{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1


SM A RT P O R F O L IO

C o s ’ è per m e l ’arch i tet tura ? Identifico nell’archi tettura non una professione ma una passione, questa disciplina raccoglie in se le caratterische sia del mestiere che della professione. Trovo inoltre che il lavoro dell’architetto si sostanzi della volontà di donare, nel senso più alto, alla comunità degli “Spazi ” che se ben progettati arricchiscono la società stessa culturalmente e esticamente così da traghettarla nei secoli. Lo scopo ultimo dell’architettura sono del resto i suoi fruitori e la loro soddisfazione sostanzia, a mio av viso, questa professione.

ALESSANDRO P E R O SI L L O

Ult i m e E sperien ze L avorat ive :

Formaz ion e 20 0 9

2017

2019

02

I.I.S.S.

Istituto Tecnico Commerciale e Geometri Carlo alberto dalla chiesa Diploma di Geometra 94/100

Sapienza Università di Roma

Laurea Magistrale in Architettura 110/110 cum laude e dignità di pubblicazione

2016-2018

61, Piazza Grecia – 00183, Roma (RM) COMPITI SVOLTI: _Progettazione _Ricerca

2017-2019

STUDIO PROFESSIONALE ARCHITETTURA BRANCALEONE GIANLUCA 108, Via Casilina – 00183, Roma (RM)

COMPITI SVOLTI: _Disegnatore, Modellatore e Renderizzatore, _Rilievi e Restituzioni, _Progettazione, _Esperienza di cantiere

Sapienza Università di Roma

Master ETD design Enviromental Tecnological Desing in progress

NITRO GROUP DI ANTONINO SAGGIO

2 0 1 9 - .........

Fraunhofer Italia

13 A, Via Alessandro Volta– 39100, Bolzano (BZ)


C ontat t i : 328-2862821 ap.arch90@g mai l.com Vi a C asi lina 108 - R oma A less andro Perosi l lo https://w w w.ap archite c t.ar t/

O b i et t i v i :

In te re s si P e rs onali :

Cercare di tenere uniti ricerca e costruzione: due facce della stessa medaglia che si sostanziano vicendevolmente mirando al benessere dei fruitori, dell’ambiente naturale, dell’ambiente construito attraverso l’apporto dell’ information technology.

Architettura

Sport

Ristorazione

Equitazione

l ingu e :

Viag giare

Sostenibilità

_ Italiano _ Inglese

Turismo

Enologia

P rinc i pali P ro g r a m m i Ut i li zz at i :

C e rti fi cazi on i : Revit Architecture Certified Professional - 15/02/2019

REVIT

AUTO CAD

PHOTOSHOP

3DS MAX

RHINO CEROS

ILLUSTR ATOR

LUMION

GR ASSHOPPER

INDESIGN

R i c on o s ci m e n ti : International Competition for Urban Designers and Planners, Premio della Camera di Commercio di Genova Spacial Award, for dedication in economic revitalization, innovation approach, functional integration, energy and sustainability. For the project: Tragliatella, Flip a Coin for a toponimo in Rome

03


INDICE

Indice “Senza paradossi si può af fermare che l’architettura è proprio l’edilizia “più utile”, in quanto, oltre alla destinazione pratica e all’organismo tecnico, riflette l’uso psicologico e spirituale.” Bruno Zevi

04


Eco Dist r ic t Par k

La scommessa del Toponimo di Tragliatella.....................................................................................................24-29

M o bius Pavillon

Ecolo gia Arte e Scienza a Villa Borghese.........................................................................................................30-35

J u m p- it

Equitazione tra Sport, Cultura e Scienza ........................................................................................................36-39

A . R .Te .

Architecture Riabilitation Technology. Parco riabilitativo, sportivo e tecnologico................................................40-41

Ba r i Costa Sud Riqualificazione dell’aria costiera e pericostiera della Costa Sud di Bari ............................................................42-45

Ar t P r ison

Riqualificazione della Fortezza di Santa Caterina ............................................................................................46-49

CONCORSI

F l i p a Coin

PROGETTI ACCADAEMICI

Parco urbano, Distretto industr iale e Centro per l’Educazione al tema del riciclo..................................................6-23

L a r g o Magna Gr ac ia

Ci r colo Canott ie r i Rom a

Ristrutturazione edilizia su edificio adibito a scopo ludico, culturale e sportivo.................................................52-53

S a l a pe r O r todonzia

Ristrutturazione edilizia su studio dentistico....................................................... ............................................54-55

Re c i pr ocal

Plug-in Urbano per la valorizzazione degli spazi pubblici..................................................................................56-57

Gi o i osa Chape l

Plug-in Urbano per la valorizzazione degli spazi pubblici..................................................................................58-59

05

L AVO R I P RO F ES S I O N A L I

Ristrutturazione edilizia su immobile a scopo abitativo....................................................................................50-51


PROGET TI ACCADEMICI

01

EcoDistrict Park

Parco Ur b ano, D ist retto indust r i a l e e c e nt ro p e r l’ E du c a zione a l tema d el r icicl o t ra C ol l i na Fl e mi ng e Tor d i Q u into

Il p ro getto af f ronta l a g ra n d e c r i si de i r if iut i a Ro ma . V i e ne s ca r tata i m m e d i ata m e nte l ’opz i one di ince ner i m e nto, d ato i l pro bl e m a del ri f i uto speciale de ri va nte da l tratta m e nto, pe r inc enti va re l a diffe re nzi ata co m e un i ca s o l u zi o ne a l probl ema , a ssorbe ndo l o s m a l ti m e nto de l l ’ i nte ra fra zi one sec ca de lla diffe re nzi ata ca pi to l i na . I l pro getto i ndi v i dua ne lle sezi o ni di a na l i s i sto r i ca de l l a tesi l ’evol uzio ne del te m a e a na l i z za g l i a s p ett i dra m m ati c i de ll’att u a l e co nd i zi o ne ro m a na i ntre c c i a ndo tre tem at iche pr i nc i pa l i : Ri f i u ti , I nq ui na m e nto da Pol veri sott ili e Inf ra str u ttu re d i s m e s s e .

06


Anno : 2 0 1 5 - 2 0 1 7 Lu o go : Ro ma , I T Rel atore : A rch . A n to n i n o Sag g i o Pu b l i cato n e l l i b ro : Tever e C avo. U n a infrastr u ttu ra d i nu ova generazione p er rom a t ra passato e Fu tu ro_ A . Saggio, G . DeFrancesco 2 0 1 8 M enzione d ’onor e al p r em io tesi d i l au r ea New I tal ian Blo d 2 0 1 8 I l p rogetto inser ito nel l avoro d i cad d ed ra Tever e C avo è esposto nel 2 0 1 9 al l a B iennal e d i Architettu ra d i P isa . Esposizione a Cu ra d i A . Saggio, G . DeFrancesco

07


PROGET TI ACCADEMICI

Il trat tamento dei rifiu ti nell a C apitale. _ �i f i u ti , _ �n f ra str u tt u r e i n co m pl ete o di s m es s e , _ �n q u in a m ento da po l v er i s o tt i l i PM1 0 , PM 2 .5 . Dal punto di vista operativo, Eco District Park sviluppa l’impostazione strutturata dalla precedente giunta capitolina, la quale prevedeva la creazione di veri e propri Distretti inseriti all’interno della città per affrontare il tema dei rifiuti e che nella proposta di tesi avranno una importantissima declinazione dal punto di vista sociale, culturale, paesaggistico e urbano (e non soltanto con

08

A Rom a si producono 1,8 milio n i di to nnellate di rifiu ti l’anno, 1,6 kg pro-ca pi te a l gi orno. La chius ura della dis carica di Malagro tta, s epp ur nec essa ri a , ha a g gravato ulterio rmente la s ituazio ne, co mpo rtando un onere a g gi unti vo per A ma di 30.000.000€ annu i per l’es po rtazio ne d ei ri f i uti ca pi tol i ni i n a l tre o tto regio ni.


Infrastru t ture Inc omplete o dismesse In Ita l i a v i sono p iù di 60 0 0 Km di tra c c i ati fe r rov i a r i di sm essi : una fol l i a . La t ratta Valle Aure lia-V i g na C l a ra e l ’ i nte ro a ne l l o ferrov i a ri o di Rom a é una di que st i. Un’ o pe ra fa nta s m a e m b l e m a de i l avori pubbl i c i a bba ndonati a l l oro de st ino, ina u g urata pe r i m o n di a l i ‘9 0 e poi l a sc i ata i nuti i zzata . Attualm e nte la t ratta r i s ul ta i n pa r te r i str utturata da rec enti l avori ( ri funzi on alizzazion e 201 7 ) m a no n a n co ra i n atti v i tà a ca usa di numerose pol emi che.

Inquinamento da Polveri S ot tili Secondo i Dati Eures Roma è una delle capitali ch e registra il mag gio r u s o di mez zi pri vati . Non ri sul ta ec cezio nale pertanto il s uperamento delle sogl i e m a ssi m e di pol veri sotti l i stabilite dalla Co munità Eco n o mica E u ro pea . Nel 2 0 1 5 l e c entra l i di monito rag gio d ella capitale h anno registrato 6 1 gi orni con va l ori di PM1 0 ol tre il limite co ns entito .

09


PROGET TI ACCADEMICI

D iagram m a C o mp ositivo La tematica inerente la gestione dei rifiuti è controversa, soprattutto se pensiamo al complicato rapporto con la cittadinanza come dimostrano vari fenomeni sociali: su tutti ricordiamo il “not in my back yard”. La psicologia tuttavia ci suggerisce delle linee di azione. In ogni caso porre lontano dall’ambito cittadino tale tema allontana dal “controllo pubblico” le procedure di smaltimento causando una perdita di consapevolezza da parte della cittadinanza e, al contempo, una “legittimizzazione” degli imprenditori ad agire ai margini o al di fuori della legalità aprendo la strada alle associazioni malavitose. Bisogna quindi riportare i centri per la gestione dei rifiuti all’interno dell’ambito cittadino al fine di ottenere una nuova trasparenza etica e architettonica che educhi in modo permanente la comunità al riciclo. I rifiuti sono collegati all’emozione del disgusto, una delle cinque emozioni riconosciute come universali e primarie. L’emozione del disgusto obbliga chi la prova a volgere altrove il volto e a sollevarlo nel tentativo di allontanarsi dal vissuto spiacevole che la realtà disgustosa ha provocato. Da ciò deriva, con buona probabilità, la necessità di porre i centri di smaltimento lontani dalla vista e, per estensione, al di fuori dei centri urbani.

È necessario dunque un limite tanto forte quanto trasparente, capace di trasmettere sicurezza e al tempo stesso garantire la limpidità e il controllo della cittadinanza sulle operazioni svolte.

010

Spint e C ont est ua l i

D e for mazione Tet tonica

Analisi de

Se z i one de lle In terazioni del P ro get to


e i D ef lus si

Tr ac ciato E spa n si on e 1 9 6 0

Trac ciato E spa n sion e 1929

Trac ciato E spa nsione 1960

D iagr amma C omplessivo

Il progetto ipotizza di conseguenza un intervento a più strati sfruttando la chiave naturalistica come vera e propria infrastruttura per mettere a sistema 7 punti cardine in risposta alle crisi individuate:

1. La generazione di un nuovo pezzo di città ove educare la cittadinanza

Rifiuti Urbani da raccolta differenziata

al riciclo

Isole Ecologiche

Anello Ferroviario

CIRCULAR

2. Un nuovo ecodistretto connesso ad una infrastruttura ecologica e di facile utilizzo: la rete ferroviaria

3. La restituzione di un’area dimenticata e inaccessibile al sistema urbano 4. Un livello naturale che interlaccia i vari livelli fungendo al tempo stes-

Trasporto su Gomma

Nuovi Prodotti immessi sul mercato

so da filtro tra la funzione ecodistretto e il livello fruibile dal cittadino 5. L’abbattimento del PM10/PM 2.5 attraverso materiali innovativi e una

ECONOMY PROCESS

Ecodistrict Park

corretta scelta degli elementi vegetali. 6. La realizzazione di parcheggi così da favorire lo scambio intermodale con la vicina stazione di Vigna Clara

7. La gestione delle acque meteoriche

Alle fabriche la materia prima seconda diviene nuovo prodotto

Vendita e Trasporto alle fabriche

Materia Prima Seconda

011


PROGET TI ACCADEMICI

L i vel l i Sist e m i c i

I l s iste m a de lle acque ha co m e o b ietti vo, o l tre il live llo ludico e stet ico, que llo di rac co g l i ere i def lus s i idr ici de r ivant i d alla città co s ì da p o rterl i r iut ilizzare all’ inte r no de ll’ im pianto stes s o .

Vas ch e di C o nte nimento Vas ch e di Racco lta/D e pura z i o n e

I l s iste m a co n nett ivo ha lo s co po di r ia m m a g l i a re du e f ran ge nt i d e lla città o ra d iv is i att ravers o un pe rco s o che guid a l’u te nte alla s co pe r ta del m o n do de l r iciclag gio e de i r if iu t i.

Pe rco rs i Pr incipali Pe rco rs i Se co ndar i Pe rco rs o di Land A rt

I l Siste m a de l ve rde f unge d a b ar r ie ra ne i co nf ro nt i di una f unz io ne d iff icile ps ico lo gicam e nte per l a cittadinan za no nché da f ilt ro co nt ro il P M1 0 , P M 2 .5 , att rave rs o s p e cif iche e s s e nze .

C ad ucifo g l i e Se m preverdi A re e Ve rdi

012


Ac co g l i e l ’ i ntero s i s em a di Mi xi tè F unz i o na l e c he a ni m a i l Pro getto co n l o s co po di s ens i b i l i zza re e po rta re l a tem ati ca del ri c i c l o a l c entro del l a v i sta del l a co m un i tà . L a b o rato ri a rti sti c i /a rti g i a l na l i Atti v i tà Co m m erc i a l i Ed. Res i den zi a l e Pa di g l i o ni per S ta rtU P c h e uti l i z zi n o Materi a Pri m a s eco nda Pro do tta Mus eo

L’ i ntero s i stem a s i ba s a s ul ra p po rto co n l a rete ferrov i a ri a c he co ns eg na i ri f i u ti per po i rec u pera re l a m ateri a Pri m a S eco n da da es s i deri vata a l f i ne d i co m m erc i a l i z za rl a a l l e i m pres e p ro d uttri c i F l us s o Ped o n a l e F l us s o Tra s po rto L eg gero F l us s o Tra s po rto Pes a nte L i n ea d i Ca ri co S ca ri co Merc i L i n ea Tra ns i to Vel o c e

L’ i m pi a nto s i o c c up a del l a f ra z i o ne s ec ca deri va n te da l l a ra c co l ta di fferen zi ata del ri f i uto s o l i do urb a no fa c endo d el l a tra s p a renza , eti ca e a rc hi tetto ni ca i l c u o re pu l s a nte del pro getto . Tratta m ento Ind ustri a l e R i f i uti Depo s i to Materi a l e i n E ntrata Depo s i to m ateri a l e i n U s c i ta Zo na L ava g g i o Mez zi Area Rea l x Pati o Zo na Ca ri co S ca ri co Merc i L i n ea Ferrov i a ri a

013


PROGET TI ACCADEMICI

St ral ci o P l ani metric o di Approfondimento

Nasce cosi un progetto dove il livello naturale svolge un ruolo nodale raccordando due brani urbani in modo diretto: Collina Flemìng e Tor di Quinto. Al contempo i 50 metri di dislivello orografico che costituiscono il progetto permettono una corretta gestione superficiale delle acque meteoriche e l’utilizzo di diverse tipologie di essenze in grado di combattere il PM10 e il PM2.5. Nel sottosuolo si progetta un percorso ferroviario costituito da un loop che collabora con l’anello ferroviario della capitale, il quale porta i materiali di riciclo ad un impianto di smaltimento sotterraneo. Ciascun padiglione dell’impianto è dedicato ad un diverso materiale proveniente dalla frazione secca della differenziata: vetro, plastica, metalli e carta. Ai livelli superiori, in una serie di terrazzamenti successivi, si aprono spazi pavimentati e verdi che costituiscono il parco vero e proprio. Ai bordi del parco vi sono poi alcuni significativi edifici a contatto con il tessuto urbano preesistente che, essendo collegati direttamente ai padiglioni industriali, ospitano startup e funzioni legate al tema del riciclo e offrono al contempo un primo virtuoso esempio di chiusura del ciclo dei rifiuti incentivando la microeconomia locale.

014


015


016

PROGET TI ACCADEMICI


017


PROGET TI ACCADEMICI

Padiglione Industriale E semplificativo :

018


Fi l e r a del Vet ro

019


PROGET TI ACCADEMICI

Re-Start Museum

E coDist r ic t Park - Mus e o p er l a For ma z i one /In for ma z i one su l tema d el R ic icl o.

C e nt ro de l pro getto è i l “Re - S ta r t Museum”, un m use o de d i cato a l r i c i c l o e a l l o sv i l uppo del m om e nto e d ucati vo e c ul tura l e s ul te m a. L’edi f i c i o si ag gancia a i pe rco rs i e s i ste nti c he ve ngono a ssorbi ti dall’organi s m o a rc hi tetto ni co, d i ve nendo gl i a nda m e nt i e g l i sv i l u ppi d e g l i s p a zi i nte r ni . La sez i one de l m useo pe r m ette di o s s e r va re pa r te del l avoro ne gli im pi a nti s o tto sta nti , no nc hé i l tra c c i ato ferrov iario a d e s s i co l l e gato, r i s p o n de ndo i n ta l m odo ai principi di i nfo r m a z i o n e e tra s pa renza a l l a ba se de l p ro getto . D a l punto di v i sta m o r fo l ogi co, i l di se gno de l p a rco è stato ge ne rato attraverso tec niche dia g ra m m ati c he e d i g i ta l i ( s i r ima nda a l Q R co de pre s e nte s ul l e tavo l e ) c he uti l i z za no e tra sform ano le pr i nc i p a l i l i ne e di fo r za c i rco sta nti ( tessuti urbani, stra de ur b a ne , affa c c i preva l enti , atti v i tà , etc. ) in un i n s i e m e di g i a c i ture i nte gra l mente tri dim e nsio na l i c h e r i def i ni s co no l a n atura tettoni ca de l sito . Inf i ne i l i ng u a g g i e i m ate r i a l i del progetto ce rcano un n o n a uto m ati co a de g ua mento a sol u zio ni inte r na zi o na l i , m a un a stra d a a u tonom a e l ocale al tem po ste s s o .

020


Azioni C omp ositive

Frac tu r e

Settle

Flu id Con n ec tion

021


PROGET TI ACCADEMICI

P ianta P iano Terra

022

P ianta P iano P rimo


Sezione

023


PROGET TI ACCADEMICI

02

Flip a Coin

L a s c om mess a d el Top onimo d i Trag l i atel l a , R oma

Il Progetto qui rappresetanto in stralcio sintetico “scommette” sulla riqualificazione da parte dell’amministrazione del Toponimo di Tragliatella (Roma). Il quartiere è uno dei molti satelliti della capitale che, nato in seguito all’abusivismo edilizio degli anni passati, si vede ora privo persino delle opere di urbanizzione primaria e secondaria. La proposta si stuttura dunque in un intervento nei comparti previsti per l’edificazione dal piano regolatore cercando di contrastare la tendenza di forte chiusura delle proprietà dotando al contempo l’area delle infrastrutture necessarie. Le tipologie edilizie sono organizzate grazie ad una maglia regolare 3x3m risultando estremamente versatili per la costruzione prefabbricata in X-LAM. Le abitazioni tipo sono strutturate in base agli indici del piano di Tragliatella e le unità funzionali vanno in contro alle esigenze manifestate dagli abitanti e dal target previsto per il futuro.

024

Anno: 2015 L u o go : Rom a , I T P ro fe s s o re: Arc h. E l i a n a C a n gel l i C o llab o rato r i: _ Arc h. I l a r i a Pa pa ron i _ Arc h. Mi c hel e C ava l i er i D ’oro Progetto p re m i ato d a : International Competition for Urban Designers and Planners, Premio della Camera di Commercio di Genova Spacial Award, for dedication in economic revitalization, innovation approach, functional integration, energy and sustainability. For the project: Tragliatella, Flip a Coin for a toponimo in Rome


025


PROGET TI ACCADEMICI

SUOLO PUBBLIC O: Gestione delle ac que_Stral cio

LOT TI: Gestione delle ac que

Condotto di raccolta acque meteoriche Condotto di raccolta acque grigie Condotto di raccolta acque nere Condotto di raccolta acque purificate

LOT TI: M appa c oncet tuale del sistema recupero idric o

026

Sistema fitodepurativo a flusso sommerso orizzontale con Pharagmites australis

Vasche di raccolta interrate

Sistema fitodepurativo a flusso superficiale con macrofite galleggianti

Sistema di tubature di collegmento con le vasche di raccolta

Punto di erogazione


Stral cio di approfondimento pl animetric o

Tip ol o gia abitativa A

Servizi igenici Cucina / Soggiorno Camera Patronale

Camera Singola Balcone

Servizi igenici Cucina / Soggiorno Camera Patronale

Camera Singola Disimpegno Balcone

Tip ol o gia Abitativa B

027


PROGET TI ACCADEMICI

APPROFONDIMENTO : Tip ol o gia B - P ianta P iano terra

028


APPROFONDIMENTO : Tip ol o gia B - Sezione AA’

D et taglio C ostru t tivo

029


PROGET TI ACCADEMICI

03

Mobius Pavillon

E col og ic a , Ar te e S c ienza a Vi l l a B org he s e, R oma

L’idea di realizzare un allestimento temporaneo a supporto del noto museo “C.Bilotti” in Villa Borghese (Roma) è nata dalla volontà di creare una dimensione architettonica integrata fra arte e paesaggio. Bilotti è stato un imprenditore internazionale nel campo della cosmetica e da sempre appassionato collezionista d’arte. Negli ultimi anni della sua vita sente l’esigenza di rendere fruibile al pubblico la propria collezione, la quale vanta numerose opere dell’artista contemporaneo Giorgio de Chirico, pittore e scrittore italiano, nonchè principale esponente della corrente metafisica. Uno dei temi centrali della sua pittura, ma più in generale della filosofia metafisica è il concetto di infinito. Tale termine è stato ampliamente affrontato in tutta la figuratività contemporanea, ma è tramite l’incisore M.C. Escher che ha trovato forma nella celebre figura dell’otto rovesciato, sintesi simbolica del nastro di Mobius che ha guidato l’idea progettuale.

Anno: 2015 L u o go : Rom a , I T P ro fe s s o re: Arc h. Sa b r i n a Leon e Co l l a bo rato ri : _ Arc h. M i c hel e Spa n o

030


C oncep t

Claudio Bilotti

M e c e nate C o ntem porane o, do na l a s ua collezi o ne e i l Pa l a zzo B ilott i al l a co m uni tĂ .

D e Chirico

G ran parte d elle opere esp oste nel m useo ap partengono al p ittore Metafisico contem poraneo.

L’ infinito è un o degli as s u nti della Metafisica e il Nastro di Mobius Ê la rappresentazione

4 N astri di Mo b ius che s i intreccian o co mpo ngo no il Pad iglio ne

031


PROGET TI ACCADEMICI

P l animetria Generale

032


P l animetria

033


PROGET TI ACCADEMICI

P rospet to Nord-O vest

P rospet to Nord-E st

034


D et taglio C ostru t tivo At tac c o a Terra

035


PROGET TI ACCADEMICI

04

Jump- It

E quit a zione t r a Sp or t , Cu ltu r a e S ci e n z a

L’ inter vento progettuale situato a Roma, propone la riqualificazione del centro ippico S.S.Lazio rendendo tale sport un momento importante a livello contestuale. Il progetto articolandosi sulla metafora del salto cerca di ricostruire visivamente la connessione tra due lotti interrotti dal sitema viario affermado attraveso la metafora della forma il carattere dominante dell’area stessa. Composistivamente l’approccio formale cerca di porre le basi per un “gradiente di paesag gio” applicabile anche in altri contesti che trova nella “piega” il suo strumento applicativo. Due blocchi, uno di carattere “pubblico” e l’altro di carattere “privato” compongono l’ inter vento che si sviluppa in maniera liminare ai rispettivi lotti interagendo in maniera diretta con le funzioni già presenti ampliandole e migliorandole.

Anno: 2014 L u o go : Rom a , I T P ro fe s s o re: Arc h. An ton i n o Saggi o Pu b l i cato n e l l i b ro:

036

Tevere C avo. U n a i n f rast ru t t u ra d i n u ova g en era z i o n e per ro m a t ra passato e Fu t u ro _ A . Sag g i o, G . D eFra n c esco 2 0 1 8


C oncep t discendente ascendente

ricezione

discendente ascendente

ricezione

D iagramma generativo

037


PROGET TI ACCADEMICI

P ro gramma Funzionale

P rospet to Anteriore

live ll o ze ro

P rospet to Posteriore

live ll o primo

L egenda ri stora n te 45omq

038

n eg ozio 125 mq

ist it u to di ric e rc a 3 1 2 mq

atrio 280 mq

dir.mu seo 100mq

b ib l iot e c a 2 5 0 mq

b o okshop 96 mq

d ormitorio440mq

ist it u to v et e rina rio 2 2 0 mq


P l anivolumetria

039


PROGET TI ACCADEMICI

05

A.R .Te.

Arch ite c tu re R i abi l it at ion Te ch nol o g y Parco R i abi l it at ivo sp or t ivo e te c nol o g i c o

Il centro “S.Maria della Pace”, Fondazione Don Gnocchi di Roma, malgrado sia uno delle più importanti strutture medico san itarie dedicate alla riabilitazione motoria e neurologica a livello nazionale non riesce, a livello urbanistico, ad essere un punto nodale del brano urbano in cui è inserito. L’ intenzione del progetto A .R .Te. è quella di donare alla città un nuovo waterfront ubicato tra Ponte Milvio e Il Ponte Duca d’Aosta direttamente connesso al centro “S.Maria della Pace”. Qui troveranno ubicazione percorsi e istallazioni dedicati sia al benessere sia alla riabilitazione motoria, percettiva e neurologica. Attraverso la riprogettazione del waterfront verrà dunque realizzato un parco riabilitativo caratterizzato da percorsi sportivi, aree dedicate al benessere e alla sosta e chiaramente un percorso riabilitativo-sensoriale.

Anno: 2015 L u o go : Rom a , I T P ro fe s s o re: Arc h. An ton i n o Saggi o C o llab o rato r i: _ Arc h. M i c hel e Spa n o _ Arc h. Si lv i a Pr i m av era Pu b l i cato n e l l i b ro: Tevere C avo. U n a i n f rast ru t t u ra d i n u ova g en era z i o n e per ro m a t ra passato e Fu t u ro _ A . Sag g i o, G . D eFra n c esco 2 0 1 8

040


041


BANDI CONCORSI E CONCONCORSI E BANDI

06

Bari Costa Sud R iqu a l if ic a zione d el l’are a c ost ier a e p e r i c o st i e ra del l a C ost a Su d d i B ar i A n n o: 2018 Tip o : C on c orso di Idee L u ogo: Ba ri C osta Su d, Ba ri (IT) Tea m di Progetto arch. : C.l.e.o. arch.: Brancaleone Gianluca, Carnelutt i Viola, Perosillo Alessandro, S pano Michele. Cof f ice : Colarossi F rancesco, S aracino Luisa, Enrique Fernandez, Giulia Maugliani, Claudia Calabretta. E sito : O t tav i C l assif icati su 35.

L’area o g getto di studio interessa un ampio brano di città nella zona sud-est di Bari, la quale include il quartiere Japigia e la nuova espansione periferica, aree immerse in un vasto paesag gio naturale, caratterizzato dalla presenza di un lungo tratto di costa, di due importanti corridoi ecologici e di un interessante paesag gio agricolo. Tali paesag gi però vivono attualmente isolati gli uni dagli altri, a causa dell’assenza di connessioni e di una scarsa accessibilità dell’ intero ambito.

042


MobilitĂ C icl o-ped onale

Trasporto Pub b l i co Percosi C i c lo-Ped on a l i Pr i n c i pa l i Percosi C i c lo-Ped on a l i Secon da r i Li n ea Fer rovi a r i a

MobilitĂ C arrabile

Boul eva r d Ur ba n o Assi Pr i n c i pa l i Assi Secon da r i Asse Scor r i m en to Veloc e

Sistema del Verde

Spi aggi a Pub b l i c a

Pa rco Agr i colo

Pa rco Costi ero

Ver d e R esi d en zi a l e

Pa rco B osc hi vo

Pa rco Sporti vo

043


BANDI CONCORSI E CONCONCORSI E BANDI

Questo ha causato un grave impoverimento in termini di qualità della vita, al punto che i fruitori non riescono a godere de l potenziale paesag gistico dell’area. Il progetto proposto cerca di operare una trasformazione attraverso due scale di intervento: ad una scala vasta si pone l’obiettivo principale di eliminare i limiti fisici che sino ad og gi hanno impedito la percorribilità negli ambiti paesag gistici esistenti al fine di generare una fluida accessibilità. In tale ottica attraveso singoli progetti stategici si mira ad introdurre nei singoli ambiti elementi di spiccata qualità urbana con particolare attenzione allo spazio pubblico.

Co r r i do i o Eco lo g i co “ L ama Vale n zan o ”

044


Pi a zze e Servi zi d el l a C i ty e d el l e Ma rgi n atur e

Parco Cost i e ro 15 ha

Corrid oio Ecolog ico “ L ama San Giorg io ”

045


BANDI CONCORSI E CONCONCORSI E BANDI

07

Art Prison

R iqu a l if ic a zione d el l a For te zza d i S ant a C ate r i na

A n n o: 2018 Tip o : C on c orso di Idee L u ogo: Fav ig na na (IT) P ro gettisti arch. : Ale ssa n dro P ero sil l o, Michel e Spa n o, Ga brie l e Sta nc ato, Silv ia P rimav era , Sel en ia M a rin el l i. E sito :

//

YAC, Young Architects Competitions, in collaborazione con il comune di Favignana, lancia il concorso di architettura Art Prison, che ha come obiettivo la progettazione di un museo d’arte contemporanea sull’ isola di Favignana, all’ interno della Fortezza di Santa Caterina, prigione abbandonata da oltre un secolo che domina un promontorio dell’ isola. L’ idea alla base del concorso è quella di approfittare del formidabile paesag gio per riconsegnare il Forte alla collettività e trasformarlo.

046


Atelier tip o per Artista

047


BANDI CONCORSI E CONCONCORSI E BANDI

R ecep tion Perseguendo l’obiettivo di trasformare la fortezza in uno dei più sug gestivi c entri d’arte contemporanea del Mediterraneo il progetto risponde al concorso con un luogo di incontro, cultura e ricerca creativa, nel quale gli artisti possano ritirarsi e godere di un contesto inviolato. Il tutto prende forma attraverso una rifunzionalizzazione del Rudere ricavando al suo interno le funzioni necessarie ad alcune suite per guest e/o acquirenti ed alla galleria artistica. All’esterno lungo il crimale un grappolo di Atelier ha il compito di fonire rifugio e alcova agli artisti durante il processo creativo. Lo sforzo verso cui il progetto protende è il più completo rispetto del paesag gio operantdo in mi mesi con esso.

C amera

C amera

048

P l animetria L ivell o Ingresso


049


PROGET CONCORSI TI PROFESSIONALI E BANDI

08 Largo Magna Grecia R ist r uttu r a zione E d i l izi a su im mobi l e a s c op o abit at ivo

Anno: 2018 Luogo: L a rg o M ag na Grecia 3, Roma , IT Com m ittente : Sig . Gia n paol o Bei Progettista : C.l .e.o. a rch. di Gia n lu ca Bra nc a l e one & C a rne lu t t i Viol a Collaboratori : A rch. Al essa n dro P ero sill o, Arc h . Mic h e l e Spa no Stato : l avori in c on clu sion e

L’ i m m o b i l e a bi tato da l l a Fa m i gl i a Bei , da a l c une gege ra zi o ne ha b e nef i c i ato d i un ri a mmorderna m ento de g l i a m bi e nti i nte r ni p ro gettato attraverso i l connu bi o di ca no ni e steti c i e m ateri c i con una pa rti col a re atte n zi o ne a l l ’ i nc i de nza dei costi . I co m pi ti svo l ti a l l ’ i nte r no del l o spec i f i co i ntevento da l ca ndi tato s pa z i a no da l l ’assi stenza a l l a progetta zi o ne , attrave rs a no l ’e l a bo ra zi one graf i ca bi -tri di m e nzi o n e s i no a l l ’a s s i ste n za del di rettore dei l a vo r i a rc h. G i a n l u ca B ra nca l e one.

050

P l a n i m etria di pro g et to


051


PROGET CONCORSI TI PROFESSIONALI E BANDI

09 Circolo Canottieri Roma

P l a n i m etria di pro g et to

R ist r uttu r a zione E d i l izi a su e d if i c i o a d ibito a s c op o Lu d ic o- Cu ltu r a l e-Sp or t ivo. Anno: 2018 Luogo: Lu n g otev ere Fl a m in io 39, Roma , I T Com m ittente : C irc ol o C a n ot tieri Roma Progettista : C.l .e.o. a rch. di Gia n lu ca Bra nc a l e one & C a rne lu t t i Viol a Collaboratori : A rch. Al essa n dro P ero sill o, Arc h . Mic h e l e Spa no Stato : in pro g ress

I l pro getto re datto, r i s p o n dendo a l l e esi geze del c l i e nte , pro po ne l ’a m p l i a m ento del l oca l e pa l estra e l a co n s e g ue nte r i pro getta zi one e ri l oca z i one de l l ’attu a l e ba nco ne B a r ve rs o l ’a m bi to l udi co del l a pi s c i na . I l b a r attua l m e nte consegnato ri sul ta gi à f r ui to e o pe rati vo ( fo to a c ca nto) , i n fa se di a l l esti m e nto r i s ul ta i nve c e i l ca nti ere per l ’a mpl i a m ento de l l a pa l e stra I co m pi ti svo l ti a l l ’ i nte r n o del l o spec i f i co i nter vento d a l ca nd i tato s pa z i a no dal l ’a ssi stenza a l l a progetta zi o ne a l l ’e l a bo ra zi o ne graf i ca bi -tri di m enz i ona l e .

052

Foto rea l i z z a z i on e Ba r


053


PROGET CONCORSI TI PROFESSIONALI E BANDI

10 Sala per Ortodonsia R ist r uttu r a zione E d i l izi a su stu d i o d e nt ist i c o

Anno: 2018 Luogo: Roma , IT Com m ittente : D ot t. M a rcel l o Brig l ia Progettista : C.l .e.o. a rch. di Gia n lu ca Bra nc a l e one & C a rne lu t t i Viol a Collaboratori : A rch. Al essa n dro P ero sill o Stato : sospeso

I l pro getto re datto, r i s p o n dendo a l l e esi geze del c l i e nte , pro po ne l a r i str utt ura zi one del l o studi o de nti sti co attrave rs o l ’ i ntro duz i one di una nuova s a l a o ndo to i atr i ca no nc hè i l ri a m m oderna mento de l l a s a l a d’atte s a . I co m pi ti svo l ti a l l ’ i nte r n o del l o spec i f i co i nter vento d a l ca nd i tato s pa z i a no dal l ’a ssi stenza a l l a progetta zi o ne a l l ’e l a bo ra zi o ne graf i ca bi -tri di m enz i ona l e .

054

P l a n i m etria di pro g et to


055


PROGET CONCORSI TI PROFESSIONALI E BANDI

11 Reciprocal

Plu g -in u r b ano p er l a va l or izza z i one d e g l i sp a z i pubbl i c i.

Anno: 2016 - 2017 Luogo: Gioiosa M a rea , Sicil ia , v ersion e 1 . 0 Luogo: Ron cig l ion e, P rov in cia di Viterd o, v e rsione 2 . 0 Com m ittente : C omu n e Gioio sa M a rea , Sic il ia Com m ittente : Cu b o Festiva l , Ron cig l ione Progettisti NITROGROUP di Antonino Sag gi o cost i t u i to d a a rc h . : A l essa n dro P ero sil l o, Michel e Spa n o, Ga b rie l e Sta nc ato, M at t e o Ba l dissa ra , Dav ide Mot ta , Va l erio P erna , Antonino Sag g io, Silv ia P rimav era , M a nu el a Seu . Stato : rea l izz ato

I l p ro getto s i pro po ne co m e pl ug-i n urba no per l a va l o r i zza z i o ne di s pa z i pubb li c i : una struttura tempo ra ne a e s m o nta bi l e , co str uti ta gra z i e a i tubl a ri pvc di s ca r to d e i ca nti e r i , c he mi ni m i z za gl i sprec hi i n o tti ca s o ste ni bi l e . C o str utti va m e nte i l p ro getto sf rutta i l pri nc i pi o del l a “Re c i pro ca ”, g i à studi ata da Leona rdo Da V i nc i . Il s i ste m a a u to po r ta nte h a trovato pi ena espressi one g ra z i e a d u na s u pe r f i c i e m i ni m a generata sem pl i c e m e nte co n Ka n ga ro o . I l s econdo step mol to pi ù co m pl e s s o ge sti s c e i nd i v i dua l mente i si ngol i tronco ni c he ge n e ra no l a str uttura estra pol a ndo a nc he i s i ngo l i punti d i i nte rs ez i o ne di ogni si ngol a a sta co n l e a l tre .

056


057


PROGET CONCORSI TI PROFESSIONALI E BANDI

12 Gioiosa Chapel

Plu g -in u r b ano p er l a va l or izza z i one d e g l i sp a z i pubbl i c i.

Anno: 2018 Luogo: Gioiosa M a rea , Sicil ia , Com m ittente : C omu n e Gioio sa M a rea , Sic il ia Progettisti NITROGROUP di Antonino Sag gi o cost i t u i to d a a rc h . : A l essa n dro P ero sil l o, Michel e Spa n o, Ga b rie l e Sta nc ato, M at t e o Ba l dissa ra , Dav ide Mot ta , Va l erio P erna , Antonino Sag g io, Silv ia P rimav era , M a nu el a Seu . Stato : rea l izz ato

L a str uttura , pa r te i nte g ra nte del numero m onogra f i co de l l a r i v i sta O n/O ff da l ti tol o #Roof, si i spi ra a l l a r i c e rca d i Yo na Fr i e d m a n sul l ’a rc hi tettura a uto co str u i ta c he deve i s uo i natal i a l l e strutture popol a r i pr i m o rdi a l i . L a co m po s i z i o n e d e l l a str utt ura di pende da l l ’uni one d i a n e l l i di s po sti i n s o l i di pl atoni c i progressi va m e nte pi ù co m pl e s s i . L’ i ntrec c i o del l e f i gure c i rco l a r i ra s s e m b ra pe r aff i ni tà vel ata mente i si stem i bi za nti ni , co m e a nc he l e str utture dei gusc i del l e c re ature m a r i n e qua l i ra d i o la ri e o di atomee. Cosi da l l a c upo l a a l l e c re atu re m a ri ne si c hi ude un c erc hi o m etafo r i co c he ra c co g l i e i n a duna nza una com un i tà c he po ne l e s u e ra di ci nel m a re.

058


059

Profile for Alessandro Perosillo

Alessandro Perosillo | Architecture Portfolio  

Advertisement