Page 1

K

la

Marzo 2012

ermesse La RIVISTA GRATUITA mensile della Penisola Sorrentina

Finanziamenti

100.000 euro in arrivo per il Piano sociale di zona

Personaggi una coppia fuori dagli schemi

Moda tatuaggi sulla pelle dei campioni

Ciao Lucio intitolato a Dalla il porto di sorrento

Gite scol astiche: come orientarsi

Annunci di lavoro a pag. 22

e tanto altro...

L’inchiesta sui costi delle visite d’istruzione


la

Kermesse

Sommario

Anno II n.2 (7) - Chiuso mercoledì 7 marzo 2012 Rivista mensile a diffusione gratuita reg. trib. di Torre Annunziata n°7 del 6.07.2011 www.lakermesse.it La Kermesse LaKermesseTwitt

Sede legale: Viale Nizza, 47 80067 Sorrento (NA)

Direttore Responsabile Costanza Martina Vitale direttore@lakermesse.it

3 - Twitteria: cinguettii dal web

4 - Editoriale: Festa della donna (ipocrisia o necessità?)

p.5

Edito da Akmàios a r.l. Cell: 331.74.88.453 redazione@lakermesse.it

Akmàios edizioni

5 - L’inchiesta sui costi dei viaggi d’istruzione

p.9

8 - La voce del cittadino: il caso “boxlandia” 9 - Ciao Lucio. In ricordo del cittadino onorario di Sorrento

p.12

10 - Qualcosa di personale: amanti in tour per “La verità” 12 - Finanziati i progetti per il Piano Sociale di Zona

Condirettore Iole Filosa Redazione Francesco Bevacqua Iole Filosa Costanza Martina Vitale Hanno scritto: Francesco Bevacqua Antonella Coppola Marcello Coppola Nino Cuomo Lucia Esposito Lucio Esposito Vincenzo Greco Fabio Vollaro Costanza Martina Vitale

12- Il cantore delle crociate Inserto. Lions Club Penisola Sorrentina. - Al via i lavori in Cattedrale - Un poster per la pace

p.13

Hanno collaborato: Simone Cetorelli Gaetano d’Esposito Graphic Design Iole Filosa filosaiole@yahoo.it Stampa e Grafica pubblicitaria Web Sorrento s.a.s Via Tordara, 1 80065 Sant’Agnello (Na)

13 - Aziende partenopee: licenziamenti in vista 14 - Giovani in Politica: il Forum di Meta di Sorrento

p.10

16 - Le case dei sorrentini: anche il Papa utilizzava il letto “a cassone” 17 - Mi piace scriverlo sulla pelle. Intervista al tatuatore Alessandro Bonacorsi 19 - Come proteggere il tuo account da occhi indiscreti

p.13

20 - La carrozzella magica: il pericardio

p.17

21 - “F Come...”. Intervista a Federica Porzio 22 - Annunci di lavoro

Per la pubblicità cell. 331.95.90.421 pubblicita@lakermesse.it L’editore non è responsabile della provenienza, della qualità e del contenuto delle inserzioni pubblicitarie e neppure per le conseguenze dirette ed indirette che possano derivare dalla non rispondenza di tali dati con la realtà. Salvo diversa indicazione tutti i contenuti pubblicitari sono stati elaborati dalla redazione e concessi agli inserzionisti per l’utilizzo esclusivo su questa rivista e pertanto, al pari dei testi, sono da considerarsi soggetti a copyright. Ogni riproduzione parziale o totale è vietata.

inserto


la

curiosinrete

kermesse - Marzo 2012

Cinguettii dal web

ia

Cercaci con il nome:

@LaKermesseTwitt e interagisci con noi!

Anche questo mese abbiamo scovato i twitt più divertenti e significativi sulle notizie più curiose delle ultime settimane: dai sermoni di Celentano al fenomeno Canzona che ridimensiona fortemente la stampa italiana, dalla pazzia di marzo alle mancate olimpiadi di Roma 2020, fino al ricordo per la scomparsa del grande Lucio Dalla, amico di Sorrento, scomparso lo scorso 2 marzo. Segnalateci i vostri cinguettii diventando followers de “la Kermesse” digitando @LaKermesseTwitt! Mario C (@M_arioC) “Sai che al tuo funerale potrebbero venire dei politici?” Lucio Dalla: “Questo è un motivo per non morire”. Raffaele Auriemma @RafAuriemma Sento scorrere le lacrime di Sorrento per la morte di Dalla. Addio Grande Lucio. Linda N. (@fair_karine) Grazie a Canzona non so più distinguere una notizia vera da una falsa. Valerio Staffelli (@VStaffelli) Nella sua immagine di profilo appare Rossella Urru Sono in giro senza tv aggiornatemi su cosa si dicono Canzona e la D’Urso… Spinoza (@spinozait) Monti dice no alle olimpiadi di Roma. Non ha tempo di allenarsi. Lia Celi (@Liaceli) Celentano non paga l’Ici perché considera le sue case luoghi di culto. Rudy Zerbi (@rudy_zerbi) A tutti quelli che avevano dichiarato la Primavera ormai arrivata chiedo… quello di oggi è già inverno 2013?

s.n.c

A m b u l at o r i o d i Ra d i o l o g i a

Cacace

Auguri di Buona Pasqua massa lubrense (na) Via S. Teresa, 4/6 - Tel 081.8789867 - 330.445833

3


editoriale editoriale

K

Pubblicato in anteprima l’8 marzo 2012 sulla pagina Facebook: “La Kermesse (mensile Free Press della Penisola Sorrentina)”

Festa della donna (ipocrisia o necessità?)

© Riproduzione vietata

M

entre scrivo è la vigilia dell’8 marzo e anche oggi, come tutti gli anni, ho dovuto sopportare gli sprezzanti commenti su questa ricorrenza, come solitamente accade anche per la Festa degli Innamorati. Guardacaso due giorni nati per, o comunque strutturati in modo tale da, omaggiare la donna. Eppure l’Italia vive di ricorrenze, di date da festeggiare, di ferie, nonostante l’era del profitto e della laicità incombenti ci stiano portando a rinunciare alla festa del Santo Patrono e alla domenica e a chissà cos’altro. Beninteso, non che io sia particolarmente affezionata alle festività, nè tantomeno specificatamente amante dell’8 marzo e del 14 febbraio, ma, riflettiamo un attimo. Frasi del tipo “Che stupidaggine, la donna si dovrebbe rispettare tutto l’anno” le ritroviamo, sistematicamente, solo in queste due occasioni “rosa” ed io non riesco affatto a ricondurle a quello strano, quanto controproducente fenomeno, chiamato “femminismo”. Al limite, frasi simili le recepiamo anche per le feste religiose, per la Chiesa, nuovo“sesso” debole degli ultimi decenni. Ma mai che una festa del papà, quella dei nonni, quella dei lavoratori, della Liberazione, della Repubblica, dei defunti e via dicendo, vengano sottoposte a questa veritiera, quanto ormai banale, spanna dell’ipocrisia italiana. Non credo che l’idea della ricorrenza, almeno quella originaria, sia quella di escludere la riflessione sul tema per gli altri 364 giorni l’anno, come si atteggia a sottolineare chi espone questa critica. Credo sia quello, piuttosto, di assurgere determinati argomenti ad un piano superiore, meritevole di una riflessione nazionale più approfondita, fatta all’unisono e che poi si concretizzi in gesti significativi quanto simbolici, come l’omaggio floreale. Lancio una provocazione: coloro che ripudiano l’8 marzo rispettano davvero poi la donna tutto l’anno? Le rendono ciò che merita quando si interfacciano con Lei sotto il profilo umano e, soprattutto, lavorativo? Quando semplicemente La vedono camminare sicura per la strada? Sanno difenderla? Le sono leali? Sanno amarLa anche quando non sono amati? E, si badi, non mi sto rivolgendo solo ai lettori di sesso maschile. La verità è che ci fregiamo di mille iniziative, di decolli di quote rosa (altro tristissimo capitolo che andrebbe meglio analizzato) ma non riusciamo ancora a scrostare, persino in questi episodi stupidi, ma pregnanti sotto certi aspetti, una millenaria, perversa e pericolosa discriminazione verso tutto ciò che è meravigliosamente donna. Come in tutte le osservazioni che si rispettino poi, c’è però un’eccezione che conferma la regola, o che forse ci aiuta ancor di più a quadrare il cerchio: la festa della mamma. Quasi dimenticavo che, anche sotto questo aspetto, dimostriamo tutta la nostra struggente e atavica italianità.

Costanza Martina Vitale direttore@lakermesse.it

Per la pubblicazione del tuo articolo sulla rivista “la Kermesse“ invia testo e foto a: redazione@lakermesse.it

La redazione si è unita al lutto cittadino di Sorrento Per la prossima edizione invia il materiale entro il 2 Aprile in onore di Lucio Dalla e di Piano di Sorrento La redazione si riserva il diritto di pubblicare o meno gli articoli per le vittime del mare e/o di modificarli per esigenze editoriali. Vincenzo ed Ernesto Staiano. In occasione del trigesimo dei due amici carottesi la pubblicheremo un servizio in loro memoria Kermesse sul mensile “Il Centro” Si prega di firmare l’articolo e lasciare un recapito telefonico.


la

inchiesta

kermesse - Marzo 2012

PRAGA tra le capitali europee meno costose e più ambite dagli studenti della Penisola sorrentina

TURISMO SCOLASTICO:

UN BUSINESS DA UN MILIONE DI EURO

Q

uello della “gita” è, probabilmente, il momento più atteso da molti studenti: si lasciano i banchi e si può trascorrere qualche giorno in una meta nuova con i propri compagni di classe. Ovviamente, però, oltre a questo aspetto propriamente “ludico”, c’è tutta una serie di altri fattori che sarebbe utile esaminare più in dettaglio. Quello del turismo scolastico è un settore spesso tralasciato dalle statistiche ufficiali, ma che muove un ingente traffico di denaro e persone. Basti pensare che, in base ad un calcolo approssimativo, se tutti gli alunni iscritti presso i cinque istituti superiori di secondo grado della Penisola Sorrentina (Liceo “Publio Virgilio Marone” di Meta, Liceo “G. Salvemini”, Istituto d’arte “F. Grandi” e

Istituto Polispecialistico “San Paolo” di Sorrento, Istituto Nautico “N. Bixio” di Piano di Sorrento) partecipassero alle visite d’istruzione proposte loro durante quest’anno 2011-2012, la cifra spesa dalle famiglie per tale tipo di iniziative andrebbe complessivamente oltre il milione e mezzo di euro. Per chi è affezionato al vecchio conio stiamo parlando di tre miliardi di lire, l’equivalente dell’introito previsto per la Penisola in conseguenza dell’introduzione della nuova tassa di soggiorno. Proprio da questa considerazione nasce la volontà di meglio approfondire questo settore spesso trascurato, con particolare attenzione alle nostre scuole. Partendo da una precisazione: quelle che vengono comunemente definite “gite”, sono in realtà un vero e proprio complemento del programma didattico.

Quasi 5000 viaggiatori l’anno in Penisola sorrentina tra studenti e accompagnatori. Per una media di 300 euro pro capite (esclusi stage e soggiorni studio)

5


6

inchiesta

Marzo 2012 - la

D’altra parte, se così non fosse, non si capirebbe perché utilizzare parte del tempo scolastico, dell’impegno dei docenti e delle risorse economiche della scuola per realizzarli. In altre parole, il viaggio è un progetto didattico, che si inscrive in un’attività educativa di più ampio raggio. Dunque: una volta individuati specifici fini didattici, e le conseguenti possibili mete, l’istituto scolastico indice una gara d’appalto rivolta a tutte le agenzie di viaggi interessate, tra le quali sceglierà quella che, meglio rispondendo a requisiti di professionalità, specializzazione ed affidabilità, farà l’offerta più vantaggiosa. Questa fase, in particolare, deve avere un’adeguata pubblicità e trasparenza nell’interesse degli alunni e tenendo conto del portafogli dei loro familiari. Considerando che gli studenti degli istituti superiori della Penisola sorrentina sono poco meno di 5000 e che, in media, abbiamo calcolato per ognuno un costo per la gita intorno ai 300 euro (che ovviamente varia in base ai casi) una famiglia con due figli minorenni a carico si troverebbe a dover affrontare un costo medio di seicento euro solo per le visite d’istruzione. E senza considerare in questo computo gli stage e i soggiorni studio che si aggirano oltre la cifra dei seicento euro, stavolta, però, pro-capite. Una volta conclusa questa fase, e stabiliti i costi del viaggio, si passa all’assegnazione del docente accompagnatore; quest’ultimo è, in genere, preferibilmente individuato tra quelli della classe degli alunni partecipanti al viaggio e di materia attinente. Noi abbiamo tenuto un sondaggio tra gli alunni dei licei della

kermesse

Penisola che ci hanno anticipato alcune delle mete previste per quest’anno dagli istituti scolastici della zona e il costo orientativo relativo. Alcuni di essi hanno trovato conforto nella pubblicità gestita dagli istituti, altri, invece, non trovano un riscontro ufficiale perché ancora «in via di definizione», come ci hanno sottolineato molti dei rappresentanti dei plessi da noi interpellati. Ciò che abbiamo raccolto è però sufficiente a trarre per il momento un profilo di massima della varietà dei programmi, e quindi dei costi offerti: il liceo scientifico “Gaetano Salvemini”, per esempio, per un soggiorno di 6 giorni e 5 notti a Barcellona prevede un costo di 503 euro, circa; mentre per un soggiorno di 2 giorni ed 1 notte a Tarquinia il costo scende a 67 euro. L’Istituto polispecialistico San Paolo di Sorrento, indirizzo Iter, prevederebbe per un viaggio in Emilia Romagna (itinerario: Rimini, Ravenna, San Marino, Mirabilandia) per 4 giorni e 3 notti, un costo di 160 euro. Un campionario dell’indirizzo della Ragioneria ci parla di un costo di 438 euro per 5 giorni e 4 notti nella capitale della Repubblica Ceca. Stesso soggiorno, Praga appunto, e stesso numero di pernottamenti per il Liceo “Publio Virgilio Marone” che se l’è cavata però con 385 euro (50 euro in meno rispetto all’itinerario proposto dal “San Paolo”) ma senza tenere conto degli extra a copertura degli ingressi ai musei e dei trasporti pubblici locali. Il panorama è, ovviamente, variegato. Bisogna considerare vari aspetti che incidono sul costo finale, come la distanza

Si registra un aumento dei costi, soprattutto in riferimento ad alcune città d’Oltralpe. Di qualità le visite d’istruzione che comprendono nella quota l’ingresso ai musei e i trasporti pubblici locali.

FRANCIA, Castillo Chambord


kermesse - Marzo 2012

geografica, il mezzo utilizzato, gli ingressi ai musei e l’eventuale trattamento di pensione completa, il quale fa ovviamente lievitare il costo del pacchetto. Ad oggi, l’unico dato che sembra rimanere certo e che vede concordare parecchi docenti, è l’aumento medio dei costi, con specifico riferimento ad alcune capitali europee (come per esempio Londra, Parigi e Berlino). Tuttavia la tipologia di viaggi possibile non è ad oggi omogenea: basta analizzare, per esempio, il programma dell’Istituto Polispecialistico “San Paolo” di Sorrento per rendersene conto. Difatti, accanto al classico viaggio d’istruzione (sia nazionale che estero), oggi compare una nuova tipologia di soggiorno: lo stage. Questo offre agli studenti la possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro e la sua concreta pratica. Ma non solo: anche i soggiorni studio affrontati dall’indirizzo linguistico del Liceo “P. V. Marone” di Meta rappresentano una valida opportunità per gli alunni, i quali in tali occasioni possono conseguire una certificazione

inchiesta utile per l’attribuzione di crediti formativi. Il terzo anno del linguistico di Meta, ad esempio, è tornato da poco da un soggiorno studio di una settimana a Tour (Francia) del costo di 700 euro tutto incluso. Per ottenere altre utili informazioni ci viene incontro la disponibilità della dirigente della Scuola Secondaria di primo grado “Torquato Tasso” di Sorrento, la professoressa Marianna Cappiello. A cominciare dalla questione inerente ai costi delle “gite”, e dell’eventuale aumento dei prezzi registrato: «Non c’è stato un aumento dei prezzi, dato che, per esempio, per la gita delle classi terze abbiamo avuto dei costi contenuti. Il viaggio a Praga di quest’anno, rispetto a quello dell’anno scorso a Londra (che è più cara, per cui dipende molto anche dalla meta), è stato molto meno costoso. Tant’è vero che 6 giorni a Praga costano quanto la gita delle seconde in Italia di 5 giorni». E continua: «Il costo previsto è comprensivo di tutto (soggiorno, pasti, ingressi ai musei, ecc.): i ragazzini potrebbero anche non portare nulla. Anzi, abbiamo stabilito nell’ambito del regolamento d’istituto che i genitori affidino solo una cifra minima (il cui importo è sempre stabilito nel Consiglio d’istituto) ai docenti accompagnatori, per risolvereeventuali problemi che potrebbero insorgere (solo nel caso in cui i ragazzi creino dei danni negli alberghi). Questa somma viene spesa soltanto in caso d’emergenza e nel caso di mancato o parziale utilizzo, al rientro se ne fa una rendicontazione e si restituisce alle famiglie». Anche l’assicurazione è compresa nel costo del viaggio, e ne viene stipulata una specificamente a questo scopo (da tenere distinta dalla polizza assicurativa che copre gli infortuni e la responsabilità civile per tutto l’anno per tutti gli alunni della scuola). Un altro aspetto merita un’attenzione particolare, ovvero l’eventuale previsione di un dilazionamento del pagamento del costo complessivo del viaggio: «Noi diamo la possibilità ai genitori di pagare la quota di partecipazione dei loro figli in due rate (un acconto ed un saldo) ad un paio di mesi di distanza, di modo da consentire alle famiglie di non privarsi della somma in un’unica volta». Un’ultima battuta va alla valenza didattica e, non solo, dei viaggi d’istruzione: «Io penso che viaggiare significa conoscere, aprire la mente; viaggiare è un’esperienza che fa crescere sotto tutti i punti di vista».

7

© Riproduzione vietata

la


8

ditelo voi

Marzo 2012 - la

kermesse

La voce del cittadino

Caro direttore,

apprendo con piacere la notizia dell’apertura di questa nuova rubrica dedicata ai cittadini, uno spazio democratico che, ahinoi, ancora mancava in Penisola sorrentina. Le scrivo per porre all’attenzione sua e dei lettori la questione di “Boxlandia”. Senza entrare nei tecnicismi e nei riferimenti normativi del caso, boxlandia è ormai un fenomeno radicato in penisola e nelle lobby di chi la amministra: si sottraggono le aree verdi della nostra terra per realizzare inutili parcheggi e box-auto. Il nome, per la prima volta pubblicato da Vincenzo Iurillo sulla pagina online de “Il Fatto Quotidiano”, è poi diventato la metafora del modo in cui viene amministrato il nostro territorio: meno verde, più cemento. Una situazione ormai insostenibile e verso cui tutti i cittadini devono ribellarsi. Per questo motivo alcuni mesi fa, grazie all’impegno di tanti cittadini, è nato su facebook il gruppo “STOP BOXLANDIA!”, il quale denuncia ufficialmente questo malcostume in cui sono invischiati imprenditori e politici, tecnici e professionisti di vario genere. Il paesaggio sorrentino è sotto attacco da parte del partito del cemento, agevolato dalle continue modifiche alla legge regionale 19/2001 che disciplina il merito della questione. Con questo scenario, dunque, è unicamente compito dei cittadini liberi e consapevoli quello di opporsi a “boxlandia”, tutti noi abbiamo il dovere di tutelare il nostro territorio e preservarlo per le future generazioni. Cordiali saluti, Francesco Mauro

Scrivi alla redazione e racconta la vita peninsulare

Trascorrono gli anni...

i cicli lunari si succedono secondo natura e la Penisola Sorrentina riesce sempre a stupire se stessa. Come i giovani seguono la moda del momento il nostro territorio si trova coinvolto in una spirale di cemento che sembra non avere mai fine: i box auto. Giorno per giorno, mese dopo mese si aprono cantieri, pubblici e privati che vedono il cemento coprire la natura della nostra splendida lingua di costa alta che si porge al mare. Alla lunga credo di aver perso il conto di quanti cantieri per la realizzazione dei box interrati siano aperti, chiusi o in via di conclusione. La domanda che mi attanaglia in questo periodo è: ne vale la pena? I cartelli con le scritte “vendesi box auto” non scompaiono, anzi si moltiplicano a vista d’occhio. Tutto questo cemento ha una seria utilità sulla diminuzione del traffico veicolare? Probabilmente no, perché le strade sono sempre più un’anaconda tropicale di veicoli, suoni che minano la pace e la tranquillità della vita delle nostre città. Mi sento di lanciare una provocazione. Che relazione c’è tra le campagne elettorali dei nostri amministratori e i costruttori? Saranno vere tutte le illazioni che mettono in relazione politici locali e imprenditori del cemento? Al popolo il compito di scoprirlo. Un osservatore di Piano

Scrivici quello che pensi della tua città a redazione@lakermesse.it Avanza proposte, segnala problematiche, chiedi il supporto de “la Kermesse” per sollecitare l'Amministrazione pubblica, i Forum dei giovani o le Associazioni di categoria. Raccontaci la vita del cittadino italiano e peninsulare: “la Kermesse” sei tu! Ricordati di firmare la lettera e di lasciare un recapito telefonico a cui la redazione potrà eventualmente ricontattarti.


la

kermesse - Marzo 2012

Ciao Lucio

A

indimenticabili

9

Articolo di Nino Cuomo

ffermare che Sorrento sia in lutto per la morte di Lucio Dalla è riduttivo. Tutta la città alla notizia della morte improvvisa del famoso cantautore bolognese è rimasta costernata. Dalla non era solo il “cittadino onorario” di Sorrento, ma era uno di noi: quando veniva nella nostra città - e ciò avveniva spesso - non era un ospite ma uno di noi. Quanti sorrentini quel giovedì mattina hanno ricordato il Lucio Dalla giovane frequentatore del Fauno Notte e quanti amici raccontavano episodi del suo soggiorno sorrentino? All’inaugurazione della Mostra “Canta a Surriento” (chiusa domenica 4 marzo) dove doveva esibirsi in “Anema ‘e Core”, Lucio Dalla aveva dovuto rinunziare per gli impegni in prepara+Cittadino Onorario sì, ma anche premiato in “Sorrento nel mondo” (ad iniziativa del Lions Club Penisola Sorrentina), al Premio Caruso e disponibile ad ogni iniziativa della Città. Gli amici del Fauno, Angela Leonelli al bar “La Scogliera”, giù al porto di Sorrento, Giovanni Russo all’ “Hilton Sorrento Palace” e tanti altri amici lo ricordano nella sua sincerità, in una sincera bonomia nel rapporto con tutti, la disponibilità ad ogni iniziativa sorrentina. Ricordiamo quando sul palco della Marina Grande nel Premio Caruso egli precisò al Sindaco: «Ma io sono già cittadino onorario di Sorrento». E poi aggiunse ancora: «Più cittadino che onorario». Per questo forte legame tra il cantante e la terra sorrentina, l’Amministrazione comunale ha preso parte ufficiale al lutto per la sua scomparsa e il Sindaco di Sorrento ha manifestato l’intenzione di intitolargli una strada o una piazza. Poiché Lucio Dalla si era impegnato ad essere presente a Sorrento all’inaugurazione del busto, in Villa Comunale, di Salve D’Esposito, potrebbe essere quella l’occasione, per considerarlo non assente, di procedere alla realizzazione della proposta del Sindaco per eternarne la memoria.

Sentì il dolore della musica si alzò dal pianoforte ma quando vide la luna uscire da una nuvola gli sembrò più dolce anche la morte

Dopo “Torna ‘a Surriento”, la sua “Caruso” ha diffuso in modo eccezionale il nome di Sorrento nel mondo unendolo, com’era giusto e natural e a quello del più grande tenore del mondo. Quando Pavarotti ne fece uno dei suoi cavalli di battaglia, quando Mina ne acutizzava le note, quando Roberto Murolo con la sua dolcezza ne approfondiva il significato erano i nomi di Dalla, Caruso e Sorrento che si diffondevano nell’aire e trasmettevano un messaggio di poesia e di gioia. Quale successivo atto di dimostrazione della partecipazione al lutto, il Comune di Sorrento è stato presente, ufficialmente con il labaro, ai funerali a Bologna, dando prova ulteriore del legame che univa il cantautore alla Patria del Tasso, in simbiosi con GiovanBattista De Curtis, Aniello Califano e Salve D’Esposito.


10 me&you

Marzo 2012 - la

kermesse

Qualcosa di personale Antonella Elia (48 anni, torinese)

e Massimo Dapporto (66 anni, milanese)

AMANTI IN TOUR PER “LA VERITà” I due attori a nudo per “la Kermesse”: raccontano gli esordi in tv, l’amore e la fede

Interviste a cura di Costanza Martina Vitale

Lui arriva un po’ stanco in teatro: è serioso, voce bassa, fascinoso e disponibile. Lei è esattamente l’opposto: briosa e allegra. Con la voce squillante ci accoglie nel suo camerino stracolmo di oggetti color rosa shocking dove ci è quasi impossibile trovare un posto dove appoggiare il registratore vocale, mentre tra una domanda e l’altra continua a truccarsi in vista dell’imminente ingresso teatrale. Massimo Dapporto e Antonella Elia sono due dei quattro protagonisti de “La verità”, una pièce di Florian Zeller riadattata e diretta da Maurizio Nicchetti, che ha debuttato all’Armida di Sorrento lo scorso mese. Entrambi interpretano meravigliosamente due amanti in una commedia delle bugie che genera dubbi e perplessità perfino nelle coppie presenti in sala. Per fare penitenza, ci raccontano con maturità e autoironia tutta la verità... anche quella scomoda dei tradimenti, delle bugie e degli insuccessi della loro vita personale.

assimo, sei figlio d’arte: quanto è stato facile inserirsi nel mondo dello spettacolo?

♦ Tutti ruoli istituzionali: una scelta o un caso?

Diciamo che io mi sfogo nel teatro, lì ho sempre fatto ruoli abbastanza leggeri, mentre per quanto riguarda la televisione le cose sono andate bene con ruoli che “fanno chiagnere senza paccheri” come dite a Napoli. Il pubblico vorrebbe essere LUI: «Ho vissuto circondato da questi la mia vita con il culto personaggi perfetti: vorrebbe che il medidella bugia per crearmi co, il prete, il poliziotun’altra vita. to fossero davvero così, quell’idealizzaHo tradito zione che vorremmo e sono stato tradito, nella vita e che invece vediamo solo in tv.

♦ Sembra che sia stata un’etichetta sgradita per te.

Sì. “La verità” parte da un tradimento che in effetti è un doppio tradimento, perché il personaggio che io interpreto non tradisce soltanto la moglie ma, cosa anche più grave, il suo migliore

M

Lo è stato come uno che non è figlio d’arte, nel senso che ho fatto una gavetta lunghissima: dal ‘71, anno in cui ho iniziato, fino al 1984 ho sempre fatto teatro e doppiaggio. Poi ho avuto un colpo di fortuna quando ho vinto un provino con Ettore Scola per il film “La famiglia” con cui nel 1985 abbiamo partecipato al Festival di Cannes. Da lì ho fatto cinema continuando a lavorare in teatro e sono stato scelto per fiction di grande successo come “Amico mio”, “Un prete tra noi” fino ad interpretare Giovanni Falcone e il commissario in “Distretto di Polizia”. Una scelta della televisione, non è mai una nostra scelta a meno che non si porti un progetto preciso. Dopo i dieci milioni di spettatori di “Amico mio” mi chiamavano per fare qualunque cosa, anche ruoli che non ritenevo adeguati a me: quello della tv è un ambiente privo di fantasia nei confronti degli attori perché si basa principalmente sul nome di chi ha successo in quel momento.

ma non riesco

♦ La tv non ci parla sempre di verità, a perdonare.» che invece è il titolo dello spettacolo che stai portando in giro con Antonella Elia.


me&you 11

kermesse - Marzo 2012 amico, dato che la mia amante è sua moglie. Io gli racconto un sacco di balle, lui pensa di manovrare tutto, poi nel secondo atto c’è una scena che mi ha fatto ridere moltissimo leggendo il testo e che non mi aspettavo. Ma questa risata liberatoria è una risata di testa non di pancia, perché fa riflettere il pubblico: le coppie all’uscita del teatro iniziano a guardarsi con sospetto perché ci sono delle verità nascoste rivelate durante lo spettacolo che le coppie reali non si sono ancora detti.

♦ Oggiggiorno il tradimento non è più un tabù, lo trovi positivo?

Un tradimento accettato tranquillamente dal partner è una cosa che desta sospetti, significa che c’è qualcosa che non quadra nella vita di coppia: non si può vivere insieme guardandosi negli occhi senza potersi più fidare. Mi sembra che questo sia un valore che se viene abbattutto totalmente è un regresso nella vita di coppia

♦ Hai mai tradito o sei mai stato tradito?

Sì ho tradito e sono stato tradito e non ho accettato i tradimenti, mentre sono stato accettato nel tradimento. Nel tradimento di coppia non si tradisce solo da un punto di vista fisico, si tradisce l’amicizia che tra un uomo e una donna deve esserci, ed è quello che non riesco ad accettare.

♦ Qual è il tuo rapporto con la verità?

Io ho vissuto la mia vita con il culto della bugia per crearmi una doppia vita anche, forse una non mi bastava. Con il tempo questa cosa si è diluita un pochino, però diciamo che la bugia piccola per salvare una situazione può essere accettabile, mentre le grosse menzogne, soprattutto nella vita di coppia, sono pericolose. C’è il rischio che questa menzogna diventi una verità postuma, ossia se anche fossi riuscito a tener nascosta la menzogna durante la vita, dopo la morte il tuo partner potrebbe scoprirla e a quel punto penso che quella tomba rimarrà senza fiori e il partner non farà più una preghiera per questa persona. È meglio dire la verità se non si vuol essere soli dopo.

♦ Anche tuo figlio ha deciso di intraprendere questa strada, sei severo con lui?

No, mio padre aveva preoccupazioni nei miei confronti perché sapeva che è un lavoro precario, nel nostro mestiere la precarietà è la base e per quanto riguarda mio figlio io so che ha intrapreso una strada difficile, però il rapporto tra me e lui è quello di padre e figlio nella vita di tutti i giorni e di attore e regista sul set. In un paio di corti è capitato che lavorassimo insieme ed è mancato poco che gli dessi del “lei”, non gli ho mai dato consigli e le sue decisioni di regista nei confronti della mia recitazione le ho trovate giuste. Spero andrà molto avanti.

A ♦ E rimane il teatro.

ntonella, tra teatro e tv cosa scegli?

Il mio esordio è stato al teatro della Tosse con due spettacoli di Tonino Conte, poi uno con Aldo Trionfo. Dopo sono andata a lavorare in televisione con Corrado, quindi la mia passione primaria è sicuramente stata il teatro.

Sicuramente il teatro è passione, creatività. La televisione è sicurezza e tranquillità economica.

♦ Hai lavorato con grandi nomi dello spettacolo, ci regali un ricordo?

Ho lavorato con grandi protagonisti ma soprattutto grandi esseri umani, è quello il ricordo migliore che ho di loro: l’affetto, l’aiuto, la comprensione, il sostegno. Comunque la mia carriera televisiva la devo assolutamente a Corrado che pensava io avessi un talento comico e disse a Canale Cinque di farmi un contratto di esclusiva dopo che avevo fatto due edizioni de “La Corrida” con lui. Poi, dopo “Non è la Rai” ho lavorato con Raimondo Vianello e Mike Bongiorno che mi hanno dato tanto a livello professionale e umano.

♦ Anche tu, come Massimo, hai tradito e sei stata tradita?

Ne “La verità” i protagonisti ne combinano di tutti i colori. Io personalmente non tradisco, per me il tradimento è un peccato mortale. Però non sono sposata quindi, chi lo sa, bisogna trovarsi nella situazione.

♦ Bugia o verità?

Sono pronta a morire pur di dire la verità, però ho capito nel corso della vita che la mia verità non è una verità assoluta e che non bisogna nemmeno aver la presunzione di voler avere sempre ragione.

LEI: «Sono sempre alla ricerca dell’amore. Buddista praticante, vorrei fare una grande opera umanitaria. Se sono svampita? Decisamente sì!»

♦ A proposito di verità, quanto era vera la scenetta con Flavio Insinna ne “La Corrida” in cui lo corteggiavi senza essere ricambiata?

Verissima, sono proprio zitella e lui non mi filava affatto, ma Flavio era un dio nel prendermi in giro e nel creare le situazioni. Poi Flavio è un uomo molto affascinante per cui lo spettacolo si fondeva con la realtà, certo le gags erano un minimo costruite... però è vero che io ero gelosa quando ballava con Elena (Elena Coniglio, istruttrice di danza de la trasmissione n.d.r.)

♦ A volte passi un po’ come la svampita della situazione.

Diciamo che non do proprio l’idea della tipa colta, intellettuale e posata...

♦ E invece hai portato a termine studi classici, l’Accademia...

Sì ma non hanno attecchito molto (ride), nel senso che io ho una mia cultura ma ci sono persone che hanno una cultura molto più alta della mia. Svampita un po’ lo sono caratterialmente, non nel senso che sono deficiente, o almeno io non mi ritengo tale, però un po’ nel mondo mio ci vivo e mi piace anche viverci, non sono proprio ancorata alla realtà.

♦ Progetti per il futuro?

Nessuno, come al solito (ride)! Per cui speriamo in bene che ci sia un futuro, se no cambio lavoro. (ride)

♦ Sappiamo che sei impegnata nel sociale.

Sono stata ambasciatrice italiana per la pace a Berlino ma non ho potuto fare molto perché non sono intervenuta, anche perché c’erano leader politici e spirituali che parlavano di pace. In quella occasione tutto era legato a questo illuminato indiano Sri Sri Ravi Shankar e mi hanno insegnato a fare la loro meditazione. Però io sono buddista, la mia pratica è diversa ed è stato bello poter partecipare ad una manifestazione così, sebbene anche il buddismo faccia grosse manifestazioni per la pace. Il mio sogno è fare una grande opera umanitaria, costruire un orfanotrofio in Africa... a me piacerebbe diventare come Maria Teresa di Calcutta!

♦ Però sposata immagino...

Ovviamente! Cioè, nel senso, voglio aiutare i poveri ma essere sposata, alla grande proprio. Una Madre Teresa moderna (ride).

♦ Perché sei diventata buddista e da quanto?

Da quattro anni quasi, perché secondo me l’uomo deve fare una ricerca spirituale, se no non ha senso l’esistenza.

♦ E questo nel cristianesimo non l’hai ritrovato?

Il cristianesimo ha sicuramente i suoi valori, può essere d’aiuto e può essere una validissima ricerca spirituale, un mezzo per evolvere umanamente e spiritualmente. Ma io non riesco ad affidarmi ad un clero, preferisco non avere un intermediario, parlo a me stessa, conosco me stessa e cerco di migliorare me stessa senza un medium e questo per me è molto importante: non riesco ad affidarmi ad altri al di fuori di me.

© Riproduzione vietata

la


12 idee&cultura Approvati e finanziati quattro progetti presentati dal Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici per un importo complessivo di circa 100.000,00 EURO

I

l Coordinamento Istituzionale composto dagli assessori e dai consiglieri delegati alle politiche Sociali dei Comuni della Penisola (Daniele Acampora Comune di Piano di Sorrento, Antonino Coppola Comune di Sant’Agnello, Salvatore Ciuccio Comune di Capri, Federico Cuomo Comune di Sorrento, Costanzo Federico Comune di Anacapri, Dorina Iaccarino Comune di Massa Lubrense) accoglie con entusiasmo la notizia di un nuovo riconoscimento al loro impegno quotidiano nel sociale. Sono stati infatti approvati e finanziati 4 progetti presentati dal gruppo degli operatori del Piano Sociale di Zona, troppo spesso vittime di critiche gratuite. L’obiettivo centrato permetterà di favorire la partecipazione dei giovani alla vita e allo sviluppo della propria comunità di appartenenza, attraverso il finanziamento di progetti innovativi e sperimentali ideati e realizzati da gruppi informali di giovani. L’Ufficio di Piano di Zona dell’Ambito Territoriale Napoli Tredici, attraverso una procedura ad evidenza pubblica, ha individuato 4 proposte progettuali e le ha candidate all’Avviso Pubblico “Giovani Attivi” della Regione Campania. Con decreto dirigenziale n. 58 del 21/02/2012 sono stati approvati e finanziati tutti i progetti presentati dal Piano Sociale di Zona, ed in particolare “Tutti in biblioteca”, “La Lontananza che unisce”, “Gioventù attiva penisola sorrentina”, “Piano sicura”, per un importo complessivo di 98.730,00 €. Questa rappresenta solo una, seppur di non poca rilevanza, delle tante attività di fund raising che l’Ufficio di Piano di Zona realizza, quotidianamente e silenziosamente, per migliorare la qualità dei servizi sociali del nostro territorio ed offrire il maggior numero di opportunità a tutti i cittadini ed, in questo caso, ai giovani.

Marzo 2012 - la

kermesse

IL CANTORE DELLE CROCIATE Articolo di Nino Cuomo

S

orrento non dimentica il suo Poeta e, nella ricorrenza d e l l ’ a n n i ve r s a r i o della sua nascita, l’11 marzo, sono ritornate le iniziative in suo onore. Il 9 e 10 marzo Torquato Tasso ha vissuto fra gli studenti delle Scuole Superiori della Penisola e fra quanti amano la cultura e la storia del proprio paese. Le iniziative: III Certamen Tassianum per la redazione di un elaborato a scelta fra episodi della “Gerusalemme Liberata” e la “Vita” del Poeta; 13° Seminario Tassiano con la partecipazione di docenti universitari e cultori del Cantore delle Crociate con il rilascio del certificato di credito culturale; la presentazione del XVIII numero di “Studi Tassiani Sorrentini” con la pubblicazione delle relazioni dei precedenti Seminari e con cinque dei sessanta elaborati del Certamen dello scorso anno. Quest’anno si è dovuto prevedere il programma tenendo conto delle ristrettezze finanziare del Comune di Sorrento, principale sostenitore dell’iniziativa, pur impegnando sempre due giornate e quindi si è dovuto limitare la partecipazione al Certamen agli studenti delle cinque Scuole Superiori della Penisola Sorrentina, invitando il Liceo scientifico “Gaetano Salvemini”, l’Istituto polispecialistico “S.Paolo” e il Liceo artistico “Francesco Grandi” di Sorrento, l’Istituto nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento ed il Liceo classico “Publio Virgilio Marone” di Meta. Il Certamen ed il Seminario di venerdì 9 marzo si sono svolti nella Biblioteca comunale, mentre la seduta del 10 marzo, con la premiazione dei vincitori, si è tenuta nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale. Fra i relatori invitati alla manifestazione tassiana hanno aderito i professori Stefano Verdino dell’Università di Genova e Raffaele Ruggiero di Bari ed il professore Raffaele Vacca, Presidente dell’Associazione di “Varia Umanità” di Anacapri. Sorrento ha il pregio di credere in questo “dovere” di continuare ad onorare Torquato Tasso, nel cui nome nel 1933 furono organizzate iniziative culturali, economiche e sportive per attirare l’attenzione mondiale dopo la crisi dell’economia mondiale del 1929, per il crollo della Borsa di New York. Se si pensa che, per oltre un quinquennio, l’altro centro italiano che vive nel ricordo di Torquato Tasso è fermo nelle iniziative tassiane, bisogna dare atto di questa fedeltà sorrentina che si rinnova di anno in anno grazie al sostegno della Pubblica Amministrazione e di altre organizzazioni, ma anche grazie alla disponibilità degli Istituti Superiori che offrono la loro collaborazione, facilitando e spronando la partecipazione degli studenti.


INSERTO NUM. 7 del Mensile

la

Kermesse

(Marzo 2012)

Lions Club Penisola Sorrentina Il 24 febbraio è iniziato il restauro della Pala del ‘500

AL VIA I LAVORI IN CATTEDRALE

V

enerdì 24 febbraio presso la Cattedrale di Sorrento si è dato il via ai lavori di restauro della Pala del ‘500 che avverranno anche grazie al contributo del Lions Club Penisola Sorrentina, lavori annunciati in anteprima sull’inserto di Settembre de “la Kermesse”. La pala, infatti, posta a destra dell’altare centrale ed opera del pittore Silvestro Buono, che ha lasciato molte altre tesimonianze della sua arte in Penisola Sorrentina, era stata ritoccata più e più volte in passato ma, purtroppo, con interventi invasivi e tecniche desuete che hanno allontanato l’opera dal suo stato originario. Il restauro questa volta sarà compito della dottoressa Alessandra Cacace insieme con le dottoresse Francesca Mastro e Karin Tortora, tre donne diplomate all’Istituto Centrale del Restauro a Roma le cui mani hanno la delicata responsabilità di recuperare la tela e la struttura portante dell’immagine sacra. Queste le parole della dottoressa Cacace prima dell’avvio dei lavori: «Le prime fasi del restauro saranno mirate al consolidamento strutturale del supporto ligneo [...]. Contemporaneamente si provvederà alla disinfestazione degli insetti xilofagi [...]. Risolte le problematiche a livello strutturale si potrà procedere con l’intervento sul verso del dipinto [...]» (leggi l’intervista integrale alla restauratrice sull’edizione di Ottobre de la Kermesse). I lavori di restauro saranno della durata di circa tre, quattro mesi. Durante la prima fase, il restauro

avverrà presso la curia adiacente alla Cattedrale, poi si continuerà nella Cattedrale stessa, di modo che i lavori possano essere visibili anche ai fedeli e agli appassionati. Dal 24 marzo 2012, giorno dell’annuncio dell’inizio dei lavori dinanzi ad autorità lionistiche, religiose e politiche, è presente un manifesto del Lions Club Penisola Sorrentina rappresentante lo stato finale dei lavori sia all’interno della Cattedrale, in luogo della tela da restaurare, sia all’esterno della Cattedrale, ben visibile dal Corso Italia.

Una rappresentanza del Lions Club della Penisola Sorrentina all’inaugurazione dei lavori della Pala del ‘500

Il manifesto rappresentante lo stato finale dei lavori è posizionato alla destra dell’altare centrale sotto il pulpito di marmo

La restauratrice Alessandra Cacace mostra al Presidente Avolio e all’ingegner Guarracino lo stato della tela

lionsclub021273@libero.it - www.penisolasorrentina.108ya.it

XXV


Lions Club Penisola Sorrentina

Lions club penisola sorrentina:

48

anni di storia

«Anche nel campo dei gemellaggi il Club si è distinto perché la proiezione si è svolta negli altri Distretti ed anche all’estero: Nizza Cimiez (12 Novembre 1966), Montpellier Ceder (21 Ottobre 1982), Santiago del Cile, San Severo (Distretto 108 AB - 7 Dicembre 1998), Avola (108 YB) e Ascoli Piceno Urbs Turrita (108 A - 3 Luglio 1999). L’attività è stata varia ed estesa a tutto il terriotorio. La missione di “servizio”, propria dei Lions, si è concretizzata nella solidarietà verso il prossimo, nel recupero e nella conservazione della memoria, con l’omaggio a chi alla Penisola Sorrentina ha dato lustro e a chi, pur costretto all’emigrazione, ha continuato ad amare questa terra. La ricerca storica ha favorito la diffusione delle conoscenze e ci ha insegnato il rispetto per un passato troppo spesso dimenticato. La Cultura ha avuto i suoi momenti di maggiore affermazione quando i Lions hanno volato alto con le iniziative tassiane e i restauri che hanno salvato opere d’arte per troppo tempo trascurate. Commentando la Charter Night delle “Trenta candeline” troviamo riportato: “Il lionismo sorrentino ha inteso unire con i vincoli dell’amicizia e di solidarietà uomini qualificati offrendo loro la possibilità di servire in ogni circostanza l’interesse generale richiamandoli al dovere che viene da Dio per un’attiva partecipazione sociale; favorire la libera discussione sui problemi di interesse pubblico in uno spirito di rispetto e libertà con tolleranza reciproca; promuovere il benessere economico, sociale e morale e la vita spirituale della Nazione; contribuire allo sviluppo di uno spirito di generosa comprensione tra i popoli, mirando ad un ordine universale etico, attraverso lo studio dei problemi relativi, tenendo presente che il lionismo internazionale è al servizio di una grande visione umanistica del mondo, della storia e della vita, basata sui principi di giustizia e fratellanza universali”. Numerosi e fecondi i rapporti con altri Club lions e con il Club Rotary della Penisola Sorrentina: con il Club Lions Aragonese per una conferenza del prof. Venditti (23 Novembre 1979), per una visita ai Castelli di Napoli (2 dicembre 1979), per la visita del Governatore Giovanni Micali e per una discussione sul tema congressuale “L’associazionismo, l’agriturismo ed i giovani” (12 aprile 1980); con i Club Lions Nocera Agro e Due Torri per la “Festa degli Auguri” e con il Rotary Castellammare-Sorrento su “La stabilità del costone tufaceo della Penisola Sorrentina”.»

Charter 1983-1984 - Tavolo della Presidenza

Il testo e le foto in alto sono tratti dal libro “40 anni di Lionismo in Penisola Sorrentina” a cura di Antonino Cuomo (Castellammare di Stabia - 2004 - Nicola Logobardi Editore)

XXVI

lionsclub021273@libero.it - www.penisolasorrentina.108ya.it


Lions Club Penisola Sorrentina Il XXIV Concorso Internazionale

“UN POSTER PER LA PACE”

G

iovedì 29 marzo 2012 il Lions Club Penisola Sorrentina riceverà la visita dell’avvocato Michele Roperto, Governatore del Distretto 108 YA, comprendente le Regioni della Campania, della Basilicata e della Calabria. Il Governatore cenerà assieme al Presidente Raffaele Avolio e ai soci del Lions Club Penisola Sorrentina per poi presenziare nella giornata del 30 marzo al service internazionale “Un Poster per la Pace” giunto alla sua 24° edizione. “Un poster per la Pace” quest’anno si è svilupato secondo il tema “I bambini conoscono la pace” e ha messo in concorso centinaia di opere presentate dagli alunni delle Scuole medie dell’intero Distretto 108 YA che attraverso i loro disegni, hanno rappresentato in vario modo la loro idea di pace. A livello distrettuale la commissione, presieduta dal Governatore e composta dal direttore distrettuale Maria Rosaria Pirro Titomanlio, dal segretario distrettuale Antonio Fuscaldo, dalla cerimoniera distrettuale Cettina Strangis Vespier, dall’ingegner Giovanni Guarracino e dall’artista Maestro Maurizio Carnevale, si è riunita a Lamezia Terme e ha avuto il difficile compito di scegliere dieci disegni vincitori. Per la Campania si è classificata prima

l’opera di Mira Langellotto dell’Istituto “Bozzaotra” di Massa Lubrense Per la Penisola Sorrentina, inoltre, hanno partecipato con oltre 300 opere l’I.C. “A. Scarlatti” e l’ I.C. “F. Caulino Moiano” di Vico Equense, l’I.C. “Fienga” di Meta di Sorrento, l’I.C. di Piano di Sorrento, l’I.C. “A. Gemelli” di Sant’Agnello, l’Istituto Secondario di I grado “T. Tasso” di Sorrento e l’I.C. “Bozzaotra” di Massa Lubrense. La commissione giudicatrice delle opere, composta dal direttore distrettuale del Poster per la pace Maria Rosaria Pirro Titomanlio, dall’ingegnere e Lions storico Giacomo Aiello, dalla dottoressa Franca Rossi e dal Maestro Renato Balsamo, artista di fama internazionale, ha espresso un sincero apprezzamento per tutti i lavori dai quali traspare l’interiorizzazione di quei principi di solidarietà, di rispetto reciproco, di comprensione tra i popoli, fondamentali per la costruzione di un mondo di giustizia e di pace. Sono stati scelti 18 disegni per la premiazione finale peninsulare che avverrà nel Teatro Sant’Antonino, presso la Cattedrale di Sorrento venerdì 30 marzo. È prevista anche una mostra dei lavori presentati al concorso nonché la premiazione delle tre opere vincitrici a livello regionale.

XXVII lionsclub021273@libero.it - www.penisolasorrentina.108ya.it


Lions Club Penisola Sorrentina I vincitori sono stati valutati in base all’aderenza al tema dell’anno: “I bambini conoscono la pace”, alla creatività, al messaggio che trasmettono e al merito artistico. La mattinata di premiazione del sarà una festa gioiosa in cui musica, danza e arte pittorica si fonderanno all’unisono per esprimere la parola “pace” dinanzi ad autorità lionistiche, religiose, laiche e politiche che prenderanno parte alla manifestazione insieme ai bambini, che sono i veri protagonisti dell’evento. «La sensibilità e la professionalità dei dirigenti scolastici e dei docenti - afferma il direttore distrettuale Maria Rosaria Pirro Titomanlio - ha consentito che anche quest’anno la partecipazione fosse quantitativamente e qualitativamente elevata. “Un poster per la pace” -

continua la Titomanlio - persegue le finalità proprie di tutti i Lions del mondo: la realizzazione di uno spirito di comprensione tra i popoli e la costruzione della pace. Il concorso ha un alto valore formativo per i ragazzi perchè li invita a riflettere sui concetti di libertà, solidarietà, giustizia sociale e si traduce in un percorso di cittadinanza attiva realizzato in sinergia con le famiglie e con le scuole e, quindi, destinato ad avere una maggiore incidenza educativa. Infine - conclude - favorisce la conoscenza dei Clubs tra loro e diventa occasione di relazioni feconde, senza contare che incontrare tanti ragazzi, discutere con loro, organizzare una manifestazione con e per loro è assolutamente entusiasmante. Personalmente lo faccio da anni e ogni volta è un arricchimento ed una grande emozione».

Lions Club Penisola Sorrentina

Messaggi del Presidente

Cariche sociali Anno 2011/2012

Presidente: Raffaele Avolio Past Presidente: Vincenza Irolla 1° Vice Presidente: Giuseppe Stinga 2° Vice Presidente: Diodato Morvillo 3° Vice Presidente: Tommaso Paone Segretario: Giuseppe d’Esposito Tesoriere: Antonio Piccolo Cerimoniere: Diodato Morvillo Officer telematico: Andrea Colonna Censore: Carlo Di Leva Leo advisor: Maria Rosaria Pirro Titomanlio Consiglieri: Giacomo Aiello, Lucio Esposito, Antonio Parisi, Roberto Ruggiero. Commissione soci: Presidente Antonio Brunelli; Giovanni Guarracino, Catello Sepe Commissione elettorale: Francesca Rossi, Francesco Dell’Amura, Carlo Di Leva Revisori dei conti: Aldo Di Fronzo, Pietro De Nicola, Carmelo Bentivegna

XXVIII

Nel periodo di Quaresima il Club si prepara a celebrare con solidarietà e fratellanza il momento gioioso della Resurrezione di Cristo augurando a tutti i lettori de “la Kermesse” una santa e serena Pasqua.

L’inserto è a cura di Costanza Martina Vitale

lionsclub021273@libero.it - www.penisolasorrentina.108ya.it


la

workers’ protest 13

kermesse - Marzo 2012

AZIENDE PARTENOPEE:

LICENZIAMENTI IN VISTA Associazione

G

li ultimi e gravissimi eventi in materia di crisi occupazionale vedono ancora una volta vittima il lavoratore marittimo. Questa volta tocca ai lavoratori del Golfo di Napoli, dipendenti di aziende impegnate nel trasporto dei passeggeri, veicoli e merci da e per le isole di Capri, Ischia e Procida. La crisi mette a rischio aziende partenopee (Medmar, NLG, Alilauro Gru.SO.N., Alilauro, SNAV, Alicost, Servizi Marittimi Liberi, Lauro), le quali minacciano di dover sospendere l’attività e di conseguenza dovranno ridurre il personale, operando licenziamenti nel proprio organico. L’Associazione Nazionale Gente di Mare sensibilizzata dal grave problema occupazionale, che sempre più si fa sentire  e che preme fortemente sui lavoratori marittimi del Golfo di Napoli, da sempre impiegati come stagionali con turni che danno poco spazio agli impegni sociali, non vuole essere spettatrice inerte di una nuova speculazione a danno di questi ultimi, i quali si vedranno portare via il posto di lavoro nell’indifferenza di uno Stato, che, comunque, continuerà a chiedere a loro conto e ragioni in materia fiscale: lo stesso Stato che dovrebbe proteggere  l’occupazione e quindi, di conseguenza, il mondo del lavoro in tutti i modi possibili. Il settore marittimo produce e concorre attivamente all’economia della Nazione e, pertanto, non si può continuare a danneggiare, chi con il suo sudore, contribuisce al benessere del sistema economico nazionale. Oggi egli si vede togliere il lavoro, domani  l’indennità di ma-

nazionale

“Gente di mare”

lattia e le prestazioni mediche. Non va dimenticato che il lavoro marittimo non è contemplato nel nuovo sistema INAIL (ex IPSEMA), e, soprattutto, che rappresenta un rapporto di lavoro “speciale”. In quest’ambiente il lavoratore si aspetta, legittimamente, di essere tutelato, considerando che il settore marittimo continua a mantenere una posizione di leadership all’interno del sistema economico nazionale ed internazionale, movimentando circa il 90% del commercio mondiale. La questione del reperimento delle risorse umane è di primaria importanza, ecco perché la scuola e la formazione tecnica, come per il passato, rappresentano una risorsa fondamentale per lo sviluppo e la crescita del settore marittimo. Ci chiediamo, pertanto , in un tale contesto, quale esempio e incoraggiamento possono essere simili accadimenti (LICENZIAMENTI) per i giovani che dedicandosi a tale tipo di formazione, sognano di lavorare sulle navi? Ebbene, non volendo noi entrare in discussioni tecnico-finanziarie, richiamiamo la Vostra sensibilità, affinché vengano messe in atto strategie politiche e sociali per proteggere e migliorare il mondo del lavoro a beneficio dell’economia Italiana e dei suoi lavoratori.


14 forum

Marzo 2012 - la

Giovani in Politica

kermesse

Parla il Presidente del Forum dei Giovani di Meta, Francesco Esposito

F

Intervista di Francesco Bevacqua rancesco Esposito è il Presidente del neonato Forum dei Giovani di Meta, nato nel giugno del 2011 ma che ha cominciato ad incontrarsi all’inizio del nuovo anno. Con questo nuovo gruppo è ormai completo il panorama dei Forum peninsulari, che si sono incontrati per una riunione organizzativa, per la prima volta in seduta comune, sabato 3 marzo. In programma tante attività e finalmente una cooperazione duratura e, si spera, fruttuosa per tutti i giovani della Penisola sorrentina.

© Riproduzione vietata

♦ Con quale spirito il Forum di Meta inizia la propria avventura? Il Forum di Meta è nato solo da qualche mese, fortemente voluto da noi ragazzi e dall’Amministrazione comunale. è stata una scelta sentita, mirata a dare più spazio a noi giovani e Insediamento garantire un confronto forum di META: equo e paritario con GIUGNO 2010 gli altri Comuni della Cristina Caterina Amitrano Penisola già dotati di Valerio Cannavale tale organo. è vero che Vincenzo Castellano siamo solo all’inizio, Vincenzo Emanuele Castellano ma posso garantire che Armando Cicirelli c’è molto entusiasmo, Domenico De Gennaro siamo tutti molto Francesco Esposito determinati con idee Annalisa Grandville molto chiare riguardo Igina Iaccarino ciò che intendiamo Salvatore Lauro fare. Vogliamo essere Fabio Massa un organo attivo, Marino Miccio operoso, in grado Antonietta Palomba di coinvolgere in Ilenia Parlato maniera produttiva Francesco Pascuzzo e propositiva i nostri coetanei e non solo. ♦ Quali sono gli obiettivi per il primo anno di Forum metese? Innanzitutto ci impegneremo a promuovere questo organo a molti, purtroppo, ancora sconosciuto. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nostra pagina web ufficiale che ci consenta di interagire con i nostri coetanei in maniera diretta ed efficace. Abbiamo deciso di impegnarci in prima linea nel sociale durante il periodo pasquale al fine di sensibilizzare i ragazzi ed aiutare le realtà più difficili che ci circondano. Abbiamo in cantiere, inoltre, varie iniziative per la prossima estate finalizzate a promuovere e valorizzare zone e strutture di cui disponiamo cercando di offrire qualcosa in più

a tutti i giovani metesi. Si è cominciato con il discutere anche di iniziative più “impegnative”, ma per questo ci vorrà tempo; siamo appena nati abbiamo bisogno di “farci le ossa”! ♦ Qual è il significato che dai alla parola politica? Da sempre sono impegnato nel sociale e ciò mi ha convinto sempre di più riguardo quello che per me vuol dire fare politica: significa mettersi a servizio della propria città e, nel caso più semplice, del proprio paese, nel senso lato del termine, in maniera gratuita ed appassionata, mettendo da parte quelli che sono gli interessi personali. Il politico, a mio parere, deve essere colui che vuole impegnarsi in maniera attiva, estremamente generosa per garantire il benessere della collettività. ♦ Credi che la politica possa riavvicinarsi ai giovani? In che modo? Penso che la politica debba riavvicinarsi ai giovani. Abbiamo bisogno di uno svecchiamento della classe dirigente, abbiamo bisogno di idee e forze nuove che ci possano risollevare. I giovani devono diventare parte attiva dell’Amministrazione del nostro paese, bisogna coinvolgerli e canalizzare le loro attitudini e propensioni in maniera intelligente. Bisognerebbe, innanzitutto, promuovere corsi di formazione politico-culturale che possano forgiare ragazzi in maniera completa, pronti ad inserirsi nella “giungla della politica”. Naturalmente ciò andrebbe accompagnato dall’aumento di posti di lavoro per noi ragazzi, contornato da uno spirito di accettazione e dialogo che abbiano come fine comune il bene del nostro Paese. ♦ Qual è il tuo pensiero sulla situazione politica attuale? Qualche tempo fa una persona più avanti di me con gli anni mi disse: «Il problema non è il nostro, siete voi ad essere rovinati, voi ed i vostri figli...». Purtroppo è così. Viviamo in un momento difficile in cui vengono a galla i molti limiti del nostro Paese. Ciò ci impedisce di avere aspettative dal futuro. Noi giovani ci troviamo a pagare lo scotto di un Paese che per tanti anni ha cercato di tamponare i problemi che gli si ponevano dinanzi senza mai trovare una soluzione vera e propria. Tutto ciò non cambierà fin quando non si recupererà un’identità ben precisa per il nostro Governo, si rafforzeranno le nostre Istituzioni, si debellerà lo spreco di denaro pubblico e si creerà una classe dirigente all’altezza. Solo così si potrà continuare il processo di crescita sia individuale che collettivo, in Europa e nel Mondo.


Il vantaggio di una polizza a consumo unito alla assistenza satellitare personalizzata giorno e notte

MENO USI L’AUTO E MENO PAGHI

• Si pagano i soli chilometri realmente percorsi. • La Allianz BOX MT può salvare la vita del conducente e dei passeggeri nelle situazioni più critiche. • Le funzioni dell’Allianz Box MT sono assistenza immediata con localizzazione del veicolo, assistenza automatica in caso di incidente ed invio immediato di soccorso ed antifurto satellitare di ultima generazione.

Usi Usipoco pocol’auto? l’auto? Puoi Puoirisparmiare risparmiaremolto moltosulla sulla polizza polizzaauto. auto.

Tutta Tuttalalaprotezione protezionedei deiservizi servizisatellitari satellitari

SestoSenso SestoSensoKM KMinstalla installasulla sullatua tuaauto autol’impianto l’impianto satellitare Allianz Box, che oltre a satellitare Allianz Box, che oltre aconteggiare conteggiareiichilometri chilometri che chefai, fai,titigarantisce garantisceiimigliori miglioriservizi servizidi diassistenza assistenzaee protezione, protezione,24 24ore oresu su24. 24.

All’auto All’autopreferisci preferisciloloscooter scootereeiimezzi mezzipubblici, pubblici,ooin in famiglia c’è una seconda macchina che famiglia c’è una seconda macchina chetutti tuttiusate usatepoco? poco? Pensi Pensiche chel’assicurazione l’assicurazioneRC RCAuto Autotitistia stiacostando costandoun unpo’ po’ troppo troppoper perl’uso l’usoche chene nefai? fai? Allora Alloraèèarrivato arrivatoililmomento momentodi discoprire scoprireSestoSenso SestoSensoKM, KM, l’assicurazione l’assicurazione“a “aconsumo” consumo”che chetaglia tagliaililcosto costosui suichilometri chilometri che chefai. fai.Una Unapolizza polizzasu sumisura misuraper perte, te,eelalaqualità qualitàèèsempre sempre Allianz. Allianz. I Ivantaggi vantaggi Convenienza: Convenienza:paghi paghisolo soloper periichilometri chilometrieffettivamente effettivamente percorsi e puoi risparmiare da percorsi e puoi risparmiare dasubito subitofino finoalal50% 50%sul sul premio premioRC RCAuto. Auto.EEdal dalsecondo secondoanno annoililrisparmio risparmiopuò può arrivare arrivarealal90%. 90%. Protezione: Protezione:viaggi viaggisempre sempresicuro sicurocon coniiservizi servizidi di assistenza satellitare, e hai maggiore tranquillità assistenza satellitare, e hai maggiore tranquillitàper perte teee lalatua famiglia. tua famiglia. Comodità: Comodità:non nonpaghi paghitutto tuttosubito, subito,ma masolo soloun unpo’ po’alla alla volta. volta.

Verifica Verificalalaconvenienza convenienza Bonus BonusMalus Malus tradizionale tradizionale Allianz Allianz

SestoSenso SestoSensoKM KM

Risparmio Risparmio

RC RCAuto Auto

645 645

422 422

223 223

RC RCAuto Auto++ Incendio IncendioeeFurto Furto

940 940

630 630

310 310

Percorrenza: Percorrenza: 5.000 5.000km kmannui annui

I Iprezzi prezziindicati indicatisono sonocomprensivi comprensivianche anchedel delcosto costodell'assistenza dell'assistenzasatellitare satellitareeeriferiti riferitialal seguente seguenteprofilo: profilo: uomo uomodidi40 40anni, anni,impiegato, impiegato,residente residenteaaPadova, Padova,massimale massimaleRC RCAuto Auto 500.000 euro per danni a cose, 2.500.000 per danni a persone, classe cu1, nessun 500.000 euro per danni a cose, 2.500.000 per danni a persone, classe cu1, nessunsinistro sinistro pregresso, Volkswagen Golf 2.0 tdi 140 cv dpf dsg highline, immobilizer di serie, 2008. pregresso, Volkswagen Golf 2.0 tdi 140 cv dpf dsg highline, immobilizer di serie, 2008. IlIlprofilo profiloindicato indicatoèèaapuro purotitolo titoloesemplificativo. esemplificativo. Gli Glielementi elementididipersonalizzazione personalizzazioneoggettiva oggettivaeesoggettiva soggettivapossono possonodeterminare determinareun unpremio premio diverso diversoda daquello quelloindicato. indicato.

◾◾Soccorso Soccorsod’emergenza d’emergenza In Incaso casodi diimpatto impattoviolento, violento,lalacentrale centraleoperativa operativatiti localizza localizzaautomaticamente automaticamenteeeinvia inviasubito subitoiisoccorsi. soccorsi. ◾◾Assistenza Assistenzastradale stradalecon conlocalizzazione localizzazioneautomatica automatica In Incaso casodi diincidente incidenteooguasto, guasto,basta bastapremere premereun untasto tasto per perricevere riceveresubito subitoassistenza assistenzanel nelluogo luogoin incui cuitititrovi. trovi. ◾◾Antifurto Antifurtosatellitare satellitaredidiultima ultimagenerazione generazione In Incaso casodi difurto, furto,viene vieneallertata allertatain inautomatico automaticolala Centrale CentraleOperativa Operativache chetitiavvisa avvisaeelocalizza localizzal'auto, l'auto, agevolandone agevolandoneililrecupero recuperoda daparte partedelle delleforze forze dell'ordine. dell'ordine.

EEpaghi paghiun unpo’ po’alla allavolta volta

SestoSenso SestoSensoKM KMtitiviene vieneincontro incontroanche anchenel nelpagamento, pagamento, perché perchéquando quandostipuli stipulilalapolizza polizzaanticipi anticipisolo solouna unaparte parte della dellaspesa. spesa.IlIlresto restololosaldi saldialla allafine finedi diogni ognitrimestre. trimestre. IlIlprimo primoanno annopaghi paghi subito subitoilil50% 50%del del premio premioRC RCAuto, Auto, comprensivo comprensivodei deiprimi primi 5.000 5.000km. km.Ogni Ognitre tremesi mesi paghi paghisolo sologli glieventuali eventuali chilometri chilometriin inpiù. più.

Dopo Dopoililprimo primoanno anno rinnovi rinnovicon consoli soli9.95. 9.95. EEpoi poipaghi paghii ikm kmche che fai fainei neitrimestri trimestri successivi. successivi.

IIservizi servizidi diassistenza assistenzasatellitare satellitaresono sonocompresi compresiin inpolizza polizza alalcosto costotrimestrale trimestraledi di25 25euro. euro.EEcon conl’antifurto l’antifurtopuoi puoi risparmiare risparmiarefino finoalal36% 36%sulla sullagaranzia garanziaIncendio IncendioeeFurto. Furto.

Comincia Cominciasubito subitoaarisparmiare! risparmiare! Vieni Vieniin inAgenzia Agenziaper perscoprire scopriretutti tuttiiivantaggi vantaggididi SestoSenso KM. SestoSenso KM. Allianz AllianzBox Boxèèconcesso concessoinincomodato comodatod'uso d'usoeei icosti costididiprima primainstallazione installazionesono sonoaacarico caricodidi Allianz. Allianz.Sono Sonoprevisti previsticosti costiaggiuntivi aggiuntivinon nonassicurativi assicurativiinincaso casodididanneggiamento, danneggiamento, disinstallazione disinstallazioneeereinstallazione reinstallazionedell'impianto dell'impiantosatellitare, satellitare,inincaso casodidicambio cambioveicolo veicolo assicurato. assicurato. Condizioni di Assicurazione Auto SestoSenso KM in vigore al 01/06/2011. Condizioni di Assicurazione Auto SestoSenso KM in vigore al 01/06/2011.LeLeprestazioni prestazioni possono possonoprevedere prevederefranchigie franchigiee/o e/oscoperti scopertiinincasi casididisinistro, sinistro,limitazioni limitazionie/o e/oesclusioni. esclusioni. AVVERTENZA: AVVERTENZA:prima primadella dellasottoscrizione sottoscrizioneleggere leggereililFascicolo FascicoloInformativo Informativodisponibile disponibile presso le nostre Agenzie e sul sito www.allianz.it in particolare su modalità tecniche presso le nostre Agenzie e sul sito www.allianz.it in particolare su modalità tecnicheee tempi tempididiinstallazione installazionedell'impianto dell'impiantosatellitare satellitarenecessario necessarioad adaccedere accederealalprodotto. prodotto.

Giardullo & c sas Agenzia di Sorrento

Corso Italia, 220 - 80067 Sorrento (NA) Telefono +39 081 8784216 Fax +39 081 8771315

Agenzia di Piano di Sorrento

Piazza della Repubblica, 35/Bis (piano terra) Telefono +39 081 2352899

Aperta anche il sabato mattina


16 arte&design

L

Marzo 2012 - la

kermesse

e case dei Sorrentini

Anche il Papa utilizzava il letto “a cassone” Articolo e foto di Lucio Esposito

L

a maraviglia, nel senso pieno e antico della parola, come commozione d’animo, ha attraversato il cuore di tutti, quando il Succorpo della Basilica di Sant’Antonino è stato aperto al pubblico a lavori di restauro completati. Oltre ai “cartocci” e alla sistemazione cromatica delle parti in stucco è emersa dalle sapienti mani del restauratore Porzio e della sua equipe una chiara leggibilità degli affreschi che raccontano brani della vita di Sant’Antonino e gli ovali dei Santi Protettori di Sorrento dipinti da Carlo Amalfi nella seconda metà del ‘700. L’emozione è ancora più grande per chi come me ha avuto il piacere di seguire i lavori nelle sue fasi con varie visite guidate. La bellezza, quella artistica e spirituale, lievitava, alla luce di discussioni sul colore, sulle modalità e gli ordini prioritari. La mia attenzione è attratta dai particolari dell’ambientazione, degli interni, per deformazione professionale, dell’affresco in cui Sant’Antonino appare in sogno al Papa per liberare San Catello. Prima del restauro non era leggibile, non si capiva bene, ora è chiara ed evidente: il Papa dorme su un letto oltremodo sfatto da una notte insonne. La coperta rossa e le lenzuola hanno perso il loro assesto, sco-

prendo il materasso e soprattutto quello che è sotto il letto: un cassone. Nell’ultimo decennio è comparso nell’arredamento un elemento che ha dato respiro alla esiguità degli armadi della casa in genere. Si tratta di un enorme contenitore al quale si accede sollevando la rete del letto. Alcune industrie lo chiamano bedbox, altri lo definiscono letto contenente, o anche semplicemente contenitore. Se ne producono per tutte le tasche e in tutte le fogge, foderati e imbottiti, in pelle o laccati. Ebbene, vederlo lì, sotto il letto del Papa in un racconto-affresco ambientato in epoca tardo medievale, anche se il fatto è ancora più antico, mi ha confortevolmente sorpreso. Sì, perché mettere “la roba” sotto il letto, in tempi odierni in cui l’igiene è ”bianco che più bianco non si può” può apparire un ritorno ai tempi della nonna. Ma fatto a modino, sollevato leggermente da terra, con tutte le accortenze antipolvere, fa guadagnare veramente tanto spazio conservativo.


la

kermesse - Marzo 2012

tatoomania 17

A telefono con Alle, tatuatore di Vittorio Brumotti

mi piace scriverlo

sulla pelle

Intervista di Antonella Coppola isponde al telefono con un «Mi dica madame!» e subito capisco che quest’inter vista sarà divertente ed interessante. Lui è Alle, all’anagrafe Alessandro Bonacorsi, tatuatore professionista dal 1989. Tre Guinness World Record all’attivo, uno in arrivo e un prossimo in programma per ricordare l’amico Marco Simoncelli. Per il tatuaggio più cliccato sul web ha addirittura vinto un Harley-Davidson Virgin Radio, un’edizione unica e scalerà l’Everest con Brumotti. Alcuni hanno pregiudizi su chi ha qualche disegno sul corpo, eccovi sfatati tutti i miti da una persona con grandi valori morali che con le sue follie aiuta chi più ne ha bisogno.

R

♦ Come hai iniziato a tatuare? Mia madre era una disegnatrice e m’ha trasmesso la passione per il tatuaggio, andando con lei in giro per lavoro, anche all’estero, una volta sono entrato in uno studio di tatuaggi ed è stato amore a prima vista, avevo 13 anni e sono stato subito influenzato da questo lavoro. Poi tanta passione e voglia di fare. ♦ Mi parli dei Guiness? Ne ho appena presi altri due: il maggior numero di tatuaggi in bianco nero fatti in cinque minuti ed il maggior numero di tatuaggi colorati sempre in cinque minuti. Il primo l’ho vinto facendo la sessione di tatuaggi più lunga del mondo, trentun ore, tatuando consecutivamente senza pause e tutto il ricavato è stato devoluto al Comitato paraolimpico. ♦ Perché hai deciso di sfidare il Guiness? Adoro le sfide. Non bevo, non fumo, ho una potenza fisica sul lungo periodo molto buona, non mi stanco e quindi, fiducioso, sono andato avanti ad oltranza. ♦ Tra i tuoi tatuati c’è Brumotti. Tutti tuoi i suoi tatuaggi? Con lui andrò anche sull’Everest, lui è energia pura, io un matto che lo segue. Non sono tutti miei i suoi tatuaggi ma la maggior parte, siamo amici, abbiamo gli stessi ideali, entrambi totalmente contro le droghe, niente fumo né alcool. Mi piace molto il suo modo di essere.

Alessandro Bonacorsi, in arte Alle, nel suo studio dopo aver tatuato Vittorio Brumotti, campione di bike trial

♦ Vuoi parlarmi di Marco Simoncelli? L’ho conosciuto tanti anni fa e ci siamo incontrati alle gare, m’invitava ad andare in giro con lui. C’ero quando ha vinto il mondiale in Malesia e mi regalò una delle magliette celebrative, era di una taglia sbagliata e non ho potuto indossarla, ce l’ho qui in studio con il suo autografo. Un ricordo molto bello rovinato da quello che è successo, ci ha distrutto dentro. Ora sto cercando di organizzare un evento, vorrei fare il maggior numero di tatuaggi con il 58 in 58 minuti e dare tutto il ricavato alla Fondazione Simoncelli.

♦ Oltre a lui chi hai nel tuo elenco V.I.P.? Tanti, ma una persona che mi ha lasciato il segno è Lucio Cecchinello. Mi piace ricordare le persone simpatiche.

♦ Marco voleva tatuarsi? Ne abbiamo parlato tante volte, mi aveva fatto una promessa: voleva un tatuaggio se avesse vinto il mondiale. Non potrà mantenerla.

♦ Argomento piloti: chi ha tatuato la tartaruga a Rossi? Valentino è una persona fantastica ed un pilota eccezionale ma credo si sia fatto tatuare in casa (ride).

♦ Il primo tatuaggio che hai fatto? Avevo 13 anni, ho tatuato una mia amica, l’altro giorno ho tatuato sua figlia.


18 tatoomania

Marzo 2012 - la

kermesse

♦ Entriamo nella tecnica, se un cliente è allergico? Si fanno dei test, se il dermatologo dà esito positivo allora è tutto tranquillo. ♦ Hai mai rifiutato di fare un tatuaggio? Sì. L’altro giorno un ragazzo voleva tatuarsi una svastica sul collo, non ho rifiutato per credi politici ma perché secondo me avrei rovinato una persona. Ho una piccola moralità anche io. Poi se una persona è decisa per me può fare ciò che vuole. ♦ La cura del dopo tatuaggio? Ci sono creme emollienti, il tatuaggio deve restare pulito ed idratato, le creme devono essere senza profumazioni. Parto dal presupposto che se una persona si tatua sia sana ed il nostro corpo è abituato a cicatrizzare di peggio, abbiamo una macchina perfetta. ♦ C’è un periodo dell’anno in cui è sconsigliato tatuarsi? L’esposizione al sole non va bene però se ti tatui a dicembre e per le vacanze di Natale vai ai Caraibi meglio che non lo fai, ma se in estate sei uno che resta sotto l’ombrellone e non va in acqua allora ti puoi tatuare. Brumotti lo tatuerò sull’Everest. ♦ Ma fa freddo! Molto freddo (ride).

© Riproduzione vietata

♦ In molte farmacie è possibile fare il foro alle orecchie. Eh… il farmacista non può farlo, perché non ha una location adatta: essere una farmacia non vuol dire avere un ambiente sterile. Se lo Stato italiano dice che si deve andare a farli in un posto preciso, secondo me è saggio andare lì. Le pistole se non sono pulite bene possono causare infezioni e trasmissioni di malattie. ♦ Hai un tatuaggio-firma? Alcuni mi chiedono l’autografo, ho sempre fatto tante stelline, oppure lo smile con il pizzetto. Alcuni amici l’hanno tatuato sotto l’alluce del piede, ma loro sono matti (ride). ♦ Un tatuaggio che vorresti fare? Tempo fa al meccanico di Jorge Lorenzo ho tatuato la data del mondiale vinto, mi piacerebbe tatuare a Jorge e Valentino un paio di mondiali.

Marco Simoncelli con Alle a cui il campione di motociclismo, scomparso prematuramente durante un incidente su pista il 23 ottobre del 2011, aveva promesso che sarebbe andato da lui per un tatuaggio se avesse vinto il mondiale. Una promessa che non potrà mai essere mantenuta.

♦ A Valentino quello di Jorge e viceversa? No (ride), non lo farebbero. Sai, quando Casey Stoner ha vinto il mondiale ci ha portato la maglia celebrativa con l’autografo. Rossi e Lorenzo ci mancano. A Mondo ho tatuato il 27, come anche a Ginetto, Neri... tutti ragazzi eccezionali. La gente dovrebbe sapere quanto fanno per il loro pilota e quanto lo adorano. È un mondo a parte che poche persone conoscono. Il pilota è il 5% di quello che c’è dietro e non si vede, anche se ci mette tutto. ♦ Andando sull’Everest perderai le gare. Eh sì, perdo il Qatar, ci vorrei andare a vivere, ma ci terranno aggiornati. ♦ Brumotti salirà in bici? Sì ed entrambi senza ossigeno, una volta in vetta farà tre salti ed io lo tatuerò così batteremo il Record. Siamo belli carichi. ♦ Siete belli matti! Sì, ma è per una causa giusta, per il Tibet, ora non posso svelarti nulla.


la

protection&safety 19

kermesse - Marzo 2012

Tecnologia

Come proteggere

il tuo account da occhi indiscreti Se hai domande invia una mail a redazione@lakermesse.it

L

a diffusione dei social network ed in particolare di Facebook, diventa sempre più capillare ed abbraccia tipologie di utenti di ogni età. Come tutti gli strumenti (informatici e non), anche Facebook è soggetto ad attacchi predisposti ad hoc per poter accedere ai dati personali e, quindi, violare la nostra privacy. In questo breve articolo scopriremo com’è possibile proteggere il proprio account da sguardi indiscreti ed accessi non consentiti. Nella parte alta di Facebook, sulla destra accanto al nostro nome ed alla scritta “Home”, troviamo un menu a tendina indicato da una freccia verso il basso. Cliccando su di essa, notiamo che sono disponibili due importanti voci di menu: “Impostazioni account” e “Impostazioni sulla privacy”. Cliccando su “Impostazioni account” accediamo ad un ulteriore menu. Nella scheda “Protezione” è possibile attivare la “Navigazione protetta” tramite protocollo “https”, lo stesso utilizzato per le transazioni bancarie. Il protocollo permette il trasferimento sicuro dei dati impedendo l’intercettazione grazie alla cifratura dei caratteri. Personalmente lascerei perdere quest’impostazione (a meno che non avete registrato su Facebook i dati della vostra carta di credito) perché non è compatibile con molte applicazioni, tra cui i “giochini” tanto amati come Farmville, Cityville, The Sims e via dicendo. Quindi, se attivate il protocollo https potreste essere impossibilitati a giocare. La funzione “Notifiche di accesso” è, invece, molto più utile. In pratica ci avvisa tramite e-mail, ogni qualvolta viene effettuato un accesso al nostro account da un dispositivo mai utilizzato prima. Nel caso in cui abbiamo registrato anche il nostro numero di cellulare, avremo la possibilità di decidere di ricevere un SMS. La terza funzione che esploriamo è “Approvazione degli acces-

a cura di Marcello Coppola www.webeturismo.com si”. Per poterla utilizzare è necessario inserire il proprio numero di cellulare. In pratica, la prima volta che accediamo al nostro account da un computer o un dispositivo mobile, ci viene chiesto di inserire un codice di sicurezza che viene inviato in tempo reale sul numero di cellulare da noi indicato. L’ultima voce che troviamo è “Sessioni attive” che è utilissima, ma bisogna “prenderla con le pinze”. In pratica elenca tutte le sessioni momentaneamente attive con il nostro account. Ad esempio io mi collego a Facebook dal pc e dallo smartphone. In “sessioni attive” troverò la seguente situazione:

Come potete notare, e come specificato anche da Facebook, la posizione può non essere attendibile, ma, abbinata alle altre misure di sicurezza, possiamo essere sicuri di essere al riparo da sguardi indiscreti. Nel momento in cui notiamo un accesso non familiare, possiamo tranquillamente cliccare su “Termina attività” e chiudere, in questo modo, la sessione in questione.

...augura una Buona Pasqua! Via del Mare, 22 - Sorrento 80067 (NA) Tel. 081 878 50 75 Cell. 3668769779 - e-mail:imperodanza@hotmail.it


20 favole d’oggi

Marzo 2012 - la

kermesse

La carrozzella magica Storie di uomini diversamente abili

a cura di Vincenzo Greco e Paolo Massa

V

Il pericardio

incent conosceva una sola persona che avrebbe potuto contribuire a lenire il dolore lancinante sul pericardio destro che lo tormentava ormai da mesi. Questi era un suo carissimo amico, Paul, che aveva assistito al prolungarsi di quel fastidiosissimo problema e che avrebbe voluto con tutte le sue forze aiutarlo a risollevarsi. Vincent aveva già consultato svariati specialisti, effettuato delle sedute di fisioterapia e intrapreso cure farmacologiche, ma senza avere risposte incoraggianti. Fu proprio Paul un giorno che, nonostante vivesse una condizione di immobilità dovuta ad una cerebrolesione postnatale che gli aveva compromesso tutte le facoltà motorie, lasciando inalterate però quelle sensorie, invi-

tò Vincent a stendersi sul lettino, dove sarebbe stato più agevole iniziare una sorta di curiosa e inaspettata seduta terapeutica. Paul non poteva avvalersi delle mani, ritratte com'erano su se stesse, ma, utilizzando i polsi, iniziò ad esercitare un movimeto lento e deciso sulla zona dolorante di Vincent, creandogli una sensazione simile ad un elettrostimolatore semisferico a raggi infrarossi ma diverso nella sostanza, poiché qui l'impiego degli arti sostituiva un freddo e ripetitivo apparecchio elettrico. Da allora Vincent sentì pian piano un beneficio fino al dileguarsi di quel martellante dolore. Senza voler dare del guaritore a Paul, di certo la forza che la mente riesce a sprigionare ci induce a pensare che dentro ognuno di noi ci sia una forza spirituale e cosmica non conosciuta capace di grandi cose, come ogni giorno i ragazzi diversamente abili ci insegnano.

Chi sono? Vincenzo Greco e Paolo Massa, pur venendo da contesti e situazioni diversi riescono ad individuare tutti quei possibili motivi conduttori che hanno in comune e sviluppano così un'indissolubile amicizia che da 15 anni ad oggi è in continua evoluzione. L'uno è il completamento dell'altro sul piano umano e spirituale e così decidono di mettere in forte sinergia le loro potenzialità. Sono promotori e fondatori del gruppo di musicarterapia: i "Tantavogliadivivere", hanno creato una rassegna artistica unica nel suo genere sul tema della diversabilità e lavorano per avvicinare tra loro due realtà ancora lontane: gli handicaps e la società.


nuove proposte 21

kermesse - Marzo 2012

“F come...” DI federica porzio Intervista di Fabio Vollaro - Foto di Simone Cetorelli

I

ntervistiamo oggi Federica Porzio, studentessa universitaria di Vico Equense, autrice dell’autobiografia “F come…”.

♦ Puoi dare una breve descrizione di te stessa. La mia vita è formata da 3 grosse sfere: gli affetti, l’arte e la scienza. Questi tre mondi sono costantemente intrecciati l’uno con l’altro e solo così so di vivere al massimo. Inoltre la mia persona si può definire “bivalente”: sono impulsiva e razionale, solare e tenebrosa. Non sempre è un bene ma cerco di trarne solo forza. Amo la solitudine, quella che ti fa compagnia più di un esercito di persone. Ah, tra i miei affetti c’è anche Skizz, la mia coniglietta… lo dico perché senza di lei non potrei vivere (ride)!

♦ Parlaci della tua passione per la scrittura. Fin da quando ero bambina la scrittura è stato il mio rifugio, l’angolo di mondo tutto mio. Ho accumulato tantissimi diari. Mi piaceva imprimere eventi ed emozioni per tatuarli nei ricordi per sempre e dar loro anche una collocazione temporale. Poi, crescendo, è diventata una necessità. Adesso per me scrivere è come svuotare l’anima, un bisogno primario che devo esaudire non appena ho il desiderio. Anche se è un po’ forte come termine, dico sempre che scrivendo “vomito emozioni”; tutto ciò che sento, anche quello di cui non mi rendo conto, trova il

suo posto su un foglio sgualcito, tra una macchia d’inchiostro e l’altra. Per questo, prima di tutto, per me la scrittura è l’unica, autentica, via efficiente per comunicare con me stessa, per capirmi davvero ed è molto utile. ♦ Come nasce il tuo libro, “F come...”? “F come…” prende forma da una rinascita. Il volume si potrebbe suddividere in due parti: una iniziale che è costituita principalmente da riflessioni su aspetti della vita diversi, e una seconda che ha più il carattere di romanzo in cui c’è un filo conduttore oltre che quello cronologico vero e proprio. Questo per dirvi che tutta la prima parte era dispersa qui e lì sui diari di cui vi ho parlato, ma tutto ha preso forma dopo aver conosciuto la musica del cantautore romano Fabrizio Moro, solo dopo che ho notato tutte le analogie tra i suoi testi e la mia vita. Posso dire tranquillamente, quindi, che “F Come…” sia nato dopo un concerto di Moro, il primo, lo stesso che mi ha cambiato la vita. Proprio perché ho vissuto emozioni così forti, perché sono riuscita a superare un periodo buio grazie alla sua musica (e poi anche a lui) e perché davvero io sono cambiata in meglio dopo tutto ciò, ho deciso di raccontare a tutti la mia storia. Così pian piano un bel pezzo della mia vita è diventato un centinaio di pagine stampate. Non ho voluto cambiare nulla, né nomi, né luoghi… per rendere tutto il più vero possibile. Non nego, però, che in alcuni istanti è stato davvero difficile e faticoso scrivere di me, dei miei ricordi, degli angoli nascosti del cuore… ma ora sono fiera di condividere tutto questo. ♦ Un pensiero per qualcuno in particolare? Non può mancare il mio ringraziamento a Fabrizio Moro. Importantissima, però, è la mia gratitudine per Marco Baroni, cantautore emiliano amico di Fabrizio, che ha collaborato con me in quest’esperienza. Mi ha aiutata non solo perché ha scritto la prefazione e la quarta di copertina, ma lo ha fatto con la sua musica, le sue parole, la sua presenza ed il suo affetto costante. Da quando l’ho conosciuto nella mia vita è una presenza fondamentale. Il libro “F come...” è acquistabile sul sito www.ilmiolibro.it dove è possibile leggerne anche un’anteprima, oppure lo si può ordinare in tutte le librerie (ISBN: 9788891005816).

SEI UN GIOVANE scrittore, ARTISTA, POETA o musicista

E INTENDI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Scrivici a

redazione@lakermesse.it

© Riproduzione vietata

la


22 bacheca

Marzo 2012 - la

kermesse

ANNUNCI DI LAVORO Per ulteriori info o per pubblicare i tuoi annunci di lavoro scrivi a info@lavoroinpenisola.com oppure a redazione@lakermesse.it

annunci inseriti su

Ti piace stare a contatto con la gente e avere una tua indipendenza lavorativa? Prova la stimolante professione dell'agente pubblicitario e dai sfogo alla tua creatività! Anche per agenti pubblicitari con pregressa esperienza. Per info chiama il 331.95.90.421 CERCO URGENTE LAVORO COME ASSISTENZA ANZIANI O NOTTI IN OSPEDALE. CHIAMATE AL 3383711009 Ricerchiamo adetto/a alle vendite per negozio sito a Sorrento, si richiede residenza in zona, conoscenza media delle lingua inglese, affidabilità e impegno 3391568673 Ricerchiamo Rappresentanti per vendita in Penisola e Provincia di Napoli con Provvigione di Prodotti Locali: Limoncello, Babà, Liquori tipici in genere. Presso CONTRADA JOVIS Via Cappuccini, 31- 80065 Sant’Agnello (NA) Contradajovis@gmail.com Telefax: 081/0287319 CERCO COLLABORATORI PER LAVORO PART TIME DA INSERIRE NEL MIO ORGANICO PER LA VENDITA DI PROFUMI COSMETICI ECC. INFO tel. 3347510835 E-MAIL depster1970@libero.it 5 star Luxury Boutique Hotel in Costiera Amalfitana ricerca Sommelier. Esperienza in strutture alberghiere di pari categoria e conoscenza della lingua Inglese sono requisiti fondamentali per la candidatura. Inviare CV a info@casangelina.com In Ristorante si cerca cuoco/a esperti e residenti in Sorrento e dintorni non fumatore , che non faccia uso di sostanze stupefacenti e di alcool. Si prega di inviare curriculum vitae http://offerte-lavoro.vivastreet.it/offertelavoro+sorrento/cuoco-a-/44847596 CIGA SAS Agenzia Generale della AXA Assicurazioni e Investimenti, realtà italiana di gruppo leader mondiale nella protezione assicurativa e finanziaria, ricerca per la propria sede di Sorrento impiegato/a da inserire nella propria struttura organizzativa con rapporto di lavoro part - time. L’incarico prevederà lo svolgimento di attività amministrative, di gestione del back – office ed a contatto con la clientela. Si richiede: • età compresa tra i 24 ed i 35 anni; • laurea e/o diploma di scuola media superiore; • buona padronanza nell’utilizzo dei principali e più diffusi applicativi informatici (Windows, Microsoft Office, Internet Explorer ed Outlook Express); • iscrizione al Collocamento; • una precedente esperienza in ruolo analogo nel settore assicurativo costituirà titolo preferenziale. Dopo un breve periodo di prova, l’assunzione avverrà con contratto a tempo determinato in applicazione del C.C.N.L di categoria e con possibile futura evoluzione in rapporto full–time a tempo indeterminato. La ricerca è aperta a candidati di ambo i sessi. Settore di impresa: Banche - Assicurazioni Finanziamenti Descrizione azienda: Agenzia di assicurazioni Provincia/Città - [Campania] SORRENTO - NA Data pubblicazione: 26-2-2012 Data scadenza: 26-5-2012

Inquadramento: Impiegato Area funzionale: AMMINISTRAZIONE Zona di residenza: Campania Permesso di lavoro: UNIONE EUROPEA Numero posti vacanti: 1 http://www.lavoro.org/offerta/CIGA+SAS/I MPIEGATO+AMMINISTRATIVO?code=fb1a1 25bc9d9ab746ec79e283291bd66 In un’ottica di potenziamento e specializzazione della propria struttura commerciale, Agenzia Generale della AXA Assicurazioni, ricerca in Penisola Sorrentina ed in Costiera Amalfitana uno o più PRODUTTORI/ INTERMEDIARI ASSICURATIVI da inserire nella propria organizzazione territoriale con il compito di sviluppare il portafoglio clienti proponendo le più adeguate soluzioni assicurative sia nel Ramo Danni che nel Ramo Vita per la protezione della persona, dei beni, del patrimonio e della sfera previdenziale. Ai candidati prescelti sarà offerto un rapporto di collaborazione con inserimento all’interno di uno specifico Programma Distributivo Aziendale caratterizzato da un piano contributivo di 36 mesi con interessante componente fissa ed un allettante meccanismo provvigionale e finalizzato ad offrire concrete possibilità di sviluppo professionale nel settore assicurativo. Si richiede: •Età compresa tra i 25 ed i 40 anni; •Diploma o Laurea; •Precedente consolidata esperienza commerciale, preferibilmente come produttore assicurativo o promotore finanziario, e comunque una forte e verificabile propensione ad attività di vendita; •Spiccate doti relazionali, spirito d’iniziativa e capacità organizzativa; •Spirito imprenditoriale, ambizione e capacità di lavorare per obiettivi. Ai sensi della normativa vigente l’offerta di lavoro è estesa a candidati di ambo i sessi. Settore di impresa: Banche - Assicurazioni Finanziamenti Provincia/Città: [Campania] Sorrento - NA Data pubblicazione: 26-2-2012 Data scadenza: 26-5-2012 Inquadramento: Libero Professionista Area funzionale: COMMERCIALE Zona di residenza: Campania Permesso di lavoro: UNIONE EUROPEA Numero posti vacanti: 1 http://www.lavoro.org/offerta/CIGA+SAS/ CONSULENTE+-+INTERMEDIARIO+ASSICUR ATIVO?code=22fedf1eb9df8d12345683311 8d991db Cercasi cuoco professionista per contratto stagionale garantiti 6 mesi di lavoro. Per chi fosse interessato chiamare al 3347204304 Cercasi ragazzo/a che sappia parlare benissimo l’inglese per lavoro bar a Sorrento. Per ulteriori informazioni rivolgersi al bar “La piazzetta” di fronte al Comando vigili NAVITRANS B.V. - PRINCESS CRUISES - AGENZIA MARITTIMA

Ricerca n° figura professionale - uff. li macchina/coperta- marinai - pompiere. Richiesta buona/ottima conoscenza lingua inglese Requisiti per figura marinai: possesso di basic training -inglese Requisiti ufficiali di macchina e coperta: titolo di studio di capitano di macchina/capitano lungo corso- inglese Contattare referente aziendale: Di Simone Lucio al 08119807123 e- mail: gandini@princesscruises.com HIMOTO ITALIA seleziona AGENTI DI VENDITA PER ZONE DI COMPETENZA IN TUTTA ITALIA. Himoto Italia, Distributore esclusivo del Marchio Leader mondiale di modellismo HIMOTO, seleziona rivenditori in TUTTA ITALIA, cui affidare zone di competenza. OFFRESI FISSO MENSILE E VARIABILE DI SICURO INTERESSE. Cerchiamo persone dinamiche, motivate, cui affidare portafoglio Clienti, per consolidamento e implementazione. Il candidato ideale è una persona con esperienza nel canale vendita, cui proponiamo un marchio affermato, in forte crescita. Inoltre, abbiamo appena acquisito altro Marchio in esclusiva, che aggiunge ulteriore potenziale di vendita. I CANDIDATI RITENUTI INTERESSANTI, SARANNO INVITATI A COLLOQUIO PRESSO NS. SEDE DI SORRENTO, PREGASI ASTENERSI CHI NON è DISPOSTO AD INCONTRO DIRETTO. Per ulteriori info: www.himotoracing.it Openjobmetis spa, agenzia per il lavoro, ricerca per nota struttura alberghiera della costiera amalfitana, un segretario di ricevimento. Requisiti richiesti: • ottima conoscenza della lingua inglese, •esperienza pregressa nella mansione richiesta, •disponibilità a lavorare da marzo ad ottobre e su turni anche notturni. http://www.avantjob.it/annuncio.asp?idan n=19554&Lavoro=Segretario+d%27accolgli enza+-+Maiori+Salerno+SA Cercasi hostess affidabile e con esperienza di sala per convegno medico che si terrà il 16 e 17 marzo presso Hotel a Sorrento: 16 marzo orario 10.00-19.00 (pausa pranzo 1 ora); 17 marzo orario 8.00-16.00 (pausa pranzo 1 ora) Compenso: 62.50 euro lordi al giorno, tot 125 euro lordi, ovvero 100 euro netti pagati a fine lavoro tramite bonifico bancario Abbigliamento: tailleur nero pantalone, camicia bianca e decollete nere con tacco Non sono previsti rimborsi spese. Se sei disponibile e interessata, invia cv e foto a pracca@hitcomunicazione.it mettendo in oggetto Sorrento e specificando nel corpo della mail altezza e taglia. Hit srl CORSO BARMAN presso la nostra sede di Vico Equense (Grand Hotel MoonValley). per info e iscrizioni: 0813623163 - Marina Monaco 3385819424 formazione@pmiconsultingcoop.it


la

23

kermesse - Marzo 2012

OPIE

Copia sfogliabile

C ense 0 0 5.0 a Lubr

ONLINE

su www.lakermesse.it

ss se a n e M u da Eq o c i aV

Noi ci troviamo qui!

Nei punti segnalati di seguito è disponibile una quantità maggiore di copie nell’esclusivo espositore de la Kermesse Edicola tabaccheria

Il Marchese

penclub Via San Cesareo, 96 Sorrento

Viale Filangieri, 43 Massa Lubrense

Corso Italia, 257 Sorrento

Via degli Aranci, 107/109/109A Sorrento

Via della Pietà Sorrento Via delle Rose, 32 Piano di Sorrento

Edicola Fiorentino Via del Mare, 22 Sorrento

Via Parsano, 2/A Sorrento

Via Montariello, 4 Sorrento

Corso Italia, 254 Sorrento

L’INDICE Libreria Corso Italia, 81 Piano di Sorrento

Corso Italia, 113 Sant’Agnello

Edicola

De Riso Raffaele Via Delle Rose, 35 Piano di Sorrento

Piazza delle Rose Piano di Sorrento

Meta Caffè

Corso Italia, 144-146 META

Via Filangieri, 52 Vico Equense

Via Aniello Balsamo Sant’Agnello

Plaza cafè Piazza Umberto I, 20 Vico Equense


La Kermesse n°8 - marzo 2012  

La rivista gratuita mensile della Penisola Sorrentina