Issuu on Google+



N.2 - Marzo 2013

Scuola Materna Vittorina Girardi Prato - Maccagno Periodico redatto dal Consiglio di Amministrazione

Cari genitori, come avrete

appreso dal foglio conseta dalle maestre, il p di gnatovi Consiglio di AmminiA e m lio strazione ha deciso di lug offrire un servizio ag-

giuntivo alla Scuola materna dopo la chiusura di giugno: la possibilità di frequentarla dal primo al 19 luglio, dalle ore 8 alle ore 12.30. Per motivi di costi, la realizzazione di questo progetto è subordinata al numero delle adesioni, che dovranno essere comprese tra un minimo di 15 a un massimo di 20 bambini. Il contributo settimanale richiesto è di 45 euro, che potrà scendere a 35 nel caso in cui venga raggiunto il numero massimo. Sono esclusi il servizio mensa e lo scuolabus. Durante la mattinata saranno presenti un’insegnante e un’inserviente. La conferma dell’attuazione dell’apertura a luglio, unitamente all’importo preciso della retta, verrà comunicata entro la metà di aprile. Quest’anno i bambini della Scuola materna hanno realizzato, con l’aiuto delle loro maestre, un magnifico cestino pasquale a forma di fiore. L’iniziativa è piaciuta molto al Coniglio di Pasqua, che ha voluto premiare l’estro dei piccoli artisti organizzando per loro‌una caccia al cestino di Pasqua!!! I cestini, dopo essere stati riempiti con una dolce sorpresa (uovo sodo decorato dai genitori di nascosto dai bambini; cioccolatini e dolcetti acquistati dalle docenti) verranno nascosti nel giardino e nel salone della Scuola materna. I bambini, al loro arrivo, riceveranno una lettera firmata nientedimeno che dal Conita glio dipPasqua! di le maestre avranno letto ai Non appena e A  bambini del misterioso Conim il messaggio glio la ricerca del tesoro: sarà glio, avràluinizio una magnifica giornata per ciascuno di loro!!!! Il cОiglio di Pаqua è

ivo a Scu a Matna

Sono solo sette - come i nanetti di Biancaneve – i bamUn suto bini che si preparano a laai grdi: sciare, non senza emoziola fta ne e con un po’ di malincodegli atati nia, la Scuola materna che hanno frequentato, chi per tre e chi per quattro anni della loro vita: anni importantissimi, colmi di esperienze indimenticabili che li hanno fatti crescere tra lacrime e sorrisi. ChissĂ  se si sentono pronti a voltare pagina, ad abbandonare il mondo dei giochi e della spensieratezza per tuffarsi in quello dei grandi. Certo è che non dimenticheranno questi anni, i loro compagni, le loro preziose maestre che li hanno accompagnati condividendo gioie e piccoli momenti di disperazione. “La festa degli attestati - La scuola delle fiabe e dei colori “ si svolgerĂ  il 31 maggio. Per questi bambini sarĂ  un giorno davvero speciale: vivranno qualche ora di gloria, sotto gli sguardi ammirati e commossi di parenti e amichetti. La Scuola materna li accoglierĂ  alle 13.30, quando entreranno, per poi dare inizio, alle 14, alla festa. Canteranno, diretti dalla sempre presente e insostituibile maestra Raffaella; riceveranno i diplomi, faranno merenda insieme a tutti i presenti. All’esterno saranno allestiti alcuni stand: la pesca dei giochi e l’angolo dei trucchi. VerrĂ  organizzata una gara di torte e una lotteria lampo. In bocca al lupo, piccoli grandi “diplomandiâ€?: il nostro piĂš caro augurio perchĂŠ questa sia la vostra prima scalata per la conquista di vette sempre piĂš alte!! (Per la pesca dei giochi si cercano giocattoli, libri e materiale adatto ai bambini. Grazie per la collaborazione!)

In occasione della giornata

. “Maccagno Sportâ€?, il 9 ..1.. . 2 si svolgerĂ  la . .3 . !!! !!giugno iv a a diciottesima edizione della Stramaccagno. a c Sono disponibili le T-shirt l W per i bambini dai 3 ai 15 anni,

nei colori blu navy e rosa pastello, al costo di 4 euro ciascuna. A chi fosse interessato all’acquisto (che non è legato all’obbligo di partecipazione), ricordiamo che il modulo per la richiesta dovrà essere consegnato alle maestre entro il 30 marzo. L’iscrizione alla gara podistica è gratuita per i bambini nati tra il 2002 e il 2013. I piccoli maratoneti, all’arrivo, riceveranno una coppetta quale riconoscimento per aver preso parte alla manifestazione. Ai primi tre classificati, nelle categorie maschi e femmine, verranno consegnate le coppe. Buona corsa a tutti, e che vinca‌il piÚ veloce!

di PĐ°qua Sono le 10 di sabato 2 febbra-

a io, una grigia e fredda giornata invernale. Le luci della a m na ie: Scuola materna, però, brilU spec day lano, quasi a illuminare il cielo‌le porte sono ancora op 

chiuse, ma a rompere il silenzio dell’attesa ci sono tante gioiose vocine: quelle dei bimbi che, accompagnati dai loro genitori, entreranno per la prima volta a visitare la Scuola e a incontrare le insegnanti! Le porte si aprono!!Bambini, mamme e papĂ  entrano, le maestre sono pronte ad accoglierli... Sta per iniziare una nuova avventura!!! I genitori visitano le aule e fanno domande; le insegnanti, molto disponibili, chiariscono ogni loro dubbio, presentano il progetto educativo e il piano dell’offerta formativa. Nel salone sono stati allestiti degli spazi per intrattenere i piccoli ospiti e dare loro la possibilitĂ  di giocare e sperimentare varie attivitĂ ; qualcuno, piĂš timido, rimane tra le braccia della mamma, qualcun altro, piĂš intraprendente, approfitta per divertirsi con i futuri compagni ed esplorare il nuovo mondo che lo aspetta! Purtroppo arriva presto l’ora di tornare a casa: l’OPEN DAY giunge al termine, le luci si spengono, le porte si chiudono. A presto, bimbi: le maestre vi aspettano a giugno per il pre-inserimento e a settembre per iniziare insieme un percorso tutto da scoprire! Come di consueto, l’arrivo della bella stagione ci Fta di mette di buon umore! Tante idee e iniziative si ava concretizzano: la Scuola materna invita tutti i bambini, i genitori, i nonni, gli zii e gli amici alla “Festa di Primaveraâ€?, che si svolgerĂ  il 18 maggio, nel giardino dell’asilo. L’appetito e la voglia di stare insieme non mancheranno! Partecipate numerosi per gustare risotto, vini e dolci!


2  di PĐ°qua Il 20 e il 21 dicembre sono state giornate intense per mamme e bambini:durante il pomeriggio di giovedĂŹ, la Chiesa di San Materno a e Maccagno era gremita di persone venute appositamente per la Santa ft e Messa celebrata da don Franco e, soprattutto, per vedere e ascoltare L i d e i propri figli e nipoti che, come angioletti, si sono esibiti con le loro vota  cine, dando prova di essere bravissimi cantanti, grazie alla pazienza N delle maestre che li hanno preparati con grande professionalitĂ !! Anche le mamme - è proprio il caso di dirlo, dal canto loro - dirette dal maestro Michele Campana, ce l’hanno messa proprio tutta per accompagnare la Santa Messa con il loro coro‌ ma i bambini, senza dubbio, hanno vinto!! Il giorno successivo, alla Scuola materna, c’è stata una grande e attesissima sorpresa: l’arrivo di Babbo Natale! Affiancato dai suoi fedeli elfi, l’arzillo vecchietto dalla lunga barba bianca, tanto amato da tutti i bambini, li ha chiamati uno ad uno accanto a sĂŠ per offrire loro un piccolo regalo. Poco dopo, l’esibizione canora dei bambini. Ancora una volta, tanta emozione sui volti dei presenti: per i piccoli, alla loro prima esperienza, per i mezzani, a metĂ  del loro cammino, e per i grandi, che si avviano ormai alla fine di questo meraviglioso percorso che è stata l’esperienza alla Materna. Poi, asciugate le lacrime, ecco gli abbracci, i baci, i saluti e via‌a festeggiare tutti insieme! Grazie di cuore alle maestre e a quanti hanno reso unico questo Natale!! E per restare ancora in tema di Natale: non dimentichiamo che la nostra Scuola si è classificata al secondo posto nella gara dei Presepi, ricevendo come riconoscimento un bellissimo piatto decorato dagli artisti della “Casa dei Coloriâ€?!! Complimenti e‌iniziamo a farci venire qualche idea per il prossimo anno!

GiovedĂŹ 14 febbraio, nelle aule della Scuola materna, si è la festa di Carnevale: Fta di svolta una giornata all’insegna Cneve del divertimento e dell’allegria. Bambini e insegnanti: tutti rigorosamente mascherati!!! La festa ha avuto inizio nel salone, dove il gruppo dei piccoli si è divertito ballando e cantando. Contemporaneamente, i mezzani e i grandi hanno partecipato ad un’allegra tombolata svoltasi nella loro classe! In tarda mattinata, il fotografo Marco ha scattato bellissime foto alle mascherine (chi fosse interessato può visionare i provini presso “PhotoSpeedâ€? a Maccagno). Nel pomeriggio, mentre i piĂš piccini si riposavano, grandi e mezzani hanno festeggiato, a loro volta con balli e canti. Per concludere bene la giornata, sono corsi in cortile a lanciare coriandoli e stelle filanti e a mangiare deliziose chiacchiere. Ma... il Carnevale non è finito. Sabato 16 febbraio, alcuni bambini dell’asilo hanno partecipato al consueto “Carnevale Maccagneseâ€?, iscrivendosi al concorso organizzato dalla Pro Loco. Un simpatico gruppo, composto da 12 aspiranti vincitori, si è presentato indossando un originale abito realizzato da mamme e nonne: una tunica di colore blu o azzurro, decorata con pesci, alghe e soggetti che, in qualche modo, richiamavano il tema del Lago Maggiore. Il titolo proposto era infatti “ Gocce di Lagoâ€?. La giornata è stata molto piacevole, tutti i bimbi si sono divertiti grazie anche all’organizzazione della nuova Pro Loco e del Comune di Maccagno! Arrivederci a tutti al prossimo Carnevale!!!

Ancora disponibile il Vol. 1

Seguiteci anche su

SCUOLA MATERNA MACCAGNO

@ girotondomaccagno@gmail.com


3  di Pаqua

INSIEME

BERE

MANGIARE GIOCARE

Carissimi genitori, carissimi bambini! Avete mai sentito e parlare della LIS?  p e Questa breve sigla è Du sa l’acronimo di Lingua Italiana S LI Segni. Come voi ben sapete, per comunicare con Alberto, la voce non basta. Lui non può sentirla quindi, per aiutarlo a capire, noi in famiglia usiamo quelli che dall’esterno possono sembrare buffi gesti, una sorta di pantomima. In realtà, la LIS è una vera e propria lingua e, come tale, ha regole grammaticali ben precise, che differiscono da quelle dell’italiano. Si differenzia dalle lingue parlate perché è basata sulla vista invece che sull’udito, è composta da precise forme delle mani e dei movimenti. Pensate che in ogni parte del mondo, e persino nel nostro Paese, in Italia, molti termini cambiano da città a città, come un vero e proprio dialetto. Per semplificare un po’ la complicata situazione di Alberto, per aiutarlo nel suo approccio alla comunicazione con chi lo circonda, abbiamo pensato di proporvi qualche semplice segno che potrete facilmente imparare, come un gioco. Non abbiate timore, la LIS non fa male ai bambini! Anzi, è stato scientificamente provato che li aiuta molto, facilita lo sviluppo del pensiero. Per questo motivo in altri Stati europei e soprattutto in America, dove a Washington DC si trova la più celebre Università per sordi, la Gallaudet (ne parla Oliver Sacks in un bellissimo libro, “Vedere voci”, Adelphi) la Lingua dei segni è introdotta persino negli asili nido, per stimolare i bambini a comunicare meglio tramite quello che per loro è un gioco. In effetti, se ci pensate, a tutti viene spontaneo gesticolare per spiegare un concetto. Noi ce la stiamo mettendo tutta per imparare la LIS e ringraziamo tutti per il sostegno e la solidarietà che ci dimostrate quotidianamente in questo nostro difficile cammino. P.S: vi consigliamo di guardare su internet le canzoni in lingua dei segni all’indirizzo: http://www.louisweb.it/. Buon divertimento! Costanza e Paolo Milanese

Nell’ex-scuola elementare di via Matteotti 20, a Maccagno, c’è La Casa dei Colori La Cаa e delle Forme, un luogo dei C i e d’arte gratuito aperto dal de Fme maestro Dino Mariani e da alcuni volontari nel marzo 2008. Ogni mercoledì pomeriggio, la Casa accoglie bambini e giovani che intendono apprendere alcune tecniche artistiche e artigianali tradizionali. Seguendo il principio dell’imparare facendo, gli allievi sperimentano diverse forme estetiche ed espressive, manipolano materie, mescolano colori, realizzano disegni e rendono vive fantasie, abilità e forza d’ispirazione personali. Alla Casa ci si esercita soprattutto in: - corsi di disegno, di pittura e di modellato; - formature in gesso, tecnica del graffito e - delle patine; - decorazione su manufatti in terracotta, - smaltature e ingobbi; - creazioni, a tema e libere, con diversi - materiali di recupero e cartacei. Nel maggio 2010, all’interno della Casa, è stata inaugurata la Sala degli Alberiblu per le mostre d’arte e di artigianato e per ospitare eventi culturali e incontri pubblici. Dal giugno 2012, sul Lungolago Girardi, si può invece ammirare un bel murale di terrecotte colorate realizzato dai piccoli artisti insieme con il maestro ceramista Giorgio Robustelli di Cunardo. Dal dicembre 2010, la Casa dei Colori e delle Forme è diventata un’associazione onlus legalmente riconosciuta (C.F. 93018080122). Per ulteriori informazioni sulle attività si può chiamare lo 0332.560005, o Cristina al n. 333.8370475. “Chi salva un bambino…salva il mondo intero”: questo lo Chi sva slogan scelto per promuo bambo… vere il corso“Manovre di sva  disostruzione pediatrimоdo to che”, dedicato a maestre, a genitori e a tutti coloro che vivono e operano a stretto contatto con i bambini. Durante le lezioni, istruttori qualificati della C.R.I. insegnano come eseguire in sicurezza le manovre che possono salvare la vita ad un bambino. Il corso, completamente gratuito, si terrà nel salone della Scuola Materna; chi fosse interessato a partecipare, puo’ comunicare la propria adesione scrivendo a: girotondomaccagno@gmail.com. La data verrà comunicata in seguito. www.mdped-varese.it; www.manovrediostruzionepediatriche.com

Il Consiglio di Amministrazione sta organizzando un'escursione dedicata in modo Escsiоe In famigliadi particolare alle famiglie ava cо Mta che amano trascorrere del cо gli аi tempo a contatto con la natura e a tutti coloro che vogliono esplorare le nostre Valli in modo unico, al passo tranquillo di un animale che insegna ad osservare, riflettere e spesso fare una sosta.... Si tratta di una passeggiata lungo “il giro del sole di Agra”, con una sosta per il pranzo presso il ristorante/grotto Bedorè. Nel pomeriggio, è previsto un momento di animazione con gli asini durante il quale, i bambini, potranno interfacciarsi con l'animale. Il costo è di circa Euro 20,00 (a bambino) per la gita e di Euro 10,00 (a persona) per il pranzo con menù fisso. La data è ancora da definirsi. Non mancate, sarà l'occasione per trascorrere insieme una bellissima giornata!!! Riaprirà prossimamente, nel mese di aprile (la data è da definirsi) il baretto del ParIl beo co Giona. Questo angolo d meraviglioso di fronte al Pco Giоa nostro lago, un punto di incontro “magico” per trascorrere momenti di svago e allegria, offre anche la possibilità di organizzare feste per bambini! Vi aspettano tante sorprese! Buon lavoro ai nuovi gestori! La nostra Scuola materna, in collaborazione con la Pro Loco di Maccagno, Aspedo (all’interno della quale si a biblioteca trova già una bella p i bambi biblioteca), vorrebbe creare uno spazio anche per i lettori più piccoli. Per realizzare questo progetto, ci servono ancora una volta il vostro aiuto e la vostra preziosa collaborazione: avete libri che i vostri bambini non leggono più? Perché non li regalate? Un piccolo ma fondamentale gesto per iniziare a costruire la biblioteca!! E’ davvero importante che i bambini, fin dai primi anni, imparino a sfogliare, amare e rispettare i libri. Lo dice anche il topo con gli occhiali (canzone dello Zecchino d’oro!): “Evviva la lettura! Comincia l’avventura, un sogno ad occhi aperti nel mondo che vuoi tu. I libri sono ali che aiutano a volare, i libri sono vele che fanno navigare, i libri sono inviti a straordinari viaggi, con mille personaggi l’incontro sempre c’è”. Coraggio, dateci una mano in questa nuova avventura!! Qualora l’iniziativa non andasse a buon fine, i libri da voi donati verranno conservati presso la Scuola materna.


4  di Pаqua Cari genitori, tutto comincia una mattina di settembre… la sveglia a i m suona, apriamo gli occhi e La a subito un insieme di  ta sentimenti contrastanti ci v pervade: felicità e orgoglio di avere un bambino speciale che ogni giorno riempie di significato la nostra vita. Ma anche un po’ di tristezza perché il nostro piccolo diventa sempre più grande e indipendente. Oggi è un giorno speciale: il nostro primo giorno di asilo. Dico nostro perché è il primo giorno di Nicolas come alunno e nostro come genitori e la cosa ci rende po’ nervosi, chissà poi perché… E’ sicuramente un momento da ricordare e condividere con parenti e amici (ecco perché la sera prima abbiamo controllato che le batterie della macchina fotografica fossero cariche). La mattina, prima di uscire, scattiamo la foto a Nicolas che indossa il suo grembiulino nuovo, ancora fresco di bucato. Dobbiamo ricordare questo avvenimento nei secoli futuri. Siate sinceri, chi di voi non ha immortalato questo istante di vita? Chi di voi non ha scattato una foto del proprio bambino la mattina del primo giorno di asilo? La cosa che più mi rende felice e orgoglioso è che mio figlio frequenterà l’asilo di Maccagno, lo stesso che ho frequentato io, dove ho conosciuto i miei migliori amici, con cui ancora oggi mi confido e condivido le mie esperienze di uomo e genitore. Non posso che augurargli la stessa mia fortuna. Come tutti i bimbi che si rispettano, Nicolas, passata l’euforia del primo giorno, fatica a inserirsi e ad ambientarsi. Le prime due settimane trascorrono tra un pianto e una lamentela; ogni mattina il bambino ci guarda e, senza che proferisca parola, il suo pensiero ci raggiunge forte e chiaro: “Mi avevate detto che sarei dovuto andare all’asilo, ma non che sarei dovuto andarci tutti i giorni! Mi avete ingannato! Io voglio rimanere a casa!”, sembra voler dire. Fortunatamente, giorno dopo giorno, l’umore cambia e l’euforia per questa nuova esperienza cresce. La tristezza si tramuta in gioia, la delusione in aspettativa. Nicolas si sta ambientando. Perfetto!! Sono trascorsi alcuni mesi da quella indimenticabile mattina di settembre, quando è iniziato l’asilo. Tutte le sere, quando rientro dal lavoro, Nicolas non fa altro che raccontarmi quanto si diverte con i suoi nuovi amici. La mattina, appena si sveglia, non vede l’ora di prendere il pulmino per andare all’asilo. Le preoccupazioni dei primi giorni sono ormai un lontano ricordo, la bravura delle insegnanti e la certezza di far crescere nostro figlio in un ambiente sano, ci rendono sempre più consapevoli di aver fatto la scelta giusta, l’asilo di Maccagno era proprio quello che cercavamo. Un saluto a voi tutti. C.C.

In data 2 febbraio 2013 si è svolto l’OPEN DAY della Scuola materna di Maccagno. Grazie genitori alle prime armi di cue -Da Federico è infatti il nostro unico figlio volevamo ringraziare le maestre per l'accoglienza riservata, per la disponibilità nell'illustrare a ogni coppia la struttura della Scuola, il programma delle attività - suddiviso a seconda delle fasce di età - e il piano di inserimento per i nuovi bambini! Il clima è stato confidenziale e spontaneo.... Non ci rimane che iniziare questa nuova avventura!!! PS: un grazie anche per l'ottima organizzazione: l’elenco del materiale e i moduli di iscrizione, già disponibili in questo stesso giorno!!!!!!! Chiara e Nicola Della Bella Sabato 27 aprile alle 21, il Teatro Periferico propone “Le favole dei Grimm”, con Tra sogno gli allievi della Scuola di Teatro di Cassano Valcuvia, e retà regia di Paola Manfredi e Dario Villa. Un significativo viaggio nel mondo delle favole, da Cappuccetto Rosso a Biancaneve, da Hänsel e Gretel a Pollicino. Per informazioni, tel.334 1185848; info@teatroperiferico.it; www.teatroperiferico.it

Amici Animali

E’ il titolo del “Quaderno delle buone maniere”, edito da Educando , a cura di AngeliIn famiglia ta Zambelli. Ci è piaciuto cо Mta per la semplicità con cui, attraverso schede gioco, l’autrice propone una serie di consigli per crescere i propri figli nel rispetto di regole fondamentali di buona educazione. Ve ne proponiamo alcune, certe che ne farete tesoro! “I bambini – dice la Tata Angelita, come si firma l’autrice – imparano dal buon esempio. Quindi, se noi per primi ci rivolgiamo loro chiedendo “per piacere” e rispondendo “grazie”, sarà più facile che imparino queste forme di cortesia”. “E’ buona norma ricordare loro di aggiungere la parolina magica prima di ottenere ciò che hanno richiesto.” Altra regola che suggerisce Tata Angelita: “Giochiamo, non stiamo davanti alla TV!!!” E cita una divertente filastrocca tratta da “La fabbrica di cioccolato” di Roal Dahal. In soldoni, il messaggio è questo: “La TV fa a tutti i sensi l’anestesia, uccide tutta la fantasia! Riempie la mente di paccottiglia e fa venire gli occhi di triglia! Rende passivi e creduloni, allenta in blocco rotelle e bulloni che il cervello fan funzionare, non lascia nulla da immaginare, il gusto per le fiabe rovina, tutta la testa riduce in pappina!!”. Grazie, Tata Angelita! Non ci resta che rimboccarci le maniche e…giocare con i nostri bambini! www.educandolibri.it

Una dolcissima e tenerissima femmina di cincillà cerca una famiglia che la adotti. Per informazioni, rivolgersi a Cecilia (pogonoforo@libero.it)

Auguri affettuosissimi alla maestra Cinzia che il 12 marzo ha compiuto gli anni!!! Tanti auguri ai bambini che in questi mesi festeggiano il loro compleanno! 9 marzo: Gioele Rondanin, 3 anni i g 10 marzo: Michela Volpe e Alessia Zanelli, 4 anni u a i Tt a... 12 marzo: Mattia Giribaldi, 5 anni 24 marzo: Matilde Saporito, 4 anni 29 marzo: Francesca Zanelli, 6 anni 7 aprile: Kea Pelucchi, 5 anni 10 aprile: Vincenzo Maiello, 6 anni 13 aprile: Alberto Milanese, 4 anni 14 aprile: Clara Gaeti, 5 anni G‚otоdo n.3 20 aprile: Letizia Mombelli, 6 anni 9 maggio: Sveva Casati, 5 anni 21 maggio: Nicolas Catoia, 4 anni Nel prossimo numero, in uscita a giugno: 29 maggio: Tommaso Fontana, 5 anni; 29 maggio: Cristiano Oberti, 4 anni -Il saluto dei grandi: la festa di fine anno 10 giugno: Giulia Aurora Petringa, 5 anni -Pizzata di fine anno Errata corrige! Nello scorso numero abbiamo fat-Materiale scolastico e programma to gli auguri alla mamma di Giulia Orlandi, Midi apertura del nuovo anno chela, invece che alla figlia, invertendo i nomi. Ci -Breve questionario scusiamo per la svista e rinnoviamo gli auguri alla piccola Giulia che il 16 gennaio ha compiuto 4 anni!!!

Per articoli, suggerimenti, sponsor scriveteci ! girotondomaccagno@gmail.com


Il Girotondo di Pasqua