Page 1

. .camblamamusica .lefU; gmail. cani

ìejSIanaalanampagnapenlaniusica.mtutteie scuole. Dagliasillai licei

P i ù spazio alle id ee n uove

firn

della musica contemporanea di Movili» «Prima esecuzione assoluta»: quanti d i v o i conoscono quest a definizione? È una f o r m u l a d i r i to, m o l t o f a m i l i a r e a n o i compositori, e d i certo m o l t i l'avranno letta, d i t a n t o i n t a n t o , sui p r o g r a m m i delle sale da concerto. Tre parole che a volte passano quasi inosservate e invece dovrebbero emozionarci, p e r c h é sono l i per p r e p a r a r c i all'ascolt o d i u n brano musicale che p r i m a n o n esisteva. U n a nascita, dietro c u i c'è t a n t o lavoro e passione, condivisa t r a l'autore, g l i i n t e r p r e t i e, s o p r a t t u t t o , i l pubblico. Per secoli la musica che oggi c h i a m i a m o genericamente "classica" è stata praticamente solo l a musica contemporanea, cioè quella degli a u t o r i vivent i i n u n d e t e r m i n a t o momento, che lavoravano per p r o p o r r e a l pubblico, anche rischiando coraggiosamente i n p r i m a p e r s o na, le l o r o opere. Oggi, paradossalmente, c i t r o v i a m o i n parte dentro u n a realtà rovesciata: n o n si è m a i ascoltata t a n t a m u sica del passato come nella nostra epoca, la più tecnicamente "connessa" che potevamo i m maginare. È u n a n o s t r a grande fortuna, m a n o n si dovrebbe d i menticare che senza u n a maggiore diffusione della musica d'arte del presente, r i s c h i a m o d i t r o v a r c i p r i m a o p o i dentro u n museo. È g i u n t o i l m o m e n t o d i riflettere sullo stato generale della musica contemporanea i n Italia, e i t e m i da affrontare sono t a n t i , a p a r t i r e dall'educaleft//12 luglio 2014

zione d i base, assente da t r o p p o tempo, come anche l'abitudine a fare musica d'insieme f i n da giovani. E bisogna poter r i c o m i n c i a r e ad ascoltare, i m m e r si come siamo i n u n i n d i s t i n t o r u m o r e d i fondo, dove la m i riade d i i n f o r m a z i o n i c i p o r t a ad u n a solo apparente sazietà. Servirebbe p o i u n po' più d i coraggio anche da parte d i c h i cur a la programmazione delle i s t i t u z i o n i concertistiche: la musica d i a u t o r i emergenti è sempre più diffusa, m a lo spazio a l o r o dedicato è ancora t r o p p o poco, oppure è concentrato i n rassegne che a l grande pubblico appaiono come u n m o n d o esclusiv o e impenetrabile, mentre credo (e le mie esperienze i n g i r o per i l m o n d o me lo confermano) che l a scelta vincente sia quella d i mescolare, c o n intelligenza e fantasia, i l r e p e r t o r i o del passato e quello più attuale per creare n u o v i , i n a s p e t t a t i percor-

si. Forse u n a p a r t e d i colpa l'ha avuta anche l'atteggiamento deg l i stessi c o m p o s i t o r i : se i l pubblico si è allontanato c i s a r à p u re u n m o t i v o , e credo che esso sia i n quell'assenza, quel v o t o d i r a p p o r t o che m o l t a musica d i avanguardia n o n è stata capace d i colmare. M a so anche che oggi c'è t a n t a bellissima musica nuova, che attende solo d i essere valorizzata. Cari p o l i t i c i , non andate solo alle " p r i m e " della Scala: v i accorgerete d i (manti talenti avrebbero bisogno d i sostegno e fiducia. L a musica contemporanea deve diventare finalmente u n g i a r d i n o aperto a t u t t i , libero, c o n m i l l e f i o r i d i versi, dove n o n t r o v i a m o né comode certezze né i m m e r i t a t e p u n i z i o n i , m a dove siamo invece i n o n d a t i d i bellezza, d i pensieri e idee nuove. Perché n o n dobbiamo m a i dimenticare che la musica n o n è fatta solo d i suon i , m a anche d i r a p p o r t i u m a n i .

Servirebbe più coraggio e nei concerti mescolare il repertorio del passato a quello attuale per creare inaspettati percorsi

UNA FIRMA IN R E T E PER IL DDL ABRADO C'è un appello in rete per sostenere il disegno di legge 1365 "Disposizioni in materia di valorizzazione dell'espressione musicale e artistica nel sistema dell'istruzione" presentato dalla senatrice Pd Elena Ferrara (le/t n. 17). Pur essendo sottoscritto da tutti i partiti, il ddl "Abbado" rischia di rimanere in un cassetto. Associazioni culturali, scuole di musica e tutti i cittadini che amano la musica e che la ritengono una componente fondamentale per la formazione umana, possono firmare su faremusicatutti.altervista.org. Nel blog promosso dal Forum nazionale per l'educazione musicale (faremusicatutti.aitervista.org/disegno-di-legge )s\ò anche leggere il testo del ddl. Articoli, interviste e commenti sui social di left facebook.com/cambiamomusica |j (SCambiamoMusica

<t> La copertina di left che ha lanciato la campagna Cambiamo musica

Left cambiamomusica  

Articolo pubblicato sul settimanale Left n. 26, 12 Luglio 2014

Left cambiamomusica  

Articolo pubblicato sul settimanale Left n. 26, 12 Luglio 2014