Page 1

P O R T F O L I O alessandro c a r d e l l i n i a r c h i t e t t o


INDEX RESUME

4

SELECTED WORKS

12

CONCORSI

38

FOTOGRAFIE

44


CURRICULUM VITAE Alessandro Cardellini Architect - Bim specialist via G. Galilei 39 - 61025 Montelabbate ( PU ) - Italy

contatti

alessandro.carde01@gmail.com +39 320 17 36 856 alessandro.carde https://it.linkedin.com/pub/alessandro-cardellini/94/a51/bb8

su di me Mi sono laureato con il massimo dei voti presso il Dipartimento di Architettura di Ferrara “B.Rossetti” con una tesi sulla riqualificazione della ex colonia marina C.Ciano a Milano Marittima come sistema turistico polivalente. Ho passato un anno di studio a Graz, in Austria, facendo parte del programma Erasmus, alla Technische Universitaet di Graz seguendo i corsi dei prof arch. R.Riewe e K. Loenhart. Durante i miei studi sono stato assistente presso il Laboratorio di Progettazione Architettonica 2 e Rilievo dell’Architettura.Una volta conseguita la laurea,ho collaborato come assistente alla didattica al Laboratorio di Costruzione 1 C dall’A.A. 2014-’15 al 2017-’18. Ho lavorato a Ferrara e Pesaro. Attualmente risiedo e lavoro a Bologna.

motivazioni Ho studiato architettura perchè credo che un buon progetto possa portare una migliore visione di uno spazio e migliorare quindi l’abitabilità e l’interesse di chi lo vive. Credo nella qualità dell’architettura, dalla composizione alla materia fino alle scelte più minute ;vorrei migliorare le mie abilità e conoscenze in modo da poter diventare un buon architetto. Sono molto interessato per tutto ciò che concerne la riprogettazione di spazi in disuso, abbandonati o semplicemente da riqualificare.Adoro le sfide e muovermi in ambiti a me ancora ignoti e sono molto interessato a tutto ciò che, fuori dall’architettura, in ogni modo, ne fa parte.

4


esperienza professionale Mar 17 - oggi

Architetto collaboratore presso lo studio Main - management e ingegneria di Bologna con funzione di responsabile qualitativo del progetto, progettazione d’interni e Bim Specialist e Bim Manager. - Redazione e produzione di schede per gare pubbliche di ingegneria e architettura - Bim specialist per la progettazione definitiva e esecutiva dell’ampliamento dell’Ospedale di Udine; - Modellazione 3D e grafica per l’ampliamento dell’Ospedale di Arezzo; - Progettazione preliminare, modellazione 3D e Render, grafica per l’Ospedale della Garfagnana; - Assistente alla progettazione preliminare, definitiva e esecutiva; modellazione 3D e render per il nuovo Polo Oncologico dell’Ospedale Maggiore di Parma; - progettazione esecutiva per 3 sale operatorie all’Ospedale Cattinara di Trieste; - progettazione preliminare per un nuovo studentato in via Irnerio, Bologna.

Ott - Dic 2016

Architetto collaboratore presso lo studio D+D Group di T.Zanini e A.Faccioli, a Bologna - elaborati grafici per disegni esecutivi per negozio di Victoria’s Secret a Firenze; - progettazione preliminare per nuovo store Champions a Londra ; - progetti preliminari per negozi di articoli sportivi in centri commerciali a Firenze,Bergamo e Roma per Game 7 Athletics - piano di evacuazione antiincendio per negozio OVS a Ferrara - elaborati grafici e modellazione 3D

A.A. 2017-2018 A.A. 2016-2017 A.A. 2015-2016 A.A. 2014-2015

Assistente alla didattica al laboratorio di Costruzione 1c, Dipartimento di Architettura, Universita degli studi di Ferrara presso la prof. phd. arch. P. Boarin e successivamente presso la prof. phd. Arch. V. Modugno.

Feb-Sett 2016

Architetto per l’agenzia di rappresentanza Kalimera snc a Pesaro come Architetto responsabile di progetti di Interior Design e allestimento mostre/showroom.

- modellazione elementi d’arredo - progettazione area giorno per appartamenti privati a Pesaro. - co-responsabile area contract per edifici residenziali - progettazione preliminare e definitiva di cucine per ville in Russia, Cipro e E.A.U. - progettazione prelimanare per villa a Dubai - progettazione element di design per soluzioni d’arredo

5


Mag 2016

Curatore, in collaborazione con l’associazione Miscela, del Workshop di Riqualificazione Urbana tenutosi a Pesaro il 14/15 Maggio 2016.

Gen- Mag 2015

Interior Designer per Stilema srl, Pesaro;

Ott - Dic 2014

- modellazione 3D di elementi di design - responsabile area contract per il medio-oriente - responsabile e curatore Showroom aziendale - progettazione preliminare e definitiva per Ville in Arabia e Dubai - elaborati grafici e render - progettazione di soluzioni di arredo per contract di Hospitality e residenze

Collaborazione con lo studio Dare-architettura, Ferrara, Italy

Sett 2014

- rilievo architettonico di edilizia storica per proposte progettuali di ristrutturazione - partecipazione al “concorso internazionale di idee per il parco del colle Bellaria e Antenna/Landmark, promosso dal comune di Salerno e New Italian Blood.

Collaborazione con lo studio Ciclostile Architettura, Bologna, Italy

- partecipazione al concorso per un Visitor Centre a Naturno ( BZ )

Apr - Lug 2014

Tirocinio professionale presso Diverserighe studio, Bologna, Italy. - elaborati grafici, modellazione tridimensionale e render; - elaborati grafici per lottizzazione terreni in San Pietro in Casale; - progetto preliminare per Robot Festival 07;

Giu 2013

Collaborazione con Miroarchitetti, Bologna, Italy

- Partecipazione al concorso EUROPAN 12 con un progetto per la riqualificazione della piazza principale di Gjlian in Kosovo;

Febr- Mar 2013

Curatore dell’esposizione “Lo Stato dell’Arte ” del Dipartimento di Architettura presso PalazzoTassoni, Ferrara,

Febr- Giu 2013

Assistente alla didattica al Laboratorio di Progettazione 2, Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara, prof. arch. R. Pedrazzoli

Lug - Ago 2011

Collaborazione con Contract d’Autore studio, Pesaro, Italy.

6


altre esperienze 2007 - 2011

Animatore turistico per Pesaro Village srl. , Pesaro, Italy

Giu 2006 - 2017

Pasticcere per l’azienda di famiglia Pasticceria Danilo, Pesaro, Italy

2013

“Case Lab 08”, TU GRAZ, Graz,2013

pubblicazioni

“Living Tomorrow”, X-Change, Vienna,2013 “Campus Scientifico e Tecnologico E.Mattei : proposte per la riqualificazione architettonica e ambientale”, EDICOM Edizioni,,2013

istruzione 2017 2015 2015 2014 2013 2011-2012 2008

Corso di specializzazione Revit-Autodesk : livello Avanzato Master in Interior Design presso IDI - Milano Abilitazione alla professione di architetto, iscritto all’albo degli Architetti di PU, n°768 Laurea magistrale in Architettura presso Università degli studi di Ferrara ( 110 / 110 ) R.E.S.E.T. , Energy efficient system Workshop per il centro ricerche ex-Sogesta, Urbino Living Tomorrow, Architecture Design Workshop in Galata, Istanbul Borsa di studio Erasmus a Graz, Austria della durata di 10 mesi Iscrizione al Dipartimento di Architettura “B. Rossetti” , Università di Ferrara

2008

Diploma di licenza media superiore presso Liceo Scientifico “G.Marconi” di Pesaro

ITALIANO madrelingua INGLESE B2 (intermedio avanzato ) TEDESCO B1 ( Intermedio )

lingue

soft skills adattabilità ottima organizzazione e gestione del lavoro ottimo lavoratore singolo e anche in team aperto di mente buone doti comunicative capacità nel risolvere problemi forti doti di apprendimento interessato e adatto anche per ricerche veloce esecutore capace di lavorare con tempi stretti e sotto pressione

7


2017

concorsi

Vincitore, in collaborazione con Main management e ingegneria,della progettazione definitiva e esecutiva per il nuovo padiglione dell’Ospedale di Cuore di Massa; Vincitore, in collaborazione con Main management e ingegneria,della progettazione definitiva e esecutiva per un nuovo ingresso per l’Ospedale di Terni;

Vincitore, in collaborazione con Main management e ingegneria, per la progettazione definitiva e esecutiva nel nuovo Polo Oncologico dell’ospedale Maggiore di Parma; Febr 2014

Tesi premiata con il 2° posto al concorso “Università e Sostenibilità” promosso dall’Università degli studi di Ferrarra

Mag 2013

Finalista al concorso “Vision 20.20” con il progetto “Painted Carpets”

partecipazioni 2015 2014 2013 2013 2013 2012

NY Sky Condo, Naturno visitor centre competition, in collaborazione con Ciclostile Architettursa Domus competition for Barragan temporary pavillion, YAC Smart Harbour Europan 12, in collaborazione con Miro Architetti Lagi 2012, Concorso internazionale all’interno del II semestre presso la TU GRAZ

Computer Skills Design Autocad Vectorworks 3D Revit Sketchup Allplan Rhinoceros Grasshopper Archicad Render

8

Cinema 4D 3D studio max

Office Adobe

Word Powerpoint Excel Photoshop Illustrator Indesign


9


10


11


SELECTED WORKS

12


NUOVO PADIGLIONE ONCOLOGICO INTEGRATO

14

AMPLIAMENTO OSPEDALE DI UDINE

18

AMPLIAMENTO NUOVO BLOCCO OPERATORIO

22

FLAGSHIP STORE PER CHAMPIONS

24

NUOVO STORE PER GAME 7 ATHLETICS

26

NUOVO STORE PER VICTORIA’S SECRET

30

TESI DI LAUREA

32

13


NUOVO PADIGLIONE ONCOLOGICO INTEGRATO Ospedale Maggiore di Parma - 2017 / 2018

ruolo : assistente alla progettazione preliminare - definitivo - esecutivo, bim specialist e render in collaborazione con : Main srl Stato di progetto : Vincitore gara d’appalto pubblica In realizzazione

La strategia che ha mosso l’AOUP verso la realizzazione del nuovo Centro Oncologico di Parma è stata quella di ottimizzare il percorso all’interno dell’area ospedaliera cittadina convogliando tutte le esigenze del paziente in un’unica, nuova, funzionale struttura. L’edificio sorgerà come braccio della Torre delle Medicine, ingresso principale al reticolo dei padiglioni ospedalieri: si tratta di uno stabile di 5 livelli fuori terra e un seminterrato con zona bunker per le macchine LINAC e centrale tecnica. All’interno della struttura sono presenti il reparto di Radioterapia con i suoi ambulatori e trattamenti e il reparto di Oncologia, con diagnosi, trattamenti e stanze per la lungo-degenza.

14


15


L’analisi dei flussi è stato oggetti di studi approfonditi da parte dello studio e della AOUP : la soluzione più funzionale ed efficiente è stata quella di creare un piano di ingresso “più pubblico”, dove sono presenti portineria, sala polivalente e spazio per le associazioni legate al tema del trattamento oncologico nelle sue varie forme. Da questo livello l’area per il trattamento radioterapico e ambulatoriale è stata ubicata nei piani 0 e -1, mentre la prevalenza dell’area oncologica è stata spostata ai piani +2,+3,+4; la connessione trasversale tra i vari piani è garantita da elevatori composti da 4 montalettighe e 2 ascensori, in aggiunta alle 2 rampe di scale posizionate agli angoli opposti della pianta dell’edificio. Formalmente l’edificio si distacca con gentilezza dalla Torre delle Medicine, risultando compositivamente in armonia sebbene l’utilizzo di una doppoa pelle , metallica nei piani fuori terra, ceramica nei primi due livelli.

16


17


AMPLIAMENTO OSPEDALE di UDINE

Ospedale S.Maria della Misericordia ( UD ) - 2017 / 2018 ruolo : progettazione definitiva, esecutiva e bim specialist e manager in collaborazione con : Main srl , Studio Amati Architetti, Studio Ferrari-Brocajoli, Deerns, Studio Thema Stato di progetto : in corso di validazione

Il progetto per l’ampliamento dell’Ospedale di Udine è stata una sfida sin dall’inizio: si tratta di una nuova serie di padiglioni sviluppati su una media di 5 livelli ognuno per un totale complessivo di circa 65’000 mq. Responsabilità mia e dei miei colleghi è stata quella di progettare correttamente tutto ciò che concerne gli interni e le funzioni specialistiche della struttura, riusciendo a integrare ed adattare il progetto alle modifiche da parte degli strutturisti, impiantisti e antincendio. L’intero progetto è stato gestito interamente su Revit, modellando ogni singolo elemento e sfruttando l’opportunità di gestione del modello 3d attraverso il cloud lavorando simultaneamente su singole entità “locali”.

Prospetto Sud

Prospetto Ovest

Attualmente il progetto è in fase di validazione da parte delle entità competenti. Prospetto Nord

18


Vista assonometrica dell’intero progetto

19


Planimetria distributivo funzionale piano tipo

20


Sezione assonometrica sui padiglioni D3 - D5 - D7

21


AMPLIAMENTO BLOCCO OPERATORIO

Ospedale S.Croce di Castelnuovo di Garfagnana ( LU ) - 2018 ruolo : progettazione preliminare, definitiva e modellazione 3d in collaborazione con : Main srl Stato di progetto : Vincitore della gara pubblica di appalto Progetto esecutivo in fase di realizzazione

Il progetto per il nuovo Blocco Operatorio dell’Ospedale di Castelnuovo di Garfagnana rappresenta è emblema di un’ambizione e di una volontà di cambiamento, da parte della committenza, e di aggiornamento dell’architettura del complesso ospedaliero in un linguaggio più contemporaneo. Considerata la sua estensione e sviluppo, al fine di mantenere sempre attivi i servizi dell’ospedale, il progetto è stato articolato in due fasi : la prima prevede la realizzazione del nuovo volume al piano +1 del padiglione 7, la realizzazione di nuovi elevatori e la rifunzionalizzazione degli spazi interni secondo un percorso più ottimale e adeguato; la seconda prevedeva invece il ridisegno del parcheggio antistante e la creazione di una nuova sosta auto con l’inserimento finale della nuova pensilina d’ingresso. Esplos assonometrico con funzioni - FASE 2

22


Render nuova entrata dell’ospedale

23


FLAGSHIP STORE per CHAMPIONS Brewery street / London - 2017

ruolo : progettazione preliminare, modellazione 3d in collaborazione con : D+d group Stato di progetto : realizzato

In questo progetto, realizzato in collaborazione con lo studio D+d Group di Bologna, ho preso parte nella fase iniziale di stesura del concept : l’idea di partenza era quella di creare uno spazio interno cercando di valorizzare la peculiarità del soffitto, uscire dagli schemi ( ormai canonici ) dello stile Urban per vendere prodotti sportivi e ricercare qualcosa di più ricercato, più proiettato verso il futuro. In questa ricerca, la scelta di creare una parete attrezzata continua, fluida, dove le varie mensole e appendiabiti sono parte stessa della forma, creando un immagine di integrazione tra teca e prodotto esposto, e una visione molto più fluida, dinamica e sicuramente interessante dello spazio interno al piccolo negozio.

Vista generale dell’ambietne ( sopra ) vista Cash desk ( sotto )

24


Vista area camerini ( sopra ) Vista prospettica interno (sotto )

25


NUOVO STORE per GAME 7 ATHLETICS Centro commerciale Orio al Serio ( BG ) - 2016

ruolo : progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, modellazione 3D e render in collaborazione con : D+d group ( Arch. A. Faccioli, T. Zanini; ing. T. Cavazza ) Stato di progetto : realizzato

Questo progetto, realizzato sempre in collaborazione con D+d group, è stato seguito sin dal suo sviluppo come concept e idea, con le diverse e diversificate proposte iniziali, fino alla stesura dei dettagli per la fase esecutiva. Il re-styling del brand, partendo dal suo logo scritto in lettere scatolari all’ingresso, è stato enfatizzato creando un ambiente urbano, mediante l’utilizzo di pochi e semplici materiali, quali cemento, metallo e legno. L’utilizzo delle luci enfatizza i percorsi che potrebbero risultare dispersivi in un ambiente così ampio : 4 elementi strallati posti al centro dell’ambiente creano delle enclave specifiche per la vendita e la prova di determinati prodotti, diventatndo vetrine all’interno del negozio stesso.

foto in alto : sezioni di progetto in basso : vista dell’ingresso all’interno del C.C.

26


planimetria di progetto

particolare delle grafica nel locale camerini

27


Oggetti di particolare attenzione e studio ad hoc sono state le pareti per l’esposizione delle scarpe : all’interno del negozio sono presenti 4 tipi diverse di pareti per questo fine, con disposizione e scelta materica del materiale a seconda dell’uso e per esaltare il fine del prodotto stesso. Nell’esempio specifico qui a lato, sono state realizzati, su una una struttura a griglia lignea, dei box aggettanti dotati di illuminazione nella parte sottostante, al fine di non far perdere visibilità alla scarpa sottostante; con lo stesso fine, lo schienale del prodotto “sul box” è bianco e tende a metterlo in primo piano rispetto agli altri, facilitandone la visione rispetto all’insieme.

foto in alto : freestanding disegnati ad hoc in basso : esposizione sul retro di una delle enclave espositive centrali

28


particolar ( sopra e sotto ) con le differenti tipologie espositive e grafica murale specifica per il reparto

parete scarpe dedicata al basket con espositori metallici in ferro naturale e lamiera stirata vista sopraelevata di una porzione del negozio

29


NUOVO STORE per VICTORIA’S SECRET via dei calzaiuoli, 102 ( FI ) - 2016 ruolo : progettazione esecutiva in collaborazione con : D+d group ( arch. Anna Faccioli, Tommaso Zanini, Daniela dell’Unto ) Stato di progetto : realizzato

Primo progetto realizzato collaborazione con D+d group.

in

Da un definitivo approvato dalla committenza, siamo passati in tempi brevi ad un esecutivo curato nel più piccolo dettaglio, ridando luce e importanza ad un ambiente precedente adibito a mensa locale su uno dei principali assi di Firenze. Il progetto, sebbene con qualche difficoltà, si inserisce con precisione millimetrica negli spazi studiati e disegnati ad hoc ; nonostante l’ingente quantità del colore nero, l’uso corretto delle luci e i materiali riflettenti delle finiture permettono una corretta visualizzazione del prodotto.

foto in alto : vista delle vetrine da via dei Calzaiuoli. in basso : vista della sala centrale.

30


vista dell’interno verso via dei Calzaiouli (sopra) vista dell’ingresso con desk casse sullo sfondo (sotto)

31


IN-SITE | OUTSIDE - progetto di riqualificazione per l’ex colonia marina C.Ciano di Milano Marittima ( 2014 ) Tesi di Laurea Magistrale - 110 / 110 - 2° posto premio “Università e Sostenibilità” Laurendo : Alessandro Cardellini relatore : Arch. A. Stella | Correlatori : M. Mulazzani, Arch. L. Gabrielli. Vincitore 2° premio “Università e Sostenibilità” promosso dall’ Università degli Studi di Ferrara.

Crescere nella Riviera significa entrare in contatto non solo con un ambiente differente rispetto a tante altre realtà ma anche avere come sfondo paesaggistico la presenza di simboli iconici di un antico e lontano periodo utopico. Lo scopo di questa tesi vuole essere la capacità di realizzare un sistema polifunzionale che si potesse inserire in realtà urbane consolidate e, allo stesso tempo, potesse completare l’offerta turistica , promuovendo fini artisticie culturali, senza essere un ingente spesa economica ma un elemente attrattivo nel mercato per gli investitori. L’oggetto di questo studio è stata la ex colonia marina “C.Ciano” ( più nota come colonia “Varese” ) a Milano Marittima, abbandonata dal 1943 e attualmente in un pessimo stato di abbandono, nonostante negli anni ‘50 una compagnia locale tentò di ristrutturare il corpo centrale con volume e funzioni similari , poichè distrutto dai tedeschi durante la Guerra.

32


33


la proposta include un museo che funziona come un enorme, temporaneo e interattivo “ufficio di informazione turistica”, una discoteca, un ostello e un auditorium. Tutto il progetto funziona attraverso un sistema “step by step”: le attività e le funzioni, insieme alle loro funzioni e spazi, seguono la guida di un autofinanziamento. Cominciando per primo dalla discoteca, non appena sarà raggiunto il break even point, partirà la funzione ostello come step 2 che, in sinergia con la discoteca creerà un’offerta totalmente diversa e molto attrattiva soprattutto per la popolazione più giovane.Ristorante, Auditorium e spazio espositivo seguiranno non appena

34


35


raggiunto il b.e.p. della funzione precedente. Alla fine del contratto ( di cessione trentennale) l’investitore sceglierà quale di queste funzioni tenere. Ognuna di esse è stata studiata in modo da raggiungere il b.e.p. il prima possibile. Il programma funzionale dell’oggetto di tesi è stato frutto di un’attenta analisi delle condizioni di mercato locali e territoriali : lo scopo principale era quello di offrire un servizio nuovo e integrativo alla proposta locale. Attività consolidate che entrassero in sinergia con altre all’interno di un unico contenitore, portando il visitatore ad una nuova visione spaziale del fabbricato ed ad una nuova esperienza visiva, attraverso la promozione e riscoperta del territorio, un nuovo punto di vista panoramico della Riviera, e una nuova area per lo spettacolo o la musica sinfonica all’interno dello spazio auditorium. Il corpo di fabbrica centrale, attualmente in uno stato avanzato di degrado, verrà da progetto demolito e ricostruito in sagoma, partendo però dal sedime originario della pilastrata la quale verrà semplicemente aumentata su entrambi gli archi di circonferenza, alleggerendo considerevolmente il volume e donando armonia e rigore all’interno dell’opera razionalista. Funzionalmente parlando, lo scopo di questo enorme volume rimarrà lo stesso di quello originale degli anni 30, cioè un collegamento interpiano . La differenza sostanziale sarà nella rampa ( non più leonardesca ) e dall’intenzione del visitatore : quest’ultimo non sarà più infatti votato ad essere visto dall’esterno in ambito cerimoniale, ma bensi, attraverso i molteplici punti di vista su più altezze, tenderà a invertire il senso di vista, cioè guardando dall’interno verso

36


37


CONCORSI ( DUE CONCORSI SELEZIONATI : BETZ, IN COLLABORAZIONE CON CICLOSTILE ARCHITETTURA E EUROPAN 12, IN COLLABORAZIONE CON MIRO ARCHITETTI

38


39


BETZ : BEsuchte Tessengruppe Zentrum ( 2014 )

concorso di progettazione per il centro visite del gruppo Tessa a Naturno ( BZ ) ruolo : progettazione architettonica e grafica partecipazione con Ciclostile Architettura e arch. Marco Spinelli Partecipazione

il progetto inizia con la volontà di creare un elemento iconico, forte e decisivo, partendo da archetipo dell’edificio dell’area alpina : il fienile. Questa scelta non dipende solo dal legame storico-architettonico con il paesaggio e la popolazione, ma anche perchè nella sua struttura e composizione sussistono molte risposte alle domande progettuali del nostro specifico caso. Nella prima fase di analisi tipologica, insieme ad una serie di materiali a km 0 tipici della costruzione locale, abbiamo scoperto diverse specie lignee e altrettante tipologie di pietre utilizzabili nell’ambito delle costruzioni. Seguendo quindi l’idea del fienile, abbiamo deciso di utilizzare la pietra per il piano terra mentre il legno ( nelle sue differenti sfumature ) per il piano primo : in questa maniera riusciamo a creare una connessione materica tra pavimentazione del piccolo vuoto urbano che si viene a creare di fronte al nostro edificio. Movimenti di traslazione e stiramento di alcuni spigoli della parte superiore del primo piano servono per dare un senso più dinamico e per cercare di alleggerire il piano superiore, considerando anche l’essenza del rivestimento esterno. Compositivamente il principio si è basato su una sottrazione di volumi partendo dal massimo ingombro occupabile, cercando di privilegiare la vista verso il gruppo Tessa, realizzando un piccolo giardino nascosto sul fronte est dell’edificio. Le esposizioni all’interno dell’edifico seguono i dettami del bando : al piano terra troviamo l’esposizione fissa, mentre dalla hall di ingresso si può accedere al piano superiore dove possiamo trovare l’esposizione temporanea ; lo spazio workshop per i bambini è stato pensato nella parte più retrostante dell’edificio , con accesso al giardino, al fine di favorire comunque l’accesso all’area ma senza disturbare il percorso di visita.

40


41


Digging for identities ( 2013 ) - Europan 12

progetto per un nuovo museo, hotel e municipio per Giljian - Kosovo ruolo : progettazione architettonica,grafica, render partecipazione con Miro Architetti e arch. P. Cesari , arch. A. Zanelli Partecipazione

Il progetto per Giljian prevedeva la riqualificazione e ristrutturazione del centro della città con la creazione di tre edifici, due pubblici e uno privato, e la realizzazione di una piazza centrale. Il tessuto urbano preesistente ha indubbiamente influenzato la disposizione degli edifici nel sito e rispettare un severo programma funzionale ci ha condotto ad uno studio approfondito degli spazi e della loro distribuzione all’interno di ogni singolo oggetto architettonico. I tre volumi sono differenti per l’uso ma formalmente simili, adattando il proprio nucleo alle diverse esigenze : il piano terra e i primi piani sono espressamente “più pubblici”, al fine di estendere le funzioni della piazza all’interno dell’edificio. Nuovi limiti, forme e creazioni di nuovi spazi si estendono lungo il nuovo boulevard che conduce fino alla piazza, studiando le differenti essenze di piante , al fine di creare percorsi sempre diversi, sia visivamente che olfattivamente, il tutto senza intralciare minimamente il traffico,, che continuerà a passare indisturbato lungo la strada.

42


43


FOTOGRAFIE

44


45


Lovers on the lake

Wรถrther See, Klagenfurt, Austria

46


Running from rays

Hallstatt Lake, Hallstatt, Austria

47


Yellow light in a blue space

Saint Sophia Mosque, Istanbul, Turkey

48


Ferrara Rule #1

Via Ragno, Ferrara, Italy

49


Borders

Plitvice Park, Croatia

50


Sunset on the Gruener See

Gruener See, Tragöß, Austria

51


G R A Z I E alessandro c a r d e l l i n i a r c h i t e t t o

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel cv ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personaliâ€? e del GDPR (Regolamento UE 2016/679). I materiali, disegni e le immagini presenti in questo libro sono frutto del lavoro personale, realizzato in collaborazione con le persone indicate nei titoli del progetto. Nessun copyright è stato violato. Alessandro Cardellini - Febbraio 2019

Profile for Alessandro Cardellini

Architecture Portfolio  

Caricamento di alcuni lavori selezionati negli ultimi anni

Architecture Portfolio  

Caricamento di alcuni lavori selezionati negli ultimi anni

Advertisement