Page 1

4 /2010 December

4 /2010 December

ARABIAN HORSE JOURNAL

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N

â‚Ź 8,00 Spedizione in A.P.

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N


I Arabian Horse JOURNAL I December


I Arabian Horse JOURNAL I December


5 5


AH N ew s - E CA H O

Breaking news Notizie dell'ultima ora Abbiamo incontrato il Presidente Ecaho, il Sig. Willy Luder, in merito a quanto sta avvenendo all'interno dell'Organizzazione. Una delucidazione in merito ci sembrava necessaria; regna, infatti, molta confusione su quello che è realmente la situazione attuale e le motivazioni che hanno portato a questa destabilizzazione e alle implicazioni che potrebbero derivarne. Il sempre disponibile Willy Luder ci ha detto: "E' certamente un diritto indiscusso dei nostri deputati chiedere un EOGM per rimuovere il Presidente dalla carica, però rimane la domanda perché questi deputati ritengano che vi sia una tale urgenza, visto che le elezioni presidenziali sono già previste in concomitanza dell'Assemblea del 6 marzo 2011, cioè tra meno di tre mesi, quando il primo mandato del Presidente in carica scadrà. A mio parere, questa richiesta crea solo costi per i nostri soci, per l'ECAHO. Alcuni membri, inoltre, possono essere impossibilitati a partecipare a due riunioni in meno di tre mesi (EOGM e AGM) sia per propri impegni che per ragioni di costi". Per meglio informarvi in merito, Willy Luder ha messo a nostra disposizione la lettera inviata in questi giorni ai rappresentanti dei Paesi Membri che riassume in parte lo stato attuale delle cose, che pubblichiamo integralmente. Intanto lo ringraziamo della disponibilità e ci diamo appuntamento al prossimo numero per eventuali sviluppi in merito.

I Arabian Horse JOURNAL I December

We had a meeting with the President of ECAHO, Mr. Willy Luder, about what is happening within the ECAHO Organization. A clarification about it seemed necessary; there reigns in fact a lot of confusion about what the current situation really is and the motivations that led to this instability and the implications that may arise. The always available Willy Luder told us: “It is of course the undisputed right of our Members to request an EOGM and to remove the President from office, however the question remains why these Members feel that there is such urgency, although the presidential election is part of the agenda for the AGM 2011 on 6th March, i.e. only less than three months later, when the President’s first term in office ends on that date. In my opinion, this request only creates additional costs for our members as well as for ECAHO. Some Members may even be prevented from attending, as two trips within probably less than 3 months (EOGM and AGM) will not be possible for cost reasons for some smaller Members.” For more information, Willy Luder in these last days has put at our disposal the letter sent to the representatives of the Member States that in part summarizes the current state of things, which we publish in full. Meanwhile, we thank him to have been available for the appointment and in the next number we shall give you any relevant developments.


INFORMA ZIONI REL ATIVE ALL A RICHIES TA DI UNA Con la pre RIUNIONE sente vi in STRAORD formiamo seguenti P INARIA GE che abbiam aesi: NERALE E o ricevuto Francia, Au PER L'AFF la stria, Repu ri ch ie st ILIAZIONE a di indire u bblica Cec All'ordine DEGLI SH n'Assemb del giorno a, Svezia, OW. lea Straord Emirati Ara è previsto Le richiest inaria (EAG bi "il e saranno H) dai rap esaminate voto di fiducia per la e Danimarca. 2010. Ulte presentanti dal Comita rimozione riori inform dei to E del az Un EOGM deve essere ioni, in merito ad u secutivo dell'ECAH Presidente dell'ECA O nella pro n possibile H giorni. In co O , n il vo si ca g . ssima riun to in confo Willy Luder ca EOGM, sa ion rm ran ”. l'indicazion so di ammissione d elle richiest ità con le norme vig no diffuse dopo la ri e che è prevista nei e gio enti previst unione del e da parte Vorrei inoltr di una data esatta, il e dalla Cost Comitato E rni 27 e 28 novemb del Comita luogo e l'o e informar re secutivo. ituzione EC to Esecutiv rdine del g affiliazione vi che son iorn o AH o, d A tal propo egli show previsti per stato contattato da d o della riunione stes sarà inviato, dal no O che prevede un p stro ufficio iv si er sa , un invito iodo di 60 nei giorni to sono lieto di inform l'anno 2011 negli Em ersi Membri che esp . tra ufficiale co rimono la ir loro preocc n Sono fidu il 17 ed il 19 marzo arvi che abbiamo, nel ati Arabi. cio upazione ci 20 frattempo, rca l'eventu abbiano dec so nella risoluzione 11. ricevuto la ale manca delle ques richiesta d iso di riman ta tioni form i affiliazion Per quanto ere affiliati ali e del Title S ri how che si mi presen guarda la mia perso ECAHO anche in futu a breve termine, ed terò per la n terrà a Dub onorato ch ri-elezione a ho deciso, dopo u ro. ai e gli Organ n in occasio Willy Luder izzatori di ne dell'Ass 'attenta discussione q u es ti importan sull'argom emblea an ti eventi nuale del 6 en marzo 201 to con i funzionari d i molte Org 1. anizzazion i, che

11 11


Summary 16 The All Nations Cup - Germany

230 Pat Maxwell, memory of

44 Un luogo... una persona... una storia - Bialobok interview

232 Spanish National Championship - Segovia

58 Città di Castello - Italian Ch

252

86 Davide Mariani la forza della passione - The power of passion

280 French National Championship VICHY

98 Arabequus 2010 - Spain

294 31st Ediction The World Arabian Horse Championship of Paris

118 A wide cooperation between EAO and Italians serving straight Egyptian Arabian horses 132 E.A.O. El Zahraa 17 National Horse Show and 13th International Championship 2010 th

166 1st Rabab Championship 2010 - Egypt 188 “A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse” 204 Show Report UKIAHS Towerlands, England

Spanish Arabian Today

302 Handler - Interview 314 Trapani Arabian Horses Cup - IT 336 Israel National Championship 350 The Middle East Championship Show - Amman Jordan 362 Il sessaggio fetale 372 Prague InterCup 398 Results

MIKA Editrice S.R.L. corso Garibaldi, 7 20030 Seveso (MB) - Italy tel. +39 (0) 362 541804

Direttore Editoriale/Editors Direttore Responsabile/Publisher Francesca Messina francesca@arabianhorsejournal.com

info@arabianhorsejournal.com

Ufficio contabilità/Accounting office Mrs Lara Spalvieri

n° 4/2010 December Pubb. bimestrale iscr. trib. Milano n° 306 del 03-06-2010 spedizione in A.P. 70% Milano www.arabianhorsejournal.com

Grafica e Impaginazione/Digital Artwork Marco Redaelli Francesco Campagna Stampa/Print Jona S.R.L. 20037 Paderno Dugnano (MI) Traduzioni/Traslations dr. Pompeo Lattanzi

WH Justice (Magnum Psyche x Vona Sher-Renea) Owner: Equid Sytem LTD

MIKA Editrice S.r.l. non risponde della veridicità e dei contenuti dei testi pubblicati. MIKA Editrice S.r.l. is not responsible for truthfulness or the content of advertisement text.

Foto/Photo by Erwin Escher Francesca Messina Cynthia Culbertson Cecile Marleix

Testi/Staff Writers Mateusz Jaworski Francesca Messina Tarek Hamza Nicole Knoth Cynthia Culbertson Janet Court Louise Lenoir Lisa Goodwin-Campiglio William Richardot De Choisey Majid Al Sayegh Gianmaria Postinger Pubblicità/Advertising MIKA Editrice - Francesca Messina francesca@arabianhorsejournal.com francescamessina_011@fastwebnet.it Cell. +39 348 3350708


welcome Siamo all'apice della stagione agonistica, la fine dell'anno solare significa che oltre al freddo, almeno alla nostra latitudine, si sono combattute le gare più aspre, si sono sfidati campioni conclamati o aspiranti tali, sempre e comunque ad altissimo livello. A breve le festività di fine anno ci faranno rendere conto che un altro anno è terminato, bevuto in un sorso come un te freddo durante la calura estiva. I match sono stati talmente importanti e le gare così ravvicinate che quasi non ci siamo accorti di aver fatto già il cambio degli armadi. Come leggerete si sono susseguite manifestazioni tra le più diverse tra loro ma tutte con lo stesso comune denominatore, la passione per il cavallo arabo. Questa passione ha una crescita inversamente proporzionale rispetto al periodo di asprezza economica; sembra che quest'ultima si faccia sentire anche nel nostro ambiente ma con risvolti inaspettati. Le compravendite continuano, nascono sempre nuove manifestazioni con numeri e qualità sempre apprezzabili. Tutto questo rinfranca dalle fatiche che, a vario titolo, ognuno di noi affronta spesso sette giorni su sette. L'unica cosa che spero è che la passione non si trasformi in smania, il confine è molto labile come immaginerete. Spesso vediamo in show un'esasperazione e un accentramento di potere che non può che portare all'annichilamento, per tutti è bello vincere ma non sempre questo può accadere, del resto gli show servono a questo, a capire quanto bene si è fatto nell'allevamento, negli acquisti, se i cavalli sono in forma o quando è il caso di lasciarli riposare, visto che non sono macchine. ­Non smetterò mai di dire inoltre che i capannelli non servono a nessuno se non a fare disinnamorare le "nuove leve" o quanti vogliono ritrovare il gusto di partecipare ad una competizione senza dover prima porsi mille quesiti. Anche la stampa serve a questo, a dare una visione ampia del nostro settore, a renderlo quanto più visibile richiamando interesse anche in chi, sinora, non conosceva il cavallo arabo. A malincuore notiamo una sorta di affiliazione, o abitudine come dir si voglia, alla solita stampa di settore che si limita ad uno scarno resoconto di quanto succede in giro per il mondo cercando di non scontentare nessuno. Per fare questo basterebbe un comunicato stampa a fine evento. Le possibilità per una corretta informazione va data a quanti si impegnano e credono che il cavallo arabo sia si un business, ma anche e soprattutto passione, un bene di tutti da proteggere da poteri forti che pensano in primis al loro di interesse, non a quello globale. Sperando che il nuovo anno porti il meglio per voi, e anche un po' per noi, vi auguriamo buone feste e buona lettura.

We are at the top of the sport season, the end of the calendar year means that besides the cold, at least at our latitude, the tightest competitions have already been contested, the most famous and the aspiring Champions have been challenged, at top levels in all cases. In a short time the year-end holiday season will make us realize that yet another year has gone by, gulped down like a sip of cold tea on a summer day. Matches have been so important and competitions so near each other that we almost haven’t noticed we switched to heavy clothing in our cupboards. As you will read further on, competitions came one right after the other, having a variety of features and characters, but all with the same common denominator, the passion for the Arabian horse. Such passion grows inversely to the depth of economic hardship; it seems that this last is making itself felt also in our world, but with some unexpected turns of events.Trading is continuing, more and more new shows are born with numbers and quality always at good levels. All this cheers us up from the labours each one of us, one way or the other, has to endure, often seven days out of seven. All I hope is that passion doesn’t turn into mania, the borderline being very thin as you can imagine.We often see in the shows an exasperation and power concentration that will lead us to annihilation; everybody likes winning, but this cannot happen every time. After all this is what shows are for, understanding how well one has done with his breeding, with his acquisitions, if the horses are fit or it would be better to let them rest, seeing that they are not machines. I will never stop repeating that backbiting serves to no purpose except keeping away the "new generation" or those who would like to rediscover the enjoyment of participating in a competition without having to ask themselves a thousand questions first. This is also the purpose of the press, to give a wider vision of our sector, and to make it as visible as possible, attracting the interest even of those who until then did not know the Arabian horse.We reluctantly have to note a kind of “affiliation”, or maybe we should just say “habit”, to the usual specialistic press which limits itself to a scant report of what happens around the world, in an attempt not to make anyone unhappy.To do that, a press release at the end of the event would be quite sufficient.The possibility of correct information must be given to those who are committed and believe that the Arabian is a business, for sure, but also and above all a passion, an asset belonging to us all, to be protected from the “powers that be”, which look after their own interest first and foremost, not everybody else’s. With the wish that the NewYear may bring you, and a little to us too, all the best, we give you our sincerest Compliments of the season. Enjoy your reading!

Francesca Messina


AH A a c h e n - G e r m a n y

All Nations Cup By Matéusz Jaworski - photos by Erwin Escher

Nell’ultimo weekend di Settembre (il 25 ed il 26, per essere precisi), ha avuto luogo, nella Albert-Vahle-Halle della città tedesca di Aachen, la XXVIII All Nations Cup. Come noto, si tratta di uno dei più prestigiosi Campionati Internazionali della stagione per cavalli Arabi. Molti appassionati del PSA lo considerano il più difficile, proprio come il Campionato del Mondo a Parigi. Per la sesta volta la Polonia si è aggiudicata il Trofeo Commemorativo dell’onorevole Lady Harmsworth Blunt, chiamato Coppa delle Nazioni”, e per la terza volta il Trofeo Commemorativo del Maggiore T.W.I. Hedley, chiamato "Coppa degli Allevatori”. L’organizzatore della All Nations Cup 2010 - la VZAP (Verband der Züchter und Freunde des Arabischen Pferdes, ovvero Associazione degli Allevatori ed Amici del Cavallo Arabo) – ha

I Arabian Horse JOURNAL I December

On the last weekend of September (25th-26th), in German Albert-Vahle-Halle in Aachen, the XXVIII All Nations Cup took place. It was one from the most prestigious International title shows for Arabian horses of the season. By many Arabian horses lovers it was considered the most difficult one, just as the World Championships in Paris. Poland for the sixth time gained the honorable Lady Harmsworth Blunt Memorial Trophy, called „Nation`s Cup”, and for the third time The Major T.W.I. Hedley Memorial Trophy, called "Breeder`s Cup”.. The organizer of the All Nations Cup 2010 - VZAP (Verband der Züchter und Freunde des Arabischen


invitato come Giudici la Sig.ra Maria Ferraroni Annaratone dall’Italia, la Sig.ra Joanna Lowe dalla Gran Bretagna, la Sig.ra Cecilia Bourghardt dalla Svezia, il Sig. Peter Gamlin dalla Gran Bretagna, il Sig. Jaroslav Lacina dalla Republica Ceca ed il Sig. Francesco Santoro dall’Italia. Per lo show di quest’anno si è recato in Germania un gruppo di concorrenti particolarmente forte – i migliori 127 PSA provenienti da tutto il mondo (c’erano allevatori da ben 19 diversi paesi). Abbiamo potuto ammirare lo spettacolare alzabandiera subito prima della gara finale, cioè il Campionato. Prima di quest’ultimo, avevamo assistito alla cerimonia di incoronazione dei Campioni dello Show nazionale tedesco, dove i cavalli allevati dalla Sax Arabians hanno spadroneggiato, tanto

Pferdes) – invited for judging: Maria Ferraroni Annaratone from Italy, Joanna Lowe from Great Britain, Cecilia Bourghardt from Sweden, Peter Gamlin from Great Britain, Jaroslav Lacina from Czech Republic and Francesco Santoro from Italy. On this year's show came to Germany the remarkably strong lot – the best 127 Arabian horses from all the world (breeders came from 19 different countries). The ceremony of Nations flags we saw just before the beginning of final tournament, that is to say Championships. Before the beginning of Championships, we looked the ceremony of champions of the Germany National Show, wherein triumphed the most of horses bred by

16 17


AH A a c h e n - G e r m a n y

Bob and Janine Boggs and Scott Benjamin

Claudia Darius and Jan Calis

Al Shaqab Team and Mrs Marieta Salas

I Arabian Horse JOURNAL I December

che il proprietario delle scuderie Reinhard Sax è stato acclamato come miglior allevatore dello show nazionale. Parliamo innanzitutto di quelle classi, quindi, che quest’anno hanno tanto eccitato tutti gli spettatori – quelli che hanno assitito allo show via Internet, ma specialmente quelli che vi assistevano di persona nella Hall. Parlando con Giudici, allevatori e handlers che potevano ricordarsi ogni Show nella storia di Aachen, ci si poteva rendere conto che quest’anno era eccezionale sotto molti punti di vista, ma in particolare per la qualità ed il livello dimostrato dai cavalli più giovani. Due classi di Puledre di 1 anno hanno letteralmente causato pelle d’oca ed accelerazione del battito cardiaco, e certo non solo a me. Delicate come una filigrana, estremamente tipiche, femminili, carismatiche, proporzionate, con teste incavate come altrettante sculture, hanno volato trottando sul terreno di gara con tale grazia, che fan, giudici e chiunque altro fosse presente o potesse vedere lo show, sono rimasti a bocca aperta per l’ammirazione. Ha avuto inizio così la classe 1A, la prima dello show – sono entrate nel ring, una dopo l’altra, tutta una serie di giovani stelle, una più bella dell’altra. Alla fine si è dovuto assegnare due primi premi per ciascuna classe. Il primo è stato vinto dalla baia *Mystica Indiah (Marwan Al

Sax Arabians, and owner Reinhard Sax was acclaimed the best breeder of the national show. First let`s talk over those classes, which this year brought many excitements to everyone - those, who looked the Internet transmissions, but especially to the direct spectators in the hall. Speaking with judges, breeders and handlers who remembered almost every Show in the history of Aachen, one could infer, that this year's one was exceptional under many considerations, but particularly, with regard to the quality and the level of young horses. Two classes of yearling fillies caused the goose-flesh and the accelerated heartbeat certainly not only at me. Filigree, extremely type, delicate, charismatic, proportional, with sculptured, dished heads, they flew over the ground in the trot with such a great grace, that fans, judges and everyone, who could see this show, widely opened their mouths with admiration. Thus, the 1A class began the show - on the ring entered, one after another, young stars, one more beautiful from the other. Finally granted were two first places from each class. The first one was won by the bay


Shaqab-Miss Yahsminah Elamal) allevata e di proprietà di Mystica Arabians (Australia), valutata a 91,40 punti. Si è piazzata seconda un’altra baia, *Primera (Eden C-Preria) allevata e di proprietà di Janow Podlaski Stud (Polonia), che ha ricevuto 90,80 punti. Lo stesso gruppo d’età, ma nell’altra classe 1B , ha visto vincitrice una grigia scura, *Zigi Zana (QR Marc-Zagrobla), con il punteggio totale di 92,10. La Puledra Campionessa Junior di quest’anno per la Polonia è al momento attuale senza dubbio una delle puledre più belle (per tipo e movimento) in tutto il mondo. Aspettavo con impazienza la sua prestazione e la dura lotta per i Campionati Europeo e Mondiale… La prima classe dei Puledri di 1 anno è stata vinta, con 91,30 punti, dal già ben noto *Kenz Albidayer (Ajman Moniscione-DL Marielle), allevato e di proprietà di Albidayer Stud (UAE). Un punteggio marginalmente più alto (91,80) è stato invece assegnato al vincitore dell’altra classe dei Puledri di 1 anno – il nero *Magic Magnifique (True Colours-Magic Mon Amour), allevato da e di proprietà di Fontanella Magic Arabians Stud (Italia). Secondo in questa classe si è piazzato quello che sicuramente è una grande promessa del futuro, il grigio *AJ Bintan (WH Justice-RGA Kouress) allevato da Markelle Arabians (USA), e di proprietà degli Ajman Stud (UAE).

Mystica Indiah (Marwan Al Shaqab-Miss Yahsminah Elamal) bred and owned by Mystica Arabians from Australia, estimated for 91, 40 points. Placed second was another bay one, Primera (Eden C-Preria) bred and owned by Janow Podlaski Stud from Poland, who received 90, 80 points. The same agegroup, but the next class 1B , was won by a still dark grey one, Zigi Zana (QR Marc-Zagrobla), with total scores 92, 10 points. This year`s Junior Female Champion of Poland is at present, without doubt, one from most beautiful fillies (according to the type and movement) in the world. Impatiently I was waiting for her performances and the struggle for the European and World Championships… The first class of yearling colts was won, with 91, 30 points, by the well-known Kenz Albidayer (Ajman MoniscioneDL Marielle), bred and owned by Albidayer Stud from UAE. A little higher point score (91, 80) was granted to the victor of the other class of yearlings colts - black Magic Magnifique (True ColoursMagic Mon Amour), bred and owned by Fontanella Magic Arabians Stud from Italy. Second in this class placed was a very much

Jones Family(GB)

Lenita Perroy and Marieta Salas

18 19


AH A a c h e n - G e r m a n y Le femmine di 2 anni formavano un folto e forte gruppo di giovani Puledre, già noto e visto in molti show. La vittoria in questa classe è andata ad una saura, impreziosita da una testa di ottima forma - *Alma Al Tiglio (Ajman Moniscione-Amanda Al Tiglio), allevata dalla Az. Agr. Il Tiglio Sauro Lodetti (ITA) e di proprietà di Buzzi Giancarlo & Ajman Stud. Era questa una puledra veramente meravigliosa, una delle favorite per il titolo di Campionessa sin dall’inizio della competizione, come confermato anche dal suo risultato di classe - 93,10 punti. Anche la seconda classificata d’altronde ha ricevuto una valutazione molto alta, con 92,50 punti – la grigia *Turchiya MPE (WH Justice-Thee Rahiba), allevata e di proprietà di Antonio Manzi (Italia). La classe seguente delle giovani stelle, i Puledri di 3 anni – anch’essi esemplari già ben noti, custoditi a scopo di allevamento e come futuri padri di campioni – è stato vinto con ben 93 punti da un baio - *Kahil Al Shaqab (Marwan Al Shaqab-OFW Mishaahl), allevato da e di proprietà di uno dei migliori allevamenti di tutto il Medio Oriente - Al Shaqab Stud (Qatar). Il puledro classificato secondo in questa classe si è qualificato anche per il Campionato. Era *El Chall WR (Magnum Chall HVP-Major

The Judges

I Arabian Horse JOURNAL I December

prospective grey colt, AJ Bintan (WH Justice-RGA Kouress) bred by Markelle Arabians (USA), owned by Ajman Stud from UAE. Two- year- old fillies appeared as a very strong group of the best young females, very well-known from many shows. The class was won by a chestnut one, gifted with a well-shaped head - Alma Al Tiglio (Ajman Moniscione-Amanda Al Tiglio), bred by Az. Agr. Il Tiglio Sauro Lodetti (ITA) and owned by Buzzi Giancarlo & Ajman Stud. She was a really beautiful filly, from the beginning one of the main favorites to the Champion title, what was confirmed by her result in the class - 93, 10 points. The second placed one was also highly evaluated, for 92, 50 points – she was grey Turchiya MPE (WH Justice-Thee Rahiba), bred and owned by Antonio Manzi from Italy. The next class of young stars, three-year-old colts also well-known animals, kept for breeding purposes and as the future fathers of champions – was won with 93 points by a bay one - Kahil Al Shaqab (Marwan Al


Mr H. Nagel and Mr Heiss

Mr Manfred Hain and Mrs Inge Freedman

Mrs. Annette Escher and Mrs Heike Hain

Love Affair), allevato da Donald Yamacho (USA) e di proprietà delle scuderie North Arabians, anch’esse degli USA. L’eccitazione nella sala tedesca non si è calmata neanche un attimo. Ogni susseguente classe non faceva altro che scaldare ancora sempre più l’atmosfera tra il pubblico. Questa particolare atmosfera era creata dagli sbalorditi appassionati e fan del Cavallo Arabo provenienti da tutto il mondo, venuti ad Aachen per ammirare uno dei migliori e più grandi eventi internazionali del PSA. Secondo molti di loro, si tratta di un’atmosfera caratteristica ed esclusiva di questo show, irripetibile... La classe delle Puledre di 3 anni è stata vinta da *FT Shaella (Shael Dream Desert-Soul Pretty TGS), allevata da Flavia Maria Ramalho Torres (Brasile) e di proprietà dei Dubai Stud (UAE), che si è esibita per prima nella sua classe. Questa giovane pu-

Shaqab-OFW Mishaahl), bred and owned by one of the best Arabians studs from Middle East`s countries - Al Shaqab Stud (Qatar). The colt placed second in this class was classified to the Championship. It was El Chall WR (Magnum Chall HVP-Major Love Affair), bred by Donald Yamacho (USA) and owned by North Arabians, also from the USA. The excitement in the German hall did not subside even for a moment. Every subsequent class only more and more warmed up the moods of the public. The atmosphere was created by amazed fans and lovers of Arabian horses from all around the world, who came to Aachen to admire one of the best and greatest international events. In their opinion it was an atmosphere

20 21


AH A a c h e n - G e r m a n y ledra, già completamente candida, con coda e criniera scure, dotata di bellissima testa e di un lungo collo, potrà ancora riservarci sorprese in futuri campionati. Qui essa ha dominato la sua classe e non ha certamente sfigurato neanche nelle finali della Coppa. Con un ottimo risultato di 93,20 punti (inclusi tre „20” per tipo e ben quattro „20” per testa e collo) ha vinto la sua classe ed era, naturalmente, una delle principali favorite contro la puledra *Alma Al Tiglio. Seconda nella classe è stata invece *AV Dohassai (Massai Ibn Marenga-AV Dolimha), allevata da Arabian Valley Stud (ITA) e di proprietà di Great White Arabians (Gran Bretagna), con un punteggio totale di 92,50. Nella stessa giornata è stata aggiudicata anche la classe dei Puledri di 3 anni. Questa ha visto vittorioso un altro dei figli di WH Justice - *Aja Justified, generato da Aja Beneja, allevato da Aja

Mystica Indiah - Class 1A 1° pl Yearling Fillies - O: Mystica Arabians (AUS)

I Arabian Horse JOURNAL I December

characteristic only for this place, i.e. - unrepeatable... The class of three-years-old fillies was won by FT Shaella (Shael Dream Desert-Soul Pretty TGS), bred by Flavia Maria Ramalho Torres from Brazil and owned by Dubai Stud (UAE), shown as the first one in her class. This already milky-white young filly, with a dark mane and tail, with a really beautiful head and long neck, can still surprise us in coming "title shows". Here she dominated the class and did not surrender even during the Cup finals. With a very good result of 93, 20 points (including 3x20 for type, 4x20 for head and neck) she won the class and was, of course, a main favorites against Alma Al Tiglio filly. Placed second was AV Dohassai (Massai Ibn Marenga-AV Dolimha), bred by Arabian Val-


Emmona - Class 9 1° pl 11 Years Old Mares - O: Michalow Stud (PL)

Arabians (GB), e di proprietà degli Athbah Stud (Arabia Saudita). Questo giovane stallone è già ben conosciuto fra gli appassionati, ed è stato premiato con l’elevato punteggio di 93 punti (2x20 per tipo, 2x20 per collo e testa ed un 20 per movimento). É stata un’eccellente gara, anche se una regola non scritta dice che le gare delle Puledre sono sempre le più eccitanti ed imprevedibili. Secondo nella classe si è piazzato un baio esemplare e molto interessante - *RFI Farid (RFI Maktub-RFI Fayara El Shiraz), allevato da Rodrigo Forte Ignacjo (Brasile) e di proprietà di Aretusa Arabian Team (Italia). Il gruppo di età successivo ha dovuto essere diviso in due classi a causa dell’alto numero di iscrizioni di Fattrici. Di sicuro è stato meglio così per tutti, visto che erano presenti tante magnifiche fattrici che non era giusto che solo una di loro potesse vincere. La classe 7A è stata conquistata dalla grigia *Abha Opalina (WH Justice-Om El Amira Estopa) allevata da Ses Planes in Spagna, di proprietà (in leasing) di Al Mohamadia Stud (Arabia Saudita), aggiudicandosi 92,50 punti. La classe 7B è stata dominata per quantità e qualità dai cavalli Arabi polacchi. La principale favorita, imbattuta ormai da molto tempo, per la medaglia d’Oro nel gruppo delle fattrici Senior era *Emandoria (Gazal Al

ley Stud (ITA) and owned by Great White Arabians from Great Britain. Her total score was 92, 50 points. Next in this day judged was the class of three-yearold colts. It was won by another one of WH Justice sons - Aja Justified, out of Aja Beneja, bred by Aja Arabians (GB), owned by Athbah Stud (Saudi Arabia). He is already a well-known young stallion, granted with high marks of 93 points (2x20 for type, 2x20 for head and neck and 20 for movement). It was a very good competition, although there is already a rule, that more exciting and unforeseeable are the fillies classes. Second in that class placed was a very correct, interesting bay stallion - RFI Farid (RFI Maktub-RFI Fayara El Shiraz), bred by Rodrigo Forte Ignacjo (BRA) and owned by Aretusa Arabian Team from Italy. The next age-group had to be divided into two classes, for the reason of the number of entered mares. And for sure it was better for everyone, that it happened, because there were so many of splendid mares, that not only one from them should win. The 7A class was conquered by the grey Abha Opalina (WH Justice-Om El Amira Estopa) bred at Ses Planes

22 23


AH A a c h e n - G e r m a n y

Zigi Zana - Class 1B 1° pl Yearling Fillies - O: Michalow Stud (PL)

Shaqab-Emanda), il cui risultato - 94,70 punti – è stato infatti il più alto raggiunto quest’anno allo show di Aachen. La splendida Emandoria (allevata da e di proprietà dei Michalow Stud in Polonia) ha praticamente messo tutti gli astanti in ginocchio, quando è stata presentata in posizione rampante. Non c’è stata praticamente gara, dato che questa fattrice è magnificamente ben fatta (5x20 per tipo, 4x20 per testa e collo, 20 per movimento). La seconda classificata è anch’essa proveniente dalla stessa scuderia – la bellissima *Pistoria (Gazal Al Shaqab-Palmira), che ha anch’essa ricevuto un punteggio molto alto - 93,30. In questa

I Arabian Horse JOURNAL I December

in Spain, owned (leased) by Al Mohamadia Stud from Saudi Arabia and was granted with 92, 50 points. The class 7B was dominated with a quantity and a quality by Polish Arabian horses. The main favorite to the gold medal in the older mares` group was, unbeaten for a long time, Emandoria (Gazal Al Shaqab-Emanda), whose result - 94, 70 points - was the highest one of the this year's Aachen show. Splendid Emandoria (bred and owned by Michalow Stud in Poland) was throwing everybody on knees, when presented in stand-up. It was not called


classe erano presenti al nastro di partenza 5 fattrici allevate in Polonia e ben quattro di loro sono state incluse nelle prime cinque posizioni. Per quanto riguarda me personalmente, le classi delle Fattrici Senior sono sempre emozionanti e mi fanno venire la pelle d’oca. A volte ho perfino quasi le lacrime agli occhi quando queste nobili, maestose e affascinanti creature calpestano il ring, guardando il pubblico con i loro grandi occhi scuri, una dopo l’altra, una più splendida dell’altra, e poi si fermano, sbuffando verso le tribune già roventi, strappandone gli applausi. Una tale esperienza eccezionale può essere data solo dai cavalli Arabi. La classe delle Fattrici di 7-10 anni è stata vinta da un’altra oramai ben nota fattrice con una testa bellissima, la grigia *Jamilla Al Zobair (Ashhal Al Rayyan-My Silk Stocking) allevata da Al Zobair Stud (UAE), di proprietà di Al Khalediah Stables (Arabia Saudita). Jamilla ha ricevuto un punteggio a dir poco impressionante (93,50 punti), il che è stato perfino una piccola sorpresa perchè, mia opinione personale, non era neanche al

in question, because the mare was magnificently built (5x20 for type, 4x20 for head and neck, 20 for movement). Second placed was also the charge of the same stud - Pistoria (Gazal Al Shaqab-Palmira), who got also a high score - 93, 30 points. In this class started 5 mares bred in Poland and four from them were included into the Top Five. For me, personally, classes of senior mares are always thrilling and cause the goose-flesh. Sometimes I have even tears in my eyes, when those dignified, majestic, charismatic mares, looking at the public with their large, black eyes, run, one after another, one more splendid than the previous one, and stopping, snorting at the warmed-up tribunes, arousing applauses. Such an exceptional experiences can be delivered only by Arabian horses. The class of 7-10 years old mares was won by a perfectly well-known, grey, with a beautiful head, Jamilla Al Zobair (Ashhal Al Rayyan-My Silk Stocking) bred by

Banderos - Class 10 1° pl 4-6 Years Old Stallions - O: Al Khalediah Stables (KSA)

24 25


AH A a c h e n - G e r m a n y

Kanz Albidayer - Class 2A 1° pl Yearling Colts - O: Albidayer Stud (UAE)

massimo della sua forma - 5x20 per tipo, 3x20 per testa e collo, 20 per movimento. Seconda classificata, con lo stesso punteggio, *Lady Veronica (Versace-Nisrs Natevka), un’altra veterana della scena degli show internazionali. Essa proviene dall’allevamento di Linda L. Roger (USA) ed è di proprietà di Dubai Stud. Pur ottenendo lo stesso punteggio totale di Jamilla, Lady Veronica ha ricevuto un punteggio più basso per il tipo - (3x20 per tipo, 3x20 per testa e collo, 20 per movimento). Nel frattempo, fra una classe e l’altra, è stato consegnato il

I Arabian Horse JOURNAL I December

Al Zobair Stud (UAE), owned by Al Khalediah (Saudi Arabia). She got an impressive point score (93,50 points), what was even a little surprising, because, in my private opinion, she was not in her top form - 5x20 for type, 3x20 for head and neck, 20 for movement. Second placed was, with the same number of points, Lady Veronica (Versace-Nisrs Natevka), another veteran of the international show scene. She was bred by Linda L. Roger (USA) and owned by Dubai Stud. With


Abha Opalina - Class 7A 1째 pl 4-6 Years Old Mares - O: Lease: Al Mohamadia Stud, Riyadh (KSA)

Emandoria - Class 7B 1째 pl 4-6 Years Old Mares - O: Michalow Stud (PL)

26 27


AH A a c h e n - G e r m a n y premio per il vincitore tedesco del Trofeo WAHO Trophy 2010 - lo stallone baio *Shakaar Ibn Sanadiva (Kubinec-Om El Sanadiva) allevato da Ralf Heckenbücker. Come ultima classe per le femmine, è stato giudicato un gruppo di Fattrici di 11 anni. Le prime cinque erano tutte fattrici provenienti da allevamenti polacchi di Stato (le prime 4 da Michalow, la quinta da Kurozweki). Questa gara è stata vinta da una perfetta grigia, dotata di splendido movimento - *Emmona (Monogramm-Emilda), allevata dai Michalow Stud che ne sono anche proprietari. Il suo punteggio finale è stato notevole

the same total score as Jamilla, she got lower marks for type - (3x20 for type, 3x20 for head and neck, 20 for movement). Meanwhile, between classes, handed was the prize for the German laureate of the WAHO Trophy 2010 the bay stallion Shakaar Ibn Sanadiva (Kubinec-Om El Sanadiva) bred by Ralf Heckenbücker. As the last female class, judged was a group of 11year- old mares. To its Top Five included were mares bred in Polish State Studs (first 4 at Michalow, the fifth

Magic Magnifique - Class 2B 1° pl Yearling Colts - O: Clementina Fontanella (IT)

I Arabian Horse JOURNAL I December


- 94,40 punti (4x20 per tipo, 20 per testa e collo, 5 x 20 per movimento). Era questo il terzo punteggio più alto in tutto lo show. *Zagrobla (Monogramm-Zguba), anch’essa proveniente dalle scuderie Michalow, ha raggiunto un punteggio appena più basso - 94,30 punti. Zagrobla è la madre di *Zigi Zana, che ha vinto a sua volta la classe delle Puledre di 1 anno. Tutte le prime cinque Fattrici hanno superato i 91 punti, il che dà una misura del livello veramente alto espresso in quella classe. Ed in tutte le classi (eccetto quella delle Puledre di 1 anno) – tutti i cavalli compresi fra i primi cinque hanno ricevuto più di 90 punti, il che conferma la mia opinione espressa già all’inizio di questo articolo – l’evento di quest’anno ad Aachen ha raggiunto livelli statosferici. Manteniamolo così!…

one at Kurozweki). This contest was won by a perfect, great mover - the grey Emmona (Monogramm-Emilda), bred and owned by Michalow Stud. Her final score was impressive - 94, 40 points (4x20 for type, 20 for head and neck, 5 x 20 for movement). It was the third highest total score of the show. Zagrobla (Monogramm-Zguba), also from Michalow, got a little lower mark - 94, 30 points. She was the dam of Zigi Zana, who won the yearling fillies class. The first five mares got more than 91 points, what could be a proof of a really high level in that class. And in all classes (except one for yearling fillies) - all horses in top fives received above 90 points, what confirmed my thesis from the beginning of this

Jamilla Al Zobair - Class 8 1° pl 7-10 Years Old Mares - O: Al Khalediah Stables (KSA)

28 29


AH A a c h e n - G e r m a n y Ed è giunto infine il momento, atteso impazientemente, degli Stalloni senior. Nell’Arena comparivano molte stelle dei PSA, spesso ben conosciuti dal pubblico, oggetto di campagne pubblicitarie, diffuse su scala mondiale, con molti di loro già laureati Campioni a livello internazionale, grandi produttori e progenitori di campioni, dal valore di milioni di Euro. Dovevano confrontarsi in un solo luogo ed in una sola volta, così che ogni imprecisione od errore sarebbe costata una fortuna... Ed è finalmente accaduto! Che sensazioni, che esperienza! Il grigio di 5 anni figlio di *Marwan Al Shaqab, *Baanderos,

article - this year's event in Aachen stood on a gorgeous level. Let`s keep it that way… And time came for senior stallions, awaited impatiently. In the arena appearing were many stars, often well-known, having a good publicity, advertised worldwide, many of them being international champions, great producers and sires of champions, worth millions of Euro. They had to rival there in one place and in one time, so every mistake would cost a fortune... And finally it happened! What a feeling, what an experience! The grey, five-year-old Marwan Al Shaqab son, Baande-

Alma Al Tiglio - Class 3 1° pl Fillies 2Years Old and Silver Medal Final Championship - O:Az Agr. Buzzi Giancarlo (IT) e Ajman Stud (UAE)

I Arabian Horse JOURNAL I December


da *HB Bessolea, allevato da Taylor Hickman Arabians (USA), di proprietà di Al Khaledia Stables (KSA), ha vinto questa classe con un altissimo punteggio - 94,60 – che è stato il secondo migliore dello show. A mio parere potrebbe essere l’esempio di un Cavallo Arabo praticamente perfetto. Era il mio personale favorito per la medaglia d’Oro ed aspetto con ansia di vedere in futuro i suoi prodotti. Dietro di lui nella classe si sono piazzati un altro figlio di Marwan Al Shaqab - *QR Marc, da Swete Dreams, allevato da Vicki&Louis Doyle (USA) e di proprietà di Paul Gheysens (Belgio). Questo è al giorno d’oggi uno dei più popolari riproduttori del mondo. Il suo punteggio è stato di 93,20. La classe seguente,

ros, out of HB Bessolea, bred by Taylor Hickman Arabians from USA, owned by Al Khaledia, won the class with a high mark - 94, 60 points, what was the second best total score at the show. For me he could make a good example of an almost perfect Arabian horse. He was my favorite for gold medal and I`d wish to see his foals soon. Behind him in class placed was the next son of Marwan Al Shaqab - QR Marc, out of Swete Dreams, bred by Vicki&Louis Doyle from USA, owned by Paul Gheysens from Belgium. He is one of the most popular producers nowadays in the world. His mark was 93, 20 points. The next class,

Kahil Al Shaqab - Class 4 1° pl Colts 2 Years Old and Silver Medal Final Championship - O: Al Shaqab Stud (Q)

30 31


AH A a c h e n - G e r m a n y

FT Shaella - Class 5 1° pl Fillies 3 Years Old and Gold Medal Final Championship - O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

gli Stalloni di 7-10 anni, era anch’essa molto forte. É stata vinta da un „vecchio mattatore” - *Girlan-Bey (Pesal-Gracja Bis) allevato da Michal Bogajewicz (Polonia), di proprietà degli Athba Stud (KSA). Il risultato è stato un ottimo 93,70 punti (20 per tipo e 4x20 per movimento, specialmente per il suo sempre magnifico trotto). Secondo classificato il baio *MCA Magnum Gold (Magnum Psyche-Litigue), allevato da Michael Wilmet (USA) e di proprietà della Al Khaled Farm (Arabia Saudita). Questo baio stallone di 10 anni fà la sua migliore impressione in posizione rampante, col suo corpo monumentale che sembra una bellissima statua del cavallo Arabo.

I Arabian Horse JOURNAL I December

for 7-10 years old stallions, was also very strong. It was won by an „old showman” - Girlan-Bey (Pesal-Gracja Bis) bred by Michal Bogajewicz from Poland, owned by Athba Stud. His result was 93, 70 points (20 for type and 4x20 for movement, especially for his always beautiful trot). Second placed was the bay MCA Magnum Gold (Magnum Psyche-Litigue) bred by Michael Wilmet from USA, owned by Al Khaled Farm from Saudi Arabia. This bay, ten years old stallion, makes the greatest impression in a stand-up position, with his monumentally body, looking like a statue of an Arabian horse.


Aja Justified - Class 6 1° pl Colts 3 Years Old and Gold Medal Final Championship - O: Athbah Stud (KSA)

La 15ma ed ultima classe della All Nations Cup abbracciava gli stalloni più in avanti con gli anni, 11 anni ed oltre. Il vincitore qui è stato un grigio di 18 anni, *Lobeke (Fiolek-Eleskirt), allevato da S.A.R.Teresa de Borbón (Spagna) e di proprietà di J.L.A.Calis (Olanda), con 92,10 punti. La sua presentazione ha costituito un culmine nella sua pur lunga carriera nel Ring, sia per lui, che per il suo trainer, presentatore e proprietario - Jan Calis, che ha lavorato alla perfezione con lui nell’Arena, dove si trovava nel proprio elemento. Ottima performance, Jan! Secondo classificato era *Piligrim (Balaton-Popova) allevato dai Kossack Stud (Olanda) e di proprietà di J. Currey (Gran Bretagna) con 91,80 punti.

The last, 15th class of All Nations Cup embraced the oldest stallions, 11 and older. Its winner was the grey, eighteen-year-old Lobeke (Fiolek-Eleskirt) bred by S.A.R. Teresa de Borbón from Spain, owned by J.L.A.Calis from Holland. He got 92, 10 points. His presentation was a nice accent in his long show-career, both for him, as for his trainer, handler and owner - Jan Calis, who perfectly played with him in the ring, being there in his element. Well done, Jan! Second placed was Piligrim (Balaton-Popova) bred by Kossack Stud (The Netherland), owned by J. Currey from Great Britain (91, 80 points).

32 33


AH A a c h e n - G e r m a n y

Girlan Bey - Class 11 1° pl 10 Years Old Stallions - O: Athbah Stud (KSA)

Il gruppo di giovani cavalli in gara in questo show, incredibilmente forte e spettacolare, ha creato delle vere „stelle”. Questi giovani esemplari sono stati generati da stalloni quali: Ajman Moniscione, WH Justice, Marwan Al Shaqab, QR Marc, Eden C, Enzo, ma anche da stalloni meno famosi e pubblicizzati. Questo ci autorizza ad essere ottimisti, perchè significa che gli allevatori utilizzano ancora altri produttori per la riproduzione, non semplicemente soccombendo alla moda del momento.Si tratta di un sintomo positivo, perchè allevare buoni/eccellenti Cavalli Arabi richiede anche che si provi qualcosa di nuovo, creando nel processo la propria visione ed un’attività economica ben pianificata. Non meno importanti sono la disponibilità e la differenziazione del materiale genetico. Probabilmente stalloni e fattrici discendenti da quelle celebrate „stelle” sarebbero utilizzate a scopo riproduttivo in modo pressochè esclusivo. Questo

I Arabian Horse JOURNAL I December

The unbelievably strong and spectacular lot of young horses in this show made real “stars”. Young horses were sired by such stallions, as: Ajman Moniscione, WH Justice, Marwan Al Shaqab, QR Marc, Eden C, Enzo, but also by less famous and advertised stallions. That can fill us with optimism, because it means, that breeders still use other producers for breeding purposes, not only surrendering to the fashion. It is a positive symptom, because breeding of good Arabian horses requires trying something new, creating one`s own vision and a planned activity. Not less important is a sufficient genetic material and its differentiation. For several years used for breeding would probably be adult mares and stallions descending by these celebrated stars. It doesn`t make a good signal for the future,


Lobeke - Class 12 1° pl 11 Years Old Stallions - O: J.L.A. Calis (NL)

non sarebbe un buon segnale per il futuro, perchè la popolazione diverrebbe fortemente „ermetica” ed altamente omozigotica. Già attualmente le fattrici vengono fatte coprire senza esitazioni dai loro „nonni” o dai loro cugini. Questo causa un tasso sempre crescente di inincrocio, che è sempre svantaggioso e, nel lungo termine, addirittura pericoloso… Come ogni anno si è svolta anche la Coppa dei presentatori (Handlers Cup), che è stata appannaggio di un energetico molto promettente giovane belga, che è sottoposto alle amorevoli cure dei Fratelli Schoukens, Nicolas Frere, con una fattrice polacca dal magnifico trotto, *Etenta (MonogrammEmigracja). Seconda si è classificata una giovane presentatrice altrettanto brava, pupilla di Johanna Ullström - Karolina Mikkonen (Svezia), con un’altra bellissima fattrice polacca, *Psyche Kreuza (Ekstern-Pallas Atena).

because the population will be strongly hermetic and highly homozygous. Already now mares are bred, without any hesitation, to their grandfathers or cousins. It causes more and more growing inbreeding rate, what is highly disadvantageous, whereas in the long run even dangerous… Like every year, organized was the Handlers Cup, which was won by a very promising, energetic young Belgian, who is under care of Schoukens brothers Nicolas Frere, with a beautifully trotting Polish mare Etenta (Monogramm-Emigracja). Second placed was an equally good young handler, the trainee of Johanna Ullström - Karolina Mikkonen from Sweden, with another beautiful Polish mare, Psyche Kreuza (Ekstern-Pallas Atena).

34 35


AH A a c h e n - G e r m a n y

- 28°

A ll N ations C up

Championship Junior Female

GOLD MEDAL • FT Shaella O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

BRONZE MEDAL • Mystica Indiah O: Mystica Arabians (AUS)

SILVER MEDAL • Alma Al Tiglio - O: Az Agr. Buzzi Giancarlo (IT) e Ajman Stud (UAE)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Junior Male

GOLD MEDAL • Aja Justified - O: Athbah Stud (KSA)

BRONZE MEDAL • RFI Farid O: Aretusa Arabian Team (IT)

SILVER MEDAL • Kahil Al Shaqab O: Al Shaqab Stud (Q)

36 37


AH A a c h e n - G e r m a n y

- 28°

A ll N ations C up

Championship Senior Female

GOLD MEDAL • Emandoria - O: Michalow Stud (PL)

BRONZE MEDAL • Ladi Veronika O: O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

SILVER MEDAL • Jamilla Al Zobair O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Senior Male

GOLD MEDAL • Baanderos - O: Al Khalediah Stables (KSA)

BRONZE MEDAL • MCA Magnum Gold O: Al Khaled Farm (KSA)

SILVER MEDAL • QR Marc O: Paul Gheysens (B)

38 39


I Arabian Horse JOURNAL I December


41 41


I Arabian Horse JOURNAL I December


43 43


AH I n te r v i ew B i a l o b o k

Un luogo… una persona… una storia… A place… A person ... A story... Nella nostra rubrica "Personaggi" vogliamo presentarvi, in questo numero, Jerzy Bialobok , conosciutissimo e stimato allevatore e giudice dalla grande esperienza ben nota nell'ambiente del PSA a livello mondiale. Di lui si sa' già molto, per questo vorremmo conoscere di più la "persona", dal lato più privato. L'anno 1977 è una data memorabile per il Direttore delle scuderie Michalow, Jerzy Bialobok, proprio da quell'anno, infatti, comincia la sua lunga storia con i cavalli.

For our feature "People" we want to introduce to you in this issue, Jerzy Bialobok, well known and esteemed breeder and judge of extensive experience acknowledged among Pure Bred Arabian lovers the world over. Much about him is already known, and for this reason we would like to get to know better "the man", on his more private side. The year 1977 is a memorable date for Michalow Studs Manager, Jerzy Bialobok, as in that year his story about horses began.

AHJ: Perchè proprio cavalli, e perche Michalow? Da sempre il cavallo è stato il mio animale per eccellenza. Da bambino ho avuto il primo approccio con cavalli nei maneggi del parco dove lavorava mio padre. Ho passato gli stage universitari a Liski i Posadow e alla fine, dopo la rassegna primaverile, sono andato in pista a WRoclaw dove ho incontrato i Direttori delle scuderie, i sigg. Krzysztalowicz e Jaworowski, e ho chiesto se potevo andare da loro per fare lo stage post universitario. A Janow non c'era posto ma il Direttore Jaworowski mi ha disse: "vieni in qualche modo ti sistemiamo". Sono andato per lo stage e non sono più andato via. Ho sempre ritenuto che quell'incontro sia stato un colpo di fortuna, fortuna che spesso ha un ruolo determinante anche nel nostro lavoro. Non tutto è scienza, spesso abbiamo bisogno anche di un “tocco magico” e tanta fortuna. Grazie a questo ho potuto passare per tutti i gradi della carriera zootecnica, invece i più grandi successi allevatoriali nascono nella testa ma si realizzano nel maneggio, nella scuderia, con una buona organizzazione del lavoro. Michalow doveva essere un “porto” per lo stage invece è diventato tutta la mia vita e malvolentieri mi allontano da questo porto – credo di non essere un buon marinaio.

AHJ: Why horses, of all things, and why Michalow? The horse has always been my chosen animal. As a child I had my first approach with horses in the riding grounds in the Park where my father worked. I spent my University stages in Liski i Posadow and at the end, after spring review, I went to the ring in Wroclaw where I met the Studs Directors, Messrs. Krzysztalowicz and Jaworowski, and asked to go there for my post-degree stage. In Janow there was no space left, but Director Jaworowski told me: "Come anyway, we’ll fix you somehow ". So I went there for the stage and never left. I’ve always considered that as a stroke of good luck, luck which often has a determining role even in our work. It’s not just about science, we often need also that “magic touch” and a lot of good luck too. Thanks to all that, I have gone through all levels of my zoo-technical career, while all major breeding successes are born in the brain but realized on the riding grounds and in the stables, by means of a good work organization. Michalow should have been only a safe “haven” for the stage, instead it has become all my life and I unwillingly leave this harbour – I guess I am not a good sailor.

I Arabian Horse JOURNAL I December


For AHJ Iwona Monika Kwiatkowska AHJ: Scuderie Michalow oggi significa qualità, bellezza. I vostri cavalli ottengono i più alti riconoscimenti nelle Rassegne in tutto Mondo. Ma all'inizio questo successo non era così scontato. J.B. Nel 1953 a Michalow arrivarono i cavalli dalle scuderie di Klemensow e Posadow, cavalli reimportati dalla Germania nel 1947 tra i quali oltre ai nostri - nati a Janow Podlaski - anche una parte dei cavalli allevati a Babolna. Si disse che le scuderie Michalow si stavano orientando verso le linee Saklavi ed in parte era vero. A Klemensow fu selezionata proprio la linea di tipo Saklavi mentre a Albiglwa e Nowy Dwor più linee Kuhailan. La nazionalizzazione dei beni privati in Polonia ha per-

AHJ: Michalow Studs today means quality and beauty. Your horses obtain the highest praises in Shows the world over. But initially such a success was not so obvious or expected. J.B. In 1953 we received in Michalow the horses from Klemensow and Posadow Studs, horses re-imported from Germany in 1947 and among those there were our own – born in Janow Podlaski – and also some of the horses bred in Babolna. Some said at the time that Michalow Studs were orienting themselves to Saklavi bloodlines, and this was partially true. In Klemensow in fact exactly the Saklavi-type line was selected, while in Albiglwa and Nowy Dwor we had several

Mr. Mutlaq Bin Mushrif - Mrs. Francesca Messina - Mr. Jarzy Bialoblok - Mr. Marek Trela - Mr. Abdul

44 45


AH I n te r v i ew B i a l o b o k messo di collocare i cavalli arabi in aree ben specifiche ed ottimali per l'allevamento di questa razza. Michalow ha un microclima specifico e un terreno adatto all'allevamento del cavallo orientale. Nel primo trasporto, il 17 ottobre del 1953, sono arrivate 21 fattrici e 18 puledri, più tardi 8 cavalle dalla pista di Wroclaw. La fattrice Miriam era già residente a Janow dal 1950. Furono proprio queste cavalle ed i loro puledri a dare inizio a questa “grande avventura”. Sicuramente Michalow non sarebbe oggi quello che è se non ci fosse stato il duro, ma molto proficuo lavoro, del Direttore Ignacy Jaworowski che arrivo da Klemensow insieme con primo gruppo dei cavalli. Come Michalow portò fortuna a Ignacy Jaworowski così Ignacy Jaworowski fu una benedizione per Janow. Lui, dotato di un gran talento allevatoriale, determinazione, ed intuizione, ha creato un gruppo di fattrici mai viste in altre parti del Mondo. In poco tempo ha conquistato i ring nazionali ed internazionali. Ha creato una invidiabile base genetica che funziona ancora oggi. Ignacy Jaworowski fu non solo un eccellente allevatore, ma anche un ottimo "scopritore di uomini e talenti. Dal primo giorno di lavoro ha cercato di organizzare un gruppo affiatato di persone appassionate del

I Arabian Horse JOURNAL I December

Kuhailan lines. Nationalization of private assets in Poland allowed us to place Arabian Horses in specific areas, optimal for breeding this race. Michalow has a perfect specific microclimate and a soil ideal to breed Arabian/Eastern horses. In the first lot, on 17 October 1953, 21 mares and 18 foals arrived, and later 8 mares from Wroclaw. The mare Miriam already resided in Janow since 1950. Exactly these mares and their colts gave a beginning to this “great adventure”. Surely Michalow would not be today what it is without the hard, but very productive, work of Director Ignacy Jaworowski who came here from Klemensow together with the first horses’ lot. Just as Michalow brought good luck to Ignacy Jaworowski, so Ignacy Jaworowski has been a blessing for Janow. He, gifted with great breeding talent, determination and intuition, created a group of mares the World has never seen the like. In a short time it conquered national and international rings. He created an enviable genetic base that works even today. Ignacy Jaworowski was not just an excellent breeder, but also a fantastic "discoverer” and developer of men and talents. From the very first day at work, he tried to create a well integrated


loro lavoro. Il primo gennaio del 1969 è arrivata a Michalow mia moglie, Urszula Laufersweiler- Bialobok, io il 17 agosto del 1977 e successivamente altri collaboratori. Insieme abbiamo iniziato la nostra strada.

group of people enthusiastic about their work. On the 1st January 1969 my wife, Urszula Laufersweiler-Bialobok, arrived in Michalow, then I did on 17 August 1977, and later other collaborators. Together we started on our path.

AHJ: Michałów oggi è un luogo con un'alta reputazione nel Mondo, ma tutti sappiamo anche che a Michalow non si producono cavalli, i cavalli si amano. Ci descriva i cavalli di Michalow. Oggi abbiamo 130 fattrici rappresentanti 11 linee materne e, complessivamente, 440 cavalli. La più famosa, ma anche più ampia numericamente è la linea della fattrice *Milorodka, nata nel 1810 a Slawuta. A Michalow fu rappresentata da *ESTOKADA nata a Klemensow e successivamente importata. Praticamente tutto è cominciato proprio da questa cavalla. Oggi il nome *Milorodka riporta direttamente a cavalle quali *EMIGRACJA, *EMIGRANTKA, *EMANACJA, *EL DORADA, *EMANDA, *EMMONA, *EMBRA e tante altre. Molto vasta e bella e anche la linea Gazel-

AHJ: Michałow is today a place well reputed all over the World, but we also know that in Michalow horses are not just produced, horses are loved. Describe for us Michalow horses. We have today 130 Mares representing 11 breeding lines and all together 440 horses. The most famous, but also numerically most important, is the bloodline of the mare *Milorodka, born in 1810 in Slawuta. In Michalow she was represented by *ESTOKADA, born in Klemensow and later imported. Practically everything started from that mare. Nowadays the name *Milorodka directly recalls mares such as *EMIGRACJA, *EMIGRANTKA, *EMANACJA, *EL DORADA, *EMANDA, *EMMONA, *EMBRA and so many others. Very numerous

46 47


AH I n te r v i ew B i a l o b o k la; *GASKONIA, *KWESTURA, *PALANGA, *MATA HARI, *PRUDENCJA sono solo alcune delle sue dirette discendenti. Dopo la liquidazione delle scuderie Kurozweki è ritornata a Michalow la linea Mlecha, ben rappresentata da *TRIPLA. Stiamo iniziando ad allargare la linea Adjuze grazie a *BRANDY importata a Janow Podlaski. Avevamo anche una gran fortuna nella scelta dei riproduttori come l'indimenticabile *EUKALIPTUS "padre" indiscusso della nostra produzione. Le sue figlie fino oggi fanno parte del gruppo di migliori riproduttrici. Altro grande riproduttore è *Monogramm, ha trasmesso tipo e finezza alle cavalle di Michalow apprezzate nei ring di tutto Mondo. Il gruppo più vasto a Michalow è rappresentato dai nipoti di *Monogramm e dalle figlie di *Ekstern che ci ha fatto cominciare un nuovo millennio con una serie di vittorie nei ring Mondiali. Certo, questo non è tutto, siamo sempre alla ricerca di nuove soluzioni, stiamo sperimentando nuovi accoppiamenti con riproduttori di sangue egiziano.

Qatar Foundation Team - Jarzy Bialobok

I Arabian Horse JOURNAL I December

and just as beautiful was also the Gazella lineage; *GASKONIA, *KWESTURA, *PALANGA, *MATA HARI, *PRUDENCJA are just a few of her direct descendants. After Kurozweki Studs winding up, the Mlecha line came back to Michalow, as well represented by *TRIPLA. We are now starting to enrich the Adjuze line thanks to *BRANDY, imported to Janow Podlaski. We also had incredibly good luck choosing sires, we had some like the unforgettable *EUKALIPTUS, unquestionably the "father" of our production here. His daughters are still now in the best group of breeders. Another great sire is *Monogramm, who gave Michalow mares the strength and refinement that make them appreciated in Rings throughout the World. The largest group here in Michalow is represented by *Monogramm “grandchildren” and by *Ekstern daughters, which group has got us start the new millennium with a series of victories in Rings the world over. Sure, this is not everything, we are forever looking for new solutions, and we


AHJ: Al di la dei successi, cosa altro ha ottenuto dal lavoro a Michalow? Umiltà e pazienza, ecco cosa ho imparato in tutti questi anni, quello che dovrebbe avere un allevatore di cavalli. Sono poche le cose che succedono così come le abbiamo progettate, la natura detta le sue leggi, e noi possiamo solo guardare senza poter influire. C'è molto da aspettare per vedere i frutti del proprio lavoro e spesso c'è da mandare giù parecchie sconfitte. A me la gioia più grande viene da ogni nuovo puledro nato sano, quando ho una buona stagione delle nascite senza incidenti, dai primi passi in pista dei giovani, dalla tranquillità e dal benessere dei nostri vecchietti. Questo che mi rende felice più di qualunque altra cosa. AHJ: Cosa le da più soddisfazione, da cosa prende le forze per portare avanti questo duro impegno? La primavera, si, proprio la primavera e la speranza di avere buone nascite. Un'altra grossa spinta mi è data dalla nostra stabilità finanziaria, dalla nostra equipe, dalla posizione di leader tra gli allevamenti e aziende agricole in Polonia e non solo per quanto riguarda i cavalli, ma anche nell'allevamento di mucche di razza Jerseey, siamo il migliore allevamento in Polonia. Ho sempre lavorato per rendere Michalow multifunzionale e per far si che ogni settore sia ad un livello alto. Solo così possiamo passare tra crisi del mercato e incidenti vari lungo il percorso. Solo le persone estremamente ricche possono permettersi di mantenere un allevamento per la sola voglia di possedere dei cavalli; tutti altri devono renderlo remunerativo. Le inspirazioni migliori nascono quando, seduto sullo steccato del paddock, guardo i cavalli che pascolano tranquilli, o mentre sto passeggiando con mio cane in mezzo ai box ricordando il giorno in cui sono nati quegli stessi cavalli che oggi fanno le mamme o i padri. Nel ribadirle quanto sia stato piacevole ed illuminante questa chiacchierata con lei , da parte nostra, dei lettori ed allevatori, vorrei augurarle tranquillità, certezza nell'impegno allevatoriale e tanti, tanti, tanti altri successi .

are experimenting now with new crossbreeding with Egyptian blood sires. AHJ: Over and above success, what else have you got out of your work in Michalow? Humility and patience, this is what I have learned over these long years, what any horse breeder should have. Very few are the things that happen just as we planned them, nature dictates its own rules, and we can just watch, there is no chance to influence the course of events. One has to wait a long time to see the fruits of his work and you often have to swallow many a defeat. For me the greatest joy is every new foal born healthy, a good foaling season without accidents, the first steps of young horses in the Ring, the peace and wellbeing of our “granddads”. This is what makes me happier above all else. AHJ: What gives you the most satisfaction, where do you get your force from, to carry forward such an exhausting charge? From springtime, yes, exactly springtime and the hope it brings to have good births. Another powerful push comes from our financial stability, from our team, from the leading position we have among breeders and agricultural concerns in Poland and this not just in horses, but even in the breeding of Jersey cows, we are the best stud in Poland. I have always worked to make Michalow multi-functional and to bring each sector to a level of excellence.This is the only way we can go through market crises and the various incidents one encounters along the way. It is only very rich people who can afford to have a stud farm for just the pleasure of owning horses; everybody else has to make it profitable. The best ideas come to me when, sitting on the paddock fence, I look at the horses feeding quietly, or while I am walking through the boxes with my dog, remembering the day those same horses now playing “mum” or “dad” were born. While thanking you again for this little chat, enjoyable and very illuminating, I would like to wish you, from us and all our readers and breeders, peace, certainty in your breeding efforts and many, many, many successes yet.

48 49


I Arabian Horse JOURNAL I December


51 51


I Arabian Horse JOURNAL I December


53 53


I Arabian Horse JOURNAL I December


55 55


I Arabian Horse JOURNAL I December


57 57


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

Arabian Horses

Italian National Ecaho-Anica

Championship for purebred

Città Castello di

10-11-12 September 2010 Francesca Messina

Nel secondo fine settimana dello scorso settembre, nell'oramai storica sede della fiera di Città Di Castello, si è tenuto l'atteso campionato nazionale del P.S.A., preceduto dalla manifestazione dedicata al cavallo arabo puro egiziano. L'evento è stato organizzato con puntualità dal collaudato team dell'Associazione Mostra Nazionale Del Cavallo che ha al suo vertice il dr. Angelo Capecci. La sua competenza e la sua proverbiale disponibilità hanno contribuito all'ot-

I Arabian Horse JOURNAL I December

During the second weekend of last September month, in what is by now the historical site of Città di Castello Fair, the eagerly awaited national championship for PureBred Arabians has been held, preceded by the show dedicated to the Pure Egyptian Arabian Horse. The event was punctiliously organized by the wellproven team of the Association National Horse Show (Associazione Mostra Nazionale Del Cavallo) headed by Dr. Angelo Capecci. His expertise and proverbial


tima riuscita di questa manifestazione cosÏ importante nel panorama del cavallo in generale, in quello arabo in particolare. L'ambientazione, quest'anno ha visto alcune modifiche che hanno abbellito l'impatto visivo sia all'ingresso che all'interno dei padiglioni. Davvero tutto ben curato ed organizzato. Complimenti all'intero staff che l'ha reso possibile. Se vogliamo fare un appunto, l'unica cosa che si può

helpfulness have contributed in no small measure to the excellent outcome of this exposition so important in the universe of the Horse in general, and of the Arabian in particular. The setting saw some modifications this year, which have definitely improved the visual impact of both the entrance and the interior of the pavilions. Everything really well thought out and realized. Kudos to the whole staff who made it possible.

58 59


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

Cristian Da Pos

Mr.Tomasz Tarcynski Judge Nat. C

I Arabian Horse JOURNAL I December

obiettare è l'impianto d'illuminazione interno al nostro ring di gara, se fosse potenziato nelle prossime edizioni sarebbe preferibile. Anche meteorologicamente quest'anno tutto è andato per il meglio con belle giornate di sole che hanno rallegrato ulteriormente l'ambiente. Alcune esibizioni hanno dato l'idea di quanto sia polivalente il cavallo arabo, con Jessica Pambianco, Cristian Da Pos, il cavaliere di endurance Nicola Mearelli ed altri. Oltre a dare l'idea di quante soddisfazioni può dare lavorare con il pro-

We would just like to suggest that the lighting inside the competition ring could certainly benefit from being strengthened for future editions. Even weather-wise this year everything went very well, with nice sunny days making the whole scene more joyful and enjoyable. Some exhibitions demonstrated how multitalented the Arabian can be, with the participation of Jessica Pambianco, Cristian Da Pos, the endurance rider Nicola Mearelli and others. Besides suggesting how satisfying it might be


Cristian Da Pos

prio cavallo sfata il mito - errato - che l'arabo sia poco equilibrato o poco adatto al lavoro, insomma, una bella statuina da morfologia. Nulla di più differente dalla realtà. Il cavallo arabo, in origine, è nato per vivere in simbiosi con il proprietario, condividendo qualsiasi esperienza in un ambiente difficile come il deserto, in guerra, a caccia, come mezzo di trasporto. Come potrebbe essere poco adatto alle più disparate discipline? Non potrà mai eccellere nelle discipline per cui altri equidi sono stati selezionati ma non lo rende per questo inadatto.

to work with one’s horse, it dispels the – wrong ! myth that the Arabian is possessed of scarce equilibrium or is badly suited to work, as if it were a purely aesthetically pleasing object. Nothing could be farther from the truth. The Arabian horse, since its origin, was born to live symbiotically with its owner/rider, sharing with him any experience in a difficult environment like only the desert can be, fighting, hunting or merely traveling. How could it ever be badly suited to the various disciplines of sport? It will never be able to compete in some disciplines other

Ivo Ludi (Vicepresident Anica) - Cristian Moschini - Ring Master

Anica's President - Ing. Marco Pittaluga

60 61


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

Giuria Nazionale Internazionale Staff Anica organizzazione - National and International Jury and staff Anica - Organization

Mrs. Simona Eva and Mirjam Boschini Anica's secretary

I Arabian Horse JOURNAL I December

Questa edizione prevedeva lo svolgimento di due eventi. Il primo ha visto gareggiare tra loro i purosangue arabi di pura linea egiziana. La giuria demandata era composta dal dr. vet. Gianmarco Aragno dall'Italia, dalla sig.ra Sharzad Amir Aslani dall'Iran e dal sig. Tomasz Tarcynski dalla Polonia. In qualità di responsabile il sig. Walter Betti, sempre cordiale e disponibile. Non erano molti i soggetti iscritti alle quattro categorie previste ma non per questo è mancata la qualità. Per le puledre il primo posto è stato con-

horses were selected and bred for, but this doesn’t make it unsuitable. This year edition included two events. The first one saw the competition of Pure Egyptian Arabian Pure-Bred. The jury in charge was composed by Dr. Vet. Gianmarco Aragno from Italy, Mrs. Sharzad Amir Aslani from Iran and Mr. Tomasz Tarcynski from Poland. Responsible for the event was Mr. Walter Betti, always cordial and helpful. The specimen enrolled for the four categories in the programme were not extremely numerous, but


quistato dalla bella *Jassara (Al Whaid El Dine x True Baressa) presentata da Giacomo Capacci, allevata e di proprietà del sig. Santo Cracchiolo. Secondo posto per *The Colour (True Colours x El Laur Shakira Star) presentata da Diego Zoppellaro e di proprietà dell'Arabian Stars, mentre al terzo posto si è classificata *Sharm DS (Royal Colours x Shagara DS), presentata da Paolo Capecci e di proprietà dell'Allevamento El Shagara. La gara dei puledri maschi ha registrato un parimerito - 113 punti - nei primi tre posti. Il podio è stato deciso dalla differenza del punteggio in tipicità. Primo *Frasera Dubai (Phaaros x Frasera Mashara), presentato da Paolo Capecci e di proprietà del

this has not affected quality in any way. For the Fillies, first place was conquered by the beautiful *Jassara (Al Whaid El Dine x True Baressa) presented by Giacomo Capacci, bred and owned by Mr. Santo Cracchiolo. Second place went to *The Colour (True Colours x El Laur Shakira Star) presented by Diego Zoppellaro and owned by Arabian Stars, while the third slot was occupied by *Sharm DS (Royal Colours x Shagara DS), presented by Paolo Capecci and owned by Allevamento El Shagara. The Colts competition yielded an ex aequo – with 113 points – for the first three positions. The podium was decided on the basis of the score for Type. First

AG Sheikhoman - Cat. 1A Class 1° pl Year Colts - O: AG Nobel Arabians

62 63


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

Magic Magnifique - Cat. 1B Class 1 Year 1° pl Colts - O: Fontanella Clementina

dr. Francesco Santoro, secondo *Aragia Almizar (Al Adeed Al Shaqab x Al Yazeera) presentato da Giacomo Capacci e di proprietà del sig. Gianluca Filippi Coccetta mentre al terzo posto si è attestato *HA Assad Al Kabeer (Frasera Ramses Shah x Alisha) presentato da Luca Oberti e di proprietà dell'Azienda Agricola della sig.ra Manuela Re. Le due fattrici partecipanti hanno comunque ben rappresentato la loro categoria. Autrice di un ottimo show guadagna il podio la bella *Gioia APS (Ansata Sinan x BSA Nadiaa) presentata da Angelo Teobaldelli e di proprietà di Paolo Teobaldelli mentre al secondo posto si è classificata *Alfabia Mameluka (ZT Faa'iq x Taghira B)

I Arabian Horse JOURNAL I December

was *Frasera Dubai (Phaaros x Frasera Mashara), presented by Paolo Capecci and owned by Dr. Francesco Santoro, second *Aragia Almizar (Al Adeed Al Shaqab x Al Yazeera) presented by Giacomo Capacci and owned by Mr. Gianluca Filippi Coccetta while third position was awarded to *HA Assad Al Kabeer (Frasera Ramses Shah x Alisha) presented by Luca Oberti and owned by Azienda Agricola of Mrs. Manuela Re. The two participating mares represented very well their category, reduced participation notwithstanding. Thanks to an excellent show the beautiful *Gioia APS (Ansata Sinan x BSA Nadiaa) presented by Angelo Teobaldelli and owned by Paolo Teobaldel-


TF Colours - Cat. 2 Class 2 Year 1° pl Colts - O: Francesco Tripodi

presentata da Luca Oberti e di proprietà dell'Az. Agr. San Pietro del sig. Paolo Damilano. Nella categoria stalloni ottima la prestazione del recente vincitore del "Best Straight Egyptian" alla prima edizione della Prague Intercup, *OR Ibn Halim (Halim Raquim x Bint Masuya) presentato da Paolo Capecci e di proprietà dell'Allevamento Ol Ri' del sig. Fausto Scanzi. Seconda posizione per *Al Nabat (Al Maraam x Fardos Nabati), presentato da Giacomo Capacci e di proprietà del sig. Angelo Teobaldelli. Terza posizione per *Giorzal (Shirzal LM x Gioia APS) presentato e di proprietà di Angelo Teobaldelli. Solo tre le partecipanti all'unica categoria futurity, quella delle femmine.

li took first place, while second was *Alfabia Mameluka (ZT Faa'iq x Taghira B) presented by Luca Oberti and owned by Azienda Agricola San Pietro of Mr. Paolo Damilano. In the Stallions category, simply outstanding was the performance of the recent winner of "Best Straight Egyptian” in the first edition of the Prague Intercup, *OR Ibn Halim (Halim Raquim x Bint Masuya) presented by Paolo Capecci and owned by Allevamento Ol Ri' of Mr. Fausto Scanzi. Second position on the podium for *Al Nabat (Al Maraam x Fardos Nabati), presented by Giacomo Capacci and owned by Mr. Angelo Teobaldelli. Third position for *Giorzal (Shirzal LM x Gioia APS)

64 65


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly Prima posizione per *Je Taime Star (Ansata Shamis x El Laur Shakira Star) di proprietà dell'Arabian Stars, seconda posizione per *Astrea El Nile (Ibn El Nile RHM x Alisha El Nile) allevata e di proprietà del sig. Luigi Chiarella mentre al terzo posto si è attestata *CL True Love (True Colours x Tifflah El Zaid) della sig.ra Cristina Malvestiti. Per quel che riguarda il campionato nazionale, la giuria era composta dal sig. Koenraad Detailleur (B), dalla sig.ra Silvia Garde-Ehlert (D), dal sig Mark Ismer (D) che calca da relativamente poco le orme del più noto padre, dal sig. Willy Poth (F) e dal sig. Ali Shaarawi (EGY). Bene anche lo staff tecnico che si è avvicendato

AG Shalom - Cat. 3 Class 3 Year 1° pl Colts - O: Sovreco SPA

I Arabian Horse JOURNAL I December

presented and owned by Angelo Teobaldelli. Just three were the competitors for the one Futurity category, that of Fillies. First position for *Je Taime Star (Ansata Shamis x El Laur Shakira Star) owned by Arabian Star, second place for *Astrea El Nile (Ibn El Nile RHM x Alisha El Nile) bred and owned by Mr. Luigi Chiarella whilst third place went to *CL True Love (True Colours x Tifflah El Zaid) of Mrs. Cristina Malvestiti. As far as the National Championship is concerned, the Jury was composed by Mr. Koenraad Detailleur (B), Mrs. Silvia Garde-Ehlert (D), Mr. Mark Ismer (D) who recently started following the same path as his more famous Father, Mr. Willy Poth (F) and Mr. Ali


in questa bella due giorni umbra, il sig. Ivo Ludi -Vice Presidente ANICA e il sig. Cristian Moschini in qualitĂ di giudici di campo, dai sigg. Roberto Ceccaroni e Paolo Tobaldelli e dalla sig.ra Marina Pasquali nel ruolo di Commissari Disciplinari. Ottimo il lavoro svolto dallo staff ANICA, le sig.re Mjriam Boschini e Simona Eva e dalla dr.sa Laura Mascagna. Al coordinamento tecnico dello show il sig. Willy Luder, per chi non lo sapesse, Presidente E.C.A.H.O. Buona la presenza degli iscritti alla categoria Futurity. Per le femmine primo posto per *Surprice Dell'Oasi (Wagner x Astronomika) del sig. Domenico Ciceroni, secondo posto per *Hypnotic Star (Hannibal By Gioia

Shaarawi (EGY). Well done also to the technical staff which took turns in this very nice two-days in Umbria, Mr. Ivo Ludi, ANICA Vice President, and Mr. Cristian Moschini as field Judges, Messrs. Roberto Ceccaroni, Paolo Tobaldelli and Mrs. Marina Pasquali as Ombudsmen. Excellent also the work done by ANICA staff, Mrs. Mjriam Boschini, Mrs. Simona Eva and Dr. Laura Mascagna. The Show Technical Supervision was in the hands of Mr. Willy Luder, for the few who might not know, E.C.A.H.O. President. Good numbers graced the category Futurity. For the Fillies, first place went to *Surprice Dell'Oasi (Wagner x Astronomika) owned by Mr. Domenico Ciceroni, se-

Siluen By Justice - Cat. 4A Class 1 Year Fillies - O: Gianenrico Scaroni

66 67


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

Althea - Cat. 4B Class 1 Year 1° pl Fillies - O: Manuela Re

SA Minerva - Cat. 6 Class 3 Year 1° pl Fillies - O: Angelo Scipioni

I Arabian Horse JOURNAL I December


Marriana - Cat. 5 Class 2 Year 1° pl Fillies - O: Caterina Guarino

x Lucky's Majarra) dell'Arabian Stars. Terzo posto per *Astrea El Nile (Ibn El Nile RHM x Alisha El Nile) del sig. Luigi Chiarella. Per i maschi, primo e secondo posto per due prodotti del noto *Aja Santana, parliamo di *Hollywood Star (x Aidha Star) e di *Las Vegas Star (x Magic Ambra), entrambi dell'Arabian Stars, mentre al terzo posto si è classificato *TF Fares (WH Justice x Dulcia) dell'Azienda Agricola del dr. Francesco Tripodi. Per il campionato nazionale c'è da registrare l'ottima prova nella categoria puledre, prima, e la conferma

cond position to *Hypnotic Star (Hannibal By Gioia x Lucky's Majarra) owned by Arabian Stars. Third place for *Astrea El Nile (Ibn El Nile RHM x Alisha El Nile) owned by Mr. Luigi Chiarella. Among the Colts, first and second place for two products of the well-known *Aja Santana, namely *Hollywood Star (x Aidha Star) and *Las Vegas Star (x Magic Ambra), both owned by Arabian Stars, while in third position was *TF Fares (WH Justice x Dulcia) owned by Azienda Agricola of Dr. Francesco Tripodi.

68 69


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly del suo stato di grazia con la vittoria della medaglia d'Oro, poi, della bella *Althea (Ajman Moniscione x Naama Della Vigna) che con i suoi tre venti in tipicità e altrettanti in testa/collo ha staccato di quasi dieci punti la sua diretta inseguitrice in categoria. Althea è stata ottimamente presentata da Luca Oberti. Medaglia d'Argento per un'altra splendida puledra, la grigia *SA Minerva (Royal Colours x Cicilla), allevata e di proprietà del sig. Angelo Scipioni e presentata da Diego Zoppellaro mentre la medaglia di Bronzo è stata appannaggio di *Marriana (Marwan Al Shaqab x G Silver Rain) della sig.ra Caterina Guarino e presentata da Giacomo Capacci.

In the National Championship, we must underscore the outstanding performance in the Fillies category first and the confirmation of her state of grace later, with the victory and Gold medal, of the beautiful *Althea (Ajman Moniscione x Naama Della Vigna), which, with three scores of twenty points in Type and just as many in Head/Neck, left her nearest opponent in the category behind by almost ten points. Althea was excellently presented by Luca Oberti. Silver Medal for another splendid filly, the gray *SA Miner va (Royal Colours x Cicilla), owned and bred by Mr. Angelo Scipioni and presented by Diego Zoppellaro, while the Bronze medal was awarded

CF Shamila - Cat. 7 Class 4-6 Year 1° pl Mares - O: Francesca Tomasi

I Arabian Horse JOURNAL I December


Grisenda Chandra - Cat. 8 Class 7-9 Year Mares Gold Medal - O: Az. Agr. Montecucco

Per la categoria puledri la medaglia d'Oro è stata vinta dall'estremo *Magic Maquifique (True Colours x Magic Mon Amour) presentato da Paolo Capecci e di proprietà di Fontanella Magic Arabian. Medaglia d'Argento per *AG Shalom (WH Justice x Oh My Shai) presentato da Giacomo Capacci e di proprietà della Sovreco SPA mentre la medaglia di Bronzo è stata vinta da *TF Colours (Royal Colours x Nuk Serondella), presentato da Giacomo Capacci e di proprietà del sig. Tripodi Francesco dell'omonima azienda agricola. La medaglia d'Oro fattrici è stata vinta dalla grigia *CF Shamila (Moroc x AG Samsarah), presentata da Pa-

to *Marianna (Marwan Al Shaqab x G Silver Rain) owned by Mrs. Caterina Guarino and presented by Giacomo Capacci. In the Colts category the Gold medal was won by the superb *Magic Maquifique (True Colours x Magic Mon Amour) presented by Paolo Capecci and owned by Fontanella Magic Arabian. Silver medal for *AG Shalom (WH Justice x Oh My Shai) presented by Giacomo Capacci and owned by Sovreco SPA, while the Bronze medal was won by *TF Colours (Royal Colours x Nuk Serondella), presented by Giacomo Capacci and owned by Mr. Tripodi Francesco of the Azienda Agricola with the same name. The Mares Gold medal was won by the grey *CF Sha-

70 71


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

MA Scarlet - Cat. 9 Class 10 Year and beyond 1° pl Mares - O: Maria Ferraroni Annaratone

olo Capecci e di proprietà della sig.ra Francesca Tommasoni. Medaglia d'Argento per *MA Scarlet (Hadidi x Mistyc Image) presentata da Paolo Capecci e di proprietà della sig.ra Maria Annaratone Ferraroni, che torna alle gare dopo 16 anni di "pausa" ottenendo questo bel podio Medaglia di Bronzo per *Grisenda Chandra (WH Justice x Garidah) presentata da Diego Zoppellaro e di proprietà dell'azienda agricola Montecucco della sig.ra Gloria Gatti. La bella rappresentativa degli stalloni si è data battaglia esaltando il nutrito pubblico del pomeriggio domenicale. Bella vittoria del titolo di campione Italiano

I Arabian Horse JOURNAL I December

mila (Moroc x AG Samsarah), presented by Paolo Capecci and owned by Mrs. Francesca Tommasoni. Silver medal for *MA Scarlet (Hadidi x Mistyc Image) presented by Paolo Capecci and owned by Mrs. Maria Annaratone Ferraroni, Maria Ferraroni Annaratone who is back to the competitions after 16 years getting this excellent podium and finally Bronze medal for *Grisenda Chandra (WH Justice x Garidah) presented by Diego Zoppellaro and owned by the Azienda Agricola Montecucco of Mrs. Gloria Gatti. The very nice Stallions delegation engaged in a tight competition, raising enthusiasm among the large audience present on Sunday afternoon. Well deserved then was


e medaglia d'Oro per il bel grigio *TS Apolo (TS Don Brave x Fairness FHP), egregiamente presentato da Luca Oberti e di proprietà dell'Aretusa Arabians Team del sig. Giuseppe Palumbo, medaglia d'Argento per *Om El Bendigo (Sanadik El Shaklan x Om El Beneera) presentato da Giacomo Capacci e di proprietà dell'Arabian Stars mentre la medaglia di Bronzo ed il premio per la testa più bella dello show sono stati appannaggio del bel grigio *SDP Taylor (Travis MSC x SH Enchantress) di proprietà del sig. Marco Franchini. A parte qualche colpo di scena, come il ritiro proprio in mezzo al campo durante la presentazione di un cavallo, che peraltro stava effettuando un'ottima prova

the victory of the Italian Champion title and Gold medal for the very handsome gray *TS Apolo (TS Don Brave x Fairness FHP), egregiously presented by Luca Oberti and owned by Aretusa Arabians Team of Mr. Giuseppe Palumbo, Silver medal for *Om El Bendigo (Sanadik El Shaklan x Om El Beneera) presented by Giacomo Capacci and owned by Arabian Stars, while the Bronze medal and the prize for the best Head in Show were awarded to the nice gray *SDP Taylor (Travis MSC x SH Enchantress) owned by Mr. Marco Franchini. Aside from some coup de theatre, like the withdrawal, from right in the middle of the Ring, of a horse that however was putting up an excellent performance with very

AB Jamil La Piana - Cat. 10 Class 4-6 Year 1° pl Stallions - O: Mauro Morelli

72 73


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly

TS Apolo - Cat. 11 Class 7-9 Year 1° pl Stallions - O: Aretusa Arabians Team

Surprice Dell´Oasi - Cat. Futurity 1° pl Female - O: Domenico Ciceroni

I Arabian Horse JOURNAL I December

Hollywood Star - Cat. Futurity 1° pl Male - O: Arabian Stars


OM EL Bendigo - Cat. 12 Class 10 Year and beyond 1° pl Stallions - O: Arabian Stars

con ottimo movimento, lo show è stato gradevole. Alcuni risultati non sono stati capiti e ci sono state delle differenze tra i giudizi dei giudici, secondo la tradizione di ogni buono show. Svariati possono essere i motivi per cui questo accade, comunque sia, qualunque siano le cause, i cavalli devono gareggiare nelle competizioni, perché questo fa' bene al nostro PSA. Le contestazioni non si fanno nel "nascosto" delle tribune ma con esposti, qualora ci siano gli estremi e non è questo il caso. Anche i campioni del mondo hanno spesso delle giornate no! Speriamo che la prossima edizione registri un incremento dei partecipanti nell'ottimo scenario della Fiera di Città di Castello.

good gait, the show was quite enjoyable. Some results were not understood and the judges had differing judgments in some cases, as is tradition for any good show. Several can be the reasons for this to happen, but however it is, whatever the causes, horses must participate to competitions, because this will eventually improve our Pure Bred Arabian. Complaints should not be "hidden" in the grandstands but officially submitted, if they can be substantiated, and this is not the case of these Championships. Even World Champions often have no-no days! We do hope that next edition will bring an increase in number of participants in the wonderful scenery of the Città di Castello Fair.

74 75


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly - E g y p t i a n E ve n t

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Jassara - O: Santo Cracchiolo

BRONZE MEDAL • Sharm DS O: El Shagara

SILVER MEDAL • The Colour O: Arabian Stars

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Frasera Dubai - O: La Frasera

BRONZE MEDAL • HA Assad AL Kabeer O: Manuela Re

SILVER MEDAL • Aragia Almizar O: Gianluca Filippi

76 77


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly - E g y p t i a n E ve n t

Championship Mares

GOLD MEDAL • Gioia APS - O: Gianpaolo Teobaldelli

SILVER MEDAL • Alfabia Mameluka O: Paolo Damilano

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • OR Ibn Halim - O: Ol Rì

BRONZE MEDAL • Giorzal O: Angelo Teobaldelli

SILVER MEDAL • AL Nabat O: Gianpaolo Teobaldelli

78 79


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly - E g y p t i a n E ve n t

ChampionshipFuturity Female

GOLD MEDAL • Je Taime Star - O: Arabian Stars

BRONZE MEDAL • CL True Love O: Cristina Malvestiti

SILVER MEDAL • Astrea El Nile O: Luigi Chiarella

I Arabian Horse JOURNAL I December


Best Head

CHAMPION • SDP Taylor - O: Marco Franchini

Best in Show

CHAMPION • Althea - O: Manuela Re

80 81


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly - N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Althea - O: Manuela Re

SILVER MEDAL • SA Minerva O: Angelo Scipioni

Top Five I Arabian Horse JOURNAL I December

BRONZE MEDAL • Marriana O: Caterina Guarino

Lulua Al Bayt - O: Giuseppe Cellini

Siluen By Justice - O: Gianenrico Scaroni


Championship Colts

GOLD MEDAL • Magic Maquifique O: Clementina Fontanella

SILVER MEDAL • AG Shalom O: Sovreco SPA

Top Five

BRONZE MEDAL • TF Colours O: Az. Agr. Tripodi Francesco

GS Dahab - O: Salvatore Graffato

AG Sheikhoman - O: AG Nobel Arabians

82 83


AH C i tt à D i C a s te l l o - I t a ly - N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Championship Mares

GOLD MEDAL • CF Shamila O: Francesca Tomasoni

SILVER MEDAL • MA Scarlet O: Maria Ferraroni A.

Top Five I Arabian Horse JOURNAL I December

BRONZE MEDAL • Grisenda Chandra O: Az. Agr. Montecucco

IM Hypnotic Chatare - O: Maria Ferraroni Annaratone

Adonia BPA - O: Daniele Lobello


Championship Stallions

GOLD MEDAL • TS Apolo - O: Aretusa Arabians Team

SILVER MEDAL • OM EL Bendigo O: Arabian Stars

Top Five

BRONZE MEDAL • SDP Taylor O: Marco Franchini

AB Jamil La Piana - O: Mauro Morelli

M.M. Fabrizio - O: Az. Agr. Tripodi Francesco

84 85


AH D av i d e M a r i a n i

Davide Mariani: la forza della passione Davide Mariani: the power of passion. Photo Royal Jafaar Stud by Javan Furioso Farm by Jeffrey Bloom - Haras Royal Stud, Haras Royal Bouznika e Anwar Bouznika by Sara Dall'Asta - Las Vegas by Stuard Westy

Chi non conosce, almeno per sentito dire, Davide Mariani, fosse anche solo per la sua inconfondibile risata e per la sua innata simpatia. Data la sua grande passione per il cavallo arabo che l'ha portato a intraprendere le più svariate esperienze in giro per il mondo, abbiamo ritenuto doveroso proporvi la simpatica "chiacchierata" avuta durante lo show ad El Jadida, in Marocco, terra che lo vede impegnato in una nuova ed interessante sfida. La sua passione nasce da piccolissimo, all'età di cinque anni circa, grazie allo zio Tobia che possedeva una scuderia con dei cavalli tra cui una cavalla araba baia. Neanche a dirlo fu' un colpo di fulmine, neanche a dirlo divenne la sua cavalla preferita. Da li il passo fu breve, crescendo Davide capì che l'arabo era il cavallo per eccellenza, la sua passione. Dopo le prime difficoltà date anche dall'opposi-

Royal Jafaar Stud Jordan, Kashan

I Arabian Horse JOURNAL I December

Everybody knows Davide Mariani, if nothing else by hearsay and because of his unmistakable laugh and his innate charm. Given his great passion for the Arabian horse which took him around the world engaging into diverse experiences, we thought it proper to relate to you the nice little "chat" we had with him during the show in El Jadida, in Morocco, a Land that sees him engrossed in yet another new interesting challenge. His passion started when he was very young, around five years of age, thanks to Uncle Tobia who owned a stable with some horses, among them a bay Arabian mare. It goes without saying, it was the classic love-at-first-sight, and she became his favourite horse. From there on it was all downhill, as he grew

Royal Jafaar Stud Jordan, Noora


Furioso Farm California

zione della famiglia verso questo mondo così difficile ed impegnativo, Davide riesce a coronare il suo sogno. Con un gruppo di amici inizia a muovere i primi passi nell'allevamento. Quello che quasi per caso prese vita come hobby divenne ben presto il lavoro primario di Davide, ormai totalmente innamorato del PSA. Dopo questi primi anni, che porranno le basi della sua infinita esperienza, Davide decise di allargare i suoi confini. Questa sua curiosità e voglia di mettersi sempre in gioco lo portarono nel 2003, a lavorare presso la scuderia Royal Jafaar Stud ,di proprietà della principessa Zein Bint Al Hussein e di Majdi Al Saleh in Giordania, in qualità di Resident Trainer. Questa quinquennale esperienza ha segnato in modo indelebile la vita di Davide, arricchendolo professionalmente ed umanamente. Ancora oggi, quando ci parla di questa bella esperienza, Davide esprime tutta la sua stima e la sua gratitudine alla famiglia Al Saleh, che l'ha accolto più come un figlio che collaboratore. Ma si sa', ogni periodo della vita, nel bene e nel

older Davide understood that the Arabian was the horse, and his passion. After the initial difficulties, as his family strongly opposed his love for this world so difficult and demanding, Davide managed to realize his dream. Together with a group of friends he took his first steps in breeding. What had almost by chance started as a hobby soon became Davide’s primary job, as he had clearly fallen in love with Arabian Pure-Bred. After those first years, which laid the foundation of his boundless experience, Davide decided to widen his horizons. His inquisitiveness and readiness to gamble on his own skills took him in 2003 to work as Resident Trainer for Royal Jafaar Stud, in Jordan, owned by the Family of Princess Zein Bint Al Hussein and her Husband Mr. Majdi Al Saleh. That five years experience marked a high point in Davide’s life, enriching him both professionally and as a human being. Even today while he speaks to us of this nice experience, Davide expresses all his esteem and gratitude for the Al Saleh Family, who welcomed him more as a son than a collaborator.

86 87


AH D av i d e M a r i a n i

Cherie

male, è destinato ad avere un termine; così Davide decise di accettare un'altra grande sfida che lo ha portato a collaborare, negli Stati Uniti, con il famoso allevamento "Furioso Farm", in California, del grande Raymond Mazzei, un grande uomo di cavalli dall'enorme esperienza che ha accolto Davide in casa proprio come un figlio. E' da lui che Davide ha tratto enormi insegnamenti e grazie al quale ha esteso le sue conoscenze. Nella scorsa edizione dello show di Las Vegas e quest'anno allo show che si terrà a Scottsdale - Arizona - Davide è stato e sarà protagonista. In questi ambìti ring abbiamo avuto e avremo il piacere di vedere Davide, al quale, ovviamente facciamo i nostri migliori auguri. Il detto "Nemo profeta in patria" può' essere tranquillamente cucito addosso a Davide che eccelle in allevamenti fuori dai confini nazionali e questa è un po' una perdita per i nostri "uomini di cavalli", la cui bravura deve essere riconosciuta prima all'estero che entro i patri confini. Resta comunque il fatto che Davide ha acquisito esperienze in realtà differenti e di grande prestigio, portando un po' della sua ita-

I Arabian Horse JOURNAL I December

For good or for bad, however, every phase in life must end sooner or later, so one day Davide decided to accept another difficult challenge, which led him to cooperate on the other side of the Atlantic with the famous stud "Furioso Farm", in California, owned by the great Raimond Mazzei, a true horse-man of huge experience who took Davide into his house, just like a new son. From him Davide received great teachings and enormously extended his own knowledge. During the last edition of Las Vegas show and in this year coming show in Scottsdale - Arizona - Davide was and will be a protagonist. In these prestigious rings we had (and will have!) the pleasure to meet Davide, and we obviously wish him all the best. The Latin used to say "nemo profeta in patria", nobody is listened to at home, and this proverb can be easily fit to Davide. His excellence in horse breeding is recognized only outside his Fatherland borders, and this is a loss for our horse-men, whose skills will have to be recognized abroad before than in Italy itself.The fact remains however that Davide collected his experience and know-how in various and quite prestigious worlds, at the same time do-


lianità in giro per il mondo, vanto ed orgoglio per tutti noi. Come dicevamo abbiamo incontrato Davide durante lo show che si è tenuto quest'anno in Marocco, per presentare alcuni soggetti dell'Haras Royal Bouznika di S.A. il Re Mohamed VI. Tra tanti Davide è stato scelto a rappresentare, nei ring, questo importante allevamento pur continuando, come abbiamo poc'anzi detto, con Raymond Mazzei e gli "amici Americani", come ormai vengono definiti alcuni prestigiosi allevatori americani con i quali Davide è in contatto. I problemi di salute che l'hanno costretto a rientrare in Italia e rinunciare, per lungo tempo, ai suoi importanti impegni in USA, non hanno interrotto la collaborazione americana. Vista la passione di Davide durante il periodo di cure ha collaborato per breve tempo anche in allevamenti italiani, per poi ripartire alla volta di "nuovi lidi" appena ripresosi. Abbiamo chiesto a Davide se è sua intenzione ritornare a lavorare in Italia e quali sono i suoi nuovi progetti. Come ci aspettavamo ci ha risposto che,

nating some of his own “Italian magic” all around the world and this makes us all very proud. As mentioned earlier, we met Davide during this year show in Morocco, when he presented some specimen from Haras Royal Bouznika of H.R.H. the King Mohamed VI. Davide was chosen among many to represent such an important stud, even as he continues working with Raimond Mazzei and the other “American friends", as he calls some prestigious US breeders Davide is in contact with.The health problems that forced him to go back to Italy and for a long time renounce his important US engagements, have not broken off his American cooperation ties. Seeing Davide’s passion, during the course of treatment he shortly collaborated with some Italian breeders, just to leave again towards "new shores" as soon as he got better. We asked Davide whether it is his intention to come back to work in Italy and what are his new plans. Just as we expected he answered that for the moment he prefers to cultivate the relationships he has already developed with USA and Morocco,

Haras Royal Bouznika, Anwar

88 89


AH D av i d e M a r i a n i al momento, preferisce coltivare i rapporti già instaurati sia in America che in Marocco, ma l'idea di poter stare "a casa" è molto forte e prima o poi vedrà di fermarsi magari vicino i suoi genitori che a tutt'oggi lo sostengono in ogni sua scelta. I suoi ringraziamenti vanno a quanti, in questi anni lo hanno aiutato e sostenuto, sia umanamente che professionalmente, persone alle quali Davide sarà riconoscente per tutta la vita, amici che nei momenti più critici gli sono stati vicini. Una merce rara aggiungiamo noi, in un mondo, il nostro, con sempre meno "memoria", nel quale conta prima e comunque l'avere e, forse, un giorno il dare. Le persone che vorrebbe ricordare sono S.A.R. il Re del Marocco Mohamed VI concesso questa opportunità, la famiglia Al Saleh, la Principessa Zein Bint Al Hussein, Dott. Vet. Lansen Foail, Raymond Mazzei e collaboratori ma soprattutto i suoi genitori, pilastro importante della sua vita. Un ringraziamento particolare a Sigi Siller di Om El Arab International e Menny e Diana Viera di Valley Oak Arabians. Per quanto riguarda noi, rinnoviamo il piacere di averlo rivisto, con il suo sorriso contagioso, augurandogli tutto il bene che si merita.

Las Vegas Show, Aldebaran Arabians, Copper Monet

I Arabian Horse JOURNAL I December

but the idea of "being at home" is very strong and he might decide some day to touch ground, maybe near his very supportive parents’ home. His thanks through us go especially to all those who helped and supported him, both professionally and humanely, throughout these years.These people Davide will be grateful to forever, as they have been true friends and were “there” in the moment of need. Rare merchandise, we honestly believe, in a world such as ours, where memory grows shorter and shorter, and where “having” is first and foremost while “giving” is just a remote possibility. The people in Davide’s grateful memory are so many, it would be impossible to name them all, but we would like to mention especially his Majesty king of Marocco Mohamed VI, H.R.H. the Princess Zein Bint Al Hussein, Dr.Vet. Lahsen Fdail, Raimond Mazzei and above all others his parents, Davide’s mainstay. A special thanks to Sigi Siller of Om El Arab International and Menny and Diana Viera of Valley Oak Arabians. As far as we are concerned, we repeat that seeing him again, with his contagious smile always lit, was a true pleasure for us, and we wish him all the good things he deserves.

Haras Royal Bouznika Marocco, Miss Navarrone Champion National Mare 2010


91 91


I Arabian Horse JOURNAL I December


46 97


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Arabequus

2010 by Francesca Messina

Il 28 e 29 di agosto scorsi si è tenuta la quinta edizione dell'Internazionale ECAHO di classe "B" a Sant Joan de les Abadeses - Girona - in Spagna. Ottimamente organizzato da Pau Romero presso il suo allevamento che si è prestato bene per l'occasione, questa due giorni ha registrato buona qualità, un'atmosfera cordiale e piacevole "da altri tempi", quelli in cui era il cavallo a farla da padrone ed il rapporto di rispetto tra allevatori, handlers e addetti del mestiere, era imprescindibile, merce rara oramai in molte competizioni.

I Arabian Horse JOURNAL I December

On August 28 and 29 the Fifth Edition took place of the International ECAHO "B" Show in Sant Joan de les Abadeses - Girona - Spain. Very well organized by Pau Romero in his own stables, which were quite suited to the occasion, this two-day show registered good quality, a cordial and pleasant atmosphere "of old times", those when the horse was the centre of attention and the mutual respect between breeders, handlers and all those gravitating around the Arabian, a rare commodity nowadays in many competitions, could be taken for granted.


Sant Joan des los Abadeses

Detto questo vi posso assicurare che, al di là dell'esiguo numero di partecipanti - per l'esattezza 48 - l'occasione non era da mancare. Considerando che altri show in Spagna sono stati purtroppo annullati per via della mancanza di iscritti sufficienti allo svolgersi della competizione stessa, questo show ha registrato un numero importante ed una risposta a quanti, pessimisticamente, pensano che sarebbe stato meglio "tirare i remi in barca" o non valesse la pena portare i propri soggetti se non in competizioni dal nome ridondante.

Having said that, I can assure you that, in spite of the relatively low number of enrolments - 48 to be precise – the occasion was one not to be missed. Considering that other shows in Spain have unfortunately been cancelled due to the insufficient number of participants, this competition recorded significant numbers, providing an answer to those pessimists who thought it would be better to “save efforts” or that it was worth it to bring their specimen only to competitions with resounding names. Nothing farther from the truth: even, no, especially

98 99


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

The Judges

Jesus Navarro,Titty Gagliani, Pau Romero

Pau Santamaria, Elizabet Fierros, Mario and Judith

I Arabian Horse JOURNAL I December

Nulla di più sbagliato, soprattutto in momenti in cui la la congiuntura economica non è delle migliori, i cavalli sono un costo anche nei propri box, forse è meglio confrontarsi col mercato e cercare di trarre delle utili indicazioni sul proprio allevamento. Per questo, credo, il sig. Pau Romero ha reso un grosso servizio all'allevatoria spagnola, e non solo, credendo in questa sfida, impegnandosi al massimo, creando un'occasione piacevole ed utile per quanti vi hanno preso parte. Un plauso va fatto anche alla disponibilità di Pau e dei suoi collaboratori, persone davvero splendide che hanno messo in campo sforzi e cordialità, si sono resi disponibili ad organizzare un buffet la sera del 28, una splendida festa la sera del 29 in cui si è potuto ammirare uno spettacolo con due fattrici capaci di cose straordinarie, in un clima rilassato e piacevole, con musica e buon cibo oltre ad una visita all'allevamento Equus Arabians ad un'ora di pullman, dove siamo stati ospiti del sig. Albert Sorroca, altra amabile persona oltre che affermato allevatore. Bella anche la visita che abbiamo potuto fare sia a Sant Joan de

in moments such as these, with the economical crisis making itself felt in every sector and place, horses constitute a cost even remaining in their own boxes. It will surely be better to face the market and obtain at least some useful indications about one’s own stables. It is for this reason, I believe, that Mr. Pau Romero has done an important service to Spanish breeding at large, and more, by facing the challenge, committing to it “to the hilt”, creating an enjoyable venue, which was also useful to all those who participated. Kudos for their helpfulness go to Mr. Pau and his collaborators, truly splendid people who contributed efforts and cordiality, ready to organize a buffet for the evening of the 28, and a magnificent party for the 29 evening, including a show where we admired two mares capable of extraordinary feats, everything in a relaxed and very pleasant atmosphere, with music and good food. Oh, so very Spanish! There was also a visit to the Equus Arabians Stables, an hour by coach, where we were guests of Mr. Albert Sorroca, another likeable person besides being a successful breeder. We


Pau Romero Farm

les Abadeses che nel vicino Camprodon. Un altro ottimo motivo per essere in tanti alla prossima edizione di questo appuntamento imperdibile. La giuria internazionale era composta da una tripletta tutta al femminile, a partire dall'amabile Titty Gagliani (IT), dalla sig.ra Irina Stigler russa di nascita ma italiana d'adozione e dalla sig. ra Maria Wabbles (B) che vorremmo vedere pi첫

also quite enjoyed the visits to both Sant Joan de les Abadeses and the nearby Camprodon. This was just one more excellent reason to be there in large numbers for next edition of this unmissable appointment. The International Jury was composed of three Ladies, starting from the very pleasant Mrs. Titty Gagliani (IT), there were also Mrs. Irina Stigler, Russian by birth but Ita-

100 101


AH C a t a l u Ăą a - S p a i n

La Teuleria

spesso giudicare in concorsi internazionali. Il tempo clemente e la simpatia dello staff organizzativo hanno oltremodo reso piacevole questa due giorni. Complimenti a quanti l'hanno resa possibile. Il campionato si è svolto, cosÏ come le categorie, senza troppe sorprese, i punteggi dei giudici sono stati abbastanza lineari

I Arabian Horse JOURNAL I December

lian by choice, and Mrs. Maria Wabbles (B), a trio we would like to see more often judging international competitions. The good weather and the agreeable organizing staff made this two-day show very enjoyable. Our sincere compliments go to all those who made it possible. The championship ran, like the categories, wi-


Farina EA - 1° pl Mares 4-6 years old and Gold Medal Final Championship - O:Toni Moreno (E)

tra loro e l'atmosfera, fatta salva la normale ansia da competizione, è rimasta quella amichevole e gioviale dei giorni precedenti. per la categoria delle puledre ottima la vittoria della grigia *Al Farah De Luc (Abha Nahash x Abha Jawara) di proprietà dell'Allevamento Garcia Ferrero (ES), medaglia d'Argento per *Baila De Djoon (Ajman Moniscione x WH Justice) dell'Albidayer Stud (UAE) mentre la medaglia di Bronzo è stata conquistata dalla baia *Fadila (Abha Midas x Abha Excelsir) ancora di proprietà dell'Allevamento Garcia Ferrero. Complimenti per questo doppio e meritato podio. *Fidji EA (Perfect De La Font x Florida), dell'Equus Arabians, ha ottenuto il riconoscimento di campio-

thout great surprises, the judges’ scores were rather harmonic one with the others and the atmosphere, save for the normal competition anxiety, remained the friendly and jovial one of the previous days. In the Fillies category there was the excellent victory of the grey *Al Farah De Luc (Abha Nahash x Abha Jawara) owned by the stables Garcia Ferrero (ES), with the Silver medal for *Baila De Djoon (Ajman Moniscione x WH Justice) of the Albidayer Stud (UAE), while the Bronze medal was conquered by the bay *Fadila (Abha Midas x Abha Excelsir) also owned by Garcia Ferrero Studs. Compliments for this double and well deserved podium. *Fidji EA (Perfect De La Font x Florida), of Equus

102 103


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Al Farah De Luc - 1° pl yearling Fillies and Gold Medal Final Championship - O: Garcia Ferrero (E)

nessa puledre della Catalogna mentre *Baila De Djoon (Ajman Moniscione x WH Justice) dell'Albidayer Stud ha ottenuto il Trofeo per il movimento più rilevato. Nella categoria puledri grazie ad uno show convincente vince la categoria prima e la medaglia d'Oro dopo, il bel sauro *SG Icarus (SDP Taylor x Windy by Wiolett) di proprietà della Scuderia Groane del sig. Marco Franchini (IT). La medaglia d'Argento è stata vinta da *Bourhani Marjal (Marajj x Focus Jaleesa) mentre quella di Bronzo è stata conquistata da *Bourhani Montashar (Simeon Sharay x Sharvan Montana) entrambi di proprietà di Hannelore Bordeaux (F). *Faraon EA (Madras Kossack x Factura) della Equus Arabians ha ottenuto il premio per il movimento più rilevato mentre *Aquir Kamjacas (Borneo x Kamcha-

I Arabian Horse JOURNAL I December

Arabians, obtained the award of Fillies Champion of Cataluña while *Baila De Djoon (Ajman Moniscione x WH Justice) owned by Albidayer Stud obtained the Trophy for the highest movement. In the Colts category thanks to a convincing show victory first and Gold medal later went to the handsome chestnut *SG Icarus (SDP Taylor x Windy by Wiolett) owned by Scuderia Groane of Mr. Marco Franchini (IT). The Silver medal was won by *Bourhani Marjal (Marajj x Focus Jaleesa) while the Bronze medal was conquered by *Bourhani Montashar (Simeon Sharay x Sharvan Montana) both owned by Hannelore Bordeaux (F). *Faraon EA (Madras Kossack x Factura) of Equus Arabians obtained the prize for highest movement while *Aquir Kamjacas (Borneo x


BS Specific - 1° pl 7 years old & older and Gold Medal Final Championship - O: Dhombre Jennifer Kalliste Arabians (F)

tka) di Peter Stoessel ha ottenuto il premio come miglior puledro della Catalogna. La bella grigia *Farina EA (Khidar x Zenobia) di proprietà del sig. Antonio Moreno ha ottenuto la Medaglia d'Oro e il titolo di campionessa della Catalogna. La medaglia d'Argento, il premio per il miglior movimento e il titolo di campionessa di pura razza spagnola sono stati conquistati da *Kenia Des (Fanges Mahometano x Kiowa Cathare) della Leila Arabs. Un altro bel prodotto di *SDP Taylor ha ottenuto la medaglia di Bronzo, parliamo di *Nathalya (x Niagara El Jamaal) di proprietà dell'Albidayer Stud. Bella la categoria degli stalloni che ha laureato cam-

Kamchatka) of Peter Stoessel received the prize for best Colt of Cataluña. The very nice grey *Farina EA (Khidar x Zenobia) owned by Mr. Antonio Moreno received the Gold Medal and the title of Champion of Cataluña. The Silver medal, the prize for best movement and the title of Champion of Pure Spanish Race were conquered by *Kenia Des (Fanges Mahometano x Kiowa Cathare) belonging to Leila Arabs. Another nice product of *SDP Taylor obtained the Bronze medal, namely *Nathalya (x Niagara El Jamaal) owned by Albidayer Stud. Very enjoyable was the Stallions category which

104 105


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Kenia Des - 1° pl Mares 7 years old and older and Silver Medal Final Championship - O: Leila Arabs (D)

Baila De Djoom - 1° pl Fillies 3 years old and Silver Medal Final Championship - O: Albidayer Stud (UAE)

Bourhani Marjal - 2° pl yearling Colts and Silver Medal Final Championship - O: Hannelore Bourdeaux (D)

Darko Las Lunas - Silver Medal Stallions Final Championship- O: Las Lunas (ES)

pione l'ottimo grigio *BS Specific (Sandstorm JC x Litique) che ha ottenuto il punteggio più alto dello show e il premio per il più bel movimento. Davvero un'ottima prova la sua, per la gioia della proprietaria, la sig.ra Jennifer Dhombre - Ear Kalliste - dalla Francia. A seguire la medaglia d'Argento è stata vinta da *Darko Las Lunas (Okovangoo x CC Dalia Pearl) dell'allevamento Las Lunas (ES) mentre la medaglia di Bronzo è stata vinta da *Klarc EA (Magnum Psyche x Kudola Kossack) dell'Equus Arabians (ES). L'unica classe destinata ai futurity ha visto tre femmine in campo. La prima a classificarsi, con il metodo

I Arabian Horse JOURNAL I December

crowned Champion the excellent grey *BS Specific (Sandstorm JC x Litique) with the highest score in the show, winner also of the trophy for best movement. It was a really excellent performance, for the joy of its owner, Mrs. Jennifer Dhombre - Ear Kalliste - from France. The Silver medal went to *Darko Las Lunas (Okovangoo x CC Dalia Pearl) from the Studs Las Lunas (ES) while the Bronze medal was won by *Klarc EA (Magnum Psyche x Kudola Kossack) owned by Equus Arabians (ES). The only Futurity class disputed saw three Fillies in the ring. Top ranked, by the comparative method,


comparativo, è stata *Las Lunas Eva bit Tarok (Tarok D x CC Dalia Pearl) dell'allevamento Las Lunas. La seconda classificata è stata *Rom Kenia (Monogramm JM x BS Bee Lovely) di proprietà della sig.ra Elisabeth Fierros mentre il terzo posto è andato a *Rom Koleta (Abha Qatarah x BS Loretta) della Romero Arabians. Questa quinta edizione ha ribadito quanto già sapevamo, bel posto, belle persone, bell'atmosfera, bei cavalli. Spero che la prossima edizione possa contare su numeri più consistenti di partecipanti. Noi ci saremo di sicuro.

was *Las Lunas Eva bit Tarok (Tarok D x CC Dalia Pearl) owned by Las Lunas. Second ranked came *Rom Kenia (Monogramm JM x BS Bee Lovely) owned by Mrs. Elisabeth Fierros while third place went to *Rom Koleta (Abha Qatarah x BS Loretta) of Romero Arabians. This fifth edition confirmed what we already knew, nice place, nice people, nice atmosphere, beautiful horses. I do hope next edition will be able to count on a larger number of participants. We shall definitely be there.

SG Icarus - 1° pl yearling Colts and Gold Medal Final Championship - O: Scuderia Groane (IT)

106 107


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Al Farah De Luc - O: Garcia Ferrero (E)

BRONZE MEDAL • Abha Excelsir O: García Ferrero (E)

SILVER MEDAL • Baila De Djoon O: Albidayer Stud (UAE)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • SG Icarus - O: Scuderia Groane (IT)

BRONZE MEDAL • Bourani Montashar O: Hannelore Bourdeaux (D)

SILVER MEDAL • Bourhani Marjal O: Hannelore Bourdeaux (D)

108 109


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Championship Mares

GOLD MEDAL • Farina EA - O: Toni Moreno (ES)

BRONZE MEDAL • Nathalya O: Albidayer Stud (UAE)

SILVER MEDAL • Kenia Des O: Leila Arabs (D)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • BS Specific - O: Dhombre Jennifer - Kalliste (F) - Best in Show - Best Movement

BRONZE MEDAL • Klarck EA O: Equus Arabians (ES)

SILVER MEDAL • Darko Las Lunas O: Las Lunas (ES)

110 111


AH C a t a l u ñ a - S p a i n

Futurity

GOLD MEDAL • Las Lunas Eva Bint Tarok O: Las Lunas (ES)

BRONZE MEDAL • Rom Koleta O: Romero Arabians (ES)

SILVER MEDAL • Rom Kenia O: Elisabeth Fierros (ES)

I Arabian Horse JOURNAL I December


113 113


I Arabian Horse JOURNAL I December


115 115


Speciale


Egitto


AH A

n ew e r a fo r

E l Z ahraa S tud F ar m

in

E gypt

A wide cooperation between EAO and Italians serving straight Egyptian Arabian horses Attivo a Kafr Farouk già a partire dal 1928, l’Allevamento Equestre El Zahraa, affiliato all’Organizzazione Egiziana per l’Agricoltura (EAO, Egyptian Agriculture Organization), è la fonte principale al mondo, di cavalli Arabi di Puro Sangue Egiziano. Dopo un lungo show di quattro giorni, ho avuto l’opportunità di incontrare alcuni alti rappresentanti e responsabili del'Allevamento Equestre di El Zahraa, allo scopo di conoscere in dettaglio il loro programma di allevamento e quello che pensano riguardo al futuro dell’Allevamento stesso. Ho avuto il piacere di parlare con il sig. Ahmed Hamza, Presidente della EAO, allevatore e Giudice. Q: Quanto influiscono i soggetti nati a El Zahraa per l'allevamento del cavallo Arabo Puro-Egiziano? A: Bisogna anzitutto menzionare il fatto che la EAO è fondatrice e membro attivo di numerose organizzazioni internazionali di chiara fama, quali ad esempio WAHO, e membro della ECAHO. La EAO ha ampi ruoli da giocare nella preservazione del cavallo Arabo Puro Egiziano, tra questi la supervisione (genetica) delle 450 aziende di allevamento esistenti in Egitto, oltre alla gestione del proprio patrimonio che ammonta a circa 350 cavalli. Un tale ruolo di supervisione include la registrazione ed il controllo delle nascite e della proprietà di tutti i cavalli e tutti gli stalloni. A tale riguardo, il Dipartimento delle Registrazioni ad El Zahraa è stato di recente rinnovato totalmente ed equipaggiato in modo da mantenere l'EAO connessa a tutti i registri sparsi nel mondo. Questa nuova unità ad El Zahraa è stata ufficialmente inaugurata da S.E. il Ministro dell’Agricoltura e Recupero Terriero il Sig. Amin Abaza.

I Arabian Horse JOURNAL I December

Located in Kafr Farouk since 1928, El Zahraa stud farm affiliated to the Egyptian Agriculture Organization is the main source of straight Egyptian Arabian horses all around the world. After 4 long days of show, I have had the chance to meet with some officials and decision makers at El Zahraa farm in order to learn more about the breeding program and the future of the stud. First, I met with Mr.Ahmed Hamza, Chairman of the EAO, breeder and judge. Q; How influential is El Zahraa stud for the straight Egyptian Arabian horse? A: It should be mentioned at the beginning that the EAO is a founder and active member of several international distinguished organizations such as the WAHO, and a member of ECAHO. The EAO has an extensive role to play in order to preserve the straight Egyptian Arabian horse among them a supervisory role for the 450 stud farms existing in Egypt along with its own herd which is about 350 horses. This supervisory role includes registration and control of birth and ownership for all horses and studs. In this regard, the registration department at El Zahraa farm was fully renewed and equipped to keep the EAO connected to all registries around the world. This new unit at El Zahraa was opened officially by his Excellency Minister of Agriculture and Land Reclamation Mr. Amin Abaza. Q: What other changes occurred since you came to office? A: One of the major changes occurred is that we have started a new breeding program


Mr. Ahmed Hamza with his Excellency Minister of Agriculture Mr.Amin Abaza

Q: Quali altri cambiamenti sono stati fatti da quando lei è a capo dell’EAO? A: Uno dei maggiori cambiamenti è stato quello di iniziare un nuovo programma di allevamento, basato sull’esperienza, allargando le famiglie di Fattrici di linea (tail female) e migliorando la razza in maniera naturale. In aggiunta, abbiamo potuto facilitare l’importazione di cavalli e far rimuovere il divieto di importazione di seme congelato. Q; Molti si chiedono se l’Allevamento El Zahraa introdurrà le nuove tecnologie, come ad esempio l’inseminazione artificiale ed il trasferimento di embrioni nel suo programma di allevamento? A: Gli allevatori privati hanno già iniziato a fare uso di tali tecnologie nei propri allevamenti. Ad El Zahraa le stiamo seriamente prendendo in considerazione, a condizione che si abbiano le necessa-

based on experience, enlarging tail female families and improving the breed in an authentic manner. In addition, we have been able to facilitate horse imports as well as remove the ban on importation of frozen semen. Q; A lot of people are wondering if El Zahraa farm will introduce new technology such as artificial insemination and embryo transfer in its breeding program? A: Private breeders have started to make use of new technologies in their private farms. At El Zahraa farm we are seriously considering these new technologies under the condition that we get the necessary modern equipment and expertise, though, I am personally of the opinion that human interference shall be kept minimal

118 119


AH A

n ew e r a fo r

E l Z ahraa S tud F ar m

rie attrezzature e competenze però. Comunque la mia personale opinione è che l’intervento umano debba essere minimo e dovrà essere l’eccezione piuttosto che la regola. In ogni caso vorrei cogliere questa opportunità per annunciare che stiamo lavorando con grande impegno per fornire di nuove attrezzature il dipartimento di Veterinaria di El Zahraa e che abbiamo già ottenuto il permesso ufficiale del Ministro dell’Agricoltura per negoziare una cooperazione con le Università Italiane. Questo allo scopo di ottenere veterinari, maniscalchi, personale di scuderia ed addestratori che siano poi in grado di trasmettere la loro conoscenza ed addestrare il nostro personale. Abbiamo incontrato anche il Sig. Ali Shaarawi,

I Arabian Horse JOURNAL I December

in

E gypt

and exceptional and shall never constitute the rule. However, I would like to seize this occasion to announce that we are working hard on supplying the veterinary department at El Zahraa with new medical equipment and we had the permission of the minister of agriculture to negotiate and cooperate with Italian Universities to provide us with doctors, farriers, grooms and trainers in order to transmit knowledge and to train our people. Second, I met with Mr. Aly Shaarawi, responsible for the breeding program at El Zahraa farm who is also a respected international judge and breeder.


responsabile del programma di allevamento di El Zahraa, il quale è anche un rispettato giudice internazionale ed allevatore egli stesso. Q: Cosa è cambiato nel programma di allevamento di El Zahraa negli ultimi due anni, da quando cioè lei ne è a capo? A: Purtroppo devo dire che quando ho iniziato il mio lavoro qui non ho trovato alcuna foto o descrizione dei cavalli di El Zahraa degli ultimi 30 anni. Mi sono trovato davanti dei cavalli senza sapere la loro storia, eccetto per i più famosi che conoscevamo negli anni ’60 e ’70, con qualche foto, ed alcuni preferiti che conoscevo personalmente. Di conseguenza ho iniziato un censimento di tutti gli esemplari, scattando foto di ciascuno di essi, prendendo appunti e registrazioni, costituendo gruppi in base alla razza, famiglia e sottofamiglia. Abbiamo dovuto anche preparare una descrizione scritta di ciascun cavallo, con i suoi tratti positivi e negativi. Successivamente abbiamo basato il nostro programma riproduttivo sul fenotipo, utilizzando stalloni che potessero bilanciare punti deboli o rafforzare i punti di forza. Abbiamo dovuto persino registrare la ragione per l’utilizzo di un certo stallone, in modo da poter misurare il successo delle nostre intenzioni dai risultati effettivamente ottenuti. Come può vedere, la nostra prima preoccupazione è stata di avere un programma riproduttivo pianificato. Q: Alcuni allevatori di Egiziano preferiscono un tipo differente di Arabo. Quindi, quale tipo di cavallo state cercando di riprodurre ad El Zahraa? In altre parole, volete allevare un Arabo “alla moda”, che possa competere nei Ring secondo i canoni attuali? A: Se si parla di “tipo” bisogna considerare che non esiste un solo uniforme tipo per il cavallo Arabo. Uso sempre l’esempio di due famose statue, una di Ibrahim Pasha al Cairo che mostra il tipo militaresco, forte, solido, atletico e serio, e l’altra statua di Mohamed Ali Pasha in Alessandria che invece mostra il tipo raffinato del “cavallo dei Re”, bellissimo e dai movimenti spettacolari. Dovremmo quindi apprezzare entrambi i

Q; What has changed in El Zahraa’s breeding program in the last couple of years since you have been in charge of the program? A: I am so sorry to inform you that at the time I started I did not find any pictures or description for any of the horses at El Zahraa farm for the last 30 years. I found myself in front of horses without knowing the history behind them except for the most famous ones we knew in the late sixties and seventies either from some old pictures and few favorite ones that I knew personally. Hence, I started sur veying all the horses, taking pictures of every single one, making notes and records into groups based on their strains, families and subfamilies. Also we had to do a written description for each horse with his positive and negative traits. Later on, we have based our breeding program on phenotype making use of stallions that can fit and correct some faults as well as to reassure points of strength. We also had to put into records the reason behind using the stallion in order to enable us to assess our results later on. As you can see, our first preoccupation was to try to have a planned breeding program.

Mr. Ali Shaarawi

Q: Some Egyptian breeders prefer a different type of Arabian horse. So what type of horse you are trying to breed at El Zahraa farm? In other word, are you willing to breed a fashionable Arabian horse that can compete in the show ring according to today’s’ standards? A: When we talk about type there is no one uniform type for the Arabian horse. I always give the example of two famous statues one of Ibrahim Pasha in Cairo which reflects the military type of a strong horse, sound, athletic, serious and the other statue of Mohamed Ali Pasha in Alexandria which reflects the King’s type of a refined horse, very beauti-

120 121


AH A

n ew e r a fo r

E l Z ahraa S tud F ar m

tipi di cavallo, invece che cercare di trasformarli tutti in un unico tipo di cavallo da Show, dobbiamo apprezzare e preservare le ottime qualità di ciascun individuo per soddisfare e servire ogni gusto e requisito. La nostra vera Fortuna è nella varietà delle Tipologie. Q: É nei vostri piani l’utilizzo di stalloni esterni per l'incrocio con le Fattrici di El Zahraa? A: Non al momento. I cavalli attualmente in El Zahraa sono stati allevati diversamente durante gli ultimi 40 anni, basandosi innanzitutto su incroci, con il risultato di ottenere una serie di Puri Egiziani diversi tra loro; di conseguenza i

I Arabian Horse JOURNAL I December

in

E gypt

ful and a spectacular movement. Therefore, we should appreciate the different types of horses and instead of transforming them all into a one type of show horse, we have to appreciate and preserve the good qualities of each individual to fulfill and serve all different tastes and demands. Our Real Fortune lays down in the variety of types. Q: Do you plan to make use of external sires to outcross with El Zahraa mares? A: Not for the time being since the horses at El Zahraa have been bred differently for the last 40 years and their breeding has been


cavalli di El Zahraa sono frutto degli incroci fra tutti gli Egiziani in tutto il mondo. Per questa ragione, se abbiamo successo nella nostra opera di miglioramento, essi rimarranno un tesoro per tutti gli allevatori di Puri Egiziani, che potranno utilizzarli per i propri programmi quando ne avranno bisogno. Se invece utilizzassimo semplicemente i piÚ famosi Campioni del ring , nell’arco di poche generazioni avremmo lo stesso cavallo di tutti gli altri, col risultato negativo di perder la nostra vera funzione di fonte insostituibile di incroci per la razza. Q: Fino a che punto ceppi e pedigree sono importanti nelle vostre decisioni allevatoriali?

based mainly on cross breeding which ended up in a selection of a different straight Egyptian Arabian horse; so El Zahraa horses are a cross breed to all the Egyptian horses around the world. For this reason, if we succeed in improving them, they will remain a treasure for all straight Egyptian breeders to use in their breeding programs whenever they need. However, in case we simply use the most famous champions of the show ring , we will end up having the same horse as everybody else in just very few generations, and as a result, we will lose our cutting edge as a very important outcross for the breed.

122 123


AH A

n ew e r a fo r

E l Z ahraa S tud F ar m

A: Non credo che i ceppi abbiano poi un aspetto tanto distinto fra di loro, a causa dei molti incroci esterni che già sono avvenuti. Per esempio si può trovare una fattrice Dahman che è stata incrociata per parecchie generazioni a stalloni Saqlawi e Kuheilan, per cui la percentuale di pura Dahman è ormai forse inferiore al 10%, eppure la chiamiamo ancora una Dahman. Di conseguenza non prendo le mie decisioni allevatoriali sulla base del ceppo. Tuttavia, i ceppi sono sentimentalmente importanti per la storia e la tradizione della razza e quindi ne tengo traccia, ma soltanto come indice per classificare diversi gruppi di cavalli. Al contrario, famiglie e pedigree sono molto più importanti. Credo fermamente che una buona Fattrice da riproduzione mostri chiaramente le buone caratteristiche della sua famiglia e sia in grado di trasmetterle alla progenie. Il pedigree è ugualmente importante per poter identificare le caratteristiche ereditate ed i punti di forza o debolezza. A tal proposito, vorrei menzionare, a quei fanatici del pedigree che discutono su cavalli nobili o non-nobili, che tutti i nostri Arabi Egiziani sono stati scelti con gran cura dai nostri pionieri allevatori in modo da rendere il Puro Egiziano quanto più prezioso ed influente possibile in ogni programma d’allevamento del mondo, e tutte quelle chiacchiere sono soltanto pubblicità, quindi o prendete i nostri cavalli come un tutt’uno mostrando il dovuto rispetto all’Arabo Egiziano, oppure sarà meglio che alleviate altre razze. Q: Quali sono gli stalloni e le fattrici che preferisce ad El Zahraa? A: Abbiamo tre vecchi stalloni che stiamo cercando di propagare al massimo, che sono Harras (Kisra X Hebat El Nil), Rawah (Rashdan X Ramiah) e Serag El Dine (Mourad X Safinaz). Abbiamo anche Baydoun (Gad Allah X Bint Ibtisam) che è un progenitore molto importante, portatore della linea genetica della famiglia di Moniet El Nefous, Dafaf (Ouf X Sarhana) che trasmette una corporatura ec-

I Arabian Horse JOURNAL I December

in

E gypt

Q: To what extent strains and pedigrees are taking place into your breeding decisions? A: I do not believe very much that strains have a distinctive look anymore just because of the many outcrosses that has happened between them. You can find for example a Dahman mare that has been outcrossed for several generations to Saqlawi and Kuheilan stallions and the percentage of pure Dahman is nearly less than 10% and we still call her a Dahman. Therefore, I do not really take my breeding decisions upon strains. However, strains are sentimentally important for the history and tradition of the breed, and as a result, I use them only as an index to classify different groups of horses. On the contrary, families and pedigrees are more important. I have a strong belief that a good broodmare shall resemble the fine characteristics of her family and be able to pass it through. Pedigrees are equally important in order to be able to assess the inherited characteristics and the points of strength and weaknesses. In this regard, I would like to mention to pedigree fanatics talking about asil and not asil horses that all our Egyptian Arabian horses were carefully selected by our pioneer breeders who made our straight Egyptian horse as valuable and influential as possible in all breeding programs around the world and those talks are only targeting promotion, so either, you take our horses as whole and show respect for the Egyptian selection or breed other horses. Q: Which are your most favorite stallions and mares at El Zahraa farm? A: We have three old stallions that we are trying to breed the most which are Harras ( Kisra X Hebat El Nil), Rawah ( Rashdan X Ramiah) and Serag El Dine ( Mourad X Safinaz). Also we have Baydoun ( Gad Allah X Bint Ibtisam) who is a very important sire who carries the blood of Moniet El Nefous family, Dafaf ( Ouf X Sarhana) who passes


cellente ed un giovane stallone molto interessante, Gabour (El Ragel X Gobrana) sul quale riponiamo molte speranze per il futuro del nostro programma di allevamento. Per quanto riguarda le fattrici, una delle migliori produttrici è Fekrah (Omayr X Faddah), che rappresenta la famiglia di Bint Bukra e che ci ha dato Malaykah da Baydoun ed Amal Bukra da Watef. Abbiamo anche Nakeyah (El Akad X Anan), che rappresenta la famiglia Adaweya, Wassayef (Rawah X Wagfah) in rappresentanza della famiglia Wassfiya, la famosa Bayadah (Baydoun X Mouradah) in rappresentanza della famiglia Gawhara, Gharam (Serag El Dine X Aghani) della famiglia Naama, Sarhana (Hoor X Samarkand) della famiglia Om El Saad, la

on very good bodies and a very interesting young stallion Gabour ( El Ragel X Gobrana) in which we have a lot of hopes in the future to carry on our breeding program. On the mares’ side, one of our best producing is Fekrah ( Omayr X Faddah) representing Bint Bukra family and who gave us Malaykah out of Baydoun and Amal Bukra out of Watef. We have also Nakeyah( El Akad X Anan) representing Adaweya family, Wassayef( Rawah X Wagfah) representing Wassfiya family, the famous Bayadah( Baydoun X Mouradah) representing Gawhara family, Gharam( Serag El Dine X Aghani) representing Naama family , Sarhana( Hoor X Samarkand) representing Om El Saad family,

124 125


AH A

n ew e r a fo r

E l Z ahraa S tud F ar m

rinomata Tee (Adl X Bint Ibtissam) e la sua incantevole figlia Tayees da El Ragel per la famiglia Moniet El Nefous, oltre a naturalmente Mangoomah (Gad Allah X Wadhah) per la famiglia Yakoutah. L’impressione ricavata da queste interviste con i Sigg. Ahmed Hamza ed Ali Shaarawi è che finalmente esiste un piano di allevamento pianificato e pilotato, il che mi fa ben sperare per il futuro di El Zahraa, che è in effetti nelle mani di persone molto capaci che hanno veramente a cuore la conservazione del Cavallo Arabo Puro Egiziano.

I Arabian Horse JOURNAL I December

in

E gypt

the renowned Tee( Adl X Bint Ibtissam) and her lovely daughter Tayees out of El Ragel representing Moniet El Nefous family, and of course Mangoomah( Gad Allah X Wadhah) representing Yakoutah family. My impressions of the interviews with Mr. Ahmed Hamza and Mr.Aly Shaarawi is that there is at last a planned breeding program which leaves me very hopeful for the future of EL Zahraa which is indeed in the hands of very capable individuals who care very much about the preservation of the straight Egyptian Arabian horse.


127 127


I Arabian Horse JOURNAL I December


129 129


I Arabian Horse JOURNAL I December


131 131


E.A.O. AH E l Z a h r a a - E g y p t

El Zahraa 17 national Horse Show 13 international Championships 2010 th

and

th

Nicole Knoth

El Zahraa, la stazione di allevamento Nazionale Egiziana di Stato, insieme al meraviglioso paesaggio circostante, è stata ancora una volta la sede dello show Nazionale ed Internazionale del cavallo Arabo dal 21 al 24 Ottobre 2010, a il Cairo – Egitto. Con il supporto del Ministro per l’Agricoltura l'On. Amin Abazza, del Chairman della E.A.O. il Sig. Ahmed Hamza, l’aiuto prezioso del nostro Giudice Internazionale ed esperto di show equestri il Dr. Nasr Marei ed infine con il supporto delle due organizzazioni di allevatori privati EAHBA e TORATH, lo show ha raggiunto un alto livello, paragonabile agli standard internazionali. La speciale atmosfera

I Arabian Horse JOURNAL I December

El Zaharaa, the Egyptian National State Stud with its beautiful historical surrounding was one more time the host of the National and International Arabian horse show from the 21.-24. of October 2010 in Cairo – Egypt. With the support of the agriculture Minister Mr. Amin Abazza, the Chairman of the E.A.O. Mr. Ahmed Hamza, the help of our international judge and show expert Dr. Nasr Marrei and the support of the private breeders threw the two organizations EAHBA and TORATH the show reached a high international standard. The special atmosphere attracts every year Arabian horse


attrae ogni anno gli appassionati del cavallo Arabo da tutto il mondo per presenziare ammirando la bellezza di questa particolare razza di Cavallo Arabo. Nel corso degli anni questo show si è sviluppato da piccola competizione locale a grande evento internazionale ben organizzato, con la partecipazione di cavalli di qualità molto alta, il tutto senza mai perdere il suo accento particolare. Bisogna proprio esserci, per poterlo capire. Questo show è certamente speciale e non ci sono altre esperienze che si possano anche solo avvicinare. C’è vita; la folla è appassionata e piena di entusiasmo. Proprietari e spettatori applaudono ed esultano con tutta l’anima, tra-

lovers from all over the world to attend and admire the beauty of the Arabian horse. Over the years this show developed from a local little show to a well organized international event with high quality horses and still it never lost its flair. You have to attend once, to understand it. This show is special and you will never experience something even similar. There is life; the crowd is passionate and full of enthusiasm. Owners and audience are cheering with heart and soul, giving you a feeling which you can’t experience anywhere else. Thursday and Friday was the National Arabian hor-

132 133


AH E l Z a h r a a - E g y p t

SH Khaled and his son Salem Bin Ladin

HRH Prince Al Saud - Mr Ahmed El Telawy - Mr. Salem Bin Ladin

Mr Ferdinand Schwestermann and Mrs Mila Khamis

I Arabian Horse JOURNAL I December

smettendo sensazioni introvabili in qualsiasi altra competizione. Giovedi e Venerdi si è tenuto lo Show Nazionale del Cavallo Arabo, una manifestazione ECAHO- C. Qui gli allevatori egiziani hanno potuto esibire quanto prodotto nello scorso anno. I criteri di ammissione in questo show sono la nascita in Egitto e che il cavallo sia un Puro Egiziano (Straight Egyptian). L’iscrizione di soli Puro Sangue Egiziani è una regola stabilita dall’organizzatore, ma tale regola trova d’accordo tutti gli allevatori, che la sostengono con convinzione, allo scopo di conservare e promuovere l’allevamento di Puri Egiziani in Egitto. Il pannello dei Giudici per lo show nazionale era composto da:- Sig.ra Christine Chazel – Francia, Sig.ra Ann Norden – Svezia, Sig. ra Renate Schibler – Svizzera, Sig. Manfred Hain – Germania, Sig. Koenraad Detailleur – Belgio. Si è applicato il sistema dei 20 punti ed erano permessi i mezzi punti. Tutti e 5 i giudici valutavano ciascuna classe, ma il punteggio più alto e quello più basso venivano scartati. Lo show ha avuto inizio nella prima mattinata del Giovedi, e sin dall’inizio era chiaro che sarebbe stata una lunga giornata. Infatti ben 112 Puledre e Fattrici iscritte per il primo giorno di esibizioni del campionato

se show an ECAHO- CShow. Here the breeders of Egypt were able to show what they achieved in the last year. The criteria here for are that the horse has to be born in Egypt and also that it has to be Straight Egyptian. Entering only Arabians of Straight Egyptian bloodlines is a rule set by the organizer and supported and agreed to by all the breeders to preserve and support breeding Straight Egyptian Arabians in Egypt. The Judging panel for the National- C Show was: - Mrs. Christine Chazel – France - Mrs. Ann Norden – Sweden - Mrs. Renate Schibler – Switzerland - Mr. Manfed Hain - Germany - MR. Koenraad Detailleur – Belgium The 20-point system was applied and half points were allowed. All 5 judges scored each class and than the highest and lowest scores of each category were eliminated. The show started on Thursday early morning and it was clear, it will be a long day. 112 registered fillies and mares for the first day of the Nationals was a huge amount to be shown. The first two junior fillies classes had to be divided in two, as there where too many entries.


Judges National Show

Judges International Show

134 135


AH E l Z a h r a a - E g y p t

Rayhana Al Kaherah - 1° pl Fillies 2 A Years Old National Horse Show - O: Al Yasser Stud

nazionale, era sicuramente un numero piuttosto alto. Le prime due classi delle Puledre hanno dovuto essere suddivise in due sottoclassi per via dell’alto numero di iscrizioni. La vincitrice della prima classe 1A – Puledre nate nel 2009 – è stata *Ghazaal Tahani, una meravigliosa puledrina figlia di *Ezz Ezzain (xTB Shadiya), allevata e di proprietà di Khattab and Tahani Stud. Questa puledra ha successivamente convinto i Giudici ad assegnarle la medaglia d’Oro nel Campionato. Sono sicura che essa abbia davanti a sè una lunga e luminosa carriera. La seconda classe delle puledre di 1 anno, la 1B, è stata un’altra contesissima gara in cui è risultata vincitrice *Magda El Gabry (Gamil El Gabry x El Thay Matala), allevata e di proprietà di El Gabry Stud, che ha esibito un magnifico

I Arabian Horse JOURNAL I December

The winner of the first class 1A - fillies born 2009 was Ghazaal Tahani a beautiful filly by Ezz Ezzain out of TB Shadiya bred and owned by Khattab and Tahani Stud. This little filly convinced later the judges to give her Gold in the Championship. I am sure she will still have a big show career in front of her. The second yearling fillies class 1B was another very strong competition and Magda El Gabry (by Gamil El Gabry – El Thay Matala) bred and owned by El Gabry Stud showing very nice motion came on the first place. In the first two year old fillies class 2A – fillies born 2008 Rayhana al Kaherah (by Mirajh Rca - Sameira) bred by Al


Zeinah Al Hamd - 1° pl Fillies 3 Years Old National Horse Show - O: Ahmadeyat Al Hamd Stud

movimento. Nella prima delle classi delle Puledre di 2 anni, la 2A, le puledre nate nel 2008 *Rayhana Al Kaherah (Mirajh Rca x Sameira), allevata da Al Kaherah Stud e di proprietà di Al Yasser Stud, è stata l’ultima a fare il suo ingresso ma ha superato tutte le altre puledre, ottenendo un ben meritato en-plein di 20 per testa e collo. Essa ha più tardi ricevuto la medaglia d’Argento nel Campionato delle Puledre. Nella seconda classe - 2B – delle Puledre di 2 anni, la baia *Bushra Ghaleb (Khaled Sakr x Nariman Al Boraq), molto completa, ha ottenuto il favore dei giudici. *Zeinah Al Hamd (Nasr Al Sharbatly x Negma El Gabry) ha molto ben impressionato sia i giudici che gli spettatori con la sua presenza carismatica nella classe delle Puledre 3 anni - classe 3. É arrivata volando

Kaherah Stud and owned by Al Yasser Stud was the last to enter and over pulled all the fillies by receiving the first well deserved 20s for head and neck. Later she was awarded Silver Champion filly. In the second two year old class 2B – the very complete bay filly Bushra Ghaleb (by Khaled Sakr- Nariman al Boraq) got the judges on her side. Zeinah al Hamd (by Nasr al Sharbatly-Negma El Gabry) impressed the audience and also the judges with her attitude in the three year old fillies’ class 3. She came in the show ground flying with beautiful motion and a very self assured attitude. She is bred and owned by Madame Hanan Serag el Din – Ahmadeyat Al Hamd Stud.

136 137


AH E l Z a h r a a - E g y p t con un gran bel movimento e grande fiducia in se stessa. Essa è stata allevata ed è di proprietà di Madame Hanan Serag el Din – Ahmadeyat Al Hamd Stud. Nel Campionato del giorno seguente Zeinah era ancora ben in forma ed è stata premiata con la medaglia di Bronzo. La classe delle fattrici più anziane era divisa in tre. La prima classe – Fattrici tra 4–5 anni (classe 4) - aveva 12 iscritte, la più corposa e competitiva della giornata. *Khorafa El Gabry (Ajmal Sinan x Gawharet Al Hanafi), allevata e di proprietà di El Gabry Stud, una fattrice dal potente movimento, ha vinto la sua classe raggiungendo il punteggio più elevato dello show andando poi a vincere il Campionato con medaglia d’Oro. Il secondo posto in questa classe è andato a *Anbar Nour (Ibn Arabeia Sakr x Hams el Koloub), allevata da Nour Stud e di proprietà di Rabab

Also in the championship the next day she was still spirited and was rewarded with the Bronze Championship. The senior mares’ classes were divided in three. The first class – mares from 4–5 years old class 4 - was with 12 entries the biggest and clearly with the strongest competition. Khorafa El Gabry (by Ajmal Sinan-Gawharet al Hanafi) ) bred and owned by El Gabry Stud a powerful moving mare won the class and scored the highest points of the show. She was later announced Gold Champion mare. Second place in this class was Anbar Nour (by Ibn Arabeia Sakr – Hams el Koloub) bred by Nour Stud and owned by Rabab Stud the later Bronze Champion mare. Even the third placed winner Alia al Bawady (by Hafid Ali el

Ghazaal Tahani - 1° pl Fillies 1A Yearling 1/A National Horse Show - O: Khattab & Tahani Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Magd Al Farida - 1째 pl Colts 2 Years Old 7/B National Horse Show - O: El Farida Stud

Ghazal Al Yasser - 2째 pl Colts Yearling National Horse Show - O: Al Yasser Stud

138 139


AH E l Z a h r a a - E g y p t

Mohgah Saqr - 1째 pl Mares 8 Years Old and Older National Horse Show - O: Khattab & Tahani Stud

Anbar Noor - 2째 pl Mares 4-6 Yeras Old National Horse Show - O: Rabab Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Amirhom El Sheruk - 1° pl Colts 3 Years Old National Horse Show - O: El Sheruk Stud

Stud, anch’essa vincitrice di medaglia, stavolta di Bronzo, nel successivo Campionato. Perfino la terza classificata, *Alia Al Bawady (Hafid Ali El Dahab x Yasmeena Hedaya), allevata e di proprietà di Al Bawady Stud ha raggiunto un punteggio del 91%. Questo dimostra quale livello di qualità fosse presente in questa classe. *Doaa Al Hamd (Sindbad x Ayah), allevata da Ahmadeyat Al Hamd Stud e di proprietà di El Gabry Stud, ha avuto facile vittoria nella classe Fattrici 6 - 7 anni (classe 5). Ben nota sin da quando era una puledra, mette sempre in campo un’ottima performance. La classe Fattrici Open

Dahab- Yasmeena Hedaya) bred and owned by Al Bawady Stud scored 91%.This showed how high the quality was in this class. Doaa al Hamd (by Sindbad-Ayah) bred by Ahmadeyat Al Hamd Stud and owned by El Gabry Stud had an easy win in the 6 to 7 year old mares’ class 5. She is known since a junior and always good for a showy performance. The open mares’ class 6 was not a surprise either. Mohga Sakr (by Imperial Madori- SES Marah) bred by Sakr Arabians owned by Khattab and Tahani Stud a well known multiple champion was the sure winner.

140 141


AH E l Z a h r a a - E g y p t (classe 6) non ha riservato sorprese. *Mohga Sakr (Imperial Madori x SES Marah), allevata da Sakr Arabians e di proprietà di Khattab and Tahani Stud, campionessa già famosa, era la favorita vincitrice. Purtroppo però, con grande sorpresa del proprietario e degli spettatori, la sua performance un pò stanca nel Campionato, si è rivelata insufficiente ed ha dovuto poi accontentarsi della sola medaglia d’Argento. Al Venerdi è stata la volta dei Puledri e degli Stalloni. Anche qui si é registrato un alto numero di iscrizioni, ma questa giornata si è rivelata molto meno eccitante e movimentata. Ulteriore prova che allevare uno stallone di buona qualità non è affatto facile. La divisione delle classi ha interessato anche i Puledri. Nella prima classe della giornata (7A) relativa ai Puledri di un anno, nati quindi nel 2009, il vincitore è stato *Sayed Al Kaherah, un baio figlio di Mirajh Rca (x Sayyeda a sua volta

But to the surprise of owner and audience her a bit tired performance in the championship was not enough and she had to go home with only the Silver medal. On Friday was the time for the colts and stallions. Also a big number of 75 entries were registered but this day was a lot less exiting. Which shows us another time, that it is not easy to breed a quality stallion. Also with the colts the yearling class had to be divided. In the first class of the day 7A yearling colts born 2009 Sayed al Kaherah a bay Mirajh Rca son out of the Imperial Baarez daughter Sayyeda won the class. In the second class of the yearlings 7B two Ezz Ezzain sons took the first two places. First was Tourky al Wafy out of Gamila bred and owned by Al Wafy Stud second was Ghazal al Yasser out of Venus Hedaya.

Khorafa El Gabry - 1° pl Mares 4-6 Yeras Old National Horse Show - O: El Gabry Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Tamer Al Khaledeyah - 1° pl Stallions 4-6 Years Old National Horse Show - O: Al Khaledeyah (EG)

figlia di Imperial Baarez). Nella seconda classe dei Puledri di 1 anno, la 7B, due figli di Ezz Ezzain hanno conquistato le prime due posizioni. Primo classificato è stato *Tourky Al Wafy, da Gamila, allevato e di proprietà di Al Wafy Stud, secondo classificato *Ghazal Al Yasser, da Venus Hedaya. Nel campionato poi Ghazal si è preso la rivincita guadagnandosi il titolo di Bronze Champion pur venendo dal secondo schieramento. Nella classe 8 – Puledri di 2 anni, nati cioè nel 2008, abbiamo visto quello che più tardi sarebbe diventato il Campione con medaglia d’Oro dei Puledri: *Magd el Farida (Hamra Aligance xErada), il quale con il suo 91,17% ha anche ricevuto il punteggio più alto dello show fra i puledri. La classe dei maschi di 3 anni (classe 9) ha fornito il Campione medaglia d’Argento dei puledri. *Amirhom el Sheruk (Ad-

In the championship Ghazal turned the page and was rewarded Bronze Champion out of the second row. In the two year old class 8- colts born 2008, we saw the later Gold Champion colt. Magd el Farida (by Hamra Aligance- Erada) with 91,17% he also had the highest scores of the juniors colts. The three year old class 9 provided the Silver Champion colt. Amirhom el Sheruk (by Adham el Sheruk – MB Marlona) this colt impressed with a beautiful length of neck and a very nice head. Now it was time for the big boys, most of the names were already familiar. Class 10- stallions 4-5 years old- the bay Khemal Pasha son Tamer al Khaled out of RN Shahba bred by Al Khaled Farm

142 143


AH E l Z a h r a a - E g y p t

Talal El Gabry - 1° pl Stallions 6-8 Yeras Old National Horse Show - O: El Gabry Stud

ham el Sheruk x MB Marlona) ha molto ben impressionato per il bellissimo lungo collo e magnifica testa. Era giunto il momento dei “grandi”, tra cui molti nomi erano già molto familiari, la Classe 10 - stalloni di 4 e 5 anni. Il baio figlio di Khemal Pasha, *Tamer Al Khaled, da RN Shahba, allevato da Al Khaled Farm e di proprietà di Al Bawady Stud, ha convinto audience e giudici con il suo atteggiamento spettacolare. Nel Campionato si è dovuto però “accontentare” della medaglia d’Argento. Il successivo vincitore di classe è stato *Talal El Gabry (da El Ragel-Bashashah) allevato da Gabry Stud e di proprietà di Al Sayyad Stud, il quale ha avuto vita facile nella classe 11- stalloni di 6 e 7 anni – con due soli altri concorrenti nella classe. Nel Campionato poi, i giudici gli hanno assegnato la medaglia di Bronzo.L’ultima

I Arabian Horse JOURNAL I December

and owned by Al Bawady Stud convinced the audience and judges with his showy attitude. In the championship he had to settle with Silver. The next class winner was Talal el Gabry (by El RagelBashashah) bred by El Gabry Stud and owned by Al Sayyad Stud, who had an easy task in the class 11- stallions in the age of 6-7 years old- with only two other stallions in his class. In the championship the judges gave him Bronze. The last class of the day: Stallions 8 years and older provided the Senior Gold Champion. The well known Kenz Noor (by Imperial Madori- Naksh el Koloob Noor) won his class easy and was celebrated happily after receiving his trophy. The main sponsor of the Show – Mercedes Benz – initiated


classe della giornata, Stalloni di 8 anni ed oltre, ha fornito allo Show il suo Campione Stalloni Senior, con medaglia d’Oro. L’ormai ben noto *Kenz Noor (da Imperial Madori x Naksh el Koloob Noor) di proprietà di Rabab Stud ha vinto la sua classe con facilità ed è stato felicitato da tutti per la conquista del trofeo più ambito. Lo sponsor principale dello Show – Mercedes Benz – ha anche dato inizio a due nuo-

two other trophies which both were received by the overwhelmed Mohsen Gabry, owner of El Gabry Stud. He was awarded Best Owner and also best breeder of the Show which sure can make him very proud. Two interesting long days were over and two more days of celebrating the Arabian horse were still ahead. The next two days were devoted to the International Show, which attracted horKhorafa El Gabry - ChampionWHAO - O: El Gabry Stud

Kenz Noor - 1° pl Stallions 8 Years Old and Older National Horse Show - O: Rabab Stud

144 145


AH E l Z a h r a a - E g y p t

Meshael Al Khalediah Al Thaniya - 1째 pl Fillies 2 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

Bint Bessolea - 1째 pl Fillies 3 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


vi Trofei, entrambi ricevuti quest’anno da un commosso e quasi intimidito Mohsen Gabry, il proprietario di El Gabry Stud. Gli sono stati infatti assegnati sia il Trofeo per Miglior Proprietario (Best Owner) che quello per il Miglior Allevatore (Best Breeder) dello Show, due titoli che sicuramente inorgoglirebbero chiunque. Così sono terminate due lunghe interessantissime giornate, con altri due giorni a disposizione per continuare la celebrazione dell’Arabo Puro Egiziano. I due giorni successivi erano destinati all'Internazionale che ha richiamato cavalli di elevata caratura. La giuria designata era composta dalla sig.ra Ann Green (UK), dalla sig.ra Marianne Tengstedt (DK), dal dr. Francesco Santoro (IT), dal dr. Marek Trela (PL) e dal dr Nasr Marei (EG). Questa 13ma edizione è stata davvero piacevole sotto ogni punto di vista, splendidamente organizzata e con cavalli di alta qualità. Numericamente la parte del leone l'ha fatta l'Al Khale-

ses of very high standard. The Jury charged of the task on hand was composed by Mrs. Ann Green (UK), Mrs. Marianne Tengstedt (DK), Dr. Francesco Santoro (IT), Dr. Marek Trela (PL) and by Dr Nasr Marei (EG). This 13th edition pleased everybody, having been splendidly organized and showing horses of excellent quality. Numerically the lion part went to Al Khalediah Stables (Saudi Arabia), present there en masse with some of its formidable show specimen, in fact it was thrilling to see again some of them which have been absent from the international scene for some time. The categories were numerically and qualitatively important, and this fact intrigued even more both audience and operators. It is always a pleasure for us to attend El Zahraa four-day event, but this edition was, if possible, even better than most, because of the specimen quality, the chore-

Ghanyah Athbah - 1° pl Fillies Yearling International Championship - O: Athbah Stud (KSA)

146 147


AH E l Z a h r a a - E g y p t diah Stables dall'Arabia Saudita, presente in massa con alcuni dei propri formidabili soggetti da show, è stato davvero emozionante vederne alcuni assenti da un po' dalle platee internazionali. Le categorie erano numericamente e qualitativamente importanti e questo ha appassionato ancor di più il pubblico e gli operatori. Per quanto sia sempre un piacere per noi partecipare ai quattro giorni ad El Zahraa, se possibile, questa è stata una delle edizioni più belle, per la qualità dei soggetti, per la coreografia, per il parterre, per l'organizzazione. Davvero i nostri migliori complimenti a quanti hanno alacremente lavorato in tal senso, dal sig. Ahmed Sobh Hamza, Charman E.A.O., dal dr. Ahmed Hamza in qualità di direttore generale, dall'Ing. Magda Rashad in qualità di coordinatore generale e dal dr. Alaa Al Zaker, capo del Dipartimento della Salute. Ma molti altri hanno lavorato per l'ottima riuscita di questo evento. I risultati delle classi sono a fondo giornale, vi diciamo

ography, the parterre, the organization. We must really pay our best compliments to all those who worked hard towards this objective, from Mr. Ahmed Sobh Hamza, Chairman of E.A.O., to Dr. Ahmed Hamza General Director, from Engineer Magda Rashad as General Coordinator to Dr. Alaa Al Zaker, Head of Health Department. But many more worked for the excellent outcome of this event. The results of the various classes are at the back of the magazine, we shall only say here that the Championship, as expected, was downright exciting and the winners of the coveted titles were those which managed to express themselves at best. The Fillies Championship crowned Gold Champion the simply beautiful *Ghanyah Athbah (Eden C x JJ Ali Braska) owned by Athbah Stud (KSA), followed by Silver medal *Bint Bessolea (Marwan Al Shaqab x HB Bessolea) owned by Al Khalediah Stables (KSA), while the Bronze medal was

Ibn Jameelat Al Khalediah - 1° pl Colts 2 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Jareer Al Khalediah - 1째 pl Colts 3 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

Fakhr Al Khalediah - 1째 pl Colts Yearling International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

148 149


AH E l Z a h r a a - E g y p t solo che il campionato, come da copione è stato esaltante e i cavalli che meglio si sono espressi hanno portato a casa l'ambito titolo a partire, per le puledre, dalla bella *Ghanyah Athbah (Eden C x JJ Ali Braska) che si è laureata Campionessa guadagnando la Medaglia d'Oro, di proprietà dell'Athbah Stud (KSA), a seguire medaglia d'Argento per *Bint Bessolea (Marwan Al Shaqab x HB Bessolea) dell'Al Khalediah Stables (KSA) mentre la medaglia di Bronzo è stata vinta da *Meshael Al Khalediah (Marwan Al Shaqab x Bluegrass Easy Lovin) ancora dell'Al Khalediah Stables (KSA). L'intero podio dei puledri maschi è stato appannaggio dell'Al Khalediah Stables con la medaglia d'Oro, il bel *Ibn Jameelat Al Khalediah (Moutaz Al Biwaibiya x Jameelat Al Khalediah), medaglia d'Argento per *Jafeer Al Khalediah (Padrons Immage x Barah Al Khalediah) e Medaglia di Bronzo con *Fakhr Al

won by *Meshael Al Khalediah (Marwan Al Shaqab x Bluegrass Easy Lovin) also owned by Al Khalediah Stables (KSA). The entire Colts podium was taken over by Al Khalediah Stables, with the very handsome *Ibn Jameelat Al Khalediah (Moutaz Al Biwaibiya x Jameelat Al Khalediah) as Gold Champion, *Jafeer Al Khalediah (Padrons Immage x Barah Al Khalediah) with Silver Champion and finally the Bronze medal that went to *Fakhr Al Khalediah (Marquis CAHR x Barah Al Khalediah). Compliments again for the astonishing en plein brought back home by the historical Saudi Stud, winner also of the Gold Championship of Mares with the astounding grey *OM El Bernadette (OM El Shahmaan x OM El Benedict), a mare that appears to become more beautiful every successive year. Again an Al Khalediah horse was the Silver Champion of Mares, the bay *Magora (Gazal Al

OM El Bernadette - 1° pl Mares 4-6 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Magora - 1째 pl Mares 6-8 Years Old International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

Dalia KA - 2째 pl Mares 6 Years Old International Championship - O: El Farida Stud (EG)

150 151


AH E l Z a h r a a - E g y p t

Imperial Baareg - 2° pl Stallions 8 Years Old and Older International Championship - O: El Farida Stud (EG)

Khalediah (Marquis CAHR x Barah Al Khalediah). Complimenti per l'entusiasmante tripletta portata a casa dallo storico allevamento saudita che si aggiudica anche la medaglia d'Oro grazie alla splendida grigia *OM El Bernadette (OM El Shahmaan x OM El Benedict), una cavalla che diventa sempre più bella di anno in anno. Sempre targata Al Khalediah la Medaglia d'Argento con la baia *Magora (Gazal Al Shaqab x Margotka), altro spettacolo della natura dal fascino esagerato. La medaglia di Bronzo è stata appannaggio del locale El Farida Stud, con la bella *Dalia KA (Marquis I x Georgia KA). Il bel grigio *Nijem Ibn Eternity (Eternity Ibn Navarrone x Naravna) si aggiudica, ancora per l'Al Khalediah Stables, la Medaglia d'Oro , seguito dalla Medaglia d'Argento *Awwal Al Amaar (Amaar Al Rayyan x Farid Nile Dream) e dalla Medaglia di Bronzo *Imperial Baareg (Imperial Baarez x Imperial Karmah), entrambi dell'El Farida Stud (EG). Bello, ben organizzato, bei cavalli, atmosfera esaltante. Non saprei cos'altro aspettarmi da uno show. El Zahraa, ancora una volta ha regalato emozione.

I Arabian Horse JOURNAL I December

Shaqab x Margotka), another extremely fascinating example of beauty by Mother Nature. The Bronze medal was awarded to the local El Farida Stud, with the just as beautiful *Dalia KA (Marquis I x Georgia KA). The handsome grey *Nijem Ibn Eternity (Eternity Ibn Navarrone x Naravna) won, again for Al Khalediah Stables, the Gold Medal for the Senior Stallions, followed by the Silver Medal *Awwal Al Amaar (Amaar Al Rayyan x Farid Nile Dream) and by the Bronze *Imperial Baareg (Imperial Baarez x Imperial Karmah), both owned by El Farida Stud (EG). Enjoyable, well organized, beautiful horses, exciting atmosphere. I would not know what more to expect from a show. El Zahraa, yet again, presented us with emotion.


Awwal Al Amaar - 1째 pl Stallions 6 Years Old International Championship - O: El Farida Stud (EG)

Nijem Ibn Eternity - 1째 pl Stallions 8 Years Old and Older International Championship - O: Al Khalediah Stables (KSA)

152 153


AH E l Z a h r a a - E g y p t - N AT I O N A L H o rs e S h o w

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Ghazaal Tahani O: Khattab and Tahani Stud (EG)

BRONZE MEDAL • Zeinah Al Hamd O: Ahmadeyat Al Hamd Stud (EG)

SILVER MEDAL • Rayhana Al Kaherah O: Al Yasser Stud (EG)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Magd Al Farida - O: El Farida Stud (EG)

BRONZE MEDAL • Ghazal Al Yasser O: Al Yasser Stud (EG)

SILVER MEDAL • Amirhom El Sheruk O: El Sheruk Stud (EG)

154 155


AH E l Z a h r a a - E g y p t - N AT I O N A L H o rs e S h o w

Championship Mares

GOLD MEDAL • Khorafa El Gabry - O: El Gabry Stud (EG)

BRONZE MEDAL • Anbar Noor O: Rabab Stud (EG)

SILVER MEDAL • Mohgah Saqr O: Khattab & Tahani Stud (EG)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Kenz Noor - O: Rabab Stud (EG)

BRONZE MEDAL • Talal El Gabry O: El Gabry Stud (EG)

SILVER MEDAL • Tamer Al Khaledeyah O: Al Khaledeyah Stud (EG)

156 157


AH E l Z ahraa - E gypt - INTERNATIONAL C hampionship

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Ghanyah Athbah - O: Athbah Stud (KSA)

BRONZE MEDAL • Meshael Al Khalediah Al Thaniya O: Al Khalediah Stables (KSA)

SILVER MEDAL • Bint Bessolea O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Ibn Jameelat Al Khalediah O: Al Khalediah Stables (KSA)

BRONZE MEDAL • Fakhr Al Khalediah O: Al Khalediah Stables (KSA)

SILVER MEDAL • Jareer Al Khalediah O: Al Khalediah Stables (KSA)

158 159


AH E l Z ahraa - E gypt - INTERNATIONAL C hampionship

Championship Mares

GOLD MEDAL • Om El Bernadette O: Al Khalediah Stables (KSA)

BRONZE MEDAL • Dalia KA O: El Farida Stud (EG)

SILVER MEDAL • Magora O: Al Khalediah Stables (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Nijem Ibn Eternity O: Al Khalediah Stables (KSA)

BRONZE MEDAL • Imperial Baareg O: El Farida Stud (EG)

SILVER MEDAL • Awwal Al Amaar O: El Farida Stud (EG)

160 161


I Arabian Horse JOURNAL I December


163 163


I Arabian Horse JOURNAL I December


165 165


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

RABAB STUD 2010 by Francesca Messina

Quest'anno, alla fine di ottobre, il psa si è dato appuntamento presso le scuderie Rabab Stud - a Il Cairo - per un primo show nazionale ottimamente organizzato dal "padrone di casa", Sh. Khaled Bin Laden, ed il team dell'EAHBA e del suo Presidente, il sig. Ahmed Abdel Abd Al Razik che sono riusciti a realizzare un evento straordinario. Ottima l'organizzazione, ottima la location, una infrastruttura moderna ma che ha mantenuto i propri criteri tradizionali. In un clima molto ospitale, abbiamo partecipato ad una gara davvero entusiasmante, sia nei numeri che per la qualità dei soggetti. Il pubblico, estasiato era quello delle grandi occasioni.

I Arabian Horse JOURNAL I December

This year, at the end of October, the Pure Bred Arabians convened at the stables of Rabab Stud - in Cairo - for a first National Show organized by the "host", Sh. Khaled Bin Laden, and by the EAHBA team led by its President, Mr. Ahmed Abdel Abd Al Razik who managed to create an extraordinary event. The organization was perfect under all respects, and so was the location, a modern infrastructure which has nevertheless maintained its traditional criteria. In a very hospitable climate we could attend a really exciting competition, both for the number and for the quality of the specimen enrolled. The ecstatic public was a crowd like only great events can collect.


Gli espositori hanno accettato l'invito a partecipare numerosi portando i loro migliori soggetti a questo show che si è quindi rivelato una sorpresa alla sua prima edizione, con un totale di partecipanti che andava oltre i 200 cavalli, un numero record se consideriamo quelli che di norma si svolgono in Europa. Altro motivo dell'alta adesione era il montepremi davvero allettante. Il vero successo comunque è stata opera dell'intero team e dell'ottimo lavoro svolto dagli organizzatori e dalla conclamata affabilità e maestria di Sh. Khaled, un successo meritato per lui. Grazie al Lifestreams messo a disposizione per tutta la durata dello show, sia dall'Europa che dall'America che nel Middle East,

Exhibitors in very good numbers accepted to participate bringing their best subjects to this show, which thus resulted in quite a positive surprise at its first edition, with a total of over 200 horses, a record number if we compare it to some of the usual European shows. Another motive for the high participation was the the prize money, really enticing. However the real success was hammered together by the whole hard-working team, the excellent job of the organizers and the clearly evident amiability and mastery of Sh. Khaled, a well deserved success for him also at personal level.

166 167


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Shahd Al Farida - Class 1/A 1° pl Yearling Fillies - O: El Farida Stud

Mr H. Soliman, SH. Khaled and Salem Binladen, Dr. Nasr Marei

I Arabian Horse JOURNAL I December

gli appassionati hanno potuto seguire l'evento in diretta. I giudizi dei giudici internazionali che vi hanno preso parte, la sig.ra Anna Stojanowska (PL), la sig.ra Renata Schibler (CH), il dr. Adbelouahed Maagoul (MOR), il sig. Jaroslav Lacina (CZ), la sig.ra Karin McCrea (USA) ed il sig. Fausto Scanzi (IT), sono stati sostanzialmente equanimi. Il venerdĂŹ ed il sabato si

Thanks to the Lifestreams provided for the whole duration of the show, from Europe, America and Middle East many Arabian horse enthusiasts were able to watch the whole show live. The judgements by the International Judges who took part, Mrs. Anna Stojanowska (PL), Mrs. Renata Schibler (CH), Dr. Adbelouahed Maagoul (MOR), Mr. Jaroslav


Konouz Al Baidaa - Class 1B 1째 pl Yearling Fillies - O: Al Baidaa Stud

sono disputate tutte le numerose categorie, intervallate da spettacoli tradizionali. L'ampia area dietro al ring era allestita per un comodo pranzo, assolutamente offerto dall'organizzazione, tra gli alberi di eucalipto che offrivano la loro ombra. Per gli attesi campionati finali era prevista la presentazione di ogni singolo soggetto al trotto davanti alla

Lacina (CZ), Mrs. Karin McCrea (USA) and Mr. Fausto Scanzi (IT), have been substantially fair and unbiased. All the numerous categories were held on Friday and Saturday, with traditional shows in the intervals. The ample area behind the ring was set up for a comfortable lunch, invariably offered by the organizers, among eucalyptus trees that projected their restful shade.

Mrs. Melanie Mannix and Mrs. Claudia Darius

168 169


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p giuria che poi rientravano per il giudizio. Il campionato delle puledre è stato davvero un vero successo per l'allevamento El Farida Stud della famiglia di Hamdy Soliman. Due prodotti del Campione del Mondo puledri, *Royal Colours, hanno ribadito la bellezza del proprio padre vincendo sia la medaglia d'Oro che quella d'Argento. *Queen Of Royal (x Flaxman's Rajah), Dr. H. Nagel and Sh. Khaled

Magda Al Gabry - Class 2A 1° pl 2 Years Old Fillies - O: El Gabry Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December

The final Championships provided for the horses to be presented one by one trotting in front of the Jury, who would then retire for their judgement. The Fillies Championship was a resounding success for El Farida Stud of the Hamdy Soliman Family. Two products of the Colts World Champion, *Royal Colours, loudly stated


AF Avanya - Class 2B 1° pl 2 Years Old Fillies - O: Al Waleed Stud

una puledra davvero esotica e dal movimento molto rilevato, in categoria aveva ottenuto un punteggio molto alto facendo presagire l'esito del campionato. La sua mezza sorella *Salma El Farida (x Fay Zina T) ha ottenuto la medaglia d'Argento. Il podio è stato completato da una puledra nata in Egitto, *Shahd Al Farida (Said Hafid El Chamsin x LV Asmarra). Complimenti all'El Farida per

again their father's beauty by winning both the Gold and Silver medal. *Queen Of Royal (x Flaxman's Rajah), a really exotic filly possessed of very high movement, in her class had received a very high score, giving notice of an excellent performance in the championship too. Her half-sister *Salma El Farida (x Fay Zina T) obtained

The Judges

170 171


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Zeinah Al Hamd - Class 3/A 1° pl 3 Years Old Fillies - O: Ahmedeyal Al Hamd Stud

questo bel podio. La gioia che ne è seguita era comprensibile ma ci sarebbe stato ancora da festeggiare. A seguire i Puledri maschi con numeri e qualità davvero alti ma non quanto le femmine. L'Oro è stato vinto da un bel soggetto allevato da Omar Saqr, *Taymour Saqr (Tailahsman x Ameera Saqr) ora di proprietà dell'allevamento Al Baydaa. Un puledro molto corretto e mascolino che ha convinto la giuria all'unanimità. La medaglia d'Argento è stata vinta da un soggetto arrivato secondo nella sua categoria, dotato di una testa molto camusa e di un bel collo, *Al Sheikh Obeid Al Moghazy (Ezz Ezzain x F Magida) dell'allevamento El Moghazy e di proprietà dell'Al Rayyan Maser. La medaglia di Bronzo è stata vinta da un puledro di tre anni *Naseem Al Nakeeb (Murtajab Al Nakeeb x Naseema) di proprietà di Al Bawady Stud. Un progetto allevatoriale ben riuscito dell'allevamento del sig. Hassanain Al Nakeeb, famoso giudice oltre che allevatore.

I Arabian Horse JOURNAL I December

the Silver medal. Completing the podium was an Egyptborn filly, *Shahd Al Farida (Said Hafid El Chamsin x LV Asmarra). Our compliments to El Farida for such a podium display. The ensuing joy was quite understandable, but there was more to be celebrated yet. The Colts followed with high numbers and quality, although not quite as good as the Fillies. The Gold medal went to a beautiful subject bred by Omar Saqr, *Taymour Saqr (Tailahsman x Ameera Saqr) now owned by the stud Al Baydaa. It was a very correct and virile Colt, that convinced the Jury to vote unanimously. The Silver medal was awarded to a specimen which had been second in its class, possessed of a nicely dished head and beautiful neck, *Al Sheikh Obeid Al Moghazy (Ezz Ezzain x F Magida) from the El Moghazy stud and owned by Al Rayyan Maser. The Bronze medal went to a 3 years old Colt, *Naseem Al Nakeeb (Murtajab Al Nakeeb x Naseema) owned


Queen Of Royal - Class 3/B 1째 pl 3 Years Old Fillies - O: El Farida Stud

Sharifa Rodaniyah - Class 4 1째 pl 4-6 Years Old Mares - O: El Gabry Stud

172 173


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Mohgah Saqr - Class 5 1째 pl 7 Years Old Mares - O: Khattab & Tahani Stud

Moaez Al Baidaa - Class 6 1째 pl Yearling Colts - O: Al Baidaa Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Magd Al Farida - Class 7 1° pl 2 Years Old Colts - O: El Farida Stud

Il campionato delle fattrici era numericamente inferiore visto che erano solo due le categorie ma la qualità era estrema. La medaglia d'Oro è stata vinta da *Mohgah Saqr (x Ses Marah) una bella figlia del famoso Imperial Madori, stallone di punta dell'allevamento di Omar Saqr ora in Italia per lasciare la sua impronta anche in Europa. La fattrice è di proprietà dell'allevamento di Khattab e Tahani. Solo due preferenze hanno deciso il secondo posto, una fattrice allevata in Germania ha ottenuto la medaglia d'Argento, parliamo di *Sharifa Rodaniyah (Ansata Selman x Khedifa Rodaniyah) vincitrice della sua categoria fattrici 4-6 anni - con ben diciannove soggetti in campo. Il fortunato proprietario è El Gabry Stud. Bronzo per *Mabrouka Ezzain (Ansata Almurtagiz), figlia della campionessa del mondo Psyche Amber Gem, allevata in Kuwait e di proprietà di Mohammed Zaghlol dell'Omar Stud. La tensione durante il campionato degli stalloni era palpabile, ma una cosa era già certa, il titolo sarebbe andato all'allevamento El Farida, la questione era solo riferita al nome dello

by Al Bawady Stud. This is a breeding project from the stud of Mr. Hassanain Al Nakeeb, a famous judge and breeder. The Mares Championship was inferior in numbers, but extremely high in quality. The Gold medal was won by *Mohgah Saqr (x Ses Marah), a very nice daughter of the famous Imperial Madori, outstanding stallion of Omar Saqr stud, now in Italy so as to leave its footprint in Europe too. The mare belongs to the stud of Khattab and Tahani. Just two preferences assigned the second position, and so a mare born in Germany collected the Silver medal, namely *Sharifa Rodaniyah (Ansata Selman x Khedifa Rodaniyah) winner of its class - 4-6 years Mares – in a field of nineteen competitors!. The lucky owner is El Gabry Stud. Bronze for *Mabrouka Ezzain (Ansata Almurtagiz), daughter of the World Champion Psyche Amber Gem, bred in Kuwait and owned by Mohammed Zaghlol of Omar Stud. The tension during the Stallion Championship was palpable, but one thing was sure already, that the title would go to El Farida, the only open question was the name of the stallion, sin-

174 175


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Taymour Saqr - Class 8 1° pl 3 Years Old Colts - O: Al Baidaa Stud

stallone visto che c'erano due contendenti di questo stesso proprietario in campo. Il vincitore della categoria di stalloni dai 4 ai 6 anni si era aggiudicato l'alto punteggio di 277, importato dall'America *Awwal Al Amaar (Ammar Al Rayyan x Farid Nile Dream) si è comunque dovuto accontentare della medaglia d'argento visto il punteggio di 278 ottenuto dal compagno di scuderia l'imponente *Imperial Baareg (Imperial Baarez x Imperial Karmah) che ha ottenuto quindi la medaglia d'Oro. Una doppietta per l'El Farida davvero importante che rende merito ai propri sforzi allevatoriali. Bronzo per uno stallone allevato in Germania e ora di proprietà dell'AlYasser Stud, parliamo di *Taymour Halim (Al Adeed Al Shaqab x Taysouna). Il Rabab Championship verrà ricordato a lungo per il successo che ha ottenuto, per lo splendido risultato, per l'organizzazione, l'atmosfera e la qualità dei cavalli. Vi aspettiamo numerosi al Cairo, per il secondo appuntamento con il Rabab Championship 2011.

I Arabian Horse JOURNAL I December

ce there were two equally beautiful specimen belonging to the same owner competing against each other. The winner of the class Stallions 4 - 6 years, imported from America, had scored a high 277, but *Awwal Al Amaar (Ammar Al Rayyan x Farid Nile Dream) had to content itself with the Silver medal, in view of the score of 278 obtained by its stable-mate, the imposing *Imperial Baareg (Imperial Baarez x Imperial Karmah) which received therefore the Gold medal. A very important “double” for El Farida, speaking very well of its breeding efforts. Bronze went to a stallion born in Germany and now owned by AlYasser Stud, that is *Taymour Halim (Al Adeed Al Shaqab x Taysouna). This Rabab Championship will be long remembered for its success, for the splendid results, for the organization, the friendly atmosphere and the horses quality. We expect to see good numbers of you Readers in Cairo next year, for the second appointment with the Rabab Championship 2011.


Awwal Al Amaar - Class 9 1째 pl 4-6 Years Old Stallions - O: El Farida Stud

Imperial Bareeg - Class 10 1째 pl 7 Years Old and Older Stallions - O: El Farida Stud

176 177


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Queen Of Royal - O: El Farida Stud

BRONZE MEDAL • Shahd Al Farida O: El Farida Stud

SILVER MEDAL • Salma Al Farida O: El Farida Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Taymour Saqr - O: Al Baidaa Stud

BRONZE MEDAL • Naseem Al Nakeeb O: Al Bawady Stud

SILVER MEDAL • Al Sheikh Obaied Al Moghazy - O: Al Rayyan Masr

178 179


AH 1s t R a b a b N a t i o n a l C h a m p i o n s h i p

Championship Mares

GOLD MEDAL • Mohgah Saqr - O: Khattab & Tahani Stud

BRONZE MEDAL • Mabrouka Ezzain O: Mohammed Zaghlol - Omar Stud

SILVER MEDAL • Sharifa Rodaniyah O: El Gabry Stud

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Imperial Bareeg - O: El Farida Stud

BRONZE MEDAL • Taymour Halim O: Al Yasser Stud

SILVER MEDAL • Awwal Al Amaar O: El Farida Stud

180 181


I Arabian Horse JOURNAL I December


183 183


I Arabian Horse JOURNAL I December


185 185


I Arabian Horse JOURNAL I December


187 187


AH A r t

a n d h i s to r y

“A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse” A Celebration of the Landmark Exhibition held at the International Museum of the Horse

Cynthia Culbertson

May 29 - October 15, 2010

La storia del cavallo Arabo è affascinante. É quasi una favola che trae origine nella notte dei tempi, piena di poesia, arte, romantiche leggende e grandi personaggi storici. Il Mistero fa parte del suo richiamo. Da dove proviene il Cavallo Arabo? La razza ha avuto origine nell’Antico Vicino Oriente, quello che oggi chiamiamo Medio Oriente, o specificamente nella Penisola Arabica? O forse si è diffusa dall’antico Egitto, dove manufatti artistici ritraggono i suoi primi archetipi? L’impatto del cavallo Arabo nel corso della storia è molto pervasivo, e due terzi del mondo conosciuto furono conquistati in sella a questi nobili destrieri durante la diffusione dell’Islam. Diver-

I Arabian Horse JOURNAL I December

The story of the Arabian horse is captivating. It is a tale that reaches far into antiquity, filled with poetry, art, romantic legends and grand historical figures. Mystery is part of the allure. Where did the Arabian horse come from? Did the breed originate in the Near East or on the Arabian Peninsula? Or was it introduced from ancient Egypt where its archetype first appears in art? The impact of the Arabian horse in history is far-reaching, and two-thirds of the known world was conquered on the backs of these noble steeds during the spread of Islam. Diverse civilizations and cultures celebrated


Caption: A special exhibition entitled “Legacy of Saudi Arabia” was presented in the Arabian Horse Galleries during the “A Gift from the Desert” exhibition. Organized by the director of the King Abdul Aziz Arabian Horse Center, Sami al-Nohait, the exhibit featured original paintings, bronzes, photographs and other pieces illustrating both the modern Arabian horses of Saudi Arabia, including Saudi desertbreds, as well as historic horses. Photograph by Richard.T. Bryant.

se civilizzazioni e culture hanno accolto con gioia l’arrivo di questi agili e resistenti cavalli ed allevatori sparsi per il mondo hanno per secoli preservato con cura la loro purezza. Come è stata la storia equestre influenzata dal cavallo Arabo? “A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse”, ovvero “Un Dono del Deserto: l’Arte, la Storia e la Cultura del cavallo Arabo”, è stata ideata come una Mostra per un museo internazionale, destinata ad esplorare tutte queste domande mediante una sorprendente collezione di oggetti d’arte ed artigianato. Tutto ha avuto inizio dalla visione di Bill Cooke, il direttore dello Interna-

the arrival of these fleet and hardy horses, and breeders around the world have carefully guarded their purity for centuries. How has the Arabian horse influenced equestrian history? “A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse” was envisioned as an international museum exhibition designed to explore these questions through an amazing collection of art and artifacts. It began as the vision of Bill Cooke, the director of the International Museum of the Horse, a Smithsonian affiliate museum located at the beautiful

188 189


AH A r t

a n d h i s to r y

tional Museum of the Horse, un museo affiliato allo Smithsonian, collocato nel meraviglioso Kentucky Horse Park nella città di Lexington, Kentucky, USA. Il museo aveva già ospitato due Mostre internazionali di successo, “La Cina Imperiale: l’Arte Equestre nella Storia Cinese” (Imperial China: the Art of the Horse in Chinese History) e “Tutti i cavalli della Regina: il Ruolo del Cavallo nella Storia Britannica” (All the Queen’s Horses: The Role of the Horse in British History). A seguito di tali successi, scegliere l’argomento di una terza mostra si è dimostrato una sfida ancor maggiore del solito, particolarmente avendo l’intenzione di fare della terza la migliore. Ma per Bill Cooke la risposta era semplice – la storia del cavallo nell’Antico Vicino Oriente e la storia della razza Araba erano l’argomento perfetto per una mostra storica. Avendo preso la decisione riguardo all’argomento per la prossima mostra del Museo, in breve tempo un gruppo di entusiasti del cavallo Arabo negli USA si mise all’opera per fare dell’idea una realtà. É stato però il generoso contributo della Federazione Equestre dell’Arabia Saudita (Saudi Arabian Equestrian Federation), che ha permesso al sogno di realizzarsi. Guidati dalla dedizione e leadership del presidente Onorario della Federazione S.A. il Principe Faissal bin Abdullah bin Muhammad e dell’attuale presidente S.A.R. il Principe Nawaf bin Faisal bin Fahad, la Federazione ed un gruppo di Aziende sponsor hanno fatto sì che “Un dono del Deserto” diventasse un dono del Regno dell’Arabia Saudita al resto del mondo. La preparazione della Mostra ha impegnato oltre tre anni, con il risultato che oltre 400 inestimabili oggetti ed opere d’arte hanno compiuto il viaggio fino al Kentucky da ben ventotto pre-

I Arabian Horse JOURNAL I December

Kentucky Horse Park in Lexington, Kentucky, USA. The museum had already hosted two successful international exhibitions, “Imperial China: the Art of the Horse in Chinese History” and “All the Queen’s Horses: The Role of the Horse in British History.” Following these successes the challenge was greater than ever in choosing the subject for a third exhibition, particularly with a goal of making this exhibition the best ever. But for Bill Cooke the answer was simple – the history of the horse in the Ancient Near East and the story of the Arabian breed was the perfect subject for an historic exhibition. Shortly after the decision was made regarding the subject for the museum’s next exhibition, a group of Arabian horse enthusiasts in the United States began efforts to make the exhibition a reality. It was the gracious sponsorship of the Saudi Arabian Equestrian Federation, however, that made the dream come true. With the dedicated leadership of Honorary Federation President HH Prince Faissal bin Abdullah bin Muhammad and current president HRH Prince Nawaf bin Faisal bin Fahad, the Federation, along with a group of corporate sponsors, “A Gift from the Desert” became a gift from the Kingdom of Saudi Arabia to the world. Planning for the exhibition took more than three years, with the result that more than 400 priceless artifacts and works of art travelled to Kentucky from twenty-eight prestigious museums and private collectors from around the world. The countries of origin of the objects included Egypt, France, Germany,

Caption: Book of Original Sketches of the Arabia Emile Hermes Collection.

Caption: Book of Original Sketches of the Arabia Emile Hermes Collection.


an Horses of the King of Wurrtemberg, F. Keutzer.

an Horses of the King of Wurrtemberg, F. Keutzer.

stigiosi musei e collezioni private sparsi in tutto il mondo. I paesi d’origine di questi oggetti spaziano attraverso Egitto, Francia, Germania, India, Iran, Iraq, Giordania, Libano, Polonia, Qatar, Arabia Saudita, Siria, Sharjah (UAE), Tagikistan, Turchia, gli Stati Uniti e lo Yemen. “Questi rari lavori sono stati riuniti in un’unica collocazione per la prima volta,” ha dichiarato il direttore Bill Cooke. “La storia della razza Araba è un fil rouge continuo che collega tutta l’esibizione, ma i nostri pezzi vogliono anche esplorare le varie e ricche culture dei popoli che hanno tanto apprezzato il cavallo Arabo e gli enormi contributi che il Medio Oriente e la Penisola Araba hanno dato alla civiltà.” La scelta del periodo di esposizione della Mostra, che è rimasta aperta al pubblico da 29 Maggio al 15 Ottobre di questo 2010, è stata poi particolarmente fortunata, dato che per la prima volta approdavano negli Stati Uniti le “Olimpiadi Equestri”, cioè gli Alltech FEI World Equestrian Games, e si tenevano proprio al Kentucky Horse Park, sede dell’esibizione. Ciò ha significato che gli oltre 500.000 spettatori dei Games hanno anche avuto l’opportunità di godere di questa dinamica esibizione. La visita alla Mostra iniziava da un video ispiratore, creato dalla Darryl Larson Productions, che presentava all’audience lo splendore e la bellezza della razza Araba. All’entrata della sezione sul mondo del cavallo nell’Antico Medio Oriente, i visitatori rimanevano abbagliati dal meraviglioso Standard di Ur, un oggetto vecchio 4.500 anni, originalmente ritrovato in una tomba nel Cimitero Reale dei Sumeri in Iraq ed uno dei più famosi oggetti dell’antichità giunti fino a noi. Questa sezione della mostra comprendeva anche l’impronta su gesso di un sigillo, anch’essa

India, Iran, Iraq, Jordan, Lebanon, Poland, Qatar, Saudi Arabia, Syria, Sharjah (UAE), Tajikistan, Turkey, the United States, and Yemen. “These rare artifacts were united for the first time in one location,” stated museum director Bill Cooke. “The story of the Arabian breed is a thread of continuity throughout the exhibition, but our art and artifacts also explored the rich and varied cultures of the peoples that treasured them and the vast contributions the ancient Near East and Arab world have made to civilization.” The timing of the exhibition, which was displayed from May 29th to October 15th of this year, was especially fortuitous, since the Alltech FEI World Equestrian Games came to the United States for the first time, and were held at the Kentucky Horse Park, site of the exhibition. This meant that the more than 500,000 visitors who attended the Games also had the opportunity to experience this dynamic exhibition. The experience of a visit to the exhibition began with an inspiring video, crafted by Darryl Larson productions, which introduced audiences to the splendor and beauty of the breed. As they entered the world of the horse in the Ancient Near East, visitors were amazed by the beautiful 4,500 year old Standard of Ur, originally found in a burial chamber of the Sumerian Royal Cemetery in Iraq and one of the most famous artifacts in antiquity. This section of the exhibition also included a clay seal impression, also from Iraq, that is the oldest representation of horseback riding in the world. Another world-famous artifact was one of

190 191


AH A r t

a n d h i s to r y

originaria dell’Iraq, che costituisce la più antica rappresentazione al mondo di un cavallo montato. Un altro famosissimo reperto era costituito dalle Tavolette Kikkuli, il più antico trattato conosciuto sull’addestramento dei cavalli, scritto in caratteri cuneiformi su di una tavoletta d’argilla quasi 3.500 anni fa. Questo manuale di addestramento per cavalli per il traino dei carri da guerra enfatizza un condizionamento simile a quello ancora in uso al giorno d’oggi dagli allenatori per le tre-giorni e l’endurance. “Questa esibizione esplora le prime apparizioni del cavallo nell’area del Medio Oriente, la sua diffusione nella Penisola Araba ed il suo enorme significato per le culture della regione, dal suo arrivo fino ai tempi attuali,” ci spiega Sandra Olsen, direttrice di Antropologia al Carnegie Museum of Natural History di Pittsburgh e curatore esterno della Mostra. “Il cavallo Arabo è una delle razze più antiche, apparsa nell’arte egiziana oltre 3.400 anni fa,” Olsen dichiara. Gli oggetti Egiziani in mostra includevano finimenti da cavallo in maiolica dalla tomba Nubiana di un cavallo, datata intorno

the Kikkuli tablets, the oldest known treatise on horse training, written in cuneiform script on a clay tablet nearly 3,500 years ago. This training manual for chariot horses in combat emphasizes conditioning similar to that still used today by three-day event and endurance trainers. “This exhibition explored the earliest arrival of the horse into the Near East, its spread onto the Arabian Peninsula and its enormous significance for the cultures of the region from its arrival until current times,” explains Sandra Olsen, director of anthropology at the Carnegie Museum of Natural History in Pittsburgh and guest curator for the exhibition. “The Arabian horse is one of the most ancient breeds, appearing in Egyptian art more than 3400 years ago,” Olsen states. Egyptian artifacts in the exhibition included faience horse trappings from a Nubian horse grave dating to 700 BC and 18th dynasty bas-reliefs depicting horses during the reign of Pharaoh Akhenaten (1353-1336 BC). Another stunning Egyptian

Caption: Mameluck enVedette, CarleVernet, 1821, published by Ackermann, London, hand-colored aquatint. Collection of Dr. Karin Thieme.

I Arabian Horse JOURNAL I December


Caption: In the Stables, Juliusz Kossak, 1866, watercolor on paper. National Museum of Warsaw

al 700 aC e bassorilievi della 18ma dinastia che ritraggono cavalli durante il regno del Faraone Akhenaten (1353-1336 aC). Un altro magnifico oggetto di origine egiziana era il manico di un frustino in forma di stallone, risalente al regno del Faraone Amenhotep III. Fotografie di arte rupestre che mostra cavalli in azione nel Regno dell’Arabia Saudita, erano un altro elemento visivo molto importante dell’esibizione, che includeva rari manufatti dall’antica civiltà araba di Qaryat al Fau, come affreschi e figurine in bronzo ritraenti cavalli. Altre antiche civiltà come gli Ittiti, Assiri, Urartei, Sassaniani, ed altri erano rappresentati da alto/basso-rilievi, figurine d’argilla, briglie e morsi, corazze e lavori artistici. “Sarebbe impossibile riscrivere la Storia senza il cavallo, immaginando come e quanto differenti le lingue, la tecnologia e la politica sarebbero oggi se il cavallo non fosse esistito,” conclude Sandra Olsen, e la storia

artifact was a whip handle in the shape of a stallion from the reign of Pharaoh Amenhotep III. Photographs of rock art depictions of horses in the Kingdom of Saudi Arabia were also an important visual element of the exhibition, which included rare artifacts from the ancient Arabian civilization at Qaryat al Fau such as frescoes and bronze figurines depicting horses. Other ancient civilizations, such as the Hittites, Assyrians, Urartians, Sasanians, and others were represented by reliefs, clay figurines, bridles and bits, armor and works of art. “It would be impossible to rewrite history extracting the horse, imagining how language, technology and politics would be different today in its absence,” Sandra Olsen concludes, and the history of the horse in the Ancient Near East and Arabia provided a perfect example of the profound influence of equines on human civilization.

192 193


AH A r t

a n d h i s to r y

Caption:Wawrzyniec Fredro in the Embassy to Istanbul in 1500 Juliusz Kossak, 1883, watercolor on paper. National Museum of Warsaw

del cavallo nell’Antico Vicino Oriente ed in Arabia ha fornito un perfetto esempio della profonda influenza degli equini sulla civiltà umana. Un corridoio con alle pareti tutta una serie di immagini di cavalli Arabi in scenari desertici, costituiva un drammatico legame logico verso la seconda galleria della Mostra, che esplorava lo sviluppo del cavallo Arabo come razza pura da parte dei

I Arabian Horse JOURNAL I December

A corridor lined with images of Arabian horses in a desert setting provided a dramatic segue into the second gallery of the exhibition which explored the development of the Arabian horse as a true breed by the Bedouin nomads of the desert. Music written by Brandon Visel especially for the exhibition was a perfect backdrop as the visitors encountered an authentic goat-hair Bedouin


Beduini, la popolazione nomade del deserto. La musica, scritta specificamente per questa esibizione da Brandon Visel, era uno “sfondo� fantastico ed appropriato all’incontro dei visitatori con una tenda beduina fatta con pelo di capra, mentre apprendevano le caratteristiche che differenziano il cavallo Arabo da tutte le altre razze. Una selezione di oggetti, gioielli e costumi etnici Beduini, aiutava a meglio comprendere questa cultura

tent and learned about the characteristics that distinguish the Arabian from all other breeds. A selection of Bedouin ethnographic items, jewelry, and costume helped illuminate this nomadic culture. Excerpts from pre-Islamic poetry accompanied Orientalist paintings illustrating Bedouin life, giving visitors insight into the high esteem in which the Arabian horse was held and

194 195


AH A r t

a n d h i s to r y

Gallery One of the Exhibition featured artifacts from the Ancient Near East, Arabia and Egypt - photograph by Richard T. Bryant

Caption:The Standard of Ur - The Standard of Ur, a Sumerian artifact originally found in a burial chamber in the Royal Cemetery of Ur dates between 2600 and 2450 BC is one of the most famous artifacts in antiquity. The British Museum

Caption: The robes of T.E. Lawrence, known as “Lawrence of Arabia", along with his dagger, sandals and other items were on loan to the exhibition from All Souls College, Oxford. Photograph by Richard T. Bryant

I Arabian Horse JOURNAL I December

nomade. Estratti di poesie pre-Islamiche accompagnavano dipinti Orientalistici che illustravano la vita dei Beduini, chiarendo al visitatore l’alta stima in cui era tenuto il cavallo Arabo ed il suo ruolo come coraggioso partecipante alle guerre nel deserto. La diffusione dell’Islam ha fatto conoscere l’Arabo alla maggior parte del mondo, e questa razza ha giocato un ruolo vitale nelle conquiste Islamiche. La cavalleria leggera era una delle sezioni più importanti nello schieramento bellico dei Musulmani, e l’agilità e resistenza dell’Arabo in battaglia erano senza pari. I visitatori hanno potuto leggere dell’amore del Profeta Maometto (peace be upon him, pbuh) per i cavalli ed hanno potuto imparare i versi del sacro Corano che onorano questi nobili destrieri. Una selezione di esemplari del Corano particolarmente bene illuminati, faceva da attrazione in questa sezione della Mostra. Lo splendore delle dinastie Islamiche e dei loro cavalli, inclusi gli Ayyubidi, Mamelucchi, Mughal, Ottomani ed altri, oltre che i molti e grandi contributi di questi imperi alla civiltà, era evidenziato non solo da oggetti direttamente correlati al cavallo di per se, ma anche da una selezione di arte Islamica originale di queste importanti ere. Squisite ceramiche della dinastia Ayyu-

their role as gallant desert warhorses. The spread of Islam introduced the Arabian horse to much of the world, and the breed played a vital role in the Islamic conquest. Light cavalry was the most powerful section of the Muslims’ military force, and in battle the agility and stamina of the Arabian horse was unrivaled. Visitors read about the Prophet Muhammad’s (pbuh) love for horses and learned of the verses in the Holy Qur’an which pay tribute to these noble steeds. A selection of illuminated Holy Qur’ans was a highlight of this section of the exhibition. The splendor of the Islamic dynasties and their horses, including the Ayyubids, Mamluks, Mughals, Ottomans and others, as well as the many contributions of these empires to civilization, was highlighted not only by items relating direction to horses, but also by a selection of Islamic art from these important eras. Exquisite ceramics from the Ayyubid Dynasty and the era of the brilliant Ayyubid leader Salah adDin helped illustrate the time period when Europeans first encountered the Arabian breed during the Crusades. The Mamluks,


bid e dell’era del geniale comandante Ayyubid Salah ad-Din (il famoso Saladino) aiutavano ad illustrare l’epoca in cui gli Europei hanno avuto i primi incontri con la razza Araba durante le Crociate. I Mamelucchi, tra i migliori cavalieri di ogni epoca e luogo, erano evidenziati dalle litografie di Carle Vernet, oltre che dagli splendidi esempi di vetreria, ceramica e lavori in metallo di origine Mamelucca. Spade Reali ricoperte di pietre preziose, daghe, scudi, elmetti ed altre armi e corazzature provenienti dalle varie dinastie Islamiche, facilitavano il visitatore nella comprensione dell’Arabo come ideale cavallo guerresco, mentre selle e finimenti riccamente decorati dall’Impero Ottomano erano perfetta esemplificazione degli ornamenti riversati in abbondanza su questi orgogliosi cavalli. Il ruolo del cavallo Arabo nella caccia era mostrato sia con lavori artistici che con una selezione di tamburi da falconeria. Arte Persiana e Mughal fornivano ulteriore illustrazione dell’importanza del cavallo Arabo durante quei periodi storici. I favolosi cavalli Arabi di Najd e gli storici stalloni in Arabia ed Egitto erano l’argomento della sezione seguente dell’esibizione. Grazie al generoso prestito dalla Libreria Reale Abdul Aziz di Riyadh, i visitatori potevano vedere dal vivo

among the best horsemen the world has ever known, were showcased by the lithography of Carle Vernet as well as by splendid examples of Mamluk glass, ceramics, and metalwork. Jewel-encrusted royal swords, daggers, shields, helmets and other arms and armor from various Islamic dynasties helped visitors understand the Arabian as an ideal warhorse, while lavishly embellished saddles and bridles from the Ottoman Empire were a superb illustration of the adornments bestowed upon these proud horses. The role of the Arabian horse in the hunt was displayed both in art and with a selection of hawking drums. Persian and Mughal art provided further illustrations of the importance of the Arabian horse during those periods of history. The fabled Arabian horses of Najd and the historic studs in Arabia and Egypt were the subject of another section of the exhibition. Thanks to a gracious loan from the King Abdul Aziz Library in Riyadh, visitors were able to see the original Abbas Pasha Manuscript, the meticulous written record of the strains and stories of the breed compiled by the emissaries of the Viceroy of Egypt, Abbas Pasha I.

Caption: Images of horses in ancient rock art from the Kingdom of Saudi Arabia were featured in the exhibition, which also included an interactive station where visitors could experience multiple images of these dramatic petroglyphs. Photo by Richard T. Bryant

196 197


AH A r t

a n d h i s to r y

Mokladi - Edward Troye, 1854. A. Keene Richards appears in this portrait holding Mokladi, one of the Arabians he imported to improve the bloodlines of American Thoroughbreds. Keene R. Kelley Collection

l’originale manoscritto di Abbas Pasha, la registrazione meticolosa dei ceppi e della storia della razza compilata da parte degli emissari del Vicere d’Egitto, Abbas Pasha I. La storia dell’Arabo in Europa e nelle Americhe era illustratata da opere d’arte e manufatti appertenuti a famosi viaggiatori del deserto come il Conte Rzewuski della Polonia, Lady Anne Blunt, ed Homer Davenport. I caffetani e le scimitarre di T.E. Lawrence, meglio conosciuto come “Lawrence d’Arabia” erano anch’essi in mostra. Un libro originale di acquarelli che ritraevano i cavalli del famoso Royal Stud di Weil era in mostra accanto ad un meraviglioso lavoro del famoso pittore equestre Juliusz Kossak (Polonia), che illustrava l’Arabo come monta di elezione per l’aristocrazia europea.

I Arabian Horse JOURNAL I December

The story of the Arabian horse in Europe and the Americas was illustrated by art and artifacts from famed travelers to the desert such as Count Rzewuski of Poland, Lady Anne Blunt, and Homer Davenport. The robes and daggers of T.E. Lawrence, known as “Lawrence of Arabia” were also displayed in the exhibition. An original book of watercolors depicted the horses of the famed Royal Stud at Weil was on display as well as marvelous works by the famed equestrian painter Juliusz Kossak of Poland, illustrating the Arabian as the mount of choice for the aristocracy of Europe. The Arabian horse in art was further represented by a marvelous collection of lithographs, including eight images from the famed Ca-


Il cavallo Arabo nell’arte era ulteriormente rappresentato da una fantastica collezione di litografie, incluse otto immagini dal famoso Caroussel originalmente donato come regalo di nozze al principe Ereditario della Germania in occasione del suo matrimonio con la figlia dello Zar di Russia. “Un dono del Deserto” comprendeva anche un buon numero di espressivi quadri Orientalisti firmati da artisti rinomati come Delacroix e Fromentin. Un muro sosteneva delle bellissime fotografie contemporanee di Gigi Grasso, ed anche di Stuart Vesty, completando l’esibizione con la visione della vivente eredità sparsa per tutto il mondo dalla razza Araba. Le celebrazioni in apertura della Mostra hanno visto centinaia di invitati da tutto il mondo, che sono stati intrattenuti da un incredibile spettacolo di moda e gioielleria opera di artisti sauditi in contemporanea alla eccellente cena di gala. Il tema che ha ispirato moda e gioielli era la Furusiyya, lo storico libro contenente la visione di S.A. il Principe Faissal bin Abdullah. Altre cerimonie di apertura si sono tenuti in concomitanza con l’Egyptian Event ed il Congressso Al Khamsa dove gli amanti del cavallo Arabo sono stati premiati dall’esibizione privata della Mostra. Un’esibizione speciale, intitolata “L’eredità dell’Arabia Saudita” (Legacy of Saudi Arabia), è stata creata dal Sig. Sami Al Nohait, Direttore del Centro Equestre King Abdul Aziz Arabian Horse Center, per accompagnare la Mostra principale. Tenutasi nell’area delle esibizioni speciali nell’ambito delle nuove Gallerie Permanenti del Cavallo Arabo, questa esibizione evidenziava la storia della razza Araba in Arabia Saudita attraverso opere d’arte provenienti da collezioni private, bronzi e fotografie che mostravano cavalli provenienti dal centro stesso ed altri importanti allevatori del Regno. Un’enfasi speciale era posta sulle stirpi desertiche saudite, e sulle esportazioni storiche dall’Arabia che tanto hanno influenzato i programmi di allevamento in tutto il mondo. John Nicholson, Direttore Esecutivo del Kentucky Horse Park, ha espresso la logica e la visione di questa Mostra storica dichiarando, “Lungo il corso della Storia, i cavalli hanno mostrato questa particolarità unica di smantellare i muri che esistono fra popoli e nazioni differenti, in particolare quando i cavalli avevano la straordinaria ed universale bellezza dell’Arabo. Coloro che amano i cavalli condividono con tutti gli altri un legame profondo, che scavalca età, classe sociale, razza e religione.  Ecco perchè siamo così orgogliosi che il Kentucky Horse Park abbia avuto un ruolo così prominente nell’onorare e celebrare il cavallo Arabo e quello che esso significa e rappresenta per l’Uomo in tutto il mondo.”  Mentre “A Gift from the Desert” si è concluso il 15 Otto-

roussel originally given as a wedding gift for the Crown Prince of Germany upon his marriage to the daughter of the Russian Tzar. “A Gift from the Desert” also included several dramatic Orientalist paintings by such renowned artists as Delacroix and Fromentin. A wall of contemporary photographs by Gigi Grasso, along with Stuart Vesty, completed the exhibition with a display of the living heritage of the Arabian breed around the world. Opening festivities for the exhibition included hundreds of guests from around the world who were hosted at an incredible dinner, fashion and jewelry show that highlighted the creations of Saudi artists. The theme of both the fashion and jewelry was inspired by Furusiyya, the historic book that was the vision of HH Prince Faissal bin Abdullah. Additional openings were held at the Egyptian Event and Al Khamsa convention where Arabian enthusiasts were treated to private showings of the exhibition. A special exhibition, entitled Legacy of Saudi Arabia, was created by Mr. Sami Al Nohait, the Director of the King Abdul Aziz Arabian Horse Center, to accompany the exhibition. Held in the special exhibition area of the new permanent Arabian Horse Galleries, this exhibit highlighted the history of the Arabian breed in Saudi Arabia through art from private collections and bronzes and photography depicting horses from the Center and other prominent breeders in the Kingdom. A special emphasis was placed on the Saudi desertbreds and the historic exports from Arabia that influenced breeding programs around the world. John Nicholson, executive director of the Kentucky Horse Park, expressed the vision of this historic exhibition by stating, “Throughout history, horses have had a unique ability to dismantle the walls that exist between people and nations, particularly when those horses are possessed of extraordinary beauty, as are Arabians. Those who love and admire horses share a deep connection with each other regardless of age, class, race or religion. So we are very proud that the Kentucky Horse Park played an important role in honoring and celebrating the Arabian horse and what it means to people around the world.” While “A Gift from the Desert” concluded October 15th, the exhibition catalog, which includes extensive text by Sandra Olsen and Cynthia Culbertson, as well as a complete illustration of the art and artifacts, may be ordered by contacting the International Museum of the Horse, Kentucky Horse Park, 4089 Iron Works

198 199


AH A r t

a n d h i s to r y

bre us., il catalogo della Mostra, che comprende abbondanti testi preparati da Sandra Olsen e Cynthia Culbertson, oltre che l’illustrazione completa dei lavori artistici e manufatti, può essere ancora ordinato, mettendosi in contatto con The International Museum of the Horse, Kentucky Horse Park, 4089 Iron Works Parkway, Lexington, KY, 40324, Telefono: +1-859-259-4231, oppure per e-mail indirizzata al Direttore del Museum: bill.cooke@ky.gov .

Prestatori The National Museum of Saudi Arabia, King Saud University Museum, King Abdul Aziz Public Library, Orientalist Museum, Doha, Sharjah Archeological Museum, the British Museum, Furusiyya Art Foundation, Ashmolean Museum, All Souls College, University of Oxford, Peter Upton, Vorderasiastisches Museum, Berlin, Badisches Landesmuseum, Collection of Dr. Karin Thieme, Emile Hermes Collection, National Museum, Warsaw, American Museum of Natural History, the Metropolitan Museum of Art, Museum of Fine Arts, Boston, the Nance Collection, McClure Archives and University Museum, University of Central Missouri, University of Pennsylvania Museum of Archeology and Anthropology, Carnegie Museum of Art,The Pyramid Foundation, Judith Forbis, Dr. David Owen, Edwin Bogucki, Karen Kasper, Dr. Thomas Courtenay. Donatori Sponsor Principali: The Saudi Arabian Equestrian Federation, HH Prince Faissal bin Abdullah bin Mohammed, Honorary President, HRH Prince Nawaf bin Faisal bin Fahad, President Patronati Al Khalediah Farm, ExxonMobil, Chevron, Layan Cultural Foundation, the King Abdul Aziz Arabian Horse Center, Boeing Corporation, Christie and Henry Metz, Purebred Arabian Trust, Qatar Foundation Sponsors HH Sheikha Sarah Fahed Al Sabah, The Arabian Horse Owners Foundation, Hank and Sandy DeShazer, Donald and Judith Forbis, Barbara Griffith, Dr. William H. Hudson, Allison Mehta and Curtis Wesley, Dennis and Bridgette Orwig, Ray and Karen Kasper, Cynthia Culbertson, Carol Steppe, Active Interest Media’s Equine Network, Cornett Integrated Marketing Solutions, Insight Communications, Gray Television, Inc., LM Communications, Lamar Advertising of Kentucky, WUKY, United States Equestrian Federation

I Arabian Horse JOURNAL I December

Parkway, Lexington, KY, 40324, Telephone: +1-859259-4231, or by emailing the museum director: bill. cooke@ky.gov.

Lenders to the Exhibition The National Museum of Saudi Arabia, King Saud University Museum, King Abdul Aziz Public Library, Orientalist Museum, Doha, Sharjah Archeological Museum, the British Museum, Furusiyya Art Foundation, Ashmolean Museum, All Souls College, University of Oxford, Peter Upton, Vorderasiastisches Museum, Berlin, Badisches Landesmuseum, Collection of Dr. Karin Thieme, Emile Hermes Collection, National Museum, Warsaw, American Museum of Natural History, the Metropolitan Museum of Art, Museum of Fine Arts, Boston, the Nance Collection, McClure Archives and University Museum, University of Central Missouri, University of Pennsylvania Museum of Archeology and Anthropology, Carnegie Museum of Art, The Pyramid Foundation, Judith Forbis, Dr. David Owen, Edwin Bogucki, Karen Kasper, Dr. Thomas Courtenay. Donors to the Exhibition Presenting Sponsor: The Saudi Arabian Equestrian Federation, HH Prince Faissal bin Abdullah bin Mohammed, Honorary President, HRH Prince Nawaf bin Faisal bin Fahad, President Patrons Al Khalediah Farm, ExxonMobil, Chevron, Layan Cultural Foundation, the King Abdul Aziz Arabian Horse Center, Boeing Corporation, Christie and Henry Metz, Purebred Arabian Trust, Qatar Foundation Sponsors HH Sheikha Sarah Fahed Al Sabah, The Arabian Horse Owners Foundation, Hank and Sandy DeShazer, Donald and Judith Forbis, Barbara Griffith, Dr. William H. Hudson, Allison Mehta and Curtis Wesley, Dennis and Bridgette Orwig, Ray and Karen Kasper, Cynthia Culbertson, Carol Steppe, Active Interest Media’s Equine Network, Cornett Integrated Marketing Solutions, Insight Communications, Gray Television, Inc., LM Communications, Lamar Advertising of Kentucky, WUKY, United States Equestrian Federation


Caption: Guest Co-Curator of the exhibition, Cynthia Culbertson, in front of the painting “Henri deValois Fleeing Poland” on loan from the National Museum of Warsaw. Photograph by Richard.T. Bryant.

Mi sono sentita profondamente onorata di avere il privilegio di lavorare come Curatrice Esterna dell’esibizione “A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse”. Questa mostra è stata un’opportunità senza precedenti per il mondo di apprendere la storia della razza Araba, la cui stretta associazione con l’Uomo si è estesa lungo alcuni dei periodi più dinamici e forieri di cambiamenti epocali della Storia. Per mezzo di questa esibizione, migliaia di persone hanno potuto fare la conoscenza, alcuni per la prima volta in assoluto, con la storia di questi magici animali. Dal Re Salomone e la Regina di Saba; ai potenti Faraoni d’Egitto, agli Sceicchi, Pascià e Principi del Vicino Oriente; da Napoleone e dai Regnanti Europei ai Presidenti degli Stati Uniti, l’Arabo ha trasceso le culture politiche per divenire un eterno simbolo di bellezza, nobiltà ed orgoglio.

I was deeply honored by the privilege of acting as a guest curator for “A Gift from the Desert: the Art, History, and Culture of the Arabian Horse. This exhibition was an unprecedented opportunity for the world to learn the story of the Arabian breed whose partnership with man extends throughout some of the most dynamic and far-reaching epochs in history. Through this exhibition thousands were introduced to the history of these magical animals, many for the first time. From King Solomon and the Queen of Sheba; to the mighty pharaohs of Egypt and sheikhs, pashas and princes of the Near East; from Napoleon and other European kings and queens to U.S. presidents, the Arabian has transcended political cultures to become an enduring symbol of beauty, nobility and pride.

200 201


I Arabian Horse JOURNAL I December


203 203


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Show Report

UKIAHS Towerlands, England 28 & 29 th

th

August 2010

By Janet Court - photos by Erwin Escher

L’ultimo weekend di Agosto è la data che tutti hanno in mente grazie alla Towerlands Arena in Essex, Inghilterra, per lo United Kingdom International Arabian Horse Show (UKIAHS). Per lo show del 2010 ci si aspettava qualcosa di speciale, trattandosi della celebrazione del 21° anniversario dello show. Già in occasioni più “ordinarie”, molto lavoro ed impegno devono essere riversati nell’organizzazione dello show, e la Commissione Organizzatrice, guidata dal Presidente e Direttore dello Show Sig.ra Janet Court, è composta di soli volontari. Espositori e spettatori non sono sicuramente rimasti delusi nelle loro attese. Questo show continua ad essere molto ben sostenuto, grazie soprattutto al generoso patrocinio di S.A.R. il Principe Khaled Bin Sultan

I Arabian Horse JOURNAL I December

The last weekend in August is the date everyone knows to head for the Towerlands Arena in Essex, England, for the United Kingdom International Arabian Horse Show (UKIAHS). The 2010 show was going to be something special as it would be the 21st birthday celebration of the show. A lot of hard work goes into organising the show, and the organising committee, led by Chairman and Show Director Mrs Janet Court, are all volunteers. Exhibitors and spectators were not disappointed. The show continues to be well supported, thanks largely to the generous patronage of HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Ab-


Bin Abdul Aziz Al Saud, e S.A.R. il Principe Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Le iscrizioni alle classi condotte dagli handlers sono state numerose ed i cavalli allevati nel Regno Unito hanno potuto dimostrare che anche fra loro ci sono esemplari di classe mondiale. Uno show Internazionale come lo UKIAHS gioca una parte essenziale nell’innalzamento del livello di eccellenza nell’allevamento di una nazione, e fornisce il terreno ideale per mostrarne orgogliosamente i risultati. I Giudici per i puledri, maschi e femmine, le fattrici e gli stalloni erano Scott Benjamin (Canada), Konraad Detailleur (Belgio), Basil Jadaan (Siria), Walter Koch (Germania), Dr

dul Aziz Al Saud, and HRH Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud. Entries in the halter classes were strong and the home bred horses of the UK were able to show that they had bred world beaters too. An International show such as UKIAHS plays an essential part in raising the level of excellence in a nations own breeding and gives the arena for such a proud display. The judges for the fillies, colts, mares and stallions were Scott Benjamin (Canada), Konraad Detailleur (Belgium), Basil Jadaan (Syria), Walter Koch (Germany), Dr Francesco Santoro (Italy) and Mrs Chri-

204 205


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Francesco Santoro (Italia) e la Sig.ra Christina Wale (Svezia). Lo show aveva anche delle classi montate e per i castroni. I Giudici, per queste classi, erano quelli principali delle classi condotte, cui si aggiungevano la Sig.ra Susan Woodhouse (UK) e la Sig.na Joanne Smith (UK). Le classi dei castroni sono state le prime della giornata ed erano piuttosto nutrite, dando luogo ad un’interessante mostra di begli esemplari. Le classi riservate ai castroni sono una parte piut-

I Arabian Horse JOURNAL I December

stina Wale (Sweden). The show also held halter classes for geldings and ridden classes. Judges for those classes included the main halter class judges plus Mrs Susan Woodhouse (UK) and Miss Joanne Smith (UK). The gelding halter classes were the first halter classes of the day and were well supported and provided a great display. The gelding classes are an important part of the UK scene and the quality


tosto importante dello scenario inglese, e la qualità dei cavalli presentati ha mostrato esattamente a quale livello siano giunti e quanto meritino le loro posizioni a livello internazionale. Molti di questi castroni hanno, in effetti, costretto gli spettatori a domandarsi perchè non fossero stati mantenuti come riproduttori colt! Il vincitore della classe junior, e Campione dei Castroni con medaglia d’Oro, è stato *Ambition SR (Eden

of the horses forward showed just how good they are and deser ve their place in the international arena. Many of these geldings surprised onlookers that they hadn’t been kept as colts! The junior class winner and Gold Gelding Champion was Ambition SR (Eden C x Ambeance) owned by Connor Buckley (UK), second went to Darcy (Om El Mareikh x Ffiligree)

The Judges

206 207


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d C x Ambeance) di proprietà del Sig. Connor Buckley (UK), il secondo posto è andato a *Darcy (Om El Mareikh x Ffiligree) di proprietà della Sig.na Louise Biles (UK), ed il terzo a *Sahir Opulence (AV Montoya x Ormaal) della Sig.ra Kent (UK). Il vincitore della classe senior e Riserva Campione dei Castroni con medaglia d’Argento è stato *Akbar Khan (Narismma x MA Bint Azadik) di proprietà della Sig.na T. Case (UK), il secondo classificato *Zanzibar (Psytadel x Zaneta) di proprietà della Sig.na Bethell (UK), ed il terzo *Fferzan (Ffatal Attraction x Fazleta) di proprietà della Sig.na Biles (UK). La prima classe dei cavalli non castrati è stata quella delle Puledre di 1 anno, e l’eccitazione nel ring ha iniziato a farsi pal-

Mystica Indiah - 1° pl Yearling Fillies - O: Mystica Arabians (AU)

I Arabian Horse JOURNAL I December

owned by Miss Louise Biles (UK), and third place to Sahir Opulence (AV Montoya x Ormaal) owned by Mrs Kent (UK). The senior class winner and Silver Gelding Champion was Akbar Khan (Narismma x MA Bint Azadik) owned by Miss T Case (UK), second to Zanzibar (Psytadel x Zaneta) owned by Miss Bethell (UK), and third to Fferzan (Ffatal Attraction x Fazleta) owned by Miss Biles (UK). The first halter class of the breeding horses was the yearling fillies, and the excitement rose in the collecting ring when it was obvious that so many beautiful and feminine fillies were about to make their


Makisa - 1° pl Yearling Colts - O: Miss Mcevoy (UK)

pabile quando si è visto l'ingresso delle numerose, bellissime e femminili puledre. Veramente una categoria fantastica ed un degno inizio dello show. I Giudici non sono rimasti insensibili alla bellezza, tipo e movimento in mostra davanti a loro – le prime 6 classificate fra le puledre hanno tutte ottenuto punteggi superiori al 90. La vittoria è andata al primo cavallo ad entrare nel ring – *Mystica Indiah (Marwan al Shaqab x Miss Yashminah Elamal) che ha totalizzato 91.8 punti. Questa bellissima puledra è allevata e di proprietà della Mystica Arabians (Australia). Più tardi è stata anche nominata Campionessa per le puledre, con relativa medaglia d’Oro. Seconda con 91.5 si è classificata *AJA Electra (Eden C x Elandra), anch’essa allevata in Australia ma ora di proprietà dei Signori Hickford (UK). Sicuramente questa puledra sarà un’aggiunta formidabile al loro già strepitoso programma di allevamento.

entrance. What a superb class and a great start to the show. The judges responded to the beauty, type and movement displayed in front of them - the top 6 fillies all achieved marks over 90. It was a win for the first horse to enter the ring – Mystica Indiah (Marwan al Shaqab x Miss Yashminah Elamal) scoring 91.8. She is bred and owned by Mystica Arabians of Australia. She went on later to become Gold Champion Filly. Second with 91.5 was AJA Electra (Eden C x Elandra), also an Australian bred horse but now owned by Mr & Mrs Hickford of the UK. She is sure to make a wonderful addition to their already supremely successful breeding programme. The 2yr old fillies was won by Kapayas Design (Master Design x Kapaya) with a magnificent score

208 209


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Kapayas Design - 1° pl 2 Years Fillies - O: Mr W J Howell & Mrs P. C. Howell (GB)

La classe delle Puledre di 2 anni è stata appannaggio di *Kapayas Design (Master Design x Kapaya) con il magnifico punteggio di 92.7 che l’ha di fatto resa la migliore femmina originaria del Regno Unito dello show. La puledra è allevata e di proprietà dei Signori Howell (UK). Il secondo posto è andato a *Roe Layaal (Marwan al Shaqab x Roe Lahab) appartenente al Sig. T. Aggad, ed il terzo a *Parmana (Al Maraam x Palmira), allevata da Michalow Stud e ora di proprietà dell'Athbah Stud (KSA). La categoria delle Puledre di 3 anni è stata vinta con ottimo punteggio da *El Saghira (Galba x Emira), allevata da Michalow Stud ed attualmente di proprietà di S.A.R. il Principe Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). El Saghira è stata poi vincitrice del titolo di Junior Female Champion. Seconda dietro di lei, e Campionessa con medaglia di Bronzo si è

I Arabian Horse JOURNAL I December

of 92.7 making her the best UK bred female of the show. Owned and bred by Mr & Mrs Howell (UK). Second place was Mr T Aggad’s Roe Layaal (Marwan al Shaqab x Roe Lahab), and third was the Michalow Stud bred Parmana (Al Maraam x Palmira) now owned by Athbah Stud. 3 year old fillies was won by the high scoring El Saghira (Galba x Emira), bred by Michalow Stud and now proudly owned by HRH Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). She later took Silver Junior Female Champion. Second to her, and Bronze Champion was AV Dohassai (Massai Ibn Marenga x AV Dolimah) bred by Arabian Valley Stud of Italy and now owned by Great White Arabians of the


classificata *AV Dohassai (Massai Ibn Marenga x AV Dolimah) allevata da Arabian Valley Stud (Italia) e di proprietà di Great White Arabians (UK). Il terzo posto se l’è aggiudicato *Abha Qanah (El Perfecto x Fayalla Shallam), allevata in Spagna e di proprietà della Sig.ra Silvia Gatti (Italia). La qualità messa in mostra dalle femmine è continuata con le classi dei maschi, ed il fatto notevole è stato che tutte e tre le classi dei puledri sono state vinte da cavalli allevati in Gran Bretagna. Il vincitore della classe Puledri di 1 anno è stato *Makisa Adagio (Vervaldee x Maradisha), allevato in Gran Bretagna e di proprietà della britannica Sig.ra Rebecca McEvoy. *Makisa Adagio è poi stato premiato con la medaglia d’Argento ed il titolo di Riserva Campione puledri. Questa classe è stata domi-

UK. Third place went to Abha Qanah (El Perfecto x Fayalla Shallam) bred in Spain and now owned by Silvia Gatti of Italy. The quality set by the females continued with the colt classes, and it was noticeable that all three colt classes were won by UK bred horses. The winner of the yearling colt class was Makisa Adagio (Ver valdee x Maradisha) a UK bred and owned horse, now owned by Rebecca McEvoy. Makisa Adagio was later to become the Silver Champion Colt. The class was dominated by movement and produced many 20s in that category. Second placed was Dream Design (Master Design x Psyannah) bred by Mr & Mrs

Revolution - 1° pl 2 Years Colts - O: Mohammed Bin Abdulla Al Subai (KSA)

210 211


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

El Saghira - 1° pl 3 Years Fillies - O: Hrh Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Al Saud (KSA)

nata dal movimento ed ha prodotto molti punteggi pieni, 20, in quella categoria. Secondo classificato è stato *Dream Design (Master Design x Psyannah) allevato dai Signori E Jones (UK) e di proprietà del Sig. Mohammed Al-Subaie (KSA). Il terzo posto è andato a *DMG Nazik (Pystadel x Aazurra), allevato e di proprietà dell’allevatrice britannica Sig.ra Donna Gambrill. La classe dei Puledri di 2 anni era scarsa di numero, ma ha compensato con la qualità. Il vincitore della classe è stato *Revolution (Padrons Psyche x Queen Victoria GA), allevato in Gran Bretagna ma ora di proprietà del Sig. Mohammed Al-Subaie (KSA). Questo puledro ha poi vinto la medaglia di Bronzo ed il trofeo per il Puledro Britannico col Punteggio Più Alto. *TF Colours (Royal Colours x Nuh Serandella), proveniente

I Arabian Horse JOURNAL I December

E Jones (UK) and owned by Mohammed Al-Subaie (KSA). Third place went to DMG Nazik (Pystadel x Aazurra) owned and bred by UK breeder Mrs Donna Gambrill. The 2year old colt class was low on numbers forward but high in quality. The class was won by the UK bred, Revolution (Padrons Psyche x Queen Victoria GA), now owned by Mohhammed Al-Subaie (KSA). The colt later became Bronze Champion Colt and took the award for the UK bred colt with the highest points. TF Colours (Royal Colours x Nuh Serandella) from Italian stood second, and the UK bred Marbon Mobago (H Tobago x G Forgetmenot) took third.


Aja Justified - 1° pl 3 Years Colts - O: Aja Arabians

dall’Italiana Az. Agr. del Dr. Tripodi Francesco, si è classificato al secondo posto, ed il britannico *Marbon Mobago (H Tobago x G Forgetmenot) al terzo. La classe dei 3 anni, e più tardi anche il Campionato Puledri, con medaglia d’Oro, è stata vinta da *AJA Justified (WH Justice x AJA Beneja) allevata e di proprietà dei Signori Malcolm Hickford (UK). Questo puledro, imponente e muscoloso, molto tipico, ha totalizzato un magnifico 92,7. È questo certamente un soggetto da tener d’occhio, ora che sta per passare tra i giovani stalloni. Avrà sicuramente una carriera brillante. Il secondo classificato è stato *Macho des Alpes (Padron Psyche x EAMT Marihuana), allevato e di proprietà del Sig. Otto Berg (UK). Il terzo posto è stato conquistato da

The 3 year old colts class and later the Gold Junior Male Championship, was taken by AJA Justified (WH Justice x AJA Beneja) owned and bred by Mr & Mrs Malcolm Hickford (UK). This big strong and very typey colt scored a magnificent 92.7 points. He is certainly a colt to watch as he moves now to junior stallion classes. He will have a good career ahead of him. Second was Macho des Alpes (Padron Psyche x EAMT Marihuana), owned and bred by Mr Otto Berg (UK). Third place was taken by Roe Lateef (Gazal Al Shaqab x ZT Ludjbrosiaa) owned and bred by Mr T Aggad (UK). The second day of the show saw the senior male

212 213


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d *Roe Lateef (Gazal Al Shaqab x ZT Ludjbrosiaa), allevato e di proprietà del Sig. T Aggad (UK). La seconda giornata dello show ha visto disputarsi le classi senior di maschi e femmine e tutti I Campionati, oltre che il giudizio finale sulle classi montate. La prima classe della giornata è stata quella delle Fattrici tra 4 e 6 anni. Le prime due classificate hanno poi anche vinto le medaglie d’Argento e di Bronzo del Campionato Fattrici, a dimostrazione di quanto elevata fosse la qualità in campo in questa classe. Vincitrice è stata *Marylla (Gazal Al Shaqab x Margotka) allevata e di proprietà del Sig. Abdul Mohsen Bin Abdulmalik (KSA) con l’elevato punteggio di 93,6. Al secondo posto con 93,4 punti era *Maraysia (Marawan Al Shaqab x Aysia), alleva-

Marylla - 1° pl 4-6 Years Old Mares - O: Abdul Monsen Bin Abdulmalik (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December

and female classes and all the championships, along with the final judging of the ridden Arabians. The first halter class of the day was the 4 to 6 year old mares. The first and second placed horses in this class also took Silver and Bronze Senior Female Championship awards, showing just how strong this class was for quality. The winner of the class was Marylla (Gazal Al Shaqab x Margotka) owned and bred by Abdul Mohsen Bin Abdulmalik (KSA) with a huge score of 93.6. In second place on 93.4 points was Maraysia (Marawan Al Shaqab x Aysia) bred in the US and now owned by HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Third place went to


ta negli USA ed ora di proprietà di S.A.R. il Principe Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Il terzo posto è andato alla britannica (per allevamento e proprietà) *Aazurra (Aazari x Dahshan), di proprietà della Sig.ra Gambrill (UK). La classe delle Fattrici da 7 a 10 anni ci ha regalato la Fattrice Gold Champion ed il punteggio in assoluto più alto dello show. Quest’ultimo apparteneva naturalmente alla vincitrice di classe, *Jamilla Al Zobair (Ashhal Al Rayyan x My Silk Stocking) di proprietà di S.A.R. il Principe Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Il secondo posto è andato a *Porcelainna (Psytadel x Psierra), di proprietà del Sig. I Sorenson (UK), e la terza piazza ad *Ellissara (Laheeb x Ekscella), di proprietà di S.A.R. il Principe Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA).

the UK bred and owned Aazurra (Aazari x Dahshan), owned by Mrs Gambrill (UK). The 7 to 10 year old mares showed us the Gold Champion Mare and the highest points of the show. This was the winner of the class, Jamilla Al Zobair (Ashhal Al Rayyan x My Silk Stocking) owned by HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Second place went to Porcelainna (Psytadel x Psierra), owned by Mr I Sorenson (UK), and third went to Ellissara (Laheeb x Ekscella) owned by HRH Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). The 11 year old and over mare class won by Eten-

Jamilla Al Zobair - 1° pl 7-8 Years Old Mares - O: HRH Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

214 215


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d La classe delle Fattrici da 11 anni in su, è stata vinta da *Etenta (Monogramm x Emircracja) un altro cavallo allevato a Michalow, di proprietà di S.A.R. il Principe Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Il secondo posto è andato al cavallo della Sig.ra Susan Gorge, *LC Southern Majic (Magic Dream x SC Psavannah), una fattrice assolutamente splendida con un incredibile fascino, presentata con estrema gentilezza da Emma Maxwell – una delizia per gli occhi. Il terzo posto è andato ad un altro cavallo di proprietà britannica, *Karminda (PVA Karim x Serrada) – di proprietà della Sig.ra Helen Cawley (UK). La prima delle classi degli stalloni ha visto vincitore, più tardi diplomatosi Campione con medaglia d’Oro, *Marquis (Marwan Al Shaqab x Rohara Magnifica), uno straordinario seppur giovane stallone, di proprietà di S.A.R. il Principe Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Secondo e terzo posto sono andati rispettivamente al britannico *AJA Sanchez (AJA Sanagor x Bint Cesarza), di proprietà del Sig. Alf Hallworth, ed *Eqzotic (Ansata Qasim x NA Erotika) di proprietà della Sig.na Claire Fowler e della Sig.ra Conibere.

ta (Monogramm x Emircracja) another Michalow bred horse, now owned by HRH Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Second place went to Susan George’s LC Souther n Majic (Magic Dream x SC Psavannah). A truly beautiful mare with the most amazing presence shown with extreme kindness by Emma Maxwell – a joy to see. Third place went to another UK owned horse, Karminda (PVA Karim x Serrada) – owned by Helen Cawley (UK). The first of the stallion classes saw a win and later Gold Champion Stallion award for Marquis (Marwan Al Shaqab x Rohara Magnifica) owned by HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). An outstanding young stallion. Second and third place went to UK owned AJA Sanchez (AJA Sanagor x Bint Cesarza) owned by Mr Alf Hallworth, and Eqzotic (Ansata Qasim x NA Erotika) owned by Miss Claire Fowler and Mrs Conibere.

Etenta - 1° pl 11 Years Old Mares - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Marquis - 1째 pl 4-6 Years Old Stallions - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

Girlan Bey - 1째 pl 7-10 Years Old Stallions - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

216 217


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Premier - 1째 pl 7-10 Years Old Stallions - O: Robson Family (UK)

Ambition SR - 1째 pl 1-3 Years Old Geldings - O: Sally Roberts & Ryan Jones - Mirage Arabians (UK)

I Arabian Horse JOURNAL I December


La classe intermedia degli stalloni é stata vinta da *Girlan Bey (Pesal x Gracja-Bis), allevato in Polonia ed ora di proprietà di S.A.R. il Principe Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). Questo stallone è poi divenuto Riserva Campione, con medaglia d’Argento. Dopo di lui si é classificato il britannico *Psadisho Ibn Esstashan (Esstashan x Psayada), allevato dalla tedesca Sax Arabians, ed ora di proprietà dei Signori P Atkinson e della Sig.ra M A Wragg. Terzo classificato un cavallo allevato in Norvegia, *Kamal (Authentic Kharazi x Shaula), di proprietà della norvegese Sig.ra N Bjerke. La classe degli stalloni più anziani ha visto ancora un altro prodotto degli allevamenti di Michalow come vincitore, *Premier (Monogramm x Premiera), ora di proprietà dei Signori Robson (UK). Il secondo posto e, più tardi, per la delizia dei molti spettatori, medaglia di Bronzo nel Campionato Stalloni, è stato *AH Kuda (Pilot x My Midnight Dancer), di proprietà

The intermediate stallion class was a win for the Polish bred, Girlan Bey (Pesal x Gracja-Bis) now owned by HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA). The stallion went on to become Silver Champion Stallion. Second to him was the UK owned Psadisho Ibn Esstashan (Esstashan x Psayada) bred by Sax Arabians of Germany and now owned by Mr & Mrs P Atkinson and the Hon Mrs M A Wragg. Third was the Norwegian bred and owned, Kamal (Authentic Kharazi x Shaula), owned by Mrs N Bjerke. The senior stallion class saw a win for yet another Michalow bred horse, Premier (Monogramm x Premiera), now owned by Mr & Mrs Robson (UK). Second place and then later, much to the delight of the crowd, awarded the Bronze Champion Stallion award, was AH Kuda (Pilot x My Midnight Dancer),

Akbar Khan - 1° pl 4 Years Old Geldings - O: Mrs W. J. Carr (UK)

218 219


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

ZA Karis Ibn Azal - 1° pl Ridden Geldings - O: Mrs F. J. Grant (UK) - Ridden Mrs F. Grant Chivers

della Sig.na P Howell e della Sig.ra F Grant-Chivers (UK). La terza posizione è andata ad *Hakka (Al Hakkim x Kyrenia) di proprietà della Sig.na D Butcher (UK). Il cavallo più anziano dello show, che tra l’altro celebrava il suo 21° compleanno, era *Rusleem (El Saleem x Rullante) che si è classificato quarto nella classe degli stalloni adulti. Rusleem possiede il record dello show per aver vinto i Campionati degli Stalloni Giovani ed Adulti, ed anche il Campionato delle classi montate, un record che difficilmente potrà mai essere battuto. L’Arena Towerlands sarà sottoposta a importanti modifiche durante il prossimo inverno, allo scopo di creare il maggiore e migliore sito per Competizioni Equestri nel Paese. Lo show UKIAHS vi dà appuntamento lì nell’Agosto 2011.

I Arabian Horse JOURNAL I December

owned by Mrs P Howell and Mrs F Grant-Chivers (UK). Third place went to Hakka (Al Hakkim x Kyrenia) owned by Miss D Butcher (UK). The oldest horse in the show, and also celebrating his 21st birthday, was Rusleem (El Saleem x Rullante) who came fourth in the senior stallion class. Rusleem holds the record at the show of having won Junior and Senior Male Championships and Ridden Champion. A record that probably will never be broken. Towerlands Arena is due to undergo major alterations during the winter to create the top equestrian venue in the country. The UKIAHS show will return there in August 2011.


Shaarinah - 1째 pl Ridden Mares - O: Miss I. M. Gray - Ridden Mr David Frogatt

Silvern Prince - 1째 pl Ridden Stallions - O: Mrs Caroline G. E. Sussex - Ridden Mr Darren Crowe

220 221


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Junior Female

CHAMPION • Mystica Indiah O: Mystica Arabians (AU)

RESERVE CHAMPION • El Saghira - O: HRH Prince Abdul Aziz Bin Ahmed Bin Abdul Al Saud (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Junior Male

CHAMPION • Aja Justified O: Aja Arabians (GB)

RESERVE CHAMPION• Makisa Adagio O: Mr/Mrs Walsh (UK)

222 223


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Senior Female

CHAMPION • Jamilla Al Zobair - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

RESERVE CHAMPION • Marylla - O: Shgair Stud - Sheikh Abdul Mohsen Bin Abdul Malik (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Senior Male

CHAMPION • Marquis - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

RESERVE CHAMPION • Girlan Bey - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

224 225


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

Gelding

CHAMPION • Ambition SR O: Sally Roberts & Ryan Jones - Mirage Arabians (UK)

RESERVE CHAMPION • Akbar Khan O: Mrs W J Carr (UK)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Ridden

CHAMPION • ZA Karis Ibn Azal O: Ms F J Grant (UK)

RESERVE CHAMPION • Dahzik O: Mrs Fowler and Mrs Conibere (UK)

226 227


AH T o w e r l a n d s - E n g l a n d

High points winner

CHAMPION • Marquis - O: HRK Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

British bred winner

CHAMPION • Revolution - O: Mohammed Bin Abdulla Al Arine Al Subai (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


229 229


AH I n M e m o r y

of

Pat Maxwell, precursore dei tempi Pat Maxwell, forerunning his time

Pat Maxwell

Con rammarico abbiamo appreso della morte di Pat Maxwell che, dopo una lunga battaglia contro il cancro, si è spento il 21 settembre scorso. Nato nel 1929 Pat ebbe una vita intensa che lo portò ad abitare per lunghi anni in India per poi entrare nell'esercito fino a ricoprirne il ruolo di Maggiore. Fu un grande appassionato e conoscitore di cavalli, tanto da allevare prima e cavalcare gareggiando in gare di salto ostacoli. Quando sposò Joanna nel 1967 si addentrò nel mondo dell'arabo che la moglie già allevava. E' così che inizia una passione che lo porterà, assieme alla moglie e alla figlia Emma poi, ad allevare e presentare in show cavalli arabi per oltre quarant'anni. I prodotti della Lodge Stud Farm, di varie linee di sangue tra cui anche egiziano e puro spagnolo, vinsero ben sette campionati del mondo. Pat, molti anni dopo, entrò a pieno titolo anche nella politica del cavallo arabo ricoprendo il ruolo di consigliere della AHS e quando in seguito fu creato l'ECAHO, di cui fu uno dei promotori, ne divenne Presidente, rimanendone a capo per ben diciotto anni. Il primo presidente ECAHO vide crescere "il suo bambino" passando dagli iniziali 13 a 28 paesi aderenti. Ma il suo chiodo fisso è stato sempre la Commissione Show, determinante per la successiva nascita della Commissione Studbook con la ratifica dell'accordo che permetteva la reciproca accettazione e il relativo scambio di tutti i cavalli arabi registrati nei paesi membri dell'ECAHO, ben prima che la stessa cosa avvenisse nella WAHO a livello mondiale. Sempre sotto la sua presidenza ebbe vita la Federazione per l'Autorità Internazionale delle corse dei cavalli arabi (IFAHR), promuovendo, così, la versatilità del cavallo arabo. Sempre lui spinse affinché i Paesi del Medio Oriente entrassero a determinate condizioni, in qualità di full Members. Spinse anche, ma con scarso successo purtroppo, affinché fosse creato un database euro-

I Arabian Horse JOURNAL I December

With great regret we have learned of the untimely demise of Pat Maxwell who, after a long and valiant battle against cancer, finally succumbed on the 21of September. Born in 1929, Pat led a busy life, which brought him to live in India for several years and then join the Army where he was promoted up to the rank of Major. He was a great aficionado and connoisseur of horses, so much so that he became a breeder and then a rider himself, competing in horse jumping shows. When he married Joanna in 1967 he found himself in the Arabian world, a race his wife had already been breeding for some time. Thus a passion started that eventually brought him, together with his wife at first and his daughter Emma later, to breed and present in shows Arabian horses for over forty years. The products of Lodge Stud Farm, including several bloodlines such as Egyptian and Pure Spanish, won the noteworthy figure of seven World Championships. Several years later Pat entered actively the management “politics” of the Arabian horse, raising to cover the role of AHS Councilman and, when later ECAHO was created he, one of the earliest promoters, became its first President, remaining its head for an exceptional eighteen years. As first president ECAHO, he saw its "creature" grow from 13 to 28 adhering Countries. His “obsession” however was the Show Committee, determinant for the subsequent birth of the Studbook Committee, which obtained the enactment of the agreement allowing reciprocal recognition and the relative exchange of all Arabian horses registered in any Country member of ECAHO, long before WAHO could reach the same objective on a worldwide scale. Still under his leadership the International Federation for Arabian Horse Racing (IFAHR) was born, thus promoting the Arabian horse versatility. He was the one to push to include as Full Members the Middle East Countries fulfilling certain conditions. He also pushed strongly, but unfortunately without success for once, to have a Eu-


peo per lo StudBook. La sua esperienza militare fece si che la sua condotta all'interno dell'ECAHO fosse propositiva, disponibile al dialogo ma ferma e decisa, caratteristiche, queste, che lo hanno accompagnato nella sua lunga ed intensa vita. Dobbiamo un grazie a Pat per il suo fondamentale operato e un caloroso abbraccio alla sua famiglia per la grande perdita. Ciao Pat.

ropean database created for the Studbook. His military experience led him to always conduct himself within ECAHO in a purposeful manner, available to dialogue but firm and resolute, characteristics that accompanied him all through his long and intense life. We do have a debt of gratitude towards Pat for his fundamental work and send a warm friendly embrace to his Family for their irreplaceable loss. “Ciao� Pat.

Pat u. Kazminda (c) Betty Finke

230 231


AH S e g o v i a - S p a i n

Segovia 2010

S panish National

Championships 18-19th September By Louise Lenoir - Photos by Cécile Marleix

Il 31° Campionato Nazionale Spagnolo si è tenuto a Segovia durante un bellissimo fine settimana. Sia il tempo sia i cavalli si sono dimostrati all’altezza dell’importanza dell’evento. Contrariamente a quanto avvenuto in passato, diversi grandi allevamenti sono intervenuti al Centro Ecuestre de Castilla y Léon. Tra questi la Yeguada de Ferrero da Majorca, Complutum Arabians, Garcia Ferrero da Siviglia, Granaderia Ses Planes, Yeguada Ados ed Equus Arabians.

I Arabian Horse JOURNAL I December

The 31st Spanish National Championships were held in Segovia during a fine weekend. The weather and the horses were up to the event. Major breeding studs came to the Centro Ecuestre de Castilla y Léon, which has not always been the case for some time. Among them were Yeguada de Ferrero from Majorca, Complutum Arabians, Garcia Ferrero from Sevilla, Granaderia Ses Planes, Yeguada Ados and Equus Arabians.


Oltre settanta esemplari sono stati iscritti alle gare. In programma erano previste anche presentazioni di dressage, “Doma Vaquera” (monta tradizionale Spagnola) ed alcune classi «liberty». Al Shahania Stud del Qatar è stato il generoso sponsor principale. Durante questi Campionati sono stati presentati cavalli di ottima qualità, alcuni già famosi. *Om El Extreem (Sanadik El Shaklan x Om El Bint Shaina), presentato per l’occasione da Frank Spönle, e *QR Excel (Magic Dream x Kouream De

More than seventy horses entered the competitions. On the program there were also presentations of dressage, “Doma Vaquera” (traditional Spanish riding) and some liberty classes. Al Shahania Stud from Qatar was the main sponsor. During these Championships horses of quality, some already famous, were presented. Om El Extreem (Sanadik El Shaklan x Om El Bint Shaina), handled for the purpose by Frank Spönle, and QR Excel

232 233


AH S e g o v i a - S p a i n

Mr Besslin from Besswach Arabians & MrWeytjens from Risco de LasVegas Arabians

Ment), due stalloni nati negli USA e di proprietà di Complutum Arabians, si sono aggiudicati le medaglie d’Argento e di Bronzo. L’Oro invece è andato ad *Abha Mahdi (Marwan Al Shaqab x Alisheeba) della Granaderia Ses Planes. L’allevamento di Marieta Salas ha dominato anche le categorie più giovani, visto che tutte le medaglie sono andate ai suoi pro-

Mrs Besslin from Besswacht arabians & Mr Albert Sorroca

I Arabian Horse JOURNAL I December

Mrs GoNzales Plza from Complutum Arabians

(Magic Dream x Kouream De Ment), two stallions born in the USA and owned by Complutum Arabians, were awarded the Silver and Bronze medals. Gold went to Abha Mahdi (Marwan Al Shaqab x Alisheeba) from Granaderia Ses Planes. Marieta Salas’ breeding dominated also the junior categories as all

Manager of Al Shahania Stud & Marietta Salas


dotti (che includevano tre discendenti di *Marwan Al Shaqab) con la notevole eccezione di *Napolean EA (Marwan Al Shaqab x Nedraska Kossack) della Equus Arabians che si è aggiudicato la medaglia di Bronzo Puledri. Più battaglia c’é stata per le fattrici con i Senior Female Championships: *Santa Maria (Motamid 1972 x Estrombali) di proprietà di Complutum Arabians, ha ricevuto la Medaglia d’Oro, *Cyrea EA (Khidar x Cygarniczka) allevata e di proprietà di Equus Arabians si è aggiudicata il titolo di Riserva Campionessa ed il Bronzo è andato a *Mirija Al Sabah (Adnan x Mahrana Al Sabah) di proprietà di Yeguada Ferrero. In tutte le altre categorie almeno uno dei Campioni aveva *Marwan Al Shaqab oppure *Gazal Al Shaqab come progenitore.

the medals went of her products (including three Marwan Al Shaqab’s offsprings) with the exception of Napolean EA (Marwan Al Shaqab x Nedraska Kossack) from Equus Arabians who was rewarded with the Junior Male Bronze Medal. The Senior Female Championships was more opened : Santa Maria (Motamid 1972 x Estrombali) owned by Complutum Arabians was awarded the Gold Medal, Cyrea EA (Khidar x Cygarniczka) bred and owned by Equus Arabians was Reserve Champion and the Bronze Medal went to Mirija Al Sabah (Adnan x Mahrana Al Sabah) owned by Yeguada Ferrero. In all the other categories one champion, at least, had Marwan Al Shaqab or Gazal Al Shaqab as sires.

234 235


AH S e g o v i a - S p a i n

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Abha Rahiba - O: Granaderìa Ses Planes (E)

BRONZE MEDAL • Abha Quraysi O: Granaderìa Ses Planes (E)

SILVER MEDAL • Abha Sabiya O: Granaderìa Ses Planes (E)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Abha Qatarah - O: Yeguada Ados (E)

BRONZE MEDAL • Napoleon EA O: Equus Arabians (E)

SILVER MEDAL • Abha Sharik O: Granaderìa Ses Planes (E)

236 237


AH S e g o v i a - S p a i n

Championship Mares

GOLD MEDAL • Santa Maria - O: Complutum Arabians (E)

BRONZE MEDAL • Mirija Al Saba O: Yeguada Ferrero (E)

SILVER MEDAL • Cyrea EA O: Equus Arabians (E)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Abha Mahdi - O: Granaderìa Ses Planes (E)

BRONZE MEDAL • QR Excel O: Yeguada Ferrero (E)

SILVER MEDAL • OM El Extreem O: Complutum Arabians (E)

238 239


AH S e g o v i a - S p a i n

Trophée Colegio Oficial de Veterinarios de Segovia

CHAMPION • Abha Rahiba O: Granaderìa Ses Planes (E)

Trophée Memorial Duque de Veragua

CHAMPION • Cyrea EA O: Equus Arabians (E)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Trophée Memorial Excmo. Pedro Salas Garau

CHAMPION • Abha Rahiba O: Granaderìa Ses Planes (E)

Trophée Memorial Luis Ybarra

CHAMPION • Santa Maria - O: Complutum Arabians (E)

240 241


AH S e g o v i a - S p a i n Trophée Ministerio de Medio Ambiente y Medio Rural y Marino

CHAMPION • Santa Maria O: Complutum Arabians (E)

Trophée Yeguada ADOS

CHAMPION • Abha Rahiba O: Granaderìa Ses Planes (E)

I Arabian Horse JOURNAL I December


243 243


I Arabian Horse JOURNAL I December


245 245


I Arabian Horse JOURNAL I December


247 247


I Arabian Horse JOURNAL I December


249 249


I Arabian Horse JOURNAL I December


251 251


AH M a l l o rc a - S p a i n

Spanish Arabian Today The

By Lisa Goodwin-Campiglio

Per quasi 100 anni dopo le prime importazioni dei primi del ‘900, ci sono stati ben pochi ceppi esterni aggiunti al pool genetico dell’Arabo Spagnolo. Le importazioni dall’Inghilterra effettuate come allevatore privato da Cristobal Colon de Aguilera, XV Duca di Veragua, tra il 1926 ed il 1930, hanno avuto un impatto enorme grazie all’introduzione del ceppo Crabbet in Spagna. Dopo la guerra Civile Spagnola (1936-39), le stirpi da lui create hanno avuto seguito non solo da parte degli allevamenti delle Scuderie Militari di Stato, le Cria Caballar, e dell’attuale erede e proprietaria, Cristina Valdés y Colón de Carvajal insieme a suo marito Javier Blanco-Cobaleda, nell’Azienda Yeguada Valjuanete in Toledo (recentemente trasferitasi a Salamanca col nuovo nome di Yeguada Valviejo), ma anche da parte di Antonio Egea Delgado (1947-1960). La volontà di Delgado nell’espandere la discendenza di Razada incrociandola con fattrici della Famiglia “Tail Mare Families” di Damietta e Kadranka, ha anche fatto in modo che si creassero solide fondamenta per questa stirpe così appetibile. Il patrimonio di esemplari di Delgado, quando è stato poi disperso, è stato a sua volta esportato in USA, Vene-

I Arabian Horse JOURNAL I December

For almost 100 years since the initial imports of the early 1900s, there have been little outside bloodlines added to the gene pool of the Spanish Arabian. As a private breeder, the imports made by Cristobal Colon de Aguilera, XV Duque de Veragua, from England between 1926 and 1930 had great impact with the introduction of the Crabbet lines into Spain. After the Spanish Civil War (1936-39), not only were his lines continued by the State Military Stud farm , the Cria Caballar, and the present heir and owner, Cristina Valdés y Colón de Carvajal with her husband Javier Blanco-Cobaleda, at the Yeguada Valjuanete in Toledo ( now moved to Salamanca as the Yeguada Valviejo), but also by Antonio Egea Delgado (1947-1960). Delgado´s concentration on line breeding to Razada crossed with mares of the Tail Mare Families of Damietta and Kadranka, also left a solid foundation of these coveted bloodlines. The Delgado herd, when dispersed, in turn has been exported to the USA, Venezuela and throughout Europe. One other private bree-


zuela e molte Nazioni Europee. Un altro allevamento privato, quello dei Fratelli Guerrero, hanno dato importanti contributi al pool genetico dell’arabo Spagnolo grazie al loro stallone Egiziano, *Sawah The Second oltre i cavalli importati dalla Francia (1923), in particolare Sultane, il fondatore della popolarissima ed atletica Famiglia di Fattrici con lo stesso nome. Sebbene il numero dei cavalli Arabi in Spagna sia aumentato dai 328 degli inizi degli anni ‘60 ai 14.809 Arabi registrati nel Giugno 2010, gli Arabi Spagnoli ed Arabi di Sangue Misto Spagnolo rappresentano comunque molto meno dello 0,1% della popolazione di Arabi oggi presente nel mondo occidentale. A causa della sua rarità e dei numeri rarefatti, questa linea genetica è utilizzata principalmente per scopi riproduttivi. Pochi di questi cavalli hanno di fatto partecipato eventi e alle varie competizioni, ma quando vi hanno preso parte, gli Arabi Spagnoli ed i loro incroci hanno sempre vinto un numero di premi sproporzionato rispetto all’effettiva presenza. Nomi molto noti, come i più famosi progenitori *AN Malik e *Barich de Washoe, la fattrice tre volte Campionessa Nazionale

der, the Guerrero brothers also made important contributions to the early Spanish gene pool with their stallion from Egypt, Sawah The Second and their imports from France (1923), notably Sultane founder of the very popular athletic Mare Family of the same name. Although the numbers have increased from 328 in the early 1960's to 14,809 registered Arabians in Spain as of June 2010, Spanish Arabians and Spanish Related Arabians represent far less than 0.1% of the Arabian population in the western world of today. Because of its rarity and minimal numbers, this bloodline is used mainly as breeding stock. Few of these horses have actually been shown publicly yet whenever presented, Spanish Arabians and their related crosses take an extremely high percentage of wins in shows and events. Well known names such as leading sires *AN Malik and *Barich de Washoe, the triple National Champion mare *Abha Hamir, the multi champion producing sires *GG Samir and El Perfecto, the 3/4 Spanish stallion triple Na-

252 253


AH M a l l o rc a - S p a i n

S.A.R. HRH Teresa De Borbon with *Vasallo

*Abha Hamir, i plurilaureati campioni riproduttori *GG Samir ed *El Perfecto, lo stallone 3/4 Spagnolo (tre volte National Western Pleasure Champion) *CA Hermoso, ed i mezzo-sangue Spagnoli, gli stalloni *El Shaklan e *Magnum Psyche, sono ben noti agli allevatori di tutto il mondo. L’impatto genetico di questo pur ristretto pool genetico ha raggiunto livelli di eccellenza sopra tutto nell’ibridazione. Il Classico Arabo Puro Spagnolo in sè è un cavallo molto atletico e versatile con un temperamento gentile e volenteroso. Di linea compatta, con collo sottile con una bella attaccatura, è famoso per i suoi bellissimi grandi occhi scuri, ossatura compatta, lombi corti e forti, alta attaccatura della coda e facilità di addestramento. Gli Arabi Spagnoli Puri e Misti hanno vinto innumerevoli campionati in Nord e Sud America, Europa e Medio Oriente. Cugina di Don Juan Carlos, Re di Spagna, S.A.R. Teresa de Borbon y Borbon, Marchesa di Laula ha avuto grande successo mediante l’utilizzo dello stallone, ora deceduto, *ZACATECO, frutto di allevamenti militari, che è stato nominato primo vincitore del Trofeo annuale WAHO in Spagna (2005). Suo figlio *Fiolek, anch’esso allevato da Flor de Lis, ha vinto il Trofeo WAHO nel 2006. Non è quindi una sorpresa che un altro figlio di Zacateko, *Fakateko, sempre allevato da Flor de Lis, abbia vinto nel 2007 il Trofeo WAHO sulla base dei punti ottenuti nello show sommati a quelli della figlia *Braken, anch’essa vincitrice, e dei suoi figli *Luksor ed *S S Orion. Da discendenze simili viene lo stallone sauro *GASIR (Motamid x Braken da Fakateko) di proprietà di Jan Callas della Zenith Arabians (Belgio), Top Five Stallion nella 2004 World Cup, Campione in Austria, Belgio e Francia, recentemente ceduto in

I Arabian Horse JOURNAL I December

El Perfecto

tional Western Pleasure Champion CA Hermoso, and the half Spanish stallions *El Shaklan and Magnum Psyche are familiar to breeders the world over. The genetic impact of this tight gene pool has excelled as an outcross. The Classical straight Spanish Arabian itself is an extremely versatile athletic horse with a willing and gentle temperament. Smooth of line, well angled with a supple neck, it is noted for its large beautiful dark eyes, dense bone, short and strong coupling, high tail carriage and its trainability. Spanish and Spanish-Related Arabians have won innumerable championships throughout North and South America, Europe and the Middle East. Cousin to Don Juan Carlos, King of Spain, S.A.R. Teresa de Borbon y Borbon, Marchioness of Laula has had great success with her use of the late military bred stallion ZACATECO which was named the first winner of the annual WAHO Trophy in Spain (2005). His son Fiolek, also bred by Flor de Lis won the WAHO Trophy honors in 2006. Not so astonishingly a second son of Zacateko, Fakateko, again bred by Flor de Lis won the 2007 WAHO Trophy based on his own show points and that of his winning daughter Braken and his sons Luksor and *S S Orion. (Photo: FIOLEK – Zacateco (Jacio/Baldosa) X Rijeka (Vasallo byCongo/Nevisca) Vasallo is full brother to Zancudo, shown with owner/breeder S.A.R. Teresa Borbon i Borbon, Marquesa de Laula. 2006 WAHO Trophy Winner for Spain) From similar bloodlines comes the chestnut stallion


leasing alla Russia e progenitore della sbalorditiva fattrice MezzaSpagnola da Dressage *Exquisite Fantasy (da Exquisite Shatana). *GASIR all’età di 14 anni si è classificato secondo nella classe degli stalloni alla Ermelo Cup (11-12 Settembre 2010) con il più alto punteggio in movimento. Altrettanto pieno di premi è il loro pluri-laureato campione il grigio stallone *LOBEKE (Fiolek x Eleskirt da Testigo), World Cup Top Five, Campione Nazionale, vincitore della Life Aid Cup (Ermelo), Vincitore di Classe nella All Nations Cup 2010 (Aachen) con 92,10 punti, comprovato Campione nelle specialità sportive oltre che progenitore di campioni. Il campionato americano del 2009 U.S. Sport Horse Natio-

GASIR (Motamid x Braken by Fakateko) owned by Jan Callas of Zenith Arabians (Belgium), Top Five Stallion in the 2004 World Cup, Champion in Austria, Belgium, and France, recently leased to Russia and sire of the stunning successful half Spanish Dressage mare Exquisite Fantasy (out of Exquisite Shatana). GASIR at age 14 placed second in the stallions at the Ermelo Cup (11-12 September 2010) with the highest ranking movements. Equally garnered is their multi champion grey stallion LOBEKE (Fiolek x Eleskirt by Testigo), World Cup Top Five, National Champion, winner Life Aid Cup (Erme-

Exquisite Fantasy

Lobeke

Granizar

Santa Maria

254 255


AH M a l l o rc a - S p a i n

Abha La Luna

nals ha avuto anch’esso la sua parte di vincitori nazionali con un classico pedigree Puro Spagnolo. Il figlio di *S S ORION, *CIRRIUS da *Rose SR Sweet era nella Top Ten dei Castroni; *CAYENNE (Wradar x Wyalea) – nella Top Ten delle Puledre; *CLEOPATTRAA (*Granizar x *Jezabel SSB+//) – nella Top Ten delle Puledre e nello spareggio per Riserva Campionessa delle Fattrici; *CZANTIAGO (*Granizar x Pascion S) – US National Champion dei 2 anni Jackpot Stallion e Campione Supremo dei 2 anni. Tutti allevati dallo Stanley Ranch, Dave e Molly Stanley insieme a Lisa Stapleton (USA).

Magic Magir

I Arabian Horse JOURNAL I December

Abha Katmandou

lo), 2010 Class Winner All Nations Cup (Aachen) with 92.10 points and well proven Sport Horse Champion and sire of champions. The 2009 U.S. Sport Horse Nationals also saw their share of National winners with the Classical straight Spanish bloodlines: The *S S ORION son, CIRRIUS out of Rose SR Sweet was Top Ten Gelding; CAYENNE (Wradar x Wyalea) – Top Ten Filly; CLEOPATTRAA (*Granizar x *Jezabel SSB+//) – Top Ten Filly and tied for Reserve Champion Mare; CZANTIAGO (*Granizar

L.M. Perlamor


La fattrice ¾ Spagnola, *NAVARRA P (Jalisco x Cerva da Esmir), di proprietà della Philips Arabians (Belgio) è considerata una “Leggenda Vivente”. Campionessa del Mondo Fattrici essa stessa, è la nonna di *Eternity Ibn Navarrone-D (Ansata Sinan x Navarrone "P") , il due volte Campione del Mondo prima da Puledro e poi da Stallone. Le vittorie di Eternity spaziano da Puledro Campione Nazionale in Belgio a Senior Male Champion in Dubai - al titolo del 2007 come Riserva Senior Male alla Elran Cup ed aTowerlands – ed al titolo di Campione degli Stalloni alla All Nation’s Cup. Dalla stessa famiglia, alla 2010 World Arabian Breeders Cup (Las Vegas, USA), *Escape Ibn Navarrone-D (AS Sinans Pacha x Navarrone P) è stato unanimemente acclamato Gold Supreme Champion. Esso è stato allevato da Dion Arabians (Belgio) ed è di proprietà degli Ajman Stud, UAE. Negli ultimi campionati del Mediterraneo (2010 Championnat de la Mediterrannee et des Pays Arabes), uno Show di classe A, lo stallone con sangue Arabo-Spagnolo *WH JUSTICE (Magnum Psyche x Vona Sher-Renea) ha generato 12 dei vincitori delle classifiche Top Five , in ogni classe, in ogni genere, incluso il titolo di Riserva Campione con medaglia d’Argento delle Fattrici, *Bess Fa´ Izah. Suo figlio, *AJMAN MONISCIONE, ha generato 9 dei vincitori delleTop Five , incluso il Campione Junior delle Puledre (Medaglia d’Oro) *Alma Al Tiglio. Il suo stesso padre, il mezzo Spagnolo *MAGNUM PSYCHE ha generato due dei vincitori Top Five presentati allo stesso show. Lo stallone con sangue misto Spagnolo *ESPANO ESTOPA (OM El Abadan x Malikah Estopa da *AN Malik) continua a generare vincitori nelle Top Five in numerosi show Nazionali, Internazionali e di Classe A e B. Suo figlio *ESPINHO ha vinto il titolo di Riserva Campione e Medaglia d’Argento per gli Stalloni alla LowLand Cup; *LVA MAXIMUS - Top Five alla Mediterranean Cup; la figlia *ESPANNA ESTOPA – Medaglia di Bronzo tra le Campionesse Senior al Bairactar Memorial B-Show. Ancora una volta l’eccellenza del programma di allevamento del compianto Don Miguel Osuna Escalera è stata messa in evidenza. Allevatore di *ESTOPA, proveniente dalle scuderie militari diYeguada, *ARILLA (Malvito x Kayan da Kashmir) detiene il record della maggior produzione di vincitori dei Campionati Nazionali Spagnoli. Con doppia progenie da Arilla, la fattrice *SANTA MARIA (Motamid x Estromboli da Volcan/Yarilla) ha vinto il Campionato Nazionale di Spagna e la medaglia d’Oro nel 2010 con 92,75 punti. Classica Spagnola Pura, questa affascinante fattrice, allevata e di proprietà di Complutum Arabians, si è classificata seconda come Miglior Punteggio per solo ¼ di punto di scarto dal vincitore, lo stallone (non spagnolo)Campione e

x Pascion S) – US National Champion 2 Year Jackpot Stallion and Supreme Champion Two Year Old. All bred by the Stanley Ranch, Dave and Molly Stanley and Lisa Stapleton (USA). The ¾ Spanish mare, NAVARRA P (Jalisco x Cerva by Esmir), owned by Philips Arabians (Belgium) is considered a “Living Legend”. A World Champion Mare herself she is granddam to Eternity Ibn Navarrone-D (Ansata Sinan x Navarroné "P"), the double World Champion, both as a junior and a senior. Eternity´s wins range from National Champion Foal in Belgium to Senior Male Champion in Dubai 2007 Reserve Senior Male title at the Elran Cup and at Towerlands - Senior Male title at the All Nation’s Cup. From the same family, at the 2010 World Arabian Breeders Cup (Las Vegas, USA), Escape Ibn Navarrone-D (AS Sinans Pacha x Navarroné P) became the unanimous Gold Supreme Champion. He was bred by Dion Arabians (Belgium) and is owned by the Ajman Stud, UAE. In the 2010 Championnat de la Mediterrannee et des Pays Arabes, A-Show, the Spanish-Related stallion WH JUSTICE (Magnum Psyche x Vona Sher-Renea) sired 12 of the Top Five winners , all classes, all genders, including Reserve Champion Silver Medal Mare, Bess Fa´ Izah. His son, AJMAN MONISCIONE, sired 9 Top Five winners , including Junior Champion Gold Filly Alma Al Tiglio. His own sire, the half Spanish MAGNUM PSYCHE sired two Top Five winners presented in the same show. The Spanish –Related stallion ESPANO ESTOPA (OM El Abadan x Malikah Estopa by *AN Malik) continues to sire Top Five winners in National, International and Class A & B shows. His son ESPINHO , Reserve Champion Silver Medal Stallion at The LowLand Cup; LVA MAXIMUS - Top Five at the Mediterranean Cup; daughter ESPANNA ESTOPA – Bronze Winner Senior Female Champion at the Bairactar Memorial B-Show. Yet again the excellence of the late Don Miguel Osuna Escalera´s breeding program has shown forth. Breeder of ESTOPA, his Yeguada Militar bred foundation mare ARILLA (Malvito x Kayan by Kashmir)is record holder for producing the most Spanish national champion winners. The double Arilla bred mare SANTA MARIA (Motamid x Estromboli by Volcan/Yarilla) won the 2010 Spanish National Gold Medal Mare Championship with a 92.75 point score. Classical Straight Spanish, this charismatic mare bred and owned by Complutum Arabians was second only by ¼ point to the top scoring non Spa-

256 257


AH M a l l o rc a - S p a i n

Barquero

Medaglia d’Oro *Abha Mahadi (Marwan Al Shaqab x Alisheeba da Ali Jamaal) che ha ottenuto 93,0 punti. Il notevole stallone baio *EL PERFECTO (Vallehermoso x Example da *Barich De Washoe) ha fondato una linea di discendenza anch’essa di gran successo nel ring. Discendente da Malvito per parte di madre. Degne di menzione speciale sono le Fattrici elencate qui di seguito, Classiche Spagnole Pure discendenti di *El Perfecto ed allevate da Marieta Salas Zaforteza della Yeguada Ses Planes, (Majorca, Spagna): *ABHA LA LUNA (generata da Gual Alba) inclusa nelle Top Five nei più importanti Campionati Internazionali, come la World Cup Championship, la All Nations Cup e Mentone; Campione Junior a Borgloon 2003; Migliore Testa allo Show Internazionale di Roma nel 2003; Campione Junior e Best in show nel 2004 a Cittá di Castello (Italia, B-Show Internazionale); Campione Junior delle Puledre a Verona, Italia, ancora nel 2004; nel 2006 Riserva Campione fattrici a Cittá di Castello, Campionessa Fattrice alla Mediterranean Cup (Saint Tropez) e 2006 Campionessa Nazionale Italiana delle Fattrici, di proprietà di Moreno Radicchi (Italia). Nel 2010, si è classificata nelle Top Fivedelle Fattrici di 6 anni allo Show Internazionale in Austria, Classe A. *ABHA GALI (generata da Abha Zenobia) - Riserva Campionessa Fattrici a Scottsdale - Riserva Campione Nazionale USA Campionessa all’unanimità della Regione 12 – classificata nelle Top Ten ai Canadian Nationals. *ABHA GHAZALI (generata da Abha Hamir) – Campionessa Nazionale di Spagna delle Puledre nel 1999 – 1° Posto nelle

I Arabian Horse JOURNAL I December

Milano

nish Gold Champion Stallion Abha Mahadi (Marwan Al Shaqab x Alisheeba by Ali Jamaal)_93.0 points_ for total High Score show points. The impressive bay stallion EL PERFECTO (Vallehermoso x Example by *Barich De Washoe) has founded a lineage which also has been very successful in the show ring. He is line bred to Malvito on his dam´s side. Of special note are the following Classical El Perfecto Straight Spanish get bred by Marieta Salas Zaforteza of the Yeguada Ses Planes, (Majorca, Spain): ABHA LA LUNA (out of Gual Alba) – Top Five in the most important International Championships, such as the World Cup Championship, All Nations Cup, Menton, and Borgloon - Jr. Champion and Best Head of the International show of Rome in 2003 - 2004 Jr. Champion and Best in show at Cittá di Castello (International B-Show) - Jr. National Champion Filly Verona, Italy 2006 Reserve Sr. Champion Female at Cittá di Castello - Sr. Champion Mare Mediterranean Cup (Saint Tropez) and 2006 Italian National Champion Mare, owned by Moreno Radicci from Italy. In 2010, she has placed Top Five 6 year Old Mares, Austria International A-Show. ABHA GALI (out of Abha Zenobia) - Reserve Champion Mare at Scottsdale - US Reserve National Champion - Unanimous Region 12 Champion - Top Ten at the Canadian Nationals. ABHA GHAZALI (out of Abha Hamir) - Spanish Junior National Champion Filly in 1999 - 1st Place 3 year


Puledre di 3 anni a Wells (Austria) ed a Towerlands (Gran Bretagna) - Nel 2001 e nel 2004 Riserva Campionessa Nazionale di Spagna delle Fattrici. *ABHA HALILI (generata da Cinca) – 1° Posto Puledre di 1 anno alla All Nations Cup (Aachen) - classificata nelle Top Five ai campionati della European Cup e della World Cup nel 1999. Di proprietà di S.M. il Re dell’Arabia Saudita, è stata in show all’International Jordan Show, vincendo i titoli di Migliore Testa e Campionessa delle Fattrici allo Show. *ABHA JAWHARAH (generata da Abha Yamir) – 1° Posto nelle Puledre di 1 anno a Towerlands - nelleTop Ten nella All Nations Cup di Aachen - Riserva Campione allo Show delle Baleari – Campionessa Junior allo International B-Show Arabes&Co nel 2003 (Mioño). *ABHA KATMANDOU (generata da Abha Yamir) , di proprietà di Juan Pedro ed Enrique Mardarás, - Riserva Campionessa Nazionale Jr. a Madrid - 2004 e 2006 Campionessa Nazionale di Spagna a Segovia. Allo Show di Menton del 2009 ABHA KATMANDU ha ricevuto punteggi di 20 / 19,5/ 19,5/ 19,5 per movimento. *ABHA RAIPUR (generata da Abha Zenobia), di proprietà degli AL Shahania Stud (Qatar) - 2010 Arabes&Co Show 1° Posto tra le Puledre di 2 anni e Campionessa Junior Puledre con medaglia d’Oro, Miglior Movimento e Miglior Punteggio dello show. É stata ora importata negli USA, nel Training Barn di Michael Byatt, dove sarà preparata per lo Scottsdale Show del prossimo Febbraio 2011. La discendenza maschile di *EL PERFECTO è stata anch’essa spesso sotto i riflettori, in competizioni sia di performance che halter.Tutti loro tracciano la propria discendenza fino allo stallone originario Ursus, originalmente importato dalla Polonia nel 1912 dalla Commissione di Stato per l’Acquisto, formata dalle Cria Caballar. *MAGIC MAGIR (Magir da El Perfecto x KAR Hermosa da KAR Halcon) allevato da Dr.Urula, Dr. Nicolas e Marlene Jung e di proprietà di Otto Gurschler (Austria) – 2010 Austrian Reining Champion. * LC HAREM (discendente da LM Tambaa da Essteem), uno stallone misto-Spagnolo di proprietà di Luciano Carcedo: - Campione Jr. Puledri ad Arabes&Co – Campione Nazionale Jr.Puledri a Madrid, tutto nel 2004 – Riserva Campione Nazionale Senior di Spagna nel 2006 a Segovia. *ABHA KALAHARI (generato da Cinca) eccellente nei salti multipli e gare di cross country. *L.M. PERLAMOR (generato da Porlamar) allevato da La Movida Arabians (Austria) – Campione Junior Puledri a Menton nel

old fillies in Wells (Austria) and in Towerlands (England) - In 2001 and in 2004 Reserve Sr. Champion Mare of Spain. ABHA HALILI (out of Cinca) - 1st Place Yearling Filly All Nations Cup (Aachen) - Top Five European Cup and World Cup Championship in 1999. Owned by the King of Saudi Arabia, she was shown in the International Jordan show, being named Best Head and Champion Mare of Show. ABHA JAWHARAH (out of Abha Yamir) - 1st Place Yearling Fillies in Towerlands - Top Ten All Nations Cup in Aachen - Reserve Jr. Champion at the Balearic show - Jr. Champion at the International B-Show Arabes&Co in 2003 (Mioño). ABHA KATMANDOU (out of Abha Yamir) , owned by Juan Pedro and Enrique Mardarás, - Reserve Jr. National Champion in Madrid - 2004 and 2006 Spanish National Champion in Segovia. At the 2009 Menton show ABHA KATMANDU had 20 , 19.5, 19.5, 19.5 for her points in movement. ABHA RAIPUR (out of Abha Zenobia), owned by the AL Shahania Stud (Qatar) - 2010 Arabes&Co Show 1st Place 2 Year Old Fillies and Junior Gold Champion Filly, best mover of the show and the highest points. She has been imported to Michael Byatt’s Training Barn in the USA where she will be prepared for the Scottsdale Show next February 2011. EL PERFECTO´s male get also have been in the limelight, in both performance and halter. They all trace in direct descent to the root sire Ursus, originally imported from Poland in 1912 by the State buying commission from the Cria Caballar. MAGIC MAGIR (Magir [by El Perfecto] x KAR Hermosa by KAR Halcon) bred by Dr.Urula and Dr. Nicolas and Marlene Jung and owned by Otto Gurschler (Austria) – 2010 Austrian Reining Champion. LC HAREM (out of LM Tambaa by Essteem), a Spanish-Related stallion owned by Luciano Carcedo: - Jr. Champion Colt of Arabes&Co - Jr. National Champion Colt in Madrid all in 2004 - 2006 Reserve Senior National Champion Stallion of Spain in Segovia. ABHA KALAHARI (out of Cinca) excels in multiple jumping and cross country competition. L.M. PERLAMOR (out of Porlamar) bred by La Movida Arabians (Austria) - 1994 Junior Champion Colt at Menton , 1995 French Junior Champion Colt, 1996 Reserve Champion Stallion European Cup and Class Win-

258 259


AH M a l l o rc a - S p a i n 1994, Campione Junior di Francia Puledri nel 1995, Riserva Campione degli Stalloni nel 1996 alla European Cup e vincitore della sua Classe allaWorld Cup sempre nel 1996, ora residente in Spagna e di proprietà di Juan José Sousa,Yeguada De La Rua (Cáceres). *L.M. Perlamor, allevato da Yeguada Alqamar e di proprietà di Las Lunas Stud, è il progenitore di CC Dalia Pearl (generata da Abha Hac) – nel 2010 Vincitrice di Classe ad Arabes&Co (Mioño), Campionessa medaglia di Bronzo Fattrici, Miglior Punteggio Femmine e Best in Show per Movimento. Progenitore anche di *NASIMOR (da Benisa) di proprietà del Club Hipico Los Arabes – nel 2010 Vincitrice di Classe allo International Torrepacheco Show, Riserva Campione e Medaglia d’Argento Fattrici, e Best Head in Show. Progenitore infine di *KAR OFELIA (generata da *Kar Ola da El Perfecto) di proprietà del Dubai Arabian Stud (UAE) – Riserva Campionessa Italiana Fattrici e progenitrice di *D Maraksh da Royal Colors – nel 2010 Riserva Campione Puledri del Dubai International Show. *BS PAPARAZZI (KAR Papageno da L.M.Perlamor x Sivka) Allevato da Black Smoke Arabians (Germania) – nel 2010 nei Top Five tra gli Stalloni 7-8 anni allo Sharjah International AShow (UAE), - ancora nel 2010 nei Top Five tra gli Stalloni 7-9 anni al Dubai International Title Show (UAE) - sempre nel 2010 Top Five Stalloni 7 anni e oltre al 19° Qatar International A-Show (Qatar) ed infine Top Five Stalloni 7-9 anni nel 2010 Al Khalediah Show International A-Show (KSA). *BARQUERO (El Perfecto x Baraquessa da *Aram) allevato da e di proprietà di Annemarie Auinger (Austria) – Campione Nazionale Austriaco Stalloni. progenitore di *HD ESCADA (generato da Abha Uard da Galeon) Riserva Campione Junior Internazionale alla Amateur-Cup di Königstetten nel 2000. Altri discendenti Spagnole si stanno facendo conoscere nel mondo degli show. Non altrettanto numerose quanto le linee genetiche degli stalloni prima citati, forse, ma altrettanto notevoli per qualità. *KENA DES FANGES (Mahometano da Negus II x Kiowa Cathare da Shalom) – 2010 Vincitrice di Classe e Riserva Campione Medaglia d’Argento Fattrici all’Arabequus International - 1998 1° Posto Puledre di 3 anni a Bordeaux (Francia). *BS SPECIFIC (Sandstorm JC x Basara Saiyana M da MEL Nebli) uno stallone Mezzo-Sangue Spagnolo allevato da Edeltraud Blutbacher, dei Lasahr Arabians (CH) - 2010 Campione Senior Medaglia d’Oro Stalloni al prestigioso Arabian Masters B-Show (Bordeaux) - 2010 Campione Senior Medaglia d’Oro Stalloni allo Arabes&Co (Mioño) – Campione Nazionale di Francia Stalloni - 2007 Campione Stalloni alla European Cup. *MILANO (MEL Exilio x MEL Quebra da Calero) di pro-

I Arabian Horse JOURNAL I December

ner World Cup , now residing in Spain and owned by Juan José Sousa, Yeguada De La Rua (Cáceres). L.M. Perlamor is Sire of cc Dalia Pearl (out of Abha Hac) bred by Yeguada Alqamar and owned by Las Lunas Stud - 2010 Class Winner at Arabes&Co (Mioño), Bronze Medal Champion Mare, Highest Score Females and Best in Show for Movements. Sire also of NASIMOR (out of Benisa) owned by Club Hipico Los Arabes – 2010 Class Winner at the International Torrepacheco Show, Reserve Champion Silver Medal Mare, and Best Head in Show. Sire of KAR OFELIA (out of Kar Ola by El Perfecto) owned by Dubai Arabian Stud – Italian Reserve Champion Mare and dam of D Maraksh by Royal Colors - 2010 Reserve Champion Colt Dubai International. BS PAPARAZZI (KAR Papageno [by L.M.Perlamor] x Sivka) Bred by Black Smoke Arabians (Germany) – 2010 Top Five Stallions 7 to 8 Years Sharjah International AShow (Saudi Arabia), - 2010 Top Five Stallions 7 to 9 Years Dubai International Title Show (Dubai) - 2010 Top Five Stallions 7 Years & More 19th Qatar International A-Show (Qatar) - 2010 Top Five Stallions 7 to 9 Years Al Khalediah Show International A-Show. BARQUERO (El Perfecto x Baraquessa by *Aram) bred and owned by Annemarie Auinger (Austria) – Austrian National Champion Stallion. Sire of HD ESCADA (out of Abha Uard by Galeon) Int. Res. Junior Champion Amateur-Cup Königstetten 2000. Other Spanish bloodlines are making themselves known in the show world. Perhaps not as numerous in numbers as the popular sire lines listed above but equally as impressive. KENA DES FANGES (Mahometano [by Negus II] x Kiowa Cathare by Shalom) – 2010 Class Winner and Reserve Champion Silver Medal Mare at ArabeEquus International - 1998 1st Place 3 Year Fillies at Bordeaux (France). BS SPECIFIC (Sandstorm JC x Basara Saiyana M by MEL Nebli) a Spanish-Related stallion bred by Edeltraud Blutbacher, Lasahr Arabians (Switzerland) - 2010 Senior Male Gold Champion at the prestigious Arabian Masters B-Show (Bordeaux) - 2010 Senior Male Gold Champion at Arabes&Co (Mioño) - French National Champion Stallion - 2007 European Cup Champion Stallion. MILANO (MEL Exilio x MEL Quebra by Calero) owned by Bessewacht Arabians, leased to Equus Arabians in Spain is a fine representative of the Tabal bred “ Dancing White Arabians” of the 1980s breeding program of the


prietà di Bessewacht Arabians, ceduto in leasing ad Equus Arabians in Spagna è un eccellente rappresentante del programma di riproduzione degli anni ’80 del Melissa Stud (Olanda) “Arabi Bianchi Danzanti” (Dancing White Arabian) discendente da Tabal– Campione Nazionale d’Olanda, Campione Nazionale Stalloni di Bulgaria, Riserva Campione Nazionale Stalloni di Israele. *MEL RINTIN (Jalisco x Orla II da Galero) allevato da Melissa Sud e di proprietà di Juergan Schaufler, Spanish-Arabian Stud (Germania) – Campione Senior Stalloni ad Ostenda e Vurste, nei Top Five alla European Cup, nei Top Five alla All Nations Cup. Campione Progenitori. Altri rappresentanti della discendenza di TABAL sono gli Al-Qahira Arabians (Austria) che hanno riscosso grande successo specializzandosi nell’allevamento di Cavalli Sportivi altamente competitivi: *L.M. LIBRETTO (Drago x Dadobia da Falce) allevato da La Movida e di proprietà di Al-Qahira – 2007TrofeoWAHO (Austria) – più volte nei Top Five ai Campionati Europei nelle varie classi Ridden / Classic Pleasure /Pleasure Driving / Obstacle Driving / Conformation & Type - Campione Nazionale Austriaco “Get of Sire”. Con doppia discendenza daTabal, la fattrice di L.M. Libretto, DADOBIA è anche sorella per parte di padre di *SZED PAYASO (Falce x *SZED Pajarilla da Pepete), USA Top Ten National Champion Show Hack e progenitore diVincitore a livello Nazionale. *VALEROSO QAHIRA (L.M. Libretto x Bel Princess da El Perfecto) – Ha dato ottima prova di sè nella Performance ed è stato più volte vincitore dei Top Five in halter per stalloni a livello nazionale ed internazionale, inclusi show come Wels,

Valeroso Qahira

Melissa Stud (Netherlands) – Dutch National Champion, National Champion Stallion Bulgaria, , National Reserve Champion Stallion Israel. MEL RINTIN (Jalisco x Orla II by Galero) bred by Melissa Sud and owned by Juergan Schaufler, SpanishArabian Stud (Germany) – Champion Senior Stallion at Ostende and Vurste, Top Five European Cup, Top Five All Nations Cup. Champion Sire. Also representing the TABAL sire lines are the very successful Al-Qahira Arabians (Austria) specializing in breeding highly competitive Sport Horses: L.M. LIBRETTO (Drago x Dadobia by Falce) bred by La Movida and owned by Al-Qahira – 2007 WAHO Trophy (Austria) – Multiple Top Five European Championships in Ridden / Classic Pleasure /Pleasure Driving / Obstacle Driving / Conformation & Type - Austrian National Champion Get of Sire. A double bred Tabal, L.M. Libretto´s dam DADOBIA is also paternal sister to *SZED PAYASO (Falce x *SZED Pajarilla by Pepete) US Top Ten National Champion Show Hack and sire of National Level Winner. VALEROSO QAHIRA (L.M. Libretto x Bel Princess by El Perfecto) - Performance tested and multiple Top Five Winner in stallion halter at the national and international level, including Wels, St. Pölten, European Cup (Verona), and 2010 Austrian National Champion Stallion. ESPINOSA QAHIRA (L.M. Libretto x Shamal by Abha Harim) – Multiple European and National Cham-

Titanic

260 261


AH M a l l o rc a - S p a i n St. Pölten, European Cup (Verona), e Campione Nazionale Stalloni – Austria 2010. *ESPINOSA QAHIRA (L.M. Libretto x Shamal da Abha Harim) – più volte Campionessa Europea e Nazionale Driving Mare in Pleasure / Obstacle / Classic / Dressage - Top Five nelle Classi Marathon,Western e Conformation (Neustadt e StadlPaura) - Liberty Champion a Neustadt. *TARAMBANA QAHIRA (Estopasan x Mel Serilla da Calero) –Campione Nazionale d’Austria Fattrici 2010 e Campione dello Show per Miglior Punteggio. *GHANDOUR (Ghadames x Esperada da Tabal) – più volte Stallone Vincitore di Classe Halter negli anni ‘80 e ‘90 a livello internazionale e Progenitore di Campioni. *OJINEGRO QAHIRA (Gandour x Bel Princess da El Perfecto) – più volte Vincitore Top Five Stalloni a livello nazionale ed internazionale, incluso il Campionato Nazionale d’Austria a Wels. *ARABIANS ALAMEDA (Arabian Beauty da MEL Nacar x Benazir da El Namib) – “All Round” Ris. Campione Fattrici ECAHO-A Driving al Wiener Neustadt 2004 – “All Round” Campione ECAHO-B Classic al Wiener Neustadt 2004 - Ris. Campione (Lower Austrian) Pleasure Driving 2004 – Vincitrice di Classe Obstacle Driving al Wiener Neustadt 2004 - Vincitrice di Classe Pleasure Driving al Wiener Neustadt 2004 - Top Five nel Trofeo “Liberty Danube” al Wiener Neustadt 2004. *NUEVA (Arabian Beauty x Dacita da Habon II) - Ris. Campione Fattrici (Austrian National) Pleasure Driving nel 2002 – Medaglia di Bronzo ai Campionati Bassa Austria Pleasure Driving nel 2002. Non si sono sottratte alla sfida le discendenze di Barquillo /Garbo che hanno anche loro avuto la loro progenie al centro del palcoscenico sotto la luce dei riflettori. Lo stallone allevato da Don Nicolas DomecqYbarra, *TITANIC (Heleno x Kenya da Daklieh) non si è accontentato di essere “solo” Campione Junior di Spagna (2000), Riserva Campione Nazionale Stalloni (2003) e Campione Supremo Nazionale di Spagna Stalloni (2004), ma ha anche vinto il titolo di Campione per stalloni 7-9 anni al prestigioso Show Internazionale di Città di Castello (Italia). Esso proviene da una lunga linea di Campioni allevati da Domecq: ABUTIG (1984 Ris. Camp.Naz. Stalloni, 1985 Camp.Supremo Naz. Stalloni), El SAUCEJO alias *PADRE (1976 Camp.Naz.Spagna), DAKLIEH (1984 Campione Junior Maschi e Camp.Supremo Nazionale oltre che Campione dello Show, tornato nel 1996 a vincere il titolo di Ris. Camp.Naz. Stalloni), ABAB (1981 Vincitore 1° Posto Puledri di 3 anni alla World Cup di Siviglia), ed Al JAUF (1978 Campione Supremo Nazionale di Spagna Stalloni). La madre KENYA, anch’essa allevata da DomecqYbarra è stata Campione Nazionale

I Arabian Horse JOURNAL I December

pion Driving Mare in Pleasure / Obstacle / Classic / Dressage - Top Five in Marathon, Western and Conformation Classes (Neustadt & Stadl-Paura) - Liberty Champion Neustadt. TARAMBANA QAHIRA (Estopasan x Mel Serilla by Calero) – 2010 Austrian National Champion Mare and Show High Point Champion. GHANDOUR (Ghadames x Esperada by Tabal) - Multiple Stallion Halter Class Winner in the 80s & 90s international level and sire of show champions. OJINEGRO QAHIRA (Gandour x Bel Princess by El Perfecto) - Multiple Top Five Stallion Winner at national and international level including Austrian National Championships at Wels. ARABIANS ALAMEDA (Arabian Beauty [by MEL Nacar] x Benazir by El Namib) – All Round Res. Champion Mare ECAHO-A Driving at Wiener Neustadt 2004 - All Round Champion ECAHO-B Classic Wiener Neustadt 2004 - Lower Austrian Res. Champion Pleasure Driving 2004 - Class Winner Obstacle Driving Wiener Neustadt 2004 - Class Winner Pleasure Driving Wiener Neustadt 2004 - Top Five Liberty Danube Trophy Wiener Neustadt 2004. NUEVA (Arabian Beauty x Dacita by Habon II) – Austrian National Res. Champion Pleasure Driving Mare 2002 - Bronze Medal Lower Austrian Champioships Pleasure Driving 2002. Not to be outdone the Barquillo /Garbo lines also have had their descendants on center stage in the limelight. Don Nicolas Domecq Ybarra´s bred stallion TITANIC (Heleno x Kenya by Daklieh) not only was a Spanish Junior Champion (2000), Reserve National Champion Stallion ( 2003) and Spanish Supreme National Champion Stallion (2004) but also won the Championship title for stallions 7 to 9 years at the prestigious International show at Citta di Castello (Italy). He comes from a long line of Domecq bred champions: ABUTIG (1984 Res. Nat Ch Stallion, 1985 Supreme Nat Ch Stallion), El SAUCEJO aka *PADRE (1976 Spanish Nat Ch), DAKLIEH (1984 Junior Male Champion and Supreme National Champion of Show and returned in 1996 to win Res. Nat Ch Stallion), ABAB (1981 1st Place winner 3 Year Colts in the World Cup Sevilla), and Al JAUF (1978 Supreme Spanish National Champion Male). His dam KENYA, also bred by Domecq Ybarra was Spain´s National Champion Mare (2004) and a heavily bred Congo


Exodus I with Lisa Stapleton

Fattrici (2004) ed una delle discendenti di Congo più utilizzata per riproduzione. TITANIC ha generato ECLIPSE (2006 Vincitore del Trofeo Best Classical Spanish). Ci sono 648.136 cavalli Arabi registrati negli USA, 46.762 in Canada ed un totale di 171.060 in Europa Occidentale con ulteriori 43.191 in Medio Oriente. Una volta qualificati negli show di Classe A e Regionali, gli Arabi statunitensi sono in un ristretto circolo di circa 1.500 cavalli ai massimi livelli di qualità che si contendono coccarde simbolo dei vincitori “The Roses”. Con un’entità stimata di soli 500 capi di Arabi Classici Puro Sangue Spagnolo attualmente allevati negli Stati Uniti, un così piccolo gruppo genetico dimostra molto bene le proprie qualità con la sua consistente e costante presenza nei circoli dei vincitori. *S S ORION + (Fakateko x Dakiri da Mikado) allevato da Flors De Lis e di proprietà di Stanley Ranch - Terzo Livello in Dressage – Campione della Regione III in Hunter Hack - Top Five Arabian Working Hunter - US National Top Ten classe Open Hunter Hack. *S S ORION è il progenitore del Campione Regionale Miglior Punteggio Dressage e Campione Sport Horse Stalloni, *SI SI SAVY, - del Campione Endurance e Miglior Condizione *SI SI SEVILLE, - del Campione Regione VIII Hunter Hack, Campione Sport Horse Under Saddle Jr. Horse e 2010 U.S. Sport Horse National Top Ten, *YO, e di suo fratello *TOBASCCO, a sua volta dimostratosi eccellente progenitore con un palmares di un Campionato vinto come Futurity Sport Horse la unica volta che è stato esibito da giovanissimo. *EXODUS I (El Dorado I x Abha Odalic da Al Jauf) allevato

Zla Merzez with Lisa Lorranger

descendant. TITANIC has sired ECLIPSE (2006 Winner of Best Classical Spanish Trophy). There are 648136 registered Arabians in the USA, 46762 in Canada and a total of 171060 in Western Europe with a further 43191 in the Middle East. Once qualified in Class A Shows and Regional Shows, the U.S. Arabian will be one of approximately 1500 top quality horses vying for “The Roses”. With an estimated 500 head of Classical Straight Spanish Arabians actually breeding in the USA, such a small bloodline group speaks well of its qualities to be in the winner´s circle so consistently. *S S ORION + (Fakateko x Dakiri by Mikado) bred by Flors De Lis and owned by Stanley Ranch - Third Level in Dressage - Region III Champion Hunter Hack - Top Five Arabian Working Hunter - US National Top Ten Open Hunter Hack. *S S ORION is sire of Regional High Score Dressage Champion and Champion Sport Horse Stallion Si SI SAVY, - the Endurance Champion and Best Condition SI SI SEVILLE, - the Region VIII Champion Hunter Hack, Champion Sport Horse Under Saddle Jr. Horse and 2010 U.S. Sport Horse National Top Ten Green Working Hunter, YO, and his full brother TOBASCCO, a proven herd sire with a Futurity Sport Horse Championship only time shown as a youngster. EXODUS I +// (El Dorado I x *Abha Odalic by Al Jauf) bred by Mari Austad and owned by Stanley Ranch

262 263


Mel Rintin

da Mari Austad e di proprietà di Stanley Ranch – “Legion of Excellence” in Campionati Regionali, Nazionali USA e Canada, e numerosi premi Nazionali Top Ten in Arabian Working Hunter, Hunter Hack, e Sport Horse under Saddle. *SS LADY STETSON (*Kazak SSB x La Estralita da *Zurhama de Washoe) allevato dal Conrad Preiss Trust e di proprietà di Daniel Harold e Famiglia - 2008 Campione Nazionale U.S. Working Cow Horse JTR - 2008 Campione Naz. del Canada Working Cow Horse sia AOTR che Open. *CATALLAC (*Sidi Brahim [da Jacio] x GG Catalana da *Ciato), allevato daTerry Polk e di proprietà di Linda Polk DVM - 2008 Riserva Campione Nazionale U.S. Jumper ATR – Campione Nazionale U.S.Top Ten Jumper. Una lista di Arabi con discendenza solo parzialmente Spagnola (75% o meno) che troviamo costantemente tra i vincitori degli show, sarebbe semplicemente troppo lunga. Il circuito di Competizioni ECAHO sembra essere pesantemente influenzato da Magnum Psyche, i suoi figli WH Justice ed Ajman Moniscione ed il suo progenitore Gazal Al Shaqab. I cavalli MEL ed altri discendenti di TABAL si vedono più di frequente nelle competizioni di Sport Horse. La linea di sangue di EL PERFECTO si può rintracciare un pò dappertutto negli Show ECAHO. Molti Arabi Spagnoli si trovano nelle classi giovanili ed amatoriali, un tributo all’eccellente ed affidabile temperamento dell’ Arabo Spagnolo. Chi possiede questi animali giura che nessun altra discendenza sarà sufficiente, una volta conosciuto l’Arabo Spagnolo od anche un MezzoSangue Spagnolo. Ne possedete uno?

I Arabian Horse JOURNAL I December

LM Libretto

- Legion of Excellence with Regional, US and Canadian National Championships, and many National Top Ten awards in Arabian Working Hunter, Hunter Hack, and Sport Horse under Saddle. SS LADY STETSON (*Kazak SSB x La Estralita by *Zurhama de Washoe)Bred by Conrad Preiss Trust and owned by Daniel Harold and family - 2008 U.S. National Champion Working Cow Horse JTR - 2008 Canadian Champion Working Cow Horse both AOTR and Open. CATALLAC (*Sidi Brahim [by Jacio] x GG Catalana by *Ciato) Bred by Terry Polk and owned by Linda Polk DVM - 2008 U.S. Reserve National Champion Jumper ATR – U.S. National Champion Top Ten Jumper. Far too many Spanish-Related Arabians of 75% or less are in the winner’s circle to list. The ECAHO Show circuit appears to be heavily influenced by Magnum Psyche, his sons WH Justice and Ajman Moniscione or his sire Gazal Al Shaqab. The MEL horses and other TABAL descendants are most often seen in the Sport Horse competitions. EL PERFECTO lines can be found throughout most of the ECAHO show circuit. Many Spanish bred Arabians are found in the youth and amateur-to- ride classes, a tribute to the excellent and reliable temperament of the Spanish Arabian. Owners of these bloodlines will vouch that no other bloodline group will do, once they have known a Classical Spanish or a Spanish–Related Arabian. Do you have one?


265 265


I Arabian Horse JOURNAL I December


267 267


I Arabian Horse JOURNAL I December


269 269


I Arabian Horse JOURNAL I December


271 271


I Arabian Horse JOURNAL I December


273 273


I Arabian Horse JOURNAL I December


275 275


I Arabian Horse JOURNAL I December


277 277


I Arabian Horse JOURNAL I December


279 279


AH V i c hy - F r a n c e

French National September 4

th

and 5 2010 th

Championship

VICHY By Louise Lenoir - photos by Cécile Marleix

Quest’anno il Campionato Nazionale francese è tornato ancora una volta a Vichy. Offriva tuttavia un volto nuovo, con un nuovo team organizzatore e la ferma volontà di focalizzarsi sul cavallo Arabo montato. A questo fine, sono state offerte agli spettatori diverse presentazioni: salto di ostacoli, condotta mediante redini e con cavalieri indossanti costumi orientali. Per la prima volta in Francia, sono state organizzate classi montate. Quindici cavalli sono stati iscritti a questo primo Campionato. Erano tutti di ottima qualità, alcuni di origine polacca o Crabbet (per ulteriori informazioni vedi il sito http://www. crabbet.org.uk/index.aspx ). Tutti i cavalieri erano Signore, dilettanti, professionisti o comunque ben abituati alle gare. Il tempo è stato sempre soleggiato ed ha contribuito non poco alla gradevole atmosfera che ha pervaso il fine settimana.

I Arabian Horse JOURNAL I December

This year the French National Championships was once more back in Vichy. However it offered a new face with a new organization team and the will to focus on the Arabian horse as a ridden horse. To that purpose different presentations were offered to the audience attending the event: horse jumping, reigning or riders wearing oriental outfits. For the first time in France, ridden classes were organized. Fifteen horses entered this first championship. They were of excellent quality, some of them were show horses from Polish or Crabbet origins. All of the riders were ladies, amateurs, professionals or used to competition. The weather was beautiful and contributed to the


A causa di lavori di rinnovo del manto erboso, i Campionati si sono tenuti su di un Ring sabbioso. La qualità dei cavalli presentati nelle diverse classi rifletteva i grandi sforzi compiuti dagli allevatori per migliorare i propri programmi di riproduzione, rivolgendosi a progenitori di gran prestigio. *WH Justice (Magnum Psyche x Vona Sher-Renea) in particolare era ben rappresentato da una numerosa progenie. Una sua figlia, *Jalicia de Nautiac (da Shafali de Nautiac di Abakan), si è aggiudicata il titolo di Senior Female Gold Champion (Campionessa delle Fattrici) ed *Harmattan Thayla (da Hamy de Gargassan) ha vinto quello di Junior Female Gold Champion. *Marajj (Marwan Al Shaqab x RGA Kouress) era anch’esso ben rappresentato da due delle sue figlie che hanno ricevuto premi durante il Campionato: *Mayasah Albidayer è divenuta Foal Female Champion (Campio-

nice atmosphere which prevailed over the weekend. Due to the renovation work on grass, the championships were held on a sand ring. The quality of the horses presented in the different classes was reflected in the effor ts the breeders have made to improve their breeding program as they tur ned to prestigious sires. WH Justice (Magnum Psyche x Vona Sher-Renea) was well represented by many offsprings. His daughter Jalicia de Nautiac (out of Shafali de Nautiac by Abakan), became Senior Female Gold Champion and Har mattan Thayla (out of Hamy de Gargassan) was Junior Female Gold Champion. Marajj (Marwan Al Shaqab x RGA Kouress) was also well represented as two of his daughters

280 281


AH V i c hy - F r a n c e

Scott Almann

I Arabian Horse JOURNAL I December

nessa Puledre sotto l’anno di età) e *Joumalia de Nautiac (da Jalicia de Nautiac) è stata premiata come Junior Female Silver Champion (Riserva Campione Puledre). Questi campionati hanno anche messo in evidenza alcuni cavalli generati da *Mystic Immage (Padrons Immage x Siberia da Kubinec) con ben quattro vincitori: *Nadjik des Aubues (da Nirvana des Aubues) Junior Male Gold Champion (Campione Stalloni Giovani), *Azeem Abissmal (da Estiva de Fontanel) Junior Male Silver Champion (Riserva Campione Stalloni Giovani), *Shaolin de Nedjaia (da A. Krystal) Junior Male Bronze Champion (Medaglia di Bronzo nel campionato Stalloni Giovani), *Ares des Aubues (da Shamilah Meninah) Senior Male Gold Champion (Campione Stalloni) e *Yalta des Aubues (da Tamara des Aubues) Senior Male Silver Champion (Riserva Campione Stalloni). In conclusione, questa nuova versione del Campionato si è rivelata un successo sia per gli organizzatori che per gli allevatori, il cui profondo impegno per lo sviluppo del PSA in Francia sta cominciando a dare risultati promettenti e lusinghieri.

were rewarded during the championships : Mayasah Albidayer was Foal Female Champion and Joumalia de Nautiac (out Jalicia de Nautiac) was Junior Female Silver Champion. The championships also highlighted offsprings by Mystic Immage (Padrons Immage x Siberia by Kubinec) with four winners : Nadjik des Aubues (out of Nir vana des Aubues) Junior Male Gold Champion, Azeem Abissmal (out of Estiva de Fontanel) Junior Male Silver Champion, Shaolin de Nedjaia (out of A. Krystal) Junior Male Bronze Champion, Ares des Aubues (out of Shamilah Meninah) Senior Male Gold Champion and Yalta des Aubues (out of Tamara des Aubues) Senior Male Silver Champion. So this new version was a success for the organizers as well as for the breeders whose commitement to the development of the Arabian horse in France is showing promising results.


Best Athlete

CHAMPION • Just Al Spirit - O: Kathy Kremmel (FR)

Best in show

CHAMPION • Harmattan Thalya O: Franceries Jean Michel (FR)

282 283


AH V i c hy - F r a n c e

Foals Female

GOLD MEDAL • Mayasah Albidayer O: Albidayer Stud (UAE)

BRONZE MEDAL • Vassilia Des Aubues O: Melle Hermel / M. Letiche (FR)

SILVER MEDAL • Jolfa De Nautiac O: Rachel Bourrassè (FR)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Foals Male

GOLD MEDAL • Mockba De Nautiac O: Rachel Bourrassè (FR)

BRONZE MEDAL • Osman Pacha De Lam O: Lam's Arabians (FR)

SILVER MEDAL • Largo O: Christie Gaùbert (FR)

284 285


AH V i c hy - F r a n c e

Junior Female

GOLD MEDAL • Harmattan Thalya O: Franceries Jean Michel (FR)

BRONZE MEDAL • Avalon Miss Kalliste O: Jennifer Dhombre (FR)

SILVER MEDAL • Joumalia de Nautiac O: Rachel Bourrassè (FR)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Junior Male

GOLD MEDAL • Nadjik Des Aubus O: Christèlle Teyssier (FR)

BRONZE MEDAL • Shaolin de Nedjaia O: Christèlle Teyssier (FR)

SILVER MEDAL • Azeem Abissmal O: Pascal Peyrache (FR)

286 287


AH V i c hy - F r a n c e

Senior Female

GOLD MEDAL • Jalicia De Nautiac - O: Rachel Bourrasè (FR)

BRONZE MEDAL • Odalis De Lafon O: Bonnet - Gouzy Laurence (FR)

SILVER MEDAL • IM Byzance Cathare O: Bonnet - Gouzy Laurence (FR)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Senior Male

GOLD MEDAL • Ares Des Aubus O: M. & Mme Cheynet (FR)

BRONZE MEDAL • Tchaata Matisse O: Tchaata Arabians - Ph. Ascaso (FR)

SILVER MEDAL • Yalta Des Aubus O: Chenet - Haras de la Chataignìere (FR)

288 289


AH V i c hy - F r a n c e

Best Head JuniorFemale

CHAMPION • Harmattan Thalya O: Franceries Jean Michel (FR)

Best Head JuniorMale

CHAMPION • Nadjyk Des Aubus O: Christèlle Teyssier (FR)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Best Head SeniorFemale

CHAMPION • IM Byzance Cathare O: Bonnet - Gouzy Laurence (FR)

Best Head SeniorMale

CHAMPION • Yalta des Aubus O: Chenet / Haras de la Chataignìere (FR)

290 291


I Arabian Horse JOURNAL I December


293 293


AH H i s to r y - W i l l i a m R i c h a rd o t

de

C h o i s ey

30° Edizione - 30th Ediction

The World Arabian Horse Championship of Paris Il Campionato Mondiale del Cavallo Arabo, è già da lungo tempo un evento eccezionalmente importante. Creato da William Richardot de Choisey, ha normalmente luogo all’inizio di Dicembre e anche quest'anno sarà sicuramente ancora una volta un grande evento, grazie al lavoro ed all’entusiasmo di allevatori, presentatori, personale di scuderia ed appassionati. Nel 2010 si tiene la 30° edizione di questo evento nella cornice del Salone del Cavallo (Salon du Cheval) di Parigi. Questa avventura è iniziata in Francia, lanciata dall’iniziativa personale di William. “É stato nel 1962 piuttosto presto nella mia vita, che ho incontrato per la prima volta il PSA, durante lo scioglimento dei Reparti di Spahis dell’Esercito Francese di stanza a Senlis. Mi sono legato ad un purosangue Arabo dal gran temperamento, Ninu, uno stallone sauro nato nel 1957 da Djanor (Nifanor x Djenissa) e Namouna (Alaric x Nifa), partecipando a diverse discipline. Questo incontro fece scattare la mia curiosità e cominciai ad accumulare una conoscenza considerevole, grazie alla letteratura, antichi documenti e viaggi in Arabia, la passione incontenibile era nata. Per cinque anni ho viaggiato in Europa, Belgio ed Olanda in particolare, ed ho concluso che questa razza meravigliosa necessitava di migliore esposizione. Ho successivamente incontrato la Baronessa Marie Claire de Nervo ed il Dr Albert Laredo, provenienti dal Nord Africa e fondatori dell’Haras du Cap d’Arbon, che esibivano il famoso stallone Spagnolo Al Habac da Cairel x Kantista da Nana Sahib. Ho organizzato un primo show Internazionale a Vincennes nel Floralies Park nel 1973, con un gruppo sparuto di grandi stalloni sve-

I Arabian Horse JOURNAL I December

The World Arabian Horse Championship, long time an exceptional impor tant event, is really created by William Richardot de Choisey, taking place as usual in early December will be a great event once again thanks to the breeders, handlers, grooms and amateurs enthusiasm and work, in 2010 it’s the 30 st edition of this event inside the Salon du Cheval of Paris. This adventure star ted in France, boasted by a private initiative of William, It is early in life, in 1962, that i got introduced to the pure bred arabian horse during the disbandling of the stables of French Army of Spahis located in Senlis. I bonded with a hot-tempered pure bred arabian horse Ninu, chestnut stallion born in 1957 by Djanor (Nifanor and Djenissa) and Namouna (Alaric and Nifa) competing in many disciplines. This encounter sparked my curiosity and I star ted accumulating a wealth of knowledge, through literature, ancient documents and travels to Arabia, the passion is born. For five years, I traveled in Europe, Belgium and the Netherlands in particular, and decided that this wonderful breed needed more exposure. I subsequently met Baroness Marie Claire de Nervo and Dr Albert Laredo, coming from Northern Africa and founder of Haras du Cap d’Arbon, standing the famous Spanish stallion Al Habac by Cairel and Kantista by Nana Sahib. I organized a first Inter national show in Vincennes in Floralies Park in 1973, with a handful of great Swedish stallion Dardir, and Arbor, Dancing Duke, Fayek, Sirocco Sky, Vathek, a first success as a whole.


The story of William Richardot de Choisey. Founder of the European & World Arabian Horse Championship desi: Dardir, Arbor, Dancing Duke, Fayek, Sirocco Sky, Vathek, in fu un primo successo. L’evento guadagnò in importanza nel 1975 nell’ambito organizzativo della società Spodex, il cui presidente era Jean Dayné, e direttrice Jacqueline Bourey, con quattro Nazioni che iscrissero un totale di 54 cavalli.

The event gained more impor tance in 1975 under the organization of Spodex society , whose president was Jean Dayné, and director Jacqueline Bourey, four countries had entered a total of 54 horses. Two upcoming great breeders par tici-

Willy & Sherley Watts

294 295


AH H i s to r y - W i l l i a m R i c h a rd o t Due grandi allevatori sulla via della fama e notorietà parteciparono quell’anno, il Maggiore Patrick Maxwell con Kazmeyn (El Dajani x Kazminda da Indriss), ed Heinz Rudinger Merz della Om el Arab con molti notevoli esemplari del suo allevamento nella Foresta Nera, dove lavorava Franck Spoenle, Estawa (Shaker el Masri x Estopa da Tabal), sua sorella Estasha e la famosa matrona Estopa da Tabal. Nel 1975, alcune personalità di prestigio si prestarono a fare i Giudici, l’Eroe della II Guerra Mondiale Conte Stephan Zamoyski, accompagnato da Robert Mauvy e Peter Houtappel, gli specialisti dell’allevamento di cavalli Arabi. L’anno 1977 ha visto una partecipazione sempre più numerosa, tanto che la pur meravigliosa Katun da Aswan, di proprietà di Joseph Peeters (Belgio), si ritrovò battuta da quella leggenda dell’allevamento che era El Shaklan, di proprietà di Om el Arab, e da Engano da Eleuzis esibito da Ken Johnson (USA)”. Portando ogni anno qualche novità, la Polonia partecipava per spirito di solidarietà, secondo quanto dichiara William, con la partecipazione di cavalli di gran qualità come Etruria, Campionessa Puledre, Penicylina 1ª delle Puledre di 2 anni, Energia 3ª tra le Fattrici da 4 a 6 anni, Algeria 2ª delle Fattrici dai 7 anni in su, Wist 6° degli stalloni da 4 a 6 anni, Eufrat 3° negli stalloni dai 7 anni in su. “Dopo qualche viaggiare negli Stati Uniti all’inizio del 1979 durante il quale spiegavo il modo in cui tenevamo lo show a Parigi, i primi allevatori Americani arrivarono con i loro cavalli, facendo uno sforzo per rispettare i nostri principi. Il loro modo di esibire fu una tremenda sorpresa su questa sponda dell’Atlantico, tranne che per quelli che leggevano Arabian Horse World, la folla era tutta un mormorio riguardo al « clipping » dei cavalli, un fenomeno senza precedenti qui da noi. Le puledre Ak Abriel da Ibn Moniet el Nefous, di proprietà della Bentwood Farm, seguita da Taniec da Ansata el Arabi, di proprietà di Tom Chauncey Arabians, lasciarono una duratura impressione, era il gran debutto dei pre-

I Arabian Horse JOURNAL I December

de

C h o i s ey

pated that year, Major Patrick Maxwell with Kazmeyn (El Dajani x Kazminda by Indriss), and Heinz Rudinger Merz of Om el Arab with many fine specimens from his Black Forest far m, where used to work Franck Spoenle, Estawa (Shaker el Masri x Estopa by Tabal), her sister Estasha and famous brood-matron Estopa by Tabal. In 1975, some prestigious figures came to judge, World War II Hero, Count Stephan Zamoyski, accompanied of Rober t Mauvy and Peter Houtappel, the specialists of the arab horse breeding. The year 1977 experienced many entries, lovely Katun by Aswan owned by Joseph Peeters of Belgium, had her thunder stolen by breed legend El Shaklan belonging to Om el Arab, and Engano by Eleuzis brought by Ken Johnson of USA. Each year bringing some novelty, Poland participated as a symbol of solidarity according by William, with the participation of great quality horses Etruria, Junio Female Champion, Penicylina 1st of two year old fillies, Energia 3rd 4 to 6 year old mares, Algeria 2nd of mares 7 years and older, Wist 6th of stallions 4 to 6 year old, Eufrat 3rd stallions 7 and older. After some travelling to the United States beginning of 1979 during which I explained the way the show was held in Paris, the first American breeders came with their horses and made the effor t of respecting our principles. Their way of showing was a huge surprise on this side of the ocean, apar t for those who had been reading Arabian Horse World, the crowd was buzzing about the « clipping » of the horses, something unprecedented. The fillies Ak Abriel by Ibn Moniet el Nefous owned by Bentwood Farm, followed by Taniec by Ansata el Arabi owned by Tom Chauncey Arabians made a lasting impression, it was American handlers big debut in Europe, David Boggs, David Gardner, Michael Byatt, great professionals, whatever one might say.


William Richardot de Choisey

sentatori americani in Europa, David Boggs, David Gardner, Michael Byatt, tutti grandi professionisti, checché se ne voglia dire. Molti eccellenti cavalli si guadagnarono i nastri di Campione nell’anno seguente, Ak Dariba, Miranda, Kaborr, Ansata Abbas Pasha. C’erano anche classi montate, otto iscrizioni nella classe in costume, quattordici nel dressage, e qualche esibizione di salto per promuovere le eclettiche qualità dell’Arabo. Non ho mai cercato di seguire le mode o di essere una persona piacevole, ho fatto quello che dovevo fare e sono stato sempre disponibile per il bene della razza. Dopo aver organizzato il primo show internazionale, decisi di creare il Campionato del Mondo del cavallo Arabo nel 1980. Quando feci l’annuncio pubblico, con mia

Many great horses ear ned ribbons the following years, Ak Dariba, Miranda, Kaborr, Ansata Abbas Pasha. There were also ridden classes, eight entries in the costume class, four teen in dressage, and some jumping exhibition to promote the many qualities of the Arabian horse. I never tried to follow the trends or to be a pleasure, I did my job and was always available for the breed. After the organization of the first Inter national show, I decided to create the World Arabian Horse Championship in 1980. As I made the public announcement, I was surprised to be invited to discuss with Henry Blanc, Head of the National studs and Horse-riding depar tment at the Ministry of Agriculture, who encouraged

296 297


AH H i s to r y - W i l l i a m R i c h a rd o t gran sorpresa fui invitato a discuterne con Henry Blanc, Capo degli Allevamenti Nazionali e del Dipartimento di Equitazione al Ministero dell’Agricoltura, che m’incoraggiò in questa sfida che ero pronto ad affrontare da solo. Sotto l’alto patrocinio della Principessa Lalla Amina del Marocco, 112 cavalli provenienti da 12 nazioni parteciparono nel 1980, ed incoronarono il primo Campione Francese, Forex da Pohaniec, seguito da Alrex, Figaro ed Algomej. Negli anni seguenti, alcuni cavalli furono così carismatici da meritarsi una menzione particolare, Abdullah da Patron, un sauro brillante con movimenti folgoranti, il capostipite di eccellenze Partner da Eleuzis, e

I Arabian Horse JOURNAL I December

de

C h o i s ey

me in this challenge I was ready to face single-handedly. Under the patronage of the Princess Lalla Amina of Morocco, 112 horses from 12 nations par ticipated in 1980, and crowned a Champion for France, Forex by Pohaniec, ahead of Alrex, Figaro et Algomej. In the following years, some horses were so charismatic to deser ve mention, Abdullah by Patron, bright chestnut with flashy movements, chiefsire of merit Par tner by Eleuzis, and alluring Marsala by Garbo rewarding the great breeder Senor Diego Mendez Moreno of Spain The Championship followed the evolu-


William and Judith Forbis

la bellissima Marsala da Garbo, che premiava dei suoi sforzi il grande allevatore spagnolo Señor Diego Mendez Moreno. I Campionati hanno seguito l’evoluzione del mondo degli show, pur mantenendo un proprio stile individuale. Molti collaboratori sanno bene che la lunga durata del Salon du Cheval è dovuta anche ad eventi come i Gala Dinners nello Château de Chantilly, al famoso Palace Le Meurice. La mia sincera gratitudine va a Jacqueline Bourey, Colonello Albert Brau, Jean Dayné, Wigdane El Barbary, Emmanuelle Bour, François Clos, Judith Forbis, Pesi Gazder, Prof. Wim Hermans, Peter Houtappel, Ignacy Jarowski, Andrezj Krystalowicz, Mohamed Marsafi, Diego Mendez Moreno, Hans Nagel, Odile van Peski, Ursula Roberts, Jopie Smari-

tions of the show-scene, pertaining a definite style. manny collaborators are no stranger to the fact that the Salon du Cheval is long-lasting, thanks to Gala Dinners events like the ones in the Château de Chantilly, at the famous Palace Le Meurice. A hear tfelt g ratitude goes to Jacqueline Bourey, Colonel Alber t Brau, Jean Dayné, Wigdane El Barbary, Emmanuelle Bour, François Clos, Judith Forbis, Pesi Gazder, Professeur Wim Her mans, Peter Houtappel, Ignacy Jarowski, Andrezj Krystalowicz, Mohamed Marsafi, Diego Mendez Moreno, Hans Nagel, Odile van Peski, Ursula Rober ts, Jopie Smarius, Izabella Zawadzka, Jay Stream, Ibrahim Zaghloul, Stephan Zamoyski, and many others.

298 299


AH H i s to r y - W i l l i a m R i c h a rd o t us, Izabella Zawadzka, Jay Stream, Ibrahim Zaghloul, Stephan Zamoyski, e moltissimi altri”. Questa competizione è ancora la proprietà intellettuale di William Richardot de Choisey, che ha anche fondato nel 1983 la European Arabian Horse Commission insieme a Patrick Maxwell, Pezi Gazder e Ronald Kydd. Egli è stato Giudice Internazionale Ecaho dal 1983 al 1995, con molte positive esperienze in Belgio, Spagna, Polonia, Marocco ed Italia, unanimemente apprezzato da tutti gli allevatori del mondo. Per molti anni William Richardot de Choisey ha lavorato in ogni evento con estrema passione per quello che poi si è rivelato il notevole sviluppo del settore del cavallo Arabo, ed a lui è dovuta l’importanza oggi raggiunta dagli eventi che mettono in mostra la particolare magnifica miscela delle migliori caratteristiche dell’eterna razza del Puro Sangue Arabo, in una meravigliosa atmosfera di benevola armonia, fonte di piacere per tutti i partecipanti. Oggigiorno sempre più esibizioni internazionali s’ispirano ed applicano l’importante concetto professionale creato nel 1973, ma per molti amanti del cavallo Arabo, la formula del divertimento sta cambiando. Oggi in pensione, William ha molto tempo per pensare a come il Campionato del Mondo possa restare una importante e significativa realtà competitiva, non solo per i concorrenti, ma anche per gli spettatori. È essenziale oggigiorno che non ci si dimentichi mai, del pubblico e spero che il nuovo interesse mostrato dal pubblico incoraggi un ancora maggiore entusiasmo tra gli espositori dello show del cavallo Arabo a Parigi. Le parole più importanti di William sono state: “Devi metterci l’anima in questo lavoro, devi amarlo, sapendo che alcuni capiscono ed apprezzano quello che fai e che tu lavori per loro”. Un uomo di grande esperienza, quindi, apprezzato da molte persone importanti nel settore del cavallo Arabo, anche all’estero, ma in conclusione, William Richardot de Choisey è soprattutto un grand’uomo con un cuore grande così.

I Arabian Horse JOURNAL I December

de

C h o i s ey

This competition is always the intellectual proper ty of William Richardot de Choisey, also founder in 1983 of the European Arabian Horse Commission with Patrick Maxwell, Pezi Gazder, Ronald Kydd, it’s a Inter national Ecaho Judge of 1983 to 1995, with a very good experience in Belgium, Spain, Poland, Morocco, Italy, unanimous appreciate of many breeders of the world. During many years, William Richardot de Choisey work with an extremely passion for the impor tant development of the arabian horse industry, during each event, him given the must impor tance to proving the individual and magnificent blend of all the best characteristics of the eternal pure bred arabian horse, with an wonderful atmosphere of goodwill harmony, source of pleasures. Today many more Inter national’s Arab Horse Show take and applied the important professionally concept created in 1973, but for many Arabian horse lovers, the excitement change. Now retired, William thinks dur ing a long time, of the World Arabian Horse Championship staying an really important competition, not only for the competitors, but also for the spectator s, today the its impor tant we must never forget the public, for the future, I hope the new public interest to encourage new enthusiasm for the arabian hor se show in Paris. The impor tant words of William are, You’ve got to put your hear t into this job, You’ve got to love your work, knowing that some people appreciate your effor ts and that you are working for them. Man with a great experience, very appreciate for many impor tant people in arabian horse industry, and foreign countries, in conclusion, William Richardot de Choisey are un very good man with a great hear t for all.


301 301


AH H a n d l e r - M a t h i e u M i l o u x

From

vaulting to handling

"Dalle evoluzioni acrobatiche al lavoro di handler" By Louise Lenoir photos by Cécile Marleix

Quando si guarda Mathieu Miloux che presenta cavalli Purosangue Arabi in un ring, è difficile immaginarlo praticare la “Poste Hongroise” e le Evoluzioni Cosacche (Cossack Vaulting). In realtà Mathieu aveva già avuto esperienze nella presentazione di cavalli, visto che la sua famiglia ha sempre allevato e presentato il postier breton, il famoso cavallo da tiro francese. I suoi genitori allevavano anche dei Purosangue, quindi i cavalli in generale sono naturalmente divenuti la sua passione. Le sensazioni che sperimentava come cavaliere le ha ritrovate con il cavallo Arabo. Mathieu ha scoperto questa razza così speciale durante un evento orientale e ne è rimasto letteralmente affascinato. Ha anche conosciuto Ceci-

I Arabian Horse JOURNAL I December

When you watch Mathieu Miloux presenting purebred Arabian horses in a ring it's hard to imagine that he was once practising Poste hongroise and Kossak vaulting. However he had already experienced the presentation of horses as he was born in a family where breeding and presenting postier breton, French famous draught horses. His parents also bred thoroughbreds, so undoubteldly horses became his passion. The sensations he experienced as a rider he found them again with Arabian horses. He discovered the breed during an oriental act and was fascinated by them. He also


Mathieu and Estashan Ibn Estopa

302 303


AH H a n d l e r - M a t h i e u M i l o u x le Forest che cavalcava il suo stallone Arabo, Shamilah Dalil, nella specialità del dressage classico. Ha quindi deciso di diventare un handler ed ha creato l'Oziera Training Centre dopo aver effettuato un periodo di addestramento in Francia ed all’estero. Ciò che rende unico il suo addestramento è la relazione profonda che egli sviluppa con i suoi cavalli. Innanzi tutto viene il rispetto. Mathieu cerca di creare quel legame speciale che poi lo aiuterà durante l’esibizione nel Ring. Anche per questo gli piace camminare con loro nei boschi o andarsene a nuotare in un lago durante l’estate. Nel suo addestramento, Mathieu analizza con grande cura come il cavallo si muove. Poi lo fa esercitare in sessioni di palestra o di dressage alla portoghese con l’aiuto di Cécile Forest. I due vogliono far diventare i loro cavalli dei veri e propri atleti. Sempre alla ricerca di nuovi metodi, Mathieu Miloux non dimentica mai che il lavoro con i cavalli è basato sulla comprensione reciproca e sui veri sentimenti. Per queste ragioni non lesina mai il suo tempo o la sua energia a vantaggio di questi meravigliosi e sensibili cavalli. Ozeria Training Centre si trova a Ploermel, in Bretagna, nella parte ovest della Francia.

met Cecile Forest who was riding her Arabian stallion, Shamilah Dalil in classical dressage. So he decided to become a handler and created Ozeira Training Centre after spending some time in France and abroad. What makes his training unique is the relationship he develops with his horses. Respect comes first. He tries to create a special bound which will be helpful once in the ring. For that purpose he likes walking with them in the forest or takes them swimming in a lake in summer. The way the horses move is carefully analyzed. Then they are exercized during gym sessions or dressage in the Portuguese fashion with the help of Cécile Forest. They want to make their horses true athletes. Always looking for new methods, Mathieu Miloux never forgets that working with horses is based on understanding and true feelings. For these reasons he never spares his time and his energy to the benefit of these wonderful and sensitive horses. Ozeria Training Centre is located in Ploermel, in Britanny, western part of France.

Chestnut Filly Kinshasa JA

I Arabian Horse JOURNAL I December


Shah Adel

Shaolin de Nedja誰a

304 305


I Arabian Horse JOURNAL I December


307 307


I Arabian Horse JOURNAL I December


309 309


I Arabian Horse JOURNAL I December


311 311


I Arabian Horse JOURNAL I December


313 313


AH T r a p a n i - I t a ly

Trapani Arabian Horses Cup Francesca Messina

Nei giorni del 18 e 19 settembre scorsi si è tenuto il primo show Regional presso il campo Coni in quel di Trapani, splendida - e sottostimata se ci permettete - cittadina siciliana baciata da due mari, da un sole stupendo, di un fascino indiscusso e dai mille volti dati dalla lunga ed intricata storia e dall'immenso patrimonio culturale. Non mi soffermerò troppo sulle categorie che hanno dato vita a questa primo e riuscitissimo Regional curato nei minimi particolari dal sig. Antonio Culcasi, presenza rassicurante e disponibile che ha messo il cuore e l'anima per far si che questa manife-

I Arabian Horse JOURNAL I December

On 18 and 19 September the first Regional show was held at the grounds of the Italian National Olympics Committee (CONI) in Trapani, the splendid – and underestimated if you allow me – Sicilian town, blessed by two seas, a wonderful sunshine, an unquestionable fascination, the thousand faces, legacy of the long and intricate history, and by the immense cultural wealth. I shall not belabor the categories that have given body to this first quite successful Regional Show, cared for down to the smallest detail by Mr. Antonio Culcasi, a reassuring and always available presence who put all of himself into ma-


Salina Calcara

stazione fosse un successo. Beh, i suoi sforzi sono stati ripagati ampiamente. Il luogo prescelto potrebbe tranquillamente ospitare un evento di ben altra portata, ottimo il terreno di gara solo l'erba andava tagliata un po' di pi첫 per evitare errori nel giudicare gli arti - ampie le tribune fisse in cemento, grandi spazi intorno al campo di gara che hanno ospitato l'area dei tavoli, la postazione audio, un'esposizione di carrozze d'epoca, l'area buffet offerto nella serata di sabato e lo spettacolo degli sbandieratori. Ma molto ancora si potrebbe aggiungere. Va' inoltre considerato che

king a success of this show. Well, his efforts have been amply paid back. The selected place could easily accommodate an event of much greater size, the competition ground was excellent - just the grass could have been cut somewhat shorter to avoid errors in judging the limbs - ample the fixed concrete stands, huge the spaces around the ring that hosted the tables area, the PA base, an exposition of antique carriages, the area for the buffet offered on Saturday evening and the spectacle created by the flag-wavers. Much more could be added. It is finally to be considered that right next to the

314 315


AH T r a p a n i - I t a ly a ridosso del campo di atletica che ci ha ospitato vi è il porto, il centro storico, la stazione e l'aeroporto dista solo pochi chilometri. Benché l'evento si sia tenuto a ridosso del Campionato Nazionale a Città di Castello e prima della Coppa delle Nazioni in Aachen, l'afflusso degli allevatori c'è stato, con una cinquantina circa di cavalli iscritti cosa che, come prima esperienza, ha del sorprendente. Ma si sa, la Sicilia riserva sempre belle sorprese. Con la quantità di piccoli e grandi allevatori presenti, con la spettacolare natura che la fa da padrone, con la storia che trasuda da ogni via, piazza, palazzo, questa splendida regione non può far altro che generare ottimi risultati. Tuttavia mi chiedo sempre perché non sia

Salina Calcara

I Arabian Horse JOURNAL I December

athletic field that hosted the show there is the harbour, the historical Town Centre and the railway station; even the airport is only a few miles away. In spite of the fact that the show was held right after the National Championship in Città di Castello and shortly before the Coppa delle Nazioni in Aachen, there has been a substantial influx of breeders, with about fifty horses enrolled, which is surprising for a first experience. But everyone knows Sicily is always full of nice surprises. With the large number of big and small breeders present, the spectacular nature dominating everywhere, history sweating out of every stone, street, square or palace, this splendid region can’t help but generate outstanding results. I have to wonder however why it is not represen-


rappresentata come meriterebbe, anche in un ambito come quello del cavallo arabo altro patrimonio di questa regione, nel modo appropriato. Quanti hanno partecipato a questa manifestazione sono rimasti incantati dalla struttura ospitante, dall'incredibile città che abbiamo avuto il piacere di ammirare, dalle potenzialità che ha. La domanda è: perché si rimane stupiti da tutto questo? Perché l'idea che si ha della Sicilia è sempre differente da quella che invece è la sua reale condizione? Nel nostro piccolo, oltre che con le parole anche con alcune immagini, vogliamo dare la corretta visione, a trecentosessanta gradi, di quello che è stato questo show, patrocinato dalla Regione Sicilia, l'Assessorato al Territorio e l'Ambiente, l'Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari, l'Assessorato al Turismo e allo Sport, dalla Provincia e dal Comune di Trapani nonché dalla Camera di Commercio di Trapani e dall'Associazione Regionale degli Allevatori. Molti gli assessori ed esponenti politici presenti anche alla cena di gala gentilmente offerta dall'Organizzazione. La giornata di venerdì era destinata alla scuderizzazione dei sogget-

ted, as it would deserve, in the proper way, even in a field like that of the Arabian Horse, which is one more of the many assets of this Region. Those who participated have been enchanted by the hosting structure, by the incredible city we have been able to admire, by the potential it possesses. The question is: why should one be so surprised of all this? Why is the idea generally held of Sicily always so different from its true, actual condition? We want here to give, with words but also with images, our small contribution to a correct vision, around 360 degrees, of what this show has been, under the patronage of Regione Sicilia, the Councillor for Territory and Environment, the Councillor for Agriculture and Food Resources, the Councillor for Tourism and Sport, ofTrapani Province and Municipality, in addition to the Trapani Chamber of Commerce and the Regional Breeders Association. Many Councillors and eminent political figures were present also to the gala dinner kindly offered by the Organization. As far as the Competition is concerned, Friday had been reserved for getting the enrolled horses to their stables, while the eve-

Antonio Culcasi organizer and his daughter

Judges - F. Sanchi - T. Gagliani - Pilar Cavero

P. Giannetto - F. Messina - W. Luder

316 317


AH T r a p a n i - I t a ly

TF Star ibn Psequel - 1° pl 2 Years Old Colts - O: Az. Agr.Tripodi - Dr. Francesco Tripodi

ti iscritti alla competizione, per quel che concerne il campo di gara, mentre la serata è stata destinata ad un aperitivo prima ed una cena poi nel sito incantato della Salina Calcara, antico insediamento per la produzione e smercio del sale che fece di Trapani, nell'antichità, una delle città più ricche ed un porto di primaria rilevanza. L'Associazione "Salviamo i Mulini", egregiamente rappresentata dal suo Presidente, l'Avv. Giovanni Palermo, il Comune di Paceco col patrocinio del Presidente della Provincia Regionale di Trapani, del WWF Italia e l'Ente Gestore della Riserva Naturale Saline di Trapani e Paceco, hanno dato vita ad un interessante pomeriggio alla Riserva Naturale, al Museo del Sale ed alla salina e nella serata hanno presentato, assieme a musica dal

I Arabian Horse JOURNAL I December

ning was destined to an aperitif first and a dinner later in the enchanting and enchanted site of Salina Calcara, the ancient village for the production and trade of salt that made Trapani, in ancient times, one of the richest cities and a harbour of primary importance. The Association "Salviamo i Mulini" (Save the Mills), egregiously represented by its President, Mr. Giovanni Palermo, Attorney at Law, and Paceco Municipality under the patronage of Trapani Province, of WWF Italy and the Authority for the Natural Reserve of Trapani and Paceco Saltworks, did set up a most interesting afternoon visit to the Natural Reserve, to the Salt Museum and to the saltworks and in the evening presented, together with live music, theater and excellent local wine, the ship that has just been restored -


MG Cesare - 1° pl 3 Years Old Colts - O: GiorgioVirga

vivo, teatro e buon vino tipico, l'imbarcazione appena restaurata - lo schifazzo “San Giacomo” costruito nel 1879 unitamente ad altri 12/13 imbarcazioni simili usata per il trasporto del sale dall'Isola dello Stagnone al porto di Trapani. Ringraziamo ancora l'avvocato Palermo che ci ha invitati in questa mirabile realtà che, con sforzi enormi, si cerca di riportare al suo antico splendore. Come vedrete dalle immagini ne è valsa davvero la pena. il sabato mattina, con le categorie dei puledri maschi, ha preso inizio lo show. Tre i giudici designati, in ordine la sig.ra Pilar Cavero (ES), la sig.ra Titty Gagliani ed il sig. Francesco Sanchi, entrambi italiani. Ottimo il lavoro svolto dal ring master, il sig. Mario Bonomi mentre al delicato compito di C.D. il sig. Mireno Cardelli. La solita simpatica verve della dr.sa Laura Mascagna ha dato colore alle due giornate agonistiche. Come sempre essenziale la sua simpatia. Tra i puledri molti i prodotti del Campione Italiano

the “schifazzo” “San Giacomo” built in 1879 together with other 12/13 similar ships – used to transport salt from the island Isola dello Stagnone to Trapani harbour. We sincerely thank Mr. Palermo who invited us to partake in such a wonderful moment in time that huge efforts are trying to revive in its original splendour. As you can see from the images, it was really worth our while. On Saturday morning, with the Colts categories, the show went under way. Three were the judges nominated, namely Mrs. Pilar Cavero (ES), Mrs. Titty Gagliani and Mr. Francesco Sanchi, both Italian. Outstanding throughout has been the work of the Ring Master, Mr. Mario Bonomi while the delicate task of C.D. was carried out by Mr. Mireno Cardelli. The usual lively enthusiam of Dr. Laura Mascagna lent colour to the two competition days. As usual her simpathy has been essential to the show success. Among the Colts many were the products of the National Champion at the just concluded Italian Championships

318 319


AH T r a p a n i - I t a ly

TF Jamila - 1째 pl 2-3 Years Old Fillies - O: Az. Agr.Tripodi - Dr. Francesco Tripodi

Nadira MP - 1째 pl 6-9 Years Old Mares - O: Giorgio Zito

I Arabian Horse JOURNAL I December


nell'appena disputato campionato Nazionale di Città di Castello, il bel grigio *Ts Apolo di proprietà del sig. Giuseppe Palumbo che, accompagnato dall'handler che gestisce Apolo, il sig. Luca Oberti, ha ritirato il premio speciale dedicato a questo prestigioso titolo. Altrettanto numerosi i prodotti di un altro stallone molto popolare, *Psequel del dr. Francesco Tripodi, molti comunque i nomi famosi nel pedigree di molti dei partecipanti, speriamo solo che nella prossima edizione di questa bella manifestazione le categorie possano essere più nutrite numericamente. La domenica ha ospitato la categoria Futurity, la categoria degli handler non professionisti e quella degli

held in Città di Castello, the beautiful grey *Ts Apolo owned by Mr. Giuseppe Palumbo who, accompanied by the handler managing Apolo, Mr. Luca Oberti, was awarded the special prize dedicated to the winner of that prestigeous title. Just as many were the colts sired by another very popular stallion, *Psequel owned by Dr. Francesco Tripodi, and in any case many famous names appeared in the pedigree of many contestants, we have only to hope that next edition of this enjoyable competition will feature higher numbers of participants. On Sunday it was the turn of the Futurity categories, amateur handlers and stallions, while in the afternoon the final Championship took place. It is well known that

TF Andrea Padron - 1° pl Yearling Colts - O: Az. Agr.Tripodi - Dr. Francesco Tripodi

320 321


AH T r a p a n i - I t a ly

Aas Esstrosa - 1° pl Yearling Colts - O: Michele Moscarelli

stalloni mentre, nel pomeriggio, il Campionato finale. Si sa', che sia una competizione amatoriale o che sia un mondiale, l'adrenalina si fa' sempre sentire. Anche in questa occasione gli animi erano accesi anche se il clima si è mantenuto sempre amichevole, pacato e gioviale, così come dovrebbe sempre essere. La sana competizione è il sale di ogni gara, l'esasperazione è un eccesso da combattere, non fa' bene a chi la patisce ne alla manifestazione. Un approccio così negativo trasforma la passione in qualcosa di opprimente. Tornando alla gara, quattro presentatori non professionisti hanno dato il massimo nel ring e la tensione si è notata. A parte questo si sono comportati molto bene; la platea, anche tra gli esperti, rende sempre un po' nervosi. Dopo il giudizio dei giudici questo è stato il ver-

I Arabian Horse JOURNAL I December

in a competition, be it for amateurs or a world championsip, adrenalin always makes itself felt. In this occasion too, tempers went near ignition point, even though climate always remained friendly, peaceful and giovial, as it should always be. Healthy rivalry is the salt of any competition, any exasperation is an excess to be avoided, as it does no good for oneself nor for the show. Such a negative approach unfortunately transforms passion into obsession. Back to the competition, four non-professional handlers gave their best in the Ring, and tension was noticeable. Apart from that, they performed very well; an audience, any audience, makes even the most expert performer quite nervous. After the judges’ examination, this was the verdict: in first position was Mr. Salvatore Linares, coming


Aretusa Akim - 1° pl 4-6 Yeras Old Stallions - O: Aretusa Arabians Team

detto; al primo posto si è classificato il sig. Salvatore Linares, dalla inequivocabile "scuola Pippo Palumbo", lo stile di presentazione denotava una chiara impronta del noto allevatore siciliano che coltiva talenti sia tra gli equidi che tra gli umani e, adesso, ne abbiamo ampia dimostrazione. Al secondo posto il giovanissimo e bravo Vincenzo Graffato, figlio di Salvatore, allevatore di psa da lunga data. Al terzo posto si è classificato il sig. Rossano Fedele Di Francesca mentre al quarto il sig. Carlo Fortunato. Tanti complimenti alla loro bravura ed al loro impegno.

from the unequivocably recognizeable "Pippo Palumbo school", as his presentation style clearly showed the mark of the famous Sicilian breeder, who cultivates talent both among horses and people, this being just the latest demonstration of his skills. Second place was assigned to the very young but already very proficient Vincenzo Graffato, son of Salvatore, purebred Arabian breeder for many years now. In third place we find Mr. Rossano Fedele Di Francesca while fourth went to Mr. Carlo Fortunato. Many compliments for their skill and efforts.

322 323


AH T r a p a n i - I t a ly Nella categoria dei Futurity femmine il primo posto è andato ad una interessante baietta, *Starlight (Psequel x Sissi), allevata e di proprietà del sig. Alfonso Stirparo mentre al secondo posto si è classificata *TF Asia (MM Fabrizio x Domini) del dr. Francesco Tripodi. Primo della categoria maschi *Kabir GZ (Wahid x Nadira MP) del sig. Giorgio Zito mentre al secondo posto un altro prodotto di *MM Fabrizio, il bel *TF Rayan (x Andrea Maddalena) ancora del dr. Francesco Tripodi. Per il campionato dei puledri maschi medaglia d'Oro unanime per il tipico *TF Star Ibn Psequel (Psequel x TF Luna), presentato in categoria da Alessio Scaramella mentre in campionato direttamente dal proprietario, il dr. Tripodi, al quale vanno i nostri complimenti non solo per questa vittoria ma anche per l'ulteriore giro di campo che

Said By Esedra - 1° pl 7 Years Old & Older Stallions - O: Giuseppe Ingoglia

I Arabian Horse JOURNAL I December

In the category of Futurity fillies, first place went to an interesting bay, *Starlight (Psequel x Sissi), bred and owned by Mr. Alfonso Stirparo while second place was taken by *TF Asia (MM Fabrizio x Domini) owned by Dr. Francesco Tripodi. First of male category was *Kabir GZ (Wahid x Nadira MP) owned by Mr. Giorgio Zito, while second place was awarded to another product of *MM Fabrizio, the beautiful *TF Rayan (x Andrea Maddalena) also owned by Dr. Francesco Tripodi. For the Colts championship, a unanimous Gold medal was assigned to the very typical *TF Star Ibn Psequel (Psequel x TF Luna), handled by Alessio Scaramella in category but directly by the owner in the championship. And to the owner, Dr. Tripodi, go all our compliments not just for this victory but also for the further lap of


è stato chiesto a gran voce dagli astanti, per la medaglia d'Argento ottenuta grazie a *TF Andrea Padron, sempre figlio di *Psequel (x Andrea Maddalena) presentato da Alessio Scaramella e per aver allevato il terzo classificato che ha ottenuto la medaglia di Bronzo, con un prodotto del famoso *Royal Colours (x HS Wirginia), parliamo di *TF Black Royal di proprietà del sig. Roberto Schipilliti e presentato da Luca Oberti. Le medaglie sono state consegnate dalla sig.ra Titty Gagliani, competente giudice internazionale oltre che essere una persona solare. Il campionato della puledre ha laureato campionessa, con la vittoria della medaglia d'Oro, un altro prodotto allevato e di proprietà del dr. Tripodi, parliamo della tipica *TF Jamilia (Royal Colours x Moroca Galaa), dotata di un bel movimento rilevato, presentata da Alessio Scaramella. Medaglia d'Argento per *Desire By Esedra (TS Apolo x Esedra Nimroz) presentata da Luca Oberti e di proprietà del sig. Giuseppe Ingoglia. Medaglia di Bronzo per *Aas Esstrosa (MG Jafar x Ma Estrema), allevata e di proprietà del sig. Michele Moscarelli. Le medaglie sono state consegnate dal Sig. Francesco Sanchi. Sono le prime e le seconde delle due categorie di fat-

honour noisily requested by the audience, for the Silver medal earned thanks to *TF Andrea Padron, also son of *Psequel (x Andrea Maddalena) presented by Alessio Scaramella and finally for having bred the third placed colt which received the Bronze medal, a product of the famous *Royal Colours (x HS Wirginia), namely *TF Black Royal owned by Mr. Roberto Schipilliti and presented by Luca Oberti. The medals were presented by Mrs. Titty Gagliani, a quite competent international judge but especially a beautiful person. The Fillies Championship has found its champion, with Gold medal award, in another product bred and owned by Dr. Tripodi, we are speaking of the typical *TF Jamilia (Royal Colours x Moroca Galaa), gifted of a nice lifting gait, presented by Alessio Scaramella. The Silver medal went to *Desire By Esedra (TS Apolo x Esedra Nimroz) presented by Luca Oberti and owned by Mr. Giuseppe Ingoglia. The Bronze medal was awarded to *Aas Esstrosa (MG Jafar x Ma Estrema), bred and owned by Mr. Michele Moscarelli. The medals have been presented to the winners by Mr. Francesco Sanchi. The second category dedicated to Mares also gave rise to a tight competition in the Ring in the quest for medals.

324 325


trici disputatesi hanno dato vita ad un bello scontro nel ring per l'acquisizione delle medaglie. A spuntarla, ottenendo la medaglia d'Oro la bella saura *Nadira MP (QR Excel x Petra) del sig. Giorgio Zito e ben presentata dall'inossidabile Giuseppe Di Pisa. Ancora una medaglia per un soggetto del dr. Francesco Tripodi, la bella **GB Jasmeen (Laman HVP x Xlykjna) allevata dalla sig.ra Carla Bazzana e presentata da Alessio Scaramella. Medaglia di Bronzo per *Mrdi Monieta (Nimroz x Tanit Guasimo) allevata e di proprietĂ del sig. Girolamo Sangilles e presentata da Giuseppe Di Pisa. Dei bei soggetti maschi si sono contesi il titolo di campione stalloni di questa splendida prima edizione trapa-

I Arabian Horse JOURNAL I December

Winner in the end, with the Gold medal attesting the title, the beautiful chestnut *Nadira MP (QR Excel x Petra) owned by Mr. Giorgio Zito and very well presented by the indestructible Giuseppe Di Pisa. Another medal for a specimen belonging to Dr. Francesco Tripodi, the wonderful *GB Jasmeen (Laman HVP x Xlykjna) bred by Mrs. Carla Bazzana and presented by Alessio Scaramella. Bronze medal finally for *Mrdi Monieta (Nimroz x Tanit Guasimo) bred and owned by Mr. Girolamo Sangilles and presented by Giuseppe Di Pisa. Some very handsome male specimen competed for the Champion Stallion title of this first Trapani edition. The fascinating grey - egregiously presented by Luca Oberti


nese. Il carismatico grigio *Aretusa Akim (Windsprees Mirage x PWA Asifa), allevato e di proprietà del sig. Giuseppe Palumbo - Aretusa Arabians - si è portato a casa titolo e Medaglia d'Oro, agilmente diremmo, visto che ha totalizzato, in categoria, il punteggio più alto della competizione - ben presentato da Luca Oberti - che gli ha fatto ottenere anche lo speciale premio "Best In Show". Un altro prodotto di "casa Palumbo" ha ottenuto la medaglia d'Argento, il bel morello *Aretusa Badawi (Windsprees Mirage x Magic Al Shama) di proprietà del dr. Vincenzo Romano e ben presentato da Giuseppe Di Pisa. *Sayd by Esedra (Redwooal Abadar x Esedra), presentato da Luca Oberti, è stato allevato ed è di proprietà del sig. Giuseppe Ingoglia. Che dire ancora di questa manifestazione; che occasioni così non sono assolutamente da perdere? Che sono da supportare con ogni mezzo? Che sono il bene del cavallo arabo? Si, ma c'è di più. Ringrazio ogni volta questo splendido animale che mi offre l'occasione di rapportarmi a nuove realtà, di conoscere luoghi e gente differenti che arricchiscono, fanno apprendere. Ringrazio il mio amico "arabo" per ogni nuova esperienza che mi regala, come in questo caso.

- *Aretusa Akim (Windsprees Mirage x PWA Asifa), bred and owned by Mr. Giuseppe Palumbo - Aretusa Arabians – took home title and Gold medal, easily we dare say, seeing it collected, in category, the competition highest score, which also gave it the special prize "Best In Show". Another product of the "Palumbo house" obtained the Silver medal, the very nice black *Aretusa Badawi (Windsprees Mirage x Magic Al Shama) owned by Dr. Vincenzo Romano and well presented by Giuseppe Di Pisa. *Sayd by Esedra (Redwooal Abadar x Esedra), presented by Luca Oberti, owned and bred by Mr. Giuseppe Ingoglia, earned the Bronze medal. What remains to be said about this show? That similar opportunities should never be missed? That they should be supported in any possible way? That they represent the very heart of the Arabian horse world? Yes, but there is more yet. I personally express my thanks to this wonderful animal that gives me the chance to relate to new and different realities, to get to know different places and people that enrich me, that allow me to expand my knowledge. I heartfully thank my friend the "Arabian" for each new experience it presents me with, just like in this case.

Staff and Judges

326 327


AH T r a p a n i - I t a ly

Championship Fillies

GOLD MEDAL • TF Jamila O: Az. Agr. Dr F. Tripodi

BRONZE MEDAL • AAS Esstrosa O: Michele Moscarelli

SILVER MEDAL • Desire By Esedra O: Giuseppe Ingoglia

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • TF Star Ibn Psequel O: Az. Agr. Dr F. Tripodi

BRONZE MEDAL • TF Black Royal O: Roberto Schipilliti

SILVER MEDAL • TF Andrea Padron O: Az. Agr. Dr F. Tripodi

328 329


AH T r a p a n i - I t a ly

Championship Mares

GOLD MEDAL • Nadira MP - O: Giorgio Zito

BRONZE MEDAL • Mrdi Monieta O: Girolamo Sangilles

SILVER MEDAL • GB Jasmeen O: Carla Bazzana

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Aretusa Akim - O: Aretusa Arabians Team

BRONZE MEDAL • Said By Esedra O: Giuseppe Ingoglia

SILVER MEDAL • Aretusa Badawi O: Vincenzo Romano

330 331


AH T r a p a n i - I t a ly

ChampionshipFuturity Female

GOLD MEDAL • Star Light - O: Alfonso Stirparo

BRONZE MEDAL • GS Geneve O: Salvatore Graffato

SILVER MEDAL • TF Asia O: Az. Agr. Dr. Tripodi Francesco

I Arabian Horse JOURNAL I December


ChampionshipFuturity Male

GOLD MEDAL • Kabir GZ - O: Giorgio Zito

BRONZE MEDAL • D Panic O: Salvatore Gallina

SILVER MEDAL • TF Rayan O: Az. Agr. Dr. Tripodi Francesco

332 333


I Arabian Horse JOURNAL I December


335 335


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l

I srael N

ational Championship by Francesca Messina

L'edizione 2010 del campionato nazionale in Israele, che festeggiava il 30° anno, si è tenuta, quest'anno nei giorni tra il 15 e 16 ottobre, nell'oramai consolidata struttura situata nel Kibbutz Yifat nella Jezreel Valley. La grande arena era circondata da un folto bosco di ulivi e flora mediterranea, il caldo è stato compagno costante per tutte e due giorni. Ben organizzata sotto ogni punto di vista, la manifestazione ha anche registrato un alto numero di partecipanti dalla buona qualità. Complimenti a quanti hanno reso possibile questo bel nazionale, tra tutti la simpatica e competente Shelley Solomon che, coadiuvata da un ottimo team, ha reso impeccabile l'esito della manifestazione.

I Arabian Horse JOURNAL I December

The 2010 edition of Israel National Championship, celebrating its 30th anniversary, was held this year on 15 and 16 October, in the by now traditional structure located in the Kibbutz Yifat, in the Jezreel Valley. The great arena is surrounded by thick woods of olive trees and mediterranean vegetation, and hot weather has been a constant presence for the whole two days. Well organized from any point of view, the event has also recorded a high number of enrolments by horses of very good quality. Our compliments to all those who made this nice National Championship a reality, among others the very pleasant and competent Shelley Solomon who, supported by


Prima di entrare nel vivo della manifestazione mi preme fare una considerazione in merito al luogo più che all'evento in sè e per sè. Arrivata a Malpensa ho avuto seri dubbi di riuscire a partire, un'ora di controlli e domande fiaccherebbero chiunque, quindi, confortata anche dalle notizie che le tv di mezzo mondo trasmettono, mi aspettavo di mettere piede in una terra pressoché in assetto di guerra. Nulla di più sbagliato; dopo due ore buone di auto dall'aeroporto al Kibbutz che ci ospitava, ne una pattuglia di polizia ne alcun controllo, così anche nei giorni a seguire che ci ha visti andare a Nazareth, prima, a Gerusalemme poi a Tel Aviv il giorno prima della

an excellent team, has impeccably managed the event result. Before getting into the heart of the matter, I would dearly love to express a consideration about the place, rather than the event per se. Arrived to Malpensa airport for my plane, I actually had strong doubts I would ever manage to take off, with an hour of checks and questioning that would deter anybody, so, helped also by the news broadcast by TVs around the world, I frankly expected to land in a Country more or less on a wartime footing. Nothing further from the truth, I am happy to report, after a two-hour car trip from the airport to the Kibbutz hosting us, we had yet to see police patrols or check-points. This happy state of affairs

336 337


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l partenza. Abbiamo scoperto un paese ospitale, gradevole, con gente di ogni credo religioso che convive in totale tranquillità. Anche attorno al campo di gara questo era tangibile. Un tifo quasi "da stadio" era la costante ad ogni performance dei vari beniamini in gara, indipendentemente che si trattasse di Israeliani o Palestinesi. Ancora una volta il miracolo del "cavallo arabo" si era palesato. Il cavallo arabo ha del miracoloso e non smetto mai di dirlo. Azzera ogni differenza. Peccato che l'uomo non sia all'altezza di capire questo messaggio, peccato che non cogliamo il regalo che il PSA tenta di donarci e dove lui cerca di unire noi creiamo barriere. Siamo davvero piccoli nei suoi confronti, a volte credo che la maggior parte di noi non lo meriti. Sono pronta a ricevere smentite in tal senso, credo che non ne riceverò comunque. Triste considerazione. Tornando allo splendido show troverete le classifiche come sempre nella parte final del giornale, per adesso vi diciamo che l'ottima giuria era composta da un trio di donne dalla grande

I Arabian Horse JOURNAL I December

continued also during the following days when we went first to Nazareth, then to Jerusalem and finally to Tel Aviv on the day before leaving. We have discovered a hospitable country, quite agreeable, with people from all religions living together in total peace. This was palpable also around the competition grounds. A "football-like" cheering was the constant accompaniment of each performance by the various darlings descending in the Ring, regardless of their being Israelis or Palestinians. The Arabian horse “miracle” has struck once again. The Arabian horse in my mind is a true miracle, and I will never stop repeating it. It cuts down to zero any differences. Pity that mankind is not able to understand this message of peace and love, what a pity that we cannot accept the gift the Arabian Pure Bred tries to give us, and so where he tries to unite we build walls. We are truly small compared to “him”; sometimes I believe most of us do not deserve him. I would welcome being corrected, but I am afraid I will not be. What sadness. Coming back to the show, you will find the final standings at the back of the magazine, as usual, for now suffice it to say


esperienza, questo ha reso abbastanza in linea i loro giudizi. In ordine la sig,ra Titty Gagliani (IT), la sig.ra Anna Stojanowska (PL) e la sig. ra Irina Stigler dalla Russia. Complimenti per il loro lavoro a volte non semplice. Nella categoria delle puledre futurity la bella *Arabela DL (Mouadaar BKV x Asra Najuba), allevata e di proprietà del sig. Danny Lubimov ha vinto meritatamente la medaglia d'Oro seguita da un altro soggetto molto interessante *Daliyah AA (Nader Al Jamal x Dafina AA) dell'Ariela Arabians che si aggiudica la medaglia d'Argento. Bronzo per *Asala A Dahrer (Nader Al Jamaal x Filar) del dr. Abd Al Rahim. Bella gara anche per i Futurity maschi che ha laureato campione vincendo la medaglia d'oro, il bel *Set SL (Nadar Al Jamaal x Setala) di Shahar Lederman, medaglia d'Argento per *Salam El Daar (Mouadaar BKV x Shai Diva SMF) Medaglia di bronzo per un suo mezzo fratello, *Miracle Daar (Mouadaar BKV x Bohita), entrambi di proprietà dei sigg. Yuval Keler, Eli Mislati e David Vakhnin. Nella categoria puledre bella vittoria del titolo per la tipica grigia *L Faradiba (WH Justice x Feemi) che ottiene anche il premio per aver ottenuto il punteggio più alto dell'intera competi-

that the excellent Jury was composed of three ladies with great experience, a state of affairs that has made their judgements comparable enough. In the order they were Mrs. Titty Gagliani (IT), Mrs. Anna Stojanowska (PL) and Mrs. Irina Stigler from Russia. Our compliments for the way they carried out their job, at times anything but easy. In the Futurity Fillies category the beautiful *Arabela DL (Mouadaar BKV x Asra Najuba), bred and owned by Mr. Danny Lubimov deservedly won the Gold medal, followed by another very interesting specimen *Daliyah AA (Nader Al Jamal x Dafina AA), owned by Ariela Arabians, which was awarded the Silver medal. Bronze was the metal for *Asala A Dahrer (Nader Al Jamaal x Filar) owned by Dr. Abd Al Rahim. There was a nice contest also for the Futurity Colts which crowned Gold Champion the very handsome *Set SL (Nadar Al Jamaal x Setala) owned by Shahar Lederman, Silver medal for *Salam El Daar (Mouadaar BKV x Shai Diva SMF). Bronze medal for a half-brother of his, *Miracle Daar (Mouadaar BKV x Bohita), both owned by Messrs. Yuval Keler, Eli Mislati and David Vakhnin. In the Fillies category we saw a nice victory by the typical grey *L Faradiba (WH Justice x Feemi), which also received the pri-

Raimond Mazzei

A. Stojanovska,T. Gagliani, F. Messina, L. Spalvieri, P. Borstel e I. Stigler

Shelley Salomon

338 339


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l

Salsabil Al Jamaal - Best Head - O: Feisel Shweiki

zione per la gioia del suo proprietario, il sig. Ronen Braver, medaglia d'Argento per *Lutfina AA (Nader Al Jamaal x Latifah AA) dell'Ariela Arabians mentre la medaglia di Bronzo è stata appannaggio della bella *Dibaj (Shabab Jamaal x Nilus) di proprietà del sig. Kitani Maamon. Per i colleghi maschi ottima vittoria di *Extremme RSA (True Colours x Bahiyaa) di proprietà del sig. Yigal Tabon, medaglia d'Argento per *Al Sakab Al Haiyal (Tabari x Fancy Gambler) di proprietà dei sigg. Najib e Nadel Atallah, Havat Al Haiyal, medaglia di Bronzo per *Jadari Ben Tallal (MD Tallal x A Monna) del sig. Uri Ben Shimon. Bella anche la categoria delle fattrici che ha laureato campionessa la bella *Dafina AA (Al Bilal x Dumka) dell'Ariela Arabians, medaglia d'Argento per AA Ghaniyah (Laheeb x Gila) del sig. Amjad Kilani mentre la medaglia di Bronzo è stata vinta da *Aroussa (Al Maraam x W Warda) del sig. Ronen Braver. Sempre esaltante il campionato degli stalloni, questa volta ancora più emozionante visti i nomi in campo. Davvero arduo il compito dei giudici che comunque, anche in questo caso, hanno dimostrato tutta la loro competenza.

I Arabian Horse JOURNAL I December

ce for the highest score in whole Show, for the joy of its owner, Mr. Ronen Braver; Silver medal to *Lutfina AA (Nader Al Jamaal x Latifah AA) owned by Ariela Arabians, while the Bronze medal was awarded to the beautiful *Dibaj (Shabab Jamaal x Nilus) owned by Mr. Kitani Maamon. Among her male colleagues an excellent victory by *Extremme RSA (True Colours x Bahiyaa) owned by Mr. Yigal Tabon, Silver medal for *Al Sakab Al Haiyal (Tabari x Fancy Gambler) owned by Messrs. Najib and Nadel Atallah, Havat Al Haiyal, and finally Bronze medal for *Jadari Ben Tallal (MD Tallal x A Monna) owned by Mr. Uri Ben Shimon. Nicely contested also the Mares category, which crowned Gold Champion the magnificent *Dafina AA (Al Bilal x Dumka) owned by Ariela Arabians, Silver medal for *AA Ghaniyah (Laheeb x Gila) owned by Mr. Amjad Kilani, while the Bronze medal was won by *Aroussa (Al Maraam x W Warda) owned by Mr. Ronen Braver. The Stallions Championship is always exciting, even more emotion-filled this time in view of the names of the contestants. Really hard was then the judges' job, but they demonstrated all their competence even in this occasion.


A vincere il titolo di campione l'affascinante *Laheeb (Imperial Imdal x AK Latifa) dell'Ariela Arabians a cui vanno tutti i nostri complimenti, medaglia d'Argento per *True Colours (Thee Desperado x Daheda) del sig. Ronen Braver e a seguire medaglia di bronzo per *Al Raheb AA, figlio della medaglia d'oro Laheeb (The Vision HG) di proprietà del sig. Muhsen Onallah. Il premio speciale per la testa più tipica è stato assegnato a *Salsabil Al Jamaal (Al Manar x KZ Jalisa) del sig. Feisel Shweiki. Come abbiamo già detto questo nazionale è stato davvero piacevole, per la location, per i numeri e per la qualità. Il clima gioviale che si è respirato ha reso ancora più piacevole questa esperienza che consigliamo a quanti amano il cavallo arabo e, soprattutto, vogliono superare quelle "barriere" mentali che portano solo a chiusure dalla deriva pericolosa. So' che l'utopia è una strada difficilmente percorribile ma fa' vivere meglio. La mia utopia mi fa' sperare che il cavallo arabo riesca dove gli uomini falliscono.

The Champion title went to the fascinating *Laheeb (Imperial Imdal x AK Latifa) owned by Ariela Arabians, to whom go all our sincerest compliments, Silver medal for *True Colours (Thee Desperado x Daheda) owned by Mr. Ronen Braver and then Bronze for *Al Raheb AA, son of the Gold medal Laheeb (The Vision HG) owned by Mr. Muhsen Onallah. The special prize for Most Typical Head was awarded to *Salsabil Al Jamaal (Al Manar x KZ Jalisa) owned by Mr. Feisel Shweiki. As said earlier, this was a very enjoyable National Championship, because of location, because of the substantial number of contestants and because of their quality. The cordial atmosphere breathed there made the experience even more pleasant, and we thus recommend it to all those who love the Arabian horse and above all want to overcome those mental “barriers” that can only result in closures, leading us into dangerous territory. Utopia is a difficult road to follow, I know, but it allows us to live better. My personal utopia makes me hope that the Arabian will succeed where men fail.

340 341


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l

Championship Fillies

GOLD MEDAL • L. Faradiba - O: Ronen Braver

BRONZE MEDAL • Didaj O: Kitani Maamon

SILVER MEDAL • Lutfina AA O: Ariela Arabians

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Extremme RSA - O: Yigal Tabori

BRONZE MEDAL • Jadari Ben Tallal O: Uri Ben Shimon

SILVER MEDAL • Al Sakab Al Haiyal O: Najib/Nadel Atallah Havat al Haiyal

342 343


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l

Championship Mares

GOLD MEDAL • Dafina AA - O: Ariela Arabians

BRONZE MEDAL • Aroussa - O: Ronen Braver

SILVER MEDAL • AA Ghaniyah O: Amjad Kilani

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Laheeb - O: Ariela Arabians

BRONZE MEDAL • Al Raheb AA O: Muhsen Onallah

SILVER MEDAL • True Colours O: Ronen Braver

344 345


AH N a t i o n a l S h o w - I s r a e l

Futurity Female

GOLD MEDAL • Arabela DL - O: Danny Lubimov

BRONZE MEDAL • Asala A Dahrer O: ABD Al Rahim

SILVER MEDAL • Daliyah AA O: Ariela Arabians

I Arabian Horse JOURNAL I December


Futurity Male

GOLD MEDAL • Set SL - O: Shahar Lederman

BRONZE MEDAL • Miracle El Daar O: Y. Shakir and D. Vakhnin

SILVER MEDAL • Salam El Daar O: E. Mislati and D. Vakhnin

346 347


I Arabian Horse JOURNAL I December


349 349


AH A m m a n - J o rd a n

the

Middle East Championship Show By Mr. Majid Al Sayegh

Il Campionato del Medio Oriente del 2010 si è tenuto sotto l’alto patrocinio di S.M. il Re Abdullah Al Hussein nei giorni 7, 8 e 9 Ottobre presso le scuderie reali in Amman, Giordania. S.A.R. la Principessa Alia Al Hussein presiedeva lo show con il supporto operativo del Direttore Esecutivo Ghalia Nooreddin e numerosi altri addetti. Per chi ha la fortuna di avere il cavallo Arabo presente in qualsiasi nella sua vita, essere al Campionato del Medio Oriente è il punto saliente dell’anno. Bellissimi Arabi da molti Paesi del Medio Oriente vengono presentati nelle Scuderie Reali … un luogo che già da solo parla

I Arabian Horse JOURNAL I December

The 2010 Middle East Arabian Horse Championship was held under the patronage of His Majesty King Abdullah Al Hussein on October 7, 8, and 9 at the Royal Stables in Amman, Jordan. Her Royal Highness Princess Alia Al Hussein presided over the show with suppor t from Executive Director Ghalia Nooreddin and numerous other staff. For those who are blessed to have the Arabian horse in their life, attending the Middle East Championship is a highlight of the year. Beautiful Arabians from many countries of the Middle East are presen-


dell’antica cultura e delle tradizioni del cavallo Arabo. Cinque Giudici internazionali valutano i cavalli sulla base di criteri specifici per la conformazione fisica, assegnando inoltre un punteggio a ciascun esemplare per bellezza, tipo e doti atletiche. I giudici per lo show di quest’anno includevano la Sig.ra Sylvie Eberhardt (Germania), la Sig.ra Christina Wale (Svezia), il Sig. Koenraad Detailleur (Belgio), la Sig.ra Janet Court (Gran Bretagna) e la Sig.ra Irina Stigler (Russia). I cavalli vengono presentati in un ambiente che celebra il rispetto e l’amore reciproco che sono possibili tra uomo e cavallo. La gestione dei cavalli nel calore delle Scuderie Re-

ted at the Royal Stables, a venue that speaks to the ancient culture and traditions of the Arabian horse. Five international judges evaluate the horses based on specific criteria for physical confor mation and also assessing each horse for beauty, Arabian type, and athleticism. Judges for the show included Mrs. Sylvie Eberhardt (Germany), Mrs. Christina Wale (Sweden), Mr. Koenraad Detailleur (Belgium), Mrs. Janet Cour t (United Kingdom), Mrs. Irina Stigler (Russia). The horses are presented in an environment that

350 351


AH A m m a n - J o rd a n

ali era tenuto sotto continuo controllo e nessuna forma di durezza nei confronti dei cavalli sarebbe stata tollerata dai Giudici o dalla Commissione Disciplinare (CD). La Presidentessa della CD era la Sig.ra Simona Sabella (Giordania), coadiuvata dalla Sig.na Chris Larter (Giordania), il Dr. Charlie McCartan (Gran Bretagna), la Sig.ra Sharifa Sarra Ghazi (Giordania), la Sig.ra Jackie Van Dyke (Spagna). Il Dr. Helmut Feigl (Germania) era lo Steward nel ring. La registrazione e la diffusione dei punteggi era a cura dei Sigg. Daniel Fenaux (Spagna) e Philip Jenkins (Gran Bretagna). Lo show ha avuto inizio sotto un sole brillante, un cielo blu senza nuvole ed era accarezzato da una gentile brezza che sembrava accentuare i colori dei fiori e della verde erba

I Arabian Horse JOURNAL I December

celebrates the mutual love and respect that is possible between horse and human. Handling of horses in the war m at the Royal Stables was carefully monitored and harshness was not tolerated by the judges nor the Disciplinary Committee (DC). The DC Chairperson was Mrs. Simona Sabella (Jordan), Ms. Chris Lar ter (Jordan), Dr. Charlie McCar tan (United Kingdom), Sharifa Sarra Ghazi (Jordan), Mrs. Jackie Van Dyke, (Spain). Dr. Helmut Feigl (Ger many) was the steward in the ring. Score keeping and repor ting was performed by Mr. Daniel Fenaux (Spain), and Mr. Philip Jenkins (United Kingdom).


dell’Arena in cui lo show si svolgeva. Un’eccitante presentazione di Furussiya (equitazione) è stata messa in atto per gli ospiti da parte di cavalieri giordani che hanno mostrato la loro abilità nell’uso “montato” di lancia e scimitarra. In aggiunta, i Corpi Cammellati hanno presentato i loro cammelli in costumi tradizionali ed hanno eseguito complesse evoluzioni di grande eleganza. Per la Liberty Class il titolo di Riserva Campione Junior Liberty è stato vinto da Qumairah, una fattrice grigia del 2007, generata da Shamekh Al Shaqab, fattrice Qamar El Leil allevato e di proprietà della Royal Stables di Giordania. Il titolo invece di Campione Junior Liberty se lo è aggiudicato Radiyyah, nata nel 2007, una fattrice grigia, generata

The show star ted with a bright sun, clear blue sky, and a gentle breeze that accentuated the colourful flowers and green grass of the show arena. An exciting presentation of Furussiya (horsemanship) was demonstrated for the guests by the Jordanian riders who showed their skills in use of the spear and sword on horseback. In addition, the camel corps presented the graceful manoeuvres of camels in traditional costumes. For Liber ty Class the Junior Liber ty Reser ve Champion was awarded to Qumairah, 2007 grey mare, by Shamekh Al Shaqab, out of Qamar El Leil, bred and owned by the Royal Stables of Jordan.

352 353


AH A m m a n - J o rd a n

Desert Patrol member

I Arabian Horse JOURNAL I December

da Monarcos DD, fattrice Rahaf, allevato e di proprietà della Royal Stables di Giordania. Il Campione Riserva Senior Liberty è Yusra, nata nel 2001, una fattrice grigia, generata da Sattaam, fattrice Al Yamaamah allevata e di proprietà della Royal Stables di Giordania. Il titolo di Campione Senior Liberty è stato assegnato a Rimsh El Eyoun, nato nel 1998, Grigio, generato daVerinag, fattrice BintYahyuni, allevato e di proprietà del Sig.Taleb El Nahar (Giordania). Le Puledre e le Fattrici sono state presentate nel primo giorno dello show. Troverete i risultati dettagliati delle varie Classi in fondo all’articolo. Le classi del campionato si sono tenute al Sabato. Il tempo era bello in

Junior Liber ty Champion was awarded to Radiyyah, 2007, grey mare, by Monarcos DD, out of Rahaf, bred and owned by the Royal Stables of Jordan. Senior Liber ty Reser ve Champion was awarded to Yusra, 2001, grey mare, by Sattaam out of Al Yamaamah bred and owned by the Royal Stables of Jordan. Senior Liber ty Champion was awarded to Rimsh El Eyoun, 1998, Grey, by Verinag out of Bint Yahyuni, bred and owned by Mr. Taleb El Nahar of Jordan. Fillies and mares were presented on the first day of the show. The results of all classes you will find in the end of the ar ticle.


mattinata, ma si è annuvolato piuttosto rapidamente. A mezzogiorno un forte temporale ha interrotto lo show. C’è stata un’ora di ritardo nell’avvicendarsi delle classi, ma il pubblico è rimasto paziente ed anzi sembrava godere della benedizione estemporanea di una delle prime piogge della stagione. Ben presto le classi sono re-iniziate, dopo una pausa della pioggia. Il campionato delle fattrici è stato piuttosto competitivo. Le bellissime Fattrici che avevano vinto le classi disputate in precedenza, sono state presentate ai giudici. La medaglia di Bronzo è stata aggiudicata a Kyjara da Kyro Ka, fattrice Baccara, allevata da Reinhard Sax, di proprietà di Amman Stables. La medaglia d’Argento è andata a Mariana BPA, da Odyssey, fattrice Psyches Fantasy, allevata da BP Arabians, di proprietà del Sig. Nofal Kahook. Il titolo di Campionessa Fattrice del Medio Oriente con Medaglia d’Oro è stato assegnato a TS Madeleine, generata da Ansata Sinan, fattrice Thee Sharaqa, allevata

The championship classes were held on Saturday. Weather was fine in the morning but quickly turned cloudy. Midday, heavy showers interrupted the show. While there was an hour delay in the classes, attendees were patient and seemed to enjoy receiving the blessings of one of the first rains of the season. The classes resumed soon after a pause in the rain. The mare championship was quite competitive. The beautiful mares that won their earlier classes were presented to the judges. The Bronze prize was awarded to Kyjara by Kyro Ka, out of Baccara, bred by Reinhard Sax, owned by Amman Stables Silver was awarded to Mariana BPA, by Odyssey, out of Psyches Fantasy, bred by BP Arabians, owned by Mr. Nofal Kahook The Middle East Champion Mare Gold placement was awarded to TS Madeleine, sired by Ansata Sinan, out of Thee Sharaqa, bred by Dr. Joseph and Gail

354 355


AH A m m a n - J o rd a n dal Dr. Joseph e Gail Mailloux, di proprietà di Al Mohamadia Stud (KSA). TS Madeleine è una fattrice molto bella e femminile che aveva moltissimi tifosi in show. Essa ha eseguito una magnifica performance per il suo proprietario Principe Abdullah bin Fahad. Gli spettatori hanno tifato ed applaudito molto. Il Bronzo è andato a Taj Tai, figlio di Thee Desperado, fattrice Tai Emerald Bay, allevato da Royal Jaafar Stud, di proprietà del Sig. Mohammed Al Da’aja. L’Argento è stato vinto da Khidaro, generato da Khidar, fattrice Crown Muscosa, allevato da Reinhard Sax, di proprietà del Sig. Nofal Kahook. La medaglia d’Oro è andata a premiare Hlayyil Ramadan, figlio di Kamar El Zaman, fattrice Haboub, allevato e di proprietà del Royal Stables of Giordania. Hlayyil sembrava piuttosto rilassato e soddisfatto di sè nel

I Arabian Horse JOURNAL I December

Mailloux, owned by Al Mohamadia Stud (KSA). TS Madeleine is a very feminine and beautiful mare that had many fans at the show. She showed beautifully for her owner Prince Abdullah bin Fahad. She received much applause and cheering from the spectators. Bronze was awarded to Taj Tai, by Thee Desperado, out of Tai Emerald Bay, bred by Royal Jaafar Stud, owned by Mr. Mohammed Al Da’aja. Silver was awarded to Khidaro, sired by Khidar, out of Crown Muscosa, bred by Reinhard Sax, owned by Mr. Nofal Kahook. The Gold placement was awarded to Hlayyil Ramadan, by Kamar El Zaman, out of Haboub, bred and owned by the Royal Stables of Jordan. Hlayyil seemed to be quite relaxed and happy


ring. Quando i risultati sono stati annunciati, molti fan dalle scuderie e molti spettatori sono scesi nel ring per celebrarlo. Una grande bandiera della Giordania è stata sventolata mentre molti cantavano inni di gioia per Hlayyil, il figlio preferito della Giordania!

with himself in the ring. Once the results were announced, many fans from the stables and the spectators descended to celebrate. A large Jordanian flag was unfurled and many sang chants of joy for Hlayyil, the favored son of Jordan!

Lo show ha riunito insieme allevatori, proprietari e spettatori da tutto il mondo, per vedere e toccare con mano il cavallo Arabo Puro sangue. Vedere lo show che continua a prosperare e constatare che gli sforzi di molti hanno dato come risultato un Campionato di gran successo è stato un vero piacere. “Mabrouk” agli allevatori, ai proprietari ed a tutti coloro che hanno partecipato!

The show brought together breeders and owners and visitors from around the world to see and experience the pure bred Arabian horse. It was a pleasure to see the show continue to thrive and to see the effor ts of many result in a successful show. Mabrouk to the breeders, to the owners and to all who par ticipated!

356 357


AH A m m a n - J o rd a n

Championship Fillies

GOLD MEDAL • Almasa O: HRH Prince Hussein Mirza (HKJ)

BRONZE MEDAL • Di Calabria NK O: Nofal Kahook (HKJ)

SILVER MEDAL • Sonora Star BPA O: Al Jamal Arabians (HKJ)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Shannan El Madan O: Al Mohamadia Stud (KSA)

BRONZE MEDAL • Mastro Al Jamal O: Al Jamal Arabians (HKJ)

SILVER MEDAL • Andreo O: Al Mohamadiah Stud (KSA)

358 359


AH A m m a n - J o rd a n

Championship Mares

GOLD MEDAL • TS Madeleine O: Al Mohamadiah Stud (KSA)

BRONZE MEDAL • Kyjara O: Amman Stables (HKJ)

SILVER MEDAL • Mariana BPA O: Nofal Kahook (HKJ)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • Hlayyil Ramadan O: The Royal Stables (HKJ)

BRONZE MEDAL • Taj Tai O: Mohammed Al Da'aja (HKJ)

SILVER MEDAL • Khidaro O: Nofal Kahook (HKJ)

360 361


AH V e te r i n a r y

Il sessaggio fetale Fetal sex determination Dr. Gianmaria Postinger Nel corso degli ultimi 15 anni la richiesta per il sessaggio fetale nella cavalla è più che decuplicato. La determinazione del sesso fetale è divenuto uno strumento importante nei programmi di gestione di molti allevamenti. In base al padre, alla madre o ad entrambi, il sesso del feto può influenzare il valore del futuro puledro e, di conseguenza, anche della gravidanza. Sapendo di che sesso è il feto si può decidere se vendere o mantenere in allevamento una fattrice. Inoltre, nel caso in cui un allevatore desideri ottenere un puledro di un determinato sesso da un particolare incrocio, se la fecondazione ha dato esito ad un feto di quel sesso si può decidere di accoppiare la cavalla con un altro stallone durante la stagione successiva. In caso contrario l’allevatore potrà decidere di ripetere l’incrocio. In questo modo, quindi, il programma degli accoppiamenti può essere definito con molto anticipo. Nel caso in cui un proprietario voglia vendere una cavalla gravida di un particolare stallone, il suo valore potrebbe essere influenzato dal sesso del nascituro. Lo stesso vale se un proprietario desidera “vendere la pancia” di una fattrice o nel caso si debba determinare un premio assicurativo per la gravidanza. Conoscere il sesso del feto permette di determinare con maggior precisione il valore di una cavalla. Cosa che può rivelarsi utile nel caso di uno stallone che sia noto per produrre figli che siano più o meno performanti se appartenenti ad uno od all’altro sesso. Si può pertanto decidere se vendere o meno un puledro di una determinata fattrice quando si è a conoscenza del sesso del puledro che la cavalla partorirà l’anno seguente. La determinazione del sesso fetale consiste nell’identificazione per via trans rettale del sesso in un feto tra i 55 ed i 150 giorni di gravidanza.

I Arabian Horse JOURNAL I December

During the last fifteen years the demand for fetal sexing in the equine industry increased more than 10 folds. Fetal gender determination became an important tool in the management programs of many breeding farms. Depending on sire, mare or both, the fetal gender may affect the value of the foal and, consequently, of the mare. Ones, knowing the sex of the fetus, can decide whether to keep or sell a mare. Another example, if an owner wants a particular sex from a particular cross; if that breeding was successful, the owner could breed the following year to another stallion, if not he could try again with the same stallion; in this way the mating list could be determined much earlier. If an owner wants to sell a mare pregnant of a particular stallion, her value could be influenced by fetal gender. The same if an owner wants to “sell the pregnancy” of his mare or in case of insurance coverage of the pregnancy. Knowing the fetal sex the value of a mare can be more accurately assessed, if a stallion is known to have more successful offspring of one sex, or in the case he has more offspring of one sex than of the other. It may be pertinent to sell or keep a weanling out of a particular mare when one knows the sex of the foal the mare will have the following year. Fetal sex determination is the determination of sex of an equine fetus between 55 and 150 days of gestation. Two different techniques are used depending from fetal age (between 50 and 90 or 90 and 150 days); with the first technique, performed


Due sono le tecniche usate, in base all’età fetale (la prima, tra i 50 ed i 90 giorni, la seconda tra i 90 ed i 150 giorni). Con la prima tecnica, eseguita più precocemente, l’obiettivo è quello di identificare la posizione del tubercolo genitale mentre con la seconda si identificano più facilmente gli organi sessuali primari del feto (ovaie, testicoli), cosa che la rende più preferibile rispetto alla prima. Il livello di precisione della tecnica trans rettale si aggira intorno al 99%. Dopo i 190 giorni di gravidanza il livello di accuratezza si riduce drasticamente e si preferisce pertanto l’utilizzo di una tecnica mista di ecografia trans rettale e trans addominale. Quando viene eseguita tra 90 e 150 giorni, la tecnica del sessaggio fetale prevede l’utilizzo di una ecografia trans rettale. Si tratta di una tecnica meno invasiva e molto simile ad una visita routinaria per diagnosi di gravidanza, volta alla visualizzazione degli organi genitale del feto: pene, prepuzio e testicoli nel maschio e mammella, clitoride e ovaie nella femmina. L’esame ultrasonografico solitamente richiede da pochi

earlier, the aim is to identify the position of genital tubercle. With the second, fetal primary sex organs (ovaries, testicles) are identified more easily making this as a preferable technique. The accuracy of this technique is around 99%. After 190 days of pregnancy the accuracy is drastically reduced, and require the use of a combined technique, trans-abdominal and trans-rectal ultrasonography. When performed between 90 and 150 days, the fetal sexing technique is performed by using trans-rectal ultrasonography. This technique is no more invasive and very similar to routine ultrasound pregnancy diagnosis in the mare and is used to visualize the sexual genitalia of the fetus: penis, prepuce and testicles in the male and udder, clitoris and ovaries in the female. The ultrasound exam usually takes from few seconds to 10 minutes: this depends from both the operator experience and the mare reaction to restraint. When it is not possi-

362 363


AH V e te r i n a r y secondi a dieci minuti: ciò dipende dall’esperienza dell’operatore e dalla reazione della fattrice al contenimento. Quando non è possibile effettuare il sessaggio del feto in meno di 10 minuti, bisogna interrompere la sessione e rivisitare la cavalla in un secondo momento. L’attrezzatura necessaria per l’esecuzione del sessaggio fetale consiste in un ecografo di elevata qualità con una sonda endorettale da 5 MHz. Il contenimento della cavalla può comprendere l’uso di un torcinaso, un travaglio o dei sedativi. La sedazione della cavalla tuttavia, può indurre un rilassamento dell’utero che lo fa allontanare dall’operatore rendendo più difficile il raggiungimento del feto. La diagnosi del sesso fetale a questo stadio della gravidanza richiede la visualizzazione della parte posteriore del feto. Per molte cavalle di razze leggere il periodo migliore rimane quello intorno ai 4

I Arabian Horse JOURNAL I December

ble to determine the fetus sex within 10 minutes, the session must be stopped and the mare revaluated later or on another day. The equipment required is a high quality ultrasound machine equipped with a 5 MHz linear array rectal transducer. Restraint might include the use of a twitch, stocks or tranquillizers. However, sedation of the mare can induce uterus relaxation and its sliding away from the examiner and therefore it makes the fetus more difficult to reach. Diagnosis of fetus gender at this stage of gestation requires to visualize the back end of the fetus. For most light horse breeds the best time to perform this technique is around the 4th month of gestation. After 4 ½ to 5 months of gestation the fetal pelvis is positioned too far into


mesi di gestazione. Dopo i 4 mesi e mezzo- 5 mesi di gravidanza la pelvi fetale si posiziona troppo in profondità nell’addome materno, rendendosi molto difficile da raggiungere. Nelle fattrici difficili da visitare (quelle che premono o che non stanno ferme), è talvolta difficile determinare il sesso fetale; ciononostante molte cavalle tollerano questa procedura senza mostrare alcun problema.Talvolta tuttavia, alcune cavalle devono essere sottoposte a piÚ di una visita ecografica per verificare correttamente il sesso fetale.

the mare abdomen, making it very difficult to reach. In mares that are not easy to ultrasound (strain or won't stand still), it is sometimes difficult to determine fetal sex; nevertheless, most mares tolerate the procedure without showing any problem. Occasionally though, some mare requires to be subjected to more than one ultrasound examination in order to correctly verify the fetal sex. It is mandatory to emphasize that fetal

Ovaie - Ovarie Ovaie - Ovarie

Testicolo - Testicle

Testicolo con epididimo - Testicle with epidyidimus

364 365


AH V e te r i n a r y È basilare sottolineare come la determinazione del sesso fetale non sia eseguita per dare la possibilità al proprietario di scegliere il sesso del puledro, ma solo per sapere se la fattrice porta in grembo un maschio o una femmina. È di fondamentale importanza evidenziare come il proprietario ed il veterinario che ha eseguito il sessaggio devono usare l’informazione acquisita eticamente e con onestà. Il veterinario deve mantenere l’informazione confidenziale, mentre il proprietario non la deve usare a suo esclusivo beneficio.

gender determination is not performed to help the mare owner to choose the sex of the future offspring but only to find out if the mare is carrying a male or a female fetus. It is also of paramount importance to highlight how the owner and the veterinarian that performed the fetal gender determination must use the gathered information ethically and honestly. The veterinarian should keep the information confidential whilst the owner should not use it exclusively for its own benefit.

Riferimenti bibliografici/ References R. Holder : Determination of Fetal Gender. Current Therapy in Equine Medicine 5, 2003, pp 288-29;, Saunders. O.J. Ghinter: Ultrasonic Diagnosis of Fetal Sex. Ultrasonic Imaging and Animal Reproduction: Horses, 1995,pp 236-246; Equiservices Publishing. S.Bucca: Equine fetal gender determination from mid- to advanced-gestation by ultrasound. Theriogenology. 2005 Aug;64(3):568-71.

I Arabian Horse JOURNAL I December


367 367 184


I Arabian Horse JOURNAL I December


368 369


www.dobermannsangels.it Dobermanns' Angels non è solo un' associazione. E' anche amore incondizionato, voglia di lottare, di aiutare e soprattutto di farcela. Nasce da un legame tra cinque donne creatosi proprio grazie a loro, i Dobermann. Il legame di queste cinque splendide persone ha portato altre ad unirsi con lo stesso entusiasmo contribuendo allo sviluppo di questo progetto fino a renderlo concreto, solido e soprattutto realmente utile ai dobermann in difficoltà. Durante la realizzazione del progetto e fondazione della Assoc. T.C.D.A. (Tutela Cani Dobermann Abbandonati) abbiamo dovuto superare problemi, ci siamo scontrati con realtà spesso molto dure, abbiamo affrontato delusioni e, a volte, subito sgradevoli ed inopportune critiche. Abbiamo osato sempre e comunque, a volte abbattuti, ma sempre rialzati. In un mondo in cui gli animali non hanno ancora ottenuto il giusto rispetto e la dovuta considerazione, gli scettici ritenevano che sarebbe stato difficile essere ascoltati. Nonostante tutto, eccoci qua! D'altronde si sa, a noi piacciono solo i lieto fine. Finalmente, possiamo dire "Ce l'abbiamo fatta!". Siamo partiti con un grande sogno, un sogno che, con tempo e sacrificio, è finalmente divenuto realtà. Non è facile combattere ogni giorno situazioni dolorose, né guardare quegli occhi tristi senza versare lacrime, ma crediamo in quello che facciamo, siamo decisi e pronti ad affrontare ogni difficoltà. Stiamo crescendo sempre di più e con coloro che si uniranno a noi lungo il cammino, continueremo in questa grande avventura, lottando per salvare creature indifese, ma soprattutto per questa splendida razza che è il Dobermann.

I Arabian Horse JOURNAL I December


Dobermanns 'Angels is not only an association. It's also unconditional love, willing to fight, to help and especially to make it. Arises from a link between five women created thanks to them, the Dobermann. The binding of these women has taken others to join the association with the same enthusiasm and contributing to the development of this project, making concrete,solid and really useful to the Dobermann in difficulty. During the project and the foundation of the Assoc. T.C.D.A. (Protection Dobermann Dogs Abandoned) we had to overcome problems, we often clashed with harsh reality, we have faced disappointment and sometimes just unpleasant and inappropriate criticism. We always dare, sometimes killed, but still raised. In a world where animals have not obtained the proper respect yet and the right consideration, skeptics thought that it would be difficult to be heard. Despite everything, here we are! Moreover we know, we only like happy endings. Finally, we can say "We've done it." We started with a big dream which has become reality after time and sacrifice. It is not easy to struggle daily painful situations, or watching those sad eyes without shed tears, but we believe in what we do, we are determined and ready to face any difficulty. We are growing more and more people will join us along the way, we will continue in this great adventure, fighting to save defenseless creatures, but especially for this beautiful breed: the Dobermann.

371 371


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Where the charm of the city with the beauty and charisma of Arabian Horses come together

Prague

InterCup By Matéusz Jaworski

La InterCup di Praga (Show Internazionale B) ed il IX Show Nazionale Ceco sono stati organizzati da “Asociace Chovatel Plnokrevných Arabských Koní” (Associazione Ceca per Cavalli Arabi Purosangue). Come implica il nome stesso della competizione, essa ha avuto luogo nella capitale della Repubblica Ceca – la meravigliosa magica città – Praga. A questo punto è doveroso menzionare il nome del “motore” principale dell’equipe organizzatrice – Jaroslav Lacina, che è Presidente della Czech Breeders` Association ed un ben noto giudice internazionale. Insieme al suo “Dream team”, ha riversato un gran lavoro e tutta

I Arabian Horse JOURNAL I December

Prague InterCup (International B-Show) and IX National Czech Show were organized by Asociace Chovatel Plnokrevných Arabských Koní (Czech Association for Purebred Arabian Horses). As the name of competition implied, it took place in the capital of Czech Republik – wonderful, magical city – Prague. Here I have to mention about the main motor of the organizational team – Jaroslav Lacina, who is a president of Czech Breeders` Association and well-known international judge. He put, together with his own “Dream


la sua passione nella preparazione così rimarchevole dello show in tutti i suoi aspetti. L’intera squadra ha in effetti eseguito perfettamente il compito assegnato. Lo Show ha avuto luogo nella Cisarsky Ostrov (“Isola dell’Imperatore”) sul fiume Vltava, che si trova a solo 10 minuti con i mezzi pubblici dal centro della Città Vecchia. La grande area riservata allo show (un’arena coperta) è situata vicino al più grande parco di Praga – Stromovka – e ad una bellissima parte degli edifici del Castello Troja, dove poi è stata organizzata una meravigliosa serata degli Allevatori con un gala di beneficenza. Il Sabato, 4 Settembre, si sono tenute tutte

team”, a lot of work and heart into so good preparation of the show from all sides. All team did his job perfectly. Show took place on Cisarsky Ostrov (“Emperor Island”) on the Vltava river, which is situated only 10 minutes by public transport from historical Old Town. Big showground (indoor arena) was located close to the biggest Prague park – Stromovka and beautiful part of buildings of Troja castle, where was organized wonderful breeders` evening with a charity gala. On Saturday, September 4th, all classes of National Czech Show

372 373


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c le classi del National Czech Show e dei Campionati, mentre al sabato pomeriggio ha avuto inizio lo Show Internazionale, finito poi il giorno successivo, Domenica. Nel National Show abbiamo potuto ammirare 26 soggetti e 70 nella InterCup, provenienti da 11 nazioni diverse. Il gruppo di espositori più numeroso proveniva dalla Polonia, giunto a Praga con ben 27 cavalli Arabi. S.A.R.la Principessa Alia Al Hussein Al Saleh (Giordania), Claudia Darius (Germania), e Jerzy Białobok (Polonia) erano stati invitati per giudicare al National Czech Show. La InterCup invece ha avuto come giudici Christianne Chazel (Francia), Ann Nordén (Svezia), Peter Gamlin (Gran Bretagna) e Francesco Santoro (Italia). I membri della Commissione disciplinare erano la Dr.sa Gisela Berger (Germania), il Dr. Martin Kares (Repubblica Ceca) e il sottoscritto Mateusz Jaworski (Polonia).

and the Championships were held, while on Saturday afternoon started International Show, which ended on Sunday. In National Show we could see 26 and in InterCup 70 Arabian horses from 11 countries. The biggest group of exhibitors were breeders from Poland, who came to Prague with 27 horses. H.R.H.Princess Alia Al Hussein Al Saleh from Jordan, Claudia Darius from Germany, as well as Jerzy Białobok from Poland were invited to judge the National Czech Show. InterCup was judged by Christianne Chazel from France, Ann Nordén from Sweden, Peter Gamlin from Great Britain as well as Francesco Santoro from Italy. Disciplinary Committee were Dr. Gisela Berger from Germany, Dr. Martin Kares from

D Deemah - 1° pl Yearling Fillies - O: Dubai Arabians Horse Stud (UAE)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Nel ruolo di ringmaster un magnifico Ronny Vosch (Belgio), che ha sempre avuto il pieno controllo della situazione durante lo svolgimento delle classi. Al sabato si è registrata la presenza allo show di una squadra della televisione Ceca, e brevi resoconti dello Show dei Cavalli Arabi sono stati mandati in onda nelle edizioni principali dei TG della serata. Questo ha attirato migliaia di spettatori alla domenica, ogni posto a sedere delle tribune era occupato ed il programma di manifestazioni collaterali, splendidamente organizzato e predisposto, ha assicurato ad ognuno tante opportunità di divertimento la felicità di allevatori ed espositori, così come degli spettatori, che erano semplicemente alla ricerca di un modo piacevole ed interessante per passare la domenica. Durante lo show la musica vivace ha spesso spinto gli spettatori ad applaudire entusiasticamente. Lo speaker Jaroslav

Czech Republik and Mateusz Jaworski from Poland, who is the author of the present article. The ringmaster was great Ronny Vosch from Belgium who really was in a full control of the situation in classes. On Saturday the team of Czech Television entered the show, and short news about the Arabian event were published in the main issue of evening-news. This attracted thousands of public on Sunday, all seats on the bleachers were filled , and splendidly organized program of accompanying ,special shows, assured a lot the excitement and the laughter to both breeders and exhibitors, as well as for people, who wanted only to spend the Sunday tome with pleasure. During the show the various and lively music made the public ap-

Shamal Al Khalediah - 1° pl Yearling Colts - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

374 375


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Emarc - 2° pl Yearling Colts - O: Krystof Gozdzialski (PL)

Judges Nat. Ch. - Dr. J. Bialobok, Mrs. C. Darius, HRH Princess Alia Al Hussein

I Arabian Horse JOURNAL I December

Palatina -Yearling Fillies Silver Medal - O: Stadnina Koni Janow Podlaski (PL)

Lacina ha saputo tenere alto il livello di attenzione ed ha creato un’atmosfera speciale con i suoi annunci dei risultati dei Campionati, che si snodavano nell’arco della giornata. Il Gala del sabato sera, un happening romantico con l'Arabo come tema conduttore, ha di fatto aperto il Mese della Cultura Araba nella Repubblica Ceca. Nel pomeriggio della domenica, dopo le ultime classi dei cavalli meno giovani, si sono tenuti i Campionati. I Giudici hanno scelto la baia

plause and encourage. Jaroslav Lacina as a speaker heated up excitements and created the unique atmosphere, announcing results of championships. The Saturday`s Evening Gala, a romantic event with an Arabic central theme, opened the Month of the Arabic Culture in Czech Republic. At the Sunday afternoon, after last classes for the oldest horses, held were the Championships. Judges chose– the bay D Deemah


Princess S - 1° pl Fillies 3 years old - O: Schaffer Juergen (D)

*D Deemah (Royal Colours-Muranas Je Taime), allevata a Dubai, che ha vinto la classe delle Puledre di 1 anno con un punteggio totale di 89,67 punti, con ben tre “20” per testa e collo. La medaglia d’Argento delle Puledre junior è andata alla Polonia con una puledra dai movimenti meravigliosi, la saura *Palatina (QR Marc-Palmeta), allevata e di proprietà di Janow Podlaski Stud. Seconda nella sua classe al sabato con 89,33 punti, ha perso quindi a vantaggio della Puledra Campionessa, con la quale però poteva facilmente rivaleggiare ad armi pari. La medaglia di Bronzo è andata alla grigia *Abbiatt El Shams (Ajman Moniscione - Naima El Shams), allevata da Giorgio Andrioli (IT) e di proprietà di Luciano Curi (BRA), la quale ha ottenuto, in un gruppo di Puledre di 2 anni particolarmente forte, un notevolissimo 89,67 punti. É opportu-

(Royal Colours-Muranas Je Taime), bred by Dubai, She won her yearling fillies` class with total scores - 89, 67 points, with 3 x 20s for head and neck. The junior Silver Filly the Medal went to Poland with a yearling filly, beautifully moving chestnut Palatina (QR Marc-Palmeta), bred and owned by Janow Podlaski stud. On Saturday she was second in her class with 89, 33 points, so she lost to the Champion filly, whom she could easily rival. Bronze medal was given to grey Abbiatt El Shams (Ajman Moniscione - Naima El Shams), bred by Andrioli Giorgio (IT) and owned by Luciano Curi (BRA), who obtained, in a quite strong group of two-years old fillies, a note of 89, 67 points. It is proper to notice that judges did not throw “twenties”, and outright they were a complete rareness.

376 377


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Lance Lord OS - 1° pl 2 Years Old Colts - O: Fontanella Magic Arabian (IT)

no notare che i Giudici non concedevano i “20” con facilità, anzi erano decisamente una rarità. La medaglia d’Oro dei Puledri più giovani è stata vinta da un esemplare fortemente tipico, con eccellenti testa e collo - *Shamal Al Khalediah (Padrons Image - Faaina AT), allevato e di proprietà di Al Khalediah Stables (KSA), che ha vinto la classe dei Puledri di 1 anno con 91 punti. Il titolo di Riserva Campione è stato aggiudicato al sauro *Lance Lord OS (WH Justice - Swana), allevato da Osterhof (DE), di proprietà di Fontanella Magic Arabians (IT), che è stato anche vincitore nella classe dei Puledri di 2 anni con ben 90,33 punti. Medaglia di Bronzo è stato il sauro di 3 anni *Jumanci OS (Ajman Moniscione - Praetoria), vincitore della sua classe con un totale di 90,67 punti ed un bel “20” per movimento.

I Arabian Horse JOURNAL I December

The gold medal in the young colts category, won a really typey one, with a nice head and neck - Shamal Al Khalediah (Padrons Image - Faaina AT), bred and owned by Al Khalediah Stables (KSA), which won the yearlings class with 91 points. The Reserve Champion title was granted by the judges to the chestnut Lance Lord OS (WH Justice - Swana), bred by Osterhof (DE), owned by Fontanella Magic Arabians (IT) and he was winner in two-years old colts class with 90, 33 points. As the second Reserve Champion, it means, the Bronze Medal winner, appointed was the threeyears old, chestnut Jumanci OS (Ajman Moniscione Praetoria), who was the winner in his class, with total scores 90, 67 points and one “20” for the movement.


Abbiat El Shams - 1째 pl 2 Years fillies - O: Andrioli Giorgio (IT)

Jumanci OS - 1째 pl 3 Years Old Colts - O: Fontanella Magic Arabian (IT)

378 379


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Tamara - 1° pl 10 Years Old Mares - O: Reinhard Sax (D)

OR Ibn Halim - 1° pl 10 Years Old Stallions - O: Allevamento Ol Rì (IT)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Campionessa Fattrice e medaglia d’Oro è diventata una fattrice già ben nota in tutti gli show-ring del mondo, popolare ed ammirata da giudici, handlers ed amanti del cavallo Arabo, la meravigliosa bianco-latte - *Col Cora (Wagner - Catika), allevata da Az. Agr. il Colle (IT), di proprietà di Dubai Stud (UAE), che ha vinto la classe delle Fattrici 7-9 anni con un punteggio totale di 91,67, ricevendo "20" per testa e collo. Il titolo di Riserva Campione delle fattrici e la medaglia d’Argento sono stati aggiudicati alla baia *Cast Al Khalidiah (Aja Sangali - Thee Evening Star), allevata e di proprietà di Al Khalediah Stables (KSA), seconda dietro Col Cora nella sua classe, con un pur eccellente 91,33 punti (con “20” per tipo). La medaglia di Bronzo in questa categoria è invece andata alla Polonia, con la saura *Cenoza (Ekstern-Celna), allevata e di proprietà di Janow Podlaski Stud. Cenoza è stata anche vincitrice delle fattrici di 4-6 anni con 90 punti.

Senior Gold Female Champion became a mare perfectly well-known in show rings of all sides of the world , popular and admired by judges, exhibitors and lovers of Arabian horses , milky-white - Col Cora (Wagner - Catika), bred by AZ Agr. IL Colle (IT), owned by Dubai Stud (UAE). She won 7-9-years old mares class with the total score of 91, 67, in this one „20s” for head and neck. The Reserve Champion Mare title and the silver medal were granted by the judges to the bay Cast Al Khalidiah (Aja Sangali - Thee Evening Star), bred and owned by Al Khalediah Stables (KSA), who came second after Col Cora in her class, with 91, 33 points (“20s” for type). Bronze medal in this category went to Poland with the chestnut Cenoza (Ekstern-Celna), bred and owned by Janow Po-

MA Shadow El Sher - 1° pl 4-9 Years Old Stallions - O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

380 381


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Cenoza - 1° pl 4-6 Years Mares - O: Stadnina Koni Janow Podlaski (PL)

La scelta dei campioni nella categoria “stalloni senior” non è stata particolarmente apprezzata, perchè dubbi e commenti da parte degli spettatori hanno contrassegnato ogni scelta da parte dei Giudici. Il titolo di Campione degli Stalloni senior è andato al baio *MA Shadow El Sher (El Shermann - Calyenna El Jamaal), allevato da Allevamento Mystic Arabians (IT) e di proprietà di Dubai Stud (UAE). Nella sua classe ha ricevuto due "20" per il tipo, ed un totale di 92 punti, il punteggio più alto dell’intero show. La medaglia d’Argento è stata appannaggio del ben noto grigio *Al Milan (Al Lahab - Milena), allevato e di proprietà di Sax Arabians (DE), classificato secondo, dietro quello che sarebbe diventato il campione nella classe 4-9 anni, con 90,67 punti. La mia opinione personale è che sia il miglior prodotto del suo progenitore, in mostra nei ring di tutta Europa - *Al Lahab. L’ultimo titolo - la medaglia di Bronzo – è stata assegnata al baio *OR Ibn the Halih (Halim Requim - Bint Masuya), allevato e di proprietà

I Arabian Horse JOURNAL I December

dlaski stud. She was the winner of the 4-6-years old mares classewith 90 points. The choice of champions in the category - older stallions - didn`t excite, because doubts and types of spectators matched the choice of judges. A Senior Champion Stallion title got to the bay MA Shadow El Sher (El Shermann - Calyenna El Jamaal), bred by Allevamento Mystic Arabians (IT) and owned by Dubai Stud (UAE). In his class he received two „20s” for type, and total score 92 points, what was a highest note given in the show. Silver medal was won by the well-known grey Al Milan (Al Lahab - Milena), bred and owned by Sax Arabians (DE) which was placed second, behind the later champion in the 4-9-years old mares class, with 90,67 points. It seemed to me, that he is the best son of his sire, shown on European rings till now - Al Lahab.


Col Cora - 1° pl 7-9 Years Mares - O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

dell’Allevamento Oi Ri (Italia) che ha vinto (88 punti) la classe degli stalloni più anziani – dai 10 anni in su. Il primo show internazionale organizzato nella Repubblica Ceca è ormai dietro le spalle. La stagione degli show del PSA per il 2010 si avvia lentamente verso la fine. D’altra parte, si profila sempre più vicino quello che è ancora l’appuntamento più importante dell’anno per gli amanti del purosangue Arabo, con l’inevitabile grande battaglia per medaglie e titoli – il Campionato del Mondo a Parigi – dove appariranno nel ring gli esemplari che rappresentano il meglio del meglio! Quindi, a rivederci tutti a Parigi, e sicuramente anche il prossimo anno nella „capitale delle capitali europee” - Praga, per il II Prague InterCup. Ci auguriamo che gli esemplari in mostra il prossimo anno siano anche più numerosi, così che anche la qualità ne risulti migliorata, per la felicità e soddisfazione di allevatori e proprietari. Credo questo sia anche il miglior augurio per gli organizzatori.

The last title - the silver medal – was granted to the bay OR Ibn the Halim (Halim Requim - Bint Masuya), bred and owned by All.to Ol Ri from Italy which won (88 points) oldest stallions class - 10-years old and older. The first international show organized in Czech Republic has already been left behind us. The Arabian horse show-season 2010 slowly ends. On the other hand, coming is the still most important meeting of the Arabian lovers world in the year and the great fight for medals and titles - World Championships in Paris - on the ring would appear the most beautiful from beautiful! So,- see you all there, and surely next year in „the capital of European capitals” - Prague, on IIth Prague InterCup. Let us hope that even more horses will be present there, so the level increases and both the breeders and owners will leave Prague happy and satisfied. I wish this to organizers.

382 383


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Championship Fillies

GOLD MEDAL • D Deemah O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

BRONZE MEDAL • Abbiat El Shams O: Luciano Curì (BRA)

SILVER MEDAL • Palatina O: Stadnina Koni Janow Podlaski (PL)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Colts

GOLD MEDAL • Shamal Al Khalediah - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

BRONZE MEDAL • Jumanci OS O: Fontanella Magic Arabian (IT)

SILVER MEDAL • Lance Lord OS O: Fontanella Magic Arabian (IT)

384 385


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

Championship Mares

GOLD MEDAL • Col Cora O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

BRONZE MEDAL • Cenoza O: Stadnina Koni Janow Podlaski (PL)

SILVER MEDAL • Lana Al Khalidiah - O: HRH Prince Khaled Bin Sultan Bin Abdul Aziz Al Saud (KSA)

I Arabian Horse JOURNAL I December


Championship Stallions

GOLD MEDAL • MA Shadow El Sher O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

BRONZE MEDAL • OR Ibn Halim O: Allevamento Ol Ri (IT)

SILVER MEDAL • Al Milan O: Reinhard Sax (D)

386 387


AH P r a g u e - C z e c h R e p u bl i c

The Best Czech Horse

CHAMPION • Mistral - O: František Duba (CZ)

The Highest Score Of The Show

CHAMPION • MA Shadow El Sher O: Dubai Arabian Horse Stud (UAE)

I Arabian Horse JOURNAL I December


www.arabianhorsejournal.com

389 389


SYLWIA ILENDA SYLWIA ILENDA

Equine Art and Arabian Horse Photography mail: art.ilenda@gmail.com mob: +48 697 709 662


A


I Arabian Horse JOURNAL I December


393 393


I Arabian Horse JOURNAL I December


395 395


subscribe

NOW!

SPECIAL OFFER for Italy yearly subscription (8 issue) and a personalized pen â‚Ź 100,00 for Europe and other Countries â‚Ź 130,00 delivery expenses included Name ................................................................................................................................. Address ......................................................................City ................... Zip code .............. Country ........................... Tel ............................... Email ................................................... Payment: by cheque to MIKA Editrice s.r.l. C.so Garibaldi, 7 - 20030 Seveso (MB) - Italy or: VISA .............................. number .................................... expiration .............. date ........... security code (the last 3 number on the back of the card) .................................................

signature ...................................................

Send by mail: info@arabianhorsejournal.com or by fax +39 (0) 362 541804


A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N

AH P o l a n d

Giornate C APraabvaollo Arabian Horse Days

- Poland 2010

del

st-September

st-September

2 /2010 Augu

zione in A.P.

€ 8,00 Spedi

2 /2010 Augu

olonia 2010

I O N P A S S

Francesca Messina

photos by Silwia

I

E S H O R S

to n AH L ex i n g

June-July

€ 8,00 Spedizione in A.P.

I/2010

In quella che probabilmente è stata una saggia preventiva, i dirigenti mossa very delle Scuderie interesting collection di Stato hanno insieme una collezione of mares, even messo current molto interessante if without a show star, in se non c’era una di fattrici, anche order to attract vera e propria a specific circle of customers. “star” dello show, attirare una categoria al fine di ben specifica di The Polish Nationals acquirenti. I Campionati formed just the Nazionali Polacchi the expertly right lead-in organised event, to hanno costituito l’introduzione which did not poi to provide più appropriata manage a questo evento the specialist organizzato, che audience with così bene prises non è riuscito any great surbut was able a dare grosse to come up with all’audience più sorprese as specialistica, ma excellent quality usual in the junior che ha saputo l’usuale eccellenza mare classes esprimere nior as well as in the di qualità nelle mares in particular. seFattrici Giovani The top class e nelle consisted panel of judges of Mrs. Silvia Garde-Ehle rt (Germany), Mr.

!! ! 3121 Fhzqufjboou !!!!!Fw

I A N A R A B

June-July

I/2010

Ilenda

Nel periodo precedente le Giornate del dal 6 al 10 Agosto Cavallo Arabo, di quest’anno, In the run-up che si sono tenute to this year’s da tradizione Arabian Horse come 10 August), nel magnifico Days (6 – comprensor io which are traditionall di Stato Janow delle Scuderie y held in the Podlaski, la “fabbrica ficent grounds magniof the Janow delle dicerie” già facendo gli Podlaski state stava rumour straordinari, e stud, the mill was as usual dappertutto allevatori esperti di varia already working ed and everywhere capacità supponevano overtime breeders and che probabilmen quest’anno la those in the know crisi finanziaria te surmising globale non avrebbe that probably were immune neanche this year the lasciato crisis l’Asta - “Orgoglio global financial would also not della Polonia”, è largamente conosciuta leave the normally record-brea - che pure ha l’abitudine come king “Pride of Poland lire nuovi record – Auction” unscathed. di stabiogni anno. It was probably a wise and pre-emptiv part of the officials e move on the of the state stud to put together a I

- U SA

21 Kvof!8.23-!31 by Pyrami

JOURNAL ARABIAN

HORSE

P A S S I O N H O R S E S

I O N P A S S

E S H O R S

photos: Erwin

Escher

Egyptian in the Working and Conform ation Benjamin d by Scott pre- Assessing Par t I” presente – Prima parte” classes included Arabian – afternoo n Arabo da Lavoro rs, along nel Cavallo Shelle. Le categorie Dr. John Shelle. Monday Morfologia Head exhibito dal Dr. John Dam Benjamin e o la magnifica Most Classic Produce of sentato da Scott the beautiful del Lunedi includevan Open, the s pomeriggio Pleasure Open, Western Pleasure Tuesday morning attendee in azione nel oltre al Western e “Get with Classic Head, in Par t Sire classes. delle Fattrici) esibizione Most and Get of d to par ticipate Dam” (Prodotti a“Produce of martedi mattiagain welcome g Conform ed alle classi spettatori del were once on “Assessin Stalloni). Gli clinic Simposio degli del Amateur parte Arabian” . of Sire” (Frutti of Dr. Shelle’s dalla Seconda Egyptian “Asses- II di nuovo accolti Working session, follona sono stati del giorno precedente classe tion in the the morning La sull’argomento colts in the Riders began Egyptian Arabian” del Dr. Shelle fillies and mattuti- Western tion in the Working Class yearling closing the il via alla sessione sing Conforma wed by World Hunter Pleasure Riders ha dato di un anno (World n and Open Amateur Western femmine, e afternoo session. Puledri, maschi o e dalla Open swing bena, seguita dai nel pomeriggi was in full Tuesday evening fillies and colts) del martedi. ay the Event Class yearling By Wednesd la sessione serale a partiche ha chiuso ormai lanciato, Hunter Pleasure l’Evento era Arrivati al mercoledi

I

I

rt x Soul Pret

ber-November

€ 8,00 Spediz

ione in A.P.

P A S S I O N

H O R S E S

A R A B I A N

3 /2010 Octo

H O R S E S

ty

3 /2010 Octo

ber-November

FT Shaell a m Dese

Shael Drea

“Bor “Bo “B Bo B orn o or rn tto lea rn lle ead e ea ad a d.. d d... .... Bre B Br red re ed to to ex exc exce xce ce ell! l!!” ”

P A S S I O N

ARABIAN HORSE JOURNAL

A R A B I A N

I A N A R A B

a Society

ary of the 30th Annivers on of the Horse Park, The celebrati Kentuck y Egyptian held at the cer tainly io del famoso 2010 was Egyptian Event, June 7-12, of ne del 30° Anniversar Park, Lexington, KY, n, KY from the myriad La celebrazio Horse red. Beyond cer- Lexingto è tenuta al Kentucky 2010 è stata be remembe Arabian horse Event, che si a week to 7 al 12 Giugno the Egyptian d’America dal alla miriade Egyptian celebrati ng negli Stati Uniti ricordare. Oltre activitie s ity, the 2010 settimana da Egiziano ing commun the histoo il cavallo Arabo tamente un’intera rk week in and surround be a benchma of the eventi che celebravan 2010 Egyptian Event ha ser ved to il the opening di attività ed Arabo. Event intorno ad esso, horse. Both cavallo del comunità Arabian and the interthe e tutta la nella storia Galleries la ry of inarrivabile Al-Marah che t: the Ar t, Arabian Horse stabilito un paragone the Deser Al-Mara h del Cavallo Arabo “A Gift from delle Gallerie l’Arte, la Storia Horse” took exhibit Deserto: Sia l’apertura del Arabian the national of the nale “Un dono and Culture from the Desert: Mostra Internazio Arabo” (A Gift a avuto History del Cavallo the Event. Horse) hanno June 7th with e la Cultura place during of the Arabian on Monday, and Culture kicked off Moveme nt: Art, History The Event entitled “Arabian con un Siml’Evento. entary clinic luogo durante il Lunedi 7 Giugno la complim ha avuto inizio Arabo: Giudicare La kermesse Movimento sul tema “Il posio a latere

ber

ber-Novem

3 /2010 Octo

zione in

ber ber-Novem

Psyrasic

Rafahag

(Psytadel x Karoba)

Owned: ALBIDAYER

STUD (UAE) On lease to Scuderia Groane Via Sant’Andrea, 21 - 20020 Misinto (MI) - Italy + 39 348 5616103 www.scuderiagroane.com

(Autentix Khazim x Maresha

Al Kidir)

Owner: AG Arabians

Angelo Guggino Via conturbai, 24 - 28040 Borgo Ticino (NO) Italy +39 335 8330606 www.ag-arabians.com

3 /2010 Octo

S E S H O R

Jamil Al Rayyan

(Ansata Hejazi x Dana

AB Jamil La Piana

Al Rayyan)

(WH Justice x Rosetta

Owner: Albaydaa Stud (EGY) Mr. Ahmed El Telawy

m

H O R S E S

Avatar By Bri

(Vergil x Athena El Emmers)

Owner: Brigitte Greimel

Allevamento il Principe +39 335 7073336 info: Scuderia Groane +39 348 5616103 www.scuderiagroane.com

Alì Moniscione

(Psytadel x Alianna

Shangay

Moniscione)

Owner: Az. Agr Buzzi

(WH Justice x Salymah)

Giancarlo

Owner: Equus Arabians

Via Varesina, 20 21035 Cunardo (VA) - Italy + 39 347 3160553 tel/fax: + 39 (0) 332 715328

Km. 20 N-141C (Carretera Manresa-Vic) 08279 Calders. Barcelona. Spain. Phone: +34 93 317 63 63 and 93 830 9362 fax: + 34 93 318 03 53

Mauro

Morhag

(Moroc x Maresha Al

Owner: AG Arabians

Kidir)

- Angelo Guggino Via conturbai, 24 - 28040 Borgo Ticino (NO) Italy +39 335 8330606 www.ag-arabians.com

Althea

(Ajman Moniscione

Etoile AS By Royal

x Naama della Vigna)

Owner: Manuela Re Info: Arabian Show Training +39 3385093551 - +39 (0) 35564924 lucaoberti@hotmail.com www.lucaoberti.com

(Royal Lolours x Petit

ari Cal�nd

P A S S I O N

H SE HOR BIAN R B ARA A

tion...

Collec adies The L

N B I A A R A

S E S H O R

N S I O P A S

Antar FG

(Royal Colours x gasmira

El Zaid)

Owner: Iervolino Gianluca

Info: A. Training Center Roberto Zaniboni +39 3387583399 roberto@zaniboni-arabians.co m

Ha Assad Al Kabeer

(Frasera Ramses Shah

x Alisha da Alaa Al Din)

Owner: Manuela Re Info: Arabian Show Training +39 3385093551 - +39 (0) 35564924 lucaoberti@hotmail.com www.lucaoberti.com

SDP Taylor

(Travis MSC x Sh Enchantress)

Owner: Marco Franchini Scuderia Groane Via Sant’Andrea, 21 - 20020 Misinto (MI) - Italy + 39 348 5616103 www.scuderiagroane.com

Corso Garibaldi, 7 - 20030 Seveso (MB) - Italy • Tel. +39 (0) 362 541804 - E-mail: info@arabianhorsejournal

2011

m e . c o h o r s b i a n . a r a w w w

w w w . a r a b i a n h o r s e . c o m MIKA Editrice S.R.L.

PS)

Owner: Cancemi Chiara +39 3406897928 Info: Iwona Monika Kwiatkowska + 39 3347648611

JOURNA

L

A R A B I A N

by Azja by Moroc)

Owner: Az. Agr. Morelli

loc. Andressi, Amato, 88040 - (CZ) - Italy +39 328 2244658 +39 331 3735423 info@morelliarabianhorse.com

El Haram - Giza - Egypt +20103223000 www.albaydaa.com albaydaaarabians@hotmail.co

N B I A A R A

design by

AH Journal

ARA A R B BIAN

l Pretty

ert x Sou

am Des

Shael Dre

H SE JOU HOR RNAL

d.... d.. ad ea ea lle lea rn tto rn orn o ” Bor “Bo “Bo “B l!!” ell! ce xce exce exc to ex ed to red re Bre B Br

lla T Shae The Lad ies Collec F tion...

A.P.

N S I O P A S

Journal © design by AH

A R A B I A N

€ 8,00 Spedi

.com

Prenota il tuo Calendario 2011 - info@arabianhorsejournal.com +39 0362 541804 - € 12.00 + spese di spedizione


4 /2010 December

4 /2010 December

ARABIAN HORSE JOURNAL

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N

â‚Ź 8,00 Spedizione in A.P.

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N


4 /2010 December

4 /2010 December

ARABIAN HORSE JOURNAL

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N

â‚Ź 8,00 Spedizione in A.P.

A R A B I A N

H O R S E S

P A S S I O N

AHJournal n° 4-2010 December  
AHJournal n° 4-2010 December  

PASSION ARABIAN HORSES

Advertisement