Page 20

ANNO XIV - N. 65

LUNEDI’ 7 MARZO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

I Lupi perdono di misura sul difficile terreno di gioco del Trapani Il vantaggio al 2’con Todino I siciliani costruiscono il successo con le reti di Barraco e Ficarrotta TRAPANI. Una sconfitta onorevole sul campo più difficile del girone. Il Campobasso perde di misura a Trapani ma sfiorando un pareggio che non sarebbe suonato affatto come un ‘furto’. In effetti, la ‘banda’ Cosco se la gioca in maniera spavalda, mettendo paura ai più quotati avversari fin dalle primissime battute di gioco. E ci sarebbe pure da mangiarsi le mani, visto che dopo neanche due minuti di gioco i rossoblu si erano ritrovati in vantaggio con un gol di Todino a spezzare subito l’equilibrio. E’ chiaro, del resto, che da lì in poi i siciliani hanno premuto sull’acceleratore, senza tuttavia imbrigliare l’ordinato e redditizio gioco campobassano. E così, il pareggio granata è arrivato da un calcio piazzato, mentre il 21 che sarebbe stato poi il risultato definitivo è giunto prima della mezz’ora. In mezzo, i Lupi sono passati a qualche centimetro dal nuovo vantaggio, ma evidentemente sarebbe stato troppo. In cronaca. Cosco stupisce un po’ tutti dando fiducia a Visconti e recuperando in extremis l’acciaccato Monti. Il più classico dei 4-4-2 per entrambi gli allenatori (Boscaglia era squalificato, in panca Di Gaetano). Pronti via, i campobassani aggrediscono i siculi: Todino chiama al triangolo Monti, il ‘puma’ gli serve un bel pallone di esterno sinistro e l’irpino insacca il suo primo gol in serie C2 ‘purgando’ il portiere in uscita. I padroni di casa sono scos-

22

si, la reazione non è organica. Ma efficace sì: passano quattro minuti, pericoloso calcio di punizione affidato al piede di Barraco che coglie impreparato il portiere molisano, nell’occasione ‘beffato’ dalla sfera che gli passa sotto la pancia. E’ l’1 a 1. La partita resta vivace, i cambiamenti di fronte si susseguono. C’è un positivo Todino che impegna a terra Castelli su un velenoso tiro-

cross sul quale si stava avventando Balistreri. I circa 2500 dello stadio provinciale incitano i granata, eroici i quaranta supporters rossoblu sistemati in tribuna. In campo l’agonismo è spiccato ma senza eccessi, e il Campobasso continua a rendere molto dura la vita alla difesa trapanese. Punizione di Cacciaglia (20’), è un bolide che Castelli respinge ma non blocca e poi è stre-

pitoso nello scatto di reni sulla conclusione in rovesciata di Piero Balistreri. Sarà l’occasione più ghiotta del match. Ma il Trapani è avversaria forte e composta da diversi solisti. Lo dimostra al 25’, quando su un traversone di Pirrone, Ficarrotta si coordina e al volo infila il pallone in fondo alla rete firmando il sorpasso. Il contraccolpo psicologico si fa sentire, Minadeo e soci non sono brillanti come nella prima parte subendo un pericoloso tiro ravvicinato del bravo Barraco che però non sortisce gli effetti voluti. Il match viene interrotto per quattro minuti a causa di un malore che coglie un accompagnatore di una persona disabile sulla pista di atletica: Maglione si accorge dell’accaduto richiamando l’attenzione, L’esultanza di Todino, interviene Minadeo e Di Fiordo prontamente un’ambulanza che trasporta

Trapani

2

Castelli Lo Bue Dalì Pagliarulo Filippi Pirrone Barraco Calabrese (84’ Priola) Perrone (76’ Mastrolilli) Madonia Ficarrotta (68’ Coco) Di Gaetano

Campobasso 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 All

1

Ascani Maglione Posillipo Cacciaglia Di Fiordo Minadeo Todino Chiazzolino Balistreri (80’ Murati) Monti (46’ Ibekwe) Visconti (46’ Sebartoli) Cosco

ARBITRO: Zappatore di Taranto. MARCATORI: 2’ Todino (C), 6’ Barraco (T), 25’ Ficarrotta (T). NOTE: ammoniti Filippi, Ficarrotta (T), Maglione (C). Presenti circa 2600 spettatori di cui una cinquantina da Campobasso. l’uomo in ospedale. Prima del riposo viene annullato un gol ai siciliani per posizione di fuorigioco segnalata a Barraco. Poi è Ascani a dire ‘no’ a Madonia. Subito due cambi. La ripresa si apre con le mosse istantanee di Cosco: fuori Monti e Visconti, dentro Ibekwe e Sebartoli. Bel gesto da parte della curva di casa che intona il nome di Maglione ringraziandolo così dell’episodio prima accaduto. La verve del primo tempo è un ricordo, la partita prova a farla il Campobasso col

Trapani che si difende e riparte. Non ne guadagna lo spettacolo, i taccuini rimangono vuoti. Il possesso palla dei ragazzi di Cosco si fa continuo, tuttavia le occasioni non arrivano. A dieci dal termine Murati rileva Balistreri, ma all’88’ Ascani deve compiere un miracolo sul siluro di sinistro ad opera di Mastrolilli. L’ultimo brivido lo regala Minadeo che al 93’ s’incarica della battuta di una punizione dal limite, il pallone passa a poco dal palo. Al triplice fischio, gli applausi (meritati) dei sostenitori campobassani.

Profile for giovanni testa

il quotidiano del molise  

07 marzo 2011

il quotidiano del molise  

07 marzo 2011

Advertisement