Issuu on Google+

Speciale Estate 2012 rivista online


Realizzata dall’Anonima Fumetti in collaborazione con la Scuola Cottolengo e l’Accademia Albertina di Belle Arti Curatori

Nico Vassallo e Bonsignori don Andrea Illustrazione di copertina e logo

Arash Eftekhari

Ottimizzazione, progetto grafico, editing

Studio Parlapà di Davide G.G. Caci Consulenze artistiche

Gianfranco Costagliola e Pierpaolo Rovero Responsabile Web

Gianfranco Goria


Pubblicazione mensile on line realizzata da:

p. 5 Mischia... ti al Cottolengo! Terzo episodo: Ciao, schiappa

Nico Vassallo Ideazione Alberto Arato Soggetto e sceneggiatura Andrea Dotta Disegni e colore Studio Parlapà Lettering e supervisione p. 15 Paletta e fischietto Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Alberto Arato sceneggiatura Marco Patrucco Disegni, colore e lettering p. 19 Musica Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Alberto Arato sceneggiatura Fabrizio Muò Disegni, colore e lettering


Non è difficile! Pallone gonfiato...

Bravo Spesso. Tu sì che hai capito come si placca!

Basta così per oggi. Avete imparato l’arte del placcaggio, uno dei fondamentali del rugby, la base del gioco, la dinamicità dell’azione, ciò che rende un giocatore di rugby un vero giocatore e bla bla bla...

Te le ha suonate, eh?

Fallo, ha sempre fatto fallo. Ecco perché riesce a fermarmi. Ma se volessi...

Ma che fallo! Impara a giocare, piuttosto!

Facile dire così, se sei il lecchino dell’allenatore...

Incapace!

Mi sa che si mette male...

Banfone! Brocco! Che cosa hai detto? Ripetilo un po’!

Balordo! Malissimo, dice io...


Complimenti, bell’allenamento!

Grande Spe’. Sei un grande.

Hai visto il mio placcaggio?

Sei un mito, Spesso. Un mi-to!

Ah, sì, ho visto come Spesso ti ha placcato. Grande!

Nessuno qui sa che cosa è una mossa fallosa...

Placcaggio?

Io ti ho visto. Eccezionale!

Ecco finalmente qualcuno che capisce qualcosa di rugby.

Qual è il tuo segreto per prenderle sempre senza farti male?

Davvero. Devi spiegarmi come fai.


Incompetenti. Buzzurri. Io sono l’unico che ne capisce qualcosa di gioco e Spesso si prende tutti i meriti!

Se non ci fossi io in squadra... quante ce ne saremmo prese! Altro che quello Spesso...

Ciao schiappa. Prendi anche tu il tram oggi?

Parli del diavolo...

Aiuuto! Al ladro!

Devi mollare la mia borsa! Devi mollare la mia borsa!


e ch al no u Q or . gi po.. do

...e così, quando ho visto il ladro mi sono detto: “Adesso lo devo fermare” e senza neanche pensarci mi sono buttato e l’ho placcato. È finito a terra e bla bla bla bla...

Pallone gonfiato!

Beh? Che cosa ci fate qui?

È ORA DI ALLENARSI . FUOR I SUBITO!

Hai visto Spesso?

Lui essere verde.

Beh, un po’ a ciascuno. Prima Bonderien era geloso di Spesso, adesso...

In mio paese dice: invidia è come palla. Più metti sotto acqua e più torna a galla.


Vediamo che cosa sai fare in campo.

Io non ho bisogno di gesti eroici per farmi notare.

Attento al prossimo placcaggio!

Brucia non essere la star del giorno, vero?

E io non ho bisogno di allenatori del cavolo per essere notato.

Attento tu.

Oggi voi due giocherete nella stessa squadretta di allenamento.

Lui con me? Neanche per sogno!

Nella stessa squadra?

LA SMETTI DI RIPETERE LE MIE PAROLE?

LA SMETTI DI RIPETERE LE MIE PAROLE?

Incapace! BASTA! Smettetela!

Banfone! Brocco!

Balordo!

Deve smettere lui per primo!

NO! LUI!

Ho chiuso. Altra partita?

Io crede che faremo a tempo a fare tre rivincite...


Meriti sportivi?

È come paragonare una rapa e un cetriolo.

Bonderien, direi. E il cetriolo...

Chi è la rapa? Spesso!

Quello che conta per un atleta, giusto?

Comunque secondo me, meritano una lezione...

E io penso di sapere chi gliela può dare!

alloni sono p ti! gonfia

! Mister ! Mister

Abbiamo una richiesta da farle...

Pissi pissi...

Cambiamento. Ho deciso di introdurre qualche novità nel nostro schema di placcaggio. Spero che vi piaccia...


non Questa ita! p a l’ho c

AVANZIAMO!

Neanch’io. A Grinza dev’essersi fuso il cervello...

Che sventole!

In mio paese dice: Botte è grande cura di invidia...


Vuoi placcare tu, Bonde?

Prego, prego. Se vuoi farlo tu!

No, no, figurati...

A proposito di che cosa si parlava di meriti sportivi? Rape e cetrioli...

Vuoi dire purea di Spesso e di Bonderien...

Invidia, avete detto?

Un poco.

L’invidia è una passione timida e vergognosa...

...che non si osa confesssare!

...ma la cui cura è facile da trovare...

botte da orbi...

...sempre in amicizia... sportiva, s’intende!


h Mi presento: Mi c iamano Lardo Nome: Matteo Cognome: Ronzio Segni particolari: pancia (“Non è ciccia: sono muscoli, adatti per fare il pilone!!!!”), fame gigantesca. Sempre. Fidanzata: Ragazze: bleah! Fanno tutte (quasi)

la

cura

dimagrante...

Se

dovesse proprio scegliere Ethel non gli dispiacerebbe... Amici per la pelle: Pinza, Picchio Nemici per un giorno: Spesso Nemici per sempre: BondeRien

(si

odiano!) Desideri: Inventare

la

macchina

universale delle merendine. Tu dici come vuoi la merendina e quella te la prepara gratis sul momento. Pensieri: La fame è una brutta cosa: quando ti prende, scacciala (mangiando). Mangiare è BELLO. Grande (non grasso) è BELLO. Chissà perché le cose che fanno bene non sono buone. Meglio una merendina oggi che una vittoria incerta domani. Non è colpa mia se ho sempre fame. Se mangi per te, mangia per tre.


La città nascosta è un progetto della: Scuola Cottolengo

In collaborazione con:

Anonima Fumetti associazione di professionisti del fumetto con il compito di valorizzare l’arte del fumetto anche come occasione di lettura per i più giovani.

Associazione Sportiva GiuCo fa dello Sport un arma di integrazione che da anni svolge campionati “normali” con tutti i soggetti svantaggiati ispirandosi ai principi di San Giuseppe Cottolengo.

Movimento Cristiano Lavoratori organo di carattere sociale, di solidarietà e volontariato senza scopo di lucro. M.C.L. intende promuovere l’affermazione dei principi cristiani nella vita, nella cultura, negli ordinamenti, nella legislazione ed opera per un rinnovato ordinamento sociale, in cui siano assicurati, secondo giustizia, il riconoscimento dei diritti e la soddisfazione delle esigenze spirituali e materiali dei lavoratori.

Hanno supportato quest’opera:

Per informazioni sulla città nascosta, scriveteci. segreteria@anonimafumetti.org


La Città Nascosta 3