Issuu on Google+


Impaginato e stampato ad Aprile 2014 A cura del Gruppo Comunicazione PD Signa


Cari Signesi,

al 55%.  Da Sindaco ho investito con oculatezza sui servizi sociali con attenzione alle fasce più deboli della nostra società, giovani ed anziani; garantendo la tenuta sociale in questo periodo di grave crisi economica e finanziando la scuola garantendo servizi come il trasporto, la mensa ed i rientri pomeridiani cercando di mantenere elevato il livello scolastico martoriato dai tagli nazionali. Sono un Sindaco che ho sempre tenuto le porte del mio ufficio aperte alla cittadinanza ricevendo in questi anni moltissimi compaesani e cercando, dove possibile, di dare risposte ai problemi concreti della vita quotidiana. La Crisi economica stringe una morsa forte sulle nostre aziende e su tutti noi e da primo cittadino ho cercato in tutti i modi di favorire chi volesse scommettere su Signa portando investimenti e creando nuovi posti di lavoro, ma molto rimane da fare dobbiamo mettere in essere tutte le nostre capacità per sbloccare l’espansione industriale e manifatturiera e rivedere il regolamento urbanistico in modo da rimettere lavoro al centro della nostra attività. Il turismo a Signa è cresciuto, ma ancora molto possiamo fare, i Renai possono costituire un nuovo sviluppo basato sull’ambiente ecosostenibile. Tanto abbiamo fatto e tanto rimane ancora da fare insieme a te, per questo vogliamo continuare questo percorso. Io ho scelto di metterci la faccia, io e te scegliamo Signa!

3

Alberto Cristianini

grazie a Voi ho avuto cinque anni per dimostrarvi il mio amore per questo nostro meraviglioso paese: Signa In questi cinque anni ho cercato di trasformarla e credo che sia cambiata in meglio. Per questo ho accettato la sfida a candidarmi nuovamente per tutti quei progetti di cui ho gettato le basi, ma che vorrò vedere realizzati nei prossimi anni. L’affetto e la fiducia che molti di voi mi hanno dimostrato mi danno la forza di mettermi in gioco per una sfida elettorale volta a consolidare il cambiamento. Signa negli ultimi cinque anni è diventata più bella grazie alla riqualificazione di molte aree del nostro territorio come Piazza Stazione, Piazza del Popolo, Piazza Michelacci, La Costa, Via dei Colli e molti altri interventi volti al decoro urbano. Sono nato a Signa, e da Signese mi sono sempre speso affinché questa nostra comunità potesse avere servizi di qualità come l’apertura della prima Farmacia Comunale, nuovi parcheggi (come il parcheggio scambiatore alla stazione) ed una viabilità più sicura e ho investito molto sulla sicurezza idraulica grazie ad interventi strutturali come la cassa di espansione dei Renai e la definitiva realizzazione degli impianti di sollevamento delle acque. Grazie alle nostre scelte, ma anche al vostro impegno quotidiano per un domani più sereno e meno inquinato, abbiamo portato concretamente la raccolta differenziata dal 20


5 Anni di...

Viabilità ,Territorio e Decoro Urbano Riqualificazione di Via Roma Insonorizzazione di Via dei Colli Riasfaltatura Zona Industriale Percorso pedonale a San Mauro Messa in sicurezza Via Argine Strada Nuova viabilità in zona Costa Nuovo regolamento e messa in sicurezza idrica Protocollo d’intesa nuova viabilità Rifacimento Piazza a San Piero a Ponti Ristrutturazione Palazzo Comunale Nuovi fontanelli dell’Acqua Pubblica Area giochi a Lecore Nuova Piazza Stazione Ristrutturazione Ex-Tiro a Volo Aumento dei posti auto Raccolta differenziata dal 33% al 51%

Scuola, Cultura e Turismo Creazione di nuovi eventi culturali Aumento orari e spazio della biblioteca Nascita Officina Odeon 5 Messa in sicurezza Scuola Primaria di San Piero a Ponti Nuovo museo ferroviario Aumento del flusso turistico Ristrutturazione Scuola A. Paoli e San Mauro

4


Renai Promozione e sviluppo dello Sport Centralità dei confini Mostra di CLET Ampliamento dei nuovi lotti Accordo cassa d’espansione dei Renai il Parco diventa di proprietà del Comune

Comunità Festa delle associazioni Nuovo Centro Diagnostico della Pubblica Assistenza Solidarietà ed accoglienza Aiuto popolazioni terremotate Impegno per il lavoro Ascensore Stazione F.S. Signa Difesa delle Pari Opportunità Impegno con la Protezione Civile

5


La Coalizione

Calamai Pamela Bettarini Paola Campigli Massimo Di Natale Andrea Fossi Giampiero Fossi Marinella Giorgetti Chiara La Placa Federico Lucarini Giampaolo Luis Antonella Mannelli Matteo Marretti Andrea Paoli Adriano Quattrone Valentina Scalini Gabriele Zaccaria Domenico

6


Conte Andrea Salomone Concetta Montesarchio Monica Previtera Gianluca Spino Rosaria Scocca Carmine Bonaccorsi Giuseppe Chiacchio Elvira Fangucci Andrea Gufarelli Sarah Mauro Andrea Nencetti Manila Sarnataro Rosario Salemi Laborio Terracciano Orazio

Bellini Giovanni Bartolini Alessandro Bemer Fabrizia Binella Elisa Di Giovanna Ilaria Giorgetti Mauro Greco Caterina Mannori Lamberto Mazzulla Michele Parretti Silvia Pontoni Paolo Scafi Rossano Talli Adailton Tamborrino Matteo Turegnano Garcia Aleandra Virdis Ilaria

7


5 anni, 5 luoghi, una Signa

Signa, in questi 5 anni ha cambiato volto con le sue piazze ma è anche stata toccata dalla grave crisi mondiale. L’impegno è quello di assistere e tutelare chi è in difficoltà, chi non trova lavoro, chi non arriva a fine mese ma aiutato a fare piccoli passi può ancora sperare. L’impegno è quello di osare, incentivando chi produce richezza, riqualificando e specializzando aree di Signa che ne hanno fatto la storia, ne decidono il presente e costruiscono il futuro. Un disegno integrale di una Signa come Comunità attiva, autentica, solidale, in una parola a misura d’uomo che agisce in una rete di relazioni e promotrice di bellezza. Per questo...

8


9


Io e Te scegliamo...

CittĂ  te Intelligen

Famiglia e Lavoro

ViabilitĂ  Futura

10


Dove Vivo

Città Giovane: Biblioteca Scuola

ità La Comun Attiva

e

11


La Famiglia

Famiglia e Lavoro

Il costo della vita per le famiglie, dal 2010 ad oggi, è aumentato del 6,6%. Gli effetti sociali della crisi sono gravi: cassa integrazione, precarizzazione del lavoro e disoccupazione, che affliggono tutte le classi sociali compresi i giovani. Le prossime scelte politiche per Signa dovranno tener conto di alcuni fattori quali la densità abitativa, che in questi anni è notevolmente aumentata ed ai sui effetti sulla qualità della vita, il disagio delle famiglie per l’incremento del costo della vita, la situazione economica e sociale del territorio. La parola d’ordine della politica fiscale del Comune deve essere “equità”. 300 euro per le giovani coppie signesi che vogliono costruirsi il futuro ma non possono farlo. Le tariffe e le aliquote relative ai tributi di competenza comunale saranno rideterminati a vantaggio dei cittadini appartenenti alle fasce più deboli. Il nostro obiettivo è quello della sostenibilità del carico fiscale, attuando scelte più attente alle famiglie più fragili economicamente e

12


quindi più sensibili agli aumenti del costo della vita tali da inciderne sulla qualità e a volte sulla possibilità di acquisto perfino dei generi alimentari. In tale ottica ad esempio l’addizionale IRPEF potrà essere rideterminato sfruttando maggiormente la previsione normativa degli scaglioni secondo il principio di progressività (più si guadagna più si contribuisce) mentre l’attuale esenzione, per un reddito imponibile non superiore a 10.000,00 potrà essere portata a 15.000,00. All’attività di revisione di tasse e tariffe occorre associare modalità alternative per il reperimento delle risorse, privilegiando il prelievo sull’utilizzo e sul consumo della città, rispetto al prelievo sui redditi, in particolare un maggiore sforzo sarà effettuato in termini di controllo e lotta all’evasione fiscale. Un’operazione che potrà essere eseguita è quella dell’aggiornamento del catasto delle proprietà immobiliari, al fine di garantire la perequazione impositiva sul territorio eliminando le discrasie tra le rendite catastali.

Il Benessere Locale La qualità dei servizi sociali è segno distintivo dell’ente locale, pertanto mettiamo al centro del programma la persona e i suoi bisogni: il lavoro, le famiglie, la casa, l’inclusione sociale e la cittadinanza. “Star bene” significa alimentare un’innovativa cultura del benessere che sviluppi idee intelligenti ed efficaci, capaci di creare una proficua sinergia con le politiche abitative, urbanistiche, commerciali, economiche. “Star bene” significa anche ritrovare la voglia di socialità nel tempo libero. Nella società del “poco tempo” riuscire a valorizzare i momenti di ritrovo, accrescere le occasione di socialità, accomunare momenti di svago diventa propedeutico ad una buona qualità della vita. Per questo continueremo a migliorate tutte quelle occasioni di festa e di ritrovo come la festa delle Associazioni o altri avvenimenti.

13


Lavoro Il mercato del lavoro ed i lavoratori A Signa dal 2013 è stato aperto lo Sportello Giovani 2.0 che ha il compito di orientare ed informare i giovani sul mondo del lavoro. I servizi offerti sono sostanzialmente quelli del sostegno nella ricerca del lavoro attraverso una consulenza personalizzata tesa all’individuazione del proprio progetto formativo e professionale. Lo sportello espone e pubblicizza le offerte di lavoro provenienti dal Centro per l’Impiego (CPI) e da alcune agenzie interinali. Riteniamo opportuno superare questa prima fase di avvio e mettere in connessione, anche fisicamente, lo Sportello Giovani 2.0 con lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) del Comune che è competente su tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi. Particolare interesse dovrà esser posto alla nascente Agenzia Regionale per il Lavoro e a tutte le misure anticrisi che saranno adottate a livello

14


regionale, nazionale ed europeo al fine di cogliere ogni opportunità per il sostegno all’occupazione, ai lavoratori ed alle imprese. Ci impegnamo a coinvolgere tutti i soggetti che a ogni titolo sono coinvolti nel ciclo economico signese che avranno il compito di programmare e soprattutto ricercare opportunità di finanziamento.

Il commercio, l’artigianato, le microimprese, le piccole e medie imprese La crescita di una comunità e il suo sviluppo sostenibile non può prescindere dal coinvolgimento di chi ne rappresenta gli interessi. Ci impegnamo ad incentivare il riuso dei fondi “vuoti” sul territorio anche mediante detassazione; promuovere forme di e-commerce; sostenere la formazione di reti d’impresa; veicolare le opportunità dei fondi strutturali EU 20142020; avere un’attenzione particolare alle forme artigianali presenti sul territorio, valorizzando e tutelando i mestieri e le arti con la collaborazione delle associazioni di categoria; valorizzare le concentrazioni

e gli aggregati di attività commerciali migliorando il contesto e incentivando la creazione di centri commerciali naturali.

La nuova programmazione comunitaria (20142020) Il prossimo obiettivo per l’amministrazione di Signa dovrà essere quello di orientarsi verso le risorse dei Fondi comunitari 20142020, nella nuova programmazione le città occupano un posto centrale nell’agenda europea per lo sviluppo sostenibile e la coesione sociale è un opportunità che dovrà esser colta per il reperimento di risorse da investire sul territorio, risorse ancor più preziose in quanto escutibili dal Patto di stabilità.

15


Viabilità Futura

Viabilità, trasporti e mobilità alternativa Il signese è viaggiatore per antonomasia, si sposta quotidianamente verso altre aree, per lavorare, studiare e divertirsi. Nei giovani questa propensione a spostarsi è accentuata. Alle esigenze della viabilità e dei trasporti sono strettamente connesse le problematiche del lavoro e dell’istruzione, ma anche dell’ambiente, della qualità ur-

16


bana e della vivibilità di Signa. Per questi motivi immaginiamo una Signa perfettamente collegata con le realtà limitrofe, con una mobilità completa e con infrastrutture adeguate, ma che non creino ulteriori ferite nell’equilibrio ambientale che Signa sta faticosamente cercando di ristabilire.

Circonvallazione di Signa Via Arte della Paglia necessita di essere completata con gli ultimi due tratti mancanti, quello Nord (dall’Indicatore a Via Amendola) e quello Sud (da Via Santelli al Ponte): il completamento della Circonvallazione rappresenta la priorità della prossima Amministrazione. Grazie all’azione costante della precedente Amministrazione, anche rafforzando il legame con Lastra a Signa e promuovendo un percorso partecipativo congiunto tra i due comuni, siamo riusciti a portare la voce di Signa ai tavoli di discussione della Regione ottenendo, con un Protocollo d’Intesa e con l’accordo per la realizzazione della Cassa di Espansione dei Renai, il finanziamento completo dell’opera dalla rotatoria dell’Indicatore al

nuovo sottopasso ferroviario. Ci impegneremo a coinvolgere la Regione e a reperire i finanziamenti necessari per la realizzazione del sottopasso e dell’ultimo tratto fino al Ponte. In particolare, saranno portati fino ad un livello esecutivo i progetti che individuano un tracciato che limiti o eviti del tutto il passaggio all’interno del campo sportivo e della viabilità di quartiere della zona della Manifattura, che non interessi le sponde del Bisenzio (evitando i problemi idraulici ed i vincoli paesaggistici connessi). Il nuovo tracciato rappresenterà, invece, un’occasione di miglioramento dell’efficienza e dell’accessibilità del Parcheggio Scambiatore della Stazione e di riqualificazione urbana, con l’introduzione di una fascia verde alberata tra la nuova viabilità ed il centro abitato e con la realizzazione di una pista ciclabile affiancata alla nuova viabilità che colleghi, senza interruzioni, la pista ciclabile Montelupo-Signa alla pista Signa-Firenze dei Renai.

Viabilità sovracomunale Insieme alla Regione abbiamo intrapreso

17


un percorso che porterà, parallelamente al completamento della circonvallazione locale di Via Arte della Paglia, alla progettazione e alla realizzazione di un nuovo ponte dell’Arno tra la viaccia e Stagno e di un’infrastruttura stradale, che rappresenti un’occasione di maggior vivibilità e sviluppo economico per la Piana.

Riqualificazione della viabilità esistente Di pari passo con il completamento di Via Arte della Paglia, proseguirà l’azione di riqualificazione e di messa in sicurezza delle strade esistenti. Il completamento della circonvallazione permetterà, in una fase intermedia con la realizzazione di alcuni lotti funzionali, di completare il sistema di sensi unici sulla viabilità storica e su Via Roma, dimezzando il traffico della Costa, realizzando nuovi posti auto a servizio delle attività commerciali. Verrà completato il risanamento acustico di Via Roma, come già realizzato per Via dei Colli, Via Roma nella zona della Costa e Via dello Stadio. Sarà incrementata la sicurezza su Via Argine Strada tra Signa e San Mauro (già migliora-

18

ta grazie ad una illuminazione a LED più efficiente e all’installazione di un autovelox), mediante la realizzazione dei guard-rail e all’istituzione di ulteriori sistemi, anche sperimentali, di dissuasione delle velocità eccessive. La “micro-viabilità” che garantisce gli spostamenti locali e di penetrazione nei quartieri e nelle frazioni (Castello, San Mauro, Lecore) necessita di un piano di manutenzione costante per ottimizzare le risorse e per ridurre gli sprechi con percorsi pedociclabili su sentieri e strade vicinali esistenti.

La Stazione Lo sviluppo del trasporto ferroviario come modalità di spostamento integrata e alternativa all’autotrasporto sarà un nostro preciso obiettivo per i prossimi cinque anni. Per questo motivo l’impegno sarà concentrato sull’incremento dell’accessibilità della Stazione e dello scambio gomma-ferro, che sarà ottenuto attraverso il completamento di Via Arte della Paglia e della pista ciclabile adiacente, l’ampliamento e la riqualificazione del Parcheggio Scambiatore,


il miglioramento e la razionalizzazione del collegamento con il Trasporto Pubblico Locale, l’incremento di rastrelliere per le biciclette, il miglioramento del decoro e dell’accoglienza nell’area e nel fabbricato della Stazione (già notevolmente migliorata grazie alla realizzazione della nuova Piazza, all’istituzione dell’Ufficio Informazioni Turistiche e alla realizzazione dell’ascensore), anche grazie ad eventi o manifestazioni periodiche.

Trasporto pubblico locale Entro la fine di quest’anno sarà completato l’iter della gara unica regionale, che attribuirà il servizio dei trasporti ad un unico gestore regionale. Nell’ambito della ridefinizione delle linee e della programmazione degli orari per la gara, punteremo a migliorare il servizio esistente, semplificandone i percorsi ed incrementandone l’efficienza. Gli orari saranno rivisti per essere di facile consultazione, con cadenze regolari, in maniera tale da creare una sorta di “Memobus”. Sarà migliorato l’interscambio delle linee signesi con le linee che serviranno

la Via Pistoiese, coordinando la tempistica delle fermate in zona Indicatore. Per ottimizzare i percorsi, gli orari saranno modulati secondo gli orari ferroviari della stazione di Signa e gli orari di entrata e di uscita degli studenti delle scuole medie (di fatto i maggiori fruitori di questo servizio). In alcuni punti strategici del territorio (es. alla Coop, alla stazione ecc) saranno apposti dei pannelli con l’indicazione delle linee seguite dagli autobus e delle coincidenze tra le due linee. Anche all’interno del sito internet del Comune sarà creata una sezione specifica del trasporto pubblico di Signa, con orari ed informazioni più chiare ed efficaci.

Mobilità alternativa Sulle piste ciclabili completamento della Signa-Montelupo, nuove lungo via Arte della Paglia fino all’Indicatore, ripristino dell’intero anello ciclabile lungo l’argine del Bisenzio, manutenzione della pista ciclabile Signa-Cascine, passerella San Donnino - Badia a Settimo, con più rastrelliere sul territorio ed il Pedibus per i più piccoli.

19


Gli spazi pubblici

Città Intelligente

La riscoperta degli spazi urbani Ci proponiamo di riscoprire e rivalorizzare nuovi spazi pubblici attraverso la trasformazione di aree dismesse e in stato di abbandono in nuove parti di città fruibili e qualificanti la vita cittadina. Esempio di questa strategia urbana sarà il restauro e riqualificazione, all’interno di un più ampio progetto privato del palazzo Scaffai, dell’area ex-arena giardino Michelacci. L’area interessata dall’intervento rappresenta un nodo centrale per la sua dislocazione sul territorio; la vicinanza con la piazza principale e con la ex-Gimasa, sede della biblioteca e della sala blu, ne fanno una fondamentale cerniera di raccordo verso un progetto di collegamento pedonale tra luoghi focali della vita cittadina. Il centro storico di Signa, identificato nell’abitato di Castello, rappresenta un importante spazio urbano per tutta la comunità di Signa, esso ha preservato l’impronta urbanistica originaria e le peculiarità del borgo medievale. Ci proponiamo di salvaguardare il nostro

20


centro storico attraverso l’utilizzo di materiali consoni ed idonei come, ove possibile, pavimentazioni in pietra e l’inserimento di una studiata illuminazione che valorizzi le caratteristiche dell’abitato, accompagnandolo ad un confronto con i cittadini volto a potenziare i luoghi del Castello di Signa e a riscoprirne l’alto valore identitario.

Informazione e Multimedialità Modernizzazione, semplificazione burocratica e trasparenza amministrativa Il Comune è il centro della comunità e riteniamo che l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa siano obiettivi irrinunciabili, il Comune rappresenta la comunità e al tempo stesso svolge per essa una molteplicità di servizi, la tempestività, la trasparenza, e la semplificazione nei rapporti con i cittadini e le imprese sono un valore aggiunto. Occorre impegnarsi nell’integrazione tra gli uffici, formazione professionale, maggiori controlli per recuperare risorse e servizi, potenziamento delle dotazioni informatiche. Nuovo impulso potrà essere ricer-

cato nella collaborazione intercomunale, per razionalizzare la spesa e qualificare le capacità tecniche e amministrative comunali, potrà essere valutata l’opportunità di riorganizzare su scala sovracomunale alcuni servizi. Da molti anni ormai si discute del concetto di smart city: e città “intelligenti” sarebbero poi quelle ad alto tasso tecnologico, di telematizzazione e d’innovazione, in una parola, ripetiamo, “a misura d’uomo”. Per fare tutto questo scegliamo un POLO CIVICO con l’attuale sede del Comune collegata alle due ex-caserme di Piazza Repubblica e Via Mazzini, la seconda potrebbe ospitare subito un front-office sul lavoro e servizi al cittadino.

Innoviamo la città, portiamo le frazioni al centro Wi-fi, banda larga, Internet, la città e le sue strutture si devono innovare e offrire, oltre ai tradizionali, anche nuovi servizi utili alla comunità che utilizza internet ed i social-network, nei punti considerati strategici all’interno del territorio quali aree verdi, stazione, biblioteca e le piazze delle frazioni: wi-fi free nella piazza di Don Armido

21


Pollai a San Mauro, nella piazza di Lecore a Lecore, nella piazza del Popolo a San Piero a Ponti, nella piazza S. Angelo a S. Angelo a Lecore.

Sviluppo di un’App comunale e dell’accesso al comune via web L’idea di base è la prospettiva partecipativa focalizzata sulla capacità degli utenti di avvalersi delle innovazioni tecnologiche per interagire con il territorio. Si tratta di un netto miglioramento della qualità della vita del cittadino e delle Pubbliche Amministrazioni. La nuova App comunale sarà realizzata multilingua in modo da facilitare la vocazione turistica. Il cittadino avrà l’opportunità di essere sia informato che informare su eventuali disservizi o manutenzioni da eseguire.

Semplificazione di accesso e consultazione atti della pianificazione urbanistica Al fine di migliorare la consultazione degli strumenti urbanistici, prevediamo di realizzare, anche a Signa, il Sistema Informativo

22

Territoriale, cioè una banca dati digitale che raccoglie e semplifica la consultazione delle informazioni e gli atti di pianificazione relativi alla gestione del territorio. Sosteniamo la strada, già intrapresa dall’Amministrazione Comunale, di attivare una serie di azioni congiunte con i comuni limitrofi. Importante passo in questa direzione è l’avvio di un procedimento che tende all’armonizzazione e all’uniformazione graduale dei regolamenti edilizi esistenti e renderà più facile e omogeneo l’accesso agli atti per i cittadini, i professionisti e le imprese, di tutti i territori della Piana.

Rivalutazione dei giardini pubblici Proponiamo una gestione partecipata dei residenti vicini a spazi pubblici per essere incentivati a considerarli come la propria casa. Infine, per ridurre i costi di gestione, la manutenzione dei giardini sarà affidata a ditte di giardinaggio in cambio della concessione di un limitato spazio pubblicitario sul giardino da loro gestito.

Gestione Acqua-Rifiuti-Energia


Sistemi di incentivazione per bere l’acqua pubblica La precedente amministrazione ha già realizzato due fontanelli che erogano gratuitamente acqua naturale e gassata. Proponiamo di realizzare un terzo fontanello nella frazione dei Colli Alti. Lungo la ciclopista dell’Arno e lungo le ciclabili presenti nel Parco dei renai vogliamo realizzare delle fontanelle per consentire ai frequentatori dell’area di dissetarsi lungo il percorso.

Incremento della raccolta differenziata In questa legislatura abbiamo incrementato la percentuale di Raccolta Differenziata dei rifiuti del Comune di Signa dal 33% al 55%, In alcune aree vige il “porta a porta”, in altre proponiamo il sistema innovativo a “calotte” che ha costi inferiori. Pubblicizzeremo maggiormente i recenti meccanismi di sconto sulla tassa dei rifiuti in funzione del conferimento presso le isole ecologiche di alcune tipologie di rifiuti differenziati. Per garantire un’ottimizzazione della gestione dei rifiuti delle attività commerciali, pro-

poniamo la concessione di un marchio comunale attività economiche amiche dell’ambiente al quale associare un sconto sulla TARES e pubblicità gratuita per la loro attività. Il Comune di Signa, ormai da anni, intraprende con l’Istituto Comprensivo una serie di progetti/iniziative rivolti agli studenti che vanno potenziate.

Gestione energetica Il Comune di Signa è intervenuto sostituendo le normali lampade ad incandescenza con i LED in molte vie del territorio. Ci adopereremo pertanto, per aumentare il numero di aree dotate di questa tecnologia. Abbiamo già svolto una mappatura degli edifici pubblici e i primi lavori saranno destinati ad allestire gli impianti solari sui tetti dell’edificio delle scuole medie e della palestra di via Calamandrei. Coinvolgeremo il Consorzio Energia Toscana e le Amministrazioni limitrofe per la realizzazione di un punto informativo per aiutare le famiglie e le imprese.

23


Città Giovane

Noi scegliamo un POLO CULTURALE con il Palazzo di Via Ferroni ed Officina Odeon 5. Pensiamo ad un Museo della Paglia come luogo di cultura e museo d’impresa per recuperare ed innovare quella cultura identitaria delle arti e dei mestieri. Le strutture devono avere un regolamento che permetta una maggiore frubilità e crescita delle attività esistenti e nuove. Tutto ciò avrà un’appetibilità non solo per i Signesi.

Biblioteca Un’attenta analisi è riservata alla biblioteca di Signa per promuoverne un aggiornamento sia nella struttura che nelle modalità di fruizione. Ci proponiamo di sviluppare e riorganizzare gli spazi interni della ex-Gimasa con l’obiettivo di ampliare e migliorare l’offerta culturale sul territorio: aumento della possibilità di parcheggio nelle immediate vicinanze; acquisizione di nuovi spazi fruibili, che sarà possibile grazie alla nuova collocazione del “Museo della Paglia e dell’Intreccio Domenico Michelacci” e alla nuovo collocazione dell’aula del Consiglio Comunale, che potrà trasferirsi in altri

24


edifici comunali in seguito all’acquisizione e alla ristrutturazione delle due ex-caserme vicino alla sede del Comune; ampliamento della fascia oraria di fruizione (in fasce serali e in giorni festivi); implementazione delle azioni del ruolo della biblioteca comunale (iniziative di promozione libraria).

La Scuola Riportare la scuola al centro dell’agenda politica e della vita della comunità attraverso: manifestazioni di promozione del valore assoluto della scuola nella società come la Festa della scuola, Festival dello scolaro e sulla valorizzazione del ruolo genitoriale nella scuola e nell’educazione generale; attività di promozione di cultura e pratica dell’integrazione sia degli studenti disabili sia di quelli stranieri incentivando e sostenendo la presenza di mediatori culturali e di personale specialistico; revisione ed implementazione del Comune di Signa in sedi inter istituzionali impegnate in azioni di coordinamento delle risorse e delle attività di rete tra diversi soggetti operanti nell’am-

bito dell’educazione-istruzione-formazione (vedi piano triennale P.I.G.I. - P.E.Z.); rafforzamento dei vincoli di collaborazione e di cooperazione inter-istituzionale, tra l’Istituto Comprensivo Scolastico ed il Comune di Signa, con un ruolo diverso dell’Ente Locale, che sia non solamente di supporto ma di co-progettualità; proposizione del Comune come Ente sperimentatore per progetti innovativi e come Ente di tirocinio per il completamento di percorsi formativi e professionali; dispersione scolastica zero con un investimento sull’orientamento e con un’anagrafe che spieghi cause del fenomeno ed in seguito la messa in campo di progetti ed azioni, in cui siano coinvolti i giovani stessi; più edilizia scolastica con il completamento del nido d’infanzia di San Mauro; restauro del nido il Trenino; riqualificare gli spazi esterni delle scuole (un giardino per ogni bambino); impegno per un Istituto di scuola secondaria di secondo grado a Signa, che si costituisca come polo di interesse formativo per il territorio e di indotto sociale, culturale ed economico.

25


Capitelloni Rafforzare il centro commerciale naturale adibendo degli spazi urbani per ragazzi.

Dove Vivo

Castello Armonizzazione del centro storico da un punto di vista urbanistico, riqualificandolo con una nuova pavimentazione, illuminazione e vari servizi.

di via Madre Teresa di Calcutta con marciapiedi, nuova illuminazione ed alberatura.

La Costa Ultimare il decoro con l’apertura del tavolo di trattativa per il recupero del Teatro Ernesto Rossi, sistemazione della passerella in progetto tra il Comune di Signa ed il Comune di Lastra a Signa.

Lecore e Sant’Angelo a Lecore Colli Alti e Colli Bassi Installazione di un fontanello nella zona dei Colli Alti, ultimare la sistemazione delle fognature, finire l’iter per la nuova farmacia.

Crocifisso Realizzazione di una piscina al Crocifisso che amplifichi e valorizzi l’impianto sportivo esistente, continuare il progetto per la nuova chiesa e miglioramento

26

Realizzazione di un parcheggio alternativo; affrontare il problema della fognatura in Via Bardazzi fino a Via Pistoiese per emissioni maleodoranti; messa in sicurezza di Via Ponte alle Palle; rivedere il sistema viabilità; migliorare l’illuminazione pubblica e terminare la Piazza; raccolta differenziata. A Sant’Angelo un percorso pedonale con Poggio a Caiano (Ponte all’Asse); miglioramento ciclopedonale della nuova rotatoria di Via Pi-


stoiese in direzione di Via Ponte alle Palle.

San Miniato Sicurezza stradale e ultimazione dei lavori della compagnia della chiesa.

globale della Piazza; ampliamento della scuola e maggior attenzione alle strutture esistenti che possono essere adibite a servizi alla cittadinanza congiuntamente all’amministrazione di Campi Bisenzio; razionalizzazione del sistema dei trasporti; spazio per funzioni sociali.

San Mauro Centro commerciale naturale; progetto di importante funzione sociale per la Misericordia; spazio polivalente al Teatro Lux; nuovi posti auto.

San Piero a Ponti Completamento della valorizzazione di Via Pistoiese con inserimento di passi pedonali, illuminazione e semafori per una maggior sicurezza; ricollocazione del mercato considerando la difficile fruibilità di Piazza del Popolo il Martedì mattina; area cani per non inficiare il decoro

Signa Centro e San Lorenzo Centro commerciale naturale, realizzazione del progetto esistente per l’aerea adiacente a Palazzo Scaffai con spazi e giardino nell’area ex-Michelacci.

Nobel Partecipazione per presentare e valorizzare l’area all’Expo 2015.

Palude Aree di pregio con progetti di valorizzazione delle aree umide.

27


Ente Pubblico, Impresa e Terzo Settore

Comunità Attiva

Come tappa finale del nostro programma scegliamo una comunità attiva. Deve esserci una cultura aziendale e del turismo che si inserisca pienamente nel territorio e nella cittadinanza. Ci deve essere una governante del turismo organizzata e strutturata creando una sinergia anche con le associzioni come collante territoriale. Per questo è necessario aprire un’OSSERVATORIO tra imprenditori, terzo settore ed ente pubblico per programmare e promuovere il proprio paese per chi vive e chi arriva a Signa e creare progetti di export a livello regionale ed europeo.

I Renai Il Parco dei Renai è da oggi proprietà di tutti i signesi, grazie al grande lavoro della precedente Amministrazione.

La gestione del Parco Il Parco dei Renai costituisce oggi una realtà turistica, ricreativa ed ambientale

28


consolidata che, con una gestione autosufficiente a costo zero per la collettività dove con la Nuova Convenzione si vanno riequilibrando i rapporti tra Pubblico e Privato, sbloccando una situazione di stallo e ridando nuovo slancio al completamento del Progetto; i lotti 0 e 1, già completati e collaudati, sono già di proprietà del Comune di Signa, mentre i prossimi cinque anni vedranno il completamento dei lotti 2 e 3 e la quasi totale ultimazione del lotto di adeguamento finale. L’importanza assunta dai Renai richiederà perciò una ridefinizione della forma di gestione, che non potrà non coinvolgere Enti superiori come la Regione Toscana.

Lo sviluppo del Parco Abbiamo un’idea di Parco che rappresenti un modello ed un esempio di sostenibilità economica del fare ambiente; uno spazio comune tra aree rinaturalizzate e fruite, con rispetto, da tutta la cittadinanza ed attrezzature per attività “leggere” di svago e per attività culturali, teatrali ed artistiche, che coinvolgano in particolare le fasce giova-

nili della popolazione. Crediamo in un Parco che non sia semplicemente “accanto a Signa”, ma che dialoghi con Signa e la faccia crescere anche da un punto di vista sociale e culturale. Auspichiamo spazi per attività culturali e ricreative integrate con il tema dell’acqua (pensando ad una sorta di teatro sulle rive del lago) o affini che possano accogliere Festival e Fiere, iniziative teatrali, cinematografiche ed artistiche più in generale, con spazi museali per mostre ed attività anche istituzionali. Pensiamo ad un Parco che preveda alcune attività che rendano economicamente sostenibile un’apertura invernale. Vogliamo creare apposite aree attrezzate che seguano la vocazione del parco: Stato Libero dei Renai, ripetiamo, un parco dedito al tempo libero, sport e benessere. Puntiamo quindi ad un POLO BENESSERE con acque termali ed una fattoria didattica che sia pienamente inserito nel contesto circondato da campi coltivati che permettono una ristorazione a km zero. Pensiamo ad un Parco che si avvicini il più possibile al consumo zero, energeticamente autosufficiente con l’installazione di impianti fotovoltaici sull’a-

29


rea parcheggio per la produzione di elettricità. Ci impegneremo inoltre affinché l’oasi naturale protetta all’interno del Lotto 0, attualmente gestita dal WWF, sia mantenuta con ulteriori investimenti per la rinaturalizzazione, ma che al contempo sia realmente goduta e visitata da tutta la popolazione, che crei una cultura ambientale e del territorio per tutte le fasce di età. Prevediamo per questo l’introduzione di una regolamentazione “più aperta” dell’accesso del pubblico nell’area protetta, prevedendo eventualmente un contributo economico simbolico da parte visitatori. Saranno realizzate aree attrezzate per cani. Crediamo in un Parco realmente collegato con l’abitato di Signa e di San Mauro, anche da una rete di percorsi ciclabili già elencati (vedi “Viabilità Futura”).

Sicurezza Idrica Oltre agli interventi per la sicurezza idraulica portati a termine negli ultimi anni (come la costruzione ed il potenziamento degli impianti di sollevamento di Castelletti e della Viaccia e la manutenzione ed i lavori

30

di rinforzamento degli argini a San Mauro e delle casse di espansione), abbiamo lavorato per creare tutti i presupposti per una rapida realizzazione della Cassa di Espansione dei Renai. I prossimi tre anni vedranno la realizzazione della nuova Cassa, un’opera moderna che si rende necessaria per la sicurezza del nostro territorio e di una vasta area del bacino dell’Arno e per la riduzione della frequenza di allagamento del Parco dei Renai (una volta ogni 200 anni), che prevede l’innalzamento degli argini della cassa e la costruzione di innovative opere di presa (argine fusibile) e di un nuovo ponte sul Bisenzio. Ruolo fondamentale ha avuto anche la Protezione Civile che instancabilmente giorno e notte si sono adoperati per la sicurezza dei nostri cittadini ed è per questo l’Amministrazione comunale dovrà rafforzare le convenzioni con tutte le associazioni presenti sul territorio.


Agricoltura La figura dell’agricoltore è importante per la società moderna in quanto custode del territorio e delle sue tradizioni. Gli agricoltori, che con passione si dedicano alla loro terra, contribuiscono inoltre al controllo dello stato dei luoghi e alla gestione del territorio.

Educazione nelle scuole Promuoviamo progetti di educazione territoriale dove al centro sia posta la conoscenza del territorio, del suo patrimonio e delle sue risorse e la genuinità dei prodotti alimentari tradizionali. Per questo, oltre a campagne di sensibilizzazione con la collaborazione degli agricoltori locali, intendiamo realizzare orti scolastici.

Orti collettivi Gli orti sociali rappresentano un luogo di incontro e di integrazione intergenerazio-

nale. Ad oggi, il Comune di Signa ha messo a disposizione 13 piccoli lotti di terreno che sono stati affidati in uso a cittadini pensionati che li coltivano e costituiscono per loro e la loro famiglia un’integrazione al reddito. In aggiunta a questo, proponiamo la realizzazione di nuovi lotti da destinare ad orti collettivi, in cui l’assegnazione viene fatta dal Comune, con validità annuale, ai giovani sulla base di graduatorie ufficiali e dando precedenza ai disoccupati. Negli orti tutti dovranno contribuire in termini di tempo alla coltivazione dell’intero fondo.

Mercato dei prodotti agricoli locali Ci adopereremo per sviluppare un mercato cittadino volto ad incentivare l’acquisto di prodotti del territorio di Signa e dei comuni limitrofi. In tal modo, sarà favorito lo sviluppo delle aziende locali e l’interazione diretta tra produttore e consumatore, evitando costi di intermediazione e conservazione ed abbattendo drasticamente trasporti ed imballaggi. Per garantirne il successo, il mercato sarà svolto con periodicità costante.

31


32


Sanità L’attenzione che ha avuto in questi anni il Comune di Signa sulla sanità non è secondaria. Ci proponiamo di continuare lungo questa strada nel promuovere la realtà della Pubblica Assistenza di Via Vittorio, nel programmare la realizzazione della nuova sede della Misericordia e nel sostenere l’Avis e Frates per il progetto intercomunale di donazione del sangue.

Sport Per quanto concerne le attività sportive e le strutture relative, impegno per la sostituzione del tetto della palestra Calamandrei e completamento dello spazio dell’ex-Tiro a Volo. Campo sportivo Crocifisso: realizzazione di un polo sportivo con la nuova piscina.

Sicurezza stradale Intendiamo continuare la campagna di sensibilizzazione nelle scuole signesi intrapresa in questi anni con il progetto “Vapia-

no” .

Sicurezza Territoriale Come dimostrato in questi anni massima attenzione per una città più sicura attraverso un rafforzamento della sinergia con il corpo dei Carabinieri, che hanno la propria sede centrale a Signa; l’ampliamento degli impianti di video sorveglianza e l’istituzione della Fondazione “Caponetto” presso i Colli Alti.

Centro Polivalente come luogo d’incontro Ubicazione ed investimento per un CENTRO POLIVALENTE nei pressi della stazione come struttura sportivo-ricreativa (palazzetto dello sport, luogo per le feste, associazioni) sul modello di tensostruttura per offrire alla cittadinanza opportunità di pratiche sportive e occasioni ricreative che rafforzino l’aggregazione, l’integrazione e il sentimento di Comunità.

33


Come e quando si vota

Si vota solo domenica

25 Maggio, dalle 07.00 alle 23.00.

E’ necessario munirsi di documento d’identità e tessera elettorale per presentarsi al seggio assegnato. Si può esprimere non più di due preferenze, di cui una uomo e una donna. Non si può esprime preferenze per più partiti o liste o per candidati di schieramenti diversi. Occore fare una x ben visibile sul simbolo.

Candidato

Candidata

34


Ci trovi: Palazzo Scaffai, Piazza Cavour Tel 3273781876, dalle ore 16.00 alle 19.00

35



Programma Elettorale SIGNA 2014