Page 20

L'ERRORE DI EXCEL Spettabile Redazione, sono un lettore di MCmicrocomputer da qualche anno, e vorrei far notare un errore apparso nell'ultimo numero della rivista, nell'articolo dedicato all'uso di Excel97. In quell'articolo si parla di come Excel rappresenta le date al suo interno, e vi si dice che, essendo il giorno n. 1 il 1 Gennaio 1900, allora il 1 Gennaio 1901 e' il giorno n. 367, in quanto il 1900 sarebbe bisestile. Ora, non credo che ignoriate il fatto che il 1900 in realtà non fu affatto bisestile. Mi chiedevo pertanto se tale errore fosse dovuto ad una svista dell'autore dovuta alla fretta (come credo), oppure (cosa che non vorrei) è proprio un baco di Excel che considera il 1900 bisestile (e magari, che so, pure il 2100, che parimenti non lo sarà, cosa che porterebbe a sballare tutti i conti sulle date che coinvolgano giorni prima e dopo quei capodann/)o Vi ringrazio del lavoro che portate avanti con professionalità e vi porgo distinti saluti.

ogni 400 anni vi fossero esattamente 3 giorni in meno. A tal fine furono corretti gli errori accumulatisi nei secoli precedenti facendo seguire al giovedì 4 ottobre 1582 il venerdì 15 ottobre e vennero indicati come bisestili gli anni divisibili per 4, tranne quelli terminanti con due zeri e non divisibili per 400. Secondo questa regola il 1900 non è stato, effettivamente, un anno bisestile, mentre lo sarà il 2000. Excel 97, quindi, sbaglia i suoi calcoli quando prevede l'esistenza del giorno 29 febbraio 1900, codificato dal numero 60 attraverso il suo sistema di datazione. C'è da dire che questo errore non si ripete per i passaggi di secolo successivi, impedendo, così, una pericolosa reazione a catena. Rimane, comunque, un difetto abbastanza significativo, al quale non si è posto rimedio nemmeno nell'edizione "2000" del programma, per non compromettere la compatibilità con i documenti già realizzati con le versioni precedenti. Il programma prevede, comunque, un apposito comando, attivabile dal menù "strumenti/opzioni", che forza il conteggio delle date a partire dal 2 gennaio 1904 eludendo, così, il problema. L'attivazione di questa opzione, naturalmente, modifica tutte le date già immesse nei documenti. Aldo Ascenti

Gabriele Stilli

N

el ringraziarla per la segnalazione le confermiamo i suoi peggiori sospetti: l'errore è effettivamente dovuto ad Excel. Si tratta di un problema noto, che il programma Microsoft si porta dietro dalle versioni precedenti. Per chi non lo sapesse, l'attuale regola del calcolo degli anni bisestili fu introdotta da papa Gregorio XIII nel 1582. La riforma prevedeva di correggere l'antico calendario ecclesiastico in modo che

POP3,SMTP, DNS, BOH!

ti di vista) tra un POP server e un SMTP server. Nella stragrande maggioranza dei c1ient di posta elettronica e' possibile impostare l'uno o l'altro come server per la ricezione e l'invio di e-mail. So che SMTP vuoi dire SimpleMail Transfer Protocol e che è il server responsabile dell'inoltro e la ricezione dei messaggi elettronici; se esiste questo server a cosa serve il POP (Point Of Presence?) o POP3 come a volte si legge? Altro fatto curioso: in PMMail 98 (il client della SouthSoft che uso congiuntamente ad Eudora) è possibile inviare posta tramite il POP3 e riceverne attraverso l'SMTP e viceversa! A questo punto la mia confusione mentale aumenta perché i due server sembrano intercambiabili a piacimento. E ancora; anche se so benissimo che il oNS è il server dei nomi di dominio che si occupa della risoluzione degli indirizzi web, perché mai ne dovrebbero esistere due per ogni provider? (oNS primario e secondario). Sono forse complementari o è solo un fatto di ridondanza per assicurare la continuità del servizio? Insomma sono estremamente curioso di capire a fondo la questione e nello stesso tempo rimango perplesso dal fatto che nonostante abbia letto la bibbia del settore, ossia "Reti di computer" (di Tanenbaum della McGraw-Hill) ancora ho questo tipo di lacune! Sarà normale? Boh! Può rispondere a tutte queste domande con un discorso organico? La ringrazio anticipatamente per un' eventuale ed esaustiva risposta che mi vorrà dare. Distinti saluti. Luca oe Berardinis - Bologna

oe

Onorabilissimo Sig Masi, Mi sto ponendo una serie di domande da un po' di tempo a questa parte: per esempio la differenza (da tutti i pun-

Scrivete a MCmicrocomputer! Per scriverei avete a disposizione sia la posta tradizionale (Viale Ettore Franceschini 73, 00155 Roma), sia il fax della redazione (0643219302), sia l'e-mail, all'indirizzo mc.posta@pluricom.it. Ogni giorno i messaggi vengono girati alle persone di competenza, per cui vi consigliamo di indirizzarvi alla casella della redazione piuttosto che a quella dei singoli redattori. E' più semplice per voi e, anche se sembra strano, per noi ... E' difficile che riusciamo a fornire risposte private (quindi non inviate francobolli o buste affrancate); per le e-mail qualche volta succede. Voi provate, basta che non vi offendiate se non vi rispondiamo ... Vi assicuriamo comunque che leggiamo tutta la corrispondenza e teniamo nella massima considerazione ciò che ci viene segnalato.

S

MTP (acronimo di SimpleMail Transfer Protocol) è un protocollo TCP/IP usato per inviare e ricevere posta. Ciononostante, a causa di alcune sue intrinseche caratteristiche, la capacità di SMTP di maneggiare "code" è fortemente limitata (le ricordo che la teoria delle code è lo studio delle tecniche per maneggiare processi e oggetti concorrenti in un computer). Ad esempio, due documenti che arrivano alla stessa stampante formano una coda, due o più applicazioni che girano in time sharing formano una coda, più utenti che maneggiano la stessa base dati fanno lo stesso; deve esserci "qualcuno" che regola questo traffico, altrimenti sarebContinua a pago 22

20

MCmicrocomputer n. 201 - dicembre 1999

201 MCmicrocomputer  

Dicembre 1999

201 MCmicrocomputer  

Dicembre 1999

Advertisement