Issuu on Google+

Numero 2 - 2013


N. 02 - 2013

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ciao Amico/a, marzo è tempo di ricorrenze, non tutte da festeggiare. Sono passati due anni dal terremoto-tsunami che ha colpito il Giappone e due anni dall’inizio degli scontri che hanno portato alla guerra civile in Siria. Due anni di risposta all’emergenza caratterizzati da traguardi e insuccessi. Ma marzo è anche il mese delle donne, che tanta parte hanno nel ricostruire il tessuto sociale delle comunità colpite da crisi umanitarie. Prima di leggere queste notizie, però, vieni a curiosare nella nuova sezione del sito di AGIRE. Buona lettura!

VISITA LA NUOVA SEZIONE DEL SITO DI AGIRE Per approfondire il funzionamento di AGIRE e la sue caratteristiche di tempestività, efficacia e trasparenza, vi presentiamo una nuova sezione del sito web che illustra il nostro impegno nell’elevare lo standard di qualità degli interventi umanitari, assicurare adeguati percorsi di monitoraggio e valutazione dei progetti, sostenere programmi di prevenzione. Un’interfaccia importante per chi voglia saperne di più. [ Leggi tutto ] aio a Roma.

IL GIAPPONE A DUE ANNI DAL TERREMOTO-TSUNAMI Sono passati esattamente due anni da quando l’11 marzo 2011 un terremoto di magnitudo 9.3 ha provocato un violento tsunami che si è abbattuto sulle coste del nord est del Giappone uccidendo oltre 19.000 persone e provocando una grave crisi nucleare dovuta al danneggiamento di 3 reattori della centrale di Fukushima Daiichi.

[ Leggi tutto ]

DUE ANNI FA L’INIZIO DEGLI SCONTRI IN SIRIA Quasi 70.000 morti, 4 milioni di persone che necessitano di aiuti, 2 milioni di sfollati interni, 850 mila rifugiati nei paesi limitrofi, case, scuole e ospedali distrutti, scorte di medicinali insufficienti. Questa è la Siria di oggi, sempre meno presente nei Tg e nei media e sempre più prostrata da una guerra iniziata esattamente due anni fa, l’11 marzo


2011. Le organizzazioni non governative del network di AGIRE sono ancora impegnate a portare soccorso alle popolazioni colpite. Ascolta qui le interviste realizzate da AREA.

IL RUOLO CRUCIALE DELLE DONNE NELLE EMERGENZE UMANITARIE Le donne rappresentano il 52% della popolazione mondiale e sono tra i soggetti più vulnerabili nelle catastrofi naturali. Ma la loro esperienza, conoscenza e praticità sono fondamentali per permettere alle comunità colpite da emergenze di ritornare alla “normalità”. Forse per il tradizionale ruolo di “cura” a loro assegnato, le donne sono coinvolte più degli uomini nei progetti di prevenzione e partecipano attivamente alla pianificazione delle strategie per raggiungere una reale resilienza nelle comunità e una riduzione significativa dell’impatto delle catastrofi. [ Leggi tutto ]

Copyright © 2013 AGIRE onlus, All rights reserved.


AGIRE Report n°2_2013