Issuu on Google+


QUANDO SEMINARE GLI ORTAGGI ORTAGGIO

semina in semenzaio

semina in piena terra

trapianto

raccolto

QUANDO SEMINARE GLI ORTAGGI ORTAGGIO

semina in semenzaio

semina in piena terra

trapianto

raccolto

Feb. / Ott. CRESCENTE

CRESCENTE

Gen. / Dic.

Feb. / Mar. CALANTE

Mar. / Ago.

CRESCENTE

Giu. / Ott.

MELANZANA

Gen. / Mar. CRESCENTE

Apr. / Mag. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Set.

Feb. / Mar. CRESCENTE

Mar. / Apr. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Set.

Apr. / Mag. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Set.

-

Gen./Feb. - Ott./Dic. CALANTE

CALANTE

Lug. / Sett. CALANTE

-

Mag. / Lug. CRESCENTE

CRESCENTE

Sett. / Nov.

Feb. / Mar. CALANTE

Apr. / Sett. CALANTE

CRESCENTE

Mar. / Nov.

CALANTE

Mar. / Giu. CALANTE

CALANTE

Giu. / Dic.

MELONE

CALANTE

Mar. / Sett. CALANTE

CALANTE

Mag. / Nov.

PATATA

BROCCOLETTO

-

Mag. / Giu. CALANTE

CALANTE

Lug. / Sett.

PEPERONE

Gen. / Mar. CRESCENTE

CARCIOFO

-

Apr. / Mag. CALANTE

CALANTE

Dic. / Apr.

PISELLO

CRESCENTE

CARDO

-

Apr./Mag. CRESCENTE

CRESCENTE

Sett. / Nov.

POMODORO

Gen. / Mar. CRESCENTE

Apr. / Mag. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Set.

CALANTE

Feb. / Sett. CALANTE

CALANTE

Mar. / Nov. CRESCENTE

PORRO

Gen. / Feb. CALANTE

Apr. / Lug. CALANTE

CALANTE

Mag. / Nov.

Mar. / Apr.

Mag. / Lug.

CRESCENTE

Sett. / Dic. CRESCENTE

PREZZEMOLO

-

Feb. / Ott. CALANTE

CALANTE

Apr. / Dic.

Mar. / Apr. CALANTE

Mag. / Lug. CALANTE

CRESCENTE

Sett. / Dic. CRESCENTE

RAMOLACCIO

-

Mar. / Set.

-

Mag. / Nov.

Mar. / Apr. CALANTE

Mag. / Lug. CALANTE

CALANTE

Giu. / Mar. CALANTE

RAPA

CALANTE

Mar. / Set. CALANTE

CALANTE

Mag. / Nov. CRESCENTE

Mar. / Apr. CRESCENTE

Mag. / Lug. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Ott.

RAVANELLO

CALANTE

Feb. / Ott. CALANTE

CALANTE

Mag. / Nov. CRESCENTE

CALANTE

Feb. / Sett. CALANTE

CALANTE

Apr. / Nov. CRESCENTE

RUCOLA

CRESCENTE

Feb. / Ott. CRESCENTE

CRESCENTE

Gen. / Nov.

CALANTE

Apr. / Sett. CALANTE

CALANTE

Sett. / Mag. CRESCENTE

SEDANO

Feb. / Mar. CALANTE

Mar. / Mag. CALANTE

CRESCENTE

Giu. / Nov.

Gen. / Feb. CALANTE

Mar. / Apr. CALANTE

CALANTE

Giu. / Agosto CALANTE

SPINACIO

CALANTE

Feb./Apr. - Ago./Ott. CALANTE

CALANTE

Primavera/Autunno CRESCENTE

Mar. / Apr. CRESCENTE

Mag. / Lug. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Ott. CALANTE

TACCOLA

CRESCENTE

CRESCENTE

Feb./Mar. - Sett./Ott. CRESCENTE

CRESCENTE

Estate/Primavera CALANTE

CALANTE

Mag. / Sett. CALANTE

CRESCENTE

Lug. / Nov.

Mar. / Apr. CALANTE

Giu. / Ago.

CRESCENTE

Giu. / Mar.

AGLIO

ASPARAGO BASILICO

BARBABIETOLA ROSSA BIETA ERBETTA

CAROTA

CAVOLO BROCCOLO

CAVOLFIORE CAVOLO CAPPUCCIO CETRIOLO CICORIA

CICORIA DI CHIOGGIA CIPOLLA

FAGIOLO RAMPICANTE FAVA

FINOCCHIO INDIVIA SCAROLA

2 | CALENDARIO DELLE SEMINE

LATTUGHINO

LATTUGA A CAPPUCCIO

Nov. / Gen. CRESCENTE

Feb./Mar. - Sett./Ott. CRESCENTE Estate / Primavera CRESCENTE

Feb./Mar. - Sett./Ott. CRESCENTE Estate / Primavera CRESCENTE

CALANTE

Lug. / Ott. CALANTE

CALANTE

Set. / Mar.

ZUCCA

Mar. / Apr. CRESCENTE

Apr. / Mag. CRESCENTE

CRESCENTE

Giu. / Set. CRESCENTE

ZUCCHINO

Mar. / Apr. CRESCENTE

Apr. / Lug. CRESCENTE

CRESCENTE

Apr. / Lug.

VALERIANA

CALENDARIO DELLE SEMINE | 3


QUANDO SEMINARE LE ERBE AROMATICHE

SEMINA I FIORI DA RECIDERE semina in semenzaio

semina in piena terra

fioritura

Febbraio/Marzo

Giugno/Luglio

Luglio/Agosto

Marzo/Aprile

Maggio/Giugno

Luglio/Settembre

Febbraio/Marzo

Aprile/Maggio

Giugno/Settembre

-

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

Marzo/Aprile

Aprile/Maggio

Luglio/Settembre

CALENDULA

Febbraio/Marzo

Aprile/Maggio

Maggio/Settembre

Luglio/Novembre

CAMPANULA

-

Marzo/Maggio

Giugno/Settembre

Maggio/Luglio

Luglio/Novembre

COSMEA

-

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

Settembre/Gennaio

Febbraio/Settembre

2 mesi dopo la semina

DELPHINUM

-

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

Settembre/Febbraio

Marzo/Maggio

Febbraio/Novembre

ELICRISIO

-

Marzo/Maggio

Giugno/Settembre

ISSOPO

Aprile/Giugno

Maggio/Luglio

Giugno/Novembre

FIORDALISO

-

Marzo/Maggio

Giugno/Settembre

LAVANDA

Aprile/Giugno

Maggio/Luglio

Giugno/Novembre

GAILLARDIA

Marzo/Aprile

Aprile/Maggio

Luglio/Settembre

MAGGIORANA

Marzo/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

GAROFANO

Febbraio/Marzo

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

MENTA

Marzo/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

GIRASOLE

-

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

ORIGANO

Marzo/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

GIPSSOFILA

-

Aprile/Giugno

Luglio/Settembre

Febbraio/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

LUPINO

-

Marzo/Maggio

Giugno/Ottobre

-

Marzo/Giugno

Maggio/Ottobre

PAPAVERO

Febbraio/Marzo

Marzo/Maggio

Giugno/Settembre

RUTA

Aprile/Maggio

Maggio/Luglio

Giugno/Novembre

PISELLO ODOROSO

Febbraio/Marzo

Aprile/Maggio

Giugno/Settembre

SALVIA

Marzo/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

STATICE

-

Marzo/Maggio

Luglio/Settembre

TIMO

Marzo/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Novembre

ZINNIA

Febbraio/Aprile

Aprile/Giugno

Giugno/Settembre

semina in semenzaio

semina in piena terra

fioritura

-

Febbraio/Aprile

Maggio/Settembre

Febbraio/Marzo

Marzo/Aprile

Maggio/Ottobre

AQUILEGIA

BORRAGINE

-

Febbraio/Maggio

Maggio/Ottobre

ASTRO

CAMOMILLA

-

Aprile/Maggio

Luglio/Settembre

CERFOGLIO

Settembre/Gennaio

Febbraio/Settembre

Febbraio/Novembre

CRESCIONE

-

Febbraio/Maggio

Maggio/Ottobre

DENTE DI LEONE

-

Maggio/Giugno

Marzo/Maggio

ERBA GATTO ERBA CIPOLLINA

AROMATICHE

ANETO

BASILICO FINE

DRAGONCELLO

ROSMARINO RUCOLA SELVATICA

4 | CALENDARIO DELLE SEMINE

FIORI

ALTEA

BALSAMINA BOCCA DI LEONE

CALENDARIO DELLE SEMINE | 5


2016: l’ONU lancia nel l’anno internazionale dei legumi secchi Nonostante siano stati una parte essenziale dell’alimentazione, i legumi secchi sono ancora sottovalutati ed il loro potere nutrizionale poco riconosciuto; sono invece un alternativa valida alle proteine animali e soprattutto più economiche. I legumi non sono solo ricchi di proteine (il doppio di quelle presenti nel grano ed il triplo nel riso) ma hanno micronutrienti, aminoacidi e vitamine del gruppo B. Hanno un basso contenuto di grassi e sono ricchi di fibre, ferro e zinco. Aiutano l’abbassamento del colesterolo e l’obesità e prevengono il diabete, i disturbi coronarici ed il cancro. Non contengono glutine quindi adatti anche ai celiaci. Evviva a fave, piselli, fagioli, ceci, lenticchie!

Verdure insolite: patate, carote e pomodori colorati Per chi ama sperimentare ortaggi insoliti, è possibile trovare antiche varietà di patate andine, ideali per climi di alta collina e montagna. Anche in Italia viene coltivata una varietà di patata, la “Rossa di Cetica”. Esistono anche varietà con buccia rosa come la “Magenta Love”, oppure con buccia maculata , rossa, viola e rosa come la “Caribe” e la “Purple Peruvian”. E poi non dimentichiamo la patata arancione che è un tipo di patata americana, varietà a polpa bianca, gialla ed anche arancione acceso grazie all’alto contenuto di betacarotene, che da noi è poco consumata nonostante sia ricca di proprietà salutari. Le patate blu del Trentino, con una polpa color blu mare, contengono antociani che migliorano la vista e prevengono il depositarsi del colesterolo sui vasi sanguigni. E poi c’è la patata francese Vitelotte, con buccia e polpa di colore viola e dal sapore che ricorda quello delle nocciole e delle castagne. Pensate a quanti insoliti purè si possono preparare! 6 | CALENDARIO DELLE SEMINE

Pochi sanno che in origine le carote erano di colore bianco o viola e, nel tempo, attraverso trasformazioni in campi di coltivazione olandesi, si è arrivati alla carota arancione.. Negli ultimi anni si sta però diffondendo la coltivazione della carota viola ricca di polifenoli, flavonoidi e antocianine che sono importanti sostanze antiossidanti che fanno bene alla circolazione. Queste carote, a differenza di quelle arancioni non contengono però il betacarotene. Fra i pomodori insoliti, oltre a quello “nero” c’è il pomodorino zebrato, molto più scuro rispetto al normale e ricco di licopene, sostanza anch’essa antiossidante. E’ tornato sul mercato anche il pomodoro giallo, ricco di betacarotene e salutare per prevenire tumori alla prostata, alla laringe, all’esofago e allo stomaco.

I consigli della tradizione: Attendere la Luna Crescente per: • seminare ortaggi da frutto e da foglia facendo attenzione a quelli che tendono ad andare a seme come la lattuga e gli spinaci • raccogliere gli ortaggi da frutto come: zucche e zucchine, peperoni, pomodori, melanzane, fagioli e fagiolini, cetrioli, piselli ecc. • raccogliere gli ortaggi da radice come rapanelli, rape, barbabietole, carote • tagliare la legna da ardere e potare gli alberi • raccogliere le erbe officinali. Attendere la Luna Calante per: • raccogliere frutta e verdura da bulbo come : cipolla, aglio, scalogno ecc. • vendemmiare • potare alberi vigorosi • seminare ortaggi da radice.


AGLIO

BARBABIETOLA ROSSA

BIETA DA COSTA CAROTA

CAVOLO VERZA CAVOLFIORE CAVOLO CAPPUCCIO CETRIOLO CICORIA CIPOLLA

FAGIOLO NANO FAGIOLO RAMPICANTE FAVA

FINOCCHIO INDIVIA SCAROLA

LATTUGHINO MELANZANA PATATA

PISELLO

POMODORO PORRO

PREZZEMOLO RAPA

RAVANELLO SEDANO

SPINACIO

8 | CALENDARIO DELLE SEMINE

CALENDARIO DELLE SEMINE | 9

SPINACIO

SEDANO

RAVANELLO

RAPA

PREZZEMOLO

PORRO

POMODORO

PISELLO

PATATA

MELANZANA

LATTUGHINO

INDIVIA SCAROLA

FINOCCHIO

FAVA

FAGIOLO RAMPICANTE

LE CONSOCIAZIONI NELL’ORTO

FAGIOLO NANO

CIPOLLA

CICORIA

CETRIOLO

CAVOLO CAPPUCCIO

CAVOLFIORE

CAVOLO VERZA

CAROTA

BIETA DA COSTA

BARBABIETOLA ROSSA

ORTAGGIO

AGLIO

LE CONSOCIAZIONI NELL’ORTO


CALENDARIO LUNARE 2016 GENNAIO

Lun Mar Mer Gio Ven 1 Sab 2 Dom 3

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

4 5 6 7 8 9 10

11 12 13 14 15 16 17

18 25 19 26 20 27 21 28 22 29 23 30 24 31

MARZO 1 2 3 4 5 6

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom 1

7 8 9 10 11 12 13

14 15 16 17 18 19 20

21 28 22 29 23 30 24 31 25 26 27

MAGGIO 2 3 4 5 6 7 8

9 16 10 17 11 18 12 19 13 20 14 21 15 22

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Do m

FEBBRAIO 1 2 3 4 5 6 7

Lun Mar Mer Gio Ven 1 Sab 2 Do m 3

15 16 17 18 19 20 21

22 23 24 25 26 27 28

APRILE 4 5 6 7 8 9 10

11 12 13 14 15 16 17

18 19 20 21 22 23 24

GIUGNO

23 30 Lun 24 31 Mar Mer 1 25 Gio 2 26 Ven 3 27 Sab 4 28 Do m 5 29

10 | CALENDARIO DELLE SEMINE

8 9 10 11 12 13 14

6 7 8 9 10 11 12

13 14 15 16 17 18 19

20 21 22 23 24 25 26

29

25 26 27 28 29 30

27 28 29 30

luna calante

luna crescente

LUGLIO

Lun Mar Mer Gio Ven 1 Sab 2 Dom 3

4 5 6 7 8 9 10

11 12 13 14 15 16 17

18 19 20 21 22 23 24

25 26 27 28 29 30 31

SETTEMBRE

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1 2 3 4

5 12 19 6 13 20 7 14 21 8 15 22 9 16 23 10 17 24 11 18 25

NOVEMBRE

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1 2 3 4 5 6

7 8 9 10 11 12 13

14 15 16 17 18 19 20

26 27 28 29 30

21 28 22 29 23 30 24 25 26 27

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

luna piena

AGOSTO 1 2 3 4 5 6 7

8 9 10 11 12 13 14

15 16 17 18 19 20 21

22 29 23 30 24 31 25 26 27 28

OTTOBRE

Lun Mar Mer Gio Ven Sab 1 Dom 2

3 4 5 6 7 8 9

10 11 12 13 14 15 16

17 18 19 20 21 22 23

24 31 25 26 27 28 29 30

DICEMBRE

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1 2 3 4

5 6 7 8 9 10 11

12 13 14 15 16 17 18

19 20 21 22 23 24 25

26 27 28 29 30 31

CALENDARIO DELLE SEMINE | 11


LA LUNA NEL 2016 mese per mese

Il bio orto

crescente Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

16-23

15-21

15-22

14-21

13-20

12-19

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

12-18

10-17

9-15

9-15

7-13

7-13

calante Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

2-9

1-7

1-8/31

1-6/30

1-5/29-31

1-4/27-30

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

1-3/26-31

1/25-31

23-29

22-29

21-28

21-28

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

24-31

22-29

23-30

22-29

21-28

20-26

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

19-25

18-24

16-22

16-21

14-20

14-20

piena

12 | CALENDARIO DELLE SEMINE

Nasce sulla spinta del rifiuto all’uso di ogni sostanza chimica di sintesi per accelerare o aumentare la produzione. Rifiuta tutto ciò che è industriale, preferendo un ciclo di vita del terreno, delle piante naturale. È un orto che produce bene, non produrrà forse frutti o radici degni di un guinness dei primati, ma , di certo, senz’altro più gustosi. Il concetto base è la lavorazione naturale del terreno con mezzi manuali, l’apporto di sostanza organica sia essa di origine animale o vegetale e la costante continua rotazione delle colture, unita alla consociazione affinché gli equilibri naturali di rispetto e sinergia tra le diverse coltivazioni siano espresse al massimo, compresa la naturale lotta a parassiti siano fungini o animali. Si parte dall’osservazione delle stagioni, da un calendario di semina naturale, dall’uso di sementi non manipolate eccessivamente dall’industria; con l’ausilio di fertilizzanti naturali o ammendanti naturali si giunge a quel fantastico sospirato momento che è il raccolto.

Lotta biologica nell’orto Chiunque coltivi l’orto lo vorrebbe in buona salute ed libero da malattie e parassiti. Ecco alcuni consigli per chi vuole eliminare senza l’uso di veleni i nemici dell’orto. Primo nemico dell’orto è la talpa che rivoluziona piantagioni e giardini; per allontanarla è sufficiente piantare alcune piante di euphorbia nel terreno (Euphorbia Latyris). Le limacce, cioè quelle lumache rosse senza guscio, si possono solo combattere. Si può distribuire fra le aiuole della segatura o della cenere. Le lumache resteranno immobilizzate senza danneggiare la verdura. I pidocchi si possono combattere coltivando nell’orto dei nasturzi e dei cavoli rossi. I pidocchi si dirigeranno verso di loro non danneggiando le coltivazioni dell’orto. Gli uccelli poverini non hanno esigenze, è sufficiente il simpatico “spaventapasseri”. CALENDARIO DELLE SEMINE | 13


Dall’orto per la nostra salute MELANZANA

chi tende ad ingrassare, ha il fegato pigro e forse il colesterolo nel sangue un pò elevato, deve assolutamente approfittare della stagione delle melanzane. Un rimedio naturale e tutto da provare per abbassare il colesterolo: sbucciate le melanzane a strisce facendo attenzione che non rimanga troppa polpa attaccata alla buccia; mettere le bucce a seccare all’ombra e, quando saranno ben secche, chiuderle e conservarle in un sacchetto di carta. Fate un infuso con una manciata di bucce in un lt. d’acqua che lascerete in infusione 15 minuti. Bere tutti i giorni 1 tazza per 1 mese e poi verificare il livello di colesterolo.

RUCOLA generalmente si consuma

fresca nelle insalate anche se il suo particolare sapore leggermente piccante ha ispirato parecchie ricette e utilizzi particolari.Si può trovare anche nei campi dove cresce spontanea. E’ ricca di vitamina C e di sali minerali, favorisce la diuresi, la depurazione del sangue e la digestione. C’è chi assicura abbia anche proprietà afrodisiache, tanto che ne era vietata la coltivazione nei conventi.

SEDANO è una verdura che bisogna saper usare correttamente in

cucina affinchè non ne vengano disperse le proprietà; infatti può essere di grande aiuto alla salute in quanto è sedativo, carminativo, sudorifero, digestivo, diuretico. viene usato per stimolare l’apparato urinario, nei reumatismi e nei calcoli renali, per combattere l’obesità. Va usato appena colto, preferibilmente quello verde che è più ricco di vitamine e minerali di quello bianco che non è stato esposto al sole. Non eliminate le foglie ma utilizzatele tritate nelle insalate è la parte del sedano più ricca di vitamine e minerali. Vino di sedano : diuretico ed afrodisiaco lavate e tritate un grosso sedano, foglie comprese. Unite 150 gr. di miele o zucchero di canna e del buon vino bianco e lasciate macerare per 48 ore. Filtrare e berne 2/3 bicchieri al giorno. 14 | CALENDARIO DELLE SEMINE

Panzanella del contadino

Prendete del pane vecchio, duro, spezzatelo grossolanamente e inumiditelo con un poco di acqua e del vino con una punta di aceto e lasciate che assorba divenendo morbido. A questo punto con le mani , maneggiatelo sino a spezzarlo in pezzi sempre più piccoli. Preparate un trito di basilico e sedano in gambi e cipolla, o se preferite erba cipollina, aggiungetelo al pane lavorato e mescolate affinché il tutto prenda il profumo degli aromi. Salate e aggiungete in ultimo pomodori maturi tagliati a pezzetti di ca. 2 cm,, si possono usare pomodori di diverse colorazioni, per rendere più curiosa la panzanella ; aggiungete olio per condire, mettete in frigo per circa 20 min. e servite come inizio di un buon pranzo o per una merenda di mezzo pomeriggio.

Melanzane farcite

Ingredienti Per ogni melanzana: • una melanzana per persona • 6 foglie di basilico • 1 cucchiaio di scaglie parmigiano • 3 filetti di acciuga sott’olio • 1 spicchio aglio • 1 cucchiaio di cipolla tagliata a fette sottili Preparazione: Lavare ed asciugare la melanzana; effettuare 3 tagli per la lunghezza creando in questo modo una sorta di tasca nella quale verranno poi inseriti gli ingredienti. Occorre porre attenzione nel taglio che non dovrà mai raggiungere il centro della melanzana in quanto potrebbe poi aprirsi completamente impedendone la farcitura. Inserire nei tagli lo spicco d’aglio tagliato e gli altri ingredienti distribuendoli uniformemente. Mettere le melanzane in una teglia, versare un filo d’olio, sale e pepe ed infornare per 1 ora circa a 180°. Per essere cotta la melanzana deve avere la pelle raggrinzita e risultare morbida.



Agri-Pet Calendario semine 2016