Page 1

15

anni


16 maggio 1990 …… 1990

1994

2000

Dalla barra …….… all’ammiraglia(o)

…….16 maggio 2005

15 anni di storia, ……… l’avventura continua.


IL GOMMOPENSIERO DEL PRESIDENTE

Prima di entrare nei dettagli posso sostenere, riflettendoci a mente fredda, che, tutto sommato, il 2004 è stato un buon anno nautico, caratterizzato sempre da un consistente numero di partecipanti per ogni manifestazione, indipendentemente dalle condizioni meteomarine. Partendo da questo presupposto è con piacere che voglio ricordare la sciata in Val Gardena, l’uscita invernale al Garda e il pranzo di apertura in sede, dove il Gruppo P.I.G.A. si è, come sempre, dimostrato all’altezza della situazione. Per non parlare del week-end a Chioggia e in laguna Veneta dove l’abbiamo fatta in barba al maltempo (schizzi a parte) e sembra anche ai TELELASER, a seguire non è stata meno coinvolgente l’uscita in Adriatico a Volano e quella che ci ha visto sgommare fino a Pesaro, l’estemporanea uscita al Garda con i ragazzi disabili a maggio, e ancora quella in Corsica e al lago d’Iseo. Devo però ammettere a malincuore che, in queste ultime due uscite, “cause di forza maggiore…” mi hanno trattenuto in città, inoltre le bizzarrie del tempo hanno impedito alle stesse di giungere a compimento, ma questo ci è stato da stimolo per riproporne, almeno una, il prossimo anno. Dopo le ferie si è realizzata la nona edizione “al Garda con i disabili” che però è stata caratterizzata dal maltempo, aggiungendo sfortuna alla sfortuna (poteva essere un occasione di gaudio per ragazzi non troppo agevolati dalla sorte), a fine settembre ci siamo in massa riuniti per la “Tigellata d’autunno” dove Moka e Fabio, coadiuvati dal P.I.G.A., ci hanno fatto passare una gradevole serata sotto la nuova tensostruttura; infine, di recente parte del gruppo si è cimentato nella pesca agli sgombri che però astutamente non si sono presentati all’appuntamento. A questo punto è con autentica soddisfazione che voglio ricordare e ringraziare gli organizzatori di tutte le manifestazioni, che si sono adoperati per fare in modo che tutto si svolgesse per il meglio e che ogni “sgommata” si concludesse senza nessun incidente di percorso.


Vi ricordo, inoltre, che, a fine 2003, si è insediato il nuovo consiglio che resterà in carica sino a dicembre 2006. Il programma 2005 non sarà da meno di quello appena terminato in quanto il calendario preparato ci porterà a navigare “a 360 gradi”: solcheremo le acque di due laghi del nord, l’Adriatico, il Tirreno Centrale e, per la cosiddetta “gita lunga”, il mare dell’estremo sud d’Italia. Il 2005, se tutto procederà per il meglio, sarà da ricordare per la realizzazione della nuova sede della Polisportiva San Donnino a cui siamo affiliati, e di conseguenza del Circolo Nautico Alazzurra. Per contribuire alla costruzione del nuovo fabbricato è stato necessario chiedere un piccolo contributo ai Soci, che ha portato all’aumento della quota per la tessera sociale, accettata a stragrande maggioranza con un crescendo di entusiasmo visti i fini sociali. Nell’autunno dello stesso anno usciremo dal sudato prefabbricato che ci ha visto crescere per tutti questi anni, per entrare finalmente fra “quattro mura” con una SEDE degna di questo nome. Infine il 2005 vedrà l’Alazzurra girare la boa del 15° anno di vita, 16 maggio 2005, data che cade esattamente in concomitanza di una gita a calendario, una gita “facile”, di un giorno, vicino a casa, dove mi auguro ci sia una grande affluenza per festeggiare l’evento insieme. Voglio ora ringraziare i soci, le loro famiglie, gli amici, gli sponsor e tutti quelli che hanno contribuito a farci crescere, ricordando che il “Circolo Nautico Alazzurra” è un’associazione apolitica e senza scopo di lucro e che l’unica finalità che persegue è quella di riunire tutti gli appassionati per la nautica da diporto, pneumatica e non, nel rispetto totale dell’uomo e della natura per condividere insieme le emozioni, le soddisfazioni, gli entusiasmi e, perché no, le delusioni che il turismo nautico può dare. Concludo con un caloroso “ BUON MARE A TUTTI” e con un ancora più sincero “IN CULO ALLA BALENA”.

Massimo Marchi


La Nostra sede Circolo Nautico ALAZZURRA c/o Polisportiva San Donnino Via Genziana 18 San Donnino (MO) tel. fax.

e-mail:

333 - 6971447 059 - 547955 059 - 221368 alazzurra@aliceposta.it

Consiglio Direttivo Presidente: Vice-Presidente: Segreteria: Consiglieri:

2004 - 2006

Massimo Marchi Isauro Chiossi Mauro Manicardi Giancarlo Reggiani Maurizio Ferraresi Franco Barbieri Cesare Neri Giuseppe Bursi Tino Montagnani

Quote Associative anno 2005 Socio Comandante Socio Comandante residente fuori Provincia Socio Sostenitore Socio Sostenitore famigliare

€ € € €

75,00 52,00 52,00 25,00

Hanno contribuito alla realizzazione Emma P. - Mauro M. - Massimo M. – Giovanna F. Cesare N. - Giancarlo R. – Beppe B. – Tino M. Paolo M. – Armido B. – Claudio B.

In copertina Chioggia 2004

“Rispettiamo i limiti di velocità” (Foto di Tino Montagnani)


28-31 Gennaio TUTTI IN MONTAGNA

(Org. Manicardi)

20 Marzo L’INVERNALE (Riavviamo i motori)

(Org. Gruppo P.I.G.A)

17 Aprile FESTA DI APERTURA (Pranzo in Sede)

(Org. Il Consiglio)

23-24-25 Aprile ARGENTARIO

(Org. Bursi – Reggiani)

15 Maggio ALTO GARDA (Limone – Malcesine)

(Org. Chiossi - Mislei)

28 Maggio – 5 Giugno ISOLE EOLIE

(Org. Marchi – Montagnami)

19 Giugno LAGO ISEO

(Org. Barbieri F. – Gelosini)

3 Luglio PO DI VOLANO (Isola dell’amore)

(Org. Zoboli – Barbieri A.)

11 Settembre AL GARDA CON I DISABILI (10^ edizione)

(Org. Chiossi – Marchi)

24 Settembre TIGELLATA DI FINE STAGIONE (in Sede)

(Org. Barbieri F. - Mislei)

2 Ottobre GARA DI PESCA ALLO SGOMBRO

(Org. Manicardi – Zoboli)

3 Dicembre CENA SOCIALE

(Org. Il Consiglio)

Notizie più particolareggiate, verranno comunicate prima dello svolgersi di ogni manifestazione, ricordando anche che gli organizzatori di ogni uscita in programma avranno a disposizione per tutta la settimana antecedente il telefono cellulare del Circolo (333 - 6971447) per informazioni ancora più dettagliate. In caso di pessime condizioni meteo o per cause di forza maggiore ( mancanza di partecipanti, elezioni varie, ecc), il programma presentato potrà essere oggetto di variazioni in ogni sua parte a discrezione degli organizzatori in accordo con il Consiglio Direttivo.


S E R AT E A L CIRCOLO

2005 gennaio l m m g

v

maggio l m m g

v

s

settembre l m m g 1 5 6 7 8 12 13 14 15 19 20 21 22 26 27 28 29

v 2 9 16 23 30

s 3 10 17 24

s 1 3 4 5 6 7 8 10 11 12 13 14 15 17 18 19 20 21 22 24 25 26 27 28 29 31

d 2 9 16 23 30

d 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

d 4 11 18 25

INIZIATIVE 2005

febbraio l m m g 1 2 3 7 8 9 10 14 15 16 17 21 22 23 24 28

v 4 11 18 25

s 5 12 19 26

d 6 13 20 27

giugno l m m 1 6 7 8 13 14 15 20 21 22 27 28 29

v 3 10 17 24

s 4 11 18 25

d 5 12 19 26

s 1 3 4 5 6 7 8 10 11 12 13 14 15 17 18 19 20 21 22 24 25 26 27 28 29 31

d 2 9 16 23 30

g 2 9 16 23 30

ottobre l m m g

v

marzo l m m 1 2 7 8 9 14 15 16 21 22 23 28 29 30

g 3 10 17 24 31

luglio l m m

g

v 4 11 18 25

s 5 12 19 26

d 6 13 20 27

v 1 4 5 6 7 8 11 12 13 14 15 18 19 20 21 22 25 26 27 28 29

s 2 9 16 23 30

d 3 10 17 24 31

novembre l m m g 1 2 3 7 8 9 10 14 15 16 17 21 22 23 24 28 29 30

s 5 12 19 26

d 6 13 20 27

v 4 11 18 25

aprile l m m

g

v 1 4 5 6 7 8 11 12 13 14 15 18 19 20 21 22 25 26 27 28 29

s 2 9 16 23 30

d 3 10 17 24

agosto l m m 1 2 3 8 9 10 15 16 17 22 23 24 29 30 31

g 4 11 18 25

v 5 12 19 26

s 6 13 20 27

d 7 14 21 28

dicembre l m m g 1 5 6 7 8 12 13 14 15 19 20 21 22 26 27 28 29

v 2 9 16 23 30

s 3 10 17 24 31

d 4 11 18 25

Un anno in breve Gennaio: 7-12-21-26

Ritrovo al Circolo

Febbraio: 4-9-18-22

Ritrovo al Circolo

Marzo:

4-9-18-22

Ritrovo al Circolo

20

Invernale

Aprile:

1-6-15-20

Ritrovo al Circolo

17

Apertura,

23-25

Maggio:

6-11-20-25

Ritrovo al Circolo

15

Alto Garda

, 28-31

Isole Eolie

Giugno:

2-8-17-22

Ritrovo al Circolo

1-5

Isole Eolie,

19

Lago Iseo

Luglio:

1-6-15-20

Ritrovo al Circolo

3

Po di Volano

Agosto:

28-31

TUTTI IN FERIE

Tutti in montagna

Argentario

TUTTI IN FERIE

Settembre: 2-7-16-21

Ritrovo al Circolo

11

Disabili,

Ottobre:

Ritrovo al Circolo

2

Gara di Pesca allo sgombro

3

Cena Sociale

7-12-21-26

Novembre:4-9-18-22

Ritrovo al Circolo

Dicembre: 2-7-16-21

Ritrovo al Circolo

24

Tigellata


Tutto comincia molto prima della partenza con la ricerca di un ormeggio sicuro, un alloggio per un gruppo che si prevede numeroso e con il superamento di un problema tecnico-burocratico: da un paio di anni per poter navigare in Laguna Veneta è necessario che ogni imbarcazione sia munita di una targa di riconoscimento. Per fortuna a Venezia abbiamo l’amico Paolo (veneziano d.o.c.) che conoscendo i meandri burocratici degli uffici lagunari, ci ha aiutato ad espletare, così direbbe mio cognato Bruno, le pratiche necessarie ad ottenere le sospirate 20 targhe; tante infatti sono le imbarcazioni che ne hanno fatto richiesta. E’ venerdì 30 aprile e di buon ora, in barba alle previsioni meteo, un primo gruppo , di cui faccio parte, con al seguito 3 gommoni, partono da Modena per raggiungere la darsena Emmecar a Conche di Codevigo (PD) distante solamente 5 miglia da Chioggia. A dire il vero anziché primavera sembra una giornata di dicembre, freddo, vento e una serie di temporali accompagnano il gruppetto in avanscoperta fino a destinazione. La darsena è la prima piacevole sorpresa della breve vacanza, dove veniamo accolti con simpatia da Enrico, titolare della darsena Emmecar, e da tanto spazio a disposizione per auto e carrelli. Intanto la pioggia non accenna a smettere e nel frattempo altri due equipaggi arrivano a destinazione, tra cui Isauro con il rancio per questo primo gruppetto. Così si va tutti in camper per un piatto di pasta calda e, come per magia, inizia a spuntare il solito salame, poi una torta e, infine ma non per ultime, le immancabili bottiglie di vino. Continua piovere, decidiamo di varare i gommoni sperando in un miglioramento per i giorni seguenti e ci trasferiamo in albergo a Sottomarina di Chioggia. Finalmente la pioggia smette di cadere e nel tardo pomeriggio anche un debole sole si fa vedere risollevando il morale del gruppo che, man mano che trascorre il tempo, diventa sempre più numeroso. Gli arrivi si susseguono fino a tarda serata e, quando la giornata termina, 16 dei 20 equipaggi sono presenti. Sabato 1 maggio splende il sole, il week-end promette bene. Il ritrovo in darsena è alle 9,00 dove si varano le imbarcazioni giunte in tarda serata e quelle degli ultimi arrivati, tra cui spicca la “nave” del Chiodo, che assaggia l’acqua per la prima volta.


Conto le imbarcazioni, 1,2,3,4,5…….. 19 e poi le persone, 1,2,3,4,5………6,7, incredibile non ci posso credere. Ma … in quanti siamo? !!!! Tutti pronti, le ultime raccomandazioni sui limiti di velocità in laguna, poi, finalmente si parte. Navighiamo il “canale Novissimo” fino a Chioggia dove imbocchiamo quello del porto e prendiamo la via del mare che ci accoglie perfettamente piatto. Abbassiamo le manette dei motori sprigionando tutta la cavalleria a disposizione e le dodici miglia che ci separano dal canale del “Lido” diventano una piccolissima proforma. Entriamo di nuovo in laguna cercando, con non poche difficoltà, di rispettare i limiti di velocità. E così tra dislocamento e planata (che grosso casino) sfiliamo l’isola di Murano e raggiungiamo Burano dove, al termine del canale Mazorbo ormeggiamo tutti in fila indiana ad una inaspettata banchina stranamente libera. Fantastico è il posto ideale dove poter pranzare al sacco. Sacco!? Stavo scherzando. Ovvio che quando si dice pranzo al sacco si pensa generalmente al classico panino o qualcosa di simile. Non all’Alazzurra, stiamo scherzando?!!!!!!!! Pranzo al sacco da noi significa dare sfogo ad una grande abbuffata generale dove si trangugia di tutto all’infuori dei panini. E così è stato, non sto a raccontarvi che cosa si è mangiato e soprattutto bevuto, fatto sta che quella che doveva essere una breve sosta pranzo si è trasformata in un bivacco generale. C’è chi dorme, chi dipinge, chi va a spasso per Burano e chi commenta le prestazioni di quel o quell’altro gommone, fermo restando che il proprio rimane sempre il migliore, o quasi. E’ ora di ripartire, l’idea è di andare a Torcello, imbocchiamo un canale sbagliato senza possibilità di sbocco, un rapido dietrofront , uno sguardo all’orologio e,……maledizione è tardi!!!! Non c'è tempo per rimediare, bisogna rientrare in darsena. Imbocchiamo il canale di Burano, quello di Treporti e poi il mare che, ahimè, nel frattempo si è increspato, e, anche a causa del basso fondale ha creato al gruppo qualche difficoltà per il rientro a Chioggia (non vorrei dire, ma qualcuno s'è un po' rinfrescato con l'acqua di mare). Ormeggio ordinato in darsena, alaggio e varo veloce della barca di Fabio che ha raccolto e avvolto le eliche con una cima sommersa, poi, tutti in hotel per una doccia rigenerante e per la cena. Quest'ultima rigorosamente a base di pesce organizzata dal titolare dell’Hotel Ristorante Metropol di Sottomarina. Due passi e poi tutti a nanna, domani, speriamo sia un’altra giornata di sole. Domenica 2 maggio, la giornata non è limpida come la precedente, c’è perfino una leggera nebbiolina però non piove e questo è già una gran cosa. Liberiamo le stanze, un’abbondante colazione e poi tutti in darsena per partire. Il programma prevede la risalita del Naviglio del Brenta e visita alla più famosa delle ville del Palladio: Villa Foscari detta La Malcontenta. Ma andiamo per ordine.


Alla spicciolata si lasciano gli ormeggi, c’è chi deve fare rifornimento, perciò è meglio dividersi per poi ricongiungersi a Malamocco, all’inizio del Canale Marghera o del Petrolio. Partono tutti, o quasi, ops! All’ormeggio resta un gommone; controllo, all’appello manca Gastone che per una buona mezz’ora è introvabile, una, due, tre telefonate e finalmente sveliamo il mistero. Ha sbagliato strada, invece di infilare la S.S. Romea in direzione Nord ha preso verso Sud arrivando a 5 km. da Porto Tolle (probabilmente ha seguito le indicazioni “SAGRA DELLA PIADINA”). Chiarito il dilemma finalmente anche l'ultimo gommonauta è in battello così possiamo partire per raggiungere il resto del gruppo. Il canale del petrolio è veramente grande e, in barba al limite dei 20 km. orari, tutti insieme affondiamo le manette e in una mezz’oretta raggiungiamo Fusina dove inizia il Naviglio del Brenta. Qui è forse l’unico momento dove rispettiamo i limiti di velocità, una breve navigazione e siamo davanti alla chiusa di Monzarani, un salto d’acqua di un paio di metri, un’altra mezz’ora e siamo tutti dall’altra parte. Forse il Brenta comincia veramente qui. L’acqua è più pulita, i salici decorano gli argini creando atmosfere eteree e tinteggiando di un verde “tenerello” il nostro navigare, le loro chiome delicate e mille spruzzi di colori che sanno di primavera ci accompagnano per 5 miglia fino a Malcontenta, meta della giornata. Per l’ormeggio dobbiamo dividerci in due gruppi; sistemate le cime pranziamo per il secondo giorno al sacco, ma quanto cibo c’è in questo “sacco”? Alle 14,00 ci attende la guida per la visita a Villa Foscari. Un’ora che vola tra gli incanti d'altri tempi ed è già tempo di ripartire, in quanto dobbiamo rientrare alla darsena ad un orario decente. Chissà il perché quando si deve tornare a casa si ha sempre fretta, ed è così che il ritorno alla darsena Emmecar è stata una corsa contro il tempo pertanto anche il canale di Pellestrina, noto per la presenza assidua di forze dell’ordine, è stato navigato rigorosamente in planata veloce con la speranza che anche i telelaser (autovelox nautici), fossero in ferie come lo eravamo noi. Raggiungiamo di nuovo gli ormeggi ed è ormai ora di alare tutte le imbarcazioni per tornare a Modena. Tutto si svolge ordinatamente e con rapidità, i gommoni sono già sui carrelli, cominciano le partenze, baci e saluti si sprecano, mi volto verso il canale Novissimo e vedo ancora un gommone in acqua, è Kopernicus, il mio, sono rimasto l’ultimo… ora tocca a me alare. Mauro


HABITAT CARTE DA PARATI TESSUTI - TENDAGGI VIA CIRO MENOTTI 22 / 34 MODENA Tel. 059-222109 Fax 059-221368 www.habitat.mo.it

Tecnologie e Sistemi Elettrici Galleria S. Giacomo, 16 41013 Castelfranco E. (MO) Tel. 059-922065 Fax. 059-9530220

EFFEBI

di Ferrari e Barbieri snc

STAZIONE di SERVIZIO E AUTOLAVAGGIO Via Modenese, 1493 Spilamberto (MO) Tel.-Fax. 059-783952

Via Scarlatti, 46 Soliera (MO) Tel. 059-567585 Fax. 059-850133 WWW.SGARBIEDILIZIA.IT EDILIZIA – FERRAMENTA UTENSILERIA – IDRAULICA ELETTROUTENSILI ASSISTENZA

R.M.

Rimessaggio – Assistenza Collaudi e revisioni Via Strabello Basso,32 Lesignana (MO) Tel. –Fax. 059-527485


15/05/04

PIADINA MIA Sarà perché questa gita l’anno passato è stata annullata, sarà perché quando si tratta di consumare benzina siamo sempre pronti, sarà perché la piadina ha fatto gola a tanti, sta di fatto che una gita che sulla carta sembrava banale ha spostato da casa 11 gommoni con 36 persone al seguito.

Diario di Bordo Capitolo 1° -L’ arrivo Di buon mattino tutti presenti al Porto Canale di Cesenatico per varare i gommoni. E’ il debutto di un nuovo piccolo Capitano, Enrico , nipotino di 5 anni di chi scrive. Molto apprezzato il drink di benvenuto offerto dal gestore del cantiere che ha gestito i carrelli ed effettuato il varo con la gru. Si parte in direzione Sud abbastanza puntuali (d’altronde la Brochure era molto minacciosa in caso di ritardo), la giornata si presenta con un bel sole, il mare completamente piatto e il paesaggio costiero…….bhè

lasciamo perdere che è meglio. Ovviamente, come sempre, appena fuori dal porto giù le manette e gas fino all’ultima tacca d’altronde, la gita sembra fatta apposta per gli “smanettoni”. Per quanto mi riguarda, sono rimasto nel limite dei miei 70 HP. Sotto la mia supervisione, Enrico prende possesso del timone e in barba al nonno non lo molla piu’ fino all’ arrivo. Brevissima sosta nel porticciolo di Riccione con scambio dei gagliardetti con il locale Circolo Nautico e poi via verso Pesaro (c’an muràma ed fam).

Capitolo 2° -L’ oggetto della Gita Pesaro ci accoglie con un colorino dell’ acqua tipo “ alsia “ (lisciva). Ci arriviamo giusto in tempo per allestire, a cura del gruppo PIGA che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, l’apparecchiata per la produzione delle Piadine e il loro accompagnamento, che come da attese è assortito e molto romagnolo. Nello spazio imbandito si potevano ammirare inoltre le piadine , i crescioni,


Le ciambelle, con squacquerone, salumi e vino Albana a volontà, il tutto sotto la gestione di Adriano e consorte, romagnoli purosangue di Forlì. Chiacchiera dopo chiacchiera, mentre le scorte di cibo calavano inesorabilmente, il cielo incomincia ad annuvolarsi un po’ ed il vento comincia a soffiare, di conseguenza il mare che, complice il basso fondale, comincia ad ingrossare fino forza 4 (detto dalla capitaneria di Pesaro) riempiendosi di schiuma bianca che a dire il vero non siamo ancora riusciti a capire se era causa il mare mosso o dalle tonnellate di immondizia ivi scaricata. Si comincia a parlare di rientro, i pareri sulla possibile durata e modalità di navigazione sono diversi, alla fine, prudentemente, si decide di attendere un po'. Capitolo 3° - Il Rientro Sentito anche il parere della Capitaneria, come detto, si decide dopo un po' di partire. Molti ci riescono al primo colpo, qualcuno, invece, preferisce prendersi una boccata d’aria e spaccare l’elica contro la catena di ritenuta di un corpo morto (vedi Mauro), battendo il record di durata di un’elica: 1 minuto e 30 secondi (l’elica infatti era stata montata nuova di zecca appena prima), oppure incarognirsi con qualche cima sommersa (vedi Tino), combinazione entrambi con lo stesso tipo di gommone BSC-61 (che si stata la maledizione dell’amato-odiato costruttore Colzani?) ma con un po’ di buona volontà, un po’ sgranati e rigorosamente in coppia si parte tutti. Vento e mare di poppa, si balla un po’ e qualche spruzzo vivacizza e bagna la navigazione; incurante del tutto il piccolo Capitano Enrico si appisola svegliandosi solo durante le soste Si salta la prevista visita a Portoverde e, dopo una breve sosta a Rimini dove l’equipaggio di Menarini, visto il viaggio di andata, ha preferito far ritorno in macchina con la scusa di star poco bene (la domanda è sorta spontanea: marinai di montagna o capitano scarso?), si fa rientro a Cesenatico. Tutti i gommoni sono stati recuperati così potranno essere usati anche una prossima volta; ….con quel che costano, evviva il riciclaggio!!! Beppe


LODI LINO & C. FERRAMENTA – COLORI BULLONERIA INOX Via W. Tabacchi 15/a 41100 Modena Tel/Fax. 059-333136

FOTO

Paolo Dotti MATERIALE FOTOGRAFICO V.le Storchi 155 MODENA TEL. 059 / 236385

NAUTICA

Nicoli OFFICINA AUTORIZZATA MOTORI BENZINA-DIESEL SCAFI, BATTELLI E ACCESSORI

Piumazzo (MO) Tel. 059-931794

Via Parini 166 Modena TEL. - FAX 059 / 82900


29 maggio – 2 giugno (5 giugno) 29 maggio 2004, finalmente si parte per la Corsica del Sud! Dopo aver riavviato i motori per la classica invernale, passate bellissime giornate a Chioggia e dintorni e assaggiato un’ottima piadina durante una movimentata gita sull’Adriatico, è arrivato il momento della “gita lunga”. E’ la gita che ogni anno rinnova la gioia di navigare insieme, di affrontare prove di coraggio ( qualcuno dice che ne farebbe volentieri “a meno”) di mangiare e bere in allegria riconfermando l’ormai collaudata esperienza del gruppo PIGA (per chi non lo sapesse ancora Pronto Intervento Gastronomico Alazzurra), il piacere di assaggiare salame appena affettato e di farsi riempire il bicchiere dal sempre favoloso cantiniere Saverio (su questo l’accorda è unanime). Se poi ai piaceri collaudati si aggiungono le tigelle di Fabio e una grigliata di pesce il successo è assicurato indipendentemente dai capricci del tempo. Alla partenza gli equipaggi , sette gommoni e due rigidi, (spicca la sofferta assenza di Alinox II perso nei meandri del cantiere Colzani) sono tutti felici nel leggere il programma e pregustare le belle giornate che stanno iniziando. L’entusiasmo è quello di sempre ma questa volta tutti portano nel cuore anche un po’ di malinconia. Alla gita manca una persona speciale, proprio l’amico che, con la consueta meticolosa attenzione, ha curato l’organizzazione affinché tutto possa procedere nel migliore dei modi, pronto sempre ad intervenire per risolvere qualsiasi problema. Se la gita è stata, comunque, un successo lo si deve proprio al nostro presidente, a lui va ancora una volta il ringraziamento di tutti. Il viaggio è ottimo, il campeggio bellissimo. La prima sera Fabio impianta il suo ristorante mobile, un po’ di appennino emiliano in Corsica, e si mangiano ottime tigelle molto apprezzate anche dagli amici di Milano. Il mattino seguente la vista del mare rende tutti attivissimi e i gommoni sono in acqua in anticipo rispetto alle previsioni così si può modificare il programma per godere già dal 1° giorno in Corsica le magnifiche scogliere di Bonifacio, visitare le grotte e seguire la costa fino al faro dei monaci, raggiungere una spiaggia per una improbabile corrida con una mucca. Da ultimo si naviga tra gli scogli delle isole dei monaci dove si può ammirare anche una affollata colonia di cormorani. Il posto è decisamente suggestivo, unico neo è la mancanza, tra le dotazioni di bordo, della necessaria maschera antigas.


La logistica del campeggio suggerisce di modificare un po’ le abitudini e si decide di fare PIGA alla sera, una scelta che si rivelerà ottima sia dal punto di vita organizzativo che, perché no, economico. Durante il giorno non mancano baguettes per tutti ( pare che alla fine della gita l’amico Willy abbia ricevuto dal fornaio corso la “baguettes d’oro” per il miglior cliente dell’anno) salami, formaggi e il vino, le solite bottiglie “ che finiscono in un attimo”. Dopo un meraviglioso giorno di navigazione e di splendido sole, che ha portato Savino a visitare anche l’attrezzato pronto soccorso di Bonifacio, iniziano le giornate di vento. Pare che in giugno la Corsica sia il paradiso dei surfisti e, vista l’esperienza, non stentiamo a crederlo. Il vento e lo stato del mare ci bloccano a terra; si gira a piedi su e giù dalla spiaggia e dal molo per controllare i gommoni tristemente fermi alla boa, per visitare il bellissimo altopiano dove si trova il faro di Pertusato. Si fanno Km ( e non miglia) con le macchine per visitare Porto Vecchio, Bonifacio, qualcuno va a visitare la casa di Napoleone ad Aiaccio e qualcuno si perde nella nebbia in montagna. Pesa non navigare, ma la compagnia è sempre allegra. Dopo tre giorni alcuni disperati decidono che i gommoni vanno comunque mossi, costi quel che costi. Così quattro gommoni partono verso Porto Vecchio, gli intrepidi ritornano bagnati fino al midollo, uno con un dito rotto, ma tutti si sono “molto divertiti”. La sera però, indipendentemente da come è passata la giornata, ci si ritrova sempre allegramente uniti davanti a un piatto di pasta ( il bungalow Montagnani/Reggiani è un misto tra un magazzino di alimentari, la cucina di un ristorantino casalingo e, nelle giornate piovose, una zona umida ad elevato valore naturalistico) Con i piedi sotto alla tavola, davanti ad un piatto di spaghetti alle vongole, ad una grigliata di pesce o alla bruschetta si ritrova sempre l’allegria che distingue i soci del circolo Alazzurra. Beppe poi, con la sua chitarra, aiutato dalla bellissima voce di Valentina e dalla ocarina di Fabio, chiude sempre in bellezza le giornate sull’isola. Il penultimo giorno il tempo pare finalmente cambiato, forse si può andare, detto fatto si mollano gli ormeggi e si raggiunge l’isola di Cavallo dove si curiosa un po’ tra le ville dei Vip inserite in un paesaggio da favola. Tappa successiva: il paradiso di Lavezzi dove facciamo in tempo a goderci un po’ l’isola e a finire le provviste alimentari; il vino buono è già finito e anche il cantiniere Saverio


è rientrato in Italia insieme alla Famiglia Baraldi. Non essendoci nessun somelier esperto in miracoli dobbiamo accontentarci del vino corso che alla fine non deve poi essere tanto male visto che comunque “ finisce anche questo in un attimo”. Un cielo color piombo consiglia un rientro veloce. Si “ scaravoltano le manette” ma la pioggia è più veloce dei nostri potenti motori e ci raggiunge al momento dell’ormeggio con una intensità degna di un paese tropicale durante la stagione dei monsoni. Ma il Circolo al Alazzurra non si scoraggia per così poco e il giorno successivo si riesce anche a realizzare la gita in Sardegna. Savino cede alle insistenze di Andrea e accetta , seppur con qualche perplessità, la sfida del mare , così finalmente può verificare di persona che i colori della Croazia non sono proprio uguali a quelli della Sardegna.

Il quattro giugno è una sera speciale: l’amico Willy “ baguettes d’oro” compie gli anni. Si pensa ad una sorpresa, si festeggia con due torte gelato che, oltre a Willy, fanno molto felici tutti, qualche regalo, i cori, gli auguri e i baci, ma quello che sicuramente ha commosso di più il nostro amico è stata la sorpresa e l’affetto che tutti gli dimostrano e noi speriamo che questo compleanno resti per lui un bel ricordo. Sul traghetto, durante il ritorno si tirano le somme: non si è navigato molto ma qualche bel giro è stato fatto anche per mare. La logistica, campeggio ecc…, è stata ottima, la compagnia bellissima e allegra come sempre, si è mangiato e bevuto bene quindi che dire , siamo tutti pronti per la prossima gita GRAZIE a Massimo e a Giancarlo che è subentrato nell’organizzazione. GRAZIE anche a TUTTI i partecipanti che in un modo o nell’altro, ciascuno per quello che ha potuto, hanno contribuito ad una gita che entrerà a pieno titolo nel bagaglio dei bei ricordi del Circolo Alazzurra. Giovanna


CALZATURE PELLETTERIA

Modena - V. S. Eufemia, 88 (Ang. V. Malatesta) Tel.-Fax. 059-216533

Casa

del

SEDE : Via San Vito, 104 San Vito (MO) tel.059-798915 OFF. e MAG: Via Vignolese, 1397 San Damaso (MO) Tel. 059-468219 www.montorsisprt.it - nautimon@tin.it

colore

via degli ombrellai 1 Castelfranco E. (MO) tel.059/926803 Colori, carta da parati, moquettes Tendoni solari, pavimenti in legno

VIA ZAMENHOF, 61/67 MODENA Tel. 059-366402

BIOLCHINI ERMANNO

Infissi in alluminio Tapparelle – Zanzariere Via Donizetti, 6 Maranello (MO) Tel.0536-944907 Fax.0536-932560

di Serra Silvana & C.

ALIMENTARI - FRUTTA VERDURA Strada Albereto, 142 - Modena Tel. 059-250061


4

luglio 04.…..

La

maialata

GITA ENO – GASTRo – E POCO NAUTICA SULL’ISOLA DELL’AMORE TRA ANGUILLE E SALSICCE. La gita, molto impegnativa sotto il profilo enogastronomico, ma praticamente nullo dal punto di vista nautico, è stata organizzata dal PRINCIPE DI VOLANO alias Zoboli Wilson, che ha curato quel poco di nautico che c’era (varo alaggio e rotta), supportato dal RE DEL “MENU’” (al secolo Barbieri “Pier Armido”) che ha procurato parte delle cibarie. La giornata ha avuto inizio a Volano, alla famosa Marina BRANCALEONI residenza estiva dei fine settimana dell'omonimo Principe, alle 09,00 con varo delle imbarcazioni che, più che cariche di dotazioni obbligatorie e strumenti nautici, erano stracolme di torte, bottiglie di vino, stuzzichini vari e strumenti per la preparazione e il consumo del cibo. Si lascia la Marina verso le 10,00, si naviga (si fa per dire) in mare per circa 5 miglia, meta il faro di Gorino con una breve sosta al bar per un’aperitivo (giusto per non perdere il vizio e deludere il tema eno-gastro e poco nautico della giornata). Viste le poche miglia da percorrere e la voglia di smanettare, vola in acqua di tutto, cuscini, cappellini, magliette, e asciugamani: a proposito, Gastone per aiutare Menarini a recuperare il cuscino del prendisole volato in acqua, si perde nella “valle” e non riesce a comunicare con il resto del gruppo che praticamente sono a poche centinaia di metri di distanza da lui. Sarà merito della nuova antenna CB appena montata o del riconosciuto feeling del Gastone con la strumentazione elettronica ????.


Vola anche, per la prima volta in acqua, il gommone nuovo (o quasi) del ROTTAMAIO (Dotti Bruno per gli ignari) che finalmente riesce a tenere il passo di tutte le altre imbarcazioni, a bordo, oltre al comandate Bruno alle prese con una “safena” da domare, il direttore di macchina e di rotta nonché consulente tecnico e morale KALESPULO (Catellani Alberto). Finite le prove tecniche di navigazione, ritrovato Gastone, il gruppo si ricompatta per fare rotta per l’Isola dell’Amore (così battezzata e regno inconfutabile del Principe), luogo destinato all'organizzazione e al consumo del banchetto. I cuochi iniziano la preparazione di griglie e fornelli per la cottura di anguille, salsicce e costato di maiale, cibi ideali per una dieta mediterranea mirata di mezza estate. Tutto si risolve in un’orgia di schiamazzi, cibo e vino (qualcuno stappa anche una bottiglia di cedrata, contento lui !!!!!!) della durata di poche decine di minuti, poi, complice la digestione,il sole e il caldo, tutti si dileguano: chi sotto la poca ombra che offre l’isola e gli scarsi ombrelloni portatili per un pisolino, chi a cantare accompagnato dall’immancabile chitarra del Beppe, chi trova persino la forza d'improvvisare una partita a pallavolo con un gruppo di gitanti locali, anche loro provati da un lauto pasto. Alla fine (non si è ancora capito chi abbia vinto), stanchi, accaldati e sudaticci si è ricercato refrigerio con un bagno nelle acque NON proprio trasparenti (c’è chi con l’acqua alle caviglie si è spaventato di aver perso i piedi ) del mare di Volano. Verso sera tutti in fila per il rientro al Marina Brancaleoni per l’alaggio, saluti e baci di rito e di nuovo tutti in fila per il rientro a Modena. RESOCONTO FINALE ENO-GASTRO-NAUTICO DELLA GIORNATA: 30 persone, 10 imbarcazioni, 20 anguille, 40 sasicce, 5 kg. di costato di maiale, 8 torte e X bottiglie di vino, non quantificabili esattamente perché i vuoti sono stati sapientemente nascosti nei gavoni dei gommoni (c’è chi giura non meno di 25). Cesare


R.M.

Rimessaggio – Assistenza Collaudi e revisioni Via Strabello Basso,32 Lesignana (MO) Tel. –Fax. 059-527485

Via Scarlatti, 46 Soliera (MO) Tel. 059-567585 Fax. 059-850133 WWW.SGARBIEDILIZIA.IT EDILIZIA – FERRAMENTA UTENSILERIA – IDRAULICA ELETTROUTENSILI ASSISTENZA

Via Genziana, 18 S. DONNINO (MO) Tel. 059/468723

AUTOSCUOLA

EFFEBI

di Ferrari e Barbieri snc

STAZIONE di SERVIZIO E AUTOLAVAGGIO Via Modenese, 1493 Spilamberto (MO) Tel.-Fax. 059-783952

Piazza Liberazione, 30 41015 Nonantola (MO) Tel. 059-547955

SEDE : Via San Vito, 104 San Vito (MO) tel.059-798915 OFF. e MAG: Via Vignolese, 1397 San Damaso (MO) Tel. 059-468219

FOTO

Paolo Dotti

ELVEZZI

Autorizzata AGENZIA GENERALE DI SOLIERA

SAVINO PASINI AGENTE GENERALE VIA STRADELLO MORELLO, 91/93 – 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059-561960 - Fax. 059-850288 - Cell. 338-7500563

VIA

ZAMENHOF, 61/67 MODENA

Tel. 059-366402

..............ovviamente, prima di ogni escursione programmata, verrà distribuito un opuscolo con notizie più dettagliate relative all’uscita stessa. Resta comunque sempre inteso che il Comandante di ogni imbarcazione si impegna per sé e per il suo equipaggio, per i suoi collaboratori e delegati, a sollevare da ogni responsabilità il Circolo Nautico Alazzurra, gli organizzatori e o quanti sono interessati all’organizzazione delle manifestazioni per eventuali danni e/o rischi che potranno derivare a lui, ai componenti del suo equipaggio, ai suoi collaboratori delegati o terze persone. Detto tutto questo, buona navigazione a tutti.

Via Carducci 12/14 PIUMAZZO (MO)

Tel.059-935323 - Fax.059-9533038

e-mail lucaelv@tin.it Per informazioni CONTATTATECI

LODI LINO & C. FERRAMENTA – COLORI BULLONERIA INOX Via W. Tabacchi 15/a 41100 Modena Tel/Fax. 059-333136

HABITAT CARTE DA PARATI TESSUTI - TENDAGGI VIA CIRO MENOTTI 22 / 34 MODENA Tel. 059-222109 Fax 059-221368 www.habitat.mo.it

Tecnologie e Sistemi Elettrici

MATERIALE FOTOGRAFICO V.le Storchi 155 MODENA TEL. 059 / 236385

il Presidente A soli 100 mt. uscita A1 MODENA NORD

Vendita – Noleggio Assistenza e Accessoristica

NAUTICA – CAMPER Concessionario: HONDA Marine

PIUMAZZO (MO) Tel. 059-931794

Via Cave Ramo, 165 - 41100 Modena Tel. 059/822720 – Fax. 059/822728

Galleria S. Giacomo, 16 41013 Castelfranco E. (MO) Tel. 059-922065 Fax. 059-9530220

NAUTICA

Nicoli OFFICINA AUTORIZZATA MOTORI BENZINA-DIESEL SCAFI, BATTELLI E ACCESSORI Via Parini 166 Modena TEL. - FAX 059 / 82900

www.meglioli.it - e-mail: info@meglioli.it

di Serra Silvana & C.

CALZATURE PELLETTERIA

Modena - V. S. Eufemia, 88 (Ang. V. Malatesta) Tel.-Fax. 059-216533

ALIMENTARI - FRUTTA - VERDURA Strada Albereto, 142 - MODENA Tel. 059-250061

MASTRO GAS MONTANARI srl ASSISTENZA –VENDITA RICAMBI CALDAIE A GAS Via Piazza, 57 Tel. 059.820581 41100 MODENA

BIOLCHINI ERMANNO

Infissi in alluminio Tapparelle – Zanzariere Via Donizetti, 6 Maranello (MO) Tel.0536-944907 Fax.0536-932560


NAVIGAZIONE DELLE UNITA' DA DIPORTO (estratto dal codice della navigazione legge 172/2003) ART. 8.

1. Alle navi da diporto, gli uffici che detengono i registri di iscrizione di cui

all'articolo 5, all'atto dell'iscrizione, rilasciano la licenza di navigazione di cui all'articolo 9, che ne autorizza la navigazione in acque marittime e interne senza alcun limite, nonche' il certificato di sicurezza di cui all'articolo 12, che ne attesta lo stato di navigabilita'.

2.

Alle imbarcazioni da diporto, gli uffici che detengono i registri di iscrizione di cui all'articolo 5, all'atto dell'iscrizione, rilasciano la licenza di navigazione di cui all'articolo 9, che le autorizza al tipo di navigazione consentito dalle caratteristiche di costruzione rilevate dalla dichiarazione di conformita' rilasciata dal costruttore o da un suo mandatario stabilito nel territorio dell'Unione europea, nonche' il certificato di sicurezza di cui all'articolo 12, che ne attesta lo stato di navigabilita'.

3. I documenti di navigazione rilasciati dagli uffici marittimi sono riconosciuti validi anche per le acque interne; quelli rilasciati dagli uffici provinciali del Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici sono riconosciuti validi anche per le acque marittime.

4. Le specie di navigazione previste per le unita' da diporto di cui al comma 2 sono: a) per le unita' senza marcatura CE: 1) senza alcun limite nelle acque marittime e in quelle interne; 2) fino a sei miglia dalla costa nelle acque marittime;

b) per le unita' con marcatura CE: 1) senza alcun limite, per la categoria di progettazione A di cui all'allegato II annesso al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e successive modificazioni; 2) con vento fino a forza 8 e onde di altezza significativa fino a 4 metri (mare agitato), per la categoria di progettazione B di cui all'allegato II annesso al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e successive modificazioni; 3) con vento fino a forza 6 e onde di altezza significativa fino a 2 metri (mare molto mosso), per la categoria di progettazione C di cui all'allegato II annesso al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e succ. modificazioni;


4) per la navigazione in acque protette, con vento fino a forza 4 e onde di altezza significativa fino a 0,50 metri, per la categoria di progettazione D di cui all'allegato II annesso al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e successive modificazioni"; ART. 13.

1.

Sono natanti: a) le unita' da diporto a remi; b) le unita' da diporto di lunghezza dello scafo pari o inferiore a 10 metri, misurata secondo gli opportuni standard armonizzati; c) ogni unita' da diporto di cui alla lettera a) e alla lettera b), destinata dal proprietario alla sola navigazione in acque interne.

2. I natanti sono esclusi dall'obbligo dell'iscrizione nei registri di cui

all'articolo 5, della licenza di navigazione di cui all'articolo 9 e del certificato di sicurezza di cui all'articolo 12. I natanti da diporto, a richiesta, possono essere iscritti nei registri delle imbarcazioni da diporto ed in tale caso ne assumono il regime giuridico.

3. I natanti non marcati CE possono navigare:

a) entro 6 miglia dalla costa, ad eccezione di quelli denominati jole, pattini, sandolini, mosconi, pedalo', tavole a vela e natanti a vela con superficie velica non superiore a 4 metri quadrati, che possono navigare entro un miglio dalla costa, nonche' degli acquascooter o moto d'acqua e mezzi similari, disciplinati con ordinanze delle competenti autorita' marittime e della navigazione interna; per la conduzione degli acquascooter o moto d'acqua e mezzi similari sono richieste la maggiore eta' e la patente nautica, secondo quanto previsto dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1997, n. 431, e le predette ordinanze ne disciplinano restrittivamente la navigazione entro un miglio dalla costa; b) entro 12 miglia dalla costa, se omologati per la navigazione senza alcun limite o se riconosciuti idonei per tale navigazione da un organismo tecnico autorizzato o notificato; in tale caso durante la navigazione deve essere tenuta a bordo copia del certificato di omologazione con relativa dichiarazione di conformita' ovvero l'attestazione di idoneita' rilasciata dal predetto organismo.

4. I natanti provvisti di marcatura CE possono navigare nei limiti stabiliti

dalla categoria di progettazione di appartenenza, di cui all'allegato II annesso al decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e successive modificazioni.


TUTTO CIO’ CHE OCCORRE AVERE A BORDO Dotazioni di sicurezza per le unità da diporto (con o senza marcatura CE) Senza alcun limite Zattera di salvataggio (a)

*

Entro 50 miglia

Entro 3 miglia

Entro 1 Entro miglio 300 metri

Fiumi, torrenti, corsi d’acqua

*

Apparecchi galleggianti (a) Cinture di salvataggio (b)

Entro 12 Entro 6 miglia miglia

* *

*

*

*

*

*

*

Salvagente anulare con cima

* (1)

* (1)

* (1)

* (1)

* (1)

* (1)

* (1)

Boetta luminosa

* (1)

* (1)

* (1)

* (1)

Boetta fumogena

* (3)

*(2)

*(2)

*(2)

*(1)

Bussola e tabelle di deviazione

*

*

*

Orologio

*

*

Barometro

*

*

Binocolo

*

*

Carte nautiche

*

*

Fuochi a mano a luce rossa

* (4)

* (3)

* (2)

* (2)

* (2)

Razzi a paracadute a luce rossa

* (4)

* (3)

* (2)

* (2)

Cassetta pronto soccorso (c)

*

*

Fanali regolamentari (d)

*

*

*

*

*

Apparecchi segnalazione sonora (e)

*

*

*

*

*

Loran - Gps

*

*

Apparato Vhf

*

*

Riflettore radar

*

*

Epirb

*

** Pompa di esaurimento o simili

*

*

*

*

*

*

** Estintore (f)

*

*

*

*

*

*

*

Legenda: (a) per tutte le persone a bordo; (b) una per ogni persona a bordo; (c) secondo la tabella "D" del DM 279/88; (d) in caso di navigazione diurna fino a 12 miglia dalla costa, i fanali possono essere sostituiti con una torcia a luce bianca; (e) per le unità superiori ai 12 metri anche fischio e campana; (f) i natanti (indipendentemente dalla potenza del motore) possono avere a bordo un solo estintore; ** previste solo per le unità non marcate CE. I numeri tra parentesi indicano le quantità.


MASTRO GAS MONTANARI s.r.l.

AGENZIA GENERALE DI SOLIERA

SAVINO PASINI ASSISTENZA –VENDITA RICAMBI CALDAIE A GAS Via Piazza, 57 - Tel. 059.820581 41100 MODENA

AGENTE GENERALE

Agenzia: VIA STRABELLO MORELLO, 91/93 – 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059-561960 - Fax. 059-850288 - Cell. 338-7500563

A soli 100 mt. uscita A1 MODENA NORD

Vendita – Noleggio Assistenza e Accessoristica

Via Scarlatti, 46 Soliera (MO) Tel. 059-567585 Fax. 059-850133

WWW.SGARBIEDILIZIA.IT EDILIZIA – FERRAMENTA - UTENSILERIA – IDRAULICA - ELETTROUTENSILI ASSISTENZA

NAUTICA – CAMPER Concessionario: HONDA Marine

Via Cave Ramo, 165 - 41100 Modena Tel. 059/822720 – Fax. 059/822728 www.meglioli.it - e-mail: info@meglioli.it

La Pes-Caccia caccia - pesca - sport abbigliamento sportivo Via Visconti, 51

(di fronte Comando Vigili Urbani)

Castelfranco Emilia (MO)

SPORT LIFE Abbigliamento Sportivo Sub – Sci – NuotO Via Giardini, 264 - Modena Tel. 059.341955 - 059.341498


Appunti di meteorologia IL LUOGO: LA TROPOSFERA I fenomeni meteorologici hanno luogo per la maggior parte all'interno della troposfera.In questo strato si formano le nubi, le piogge, e tutti gli altri fenomeni atmosferici. La troposfera è spessa circa 7/8 km ai poli, circa 12 km alle medie latitudini e 17/18 km all'equatore (il maggiore spessore vicino all'equatore è dovuto alla forza centrifuga generata dalla rotazione terrestre).Questi limiti rappresentano, per così dire, il tetto delle nubi.I parametri fondamentali di un fenomeno meteo sono: - temperatura - pressione - umidità A seconda di come questi tre fattori si combinano, si creano situazioni meteo diverse LA TEMPERATURA La differenza di temperatura è alla base degli spostamenti delle masse d'aria. La terra riceve calore principalmente dall'irraggiamento solare; questo calore non viene completamente assorbito; anzi, in buona parte viente restituito all'atmosfera attraverso la conduzione. La terra accumula e disperde calore in modo diverso e con diversa intensità; questo causerebbe un'enorme diversità di temperatura tra le basse e le alte latitudini se non ci fosse un meccanismo equilibratore quale "le masse d'aria e acqua", che muovendosi sulla superficie terrestre "trasportano" il calore. Teniamo presente che: - il suolo assorbe più calore dei mari - i raggi solari, colpiscono più direttamente la terra alle latitudini equatoriali - i mari assorbono più calore dell'aria - l'aria calda è più leggera dell'aria fredda


PRESSIONE La pressione atmosferica rappresenta il peso dell'aria sulla superficie terrestre. Tale pressione presenta valori decrescenti quanto più ci si allontana dal livello del mare.L'uomo è sensibile a fattori meteorologici quali vento, temperatura, umidità, ma non ha la sensazione fisica del peso dell'aria. Per misurare quest'ultima vi è uno strumento, il barometro. L'unità di misura ufficiale della pressione è l'hectoPascal (hPa), nuova denominazione dei millibar. Il valore medio di riferimento della pressione atmosferica al livello del mare, in condizioni standard , è di 1013 hPa.Se si aggiungono su una mappa i puntiche riportano valori uguali di pressione a livello del mare alla stessa ora nella varie stazioni meteo si hanno le isobare che permettono di prevedere intensità e direzione dei venti. L' UMIDITA' L'acqua è uno dei componenti dell'aria. Si può trovare sotto forma gassosa (vapore acqueo), liquida(pioggia), o solida (ghiaccio). Un certo volume d'aria contiene una sua umidità e una sua temperatura e pressione. In determinate condizioni l'aria può contenere vapore acqueo solo fino ad una certa quantità. Il punto di rugiada di una massa d'aria è la temperatura alla quale, in quella massa d'aria, inizierà il fenomeno della condensazione . IL VENTO

Il vento può essere un fenomeno locale o di ampia portata; può essere secco, umido, freddo, caldo, debole o intenso, ma sempre soffia dalle zone di alta verso le zone di bassa pressione.

IL GRADIENTE BARICO Il gradiente barico esprime il rapporto tra la differenza di pressione tra due isobare e la loro distanza. Forte gradiente = Vento forte Debole gradinete = Vento debole o calma Isobare vicine= Vento forte Isobare lontane = Vento debole LA LEGGE DI CORIOLIS Molteplici sono i fattori che intervengono a complicare le cose, il primo è la Legge di Coriolis "A causa della rotazione terrestre, in senso antiorario rispetto al proprio asse, la traiettoria di un fluido o corpo, in movimento libero sulla superficie terrestre viene deviata, qualunque sia la sua direzione di spostamento, verso destra nell'emisfero nord, verso sinistra nell'emisfero sud. Il vento fluisce dalle zone di alta pressione a quelle di bassa pressione."


Nell'emisfero nord il vento ruota in senso orario nelle alte pressione mentre in senso antiorario nelle basse pressioni. Viceversa, nell'emisfero sud il vento fluisce sempre dalle alte alle basse pressioni ma ruotando in senso antiorario nelle alte e orario nelle basse. Ricordiamo che: Anticiclone = Area di alta pressione Ciclone = Area di bassa pressione (depressione).

LA FORZA CENTRIFUGA La forza centrifuga è più importante dove le isobare sono più curve. L'attrito con il suolo è tanto più forte quanto maggiori sono le rugosità del suolo. Il vento al suolo è frenato dall'attrito con la superficie rispetto al vento in quota e viene deviato verso sinistra da 10 a 30 gradi, a seconda della rugosità del terreno. Per misurare la velocità del vento si usa uno strumento denominato anenometro. La velocità del vento si può esprimere: in nodi (kt=nodo, kts=nodi) in chilometri orari (km/h) metri al secondo (m/s) 1nodo = 1,852 km/h = 0,51 m/s LA DIREZIONE DEL VENTO

LE BREZZE Le brezze costiere sono dovute alla differenza di temperatura che si crea lungo la costa, tra il mare e la terra. La terra e il mare vengono riscaldati nelle ore diurne e, poichè la terra si scalda più velocemente si instaura la brezza di mare. Viceversa durante le ore notturne, la terra e il mare perdono parte del calore accumulato e, poichè la terra si raffredda più velocemente, vi è la brezza di terra. Un fenomeno analogo può essere osservato sui laghi. Talvolta, lungo le coste la differenza termica tra terra e mare può sommarsi o sottrarsi al vento di perturbazione, durante il giorno o la notte. Le brezze che soffiano con regolarità sono un segno indicativo del perdurare del bel tempo. I venti locali del Mediterraneo prendono il nome a seconda della zona di mare considerata e delle tradizioni marinare della regione (es. il vento da NE è chiamato sul tirreno Grecale e Bora sull'Adriatico). Tali nomi sarebbero stati scelti prendendo l'isola di Creta come punto di riferimento (considerata come centro). Ecco perchè il vento di SEW, provenendo dalla Siria è stato chiamato Scirocco, quello di SW Libeccio (dalla Libia), quello di NW(Maestro o Maestrale (da "Roma Magistra"), quello da NE Grecale (dalla Grecia). Nessuno sa se la storia sia vera o no, ma i nomi dei venti sono proprio quelli. Oltre al nome, i venti hanno delle proprie caratteristiche legate a fattori meteorologici, come temperatura, umidità eccetera.


AUTOSCUOLA

ELVEZZI PIUMAZZO - Castelfranco Emilia (MO) Via Carducci, 14 Tel 059-935323

Fax 059-9533038

TARIFFARIO Categoria:

Iscrizione:

A* estensione A* B estensione B C D E CAP

€ € € € € € € €

160,00 260,00 160,00 260,00 260,00 260,00 260,00 260,00

Guide: € € € € € € € e'

Guida d'esame:

26,00 1 ora 26,00 1 ora 26,00 1 ora 26,00 1 ora 270,00 corso 270,00 corso 270,00 corso solo teorico

€ € € € di di di

80,00 80,00 40,00 40,00 5 guide 5 guide 5 guide

ESAME TEORICO € 40,00 I LIBRI DI TESTO NON SI PAGANO * NOLEGGIO MOTO GRATUITO PER L' INTERO CORSO Duplicato patente per DISTRUZIONE, SMARRIMENTO, SOTTRAZIONE Duplicato patente per RICLASSIFICAZIONE € 60,00 Duplicato CAP € 60,00 Conversione di patente MILITARE € 60,00 Conversione di patente ESTERA € 80,00 Sconto speciale per i soci Circolo Nautico Alazzurra

ORARI D’ UFFICIO

Lun. – Mar. – Mer. – Gio. – Ven. Sabato

€ 40,00

9:00 / 12:30 - 15:30 / 20:30 9:00 / 12:30 - 15:30 / 19:00

€ 35,00


2006 gennaio

febbraio

l

m

m

g

v

s

2 9 16 23 30

3 10 17 24 31

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

d 1 8 15 22 29

m 3 10 17 24 31

g 4 11 18 25

v 5 12 19 26

s 6 13 20 27

d 7 14 21 28

v 1 8 15 22 29

s 2 9 16 23 30

d 3 10 17 24

maggio l 1 8 15 22 29

m 2 9 16 23 30

l

m

6 13 20 27

7 14 21 28

marzo

m 1 8 15 22

g 2 9 16 23

v 3 10 17 24

s 4 11 18 25

d 5 12 19 26

v 2 9 16 23 30

s 3 10 17 24

d 4 11 18 25

d 1 8 15 22 29

giugno

settembre m

m

g

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

m

6 13 20 27

7 14 21 28

aprile m 1 8 15 22 29

g 2 9 16 23 30

v 3 10 17 24 31

s 4 11 18 25

d 5 12 19 26

d 2 9 16 23 30

d 5 12 19 26

luglio

l

m

m

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

g 1 8 15 22 29

ottobre

l

l

m

m

g

v

s

m

m

g

v

3 10 17 24 31

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

s 1 8 15 22 29

g 2 9 16 23 30

v 3 10 17 24

s 4 11 18 25

2 9 16 23 30

3 10 17 24 31

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

l

m

6 13 20 27

7 14 21 28

m

m

g

v 7 14 21 28

s 1 8 15 22 29

d 2 9 16 23 30

3 10 17 24

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

m 2 9 16 23 30

g 3 10 17 24 31

v 4 11 18 25

s 5 12 19 26

d 6 13 20 27

v 1 8 15 22 29

s 2 9 16 23 30

d 3 10 17 24 31

agosto

l

novembre

l

l

m 1 8 15 22 29

l 7 14 21 28

m 1 8 15 22 29

dicembre l

m

m

g

4 11 18 25

5 12 19 26

6 13 20 27

7 14 21 28

Brochure 2005  

Brochure 2005 Circolo Nautico Alazzurra

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you