Issuu on Google+

FOGLIO MENSILE DI CITTADINANZA Le Under 15 della scuola di danza sportiva New Dance Formello dell’ASD Circolo Culturale Formello hanno vinto la medaglia d’argento ai Campionati Italiani di Danza Sportiva amatoriale il 3 giugno 2012 a Rimini. Le atlete sono Alyssa Frazzano, Denise Maresi, Martina Miceli, Emily Rossini, Alessia Trastulli e Eleonora Trastulli.

Luglio 2012 • Anno II • n.3

È gratis

Acqua a singhiozzo, Comune Celestino ha firmato e cittadini diffidano Acea Ato2 il patto Rifiuti Zero

I

l sindaco di Formello, Sergio Celestino, ha sottoscritto l’impegno verso la strategia Rifiuti Zero. La firma della dichiarazione è avvenuta a Palazzo Chigi, il 22 giugno scorso, in occasione della tavola rotonda promossa da Legambiente Formello “Rifiuti, addio. Stati generali per la differenziata nei comuni di Veio e Valle del Tevere”. Il percorso al quale si è impegnato Celestino prevede che Formello arrivi al traguardo “Rifiuti Zero” – secondo 10 passi che hanno adottato altre 82 amministrazioni in Italia – entro il 2020, stabilendo il raggiungimento del livello minimo del 65% di raccolta differenziata entro il 2012 e del 75% entro il 2015. Frattanto, però, a Formello la differenziata non aumenta. Anzi, cala. A maggio è passata al 57% contro il 60% registrato nel dicembre scorso. Le ragioni del fenomeno sono state in parte

spiegate con l’arrivo di residenti che, provenendo da località nelle quali ancora non si fa porta a porta, faticano ad adeguarsi al nuovo regime. E così da luglio inizierà un’opera di sensibilizzazione dei cittadini, per passare da settembre alle sanzioni per chi non differenzia bene o, più semplicemente, se ne frega. Una misura forse impopolare, ma necessaria a tutela di chi invece si comporta bene o non vuole una discarica sotto casa. D’altro canto proprio entro il 31 dicembre bisogna aver raggiunto – per disposizione di Bruxelles, legge e piano rifiuti – il 65% di raccolta differenziata. E se non accadrà, saranno applicate delle sanzioni da parte dello Stato, ma in questo caso non a chi non differenzia, bensì a tutti i cittadini. Annunciata, sempre dal sincaco, l’apertura di una terza isola ecologica e la messa a disposizione di chi ne farà richiesta di 10 microtrituratori per gli sfalci. Una volta usati andranno restituiti.

Foto: Ilaria Canali

Differenziata: scorretti a rischio multa

L’autobotte con l’acqua potabile che viene inviata dall’Acea quando l’acquedotto smette di funzionare

In dodici pronti al ricorso, altri pensano alla class action Intanto l’azienda concessionaria prova a riparare il guasto

S

enza acqua, specie nel weekend. Autobotti di Acea per rifornire i cittadini di acqua potabile. Cittadini che si riuniscono per progettare una class action e il sindaco che arriva a emettere un’ordinanza a tutela della salute pubblicha - di quelle che se non la rispetti finisci in Procura nei confronti di Acea Ato2, il gestore del servizio. Questa è stata Formello agli inizi di giugno, quando da venerdì 8 si è verificata l’interruzione più lunga e insopportabile. Ma erano una paio di settimane che si andava avanti con l’acqua a singhiozzo. Non una grande novità, visto che 12 residenti a Monte Madonna hanno già diffidato Acea proprio per i disservizi e la qualità dell’acqua. Sono pronti a far causa e anche a sospendere il pagamento delle bollette. D’altro canto

Abbey Road chiude. Ma resta vivo “D’ora in poi organizzerà eventi” Un laboratorio di creatività Coppola: “L’idea venne da San Diego, la fortuna con Facebook” Ilaria Canali

A

soli due anni dalla inaugurazione, chiude l’Abbey Road, locale di musica dal vivo della zona Olmetti che era diventato un punto di riferimento per musicisti emergenti. L’ultima serata il 30 giugno. Ma non è stato un addio per Luigi Coppola, barman acrobatico, attore e “manager tuttofare” che dell’Abbey Road è stato l’ideatore. Perché sopravvive l’associazione Abbey Road di cui Luigi è presidente. Dal nome dello storico studio di registrazione dei Beatles, l’associazione Abbey Road si occuperà di eventi musicali, mostre, rassegne, e si propone di collaborare con le altre associazioni di Formello. Già nell’estate formellese parteciperà all’organizzazione della mostra fotografica “Facebook Formello”, a Palazzo

Chigi il 24 luglio alle ore 21. Luigi, che ha 10 anni di esperienza in locali di grido di Roma come l’Art Caffè e in discoteche della Costa Smeralda e degli Stati Uniti, sostiene che «è limitante un locale fisso. Per ammortizzare affitto, personale e Siae servono 8 eventi al mese, cosa non facile nell’attuale collocazione». Eppure al confronto con altri locali di live music della zona, l’Abbey Road era riuscito a proporsi con successo anche come laboratorio di creatività grazie alle jam sessions. «L’idea viene da San Diego - dice Luigi - lì in ogni angolo i musicisti si incontrano e, professionisti e non, improvvisano insieme ogni sorta di ritmo». Suggerimenti per coinvolgere i giovani? «Puntare su eventi che allarghino gli orizzonti, componendo degli eventi a puzzle in cui si intersecano più interessi. La mostra

Luigi Coppola, della Associazione Abbey Road.

accanto alla musica, la sfilata e il teatro, invitando artisti da fuori, innovativi. E fare una programmazione varia, con musica emergente, tribute bands, improvvisazione». E la promozione? Luigi non ha dubbi: «Facebook! L’Abbey Road ha raggiunto 5000 contatti e 100 richieste di amicizia al giorno».

ci sono altri utenti, riforniti sempre dalla stessa società, che soffrono specie nella zona verso via della Villa - per la “sabbia” nell’acqua potabile. Anche questi sono più che inquieti. Le ragioni dei disagi dovuti alla mancanza di acqua potabile sarebbero da ricondurre al guasto di una delle due pompe elettromeccaniche dell’impianto di località Pantanicci, che dovrebbe sollevare l’acqua fino al bottino che si trova nel punto più alto di Formello. Finché la popolazione non consuma molta acqua, come nei fine settimana, il sistema riesce a garantire una quantità di liquido sufficiente, ma appena il consumo si accresce va in crisi. Acea Ato2 - dopo l’ordinanza del sindaco si è tenuto un incontro con il Comune - ha mandato una squadra per lavori di manutenzione tra il 22 e il 23 giugno. L’intervento è stato presentato alla cittadinanza - dal responsabile di Acea Ato2, Francesco Pratesi - come destinato ad «eliminare i disagi attuali». La sostituzione di valvola ed elettropompa si è conclusa il 27 giugno. Nel frattempo l’amministrazione comunale incon-

trerà, a metà luglio, i vertici di Acea a piazzale Ostiense proprio sulla questione acquedotto. La vicenda aveva già aperto anche una questione più “civica”. I cittadini si erano infatti ritrovati il 14 giugno nella sala parrocchiale per incontrare un avvocato e agire per un risarcimento danni nei confronti del fornitore (perché si tratta di un contratto tra utente ed Acea). Sarà dura spuntarla. Infatti le condizioni di fornitura di Acea recitano: «Qualora la sospensione della somministrazione dell’acqua superi 15 giorni, il Cliente potrà richiedere un abbuono proporzionale sui corrispettivi fissi». Un risvolto contrattuale che però non riguarda solo Formello, ma purtroppo è identica a quella di tutti gli altri comuni, in tutto 74 ma destinati a divenire 112, ricompresi nell’ambito territoriale ottimale 2 (Ato2) la cui gestione del ciclo integrato delle acque - dunque fogne incluse - è per legge affidata ad un unico gestore. E questo, a livello di zona, è stato individuato in una società privata, controllata dal Comune di Roma: Acea Ato2.

UN’ESTATE PER I BIMBI L’estate formellese a misura di bambino. Questa la novità per il 2012. Martedì 10,17,24 luglio dalle 17,30 alle 20, presso la biblioteca comunale si terrà il Film Festival Estate bimbi e tutti i mercoledì, venerdì e sabato mattina dal 7 al 28 luglio, presso il Museo dalle 10 alle 12 Caccia al tesoro per i bimbi dai 7 ai 12 anni. Info ai numeri 069089032/0690194240.

SUK OVEST L’11 luglio a Palazzo Chigi, dalle ore 18, Massimiliano Smeriglio, assessore provinciale, nei panni di scrittore presenterà il suo ultimo romanzo “Suk ovest. Banditi a Roma”. Il romanzo fa incontrare l’escalation di violenza a Roma con l’occupazione nazista e della Resistenza. Iniziativa con la partecipazione della biblioteca comunale e dall’assessorato alla Cultura.

Studio su Radio Vaticana R

adio Vaticana abbasserà le emissioni dal primo luglio. Da Santa Maria di Galeria non partiranno più le trasmissioni in onde medie per alcuni paesi europei e, in onde corte, verso gran parte delle Americhe. Queste aree – secondo il portavoce della sala stampa vaticana – sono « le regioni del mondo in cui la copertura delle ritrasmissioni radio e l’accesso tramite Internet sono ormai le vie di gran lunga preponderanti per fruire dei servizi della Radio Vaticana». Per Bambini senza Onde, visto che resteranno attive le emissioni dirette in Africa, Medio Oriente ed Asia si tratta solo di un “piccolo passo”. Il comitato attivo a difesa contro l’inquinamento elettromagnetico provocato dalla radio del Vaticano nel frattempo ha raggiunto un accordo con il Comune di Formello – e con quello di Anguillara – per avviare uno studio epidemiologico attraverso i medici di base per

rilevare l’incidenza delle tipologie di tumori (leucemie, mielomi) nella zona. Per settembre è in preparazione una conferenza su Radio Vaticana, che potrebbe tenersi a Le Rughe.

SIAMOTUTTIFOTOGRAFI Il 24 luglio alle 21 a Palazzo Chigi mostra video-fotografica ispirata da Facebook. Organizzata da Fotografers, con Abbey Road, Legambiente, CAG e Archeoclub, “Facebook/FormelloSiamotuttifotografi” è un work in progress preceduto da spedizioni fotografiche per grandi e piccini (15 luglio, ore 9, alla Selvotta, e il 18 e 25 luglio, ore 10, laboratorio fotografico per bambini a Palazzo Chigi).


FOGLIO MENSILE DI CITTADINANZA Avamposti di un futuro possibile

C

Valentina Caserio

Hanno collaborato

Mazzafionga, Ilaria Canali

Fotografa

Ilaria Canali

Progetto grafico e impaginazione

Paolina Simonpietri

Stampa

Miligraf Srl Via degli Olmetti, 36 00060 Zona Industriale Formello (Roma) Tel. 069075142 Fax 0690400189 marketing@miligraf.it www.miligraf.it

Editore

Servizi Editoriali Srl via F.lli Beguinot, 34 03018 Paliano (Frosinone)

Sede

Via Misurina, 97 - 00100 Roma info@aguzzo.it

Chiuso in redazione il 26 giugno 2012 Reg. Trib. Roma n. 178/2011 Carta riciclabile e senza cloro - ECF

Mazzafionga

Il centro giovanile Altrove

Dal klezmer a Lino Patruno Ecco il Formello Jazz Festival

S

aranno notti di jazz a Formello. Dal 13 al 15 Luglio in Piazza san Lorenzo, nel centro storico il “FormelloJazzFestival” diretto da Cesare Banchi giunto alla quarta edizione. Una manifestazione musicale che – a dispetto di qualche luogo comune – ha dimostrato come il jazz possa essere un genere coinvolgente e divertente. Ma non ci sarà solo musica a tener banco in centro: tutte le sere, dalle 19.30, sono in programma percorsi enogastronomici, visite alla meridiana nella chiesa di San Lorenzo e al Museo dell’Agro Veientano all’interno di Palazzo Chigi. Il programma musicale prenderà inizio ogni sera dalle 21.30 e prevede il 13 luglio l’esibizione

del Gabriel Coen Quintet con “Klezmer Night!”, una rilettura di brani e musiche popolari della tradizione ebraica, in particolare di quelle sefardite (ebrei spagnoli). Sabato 14 luglio sarà la volta del Marco Guidolotti Quartet, formazione guidata dal sassofonista e clarinettista vincitore del “Premio Internazionale Massimo Urbani” e collaboratore dei più importanti musicisti italiani ed internazionali. Gran finale il 15 luglio con il Lino Patruno Jazz Show e balli swing, con il celebre attore e musicista che dagli anni ‘50 è diventato una delle maggiori icone del jazz italiano. Nel 2011 è stato invitato a rappresentare l’Italia al New Orleans Jazz & Heritage Festival.

Vita da lampadina, vince cartoon de Le Rughe

I

l cartone animato proposto dalla III D dell’istituto comprensivo di Formello, elementari de Le Rughe, ha vinto il concorso “Vita da lampadina”, lanciato da Ecolight (consorzio per la gestione di raee, pile e accumulatori) e dal Wwf. Gli alunni sono stati premiati il 4 giugno insieme alla loro insegnante, Francesca De Santis. Dal racconto realizzato da un’alunna della scuola elementare è nato un cartone animato dove i ragazzi spiegano perché le nuove lampadine a fluorescenza compatte (Lfc) sono migliori di quelle “antiche” a incandescenza. Nel raffronto diretto tra le due è la prima a vincere: consuma meno e può essere quasi interamente recuperata dando origine a materie come il vetro, la plastica, l’alluminio e persino il mercurio. «Quando mi esaurisco, con il riciclo posso rivivere in tante cose», dice la lampadina a fluorescenza nel

Angelica Alemanno

1956

Fu Dacia Maraini a farmi conoscere Amerigo. Nasce a Roma l’11 dicembre del 1956 ed esordisce proprio a Formello nel 1980, alla Galleria “La Scaletta”. Dopo soli tre anni una personale in Via Frattina, alla “Feluca”e così via a dipingere, fino ad oggi. Amerigo Gismondi è persona curiosa da incontrare nel cuore di Formello: in tipografia, al bar, di passaggio al centro storico, di visita all’Infoshop. Personalmente incontrai prima i suoi colori della sua faccia e mi restituì d’un colpo il mio sguardo di fanciulla. Prima di tutto vidi un suo gatto seduto, appoggiato

cartone animato. Alla vecchia incandescente viene assicurato un posto dignitoso: il museo «insieme alle lampade a olio». «L’iniziativa -ha detto alla stampa Francesca De Santis, l’insegnante della classe che ha vinto il concorso - è stata indubbiamente interessante e ha stimolato i bambini al recupero di oggetti quotidiani. Il poter vedere da vicino i materiali recuperati dal corretto smaltimento di una Lfc è stato un aiuto in più per capire cosa significa realmente il riciclo. La speranza è che adesso il messaggio possa essere portato nelle famiglie e diventare così una buona pratica. Già qualche segnale in questa direzione lo abbiamo avuto parlando direttamente con i genitori». Il concorso “Vita da lampadina”ha interessato 25 classi e coinvolto oltre 600 studenti tra Roma e Milano.

ad una parete in una bella casa di campagna. Chiesi spiegazioni alla proprietaria del quadro e mi disse: dice una leggenda mussulmana che nell’arca di Noé, ad un certo punto, apparvero i topi che, moltiplicandosi a dismisura, disturbavano gli animali mangiando il loro cibo e rosicchiando le stesse assi della barca. Allora Noé chiese al leone, che era il più saggio degli animali, di fare qualcosa. Il leone starnutì e dalle sue narici vennero fuori due piccoli gatti che in poco tempo divennero grandi e si mangiarono tutti i topi. Salvo due, naturalmente, che permisero la loro discendenza fino ai nostri giorni. Ecco, i gatti di Amerigo Gismondi hanno l’aria di essere stati appena sputati fuori dalle narici di un padre-leone. E poi proseguì. Ed ecco (…) la piccola cosmogonia personale di Amerigo Gismondi: c’è l’uovo primordiale da

Fa caldo. Caldo, ma caldo caldo. Trentotto gradi. Quaranta. Tutti a sudare con la spendireviù. “Stiamo nell’euro o usciamo dall’euro?”. Né Monti, né Merkel, qui è un’altra storia. Niente eurobond o patti di stabilità. Si fa la fila, tutti. Ordinati o meno, alla fine - portafoglio alla mano - non c’è scampo: tocca pagare. E poco importa se è sabato pomeriggio o domenica. In altri tempi se ne sarebbero stati sì uno dietro l’altro, ma per gettarsi dal trampolino. Giù, splash! E poi tutti spalmati a commentare quel bikini o la bionda abbronzatissima e rifatta. «Hai visto la super? E il gasolio? Prezzi mai visti e chi lo fa più il pieno durante la settimana?». Oggi

tutti al distributore. E giù nell’ingorgo della pompa (di benzina) in pieno weekend. Tutti assetati: conducenti e serbatoi, a riempire compulsivamente di carburante a buon prezzo le viscere della vettura. Tutti assieme, appassionatamente. Al posto della piscina c’è l’area di servizio, ma si socializza lo stesso. C’è quella che viene col prendisole, chi ciabatta con la pistola in mano, chi si sventola con la carta fedeltà. Per la doccia qualcuno pensa perfino di infilarsi nell’autolavaggio, un gruppetto di giovanotti spara decibel con l’autoradio. Come sul bagnasciuga: al posto dell’asciugamano lo straccio per pulirsi le mani al self service. E’ l’estate della spendireviù.

Primo via Aperto tavolo libera al piano per il servizio Parco di Veio disabili adulti

U

I

l 12 giugno la Comunità del Parco di Veio ha espresso il parere favorevole al piano di assetto. Il via libera arriva dopo 14 anni di attesa. Dal 19 dello stesso mese è in regione. Il piano regola l’organizzazione generale del territorio e la sua articolazione in zone con diverse forme di tutela. Quattro lettere definiscono i diversi livelli: le A sono aree di rilevante pregio naturalistico ed ambientale, le B dove non è consentita nessuna opera di trasformazione, nelle C favorite le attività agro silvo pastorali, la produzione artigianale di qualità e l’attività agrituristica e le D a promozione economica-sociale. Sul sito del parco sarà reso noto quando (forse settembre) poter presentare osservazioni al piano.

n tavolo di lavoro con la partecipazione di Asl RM/F, Distretti, Provincia di Roma e Vitalba Onlus di cui si farà carico il Comune di Formello, comune capofila del Distretto RM F4, per avviare il servizio Disabili Adulti. E’ questo il primo risultato della battaglia che l’associazione Vitalba Onlus sta conducendo per indurre la Asl di Civitavecchia a rispettare quanto previsto nel proprio atto aziendale sin da 2008: attivare un servizio per i disabili che hanno più di 18 anni. Per arrivarci è in corso una raccolta firme che aveva particamente raggiunto – già ai primi di giugno – quasi 4 mila firme, si è tenuto un incontro pubblico al teatro Velly ed è pure stata presentata una interrogazione urgente dal consigliere regionale Pd, D’Annibale. Da parte sua la Asl RM/F ha elencato una serie di iniziative – tra cui un centro sperimentale per la disabilità adulti a Ladispoli – dovendo però ammettere che il servizio per la disabilità adulta non è stato ancora avviato.

cui scaturirà un giorno il più bello dei mondi; c’è il sogno delle piante che prelude alla conoscenza; ci sono i gatti severi che meditano di mangiarsi tutti i topi cattivi che minacciano l’equilibrio dell’arca, e infine ci sono i fiori che ci ricordano con sfarzo la sempre presente nostalgia del ventre materno. Che cosa possiamo chiedere di più alla sua mano sapiente? Noi che guardando i suoi quadri sogneremo di diventare gatti, di mettere le foglie e di dare vita alle cose buone del mondo. (le parole di Dacia Maraini per descrivere l’opera di Amerigo Gismondi sono tratte dal catalogo “in principio era la natura”, introduzione alla Mostra organizzata dal centro Ricerche economico-sociali di Taranto, Castello Aragonese 1990).

PUOI SOSTENERE L’AGUZZO CON PAYPAL SU WWW.AGUZZO.IT

PER LA TUA PUBBLICITÀ 327 3276021

Immagine: Land of Nod Studio’s

’è fermento per l’estate giovane a Formello. I primi a scendere in pista o a salire sul palco (dipende dai punti di vista) saranno i ragazzi del Centro giovanile di Formello con “Live in Altrove”, una rassegna in tre appuntamenti all’insegna della buona musica che inizierà il 12 luglio. La sede dell’evento? Proprio di fronte al centro, in via Regina Margherita 6. Poi a fine luglio, il 28, toccherà a “Gran Theft Party”, evento dance ispirato – nel titolo – a un celebre videogame che punta a raccogliere nel segno di dubstep, elettronica, commerciale grandi quantità di giovani. A promuoverlo una decina di ragazzi riuniti nell’associazione culturale “M. Bruno Vannucci”. Andiamo per ordine. Il 12 luglio sarà la volta di Rock Hounds un concerto Cover Band Ligabue, per la manifestazione promossa dal centro giovanile “Altrove”. Il “Live in Altrove” proseguirà poi, sempre alle 21.30, il 19 luglio con “Le Rare Tracce”, tribute band che si esibirà in un concerto dedicato a Rino Gaetano e – infine – il 26 luglio “Macchivvemanna”, Mannarino Cover Band. Il tutto accompagnato da stand enogastronomici e mostre. Sarà l’occasione per vivere da vicino il centro giovanile, che conta centinaia di iscritti ed è un elemento di stimolo per la vita giovanile Il “Gran Theft Party” sarà in viale Regina Elena e si svolgerà il 28 luglio. A lanciare la sfida di una serata dance un gruppo di ragazzi di Formello e dei centri limitrofi in collaborazione con la Pro Loco. La dance terrà banco, senza bisogno di uscire dal territorio per divertirsi, chi vorrà potrà trovare ampio parcheggio e un’area ristoro.

Angelica Alemanno

Redazione

Spendireviù

Tre concerti al centro giovanile, evento dance il 28 luglio

Anno II • Luglio 2012 Direttrice responsabile

Mazzafionga

Foto: Ilariaa Canali

C

ose dell’altro mondo, verrebbe da dire. Ma anche “cose” terribilmente vicine, perché il mondo è diventato sempre più piccolo. Ed ecco allora che capita di ritrovarsi per le vie di Formello artisti e performers di mezzo mondo, professori universitari americani – della West Coast – provenienti dalla culla della rivoluzione digitale: la California. Non le solite facce, neanche il consueto caleidoscopio di culture al quale ormai ci si è abituati da quando queste terre sono state elette zona residenziale. Ma gente che – in quella che era la stagione delle sagre e feste di piazza – si mette a discutere di spettacoli nell’era digitale, architettura interattiva, di integrazione dei social media, quelli come Facebook per intenderci, con gli spettacoli dal vivo. Corsi ed eventi da specialisti? Forse. Ma anche un avamposto del futuro possibile. Formello, dal 24 giugno fino all’8 luglio ospita il Workshop REMAP/RITL per Media digitali, Teatro e Scenografia organizzato dall’UCLA (University of California, Los Angeles) e dal RITL (Leon Katz Rhodopi International Theatre Laboratory) - in associazione con Open Media Cluster, Parco Telematico dell’Audiovisivo e Comune di Formello. Una summer school con programma di seminari, lezioni frontali e workshop introduttivi tenuti da esperti e artisti del settore. Ma accanto a queste attività accademiche la “scuola” si aprirà al territorio, inteso non solo come spazio immediatamente circostante, ma anche come punto di relazione con altre persone provenienti da altre cittadine o da Roma. E offre incontri gratuiti: il 4 luglio, alle 17, a Palazzo Chigi c’è una conferenza-lezione aperta di Carlo Infante, presidente di Urban Experience, dal titolo “L’invenzione dello spazio pubblico, dal teatro al web ”, a seguire si svolgerà una festa in onore del Giorno del Ringraziamento, un’occasione di incontro fra la tradizione formellese e quella americana. E ancora: “Sviluppi futuri per Media e Spettacoli dal Vivo”, una conversazione aperta, gratuita, con Formello (7 luglio, ore 10, Open Media Cluster agli Olmetti) con l’approdo – alle 18 a Palazzo Chigi – alle prove aperte e alle presentazioni degli studenti dell’UCLA.

Live in Altrove e Grand Theft Party Estate a tempo di musica giovane


L'Aguzzo n.3 luglio 2012