Page 123

PLAYWORLD

quello delle conquiste spaziali, in modo originale e simpatico. Con disegni interattivi luccicanti e con colori digitali riusciti e perfino dotati dell'incredibile prerogativa (se pensate al numero di colori del 64 e a quante volte li abbiamo già visti utilizzare ...) di sembrare nuovi. Con vicende ben strutturate e intelligentemente, collegate a tutta la storia del videogame (guardate quando l'ominide protagonista viene sbalzato di sella da quella specie di brontosauro e ditemi se non •• Asterix T

L'interfaccia è simpatica e non prevede tremende attese per carica menti da disco, il puzzle è molto complicato, ma non impossibile e anche i meno esperti possono girellare in qua e in là e vedere un bel mucchio di schermate. Non sono ancora arrivato nella terra della principessa, ma nutro buone speranze per il prossimo futuro. Intanto credo che esperimenti (riusciti) come questo siano a tutto vantaggio del pubblico interattivo. E salvate la principessa.

Rirnrunner SIeve Brown Palace C64, Alari ST

Distribuito da: Lago

Non è che abbia un milione di cose da dire a proposito di Rimrunner. Voglio solo, doverosamente, sottolineare che è possibile proporre anche temi super abusati nella galassia software come

Rimrunner

MCmicrocomputer n. 75 - giugno 1988

vi viene in mente Joust dell'Atari ...) e anche grazie ai suoni e agli effetti visivi e acustici che danno forza e respiro alla narrazione interattiva. Comincia l'azione. Il marziano verde con fucile fischia. È il miglior fischio simulato della storia del videogame. Arriva di corsa il simpatico rettile preistorico, anche lui rigorosamente verdastro. Il green man gli salta in sella e comincia la grande corsa in scrolling orizzontale da destra verso sinistra. Dove corrono, come in tutti i videogame, non ha nessuna importanza. La verità è che corrono tanto per il gusto di correre e non arriveranno mai da altre parti che non siano luoghi in cui bisogna correre ancora. Le due cose più importanti anche qui in Rimrunner, sono il tempo che scorre veloce e si avvicina all'esaurimento e l'energia digitale che sta per terminare. In alto e dai lati arrivano le minacce. Sono mostriciattoli alieni pensati uno ad uno, meteoriti rossastre (è il fuoco esterno dello spazio che si concretizza ...) e altre diavolerie volanti poco identificate. La cura dei rumori è esaltante. Godetevi gli scricchiolii meccanici digitalizzati dal SID del fucile spaziale del marziano; ritempratevi le stanche membra alla maneggevolezza della simbiosi uomo (alieno) brontosauro (preistorico). Ci sono mille sottigliezze e decine di accorgimenti plastici, sfondi lunari riusciti e vertiginose corse spaziali ricche del miglior humor inglese e piene di simpatia. Rimrunner è una piccola cosa, un tranquillo capolavoro minimo di cui il pianeta otto bit. devastato dalle tremende e insopportabili conversioni su licenza, ha più che mai bisogno. 123

075 MCmicrocomputer  

Giugno 1988

075 MCmicrocomputer  

Giugno 1988

Advertisement