Issuu on Google+

PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:36

Pagina 1


PRESENTAZIONE:Layout 2

7-10-2010

16:55

Pagina 3

Adamello Supertrail la corsa possibile più dura delle Alpi Venerdì, 30 luglio 2010 si èconclusa alle due di mattina, nel buio pesto, dopo trentacinqueore dalla partenza, la corsa di Fabio Varesco, primo sul traguardo dell'«Adamello Supertrail». Il quarantottenne dipendente della Guardia di Finanza di Tesero (Val di Fiemme, Trento) si è aggiudicato il Trofeo Aido "Monica Giovanelli". L'organizzazione ha premiato come secondo classificato il camuno Adriano Boniotti, cinquantotto anni che ha raggiunto Vezza, ma senza rispettare i passaggi temporali fissati ai cancelli intermedi. Per lui il trofeo «Ferdinando Biena». Terzi ex aequo altri quattro atleti che hanno mancato per pocol'arrivo: Nicola Bassi, Ernesto Deviardi, Andrea Galimberti e Flavio Pezzettini. Tra le donne, menzione speciale per Giuliana Arrigoni e Patrizia Pensa, le prime due ad arrivare, insieme, al rifugio Lissone. Trofeo «Laura Bettoni» per Katia Fori, la donna più veloce ad aver raggiunto la cima più alta, il rifugio Maria e Franco. Più giovane partecipante in assoluto Nicola Bassi, 23 anni. Per quel che riguarda, invece, la gara più corta (84 chilometri con arrivo al rifugio Bazena di Breno) il vincitore è Silvio Bertone, col tempo record di undici ore, 51' e 29''. Al quarantatreenne torinese doppio trofeo: Gp Aido «Annalisa Gnutti trofeo SPORTLAND» per la vittoria della «Prealpitrail» e Coppa Avis «Fulvio Manzoni» in quanto primo a raggiungere il monumento del Redentore sul Monte Guglielmo. Prima donna in classifica è Emanuela Galesi, di Gardone Valtrompia, che conclude la Prealpi Trail in quattordici ore 20 minuti 4 secondi e si aggiudica il TROFEO SPORTLAND.


PRESENTAZIONE:Layout 2

7-10-2010

16:58

Pagina 3

Adamello Supertrail la corsa possibile più dura delle Alpi Il nostro intendimento era di mettere alla prova i migliori atleti su magnifici percorsi montani in condizioni di fatica e stress al limite delle possibilità umane. Sembra che ci siamo riusciti con 157 partenti ed un solo arrivato abbiamo confermato la fattibilità dell’impresa ed ora il mondo dell’ultratrail aspetta con ansia la prossima edizione e si sta preparando per affrontarla. Tutto ciò è stato possibile grazie ad uno sforzo comune di molti soggetti oltre l’organizzazione. AdamelloSupertrail vuol dire GRAZIE ai suoi sostenitori ed in primo luogo agli sponsor che hanno creduto in questa folle avventura che rischia di diventare la corsa più famosa delle Alpi. GRAZIE alle Associazioni che hanno aiutato l’organizzazione nella logistica e nella sicurezza. GRAZIE alle istituzioni che hanno creduto in una manifestazione che valorizza il territorio. GRAZIE agli atleti che hanno partecipato alla prima edizione con entusiasmo pur non conoscendo il valore e l’intensità dell’impresa, in particolare a Marco Olmo simbolo dell’Ultratrail italiano che ci ha accompagnato nei tre giorni della manifestazione. GRAZIE agli amici di AVIS ed AIDO per aver creduto nella volontà degli atleti di portare il messaggio della solidarietà come vessillo della manifestazione e divenire i “Messaggeri della VITA”. Il nostro augurio è che l’AdamelloSupertrail possa diventare una corsa amata dagli sportivi, ammirata dagli spettatori, rispettata dagli addetti ai lavori e donatrice di speranza ai molti malati che da un dono possono sperare in una vita migliore o di continuare a vivere Alla prossima. Organizzazione di AdamelloSupertrail Devis Biena Pierluigi Panigada


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:36

Pagina 4

Sezione Provinciale di Brescia “Laura Pastori” Manifestazione Adamello Supertrail-Saluto del Presidente Provinciale La Sezione Provinciale “L. Pastori” da sempre aderisce a tutte le manifestazioni sportive che abbiano come finalità primaria la promozione della cultura della donazione degli organi, dei tessuti e delle cellule. A maggior ragione lo fa per questa importante, e forse unica nel suo genere, gara che vede impegnati atleti dello sport estremo, provenienti da ogni parte d’Italia, scalare e discendere alcune delle montagne e valli più belle della nostra provincia. Promuovere la solidarietà attraverso lo sport non può che fare onore agli atleti e agli organizzatori. A Loro grazie dell’AIDO e di tutte quelle persone che grazie al trapianto tornano a vivere una vita degna di essere vissuta. Pochi giorni fa la nostra Sezione ha premiato (alla memoria) con la Medaglia d’Oro tre persone, che durante la loro vita, in periodi storici molto difficili, quanto parlare di donazione ed essere ascoltati era difficilissimo, con grande senso civico, hanno contribuito a costruire quella cultura della donazione e della solidarietà, che consente oggi alla nostra Provincia ed ai Bresciani, di essere ai vertici delle graduatorie nazionali e non solo, delle donazioni degli organi. Ora i tempi sono cambiati e notevolmente migliorati. Ma ciò nonostante non bisogna abbassare la guardia. E’ importante che la gente sia informata in continuazione e ogni manifestazione è l’occasione buona. L’obbiettivo che si pone l’AIDO e sicuramente tutti quei soggetti impegnati nel mondo dei trapianti, è riuscire ad assicurare a tutti coloro che ne hanno bisogno, indistintamente, la possibilità di arrivare al trapianto. Concludendo ancora grazie agli organizzatori e agli atleti. A tutti buona corsa.

Lino Lovo Presidente AIDO Provinciale di Brescia


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:37

Pagina 5

Adamello Supertrail Messaggio di Saluto di Giampietro Briola Un cordiale saluto a tutti loro, alle autorità presenti ed ai media che, con attenzione, seguono la Adamello Supertrail. Grazie ad ognuno degli oltre 32.000 avisini bresciani. Il territorio Bresciano conferma la propria vocazione ad essere luogo dello sport accogliendo con entusiasmo l’edizione della Adamello Supertrail, una corsa certamente fra le più difficili del panorama non solo nazionale, necessitando agli atleti specifica preparazione, grande coraggio ed enorme spirito di sacrificio e bravura. Una gara che si snoderà lungo percorsi che attraversno il cuore della montagna a noi più cara, la vetta dell’Adamello, in uno scenario dall’indubbio fascino, come solo il patrimonio naturalistico e quello paesaggistico bresciano sanno suscitare in ogni atleta e tecnico. Con vero piacere colgo, dunque, la possibilità di trasmettere un saluto amichevole e nel contempo un cordiale augurio, mio personale e di tutti gli avisini bresciani che temporaneamente rappresento, a tutti gli atleti, gli accompagnatori, i dirigenti, i giudici di gara presenti ini occasione di questo straordinario evento. Come durante le precedenti edizioni, sono certo che migliaia saranno gli appassionati che accompagneranno la manifestazione con la calorosa partecipazione che meritano molteplici significati sollecitati dal fascino della corda in montagna. Atleti ed appassionati sosterranno una prova che richiede generosità, costanza, volontà, le stesse qualità che, umilmente i donatori dell’Avis propongono e vivono con il proprio gesto ablativo, al servizio dei sofferenti e di tutti, indistintamente, i cittadini bresciani. Appassionati e, fra loro sono certo moltissimi avisini, che applaudiranno indistintamente tutti gli atleti, uomini e donne che corrono questa gara per certi versi estrema nei suoi aspetti di straordinario gesto tecnico, simbolo come mai abbastanza ricordato, di generosità e di solitario, ricercato confronto con i propri limiti fisici e psicologici. Desidero quindi ringraziare gli organizzatori della prestigiosa competizione: che ha saputo trasformare l’Adamello nella capitale italiana della corsa in montagna - ed a tutti i collaboratori rivolgo il mio plauso sincero e quello di tutti gli sportivi bresciani. Una manifestazione cui l’intera Avis di Brescia, oltre a collaborare con forza alla sua organizzazione e svolgimento, offrirà un entusiastico contorno di presenza ed un vivace incitamento, con l’auspicio di una partecipazione che possa essere remunerativa di sacrifici e fatiche di ogni atleta, cui auguro possa arridere il sorriso della vittoria, la gioia della conclusione, la soffisfazione di una importante presenza ad una gara ormai divenuta appuntamento di prestigio nel calendario internazionale

Gianpietro Briola


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:05

Pagina 1

La preziosa testimonianza delle Associazioni AIDO e AVIS


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

12:33

Pagina 8

Sfilata per la presentazione in Piazza Paolo VI


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:06

Pagina 3

Brescia - I messaggeri della vita si preparano alla partenza


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:39

Pagina 10

Partenza della gara da Piazza Loggia


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:39

Pagina 9

Partenza della gara da Piazza Loggia


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:06

Pagina 4

Monte Guglielmo - Preparativi in attesa del passaggio dei concorrenti


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:07

Pagina 5

Monte Guglielmo - Celebrazione Santa Messa al monumento del Redentore


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:40

Pagina 12

Il passaggio del primo concorrente sul Monte Guglielmo


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:40

Pagina 11

I nostri passaggi sulle vette dell’Adamello


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

14:02

Pagina 12

Alcuni passaggi dell’Alta via dell’Adamello


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:07

Pagina 6

Gli ultimi attimi di gara per il nostro vincitore


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:41

Pagina 13

Arrivo a Vezza d’Oglio di Fabio Varesco - 35 ore e 3 secondi


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:41

Pagina 14

Il vincitore accolto al traguardo


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:42

Pagina 16

Festeggiamenti all’arrivo per i Super Atleti


BASE:Layout 2

12-10-2010

14:07

Pagina 1

I trofei della manifestazione

TROFEO AVIS Fulvio Manzoni

TROFEO AIDO Monica Giovanelli


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:42

Pagina 17

Gli organizzatori e i nostri Corridori Messaggeri


BASE:Layout 2

7-10-2010

18:07

Pagina 7

• Ecco un protagonista a livello internazionale di queste corse che ci ha degnato della sua presenza, _Marco Olmo

Vezza D’Oglio - Marco Olmo, grande protagonista di queste gare estreme, ci onora con la sua presenza


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:00

Pagina 19

Giornale di Brescia - VenerdĂŹ 28 Maggio 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:00

Pagina 20

Giornale di Brescia - Domenica 18 Luglio 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:01

Pagina 21

Giornale di Brescia - Sabato 31 Luglio 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:01

Pagina 22

Giornale di Brescia - Domenica 1 Agosto 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:01

Pagina 23

Bresciaoggi - LunedĂŹ 2 Agosto 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:02

Pagina 24

Giornale di Brescia - LunedĂŹ 2 Agosto 2010


PRES AIDO:Layout 2

6-10-2010

13:02

Pagina 25

Giornale di Brescia - lunedĂŹ 2 Agosto 2010


PRES AIDO:Layout 2

1-10-2010

11:47

Pagina 26

a l l a i c r e d e v i Arr e n o i z i d e a prossim


Adamello SuperTrail 2011