Page 1

CONCORDIA SAGITTARIA | DAL 02 AL 06 AGOSTO 2012

Green Think

1

NOLEGGIO AUTO - CARROZZERIA

di Corbetta Vittorio Concordia Sagittaria (Ve) Via Fratelli Cervi, 27 Cell. 333 4141130 Tel. 0421 703663


INNOVAZIONE A SCUOLA Premiati per la qualità della progettazione e la diligenza nella realizzazione di un completo equipaggiamento energetico che ha tutte le caratteristiche di un prototipo da realizzare Lo studio del progetto ambientale nasceva da un programma di studio previsto per la classe 5T (Elettronica e Telecomunicazioni) dell’anno scolastico 2008/2009, il quale prevedeva la realizzazione di un impianto a isola collocato su un carrello, con inserito un gruppo di pannelli fotovoltaici e a fianco un traliccio per sostenere un generatore eolico. Questo progetto prevedeva quindi lo studio e la realizzazione di un impianto in grado di garantire l’autonomia energetica di una baita o di un casolare non raggiungibile dalla rete elettrica nazionale. Dopo una serie di difficoltà meccaniche, i docenti Maceri Patrizia e Innocente Alvise hanno optato per la realizzazione in due fasi successive del progetto.Nello stesso anno

12


scolastico, gli allievi della classe 5T hanno concluso l’impianto eolico con una potenza di 300 Wp che è stato installato nella parte esterna del laboratorio di energetica. Successivamente gli allievi Valeri Stefano, Santin Gabriele, Baldasseroni Riccardo, Michielin Stefano, Lot Alessio, Ceolin Michele, Baruzzo Luca e Ravenna Davide appartenenti ai corsi di meccanica e di elettronica, sono stati coinvolti dai proff. Innocente Alvise e Pettenò Stefano nell’attività di Alternanza Scuola Lavoro e a settembre 2009 hanno iniziato lo studio di una serie di progetti riguardanti sia la produzione di energia attraverso l’uso di pannelli fotovoltaici, in un sistema mobile tipo carrello per produrre energia non solo in un luogo fisso.. Per quanto riguarda le aziende coinvolte nella prima fase del progetto, hanno collaborato: Officine Metalmeccaniche Ravenna di Annone Veneto, Pinos Expert di Portogruaro e Marchiol spa di Portogruaro dimostrando notevole disponibilità; anche grazie alla loro collaborazione, gli allievi si sono dedicati in modo proficuo alla realizzazione della struttura meccanica e fotovoltaica a isola con la realizzazione del carrello. Il nostro impianto utilizza l’energia eolica (300Wp) sia di giorno che di notte in modo permanente, durante il giorno infatti oltre all’energia generata dall’impianto eolico, va ad aggiungersi quella generata dai pannelli fotovoltaici (230 Wp ) per un totale di 530 Watt di picco. Il prototipo del carrello appendice, collegabile e trasportabile da un’automobile, prevede 5 pannelli fotovoltaici per un totale di 230Wp, un pacco accumulatori da 300Ah, un inverter per convertire la corrente continua degli accumulatori in corrente alternata. L’impianto riesce a fornire un’ autonomia energetica pari a 2.5KW, quasi come quella di una casa comune che solitamente è di 3KW: il tempo di autonomia del carrello varia a seconda degli

13

utilizzatori che gli sono collegati, infatti sono stati eseguiti degli studi particolareggiati sui consumi di utilizzatori in classe A maggiormente presenti in casa (es. lavatrice, frigo ecc); il bilancio energetico deve essere perciò equilibrato in proporzione sia all’uso estivo che all’uso invernale dell’edificio non raggiunto dalla rete elettrica nazionale. Questo carrello, però, non soddisfaceva tutte le esigenze energetiche dell’edificio, ed è quindi risultato quanto mai importante l’incontro avvenuto presso la fiera delle nuove tecnologie di Milano tra il General Manager di Acta Energy, Dott. Cassetti Davide, e i proff. Innocente Alvise e Pettenò Stefano. Da questa occasione, nacque un rapporto di

di 0.50 €. I docenti dell’Istituto Tecnico attraverso queste attività, hanno avuto modo di approfondire i contenuti in più discipline, di coinvolgere gli studenti in una attività di ASL motivante, di entrare in rapporto con aziende locali e extraterritoriali ed infine di introdurre un tema innovativo come quello della produzione di energia attraverso l’idrogeno, finora poco conosciuto nella nostra realtà. A progetto concluso, il giorno 24 aprile 2010 le classi coinvolte hanno partecipato al concorso nazionale indetto da ABS Gruppo Danieli “Fabbricando 10” classificandosi al terzo posto. ABS e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, hanno ritenuto di

collaborazione e studio tra il nostro istituto e l’ing. Alberto Valli che ha portato ad una notevole evoluzione il progetto. L’inserimento di celle per la produzione e la trasformazione dell’idrogeno, ci ha consentito di migliorare il progetto con la realizzazione di un impianto di produzione e conversione di idrogeno in sostituzione del gas utilizzato per cucinare. Abbiamo sperimentato l’uso dell’idrogeno per fare il caffè utilizzando un fornello da campeggio, inoltre abbiamo verificato la possibilità di utilizzare l’idrogeno come carburante per far funzionare una bicicletta a 25Km/h per percorrere 100Km con un costo

valorizzare quale “eccellenza” il progetto “IMPIANTO FOTOVOLTAICO A ISOLA CON IMPLEMENTAZIONE A IDROGENO” conferendo il premio “per la qualità della progettazione e la diligenza nella realizzazione di un completo equipaggiamento energetico che ha tutte le caratteristiche di un prototipo da realizzare”. ...Continua


In seguito al riconoscimento dell’eccellenza ottenuta da parte del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, capimmo che lo studio dei sistemi energetici ci avrebbe potuto favorire notevolmente nell’attività lavorativa in un futuro non molto lontano, inoltre, giunti a questo punto, era nostro desiderio confrontarci a livello europeo. A settembre 2010, il prof. Alvise Innocente prese i contatti con Junior Achievement ( JA), un’organizzazione mondiale no profit finanziata dalle più

importanti imprese internazionali. L’obiettivo principale di JA è quello di far conoscere e comprendere le dinamiche interne ed esterne di una azienda, ed è rivolta ai gruppi di giovani che vi partecipano con progetti e proposte innovative.

Per partecipare con questo progetto abbiamo fondato una società, “S.T.E.F.I”, che doveva operare a tutti gli effetti sul mercato attraverso la presentazione di un prodotto e/o l’erogazione di un servizio. Ovviamente abbiamo integrato il lavoro svolto per la realizzazione del nostro carrello con studi particolareggiati e con studi dimostrativi, utilizzando un modellino d’auto a idrogeno autoalimentato con celle fotovoltaiche sul tetto e con la dimostrazione del funzionamento di

una stazione di servizio elettrica alimentata da impianto fotovoltaico e in grado di alimentare un’auto a idrogeno. Con il supporto dei due docenti Coordinatori proff. Innocente Alvise e Pettenò Stefano e la collaborazione delle proff.se Adovasio Emanuela, Cossovel

Amanda e De Nadai Adriani e con la particolare collaborazionedella dott. Zanet Stefania, direttore della sede della Banca di Cividale di Portogruaro, abbiamo imparato come funziona un’azienda, come costruirla e come presentare un prodotto. Nel 2011 nacque così la società ITISS.T.E.F.I JA, che si occupa principalmente di studi di fattibilità, progettazione ed assistenza di impianti ad energia rinnovabile, nello specifico impianti solari, termici, eolici, fotovoltaici e ad idrogeno. Per conoscere ulteriormente l’attività svolta, è possibile consultare il sito www.stefigroup. altervista.org. A marzo 2011, gli allievi dell’istituto “Leonardo Da Vinci” hanno partecipato al concorso europeo Junior Achievement tenutosi a Bratislava, in Slovacchia. Dato l’alto numero degli allievi che volevano partecipare, i proff. Innocente e Pettenò hanno diversificato per competenze i progetti, e si è deciso di costituire tre gruppi di lavoro corrispondenti a tre società operanti nel campo delle energie rinnovabili collegate alla società capogruppo “ITIS S.T.E.F.I JA”, che sono le seguenti: -RE.EN.PLANTS, guidata da Stefano Valeri, è una società all’avanguardia che sfrutta risorse facilmente reperibili in natura ed in commercio per offrire al

14


cliente degli impianti mobili ad energia rinnovabile. - EPVSolutions, guidata da Gabriele Santin, è una società operante nel settore delle energie rinnovabili, la quale studia e sviluppa progetti di impianti fotovoltaici ed eolici. -TH2ERMA, guidata da Emanuele Santellani, è una società proiettata verso il futuro che studia, progetta e realizza impianti ad idrogeno di piccola o grande entità. A questo concorso, “ITIS S.T.E.F.I JA” ha ottenuto importanti successi e riconoscimenti soprattutto per quanto riguarda la parte dell’idrogeno, curata principalmente dalla società TH2ERMA, grazie al gruppo di allievi guidati da Emanuele Santellani che hanno curato l’aspetto economico e aziendale con l’allieva Valentina Casazza e la parte tecnica con l’integrazione anche dello studio della caldaia ad idrogeno dell’allievo Luca Baruzzo. Emozionante è stata la premiazione e la cena di gala a Bratislava, tra le altre autorità hanno presenziato lo sponsor principale dell’azienda BATA, il Ministro dell’Educazione slovacco Eugen Jurzica e il Primo Ministro slovacco Iveta Radicova. In un incontro tra il signor Boz Raffaello e il prof. Innocente Alvise, nasce l’idea di studiare la possibilità d’uso dell’aria calda riscaldata con irraggiamento solare come integratore del riscaldamento invernale. Grazie alla collaborazione della ditta Boz Raffaello di Portogruaro, della ditta Stefanutto Emanuele di Fossalta di Portogruaro e i docenti Innocente e Pettenò, è nata l’idea di proporre agli allievi interessati all’Asl la possibilità di costruire un modello di pannello solare ad aria. Il progetto prevedeva: 1) lo studio dei materiali da impiegare e abbiamo optato per la plastica nera in grado

di assorbire l’irraggiamento solare; 2) il calcolo del flusso di aria adeguato a produrre una variazione di temperatura di oltre 20°; 3) il dimensionamento degli spazi per l’inserimento del pannello solare da 10 Wp; 4) il dimensionamento del ventilatore estivo e quello invernale; 5) lo studio del circuito elettronico e dei relativi sensori; 6) la predisposizione all’interno dell’edificio del termostato di controllo della temperatura di funzionamento e relativi deviatori. Questo modello così costruito è in grado di funzionare non solo come integratore del riscaldamento invernale, ma anche come deumidificatore, e di immettere nell’ambiente una quantità d’aria pari a 140mq/h, inoltre di produrre acqua calda in estate utilizzando uno scambiatore di calore aria-acqua e di fornire energia elettrica a 12V 0,7 A in corrente continua per caricare PC o Cellulari. Gli allievi Podrecca Matteo, Bergamo Claudia, Corradin Roberto, Colle Andrea, Bozza Stefano e Zoccolan Federico, Sut Sergio dell’ITIS con la società S.T.E.F.I, coordinati dai docenti prof. Innocente Alvise e prof. Pettenò Stefano e con la collaborazione della prof.ssa

De Nadai Adriana, dei proff. Furlanis Gabriele, Colloredo Paolo e Dazzan Daniele, hanno costruito il prototipo, eseguito le misure di temperatura, umidità ecc. hanno partecipato all’edizione europea del concorso JA svoltosi il 29 marzo a Zurigo. Al concorso JA-YE Europe Trade Fair di Zurigo hanno partecipato 450 allievi di 90 istituti superiori provenienti da tutta Europa. Grande la soddisfazione dei docenti presenti, del dirigente scolastico Raffaela Guerra quando il progetto presentato dagli allievi dell’ITIS anche in lingua inglese, ha ottenuto il primo premio “Responsible Business Award” nella categoria “Miglior Prodotto Innovativo Ambientale” conferito dal Main Sponsor UBS (Unione Banche Svizzere). La presentazione dei prodotti avverrà nello stand della Provincia durante la fiera, inoltre vi invitiamo alla presentazione ufficiale dei progetti il giorno 6 agosto alle ore 18:00 presso il palazzo municipale di Concordia Sagittaria. Stefano Valeri, ex allievo ITIS “Da Vinci”.

...continua

15

33 Fiera Santo Stefano ITIS  

Progetto presentato dall'ITIS di Portogruaro alla fiera di Concordia 2012.