correttezza dell’azione amministrativa. San Giorgio a Cremano, 04/04/2013 Il Dirigente F.to Dr. Antonio PICCOLO ________________________________________________________________________________ Il sottoscritto Dr. Vincenzo FALASCONI nella qualità di Dirigente del Settore Progr. Econ. DICHIARA che la proposta di deliberazione che segue è regolare dal punto di vista contabile e per tanto, si rilascia il visto attestante la copertura finanziaria della prenotazione di spesa.

San Giorgio a Cremano, 5.4.2013

Il Dirigente f.to Dr. Vincenzo FALASCONI ________________________________________________________________________________ PARERE DI LEGITTIMITA’ EX ART. 12 REGOLAMENTO CONTROLLI INTERNI Il sottoscritto Dr. Pasquale INCARNATO, Segretario Generale del Comune; Visto l’art. 97 del D.Lgs 267/2000; Visto l’art. 12 del Regolamento del Sistema dei Controlli Interni approvato dalla Giunta Comunale con atto n° 371 del 8.10.02; Visto il parere favorevole di regolarità tecnica e contabile espresso dal Dirigente del Settore Personale, Scuola e Protocollo e del Settore Programmazione Economica, ai sensi dell’art. 49 del D.lgs 267/2000 e dell’art. 51 dello Statuto di questo Comune: DICHIARA Che la proposta di delibera che segue (n° 16 del 04/04/2013 Settore Personale, Scuola e Protocollo) sotto il profilo della legittimità è regolare e conforme a leggi, Statuto e Regolamenti del Comune. San Giorgio a Cremano lì 11/04/2013

Il Segretario Generale Dr. Pasquale INCARNATO ________________________________________________________________________________ Su relazione del Sindaco

LA GIUNTA COMUNALE

VISTI: 1. l’art. 7 della Legg 7.6.2000 n. 150 che disciplina le attività di informazione e comunicazione delle Pubbliche Amministrazioni e così recita: a. l’organo di vertice dell’Amministrazione Pubblica può essere coadiuvata da un portavoce, anche esterno all’Amministrazione, con compiti di diretta collaborazione ai fini dei rapporti di carattere politico – istituzionale con gli Organi di informazione. Il portavoce incaricato dal medesimo organo, Pagina 2 di 5


non può, per tutta la durata del relativo incarico, esercitare attività nei settori radiotelevisivo, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche; b. al portavoce è attribuita una indennità determinata dall’organo di vertice nei limiti delle risorse disponibili appositamente iscritte in bilancio da ciascuna Amministrazione per le medesime finalità; 2. il D.P.R. 21.9.2001 n° 422, “Regolamento recante norme per l’individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare presso le Pubbliche Amministrazioni per le attività di informazione e di comunicazione e disciplina degli interventi formativi”; 3. la Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 7.2.2002 in cui si sottolinea che, a differenza dell’Ufficio stampa e dei suoi compiti istituzionali, il portavoce, presente nelle Amministrazioni complesse, sviluppa un’attività di relazione con gli organi di informazione, in stretto collegamento ed alle dipendenze del vertice “pro tempore” delle Amministrazioni stesse; 4. l’art. 90 del D.Lgs 18.8.2000, n. 267 del T.U. delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali; VISTO, altresì il vigente Regolamento degli Uffici e dei Servizi che, all’art. 44, prevede la possibilità di costituzione dell’Ufficio di Staff, ufficio di diretta collaborazione del Sindaco; DATO ATTO che la figura del portavoce del Sindaco è già prevista e disciplinata nel Piano della Comunicazione Istituzionale approvato con deliberazione di G.C. n. 46 del 14.2.2012, figura finalizzata dalla citata legge 150/00, a coniugare una elevata competenza professionale con un rapporto di fiducia con il vertice dell’Amministrazione, di cui deve essere capace di comunicare scelte, orientamento e strategie; RAVVISATA l’esigenza, nella certezza che un‘accurata attività di comunicazione si traduce in una maggiore partecipazione degli amministrati ed una maggiore trasparenza, chiarezza e tempestività nella comunicazione delle scelte dell’Amm.ne, di procedere alla nomina di un Portavoce del Sindaco mediante un rapporto di collaborazione professionale di durata non eccedente il mandato del Sindaco che provvede alla nomina intuitu personae, in virtù del rapporto fiduciario di cui è cenno innanzi; DATO ATTO che i compiti da assegnare al portavoce saranno i seguenti: -

curare, mediante comunicati stampa, l’informazione relativa alle decisioni politiche e in ordine agli atti della Giunta, del Consiglio e del Sindaco;

-

informare cittadini, gruppi e associazioni in ordine allo sviluppo delle questioni che sono state poste al Sindaco come referente dell’A.C.;

-

curare i rapporti con i giornalisti per l’informazione relativa a incontri e riunioni con i cittadini e a decisioni del Sindaco e dell’A.C.;

-

dare comunicazione in ordine alla realizzazione del programma e delle attività istituzionali che sono ala base del mandato dl Sindaco e per le materie di interesse del’Amm.ne;

-

ricerca di materiale di documentazione per la predisposizione di testi per gli interventi del Sindaco in occasione di manifestazioni e cerimonie.

Pagina 3 di 5


PRECISATO che come rilevasi dall’attestazione del Dirigente del Settore Personale, Scuola, Protocollo non vi sono figure professionali interne che possano attendere a tale attività; PRECISATO, altresì, che come chiarito dalla Corte dei Conti, Sezione per la Liguria (delibera n° 70 del 19.10.11) la spesa afferente all’incarico di portavoce non rientra nelle limitazioni dell’art. 6 del D.L. 78/10; RITENUTO dover fissare il compenso annuo lordo in €. 1.300,00 oltre IVA da liquidare in rate trimestrali posticipate a seguito di attestazioni da parte del Sindaco circa l’avvenuta regolare prestazione; VISTO il D.L. 267/00 e la Legge 150/00; VISTI i pareri favorevolmente espressi ai sensi dell’art.49 del D.Lgs. n. 267/2000 e dell’art. 51 dello Statuto, in ordine alla regolarità tecnica e contabile rispettivamente dal Dirigente responsabile del settore e dal Dirigente Settore Programmazione Economica; VISTO altresì il parere favorevole di legittimità ex art. 12 del Regolamento Controlli Interni espresso dal Segretario Generale; CON voto unanime favorevolmente espresso nei modi e forme di legge;

DELIBERA -

Di procedere, per i motivi e le considerazioni di cui in premessa, alla istituzione della figura professionale del Portavoce del Sindaco, alle dirette dipendenze del Sindaco stesso,che provvederà alla nomina intuitu personae con proprio provvedimento;

-

Di determinare in €. 1.300,00 oltre IVA se dovuta il compenso lordo mensile per l’incarico di collaborazione professionale di che trattasi che avrà durata dal giorno successivo alla nomina e fino alla scadenza del mandato del Sindaco;

-

Di precisare che l’incaricato non può, per tutta la durata del rapporto, esercitare attività in settori radiotelevisivo, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche;

-

Di prenotare la spesa presunta di €. 10.400,00 oltre IVA relativa all’anno in corso sull’apposto capitolo del redigendo bilancio, dando atto che la stessa non è frazionabile e per €. 15.600,00 oltre IVA annui sui bilanci degli esercizi successivi cap. 18/01;

-

Di approvare l’allegato schema di convenzione (sub A), recante la disciplina del rapporto. LA GIUNTA COMUNALE

Con separata votazione e all’unanimità dei voti DICHIARA la presente immediatamente esecutiva ai sensi dell’art.134 co.4 del D.Lgs. n.267/2000.

Pagina 4 di 5


IL PRESIDENTE f.to Domenico GIORGIANO L'ASSESSORE ANZIANO f.to Luciana Iuliana CAUTELA

IL SEGRETARIO f.to Pasquale INCARNATO RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

Si attesta che la presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo pretorio informatico dal_________________ e vi resterà per quindici giorni consecutivi, come previsto dall'articolo 124, comma 1 del D.Lgs. n. 267/2000 e 32 della legge 69/2009. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

F.to ________________________ ATTESTATO DI COMPIUTA PUBBLICAZIONE Si attesta che la presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo pretorio informatico dal_________________ al _________________ con il numero _____________di registro di repertorio. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

F.to __________________________ Copia conforme all’originale, in carta libera, per uso amministrativo. Dalla Casa Comunale, lì _________________________ Visto:

IL SINDACO

IL SEGRETARIO GENERALE

______________________________

___________________________

CONTROLLO SI ATTESTA Che la presente deliberazione è stata rimessa: Ai Sigg. Capigruppo consiliari, ai sensi dell’art. 125 D.Lgs 267/2000, giusta nota n. _____________ _______________;

del

Al Collegio dei Revisori (art. 170 D.Lgs.267/2000 e art. 36 Regolamento contabilità), giusta nota prot. n. ___________ del _______________ ; All’Osservatorio per i Controlli Interni, (art. 147 D.Lgs. 267/2000 e art. 13 Regolamento Controlli Interni) , giusta nota n. _____________ del _______________; _________________________________________________________________________________ L’UFFICIO DI SEGRETERIA

ESECUTIVITA' La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 co.4 D.Lgs 267/2000. Addì,

Pagina 5 di 5

F.to Il Segretario Generale


128-portavoce-sindaco