Issuu on Google+


CHI SIAMO VISION:  Ritorno al futuro passando per il passato. MISSION:  Noi crediamo che il patrimonio architettonico sia uno degli elementi identitari della nostra Irpinia. Il nuovo modello di società post-globalizzazione e la crisi economica costringono sempre più i giovani irpini lontano da questa terra, abbandonando saperi, usanze e luoghi con un progressivo e lento declino. La nostra cooperativa si pone l’obiettivo di conservare, recuperare e valorizzare il patrimonio identitario irpino trasformandolo in un’opportunità per i giovani e il territorio avviando un nuovo percorso che ritessa la tela delle relazioni di una comunità, utilizzando innovazioni tecnologie e metodologiche come principali strumenti di uno sviluppo sostenibile.

2


COSA OFFRIAMO Banca dei beni, del tempo, delle competenze e dei saperi:  creazione di una banca in cui chiunque volontariamente potrà donare materiali, il proprio tempo, le proprie competenze e il proprio sapere per la realizzazione dei progetti; Creazione e realizzazione di campagne di fund raising territoriale; Progettazione e realizzazione lavori; Sostegno economico al progetto; Trasferimento di competenze:  si creerà rete tra università ed imprese del mondo della conservazione dei beni culturali.

3


LA RETE DA ATTIVARE ARTICOLO 9

Fondazioni Banche Università Terzo Settore Associazioni di categoria e CCIAAA Imprese e attività commerciali Albi Professionali Volontari Potenziali grandi donatori Privati cittadini delle comunità italiane all'estero Privati Cittaditi della comunità locale Proprietari dei beni: enti pubblici, enti ecclesiastici, privati cittadini, fondazioni, banche ecc ecc….

4


PROCESSI DA GESTIRE PER OGNI CLIENTE RAPPORTI CLIENTI Ricerca Contatti Proposta Gestione Promozione BANCA BTCS KNOW HOW Gestione rapporti con le UniversitĂ , le imprese e gli stagisti

ANALISI

Analisi del contesto Mission Mappatura relazioni e stakeholders

PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Piano di fund raising Piano di comunicazione

REALIZZAZIONE

Campagna di fund raising Liste di controllo e verifiche

LAVORI

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI

Progettazione Realizzazione Rendicontazione Resoconto ai donatoria

5


IL FUND RAISING TERRITORIALE Di volta in volta, si persegue una specifica mission, coerente con la mission generale di conservazione e valorizzazione del patrimonio identitario-culturale dell’Irpinia, che è relativa al singolo Committente. In funzione della mission specifica gli strumenti da mettere in campo potranno essere:  Il “partnership fund raising”, basato su forme di partenariato interne al settore profit (tra differenti organizzazioni) ed esterne (tra organizzazioni non profit e enti pubblici e/o privati);  Il “fund raising di comunità”, basato sulla ricerca e il rafforzamento della identità “glocale”, in cui il risultato del fund raising siano risorse proprie del capitale sociale e non di una organizzazione di per sé;  Il “fund raising reticolare” (network fundraising), basato sull’uso delle reti sociali pre-esistenti al committente e nelle quali lo stesso e i suoi membri hanno legami;  Il “volontariato di fund raising”, ossia l’attività di fund raising come opzione possibile e di grande valore sociale per quegli individui che vogliono svolgere una attività volontaria a servizio della società, della propria comunità, di soggetti svantaggiati, ecc (Banca dei beni, del tempo, delle competenze e dei saperi). La cooperativa, inoltre, farà un intenso lavoro di sensibilizzazione verso tutte le attività economiche del territorio sui vantaggi del donare come quello fiscale e quelli derivanti dall’indotto che si viene a creare a seguito di una maggiore attrattività del territorio. Infine, un apposito ufficio si occuperà di dei rapporti con i discendenti degli irpini definitivamente stabilitesi all’estero.

6


PAY ROLLING GIVING

GRANT GIVING CAUSE RELATED MARKETI NG

EROGAZIONI LIBERE

LASCITI

SPONSORIZZAZIONI

DONAZIO NI PIANIFICATE

MEMBERSHIP

PARTNERSHIP

5X1000 PROJECT FINANCING

7


DIMENSIONE ECONOMICA FINANZIARIA DI MASSIMA CATEGORIA COSTI

EURO

1. Personale strutturato e non

48000

1.1 Coordinatore 1.2 Segretaria 1.3 Responsabili attività 2. Consulenze esterne

5000

2.1 Commercialista 2.2 Notaio 3. Strumentazioni e strutture

3000

3.1 Affitto 4. Forniture varie di beni e servizi

29000

4.1 Sito internet 4.2 Banca dati 4,3 Arredi 4,4 Attrezzature (pc, stampanti, fotocopiatrici ecc) 4,5 Utenze 4,6 Sostegno diretto alla prima iniziativa di fundraising territoriale 5. Comunicazione e marketing

Nel prospetto si riportano le principali voci di costo per la realizzazione almeno di una prima attività di fundraising prevedendo, tra l'altro, anche un sostegno diretto, in termini economici (voce 4,6), alla prima campagna finalizzata alla ristrutturazione e rifunzionalizzazione di un bene irpino. Le voci sono indicative e non esaustive.

10000

5.1 Campagna lancio e comunicazione esterna 5.2 Grafico 5,3 Tipografia 6. Spese trasferte e ospitalità

5000 Totale

100000

8


LAB ARTICOLO 9