Page 1

ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI

LA VERIFICA DELLE COMPONENTI STRUTTURALI (TRAVI, COLONNE, CONTROVENTI, ELEMENTI SECONDARI QUALI ARCARECCI E CORRENTI DI PARETE, GIUNTI SALDATI O BULLONATI, BASI DI ANCORAGGIO, SOLAI COLLABORANTI, RIVESTIMENTI IN LAMIERA GRECATA O COIBENTATA) E’ ESEGUITA CON I POSTPROCESSORI DEL “

MODULO” SAITU


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI PUNTI FONDAMENTALI DELLA PROGETTAZIONE ANTISISMICA


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI

Nella progettazione antisismica di strutture dissipative a bassa o alta duttilità le sezioni dissipative devono essere di classe 1 o 2 ; il legame con il fattore di struttura q è il seguente : secondo NTC :

secondo EC8


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI

secondo NTC (in accordo con EC8) – fattore di struttura q = q0 . Kr


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI secondo EC8


ANALISI GLOBALE E DELLE COMPONENTI In una struttura a telaio resistente a momento (moment resisting frame), per assicurare lo sviluppo del meccanismo globale dissipativo è necessario rispettare la gerarchia delle resistenze trave-colonna ovvero è opportuno che la formazione delle cerniere plastiche avvenga nelle travi piuttosto che nelle colonne (salvo in casi particolari chiaramente individuati dalle norme) Ciò richiede che gli elementi di giunzione o più precisamente le componenti nodali siano dotate di adeguata sovraresistenza per consentire la formazione della cerniera plastica nelle travi collegate. collegate


La scala gerarchica di resistenza delle componenti nodali prevede, in ordine importanza e per strutture con classe di duttilitĂ  ALTA : 1 2 3

- Pannello d’anima della colonna irrigidito o no - Saldatura trave–flangia o trave-colonna - Minimo valore della resistenza delle seguenti componenti nodali - Bulloni del giunto a flangia (se previsto) - Flangia di testa della trave (se prevista) - Piattabanda della colonna in zona tesa - Anima della colonna in zona tesa - Anima della colonna in zona compressa - Anima della trave in zona tesa - Anima della trave in zona compressa - Anima della trave in zona di rastremazione (se prevista) 




Se la zona dissipativa è individuata alla base della colonna il criterio della gerarchia delle resistenze va applicato anche al sistema di ancoraggio e, per strutture ad alta duttilità, anche alle parti interne al nodo di base ovvero, in sequenza gerarchica, alle seguenti : - Saldatura della colonna alla piastra di base - Bulloni di ancoraggio - Piastra di base della colonna - Parte dell’anima della colonna in zona tesa - Parte della flangia e dell’anima della colonna in zona compressa


Trave di nodo rigido

Traverso di controvento a V concentrico

Diagonale teso di controvento a X

Link di controventi a V eccentrici


Analisi globale e delle componenti in acciaio  

Analisi globale e delle componenti in acciaio a cura dell'ing. D. Leone

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you