Page 1

PROGETTO PER COLOGNE

INFORMA

INDIETRO TUTTA! In Consiglio Comunale il nostro gruppo di minoranza sta portando avanti una seria opposizione, fondata su fatti e contenuti. Con questo terzo volantino “Progetto per Cologne” intende rendere esplicite alla cittadinanza le decisioni prese dall’attuale Amministrazione Comunale. Con la consapevolezza che nemmeno cento pagine sarebbero sufficienti a descrivere con cura la portata devastatrice della politica attuata dalla maggioranza, abbiamo selezionato alcuni dei temi più scottanti che hanno interessato ed interesseranno nel prossimo futuro la nostra comunità.

500.000 metri quadri!

Queste sono le aree che la Giunta ha chiesto alla Provincia di poter destinare ad uso residenziale/industriale, con delibera del Consiglio Comunale convocato alle ore 13.00 del 4 settembre 2009.

Si tratta di un’area di 270.000 mq, situata a nord di via S. Maria e che va da via Volta fino a via S. Eusebio, che sarà trasformata da agricolastrategica ad area residenziale e strutture pubbliche. Inoltre altri 240.000 mq, confinanti con la ferrovia compresa tra via Chiari e via S. Pietro, saranno trasformati sempre da area agricolastrategica ad industriale.

Oltre all’irragionevolezza del prevedere una tale quantità di aree edificabili (pari a più di 80 campi da calcio) e al danno ambientale, ciò comporterà un ulteriore e considerevole aumento della popolazione colognese, dopo anni di sermoni sul risparmio del territorio.

Se vuoi metterti in contatto con noi manda una mail all’indirizzo: info@progettopercologne.it www.progettopercologne.it


LE MANI IN TASCA AI COLOGNESI

servizi a supporto dell’integrazione (mediatori, facilitatori), meno attività a sostegno della programmazione educativa e didattica (orientamento, affettività, formazione docenti, visite guidate, etc.). - Drastica riduzione dei contributi alla scuola materna S.Antonio, istituzione scolastica che da sempre affianca la scuola dell’infanzia comunale e che integra le sue carenze, mettendo a disposizione delle famiglie più posti per micro-nido e scuola materna. - Abolizione degli assegni di studio per l’anno 2009 a sostegno degli studenti meritevoli. - Abolizione dei contributi per la mensa scolastica rivolti alle famiglie bisognose. - Abolizione delle spese sociali per il riscaldamento. - Abolizione dei contributi per i ticket sanitari. - Aumento dei costi per la ginnastica a favore degli anziani. - Aumento dei costi per le sepolture: 250 euro in più per i loculi più economici. Il sindaco Verzeletti ha a disposizione - Aumento della tassa sullo smaltimento dei 4.260.000 euro per far funzionare il Comu- rifiuti, con evidente peggioramento della mane di Cologne; il compito dell’amministrazio- nutenzione delle piazzole. ne comunale è decidere come spendere queste risorse, che provengono dalle tasse che tutti noi paghiamo. La civica colognese, non sapendo come giustificare scelte scandalo- Tutti questi tagli sono una decisione politise che vanno contro l’interesse dei cittadini, ca presa dal Sindaco e dalla sua Giunta, che ha deciso di continuare a recitare la storiella dovranno assumersi fino in fondo le loro redel comune indebitato, cercando di scarica- sponsabilità, alla luce dell’incarico assunto. re le proprie responsabilità sulle preceden- Una politica amministrativa disfattista che si ti amministrazioni. La realtà è ben diversa: tenta di giustificare scaricando la responsada una nostra ponderata valutazione il bilan- bilità su altri e che nasconde in realtà incomcio 2009 chiuderà con un avanzo di oltre petenza e arroganza. 500.000 euro!!! Inoltre, il Consiglio comunale del 26/11/09 ha certificato il rispetto del patto di stabilità per l’anno 2009. Nel bilancio approvato erano previste, tra le atre cose, Chiediamo che vengano ristabiliti i finanziarisorse adeguate per i contributi alle scuo- menti per l’istruzione pubblica e paritaria e le materne, elementari e medie, che hanno che siano recuperate le somme tolte alla spesubito invece consistenti tagli. Mentre molti sa sociale. Vogliamo inoltre un forte sostecomuni limitrofi, per combattere la crisi eco- gno alle famiglie colpite dalla crisi economica. nomica, hanno deciso di aumentare gli investimenti a sostegno delle famiglie in difficoltà, l’amministrazione di Cologne ha voluto operare un notevole taglio alla spesa sociale contrariamente a quanto proclamato in campagna elettorale, il tutto mentre nella prima riunione di Giunta, sono state aumentate le indennità di Sindaco e Assessori di Questa è la discarica 12.000 euro.

PAGA SEMPRE IL CITTADINO

COMPLIMENTI CIVICA COLOGNESE, UN SISTEMA DI WELFARE DISTRUTTO!!!

I SOLDI CI SONO E DEVONO ESSERE SPESI PER I CITTADINI

delle mirandole: avevano detto che l’avrebbero eliminata immediatamente! Complimenti.

Ecco, in breve sintesi, l’elenco dei tagli previsti: - Riduzione consistente dei contributi alla scuola pubblica che, tradotta in pratica, significa meno PROGETTO PER COLOGNE INFORMA


Come prima iniziativa l’attuale Giunta ha realizzato una variante al PGT impegnando risorse in un’azione inutile e dannosa, anziché occuparsi delle emergenze dei cittadini. Inoltre, tale variante è stata adottata senza alcuna discussione in Consiglio Comunale e senza essere stata prima presentata ai cittadini colognesi, alle commissioni tecniche, ai gruppi politici e alle minoranze. Tale variante produrrà i seguenti risultati: notevoli danni patrimoniali ad alcuni cittadini, limitazione della libertà d’iniziativa ad altri, impossibilità per molte famiglie ed enti di realizzare i loro bisogni.

VARIANTE AL PGT

SCELTE SENZA LOGICA E REGOLE FOLLI Gli aspetti più gravi di questa variante sono:

per definire un piano particolareggiato di tutto il centro storico. Nel frattempo i cittadini non • DIVIETO DI INSTALLARE PANNELLI SOLA- potranno nemmeno realizzare una nuova fineRI E FOTOVOLTAICI Il divieto è in aperto con- stra, né allargare una porta, né spostare una trasto con le leggi nazionali (al punto da dubitare parete interna della propria casa. Fa eccezione della sua costituzionalità) e si scontra con la cre- la proprietà dell’Assessore esterno Boglioni, per la quale è invece previsto il risanamento conservativo e il restauro che garantiscono la libertà di intervento in qualunque momento e senza sottostare al volere di altri. • GRAVI LIMITAZIONI A 60 ABITAZIONI PRIVATE Lo scopo del provvedimento è quello di impedire alle proprietà in questione ogni possibile aumento volumetrico non ancora sfruttato, blocÈ prevista l’installazione di un ripetitore telefonico nel parco cando la situazione allo stapubblico situato nei pressi dell’incrocio tra via Avis Aido e to di fatto. scelta infligge un via Facchetti, GIUDICATE VOI! Questa danno patrimoniale enorme a carico di molte famiglie colognesi. Oltretutto, non si scente coscienza collettiva, sempre più attenta comprende l’arbitrarietà con la quale si è proalle questioni ambientali. Nessuna considerazio- ceduto e la mancata esplicitazione dei criteri di ne sull’estetica del paese (peraltro opinabile) può scelta adottati. essere anteposta alla questione del risparmio A fronte di alcuni immobili destinatari di tale lienergetico. E’ inoltre assurdo obbligare i citta- mitazione che francamente non lasciano intradini ad utilizzare solo i coppi e le tegole fotovol- vedere la possibilità di grandi trasformazioni, ne taiche che, pur non essendo migliori dal punto esistono altri, anche vicini, sbadatamente tradi vista estetico, rappresentano una tecnologia lasciati e stranamente non coinvolti in questa più costosa, meno efficiente e non utile in riferi- scelta limitativa. mento ai benefici fiscali previsti dalle normative vigenti. • DIVIETO DI AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA PRIVATA E DELL’ORATORIO • IMPOSIZIONE DEL PIANO PARTICOLA- MASCHILE Non si comprende la logica con la REGGIATO PER TUTTE LE ABITAZIONI DEL quale si prendono di mira queste due istituzioni, CENTRO STORICO Le norme in vigore già ga- peraltro già recentemente penalizzate da querantiscono il rispetto e la salvaguardia della bel- sta amministrazione in fase di assegnazione dei lezza degli edifici, senza danneggiare la libertà contributi. Si ricorda che queste realtà operano personale e d’intervento del singolo cittadino. da oltre un secolo per il benessere dei bambini L’amministrazione comunale dovrebbe, nel me- e delle famiglie colognesi, senza il minimo tornadio-breve periodo, incaricare un tecnico esterno conto o lucro economico.

www.progettopercologne.it


LO SAPEVATE CHE… Nuovo centro culturale: un tuffo nel passato Ma la cultura dov’è finita? Non un concerto, non una mostra, non un dibattito, non un’iniziativa che si possa definire culturale!! Pochi mesi fa veniva inaugurato, a suon di iniziative, il nuovo centro culturale. Oggi questa struttura, ricca di potenzialità, è abbandonata a se stessa. Non è ancora stata nominata la commissione biblioteca, i computer a disposizione degli utenti sono scollegati da giugno, è stato ridotto l’orario di apertura della biblioteca eliminando le aperture serali, le luci delle scale sono spente, disattivata la luce d’emergenza e, dulcis in fundo, la temperatura interna oscilla tra i 14 e i 17 gradi. Questa è la triste sorte non solo di una struttura, ma dell’intera cultura colognese: da giugno 2009 in poi, il nulla!! Schiaffo alle associazioni d’arma La festa delle associazioni d’arma colognesi, inserita già da un anno nel calendario degli eventi culturali, ha ottenuto un secco NO da parte dell’amministrazione comunale; perchè? Forse il nostro Sindaco teme un’invasione di alpini e aviatori, oppure è solo spaventato dalle penne del cappello dei bersaglieri, ma no…forse teme che una nave della marina possa risalire la Fusia!

Nessuno spazio per le associazioni Nonostante i nuovi spazi disponibili, a sette mesi dall’insediamento della nuova giunta non è ancora stato assegnato uno spazio pubblico per le riunioni delle associazioni colognesi; con un’arroganza senza eguali le numerose richieste protocollate sono rimaste senza risposta. Tutto tace, in contrasto con i proclami preelettorali della civica colognese sulla partecipazione e la trasparenza.

...LUI COMANDA E MUOVE I FILI FA BALLARE I ..........

Nuovo cartellino rosso... Il metodo democratico per la Civica: espellere chi dissente. Dopo l’espulsione dalla maggioranza del consigliere Caterina Fortunato è toccato al consigliere Laura Pagani. Entrambe sono colpevoli di avere una opinione diversa e di avere il coraggio di esprimerla.

Il Sindaco riceve…accompagnato!!! Avete mai provato a chiedere un colloquio privato con il Sindaco durante il suo orario di ricevimento? Beh, non aspettatevi riservatezza, perché da un momento all’altro potrebbe entrare, senza bussare ne salutare, un qualunque militante della civica colognese o assessore, il quale si metterà diligentemente in ascolto dei vostri problemi senza proferire parola… E’ legittimo chiedersi se ci sia qualcuno che controlla l’operato del “Sindaco che firma”, per paura che non esegua gli ordini giunti dal “sindaco che decide”?

Civicamente contro Suore e Famiglie!!! Viene da chiedersi se il Sindaco Verzeletti conosca il servizio che le suore garantiscono da sempre alla nostra comunità, offrendo uno spazio accogliente ai bambini che non trovano posto presso l’asilo comunale. Caro sindaco, perché ha messo le mani nei portafogli delle famiglie? Sa che l’anno prossimo probabilmente molti bambini non potranno più andare all’asilo, visto il consistente incremento dei costi?

A voi rappresentanti istituzionali della Civica Colognese (Sindaco, Assessori e Consiglieri), vogliamo ricordare che non siete più “opposizione”!! Abbiate il coraggio di amministrare assumendovi le vostre responsabilità e non nascondendo le vostre lacune e debolezze che ormai sono evidenti a tutti i cittadini, anche a quelli che in assoluta buona fede vi hanno votato. Anche loro, anche i più irriducibili, ormai sono scontenti del vostro atteggiamento e del vostro operato.

www.progettopercologne.it


Progetto per Cologne giornalino  

Indietro tutta

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you