Issuu on Google+

n: o t g n shi ionale a W iale ternaz na c e p S In Don o i m Pre Progetto

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 2, DCB Roma

AILA AL GLOBAL HEALTH FORUM A WASHINGTON

I

l 12 ottobre a Washington il Presidente AILA Francesco Bove, accogliendo l’invito dell’Ambasciatore Giulio Terzi di

Sant’Agata, partecipa al Global Health Forum 2010, il simposio scientifico organizzato presso l’Ambasciata Italiana negli USA e giunto alla quinta edizione, al quale prenderanno parte i più illustri esponenti americani e italiani della sanità tra cui il Ministro Ferruccio Fazio. Partecipa anche Katheleen Sebelius, Segretario del Dipartimento di Stato americano per la salute.

SANITÀ PRIVATA ACCREDITATA: L’ALLARME DELL’AIOP

I

decreti varati dalla Regione Lazio, rischiano di essere il colpo di grazia per la sanità privata accreditata con pesanti ripercussioni sui servizi sanitari e sull’occupazione. Ne ha parlato Jessica Veronica Faroni, Presidente di AIOP Lazio in occasione del Sanit 2010. Il servizio a pag. 7

NOTIZIARIO AILA Anno XIII n. 1 www.ailafondazione.it

Direttore responsabile: Francesco Bove

Fondazione per la lotta contro l’artrosi e l’osteoporosi

1° PREMIO INTERNAZIONALE PROGETTO DONNA ALL’AMBASCIATA ITALIANA DI WASHINGTON

L’AILA sbarca negli USA

Il prestigioso award assegnato a Susan Blumenthal per il suo impegno nella Women’s Health

Donna, società e salute di Francesco Bove

I

n una società in continua trasformazione, molte attenzioni sono riservate alla donna; non solo nel nostro Paese, ma nel mondo intero. ll processo di modernizzazione dei vari sistemi le sta facendo guadagnare sempre maggiori posizioni. Laddove le resistenze politiche e culturali sembravano concedere poco spazio alla donne, il clima, seppur lentamente, sta cambiando: nei paesi arabi la donna, anche se non può prendere un caffè in un bar, può con soddisfazione iniziare a portare la macchina. Nei paesi industrializzati l’emancipazione femminile, iniziata molto prima, non si è fermata: oggi la donna, grazie alla cultura delle pari opportunità (non a caso in Italia c’è un ministero), si avvicina sempre più al ruolo maschile, pur gravando sempre su di lei le incombenze maggiori per quel che riguarda, ad esempio, la gestione della famiglia, con un conseguente affanno per gli importanti obiettivi che si prefigge, ad esempio nel mondo del lavoro. Ma se la donna, pur con oggettive difficoltà, svolge un ruolo sempre più determinante nella società, nel campo della salute sopporta un peso maggiore proprio per le sue caratteristiche genetiche ed ormonali. Così è per l’osteoporosi, l’artrosi, le patologie della tiroide, oltre a quelle che riguardano l’apparato sessuale e quindi la mammella, l’utero e l’ovaio. Non solo. Le trasformazioni positive in campo sociale, hanno riportato anche novità nel campo medico, se consideriamo l’infarto, patologia dalla quale le donne 30 anni fa erano quasi indenni, come pure il cancro al polmone, fortemente aumentato per la diffusione del fumo nel gentil sesso, legato al processo di emancipazione. Di qui l’interesse crescente per la donna in tutti gli aspetti biologici, affinché la scienza sia più attenta alla ricerca di soluzioni che superino questo divario, proprio ora che il suo ruolo nella società è più importante, e far sì che – soprattutto in questo momento in cui le aspettative di vita sono maggiori – proprio la donna, destinata a vivere più a lungo, conservi parimenti buone condizioni, autonomia e non accumuli sofferenze.

U

na giornata speciale per Nel suo intervento l’Ambala Fondazione AILA. Lo sciatore ha espresso il suo apscorso 17 giugno si è teprezzamento per l’attività che nuta la prima edizione internazioogni anno l’AILA svolge per la nale del Premio “Progetto Donprevenzione e la ricerca conna”, il riconoscimento che la Fontro l’artrosi e l’osteoporosi e dazione AILA riserva alle personaha ringraziato Francesco Bove lità che si sono distinte con la loro per aver riconosciuto con queattività a favore della donna. È stasto premio l’eccezionale conta l’Ammiraglio Susan Blumenthal tributo dato alla scienza e alla a ricevere il premio internazionamedicina da una personalità le per i meriti acquisiti nella sua americana come Susan Bluimportante carriera al servizio delmenthal. la medicina e, in particolare, delIl premio AILA quindi è stato anla Women’s Health. che un contributo che rinnova L’Ammiraglio Blumenthal è una e consolida il duraturo rappordelle figure di riferimento per la to d’amicizia tra USA e Italia. scienza mondiale, una carriera A confermare il legame tra i straordinaria al servizio della sadue Paesi la partecipazione di L’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata e il Presidente Francesco Bove consegnano a Susan lute della donna a cui dedichiaun prestigiosissimo parterre di Blumenthal il premio internazionale “Progetto Donna”. mo ampio spazio a pagina 4 e 5. ospiti: membri del corpo dimo inoltre onorati che abbia accettato di avere La cerimonia è stata ospitata dall’Ambasciata itaplomatico, dell’Amministrazione, del Congresso e un ruolo di primissimo piano nella prossima ediliana a Washington, alla presenza dell’Ambasciadella stampa. Tra loro una menzione speciale agli zione del Global Health, che si terrà ad ottobre in tore Giulio Terzi di Sant’Agata che ha introdotto la Ambasciatori di Kuwait, Afghanistan, Romania e Ambasciata e che sarà dedicato ad un tema estremanifestazione: “L’Ammiraglio Blumenthal è una Giappone, Gary Locke, Secretary of Commerce, mamente attuale: la qualità della vita e la sciendelle donne più influenti nella medicina dei noi membri del Congresso Dingel, Obey, Waxman, za della longevità”. stri giorni” – ha affermato l’Ambasciatore – “SiaMarkey, Kildee, Lewis, Gordon, Tanner, Eshoo, Aderholt, Kagen e Lorraine Hariton del Dipartimento di Stato. LA LETTERA DI NANCY PELOSI, SPEAKER DELLA CAMERA USA L’Ambasciatore Terzi di Sant’Agata ha chiuso il suo intervento accogliendo sul palco il Presidente AILA Francesco Bove il quale ha ricordato come la Fondazione AILA, da oltre 10 anni, contribuisca a diffondere conoscenza e informazione per la lotta all’artrosi e all’osteoporosi. “Le donne – ha affermato il Presidente – sono le più colpite da queste due patologie ed è proprio per accrescerne la June 17, 2010 Giugno 17, 2010 consapevolezza che l’AILA ha creato questo preCari Amici, mio per la salute della donna”. Dear Friends: è un grande onore portarvi i miei saluti in occasione della Il Presidente Bove si è detto onorato di poter conIt is my distinct honor to bring you greetings on the occasion cerimonia per il premio internazionale della Fondazione segnare il riconoscimento all’Ammiraglio Susan Italiana per la lotta all’artrosi e all’osteoporosi (AILA), of the Italian Foundation for Arthritis and Osteoporosis ReseBlumenthal, inaugurando così l’edizione internaconsegnato presso l’Ambasciata Italiana all’Ammiraglio arch’s (AILA)’s celebration of International Award recipient Susan Blumenthal, M.D., M.P.A.. Mi congratulo con la Rear Admiral Susan Blumenthal, M.D., M.P.A., here at the zionale del Premio “Progetto Donna”. mia amica, Dr.ssa Blumenthal, per essere stata insignita Embassy of Italy. Congratulations to my friend, Dr. BlumenL’AILA, dopo aver svolto in Italia per lunghi anni dall’AILA e per tutti i suoi instancabili sforzi per il thal, on being honored by AILA and for all her tireless efforts opera di sensibilizzazione, anche attraverso l’istimiglioramento delle condizioni sanitarie per le ossa. un behalf of improved bone health. tuzione del premio “Progetto Donna” e il coinvolPer oltre 10 anni l’AILA si è dedicata alla ricerca, la Far more than a decade now, AILA has dedicated itself to gimento di personalità di spicco (Ministri e rapprevenzione e la cura dell’artrosi e dell’osteoporosi. advancing research for the prevention and cure of arthritis and Attraverso i suoi progetti di sensibilizzazione, di educazione presentanti delle Istituzioni, del mondo scientifiosteoporosis. Through its programs of awareness building. e formazione, i patrocini e la ricerca, l’AILA ha avuto un co, dello spettacolo e del giornalismo), con queeducation and training, advocacy and research, AILA has had a grande impatto per il miglioramento delle condizioni di salute great impact on enhancing lifelong bone health and improving sto evento, l’ospitalità dell’Ambasciatore, l’autodelle ossa e delle vite delle persone affette da osteoporosi. the lives of those affected by osteoporosis. AILA’s work as one L’opera dell’AILA, una delle maggiori organizzazioni per la revolezza di Susan Blumenthal, conferisce al ricoof Italy’s major health organizations is to be commended for salute in Italia, è da lodare per il contributo alla salute degli noscimento una caratura internazionale. bettering the health of Italians and Americans alike. Thank you Italiani e, allo stesso modo, degli Americani. Vi ringrazio for ensuring a brighter, more vibrant future for us all. Al termine della cerimonia di premiazione la seperché con il vostro impegno garantirete un futuro più rata è proseguita con il concerto degli “Affetti Colluminoso e brillante a tutti noi. Again, congratulations to all and best wishes far a successful Nuovamente congratulazioni a tutti e i migliori auspici per il laterali”, band che si esibisce esclusivamente per event. successo della manifestazione. “charity” e con la sua attività, tra concerti live e Con i migliori saluti beat regards, la vendita dei propri CD, ha finanziato numerose ricerche scientifiche sull’apparato scheletrico. Ospite della serata l’artista internazionale Amii SteNANCY PELOSI NANCY PELOSI wart, che ha proposto il suo successo storico che Speaker of the House Speaker of the House l’ha resa celebre nel mondo “Knock on wood”. > > > > Servizi a pag 2 e 3


Anno XIII - N. 1 - pag. 2

L’AMBASCIATA ITALIANA IN USA TEATRO DELL’IMPORTANTE M

Progetto salute donna in primo piano

L’opera dell’AILA contro artrosi e osteoporosi apprezzata dai massimi rappresentanti d di Francesco Pessa

17

giugno 2010, Washington D.C. Questa data rimarrà nei ricordi di tutti gli amici della Fondazione AILA come uno dei giorni più belli della sua storia. Una giornata calda, quasi torrida nella capitale USA. La temperatura che man mano, col passare delle ore, sale, così come l’emozione e l’attesa per questo evento: la Fondazione AILA sbarca negli States per la prima edizione internazionale del Premio “Progetto Donna”. Non ci poteva essere modo migliore per inaugurare il premio internazionale, che consegnarlo nelle mani di Susan Blumenthal, una donna, un medico, che rappresenta un punto di riferimento tra i più autorevoli nel mondo nel campo della sanità. Fervono i preparativi fin dalla prima mattina, ogni dettaglio deve essere a punto per la cerimonia. Appuntamento fissato per le ore 18.00, su Whitehaven Street, dove ha sede l’Ambasciata italiana a Washington e molte altre sedi diplomatiche dei più importanti paesi al mondo. Per questo motivo questa via ha un fascino del tutto particolare. L’Ambasciata italiana è un vero e proprio gioiello architettonico, “incastonato” tra la già citata Whitehaven Street e Massachusetts Avenue, proprio nel cuore del Rock Creek Park, in uno dei più eleganti quartieri dell’area nord ovest della capitale. All’esterno il tricolore italiano sventola insieme alla bandiera dell’Unione Europea.

Ambasciata italiana a Washington: il Presidente Francesco Bove pronuncia il suo discorso alla platea rappresentata da esponenti del Congresso, del Governo e della diplomazia americana

Alle 18.00 in punto arrivano gli ospiti, annunciati dal rappresentante della sede diplomatica, e accolti dall’Ambasciatore S.E. Giulio Terzi di Sant’Agata e dalla Dott.ssa Antonella Cinque, nella passata legislatura Capo Dipartimento della prevenzione e della comunicazione per il

Ministero della Salute e già Presidente dell’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco. Accolgono uno ad uno gli invitati, ad ognuno un saluto personale. Impeccabili il cerimoniale d’Ambasciata e l’ospitalità riservata agli invitati, splendidamente curata e organizzata da Donatella Verrone, Social Se-

cretary dell’Ambasciatore. Un parterre di grande prestigio, con personalità eccellenti. Tra i selezionatissimi ospiti presenziavano gli Ambasciatori di Kuwait, Afghanistan, Romania e Giappone, Gary Locke, Segretario di Stato USA al commercio, diversi membri del Congresso, Dingel, Obey,

GLI INTERVENTI DEI PROTAGONISTI DEL PREMIO INTERNAZIONALE PROGETTO D

Terzi: l’Ambasciata r nei progetti salute U

Francesco Bove: “Un onore premiare Susan Blumenthal”

A

mbassador Terzi, distinguished diplomatic and political authorities, ladies and gentlemen, I’m very honoured to be here today as President of the Italian Foundation AILA for the fight against osteoporosis and osteoarthritis. AILA’s main objective over the past 10 years has been to bring awareness to the general public about these two pathologies. Prevention is vitally important, for the public and individual health and wellness, as well as reduce public spending. Women are the mail targets for these two pathologies, so as to increase awareness, so as to increase awareness AILA has created this award for women’s health, in an aim to sustain research. Today we are here in Washington to present our first intenational award, to a woman who has been outstanding in her contribution in the fight for Women’s health. She is recognized for her lifetime achievements and leadership in raising national awareness and scientific attention to women’s health issues, as well as a range of other critical public health concerns. Addittionally she is an international leader in global health with AIDS, obesity, prevention, breast cancer and osteoporosis. I am pleased to announce that Rear Adm. Susan Blumenthal, M.D. is the winner of AILA’s first International Award “Progetto Donna”.

A

mbasciatore Terzi, autorità diplomatiche e politiche, signore e signori, sono onorato di essere qui oggi, in qualità di Presidente della Fondazione AILA, per la lotta all’artrosi e all’osteoporosi. Il principale obiettivo dell’AILA in questi 10 anni è stato quello di portare all’attenzione dell’opinione pubblica la consapevolezza Francesco Bove proclama riguardo a queste due patologie. Susan Blumenthal vincitrice La prevenzione è di vitale importanza per del Premio Internazionale la salute pubblica e di ogni persona, così Progetto Donna come per ridurre la spesa pubblica. Le donne sono le più colpite da queste due patotologie, e per accrescere la consapevolezza, l’AILA ha ideato questo premio a favore della salute delle donne e per sostenere la ricerca. Oggi siamo qui a Washington per presentare la prima edizione internazionale del premio, che è conferito a una donna che ha dato un contributo eccezionale nelle battaglie a favore della salute delle donne. È riconosciuta per i risultati conseguiti nel corso della sua carriera, per l’autorevolezza nella divulgazione nazionale, per l’attenzione ai problemi della salute delle donne, così come per una serie di altre importanti emergenze critiche relative alla sanità pubblica. In più è un punto di riferimento internazionale della sanità mondiale per l’AIDS, l’obesità, la prevenzione, il cancro al seno e l’osteoporosi. È un immenso piacere annunciare che l’Ammiraglio Susan Blumenthal è la vincitrice del primo premio internazionale “Progetto Donna”.

E

xcellencies, Distinguished guests, ladies and gentlemen, This hall has a long standing tradition of hosting important and meaningful events for my country. Be that on the occasion of visits of the highest Italian officials, of our National Day, or of the many meetings and initiatives aimed at strengthening the bond of friendship and understanding between Italy and the United States, in the realms of politics, culture, and science. The international award AILA is presenting today encompasses many faces of the relationship between our two countries, as it can be seen you can see by the very impressive attendance of members of the Diplomatic Corps, the Administration and Congress, Media and friends. I would like to recognize and warmly welcome the Ambassadors of Kuwait, Afghanistan, Romania and Japan. I am particularly grateful to Secretary of Commerce, Gary Locke for joining us tonight. A special welcome to the many members of Congress who honor us with their presence: Representatives Dingel, Obey, Waxman, Markey, Kildee, Lewis, Gordon, Tanner, Eshoo, Aderholt and Kagen. Special Representative Lorraine Hariton is with us together with colleagues and friends from the State Department. In a few moments the president of AILA Professor Francesco Bove will confer the 2010 International Award, followed by a concert of Italian contemporary music, which I am sure will raise memories and inspiration in many of us. AILA promotes and supports research to prevent and cure arthritis and osteoporosis. Each year, the Foundation honors women who have contributed to AILA’s core mission. The purpose is to raise awareness worldwide, funds to prevent these pathologies, to promote health and improve the lives of those affected. Let me express, twice, appreciation to the President of AILA. First of all for his initiative of acknowledging, through this award, the outstanding contribution given to science and medicine by an American personality, and an internationally recognized expert, a true leader on issues of women and global health: Rear Admiral Susan Blumenthal. Dr. Blumenthal is a former Assistant Surgeon General and Deputy Asst Secretary for Health. Among her many impressive appointments and functions Rear Admiral Blumenthal is Professor at Georgetown and Tufts University Schools of

L’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata durante il suo discorso

Medicine; Director for Health and Medicine Program of the Center for the Study of the Presidency; Chair of the Global Health Program at the Meridian International Center and Senior Advisor at amfAR, the Foundation for AIDS Research. To put it simply, Dr Blumenthal is one of the most influential women in today’s medicine. We are proud, at the Embassy, that she has kindly accepted to have a key role in the next Global Health Conference, which will be held here in October, dedicated to a very important issue: Quality of life and the science of longevity. On a personal note, Antonella and I are honored to have Susan as an extraordinary friend of ours and of Italy. I have one more reason to tell all my appreciation to Professor Bove: it was Pythagoras who first talked about “the music” played by the planets in their motion, noting the strong links between mathematics and music, between “logic” and “emotions”. Francesco Bove knows it well. An accomplished and recognized scientist, Professor Bove is also a talented musician. He will be leading us into the realm of fascination, poetry and entertainment together with a star of music of our time, Amii Stewart.


Anno XIII - N. 1 - pag. 3

E MANIFESTAZIONE

o a Washington

ti del Governo e del Congresso americano Waxman, Markey, Kildee, Lewis, Gordon, Tanner, Eshoo, Aderholt, Kagen e Lorraine Hariton del Dipartimento di Stato, e ancora, tra gli altri, Rosanna Bove, Marcia Matthews, Antonello Bove con Joni Matthews, Naomi Rosenblatt, Elizabeth e Jan Lodal, Joe Duffey, Lucky Roosvelt, Shamin e Said Jaward, Ronit Ziswiler, Wilma e Stuard Bernstein, Rima Al-Sabah, Chan Heng Chee, Leslie Gordon, Marie Royce, Donna McLarty, Bobbie Smith, Eden Rafshoon. In pochi minuti la sala si riempie, è gremita in ogni posto. Sul palco allestito per la premiazione fanno bella mostra gli strumenti musicali, con i quali, di lì a poco, gli “Affetti Collaterali” animeranno la serata. È dalle prime ore del mattino che la squadra di tecnici e fonici lavora instancabilmente per valorizzare al meglio la performance della band che si esibirà. Il palco è elegante, sobrio, con un fondale nero dal quale risalta un podio trasparente su cui campeggia la scritta “Embassy of Italy – Washignton DC”. Da li prenderà la parola l’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata per dare inizio, con il suo prestigioso intervento, alla prima edizione internazionale del Premio AILA “Progetto Donna”. Mentre davanti a una platea attenta e silenziosa il diplomatico traccia il profilo di Susan Blumenthal, elencandone i successi di una strepitosa carriera scientifica, è subito evidente, se mai ve ne fosse stato bisogno, che il riconoscimento non poteva finire in mani migliori. Ricorda ed elogia le finalità della Fondazione AILA

PRIMO PIANO

Antonella Cinque “Ambasciatrice” dell’AILA

l’Ambasciatore, prima di introdurre e lasciare il palco al Presidente Bove. USA e Italia sembrano un tutt’uno in questa torrida e festosa giornata di giugno. La cordialità, l’amicizia e il rispetto tra i due paesi e i due popoli è reale, palpabile, per nulla retorico. Sono l’atmosfera, i gesti, i sorrisi a raccontarlo, e non ultima l’attenzione all’ascolto. Francesco Bove è sul podio e annuncia la vincitrice del primo premio internazionale “Progetto Donna” Susan Blumenthal che, elegante in abito viola, prende la parola. È sorridente Susan Blumenthal, ringrazia di cuore Francesco Bove e la Fondazione AILA per questo prestigioso riconoscimento. Il suo tono diventa appassionato e determinato quando affronta le tematiche relative alla salute della donna: per questo medico innamorato della scienza e della ricerca, applausi scroscianti e standing ovation. Ma non saranno gli ultimi applausi della giornata. Comincia lo show degli “Affetti Collaterali” e la scienza lascia il campo alla musica. Scienza e musica, logica e emozioni: due binomi “pitagorici” come ha ricordato l’Ambasciatore nel suo intervento. Sulle note dei maggiori successi degli anni ’60 e ’70 la band “scioglie” e coinvolge la platea prima del gran finale: Amii Stewart, fasciata in un elegantissimo abito rosso, intona “Knock on wood”. È l’ultimo applauso di questo indimenticabile, caldissimo 17 giugno, ma è solo un arrivederci. “We want to come back here” dice al microfono il Presidente Francesco Bove. See you soon America.

La promotrice del Premio Antonella Cinque, con la vincitrice Susan Blumenthal

Antonella Cinque è l’ideatrice del primo Premio Internazionale Progetto Donna, avendo negli anni apprezzato l’attività di informazione e divulgazione svolta dall’AILA. Proprio lei, insignita del Premio AILA nel 2004, ha rivestito in Italia un ruolo importante nel campo della sanità, prima come dirigente di Farmindustria e successivamente come Capo Dipartimento per la prevenzione e comunicazione al Ministero della Salute.

È stata inoltre Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’AIFA, l’importante Agenzia Italiana del Farmaco. Antonella Cinque, attualmente negli USA, svolge un ruolo di primo piano nello sviluppo delle relazioni italo-americane nel settore salute, favorendo scambi culturali e scientifici di primaria importanza, oltre che per il nostro paese, anche per gli USA, dove è in corso un cambiamento del sistema sanitario.

O DONNA. UN RICHIAMO ALL’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE PER LA SALUTE

a ruolo chiave e USA-Italia

E

ccellenze, illustri ospiti, signore e signori, Questo luogo ospita per lunga tradizione importanti e significativi eventi per il mio paese, sia in occasione di visite da parte dei più alti funzionari italiani, del nostro National Day, o dei numerosi incontri e iniziative volte a rafforzare i legami di amicizia e intesa tra l’Italia e gli Stati Uniti nel campo delle relazioni politiche, culturali e scientifiche. Il premio internazionale, presentato oggi dall’AILA, riunisce tutti i diversi aspetti delle relazioni tra i nostri due paesi, come potete vedere dalla grande partecipazione di membri del Corpo Diplomatico, dell’Amministrazione e del Congresso, dei mezzi di comunicazione e amici. Desidero ringraziare e dare un caloroso benvenuto agli Ambasciatori di Kuwait, Afghanistan, Romania e Giappone. Sono inoltre particolarmente grato al Segretario al Commercio, Gary Locke, per essersi unito a noi stasera. Un ringraziamento speciale ai molti membri del Congresso che ci onorano della loro presenza: i Rappresentanti Dingel, Obey, Waxman, Markey, Kildee, Lewis, Gordon, Tanner, Eshoo, Aderholt e Kagen.

La scultura del Premio AILA Progetto Donna, opera dell’artista Liliana Radicevic

Blumenthal: “Grazie AILA” I passaggi più significativi dell’intervento di Susan Blumenthal

Lorraine Hariton, Special Representative, è tra noi assieme ai suoi colleghi e amici del Dipartimento di Stato. Fra qualche istante il presidente dell’AILA, Professor Francesco Bove, conferirà il Premio Internazionale 2010, in seguito ci sarà un concerto di musica contemporanea italiana che, sono certo, rievocherà ricordi ed emozioni in molti di noi. L’AILA promuove e sostiene la ricerca per prevenire e curare l’artrosi e l’osteoporosi. Ogni anno, la fondazione rende onore alle donne che hanno contribuito alla missione principale dell’AILA. Lo scopo è di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale, di raccogliere fondi per la prevenzione delle patologie, di sostenere la salute e migliorare le condizioni di vita delle persone interessate. Permettetemi di esprimere ancora una volta il mio apprezzamento per il Presidente dell’AILA. Prima di tutto per la sua iniziativa volta a riconoscere, attraverso questo premio, l’importante contributo dato alla scienza e alla medicina da una personalità statunitense nonché autorità riconosciuta a livello internazionale, vera guida per quanto riguarda le questioni legate alla salute mondiale e delle donne: l’Ammiraglio Susan Blumenthal. La dott.ssa Blumenthal è stata Assistant Surgeon General e Deputy Asst Secretary alla Sanità. Tra le notevoli nomine e funzioni, l’Ammiraglio Blumenthal è Professore alla Georgetown and Tufts University School of Medicine; Direttore per i Programmi di Salute e Medicina del Centro Studi della Presidenza; Presidente del Global Health Program presso il Meridian International Center e Senior Advisor per amfAR, la Fondazione per la Ricerca sull’AIDS. Per dirla con parole semplici, la Dott.ssa Blumenthal è una delle donne più influenti della medicina dei nostri giorni. Siamo orgogliosi, qui presso l’Ambasciata, che essa abbia gentilmente accettato di svolgere un ruolo chiave in occasione della prossima Global Health Conference, che si terrà a ottobre, dedicata a una questione molto importante: la qualità della vita e la scienza della longevità. Personalmente, Antonella e io siamo onorati di avere Susan come straordinaria amica nostra e dell’Italia. Ho ancora un motivo per esprimere tutta la mia stima al Professor Bove: è stato Pitagora a parlare per primo della “musica” suonata dai pianeti durante il loro movimento, notando gli stretti legami esistenti tra la matematica e la musica, tra “logica” ed “emozioni”. Francesco Bove lo sa bene. Scienziato colto e prestigioso, il Professor Bove è anche un musicista di talento. Ci condurrà nel regno del fantastico, della poesia e dell’intrattenimento assieme ad una star della musica del nostro tempo quale Amii Stewart.

T

hank you so much, my appreciation, Professor Bove, for this extraordinary honor and my gratitude to AILA, the Arthritis and Osteoporosis Foundation for this great honor. […] heartache disease, once considered a men’s disease, that you know, is the number one killer of women world wide. AIDS, thought to be a men’s disease in the 80s, today 50% of cases of HIV are in women globally. And lung cancer, thought to be a men’s disease, all the research and prevention focused on men, in 1987 lung cancer surpassed breast cancer, as the number one cancer killer of women, in fact 5 times as many women die of lung cancer as they do of breast cancer annually […]. And osteoporosis, 1 in 3 women over the age of 50 would have an osteoporotic fracture. It’s the number one cause of a woman losing her independence and having to go into a nursing home. […] Computers are also providing second opinion in the diagnosis and treatment of illness, let me just give you one example. You know, recently we heard about what age we start mammograms, but this is not new, 15 years ago, they seemed to be a cure – when I was at Women’s Health for the Government – and I thought to myself “ you know, mammograms are lifesaving technology, it’s the gold standard but it’s a 40-year-old technology and that 3 out of 4 lesions it finds are benign and it misses 15 to 20% of cancer”. I thought to myself, you know, “we can see missiles 20,000 miles away in distant skies and with the Hubble telescope see the surface of Mars, then why can’t we see small lesions in women’s breast right here on earth?” so here’s what we did. I called the director of CIA and NASA and asked them if they had imaging technologies that could help us in our quest. They said they thought they did. The CIA director put 7 million dollars of his money and sent his top imaging scientists to work with our nation top radiologists and today as a result of this initiative, the same imaging technology that spy satellites use to find tanks camouflaged behind trees is helping us find small cancers camouflaged behind dense breast tissue. And I say “what better peace dividend could there be from our national investment in defense into save the lives of women everywhere?”

G

razie davvero Prof Bove, tutto il mio apprezzamento per l’onore concessomi e la mia gratitudine all’AILA, la Fondazione per la Lotta all’Artrosi e all’Osteoporosi per L’intervento di Susan Blumenthal al questo grande onore. […] Le patologie cardiache, un tempo Premio Internazionale Progetto Donna considerate proprie della popolazione maschile, oggi è risaputo che sono la prima causa di mortalità per la donna, a livello mondiale. L’AIDS, che negli anni ’80 era ritenuta anch’essa una malattia maschile, attualmente registra il 50% dei casi di HIV, a livello mondiale, a carico della donna. Anche nel caso del cancro al polmone, ritenuto una malattia della popolazione maschile, la ricerca e la prevenzione si sono concentrate esclusivamente sui soggetti maschili, nel 1987 ha superato il cancro al seno come causa principale di mortalità nella donna, infatti annualmente le morti femminili per il cancro al polmone sono 5 volte di più rispetto ai decessi per tumore al seno […]. E poi l’osteoporosi, 1 donna su 3 oltre i 50 anni ha una frattura dovuta all’osteoporosi. È la prima causa per cui una donna perde la propria autonomia ed è costretta ed entrare in un istituto per anziani. […] I sistemi informatici forniscono ulteriori indicazioni sulla diagnosi e la cura delle malattie, permettetemi di farvi un esempio. Sapete, recentemente abbiamo sentito parlare di quale sia l’età giusta per fare la prima mammografia, ma questa non è una novità, 15 anni fa, mentre lavoravo nella Women’s Health per il Governo, sembrava fosse una panacea e mi sono detta: la mammografia è una tecnologia che salva la vita, è il gold standard, ma è vecchia di 40 anni, e in 3 casi su 3 le lesioni rilevate sono benigne mentre non rileva dal 15 al 20% delle formazioni tumorali. A questo punto, mi sono detta, riusciamo a lanciare missili in cielo a 20.000 miglia di distanza e con il telescopio Hubble vediamo addirittura la superficie di Marte, perché non riusciamo allora a vedere piccole lesioni tumorali al seno proprio qua sulla terra? E dunque ecco cosa abbiamo fatto. Ho contattato i direttori della CIA e della NASA e ho chiesto loro se disponevano di tecnologie delle immagini che potessero aiutarci nella nostra ricerca. Mi dissero che ritenevano di sì. Il direttore della CIA ha destinato 7 milioni di dollari dei suoi fondi inviando i suoi migliori scienziati dell’immagine a lavorare assieme ai migliori radiologi del nostro Paese. Oggi, il risultato di questa iniziativa è che la stessa tecnologia delle immagini usata dai satelliti spia per rilevare i carri armati mimetizzati dietro a un bosco, ci sta aiutando a rilevare piccole formazioni tumorali camuffate dietro a un tessuto denso del seno. E vi dico, quale miglior profitto in termini di pace potevamo ricavare dall’investimento nazionale per la difesa, se non la salvezza della vita delle donne di tutto il mondo?


Anno XIII - N. 1 - pag. 4

LA STRAORDINARIA CARRIERA DI SUSAN BLUMENTHAL

Una vita dedicata alla salute della donna Il cammino della vincitrice della prima edizione internazionale del Premio Progetto Donna

R

ipercorriamo in questo articolo la storia di femminile. Nominata dalla Casa Bianca quale gramma d’azione nazionale per la lotta contro il e rilasciato dichiarazioni dinanzi al Congresso. È una donna, di un medico che, a pieno titolo, Consulente in materia di politiche sanitarie, Susan tumore al seno, un’iniziativa presidenziale che ha apparsa sovente in veste di esperto in programmi si è aggiudicato la prima edizione del premio Blumenthal ha inoltre collaborato con diverse dato il via a diversi programmi innovativi di lotta di informazione alla radio e Tv nazionali, è stata internazionale Progetto Donna. organizzazioni governative, gruppi professionali contro questa patologia. È stata inoltre l’autrice di Direttore per la Medicina in Discovery Channel/ L’Ammiraglio Susan J. Blumenthal, M.D., M.P.A. ha di operatori sanitari e consumatori per portare un’importante iniziativa mista pubblico-privata sul American Film Institute Global Health Docuricoperto la carica di Assistant Surgeon General and alla ribalta questioni legate alla salute della pocancro alle ovaie. Ha avviato una collaborazione mentary Festival e Consigliere Medico Capo per Senior Global Health Advisor, affrontando per oltre polazione femminile sia negli Stati Uniti che a senza precedenti con l’iniziativa PBS Health 20 anni, quale uno dei massimi rappresentanti di livello internazionale. Ha il merito di aver creato CIA, NASA e DOD deOutreach Initiative. La Eletta da New York Times, governo, una serie di questioni scientifiche e legate un approccio coordinato, a livello nazionale, in nominata “From Missiles Dott.ssa Blumenthal ha National Library of Medicine e alla sanità pubblica, tanto a livello nazionale che to Mammograms” (“Dai scritto diversi articoli Medical Herald quale una delle internazionale. Esperta professionista, nota a livello missili alle mammograscientifici e per le rudonne più influenti e importanti internazionale, ha il merito indiscusso di aver fie”) per trasferire la tecbriche di medicina di della medicina massicciamente sensibilizzato l’opinione nologia delle immagini riviste quali U.S. News pubblica e gli ambienti scientifici su usata per scopi miand World Report e Elle. importanti questioni legate alla salute litari e spaziali alla diagnosi precoce dei L’Ammiraglio Blumenthal è membro del Consiglio pubblica, con particolare riguardo tumori al seno. d’Amministrazione di diversi istituti filantropici e per la popolazione femminile, Nei 12 anni che hanno preceduto scolastici compresi Save the Children, Stanford alla salute in generale, alla questo incarico, la Blumenthal ha University a Washington, e il Meridian International malattia, all’obesità, alla diretto diversi prestigiosi proCenter. È stata recentemente nominata Health Leprevenzione della violenza grammi di ricerca (quale Diretader dell’Anno 2009 da parte della Commissioned e alle malattie mentatore del Settore di Ricerca di Officers Association per la sua “eccellente carriera li, facendone dei temi Medicina Comportamentale e i numerosi contributi in materia di orientamenti a prioritari nell’agenda di e Prevenzione di base, oltre favore dei comportamenti che favoriscono la salute governo. La dottoressa che Direttore del Reparto di pubblica, influendo in maniera positiva sulla poBlumenthal si è altresì Ricerca sui Suicidi) presso polazione americana e sulla popolazione mondiale distinta nella ricerca gli istituti Sanitari Nazio[...] e per il lavoro svolto a favore dell’applicazione di risposte, a livello di nali dove il suo lavoro si è della tecnologia per finalità di miglioramento della sanità nazionale, ad concentrato in particolare salute”. L’ Ammiraglio Blumenthal è stata altresì eventi di terrorismo, si sui fattori biologici, comeletta da New York Times, National Library of Meè occupata della prepaportamentali e psico-sociali dicine e Medical Herald quale una delle donne più razione per le emergenpresenti nelle patologie, la influenti e importanti della medicina. ze, di questioni legate alle psiconeuroimmunologia, la (Fonte: www.susan-blumenthal.org) biotecnologie e delle sfide prevenzione delle patologie e crescenti per la salute publ’obesità, l’alimentazione, i disturPREMI E RICONOSCIMENTI blica, tra le quali la minaccia bi del sonno e i disturbi mentali. di pandemie influenzali e AIDS. Nel suo libro, Suicide over the Life Ha avviato diverse collaborazioni Cycle (Il suicidio durante il ciclo vitale), mediche internazionali, fra cui la pubblicato nel 1990, ha sviluppato dei moMiddle East Health Initiative. È stata una delli per la comprensione del comportamento pioniera nell’uso dell’informatica finalizzata suicida, oltre che delle strategie di prevenzione. al miglioramento delle condizioni di salute ed è In questo stesso periodo ha inoltre denunciato con stata tra i primi membri di governo a sfruttare Inforza le disuguaglianze nella ricerca per la salute della COA (Commissioned Officers Association) Frontline ternet per scopi di formazione in materia di salute, donna, promuovendo nuove iniziative riguardanti dedica la prima pagina a Susan Blumenthal, attraverso l’istituzione di prestigiosi siti dedicati. È la differenza di genere nella salute e nella malattia. nominata Health Leader dell’anno 2009 stata insignita della Medaglia per il servizio preHa presieduto diversi Comitati in seno a organizzamateria di salute della donna, che ha decisamente stato nell’ambito della Sanità Pubblica, ovvero la zioni professionali e governative oltre a conferenze sensibilizzato l’opinione pubblica e gli ambienti massima onorificenza “per essersi distinta - dice nazionali e internazionali e Commissioni. Ha preDa Sinistra Laura Bush, Rosalynn Carter, scientifici verso questi temi, grazie all’istituzione la motivazione - per i meriti acquisiti nel ruolo di sieduto il NIH’s Health and Behavior Coordinating Susan Blumenthal e Hillary Clinton di Centri Nazionali di Eccellenza per la Women’s leader e pioniere, per il contributo di innovazione Committee oltre alle Commissioni Federali di CoHealth presso gli istituti accademici di tutto il terrie dedizione al servizio pubblico volto al miglioraordinamento sulla salute femminile e l’ambiente, Susan Blumenthal è stata insignita di numerosi torio nazionale, che potessero fungere da modelli mento della salute, soprattutto della popolazione tecnologia delle immagini, tumore al seno e violenza e prestigiosi premi e onorificenze. Impossibile elencare tutti i riconoscimenti della sua carriera, nazionali di cura rivolta femminile, della nostra domestica; ha inoltre diretto il Centro nazionale ne menzioniamo alcuni: alla popolazione femminazione e a livello monper la prevenzione della violenza giovanile. Ha Ha sensibilizzato l’opinione • Rear Admiral Susan Blumenthal Named diale”. pubblica e gli ambienti scientifici su nile, creando partnership organizzato e presieduto la serie di conferenze al Jewish Heroine of America, Florida Atlantic internazionali, riunendo La Blumenthal è DiretCampidoglio “Healthy Women 2000” e ha condotto importanti questioni legate alla salute un’ottantina di gruppi un’innovativa serie televisiva in tredici puntate, University Libraries, 2008 tore del Programma di pubblica, con particolare riguardo impegnati contro l’AIDS vincitrice di un premio, sui temi legati alla salute • Distinguished Service Medal, United States Salute Pubblica e MePublic Health Service, US Dept of Health and per la popolazione femminile nella donna e promuodicina presso il Centro della donna. L’Ammiraglio Blumenthal, in veste di Human Services, 2006 vendo iniziative sull’osteStudi per la Presidenza membro del President’s Interagency Council on • Honorary Doctorate of Science, Ben Gurion oporosi, l’obesità, l’alimentazione, l’attività fisica, e il Congresso Americani (CSPC) dove co-presiede Women, ha rappresentato gli Stati Uniti presso la University, 2005 il diabete e la prevenzione di patologie, mettendo la Commissione del Centro Studi per gli OrienWorld Health Organization’s Global Commission e • Women’s Leadership Award, Save the Chilin collegamento agenzie federali, organizzazioni tamenti Sanitari Futuri. Guida inoltre progetti la US/Mexico Bi-national Commission sulla salute dren, 2004 private e mass media sulla risposta da dare a quesanitari a livello diplomatico tra i quali l’Iniziadella donna. È stata anche vicepresidente della US• National Public Service Award, National ste problematiche. Per Susan Blumenthal inoltre, tiva Sanitaria Israelo-palestinese patrocinata da Canada Conference on Women’s Health. Breast Cancer Awareness Month, 2004 la lotta contro il tumore al seno è una massima USAID che ha riunito esperti, elaborato linee Come leader indiscussa e portavoce nazionale in • Achievement Medal, U.S. Public Health priorità. È stata Co-presidente e responsabile per guida per programmi di cooperazione e sfruttato materia di salute, Susan Blumenthal ha fornito Service, 2002 il coordinamento e l’implementazione del Prola tecnologia informatica per migliorare lo scamconsulenza a Capi di Stato e Ministri della sanità • U.S. Congressional Citation, 2001 bio di informazioni. Ricopre inoltre l’incarico di • Humanitarian Award — AMIT, 1999 Consigliere Politico Capo alla Sanità per amfAR, • Special Assignment Award - U.S. Public HeALCUNE TAPPE FONDAMENTALI Fondazione per la Ricerca sull’AIDS inoltre è alth Service, 1998 Presidente del Piano Sanitario Generale presso • Commendation Award — Naval Sea Command, 1998 il Meridian International Center. È professore di • Secretary’s Honor Award – U.S. Department psichiatria alla Georgetown and Tufts School of of Health and Human Services, 1996 Medicine. Innumerevoli gli incarichi di docenza • Gracie Award – American Women in Radio che ha ricoperto nella sua carriera. Su speciale and Television, Inc., New York, 1997 incarico del governo, la Dott.ssa Blumenthal ha • Public Health Service Award – National Assoricoperto l’incarico di Vice Presidente Associato ciation of Anorexia Nervosa and Associated per le Politiche Sanitarie alla George Washington Eating Disorders and the Academy for Eating University. A riconoscimento dei suoi meriti, quale Disorders, 1995 leader e portatrice di innovazione a livello mon• Presidential Commendation for Outstanding diale nel campo della salute della donna, dal 1993 Service – American Medical Women’s Assoal 1997 la Dott.ssa Blumenthal ha ricoperto per ciation, 1994 prima l’incarico di Deputy Assistant Secretary per • Trendsetter Award for Research and Advocacy la Women’s Health nell’ambito del Dipartimento on Women’s Health, 1993 della Sanità e dei Servizi Sociali degli Stati Uniti. • Meritorious Service Medal of the United In questo ruolo, ha sviluppato progetti innovativi States Public Health Service, 1992 Susan Blumenthal in un suo intervento alla Casa Bianca con il Presidente Bill Clinton a livello nazionale, supervisionato e coordinato un • Commendation Medal of the United States budget di 4 miliardi di dollari destinato alla ricerca, Public Health Service, 1990 In sintesi elenchiamo alcuni dei prestigiosi incarichi della brillante carriera dell’Ammiraglio Susan J. ai servizi, ai programmi e attività di formazione. Ha • Outstanding Service Medal of the United Blumenthal: Ex U.S. Assistant Surgeon General and Senior Global Health Advisor; Founding Deputy collaborato con diversi enti ed agenzie regionali States Public Health Service, 1989 Assistant Secretary for Health (Women’s Health) per il Dipartimento della Sanità e dei Servizi Sociali del Dipartimento della Sanità e dei Servizi Sociali degli Stati Uniti; Clinical Professor presso le Georgetown and Tufts University Schools of Medicine; Tutti i premi sul sito degli Stati Uniti, tra i quali NIH, CDC, CMS e FDA, Direttore, per il Programma Medico Sanitario, del Centro Studi della Presidenza; Consigliere Capo www.susan-blumenthal.org per garantire programmi medico-sanitari nazionali per le Politiche Sanitarie per amfAR, Fondazione per la ricerca sull’AIDS. mirati alle esigenze specifiche della popolazione


Anno XIII - N. 1 - pag. 5

INTERVISTA A SUSAN BLUMENTHAL

Le nuove vie della medicina al femminile “Rimanere vigili per accendere un futuro di salute per la donna nel ventunesimo secolo” Dottoressa Blumenthal, che cosa sta rallentando il progresso nei confronti del miglioramento delle condizioni di salute nella donna?

Esistono oltre 3.1 miliardi di donne e nella maggior parte delle aree, le donne sono più numerose degli uomini. Eppure un certo numero di fattori, tra i quali povertà e le discriminazioni, minano le condizioni di salute per le donne, che sono essenzialmente collegate al loro ruolo e alle libertà fondamentali. I diritti delle donne – diritti umani – sono essenziali per lo sviluppo della nazione, la crescita economica e il progresso generale. Tuttavia, per le donne in diversi paesi le discriminazioni e la negazione dei diritti fondamentali, già dall’infanzia, hanno un impatto negativo sulla

ne, le soluzioni – come i problemi – devono avere Cosa è necessario fare ancora? portata globale. Il che significa che il nostro lavoro non può fermarsi davanti alle frontiere statunitensi, Nell’ultimo secolo, negli Stati Uniti, grazie alle per motivi umanitari, economici e di sicurezza conquiste raggiunte nel campo della salute femnazionale. La SARS ha messo minile, la durata di vita della in ginocchio le economie della donna media è quasi raddopSi sono fatti molti Cina e di Toronto perché la gente progressi per la salute della piata, raggiungendo livelli di aveva paura di viaggiare in quei donna, ma molto rimane cura inimmaginabili per le paesi. Milioni di orfani oltreocegenerazioni passate. […] ancora da fare ano, le cui madri sono morte di Madame Curie una volta osserAIDS, malaria o tubercolosi sono vò, “Non vedo mai quello che un invito all’instabilità politica. Curare milioni di è stato fatto, vedo sempre quello che rimane da donne affette da sindromi da HIV/ fare.” Sì, si sono fatti molti progressi per la salute AIDS o da malattie connesse al tadella donna, ma molto rimane ancora da fare. bagismo e all’obesità depauperano È necessaria una ricerca più approfondita sulla le nazioni di risorse umane dei fondi differenza tra i sessi per quanto riguarda la salute necessari per costruire comunità, e la malattia e sulle condizioni che riguardano la economie e democrazie sane. donna durante il suo ciclo vitale. […] È il motivo per cui il dipartimento Dobbiamo inoltre collaborare per spostare l’asse USA per la Sanità e i Servizi Sociali, da una società basata sulla cura a una centrata oltre a parecchie organizzazioni sulla prevenzione; aumentare il livello di prepaprivate supporta un’ampia gamma razione per affrontare e vincere nuove sfide sulla di progetti e iniziative internazionali salute e sulla sicurezza della donna; colmare il gap nel campo della salute per prevenirelativo alla disparità di cura per le donne di core e curare una serie di minacce glolore; infine tradurre con maggior efficacia ciò che bali per la salute della popolazione apprendiamo dalla scienza e dalla salute pubblica femminile. Miglioraper migliorare la fornitura di servizi alle donne. In basso: a sinistra l’Ammiraglio Susan Blumenthal, a destra re il controllo sulle Le complesse sfide da affrontare in termini di con il Generale Russ Zatchuk per l’iniziativa From Missiles to malattie, supportare cura contro la diffusione del tabagismo, l’obesità, Mammograms di cui è stata promotrice. la ricerca scientifica, l’AIDS, la povertà, la violenza contro la donna e In alto: con Hillary Clinton, allora First Lady, a sinistra rafforzare le infral’accesso all’assistenza medica di qualità richiedoMirabella Magazine le dedica un servizio. strutture compresa no un approccio multidisciplinare. quella per la formaNon possiamo risolvere i problemi della salute zione professionale, pubblica da soli. la sensibilità culturaQuesto è il motivo per cui le prospettive sulla sanile e il potenziamento tà pubblica, la medicina, la scienza e la tecnologia della prevenzione devono integrarsi in un nuovo paradigma per afdelle malattie sono frontare le opportunità e le sfide che ci si pongono tutti elementi fondavanti. La bella notizia è che il governo e il settore damentali. La nostra privato stanno lavorando insieme, facendo leva su comune ricerca per capacità e risorse reciproche per colmare i vuoti di migliorare la saluconoscenza e migliorare la prevenzione e l’offerta te della donna nel di servizi alle donne sul territorio nazionale e a ventunesimo secolo livello mondiale. Se rimaniamo vigili, i risultati di deve essere trasversaquesto sforzo dovrebbero accendere un futuro le, a livello culturale, di salute per la donna nel ventunesimo secolo. linguistico e governativo. A cura di Harvard Health Policy Review

Esistono diversi ostacoli che rallentano i progressi in questa direzione. La condizione socio-economica è in generale l’indicatore più significativo delle condizioni di salute. Eppure, il 70% di 1.2 miliardi di persone che vivono in povertà sono donne. A livello globale, la donna è pagata il 30-40% in meno rispetto all’uomo, a parità di occupazione. Negli Stati Uniti, una donna guadagna ancora 76 cents per ogni dollaro guadagnato da un uomo. Inoltre negli Stati Uniti oggi, 45 milioni di persone – in gran parte donne – non hanno una copertura assicurativa sanitaria e il loro numero è in aumento. Pertanto, garantire opportunità di istruzione e salute per le donne e migliorare il loro accesso alle cure sanitarie nel corso della vita è un punto cruciale perché esse possano avere un futuro all’insegna della salute. Un altro ostacolo è lo scarso grado di conoscenza in materia di salute. Si calcola che esistano 876 milioni di analfabeti nel mondo, dei quali il sessantasei per cento sono donne. Quasi la metà dei soggetti adulti negli Stati Uniti corre rischi maggiori, in termini di salute, data la difficoltà di comprendere istruzioni e termini medici. Le donne – e gli uomini – hanno bisogno di istruzione quando si tratta della loro salute e dei farmaci che usano. È nostro compito dare un senso all’informatraiettoria della loro vita. zione medica, renderla semplice da leggere e da A livello mondiale, l’istruzione, le opportunità di comprendere. Parecchie sono ora le iniziative in lavoro, un’adeguata alimentazione, la pianificacorso, promosse sia dal Dipartimento della Sanità zione familiare e l’accesso alle cure mediche coe dei Servizi Sociali che dal settore privato, per mistituiscono degli elementi essenziali per garantire gliorare il livello di conoscenza in materia di salute. un futuro più sano alla donna. Esiste un’altra sfida per la salute della donna, La popolazione mondiale sta invecchiando e come disse Goethe nella sua opera, il quale una l’incidenza e le morti per malattie croniche, comvolta scrisse: “Non è sufficiente sapere; dobbiamo presi infarti, cancro, diabete e Alzheimer sono in applicare; non è sufficiente desiderare; dobdrastico aumento. biamo fare”. Si calcola Si prevede che il numero che vi sia un gap di 15 Lo sviluppo di strategie innovative di ultrasessantenni pasanni tra la scienza e i per accelerare i tempi tra la scoperta serà da 600 milioni a 1 servizi offerti, dal momiliardo nel corso dei scientifica e l’applicazione delle mento cioè in cui si fa prossimi due decenni, nuove conoscenze è una priorità una nuova scoperta e il e per la maggior parte essenziale per la salute della momento in cui questa saranno donne. È per popolazione femminile viene applicata. Nell’era questo che favorire un informatica, perché non buon invecchiamento dovremmo impiegare solo 15 secondi? deve diventare una delle massime priorità a livello Moltissime informazioni importanti sulla prevenmondiale. zione e la cura delle malattie sono attualmente In parecchi paesi in via di sviluppo, le donne disponibili e potrebbero essere oggi utilizzate per stanno affrontando il doppio rischio delle malattie migliorare la salute della donna, sia nel nostro croniche e infettive. Mentre l’aspettativa di vita paese che nel mondo. L’HHS ha recentemente è aumentata per la popolazione femminile nella pubblicato un rapporto, The Decade of Health maggior parte dei paesi sviluppati e di quelli in via Information Technology, (Il decennio dell’infordi sviluppo, è drammaticamente calata nell’Africa matizzazione medica) contenente indicazioni in sub-Sahariana in conseguenza dell’AIDS. Nei merito alla creazione di un’infrastruttura inforprimi anni ‘80, si pensava che l’AIDS riguardasse matica snella che aumenti l’efficienza del sistema soltanto gli uomini, per cui ricerca e la prevensanitario, limiti gli errori medici e diffonda inforzione erano unicamente mirate alla popolazione mazioni salvavita, rapidamente ed efficacemente, maschile, lasciando le donne all’oscuro del fatto negli Stati Uniti come nel resto del mondo. che anche loro fossero a rischio. Lo sviluppo di strategie innovative per accelerare Dall’inizio dell’epidemia a oggi, le morti per AIDS i tempi tra la scoperta scientifica e l’applicazione riguardano quasi al 50% le donne. Attualmente delle nuove conoscenze è una priorità essenziale sono in corso iniziative per prevenire e curare per la salute della popolazione femminile nel venl’AIDS nelle donne, oltre che per prevenire la tunesimo secolo. trasmissione madre/figlio. Inoltre, la diffusione di malattie infettive (che Lei ha gestito numerose questioni relative alla rappresentano il 25% dei casi di morte a livello salute della donna nel mondo. Può citare qualmondiale), la diffusione di tabagismo e obesità, la che problematica a livello globale? scarsa sicurezza alimentare e dell’acqua, la violenza contro le donne, il traffico di esseri umani e la All’inizio del ventunesimo secolo, la salute della minaccia del bioterrorismo non hanno frontiere. donna è davvero una priorità a livello mondiale. Dal momento che condividiamo un futuro comu-

COOPERAZIONE UNIVERSITARIA

Congratulazioni e invito di Frati alla Blumenthal Il Prof. Luigi Frati

Rome, 10th June 2010 Dear Rear Adm. Susan Blumenthal, M.D. , I am happy to convey my congatulations and admiration for your brillant career and dedication to public health and especiall for your commitment to Women’s welfare. As you know, the World Health Organization is very preoccupied with female health issues and sustains any development towards improvement. The goals that you have been working towards have also rendered you renowned in Europe. So, I would like to express, in the name of The Sapienza University of Rome, with its numerous faculties and huge body of students, making it the largest university in Europe, congratulations for The AILA Awards that you are receiving today from its president - Prof. Francesco Bove. We would very much like to invite you to Rome for a conference in the Aula Magna, which has in the past received the most illustrious of scholars. Kindest regards.

Prof. Luigi Frati Rettore Università “Sapienza” di Roma Preside di Facoltà di Medicina Capo Dipartimento di Oncologia

Roma, 10 giugno 2010 Gentile Ammiraglio Susan Blumenthal, Le esprimo la mia felicità nell’inviarLe le mie congratulazioni e la mia ammirazione per la Sua brillante carriera e per la dedizione nei confronti della salute pubblica, in particolare per l’impegno rivolto alla salute delle donne. Come sa l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha manifestato preoccupazione per le patologie connesse alla salute della donna e sostiene ogni processo di miglioramento. Gli obiettivi che ha conseguito nel suo lavoro l’hanno resa celebre in Europa. Vorrei quindi esprimerLe, a nome dell’Università Sapienza di Roma, con tutte le nostre facoltà e il vasto corpo studenti, che ci rendono il più grande Ateneo in Europa, le congratulazioni per il Premio AILA che riceverà oggi dal Presidente, Prof. Francesco Bove. Saremmo lieti di inviarLa a Roma per una Sua conferenza nell’Aula Magna, che in passato ha ospitato gli studiosi più illustri. I più cordiali saluti

Prof. Luigi Frati Rettore Università “Sapienza” di Roma Preside di Facoltà di Medicina Capo Dipartimento di Oncologia


Anno XIII - N. 1 - pag. 6

SCIENZA E MUSICA: UN’IMPORTANTE INIZIATIVA DELLA RIVISTA AMERICANA GQ

Da Pitagora alle campagne sociali

Sheryl Crow, Joe Perry, Seal in linea con l’attività degli Affetti Collaterali a favore dell’AILA demandato il compito di salvare e migliorare le nostre vite. Il manifesto della campagna recita: “I nostri «cervelli» più brill legame antico e indissolubile tra scienza e musica lanti si dedicano a cercare l’ha ricordato l’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agale cure per malattie come Anche in Italia gli ta nel suo intervento in occasione del primo premio il cancro, l’HIV e l’AIDS, l’ artisti hanno prestato internazionale “Progetto Donna”, citando uno dei più Alzheimer, e i nostri artisti il proprio volto e la importanti filosofi della storia, Pitagora, che “per primo più celebrati li sostengono”. propria voce a favore di fece riferimento alla «musica» dei pianeti nel loro moto, Sheryl Crow, Josh Goban, intuendo il forte collegamento tra matematica e musica, Joe Perry, Seal, sono alcu- campagne sociali tra logica e emozioni”. ne delle star della musica A metà tra storia e leggenda si narra che Pitagora, avviciche promuovono e supportano Rock Star of Science e gli natosi a un’officina di un fabbro e incuriosito dal suono obiettivi della campagna: far diventare l’investimento per dei martelli sulle incudini a volte consonante, e a volte la ricerca scientifica una priorità nazionale, accelerare le dissonante, cominciò a studiarne i motivi scoprendo che i terapie, stimolare le generazioni future a intraprendere martelli che risuonavano in consonanza avevano un prela carriera medica, sensibilizzare sull’importanza della ciso rapporto di peso. diagnosi precoce, rifiutarsi di accettare “No cure” come Partendo dall’osservarisposta alla richiesta di cure mediche. Oggi i musicisti si zione e dai successivi Anche in Italia non mancano artisti che hanno prestato il fanno interpreti e esperimenti, in perfetto testimonial delle grandi proprio volto e la propria voce a favore di campagne sociali. stile scientifico, Pitagora Ricordiamo in particolare un amico della Fondazione AILA, campagne sociali dedusse la sua teoria Gigi D’Alessio: il suo brano “Non c’è vita da buttare” è stata matematica sulla musicolonna sonora della campagna sociale contro gli abusi ca e gli strettissimi legami tra musica, matematica e natura. dell’alcol promossa dal Ministero della Salute. Da allora, seppur in costante simbiosi, il rapporto tra Ma molti altri si sono impegnati per la salute, come Laura scienza e musica ha vissuto fasi alterne, un legame di odio Pausini, probabilmente l’artista italiana più famosa nel A sinistra il manifesto della campagna Rock Star of Science. A destra Gigi D’Alessio. Il cantante e amore. Se un tempo, soprattutto negli anni ’70, gli artisti mondo, che, tra le numerose attività sociali, ha partecipato ha prestato volto e voce per alcune importanti iniziative sociali:la campagna contro l’abuso di alcol del Ministero della Salute e, recentemente, quella contro il bullismo del Comune di Roma predicavano la contro-cultura, il rifiuto di ogni regola, vissualla campagna a favore del test HPV per le donne europee. ta come costrizione e impedimento, oggi invece i musicisti Non dimentichiamo inoltre l’impegno della Nazionale si fanno interpreti e testimonial delle grandi campagne sociali: la lotta alle droghe, all’alcol, a favore dei Cantanti e di artisti del calibro di Eros Ramazzotti, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, per citarne solo corretti stili di vita e della ricerca scientifica. Negli USA lo scorso anno è stata avviata la campagna Rock Star alcuni, nel sostenere tantissime fondazioni in oltre 20 anni di attività. of Science (www.rockstarofscience.org) sostenuta dal magazine GQ e promossa da alcuni tra i più importanti In oltre due millenni di storia, dall’antica Grecia ad oggi, scienza e musica confermano tutto il fascino artisti e musicisti internazionali con lo scopo di sostenere la ricerca scientifica e i medici, le persone a cui è del loro eterno e talvolta conflittuale legame. di Francesco Pessa

I

AFFETTI COLLATERALI

Un anno a tutto rock per la salute

Dai teatri all’Ambasciata USA: il cammino della band nella raccolta fondi per la ricerca di Mauro e Valentina Ducros (vocalist). al Teatro Gentile di Fabriano, la band si è esibita Una lunga stagione quella degli Affetti Collaterali. nel corso della manifestazione “Donne senza usica e scienza, rock e medicina. Se le Inizia il 24 settembre dello scorso anno a Roma, età”, organizzata dall’Associazione “Noi come star a stelle e strisce danno voce alla in occasione della VIII edizione del Premio AILA prima Fabriano”. È stata una giornata interamente ricerca medica, nel nostro paese c’è chi “Progetto Donna”, all’Auditorium Parco della dedicata ai temi della salute della donna: nella ha intuito come la musica possa essere un veicolo Musica. Esaurita la Sala Petrassi con ospiti d’eccepiazza del Comune di Fabriano, grazie alla partestraordinario per diffondere zione come Mogol e Renzo cipazione di medici specializzati della Fondazione la cultura medica, messaggi Gli Affetti Collaterali nascono Arbore “mostri sacri” della AILA si è potuta effettuare gratuitamente la MOC per la prevenzione e l’impormusica italiana, ma è stata (Mineralometria Ossea Computerizzata), esame per questo scopo: portare in tanza dei corretti stili di vita tutta Italia un messaggio per soprattutto l’occasione per fondamentale per conoscere lo stato di salute per la nostra salute. parlare di salute ricordando delle ossa. la salute e il viver sani Gli Affetti Collaterali nascono che l’artrosi e l’osteoporosi Il 17 giugno si è tenuta la brillante performance per questo scopo: portare in interessano solo in Italia oltre americana in occasione della prima edizione intutta Italia nei propri live buona musica, intratteni5 milioni di persone e sottolineando l’importanza ternazionale del Premio Progetto Donna ospitata mento di qualità e un messaggio per la salute e il della ricerca scientifica e della prevenzione. dall’Ambasciata italiana a Washington. viver sani, in particolar modo per la prevenzione Ancora un live in occasione de “La 3 giorni della Due appuntamenti in Sardegna il 25 e 26 giugno, dell’artrosi e l’osteoporosi. Tutte le performance salute”, iniziativa promossa dal Ministero della rispettivamente al Next Door di Porto Cervo e della band sono finalizzate a condividere l’inforSalute per promuovere l’educazione ai corretti all’Hotel Sporting di Porto Rotondo, a riprova del mazione medico scientifica e a raccogliere fondi stili di vita: sana alimentaziofatto che la buona musica e le per la ricerca. ne, sport e un “no” deciso a Il progetto musicale nasce attività di sensibilizzazione per dalla passione condivisa la salute non si fermano nemIl progetto musicale nasce dalla passione condivisa fumo e alcol: Affetti Collaterali per la musica di un gruppo di artisti di grande ta“on stage” il 2 ottobre a Castel per la musica di un gruppo meno in estate. lento e notevole curriculum: Francesco Bove (voce Sant’Angelo. di artisti di grande talento Un altro concerto importante solista e chitarra acustica), Nicola di Staso (chitarra Applausi e consensi anche per gli Affetti Collaterali si è elettrica), Gabriele Bove (batteria), Arturo Valiante a Cremona, nella magnifica tenuto a Parma, nell’ambito (tastiere), Valerio Serangeli (basso), Adriana Ester cornice del Teatro Ponchielli e nella suggestiva del programma “Sotto le stelle…in piazzale della Gallo e Vanessa Cremaschi (violino e voce), Laura Piazza del Duomo di Spoleto. Lo scorso 8 maggio, Pace”, una rassegna di musica e informazione medica volta a indirizzare i cittadini a perseguire corretti stili di vita, riducendo così il rischio dell’insorgere di patologie pericolose e limitando l’azione dei principali fattori di rischio per la salute. Tanti concerti per gli Affetti Collaterali, su e giù per lo “stivale” e non solo. Tante le persone che, grazie a questi live hanno potuto conoscere più a fondo i rischi di una malsana condotta di vita, i pericoli connessi con patologie come l’artrosi e l’osteoporosi, ma soprattutto gli strumenti e le regole per una prevenzione efficace. di Simona Gabrielli

M

Una panoramica del Teatro Ponchielli di Cremona durante il concerto degli Affetti Collaterali

Ricordiamo infine che se volete sostenere la Fondazione AILA potete farlo acquistando “Across the 60’s – 70’s”, cd che la band ha pubblicato, contenente una raccolta dei brani più significativi di quel periodo d’oro per la musica. Tutti i proventi della vendita del cd saranno devoluti alla Fondazione AILA per la ricerca contro l’artrosi e l’osteoporosi. Per acquisto CD e DVD degli Affetti Collaterali info@ailafondazione.it

LE TAPPE DEL TOUR 2009-2010 Spoleto 30 maggio 2009 Roma Auditorium Parco della Musica, 24 settembre 2009 Roma Castel Sant’Angelo, 2 ottobre 2009 Cremona Teatro Ponchielli, 4 ottobre 2009 Amii Stewart durante il concerto di Washington con gli Affetti Collaterali. A fianco Gabriele Bove, batterista della band

Fabriano Teatro Gentile, 8 maggio 2010

Spoleto Piazza del Duomo, 22 maggio 2010 Washington Ambasciata Italiana in USA, 17 giugno 2010 Porto Cervo Next Door, 25 giugno 2010 Porto Rotondo Hotel Sporting, 26 giugno 2010 Parma Parco della Pilotta, 3 settembre 2010


Anno XIII - N. 1 - pag. 7

JESSICA VERONICA FARONI, PRESIDENTE AIOP LAZIO, AL SANIT 2010

Sanità privata accreditata: certezza della spesa, qualità delle prestazioni I 12 decreti varati da Renata Polverini, quale commissario per la Sanità della regione Lazio, rischiano di essere il colpo di grazia per la sanità privata accreditata che, suo malgrado, sarà costretta a licenziare migliaia di dipendenti e a non poter più garantire l’assistenza a moltissimi pazienti. È questo il grido d’allarme che Jessica Veronica Faroni ha lanciato in occasione di una tavola rotonda organizzata da AIOP Lazio gionale, cioè la voragine dei costi della sanità pubblica, la questione rimarrà insoluta». Del resto i numeri parlano chiaro. Stando a una analisi AIOP sui budget 2009, per tipo di soggetto erogatore e il relativo costo per posto letto, si ha che tra i soggetti erogatori privati accreditati le case di cura hanno il costo più basso per posto letto pari a 244,75 euro. Di contro le strutture pubbliche, prive di budget, hanno un costo di 1207,11 euro. In mezzo ci sono gli IRCCS privati con 330,33 euro, i classificati 514,98 euro, i po-

i piedi per terra, senza irrigidirsi, per trovare modi mentichiamo che il 25 % delle figure professionali e termini che non portino a una contrapposizione sanitarie italiane escono dai policlinici universitari otremmo essere accusati di ripetere semtra sanità pubblica e privata. «Occorre dar vita a della regione Lazio, per cui limitare le università pre le stesse cose; la realtà, però, è sotun nuovo piano regionale sanitario - ha detto - che nella loro opera di formazione nel lungo termito gli occhi di tutti e finché avremo fiato sia condiviso e sviluppato con il sistema sanitario ne avrà effetti negativi sull’intero servizio sanitacontinueremo a dire che la Regione Lazio, a preaccreditato. Da parte dell’AIOP c’è tutto l’interesrio nazionale». Occorre poi aprirsi al territorio, ha scindere dal colore politico, vessa inesorabilmente se ad aderire a tale iniziativa perché ci sarebbe la detto, in quanto «non è più possibile fare sanità e costantemente la sanità privata accreditata». Per possibilità di riconvertire quelle piccole strutture che ricade solo sugli ospedali. I medici di mediil presidente di AIOP Lazio, Jessica Veronica Faroche altrimenti sarebbero costrette alla chiusura». cina generale devono essere rivalutati perché soni, «i 12 decreti varati da Renata Polverini, quaGli ha fatto eco l’Onorevole Luciano Ciocchetti il no loro la cerniera di collegamento tra i cittadini le commissario per la Sanità, rischiano di essere quale ha sottolineato come «questi temi sono noti e le strutture sanitarie». Le due voci che portano da tanti anni. Tutti devono fare il mea culpa perfuori bilancio, ha quindi concluso Ziparo, «sono ché il sistema sanitario della rela spesa farmaceutica e l’acqui«Siamo fiduciosi che gione Lazio non regge più e ocsto di beni e servizi, mentre occorre quindi riorganizzarlo». Doil neo eletto Presidente corre sbloccare i turn over perpo aver ripercorso le tappe che ché la sanità del Lazio è divendi Giunta modifichi hanno portato Renata Polverini tata troppo vecchia». tempestivamente i alla presidenza della regione, ne La Dottoressa Guasticchi nel parprovvedimenti emanati» difende l’operato e sottolinea il lare della razionalizzazione del fatto che da qui alla fine dell’ansistema sanitario regionale si è no si possano gettare le basi di una riforma strutsoffermata sul fatto che l’Asp utilizza degli indicaturale della sanità laziale. «Del resto - ha detto tori di performance per valutare il giusto setting asin vent’anni non si è posto mano a niente e in 30 sistenziale e che in questo ambito «le case di cura giorni non si può certo pretendere di varare una rispettano al meglio questi indicatori sia nei ricoriforma strutturale che necessita di un grande taveri per acuti sia per i day hospital perché hanno volo di confronto al quale devono aderire tutti gli maggiore e migliore elasticità decisionale rispetattori interessati alla questione, AIOP in testa. Nuto alle strutture pubbliche. Hanno di fatto un mimeri a parte, non si deve perdere di vista la vera gliore livello di appropriatezza. In questo conteessenza del problema: la qualità del servizio che sto si apre quindi il problema del settore pubblisi deve offrire al cittadino». co che non è in grado di rispettare gli indicatori Per il Senatore D’Ubaldo occorre mettere da parte di performance al quale si aggiunge il fatto negaDa sinistra: Vincenzo Ziparo, Alessandro Cipolla, Luciano Ciocchetti, Jessica Veronica Faroni, le contrapposizioni politiche «però ha detto la tivo che il medico di medicina generale non è in Lamberto Sposini, Domenico Gramazio, Lucio D’Ubaldo, Cesare Cursi maggioranza che governa la regione Lazio ha la regrado di effettuare la propria funzione di filtro». il colpo di grazia per la sanità privata accreditata liclinici universitari privati 690,09 euro. sponsabilità di redigere un valido piano di riforma «L’appropriatezza, però, la stanno pagando solo le che, suo malgrado, sarà costretta a licenziare miL’AIOP Lazio, pur condividendo gli obiettivi di destrutturale che dia la possibilità di trovare una solucase di cura», ha replicato il presidente di AIOP Lagliaia di dipendenti e a non poter più garantire ospedalizzazione e riqualificazione dell’offerta sazione anche ai diecimila esuberi (ottomila pubblici zio, il quale ha richiamato l’attenzione della platea l’assistenza a moltissimi pazienti». nitaria del Piano di Rientro, finora può riscontrae duemila privati) che altrimenti rischierebbero di su un fatto a dir poco sconvolgente «uno degli ul«Non c’è dubbio - prosegue il presidente di AIOP re solo misure di razionamentrovarsi senza lavoro». timi decreti varato dalla regione Lazio - ha detto Lazio - è la soluzione peggiore che si potesse to e non di razionalizzazione. «I risparmi che la regione Il Senatore Cursi, richiaman- prevede che le persone operate di protesi d’anca a adottare in un momento di crisi economica qual Quindi, l’AIOP ritiene che so- Lazio auspica di avere dalla dosi al titolo della tavola roseguito di frattura non possano essere più ricoverati è quella che stiamo vivendo. Anziché difendere i lo un’adeguata politica di ratonda si posto delle domanin riabilitazione ma se ne debbano andare a casa. imposizione dei tagli alla lavoratori e le loro famiglie si preferisce tirare una zionalizzazione della spesa e de «È possibile - ha detto assurdità che ci mette in difficoltà con i pasanità privata accreditata che dal 1993 si debba andare Una riga sul libro della partita doppia». riduzione degli sprechi, da perzienti e con le loro famiglie perché di fronte a una saranno insufficienti per avanti con gli accreditamenti decisione così disarmante non sappiamo cosa dire». «Non solo, i risparmi che la regione Lazio auspiseguire anche con lo strumenripianare il deficit» ca di avere dalla imposizione dei tagli alla sanità to dei controlli, possa portare provvisori senza che sia stata privata accreditata saranno insufficienti per ripiaa un notevole contenimento varata una norma definitiva? nare il deficit della sanità, tant’è che - precisa Fadel disavanzo. Perché esistono i drg solo per il settore privato, roni - sono già allo studio aumenti di Irpef e Irap «Siamo tuttavia fiduciosi - ha poi detto il Presidenmentre la sanità pubblica ne fa a meno?». «È giuche penalizzeranno ulteriormente i cittadini delte Faroni - che il neo eletto Presidente di Giunta sto che il presidente Polverini abbia assunto quei la nostra regione». Così il presidente di AIOP Lamodifichi tempestivamente i provvedimenti emaprovvedimenti, però è anche giusto che si apra zio, Jessica Veronica Faroni, ha esordito aprendo nati e inizi un reale processo di confronto con la un dibattito e un confronto per trovare le solula tavola rotonda dal titolo “Sanità privata accrenostra categoria che conduca all’elaborazione zioni migliori. Gli scontri non servono a nessuno». ditata: certezza di provvedimen«Attenzione a non perdere di vista la funzione Dal Corriere della Sera del 22 giugno 2010 della spesa, quati equi ma sopratprincipale del sistema che è quello di dare rispolità delle prestatutto utili al fine ste di salute ai cittadini», ha esordito nel suo inzioni” che l’AIOP di intervenire in tervento il Dottor Cipolla, il quale ha sottolineaLazio ha organizmaniera efficace to come «avendo riduzione di posti letto sia nel zato il 22 giugno sull’abnorme disapubblico sia nel privato è più difficile dare rispo2010, al Palazvanzo regionale». ste di salute. Oltretutto il pubblico non è in grado zo dei CongresI lavori, moderadi fare fronte a tutte quelle richieste che gli giunsi dell’Eur di Roti dal giornalista gono dalla popolazione per cui è giusto che in ma, nell’ambito Lamberto Sposiseno a un accordo si crei un rapporto di sinergie del Sanit 2010. ni, sono poi protra pubblico e privato. Giusto che la parte privata L’incontro è serseguiti con gli innon può scegliere ciò che gli fa più comodo, in vito a dibattere il terventi di: Doquanto è il servizio sanitario nazionale che deciruolo che il setmenico Gramade cosa serve». Per quanto riguarda i budget ha tore dell’ospedazio, vicepresidenpoi precisato che «anche il settore pubblico ce lità privata accrete commissione l’ha e li deve non solo rispettare ma anche renditata può e deve sanità del Senato, derne conto all’Asp». giocare nella cruLuciano CiocchetSpostando l’attenzione sui policlinici universitari il ciale partita per ti, vicepresidenProfessor Ziparo ha precisato «che i cinque policliil perseguimente della Giunta renici universitari che si trovano nella regione Lazio to della certezza dei gionale del Lazio; Lucio non sono solo un costo ma rappresentano la speJessica Veronica Faroni (nella foto con Lamberto Sposini), Presidente dell’AIOP Lazio costi e della qualità delD’Ubaldo, presidente LazioSarimentazione, l’innovazione e la formazione delnel suo intervento al Sanit 2010 le prestazioni. nità agenzia di sanità pubblica; Cesare Cursi, prele professioni sanitarie dell’intero paese. Non di«Occorre che il presidente della Giunta regionasidente consulta nazionale politiche sociali e sale del Lazio, Renata Polverini - ha proseguito Fanità PDL; Alessandro Cipolla, direttore generale roni - si renda conto dei danni che provoca alle ASL RMH; Vincenzo Ziparo, preside II facoltà di strutture sanitarie accreditate con i tagli orizzonmedicina e chirurgia Università La Sapienza; Gatali previsti dai decreti che ha varato. Non è vebriella Guasticchi, direttore generale LazioSaniro che noi facciamo melina, noi vogliamo collatà agenzia di sanità pubblica. borare perché dobbiamo salvaguardare i posti di In particolare il Senatore Gramazio ha sottolineato lavoro nelle nostre aziende e fin tanto che non si il ruolo di grande responsabilità che ha l’AIOP e aggredirà il vero problema del deficit sanitario reche a parte certe dichiarazioni occorre stare con di Luciano Pecchi

«P


Anno XIII - N. 1 - pag. 8

IMMAGINI DA WASHINGTON

Primo premio internazionale “Progetto Donna” 4.

2.

1.

3.

6. 5.

7. 10.

9.

8.

11.

13.

12.

16.

15. 14. 1. L’Ambasciatore accoglie Susan Blumenthal 2. L’Ambasciata italiana a Washington 3. Gary Locke, Segretario di Stato USA per il Commercio, Antonella Cinque, Mona Locke e l’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata 4. Susan Blumenthal riceve il Premio da Francesco Bove 5. Il Senatore Ed Markey e Susan Blumenthal 6. Vanessa Cremaschi violinista degli Affetti collaterali 7. Una veduta della sala dell’Ambasciata, teatro della cerimonia

8. Gli Affetti Collaterali durante l’esibizione: da sinistra Nicola Di Staso, Valentina Ducros, Francesco Bove, Valerio Serangeli, Adriana Gallo, Arturo Valiante, Vanessa Cremaschi 9. Da sinistra Francesco Bove, Antonella Cinque, Giulio Terzi di Sant’Agata, Rosanna Bove, Amii Stewart 10. Joni Matthews, speaker dell’evento musicale 11. L’Ambasciatore Terzi di Sant’Agata con Laura di Mauro (vocalist Affetti Collaterali) e sullo sfondo Giorgio Bove

12. Il party a Villa Firenze 13. Gary Locke, Mona Locke, Francesco Bove. Dietro di loro Amii Stewart 14. Lo staff dell’Ambasciata italiana in USA: da sinistra Thomas Botzios, Niccolò Fontana, Giuseppe Manzo, l’Ambasciatore Terzi, Antonella Cinque, Stefano Beltrame, Edoardo Pucci, Giulio Busulini 15. L’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata con Antonello Bove 16. Susan Blumenthal con Donatella Verrone Social Secretary dell’Ambasciatore


Aila News n. 10 2011