Page 1

In-s(i)eme Foglio delle Comunità di Vernate, Neggio, Iseo e Cimo Anno 12

Dicembre – Febbraio 2008/09

AVVENTO L'avvento è il periodo che nella precede il e segna l'inizio di un nuovo dell'anno ecclesiastico occidentale. La parola avvento deriva dal adventus e significa venuta ed è preparatorio al Natale. In tutte le confessioni questo periodo è contraddistinto da un atteggiamento di attesa del Natale imminente da parte dei fedeli e dal raccoglimento e dalla preghiera per l'accoglienza del Messia che sta per nascere. Nel rito cattolico l'Avvento si compone di due periodi; inizialmente si guarda all'Avvento futuro del Cristo nella gloria alla fine dei tempi, occasione di penitenza; dal 17 dicembre la pone invece l'attenzione sull'Avvento di Cristo nella pienezza dei tempi, con la sua Incarnazione. In questo periodo il colore dei del sacerdote è il, tranne la domenica della terza settimana in cui

numero 62

facoltativamente possono essere indossati paramenti.

Le nostre chiese: Neggio

Parrocchia Annunciaz. B.V.M.

Fot. Bruno Ferrini


essere piena. Esiste la possibilità di rendere questa gioia piena? Sì, nella misura in cui non ci stanchiamo a lottare contro le ingiustizie, gli inguanni e le condizioni disumane nelle quali vivono oltre i 2/3 dell’umanità. Natale è condivisione! Lo ripetiamo ogni anno: “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” deve portarci a vivere il nostro affetto, la nostra amicizia, la solidarietà non solo con un numero ristretto di familiari e parenti, ma anche e sopratutto con coloro che sono esclusi e messi ai margini, con coloro di cui nessuno si occupa. E noi missionari, crediamo Che un mondo diverso sai possibile

FESTA DI NATALE Natale è speranza! Un Dio che si fa uomo e si mette al nostro fianco e nella nostra condizione umana per far sì che realizzi il suo sogno di un’unità fraterna, giusta e pacifica. Esistono segni di speranza, oggi, dopo oltre duemila anni dalla nascita di Gesù a Betlemme? Basta aprire gli occhi per vederli e darsi da fare, perché ce ne siano di più. L’Azione “Natale cristiano” ci mostra la concreta opportunità di portare speranza a migliaia di fratelli e sorelle che troviamo nelle comunità affidate ai missionari. Anche l’offerta minima, per noi insignificante, ha un valore grande. Per contro, la minima offerta che tralasciamo d’inviare è una goccia che manca al mare. E l’oceano, lo sappiamo, è l’insieme di tante goccie. Natale è speranza! È un momento che, fin da piccoli, viviamo in mondo particolare: regali festa, luci, colori, inviti. Ebbene, il Natale dev’essere di gioia per tutti, altrimenti la nostra gioia non può 2


L’AVVENTO CON BAMBINI: 30.11: Neggio Piazza; 08.12: Guasti – Chiesetta; 14.12: Vernate – fontanone nel nucleo; 21.12: Vernate – Piazza (Vieni con suoi figli o nipoti!). ORARI DELLE SANTE MESSE PREFESTIVE E FESTIVE NATALE Sabato 06 dicembre - Isseo: 18.00 Domenica 07 dicembre – Neggio: 09.15; Vernate: 10.30 Lunedì 08 dicembre (Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria), Neggio: 09.15; Vernate: 10.30 Sabato 13 dicembre – Cimo: 18.00 Domenica 14 dicembre – Neggio: 09.15; Vernate: 10.30 Sabato 20 dicembre – Isseo: 18.00 Domenica 21 dicembre - Neggio: 09.15; Vernate: 10.30 24 DICEMBRE (mercoledì): 17.00 Iseo (Santa Maria) 22.00 Neggio 24.00 Vernate 25 DICEMBRE (NATALE), Vernate: 10.00 26 DICEMBRE (S. Stefano), Neggio: 10.00 Sabato 27 dicembre – Isseo: 18.00 Domenica 28 dicembre – Neggio: 09.15; Vernate: 10.30 Mercoledì 31 – Cimo: 18.00 Giovedì 01 gennaio 2009 – Vernate: 09.15; Neggio: 10.30

GRUPPO BIBLICO Il Gruppo Biblico si riunirà nella Sala Agorà di Vernate alle ore 20,15 nelle seguente serate dell’anno pastorale 2008/2009: • Mercoledì 28 gennaio • Lunedì 23 febbraio • Mercoledì 25 marzo • Mercoledì 29 aprile • Mercoledì 27 maggio Si continuerà il libro dell’Esodo

Benedizione delle Famiglie di VERNATE prima del NATALE! Si ancora Don Adam non ha visitato la sua casa e non ha benedetto la sua Famiglia, per favore entrare in contatto con la Signora Mirta (tel. 091.6054394), o direttamente con Don Adam (tel. 076 717 2251).


FESTA PATRONALE DI SAN SEBASTIANO, MARTIRE (VERNATE: Domenica 25 gennaio 2009 – Santa Messa ore 10.00 – dopo la Messa aperitivo).

IMPRESSUM: don dr. Adam Kowalik – tel. 091 730 1265; 076 717 2251; e-mail: a.k.parrocchia@gmail.com

MEDITAZIONI SUL NATALE 1. “Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per Maria i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo.” 1. Andiamo fino a Betlem. Il viaggio è faticoso, lo so. Molto più faticoso di quanto non sia stato per i pastori. I quali in fondo non dovettero lasciare altro che le ceneri del bivacco e le pecore tra i dirupi e i monti. Noi, invece, dobbiamo abbandonare i recinti di cento sicurezze, i calcoli smaliziati delle nostra sufficienza, le lusinghe di raffinatissimi patrimoni culturali, la superbia delle nostre conquiste ... per andare a trovare che? “un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia”. 2. “ C'erano in quella regione alcuni pastori che vegliavano di notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande spavento, ma l'angelo disse loro: “Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia”. E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste che lodava Dio e diceva: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama”. Appena gli angeli si furono allontanati per tornare al cielo, i pastori dicevano fra loro: “Andiamo fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere”.” Meditazione: 1. Andiamo fino a Betlem, è un viaggio lungo, faticoso, difficile, lo so. Molto più difficile di quanto non sia stato per i pastori. Ai quali, perché si mettessero in cammino, bastarono il canto degli angeli. Per noi, disperatamente in cerca di pace, ma disorientati da chi annuncia salvatori da tutte le parti, ogni passo verso Betlem sembra un salto nel buio. Caro Gesù, Parlo direttamente a Te, perché so che a Natale ti incontrerai con tantissime persone che verranno a salutarti. Tu le conosci a una a una e le puoi chiamare tutte per nome. Dal momento però che passeranno a trovarti, se non nell’Eucarestia e nei sacramenti almeno nel presepe, perché non suggerisci loro, discretamente, che non te ne andrai più dalla terra e che, pur trovandoti altrove per i tuoi affari, hai un recapito fisso nella tua chiesa, dove potranno incontrarti ogni volta che lo vorranno?. Tratta dal libro di don Tonino Bello “Alla finestra la Speranza”

4

INSIEME 62  

Indormativo Porrocchiale: Vernate, neggio e Cimo-Iseo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you