Page 1

LOGICHE E STRATEGIE DI APPROCIO INNOVATIVO ALL’INCLUSIONE LAVORATIVA DELLE PERSONE CON DISAGIO Gennaio 2013

Dettagli ed approfondimenti su http://agapo.spezianetweb.it/


LA REALTA’ ATTUALE: il caso dei soggetti affetti da DSA e DGA In Italia, la scuola dell’obbligo realizza un imponente sforzo finalizzato alla inclusione sociale dei giovani con DSA e DGA.

L’uscita dalla scuola dell’obbligo coincide con la diminuzione (quali e quantitativa) dei servizi pubblici. Aumenta il rischio di regressione (nei soggetti affetti da DSA e DGA) dei risultati raggiunti nelle fasi precedenti.

Il lavoro normotipico è considerato (senza troppa convinzione) un diritto (Legge 68/99). Gli ambiti lavorativi subiscono la Legge come una imposizione evitabile. Gli inserimenti lavorativi sono “straordinari”, a durata e a risultato incerto.


LE IDEE L’investimento pubblico non può essere vanificato

L’investimento pubblico può essere innovato e razionalizzato ma anche accompagnato da quello privato che lo integra compensandolo Per favorire l’incontro P.P. occorre un sistema di rete e di rapporti innovativi

PUBBLICO + PRIVATO

Il tema del lavoro & inclusione sociale risulta ideale per favorire nuovi modelli di incontro P.P.

Sono questi i temi sui quali AGAPO Onlus si impegna.


IL SISTEMA DELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE AGAPO ONLUS considera: Il sistema delle Istituzioni Pubbliche rimane come riferimento motore delle Politiche di settore. L’Istituzione Pubblica garantisce la referenza professionale imparziale degli interventi sociali e sanitari. L’istituzione garantisce il miglioramento dei servizi sulla base delle acquisite esperienze e buone pratiche.

L’istituzione stimola e ricerca innovazione di metodo, attraverso il coinvolgimento organizzato di altre realtà e forze territoriali, finalizzato a forme evolute, qualificate e sostenibili di servizio.

Con questa visione AGAPO Onlus propone iniziative e ricerca la sinergia con le Istituzioni Pubbliche territoriali con particolare riferimento alla INCLUSIONE (che è sempre SOCIO + SANITARIA).


CONSIDERAZIONI INERENTI IL MONDO “PRIVATO” Tralasciando ulteriori dettagli circa il ruolo e il potenziale delle Istituzioni, alcune considerazioni sul “PRIVATO” e del suo possibile coinvolgimento: SOCIETA’ CIVILE _ E’ l’intero universo esterno che comprende dal singolo cittadino, alle forme aggregate di rappresentanza (compreso il sub universo associativo), l’impresa e le attività economiche in generale e le loro organizzazioni. Il mondo imprenditoriale in particolare diventa soggetto di indispensabile coinvolgimento per realizzare tutte le finalità immaginate nell’ambito del LAVORO.

ASSOCIAZIONE _ E,’per così dire, l’ambito interno di attività. Il primo e più importante cambiamento è richiesto ai Genitori ed alle loro Org. Associative. Cambiamento di ruolo. Da qui l’azione di sprone sulle Istituzioni, che ricercano strade alternative, e di coinvolgimento della Società Civile. I genitore imprenditore ha come scopo l’organizzazione di attività con al centro il proprio figlio. Le attività mirano ad un profitto sociale e materiale. L’organizzazione delle attività è basata su concetti di produzione e di etica nel rispetto della persona e della sua disabilità.


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 1

Attività avviata con il progetto Orizzonte (2007) e si concluderà a maggio 2013 con la chiusura del Progetto in corso presso CASA AGAPO.


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 2

Fase che inizierà a giugno 2013 con attività presso CASA AGAPO e presso il Laboratorio di Orientamento al Lavoro “CUOR DI CONFETTO”. Avvio contestuale della cessione di parte dei servizi messi in atto al “PUBBLICO”


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 3

I Progetti di IMPRESA SOCIALE verranno proposti nel 2013 per cercane la loro condivisione ed eventuale attivazione

Strategia Operativa AGAPOnlus 2013  

Presentazione delle linee operative di AGAPOnlus pianificate per l'anno 2013

Advertisement