Page 161

Fk'"

--

estranei. E' il caso di questo Mask of Eternity, per sviluppare il quale Roberta ha personalmente preteso che gli venisse realizzato un engine con una serie di caratteristiche molto precise e ampie. Il che ha preso molto tempo. Mask è la storia della lotta tra Connor e Lucreto, il bene Connor e il male Lucreto, una specie di angelo caduto, un demone con mille astuzie e possibilità leader degli Archons del Realm of the Suno Scopo della nostra attività, ritrovare e rimettere assieme i pezzi della Maschera che Lucreto ha sminuzzato in giro per il territorio virtuale della adventure. Un territorio davvero 3d e di grande qualità grafica che vi prenderà qualcosa come 20 ore di esplorazione e di azione per reame. E qui di reami ce ne sono un sacco e di più. The Dimension of Death; Arctic Frozen Reaches, dotato di incredibili e mai visti prima così giganteschi pupazzi di neve; the Egyptian-like Realm of the Suno Popolati da ardite creature poligonali come the Swamp Witch e the Sylph Il primo reame è quello domestico di Connor: the Kingdom of Daventry. Connor è a quanto pare l'unico che non abbia avuto la sventura di essere tramutato in pietra da Lucreto, anche se adesso, senza armi e con le idee un po' confuse, non sa da che parte cominciare per cavarsi di impaccio e tentare di riscattare la brutta sorte toccata ai suoi concittadini. Mi è piaciuto molto che abbiano pensato a quelli che spesso si trovano in un vicolo cieco in questo genere di game e non sanno più che pesci prendere. Per questi sfortunati e imperiti praticanti, cui spesso tocca in sorte di doversi comprare apposite riviste per tirarsi fuori dai guai, la Sierra ha pensato di inserire filmatini

e meccanismi audiovisivi che instradano e aiutano il malcapitato avventuriero. Per il resto in Mask abbiamo, al massimo livello grafico e qualitativo disponibile sul mercato, tutto l'armamentario, da me mica tanto mai amato, del fantasy con tutti i relativi spell, magic, potion, etc. etc ... , ma e per fortuna, anche tutti gli elementi di azione di un Hexxen, armi incluse, che potete anzi dovete raccattare per strada per aumentare il vostro inizialmente assai limitato arsenale. Ma devo anche dire che la fantasia di Roberta Williams ha saputo innovare il genere, immaginandosi frecce di ghiaccio per surgelare all'istante focosi nemici e, più in generale, una pletora di esibizionistici e deliranti antagonisti. Poi il Lord of Death ci dà finalmente la chiave per il Gate of Life in modo che Connor e quindi noi si possa attraversare the River of Death e arrivare al Realm of the Suno

I ~

Titolo: Civilization: Cali to Power Casa: Activision (Usa) Format: Pc Cdrom Giud ,;',;',r,r Detto fra noi, mettere mano ad un gioco della fama di Civilization senza essere nemmeno Sid Meier è come pensare di migliorare la Divina Commedia

MCmicrocomputer n. 189 - novembre 1998

~f -

----~,--

.'

6000 anni di continua ed instancabile E ': evoluzione ""', . ~' . interattiva (con qualche lacuna storica almeno nella prima edizione ed una certa approssimazione grafica. Ma anche con una giocabilità difficilmente sfiorata ... ). Uno dei game più venduti e più amati di sempre. Da una prima ricognizione, in Cali to Power (per inciso il primo vero sequel di CIV, dopo il restyling di CIV 2 e la versione Internet di CIVnet), quello che si capisce subito è che i ragazzi dell'Activision hanno prudentemente scelto la logica evoluzionistica. Nessuna pretesa di inventare l'acqua calda (meglio farlo con concept nuovi di zecca ed evitarlo quando si tratta di manipolare capolavori collaudati ... ): amore e venerazione per il classico di Meier deve essere stato uno dei requisiti nel reclutamento dei membri del team, e la necessità di fare centro sul modulo essenziale della giocabilità dell'originale, una delle informazioni di metodo più ripetute. Utilizzando anche le migliaia di suggerimenti e richieste (per paradosso più un gioco è amato più i fan sono prodighi di consigli, mentre a nessuno importa di migliorare un gioco sca-

CIVILIZ;-\TION -----------C ,\ l.. L ..

--

--

... l"

T ()

.~

0....::' \',/,

'"-

. ..

_

senza essere almeno Dante Alighieri. Eppure, i folk dell' Activision, ragazzi quanto mai avventurosi, non hanno affatto paura di provarci e questo Cali to Power è il risultato dei loro sforzi. E insieme vediamo un po' di che si tratta, insomma cerchiamo di capire se hanno combinato troppi guai o al contrario sono riusciti nell'epica iniziativa. Per i miei due lettori che non abbiano mai sentito nominare Civilization, dirò solo che, nel 1990, Sid Meier, un caso quasi unico di continuo successo nella storia dei videogame, creò il primo gioco che simulava l'intera storia della civiltà occidentale, dalla tribù alla partenza per un viaggio interstellare su Alpha Centauri.

161

189 MCmicrocomputer  

Novembre 1998

189 MCmicrocomputer  

Novembre 1998

Advertisement