Page 1

Affari ckick.N ews

DISTRIBUZIONE

GRATUITA

SUPPLEMENTO A WWW.AFFARICLICK.IT

STAMPATO IN PROPRIO. REDAZIONE EMAIL:INFO@AFFARICLICK.IT

095-2180051

Cronaca-News-Attualità-Spettacolo

21-03-2009

La Politica Fondi Fas; Lombardo chiede un incontro urgente a Berlusconi. "Approvati i Fas di quasi tutte le regioni del Nord, mentre il Sud resta al palo"( pag. 2)

Sanità; Lombardo- "ottima riforma". Russo"hanno vinto i cittadini".

Lavoro; a Catania primo tavolo provinciale di concertazione. Presenti all’in-

Sanità; Russo, legge in Sicilia 'no' a segnalazione immigrati.

si istituiscono i distretti sanitari e si fissa IL numero complessivo delle aziende sanitarie siciliane. (pag. 2)

contro anche istituzioni locali, sindacati, organizzazioni datoriali e professionisti del settore. (pag.3)

Parità di trattamento per immigrati e cittadini italiani. (pag.3)

La Cronaca Catania; carabiniere in borghese sventa rapina. Aiutato nell’impresa dai cittadini.( pag.4)

Randagi, intimidazione a sede Enpa di Catania Ignoti hanno gettando del letame all'interno della struttura. (pag.4)

Stupri; 13enne incinta dopo violenza. Arrestato nell’Ennese. La gravidanza era stata interrotta su decisione della madre. (pag.4)

Catania; scoperto deposito con merce contraffatta. Denunciato un cinese. (pag.5)

Mafia; sventato sequestro imprenditore Otto le persone arrestate tra cui un ex brigatista (pag.4)

Estorsioni; anche arancini come pizzo a Catania, arrestato. Cibo gratis e 500 euro al mese (pag.5)

Niscemi; Ruba 500 euro all'insegnate per aiutare la famiglia. (pag. 5) PAG 1


UNA SETTIMANA Fondi Fas; Lombardo chiede un incontro urgente a Berlusconi. "Resta inspiegabile ed immotiva-

ta la mancata presa d'atto, da parte del Cipe, il 6 marzo scorso, del Piano di impiego delle risorse Fas che spettano alla Regione siciliana. Ad oggi sono stati approvati i Fas di quasi tutte le regioni del Nord, mentre il Sud resta al palo". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo. "Sono queste - aggiunge il presidente le ragioni per le quali l'assessore Cimino ha negato l'assenso della nostra Regione per l'utilizzo del Fondo sociale europeo (Fse). E' singolare e contraddittorio che, mentre il Parlamento approva la legge sul Federalismo, per le regioni del Sud si pretenda che a programmare lo sviluppo sia il governo centrale. Per queste ragioni abbiamo chiesto un incontro urgente con il Presidente del Consiglio, Berlusconi, perche' si ponga fine ad un atteggiamento arbitrario e gravemente lesivo degli interessi del popolo siciliano e dell'intera Italia meridionale".

PAG 2

Sanità; Lombardo- "ottima riforma". Russo- "hanno vinto i cittadini". Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, hanno espresso grande soddisfazione dopo che l’Assemblea regionale siciliana ha completato l’esame degli articoli del disegno di legge di riforma del sistema sanitario. “Una riforma ampiamente condivisa - ha subito detto Lombardo - come è giusto che sia per le riforme di sistema. E’ venuta fuori un’ottima sintesi, altro che compromesso al ribasso come ha detto qualcuno. Questa legge, anzi, è fortemente innovativa e credo che il sistema sanitario regionale si candidi adesso come uno tra i migliori di tutta Italia. Riduciamo fortemente il numero delle aziende, realizzando le premesse per forti risparmi e, al tempo stesso, abbiamo dato una razionalizzazione al sistema riuscendo ad armonizzare i vari spunti che erano emersi dal confronto parlamentare. E’ vero, ci sono stati anche momenti di pathos, ma alla fine ha prevalso il senso di responsabilità. Voglio ringraziare l’assessore Russo per la passione e la capacità con cui è riuscito ad arrivare all’ambizioso traguardo finale ma un grazie va a tutti i capigruppo parlamentari che hanno mostrato un grande senso di responsabilità”. “E’ un’ottima riforma ha aggiunto l’assessore Russo frutto dello slancio che ha contraddistinto il lavoro dell’Assem-

Sono proprio convinto che dall’Aula esce un vero vincitore: il cittadino che, grazie a questa riforma, potrà avere le risposte necessarie ai suoi bisogni di salute”. “La riforma - ha sottolineato ancora Russo - è stata veramente sofferta. Sono passati nove mesi da quando abbiamo cominciato a parlarne: spesso ho usato la metafora del parto, oggi posso dire che è nata una creatura forte e vitale, figlia di un grande progetto riformista di questo governo. Adesso possiamo continuare a lavorare per una sanità migliore con la certezza di avere uno strumento importante come questa legge. Ringrazio il presidente Lombardo il cui convinto appoggio è stato fondamentale nei momenti più difficili. Ora guardo con ancora più fiducia alle prossime scadenze: a fine mese ci sarà la verifica del ‘tavolo ministeriale’ alla quale ci presenteremo con le carte in regola, con l’orgoglio di una regione che ha fatto fino in fondo il proprio dovere e che chiede solo quello che le spetta”. Ieri l’Assemblea regionale siciliana ha concluso l’esame della legge con gli articoli 11 e 14, che rispettivamente fissano a 17 il numero complessivo delle aziende sanitarie siciliane e istituiscono i distretti sanitari.


A DI POLITICA…. Lavoro; a Catania primo tavolo provinciale di concertazione. Si è tenuta presso la sede della presidenza della Regione siciliana di Catania, il primo degli incontri che l’Ufficio regionale del Lavoro, ha promosso nelle province siciliane per i tavoli di concertazione con tutti gli attori coinvolti a vario titolo nel mercato del lavoro. Questo per valutare strategie operative sull’utilizzo degli strumenti esistenti di sostegno del reddito della manodopera sospesa dal lavoro e dalla retribuzione, ivi compresi quelli previsti dall’art. 19 del decreto legge n. 185/2008 convertito nella legge 2/2009, il c.d. decreto anticrisi; evidenziare le specificità scaturenti dai territori coinvolti, al fine di determinare e programmare adeguatamente le risorse disponibili mediante condivisione di regole adeguate, per ambiti di intervento e per crisi di settore nonché sull’efficiente utilizzo degli ammortizzatori sociali in deroga. All’incontro, presieduto dal deputato regionale Orazio D’Antoni, della VI° Commissione dell’Ars, sono stati invitati istituzioni locali, sindacati organizzazioni datoriali e professionisti del settore. “Lo strumento degli ammortizzatori sociali e quelli in deroga in particolare - ha detto il dirigente dell’ufficio Paolo Trovato - devono essere PAG3

mente utilizzati soprattutto dalle imprese di più piccole dimensioni, al fine di assicurare adeguate misure di sostegno del reddito ai l o r o d i p e n d e n t i ” “ E’ in corso di elaborazione un disegno di legge a tutela delle imprese diverse da quelle industriali - ha spiegato Orazio D’Antoni per i quali l’ARS ha già varato norme apposite, e su questo è aperto il confronto con le parti sociali e le organizzazioni datoriali. Auspico – ha aggiunto - un efficiente utilizzo dei voucher formativi in favore dei lavoratori sospesi o licenziati, per essere utilizzato come veloce mezzo per una pronta risposta mirata alla riqualificazione di tali lavoratori”. Sono intervenuti, tra gli altri, Angelo Mattone della UIL, Carmelo Mazzeo della UGL, Maurizio Attanasio della CISL, Salvatore Bonura della CNA e Carmelo Coco della Task Force Lavoro del Comune di Catania. Orazio D’Antoni, chiudendo i lavori, ha preso l’impegno di continuare a sostenere un serrato confronto con le parti sociali e datoriali al fine di includere le istanze positive emerse e che emergeranno allo scopo di farle diventare norme regionali.

Sanità; Russo, legge in Sicilia 'no' a segnalazione immigrati. "Abbiamo semplicemente affermato il naturale e inderogabile principio di civiltà e di solidarietà: ai piu' deboli, ai piu' bisognosi, a tutti coloro che si trovano sul ter-

sia la loro condizione giuridica, razza, sesso, religione, condizione personale e sociale, la Regione Siciliana garantirà le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti ed essenziali senza che cio' implichi alcun tipo di segnalazione all'autorità', salvo i casi in cui sia obbligatorio per disposizione inderogabile di legge, ed a parita' di condizioni con i cittadini italiani". Lo afferma L'assessore regionale alla Sanita', Massimo Russo, a proposito dell'emendamento alla riforma del sistema sanitario regionale da lui stesso firmato con il presidente della Regione Raffaele Lombardo. "Una regione del Sud come la Sicilia continua Russo- terra di frontiera, con tanti problemi ma anche ricca di civiltà, pur nel bisogno e nelle difficoltà non smarrisce i valori fondanti di una comunità. L'Aula all'unanimità' ha pienamente condiviso e fatto proprio l'emendamento presentato insieme al presidente della Regione Lombardo liberando normativamente da un peso incompatibile con la professione medica chi e' chiamato ad aiutare tutti coloro che per il fatto stesso di dover ricorrere alle cure mediche essenziali, si trovano in una condizione di bisogno, spesso estremo. Sono a posto con la mia coscienza di uomo e di rappresentante delle istituzioni. Ho fatto semplicemente il mio dovere".


Randagi, intimidazione a sede Enpa di Catania Grave atto intimidatorio sabato scorso a Catania ai danni della sezione provinciale dell'Enpa, l'Ente nazionale protezione animali. Ignoti hanno gettando del letame all'interno della struttura dopo aver forzato il cancello d'ingresso. Nei giorni scorsi l'associazione, dopo i fatti accaduti nel ragusano, aveva preso dure posizioni contro i progetti che prevedevo l'abbattimento dei cani randagi. Da tempo,la sezione catanese dell'Enpa rileva e denuncia sistematiche inadempienze normative da parte delle autorità locali, amministrazione comunale e servizi sanitari.

Catania; carabiniere in borghese sventa rapina. Un carabiniere in borghese ha sventato una rapina in un negozio di abbigliamento in pieno centro a Catania. I due rapinatori muniti di taglierino erano entrati nel negozio e avevamo minacciato le commesse, obbligandole a farsi consegnare i soldi conservati in cassa, un importo pari a 350 euro. I due malviventi si sarebbero poi dati alla fuga per le vie limi-

PAG 4

Una settimana

ma le urla della titolare del negozio hanno richiamato l’attenzione del militare, disarmato e in borghese che non ha esitato ad inseguire i due rapinatori. Dopo averli fermati, il carabiniere è riuscito a disarmarli grazie anche all’aiuto di alcuni cittadini.

Stupri; 13enne incinta dopo violenza. Arrestato nell’Ennese. E' accusato di avere violentato una ragazzina di 13 anni provocandole una gravidanza, un pregiudicato di 49 anni, che risulta disabile psichico, arrestato dai carabinieri a Leonforte (Enna). La ragazzina a seguito dello stupro era rimasta incinta e la gravidanza era stata poi interrotta su decisione della madre e dei neuropsichiatri infantili che la hanno assistita. Le indagini coordinate dalla procura di Nicosia e condotte dai carabinieri hanno accertato la responsabilità del pregiudicato grazie alla comparazione del Dna del feto e dell'indagato. La violenza e' avvenuta la scorsa estate quando C. G., con precedenti per reati contro la persona, aveva ospitato il padre della tredicenne e la ragazzina. Approfittando di una breve assenza del genitore, aveva abusato della tredicenne che inizialmente avrebbe taciuto l’accaduto. La madre si era resa pero' conto che la figlia

danza.Le indagini scientifiche disposte dalla Procura di Nicosia e la prova del Dna hanno portato ora all'emissione di un'ordinanza di custodia a carico del pregiudicato che risulta "incapace" per problemi psichici ed e' stato pertanto ricoverato nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).

Mafia; sventato sequestro imprenditore La mafia di Gela (Caltanissetta) stava organizzando il sequestro di un imprenditore per chiedere il riscatto. A sventare il progetto un'indagine dei carabinieri che la notte scorsa hanno arrestato otto persone, tutte legate alla 'Stidda', un’organizzazione mafiosa prima contrapposta a Cosa Nostra e poi sua alleata. Gli arresti sono stati eseguiti in Sicilia e in altre due regioni, ovvero Puglia e Lombardia. Tra gli arrestati anche un ex militante delle Brigate Rosse Calogero La Mantia, arrestato negli anni '70 come appartenente alla colonna milanese delle BR. La Mantia, 59 anni, di Sommatino (Caltanissetta) abitava a Gela dove si era stabilito da vent'anni circa. Il sequestro secondo gli investigatori avrebbe dovuto essere eseguito prima di Pasqua. L'indagine che ha portato all'operazione "Caiman" si e'


a di cronaca…. .naggio di spicco della 'Stidda' gelese secondo le dichiarazioni di vari collaboratori di giustizia. Pistritto e' ritenuto il capo del gruppo criminale che operava anche fuori dalla Sicilia e aveva ideato e materialmente pianificato, con vari sopralluoghi principalmente rapine, e soprattutto sequestri "lampo". Nel mirino c'era anche un noto banchiere siciliano. L'ex brigatista secondo i carabinieri avrebbe dovuto partecipare ai rapimenti. E' emerso dall'attivita' investigativa che gli 'stiddari' avevano la disponibilita' di armi da fuoco e di esplosiv o a l p l a s t i c o . I provvedimenti restrittivi, nei quali si contestano i reati di associazione mafiosa finalizzata alla commissione di reati contro la persona ed il patrimonio, sono stati firmati dal gip di Caltanissetta, Giuseppina Bonaventura Giunta, su richiesta del procuratore capo della Direzione distrettuale antimafia, Sergio Lari, dell'aggiunto Domenico Gozzo e del sostituto Nicolo' Marino.

Estorsioni; anche arancini come pizzo a Catania, arrestato. Gli arancini gratis e 500 euro al mese: questa la richiesta di 'pizzo' avanzata secondo l'accusa

PAG 5

avanzata secondo l'accusa da Giovanni Recupero, 32 anni, al titolare di una rosticceria di Catania, suo vicini di casa. Recupero e' stato arrestato dai carabinieri della compagnia Piazza Dante in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere della Procura distrettuale. Il primo episodio si sarebbe verificato nell'ottobre dello scorso anno: l'uomo sarebbe andato nella rosticceria vicino casa e consumato alcuni arancini. Dopo averli mangiati si sarebbe rifiutato di pagare il conto, e avrebbe aggiunto la richiesta di 500 euro al mese. Al deciso rifiuto dei commercianti, Recupero avrebbe estratto un coltello e dopo averli minacciati avrebbe distrutto parte degli arredi, per un danno di duemila euro.

Niscemi; Ruba 500 euro all'insegnate per aiutare la famiglia. È stata senza dubbio la disperazione per una situazione familiare economica tragica che ha portato una ragazzina di 14 anni a rubare dei soldi alla propria insegnate. La storia è accaduta a Niscemi dove un’alunna dopo aver rubato 500 euro dalla tasta di una sua insegnante precaria li porta a casa dai genitori. Questi ultimi, entrambe disoccupati, senza nulla chiedere li hanno utilizzati per fare la spesa. Tanto buon senso e comprensione da parte dell’insegnante; la donna, infatti, dopo aver sco-

nua colpevole, piuttosto che rivolgersi ai carabinieri parla con genitori, i quali hanno ammesso che a causa delle forti ristrettezze economiche hanno tacitamente accettato il denaro della figlia. La storia ha così avuto un lieto fine, un compromesso è stato raggiunto: la ragazza restituirà i soldi alla legittima proprietaria a rate.

Mafia; si impicca il genero del boss di Agrigento. E' stato trovato impiccato ad un albero in un terreno demaniale in localita' Furore a Naro (Agrigento) Alfonso Vella, 41 anni, genero di Cesare Lombardozzi, 65 anni, condannato definitive per associazione mafiosa e ritenuto il capo della cosca mafiosa di Agrigento e braccio destro del capo provinciale di Cosa Nostra, Giuseppe Falsone. Alfonso Vella -che sarebbe comunque estraneo al mondo della criminalita'- si sarebbe recato volontariamente nella zona di Furone, a cavallo tra i territori comunali di Agrigento, Favara e Naro, ed e' li' che dopo avere sistemato una corda al ramo di un albero si e' tolto la vita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Naro che hanno avviato le indagini. Pochi dubbi comunque sul fatto che si sia trattato di un suicidio. Proprio nei giorni scorsi la Guardia di Finanza aveva confiscato beni per svariate centinaia di migliaia di euro alla famiglia Lombardozzi.

Pag 5


Sport e spettacolo Catania-Lazio 1-0 Pandev spreca Per i biancocelesti un’altra sconfitta Dopo la débâcle interna contro il Chievo, la Lazio incassa un’altra delusione in Sicilia e vede complicarsi la risalita in classifica. I biancocelesti tornano a mani vuote da Catania, sconfitti per 1-0 (gol di Paolucci) dalla squadra di Zenga (ormai salvo). Due gli episodi decisivi: nel primo tempo al 24’ il gol del Catania: il Ledesma rossazzurro sbaglia la conclusione, ma la palla arriva a Paolucci che può segnare a porta vuota. Nel secondo tempo, al 15’ il portere etneo Bizzarri neutralizza con un tuffo sulla sinistra un rigore di Pandev che l’arbitro Brighi aveva concesso per un fallo di Silvestre sullo stesso macedone. Amareggiato nel dopo gara è Delio Rossi che parla di «episodi sfortunati». «Abbiamo avuto qualche difficoltà in avvio di partita, perché non trovavamo le giuste distanze tra i reparti - afferma l’allenatore della Lazio -. Ma, dopo avere subito il gol, siamo usciti fuori bene. E nella ripresa, anche con l’ingresso di Mauri, le cose sono andate meglio. Purtroppo alcuni episodi della partita non sono stati a nostro favore». Abbiamo subito - ricorda Rossi - un gol facendoci sorprendere in contropiede e nella ripresa PAG 6

abbiamo avuto più di un’occasione per pareggiare». Sul rigore il tecnico ribadisce che «lo specialista della Lazio è Zarate», che però in quel momento era in panchina. «Allora - ricostruisce l’allenatore sul dischetto va chi se la sente. Pandev si e» fatto avanti...». Per la Lazio è il secondo passo falso consecutivo, ma «questa sconfitta assicura Delio Rossi - non ridimensiona la squadra: l’obiettivo continua a essere quello di migliorare la classifica».

Flavio Insinna con Senza swing arriva al Teatro Italia di Scicli. Arriva a Scicli per il quinto appuntamento della Stagione 2009 The Entertainer, Flavio Insinna con Senza Swing. Venerdì, alle 20:30, lo spettacolo verrà proposto al Teatro Italia. Con “Senza Swing” Flavio Insinna torna al suo punto di partenza artistico: il teatro. Suppor-

tato in scena dai nove musicisti della Bellini Band, l’artista romano ci narra momenti significativi e paradossali del gloriosa e misera storia di una banda di caserma. Dipinge i diversi personaggi che

Piano i protagonisti delle vi-

cende attraverso le quali passa questa banda nel riuscire ad affermarsi (loro malgrado) dentro il mondo del servizio militare. La banda diventa un microcosmo nel quale convivono involontariamente esistenze umane piccole e meschine. “Senza Swing” porta in maniera ironica un contenuto di rifiuto e di necessità di reagire alla mediocrità. Le vite “furbette” e mediocri sono senza swing. Ma lo spettacolo lascia anche una sensazione positiva nello spettatore dal momento che ti fa sentire che se uno reagisce alla mediocrità e crede che i propri sogni si possano realizzare si raggiungeranno sempre risultati inaspettati. Da un testo di Pier Paolo Palladino scritto con lo stesso Insinna, Manfredo Rutelli, Andrea Lolli e Giampiero Solari che dello spettacolo è anche regista, “Senza Swing” è una produzione della Ballandi Entertainment.


Alcuni annunci della settimana.. e tanti altri li trovi su www.affariclick.it

Lavoro offro.

Veicoli-automobili.

Immobili, Vendo.

AGENTE DI COMMERCIO SETTORE TELEFONIA MOBILE E FISSA.

VENDESI JAGUAR XJ 3.0

DUE CAPANNONI ACCORPATI.

La Seven Trade Srl, CERCA Consulenti Commerciali in tutte le province siciliane con esperienza nella consulenza e vendita di servizi e prodotti alle aziende. SI OFFRE: fisso mensile, appuntamenti, posizione ENASARCO, formazione, piani incentivi fortemente motivanti. Inviare il curriculum a info@telecomunicare.it

Jaguar xj 3.0 benzina 240 cv anno novembre 2003 con cambio automatico, cerchi in lega con gomme al 70%, climatizzatore automatico bi-zona, sospensioni autolivellanti, navigatore, TV, dvd posteriore, sedili in pelle a regolazione elettrica, volante e pedali a regolazione elettrica, caricatore cd, controllo velocità di crociera, sensore luci e pioggia,sensori di parcheggio ant. e post.Tenuta sempre in garage. 25000 Euro. Telefono 3470800400 FIAT 500 SUPER RESTAURATA

CERCASI AMBOSESSI PER P.V. ABBIGLIAMENTO E ART. PER LO SPORT Si richiede esperienza provata nel settore e passione e conoscenza di tutti gli sport, bella presenza, max 30 anni, residenza catania o hinterland etneo. chiamare dalle 13 alle 14. Telefono 328.8241851 SELEZIONIAMO HOSTESS, PROMOTER, MERCHANDISER Agenzia di servizi seleziona promoters,hostess,merchandiser. Se interessati inviare curriculum + foto a: workevolution@alice.it Telefono 350511824 CERCASI OPERATRICI CALL CENTER. Per apertura nuovo call center cercasi operatrici. Per fissare appunta-

PAG 7

vendo fiat 500 l super restaurata, messo tutto nuovo, motore con soli 900 km fatti solo in raduni a catania,tutta da vetrina, vendo a veri amatori e intenditori,causa acquisto casa. 14000 Euro Telefono 3406826478 KIA CLARUS USATA. OTTIME CONDIZIONI. PREZZO AFFARE Kia Clarus 1.8 sw , bianca , tagliandata Kia ,gomme anteriori michelin nuove,clima nuovo,filtri+cinghie servizi+fili candele + motorino avviamento+candele+frizione+freni ant nuovi. Radio mp3,ruota di scorta con cerchio nuova,4 vetri elettrici,paraschizzi in tutte e 4 le ruote,devia vento nei finestrini anteriori.ottime condizioni.Utile per lunghi viaggi o trasporto merci.possibilità gpl. 1000 Euro prezzo trattabile Telefono 3495067698

Vendesi due Capannoni Artigianali accorpati mq 1000, mq 3600 di terreno di pertinenza, casa tre vani più servizi uso ufficio mq 100, alloggio custode mq 70; in Contrada Jungetto, sulla strada principale, adiacente nuovo Centro Commerciale Agroalimentare, zona industriale, a pochi km dallo svincolo per Tangenziale di Catania-Autostrade. 500000 Euro Telefono 3384172475333706656 PANORAMICO 3 VANI E MEZZO. Panoramico 3 vani e mezzo,luminoso,cucina abitabile,doppi servizi,ampi balconi,di cui uno balcone terrazzina,2°piano con ascensore,climatizzato in tutti i vani.Canalicchio,zona Planet Telefono 3356129645 QUADRIVANI Appartamento a Monserrato composto da cameretta, cucina abitabile, doppi servizi e altri due vani grande. 295000 Euro Telefono 0957110224


Tutta l’informazione on line www.affariclick.it…..24 ore al FREE EditSicilia Via Coppola,70 95100 Catania

Supplemento periodico a www.affariclick.it

Tel.:095-2180051 Fax: 095-2180051 E-mail: info@affariclick.it

Direttore responsabile: Deborah Annolino

In attesa di registrazione al Tribunale di Catania

Editore: “Associazione Culturale” EditSicilia Via Coppola,70 95100 Catania I nostri recapiti Emal: info@affariclick.it Per i vostri articoli: redazione@affariclick.it n.b. I testi non pubblicati non si restituiscono

Siamo su Internet! www.affariclick.it

Per pubblicare il vostro annuncio gratuito:

Per Fax allo 0952180051

Chiamando lo 0952180051

PAG 8

Collegandovi al nostro sito internet www.affariclick.it

Direttamente in sede: Via Coppola, 70 (Catania)

Affariclick free press marzo n.3  

Notizie di politica, cronaca, sport e spettacolo.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you