Issuu on Google+

N. 2 - Maggio 2012 rivista mensile online


Realizzata dall’Anonima Fumetti in collaborazione con la Scuola Cottolengo e l’Accademia Albertina di Belle Arti Curatori

Nico Vassallo e Bonsignori don Andrea Illustrazione di copertina e logo

Arash Eftekhari

Ottimizzazione, progetto grafico, editing

Studio Parlapà di Davide G.G. Caci Consulenze artistiche

Gianfranco Costagliola e Pierpaolo Rovero Responsabile Web

Gianfranco Goria


Pubblicazione mensile on line realizzata da:

p. 5 Mischia... ti al Cottolengo! Secondo episodo: Tigers

Nico Vassallo Ideazione Alberto Arato Soggetto e sceneggiatura Andrea Dotta Disegni e colore Studio ParlapĂ  Lettering e supervisione p. 15 In moto Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Alberto Arato sceneggiatura Alice Nicoletti Disegni, colore e lettering p. 19 Magliette Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Alberto Arato sceneggiatura Cristina Carnino Disegni, colore e lettering


La Citta’ Nascosta Rieccoci! Ebbene, è passato già un mese e, soprattutto, siamo ancora qui. Sì, nonostante le fatiche, le difficoltà e i tanti spunti che quotidianamente ci potrebbero ispirare una striscia o una storia, siamo giunti a questo secondo numero. Non pensavamo certamente di raggiungere dalla prima virtuale uscita il numero sorprendente di oltre 27.000 contatti (parliamo di contatti, quindi di diversi computer collegati, non di “cliccate”) ma comunque siamo qui! In una calda sera d’estate, un signore che sorseggiava un bicchiere di vino bianco con un leggero accento milanese mi raccontava di come, negli ultimi giorni della guerra, erano riusciti a prendere da un treno merci delle scatole che avevano conservano gelosamente in uno scantinato, e avevano atteso a lungo il momento migliore per poterle aprire e scoprire il tesoro Prezioso che poteva celarsi in esse. Che delusione quando, aperte in tarda serata quelle casse, scoprirono che erano piene di dentifricio tedesco, nemmeno alla menta… Ma quelle scatole che erano state il contenitore di un illusorio tesoro erano diventate una macchina da corsa, un tamburo ed altri giochi appassionanti. Ed io, che ascoltavo sognante le parole di quel signore ai miei occhi così grande, così forte, gli domandavo perché mai furono contenti per una simile delusione! Dentifricio…mica caramelle…! Gli occhi di quell’uomo, sorridenti, gli risposero: “perché anche in guerra non abbiamo mai smesso di giocare… almeno per un momento la guerra non c’era più e il mondo era bellissimo e fantastico”. Ecco, questo voglio esprimere per la nostra seconda uscita, mentre ci domandiamo se, tra i tanti problemi e “tagli” di questa nostra società, vale ancora la pena disegnare un fumetto, ricordare momenti eroici o simpatici di un mondo che esiste ma che vogliono spesso tenerci nascosto. Vale la pena sognare sopra un campo, che sia di rugby, di calcio o di qualunque sport, per vedere correre, gioire e faticare per un ideale pulito che puzza di spogliatoio e non di sale scommesse piene di ragazzotti viziati, che hanno smesso di correre dietro a un sogno per farsi illudere dall’azzardo. No, noi vogliamo continuare a sognare, vogliamo disegnare la realtà più bella, per poter un giorno nuovamente incontrare quel dolce signore e dirgli: non abbiamo smesso di giocare e quel mondo fantastico se lo vogliamo… è già qui!

A Galdino!

Bonsignori don Andrea


Episodio 2: TIGERS


Davvero? Ăˆ uscito finalmente?

Eccolo. Ăˆ arrivato!

Il calendario partite...

Prima partita: giochiamo contro i Tiger Skass Ball!

Oh, nooooo!

?


L’anno scorso, a fine partita gli avversari erano così stanchi che ne sono rimasti in piedi solo due!

Ué, ragazzi, ecché.... cosa volete che sia.... è una squadra come tante...

Ma dài! Un po’ di dignità....

Ci vogliono tre ambulanze, quando giochi con loro!

Questi sono i denti che ti rimangono quando ti scontri con il loro pilone...

Non basta la dignità per battere quelli lì.

È quello che dico sempre. Dignità, ci vuole. E duro lavoro. Volontà indefessa che diventa crescita sportiva. Traguardo sublime dello sforzo e del sacrificio. Infatti bla bla bla bla....

Faremo un programma di allenamento durissimo. Volano? E anche noi voleremo! E bla bla bla bla... h! eh e

Quelli non giocano… Volano.

Bof! Al massimo, voleremo anche con le ragazze!

Vai a quel paese!

Ah, sì? Tu non hai niente da insegnarmi!

Prendi questo e impara a ridere.

Per non perdere la dignità in una partita bisognerebbe prima avercene una...

Perché, tu sì?


Che cosa essere competizione? No capisce...

Io sente parlare di squadra terribile, di dignità, di competizione...

Vieni con me!

Tu non mi hai passato la palla!

Come faccio a fare meta se nessuno mi passa la palla?

Come facciamo a non fare DEL TUTTO schifo in questa stramaledetta partita contro i Tiger se nessuno gioca decentemente?

Ehi! Schifo farai tu. Quante mete hai fatto nell’ultima partita?

Scusa... io...

Ti ho chiesto scusa...

COME POSSO FAR VINCERE LA SQUADRA SE PER COLPA VOSTRA NON POSSO FARE META?

SMETTETELA.

È quello che gli ho detto!

TU CHE COSA MI AVRESTI DETTO?

Per non fare la figura dei brocchi dobbiamo allenarci. NON LITIGARE.

BASTAAAAA!

Non mi piace competizione.


E adesso prova di mischia ordinata.

E tu, Pinza... un po’ più di coraggio. Dai, dai... andiamo!

Tu, Lardo, cerca di correre. Non devi aspettare il pallone. Devi andarlo a prendere.

Ethel... l’avversario si placca... non si schiaccia.

L’azione sta per iniziare. Mischia per il possesso di palla...

Pinza blocca un avversario...

Ce la fa.

CE LA FA... Ed ecco, sguscia... si libera....

Chi dorme non piglia palla!


Se non sei capace a passare la palla fatti da parte e lascia che la prenda chi è capace!

Ho l’impressione che qualcosa non giri per il verso giusto o sbaglio?

No, No. È che dobbiamo affrontare i Tiger Skass Ball...

E allora?

I ragazzi hanno paura di fare una figuraccia... sa... la dignità di squadra... È la squadra più... diciamo... competitiva...

Ripeto... e allora?

Aiuuuuuto! hhh! U u u u hnhTiger

Dignità, diceva, Grinza?

Sono u all! Skass B

Ecco... appunto...


Con i Tiger, a quest’ora, eri già morto!

Conti di fare il riposino in campo con i Tiger?

Forza, panzone! Altrimenti ci prenderanno in giro finché campiamo!

Fatevi la vostra partita e non seccatemi più!

Adesso b asta, avete rot to!

Io pensavo che fosse fatto per divertirsi...

Lardo ha ragione. Adesso basta!

Per niente. Io non voglio morire di vergogna. Lo sport è fatto per vincere o almeno per perdere con dignità.


CosĂŹ li voglio! Determinati. Aggressivi. Carichi. Pronti alla sfida!

Mamma mia! Sembrano aglio e marmellata nello stesso panino...

Ho qualche dubbio...

Possiamo iniziare?

Qui si comincia solo quando lo dico io. Capito?

Bell’azione!

P f f f f f f f f fF!


Peccato! Erano veramente molto motivati...

Forse erano soltanto un poco disorientati. A me sembravano veramente molto arrabbiati.

Ma la dignità sportiva...

La dignità non è una sola. Ognuno ha diritto alla sua piccola dignità...

Alla faccia della competizione.

Tié!


PINZA Mi presento: Mi chiamoano Pinza Nome: Simone Cognome: Furgoni Segni particolari: Riccioli rossi, occhiali rotondi Fidanzata: Pucci (Sara) ma lei non lo sa ancora Amici per la pelle: Jaromir, Lardo Nemici per un giorno: Spesso, Acido Nemici per sempre: Nessuno (per adesso) Desideri: Che il mio papà quando mi porta agli allenamenti mi lasci fuori dal portone con il suo apecar. Anzi, ancora un pochino più lontano. Pensieri: Il mio papà mi ha fatto fare rugby perché vuole che io diventi grande e grosso. A me non fa niente di diventare come vuole lui. All’inizio non volevo andarci a rugby perché pensavo di prendermi un mucchio di botte. Poi ho scoperto che:

a) ci sono delle ragazze b) si prendono delle botte ma le si danno anche! c) alla fine si rimane tutti amici

Così ho deciso che valeva la pena provare e non mi sono pentito. Spero di riuscire ad arrivare intero fino alla fine del campionato!


La città nascosta è un progetto della: Scuola Cottolengo

In collaborazione con:

Anonima Fumetti associazione di professionisti del fumetto con il compito di valorizzare l’arte del fumetto anche come occasione di lettura per i più giovani.

Associazione Sportiva GiuCo fa dello Sport un arma di integrazione che da anni svolge campionati “normali” con tutti i soggetti svantaggiati ispirandosi ai principi di San Giuseppe Cottolengo.

Movimento Cristiano Lavoratori organo di carattere sociale, di solidarietà e volontariato senza scopo di lucro. M.C.L. intende promuovere l’affermazione dei principi cristiani nella vita, nella cultura, negli ordinamenti, nella legislazione ed opera per un rinnovato ordinamento sociale, in cui siano assicurati, secondo giustizia, il riconoscimento dei diritti e la soddisfazione delle esigenze spirituali e materiali dei lavoratori.

Hanno supportato quest’opera:

Per informazioni sulla città nascosta, scriveteci. segreteria@anonimafumetti.org


La Città Nascosta 2