Issuu on Google+

LOGICHE E STRATEGIE DI APPROCIO INNOVATIVO ALL’INCLUSIONE LAVORATIVA DELLE PERSONE CON DISAGIO Gennaio 2013

Dettagli ed approfondimenti su http://agapo.spezianetweb.it/


LA REALTA’ ATTUALE: il caso dei soggetti affetti da DSA e DGA In Italia, la scuola dell’obbligo realizza un imponente sforzo finalizzato alla inclusione sociale dei giovani con DSA e DGA.

L’uscita dalla scuola dell’obbligo coincide con la diminuzione (quali e quantitativa) dei servizi pubblici. Aumenta il rischio di regressione (nei soggetti affetti da DSA e DGA) dei risultati raggiunti nelle fasi precedenti.

Il lavoro normotipico è considerato (senza troppa convinzione) un diritto (Legge 68/99). Gli ambiti lavorativi subiscono la Legge come una imposizione evitabile. Gli inserimenti lavorativi sono “straordinari”, a durata e a risultato incerto.


LE IDEE L’investimento pubblico non può essere vanificato

L’investimento pubblico può essere innovato e razionalizzato ma anche accompagnato da quello privato che lo integra compensandolo Per favorire l’incontro P.P. occorre un sistema di rete e di rapporti innovativi

PUBBLICO + PRIVATO

Il tema del lavoro & inclusione sociale risulta ideale per favorire nuovi modelli di incontro P.P.

Sono questi i temi sui quali AGAPO Onlus si impegna.


IL SISTEMA DELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE AGAPO ONLUS considera: Il sistema delle Istituzioni Pubbliche rimane come riferimento motore delle Politiche di settore. L’Istituzione Pubblica garantisce la referenza professionale imparziale degli interventi sociali e sanitari. L’istituzione garantisce il miglioramento dei servizi sulla base delle acquisite esperienze e buone pratiche.

L’istituzione stimola e ricerca innovazione di metodo, attraverso il coinvolgimento organizzato di altre realtà e forze territoriali, finalizzato a forme evolute, qualificate e sostenibili di servizio.

Con questa visione AGAPO Onlus propone iniziative e ricerca la sinergia con le Istituzioni Pubbliche territoriali con particolare riferimento alla INCLUSIONE (che è sempre SOCIO + SANITARIA).


CONSIDERAZIONI INERENTI IL MONDO “PRIVATO” Tralasciando ulteriori dettagli circa il ruolo e il potenziale delle Istituzioni, alcune considerazioni sul “PRIVATO” e del suo possibile coinvolgimento: SOCIETA’ CIVILE _ E’ l’intero universo esterno che comprende dal singolo cittadino, alle forme aggregate di rappresentanza (compreso il sub universo associativo), l’impresa e le attività economiche in generale e le loro organizzazioni. Il mondo imprenditoriale in particolare diventa soggetto di indispensabile coinvolgimento per realizzare tutte le finalità immaginate nell’ambito del LAVORO.

ASSOCIAZIONE _ E,’per così dire, l’ambito interno di attività. Il primo e più importante cambiamento è richiesto ai Genitori ed alle loro Org. Associative. Cambiamento di ruolo. Da qui l’azione di sprone sulle Istituzioni, che ricercano strade alternative, e di coinvolgimento della Società Civile. I genitore imprenditore ha come scopo l’organizzazione di attività con al centro il proprio figlio. Le attività mirano ad un profitto sociale e materiale. L’organizzazione delle attività è basata su concetti di produzione e di etica nel rispetto della persona e della sua disabilità.


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 1

Attività avviata con il progetto Orizzonte (2007) e si concluderà a maggio 2013 con la chiusura del Progetto in corso presso CASA AGAPO.


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 2

Fase che inizierà a giugno 2013 con attività presso CASA AGAPO e presso il Laboratorio di Orientamento al Lavoro “CUOR DI CONFETTO”. Avvio contestuale della cessione di parte dei servizi messi in atto al “PUBBLICO”


LA STRATEGIA AGAPO E LE SUE PROPOSTE: LA FASE 3

I Progetti di IMPRESA SOCIALE verranno proposti nel 2013 per cercane la loro condivisione ed eventuale attivazione


Strategia Operativa AGAPOnlus 2013