Page 1



*œÃÌiÊÌ>ˆ>˜iÊ-«>ʇÊ-«i`ˆâˆœ˜iʈ˜ÊLLœ˜>“i˜ÌœÊ*œÃÌ>iÊ‡Ê ÊÎxÎÉÓääÎÉVœ˜Ûʈ˜Ê°ÊÓÇÉäÓÉä{]ʘ°Ê{È®Ê>ÀÌÊ£ÊVœ““>Ê£Ê É6,ÊUÊ%Êx]ääʇÊ*iÀˆœ`ˆVœÊÃi“iÃÌÀ>iʇʜ̜Ê`ˆÊˆ˜œÊ,ˆââˆ

1ÊUÊ"ÊUÊ- /ÊUÊ"//

2013

Con il patrocinio di: Comune di Ponte di Legno Comune di Temù Comune di Vione Comune di Incudine Adamello SKI Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica Comunità Montana di Vallecamonica

UNIONE DEI COMUNI DELL’ALTA VALLE CAMONICA


Via Case Sparse - Loc. Val Sozzine 25056 Ponte di Legno (Bs) Ristorante e Bar: tel. +39 0364.903042 Albergo & Centro Benessere: tel. +39 0364.901036 fax. 0364.902462 - cell. 333.1785583 www.latanadellorsopontedilegno.it - info@latanadellorsopontedilegno.it

L’Albergo La Tana dell’Orso è situato a Ponte di Legno, in Val Sozzine, nel cuore delle Alpi. Posizionato strategicamente sull’unica pista di rientro dal Passo del Tonale a Ponte di LegnoTemù, è il luogo ideale per la Vostra vacanza a contatto con la natura incontaminata in un luogo incredibilmente suggestivo. La Tana dell’Orso dispone di 14 camere di diverse tipologie: doppie, triple e familiari. Il vero protagonista è il legno che con la sua calda presenza accoglie i suoi ospiti nelle intime camere, ognuna decorata e curata in ogni particolare: l’arredamento tipico e le travi a vista ti faranno dimenticare la frenesia della città. Il nostro personale sarà a Vostra completa disposizione per rendere la Vostra vacanza indimenticabile. Situato nella splendida Val Sozzine, proprio sull’unica pista che collega il Tonale a Ponte di Legno, il Bar-Ristorante La Tana dell’Orso può essere un punto di ritrovo sia per un divertente aperitivo, sia per un veloce e rilassante snack, sia per una cena all’ombra della neve, in un’atmosfera magica e elettrizzante. Costruito in tipico stile montano, contornato dal legno e dislocato in tre diverse sale, vi farà trascorrere una piacevole serata, facendovi sentire in un’atmosfera intima e familiare.


Beauty Farm


i Legno 1432 Ponte d . 0364 9 l e T 9 rieste, 2 Corso T


di Ferruccio Lissidini

I

l life-motive in inglese, il motivo principale in dalignese, della primavera appena velocemente passata e, aggiungo, nemmeno vista, né sentita, per la situazione meteorologica, è stata per la nostra Comunità “la chiamata alle urne” per le votazioni amministrative del 26-27 maggio, il rinnovo della carica di Sindaco e del Consiglio Comunale. Due schieramenti si contendevano la leadership: la lista della continuità formata dai sostenitori della precedente maggioranza e la lista formata dai sostenitori della minoranza, nella precedente amministrazione all’opposizione. Hanno vinto tutti i Dalignesi per l’espressione di maturità, obiettività, lungimiranza ed amore verso il proprio Territorio, avremo anche le scarpe grosse, ma senz’altro abbiamo dimostrato ancora una volta di avere il cervello fino. Potevano essere graditi o meno i Candidati della lista vincitrice con il 59,6% dei voti per consenso, ma senz’altro si è ancora una volta optato per la linea di proseguimento impostata dalle precedenti amministrazioni, il solco e l’impronta tracciata è la stessa. Sono stati quindi questi settecentoquattordi-

editoriale

ci voti, pari ad una buona maggioranza delle espressioni, un ringraziamento per lo sviluppo raggiunto, per le scelte a volte di non facile decisione, per la tenacia con cui si sono perseguiti gli obiettivi, molti dei quali ampiamente raggiunti. Avremo quindi un periodo amministrativo in cui si termineranno quelle grandi opere ancora da completare, consolideremo ciò che si è sviluppato in questi anni e finalmente trarremo i sospirati risultati positivi di questo tanto tormentato periodo di intenso lavoro ed impegno. È evidente che non dovremo dormire sugli allori, dovremo sempre rimanere in trincea ed andare all’attacco con nuovi progetti, nuove pianificazioni dando sempre il massimo dell’efficienza per accrescere l’immagine del Comprensorio e di conseguenza trarre quei benfici dall’unica nostra primaria fonte economica, il turismo. Il mercato è sempre più agguerrito, soprattutto nel panorama dell’offerta internazionale incalza, aggredisce, non ci dà tregua. Il futuro prossimo che ci aspetta sarà senz’altro decisivo, ci si giocherà il tutto per tutto, o riusciremo ad entrare nella fascia internazionale delle vere località turistiche, capitali delle vacanze, con tutto ciò che comporta, o dovremo ridurci a “vivacchiare” accettando ciò che il complicato mercato del tempo libero ci lascerà e ci concederà. Subiremo quindi la domanda e non potremo determinare l’offerta. Sta tutto in noi, nelle nostre convinzioni. Fatti concreti, non parole. www.adamellomagazine.it

5


SOMMARIO 9 Dal Salotto di Ponte di Legno 10-17 Dal Comune di Ponte di Legno 19-23 Dal Comune di Temù 25-29 Dal Comune di Vione 31-35 Dal Comune di Incudine 36-37-39 Unione dei Comuni Alta Vallecamonica 41-51 Adamello Ski 53 Giro d’Italia 2013 a Ponte di Legno 55 Mostra "La storia della bicicletta" 57 Golf Club Ponte di Legno 58-59-60 Rassegna immagini della nostra flora 61 Ci informano 63-67 Ricette e menù tipici 68-69 Parola di Psicologa: Ansia e stress


71 La dieta zona come stile di vita sano 72-75 Ettore Calvelli (1912-1997) 76 Un anno di successi per il Trenino Rosso dell’Alta Vallecamonica 77 Servizio di Polizia Locale 79 Numeri Utili 80-82 Momenti Summer Marathon

Editore e Concessionaria Pubblicità: C.O.S. Centro Organizzazione Servizi - C.so Milano, 56 25056 Ponte di Legno (BS) Tel. e Fax 0364.900300 - Mobile 345.6611049 Mail: redazione@adamellomagazine.it Responsabile Editoriale: Ferruccio Lissidini Direttore Responsabile: Dario Zucchi In redazione: Sonia Mariotti, Francesca Zani Autorizzazione: Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 264 del 19/05/2010 Iscrizione ROC: n° 19937 del 13/04/2010 Realizzazione Grafica e Stampa: A.G.V.A. Arti Grafiche Vannini Via Zamara, 31 – 25021 Bagnolo Mella (BS) Tel. 030 6821084 - Fax 030 6825351 Mail: info@artigrafichevannini.com Hanno collaborato: Francesca Zani, Sonia Mariotti, Cristiana Lissidini, Luigi Sterli, Carlo Garatti, Andrea Rivolta, Unione Sportiva Tremonti, Associazione Culturale Polagra, Alessandra Pedrotti, Chiara Baccanelli, Mauro Testini, Fabio Gregorini, Vania Zampatti, Manuel Veronesi, Giacinto Delpero, Matteo Panchieri, Lino Rizzi, Ernesta Tomasi, Gabriele Rizzi, Marco Uccelli, Andrea Falcone, Marina Lorati, Laura Squizzato, Silvia Squizzato, Laura Donati, Clara Mottinelli, Edoardo Nonelli, Vincenzo Guarracino, Francesca Gabrieli, Giacomo Giorgi. Fotografie di: Lino Rizzi, Lorenzo Albini, Archivio Unione Sportiva Tremonti, Archivio Comune di Vione, Archivio Associazione Polagra, Ufficio Tecnico Comune di Vione, Segreteria Unione dei Comuni Alta Vallecamonica, Adamello Ski, Ufficio Tecnico Carosello Tonale Spa, Archivio Golf Club Ponte di Legno, Ernesta Tomasi, Gabriele Rizzi, Marco Uccelli, Marina Lorati, Andrea Falcone, Edoardo Nonelli, Archivio Polizia Locale Unione dei Comuni Alta Vallecamonica, Gallucci Photos, Ferruccio Lissidini, Armando Posabella. L’intera rivista, compresa di tutti gli spazi pubblicitari, è interamente visitabile sul sito www.adamellomagazine.it Tutti i diritti della presente rivista: immagini, fotografie, testi, sono di proprietà della C.O.S. Centro Organizzazione Servizi Adamello Magazine Sono vietate le riproduzioni, anche solo parziali, di immagini e testi.


Gelateria Crema e Neve

Gelateria Soft • Yogurteria Piazza XXVII Settembre (zona pedonale) 25056 Ponte di Legno (BS)


dal

salotto di Ponte di Legno

1

di Ferruccio Lissidini

Il salotto buono di Ponte di Legno si appresta a vivere ancora una volta, come protagonista, l’estate dalignese. I negozi e gli esercizi offrono le loro migliori strategie per proporre la propria impostazione nei servizi con l’obiettivo primario di soddisfare a pieno la clientela.

2 3

Dopo un lungo trascorso durato svariati anni negli esercizi del centro, anche Elena ha raggiunto la sua meta, quella di avere una sua attività sulla Piazzetta, ecco quindi la Gelateria Crema e Neve.

È ritornata sulla Piazzetta la tradizionale Fiera dei Fiori di maggio. Certamente una sede più di prestigio, che si addice maggiormente all’evento ed è stato subito un successo di pubblico.

45 Entusiasti piloti, stampa e seguito ufficiale della sosta nella Piazzetta Venerdì 14 Giugno 2013 per il pranzo offerto dal Comitato “Cento Anni di Turismo a Ponte di Legno”. Il bel tempo, dopo settimane di intemperie, il panorama che si ammirava, l’ottimo pranzo gustato al Bar Nazionale e tutto l’insieme della Piazzetta, hanno fatto in modo che le circa duecentocinquanta persone presenti si portassero nel cuore l’immagine di questa bellissima location.

Il Caffè Roma ancora una volta si rinnova con una nuova Equipe gestionale, giovani professionisti che con entusiasmo propongono un’inedita impostazione al locale ed allo spazio sulla Piazzetta con eventi collaterali di supporto, che renderanno senz’altro vivace l’atmosfera e l’ambiente. www.adamellomagazine.it

9


DAL COMUNE DI

PONTE DI LEGNO a cura di Ferruccio Lissidini, Cristiana Lissidini

10

www.adamellomagazine.it


Abbiamo il nuovo Sindaco, anzi una Sindachessa, Aurelia Sandrini

S

ono passati solo pochi giorni dalla proclamazione ufficiale quale Sindaco alla Signora Aurelia Sandrini, che subito mi sono attivato per un incontro con il preciso scopo di valutarne la forza e capire come avrebbe voluto impostare il non facile lavoro che la aspetta, le priorità, gli obiettivi e l’impostazione generale che vorrà dare al nostro Comune. Fissato l’appuntamento a breve, ci siamo incontrati. Ancora un po’ stanca per il lavoro appena svolto e con evidente emozione, ma felice per l’ampio consenso riservatoLe dalla Popolazione Dalignese, abbiamo intrapreso il nostro discorso. Premetto che non è stata un’intervista con domande predisposte, schematiche e formali, che esigevano delle precise risposte, ma entrambi ci siamo trovati subito a nostro agio, conoscendoci da una vita, abbiamo affrontato un tranquillo discorso, come quando scherzavamo incontrandoci per strada. Serenamente abbiamo esaminato a trecentosessanta gradi il contesto generale del paese, del territorio, lo sviluppo, le possibilità future per i giovani

Lavori per il ponte pedonale che collegherà Via Risorgimento con Via XI Febbraio

e tutto quanto necessita ad un Comprensorio importante come il nostro, prettamente turistico, non certo facile da interpretare, che deve proiettarsi verso un futuro in un momento difficile come quello che stiamo vivendo e dal quale ognuno si aspetta tutto, tanto, il massimo ed il meglio. La mia curiosità, ma senz’altro anche quella della gente, è caduta subito sul fatto se si fosse resa conto di quale grosso e non facile impegno si è assunta e come prevedeva di affrontarlo. Decisa, senza alcun tentennamento, mi ha ribadito che credeva e contava molto sulla squadra dei suoi giovani Collaboratori coinvolti, che le hanno dato piena disponibilità, ma anche, soprattutto, gli è stato garantito il supporto dei “vecchi” Amministratori che conoscono nei particolari tutti i singoli dettagli e sono pronti alle conseguenti soluzioni. Quindi non un cambiamento di rotta, ma una continuità nella gestione generale e totale dei programmi e del territorio, certamente quanto voleva la popolazione con l’espressione dei molti consensi alla lista da Lei rappresentata. Certamente per essere presente ed avere una reale sensibilità sul territorio, non è stata sbagliata l’idea di avvalersi di Pro-Sindaci, Responsabili di zona, persone conosciute radicate sul territorio, sempre presenti e disponibili, a cui tutti si potranno rivolgere con un contatto diretto, con i quali ci si potrà confrontare, richiedere interventi, proporre o segnalare eventuali necessità, non una politica di accentramento, ma bensì una evidente distribuzione di cariche e responsabilità. Affrontando ora il tema delle grandi opere sul territorio, di cui il Comune è il principale interlocutore, mi assicura che grandi lavori epocali, come da pianificato dalle due precedenti Amministrazioni, non ci sono da aspettarsene. A questo punto, chiaramente non potevo non chiedere della situazione del Piazzale Europa, mi guarwww.adamellomagazine.it

11


Realizzazione di un laghetto lungo il Narcanello, nella pineta della Val Sozzine

da fisso negli occhi e parte subito all’attacco con una grinta che non conoscevo, spiegandomi che questa spina nel fianco lei se la toglie subito ed appena saputo della sua elezione, ha voluto rendersi conto della situazione convocando una riunione con i tecnici coinvolti e l’Impresa che attualmente detiene l’appalto dei lavori. Dopo alcune riunioni preparatorie, si è passati ad una fase decisiva che ha visto una giornata di intense consultazioni, l’intervento principale approvato consiste, per la parte tecnica, nella realizzazione di una piattaforma di ferro e cemento sul fondo, collegata con travi in ferro alla base del telaio dell’intera struttura, in modo da comprimere qualsiasi sfogo della falda acquifera sottostante. Il tutto dedotto da precisi calcoli e con la prerogativa basilare della massima sicurezza. Per la primavera del 2014 verrà completato il telaio di tutto il manufatto, sia per la parte sotteranea, che per la parte in superficie, la stessa superficie al piano terrà verrà già utilizzata come parcheggio nell’estate 2014. Per la fine del 2015 è prevista la definizione dei posteggi ai piani sottostanti. Tutto è stato attentamente valutato, il collegio degli esperti, compresa l’impresa, hanno sottoscritto il loro assenso. Tra le altre opere da terminare, le ex scuole elementari, l’Asilo Regina Elena. Primaria la necessità di bonificare e progettare un piano organico che coinvolga tutte queste importanti superfici e la conseguente volumetria, posti al centro del paese. I due principali immobili, avranno la loro destinazione come uffici pubblici comunali per i servizi, sale per riunioni, mostre e tutto ciò che necessità ad una comunità importante come la nostra.

Decisamente, e tutti lo sanno, sei di estrazione, “ti sei fatta le ossa” nel campo sociale, hai maturato per più di quindici anni esperienze in questo specifico settore, non solo nell’ambito dalignese ma 12

www.adamellomagazine.it

anche internazionale, dove trascorrevi le tue ferie ad aiutare popolazioni dall’altra parte del mondo. Queste competenze ti hanno certamente fornito una marcia in più per affrontare l’impegno sul nostro comprensorio, soprattutto le problematiche sociali della nostra gente. «Posso veramente affermare con soddisfazione che il nostro territorio è supportato da una rete di associazioni che spaziano nei più svariati campi del sociale e possono assolvere ogni forma di necessità. Tutto questo grazie anche alla volontà e solidarietà nata parecchi anni fa con un nostro gruppo di giovani dalignesi, che ora da soli, con le loro esperienze, gestiscono queste importanti necessità, spaziando dal mondo dei giovani alla terza età. Sono molto fiera e fiduciosa in questi miei amici a cui ho lasciato una non certo facile eredità, ma che se affrontata con la serenità, la volontà e l’entusiasmo con cui l’ho sempre vissuta, porterà delle grandi gratificazioni. Devo aggiungere che mando sin d’ora un messaggio ben chiaro a tutti coloro che sono ai vertici delle associazioni: troveranno in me un punto di sicuro riferimento ed appoggio, garantisco che farò tutto quello che è nelle mie competenze e possibilità per risolvere eventuali problematiche». Passiamo quindi ad un argomento che ormai è un grosso problema, non solo nostro ma di intere nazioni: l’occupazione giovanile. «I grandi interventi, come gli impianti di risalita, le centraline di produzione dell’energia, la centrale termica, tutte le aziende sinergiche, la maggior parte di queste partecipate, sono serbatoi di posti di lavoro che, come da programma, una volta a regime, saranno senz’altro sicuri bacini e certezze per l’occupazione. Non dimentichiamoci che il nostro territorio è ricco di seconde case, sono queste fonti di intervento per manutenzioni ordinarie, giardinaggio ed altre attività, quindi sviluppo di lavori e di piccole imprese artigianali. La mia intenzione è di recuperare anche i lavori di un tempo, tipici del nostro territorio». Sono stati realizzati i grandi interventi strutturali, con investimenti di altissimo valore, ormai la località ha fatto un grosso salto di qualità, posizionandosi tra i migliori comprensori turistici internazionali. Tutto ormai è proiettato verso un turismo di livello, che ci potrà dare grandi risorse ed una grossa immagine. Pecchiamo molto dell’assenza delle piccole attività commerciali e per il tempo libero sul territorio, tutto questo potrebbe creare un incentivo di posti di lavoro, nonché un appoggio sicuro per il futuro per i nostri ragazzi.


Come pensi di risolvere questa mancanza? «Ne sono consapevole, abbiamo una grossa “palla al piede”: i costi delle locazioni degli spazi commerciali e l’insieme degli oneri di gestione di piccole attività, che fanno anch’esse il richiamo e l’immagine della Località, che purtroppo stanno in questi ultimi anni segnando il passo. L’arco della stagionalità e del lavoro è purtroppo di pochi mesi nell’anno e quindi per poter ammortizzare i notevoli costi, vorrei mettere a punto un sistema per sostenere i giovani che volessero intraprendere la strada di una propria attività. Vedremo di studiare cosa posso concretamente sviluppare». Si fa una pausa di battute scherzose, due barzellette sui Sindaci. «Ora dobbiamo lavorare, veramente lavorare, nell’immediato ancora prima della stagione estiva abbiamo programmato un restyling e manutenzione dell’intero territorio comunale, ci voleva proprio, dopo che tutte le forze negli scorsi anni erano state concentrate sulle grandi opere. Realizzeremo da subito, sono già in fase avanzata, i lavori per un nuovo marciapiede pedonale che da Poia collega Ponte di Legno a fianco della strada principale, un nuovo ponte pedonale ad altezza del ponte stradale “delle Alpi” che collega Via Risorgimento con Via XI Febbraio, un nuovo marciapiede annesso alla strada già esistente ed a sbalzo a Precasaglio, che passa di fronte all’Albergo Ristorante Frigidolfo e arriva fino alla nuova struttura dei garage. Un restyling, pulizia e manutenzione con realizza-

Opera di realizzazione del marciapiede pedonale da Poia a Ponte di Legno

I lavori per il nuovo marciapiede di Precasaglio

zione di un laghetto lungo il Narcanello prima della Val Sozzine, nella Pineta che costeggia la Statale, dove è stata allestita ultimamente la struttura del Centro-Fondo». Certo questo ci voleva, era necessario per soddisfare nell’immediato le esigenze dei turisti. Di queste ordinarie manutenzioni, dovrete entrare nell’ottica che dovranno essere effetuate regolarmente ad ogni fine stagione invenale. Importante e decisamente vitale per Ponte di Legno, sarà l’approvazione, nei prossimi mesi, di un nuovo piano di costruzioni, che si chiama P.G.T., come si svilupperà? «Primaria importanza verrà data alle volumetrie turistico-ricettive, che si imporranno nel piano in proporzione alle concessioni per le costruzioni di tipo civile. È ovvio che un occhio di riguardo è d’obbligo per i Residenti che vorranno realizzare il sogno della loro vita, una propria casa, sicuramente agevoleremo le giovani coppie». Parliamo dello sviluppo turistico del Territorio, va bene che hai detto che nel piano delle costruzioni imporrete delle residenze turistico-ricettive, ma nel piano della rete degli impianti di risalita? «Sarà compito dell’Amministrazione spronare le società di impianti di risalita, di cui il Comune è socio, ad individuare nuovi comprensori sciistici o partecipare con le altre società alla realizzazione di nuovi impianti che, come già in progetto ed anticipato, ci sarebbe lo sviluppo di Cima Sorti». In conclusione, gli chiedo come fa a conciliare tutto questo con la Sua vita privata, visto che ha due figli, un marito ed un lavoro di Dirigente alle poste. Mi risponde con un sorriso: «per la famiglia, il marito è consapevole e concorde su questo mio nuovo impegno, i miei figli hanno preso la loro strada ed hanno impostato la loro vita, per il lavoro, le poste possono attendere…». www.adamellomagazine.it

13


NO G E L I D PONTE Il Caffè Roma, situato nel cuore della Piazzetta storica di Ponte di Legno, è il giusto ritrovo per ogni momento della giornata: che sia una squisita colazione con ampia scelta di prodotti di pasticceria, un gustoso spuntino, un'appetitosa pausa pranzo o un dissetante aperitivo accompagnato da sfiziosi stuzzichini. Nello spazio interno adiacente la Piazzetta, oppure seduti nei tavolini esterni, potrete godere dei Vostri momenti di relax immersi in un'atmosfera piacevole ed accogliente.

Piazza XXVII Settembre (zona pedonale) Ponte di Legno (BS) | Mob. 349.2377373


¡

Caffetteria

¡

Spuntini

¡

Paninoteca

¡

Aperitivi

¡ Feste a tema e private ¡

Musica con Dj

¡

Eventi collaterali Seguici su


RISULTATI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013

IL SINDACO RENDE NOTO che, a seguito dell’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale del 26-27 Maggio 2013, è stato proclamato eletto Sindaco il Candidato AURELIA SANDRINI e che sono stati proclamati eletti alla carica di Consigliere Comunale i seguenti candidati: • per la lista n° 2 Dalignesi a favore (collegata con il Candidato eletto Sindaco) 1. Mario Giuseppe Bezzi 2. Ennio Giacomo Donati 3. Ferdinando Moreschi 4. Angelo Maculotti • per la lista n° 1 Voltiamo pagina 1. Diego Cenini (candidato alla carica di sindaco) 2. Mario Rizzi Riepilogo 2013: Elettori

1

4

2

3

Totale

579

518

259

205

1.561

Elettori residenti Votanti

Comune di Ponte di Legno

%

Riepilogo 2008:

%

Differenza

Elettori

1.611

-50

-3,10%

1.375 85,35%

-148

-10,76%

0 459

401

200

167

1.227

78,60%

Votanti

Schede bianche

6

2

2

0

10

0,81%

Schede bianche

18

1,31%

-8

-44,44%

Schede nulle

9

2

3

6

20

1,63%

Schede nulle

29

2,11%

-9

-31,03%

444

397

195

161

1.197

76,68%

Totale voti validi

-131

-9,86%

Totale voti validi

459

397

195

161

79,27%

77,41%

77,22%

81,46%

78,60%

Lista 1 - “Voltiamo Pagina” Candidato Sindaco: Cenini Diego

16

Lista 2 - “Dalignesi a favore” Candidato Sindaco: Sandrini Aurelia

1

4

2

3

Totale

Voti di lista

201

137

57

88

483

%

45,3%

34,5%

29,2%

54,7%

40,4%

13

6

3

2

24

42

20

7

0

69

23

11

6

29

69

21

6

0

3

30

32

26

3

37

98

12

16

1

1

30

58

52

37

16

163

Del Bono Paolo Dall’oglio Luisa Faiferri Ivan Leoncelli Giacomo Rizzi Mario Rossi Monica Voti senza preferenza

1.328 82,43%

www.adamellomagazine.it

1

4

2

3

Totale

Voti

243

260

138

73

714

%

54,7%

65,5%

70,8%

45,3%

59,6%

82

106

90

19

297

9

20

6

1

36

35

53

6

9

103

16

12

3

4

35

33

13

3

1

50

25

14

1

30

70

43

42

29

9

123

Bezzi Mario Giuseppe Carettoni Virginia Donati Ennio Ferrari Jacopo Maculotti Angelo Moreschi Ferdinando Voti senza preferenza


Nuova sede Per l'AziendA di Soggiorno

N

egli ultimi anni la prestigiosa sede dell’Azienda di Soggiorno, allora chiamata Casa del Turista, vanto e fiore all’occhiello di Ponte di Legno, è stata, per motivi di inagibilità, lasciata al suo destino. Capitali del turismo montano negli anni cinquanta/sessanta ce la invidiavano, era presa ad esempio per l’immagine che portava al nostro paese e per come era perfettamente organizzata, diretta e gestita. Da qualche anno si tenta di collocare un ufficio in centro per il servizio di info-point, attualmente, in questi ultimi giorni di giugno, è stata allestita una nuova sede dignitosa, spaziosa e ben arredata al piano terra, con entrata principale all’inizio della zona a traffico limitato di Corso Milano. Anche questa è solo provvisoria in attesa di una nuova sede attrezzata per il lavoro di promozione turistica che un Comprensorio come il nostro ha l’esigenza di avere. La sede definitiva sarà quindi allestita una volta terminato e ristrutturato l’interno delle ex scuole ed ex asilo, sperando che ottenga lo stesso lustro che per anni ha caratterizzato la vecchia Azienda di Soggiorno e Turismo.

NASCE DE.CO.

I

Il marchio che tutela le attività agro-alimentari tradizionali locali

l Comune di Ponte di Legno, al fine di tutelare e valorizzare le produzioni agroalimentari caratteristiche del proprio territorio, ha deciso di istituire un marchio collettivo geografico che consente di garantire l’origine e la qualità di quanto proposto. I due prodotti al momento in via di certificazione sono i Gnoc de la cua ed il formaggio Case di Viso. I gnoc de la cua sono un piatto ricco di sapore, con una preparazione a base di farina, erbe di campo o spinaci, latte, patate, formaggio, uova e pane raffermo che vengono lavorati in modo da creare una pastella adeguata ad essere bollita e successivamente condita con burro nocciola e salvia. Il formaggio Case di Viso è un formaggio di media o lunga stagionatura, prodotto a latte intero crudo oltre i 1300 metri di altitudine. La particolare condizione produttiva consente di mantenere intatte le caratteristiche dei pascoli, particolarmente ricchi di erbe aromatiche. È certamente questa un’ottima iniziativa che difende e valorizza l’origine dei prodotti tipici, caratteristici del nostro Comprensorio.


TURISMO

Trenino Turistico Alta Vallecamonica Linea Ponte di Legno - Passo Gavia dal 2 Luglio al 29 Agosto 2013 tutti i Martedì e Giovedì - partenza Autostazione Ponte di Legno ore 9.00 (Temù - Vione - Vezza d'Oglio - Incudine - Monno) - partenza dal Passo Gavia ore 11.45

Contattaci per scoprire le altre mete in programma

Costo a persona € 10.00 Le iscrizioni verranno chiuse il giorno antecedente la partenza. Le gite saranno effettuate con un minimo di 8 partecipanti.

Autobus• Minibus • Auto di rappresentanza • Servizi transfert • Servizi per scuole • Servizio taxi 24 ore •

MARONI TURISMO Via Roma 46/A - 25056 Ponte di Legno (Bs) Tel. e Fax 0364.91045 info@maroniturismo.it - www.maroniturismo.it

Servizi per cerimonie • Servizi per convegni • Servizi navetta per feste • Servizi navetta per fiere •


DAL COMUNE DI

TEMÙ

a cura Francesca Zani


L

a manifestazione “Arte In Strada” propone un incontro impostato sul dialogo artistico di una ventina di scultori del legno che metteranno a confronto varie realtà culturali internazionali. L’evento sempre più apprezzato da residenti ed ospiti dell’Alta Valle Camonica racchiude il segreto del proprio successo nella possibilità del visitatore di seguire l’evoluzione della realizzazione delle sculture, nel poter intrattenere con gli artisti rapporti e dialogo che arricchiscono reciprocamente il proprio bagaglio culturale. È occasione per riscoprire il territorio di Temù e le  suggestive architetture del suo centro storico. La direzione artistica della manifestazione è curata dal Prof. Salvatore Scelba, scultore e dall’artista camuno Edoardo Nonelli.

20

www.adamellomagazine.it

foto di Lorenzo Albini


Associazione Nazionale Alpini Sezioni Vallecamonica e Trento Con il patrocinio di:

COMUNITÀ MONTANA DI VALLE CAMONICA

CONSORZIO COMUNI BIM DI VALLE CAMONICA

COMUNE DI TEMÙ

Grafica: E. Nonelli - A. Righetti - Stampa: Tipografia Camua S.p.A.

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

1963-2013 dedicato a GIANNI DE GIULI d

PELLEGRINAGGIO in

ADA M E L L O TEMÙ 23-28 Luglio 2013 13 LUGILO Temù - Sala consiliare ore 20,30 Pellegrinaggio in Adamello – Omaggio a Sperandio Zani (a cura del Prof. Luciano Viazzi) 19 LUGLIO Temù - Sala consiliare ore 20,30 “La Guerra Bianca, storia e territorio” (a cura del Museo della Guerra Bianca) 21 LUGLIO Temù - Bocchette di Val Massa (m. 2499) trinceramenti bellici Ore 9,30 Passi nella Neve PAMELA VILLORESI “BASTA UN GIORNO DI SOLE” da Con me e con gli alpini Pietro Jaiher - Mursia Edizioni 23 LUGLIO Ore 10,00 Partenza della prima colonna di Pellegrini

VENEROCOLO 27 LUGLIO Ore 10,00 Deposizione Corona d’alloro alla tomba dei Soldati Austriaci sotto il Passo Brizio (delegazione) Ore 11,00 Incontro delle colonne di Pellegrini alla Chiesetta presso il Rif. Garibaldi Ore 11,30 Cerimonia civile S. Messa Celebrazione Presieduta da S.E. Card. Giovanbattista Re TEMÙ Ore 18,00 Deposizione Corona d’alloro al Monumento ai Caduti e omaggio floreale alla tomba di Sperandio Zani Inaugurazione “Parco degli Alpini” Ore 19,00 Rancio alpino al padiglione allestito nel piazzale del Cinema Alpi Ore 21,00 Inaugurazione della “Piazza Pellegrinaggio in Adamello” Concerto della Fanfara Militare Presso il Cinema Alpi dalle ore 15 proiezione continuata di filmati d’epoca sulla Guerra Bianca ingresso libero

TEMÙ 28 LUGLIO Ore 9,00 Ammassamento dei Pellegrini Ore 9,30 Sfilata per il centro del paese Ore 10,30 Cerimonia Civile con interventi delle Autorità Ore 11,00 S.Messa, Celebrazione presieduta da Mons. Angelo Bazzari (Presidente della Fondazione don Gnocchi) Ore 12,30 Rancio alpino al padiglione allestito nel piazzale del Cinema Alpi 03 AGOSTO ore 21,00 Temù – Piazzetta Vecchia “4 novembre 1918” - Pensieri e parole dei nostri soldati sul fronte della Grande Guerra Recital a cura del Coro ANA Vallecamonica


Riceviamo e, come richiesto, pubblichiamo la presente, firmata dal Sig. Mario Menici, Capogruppo di Minoranza “Futuro Insieme Temù”

imango della mia piena convinzione che l’Unione dei Comuni Temù e Ponte di Legno VA FATTA Anzi, più il tempo passa e più l’evoluzione degli eventi e le tendenze politiche ed economiche si stanno orientando verso questa finalità, quindi la conferma della necessità di intervenire sulla fusione con altri comuni, oltre Temù, potrebbe essere Vione e via dicendo. Per quanto riguarda il “patrocinato prevalentemente da soldi pubblici”, in quarant’anni di imprenditoria, mi creda, non ho mai “contato” o “fatto base” nell’intraprendere qualsiasi mia iniziativa, su eventuali contributi pubblici, non sono mai salito su nessun carro, ne tanto meno nessuno è mai riuscito a farmi dire o fare qualcosa di cui non ne sono pienamente convinto e quando ho sbagliato, ho pagato sempre del mio. Sono a Sua disposizione per mostrarLe il resconto delle entrate ed uscite della rivista, potrà trarre così le dovute considerazioni, che senz’altro non sono certo quelle che Lei pensa. La ringrazio infine, per affermare a giusta ragione che il MIO periodico è al servizio per le informative dei vari enti, ma, ribadisco che pubblico ed ho sempre pubblicato gratuitamente solo articoli di qualsiasi estrazione essi siano, utili alla comunità e che contengano argomenti concreti e costruttivi. Non solo parole ma fatti concreti. Ferruccio Lissidini Nell’osservare questa foto, consolido l’opinione che la natura e la morfologia del territorio è tutt’uno e quindi FUSIONE.


A

O LI REGAL - COLTELLE O IC RIA RT

CHICCO PONTE DI L E G N O

Articoli regalo Casalinghi Coltelleria Ferramenta Chicco di Rossi Pierantonio Corso Milano, 7 (zona pedonale) 25056 Ponte di Legno (BS) Tel. e Fax 0364.91008 - www.ferramentachicco.it

Lascia la tusaa ctausaa e vieni a ca

novità

PIZZERIA

Tiziano Via Nazionale, 1 • 25050 Vione (Bs) Tel.0364.906068 • Fax 0364.906331 • Cell. 338.7503598 tiziano@albergovione.com

taxi

un valido ed efficiente servizio

24 ore su 24

Cell. 338 7503598


DAL COMUNE DI

VIONE

a cura Luigi Sterli


L

’Archeologa Giovanna Bellandi, i suoi collaboratori e gli studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sono lieti di invitarvi al sito archeologico di “Tor dei Pagà” a quota 2236 m s.l.m. dove dal 15 Luglio al 9 Agosto si terrà la Campagna 2013. Gli archeologi saranno presenti al sito di “Tor dei Pagà” oppure al campo base allestito presso le Case di Bles 2080 m s.l.m. dal Lunedì al Venerdì. I lavori al sito, condizioni meteorologiche permettendo, inizieranno alle ore 9.00 e termineranno alle ore 17.00. Il sito è raggiungibile in 2 ore a piedi dall’abitato di Canè oppure in circa 3 ore da Vione (vedi Cartina). Assolutamente da non perdere Venerdì 9 Agosto alle ore 20.45 presso la ex scuola elementare di Vione, la conferenza conclusiva della campagna archeologica 2013.

Tor dei Pagà Case di Bles

Canè 26

www.adamellomagazine.it

Vione


a cura di Carlo Garatti e Andrea Rivolta

Fiaccolata 2013

Vione – Lonate Pozzolo / Ferno

S

ono cinquant’anni che a Lonate Pozzolo, paese in provincia di Varese che nel SeiSettecento veniva annualmente raggiunto per la transumanza invernale dai pastori e dalle greggi dell’Alta Vallecamonica, i giovani usano aprire il nuovo anno oratoriano con una fiaccolata. Come è noto, l’oratorio raccoglie giovani mediante attrazioni sportive integrate da momenti di educazione religiosa. L’anno oratoriano inizia a settembre e, a Lonate, inizia con una fiaccolata che è un intreccio di ambizioni sportive e, simbolicamente, di aspirazioni spirituali. Accesa la fiaccola in un santuario, i giovani la portano al proprio paese col

sistema delle staffette come nelle olimpiadi, coprendo una distanza ragguardevole di 250 chilometri, la quale viene coperta in due giorni. Quest’anno l’oratorio dei giovani di Lonate, cui si uniscono quelli della vicina Ferno, ha scelto di partire da Vione, nel ricordo del legame per l’antica transumanza camuna, che a Lonate lasciò una vittima, Matteo Pietroboni, un giovane pastore di 16 anni ammazzato da un fulmine nel 1771 mentre accudiva al gregge. La partenza da Vione è programmata per sabato 7 settembre alle ore 10.30 dalla Chiesa Parrocchiale di San Remigio, la fiaccola verrà accesa con una specifica benedizione dopo la messa, passando per l’Aprica e la Valtellina, lungo la sponda occidentale del Lago di Como, per raggiungere Lonate nella serata di domenica 8 settembre.

2° Edizione Corsa in montagna Vione – Bles

D

opo il buon risultato della prima edizione, che ha visto la partecipazione di una sessantina di impavidi atleti, l’U.S. Tremonti, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, organizza per il prossimo 7 settembre 2013 la seconda edizione della gara di corsa in montagna denominata “Vione - Bles”. La prima edizione è stata caratterizzata da una magnifica giornata di sole che ha permesso agli atleti di godere della bellezza del percorso e dei suggestivi scenari che solo la montagna di Bles sa regalare. Anche per l’edizione 2013 è stato confermato il circuito di 10 Km con partenza dalla piazza del paese, salita verso il Monte Bles, le caratteristiche baite di Premia, Zocchi e Pigadoe, per scollinare alle Casine di Bles a quota 2080 m e ritorno in discesa verso l’abitato di Vione.

Il programma della manifestazione prevede: î ore 13.30 iscrizioni e ritiro pettorali presso il municipio di Vione in Piazza Vittoria; î ore 15.00 partenza gara; î ore 17.00 premiazioni con rinfresco. L’iscrizione alla sola gara è fissata in e 5,00, mentre per chi volesse anche il gadget ricordo della manifestazione ed usufruire del rinfresco il costo di iscrizione è stabilito in e 10,00. Per info e iscrizioni contattare il Comune di Vione tel. 0364/94131 - 906154 27 www.adamellomagazine.it e-mail: info@ustremonti.it - www.comune.vione.bs.it


Tendaggi alpini ® Materassi Bioforma ® Orologi a cucù originali ®

Foresta Nera ® Rivenditore esclusivo Piumini TESSUTI ALPINI BIANCHERIA PER LA CASA

Via Nazionale, 96

®

Vezza d'Oglio (BS)

o beach volley/calcett area pic-nic

®

Tel. e Fax 0364 779570 ® Mob. 339.7161362

Parco Avventura Loc. Rive a Vezza d’Oglio (BS)

tappeto elastico

boulder d’arrampic

ata

Vieni con i tuoi amici a festeggiare compleanni ed altri eventi a tariffe speciali... emozione e divertimento assicurati!

Vuoi provare l’ebrez za in completa sicurez di avventurarti tra le cime degli alberi? za all’Adamello Ad ... ora puoi farlo ve Ponti tibetani, pass erelle sospese, lanc nture di Vezza d’Oglio (Bs). i in rete e tyrolienn Orari di apertura e ti aspettano! Da metà Giugno a fine Agosto: aperto tutti i giorni, ore 10.00 - 18.30 Consultare il sito internet per aperture primaverili e autunnali. Per gruppi: sempre aperto su prenotazione.

TARIFFE 1° giro 2° giro 3° giro Giornaliero

Bambini <14 anni Ragazzi e Adulti 10.00 € 12.00 € 5.00 € 6.00 € 3.00 € 3.00 € 23.00 € 25.00 €

Speciale sconti per scuole, gruppi e oratori. Tariffe agevolate per gruppi (min. 10 persone).

PROPOSTE PER LE SCUOLE E ATTIVITà LUDICHE PER GRUPPI E ORATORI!

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: tel. 389.1708955 - 349.8662828 info@adamelloadventure.it - www.adamelloadventure.it


SAGRA DEI CALSù OTTAVA EDIZIONE

C

ome ormai è tradizione dell’agosto Vionese, anche quest’anno, il 18 Agosto, il centro storico di Vione si accenderà di luci e colori, di suoni e di magia per la Sagra dei Calsù, giunta alla ottava edizione. Ci piace definire la Sagra dei Calsù come una “passeggiata gastronomica” all’interno dei sapori, degli odori e dei coloA cura dell’Associazione ri. I sapori della cucina nostrana che vanno dal piatto “forte” Culturale POLAGRA dei Calsù vionesi, alla polenta col formaggio, dal sorbetto al Noreas (amaro di erbe di origine vionese ndr) alla torta secca preparata dalle donne del paese. Quindi il profumo del burro di malga fuso che va a confondersi con quello del fieno ancora costipato negli antichi “tabià” adattati a rustiche sale da pranzo per l’occasione. Gli aromi della ricotta affumicata o del salame bollito che si mescolano con gli odori di antico delle case addormentate e dei vecchi vòlti (reölcc in dialetto vionese) rimasti intatti nonostante il passare del tempo. Per una sera, l’antico borgo medioevale di Vione sembra tornare vivo e popolato come un tempo. Durante la serata del prossimo agosto, alcuni artisti di strada si esibiranno con i loro spettacoli circensi, verrà proposta musica di generi diversi, nonché giochi e intrattenimenti per bambini. Per l’occasione saranno visitabili anche il Museo Etnografico “’L Zuf” che custodisce migliaia di attrezzi della cultura contadina di un tempo e la Chiesa Parrocchiale di San Remigio, scrigno di opere d’arte in legno, unica nel suo genere in Valle Camonica. Si sconsiglia l’uso dei passeggini per i bambini e le scarpe col tacco in quanto la pavimentazione acciottolata e le forti pendenze potrebbero creare qualche problema. Il menù che vi verrà proposto sarà il seguente: aperitivo, primo piatto a base di calsù, sorbetto, secondo piatto con polenta, dolce e caffè ed in più un simpatico gadget in legno. Per chi volesse partecipare ricordiamo che le iscrizioni verranno chiuse a 1000 partecipanti e che i biglietti saranno in prevendita presso gli esercizio commerciali di Vione e le pro-loco dei paesi dell’Alta Valle nei giorni precedenti alla manifestazione. Potete seguirci anche su Facebook alla pagina dell’Associazione Culturale Polagra. Per info 349.7181699 www.adamellomagazine.it

29


Communications


DAL COMUNE DI

INCUDINE

a cura di Alessandra Pedrotti


Incudine – area attrezzata “Ai laghetti” (936m) Cascine di Davenino (1.017m) Pianoro di Davenino (1.050m)

Percorso

Manufatti militari realizzati durante il primo conflitto mondiale e postazioni per mitragliatrici. Escursione per famiglie e scolaresche, tra i prati e a tratti lungo il percorso dell’antica strada di valle detta Valeriana. Panorama sugli abitati di Davena, Vezza, e Vione, sul Passo dei Tonale e sulle cime Le Sorti, Bleis, Tonale Occidentale e Albiolo.

Interessi

Difficoltà

Il percorso è agevole in tutto il suo sviluppo

Periodo consigliato

Durante tutto l’anno

Tempo di percorrenza

Ore 0.30

Dislivello

114m

Attrezzatura e vestiario

Da media montagna

Segnaletica

Segnali stradali

Parcheggio

Presso l’area attrezzata “Ai laghetti” nell’abitato di Incudine

32

www.adamellomagazine.it

LE TRINCEE DI DAVENINO IL

S

PERCORSO

i parcheggia la macchina nei pressi dell’area attrezzata “Ai laghetti”, che si trova nell’abitato di Incudine. Si prosegue a piedi fino ad incontrare la SS 42. Proseguendo per alcuni metri, sul lato orografico destro della valle, si stacca una stradina asfaltata sino alle case della frazione di Davenino (m 1018). Qui, dopo la fontana, si devia a destra proseguendo, tra i prati ed i boschetti di latifoglie. Attraversato un torrente, si mantiene la


Trincee Monte Pagano

sinistra al successivo bivio e in breve si incontrano i primi manufatti in pietra. Seguendoli in salita, si può visitare la lunga trincea con pareti in pietra in parte ancora percorribile al suo interno. Nella parte alta si notano anche interessanti postazioni per mitragliatrici.

alla strada statale, attraversava il fiume e risaliva il versante al Vago. Tutta la galleria era dotata di finestrelle a forma trapezoidale, disposte ad intervalli di 50 cm nella muratura rivolta verso Vezza d’Oglio. Dalle aperture, strette all’esterno e larghe all’interno, i fucilieri avrebbero dovuto impedire l’eventuale avanzata austriaca in direzione della Valle Camonica. Questa linea difensiva, che sbarrava il fondoIl complesso fortificato dei Davenino costituiva valle, era collegata, per mezzo di varie mulatla terza delle linee arretrate dei fronte e faceva tiere militari, ora ricoperte dalla vegetazione. parte dello Sbarramento del Mortirolo. Tale im- Sul versante al Vago, sopra le baite di Niclo, ponente opera bloccava la valle, nel suo pun- sono ancora visibili, anche se in parte coperti to più stretto, sia nella piana attorno al fiume dalla vegetazione. Oglio sia sui due costoni laterali. Si possono rilevare sul versante orografico sinistro della valle, trinceramenti e reticolati cheerano stati disposti dal fiume fino alle pendici del Monte Piazza, mentre su quello destro raggiungevano il Pianaccio e il Monte Pagano. Lo sbarramento era formato da una lunga trincea, che in molti tratti è ancora ben evidente e percorribile, costituita da due murature in granito e malta di calce con copertura in cemento; larga un metro e alta due, partiva dalla zona di Particolare trincee loc. Davenino Davenino, scendeva sul costone al Solivo fino

CENNI

STORICI

www.adamellomagazine.it

33


SPECIALIZZATI ESCLUSIVAMENTE IN AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI

SERVIZI CONDOMINIALI

di SARA GREGORINI & C. sas

Via dei Trampolini 3/A 25056 PONTE DI LEGNO (BS) Tel. Fax 0364 91513 assistenza.condominiale@email.it

LASCIATI AMMINISTRARE DA COLORO CHE OPERANO SOLAMENTE IN QUESTO SETTORE

Via Nazionale, 20 | 24024 Berzo Demo (Bs) Tel. 0364.630093 | Fax 0364.622591 info@arredamentiregazzoli.it www.arredamentiregazzoli.it


Davenino

In località Bàrech, avevano adattato a scopi militari alcune baite: erano state praticate, aperture trapezoidali, larghe all’interno e strette all’esterno, dello stesso tipo di quelle realizzate nelle trincee, per avvistare il nemico, stando riparati ed invisibili ad una eventuale osservazione ostile. Un ulteriore elemento della struttura di difesa dei Davenino è costituito da quattro postazioni per mitragliatrici, disposte lateralmente alla linea trincerata e che dovevano, con il loro tiro incrociato, appoggiare la resistenza dello sbarramento. Due sono poste in alto al trinceramento, leggermente avanzate rispetto al filo della trincea, e servivano al controllo della stessa. Due sono collocate nella parte più bassa del complesso fortificato, pochi metri sopra la SS 42 del Tonale, in posizione dominante sulla stessa e quindi sul transito dei mezzi militari lungo l’importante asse stradale. Il Sindaco di Incudine, Bruno Serini, ricorda a tutti i concittadini ed ai numerosi turisti che trascorreranno le vacanze sul territorio dell’Alta Valle Camonica gli appuntamenti per quest’estate nel Comune di Incudine:

27 luglio 2013 Festa di Sant’Anna presso il santuario di Sant’Anna a 1800 m s.l.m.

3 – 4 agosto 2013 Festa del Gruppo di Protezione Civile presso il Centro Sportivo. Stand gastronomico e orchestra dal vivo

13 – 14 – 15 agosto 2013 Festa degli Alpini presso il Centro Sportivo. Stand gastronomico

17 agosto 2013 Fiaccolata in notturna al santuario di Sant’Anna a 1800 m s.l.m.

www.adamellomagazine.it

35


I

PROGETTO “BIKE EXPERIENCE” UNIONE DEI COMUNI Un nuovo percorso DELL’ALTA VALLE CAMONICA ciclo-pedonale nel Territorio dell’Alta a cura di Mauro Testini e Fabio Gregorini Vallecamonica

n uno scenario così particolarmente interessante e attivo dal punto di vista della promozione turistica e della valorizzazione ambientale, quale è quello dell’Alta Vallecamonica, ben si colloca il nuovo progetto per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale denominato “La Via Carolingia” che andrà a coinvolgere i Comuni di Monno, Incudine, Vezza d’Oglio, Vione, Temù e Ponte di Legno. Il progetto intende collegare l’esistente rete dedicata alle due ruote ed agli escursionisti al patrimonio storico, culturale e naturalistico per una completa fruizione da parte di un turismo in grande crescita in tutta Europa e perfettamente sostenibile dal punto di vista dell’impatto ambientale sul territorio. Oltre alla realizzazione del nuovo percorso, è previsto un intervento programmato di manutenzione ordinaria e straordinaria di tutta la sentieristica dedicata ai biker ed al ripristino/ introduzione della segnaletica necessaria nel comprensorio denominato “Adamello Bike Arena”. Ciò permetterà di connettere il patrimonio storico, culturale e naturalistico dell’Alta Valle alla rete di percorsi che vanno aldilà della semplice passeggiata in bicicletta ma anzi, permetteranno ai turisti di godere delle bellezze del luogo e delle tradizioni culturali in tempi e modi coerenti con i ritmi che richiede una vacanza di questo tipo. La realizzazione del percorso “La Via Carolingia” è suddivisa in 4 interventi, ciascuno relativo ad una tratta specifica: Tratto 1 – Passo Gavia – Ponte dei Buoi, km 11,0 (da realizzare parzialmente) Tratto 2 – Ponte dei Buoi – Villa Dalegno, km 4,0 (da realizzare interamente)

36

www.adamellomagazine.it

Tratto 3 – Villa Dalegno – Acqua Calda, km 15,0 (da ripristinare parzialmente) Tratto 4 – Acqua Calda – Monno, km 10,0 (da realizzare parzialmente) Il progetto è in continua evoluzione, tra gli obiettivi annessi vi è la futura creazione di Bike-Hotel, strutture per il lavaggio delle biciclette, una piccola officina per la manutenzione e la formazione di guide turistiche in grado di accompagnare i turisti, il tutto per incentivare la permanenza di più giorni, proprio come avviene per le settimane bianche durante l’inverno. Nel luglio del 2012, la lodevole iniziativa da parte dell’Unione dei Comuni dell’Altavallecamonica, in particolare dei Comuni di Ponte di


Legno, Temù, Vione e Vezza d’Oglio, ha permesso la progettazione e la realizzazione di una pista Ciclo-Pedonale costeggiante il fiume Oglio, lunga 12 km in un solo senso di marcia e 24 in andata e ritorno. Il notevole utilizzo dei mesi estivi e autunnali, sia da parte dei residenti che dei turisti-ospiti, ha immediatamente creato lo stimolo per progettare e realizzare (attualmente siamo circa al 40% dell’opera) un successivo ampliamento del tracciato nel territorio del Comune di Ponte di Legno con un anello di circa 5,6 chilometri distribuiti nella stupenda Val Sozzine, all’interno del Parco Regionale dell’Adamello. CRONOPROGRAMMA DEGLI INTERVENTI Descrizione

Anno_1

Anno_2

Anno_3

Realizzazione infrastruttura percorso Carolingio - Tratto Gavia – Ponte dei Buoi - Tratto Ponte dei Buoi – Villa Dalegno - Tratto Villa Dalegno – Acqua Calda - Tratto Acqua Calda - Monno Produzione segnaletica coordinata Manutenzione - Ordinaria - Straordinaria Oltre ai diciotto itinerari di varia difficoltà che si snodano all’interno dei due Parchi dello Stelvio e dell’Adamello, questo nuovo progetto è certamente un altro tassello che andrà a potenziare e supportare il richiamo turistico nel nostro Comprensorio, incrementando l’offerta per il periodo estivo e portandola agli stessi livelli dello sci per la stagione invernale.

www.adamellomagazine.it

37


SO.SV.A.V. PONTE DI LEGNO TEMU

TELERISCALDAMENTO A BIOMASSA VEGETALE Un ambiente sano è un bene prezioso per tutta la collettività. Aria salubre ed un paesaggio integro sono fattori di importanza fondamentale per l’esistenza di una comunità e sono i presupposti per un buon livello di qualità della vita per le popolazioni locali e per i turisti che vengono a cercare riposo e svago sul nostro territorio. A garantire che il ciclo ecologico vitale di carbonio-idrogeno-ossigeno non venga interrotto sono le piante, materia prima rinnovabile e fonte energetica del futuro. La scelta di realizzare il teleriscaldamento nei Comuni di Ponte di Legno e Temù e di proporre la sostituzione delle caldaie a gasolio con una unica centrale a biomassa vegetale, compiuta dagli amministratori dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica tramite SOSVAV srl, si è rivelata vincente e i risultati ottenuti, anche solo in termini di abbattimento delle emissioni di anidride carbonica e polveri sottili, dovrebbero essere, da soli, motivo sufficiente per ritenere che usufruire di questo servizio è veramente una opportunita da non perdere.

COMBUSTIBILE: CIPPATO DI LEGNO VERGINE

FILIERA BOSCO - LEGNA - ENERGIA

Nell’ambito delle iniziative finalizzate alla valorizzazione della filiera Bosco-Legno-Energia nel territorio dell’Alta Valle Camonica, la Comunità Montana, l’Unione dei Comuni, il Consorzio Forestale Due Parchi con il contributo della Regione Lombardia, hanno approvato ben sette progetti di bonifica e miglioramento forestale dei soprassuoli boscati. Passando dai progetti ai fatti, Sosvav srl, da alcuni mesi può contare su notevoli quantità di piante che, provenienti dai nostri boschi, giungono presso la Centrale di Teleriscaldamento per essere trasformate in cippato grazie all’impiego di un potente cippatore messo a disposizione dal Consorzio Forestale Due Parchi. La tracciabilità della filiera e della provenienza del combustibile è così garantita. Vedere per credere…

SOSVAV Srl Località Prati Grandi - Temù (BS) Tel. 0364.901192 - E-mail: sosvav.srl@libero.it

I NUMERI DI SOSVAV srl al 31-12-2010

800 UTENTI ALLACCIATI 23 MW POTENZA TERMICA di CENTRALE 52 MW POTENZA TERMICA UTENZE FINALI 23 KM RETE DISTRIBUZIONE 16.593 Mwh CALORE VENDUTO 45.000 mc di combustibile, cippato di legno vergine con un risparmio equivalente di petrolio pari a 165,95 ton/anno 3,38 Ton/anno di emissioni evitate di SO2 2000 Ton/anno di emissioni evitate di CO2

I VANTAGGI PER L’UTENTE • Un contributo alla tutela ambientale e al miglioramento della qualità della vita • Autonomia nell’approvvigionamento termico • Costi eliminati con l’allacciamento al teleriscaldamento • Vantaggi economici: fatturazione del solo consumo effettivo • SICUREZZA derivante anche dall’assenza di combustione presso le singole utenze.


UNIONE DEI COMUNI DELL’ALTA VALLE CAMONICA

Sulle montagne con il trenino, alla ricerca dello Gnomo Gino a cura di Chiara Baccanelli - Alternativa Ambiente

S

embra che qualcuno abbia visto durante una passeggiata nei boschi dell’alta Valle Camonica, un piccolo Gnomo… e quindi dalla scorsa estate bambini, residenti e turisti, e le rispettive famiglie hanno la possibilità di avventurarsi nella ricerca di questo simpatico ometto che vive, lavora e si diverte nei boschi nei dintorni dei centri abitati, badando bene di non farsi vedere ne tantomeno sentire dagli adulti. Quello che di certo si sa, è che è un amante della natura, degli animali e delle piante, che non potrebbe mai e poi mai vivere lontano da un bosco…e che i suoi amici preferiti sono i bambini. Proprio sulla base di queste poche informazioni è iniziata, la scorsa estate, la ricerca dello gnomo Gino, da parte dei bambini (dai 3 ai 6 anni) al Dos delle Barbine, nel comune di Vione: con il trenino rosso dell’Alta Valle Camonica i bambini raggiungono il bosco e iniziano la loro ricerca in questo luogo già ricco di storia e leggende. Molti i bambini che nel corso dell’estate 2012 hanno partecipato all’iniziativa e, considerato il buon successo dell’iniziativa,

anche per l’estate 2013 l’Unione dei Comuni Alta Valle Camonica, Maroni Turismo e Alternativa Ambiente hanno riproposto la ricerca dello Gnomo Gino sulle montagne, in compagnia dell’ormai immancabile Trenino Rosso dell’Alta Valle Camonica che con il suo lento progredire consentirà ai bambini (e alle loro famiglie) di osservare le montagne, i boschi, i ruscelli e di calarsi in un contesto nuovo, ricco di emozione, e di lasciare per qualche ora la realtà e calarsi in un’atmosfera unica fatta di gnomi, di animali e di piante che “abitano” le montagne dell’Alta Valle Camonica. Per questo aspettiamo, i bambini (dai 3 ai 6 anni) per cercare insieme lo Gnomo Gino. La ricerca avverrà in tre luoghi diversi dell’Alta Valle Camonica: al Dos de le Barbine di Vione, nella Valle delle Messi ed in Val d’Avio. Per partecipare è sempre necessaria la prenotazione, poiché l’attività è a numero chiuso, contattando la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio (www.alternativaambiente.com oppure tel. 0364.76165) e seguire le indicazioni che saranno fornite.


Ponte di Legno (Bs) - Corso Milano, 5 - Tel. 0364 91009 - Fax 0364 91009 (mobile 335 1816510) www.skilineimmobiliare.com - info@skilineimmobiliare.com


• Adamello Card • Novità per la stagione estiva 2013 • Intervento e realizzazione nuovo impianto sul Ghiacciaio Presena • Prezzi stagione invernale 2013/2014

a cura di Ferruccio Lissidini e Vania Zampatti Foto di Lino Rizzi


cura di Vania Zampatti

È TEMPO DI ADAMELLO CARD

S

e in inverno il comprensorio sciistico dell’Adamello Ski è sinonimo di sci ed altri sport sulla neve, in estate si trasforma in un’altrettanto accogliente meta ecoturistica molto frequentata dalle famiglie, ma anche dai giovani che desiderano trascorrere una vacanza nel cuore della natura. Adamello Card è la tessera settimanale che le Associazioni Albergatori di Pontedilegno, di Tonale-Vermiglio e Adamello Ski regalano a tutti i clienti che soggiornano per più di 3 giorni nel comprensorio dell’Alta Valle Camonica e Alta Val di Sole, tramite la quale è possibile partecipare ai programmi di animazione di Ponte di Legno e del Tonale, usufruendo inoltre di numerosi sconti e gratuità. Per i piccoli ospiti è a disposizione invece l’Adamello Kids Card, che permette ai bambini fino ai 12 anni di accedere al Miniclub della Mucca Adamellina e di prendere parte a laboratori creativi, giochi, spettacoli ed escursioni (a partire dai 4 anni di età), usufruendo anche di tariffe speciali per tante divertenti attività. Anche chi non soggiorna nelle strutture convenzionate può utilizzare le card, acquistabili presso gli Uffici Turistici di Temù e di Vermiglio, l’Infopoint di Ponte di Legno, la Pro Loco di Vezza d’Oglio e lo sportello Adamello Card del Passo Tonale. Dal 29 Giugno al 6 Luglio e dal 24 al 31 Agosto 2013 a Ponte di Legno e dal 3 al 10 Agosto al Passo del Tonale, è protagonista la MAGIA DELLA MONTAGNA, un programma interamente dedicato alle famiglie, ma anche a chi desidera scoprire gli angoli più suggestivi e vivere una vacanza indimenticabile. Tra le

42

www.adamellomagazine.it

attività previste: gite e laboratori naturalistici, il monitoraggio della fauna selvatica con la tecnica del radio tracking, il mini corso di arrampicata su roccia, la gita alla scoperta del Ghiacciaio Presena e della galleria multimediale, il trekking someggiato, le gite faunistiche con aperitivo al tramonto, la visita alla centrale idroelettrica che è stata realizzata nel cuore della montagna e la degustazione di un piatto della tradizione contadina. Dal 20 al 27 luglio e dal 24 al 31 agosto 2013 al Passo Tonale sarà la volta della MAGIA DELL’ALPEGGIO, un’occasione per trascorrere una settimana di svago con i bambini e scoprire la montagna in tutte le sue sfaccettature. Passeggiate alla scoperta della natura e dei suoi segreti, parco avventura con diversi percorsi acrobatici, laboratori, escursioni guidate, introduzione all’arrampicata, incontri con agricoltori, spettacoli per bambini sono solo alcuni dei punti in programma durante queste settimane dove il divertimento per i più piccoli è assicurato al 100%. Nel corso dell’estate, saranno molte le attività alle quali i possessori delle card potranno partecipare: î FACILE PASSEGGIATA DI BENVENUTO, PASSEGGIATA NEL BOSCO, DUE PASSI NEI PARCHI E GITA NELLA NATURA Gite molto semplici di mezza giornata adatte a famiglie, a persone non abituate a camminare oppure che si avvicinano all’ambiente montano per la prima volta.


î GITE MICOLOGICHE Incontri di mezza giornata con un esperto micologo per una lezione sui funghi. î GITE CON GUIDA ALPINA Gite di una giornata intera con pranzo al sacco che comportano alcune ore di cammino in compagnia di un’esperta Guida alpina verso alcune delle più belle mete delle nostre montagne, all’interno del Parco nazionale dello Stelvio, del Parco dell’Adamello e del Parco Adamello-Brenta . î ESCURSIONE AL GHIACCIAIO PRESENA E ALLA GALLERIA DELLA I GUERRA MONDIALE Raggiungiamo tramite gli impianti di risalita il ghiacciaio Presena a 3.000 mt di quota in un ambiente selvaggio e suggestivo. Visitiamo la galleria della I Guerra mondiale che fu combattuta su queste montagne, dove si trovano numerosi reperti storici. î GITA FAUNISTICA CON APERITIVO AL TRAMONTO Le gite si svolgono nel tardo pomeriggio, quando è più facile avvistare gli animali che popolano il Parco. Prima del rientro prendiamo un aperitivo in un rifugio di montagna. î GITE NATURALISTICHE Andiamo a scoprire il bosco, la flora alpina, le piante officinali, l’apicoltura di montagna, i roccoli d’alta quota. Gite botaniche e naturalistiche î DAL PRATO AL PIATTO Come riconoscere, raccogliere e cucinare le erbe selvatiche commestibili ed i piccoli frutti per la preparazione di semplici piatti della cucina tradizionale camuna.

î ENERGIA DALLA MONTAGNA: LA CENTRALE IDROELETTRICA ENEL Attraverso le visite guidate a questa Centrale, che si sviluppa interamente all’interno della montagna, proponiamo il tema dell’acqua, che dai ghiacciai perenni scende a valle e viene utilizzata per produrre energia. î CENTRALI DEL TELERISCALDAMENTO Situate al confine tra Ponte di Legno e Temù, queste centrali coniugano la pulizia dei boschi con i benefici ambientali.

shopping card

A

gli ospiti in vacanza nel comprensorio Adamello Ski verrà omaggiata anche la Shopping Card, una tessera che permette di usufruire dello sconto del 10% in numerose attività commerciali: negozi di abbigliamento, alimentari, articoli regalo, articoli sportivi, biancheria per la casa, ferramenta, gioiellerie, erboristerie, nutrizione e prodotti cosmetici, casalinghi, mobili, moto e bici, tabacchi, fiori, autoriparazioni, gastronomie, caffè e ristoranti. La card può essere ritirata negli Infopoint ed Uffici turistici della zona.

www.adamellomagazine.it

43


1993 - 2013

20 20 anni insieme!

ottica

GAZZOLI

Edolo Via G. Marconi 238/A Tel. 0364 72461

Cedegolo Via Roma 41 Tel. 0364 61620

occhiali lenti a contatto esame della vista mappatura corneale ortokeratologia (lenti notturne) applicazione lenti per cheratocono

OCCHIO NON VEDE, GAZZOLI PROVVEDE!


Rhxdue Contador: il grande ciclismo torna nel comprensorio dell’Adamello Ski Due giornate tra Valcamonica e Valtellina in compagnia del campione spagnolo Alberto Contador

L

e leggendarie vette del comprensorio sciistico dell’Adamello Ski, teatro di grandi imprese sportive come il recente “Duello sul Ghiacciaio” tra Andrea Cassarà e Giorgio Avola, tornano ad ospitare il ciclismo con un weekend interamente dedicato ad Alberto Contador. Rhxdue Contador, in programma per sabato 3 e domenica 4 agosto 2013, permetterà a tutti gli appassionati di ciclismo di scalare in compagnia del campione spagnolo vincitore di Tour de France, Giro d’Italia e Vuelta, due passi icone del ciclismo quali il Gavia e il Mortirolo, situati tra Vallecamonica e Valtellina. L’evento nasce dalla collaborazione tra Consorzio Adamello Ski Ponte di Legno-Tonale, Us Bormiese, Consorzio Turistico Media Valtellina, Adamello Free Bike e Vezza Bike. L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria per garantire ai partecipanti la possibilità di usufruire di servizi quali ristoro, accoglienza all’arrivo e altro ancora. Due i percorsi individuati dagli organizzatori: il primo, previsto per sabato 3 agosto, prevede la scalata del Gavia con partenza da Bormio o da Ponte di Legno, con possibilità di scegliere liberamente da quale versante affrontare il celebre Passo. Il secondo, in calendario per domenica 4 agosto, vedrà i ciclisti impegnati nella salita del Mortirolo con partenza da Monno in Valcamonica oppure da Mazzo in Valtellina. Una fantastica sorpresa attende tutti gli iscritti: l’iscrizione alla Rhxdue Contador consente di partecipare a molteplici estrazioni a sorteggio. Gli occhiali Zerorh+ messi in palio, modello “Ghota Limited Edition Contador”, saranno consegnati direttamente da Alberto Contador il giorno dell’evento. Per iscrizioni e maggiori informazioni: www.rhxdue.com

Bresciatourism organizza a Ponte di Legno il primo “Workshop della Montagna”

N

ell’ottica del potenziamento del Turismo montano si è svolto nei giorni 4-5-6 Luglio 2013 a Ponte di Legno presso l’Hotel Mirella, organizzato da Brescia Tourism con la partecipazione di Adamello Ski, un incontro tra selezionati Tour Operator, venti in tutto, provenienti sette dalla Russia, quattro dall’Ucraina, due dalla Turchia, due dalla Polonia, due dall’Italia, uno dall’Austria, uno dalla Croazia, uno dai Paesi Bassi, i quali hanno incontrato una quarantina di Operatori Turistici della montagna bresciana pronti a presentare i loro pacchetti di offerte sia invernali che estivi. Speriamo quindi che l’incontro e la visita al nostro Comprensorio possa portare proficui vantaggi nella collaborazione del pacchetto turistico specifico per il nostro Territorio che offre servizi, strutture ed infrastrutture di livello internazionale. www.adamellomagazine.it

45


INTERVENTO E REALIZZAZIONE DI UN NUOVO IMPIANTO SUL GHIACCIAIO PRESENA Servizio realizzato in collaborazione con l'Ing. Manuel Veronesi della Carosello Tonale S.p.A.

È

previsto per la Primavera 2014 l’inizio delle opere di manutenzione e razionalizzazione delle strutture presenti sul Ghiacciaio Presena messi in atto dalla Carosello Tonale Spa, la quale si è prefissata di intervenire sull’area in concessione per salvarne le peculiarità. Il progetto, il cui investimento finanziario è stimato sui quattordici milioni di euro, punta alla sostituzione degli impianti scioviari e seggioviari con un unica telecabina ad agganciamento automatico di nuova generazione, effettuare una sistemazione ambientale dell’area riqualificandola, al fine di preservare l’integrità del ghiacciaio e del suo ambiente. Tale progetto è di importanza vitale e contribuisce in maniera sostanziale al mantenimento ed alla continua valorizzazione di uno dei punti di maggior richiamo a livello turistico di tutto il comprensorio sciistico, sia nella stagione estiva che in quella invernale.

Un progetto per riqualificare e preservare l’integrità del ghiacciaio e del suo ambiente 46

www.adamellomagazine.it

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL NUOVO IMPIANTO Quota s.l.m. della stazione a valle

2586,60 m s.l.m.

Quota s.l.m. della stazione intermedia

2724,00 m s.l.m.

Quota s.l.m. della stazione a monte

2988,10 m s.l.m.

Lunghezza orizzontale

2103,05 m

Dislivello fra le stazioni terminali

401,50 m

Lunghezza inclinata

2155,03 m

Numero veicoli

48

Capienza veicolo

P8

Intervallo di tempo tra i veicoli

19,2 s

Equidistanza tra i veicoli

115,6 m

Velocità di esercizio

6,0 m/s

Portata oraria

1500 p/h

Potenza dei motori principali elettrici

2*450 kW

Potenza del motore di soccorso elettrico

290 kW

Diametro della fune portante-traente

50 mm

Senso di rotazione

antiorario

Collegamento fra le stazioni

cavo interrato/aereo


ATTUALE

ì Stazione a valle

DOPO

ATTUALE

ì Stazione INTERMEDIA

ATTUALE

DOPO

ì Stazione a monte

www.adamellomagazine.it

DOPO

47


OUTLET dello SPORT

abbigliamento e calzature sportive

grande vendita a prezzi pazzi APRICA CORSO ROMA

PONTE DI LEGNO - C.SO MILANO

NADRO DI CETO VIA NAZIONALE


STAGIONE INVERNALE 2013/2014 Prezzi Skipass ADAMELLO SKI

Valido nel comprensorio Adamello Ski Ponte di Legno - Tonale PRE STAGIONE-FINE STAGIONE Si vedano le date di seguito 1 giorno skipass € 32,00 – Adulto 1 giorno skipass € 16,00 – Baby* 1 giorno skipass € 22,00 – Junior** 1 giorno skipass € 29,00 – Senior*** 2 giorni skipass € 60,00 – Adulto 2 giorni skipass € 31,00 – Baby* 2 giorni skipass € 43,00 – Junior** 2 giorni skipass € 54,00 – Senior*** BASSA STAGIONE-ALTA STAGIONE Si vedano le date di seguito 1 giorno skipass € 39,00 – Adulto 1 giorno skipass € 20,00 – Baby* 1 giorno skipass € 28,00 – Junior** 1 giorno skipass € 35,00 – Senior*** 2 giorni skipass € 75,00 – Adulto 2 giorni skipass € 37,00 – Baby* 2 giorni skipass € 52,00 – Junior** 2 giorni skipass € 68,00 – Senior***

TUTTI GLI SKIPASS EMESSI SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 3 GIORNI CON FOTOGRAFIA

Pre stagione – Fine stagione 26-10-2013 <<>> 05-12-2013 09-12-2013 <<>> 20-12-2013 12-04-2014 <<>> 30-04-2014 Giorni

Adulti

Baby*

3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 81,00 € 101,00 € 117,00 € 140,00 € 150,00 € 161,00 € 175,00 € 188,00 € 202,00 € 214,00 € 224,00 € 235,00

€ 41,00 € 51,00 € 59,00 € 70,00 € 75,00 € 81,00 € 88,00 € 95,00 € 101,00 € 107,00 € 112,00 € 117,00

Junior** Senior***

€ 56,00 € 71,00 € 83,00 € 98,00 € 105,00 € 112,00 € 123,00 € 132,00 € 141,00 € 150,00 € 157,00 € 164,00

€ 72,00 € 92,00 € 106,00 € 126,00 € 135,00 € 145,00 € 158,00 € 168,00 € 182,00 € 193,00 € 203,00 € 211,00

TUTTI GLI SKIPASS EMESSI SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 3 GIORNI CON FOTOGRAFIA

TUTTI GLI SKIPASS EMESSI SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 3 GIORNI CON FOTOGRAFIA

PREZZI BASSA STAGIONE 07-01-2014 <<>> 31-01-2014 17-03-2014 <<>> 11-04-2014

PREZZI ALTA STAGIONE 06-12-2013 <<>> 08-12-2013 21-12-2013 <<>> 06-01-2014 01-02-2014 <<>> 16-03-2014

Giorni

Adulti

Baby*

3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 99,00 € 125,00 € 147,00 € 169,00 € 186,00 € 202,00 € 218,00 € 234,00 € 250,00 € 265,00 € 279,00 € 292,00

€ 50,00 € 62,00 € 73,00 € 85,00 € 94,00 € 101,00 € 109,00 € 116,00 € 125,00 € 133,00 € 140,00 € 147,00

Junior** Senior***

€ 69,00 € 88,00 € 103,00 € 118,00 € 131,00 € 141,00 € 153,00 € 163,00 € 175,00 € 186,00 € 195,00 € 205,00

€ 89,00 € 111,00 € 132,00 € 153,00 € 167,00 € 182,00 € 196,00 € 210,00 € 224,00 € 239,00 € 251,00 € 263,00

Giorni

Adulti

Baby*

3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 109,00 € 143,00 € 169,00 € 196,00 € 214,00 € 233,00 € 254,00 € 273,00 € 293,00 € 312,00 € 325,00 € 340,00

€ 55,00 € 72,00 € 85,00 € 99,00 € 107,00 € 116,00 € 128,00 € 137,00 € 147,00 € 156,00 € 163,00 € 169,00

Junior** Senior***

€ 77,00 € 101,00 € 118,00 € 138,00 € 150,00 € 162,00 € 177,00 € 192,00 € 205,00 € 218,00 € 228,00 € 239,00

€ 99,00 € 130,00 € 153,00 € 178,00 € 193,00 € 209,00 € 228,00 € 246,00 € 263,00 € 282,00 € 293,00 € 306,00

www.adamellomagazine.it

49


STAGIONE INVERNALE 2013/2014 Prezzi Skipass VALADASKI

Valido nel comprensorio Adamello Ski Ponte di Legno - Tonale, COMPRESO 1 GIORNO (per skipass da 4/5 giorni) nel comprensorio Aprica oppure COMPRESI 2 GIORNI (per skipass da 6/7 giorni) nel comprensorio Aprica SKIPASS EMESSO SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 4 GIORNI CON FOTOGRAFIA OBBLIGATORIA Pre stagione – Fine stagione 26-10-2013 <<>> 05-12-2013 09-12-2013 <<>> 20-12-2013 12-04-2014 <<>> 30-04-2014 Giorni

Adulti

4 5  6  7 

€ 109,00 € 132,00 € 152,00 € 164,00

Baby*

PREZZI BASSA STAGIONE 07-01-2014 <<>> 31-01-2014 17-03-2014 <<>> 11-04-2014

Junior** Senior***

€ 55,00 € 77,00 € 65,00 € 92,00 € 77,00 € 106,00 € 83,00 € 115,00

Giorni

Adulti

Baby*

4 5  6  7 

€ 137,00 € 162,00 € 181,00 € 208,00

€ 69,00 € 82,00 € 90,00 € 104,00

€ 99,00 € 118,00 € 137,00 € 149,00

Junior** Senior***

€ 96,00 € 113,00 € 126,00 € 145,00

€ 123,00 € 147,00 € 162,00 € 187,00

PREZZI ALTA STAGIONE 06-12-2013 <<>> 08-12-2013 21-12-2013 <<>> 06-01-2014 01-02-2014 <<>> 16-03-2014 Giorni

Adulti

Baby*

4 5  6 7 

€ 151,00 € 182,00 € 207,00 € 224,00

€ 75,00 € 91,00 € 104,00 € 112,00

Junior** Senior***

€ 105,00 € 128,00 € 145,00 € 157,00

€ 136,00 € 163,00 € 187,00 € 203,00

Prezzi Skipass COMBI 1

Supplemento giornaliero (per skipass da 5, 6, 7 giorni) valido nel comprensorio Skirama Dolomiti Adamello - Brenta: Madonna di Campiglio, Marileva - Folgarida, Pejo, Pinzolo, Andalo - Fai della Paganella, Monte Bondone, Folgaria - Lavarone SKIPASS EMESSO SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 5 GIORNI CON FOTOGRAFIA OBBLIGATORIA PREZZI ALTA STAGIONE 06-12-2013 <<>> 08-12-2013 21-12-2013 <<>> 06-01-2014 01-02-2014 <<>> 16-03-2014

PREZZI BASSA STAGIONE 07-01-2014 <<>> 31-01-2014 17-03-2014 <<>> 11-04-2014

Adulti

Baby*

€ 29,00

€ 14,00

Junior** Senior***

€ 21,00

€ 23,00

Adulti

Baby*

€ 29,00

€ 14,00

Junior** Senior***

€ 21,00

€ 23,00

Nei giorni di validità del proprio Skipass Adamello Ski (da 5,6,7 giorni) il supplemento giornaliero COMBI1 consente di sciare una giornata nel comprensorio Skirama Dolomiti Adamello - Brenta. Il rilascio del supplemento giornaliero COMBI1 è contestuale al rilascio dello Skipass plurigiornaliero Adamello Ski. 50

www.adamellomagazine.it


STAGIONE INVERNALE 2013/2014 Prezzi Skipass SUPERSKIRAMA

Valido illimitatamente nel comprensorio Adamello Ski Ponte di Legno - Tonale e nel comprensorio Skirama Dolomiti - Adamello Brenta: Madonna di Campiglio, Marileva - Folgarida, Pejo, Pinzolo, Andalo - Fai della Paganella Monte Bondone, Folgaria - Lavarone SKIPASS EMESSO SOLO SU K-CARD A PARTIRE DA 3 GIORNI CON FOTOGRAFIA OBBLIGATORIA PREZZI BASSA STAGIONE Apertura impianti <<>> 20-12-2013 07-01-2014 <<>> 31-01-2014 17-03-2014 <<>> 11-04-2014 Giorni

Adulti

Baby*

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 44,00 € 84,00 € 122,00 € 158,00 € 192,00 € 220,00 € 235,00 € 261,00 € 287,00 € 310,00 € 333,00 € 354,00 € 374,00 € 394,00

€ 22,00 € 42,00 € 61,00 € 79,00 € 96,00 € 110,00 € 117,00 € 130,00 € 143,00 € 155,00 € 166,00 € 177,00 € 187,00 € 197,00

Junior** Senior***

€ 31,00 € 59,00 € 85,00 € 111,00 € 134,00 € 154,00 € 164,00 € 183,00 € 201,00 € 217,00 € 233,00 € 248,00 € 262,00 € 276,00

€ 40,00 € 76,00 € 110,00 € 142,00 € 173,00 € 198,00 € 211,00 € 235,00 € 258,00 € 279,00 € 300,00 € 319,00 € 337,00 € 355,00

PREZZI ALTA STAGIONE 01-02-2014 <<>> 16-03-2014 Giorni

Adulti

Baby*

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 47,00 € 92,00 € 136,00 € 181,00 € 223,00 € 257,00 € 277,00 € 306,00 € 335,00 € 363,00 € 389,00 € 414,00 € 439,00 € 462,00

€ 23,00 € 46,00 € 68,00 € 90,00 € 111,00 € 128,00 € 138,00 € 153,00 € 167,00 € 181,00 € 194,00 € 207,00 € 219,00 € 231,00

Junior** Senior***

€ 33,00 € 64,00 € 95,00 € 127,00 € 156,00 € 180,00 € 194,00 € 214,00 € 234,00 € 254,00 € 272,00 € 290,00 € 307,00 € 323,00

€ 42,00 € 83,00 € 122,00 € 163,00 € 201,00 € 231,00 € 249,00 € 275,00 € 301,00 € 327,00 € 350,00 € 373,00 € 395,00 € 416,00

PREZZI NATALE - CAPODANNO 21-12-2013 <<>> 06-01-2014 Giorni

Adulti

Baby*

Junior** Senior***

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

€ 49,00 € 96,00   € 144,00 € 189,00 € 229,00 € 263,00 € 279,00 € 312,00 € 343,00 € 374,00 € 405,00 € 432,00 € 457,00 € 480,00

€ 24,00 € 48,00 € 72,00 € 94,00 € 114,00 € 131,00 € 139,00 € 156,00 € 171,00 € 187,00 € 202,00 € 216,00 € 228,00 € 240,00

€ 34,00 € 44,00 € 67,00   € 86,00 € 101,00 € 130,00 € 132,00 € 170,00 € 160,00 € 206,00 € 184,00 € 237,00 € 195,00 € 251,00 € 218,00 € 281,00 € 240,00 € 309,00 € 262,00 € 337,00 € 283,00 € 364,00 € 302,00 € 389,00 € 320,00 € 411,00 € 336,00 € 432,00 www.adamellomagazine.it

51


ESCLUSIVISTI DI ZONA Piazza Vittoria, 1 25043 BRENO (BS) Tel 0364.22089

Via Romolo Galassi 25041 DARFO BOARIO TERME (BS) Tel 0364.536410

Via Vittorio Veneto, 86 25042 BORNO (BS) Tel 0364.311270

Piazzale Europa, 28 25056 PONTE DI LEGNO (BS) Tel 0364.900144


Giro d’Italia 2013 a Ponte di Legno a cura Ferruccio Lissidini

C

ertamente un grande evento di rilevanza mondiale, la partenza di una delle tappe più importanti ed attese dell’intera manifestazione. Comunicati stampa, programmi televisivi ed il nome di Ponte di Legno riportato su tutto il materiale promozionale diffuso, hanno certamente fatto “cassa di risonanza” a livello internazionale. Purtroppo il tempo avverso che ha colpito per parecchi giorni il territorio, nonostante l’impegno ed il lavoro effettuato dagli addetti, non ha permesso il regolare svolgimento della diciannovesima tappa. Dopo vari tentennamenti, il cambio di itinerario, né Gavia né Tonale, partenza da Dimaro o Malè, la bruttissima mattinata ha fatto propendere gli organizzatori per l’annullamento della tappa. Dunque, tutti si chiedono…. E adesso?! L’acconto versato, le spese sostenute, cosa succede?! Abbiamo quindi riscontrato delle risposte ufficiali che ci confermano: “la tappa sarà senz’altro ripetuta ugualmente nella prossima edizione 2014; partenza da Ponte di Legno – Gavia – Stelvio, arrivo di tappa in Val Martello, come era stabilito. L’importo di quindicimila euro versati quest’anno, resta in acconto per il prossimo anno. Ma udite udite, nel 2015, in occasione dell’expo, arrivo e partenza dalla Fiera di Milano, si è ormai in fase avanzata, quasi una conferma definitiva per una grandiosa, interessante ed epocale tappa per Ponte di Legno. Con i dovuti scongiuri e per scaramanzia, non anticipiamo nulla, la teniamo ancora nel cassetto, anche perché, finchè non viene presentato il Giro a novembre a Milano, tutti gli itinerari non sono confermati e rimagono nell’incertezza.

Nell’ambito della sede di tappa del Giro d’Italia a Ponte di Legno, è stato istituito un “Concorso Vetrine”. La Giuria, composta da Edoardo Nonelli, Patrizia Volpi, Barbara Panteghini ha decretato: 1° posto per Vesticasa – Via IV Novembre 2° posto per G&B - Via IV Novembre 3° posto per Sandrini Pietro Scultore in Legno – Via Nino Bixio Hanno avuto inoltre una menzione: • Stazione IP di Gianni Leoncelli – Via IV Novembre • Diambre Boutique – Corso Trieste • Photo Digital Veclani – Corso Milano • Ristorante S. Marco – Piazzale Europa 3° classificato

1° classificato Vesticasa

Via IV Novembre

2° classificato G&B - Via IV Novembre

Sandrini Pietro Scultore in Legno Via Nino Bixio


MASSAGGI MANICURE PEDICURE SOLARIUM VISO PO SOLARIUM COR

PONTE DI LEGNO (BS) • Via Risorgimento, 12 • Tel. 0364.900897


Mostra “LA STORIA DELLA BICICLETTA” A cura di Ferruccio Lissidini Foto di Edoardo Nonelli

È

certamente una mostra che va visitata per i pezzi rari ed unici che hanno fatto la storia del ciclismo, sia turistica che sportivoagonistica e per i suggestivi fotogrammi che documentano lo scollinamento degli epici Passi Alpini con gli arrivi di tappa ed il passaggio in Ponte di Legno, dal 1920 agli ultimi anni. Proprio la Cittadina Dalignese, centro e fulcro delle più importanti tappe, si colloca quindi a pieno diritto tra i Comprensori d’eccellenza per gli amanti della specialità e, con il Suo Gavia, diventa icona della passione per questo sport. Ci si può immergere dai cinque minuti alle quattro ore in questa visita itinerante all’interno della struttura dell’ex Scuola Materna Regina Elena, appositamente attrrezzata in maniera impeccabile per ripercorrere il legame tra il ciclismo e l’Alta Vallecamonica. Veramente una bella esperienza, una rassegna curata con entusiasmo e passione, che merita certamente di essere visitata, non solo per rivivere i momenti che hanno caratterizzato la storia del Giro d’Italia e Ponte di Legno, ma anche per una propria cultura personale.

La Mostra è accessibile gratuitamente tutti i giorni nei mesi di luglio e agosto nei seguenti orari:

î dalle ore 10.00 alle ore 12.00 î dalle ore 17.00 alle ore 19.00 î dalle ore 20.00 alle ore 22.00

www.adamellomagazine.it

55


LocalitĂ Valbione

Ponte di Legno Tel. 340 8554738

Dott. Giacomo Ducoli Dott. Pietro Morandini e tanti altri collaboratori

STUDIO DUCOLI

Via Aldo Moro n.5 25043 Breno (Bs) Tel. 0364.21265 - 320487 Fax 0364.320487

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

Da oltre 30 anni siamo presenti in Vallecamonica con lo Studio di Breno. Abbiamo chiuso lo Studio di Ponte di Legno ma manteniamo una presenza attiva in Alta Vallecamonica con personale qualificato direttamente dai Clienti.

Visitate il nostro Sito Internet www.studioducoli.it per conoscere tutto della nostra attivitĂ

Internet E-mail infostudio@studioducoli.it pontedilegno@studioducoli.it


PROGRAMMA 2013 Promozione giovanile Per i giovani golfisti iscritti alla nostra Associazione, ci sarà la possibilità, visto il successo dello scorso anno, di frequentare il “Club dei Giovani” dove i ragazzi parteciperanno durante il mese di luglio e agosto a corsi intensivi in base alle loro capacità e livello golfistico sotto la guida del maestro, ormai “quasi dalignese”, Federico Besana. I ragazzi saranno forniti della divisa ufficiale del Club che potranno indossare anche in occasione delle gare del Circuito Giovanile Lombardo tra le quali la tappa del 23 luglio che si terrà sul nostro percorso di Valbione. Calendario gare Il programma agonistico ha preso ufficialmente il via il 9 giugno, dopo oltre quindici anni si è deciso di non organizzare la Pro-am, ma di inserire in calendario alcune gare che dessero ai nostri Soci la possibilità di qualificarsi a finali nazionali. Ecco le prossime tappe dei circuiti: 17 luglio “Coppa Idea Toscana” con finale presso un Golf Club Toscano; 24 agosto “Peugeot Golf Tour 2013” con finale nazionale al Golf Club Milano ed europea al Golf de Saint-Cloud – Parigi; 8 settembre “Golf Today Sports Cup 2013” con finale al Golf Club Croara di Piacenza; sono inoltre presenti tre gare del circuito “All Inclusive Golf Challenge” con finale al Golf Club Poggio dei Medici di Firenze. Lavori in campo Per aumentare la sicurezza di coloro che nel periodo estivo frequentano il laghetto di Valbione, in primavera verranno sostituiti i pali di sostegno delle reti di protezione esterna al campo pratica; gli attuali hanno un’altezza di dieci metri mentre quelli che verranno installati sono alti tredici me-

Golf Club Ponte di Legno Estate 2013 di Matteo Panchieri

tri. Ricordiamo comunque ad ogni giocatore che frequenta il campo pratica, di applicare quelle regole di sicurezza e di buon senso che servono a garantire l’incolumità di tutti. Virgola Come avete letto in molte riviste di settore da quest’anno c’è la possibilità per alcuni giocatori di scegliere di non prendere “la virgola”. Tale facoltà non è concessa: - a tutti i giocatori juniores (Under 18) in ogni tipo di gara - ai giocatori con Ega Exact Handicap inferiore a 11,5 - a tutti i partecipanti (indipendentemente da età e handicap) alle gare di Attività Agonistica ed alle altre gare previste in Normativa Tecnica (Campionati Nazionali ed Internazionali, Gare Nazionali, Ufficiali e Federali) nonché alle Gare con Patrocinio Federale e i Campionati Regionali, Individuali e a Squadre. I punteggi ottenuti dai giocatori che chiedono di non ricevere la virgola verranno regolarmente inseriti nei risultati di gara seguiti da un asterisco (*) per indicare che il risultato - anche se inferiore alla “zona neutra” - non comporta l’aumento dell’handicap, ed i giocatori potranno anche partecipare ad eventuali premi. Pertanto, a partire dal 1 gennaio 2013 i giocatori che vorranno “non prendere la virgola” al momento della consegna dello score dovranno scrivere in modo ben visibile sullo stesso la sigla NV (No Virgola). www.adamellomagazine.it

57


rassegna immagini della nostra FLORA

Giglio rosso - Lilium bulbiferum

Lingua di Cane (Erba Viperina) - Echium Vulgare

Fior di Stecco - Daphne Mezereum

Poligala - Polygala Chamaebuxus

Nigritella - Nigritella nigra

Carlina - Acaulis

Primula di Val Daone - Primula Daonensis

Peverina a foglie strette - Cerastium Arvense

Ieracio Aranciato - Hieracium Aurantiacum

Zafferano Selvatico - Crocus Vernus

Genziana di Kock - Gentiana Kochiana

Non ti scordar di me - Myosotis Alpestris


Fotografie di RIZZI LINO

Trifoglio Alpino - Trifolium Alpinum

Cariofillata Strisciante - Geum Reptans

Erica Carnicina - Erica Carnea

Androsace Gialla - Vitaliana Primuliflora

Timo Serpillo - Thymus Serpyllum

Melo - Malus Communis

Pinguicola

Crepide Orangee - Crepis Aurea

Raponzolo Montano

Stella Alpina - Leontopodium Alpinum

Bistorta Vivipara

Giglio Martagone - Lilium Martagon


rassegna immagini della nostra FLORA

Centaurea - Multiflora

Semprevivo - Sempervivum Arachnoide

Pigamo Colombino Tallitro - Thalictrum Aquilegifolium

Silene Acaule

Non ti scordar di me Alpino - Myosotis Alpestris

Cinquefoglia Fiordoro

Viola Riviniana - Viola Rivinus

Silene Dioica

Latte di Gallina - Ornithogalum Umbrellatum

Rosa Selvatica - Rosa Canina

Margherita - Bellis Perennis

Larice Comune - Larix Decidua


CI INFORMANO Anche in Alta Vallecamonica l’accesso alla rete wifi Dalla fine di giugno 2013 è attiva sul Territorio dei Comuni di Ponte di Legno, Temù e Vione la rete wifi gratuita InternetGratis, attualmente con vari punti di accesso che permetteranno all’utente di navigare sino a trenta minuti per sessione. Per accedere alla navigazione basta effettuare una semplice procedura di registrazione per ottenere le credenziali di attivazione.

I siti istituzionali dei Comuni di Ponte di Legno, Temù e Vione sono liberamente consultabili senza alcun tipo di accreditamento.

a cura di

Adamello Corso base Free Bike di Nordic Walking estate 2013 La Scuola Italiana Nordic WalLoredana Leoncelli

Per la stagione estiva 2013 l’Adamello Free Bike organizza pedalate in compagnia sui nostri sentieri, uscite serali con cena nei rifugi delle nostre valli. Bike Eliminator 31.08.2013 Gara ciclistica con svolgimento in notturna ad eliminazione lungo le vie del Paese in un circuito predefinito con partenza ed arrivo in Piazza XXVII Settembre. Cronoscalata Bike 15.09.2013 Cronoscalata da Ponte di Legno a Casola, a seguire pranzo presso il Rifugio Roccolo Ventura

king, attraverso la Sua Istruttrice Milva Rizzi, organizza un corso base per approfondire la tecnica di questa disciplina che punta alla riscoperta dei benefici della camminata naturale, del mantenimento di una corretta postura del corpo e della coordinazione motoria. Per informazioni Istruttrice Milva Rizzi Mob. 339.1786522

Per informazioni Roberto Testini Mob. 347.2504441 Loredana Leoncelli Tel. 0364.91026

Offerte speciali Inverno 2013-2014 Natale in Montagna tra il 22 ed il 29 Dicembre 3 giorni a scelta di mezza pensione € 150,00

HOTEL SCIATORI

IRIDE H O T E L S

êêê

Capodanno tra il 27 Dicembre ed il 2 Gennaio 5 giorni a scelta di mezza pensione € 400,00 Specialissimo Relax... dal 6 Gennaio al 11 Gennaio mezza pensione, al giorno € 40,00 possibilità di Skipass a prezzo convenzionato Tutte le offerte si intendono in camera doppia, a persona, riduzioni bambini a richiesta Tutte le offerte sono comprensive di entrata al Centro Benessere Ai lettori di

dal 1 al 8 Settembre 2013 • mezza pensione adulti: euro 46 • sconti ai bambini • in omaggio a scelta pranzo o bevande a cena

Via Roma, 77 - Temù (BS) Tel. 0364 906333 - Mob. 335 6438513 sciatori@iridehotels.com - www.iridehotels.com


Segnalato da Gambero Rosso

(/,3+1+,2+1/"'4',+#!&#/'0)#)0#!,), #/+,,/'%'+/'*#+1#014',+'"'-,01 ",3#)#"')'%#+4#0'$#/*3+,-#/!,+0#+1'/#'3'%%'1,/'01+!&'"'0%/+!&'/0')#%* # #!,+02*/#2+-01,!)", /, )-/,)!&#0')#%%#02))#'+0#%+#"'*,)1'/'01,/+1'+#))#/#%',+'"#)+,/"#2/,- )#11#/)*#+1#0'%+'$'!),!+" *'+/#)15'(/,0,+,21#+1'!'-#44'"'01,/' -/'*'+!.2#/, +#)*#"',#3, #) 2+#"'11,"#))#%'+/%/#1&#01 ')6!&#3#+#$,00#2+,,%+' 1/#+1!&'),*#1/' )"'01+4!,-#/1"2+!3)),'+2+%',/+1 )!2+'/,*+1#+%,+,')!/11#/#"'),!+"# )1/'0,+,011'1/0$,/*1''+/'01,/+1'

72

www.ristorantekro.it

www.adamellomagazine.it

,+1%+"'#*7/#0!'',))/'+'+8  !9#)    

#))   


RICETTE TIPICHE

NODINO DI CERVO IN SALSA DI VINO ROSSO CON FINFERLI E PURÈ DI MELE a cura di Ernesta Tomasi Ristorante Il Cavallino di Canè di Vione PREPARAZIONE Cuocete le mele con burro e scalogno e salate. A cottura ultimata frullate il tutto. Salate e pepate i nodini. In una padella riscaldate l’olio d’oliva con l’alloro, il ginepro e uno spicchio d’aglio tagliato a metà. Rosolate bene la carne su tutti i lati per 5 minuti. Tenete al caldo. Fate restringere della metà il fondo di selvaggina e insaporitelo con la riduzione di vino rosso. Saltate leggermente i finferli in olio d’oliva e olio all’aglio aromatizzando con sale e prezzemolo. Distribuite il purè di mele al centro del piatto e disponete sopra i nodini di cervo. Finite di guarnire con i finferli e la salsa di vino rosso.

RICETTE TIPICHE INGREDIENTI • 200 gr burro • 170 gr zucchero • 60 gr panna • 55 gr glucosio • 255 gr mandorle sfilettate

FLORENTINAS a cura di Gabriele Rizzi Ristorante Kro di Pontagna di Temù

PREPARAZIONE Portare tutti gli ingredienti escluse le mandorle a fuoco lento. Quando inizia a sobbollire aggiungere le mandorle e cuocere per 3 minuti senza far caramellare lo zucchero. Togliere dal fuoco e far raffreddare. Prendere una placca e rivestirla con carta forno, aiutandovi con un cucchiaio formare delle piccole cialde e cuocere in forno a 200° per 3/4 minuti.

www.adamellomagazine.it

63


RICETTE TIPICHE

PAPPARDELLE VIOLA CON MIRTILLI DI BOSCO E PORCINI a cura di Marina Lorati Hotel Mirella di Ponte di Legno PREPARAZIONE Preparare la pasta con gli ingredienti indicati e lasciar riposare (l’impasto dovrà essere piuttosto sodo). Dopo 2 ore tirare la pasta e tagliarla a pappardelle di spessore non troppo sottile. Cuocerle in abbondante acqua salata per 5 minuti, scolarle e ripassarle in padella dove avrete già saltato per 5 minuti i funghi tagliati al velo unendo una noce di burro, sale q.b., i mirtilli e poco prezzemolo tritato. Disporre la pasta ben mantecata al centro di un piatto ben caldo aggiungendo qualche mirtillo fresco.

Ingredienti per 4 persone Per la pasta: • 1 kg di farina bianca • 5 uova intere • 5 tuorli • 250 gr di mirtilli frullati • 15 gr di sale Per il condimento: • 500 gr di porcini affettati • 250 gr di mirtilli • q.b. burro • q.b. prezzemolo

RICETTE TIPICHE

MACCHERONCINI DI GRAGNANO CON SALSA DI RUCOLA E PROVOLONE a cura di Marco Uccelli Ristorante Tre Archi Poia di Ponte di Legno PREPARAZIONE Mentre attendete che l’acqua per la pasta sia pronta, preparate il condimento. Lavate la rucola e togliete i gambi troppo lunghi o meno teneri. Una volta asciugata mettetela in un mixer, con sale, pepe, olio d’oliva e frullate. Otterrete così una salsina della quale potete regolare la densità a seconda dell’olio d’oliva che aggiungerete. Quando avrete cotto i maccheroncini saltateli in una padella con la vostra salsina di rucola. Aggiungete infine il provolone piccante grattugiato e servite 64

www.adamellomagazine.it

INGREDIENTI PER 6 PERSONE • 500 gr di maccheroncini • 350 gr di rucola • 200 gr di provolone piccante • q.b. sale • q.b. pepe • 1/2 bicchiere di olio extravergine


RICETTE TIPICHE INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE • 1 kg di polpa di asino • 250 gr di carote • 300 gr di sedano • 3 cipolle bianche • q.b. bacche di ginepro • q.b. foglie di alloro • q.b. chiodi di garofano • 1,5 lt vino Grandi Mani • 20 gr olio extra vergine e burro

STRACOTTO DI ASINO AL GRANDI MANI DELLA VALCAMONICA a cura di Andrea Falcone Ristorante La Tana dell’Orso di Ponte di Legno

PREPARAZIONE Lasciare marinare la carne per almeno 24 ore insieme al vino e alle spezie, meglio se raccolte in un sacchetto. Preparare il soffritto di verdure in una casseruola abbastanza alta. In una padella, far rosolare bene la carne, nell'olio e una noce di burro. Trasferire poi la carne nella casseruola dove abbiamo fatto soffriggere le verdure. Bagnare il tutto con il vino della marinatura e aggiungere il sacchetto delle spezie. Aggiungere mezzo cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro. Lasciare cuocere a fuoco lento per almeno 3 ore. Consigliato l'abbinamento alla Polenta.

RISTORANTE

CAPANNA VALBIONE Loc. Valbione - Ponte di Legno (Bs) - Tel. 0364.92324

Il Ristorante Capanna Valbione situato a 1510 m in una splendida conca delimitata dalle cime del corno d’ Aola e del Salimmo nel parco regionale dell’ Adamello è raggiungibile con la seggiovia “Valbione” o tramite una piacevole strada tra i boschi lunga circa 3 km. Valbione si trova in una posizione privilegiata in quanto è il crocevia del demanio sciabile e da qui si possono raggiungere facilmente le piste di Temù e del passo Tonale.

Al piano superiore del rifugio si trova il ristorante, in cui è possibile degustare piatti tipici e tradizionali, dotato anche di terrazza con vista panoramica, mentre al piano inferiore è possibile accedere al nuovo locale, che in inverno viene adibito a pizzeria self-service mentre nella stagione estiva , offre un servizio di pizzeria e bar-paninoteca.

Per gli amanti dello sport è possibile fare lunghe camminate all’aria aperta, dedicarsi alla raccolta dei funghi, pescare e giocare a golf; nel periodo invernale invece si può praticare lo sci da discesa, lo snowboard, lo sci alpino, lunghe passeggiate con le ciaspole e percorrere infiniti chilometri di piste.


RICETTE TIPICHE INGREDIENTI per il ripieno • 3 kg di patate • 1 kg di carne mista (manzo, vitello e maiale) • 2 hg di mortadella • 2 hg di formaggio grana • 2 hg di pane grattuggiato • 1 uovo • una manciata di prezzemolo • q.b. sale e spezie

CALSÙ VIONESI

a cura dell’Associazione Culturale POLAGRA PREPARAZIONE

Sbucciare e lessare le patate per 30 minuti, cuocere la carne come un normale spezzatino, lasciare raffreddare. In una terrina schiacciare le patate, aggiungeINGREDIENTI per la pasta re la carne e la mortadella tritate, unire • 1 kg di farina bianca il formaggio e il pane grattugiati e tutti • 4 uova gli altri ingredienti del ripieno. Ammalgamare • q.b. acqua il tutto sino ad ottenere un composto morbido e uniforme. Impastare la farina e le uova e tanta acqua quanto basta per ottenere una pasta omogenea e soda, stenderla a mano o con la macchina per la pasta sino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 2 mm. Porre all’interno piccoli “gnocchetti” di ripieno del diametro di circa 3 cm e avvolgere su se stessa la pasta. Ritagliare con apposito attrezzo, o con un semplice bicchiere, la parte eccedente di sfoglia e dare la tipica forma del calsù. Cuocere in acqua salata per pochi minuti (sino a quando il calsù sale in superficie), scolare con mestolo forato e condire con abbondante burro fuso insaporito con qualche foglia di salvia e formaggio grana. Questa è la tipica ricetta ma ogni casalinga di Vione potrebbe indicare delle varianti, sia sugli ingredienti e sia sul confezionamento stesso. A piacere si può aggiungere al ripieno il soffritto con burro e cipolla, l’uva sultanina, gli amaretti sbriciolati ecc. Il risultato finale è molto diverso anche in funzione della stesura manuale o a macchina della pasta e della dimensione che si vuole dare al calsù.

RICETTE TIPICHE INGREDIENTI PER 6 PERSONE • 250 gr di latte di riso • 250 gr di panna vegetale • 100 gr di fruttosio • amarene sciroppate PREPARAZIONE

GELATO AL FIOR DI LATTE VARIEGATO ALL’AMARENA a cura di Laura e Silvia Squizzato direttamente dal programma di Rai 2 “Mezzogiorno in Famiglia”

Portare a bollore a fuoco ricetta dolce il latte e la panna; unitratta te il fruttosio e fatelo sciogliere da completamente. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi passate in frigorifero. Raffreddate la macchina per il gelato, trasferitevi il composto e mantecate per almeno 20 minuti; raggiunta la densità desiderata, trasferite il gelato in un contenitore e tenetelo in freezer; potrete conservarlo per almeno una settimana. Suddividete con un porzionatore il gelato in 6 ciotoline di ceramica o in 6 bicchieri di vetro alti e dopo ogni pallina di gelato versate una cucchiaiata di amarene sciroppate. Servite subito.

130 ricette leggerissime

ma ricche di gusto e spesso insolite,

dolci leggeri e delicati che accontentano la gola senza intaccare il corpo. Edizione Gribaudo www.adamellomagazine.it

67


PAROLA DI PSICOLOGA Rubrica di Psicologia a cura della Dott.ssa Laura G. Donati Psicologa clinica, specializzanda in Psicoterapia sistemico relazionale Laureata presso l’università degli Studi Milano Bicocca Libera professionista

ANSIA E STRESS Quante volte ci capita di dire o sentire qualcuno che esclama: “che stress!! Che ansia”, ma.. che cos’è davvero lo stress? E l’ansia? E soprattutto: sono davvero manifestazioni così negative o possono essere considerate anche come potenziali alleati?

I

termini ansia e stress vengono spesso associati a una sensazione di disagio o malessere, stravolgendo in questo modo il loro significato originario. L’ansia, infatti, è uno stato comune a tutti ed entro certi limiti ci accompagna e ci aiuta nel quotidiano nell’affrontare gli impegni e le responsabilità; mentre la parola stress deriva dal linguaggio dell’ingegneria, e viene usata per indicare la forza che viene applicata ad un corpo, ma che non lo deforma. Indica quindi un’energia, uno sforzo a cui si sa opporre resistenza. L’ansia perciò non è solo un limite o un disturbo, ma riconosciuta e analizzata può diventare uno strumento di analisi di se stessi ed essere utilizzata come una risorsa; così come lo stress è importante, perché consente all’organismo di sviluppare sistemi di resistenza, capacità di adattamento e di opposizione alle energie che la vita ci richiede quotidianamente. L’ansia e lo stress possono essere quindi uno strumento o un limite a seconda dell’uso che ne facciamo o del modo in cui li viviamo. Ovviamente quando l’attivazione dell’ansia è eccessiva, ingiustificata o sproporzionata rispetto alle reali situazioni, siamo di fronte ad un disturbo d’ansia, che può complicare notevolmente la vita di una persona e renderla incapace di affrontare anche le più comuni situazioni. Sono state elaborate numerose teorie sull’origine dell’ansia patologica. In generale prevale una visione di multifattorialità delle cause di tale disturbo, che prevede perciò contemporaneamente l’influenza di una componente genetica, di una biochimica/organica, l’influenza socio–ambientale e la presenza di conflitti psichici. Perciò l’ansia patologica deve essere considerata un disagio psicologico e corporeo insieme. Tale disturbo può, dunque, essere affrontato da molteplici punti di vista considerabili, in definitiva, tutti validi senza privilegiarne uno rispetto ad altri. La terapia allora potrà essere polivalente non escludendo da un lato l’uso di farmaci (ottimi per risolvere la crisi d’ansia acuta) e dall’altro le terapie della medicina alternativa o la 68

www.adamellomagazine.it


psicoterapia. Tutto sta come sempre alla valutazione iniziale del medico che “insieme” con il paziente, nel profondo rispetto delle diversità tra gli individui, consiglia le vie terapeutiche più adatte alla risoluzione della sindrome ansiosa. Dal punto di vista psicologico l’ansia non è il problema, ma è il sintomo di un malessere più profondo che emerge indirettamente. Infatti, quando l’ansia è presente in maniera forte, indica che la persona non è in armonia con se stessa, con i suoi bisogni e desideri. In particolare, molte persone ansiose, soffrono per il divario fra quello che sono e quello che vorrebbero essere. Chi soffre di ansia cronica va contro se stesso e i propri sentimenti per cercare di adeguarsi ad un modello di perfezione autoimposto. Molti ansiosi sono caratterizzati dalla ricerca della perfezione, inconsciamente nutrono la convinzione di poter essere accettati dagli altri solo se brillanti, vincenti, sempre all’altezza della situazione. Poiché nutrono delle aspettative irrealistiche e troppo elevate nei confronti di se stessi, si sentono costantemente inadeguati e non all’altezza. Assumere la consapevolezza di trovarsi davanti a

una situazione di ansia patologica è il primo passo per poterla affrontare. Poiché questo tipo di malessere incide sulla qualità delle proprie relazioni sociali, familiari e di coppia, può diventare invalidante a causa delle reazioni di evitamento e fuga che si mettono in atto. Chiedere e decidere di affrontare un percorso psicoterapeutico per dare un senso alla propria ansia è un atto di coraggio che presuppone l’ammissione di un problema e la ricerca di una nuova modalità di vivere. Perciò ricordate: dobbiamo fare le cose per come le sappiamo fare, non per come dovrebbero essere fatte!!

www.adamellomagazine.it

69


RISTORANTE CAVALLINO

>˜mÊ`ˆÊ6ˆœ˜iʇÊ/i°ÊäÎÈ{°™{£nn

Il RISTORANTEÊ>Ê}iÃ̈œ˜iÊv>“ˆˆ>‡ ÀiÊÈÊ`ˆÃ̈˜}ÕiÊ«iÀʏ½>“Lˆi˜ÌiÊ>VVœ‡ }ˆi˜ÌiÊiʏ>ÊVÕVˆ˜>Ê̈«ˆV>Ê`ˆÊÌÀ>`ˆâˆœ˜i°Ê ՘}…ˆ]Ê Ã>Õ“ˆ]Ê ÃiÛ>}}ˆ˜>]Ê À>ۈœˆÊ >iÊiÀLi]Ê«œi˜Ì>Ê«Ài«>À>Ì>ÊVœ˜Êv>‡ Àˆ˜>Ê “>Vˆ˜>Ì>Ê >Ê «ˆiÌÀ>]Ê vœÀ“>}}ˆÊ `ˆÊ monte, dolci e torte casalini, vini pre‡ }ˆ>̈]Ê`ˆÃ̈>̈ÊiʏˆµÕœÀˆÊ>ÊL>ÃiÊ`ˆÊiÀLiÊ >«ˆ˜i]ÊܘœÊ܏œÊ>V՘ˆÊ`iˆÊ«Àœ`œÌÌˆÊ `i>ÊÌÀ>`ˆâˆœ˜iÊi˜œ}>ÃÌÀœ˜œ“ˆV>ÊV>‡ “Õ˜>°Ê/iÀÀ>ââ>ʈ˜ÌiÀ˜>ʜÛiÊ«À>˜â>ÀiÊ œÊVi˜>Ài]Ê}œ`i˜`œÊ`ˆÊ՘ʈ˜V>˜ÌiۜiÊ «>˜œÀ>“>ÊÃՏÊ}ÀÕ««œÊ`>“iœ°

RESIDENCE CAVALLINO Il RESIDENCEÊmÊÈÌÕ>̜Ê>iÊ«œÀÌiÊ `i>ÊLiˆÃȓ>Ê6>iÊ`ˆÊ >˜m]Ê՘œÊ `iˆÊ Õœ}…ˆÊ «ˆÙÊ ÃÕ}}iÃÌˆÛˆÊ `i½>‡ ta Vallecamonica, all’interno del «>ÀVœÊ`iœÊ-ÌiÛˆœ]Ê>vv>VVˆ>̜ÊÃÕÊ ÀÕ««œÊ`>“iœ° œÛiÊ}À>∜ÈÊ>««>ÀÌ>“i˜ÌˆÊVœ“‡ «iÌ>“i˜Ìiʘ՜ۈÊiÊ>ÀÀi`>̈ʈ˜ÊÃ̈iÊ montano con legno a vista.


A cura della Dott.ssa Clara Mottinelli, Presidente di Federfarma Brescia e Titolare di Farmacia a Temù

La dieta zona come stile di vita sano

S

e la scommessa del secolo scorso era quella di vivere a lungo, la scommessa del terzo millennio è quella di lavorare tutti per migliorare la qualità della vita o più precisamente dare più vita agli anni. Tutti gli studi stanno dimostrando che tre sono i parametri su cui lavorare per prevenire la non autosufficienza: attività fisica, un’alimentazione corretta ed una integrazione appropriata per andare a modificare il substrato genetico. La dieta zona appartiene al secondo fattore, quello dell’alimentazione, vuole ricordarci che siamo quello che mangiamo. L’alimentazione sta alla base di una corretta prevenzione, per non incorrere in quelle che sono le cronicità di questo secolo, ossia il diabete e le malattie cardiovascolari. La Zona è un termine mutuato dal mondo sportivo, che esprime uno stato di grazia dal punto di vista sia fisico che mentale. Vivere in zona significa vivere più a lungo e con alti livelli di performance Difficile riassumere la Zona in poche parole, quel che si può dire è che il tipo di alimenti e il rapporto di macro nutrimenti, ossia proteine, carboidrati, grassi, vengono distribuiti nei pasti in maniera scientifica in modo da controllare alcune secrezioni ormonali che riguardano l’asse insulina-glucagone e gli eicosanoli. L’insulina ha lo scopo di abbassare lo zucchero nel sangue, sottraendo dal circolo sanguigno il glucosio liberato dai cibi e stoccandolo nelle cellule. Quando però si assumono cibi che innalzano di molto la glicemia come dolci e carboidrati super

raffinati, anche i livelli di insulina nel sangue saranno elevati e, visto che questa svolge pure un’azione anabolizzante sui depositi di grasso, la conseguenza sarà un aumento della massa grassa. Il glucagone ha un effetto contrario: quando la glicemia è bassa la riporta ai valori normali e, in più, smonta i depositi di grasso. Mantenere questi ormoni prodotti dal nostro organismo significa restare in salute e in forma. In cosa consiste questo tipo di alimentazione Prima regola non lasciar passare più di un’ora dal risveglio senza alimentarsi. Non lasciar trascorrere più di 5 ore tra un pasto e un altro. Mangiare bilanciato in carboidrati proteine grassi in rapporto 40 30 30. Ogni pasto è suddiviso in blocchi e ogni blocco è sempre fatto dal 40 per cento di carboidrati, 30 per cento di proteine e 30 per cento in grassi, dove per carboidrati si intende frutta e verdura o farine integrali, proteine carni bianche pesce, albume, grassi olio extra vergine di oliva o noci. Una giornata in zona è fatta da tre pasti divisi in blocchi da 4 a 5 blocchi mentre gli spuntini in 1 o 2 blocchi. Anche l’acqua è importante, si consiglia di bere 2 litri di acqua fuori pasto. Per coloro che vogliono un vestito su misura la farmacia dello sportivo può realizzare un breve schema per ogni individuo a seconda del proprio metabolismo e della propria attività fisica. Sears consiglia una sorta di dieta del piatto con una porzione di cibi proteici magri grande come il palmo della propria mano e il resto del piatto riempita con ingredienti vegetali e poco olio extra vergine di oliva. Gli altri pilastri oltre al cibo sono sicuramente l’attività fisica, in quanto abbassa i livelli di insulina e il secondo il controllo dello stress, che può essere regolato dal cortisolo. Ecco perché essere in “Zona” vuol proprio dire sentirsi in piena forma sia fisica che mentale. Se avete voglia di mettervi alla prova credo che questa vostra vacanza sia il momento ideale e il posto giusto per iniziare.

www.adamellomagazine.it

71


ETTORE CALVELLI (1912-1997)

a cura di Edoardo Nonelli

È

da poco trascorso il centenario dalla nascita di Ettore Calvelli, scultore e medaglista tra i più noti a livello internazionale, esecutore di medaglie per la FAO e per la zecca dello stato, presente in una trentina di musei nazionali tra cui i musei Vaticani con ben ventisei opere. Calvelli ha avuto un rapporto speciale con il nostro territorio, tanto da voler rimanere qui per sempre nel piccolo cimitero di Poia. Il suo pensiero su Ponte di Legno lo ha concretizzato con le opere presenti presso il Museo d’Arte Sacra della Parrocchia di Ponte di Legno, il primo realizzato nella Curia Bresciana ( 1980) e con l’ultima donazione al Paese che costituisce un lascito fondamentale della collezione civica, esposta parzialmente nella mostra a lui dedicata lo scorso anno presso la sala dell’ex scuola materna di via Risorgimento. L’interesse attorno all’opera di Calvelli è sempre vivo, così come l’approfondimento della ricerca nella sua opera. Di seguito propongo una recente riflessione sulla sua opera di Vincenzo Guarracino, critico d’arte e letterario.

L’audacia di un Maestro Riflessioni sulla tecnica e il mondo creativo e fantastico di Calvelli

D

di Vincenzo Guarracino

ar forma all’incorporeo: che audacia! Ma un’immagine / questo deve: elevare il pensiero al trascendente”. Come non convenire con la funzione dell’arte, sintetizzata in questo epigramma di un antico maestro di spiritualità del V secolo dopo Cristo, Nilo Scolastico (Anthologia Palatina, I, 33), trovandosi di fronte al complesso dell’opera di Ettore Calvelli, di fronte alla sua infinita galleria di disegni e ceselli, di tondi e medaglie di carattere sacro o profano, non meno che alla laica processionalità dei suoi ritratti? Immagini disegnate, incise, o dipinte; sagome sbozzate, plasmate, vive in virtù di una mano che risponde all’intelletto, incurante di ogni preoccupazione così realistico-mimetica come simbolistica, incurante di simmetrie e prospettive: è questo il mondo di Calvelli, teso a dar volto con rigorosa disciplina a una peculiare percezione del Mistero e del destino formale delle proprie intuizioni, alla propria “capacità immaginativa” (quella che i Greci chiamavano phantasia). Atto creativo, cui non è estranea “una seppur lontana analogia con l’atto creativo di Dio”, come aveva avuto modo di notare a suo tempo, nel 1955, il cardinale di Bologna Giacomo Lercaro: fisicizzazione, ostensione di un processo intellettuale e metafisico, in quella che il 72

www.adamellomagazine.it


filosofo Plotino definiva “imitazione capace di cogliere come uno specchio il riflesso di una forma” (4.3.11) non l’apparenza della materialità, ma l’essenza delle cose, il loro “riflesso”, ossia quella parte di spirituale che le lega al Nous, al Primo Principio della vera realtà, che è solo spirituale. Figure di un pensiero che, trascendendo il sensibile, reca l’invisibile alla forma, il profondo all’apparenza, l’incorporeo all’evidenza luminosa del fenomeno, mostrandosi nell’atto del suo districarsi dalla materia e dall’ombra, dall’informe: un sorta di Parola originaria, quasi enigmatico Ça lacaniano, sollecitato dal nulla, a testimonianza e proclamazione di un “commercio”, di una frequentazione emozionale con l’ancora-inespresso, che, per forza e in virtù di pollice e scalpelli, di pastelli e grafite, si fa messaggio nella plastica energia della materia o attraverso il tratto leggero e guizzante, penetrante e al tempo stesso rarefatto e prezioso, della grafica e della pittura, chiedendo di sacramentalizzarsi ed elevare, oltre l’“audacia” e l’apparente paradossalità della rappresentazione concreta di un’entità incorporea. Virgiliane “umbrae”, che avanzano ora trepide, tenues, ora assetate di luce, che singolarmen-

te bastano a se stesse, pur inscritte in un racconto esemplare, che ha il suo lievito nella fede nel divino o nell’umano fa lo stesso. Sentimenti, simulacra formali, dunque, allegorie, vitali e plastiche essenze-presenze che “parlano d’altro”, di ciò che fonda e costituisce l’umano, trascendendolo e sublimandolo: verità di un fantasma che alberga oltre il dolore e la fatica dell’esistere, immerso e miniaturizzato nella dialettica flagranza del rapporto luce-ombra, pieno-vuoto, qua dal tondo di una medaglia, là dalla cera o dal gesso di un bozzetto, dal bronzo di un portale, di un pannello o di un supporto, altrove dalla quieta superficie di una carta. Linguaggi diversi per un’unica necessità: grafica, pittura e scultura, vis plastica e segnico/ pittorica, che si integrano, reciprocamente prestandosi umori, attitudini, inseguendo nel segno il sogno di una forma, la trasfigurazione in luce dell’essenza del reale, filtrato naturalmente in una teoria, in un racconto, attraverso il ricordo (si pensi all’etimologia del termine,

www.adamellomagazine.it

73


IgZ6gX]^ g^hidgVciZ

Ponte di Legno (Bs) - Via Castello loc. Poia - Tel. 0364.900621 - www.ristorantetrearchi.it

Il ristorante Tre Archi si trova a soli dieci minuti dal centro di Ponte di legno nella piccola frazione di Poia ai piedi del castello. Nasce dall’idea della famiglia Rota, che decide di ristrutturare il vecchio scantinato della casa di famiglia, per offrire un locale accogliente, romantico, confortevole e caratteristico. Troverete un caminetto che vi accoglie all’ingresso e tre diverse salette che fanno dei Tre Archi un locale particolare, arredato in maniera rustica ed al tempo stesso elegante. Il cibo proposto varia dai piatti tipici di montagna presenti in un menù turistico, a piatti più sfiziosi, ricercati e particolari inseriti nel menù alla carta e selezionati nel menù degustazione.

SI ORGANIZZANO BANCHETTI PER OGNI TIPO DI CERIMONIA, FESTE DI COMPLEANNO, CENA DEI COSCRITTI, BUONI MENÙ PER UN GUSTOSO REGALO!


delle innumerevoli Madonne (Santa Maria della Fontana, 1945, Madonna del mare,1974, Madonna del vento, 1977, tra le altre), Madri che donano e si donano, nella cui figura l’artista mette in scena il ruolo di Maria intermediaria tra spirituale e terreno, incorporeo e corporeo. Di siffatta creatura, “meridiana face / di caritate” e “di speranza fontana vivace”, come dice Dante, Calvelli, di volta in volta, fa emergere funzioni diverse: nel primo caso, di serena benefica ausiliatrice, messa in risalto dalla classica compostezza delle forme; nei successivi, molto più recenti, rispettivamente, di “stella maris”, saldo punto di riferimento e garanzia di salvezche allude a ri-dare un “cuore nuovo, diverso e za nelle tempeste della vita, e di calmieratrice più sensibile” alle cose, al vissuto). Senza mai degli elementi, del “vento” delle passioni non tradire e rinnegare l’umano, lasciandone anzi meno che dell’effimero degli umani sentimenti, vedere e addirittura esaltandone l’ansia e il nell’un caso e nell’altro, giocando su due piani dramma della creaturalità in una corale parcel- ben precisi, con Maria definita nell’evidenza del lizzazione degli affetti e degli effetti, nell’urlo si- suo volto e il contesto afflitto da un’inarrestabile lenzioso della materia, nel giubilo d’osanna del inquietudine formale. segno, nell’estatica escussione degli accordi cromatici e della luce: col risultato singolare di concentrare, in callida iunctura, immanente e trascendente, effimero ed eterno, transitorio e universale, a partire da un omphalos profondo, esistenziale ed emozionale, etico. Val la pena di citare qui, per concludere, qualche opera: in primo luogo, la mirabile Ultima Cena (Civica Collezione di Ponte di Legno, 1957), tema replicato anche in seguito, in cui la figura del Maestro, Verbo fatto carne nell’atto di donarsi, emerge districandosi con ieratica imponenza ed evidenza da un groviglio inquieto di forme (oggetti, figure), anelanti a una spirituale metamorfosi; l’intenso, drammatico bozzetto per Baccante (Collezione Nonelli, 1950), con la sostanza poderosa delle sue forme, memori del magistero plastico di un Arturo Martini più volte alluso e ricordato, e la cui l’eco si ritroverà anni dopo nella torsione dolorosa della Maddalena del 1969 e la sua sensualità protesa a un’amorosa offerta e comunione, da barocca estasi berniniana; infine, i pannelli in bronzo www.adamellomagazine.it

75


UN ANNO DI SUCCESSI PER IL TRENINO ROSSO DELL’ ALTA VALLE CAMONICA a cura di Francesca Gabrieli

N

ato da un’idea dell’Unione dei Comuni, finalizzata alla promozione turistica del territorio e gestito dalla nota Azienda dalignese Maroni Turismo, il Trenino si è rivelato il modo ideale per tutti, dai più grandi ai più piccoli, per visitare e scoprire l’alta Valle Camonica in modo del tutto nuovo e divertente. Si ha infatti l'occasione di avventurarsi nelle meraviglie più nascoste di questa storica zona scovandone ogni suggestivo angolo, comodamente seduti sul fantastico trenino e accompagnati da una chiara e completa audio guida. In questo anno il Trenino Rosso oltre ad offrire il suo servizio è stato presente a tutti gli eventi organizzati dai vari comuni dell’alta Valle, come per esempio il Giovedì di mezza e i campionati mondiali dei giornalisti a Ponte di Legno, la ciaspolata al chiaro di luna a Vezza d’Oglio, i presepi di Vione e molti altri. Ha inoltre inaugurato l’arrivo dei giocatori del Brescia calcio in ritiro a Temù, ed è stato apripista della partenza della tappa del giro d’Italia a Ponte di Legno.

76

www.adamellomagazine.it

Grazie alla collaborazione con Alternativa Ambiente di Vezza d’Oglio, il Trenino, nell’arco di questa estate 2013, sarà protagonista di un’importante iniziativa indirizzata ai più piccoli, “Il Bosco Degli Gnomi”, un tour che attraverso un percorso all’interno dei boschi nelle località dell’unione dei comuni permette ai bimbi dai 3 ai 6 anni di vivere un’indimenticabile avventura alla ricerca dello gnomo Gino a contatto con la natura tra magia, misteri e curiosità della meravigliosa Alta Valle Camonica. La manifestazione ha luogo, tramite prenotazione anticipata presso l’infopoint di Ponte di Legno e Alternativa Ambiente, tutti i mercoledì e i venerdì con partenza da Ponte di Legno e si svolge a Val delle Messi in località Sant’Apollonia, Val d’avio a Temù e Dòs de le Barbine a Vione. Per l’anno 2013 il trenino sarà attivo tutti i weekend fino al 15 Luglio, ma in seguito al successo riscontrato lo scorso anno, da fine luglio sarà possibile usufruire del servizio quotidianamente.


SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE a cura del Commissario Aggiunto della Polizia Locale Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica Giacomo Giorgi

C

on la terza estate dall’inizio del servizio di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica è importante tracciare alcune linee guida e comportamentali che hanno contraddistinto e continueranno ad essere ispiratrici del servizio. Non possiamo comunque, prima di entrare nel particolare, sottolineare alcune criticità strutturali che impediscono a volte di svolgere quanto programmato con la tempestività e la solerzia che vorremmo. Purtroppo il numero degli operatori, gli orari di servizio e le ristrettezze economiche e strumentali che la contingenza attuale ci impongono sono ostacoli che avvalorano quanto sopra detto. Cerchiamo di far fronte a questi ostacoli, contrapponendo proposte e soluzioni ad hoc, oltre a mettere a disposizione le capacità personali per fare in modo che il nostro lavoro al servizio dei cittadini sia comunque soddisfacente. Ritengo opportuno a tal proposito ringraziare in primis i miei collaboratori, le forze di Polizia presenti sul territorio, la protezione civile, le associazioni e molti cittadini ed operatori che hanno collaborato e continuano a collaborare con il Comando di Polizia Locale. Un ringraziamento particolare va alle Amministrazioni Comunali che sin dall’inizio hanno reso possibili i risultati ottenuti, grazie alla loro collaborazione, spesso data anche al di fuori dei loro compiti istituzionali. Inizia la nuova stagione estiva, anche con una nuova amministrazione a reg-

LEZIONE DI EDUCAZIONE STRADALE, SCUOLE MEDIE PONTE DI LEGNO

CONTROLLO STRADALE S.S. 42

gere il Comune più grande dell’Unione e sede del comando, con la quale si è instaurato un rapporto di reciproca fiducia e stima, che è la continuità del passato. L’obiettivo nel limite del possibile e con le risorse a disposizione sarà sempre quello di prediligere la prevenzione, informare, intervenire preventivamente per derimere eventuali controversie o incomprensioni, a tal fine si sono organizzati e si organizzeranno incontri informativi, interventi nelle scuole o nei luoghi di incontro per dare consigli utili e sentire le proposte degli utenti. Approfitto di questo contributo ad Adamello Magazine per augurare a Cittadini e Turisti una buona vacanza ed invitando tutti di nuovo a collaborare con le forze dell’ordine e la polizia locale per un’estate serena e felice in Alta Valle Camonica.

L'obiettivo sarà prevenire, informare e intervenire preventivamente per derimere eventuali controversie o incomprensioni

SCUOLA ELEMENTARE TEMU’, FESTA DEGLI ALBERI


NUMERI UTILI PONTE DI LEGNO

SANITÀ UÊÕ>À`ˆ>ʓi`ˆV>Ê`ˆÊ*œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ UÊÕ>À`ˆ>ʓi`ˆV>ʘœÌÌÕÀ˜>ÊÊ MUNICIPIO Ê COMUNITÁ MONTANA DI VALLE CAMONICA CAI - Soccorso alpino UÊ °°°Ê-i∜˜iÊ`ˆÊ*iââœÊ*œ˜Ìi`ˆi}˜œÊ UÊ-œVVœÀÜʏ«ˆ˜œÊ-Ì>∜˜iÊ`ˆÊ*œ˜Ìi`ˆi}˜œÊ CARABINIERI UÊ >À>Lˆ˜ˆiÀˆÊ-Ì>∜˜iÊ`ˆÊ*œ˜Ìi`ˆi}˜œÊ POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI CORPO FORESTALE DELLO STATOÊ FARMACIA PIETROBONI UFFICI POSTALIÊ TAXI - AUTONOLEGGIO MaroniÊ ADAMELLO SKI UÊ ˆÀi∜˜iÊ UÊ1vwVˆÊ*>ÃÜÊ`iÊ/œ˜>iÊ UÊ ˆ}ˆiÌÌiÀˆiÊÊ UÊ ˆ}ˆiÌÌiÀˆiÊÊ UÊ ˆ}ˆiÌÌiÀˆiÊÊ SCUOLA SCI PONTE - TONALE UÊ1vwVˆÊ*œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ UÊ1vwVˆÊ*>ÃÜÊ/œ˜>iÊ SCUOLA SCI CASTELLACCIO Ê

TEMU’

POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI SOCCORSO STRADALE di TemùÊ PRO LOCO di TemùÊ UFFICI POSTALIÊ MUNICIPIO Ê FARMACIA Mottinelli AUTONOLEGGIO Otto Service

«ˆ>ââ>iÊ ÕÀœ«>ʣʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê /i°ÊÊ äÎÈ{°™££Ç{ VɜÊ"ëi`>iÊ`ˆÊ `œœÊ /i°Ê äÎÈ{°ÇÇÓ£ Piazzale Europa Tel. 0364.929800 >ÝÊäÎÈ{ə£Èxnʇʈ˜vœJVœ“Õ˜i°«œ˜Ìi‡`ˆ‡i}˜œ°LðˆÌ Piazza Tassara, 3 Tel. 0364.324011 Breno Fax. 0364.22629 *ˆ>ââ>iÊ ÕÀœ«>ÊÈ{ʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê 6ˆ>Ê-°-°Ê˜°Ê{ÓÊ`iÊ/œ˜>iÊ

/i°ÊÊ äÎÈ{°™ÓÈÈä /i°Ê äÎÈ{°™ääÈÇn

6ˆ>iÊ6i˜iâˆ>ʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê c/o Municipio Ponte di Legno Piazzale Europa VɜÊ՘ˆVˆ«ˆœÊ C.so Milano, 1 *ˆ>ââ>iÊ ÕÀœ«>ÊÎÊ‡Ê °°*°ÊÓxäxÈÊ 6ˆ>Ê,œ“>]ÊxÓÊ

/i°Ê äÎÈ{°™£ÓÓÓ Tel. 0364.929807 /i°ÊÊ Tel. /i°Ê /i°Ê

äÎÈ{°™££Çx 0364.91032 äÎÈ{°™ääxnÎ äÎÈ{°™£ä{x

6ˆ>Ê°ˆÊ >Ûˆ]ÊxÎʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê 6ˆ>Ê ˆÀVœ˜Û>>∜˜i]Ê£ÉʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê *œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ *>ÃÜÊ`iÊ/œ˜>iÊ /i“ÙÊ

/i°Ê /i°Ê /i°Ê /i°Ê /i°Ê

äÎÈ{°™Óä™Ç äÎÈ{°™ÓäÈÈ äÎÈ{°™ääÈÓn äÎÈ{°™ÓäÈÈ äÎÈ{°™äÈän{

œÀÜʈ>˜œ]Ê{ʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê 6ˆ>Ê >ÃiÊ-«>ÀÃiʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê

°ÃœÊˆ>˜œ]ÊxʇÊÓxäxÈÊ­ -®Ê

/i°ÊÊ äÎÈ{°™£äΣ /i°Ê äÎÈ{°™äΙ{Î /i°ÊÊ äÎÈ{°™ääÎäÓ

c/o Municipio Ponte di Legno Tel. Piazzale Europa 6ˆ>Ê,œ“>ÊÇÈʇÊÓxäxäÊ­ -®Ê /i°ÊÊ Ûˆ>Ê,œ“>ÊÎÈʇÊÓxäxäÊ­ -®Ê /i°ÊÊ 6ˆ>Ê,œ“>ÊÎ{Ê‡Ê °°*°ÊÓxäxäÊ /i°ÊÊ Via Roma, 38 Tel. >ÝÊäÎÈ{°™{ÎÈxʇʈ˜vœJVœ“Õ˜i°Ìi“Õ°LðˆÌ Via Roma Tel. Via Adamello, 13 Tel.

0364.929807

POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI UFFICIO POSTALE MUNICIPIOÊ Ê MUSEO ETNOGRAFICO SERVIZIO TIZIANO TAXI

c/o Municipio Ponte di Legno Tel. Piazzale Europa *ˆ>ââ>Ê6ˆÌ̜Àˆ>Ê‡Ê °°*°ÊÓxäxä Tel. *ˆ>ââ>Ê6ˆÌ̜Àˆ>]Ê£Ê /i°Ê >ÝÊäÎÈ{ə{nxÓnʇʈ˜vœJVœ“Õ˜i°Ûˆœ˜i°LðˆÌ Via Dott. Italo Tognali, 1 Tel. Ê /i°Ê

0364.929807

POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI UFFICIO POSTALE MUNICIPIOÊ Ê FARMACIA GHIRARDELLI

c/o Municipio Ponte di Legno Tel. Piazzale Europa *ˆ>ââ>Ê>ÀVœ˜ˆ]Ê£ÈʇÊÓxä{äÊ­ -® Tel. *ˆ>ââ>Ê>ÀVœ˜ˆ]Ê£ÈʇÊÓxä{äÊ­ -®Ê /i°Ê >ÝÊäÎÈ{°ÇÎääÎʇʈ˜vœJVœ“Õ˜i°ˆ˜VÕ`ˆ˜i°LðˆÌ 6ˆ>Ê,œ“>]ÊÎÓʇÊÓxä{äÊ­ -®Ê /i°Ê

0364.929807

VIONE

INCUDINE

äÎÈ{°™{ÓxÓ äÎÈ{°™{£xÓ äÎÈ{°™äÈÎÈÇ 0364.906420 0364.948002 0364.948077

0364.906370 äÎÈ{°™äÈ£x{ 0364.94A346 ÎÎΰnÇxäÎx™n

0364.779670 äÎÈ{°Ç£ÎÈn äÎÈ{°ÇǙÈ{™

www.adamellomagazine.it

79


Momenti... a cura di Ferruccio Lissidini foto di: Gallucci Photos, Ferruccio Lissidini ed Armando Posabella

Ci siamo veramente superati!

A

ll’arrivo, unanime il plauso ed il consenso di tutti i concorrenti, media, seguito ufficiale, “magnifica” è stata la definizione più utilizzata. Un connubbio di stupendi itinerari, la parte tecnico-agonistica di alto livello sportivo, un’esperienza enogastronomica da leccarsi i baffi, sono queste le principali componenti che hanno permesso al Grande Evento Summer Marathon 2013 di attestarsi di nuovo tra le più importanti manifestazioni di questa specialità. Un parco vetture che costituiva un vero e proprio “museo viaggiante”, con i suoi gioielli scollinavano i più importanti passi alpini che hanno fatto la storia dell’automobilismo sportivo di un tempo, come il Gavia, lo Stelvio, il Bernina, Forcola e Foscagno, Spluga, Maloja, un susseguirsi di tornanti, di prove cronometrate, ben sessantuno in tre tappe per settecentoventi chilometri di percorso, da cui ne è uscito vincitore l’Equipaggio Fontanella – Covelli su Ford B Roadster del 1933, seguiti dall’Equipaggio ufficiale del Museo storico Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928, la stessa vettura che in quell’anno ha vinto la Mille Miglia, pilotata da Campari. L’Organizzazione è già al lavoro per programmare e pianificare la terza edizione di questo Grande Evento che a buon diritto si è inserita tra le più belle ed apprezzate gare di autostoriche dell’intero panorama internazionale. Tutte le immagini, i filmati e le classifiche ufficiali, li potete trovare sul sito www.summermarathon.it

1. La locandina ufficiale della seconda edizione 2013

2. Lo stand della Fiera Milano Autoclassica 2013

3. Il cronografo firmato appositamente realizzato in edizione limitata per il Grande Evento 2013

4. Il VIP Package omaggiato ai Piloti partecipanti

5. Il momento della consegna del VIP Package durante le verifiche

6. Le verifiche sportive

7. Le verifiche tecniche

8. Le verifiche tecniche

9. Si verifica il percorso

10. L’applicazione del numero di gara

11. L’applicazione del numero di gara

12. L’elenco iscritti all’edizione 2013

80

www.adamellomagazine.it


13. Un altro momento delle verifiche tecniche

14. Tutti riuniti in Plaza Placheda per le verifiche

15. Lâ&#x20AC;&#x2122;Equipaggio Freiling-Freiling prepara la monumentale Lagonda M45 per il via

16. Anche la storica Alfa Romeo 6C 1750 tra i gioielli del â&#x20AC;&#x153;Museo Viaggianteâ&#x20AC;?

17. La partenza

18. Sosta nella Piazzetta storica di Ponte di Legno

19. La Piazza di Ponte di Legno accoglie gli ospiti per una gustosa pausa pranzo

20. La firma dei Piloti a ricordo del passaggio a Ponte di Legno

21. Il passaggio sul leggendario Passo Gavia

22. La Ferrari 250 TR di Cupellini-Ruspoli sfida il mitico Gavia

23. Passaggio nella pittoresca S. Caterina Valfurva

24. Schierati per la prova a S. Caterina Valfurva

25. Arrivo della prima tappa

26. Il Vincitore affronta la prova di Isola

27. Coffee-break a Sankt Moritz

28. La salita a Madesimo

29. Il Top Driver Margiotta alla prova sul Corso di Madesimo

30. Il Vincitore di passaggio sullo Spluga www.adamellomagazine.it

81


31. Sosta all’Agriturismo “La Fiorida”

32. Sotto il Duomo di Morbegno una prova speciale

33. Passaggio sullo Stelvio

34. I leggendari tornanti dello Stelvio

35. A casa di Gustav Thöni

36. La mitica Alfa Romeo 1900 TI

37. La Triumph di Gare d’Epoca sullo Stelvio

38. Pezzo storico il gioiello Amilcar del 1927

39. Rovagnati e Figlia, l’Equipaggio di casa

40. La Morgan dell’Equipaggio femminile Lazzari-Paghera

41. Oltre la montagna il lago per la Volvo P 1800

42. Che storia la Fiat 850 TC Abarth

43. Il primo assoluto classificato Fontanella-Covelli su Ford B del 1933

44. Secondi classificati Salvinelli-De Marco 45. Terzi classificati Margiotta-Perno su Alfa su Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928 Romeo Giulietta Spider del 1959

Arrivederci al 2014!

46. L’Organizzatore Ferruccio Lissidini premia i Vincitori 82

47. Thommy Cantoni premia i Vincitori della prima tappa con la Coppa "Comune di Ponte di Legno - Cento Anni di Turismo"

www.adamellomagazine.it


- 1"Ê- ÊEÊ- "7 ",

*" / ÊUÊ/" 

^Ê*…œÌœÊ ˆ}ˆÌ>Ê6iV>˜ˆ

-V՜>Ê-VˆÊEÊ-˜œÜLœ>À`ʺ*œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ‡Ê/œ˜>i» *œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ‡Ê œÀÜʈ>˜œ]ÊÈʇÊ/i°ÊÉÊ>ÝÊäÎÈ{°™£Îä£ *œ˜ÌiÊ`ˆÊi}˜œÊ‡Ê*>ÀÌi˜â>Ê >Lˆ˜œÛˆ>ʇÊ/i°ÊÎÈÈ°{™n™È{Ó /œ˜>iʇÊ6ˆ>Ê >ÃiÊ-«>ÀÃi]ÊșʇÊ/i°ÊÉÊ>ÝÊäÎÈ{°™äΙ{Î ÜÜÜ°ÃV՜>ÃVˆ«œ˜Ìi̜˜>i°Vœ“ ˆ˜vœJÃV՜>ÃVˆ«œ˜Ìi̜˜>i°Vœ“


AUTOSCIATORIA HISTORIC - TROPHY

Gara di regolaritĂ a media con coefficiente per vetture costruite ed immatricolate fino al 1994 abbinata a

Gara di slalom gigante

Brescia - Ponte di Legno - Tonale

14 - 15 Dicembre 2013

organizzazione

Via G. Bulferi, 6 - 25056 Ponte di Legno (BS) Tel. e Fax 0364 900300 - Mob. 345 6611049 info@autosciatoriahistorictrophy.com www.autosciatoriahistorictrophy.com

Profile for Adamello Magazine

Adamello Magazine n° 9  

Summer season 2013

Adamello Magazine n° 9  

Summer season 2013

Advertisement