Page 1

TARIFFA ROC: POSTE ITALIANE S.P.A. SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1 COMMA 1 - DCB - ROMA

13 magazine 路 Anno 10 路 n. 94 - GIUGNO 2011 路 www.13magazine.it


VG

visioni grafiche


40.000 copie Il mensile più diffuso e letto di Roma Sud Lo puoi trovare: SUPERMERCATI

CONAD (Acilia Via di Macchia Saponara) CONAD (Fiumicino via della Scafa) CONAD (Infernetto Via Castrucci) CONAD (Ostia Antica Via di Castelfusano) CONAD (Casalpalocco Via di Casalpalocco) CONAD (Eur Torrino Via della Cina) CONAD (Fiumicino Via Anco Marzio) CONAD (Ostia Via Isole di Capoverde) CONAD (Ostia Via della Stella Polare) CONAD (Ostia - Viale Vega/Via della Tolda) CRAI (Infernetto Via Wolf Ferrari) DICO (Infernetto) DIXDI (Ostia - V. P. Caselli) Doc (Torrino - Via Fosso Torrino) EFFE + (Ostia Via dell’Appagliatore) ELITE (Eur - Via O.Indiano) ELITE (Eur Torrino Via della Cina) ELITE (Eur Torrino Via della Seta) ELITE (Eur Torrino Via Salisburgo) ELITE (Eur - Via d. Tecnica) ELITE (Infernetto Via C. Colombo) ELITE (Mezzocammino Via C. Colombo) EMME + (Fiumicino Via delle Ombrine) EUROSPIN (Acilia Via Prato Cornelio) EUROSPIN (Caltagirone Vitinia - Via Ostiense) EUROSPIN (Fiumicino Via Portuense) Carrefour (Ostia - Staz.

Lido C.) Carrefour (Acilia - Via C. Beschi) Carrefour (Dragona - Via Criminali) Carrefour (Dragoncello Via O. Fattiboni) Carrefour (Ostia Antica Via del Collettore Prim.) Carrefour (Fiumicino Via Angonio Angeloni) Carrefour (Infernetto Viale Castel Porziano) Carrefour (Infernetto Via Antonio Angeloni) Carrefour (Infernetto - Via Boezi) Carrefour IPERMERCATO (Via di Casal Bernocchi) LEON (Infernetto Viale Castel Porziano) MA Supermercato (Acilia Via di Acilia) MAXI SIDIS (Acilia Via di Macchia Saponara) MD (Caltagirone Vitinia Via Borghini) MD Discount (Fiumicino Via Valderoa) NATURA SÌ (Ostia Lido) ONEPRICE (Acilia Via Prato Cornelio) PAM (Axa - Via Terpandro) PAM (Ostia - V. Gondole) PAM (Ostia-V. Promontori) PAM (Via Ostiense) SIDIS (Fiumicino Via Portuense) SIDIS (Acilia Via di Macchia Saponara) SIGMA (Fiumicino Via Coni Zugna) SMA (Casalpalocco Via Pindaro) SMA (Via Monti S. Paolo) SMA (Nuova Palocco Via Zenone di Elea) SIMPLY SMA MARKET (Acilia-V. di Saponara) STELAC CASTORO (Ostia Via dell’Idroscalo) TODIS (Axa-P.zza Eschilo) TODIS (Acilia Madonnetta

Via di Macchia Palocco) TODIS (Fiumicino Via Coni Zugna) TODIS (Fiumicino Via Valderoa) TODIS (Infernetto Via Castelporziano) TODIS (Poggio di Acilia) TODIS (Infernetto-V.Cilea) TUO (Dragona-V. Dragone) TUO (Ostia - V. Gondole) TUO (Ostia-V. P. Orlando) TUODÌ (Acilia-V. A. Bocchi) VOLPETTI (Axa Malafede Via Francesco Menzio) CENTRI COMMERCIALI C. COMM. BERSONE (Infernetto) C. COMM. 2000 (Acilia) C. COMM. ESCHILO (Axa) C. COMM. I GRANAI (Eur) C. COMM. LA ROMANINA C. COMM. LE TERRAZZE (Casalpalocco) C. COMM. SIC (Eur - bar) C. COMM. TOR VERGATA C. COMM. WOLF FERRARI (Infernetto) CENTRO VECCHIO (Casalpalocco) PORTO TURISTICO OSTIA ISTITUZIONI COMUNE DI FIUMICINO (Via Portuense-Fiumicino) DISTACCAMENTO MUNICIPIO XIII (Piazza del Capelvenere - Acilia) MUNICIPIO XIII (Via Claudio - Ostia) VIGILI URB. FIUMICINO (Via Redipuglia-Fiumicino) ACILIA - MADONNETTA CASAL BERNOCCHI Abbo Bar Bar Benevento Bar Distributore Shell Bar Domino Bar Laura Bar Marica Bar Pasticceria Fredolini

Bar Verde Rosa Baroni Gioielli Baroni Ottica Betting 2000 Biclim Bitton Bar Boccardi Bricofer Caffè Bistrot Calandrelli Group Caseificio Zì Teresa Centro Comm. Via Boldini Climart Compro Oro Fisioter Flessi Porta Gastronomia Marika Giocheria MC Traslochi M. & G. Tabacchi M. Immobiliare Mobili al centimetro Pink Bar Pizza 120 Quality Garden Line Ristorante Avoja Ristorante Bianco Rosso e Pannone Ristorante Bi Trattoria Ristorante Don Payo Ristorante El Matadero Ristorante La Romanina Ristorante Punto d’Incontro Shen Center Scarponi Cartoleria Slot House Europa Snai Studio Iacobucci Tabaccheria Sirio Vivaio Primaverde AXA Axa Bike Bar Cristiano Bar Menandro Centro Sportivo Eschilo 1 Dott.ssa Jessica Melluso Euroservice Gelateria Alessia Giuliana Muti Paola Sgrò estetica Parrucch. Angelo Di Pasca Ristorante Maharajah 2

PER INFORMAZIONI SULLA PUBBLICITÀ Tel. 06.52363798 - Fax 06.52363694 - e-mail: anna@visioni-grafiche.it

Ristorante Pane e Vino II° Tru Trussardi Twinky CASALPALOCCO Bar “44” Bar Casa del Tramezzino Bar Colombo Bar Cristal Bar Drive In Bar Flaming Bar Le Mimose Bar Orsetto Goloso Cannavale Immobiliare Centro Sportivo Eschilo 2 La Boutique del pane La Tabaccheria d. Terrazze Priolo St. Odont. Podda & Sorci DRAGONA-DRAGONCELLO Abitare Oggi Bar Ocy & Stè Bar Phelipe Bar Pinco Pallino Di Carlo Cafè Gamboni Gomme Golden Dragon Gym Legno + Ingegno Panificio Signori Luciano Ristor. Il cielo sul mare Se.Ma. Traslochi EUR - EUR TORRINO MOSTACCIANO Bar Bonsai Bar gelat. gastronomia 3 Bar ristorante di via Lione Bar Roberto Bar Mandara Bar pizzeria Iacopucci Bar Tentazioni Bar Tornatora Bar Via Baldovinetti Bar Via del Serafico Birreria Spaten Bread & Coffee Caffè d’Arte Caffè Tazza d’Oro Caffè Viola Euro Caffè Extima Immobiliare Gelateria in via degli Astri

Gran Caffè Astoria Gran Caffè Circi Gran Caffè Iacopucci Iacopucci Bar Pizza a taglio Lops Queen’s Club Roma Ristorante El Matambre Ristorante Squisito Sha.mo Bar Snack Tanaka Sturdust Village Teatro Torrino Torrino Sporting Center Vasian FIUMICINO Bar Aliante Bar Caffè e Cafè Bar Caffè Russo Bar Carlo Bar Concorde Bar Gaia Bar Island Bar La Glace Bar River Bar Rustichelli Bar Rustichelli Bar Sonia Bar Torre Clementina Bar Zanzibar Cantine d’Offizi Casa di riposo Villa Faieta Gran Caffè Conti Lazioterm Oasi Arredo Stile Ristorante Chi cerca trova Tabacchi Fumi e Profumi INFERNETTO Babel Bar “Al Cinghiale” Bar “Cricket” Bar Andy Bar Casina del Bosco Bar Cristal Bar Evandro Bar Gatta Bar La Vela Bar Star Bar Strauss Bar Tabacchi Gli Angoli Bar Tabacchi Il Cigno

5


Bar Tabac. Castelporziano Bar Via San Candido Bruna Coiffeur - Estetica C. Beness. Bioenergetico Il Corniciaio Magico Il Gelatiere La Boutique del pane Il Parco Giochi Pizzeria Antica Ricetta Priolo Ristorante Eden Rist. Zucchero e limone Sapore diVino enoteca Studi in corso Zucchero e Babà OSTIA ANTICA Armeni giardini Bar Ariò Bar Centro Bar Stazione Roma-Lido Car Service Conauto International Bar Lambretta Store Officine Interni Ristorante Bagnolo Ristorante Il Frantoio OSTIA LIDO Tutti gli stabilimenti balneari del litorale OSTIA LEVANTE Assithermo Bar Antinori

Bar Bingo Bar Caprini Bar dello sport Bar Europa Bar Fortuna Bar Friends Bar Giusti Bar Gran Caffè Bar Isola Mauritius Bar Jolly Bar Krapfen Bar Kristall Bar Lo Spuntino Bar Lo Stadio Bar Maffei Bar Marechiaro Bar Mattei Bar Olivieri Bar Paradise Bar Paradiso Bar Piper Bar Polo Nord Bar Romin Bar Sisto Bar Smeraldo Bar Stazione Stella Polare Bar Studente Gran Caffè Salerno Petit Cafè Pizza Metro Snai Vancleef OSTIA PONENTE Bar Alexander Bar Amigos

Bar Andrew’s Bar Baleari Bar Caffè Fiore Bar Canarie Bar Corallo Bar Cristian Bar del Corso Bar Derby Bar Garden Bar Green Bar Grigo Bar Idea Bar International Bar King Bar La Bussola Bar Lauretta Bar Nanù Bar Pines Bar Prestige Bar Remondi Bar Ringo Bar Roma Lazio Bar Scacco Matto Bar Sport Bar Top Bar Velieri Biblioteca Elsa Morante Cineland Multisala Duca Bar Farmavista Gamma Auto Gelateria Harley Gelateria Martin Gelateria Tartarughino Gioielleria Sospiri d’oro Marinauto Premaman Regie Auto Snai Studio odontoiatr. Puzzilli Tabaccheria Peres Twinky

I nostri partners Pag. 70-105

Abitare Oggi

2

Ines’ Nails

Ago & Filo

96

Kiflow

51

Amati

12

K’s Cosmetics

86

Analisi C.R.S. Centro Ricerca Studi

92

Andromeda srl - Villa Faieta

60

Legno+Ingegno

128

6

Lauricella

91

Angel’s Hair

46

Lilù

75

Architettura Studio & Design

99

Lops

98

Aurora asilo nido (L’)

64

Babel

76

Bali England

51

Mister Camicia

54

Betting 2000

32

Mobili al centimetro

28

Biclim

30

Officina Estetica

128

Boccardi donna

24

Officine Interni

128

Brico Acilia

52

Oggetti Smarriti

4 132

105

Marinauto MC Surgery

Ottica Baroni

78

Calandrelli Group

74

Cannavale Costruzioni

97

Paola Sgrò estetica e make-up

74

Cannavale Immobiliare

14

Parchi della Colombo area comm.

72 128

Cartarancia

106

Pets Shop

Caseificio “Zi Teresa”

48

Playlife Prink

Climart

73

1

Compro Oro

68

Priolo arredamenti

8

Conauto

73

Punto Caffè

CS Impianti

58

Queen’s Club Roma

Cucciolissimi onlus

50

Retrò in

42

34 100

104

49

Della Rocca

51

Desigual

40

Ricci e capricci Salotto (Il)

Dettagli

106

Sarte Allegre (Le)

128

Dino Terracciano

128

S. Eugenio onoranze funebri

104

Domus Elettronica

22

Scent Profumeria

22

89

Dott.ssa Schiano Moriello Viviana

50

Seasons donna & bambino

101

Dott. Stefano Giammetti

84

SE.MA. Traslochi

SPINACETO TOR DE CENCI Bar Tabacchi Europa

44

EmmeElle Serramenti in PVC

81

Enerwatt

20

Smile Body & Sun - Smile Hair

73

Erboristeria Il Girasole

53

Smile Body - Smile Sun

VITINIA - CALTAGIRONE VILLAGGIO AZZURRO Antichi Sapori Bar Caltagirone Edilmarmi Idrotermica Sanitaria La Bombonera Caffè Mille zampe Oasi Ice Gelateria Profumo di Caffè Ristorante Frivolezze Ristorante Dal Pannocchia Ristor. Pizz. Porta del Sole Ristorante West Coast Slot House Europa Slot House Europa Tabaccheria Pirfo

90

Eschilo 1 Polisportiva

52

Sogno (Il)

46

Exploit

36

Solartech

48

Farfalle abbigliamento

94

Studio Odont. Assoc. Puzzilli

93

Fisioter

56

Teatro del Torrino

78

F.lli Magistri

62

Twinky Home

62

Francesca O.

48

Undercolors of Benetton

84

Gamma Auto

88

Vasian

82

Giralc - Grandi Impianti Rosati

10

Venturini ceramiche

18

Granai Centro Commerciale (I)

102

38

H&D Home Design

26

Idea Giardino

80

Idrotermica Sanitari

66

I Love Design

130

16

113

Slot House Europa

Vivai Esotica Volpe Argentata (La)

GUIDA AI RISTORANTI

7


VG

visioni grafiche


sommario 57 ANNO 10 - NUM. 94 - GIUGNO 2011

17

Speciale 17

Rubriche

Estate Romana 2011:

13

Editoriale

tutti gli appuntamenti

57 Teatro

31

L’intervista

63 Moda e tendenze

Giorgio Albertazzi

67 Spettacolando

31

71

71

Arredamento

Esteri

35

35 Giugno 2011: Turchia e Portogallo alle urne

75 Architettura 79 Viaggi

79 81

Una gita fuori porta

Televisione 85 Questione di cilindri 39 Carmen Morello: donna e attrice, tante le scelte difficili

89 Scienze 89 I consigli del nutrizionista

Costume e società 41

91

81

Salute e benessere

Intervista sulla senilità

93 I consigli del fisioterapista 45 Europride a Roma 99 Vederci chiaro

39

47

Cose dell’altro mondo

100 Vita da cani

85

101 Veterinaria

Cinema

45

112 Budget e ricette 55 The Conspirator 129 Oroscopo

55 I film del mese

105 Arte e cultura

105 Interno 13

57 Voluttuosamente Tamara

55

59 Lo splendore fiorentino a Montecatini

113 MagnaRoma

Per la vostra Pubblicità tel. 06.52364509 - 06.52368189 • fax 0652363694 È vietata la riproduzione anche parziale di testi, grafica, immagini e spazi pubblicitari realizzati dalla Visioni Grafiche S.r.l. ( VGvisioni grafiche )

113 11


VG

visioni grafiche


di Maurizio Carta

13 MAGAZINE Anno 10 - n.94 - GIUGNO 2011 mensile d’informazione: politica, attualità, cultura, sport, spettacolo, moda www.13magazine.it Direttore Editoriale Claudio Petrollo claudio@visioni-grafiche.it

Direttore Responsabile Dott. Maurizio Carta maurizio@visioni-grafiche.it

Capo Redattore Massimo Mostacci massimo@visioni-grafiche.it

Art direction Cristian Bifolco cristian@visioni-grafiche.it

Redazione Grafica Giada Gargano Pubblicità Renata Di Santo - Sergio Marà Massimo Postiglione Giuseppe Regalbuto - Marina Preciutti Relazioni Esterne Anna Calà anna@visioni-grafiche.it

Amministrazione e segreteria Ombretta Petrollo Collaboratori 13 Magazine Valentina Mancini - Michela Carè Andrea G. Sorge - Leonardo Caviola Dante Cruciani - Simone Felicetti Rossella Smiraglia - Eleonora Isgrò Emanuela Andreocci - Chiara Rovan Penelope Salomone - Ludovica Botti Barbara Zorzoli - Simona Bottoni Gaetano Gaggiottino - Paolo Baroni Dott. Stefano Giammetti - Paola Sgrò Dott.ssa Schiano Moriello Viviana Antonio Balsamà - Lucia Bianco Collaboratori Interno 13 Simone Felicetti - Chiara Ferraro Enrico Giustiniani - Roberta Riga Editore Visioni Grafiche S.r.l. Direzione e Redazione Via Padre S.F. Pifferi, 39 - 00126 Roma Tel. 06.52364509/52368189 Fax 06.52363694 e-mail: info@visioni-grafiche.it Stampa Arti Grafiche Boccia S.p.A. Distribuzione M.E. Service 13 MAGAZINE - tutti i diritti di riproduzione riservati. Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questo mensile è da considerarsi

editoriale

“La primavera non è primavera se non arriva troppo presto.” Gilbert Chesterton o scorso 31 maggio, dopo il responso elettorale, Massimo Gramellini su “La Stampa” e Michele Serra su “La Repubblica” cantavano con senso di liberazione lo stesso requiem. Il secondo, nella sua piccola rubrica (“L’amaca”), scriveva: “Sono finiti gli anni Ottanta italiani, il decennio più lungo della storia del mondo. È finita la politica del cerone e delle facce rifatte, delle convention, delle escort, delle olgettine, degli spot, delle tivù, dei telegatti e delle cerimonie di corte, dell’edonismo finto-allegro, dell’ignoranza caciarona spacciata per genuinità popolare (ingannando atrocemente il popolo). È finita la fiction. Quello che verrà dopo non lo sappiamo, ma sappiamo finalmente che un dopo esiste…”. Serra e Gramellini hanno ragione: liberare l’Italia di destra e di sinistra da una certa cialtroneria, dagli annunci ad uso della teledipendenza, dalle figuracce in mondovisione, dal pantano del presente permanente, dal consumismo senza consumatori, non può che essere un progresso. Il punto è che “gli anni Ottanta italiani” non finiranno affatto in maniera veloce e indolore. Il coro di gioia è arrivato troppo presto e soprattutto non ha fatto i conti con le tante nubi che si addensano sul prossimo futuro italiano. Sul primo versante, quello delle complicazioni contingenti, è difficile aspettarsi che Silvio Berlusconi si faccia da parte da solo. Il suo curriculum parla chiaro: agire in maniera interessata e unilaterale è stata la sua unica cifra esistenziale. Con la vecchiaia ha poi acquisito una certa immunità del dire che lo rende capace di tutto. Quindi, senza una seria proposta politica alternativa e senza “aiutini” dall’alto, è difficile che esca di scena. Ma il fattore B. è poca cosa rispetto ad altro. Perché sul fronte che conta, quello dei problemi strutturali, ci sono le cifre che la Corte dei Conti ha spiattellato a fine maggio: circa 46 miliardi l’anno da rastrellare per i prossimi tre anni. La cifra, annunciata e subito dimenticata, ha in realtà proporzioni abnormi. Per contro, alcuni economisti affermano che la necessità di tre

L

40.000 copie: il mensile più diffuso e letto di Roma Sud

manovre simili non è affatto stringente, che l’Europa non ha posto perentoriamente un ultimatum, che ci sarebbero margini per non sottoporci alla cura del cavallo. Sono fandonie. È dal ‘92 che i governi italiani, di anno in anno, varano manovre correttive. Ovviamente non abbiamo raschiato il fondo del barile, ma parecchi settori della società italiana lo vedono da vicino. Nonostante questo, il debito e gli interessi su di esso non sono scesi in maniera apprezzabile. L’unico reale problema del sistema Italia è che non si sostiene perché perde pezzi di anno in anno, perché non fattura, non cresce, è debole in conseguenza delle scelte sciagurate fatte nei famosi anni ‘80 di cui dicevamo all’inizio. Svalutazione e debito: questa era l’Italia di Bettino Craxi e del rimpianto pentapartito, un Paese regalato in dote ad un monopolista della pubblicità, amico tra gli amici, manifesto umano della “Milano da bere”: la stessa città che probabilmente ha dato il via al suo funerale politico.

l lettore attento avrà notato che da tre mesi 13 Magazine è accompagnato da un nuovo inserto: 13 Immobiliare. Nato da un’idea di Marina Preciutti, l’allegato è stato pensato appositamente per le necessità del territorio, per dare LA MIGLIORE BUSSOLA POSSIBILE A CHI È IN CERCA DI UNA CASA DA AFFITTARE O DA COMPRARE. 13 Immobiliare ha l’ambizioso obiettivo di diventare il principale strumento di informazione immobiliare del XIII Municipio. Il serio lavoro, l’ampia diffusione e stampa convincerà gli inserzionisti. Alla sua redazione i migliori auguri dell’Editore e del Direttore.

I

Distribuito nei seguenti quartieri:

ACILIA - AXA - AXA MALAFEDE - CASALBERNOCCHI CASALPALOCCO - DRAGONA - DRAGONCELLO EUR - EUR TORRINO - FIUMICINO - INFERNETTO MADONNETTA - OSTIA - OSTIA ANTICA - VITINIA

del tutto gratuita e non retribuita. 13 MAGAZINE - Reg. Trib. di Roma n.439/2009 del 18-12-2009

13


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


Estate romana è un rito nato tanti anni fa, quando esistevano ancora le fughe di massa da Roma. Oggi, complice la crisi, è diventato il vero piatto forte della bella stagione. Chi rimane in città ha bisogno di viverla diversamente. Ecco i momenti migliori di quest’anno.

L’

Alex Britti

13/7

Caro Emerald

Ricky Martin Il coming out pubblico, la paternità, ma soprattutto il passare degli anni non hanno scalfito il suo sex appeal. Una delle poche star latine in grado di miscelare alla perfezione ritmo, romanticismo, vocalità sicura e coreografie seducenti. Imperdibile per chiunque desideri un’estate a suon di ritmi caraibici.

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica

24/6

All’Eurofestival è arrivato 2° ma avrebbe meritato la medaglia d’oro, tanto si distingueva per talento ed originalità dagli altri. Raphael Gualazzi, ultimo fiore all’occhiello di Caterina Caselli, sta reinventando la classica canzone italiana grazie al suo tocco magico di pianista jazz.

Mario Biondi Auditorium Parco della Musica

Neo-reginetta dello swing - l’olandese Caro Emerald si imposta al grande pubblico molto velocemente, vuoi per il suo stile vintage, vuoi per la sua vocalità ammiccante, vuoi per le melodie orecchiabili ed eleganti di canzoni iper-trasmesse dalle radio come A night like this o Back it up.

26/7

Roberto Vecchioni

Ormai è qualcosa di più che il nuovo Barry White. Con la sua voce baritonale così profonda e carica di soul e con le sue canzoni in grado di creare atmosfere sempre chic e di classe, Mario Biondi è il nuovo portavoce di un genere musicale raffinato, retrò e orientato al jazz.

Elton John

La vittoria a Sanremo con l’intensa Chiamami ancora amore, il ritorno in classifica, una prima serata con Morandi, un bel duetto con Ornella Vanoni, un nuovo tour: è un momento d’oro per “il professore” Roberto Vecchioni.

Manhattan Transfer Auditorium Parco d. Musica

28/6

“Chanson, d’amour… rattarattara”. Chi di noi non l’ha mai canticchiata? Gli storici paladini del vocal jazz sbarcano finalmente nella Capitale per deliziarci con i loro perfetti impasti vocali e le loro armonizzazioni cristalline, colti e divertenti al tempo stesso.

13/7

Auditorium Parco d. Musica

26/6

2/7

Raphael Gualazzi

Laghetto di Villa Ada

Ha messo lo zampino come autore della colonna sonora in uno dei successi cinematografici dell’anno, Immaturi. Ha pubblicato da poco il suo primo Best of. Alex Britti è da sempre fedele al suo stile ironico, con l’inseparabile chitarra e l’inarrestabile energia dei suoi spettacoli live.

speciale estate romana

Auditorium Parco della Musica

Estate Romana

di Andrea Giovanni Sorge

29/7

Auditorium Parco della Musica

L’abbiamo visto in prima fila, visibilmente emozionato al matrimonio del secolo tra William e Kate. Ma l’Elton John personaggio pubblico non è mai riuscito ad oscurare l’Elton John musicista, ancora capace di accendere i cuori con voce e piano.

Cindy Lauper

11/7

Auditorium Parco della Musica “Le ragazze vogliono solo divertirsi”, cantava negli anni ‘80. Poi sono arrivate le lente, altrettanto indimenticabili Time after Time e True colours. Cindy Lauper è entrata di diritto nella storia del pop non solo per la sua stravaganza e per i look arditi ma anche per il suo talento di autrice.

17


20/7

di Andrea Giovanni Sorge

Villa Ada

Suzanne Vega “My name is Luka, I live on the second floor”: uno degli incipit più conosciuti appartiene proprio a Suzanne Vega, cantautrice folk a cui devono molto sia Alanis Morissette che Tori Amos. Il suo è un universo sonoro prettamente acustico, fatto di voce e chitarre, che ben si presta quindi alla dimensione unplugged.

Jovanotti

26/7 25/6

Auditorium Parco della Musica

Pooh

Stadio Olimpico

Lorenzo è cresciuto. E noi con lui. Il suo ultimo Ora, anche in versione deluxe con un secondo cd di inediti, riassume il meglio del suo percorso di maturazione artistica, regalando un caleidoscopio di suoni dal mondo e testi sempre più “adulti”. In diverse interviste ha promesso grandi sorprese scenografiche per il tour: lo aspettiamo.

Auditorium Parco della Musica

27/6

Leggenda vivente del blues, famoso per le sue storiche jam sessions con colleghi come Eric Clapton e Mick Taylor, nonché fondatore nel ‘63 dei Bluesbreakers, John Mayall infiammerà il suo pubblico con riff e assoli di chitarra, piano e armonica.

La notte della Taranta Auditorium Parco della Musica

Inossidabili. Dopo l’abbandono dello storico batterista Stefano d’Orazio i Pooh sono tornati più forti di prima con una formazione arricchita da ben due new entries ed un nuovo album. In scaletta non potranno mancare ovviamente i tantissimi classici, da Tanta voglia di lei a Pensiero.

Primus

8-9/7

John Mayall

Modà Ippodromo delle Capannelle Mai come nel loro caso la gavetta premia. A lungo considerati un’eterna promessa, i Modà grazie ai singoli Sono già solo, La notte e la sanremese Arriverà in duetto con Emma, sono diventati una certezza del pop-rock italiano.

speciale estate romana

29/6

L’ormai tradizionale appuntamento a base di pizzica, taranta a e folk quest’anno si tinge di nuovo: Ambrogio Sparagna, ideatore e per anni gran cerimoniere della manifestazione, cede lo scettro al pianista Ludovico Einaudi: da un connubio così insolito non potremo che sentirne delle belle.

Spazio Atlantico

Qualcuno li ha definiti come un originale quanto esplosivo incrocio tra Frank Zappa ed il metal. Quel che è certo è che i Primus, ricostituitisi nella formazione originale dopo una lunga pausa di riflessione ed al lavoro su un nuovo atteso album, vogliono soprattutto farvi scatenare. Siete pronti?

27/6

30 Second to Mars Ippodromo delle Capannelle

18/6

Molto amati dalle ragazze e dalla MTV Generation (anche per il suo fascinoso leader, l’attore Jared Leto), i 30 Second to Mars fanno un rock patinato e “glam” ad alto tasso di radiofonia. Inaugureranno la manifestazione Rock in Roma: si prevedono scene d’isteria.

Jack Johnson

23/7

Ippodromo delle Capannelle

Molti lo ricorderanno per Upside down, simpatica ballada corredata da un irresistibile videoclip con una scimmietta animata come protagonista. Ma Jack Johnson, ex surfista, ha fatto molto altro. Le sue canzoni, solari e semplici, potrebbero candidarsi come perfetta colonna sonora per le vostre vacanze.

Orchestra di Piazza Vittorio Auditorium Parco della Musica L’ensemble più colorato, multietnico e scatenato attualmente in circolazione preannuncia un concerto tutto all’insegna della mescolanza e della multiculturalità. Tocca proprio all’Orchestra di Piazza Vittorio infatti aprire le danza della manifestazione “Luglio suona bene”.

23/6


VG

visioni grafiche


di Michela Carè

Niccolò Fabi

10/7

Una delle voci italiane più amate dal pubblico, Niccolò sarà in concerto a Villa Ada dove, accompagnato dalla sua Villa Ada band storica, proporrà l’esecuzione dei suoi brani sia recenti che del passato. Figlio di un importante produttore discografico, Niccolò ha inciso sino ad adesso dieci album.

Dream Theater

4/7

Ippodromo delle Capannelle

Anche quest’anno si esibiscono con il Summer Tour 2011 volto a sostenere lo Human Right Tour di Amnesty International. Nata nella metà degli anni ‘80, la rock band ha inciso 8 cd e partecipato alla registrazione del brano a scopo benefico per l’Abruzzo Domani 21/04/09.

6/7

Bandabardò Villa Ada Gruppo fiorentino di rock e folk nato nel 1993, si esibirà a Villa Ada coinvolgendo il pubblico con il suo ultimo cd “Scaccianuvole”, uscito in questi giorni e contenente 12 brani inediti. Le canzoni sono soprattutto melodie che raccontano la storia di personaggi che riecheggiano le gesta di molti antieroi, letterari e non.

28/6 Jamiroquai

Ippodromo delle Capannelle

29/7

È una delle più grandi band dell’acid jazz britanniche. Nati nel 1991 a Londra con il laeder Jay Kay, i Jamiroquai hanno alle spalle 25 milioni di copie vendute, 159 settimane di presenza nella classifica inglese dei singoli, cinque Mtv Awards e un Grammy. “Rock Dust Light Star” è il Ioro ultimo album uscito a novembre 2010.

Ippodromo delle Capannelle

Famoso per aver suonato nei Guns N’Roses dal 1985 al 1996 ed entrato di diritto nella storia della chitarra rock, Slash si esibirà a Roma per la prima volta. La scaletta dei pezzi includerà sia i brani da solista che quelli più famosi dei Guns N’Roses come Sweet Child O’ Mine, Paradise City e Nightrain.

29/7

Ben Harper e Robert Plant

Ippodromo delle Capannelle

Per i profeti del progressive metal è l’estate delle verità. Il nuovo disco è imminente, ma il pubblico aspetta soprattutto di valutare la tenuta delle performance dal vivo con il nuovo batterista Mike Mangini. Portnoy ha sbattuto la porta e i fan italiani non vedono l’ora di sapere se la band è ancora viva.

Afterhours

Slash

speciale estate romana

Ippodromo delle Capannelle Per la prima volta suoneranno insieme a Roma. La musica nera del chitarrista afro-americano si unirà quindi alla voce del cantante hard rock, ex-vocalist dei Led Zeppelin, vera e propria icona della storia della musica. Proprio lo scorso 17-5 è uscito l’ultimo album di Ben Harper intitolato “Give Till It’s Gone”.

19/7

Nando Citarella

Villa Ada

Musicista, attore, cantante e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee, proporrà insieme al suo gruppo i ritmi e le melodie che da sempre accompagnano i canti ed i balli tradizionali dell’area campana e di tutta l’Italia centro-meridionale, dando voce a sfrenate contaminazioni etnico-culturali.

Burt Bacharach

16/7

3/7

Auditorium Parco della Musica

Un tempo, dell’easy listening si diceva che fosse musica da ascensore. Gli anni ne hanno giustamente rivalutato l’innata classe, celata dietro una leggerezza solo apparente. Burt Bacharach ne è l’indiscusso maestro, accanto a lui come guest star la talentuosa cantante soul Karima.

Korn

Ippodromo delle Capannelle

29/6

Sono gli iniziatori del new metal e hanno venduto più di 30 milioni di dischi di cui solo 17 milioni negli Stati Uniti. Il gruppo torna in Europa per presentare live i brani dell’ultimo album “Korn III - Remember Who You Are” e i pezzi dei loro primi dischi che hanno lasciato un segno nella storia del metal.

23


di Dante Cruciani

Villa Ada

Eugenio Bennato Musicista raffinato, espressione di una tradizione che arriva a Murolo e ai grandi della canzone partenopea, Eugenio Bennato darà vita ad uno spettacolo coinvolgente, fatto di taranta e di balli popolari. L’esibizione sarà una coinvolgente fusione di stili, suoni e voci provenienti da tutto il Mediterraneo.

Brad Meldau & Joshua Redman Auditorium Parco della Musica Serata d’eccezione per gli amanti del grande jazz. Meldau, da molti indicato come il possibile erede di Keith Jarrett, incontra il sassofono del grandissimo Redman. Tecniche formidabili, stili diversi, raffinatezze armoniche daranno vita ad una serata tutta da gustare: tra improvvisazione e grande sperimentazione.

13/7

Chicago

Stefano Di Battista Molti ne hanno apprezzato le performance durante la trasmissione di Bonolis “Il senso della vita”. Stefano Di Battista, raffinato jazzista, porterà sul palco dell’Auditorium “Woman’s Land”, lavoro discografico ideato con Gino Castaldo che racconta diverse figure femminili del passato millennio. Brani dedicati a donne meravigliose e coraggiose.

Joe Cocker

27/7

9/7

Auditorium Parco della Musica

Nel dicembre 2010 è uscito il suo 21° album “Hard Knocks”. Joe Cocker è comunque un artista che non ha bisogno di presentazioni: per lui parlano milioni di dischi venduti, premi di ogni tipo e pezzi come The letter, Just like a woman, Cry me a river e You can leave your hat on.

John Mellencamp Auditorium Parco della Musica

If You Leave Me Now (1976) e Hard to say I’m sorry (1982) sono due hit che hanno suggestionato intere generazioni. I Chicago, nati nel 1967, sono la storia del rock, in particolare quello sperimentale e melodico. Sul palco dell’auditorium si esibirà il nucleo storico della band.

Manca dall’Italia da 19 anni. La tappa romana del “No Better Than This Tour” sarà una serata speciale, in cui uno dei massimi esponenti del rock cantautorale americano ripercorrerà i suoi 40 anni di carriera. Il concerto sarà preceduto dal film-documentario “It’s About You”, che narra la registrazione dell’ultimo album.

10/7

22-23/7 MIT Meet in Town Auditorium Parco della Musica Due giorni di musica e festa in cui scoprire live, dj set, performance e istallazioni. Tanti gli artisti provenienti da ogni parte del mondo (Inghilterra, Olanda, Norvegia, Stati Uniti, Francia). Tra i nomi da segnalare le Coco Rosie, Primal Scream perform Screamadelica (unica data italiana).

George Benson Auditorium P. della Musica

12/7

10 Grammy Award e il titolo di “Maestro” jazz non sono cosa da tutti. Benson, chitarrista virtuoso e voce, 40 anni di storia personale saliranno sul palco, in particolare dall’album Breezin’, che nel 1976 segna una svolta nella sua carriera e lo consegna alla popolarità internazionale.

Cesaria Evora

24/7

9/7

Auditorium Parco della Musica

speciale estate romana Auditorium P. della Musica

23/7

Verdena

Villa Ada

La più celebre interprete della morna, un misto di fado portoghese, cadenze ritmiche dell’Africa occidentale, musica brasiliana e canti di mare britannici. Tornata alla ribalta con l’album “Nha Sentimento”, la cantante capoverdiana si esibirà in uno show che saprà coniugare la dimensione del sogno e quella del ballo.

Villa Ada

17/7

Nati nel 1995 e approdati al successo con l’omonimo album d’esordio (1999), sono conosciuti dal grande pubblico soprattutto grazie al singolo Valvonauta. Passato il 2000, si susseguono 3 album. Poi, quest’anno, esce “Wow”: doppio album, realizzato anche in una versione in vinile. La rinascita del gruppo è dunque partita…


VG

visioni grafiche


20/7

Skunk Anansie Dopo il successo strepitoso del concerto dello scorso febbraio al Forum di Assago, approdano a Roma gli Skunk Anansie. La band, riunitasi due anni fa, non ha fatto altro che collezionare un successo dopo l’altro: due dischi d’oro e ancora tanta adrenalinica voglia di tornare ad esibirsi dal vivo.

13/7

24/7

Ippodromo delle Capannelle

Moby

Auditorium P. della Musica

A distanza di quattro anni dall’ultima apparizione all’Auditorium ecco tornare la leggenda del Rock: Lou Reed. L’artista statunitense proporrà i brani più celebri della sua carriera, a partire dai Velvet Underground fino agli ultimi lavori da solista, ripercorrendo un viaggio musicale lungo ormai più di quarant’anni.

21/7

Il più popolare rappresentante della musica di origine balcanica farà tappa a Roma. Goran Bregovic, accompaganato dalla sua Wedding and Funeral Orchestra, torna a “Roma incontra il mondo”. Un contesto quantomai appropriato per l’esibizione di un maestro della commistione tra sonorità tradizionali e sperimentazione.

Jimmy Cliff

Villa Ada

12/7

Il cantante giamaicano Jimmy Cliff, uno dei più importanti artisti che ha contribuito alla diffusione mondiale della musica raggae, accenderà l’estate romana con le sue sonorità a metà strada tra Giamaica e continente africano. In attività dal 1961, Cliff, nella sua carriera, ha spaziato tra tutti i sottogeneri della musica “Rasta”.

Ippodromo Capannelle

Daniele Silvestri

Una tappa fissa per il gruppo torinese, quella dell’estate romana, tanto più se al Rock in Roma Festival. In tour per buona parte della stagione estiva, i Subsonica transiteranno per la Capitale. Un tour che segue il lancio del loro ultimo album “Eden”, sesto della loro decennale discografia.

30/6

Buena Vista Social Club Auditorium Parco della Musica

28/7

Torna a Roma l’Orquestra Buena Vista Social Club. La band che animerà il festival con le sonorità tipiche della musica cubana, conterà anche sulla partecipazione straordinaria della cantante Omara Portuondo, una delle più note esponenti della musica afro-latina.

18/7

Dopo la presenza alla Fiera della Musica di Azzano Decimo, ecco una nuova data italiana per l’artista newyorchese Moby, che presenterà al pubblico romano il suo ultimo album studio, “Destroyed”. Immancabile l’aftershow con un dj special guest a sorpresa. Una serata da non perdere, specialmente per i più giovani.

Subsonica

25/7

Goran Bregovic

Ippodromo delle Capannelle Si riaffacciano nella Capitale i “fratelli chimici”. Nonostante un tour di poche date, i Chemical Brothers, Ed Simons e Tom Rowland, recentemente insigniti del “Q Hero Award”, prestigioso premio istituito dall’omonima rivista anglosassone, confermano la loro attesissima data romana.

speciale estate romana

Lou Reed

Villa Ada

The Chemical Brothers

di Simone Felicetti

Ippodromo Capannelle

Ippodromo Capannelle

Il Festival Rock in Roma, ormai al suo 10° compleanno, sarà la location del prossimo concerto di Daniele Silvestri. Il cantautore torna nella sua città per presentare davanti al suo pubblico l’ultima fatica discografica, “Scotch”. Consigliato a chi ama testi intelligenti e bravi musicisti.

Elio e le Storie Tese Stefano Bellisari, meglio conosciuto come Elio, insieme alla sua band torna a Roma per una delle sue virtuosistiche performance live. Rock, ironia e tanto divertimento saranno gli ingredienti essenziali dell’esibizione della band “culto” milanese. Ovviamente non mancherà la satira politica.

21/7

Ippodromo delle Capannelle


VG

visioni grafiche


Auditorium Parco della Musica

Una tappa del tour mondiale accompagnato dall’Ensemble Symphony Orchestra, all’interno della rassegna estiva “Luglio Suona Bene 2011”. Dopo il successo mondiale del Winter tour, torna nella capitale e sarà ancora un “sold-out”.

Franco Battiato

15/7

Ippodromo Capannelle

Sarà un concerto evento, con una scaletta inedita preparata ad hoc per il Festival romano. Un evento imperdibile destinato a lasciare un segno indelebile tra i ricordi dell’estate 2011. Il “Maestro” esprimerà in stile rock i pezzi storici del suo repertorio.

16/7

Ippodromo Capannelle

Zucchero

5/7

9/7

Ippodromo delle Capannelle

Il ricco tabellone del “Roma in Rock Festival” prevede il concerto del rapper italiano più amato (e più odiato) del panorama nostrano. I suoi album lo hanno consacrato star dei giovani. L’ultimo, “Controcultura”, dà anche il nome al suo tour estivo con 70 tappe previste in tutta Italia.

Teresa De Sio

25/6

Villa Ada

Raffinata interprete della musica partenopea, torna con la sua musica per un concerto “etnico”. Tra i tanti artisti internazionali di “Roma incontro il mondo”, a lei il ruolo di rappresentane della musica mediterranea con contaminazioni arabesche.

Caparezza Gino Paoli

24/7

Auditorium Parco della Musica

Seconda tappa romana per un rapper che ha saputo coniugare lo stile con l’assenza di banalità. Dopo il tutto esaurito del concerto di marzo, Caparezza torna a Roma con il suo album “Il sogno eretico”, di cui il singolo estratto Goodbye malinconia resta il più cliccato su YouTube.

23/7

speciale estate romana

Fabri Fibra

Sting

30/7

di Rossella Smiraglia

Sarà una serata per un pubblico raffinato, nella quale il grande cantautore incontrerà le note jazz di Flavio Boltro (tromba), Danilo Rea (piano), Rosario Bonaccorso (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria). Tutto ciò a pochi mesi dall’uscita dell’uscita dell’album “Auditorium Recording Studio”.

Foro Italico

Unica data romana per il tour in cui presenterà il suo ultimo album “Chocabeck”, un album intimista. La dolcezza e la malinconia, forse, dei ricordi d’infanzia, di quando chiedeva al padre i “ciocabec”, in dialetto romagnolo lo schiocco del becco di un animale che non ha da mangiare.

Vasco Rossi

1-2/7

Consacrato star del rock italiano, Vasco, sempre “al massimo”, registra il tutto esaurito anche per il tour della prossima estate. Forse la sua vita non è più così “spericolata” ma “resta ancora qua, eh già”… a divertire il pubblico di tante generazioni e per tante generazioni.

Auditorium Ringo Starr Parco della Almamegretta e Raiz Musica Ultimamente ha affermato che i Beatles sono stati fortunati ad averlo come batterista perché al tempo lui era già noto come batterista dei “Rory and The Hurricane”. Ultimamente Paul McCartney ha partecipato alla realizzazione del suo ultimo album “Y Not”. Comunque la si pensi, al Parco della Musica si esibirà una leggenda.

Stadio Olimpico

Ippodromo Capannelle

Almamegretta e Raiz tornano a Roma per il Reunion Tour 2011. Un concerto per celebrare i 20 anni della band, per celebrare e raccontare i singoli componenti della band che si sono avvicendati nelle loro lunga avventura ricreando la magia dei loro successi. Da non perdere per chi non si dimentica dei fasti degli anni ‘90.

16/7


VG

visioni grafiche


di Emanuela Andreocci

l’intervista

Giorgio Albertazzi: contemporaneo di Shakespeare l Premio Gassman alla carriera e una storia personale che comprende collaborazioni con artisti del calibro di Luchino Visconti e Dario Fo, Franco Zeffirelli, solo per citarne alcuni, parlano per lui. Attore, regista, sceneggiatore, autore, Giorgio Albertazzi ha passato sessant’anni sulle scene circondato dall’affetto di un vasto pubblico e dal consenso della critica. Dopo il successo dello scorso anno, quest’anno riporterà in scena al Globe Theatre “La Tempesta” di Shakespeare. Gli abbiamo chiesto dello spettacolo e del suo rapporto con il Bardo…

I

Qual è stato il suo primo incontro con Shakespeare? Si sa, io e Shakespeare siamo contemporanei! L’ho conosciuto a scuola: ero innamorato di Cinita, la mia professoressa di latino, che per la prima volta mi parlò di Shakespeare e Goethe. Parlandomi di Shakespeare mi parlò dei sonetti. A pensarci bene i sonetti non assomigliano al resto di Shakespeare, si può pensare che sia un altro che li ha scritti. I sonetti sono scritti per il conte di Southampton… i due avevano una specie di isola misteriosa, che era l’isola di Prospero, hanno vissuto insieme... Questo fa pensare… Sì, i sonetti, come si sa, sono dedicati alla Dama Nera, la black lady. Però chi è la dama nera? È Southampton o veramente una donna? Shakespeare aveva un forte coté femminile - tutti ce l’hanno, però bisogna vedere la misura in cui elementi maschili e femminili si combinano in una persona in Shakespeare è forte il lato femminile ed è per questo che scrive di donne così straordinarie. Il primo incontro quindi è avvenuto con i sonetti… Sì. Poi un fotografo fiorentino molto famoso al tempo mi chiese di fare delle fotografie e andai insieme al mio amico

Franco Enriquez. Questo fotografo mise in vetrina la fotografia di lui come Otello e la mia con scritto sotto “Amleto” perché avevo un maglioncino nero. Amleto è il teatro. Prima del lavoro di Daniele Salvo, aveva già portato in scena La tempesta? No, ho fatto 14 Shakespeare ma mai questo testo. Ero rimasto molto colpito da “La tempesta” di John Gielgod, che secondo alcuni critici inglesi è il più grande attore shakespeariano, addirittura più grande di Laurence Olivier. Era un attore straordinario, l’ho conosciuto quando ho fatto Amleto a Londra. La prima volta che ho visto il suo Prospero mi ha colpito moltissimo perché era ispirato al pittore Il greco, aveva un trucco come i suoi personaggi. Be’, mi è piaciuto. Per alcuni “La tempesta”, parlo del testo, è un capolavoro, ma per me no. Come l’ho fatto io con Daniele Salvo? Non so che cosa ho fatto, però mi sembra che ci sia una forte energia in questo Prospero. È un bello spettacolo! Daniele è un regista molto sensibile, corretto, lega bene la tradizione del teatro di regia con il teatro dell’attore, un teatro in cui l’attore è rappresentativo della messa in scena. Sposa bene queste due cose, non fa scelte intellettualistiche. Per concludere? Viva Shakespeare! Se non ci fosse saremmo tutti più poveri e disperati: c’è felicità e eros.

Intervista al Maestro del teatro italiano. Questa estate appuntamento al Globe Theatre, dove dal 1° al 17 luglio porterà in scena “La Tempesta” di Shakespeare 31


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


Giugno 2011:

di Eleonora Isgrò

esteri

Turchia e Portogallo alle urne

Due importanti responsi per il destino dell’Unione Europea n una Turchia ormai media potenza rappresenta in Parlamento i 15 milioni di regionale, e alle prese con il processo di curdi che vivono nel Paese. avvicinamento all’Unione Europea e lo La realtà turca è seguita con molta attenstorico problema dei curdi, il prossimo 12 zione sia dai vicini arabi che dai paesi occigiugno si svolgeranno le elezioni parla- dentali. Il modello turco sarebbe non solo mentari, consultazioni che dovrebbero la dimostrazione che Islam e democrazia dare al premier moderato Recep Tayyp possono convivere, ma anche un buon Erdogan un terzo mandato consecutivo modello di riferimento per i futuri assetti istituzionali dopo le rivoluzioni dei vicini dopo i successi del 2002 e del 2007. Il partito filoislamico di Erdogan, Giustizia e paesi arabi. Rimangono, pesanti, alcuni progresso (Akp), è al potere da nove anni e nodi irrisolti: la questione dei curdi, si è guadagnato molta popolarità soprat- l’eccessivo ruolo dell’esercito, la condiziotutto a causa di una politica economica che ne femminile e problemi relativi alla libertà ha trasformato la Turchia in uno dei paesi a di stampa. maggior crescita del mondo, nonché per Portogallo: un voto per uscire dalla crisi. La campagna elettorale in Portol’avvicinamento con l’Unione gallo, in vista delle prossime Europea e grazie ai buoni rapconsultazioni politiche del 5 porti con l’Iran e gli altri paesi giugno, è pesantemente conarabi. dizionata dalla crisi economiIl partito popolare repubblicaca. Il “bailout”, il salvataggio no, principale partito di oppodel Portogallo deciso dai minisizione, avrà come nuova stri delle finanze dell’eurozoguida Kemal Kilicdaroglu. na, consiste in un prestito di Ma la campagna elettorale è KEMAL KILICDAROGLU 78 miliardi di euro da parte di stata funestata da violenze e scontri di piazza, specialmente dopo la FMI e UE con un altissimo interesse medio decisione presa dall’Alta Commissione del 5% così ripartito: 18 miliardi prima delle elettorale di impedire a 7 rappresentanti elezioni, solo per far fronte agli “obblighi indipendenti della minoranza curda di can- finanziari” più urgenti. Il resto, Bruxelles e didarsi, decisione poi revocata sotto la FMI si riservano la facoltà di consegnarlo o pressione delle proteste popolari. Si tratta meno, previa “valutazione” del programma di politici indipendenti, ma sostenuti dal del governo che uscirà vincitore dalle ele“partito per la pace e la democrazia”, che zioni. Entrambi gli schieramenti politici

I

hanno espresso il loro più completo sostegno al pacchetto di aiuti concordato con l’Unione europea e il Fondo monetario internazionale, ma le elezioni imminenti hanno messo in luce delle differenze. Parole d’ordine per tutti: privatizzazioni e tagli alla spesa pubblica. I socialdemocratici del Psd, che costituiscono il principale partito di opposizione, propongono tagli ai contributi previdenziali da parte delle aziende, equivalente a circa il 34% del Prodotto interno lordo per i prossimi quattro anni, ed un aumento delle aliquote Iva per alcuni beni e servizi. I socialisti guidati da José Sócrates, attuale premier ad interim, che già si erano distinti per il taglio di pensioni e salari, e per una consistente privatizzazione del settore pubblico, sono preoccupati per l’impatto negativo di questi provvedimenti sul piano sociale ed economico. Tra i lusitani regna la sfiducia e l’indecisione. Lo rivelano due sondaggi pubblicati a Lisbona i primi di maggio dall’Università Cattolica per Diario de Noticias e la tv pubblica Rtp, che assegna ai socialisti di Socrates il 36% delle intenzioni di voto, contro il 34% al Psd, quindi una sostanziale parità. Forse il Portogallo ha compreso che, a prescindere dall’esito delle elezioni, nel suo futuro è prevista una lunga, rigorosa, estenuante, dieta.

35


televisione

di Rossella Smiraglia

Carmen Morello: donna e attrice, tante le scelte difficili na giovane attrice, bella, grintosa dal passo sicuro, pronta alle sfide e ai sacrifici che una donna in carriera affronta ogni giorno per avere il posto che le spetta: è questa la Carmen Morello che esce da questa intervista. Attrice e mamma, un mix non semplice per chi vuole dare il meglio di sé in ogni campo, le difficoltà per Carmen nascono dall’impossibilità di poter condividere il suo lavoro con l’uomo che ha sposato e dal quale ha avuto i suoi due gioielli. Il trasferimento a Roma è stato la svolta nella carriera di attrice e allo stesso tempo ha determinato la fine del matrimonio, da cui le difficoltà di conciliare la vita familiare con il lavoro. Abbiamo visto Carmen a maggio, su Rai Uno, in “Notte prima degli esami ‘82” nel ruolo che la vede moglie di Ricky Memphis, ma la sua carriera di attrice comincia a sei anni, in una compagnia teatrale di Gela, sua città di origine. I ruoli in tv sono stati tanti, difficile richiamarli tutti, ma come lei stessa ama definirsi, Carmen è un’artista a 360°, che spazia in tutti gli ambiti dello spettacolo, senza fermarsi mai.

U

Partiamo dal trasferimento a Roma dalla Sicilia, cosa ha cambiato per te, per la tua carriera? Tutto. È stata la svolta decisiva per la mia carriera artistica, anche se già in Sicilia lavoravo con due compagnie teatrali. È stata, però, anche la fine del mio matrimonio. Perché è finito il matrimonio? Mio marito era gelosissimo di me e del mio lavoro, diceva che “sono tutte sciocchezze”. Non ha compreso l’importanza che ha per me il fatto di essere un’artista. Non hai mollato, è stato difficile? Sì, molto duro. All’inizio facevo due lavori, al mattino come arredatrice, al pomeriggio andavo in Rai per girare delle brevi fiction per il programma “Al posto tuo”. Mi dividevo tra figli e lavoro, avevo solo l’aiuto di una babysitter, che viveva con noi. Adesso come gestisci la vita familiare? Quattro anni dopo la separazione, insieme ai bambini ed al padre, abbiamo deciso che fosse meglio che andassero a vivere con lui, per dargli uno stile di vita regolare. Anche se posso vederli sempre mi mancano, sai quando non dormono con te… Una scelta difficile? Se avessi avuto mia madre vicino non l’avrei fatto. I miei mi hanno sempre appoggiata in tutte le scelte che ho fatto, ma non potevo chiedere loro di trasferirsi a Roma. Cosa è per te essere un’artista? È tutto, sono un’artista a 360°, mi muovo tra televisione, cinema e

Intervista ad un volto in ascesa del nostro cinema e della nostra televisione teatro. Quando non sono impegnata come attrice organizzo spettacoli e li conduco anche. Cosa stai facendo in questo momento? È terminato da poco il Winter Tour del concorso nazionale “un volto per fotomodella” di cui sono l’agente per il Lazio, ci prepariamo al Summer Tour. È uno spettacolo molto bello, abbiamo già molti sponsor che ci seguono. Come si finanziano gli spettacoli che organizzi? Ci si rivolge ai Comuni, si partecipa ai bandi, ma la burocrazia è tanta ed i contributi sono minimi, quindi mi avvalgo di sponsor privati che mi conoscono e mi seguono. Come si ottiene un ruolo in Rai, ad esempio? Ho sempre ottenuto i ruoli attraverso i provini che il mio agente mi ha procurato. È fondamentale avere un agente e un book fotografico buono. È un consiglio che mi sento di dare, delle buone foto sono necessarie ad ottenere un provino, e non devono costare più di 300 euro. Chiudiamo in bellezza, come va l’amore adesso? Bene, ho un compagno meraviglioso. Mi aiuta nel mio lavoro come può, dal momento che non fa parte del mondo dello spettacolo. Cucina benissimo ed ama viaggiare come me.

39


costume e società di Penelope Salomone

Intervista sulla

senilità

avanzare dell’età comporta (troppo) spesso crescenti necessità legate alla complessità, cronicità, disabilità e criticità delle malattie. Quale sarà lo scenario prossimo venturo per la componente non autosufficiente della popolazione sopra i 65 anni soprattutto in considerazione del mutato contesto socio demografico e delle (limitate) risorse previdenziali? Ne parliamo con il professor Silvio Ferri che, tra l’altro, è stato primario reumatologo al Policlinico bolognese S. OrsolaMalpighi. Professor Ferri, l’anziano: peso o risorsa? Entrambe le ipotesi hanno il loro valore: ma la persona anziana è una grande risorsa. Purtroppo non se ne rendono conto tanti anziani e ancor meno i nostri amministratori. Indipendentemente dall’attività esercitata, ogni anziano è una fonte sperimentata d’informazioni, consigli e disponibilità. Ignorare questo patrimonio, che molto è costato all’individuo e alla società che l’ha tenuto a scuola, è uno spreco sociale inammissibile. Invecchiare è brutto, ma non vuol dire perdere ogni capacità di lanciare messaggi, anche profondi: si rianimano gli altri nel farli sentire più fortunati. Longevità e benessere non sempre vanno di pari passo. Quali sono le misure risolutive per migliorare la qualità della vita nella

L’

L’Italia invecchia ma fatica a trovare strade adeguate per valorizzare il potenziale apporto della popolazione over 65. Abbiamo chiesto un parere al Professor Silvio Ferri PROF.SILVIO FERRI

Terza età? Sul piano clinico la scienza medica è alla costante ricerca di strategie per contrastare la criticità di malattie o inadeguatezze crescenti, per non parlare dei supporti psicologici, tecnici, riabilitativi e affettivi. Ma gli interventi risolutori, si fa per dire, non possono essere affidati soltanto ad un auspicabile rinnovato contesto socio-demografico o ad un miglioramento dei sostegni previdenziali. Il problema si dovrebbe affrontare fin dagli anni della scuola, durante i quali avviare quella “educazione alla vita” che parte dai travagli della nascita e dal sorriso della primavera; affronta poi la maturità che accompagna a passi lenti verso il futuro senza troppe lamentele se infittiscono le rughe e il cammino diventa incerto; com’è nelle regole. La costante attenzione sin da giovani allo stile di vita, alla natura, all’alimentazione e

all’esercizio fisico può limitare molti aspetti delle temibili criticità dell’anziano. Lo slogan del 48° Congresso nazionale della Federspev, l’associazione di sanitari in pensione di cui lei presiede la sezione felsinea, recita “Previdenza, non provvidenza”. Perché? “Previdenza, non Provvidenza” è un epigramma che ben si addice all’Associazione che rappresento e vale non solo per i pensionati ma soprattutto per gli attivi. Provvidenza è la speranza di un bene che ti venga incontro. Previdenza è un bene che si coltiva ogni giorno e ti predispone positivamente al futuro. Questo elogio della previdenza sta alla base della nostra Federazione perché è un progetto costruito per il domani con moneta a valore reale che dovrebbe ritornare da pensionati come debito di valore e non come debito di valuta. C’è poi una previdenza affettiva e sentimentale, anche questa costruita giorno dopo giorno. È il patrimonio di amicizia e solidarietà che si crea tra cittadini e tra professionisti della salute.

41


VG

visioni grafiche


Europride a Roma al 1 al 12 giugno la capitale ospiterà l’Europride 2011, uno degli eventi europei più importanti per le associazioni gay. Sabato 11 giugno, in particolare, sfilerà per le strade di Roma la parata d’orgoglio che partirà da Piazza dei Cinquecento e proseguirà lungo le vie del centro: da via Cavour ai Fori Imperiali, dal Colosseo al Circo Massimo, terminando con il grande concerto finale. Sono previsti inoltre circa 40 carri che si snoderanno lungo Via Giovanni Giolitti, Via Cavour, Piazza dell’Esquilino, Largo Visconti Venosta, Largo Corrado Ricci, Via dei Fori Imperiali, Piazza del Colosseo, Via Celio Vibenna, Via di San Gregorio, Piazza di Porta Capena e Via del Circo Massimo. Testimonial dell’evento è l’attrice Luciana Littizzetto che con la sua comicità ha invitato tutti a partecipare: “Mi raccomando tutti al Gay Pride europeo qui a Roma a sfilare e invito anche i miei amici come Bertone a venire qua. Ci sarà una parte della non educazione sessuale nelle scuole, perché l’educazione sessuale nella scuola è pericolosa. Ci sarà un grande divertimento e tutta questa fila di gay che ormai sono molto più fighi degli eterosessuali. Se tu vai ad una festa e vedi uno figo, 99 su 100 è gay”. Altra testimonial dell’Europride sarà

di Michela Caré

costume e società

D

Dopo i tanti episodi di intolleranza dei mesi scorsi, la Città Eterna ha l’occasione di riscattarsi la cantante Patty Pravo: “Tutti gli esseri umani devono avere gli stessi diritti, indipendentemente dalla loro sessualità, che è una cosa che riguarda il privato. I diritti devono essere riconosciuti e tutelati dalle istituzioni. So che dall’1 al 12 giugno c’è l’Europride a Roma e manifestare liberamente, come manifestano tutti i ragazzi che vanno a scuola o le persone che hanno problemi di lavoro, è un nostro diritto perché è l’unico modo per farsi ascoltare e rispettare”. Presente alla manifestazione anche il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola: “Io ci sarò, come tutti gli anni della mia vita sarò al gay pride, un appuntamento che ha a che fare con la libertà di tutti e di tutte, un appuntamento che guarda alle zone d’ombra che ci sono in tanta parte del mondo, alla violazione dei diritti delle persone, ai pregiudizi che ancora cingono di filo spinato la vita e i sentimenti di milioni di esseri umani”. “I gay, le lesbiche, i trans - ha continuato Vendola - rappresentano un mondo che ha scosso dalle fondamenta l’autorappresentazione del mondo. Un

mondo plurale, fatto di tanti colori, un mondo che non può essere ridotto al bianco e al nero. Io ci sarò perché quella varietà di colori è sempre memoria e nostalgia dell’arcobaleno”. Ma quello che più preme sottolineare è l’importanza dell’ospitalità di un evento come questo nella città capitolina. Una città in cui spesso accadono episodi omofobici discriminatori e violenti. Ma soprattutto in una città che è sede del Vaticano, da sempre ostile nei confronti dell’omosessualità e della transessualità, del riconoscimento di pari diritti per le coppie e le famiglie lesbiche gay e trans, dell’omogenitorialità e transgenitorialità, della prevenzione e della lotta all’aids attraverso la diffusione dell’uso consapevole e informato del preservativo nei rapporti sessuali. Ed è proprio per questo motivo che Roma è stata scelta per ospitare l’europride, perché è importante chiedere al Vaticano più rispetto, uguaglianza, riconoscimento di pari diritti. Dimostrare alla città eterna che, nonostante le discriminazioni e gli atti violenti, gli omosessuali non si arrendono.

45


VG

visioni grafiche

VG visioni grafiche


cose dell’altro mondo

di Andrea Giovanni Sorge

Un bastimento carico di… gomma ui cerchi di grano è stato tutto un fiorire di trasmissioni televisive a tema, di leggende metropolitane e persino di un film con Mel Gibson. Quale sarà l’impatto di questa nuova “apparizione” urbana? Ad essersi materializzati in un qualunque avamposto del Connecticut sono stavolta 2.500 pneumatici. Proprio così, l’anomala discarica, una montagna fatta interamente di ruote d’auto, si è materializzata apparentemente dal nulla in un campo abbandonato dello stato americano. La polizia sta analizzando minuziosamente ogni singolo fotogramma dei video di sorveglianza per capire chi possa aver trasportato e lasciato lì i pneumatici. Un bel mistero!

Morire per l’arte

S

ual è il confine oltre il quale l’arte non dovrebbe mai spingersi? Gli artisti contemporanei ci hanno abituato a tutto: istallazioni luminose, impianti sottocutanei, azioni fisiche. Jairo Villamil voleva fare di più e denunciare, attraverso una performance artistica estrema, allestita da lui stesso dentro la sua università, un appello contro l’alto tasso di violenza e crimini registrato nella sua città d’origine, Bogota. Lo studente si è così coperto il volto con un telo

Q

di plastica, allo scopo di simboleggiare l’omertà dilagante dei suoi concittadini. Il povero ragazzo aveva già provato e riprovato diverse volte la sua performance, senza che fossero avvenuti incidenti. Stavolta però qualcosa è andato storto e il malcapitato è morto per asfissia. I presenti al triste spettacolo hanno tardato a soccorrerlo, in quanto pensavano che le convulsioni e i lamenti facessero parte della performance. Tragicamente surreale.

Come ti “taggo” la rissa na volta tanto Facebook, il social network più famoso al mondo, si è rivelato utile. Una sera come tante in un bar di Chicago, due donne discutono. Improvvisamente, per ragioni rimaste da chiarire, i toni si accendono. Volano insulti ed anche qualcosa di più pesante. Una delle due, infatti, tira addosso all’altra un bicchiere di vetro, per poi andarsene via di corsa. Non

U

contenta, la squilibrata ha deciso di “postare” le proprie gesta su Facebook, evidentemente ritenendo che una simile “prodezza” fosse un motivo di vanto. Peccato che a leggere l’infame post tra milioni di persone sia stato anche un amico della vittima, nel frattempo reduce da una medicazione con ben 32 punti in testa. Il ragazzo ha riconosciuto subito nel racconto tutta una serie di ana-

logie con lo spiacevole incidente capitato alla sua amica. Gli investigatori sono così risaliti alla colpevole senza nemmeno bisogno di aprire le indagini.

Carne al sangue acciare la carne dal freezer per scongelarla prima di uscire è uno di quei gesti propri di ogni routine domestica a cui tutti noi siamo abituati. Lo ha fatto anche la signora Espinoza, cittadina di Dallas, un qualsiasi lunedì mattina prima di accompagnare la figlia a scuola. La poverina però non poteva sapere che al suo ritorno avrebbe trovato la finestra del bagno rotta in mille pezzi. Quel che è peggio dentro casa, completamente nudo, un uomo mangiava in tutta calma il pollo

C

appena scongelato. Rimasto impassibile di fronte alle grida della donna, l’uomo ha chiuso fuori la legittima proprietaria, uscita nel frattempo a chiamare i soccorsi. C’è voluto l’intervento della polizia per trascinare fuori l’uomo a forza e portarlo all’ospedale. Nel commettere l’effrazione, infatti, l’indesiderato ospite si era tagliato con i vetri della finestra, imbrattando il tappeto. Parafrasando il proverbio: tanto va il pazzo al pollo… che ci insanguina lo zerbino!

47


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


I FILM del mese di Emanuela Andreocci

The Hunter Il cacciatore Regia: Rafi Pitts Cast: Rafi Pitts, Mitra Hajjar, Naser Madahi, Malek Jahan Khazai Iran Genere: Drammatico

The

di Emanuela Andreocci

cinema

Conspirator

3 Giugno

Ali è da poco uscito dal carcere e mantiene la sua famiglia lavorando come guardiano notturno a Teheran. Un giorno, però, la tragedia: tornando a casa non trova più né moglie né figlia e scoprirà, a distanza di tempo, che sono morte entrambe. Comincerà quindi così la sua personale e disperata vendetta…

Quando Redford indaga la storia ilm importante per esordire nel campo della produzione quello scelto da The American Film Company, casa fondata nel 2008. Ed è importante per diversi aspetti. Il primo, che forse è anche quello più evidente, è la forza del cast artistico scelto per la pellicola: dietro la macchina da presa, infatti, troviamo Robert Redford (il cui ultimo film risale a Lions for lambs nel 2007, presentato in Italia durante la seconda edizione del Festival del Film di Roma), mentre sullo schermo i personaggi sono interpretati da Robin Wright, James McAvoy, Evan Rachel Wood, Justin Long e Kevin Kline. Il secondo aspetto rilevante è il tema trattato: Redford, seguendo la storia di un una donna, va infatti ad indagare un argomento importante e patriottico come l’assassinio di Abramo Lincoln ad opera di John Wilkes Booth. Ci troviamo nel 1865, a Washigton: Mary Surratt, 42 anni, è l’unica donna, in mezzo a sette uomini, ad essere accusata di aver progettato l’assassinio del Presidente, del vice Presidente e del Segretario di Stato, ed è la prima donna ad essere condannata all’impiccagione in America. La sua colpa? Gestire la casa dove l’assassino del presidente e i suoi complici si riunivano per pianificare il delitto. Il giovane avvocato Aiken, sebbene riluttante, decide di difendere la donna davanti al tribunale militare, e pian piano comincia a credere nella sua innocenza, pensando che qualcuno la stia usando come ostaggio per catturare il vero assassino, finora rimasto nell’ombra: suo figlio John. The conspirator, quindi, racconta la storia avvincente di un’eroina che avrebbe fatto di tutto per difendere la sua famiglia e di un uomo che ha rischiato tutto per salvarla. Non è assolutamente una novità per Refdord dedicarsi a film improntati alla ricerca della verità e della notizia, non è una novità la contaminazione dei generi e il suo ultimo lavoro ne è la prova: rende attuale e interessante un fatto avvenuto più di due secoli fa, rende la storia un avvincente dramma su cui indagare.

X-Men: L’Inizio

F

Regia: Matthew Vaughn Cast: James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrenc USA Genere: Fantascienza

8 Giugno

Prima di diventare acerrimi nemici con i nomi di Professor X e Magneto, Charles Xavier e Erik Lensherr erano molto più che grandi amici e lavoravano insieme con altri mutanti. A causa di un dissidio durante la lotta contro la più grande minaccia che il mondo abbia mai affrontato, le loro strade si separano irrimediabilmente…

13 Assassini Regia: Takashi Mike Cast: Kôji Yahusho, Yusuke Iseya, Tsuyoshi Ihara, Takayuki Yamada Giappone, Gran Bretagna Genere: Azione

10 Giugno

Il nobile samurai Shinzaemon Shimada viene incaricato di assassinare il crudele feudatario Naritsugu dopo la sua violenta ascesa al potere. Insieme ad alcuni fidati samurai si imbarcherà nella pericolosa missione: il loro nemico è infatti protetto da un abile esercito guidato da Hanbei, da sempre acerrimo nemico di Shinzaemon.

Paul Regia: Greg Mottola Cast: Simon Pegg, Nick Frost, Seth Rogen, Jason Bateman, Kristen Wiig Gran Bretagna, Francia Genere: Commedia

10 Giugno

Durante il viaggio verso gli Usa per un’importante convention di fumetti, Graeme Willy e Clive Collings, due nerd inglesi appassionati di fantascienza, avranno un incontro che sconvolgerà la loro esistenza: nel deserto del New Mexico, infatti, si imbatteranno in Paul, un alieno appena evaso da una base militare…

I guardiani del destino Regia: George Nolfi Cast: Matt Damon, Emily Blunt, Shohreh Aghdashloo, John Slattery USA Genere: Thriller

17 Giugno

Una nuova organizzazione fa la comparsa in America: sono gli agenti del destino che intervengono per separare David Norris, prossimo senatore degli Stati Uniti, dalla bella ballerina Elise Sellas non appena il protagonista si rende conto di essersene innamorato. A David la decisione: combattere il destino o accettare una sorte già stabilita?


teatro

di Chiara Rovan

Il teatro non va in vacanza

Tamara

R

Al complesso del Vittoriano, la mostra di Tamara de Lempicka a regina del moderno” è finalmente arrivata a Roma con una mostra tra le più complete e senza precedenti. 90 dipinti, 30 disegni, 50 fotografie d’epoca (alcune inedite) e due filmati per raccontare la storia eccezionale di un genio ribelle che ha fatto della trasgressione il suo punto di forza. Femme fatale dal carisma seducente, imperatrice della stravaganza, madre dell’iconografia erotica del Novecento, ha vissuto intensamente la sua vita attingendo da varie correnti. La sua pittura ha tracce di costruttivismo russo, futurismo, cubismo, realismo, passando per il classicismo e il Rinascimento di Botticelli e Carpaccio. Una diva contemporanea poliedrica, multilingue, cosmopolita, emancipata che voleva essere di tutti senza appartenere a nessuno. Proprio come nella sua arte, dove mille sfaccettature e influenze pittoriche prendono vita sino a condurla a una delle principali correnti degli anni ‘30, l’art Decò, diventandone icona indiscussa. La mostra “Tamara de Lempicka. Regina del moderno” presente al Vittoriano fino al 10 luglio, è un vero e proprio viaggio emotivo ed estetico. Si viene catturati dalle vibranti sensazioni scaturite dalla morbidezza della carne, dalle capigliature lucenti, dagli occhi vuoti che nascondono, nel baratro, la profondità. Bocche rosso vermiglio, tessuti morbidi che si poggiano sulle rotondità come una carezza, delicatezza botticelliana nelle mani, in contrasto con la forza dirompente dello smalto. Tutto parla di femminilità. Molte le donne protagoniste delle sue rappresentazioni artistiche, dall’amante alla figlia, che sfoggiano ora timidezza ora sfrontatezza. Gli uomini, invece, figure maschili impettite, innaturali, posizionati nella loro rigidità da giacche imbalsamate, capelli lisci perfettamente fissati da un lato, sguardo breve, impenetrante, quasi ridicolo. L’uomo è oggetto. Tamara, avanguardista nella vita e nell’arte, ha sedotto gli sguardi di tanti ammiratori non solo per la sua pittura ma per il suo essere vera negli eccessi, nelle trasgressioni, nella ricercatezza dell’estetica e del lusso. La sua personalità decisa e la sua arte voluttuosa e patinata l’hanno portata lontano. Così lontano da essere oggi apprezzata, a più di trent’anni dalla sua morte, come vera e indiscussa “regina del moderno”.

“L

57

arte e cultura

oma si prepara ad aprire i battenti all’intrattenimento estivo con una serie di eventi che di certo accontenteranno i gusti del suo fedele grande pubblico. Il Teatro Stabile San Carlino aspetta tutti i bimbi fino al 12 giugno per rivivere con i suoi burattini la favola di Raperonzolo. Il 6 giugno, serata evento al Teatro Vascello con l’esilarante Chi ha incastrato il MakkeKomico, con Mago Mancini, Sergio Viglianese e 15 tra i comici più spassosi d’Italia. Il Teatro India continua la sua stagione con Don Chisciotte (dal 4 al 12), per la regia di Antonio Latella, La canzone di Nanda, storia a tappe attraverso i Diari della nota scrittrice genovese Fernanda Pivano e Lavori in corso (fino al 19) di C. Fava, uno spaccato amaro sulla costruzione del ponte di Messina. Fino al 26, Atto senza parole e altri testi di S. Beckett per la regia di P. Sepe e a seguire Gli Orazi e i Curiazi di B. Brecht. Il Teatro Palladium ospiterà dall’8 al 12 giugno il Roma3FilmTeatroFestival, ensemble di attività di studio e sperimentazione artistica di giovani artisti e professionisti del cinema, del teatro e del video. Per gli appassionati di Shakespeare, il Globe Theatre accoglierà, come sempre, grandi spettacoli del bardo: I due gentiluomini di Verona, La tempesta con Giorgio Albertazzi, Molto rumore per nulla, La bisbetica domata e il celebre Sogno di una notte di mezza estate. Cabaret e risate All’Ombra del Colosseo dal 22 giugno al 31 luglio con ospiti strepitosi: Max Giusti, Maurizio Battista, Antonio Giuliani, Pablo&Pedro, Dario Cassini, Rodolfo Laganà, Greg & Lillo, Andrea Perroni, Baz, Francesca Reggiani. Alla decima edizione, il Festival delle Letterature nella Basilica di Massenzio presenterà 19 autori italiani e stranieri tra i più rilevanti e interessanti della scena mondiale che si confronteranno, con attori e musicisti, sul tema Storia/Storie. Fino al 21 giugno: Giancarlo De Cataldo (7), Gary Shteyngart (9), Michela Murgia (14), gli autori finalisti del Premio Strega (16), Wilbur Smith (21) ed Eleonora Danco (23). Infine il Teatro dell’Opera propone la Bohème (fino al 26/06) e, alle Terme di Caracalla, Il lago dei cigni (fino al 20/07), la Tosca e l’Aida (fino al 10/08). Special guest ROBERTO Roberto Bolle con il suo gran galà della BOLLE danza il 23/07. Buona divertimento!

Voluttuosamente

di Ludovica Botti

Estate 2011: la Capitale e la sua kermesse estiva


informazione redazionale

di Penelope Salomone

Sport, giochi e apprendimento per bambini e ragazzi Dal 13 giugno parte il 2° Campus Estivo del Queen’s Club Roma l conto alla rovescia per l’ultimo suono della campanella scolastica è iniziato. Le vacanze sono alle porte, ma, purtroppo, solamente quelle degli scolari, perché le attività lavorative non si fermano per i tre mesi dell’estate. Ecco quindi che nasce l’esigenza di proporre ai propri figli attività divertenti e formative al tempo stesso, mentre mamma e papà sono al lavoro. Il Queen’s Club Roma, in collaborazione con Baby&Job e con l’Associazione Culturale Via Andante, propone ai propri piccoli Soci la Seconda Edizione del Campus Estivo. Non un semplice Centro Estivo, ma un Campus nel rispetto della filosofia che sottende tutte le attività del Club. Il Campus sarà un’occasione per i bambini di perfezionarsi nelle discipline sportive già praticate o di avvicinarsi a nuove attività grazie alla presenza costante dei Maestri e Istruttori Federali dell’Accademia dello Sport del Queen’s Club Roma: i bambini, divisi per fasce d’età e per livello sportivo, potranno cimentarsi nel Tennis, nel Nuoto, nel Calcetto e nell’Atletica. Ogni giorno si apre con il Grande Cerchio d’Apertura: un momento aggregativo fondamentale che segna l’avvio alla giornata. Il lunedì, in particolare, si effettua la divisione in squadre e viene dato il via al Torneo Settimanale. Ricco il programma studiato per i bambini: giochi a squadre, tornei sportivi, giochi di ruolo, mini Olimpiadi, caccia al tesoro, staffette, giochi acquatici, laboratorio teatrale e musicale, balli di gruppo e realizzazione di un musical per la recita di fine settimana. Il tutto si svolgerà nella grande area verde del Club e nelle strutture sportive (campi da tennis e da calcetto, corsie riservate della piscina, palestra) in uso esclusivo negli orari pianificati. Novità di questa edizione del Campus è l’English Day: una giornata intera in cui tutte le attività e tutti i giochi si svolgeranno parlando esclusivamente in inglese e con il supporto di un docente madrelingua. Ai bambini sarà servita una merendina a metà mattinata e una a metà pomeriggio; per il pranzo (composto da primo, secondo, contorno, frutta e acqua minerale) è stato studiato un menu che apporti le giuste calorie ma non appesantisca l’organismo, tenendo conto delle attività da svolgere e della temperatura esterna.

I

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Queen’s Club Roma Via Cristoforo Colombo, 1800 - Tel. 06.52370612 - 06.52370253 E.M.

arte e cultura

Lo splendore fiorentino a Montecatini La grande pittura rinascimentale nella cittadina toscana anti poeti navigatori… Gli Uffizi a Montecatini Terme: i ritratti dei personaggi illustri ospitati nel leggendario museo fiorentino si possono ammirare alle Terme Tamerici nella cittadina toscana fino al prossimo 16 luglio. La mostra, curata da Francesca de Luca, direttore del dipartimento per l’arte del Cinquecento e Seicento degli Uffizi, presenta 70 opere tutte dipinte da Cristofano dell’Altissimo, allievo del Pontormo e del Bronzino, su incarico di Cosimo I, per la Sala del Mappamondo a Palazzo Vecchio. Per realizzare un così sorprendente album, il pittore copiò la raccolta (oggi dispersa) di ritratti che il medico, filosofo e collezionista comasco Paolo Giovio mise a disposizione del progetto mediceo. Dalla favolosa collezione gioviana proviene il Ritratto d’Alessandro Achillini di Amico Aspertini, autore di spicco del Rinascimento emiliano: un dipinto prezioso, ignoto fino al 2008, acquisito dalla Galleria grazie al mecenatismo degli Amici degli Uffizi, ora anch’esso in trasferta nella rinomata stazione termale. Ad accogliere i visitatori nel fascinoso scrigno architettonico di Villa Schmitz non solo santi, poeti, navigatori ma una folla di papi e cardinali, imperatori, re, principi, condottieri e conquistatori, artisti e scienziati: Dante, Vittoria Colonna, Cosimo I, Caterina de’ Medici, Colombo, Vespucci, papa Leone X e Clemente VII, Solimano il Magnifico, il Tamerlano, il Saladino, Carlo V, Leonardo, Michelangelo, Machiavelli, Ariosto… Una curiosità: sul retro della maggior parte delle tavole sono stati scoperti appunti di natura astrologica a confermare uno studio sulle relazioni fra gli astri e il carattere degli Illustri. Si tratta di un evento che, per chi non è a Montecatini, val bene una gita anche perché i ritratti, collocati in alto e perciò malvisti agli Uffizi - come fa notare il direttore dello storico Museo Antonio Natali - alle Tamerici si possono osservare a un’altezza compatibile con l’esigenza di una buona visione. Sarà per questo che abbiamo notato tra i visitatori anche numerosi fiorentini.

S

59


VG

visioni grafiche


VG visioni grafiche

VG

visioni grafiche


informazione redazionale

Francesca O. Fare la moda, non subirla ituato sulla piazza più centrale dell’Axa (Piazza Eschilo), il negozio di abbigliamento di Francesca O. è un punto di riferimento per tutte quelle ragazze che cercano stile, esclusività e linee nuove. La premessa di Francesca è semplice: “Cerco di scegliere sempre quello che più attira la mia attenzione, cercando di non limitarmi a ciò che è accettato da tutti come moda. Non sono capace di proporre nelle mie vetrine cose che non mi piacciono. Ho uno stile, un’impronta su cui punto. Mi rendo conto che molte persone acquistano basandosi sul momento, sull’accessorio che va, sull’articolo che va. Io cerco di proporre qualcosa di diverso”. È per questo che proponi marchi particolari? Per scelta non lavoro con marchi particolarmente conosciuti. Sono pubblicizzati ma non sono vere e proprie “firme”. Capita che alcune delle aziende che ho in negozio poi diventino famose, oppure che occupino le pagine pubblicitarie di famosi rotocalchi nazionali, ma a me interessa soltanto una cosa: saper proporre una moda femminile e giovane, una moda che abbia come punto di riferimento la ragazza e la signora giovane. È questa la tua clientela di riferimento? Decisamente sì. Mi rivolgo a donne che abbiano ancora il gusto del vestire e del distinguersi. La mia non è una boutique casual o una semplice jeanseria. Da me è possibile trovare un abbigliamento con uno stile ricercato per uso quotidiano, ma anche per l’occasione speciale. E i clienti ti seguono? Se si considera che l’Axa non è propriamente un quartiere da cui si passa per andare altrove, direi proprio di sì. Negli anni ho avuto la possibilità di costruirmi una clientela fidelizzata, che mi chiede consigli, che mi consulta per trovare la soluzione migliore. Cosa andrà di moda questa estate? La moda si ispira anche agli anni ‘70, sono molto richieste le tute pantalone intere, gli abiti di tessuti leggeri e ancora una volta scarpe con il plateau e tacchi vertiginosi. Per raggiungerti? Semplicissimo, sto sulla piazza principale dell’Axa, c’è anche un parcheggio riservato.

S

di Valentina Mancini

moda e tendenze

Il teatro alla moda Costume di scena Grandi stilisti La mostra di preziosi capi made in Italy protagonisti dei palcoscenici ra la fine dello scorso anno quando la mostra veniva inaugurata nella città Eterna, presso la Fondazione Roma Museo di Via del Corso. A distanza di qualche mese, “Il teatro alla moda” approda a Milano presso Palazzo Morando, lo spazio espositivo dedicato a costume, moda e immagine. A cura di Massimiliano Capella, la mostra è promossa da: Comune di Milano, Musei Mazzucchelli, Raccolte Storiche Palazzo Morando e Altaroma. Fino al 10 Luglio sarà possibile immergersi in un’atmosfera d’altri tempi in cui l’arte, il teatro e la moda si fondono in creazioni che sono vere opere d’arte. Cento costumi originali realizzati da alcuni tra i più celebri stilisti italiani per rappresentazioni teatrali, operistiche e coreutiche. Si tratta, infatti, di creazioni d’alta moda andate in scena in tutta la loro magnificenza presso teatri quali il Teatro alla Scala e Il Piccolo di Milano, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Regio di VERSACE Parma, il Teatro San Carlo di Napoli, l’Arena di Verona, le Terme di Caracalla. Sono solo alcuni dei palchi che hanno ospitato le creazioni dell’industria fashion, fattasi bottega per speciali occasioni in grado di realizzare manufatti unici e di rara bellezza. Ecco i nomi degli stilisti, rigorosamente in ordine alfabetico: Giorgio Armani, Roberto Capucci, Enrico Coveri, Fendi, Alberta Ferretti, Romeo Gigli, Antonio Marras, Missoni, Emanuel Ungaro, Valentino, Gianni Versace. Hanno vestito artisti del calibro di Luciano Pavarotti, Montserrat Caballè, Katia Ricciarelli, Cecilia Gasdia, Luciana Savignano, Carla Fracci, Teresa Stratas, Luciana Serra, Lucia Aliberti, Sesto Bruscantini e molti altri. Dalla Lucia di Lammermoor (Teatro alla Scala), alla Carmen di Bizet (Terme di Caracalla), passando per La Traviata e il Capriccio di Strauss, la moda made in Italy si è intrecciata con un altro capolavoro: quello del teatro.

E

INFO: Palazzo Morando - Via Sant’Andrea, 6 (Milano) Tel. 02.88446056 - Orari: da mar. a dom. ore 9:00/17:30

63


spettacolando

di Barbara Zorzoli

Mariah Carey è diventata mamma di due gemelli inalmente ce l’ha fatta! Dopo mesi di gossip e foto postate su Twitter con tanto di pancione in versione painting tattoo, Mariah Carey è diventata mamma di due gemellini: un maschietto e una femminuccia, che pesano poco più di due chili e godono di ottima salute. I neo-genitori ancora non rivelano i nomi dei due bambini, ma sono davvero al settimo cielo, anche perché hanno visto la luce proprio nel giorno del loro terzo anniversario di matrimonio, il 30 aprile. Una coincidenza pazzesca che rende ancora più speciale questa data. Intanto a casa Cannon/Carey fervono i preparativi per accogliere i gemelli nella loro lussuosa nursery milionaria e le celeb di Hollywood fanno a gara per congratularsi con l’ugola pop Mariah Carey. Chissà che belle ninne nanne sentiranno i due piccoli…

F

Miranda Kerr allatta al seno Flynn… Hollywood la discrezione, si sa, non è di casa. Ma tra tante immagini osé, spesso volgari, ecco sbucare nel web la foto di Miranda Kerr che allatta al seno il suo piccolo Flynn. Da dove è spuntata fuori? Da Twitter, of course! Il produttore discografico Russell Simmons, caro amico della star, infatti, ha pensato bene di pubblicare uno scatto rubato da un backstage mentre mamma Miranda Kerr, in tutta la sua bellezza con indosso una vestaglia di raso e un paio di sexy stiletti rosso fiammanti, nutriva suo figlio. Un’immagine bellissima, per carità, che rende bene il grande senso di maternità della modella… ma chissà cosa ne pensa il papà Orlando Bloom. Speriamo non diventi… furioso!

A

Angelina Jolie January Jones è incinta o showbiz americano è ormai un vero e proprio cantiere natalità e Mommywood 2011 si annuncia ogni giorno più sorprendente e affollato che mai! Chi si aggiunge alla lista delle maternità in arrivo entro l’anno? È presto detto: si tratta di January Jones, protagonista della serie Mad men, che ha annunciato tramite il suo portavoce di essere incinta del suo primo figlio: parto previsto in autunno. La star sembra aspetti il suo bambino da Jason Sudeikis, ma - piccolo particolare - i due si sarebbero lasciati a gennaio, quindi affronterà la gravidanza da sola. “January non vede l’ora di iniziare questo nuovo capitolo della sua vita da madre single”, fa sapere il suo addetto stampa. Della serie meglio soli che male accompagnati?

L

testimonial per Louis Vuitton er ora si tratta solo di rumors, ma presto potrebbe arrivare la conferma ufficiale alla notizia che sta tenendo in allerta fashion addicted e non solo: Angelina Jolie è la nuova testimonial di Louis Vuitton. Insomma, dopo i grandi nomi di Madonna, Uma Thurman, Laetitia Casta, Scarlett Johansson, Bono Vox e Sofia Coppola, sembra che stavolta il brand abbia deciso di puntare tutto su una delle attrici più popolari e più belle di Hollywood. Fuoriclasse per fuoriclasse, pare proprio che la star tutta tattoo, figli e beneficenza, poserà per l’obiettivo della fotografa Annie Leibovitz e incasserà ben 10 milioni di dollari! Una cifra da capogiro che probabilmente Angelina destinerà, almeno in gran parte, alle sue numerose cause benefiche e attività umanitarie. A questo punto non resta che attendere la conferma con tanto di scatti fotografici.

P

67


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


arredamento di Simona Bottoni

Il Salone del Mobile di Milano 2011 Appuntamento obbligato di ogni anno per fare il punto su creatività ed evoluzione tecnologica nche il 2011 si è concluso per il Salone di Milano con un grande successo di visitatori professionali e di pubblico: quest’anno ha visto la presenza di 282.483 visitatori, dei quali 177.964 esteri da 154 paesi, 32.870 visitatori domenicali e i 5.967 operatori della comunicazione. Il Salone del Mobile è il punto di riferimento a livello mondiale del settore Casa ed Arredo; è uno strumento dell’industria che trova in esso uno straordinario veicolo di promozione. Nasce nel 1961 con l’intento di promuovere le esportazioni italiane di mobili e complementi, impegno che ha soddisfatto pienamente nel tempo, divulgando nel mondo la qualità del mobile italiano, e che continua a soddisfare se si pensa che più della metà dei suoi visitatori è straniera. Nel 1965 per la prima volta vengono raggruppate le aziende leader del settore arredo in uno spazio espositivo uniforme per offerta commerciale. Il 1965 è anche l’anno in cui gli espositori cominciano a porre grande attenzione agli allestimenti, caratteristica che contraddistinguerà sem-

A

pre il Salone rispetto alle altre manifesta- solo pezzo senza saldature), come “Ichi” di zioni. Divenuto internazionale dal 1967, è Marc Sadler della collezione Kami per capace ancora oggi di così tanta risonanza Slide. Con riguardo ai talenti emergenti, le da non aver eguali al mondo, in nessun set- loro creazioni riflettono l’era della precatore. Quest’anno abbiamo voluto focalizza- rietà e della globalizzazione in cui sono crere il nostro resoconto sulle strade della sciuti: pezzi di grande concretezza pensati ricerca e sul design dei talenti emergenti per rispondere alle sfide poste dalla conche hanno esposto al Salone Satellite nei temporaneità a partire dalla più importante, quella della salvaguardia padiglioni di Rho-Pero. Inutile sottolineare delle sempre più scarse risorcome, lato ricerca, la plastica la faccia se del pianeta. Dunque, al ormai da padrone: erano i lontani anni bando gli sprechi e gli ecces‘60 quando si iniziavano a realizzare si e largo, invece, a progetti mobili e complementi dalle forme insolite e essenziali scomponibili e polifunzionali, dai colori decisi: la plastica è economica e riciclati e riciclabili, possibilmente a consente la produzione in serie e ciò perbasso costo. Così, Luca Gnizio realizza la mette di rendere il design alla portata di lampada “Wildfor” assemblando sezioni tutti, con una ventata di libertà e di antidi vecchie tubature per acqua e scocche di conformismo. Questo materiale diventa, ventilatori usati. La francese Emilie Colin poi, anche il simbolo della cultura pop: a Garros progetta il tavolo “Rythmique fonpartire dai mobili gonfiabili in PVC che cionelle”, prodotto da un’unica lastra di hanno segnato il decennio dal ‘60 al metallo tagliata a laser i cui ritagli del piano ‘70, la ricerca nelle materie plastiche si vengono ripiegati a formare è evoluta ed i nuovi arredi sono in metail supporto, senza sprechi crilato (una resina termoplastica di materiale (è uno dei simile al vetro ma molto più leggeprototipi presentati dal ra che si può mescolare con VIA, l’Ente francese che diversi colori), come “Alice” di promuove i giovani Jacopo Foggini per Edra, oppuLAMPADA WILDFOR designer). re in polietilene (che consente DI LUCA GNIZIO di produrre corpi cavi in un

71


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


architettura

di Leonardo Caviola

Amare l’architettura contemporanea A Roma un movimento di appassionati aiuta a capire i grandi architetti del nostro tempo al 2009, anno della sua fondazione, a Roma ha preso vita un movimento i cui intenti sono manifestamente insiti nel suo slogan: “Amate l’Architettura”. Tale corrente si prefigge di contrapporsi alla malsana abitudine di attaccare indiscriminatamente gli architetti. Ogni opera di architettura contemporanea (ponte di Calatrava a Venezia, torri di Piano e Fuksas a Torino, Ara Pacis di Meier a Roma, ecc.) viene, a prescindere, vista come una calamità per la città che la ospita arrivando alla frettolosa conclusione che l’architettura è socialmente inutile ed estremamente dannosa al punto da non far più costruire quasi nulla di contemporaneo in un centro storico per un velleitario timore reverenziale. Se si costruisce in periferia manca una reale e viva partecipazione dei professionisti di settore, immancabilmente posti ARA PACIS DI MEIER sempre ai margini dell’iter progettuale. Solo il 1015% di quanto si costruisce in Italia è opera degli architetti e - immancabilmente - quando un nuovo quartiere viene costruito (non più intorno ad una piazza o una chiesa ma ad un centro commerciale dagli ampi parcheggi!), la colpa è irrimediabilmente dell’architetto di turno, relegato giocoforza a dedicarsi all’estetica del singolo palazzo/formicaio senza alcuna voce in capitolo negli accordi tra politica e grandi costruttori che possono snaturare eventuali indicazioni di un piano Regolatore. Al Movimento “Amate l’Architettura” il merito di difendere la categoria intendendo l’Architettura Contemporanea come espressione di cultura, volano sociale, civile ed economico, come invenzione, sperimentazione ed innovazione. Una sapienza cosciente che quanto edificato nei secoli scorsi è stato, a suo tempo, modernissimo. Si dovrebbe pertanto insistere nel trovare un dialogo tra le nuove costruzioni, progettate secondo criteri contemporanei, il territorio e gli edifici dal valore storico. Non è copiando le architetture del passato, progettate con materiali ed esigenze diverse, che si fa architettura. Ogni edificio, ogni opera, ogni nuovo intervento sul territorio deve essere un’occasione per fare architettura attribuendo un valore aggiunto all’ambiente ed al mondo che ci circonda.

D

75


VG

visioni grafiche


VG

visioni grafiche


di Simone Felicetti

viaggi

HVAR

Le isole della

Croazia

Piccole comunità rurali, tanta natura e un mare da sogno el cuore dell’Adriatico c’è un arcipelago incantevole, dove i tratti storici e culturali del mondo balcanico si incontrano con i paesaggi, gli scorci e le suggestioni tipiche del mondo ellenico. Si tratta dell’arcipelago principale della Dalmazia centrale, formato essenzialmente da quattro grandi isole (Brac, Hvar, Vis e Korcula) e da una serie di piccole isole satellite. A poche miglia dalla costa spalatina e non a distanze proibitive dalla costa orientale italiana ci si può immergere tra le terre aspre, pietrose e al contempo verdissime che caratterizzano morfologicamente queste zone, e nelle acque cristalline che lambiscono le coste. Terre così vicine, dunque, e insieme così lontane nel tempo. Luoghi dove tutto è scandito lentamente e dove tutto, a prima vista, sembra restare immutato. Un posto ideale dove recarsi se si è alla ricerca di tranquillità e riposo, ancor più se in prossimità di una stagione estiva. Una stagione, peraltro, perfetta per apprezzare al meglio ogni attrattiva. Contraddistinto da un clima particolarmente mite e asciutto, questo angolo del Mediterraneo si presta alla perfezione a quanti amano, sì, il sole e il mare, ma anche tutto ciò che di altro possono offrire queste isole; una vegetazione verde e fitta che si scontra con il fascino immutabile delle rocciose scogliere che si affacciano sul mare. Scogliere monumentali che solo il gelo delle correnti fredde, presenti durante le stagioni invernali, può scalfire. E ancora altri contrasti e chiaroscuri: folle di giovani che si riversano fino a tarda notte nei luoghi del divertimento e angoli remo-

N

ti dei borghi più dormienti dove l’età media è molto avanzata e le usanze sono quelle di un tempo. Un paese, la Croazia, caratterizzato proprio da fenomenali accelerazioni e dinamici mutamenti sociali e culturali, ma anche da un raro spirito di conservazione. Trattandosi di comunità prevalentemente rurali, ciò che non si può far a meno di apprezzare sono i prodotti della terra, così come la maestria e la sapienza di chi li cura, dalla semina al raccolto. Immense le distese di salvia e lavanda, di cui si è fatto un business tipicamente turistico, così come il quantitativo sbalorditivo di fichi primaverili e settembrini coltivati su queste terre immacolate. E ancora una grande cultura vinicola, specie per quel che riguarda i passiti (Proseka), che vantano una tradizione secolare. Se Brac è considerata l’isola più dinamica, forse anche perché più in prossimità della terra ferma, Korcula, la più selvaggia, Vis, la più intima, è senz’altro a Hvar che si possono riscontrare i tratti che accomunano queste oasi. Hvar non è solo l’isola più popolare ma è anche la meta privilegiata dai turisti. Tuttavia non si tratta di un turismo soffocante, perché ognuno può disporre dei suoi spazi senza particolari sovraffollamenti. Borghi, fiordi, vitigni bassi e, ancora, asini carichi di sacchi e muretti di sassi per delimitare i confini delle campagne sono solo alcuni degli aspetti che dipingono gli scenari che accompagnano i tragitti tra un paese e l’altro. Il centro principale Hvar, omonimo dell’isola stessa, e i paesini di Jelsa e Vrboska, infine, godono tutti di scenografie e ambientazioni talmente affascinanti da riuscire, qua e là, ad “intravedere Venezia”.

KORCULA

79


VG

visioni grafiche


Parco naturale della

di Paolo Baroni

una gita fuori porta

Valle del Treja

CALCATA

Piccola escursione tra natura, medioevo e artigianato l Treja, affluente del Tevere, attraversa territori di natura vulcanica e, nel tempo, le sue acque hanno scavato fosse profonde e articolate, quasi sepolte da un fitto manto vegetale. Istituito nel 1982, è l’unico parco del Lazio sorto per tutelare l’ambiente naturale di un corso d’acqua. Lungo le sponde, dove di rado arriva la luce del sole, troviamo un sottobosco caratterizzato da equiseti e felci, mentre i versanti più esposti vedono la presenza di una vegetazione tipicamente mediterranea quali il leccio ed il corbezzolo. Sui pianori retrostanti non mancano boschetti di querce e, a ridosso delle pareti più umide e fresche, troviamo specie quali l’acero, il nocciolo, l’edera e la vitalba. In alcuni tratti il fiume si fa spettacolare, come con le cascate del Monte Gelato con salti d’acqua di altezza modesta in un paesaggio di grande bellezza (molti registi hanno utilizzato questo scenario come set cinematografico). Lungo i sentieri è possibile osservare tracce della presenza del tasso, del cinghiale, della volpe e dell’istrice. Le due cittadine, Calcata e Mazzano Romano, vantano uno straordinario interesse urbanistico. La prima, appollaiata su un altopiano che domina la vallata, presenta un magnifico centro storico al quale si accede attraverso una doppia porta ad arco sovrastata dalle mura merlate del palazzo baronale Anguillara. La sua piazza, da cui dipartono stradine e vicoli oggi pieni di negozi di artigianato, fu scelta da Pasolini per girare alcune scene del suo Decameron nel 1971, e vent’anni prima da Rossellini per l’ambientazione del film Francesco giullare di Dio. Mazzano presenta una struttura medievale con un’unica via ad anello e la piazza Antisà dove si riconoscono i resti del coro dell’antica chiesa risalente al sec. XVI, purtroppo demolita nel 1940 poiché pericolante. Ed infine, di notevole importanza storica, è Narce, il nucleo di un centro abitato dai Falisci, l’antico popolo che si schierò con gli etruschi contro le prime mire espansionistiche dei romani. Buon weekend a tutti!

I

81


VG visioni grafiche


informazione redazionale

Giralc Grandi cucine per addetti ai lavori i solito, quando si afferma che qualcuno ne sa di cucina, si immagina uno chef di comprovata abilità intento a preparare golosità. Ettore Rosati, titolare della Giralc, di cucina ne sa ancora di più, perché si occupa di fornire l’assistenza e gli elementi necessari a rendere funzionali le cucine di ogni tipo di ristorazione. Gli abbiamo rivolto alcune domande sul tipo di servizio che propone. Perché si è specializzato in questo settore? Ho cominciato con mio padre, ormai 35 anni fa. Adesso spetta a me portare avanti l’azienda di famiglia. È un tipo di impresa complessa, nella quale purtroppo molti si improvvisano, magari dopo soli pochi mesi di apprendistato. Ovviamente, spesso stanno poco sul mercato e rinunciano. Cosa fate esattamente? Progettazione, vendita e assistenza per tutto ciò che riguarda la ristorazione, quindi principalmente cucine. Negli anni avremo installato centinaia e centinaia di cucine. Il cliente vuole l’economicità e la professionalità e noi siamo tra i migliori, anche perché lavoriamo in qualità di distributori del primo gruppo mondiale. Proponiamo un affiancamento e una consulenza dalla progettazione all’apertura e alla manutenzione. Le cucine cambiano notevolmente a seconda della grandezza, dell’ambiente e di tanti altri fattori. Quindi il lavoro non finisce con l’installazione… Direi di no. I titolari dei punti di ristorazione sanno che l’assistenza è fondamentale: tutti ne hanno bisogno. Noi ci occupiamo anche della detergenza e degli accessori (pentole ed utensili). Ci tengo a precisare che il nostro servizio di assistenza tecnica è diretto, cioè che non prendiamo personale esterno ma mandiamo solo i nostri dipendenti. Facciamo anche sopralluoghi e mettiamo in sicurezza secondo le normative vigenti. Avete forme di pagamento che facilitano? Certamente, abbiamo la possibilità di finanziamenti e leasing operativi. La nostra attività comprende tutto il Lazio. In base alla richiesta ci spostiamo anche fuori, in tutta Italia.

D

INFO: Giralc - Grandi impianti Rosati Show room ed uffici: Via Maurizio Arena 21/25 Officina: Via dei Romagnoli 1827 Tel. 06.82085778 - Cell. 347.2465686 e-mail: rosati_gi@tiscali.it - www.giralc.it

83


VG

visioni grafiche


di Simone Felicetti

questione di cilindri

Range Rover Evoque Prestigio e potenza per un’anomalia stilistica

volta di stile per la Range Rover, che con la nuova Evoque mira ad attrarre una clientela diversa rispetto a quelli che sono gli standard della casata britannica. Disponibile sia in versione Coupè, sia cinque porte, la nuova Evoque è già stata presentata al grande pubblico nei Motor show di New York e Shanghai. Per la prima volta in quarant’anni di storia la Range Rover sarà disponibile sia in versione a trazione anteriore che in versione a trazione integrale; una scelta che intende conquistare tutti quei clienti che scelgono di acquistare un Suv per spostarsi in città. Sicuramente la più leggera e compatta della vasta gamma Range Rover, l’Evoque è anche la più tecnologicamen-

S

te avanzata per quel che riguarda le dotazioni di bordo. Lunga 4,35 metri, 15 in meno rispetto alla Freelander e quasi 40 rispetto alla Q5, questa vettura non solo intende competere sul mercato con le crossover di ultima generazione come la Q5 e la X3, ma anche con quelle più compatte come l’Audi Q3 e la Mini Countryman. Per quel che concerne le motorizzazioni è prevista una versione 2.2 turbodiesel a trazione anteriore (4x2), con 150 cavalli di potenza, con 130 g/km di emissioni di

Renault Twizy

Primo sogno adolescenziale su quattro ruote

n vendita dall’inizio del prossimo anno, con un listino prezzi a partire da 7.000 euro, la Renault lancia la nuova auto elettrica per quattordicenni. Metà scooter, metà macchina, essenzialmente un quadriciclo, la Twizy si presenta con due posti in linea e la carrozzeria aperta. Lunga 2 metri e 30 e larga 1 metro e 90, si tratta di una mini vettura particolarmente agile e scattante specialmente in mezzo al traffico, grazie anche ad un raggio di sterzata di soli 3,4 metri e sicura grazie all’ottima tenuta di strada e all’affidabilità dei freni. Per quel che riguarda le caratteristiche strutturali, la piccola Renault dispone, oltre ad una scocca di acciaio,

I

CO2 e con dei consumi stimati attorno ai 4,90 litri ogni 100 km contro la versione (4x4) che ne prevede 5,70 per la stessa percorrenza. La gamma di motori è completata da due ulteriori versioni: 2.2 turbodiesel SD4 da 190 cavalli e 2.0 benzina da 240 cavalli. Per quel che riguarda gli interni saranno tre gli equipaggiamenti previsti: la Pure, la Prestige e la Dynamic. L’uscita sul mercato è fissata per l’estate 2011 ed il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 30.000 euro.

anche di una cellula di sicurezza con protezioni laterali. Complessivamente la Twizy rientra nei parametri tipicamente conformi a quelli delle microcar per adolescenti ma con ambizioni ben più “alte”. Infatti mira ad una concorrenza sul mercato tanto con gli scooter, quanto con le city car più piccole. Essendo rivolta ad una utenza prevalentemente giovanile, la Twizy dispone di una serie di accorgimenti tecnologici come un kit audio con connessione Bluetooth, una presa USB nonché la possibilità di collegare diverse tipologie di lettori multimediali. Infine, le motorizzazioni elettriche sono disponibili in due varianti di potenza: 4 e 14 kW. La prima, rivolta a coloro che non hanno raggiunto la maggiore età che non supera i 45 km orari di velocità massima, e la seconda che può raggiungere gli 80 km/h ma necessita di una patente A1 o B.

85


informazione redazionale

Intolleranza al lattosio intolleranza al lattosio si verifica in caso di deficienza dell’enzima lattasi: si manifesta cioè quando viene a mancare l’enzima in grado di scindere il lattosio, il principale zucchero del latte (latte di mucca, di capra, di asina oltre che latte materno), in glucosio e galattosio. Se non viene correttamente digerito, il lattosio che rimane nell’intestino viene fatto fermentare dalla flora batterica intestinale con conseguente produzione di gas e di diarrea. Quando l’enzima lattasi non è più debitamente espresso il lattosio passa indigerito attraverso l’intestino e quando arriva al colon viene attaccato dalla microflora residente e trasformato in idrogeno e acidi organici. Elevate quantità di idrogeno procurano gonfiore, tensione addominale, flatulenza, meteorismo; il lattosio indigerito richiama invece acqua nell’intestino che diventa causa di diarrea. I sintomi compaiono di norma da 30 minuti a 2 ore dopo l’ingestione di lattosio.

L’

CAUSE DI INTOLLERANZA Si riconoscono 3 casi principali di intolleranza al lattosio 1. nel primo caso può manifestarsi a causa di una mancanza fin dalla nascita dell’enzima lattasi ed emerge quando il bambino assume il latte la prima volta. Il neonato dovrà quindi essere nutrito con formule senza lattosio evitando, almeno nei primi mesi se possibile, le formulazioni a base di soia. Poiché questa è in realtà un’evenienza molto rara, è bene non confondere l’intolleranza al lattosio con l’allergia alle proteine del latte vaccino, una condizione più frequente durante i primi mesi di vita del bambino; entrambe le manifestazioni producono un quadro sintomatologico molto simile, ma di norma l’allergia alle proteine del latte vaccino provoca orticaria e/o rash cutanei. 2. Più comune è invece l’intolleranza al lattosio che si manifesta nell’età prescolare-scolare, quando l’attività dell’enzima lattasi si riduce progressivamente fino a scomparire, a volte del tutto, in età adulta. 3. L’intolleranza al lattosio, infine, si può manifestare a causa di diarrea acuta infettiva, per esempio da rotavirus: in questo caso l’intolleranza è di tipo transitorio, regredisce in 3-4 mesi e può manifestarsi all’inizio della diarrea o durante il suo decorso. TEST DI INTOLLERANZA Anche se molto spesso l’esperienza quotidiana è sufficiente ad individuare un’intolleranza al lattosio, fino ad oggi è stato disponibile un solo test che ha permesso di verificare con ottima accuratezza la condizione di intolleranza: il Breath test all’idrogeno. È un test non invasivo e piuttosto specifico che si basa sull’evidenza che se uno zucchero non viene assorbito a livello dell’intestino tenue viene fermentato dalla flora intestinale con la formazione di grosse quantità di idrogeno, che in parte viene assorbito nel colon e in parte viene eliminato con la respirazione. Se si somministra lattosio ad un soggetto intollerante e si esegue il breath test sarà possibile rinvenire una quota di idrogeno nel respiro esalato superiore rispetto a quella riscontrata prima della somministrazione. Il test richiede di norma 2-3 ore di tempo per essere portato a termine. La possibilità di eseguire tale test è riservata a soggetti di età atta a permettere al paziente di effettuare autonomamente e consapevolmente tutte le operazioni necessarie alla corretta esecuzione del test. Naturalmente non poteva essere eseguito da lattanti e da bambini in tenera età. Oggi la Biologia molecolare ci consente di effettuare un test (eseguito prelevando un campione di saliva, analogamente a come si

opera per un campione per tampone faringeo e quindi senza un necessario coinvolgimento consapevole e partecipativo del paziente) che permette di definire lo stato di intolleranza al lattosio sia per i neonati che per i centenari: TEST GENETICO DI INTOLLERANZA AL LATTOSIO. Altre alternative diagnostiche sono rappresentate dalla biopsia duodenale e da uno specifico esame del sangue. Presso le nostre sedi è possibile eseguire il test genetico di intolleranza al lattosio ad un costo notevolmente inferiore a quello corrente del breath test del respiro con un tempo di risposta non superiore ad una settimana lavorativa ed accompagnato da una relazione tecnica dettagliata contenente utili consigli sull’alimentazione che il paziente dovrà seguire nel futuro.

Per i mesi di LUGLIO, AGOSTO e SETTEMBRE

PROMOZIONE

per i titolari GOLD CARD

TEST GENETICO INTOLLERANZA AL LATTOSIO € 100,00 € 60,00 Presentando questo coupon potrai usufruire dell’offerta solo se possiedi la Gold Card

Per i mesi di LUGLIO, AGOSTO e SETTEMBRE

PROMOZIONE

per i titolari GOLD CARD

ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO € 110,00 € 60,00 Presentando questo coupon potrai usufruire dell’offerta solo se possiedi la Gold Card

CAMPAGNE PREVENZIONE Da Luglio a Settembre: PROGETTO DONNA Da Settembre a Novembre: PROGETTO OFTALMICO Da Luglio a Settembre: MESI DELLA PREVENZIONE ECOGRAFICA

C.R.S. ANALISI - Sede centrale - Via Capo Soprano, 9 CUP Tel. 06.5664885 - fax 06.5682653

87


scienze

i consigli del nutrizionista

di Gaetano Gaggiottino

a cura della Dott.ssa Schiano Moriello Viviana BIOLOGA-NUTRIZIONISTA Via Carlo Bosio, 117 (Ostia) Tel. 347.6804886 - e-mail: viviana73@alice.it

Primavera in anticipo bbiamo l’errata convinzione che l’equinozio di primavera sia un giorno esatto. La primavera può infatti arrivare in ben tre giorni diversi: il 19, il 20 e il 21 di marzo. Nell’800 è arrivata sempre fra il 20 e il 21 marzo e così anche nel ‘900, mentre per 15 volte è arrivata il 19 marzo nel ‘600. Tutto ciò accadrà di nuovo il 19 marzo del 2044! Ma qualcuno di noi non ci sarà!

A

L’acqua sulla Luna econdo un gruppo di ricercatori americani e giapponesi, a portare l’acqua sulla luna sarebbero state alcune comete che avrebbero “inondato” il suolo lunare. Sulla luna, come è noto, non ci sono sorgenti che sgorgano dalle rocce, né fiumi o mari. L’acqua è intrappolata nel sottosuolo e secondo le analisi di campioni prelevati durante le missioni Apollo, è da escludere che siano “pozzanghere” superstiti di passati oceani terrestri. Ovviamente il colore e la composizione chimica dell’acqua lunare è diversa dalla terrestre. Il sapore rimane sconosciuto…

S

Digerire il sushi: una questione genetica er digerire il sushi ci vogliono i geni giusti. Secondo un recente studio, la flora intestinale dei giapponesi è infatti in grado di produrre un enzima specifico per l’assimilazione del piatto nazionale. Questi geni i giapponesi se li sono “fabbricati” in diverse generazioni. In particolare, uno di questi, la “porfirinase”, è in grado di rompere le molecole di carboidrati contenuti nelle pareti cellulari della porfira, che sarebbe l’alga rossa utilizzata per arrotolare i bocconcini di pesce crudo.

P

Cambiamenti climatici li studi sull’impatto globale dei cambiamenti climatici su animali e vegetali hanno avuto una grande eco dal punto di vista mediatico. Sono un milione le specie minacciate di estinzione entro il 2050, mentre per il 2080 è prevista la completa estinzione di varie popolazioni di uccelli marini. Molti studiosi prevedono che i cambiamenti climatici modificheranno profondamente la biodiversità del nostro pianeta. Come sempre, in natura, ci sarà una minoranza di specie che se ne avvantaggerà, ovvero quelle più adattabili e quindi non minacciate di estinzione.

G

Cibi da evitare nelle terapie anticoagulanti li anticoagulanti orali o dicumarolici (Cumadin o Sintrom) sono prescritti ai pazienti con il rischio di formazione dei trombi. Questi farmaci modificano la coagulazione interferendo con l’attività della vitamina K. L’effetto del farmaco sarà variabile tra i diversi individui. Occorre eseguire prelievi di sangue periodici per valutare l’INR in un qualsiasi laboratorio di analisi. Il valore dell’INR deve essere compreso tra 2 e 3. Un aumento è indice che il sangue è troppo “liquido”; al contrario, una diminuzione è il segnale che è più “denso”. La coagulazione dipende dalla quantità di Vitamina K, che è in parte prodotta direttamente dalla flora batterica intestinale ed in parte la introduciamo con l’alimentazione. La vitamina K non va eliminata dall’alimentazione, ma occorre limitare l’assunzione giornaliera a 200-300 grammi. È quindi opportuno avere l’elenco completo degli alimenti che ne contengono una elevata quantità. Le principali fonti di vitamina K sono le verdure a foglie verde: spinaci, broccoli, cavoli, cime di rapa, lattuga. I cibi da evitare completamente sono: prezzemolo, verze, erba cipollina ed i cereali integrali (pasta, pane, crusca, polenta). Tra le carni il fegato. Dovrebbe essere anche ridotto l’uso del tè verde e sarebbe preferibile tenere in infusione il filtro per un tempo inferiore rispetto a quanto consigliato sulla confezione. Altre indicazioni pratiche per evitare di introdurre quotidianamente alte dosi di vitamina K: eliminare la buccia alla frutta poiché la vitamina K è in essa maggiormente concentrata, togliere dai vegetali le foglie più esterne, non usare integratori a base di ginseng e ginko biloba, l’alcool, il caffè (Coca Cola ed il Red Bull), il succo di mirtillo poiché sono bevande note che interferiscono con l’efficacia del farmaco anticoagulante.

G

89


salute e benessere

di Valentina Mancini

Pedicure fai-da-te per piedi a prova di sandali Poche semplici mosse per avere piedi perfetti da sfoggiare al sole ia calze e collant, via scarpe da tennis e rigide décolleté. Ciabattine, sandali, romantiche spuntate, infradito, zeppe e stringate: il piede esce allo scoperto. Si mette bene in vista una parte del corpo che molti uomini considerano la più sensuale del corpo femminile; e che molte donne, ultimamente, cominciano a guardare nell’uomo quale segno di cura di sé e bellezza. Per scoprirli, è necessario che i piedi siano sempre morbidi, puliti e profumati. Al bando pelle secca, duroni, calli, unghie incarnite, pellicine, secchezza e tutto ciò che è sintomo di incuria. Le regole per avere piedi perfetti, a prova di calzature estive, constano di semplici mosse da eseguire con costanza. Prima di tutto, lavare i piedi almeno una volta al giorno utilizzando un sapone delicato, che non alteri il PH della pelle; la successiva raccomandazione è di asciugarli bene, specie tra le dita, per evitare la formazione di funghi e micosi; ogni sera, poi, bisogna applicare una crema idratante per mantenere morbida e liscia la pelle. Soprattutto nella zona del tallone, là dove tendono a comparire secchezza e screpolature, bisogna insistere; il suggerimento della nonna è di applicare uno strato di crema abbondante sulla zona interessata prima di andare a nanna, infilare i calzini e aspettare così fino al mattino seguente. Provare per credere. Per una completa pedicure fai-da-te, invece, si comincia dall’immersione. Preparate un pediluvio riempiendo una bacinella con acqua calda e sale o bicarbonato (attenzione all’effetto sbiancante di quest’ultimo). Lasciate ammorbidire per un po’ e usate la pietra pomice per eliminare le callosità. Il passo successivo è alternare getti d’acqua calda e fredda per riattivare la circolazione; asciugate poi un piede alla volta, lasciando l’altro in immersione finché non sarà il suo turno. Fate uno scrub specifico eliminando lo strato di cellule morte e passate un olio emolliente per ammorbidire le pellicine. Tagliate le unghie senza toccare gli angoli, squadrandole e limandole per bene. Infine lo smalto. Sappiate, innanzitutto, che il french non è più di moda; spazio, dunque, a unghie piene e colorate, ricordando a tutte che la nuance dell’estate è rouge.

V

91


VG

visioni grafiche


salute e benessere

I consigli del fisioterapista

di Valentina Mancini

balsamantonio@libero.it

Tacchi alti? Niente paura

Le cadute dell’anziano

Esercitare i piedi per sopravvivere agli “high heels” dell’estate a collezione Primavera Estate porta con sé una ventata di freschezza. Dall’alto di vertiginosi trampoli, in effetti, si respira una bella brezza. Se avete dato un’occhiata ai modelli proposti per le calzature estive sapete perché parlo così: tacchi altissimi, per alcune improponibili al solo pensiero. Quante volte, pur di vederci slanciate, alte e belle, abbiamo indossato stiletti che ci hanno reso la vita, o la serata, impossibile, trasfigurandoci il viso con smorfie di sofferenza impossibili da nascondere... Certo, come continuiamo a ripetere: “chi bella vuole apparire, un po’ deve soffrire!”. Ma non troppo. Innanzitutto scegliere la scarpa giusta, secondo il tipo di pianta di ognuna - ci sono maison che vestono meglio piedi larghi e altre che hanno pensato calzature per quelli molto magri - e considerati i propri eventuali difetti; mai, inoltre, indossare una calzatura che non sia della misura perfetta, considerando anche i sandali, poiché dove il tallone non è coperto tende a screpolarsi e diventa terreno fertile per le callosità. Vi propongo esercizi utili per rinforzare piedi e caviglie e resistere meglio al dislivello: un po’ di ginnastica laddove cerotti anti-vesciche, plateau e suolette non bastano. Distese a terra, mettete i piedi a martello e spingete le dita verso l’alto e verso il basso per almeno venti volte. Sedetevi su una sedia bassa, tipo sdraio, appoggiate i talloni a terra e sollevate le dita e la parte anteriore dei piedi; rimanete in tensione per dieci secondi, poi rilassate e ripetete l’esercizio, ancora venti volte. Camminate scalzi prima sui talloni e poi sulle punte, per almeno cinque minuti, tenendo le ginocchia tese. Stando in piedi, mettevi sulle punte per qualche secondo contraendo addominali e glutei, in modo da migliorare il bilanciamento del corpo. Come suggerisce il dottor Levine nel blog Fashion Pulse Daily, cercate di raccogliere oggetti da terra con le dita dei piedi e fate scorrere una pallina sotto il cuscinetto plantare. Al termine della sessione di ginnastica, regalatevi un massaggio con una crema emolliente, per sentirvi subito più rilassate. Praticati ogni giorno, questi semplici esercizi vi aiuteranno a migliorare l’equilibrio e la voglia di indossare qualche centimetro in più.

GUCCI

GUESS

L

CESARE PACIOTTI

a cura di Antonio Balsamà (diplomato ISEF - Fisioterapista)

Il rischio di caduta nella persona anziaCentro Fisioterapico na è legata a diversi fattori: debolezza FISIOTER muscolare, deficit visivi, patologie articolari, depressione, patologie che comportano deficit cognitivi etc. La riduzione della forza muscolare è al vertice dei fattori di rischio ed è dovuta ad una riduzione delle fibre muscolari, sopratutto quelle adibite alla forza. Questa perdita di fibre è fisiologica con l’età ed è chiamata sarcopenia. L’esercizio fisico resta l’unico mezzo naturale di cura e prevenzione della sarcopenia; infatti numerosi studi hanno dimostrato come programmi di allenamento con sovraccarichi riescano a determinare un aumento della forza anche in soggetti di più di 80 anni. Viene da sé che con l’aumento della forza le capacità funzionali generali dell’anziano migliorino e che questo si ripercuota positivamente sulla vita quotidiana e sulla prevenzione delle cadute. Oltre a ridurre la progressione della sarcopenia l’esercizio fisico con sovraccarichi influisce anche sulla coordinazione motoria e sulla capacità di equilibrio. Insomma, oltre al “camminare”, attività fondamentale per l’anziano per mantenere in buono stato il sistema aerobico- cardiovascolare, dai più recenti studi in materia, l’esercizio con sovraccarichi risulta altrettanto fondamentale per mantenere integro il nostro sistema muscolare.

LO STUDIO FISIOTERAPICO “FISIOTER” COMUNICA L’ATTIVAZIONE NELLA PROPRIA PALESTRA DEL SERVIZIO

“PERSONAL TRAINING” PREVIA VALUTAZIONE DELL’OBIETTIVO IL CLIENTE SARÀ SEGUITO E MONITORATO COSTANTEMENTE DA OPERATORE ALTAMENTE SPECIALIZZATO DESTINATARI DEL SERVIZIO TUTTI COLORO CHE VOGLIANO MIGLIORARE LE PROPRIE CAPACITÀ FISICHE, SIANO ESSI ATLETI AGONISTI CHE CONVALESCENTI POST OPERATORI

NUOVA

SEDE

93


informazione redazionale

Denti dritti grazie all’apparecchio trasparente el corso della vita la posizione dei denti tende a modificarsi, per cui anche i soggetti che non hanno mai avuto una malocclusione dentale, possono notare un lento e graduale disallineamento o un peggioramento di una imperfezione trascurata negli anni. Ciò significa che per queste persone sorridere potrebbe non essere più un atto spontaneo, ma controllato e imbarazzante. Nella maggior parte dei casi, ci si rivolge agli odontoiatri nell’effettivo momento del bisogno, e cioè quando ci sono i sintomi; ma negli ultimi tempi, si sta rafforzando sempre di più anche l’esigenza estetica in generale tra i pazienti di tutte le età. Molti di questi pazienti, consapevoli dei propri difetti estetici e a volte anche funzionali, sono disposti a sottoporsi a trattamenti odontoiatrici, ed in particolare ortodontici, più o meno complessi e soprattutto più o meno prolungati nel tempo. Ma per tutti coloro che, per motivi personali o professionali, continuano a rimandare o rinunciano al trattamento ortodontico tradizionale, esiste oggi la possibilità di poter risolvere la propria problematica grazie ad una tecnica ortodontica totalmente “invisibile”, che viene riconosciuta come “Tecnica Invisalign”.

N

Che cos’è la Tecnica Invisalign? Per Tecnica Invisalign si intende una terapia ortodontica che consente il riallineamento dentale senza l’uso degli attacchi, ovvero dei classici ferretti. La tecnica prevede infatti l’impiego di mascherine trasparenti, che abbracciano i denti del paziente come un guanto su una mano, favorendo anche l’aspetto estetico in quanto danno loro molta lucentezza: ogni mascherina sposta gradualmente i denti che devono essere riallineati.

Prima del trattamento con Invisalign:

Dopo 12 mesi di trattamento con Invisalign:

Qual è la dinamica del trattamento? Il progetto ortodontico e quindi la produzione delle mascherine necessitano della valutazione del caso clinico. Il suo lavoro in combinazione con un’avanzatissima tecnologia computerizzata tridimensionale, messa a punto dall’azienda Align Technology, consente la visualizzazione progressiva del piano di trattamento completo dalla fase iniziale fino a quella finale. Ogni mascherina, associata ad un ben determinato passaggio ortodontico, viene indossata in maniera sequenziale dal paziente in modo da ottenere il movimento dentale progettato inizialmente.

Volendo fare un esempio, una persona che si rivolge a voi per un eventuale trattamento Invisalign, a cosa va incontro? Innanzitutto ci sarà una visita odontoiatrica preliminare, in cui saranno richieste delle radiografie digitali, seguita da una visita ortodontica durante la quale verranno prese delle impronte e scattate delle fotografie di precisione; il tutto verrà spedito al laboratorio americano Invisalign, insieme al piano diagnostico e al programma ortodontico formulato dall’equipe medica. Dopo pochissimo tempo, sarà disponibile il cosiddetto ClinChek, cioè la ricostruzione tridimensionale del piano di lavoro, che permetterà al paziente ed al medico di visualizzare direttamente sui monitor delle poltrone l’andamento sequenziale della terapia, dall’inizio alla fine, tanto da permettere di decidere se la terapia può ritenersi soddisfacente oppure se bisogna apporre qualche piccola modifica. Il progetto verrà visionato e discusso dal paziente insieme alla equipe medica. Una volta accettato il ClinChek, il trattamento potrà iniziare. Quali sono i vantaggi per i pazienti che si sottopongono al trattamento Invisalign? Quasi sempre chi si sottopone ad una terapia ortodontica lo fa per risolvere una problematica estetica, e fino a qualche tempo fa il compromesso maggiore era quello di portare per un periodo più o meno lungo gli attacchi metallici con i relativi disagi che tutti possiamo immaginare, legati soprattutto alle difficoltà oggettive nell’esecuzione dell’igiene domiciliare; per cui il fatto di poter eliminare completamente l’inestetismo della terapia ortodontica tradizionale ottenendo gli stessi risultati ci permette di poter dire oggi che il vantaggio maggiore per chi si sottopone ad una terapia ortodontica invisibile è nell’estetica.

95


salute e benessere a cura di Paola Sgrò

La Bellezza Cos’è veramente? nche per Voi è così? Esistono delle parole che vengono pronunciate, ma delle quali non si conosce veramente il significato. Bellezza è proprio una di queste parole. È molto gettonata! I classici sono “il fine settimana della bellezza” o “Wellness Hotels”, ma questa parola così amata dai pubblicitari si ritrova anche nelle brochure dei saloni di cosmetica, sulle home pages dei centri termali o anche sui pacchetti di cereali e succhi. Secondo le statistiche lavorano milioni di persone intorno a questo settore, sia esso nel campo medico o di consulenza o di prevenzione. Ma cosa lega tutte queste professioni? Cos’è la bellezza? Cosa si nasconde dietro questo anglicismo che viene utilizzato così facilmente e senza una connotazione definitiva? Ci si vuol riferire alla salute o alla sensazione di benessere? Ebbene l’etimologia richiama al termine “wealnesse”, un riferimento che risale al 1654 che fu per la prima volta pronunciato da Sir A. Johnson e tradotto con il termine “buona salute”. Effettivamente oggi descrive uno stile di vita, quello legato al fitness, alla cura del corpo e soprattutto è divenuto sinonimo di felicità. Per la donna significa un aspetto attraente e salutare, per l’uomo rimanda alla forza mentale e corporale. In questa sessione voglio offrirVi il “RITORNO ALL’ESSENZA”, un massaggio che si avvale dell’uso di diverse tecniche massaggistiche, tra cui la manipolazione profonda, l’ascolto del respiro, lo scioglimento delle articolazioni, la lettura del corpo che libera la mente! Per saggiare i risultati sorprendenti di questa tecnica olistica abbiamo previsto un pacchetto speciale per i nostri lettori, che prevede 5 massaggi anticipati da un peeling al sale e miele che agisce direttamente attraverso la pelle sull’organismo e incentiva il ricambio metabolico. Oltre a nutrire la pelle secca, è attivo contro la cellulite e la ritenzione idrica. Questa tecnica aiuta il sistema nervoso e il sistema immunitario in caso di emicrania, tensioni muscolari, disturbi circolatori. Come tutti sanno il miele contiene 60 diversi elementi naturali che assorbiti dalla pelle aiutano ad eliminare veleni e scorie dai tessuti. Nella situazione attuale, quella del nostro mondo “inquinato”, può essere un valido supporto. Provate!

VG

visioni grafiche

A

Paola Sgrò

97


VG

visioni grafiche


vederici chiaro

di Paolo Baroni

Un bene inestimabile: gli occhi del bambino Parte 2 - Viaggio intorno all’apprendimento visivo ppena nato il bambino è già capace di vedere: se abbagliato da luce forte, le pupille reagiscono; è attratto da luce tenue e dal movimento. La capacità di fissare nel neonato diviene netta tra la seconda e la quarta settimana di vita. L’apprendimento visivo massimo si ha fino all’età di due anni, poi lentamente continua fino ai 48 anni, allorché la visione diventa eguale a quella di un adulto. Il neonato, oltre che sviluppare l’acutezza visiva del singolo occhio, deve imparare a coordinare i movimenti di ambedue gli occhi: egli muove le sue gambette e gli occhi, ma non è in grado di controllarne i movimenti; muove le gambe come se sapesse camminare, possiede magari la forza sufficiente, ma non cammina, perché non ha imparato e farlo. Allo stesso modo, fin dai primi giorni di vita, gli occhi migliorano in quanto a forza visiva (acutezza) e i loro movimenti, prima incontrollati, diventano precisi e stabili. Per ottenere questo risultato egli deve indirizzare gli occhi sull’oggetto che gli interessa facendo in modo che la sua immagine cada sui due punti delle retine che si corrispondono (fovea). Questa attività motoria simultanea dei due occhi è strettamente legata alla percezione simultanea delle due immagini: se le due immagini sono di grandezza, confini, intensità luminosa uguali il cervello le fonderà (fusione) in una percezione unica e stabile: avrà così una visione binoculare normale. Il processo mentale di apprendere l’uso coordinato dei due occhi ne assicura la posizione diritta. Il bambino ha imparato a camminare come così ha imparato a vedere. I due occhi fissano gli oggetti da due angoli leggermente diversi, come se due macchine fotografiche distanti tra di loro 6 centimetri inquadrassero lo stesso oggetto. Le immagini arrivano da ciascun occhio viste con diversa angolatura, ma il cervello, con il meccanismo di fusione, non solo le fonde in una immagine unica, ma da questa disparità ottiene preziose informazioni come la possibilità di apprezzare di un oggetto non solo il colore ma anche la sua localizzazione, sia nello spazio circostante che in rapporto a noi (stereopsi o percezione del rilievo). Questa peculiarità può essere poco utile nella visione per lontano (oltre i 6 metri), ma può essere richiesta per certe professioni (guida di aerei, patenti di grado elevato, ecc.) ed essere indispensabile in attività lavorative a distanza ravvicinata e a portata di mano. La coordinazione binoculare ed il relativo riflesso di fusione si instaurano già verso la quarta settimana di vita; la stereopsi un po’ più tardi.

A

99


Cerco casa!

vita da cani Dedicato agli amici in cerca di adozione

Se lo ami proteggilo All’inizio della primavera per pulci e zecche ricomincia la stagione riproduttiva. Per evitare infestazioni e malattie è utile iniziare dal mese di marzo la giusta prevenzione. Rivolgiti con fiducia al tuo veterinario per sapere come meglio proteggere il tuo cane.

SCHIZZO

FRED

ROSITA

È uno jagd terrier a pelo corto, ha circa 8 anni. Prelevato da un canile a Tolfa, le sue zampette sono un po’ doloranti.

Ha circa 5 anni, buon carattere e va d’accordo con maschi e femmine. Pesa meno di 10 Kg. Proviene dal Canile di Tolfa.

È una dolcissima spinona adulta brava con i suoi simili e dolcissima con le persone. Soffre molto la reclusione. Adottatela.

AMBRA

SANSONE

È una bretoncina affettuosissima e di taglia davvero contenuta. Cerca una famiglia per la vita.

Maestoso San Bernardo di circa 5 anni, operato ad una zampa, ha iniziato la sua corsa alla guarigione ed alla ricerca di una famiglia.

Adozione del cuore

BARNEY È un giovanissimo incrocio setter-maremmano. Bravo, equilibrato e dinamico. Cerca una famiglia disposta ad accoglierlo.

PASQUALE Rinchiuso dal 2000. Quanto potrà resistere ancora? Chi ha voglia di offrirgli ospitalità nell’ultimo periodo della sua vita?

100


veterinaria

a cura del Dott. STEFANO GIAMMETTI - Medico Veterinario Via Ferdinando Acton, 94/98 - Ostia Lido (Roma) - Tel. 06.5683884

Master Chirurgia del cane e del gatto Scivac 2005 • American Continuing education in clinical rotation 1999 American Continuing education in Radiology 2000 • Corso F.S.A. Displasia dell'Anca 2001 Corso sulla Tecnica di Fissazione Esterna 1994 • Corso Ortopedia AO-VET 1995 Corso Diagnostica Dermatologica 2007 • Corso di Terapia Dermatologica 2008

Le malattie della pelle: non sempre si tratta di una comune parassitosi. “Il pemfigo Foliaceo” a Cute e i suoi Annessi Cutanei (peli, unghie e corna), costituiscono l’organo che riveste la totalità della superficie corporea, in continuità con le mucose degli orifizi naturali, e sono la bar-

L

SCHEMA DELLA PELLE IN 3D

pelo epidermide

ghiandola sebacea

derma

follicolo pilifero vaso sanguigno

ipoderma neurone sensoriale muscolo erettore del pelo

ghiandola sudoripara

riera anatomica e fisiologica essenziale tra l’ambiente esterno e quello interno. La cute rappresenta spesso lo “specchio della salute” dell’animale e riflette lo stato di salute e il buon funzionamento dell’or-

anche un’alimentazione errata e insufficiente può portare ad un mantello secco e fragile, con zone alopeciche e forforose. Proprio per questa varietà di cause, la diagnosi delle malattie della pelle, non sempre è semplice e immediata. Molte volte, dopo la visita clinica, l’esame microscopico del pelo e dei raschiati cutanei, per giungere alla diagnosi è necessario effettuare degli esami più approfonditi (dall’esame del sangue alla biopsia). Questo è ciò che abbiamo fatto con il cane Kenia, una simpatica vecchietta meticcia di piccola taglia, di 11 anni, sterilizzata. Quando venne in ambulatorio per la prima volta, in piena estate, il suo problema dermatologico apparve subito grave (a quello si associava anche una insufficienza

con le cellule vicine (acantolisi). Queste alterazioni non sono esclusive di una sola malattia, ma ci hanno permesso di restringere il campo dei sospetti diagnostici; quindi abbiamo effettuato dei prelievi di cute da sottoporre agli esami istopatologici (biopsie cutanee): siamo così giunti alla diagnosi di Pemfigo Foliaceo, una rara e grave malattia autoimmune. Nel cane le malattie autoimmuni della pelle sono descritte da circa trent’anni. Sono legate alla produzione di autoanticorpi diretti contro diverse proteine dei cheratinociti, della membrana basale della cute e del follicolo pilifero: l’organismo, non si sa bene perché, produce degli anticorpi nei confronti di se stesso. Nel cane il PF è la più frequente tra le malattie autoimmuni:

Lo sguardo triste di Kenia

Kenia si morde il costato per il forte prurito

ganismo: un animale che perde il pelo, ha la forfora, si gratta e si morde, procurandosi delle lesioni secondarie, è sicuramente malato, ma non sempre i sintomi sono dovuti ad una patologia primaria cutanea, batterica o parassitaria (da acari della rogna, pulci, zecche, funghi, pidocchi, ecc.). Altre volte le lesioni cutanee sono espressione di malattie ben più gravi che si manifestano “anche ma non solo” con sintomi dermatologici, come le malattie metaboliche, quelle su base allergica, autoimmuni, quelle ormonali (l’Ipotiroidismo, la sindrome di Cushing e tante altre);

cardiaca importante che fu curata a lungo con i tanti farmaci necessari). Escluse le più comuni malattie parassitarie e quelle allergiche, come l’allergia alimentare (il cane per questo veniva alimentato da tempo con diete apposite), decidemmo di effettuare l’esame citologico del contenuto delle pustole che ci portò al sospetto di diagnosi di una malattia autoimmunitaria; erano infatti presenti numerosi granulociti neutrofili degenerati (globuli bianchi solitamente integri) e i cheratinociti (che sono la maggioranza delle cellule dell’epidermide), senza i normali collegamenti

Kenia dopo le terapie

inizia con lesioni simmetriche e bilaterali sulla testa, per poi diffondersi sulla quasi totalità del corpo in pochi mesi; il prurito è intenso e in poco tempo le pustole evolvono in croste ed erosioni. I cuscinetti plantari sono frequentemente interessati da lesioni profonde e dolorose. La Terapia del PF si basa sull’uso di farmaci immunosoppressivi come i cortisonici, l’Azatioprina e la Ciclosporina per via sistemica e sul trattamento topico delle lesioni cutanee, oltre che sul controllo delle infezioni batteriche secondarie (piodermiti).


VG

visioni grafiche

VG visioni grafiche


www.internotredici.it - info@internotredici.it

FATTI, NOTIZIE, CURIOSITÀ E APPROFONDIMENTI PER CHI VIVE NEL MUNICIPIO XIII

Dai Quartieri

La spiaggia della discordia: intervista ad Angelo Bonelli e Massimo Muzzarelli Il governo Berlusconi vuole concedere il diritto di superficie sulle spiagge per vent’anni. Le opinioni contrapposte dei Verdi e degli imprenditori balneari Ad Ostia come altrove potrebbe significare investimenti in strutture permanenti e ulteriore appesantimento del paesaggio. Gli imprenditori balneari si dicono soddisfatti dei provvedimenti messi in cantiere dal governo. I Verdi annunciano una forte mobilitazione per evitare ulteriori speculazioni sulle spiagge italiane. (pag. 107)

“Io non ho paura dei colori” (pag. 109)

Primo Piano

Giugno: inizia l’Estate lidense! Idroscalo Anno Zero (pag. 108)

Dai Quartieri

Tante le rassegne, gli eventi e i concerti. Apre i battenti “Approdo alla lettura”. Il Pontile vivrà di giorno e di notte (pag. 111)

Giornata della Memoria all’Istituto Verne (pag. 109)

Tutto lo sport di giugno

Torneo Ostia-Spalato

Giugno all’insegna del basket e dello skateboard.

Vincono i campioncini croati dell’NK Pomak di Spalato

(pag. 110)

(pag. 109)


VG

visioni grafiche

VG

visioni grafiche


Primo Piano Intervista ad Angelo Bonelli (Verdi) e a Massimo Muzzarelli (Assobalneari) sulle ultime novità introdotte dal governo

107

Ambiente e territorio

La spiaggia della discordia

I

l Diritto di superficie relativo alle spiagge, introdotto lo scorso 5 maggio dal Decreto Sviluppo, è stato un provvedimento fin da subito oggetto di numerose polemiche. Legambiente, Codacons, WWF e diversi partiti politici (PD, SEL, IDV e Verdi) si sono schierati contro. Gli imprenditori balneari non hanno invece nascosto l’entusiasmo. Per ora, la misura sembra infatti accontentare solo loro: chi ha costruito sulle coste gli stabilimenti ne diventa a tutti gli effetti proprietario, pagando un corrispettivo all’Agenzia del Demanio per un periodo di 20 anni (inizialmente fissato a 90). Per capire meglio la situazione, abbiamo fatto alcune domande ad Angelo Bonelli, consigliere della Regione Lazio e presidente nazionale dei Verdi; e a Massimo Muzzarelli, vicepresidente di Assobalneari Roma, nonché proprietario dello stabilimento Sporting Beach di Ostia. Perché avete scelto Ostia per la manifestazione del 18 giugno contro il Decreto Sviluppo? Angelo Bonelli: Perché Ostia è il simbolo del degrado del mare: le sue spiagge sono ingabbiate da stabilimenti che le hanno trasformate in club privati, rendendo inaccessibile il mare ai cittadini. Il 18 scenderemo in piazza

per manifestare contro un provvedimento che privatizza i litorali e regala le spiagge alla lobby dei balneari. Sono anni che vi battete contro il “lungomuro” di Ostia: cosa è cambiato? A. Bonelli: Purtroppo non è cambiato nulla, perché una certa politica, sia di destra che di sinistra, si è piegata di fronte allo strapotere degli imprenditori balneari, dimenticandosi di difendere l’interesse dei cittadini. Secondo i dati dell’UNEP (United Nations Environment Programme), le spiagge italiane sono le più cementificate d’Europa ma in futuro la situazione potrebbe peggiorare. Il diritto di superficie, contenuto nel decreto, è una norma giuAngelo Bonelli ridica utilizzata nel campo dell’edilizia che dà la possibilità di edificare su un fondo altrui e che quindi permetterà di costruire ancora. Si stima che solo a Ostia potranno essere versati 1,5 milioni di metri cubi di cemento su più di 300.000 mq di spiagge e aree verdi. Esistono in Europa esempi di normative altrettanto favorevoli con gli imprenditori balneari?

A. Bonelli: No, non esiste in nessun altro paese una situazione altrettanto vergognosa come in Italia. Le spiagge sono gestite in ben altro modo: per esempio in Francia si smontano gli stabilimenti durante l’inverno per rimontarli d’estate. Voi dei Verdi avete stilato il dossier “Spiaggiopoli”: che cosa è emerso? A. Bonelli: Abbiamo cercato di mettere nero su bianco tutte le ingiustizie che vi sono sul demanio marittimo. Per esempio abbiamo denunciato che gli imprenditori balneari pagano solo 0,93 centesimi al metro quadro, quindi un’area balneare di 10 mila mq costa meno dell’affitto di un bilocale a Roma o Milano. Questo permette al proprietario di uno stabilimento come il Twiga di Forte dei Marmi di pagare 4.000 euro l’anno a fronte di un fatturato di circa sei milioni e mezzo. Qual è la sua idea di “spiaggia perfetta”? A. Bonelli: La mia idea di spiaggia perfetta è a metà strada tra stabilimento e spiaggia libera. Uno stabilimento dovrebbe essere un luogo dove ti vengono


108

Primo Piano Emergenza abitativa

offerti dei servizi ma dove l’accesso al remmo quindi degli sprovveduti a penmare è gratuito, dove le strutture non sare di agire in maniera non attenta: io sono permanenti e non coprono la viin prima persona mi ritengo un difensibilità del mare con muri di cemento. sore dell’ambiente. Pensiamo per esempio alla California e Non pensa che sia necessario riquaalle sue bellissime spiagge. lificare anche le spiagge libere e non Che novità introduce il diritto di susolo gli stabilimenti a pagamento? perficie? M. Muzzarelli: Sul fronte delle spiagge Massimo Muzzarelli: La novità è il libere ci saranno delle novità nel prosdiritto di superficie stesso che è uno simo futuro, soprattutto dopo la sentenstatus giuridico diverso da quello della za dello scorso 19 maggio del TAR del concessione demaniale. Rispetto alla Lazio sul loro utilizzo. I principali camconcessione, questo diritto si avvicina biamenti saranno però introdotti dal di più a un concetto di possesso. Non ne “progetto Waterfront” che in generale conosciamo però le particolarità perconsentirà la riqualificazione di tutto ché il decreto non è ancora completo. il sistema balneare nel suo complesso Il diritto di superficie in che modo e quindi riguarderà anche le spiagge potrà rilanciare il turismo costiero libere. del XIII? Anche alla luce dell’ultimo Decreto, M. Muzzarelli: Il diritto di superficie che voto dà al governo Berlusconi? consentirà di sicuro un rilancio del M. Muzzarelli: Mi esento dal dare un sistema balneare del Tredicesimo. Vegiudizio sia perché mi sembra eccesniamo da una situazione in cui le consivo sia perché, per quanto riguarda il cessioni erano rinnovate anDecreto Sviluppo, siamo nualmente: questo portava gli ancora alla lettura delle imprenditori a non investire bozze. Mi sento comunque massicciamente poiché in un di sottolineare che questo periodo breve non avrebbero decreto rappresenta, dopo visto un ritorno. Invece questa decenni, il primo tentativo nuova norma consentirà nel di trovare una soluzione medio-lungo termine di avviaalle problematiche che re piani d’investimento con un tutto il settore turistico, Massimo Muzzarelli ammortamento congruo delle non solo quello balneare, spese. Il diritto di superficie permetterà sta affrontando. C’era la necessità di di superare questo periodo di crisi che riformare ed è stato fatto. ha colpito non solo le imprese balneari Qual è la sua idea di “spiaggia perma anche chi lavora nell’indotto. fetta”? Sono fondati i timori di Verdi, WWF M. Muzzarelli: Secondo me non esiste e Legambiente circa una nuova colaun modello di “spiaggia perfetta” ma ta di cemento sulle coste italiane? esistono due tipi di spiaggia, che camM. Muzzarelli: L’introduzione del dibiano in base al tipo di uso che si deritto di superficie non si tradurrà in sidera farne. Da una parte abbiamo la fantomatici eccessi di cementificaziospiaggia con attrezzature minimali che ne. Questo decreto, per come è scritto, è scelta da coloro che preferiscono una non incrementa il diritto edificatorio fruizione semplice e diretta del mare. che rimane regolato da strumenti preDall’altra abbiamo invece una spiaggia esistenti, quali i Piani delle Coste e i per assecondare quell’utente che vuole Piani Regolatori, emanati da Regioni fruire di un impianto con tutte le comoe Comuni di competenza. In ogni caso dità e i servizi, che ovviamente cambienoi di Assobalneari siamo da sempre in ranno in base alle richieste e alla tipoprima linea nella difesa dell’ambiente, logia del cliente a cui si vuole puntare. tanto che ne facciamo commercio. SaChiara Ferraro

Idroscalo anno zero

L’

ampliamento del porto di Ostia si farà. A stabilirlo una delibera, la 128/2010, approvata dall’assemblea capitolina lo scorso 16 maggio, che di fatto sancirà l’accordo programmatico che porterà il numero dei posti barca dagli attuali 800 agli stimati 1.470. Un accordo approvato quasi all’unanimità che prevederà inoltre una riqualificazione e una bonifica dell’intera area interessata. Pur trattandosi di un provvedimento accolto con un entusiastico plauso da parte delle istituzioni e degli enti locali, vi sono non pochi nodi da sciogliere sulla “questione Idroscalo”. La storia, come noto, affonda le sue radici molto indietro negli anni. Anni di demolizioni, allagamenti, sfratti e delocalizzazioni dei membri di questa comunità, oggi più che mai sul piede di guerra, tanto più se considerato il fatto che per loro prospettive definite, ad oggi, non ve ne siano. Il problema è serio, perché sebbene si preveda la realizzazione di un edificio popolare nel quale rilocalizzare parte dei nuclei familiari residenti all’Idroscalo, la struttura non sarebbe sufficiente a colmare l’intero fabbisogno abitativo. I residenti dell’Idroscalo affermano che gli allagamenti degli ultimi anni non sono dipesi da esondazioni o mareggiate bensì da problemi fognari legati alla prima realizzazione del porto. La volontà diffusa continua ad essere quella di restare ad ogni costo, chiedendo semmai una riqualificazione dell’Idroscalo così com’è adesso. Nel frattempo si attende, così come previsto, la messa in sicurezza dell’abitato sia sul lato mare che sul lato fiume; e si attendono, inoltre, soluzioni e proposte su quel che sarà il futuro di un’intera comunità. Simone Felicetti


Dai Quartieri

La Giornata della Memoria all’Istituto Verne

L

o scorso 5 maggio, presso l’Aula Magna dell’Istituto Professionale “Giulio Verne” di Acilia, si è svolta la manifestazione “La Giornata della Memoria: per non dimenticare”. L’evento, coordinato dalla professoressa Simona Gamorra Bulla, è stato un’occasione importante per onorare le vittime della Shoah e per riflettere sugli effetti abnormi che l’odio dell’uomo ha prodotto e può produrre. “Dobbiamo batterci per i valori della tolleranza per il rispetto delle persone, altrimenti quello che è stato può riproporsi” - ha spiegato la professoressa. Alla manifestazione è intervenuto Shlomo Venezia, un deportato sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz - Birkenau, che ha deciso di portare la sua testimonianza agli studenti di Acilia, raccontando la sua toccante storia. “Noi tutti - ha rammentato la professoressa dobbiamo educare, portando gli ultimi Shlomo Venezia

testimoni e vittime di tali esecrabili atti dinanzi ai più giovani, affinché possano rendersi conto di quanto il pregiudizio sia inutile e dannoso”. Nel corso della manifestazione sono stati inoltre proiettati i filmati realizzati dagli studenti che nei mesi scorsi hanno partecipato ai “viaggi della memoria” ad Auschwitz, organizzati dal Comune di Roma e dalla Provincia. Infine gli studenti hanno letto alcune poesie, tra cui quella che ha dato il nome alla giornata: “Per non dimenticare” dell’alunna Alessia Mattei. Chiara Ferraro

Io non ho paura dei colori

S

abato 7 maggio si è svolta, al parco della Madonnetta, la Festa dell’Arcobaleno “Io non ho paura dei colori”. Per tutto il pomeriggio bambini, ragaz-

zi e adulti di origini diverse hanno dato vita a un momento di festa tra culture. Una miscela di colori e di mani ha dato vita all’oggetto simbolo della giornata, un grande lenzuolo bianco ridipinto da tutti i partecipanti. Io non ho paura dei colori è stato organizzato dall’associazione C.I.A.O. Onlus e dalla Scuola di Italiano per stranieri “Effathà” in collaborazione con la Parrocchia San Leonardo da Porto Maurizio di Acilia, la Comunità di Sant’Egidio, gli Istituti scolastici Leonori e Alessandro Magno, una delegazione di studenti e docenti del liceo Anco Marzio, il Comitato di quartiere Amici della Madonnetta, l’Associazione Amici dei Bambini e Vis, Volontariato Internazionale per lo Sviluppo. Insieme tutte queste forze sociali hanno voluto dare un impulso alla riflessione sul diritto di cittadinanza, dando spazio e voce ai giovani di origine straniera che vivono, crescono e studiano in Italia. Sono intervenuti, durante la giornata, il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e Giacomo Vizzani, Presidente del Municipio XIII. Verso sera si è svolto l’aperitivo interetnico, offerto dalle comunità straniere, e il concerto World-Music, nel quale tre band si sono esibite. A fare da sottofondo finale ai colori e ai sorrisi di “Io non ho paura dei colori” è stato l’Inno di Mameli rivisitato e corretto in “Fratelli IN Italia”. Roberta Riga

109

VI Edizione Torneo di calcio Ostia Lido

V

enerdì 27 maggio e sabato 28 maggio si è tenuta in casa dell’Ostiamare (Stadio Anco Marzio) la sesta edizione del Torneo di calcio Ostia Lido. Le migliori cinque formazioni di Ostia e del suo entroterra (AS Ostiamare, AS Pescatori Ostia, APD Palocco, ASD Ostiantica e SSD Atletico Acilia) si sono battute con l’NK Pomak, una delle migliori realtà sportive di Spalato, città croata dalle forti tradizioni calcistiche. A fine torneo, la Sig.ra Vesna Pilic, anima e organizzatrice della manifestazione, ha dichiarato: “Sono contenta del fatto che nessun bambino è tornato a casa senza una medaglia o un ricordo. Ho sempre pensato a questo torneo come ad un luogo di incontro e di amicizia tra bambini che hanno le stesse aspirazioni, gli stessi sogni, ma una lingua diversa, una storia diversa e soprattutto un presente diverso. È importante che tutti sentano il piacere della competizione e allo stesso tempo la gioia dell’incontro”. Per la cronaca i bambini dell’NK Pomak hanno vinto i tornei di entrambe le categorie, quella del 2000 e quella del 2001. Nel primo caso, secondi e terzi classificati sono stati rispettivamente i bambini dell’Ostiamare e della Polisportiva Palocco; nel secondo caso, i bambini dell’OstiaAntica e dell’Ostiamare. Roberta Riga

NK Pomak 2000, a destra Vesna Pilic


110

Sport

Campionati Italiani Giovanili

Scherma

La Giulio Verne Scherma si conferma il miglior club di Roma sud per il fioretto

C

on il Campionato Italiano svoltosi a Rimini lo scorso maggio si chiude la stagione agonistica della scherma giovanile. La Giulio Verne, con l’undicesimo posto assoluto nel fioretto, si afferma, per i risultati ottenuti, come secondo club cittadino dopo il Club Scherma Roma (il primo di Roma

sud). Ben 23 atleti (quinta società più numerosa in assoluto) del sodalizio del Torrino hanno partecipato alle gare che per sette giorni hanno impegnato oltre 3.000 ragazzi da tutta Italia. Con il settimo posto nella categoria giovanissime, Flaminia Gambino conclude un’esal-

tante stagione vincendo il prestigioso trofeo “Kinder+Sport” e totalizzando il maggior numero di punti nelle sei gare ufficiali dell’anno. Nella stessa categoria, 27° Lucrezia Grimaldi, reduce da un lungo infortunio; più lontana invece Eleonora Sbrenni. Tra le giovanissime sembrava il “momento” di Serena Ciucci, decima dopo le eliminatorie, che alla fine si deve accontentare solo di un 33° posto; più staccata, infine, Maria Elena Sabatini, che non si fa trovare pronta nella gara più importante dell’anno. Tra le allieve ci si aspettava molto da Nicoletta Giustiniani, imbattibile in sala d’armi ma solo 26a in gara (fermata nei sedicesimi da Carlotta Franzoni che l’aveva eliminata anche lo scorso anno e che nel turno precedente aveva sconfitto l’altra atleta della Verne Beatrice Simei). Miglior risultato stagionale per Ludovica Starita, 45a, che finisce l’anno agonistico in crescendo; più indietro Camilla

Carnaroli. Nelle gare maschili, il miglior risultato nei giovanissimi, con il 18° posto, è di Lorenzo Marzano. Soltanto 33° e 34° Edoardo Giffoni e Joshua Bifolco che, dopo un percorso netto nei gironi eliminatori, non entrano nei sedicesimi per una sola (discutibile) stoccata. Più indietro il favorito Alberto Polverosi e i promettenti Alessandro Barbati, Alessandro Troia e Pietro Mangeruca. Nella categoria dei maschietti, la più numerosa con 181 partecipanti e un doppio girone eliminatorio, l’atleta di punta del Torrino, Alessandro Spinosa, è solo 45°; più indietro Marco Strassera, Alessandro Fusillo, Alessandro Bellani, Andrea Improta, Riccardo Recanati e Giulio Luciani. Enrico Giustiniani

Eventi estivi

Giugno a tutto sport

A

i blocchi di partenza l’estate 2011 del litorale romano. Come da tradizione anche quest’anno a riempire le giornate afose dei cittadini di Ostia sarà lo sport. Comun denominatore degli eventi di giugno sarà la palla e il gioco di squadra: calcio, rugby e basket. Proprio quest’ultimo sarà, forse per la prima volta, protagonista assoluto. Dal 6 al 12 giugno si svolgerà infatti al The Spot di Via Baffigo la manifestazione “Basket Life”, cinque giorni dedicati alla palla a spicchi. Inizierà lunedì il The Spot Challange, un torneo tra tutte le prime squadre del litorale Romano. Ci sarà inoltre il primo torneo Summer League interamente dedicato agli under 22 e, venerdì 10 giugno alle 21:00, l’All Star Game femminile chiuderà la kermesse sportiva. Qualche giorno dopo, dal 16 al 19 giugno si terrà, presso il campo sportivo della Polisportiva Palocco e del Pala Di Fiore, la quarta edizione del torneo giovanile “Baskettiamo”. Per il secondo anno consecutivo la manifestazione,

che vedrà partecipare ragazzi e bambini nelle categorie Under 17, Under 13 e Aquilotti 2000, è progettata con la collaborazione dell’Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo), cui tutti i proventi verranno destinati. Anche la palla ovale sarà la meta degli sportofili del Tredicesimo che potranno gustarsi, domenica 5 giugno alle ore 14:00, la manifestazione rugbistica “Mini Ruggers 4 Children” (anche in questo caso, collaborazione con la Onlus “Save the children”, non mancherà il connubio sport solidarietà). Parteciperanno, presso lo stadio di Stella Polare, circa 600 atleti provenienti da tutta Italia. A partire da fine maggio fino al 15 luglio si svolgerà, presso il campo sportivo della Longarina, la quinta edizione del torneo di calcio a 8 “Lido di Roma”. A fine mese di nuovo lo skatepark vicino al porto sarà il centro di uno degli eventi sportivi che ha reso Ostia famosa nel mondo. Si realizzerà infatti, dal 30 giugno al 3 luglio, la World Cup Skateboarding, la coppa del mondo di skate. Roberta Riga


Spettacoli

Giugno da vivere

111

Estate lidense

Arriva l’estate e Ostia si anima di eventi

A

lle porte della stagione estiva il litorale romano torna ad animarsi. Da giugno il XIII Municipio sarà sede di numerosi e interessanti eventi. Sulla scia del successo delle edizioni passate, ritorna in Piazza Ravennati a Ostia la manifestazione culturale “Ap-

prodo alla lettura”. Dal 4 giugno al 18 settembre si contano oltre cento serate, tutte gratuite. Si inizierà subito con un mese ricco di proposte: in programma concerti, spettacoli teatrali e di danza, mostre, dibattiti e performance di ogni genere. Non mancheranno i cult delle stagioni passate: tornano le rassegne “Pennellate Romane”, “Un mare di risate” e “A...mare il teatro”, alle quali si aggiunge la rassegna cinematografica “Roma 150”, dedicata a Roma e ai 150 dell’Unità d’Italia. Il principale protagonista della manifestazione sarà come sempre il libro, sia nella vendita diretta al pubblico sia nella rassegna “Incontro d’autore” che quest’anno coinvolgerà anche scrittori emergenti. Il programma completo è consultabile sul sito www.approdoallalettura.it. Rimaniamo sul Pontile per segnalare

Re Boat Race

un altro evento che, a differenza di “Approdo alla lettura”, si svolgerà di giorno. Dal 24 giugno al 24 luglio ci sarà la manifestazione “Fit, Fun & Fruit”, una mostra-mercato con bancarelle e un palco per spettacoli di cultura, sport e sfilate di moda. Sempre sul lungomare di Ostia si svolgerà, dall’11 al 18 giugno, la “Re Boat Race”, la regata più ecologica del pianeta. Inserita all’interno della “Da 100 a 1000 Vele. La Festa del Mare di Roma”, è la prima regata in Italia di barche costruite del tutto con materiali riciclati. Restando in tema d’ambiente, il 26 e 27 giugno sono state organizzate due giornate d’attività per festeggiare i 10 anni del “Centro Habitat Mediterraneo” e i 30 anni della LIPU di Ostia. Sarà possibile visitare l’Oasi, fare bir-

dwatching e assistere alla liberazione di uccelli. Presso il CHM saranno allestiti diversi stand informativi con prodotti biologici e una mostra fotografica naturalistica; inoltre si potrà assistere ad alcuni convegni a cui interverranno molti ospiti tra cui Danilo Mainardi, il più grande etologo vivente, che presenterà il suo libro “Il cane secondo me”, e Marco Lambertini, direttore generale di BirdLife International. Per maggiori

informazioni: www.lipuostia.it. Anche la biblioteca Elsa Morante di Ostia dedica le attività di giugno al tema dell’ambiente con film, documentari e mostre fotografiche. In particolare, il 21 è stata organizzata la conferenza “L’ambiente, il web e l’ecologia della mente”, cui interverranno Carlo Infante, presidente di Urban Experience, e Marco Fratoddi, direttore di La Nuova Ecologia. Cambiamo argomento. Dal 22 al 25 giugno presso il teatro Nino Manfredi di Ostia si svolgerà la 40a edizione del Premio Internazionale “Città di Ostia”. Saranno quattro le serate di letteratura, poesia, giornalismo, musica e spettacolo, organizzate come sempre dall’Ass. Cult. Anco Marzio, presieduta da Tonino Colloca. A presiedere la giuria sarà il poeta Davide Rondoni, editorialista de Il Sole 24 Ore e Direttore del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna e di Dante 09. Assieme a lui ci saranno il Presidente onorario Sandro Decataldo, i poeti Claudio Damiani e Nicola Bultrini, la scrittrice Rita Charbonnier, Maurizio Imbriale di Rai International, l’editrice Raffaella Ravano e la professoressa Monica Picca. Infine segnaliamo una mostra d’arte, organizzata dall’associazione “TANTRAPOP” di Ferdinando Colloca in sinergia con importanti associazioni europee e con il patrocinio del XIII Municipio e della Provincia di Roma. Il 24 giugno alle ore 17 sarà inaugurata presso il chiostro del Palazzo del Governatorato di Ostia la “MAM13 - Mostra Arte Moderna Mediterraneo” che sarà visitabile fino al 15 luglio. All’inaugurazione interverrà una delegazione di artisti da Libia, Tunisia, Palestina ed Egitto. Chiara Ferraro


budget e ricette

di Lucia Bianco (inviate le vostre ricette a luciabianco@hotmail.it)

Golosità di fine primavera Due piatti semplici e veloci per gustare la buona cucina anche d’estate n questo ultimo periodo si sono susseguite cene, compleanni, gite in campagna con pranzo al sacco; ho avuto modo quindi di provare tante nuove ricette, ne ho scelte due tra quelle che hanno riscosso maggior successo: gli arrostini di sovracosce di pollo ed una torta farcita. Entrambe hanno un grande vantaggio: possono essere preparate in anticipo e, volendo, si possono anche congelare. Buon appetito! Fatemi avere i vostri commenti e nuove ricette, il mio indirizzo è luciabianco@hotmail.it. Al prossimo mese e ciao a tutti!

I

Torta farcita di formaggio e radicchio reparate per prima cosa il ripieno. In un tegame fate scaldare e rosolare l’olio con la cipolla ed il peperoncino. Aggiungete un filo d’acqua e cuocete sino a quando la cipolla diventa trasparente. Unite il radicchio, l’aglio e fate cuocere sino a quando il radicchio è appassito. Togliete dal fuoco, profumate con l’aceto, regolate di sale e fate freddare. Ungete bene una teglia a cerniera e foderatela bene col primo disco di pasta sfoglia lasciandola debordare un poco (ricordate di punzecchiare il fondo abbondantemente per evitare che si gonfi). Distribuite sul fondo tre quarti del prosciutto, coprite col radicchio scolato, quindi con la salsa di pomodoro. Aggiungete uno strato di provola, il parmigiano grattugiato e completate con il prosciutto restante. Sten• 2 confezioni di pasta sfoglia rotonde • 10 fette sottili di prodete l’altro rotolo come coperchio per la torta. Con una sciutto cotto • 250 gr di salsa di pomodoro preparata con cipolrotella o con un coltello rifilate la pasta in eccesso e sigillina e tanto basilico • 150 gr di provola affumicata a fettine late bene creando un piccolo cordone. Spennellate la • 50 gr di parmigiano grattugiato • 1 cespo di radicchio rosso torta con rosso d’uovo ed infornate a 180° per 45/50 tagliato a fettine • 1 cipolla finemente affettata • 1 peperoncino minuti, deve essere dorata in superfice. Potete servirla • 1 spicchio d’aglio • 1 cucchiaio di aceto di vino • Olio q.b. calda, tiepida ma anche fredda.

Ingredienti

P

Arrostini di sovracosce con pancetta e carciofi e sono irreperibili, i carciofi possono essere sostituiti dalle zucchine, dai broccoletti o altre verdure a vostra scelta. Pulite i carciofi e sistemateli in una terrina con acqua acidulata con il limone. In una padella antiaderente fate scaldare un filo d’olio, unite i carciofi tagliati a spicchi, fate cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti, aromatizzate con un trito di aglio, salvia e rosmarino, bagnate con parte del vino e portate a cottura. Disossate le sovracosce e salatele all’interno. Stendete le fette di pancetta a due a due, sistemate al centro una cucchiaiata di carciofi, arrotolate e riempite le sovracosce con l’involtino ottenuto. Chiudete con della rafia. In una casseruola mettete due cucper 4 persone chiai d’olio, unite le sovracosce di pollo e fatele rosolare bene, sfumate con il vino, salate, aggiungete un rametto di • 4 sovracosce di pollo • 8 fette di pancetta tesa • 6 carciofi rosmarino e fate cuocere per 35/40 minuti. Serviteli a fettine • 1 limone • 1 rametto di salvia • 1 rametto di rosmarino con i carciofi rimasti. • 1 spicchio d’aglio • 1 bicchiere di vino bianco secco

S

Ingredienti

• Burro • Olio extravergine di oliva • sale e pepe

112


V. GRANDE MURAGLIA

VIA D

O

EUR TORRINO

VIA DI DECIMA

VIA

VIA DEI

RO INDA VIA P VIA G

LOCCO VIA DI M. PA

V.

DI

E .D

CA

SAL

L

19

2

F FERRA RI

1 INFERNETTO

PAL

CASAL PALOCCO

RAGON CELLO

V I A W OL

L O T TI

OCCO VIA U. GIORDANO

VIA CANALE DELLA LING UA

SAN

SCHE

FRA

VIA DELLA VILLA DI PLINIO

VIA D

CAVALCAVIA NUOVO

T.

I

VIA DEI DIOSCURI

L.MARE DUCA DEGLI ABBRUZZI

C.SO REGINA MARIA PIA

11

L.MARE PAOLO TOSCANELLI

L.MARE DELLA SALUTE PORTO DI OSTIA

VIA C. PASSERO

OSTIA PONENTE P.LE DELLA POSTA

PONTILE

V I A DI C

A S TEL

O

VIA C. COLOMBO

FU

V. AZZORRE

V. MARINA

V. BE Z Z

L

12

VIA D. BALENIERE

V. F A R O

ISOLA SACRA

13 TE

OSTIA STELLA POLARE

V.

GIUGNO

VIA C. ZUGNA

VIA DE

LLA SC

AFA

A VIA DELLA SCAF

CA

ORI EI PESCAT

21

EDIP

UGLIA

DI

VIA R

VIA PO EMENTIN

VIA T. CL

P.ZZA GRASSI

IA

TO VIA DELL'AEROPOR

V.LE TRA IANO

P. T E 2 A

MICINA F O CE

VIA DI

FIUMICINO

TE VE RE

LONGARINA 18 V

OSTIA ANTICA

S

R T UE NSE

P O R ZIA

NO

SAPONA RA

V.PRASSILLA

26

VIA A.

V.BAZZINI

AXA

ACCHIA

SSO D

9

VIA CRISTOFORO COLOMBO

V.O.GHIGLIA

ORC INA

APONA RA

VIA DI S VIA DI SAPONARA

VIA OSTIENSE

VIA DEL MARE

P.ZZA ESCHILO

ACILIA

MADONNETTA

VIA FO

AXA MALAFEDE

NTINI EO

VIA DEI ROMAGNOLI

VIA DI M

V. COLLETTORE PRIMARIO

7

CORNELI O

22

BO

I TT VIA O. F A 16

10

VIA DI ACILIA

NI

CELLO RAGON

24

SPINACETO

TENUTA DEL PRESIDENTE

PESCAT ORI V. ARISTOFANE H IL O VIA ESC

P.ZZA S.L. P.TO MAURIZIO

23

DRAGONA

6

VIA C. MAESTRINI

CALTAGIRONE

V. P

20 4 27

V. G.CARPINE

15

O

NAPOLI

VIA DI MALAFE DE

DRAGONCELLO V. DI D

I

CASALBERNOCCHI

LI GO

POG DEL V IA

28

V. IN

17

VIA DELLA SALVIA

GIO DI ACILIA

LLE CASE BA DE SS E VIA

M M IN

VIA

VIA DEL MARE

ACILIA NORD

A

AN IOR GG

E

DI GIA NO

R A TO

ETTO

OCA

VIA VITINIA SA 29 RSINA V. S. A RC. D I ROM AGNA

MA

S UEN

EZZ

VIA DI P

A S AL

INO BOR GH

.SA NT O

CENTRO GIANO

V.ALBARETO

ORT VIA P

DI M

14

DI

VIA ARZANA

5

VIA C

S QU

MOSTACCIANO

8

VIA L

LEGENDA 17 El Matadero 18 Il Frantoio 19 Eschilo 2 Dancing 20 Bi Trattoria 21 Il Miglio Verde 22 Pane ar pane vino ar vino... e pure pizza 23 Don Payo 24 Bagnolo 25 Iacopucci Bar Pizza a taglio 26 Il Marchese del Grillo 27 Gibraltar 28 Antichi Sapori 29 Porta del Sole

. PA

E GRANDE RACCORDO ANULAR VIA

VIA

1 Antica Ricetta 2 Zucchero e limone 3 Gran Caffé Iacopucci 4 Bianco Rosso e Pannone 5 Dal Pannocchia 6 Re Grano 7 Pane ar pane vino ar vino 8 Squisito 9 Maharajah 2 10 Avoja 11 Ping Pong 12 Chi cerca trova 13 La Pineta 14 Frivolezze 15 Di Carlo Cafè 16 Il Cielo sul Mare

C

VIA MOLAIOLI

FIRENZE

IU

IAN

VIA D. PURIFIC ATO

USCITA 28

F D.

B ME

VIA CRISTOFORO COLOMBO

3

25

PINETA DI CASTEL PORZIANO

OSTIA LEVANTE L.MARE DUILIO

L.MARE LUTAZIO P.ZZA C. COLOMBO CATULO

LITORANEA


MagnaRoma

Stasera dove si va? Dal Pannocchia! apori tradizionali eppure ricercati, atmosfera casereccia in un ambiente caldo e moderno. Questo e oltre è Dal Pannocchia. Un mix tra qualità dei prodotti, piatti classici e chicche inventive fanno del ristorante Dal Pannocchia un punto di riferimento per gli amanti della cucina italiana di carne e pesce così come della pizza. Il responsabile, Adriano, ci chiede “Avete mai assaggiato i paccheri con pistacchio e gamberoni? Oppure gli spaghetti con tartufo, vongole e pachino?”. Ci duole rispondere di no, perché ne pregustiamo il sapore dagli odori che sfuggono alla cucina... Il

S

menù è ricco, in continuo evolversi per merito di uno chef fantasioso che ama sperimentare e proporvi i piatti più gustosi a prezzi modici, con menù fissi a 8 euro per il pranzo e da 13 euro per la cena a base di pizza, bevande incluse. Una pizza “speciale”, dall’impasto leggero, cotta nel forno a legna. Ottima la selezione dei vini, dalle etichette medie a quelle più pregiate. Ma Dal Pannocchia non è solo buon cibo. Alle 22:30 si trasforma in cocktail bar, e nel week-end ospita cover band, cantanti di vario genere, animazione, illusionisti; organizza serate a tema, di cabaret,

karaoke, pianobar e feste, potendo contare su un ampio spazio all’aperto e parcheggio a soli 20 metri di distanza. Non è ancora finita. Dal Pannocchia vi offre la possibilità di vedere tutte le partite di campionato e coppa su un maxischermo da brividi. Dal Pannocchia è in Via Sarsina 1, all’interno del complesso Slot House Europa, al km 14.00 dell’Ostiense, altezza Vitinia. Quando trovate le palme luminose, fermatevi: siete arrivati. INFO: www.ristorantedalpannocchia.com Tel. 06.52378057

5

114


MagnaRoma IACOPUCCI BAR PIZZA A TAGLIO SPECIALITÀ > BAR - PIZZA A TAGLIO - WINE BAR Dopo l'enorme successo riscosso in questi anni, Iacopucci raddoppia, inaugurando dal mese di Maggio 2011 un nuovo

INDIRIZZO Viale Amsterdam, 56-58-60 TELEFONO 06.52208013 RIPOSO SETTIMANALE Domenica APERTO 8:00-22:30 orario continuato

25

locale, nella zona Eur Torrino, dall’inconfondibile stile elegante ed accogliente, ideale per godersi una pausa culinaria. Oltre alla sfiziosa gastronomia del bar (rustici, tramezzini, panini e stuzzicanti salatini), si possono gustare oltre 50 tipi di pizza a taglio, sia da asporto che da consumare comodamente seduti al tavolo; prelibatezze i cui ingredienti, sempre freschi e variegati, sottolineano la cura e la professionalità della preparazione. A partire dal pomeriggio, invece, porte aperte per l’aperitime, dove, nella zona riservata al wine bar, ci si può sbizzarrire scegliendo, dalla ricca carta, variegati cocktail e pregiati vini. Chiuso la Domenica, il locale durante la settimana è aperto dalle 8:00 alle 22:30 seguendo un orario continuato. Si accettano i ticket.

ZONA

EUR TORRINO

10

115


VG

visioni grafiche


MagnaRoma EL MATADERO

Nuova di Fabr

SPECIALITÀ > CARNE - DOLCI FATTI IN CASA Rinnovato nella gestione di Fabrizio Forti e nell'arredo accogliente che lo caratterizza particolarmente, questo delizioso locale, consigliato anche dal Gambero Rosso, offre numerose specialità culinarie non solo nostrane. Carne e salumi di tutto il mondo, verdura e frutta esclusivamente di stagione, pesce

Gestion

izio For

e

ti

(su ordinazione) ed una varietà di primi piatti e di dolci fatti in casa... per veri intenditori! El Matadero, oltre ad essere una location ideale per organizzare cene di lavoro, feste e cerimonie, gode di servizio catering e servizio da asporto. Due volte alla settimana Piano Bar, musica live con Gianni DI CATALDO, Anna Maria TERRAZZANO e SARA CIAMBOTTI. La domenica per pranzo e cena aperto solo su prenotazione.

INDIRIZZO Via Guido Maria Conforti, 21/A TELEFONO Fabrizio 342.0934108

Nunzio 349.1004261 CONSIGLIATO DA PRENOTAZIONE Gradita PREZZO MEDIO 25 € SPAZIO ESTERNO Sì 2010/2011 AREA BANCHETTI Sì NUMERO POSTI 110 interni, 80 esterni RIPOSO SETTIMANALE Domenica APERTO Tutte le sere a cena - A pranzo solo su prenotazione Chiusura cucina ore 24:00

17

ZONA

MONTI DI SAN PAOLO - ACILIA

4

117


MagnaRoma GRAN CAFFÈ IACOPUCCI SPECIALITÀ > BAR - TAVOLA CALDA - TABACCHI - RINFRESCHI - GASTRONOMIA “Primogenito” nella famiglia dei locali Iacopucci sorti nella rafben gestito ed accogliente dove molti desideri, soprattutto se finata zona dell’Eur Torrino, vanta uno spazio sempre curato, legati alla gastonomia, potranno essere esauditi. Sempre aperto dalle 7:00 alle 20:00 (orario continuato) è la location ideale per godersi un rilassante coffee break, assaporare un pranzo in compagnia piacevolmente seduti nell’ampia sala della ristorazione, organizzare un ottimo rinfresco, ritrovarsi per uno stuzzicante aperitivo o semplicemente consumare un pasto veloce. Ogni giorno, inoltre, vengono proposti dallo chef diversi menu, tra cui il conveniente MENU FISSO. Chi varca le porte del Gran Caffè Iacopucci: Bar - Tavola Calda - Rinfreschi Aperitivi - Tabacchi - Sisal - Intralot Scommesse Sportive, ha solo l’imbarazzo della scelta! A pranzo si accettano anche i ticket.

INDIRIZZO Via Oslo, 7 TELEFONO 06.5291061 RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto APERTO 7:00-20:00 orario continuato

ZONA

3

EUR TORRINO

23

118


MagnaRoma LA PINETA

INDIRIZZO Via del Circuito, 68 (secondo cancello) TELEFONO 06.50930096 - 339.5340667 SITO INTERNET www.lapineta.biz CARTE DI CREDITO Sì PREZZO MEDIO 20 € SPAZIO ESTERNO Sì AREA BANCHETTI Sì NUMERO POSTI 100 RIPOSO SETTIMANALE Martedì APERTO Pranzo e Cena

13

ZONA

CASTELFUSANO

SPECIALITÀ > CARNE - PASTA, PANE E DOLCI FATTI IN CASA Immerso nella suggestiva quiete della pineta di Castelfusano, Tra alberi, cavalli e tanta tranquillità, i buongustai della cucina all’interno di un meraviglioso circolo ippico, questo locale dalla casereccia potranno deliziare i loro palati con primi di pasta struttura rustica e accogliente, è dotato di ampi spazi verdi fatta in casa, vasto assortimento di carne danese, irlandese, esterni, con parco giochi per bambini e parcheggio privato. scozzese e piemontese. La verdura, cucinata come da tradizione nostrana, è freschissima, per non parlare del pane e dei dolci fatti in casa e preparati giornalmente, da non perdere! La carta dei vini è vasta e ben fornita, basta solo scegliere. Per non parlare dell’ottima birra alla spina. Su prenotazione, inoltre, si possono organizzare pranzi e cene a base di pesce. La Pineta, oltre ad offrire relax e ottima cucina, ama dedicare ai clienti tutta la sua competenza e dedizione nel campo della ristorazione, per questo una volta entrati... è difficile non tornare! Per maggiori informazioni o visualizzare il menù e i prezzi trasparenti, consultate il sito: www.lapineta.biz.

24

119


VG

visioni grafiche


MagnaRoma RE GRANO arte della pizza

INDIRIZZO Via Lago Santo, 23 TELEFONO 06.52372983 INTERNET www.regrano.it - info@regrano.it PRENOTAZIONE gradita (dopo le 16:00) RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto CARTE DI CREDITO Tutte (no American Ex.) NUMERO POSTI 130 interni, 150 esterni AREA BANCHETTI Sì GIARDINO Sì PARCHEGGIO Sì (ampio) APERTO Cena

6

PARCO GIOCHI

ZONA VITINIA EUR-MEZZOCAMMINO

1

121


MagnaRoma IL MIGLIO VERDE

INDIRIZZO Via di Piana Bella, 30 (traversa di Via di Castel Fusano) TELEFONO 338.9953162 CARTE DI CREDITO Sì (no American Express) SPAZIO ESTERNO Sì PARCHEGGIO Sì RIPOSO SETTIMANALE Mercoledì APERTO Cena (aperto a pranzo domenica e festivi)

SPECIALITÀ > CARNE ALLA BRACE - PIZZA Immerso nella rigogliosa e rilassante campagna di Ostia Antica, all’interno di un antico casale ristrutturato mantenendo le caratteristiche originali, questo locale ha la capacità di trasportare i suoi ospiti in una dimensione così tranquilla e familiare da dimenticare lo stress ed il caos assordante della città. Il menù, rispettando le regole rurali, offre prevalentemente piatti a base di carne di rilevante qualità. Ottime le varie tipologie di tagliata (prima fra tutte quella all’aceto balsamico) e gli sfiziosi antipasti “casarecci” con formaggi, salumi e verdure, accompagnati da una croccante focaccia. Per chi invece desidera le specialità di pizza, non deve fare altro che scegliere tra le numerose varietà! Arricchito da un meraviglioso spazio esterno, è la location ideale per organizzare ricevimenti e banchetti.

ZONA

21

OSTIA ANTICA

PING PONG SPECIALITÀ > BAR - GASTRONOMIA - WINE BAR Posizionato sul lungomare di Ostia, a pochi metri dalla spiaggia, il Ping Pong invita la sua clientela a godersi qualche minuto in tranquillità all’interno del suo storico locale, o perché no all’esterno, allestito con una veranda, tavolini e comode sedute. Bar, gastronomia e wine bar, qui si possono gustare ottimi panini, sfiziosi rustici o tramezzini, magari... guardando sullo schermo una delle partite del campionato 2010-2011 e non solo.

INDIRIZZO Lungomare Paolo Toscanelli, 84 TELEFONO 06.45438673 CARTE DI CREDITO No SPAZIO ESTERNO Sì RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto APERTO Dalle 6:30 alle 24:00 CAMPIONATO DI CALCIO 2010-2011 E NON SOLO...

ZONA

11

OSTIA LIDO

RISTORANTE CINESE IL CIELO SUL MARE SPECIALITÀ > CUCINA CINESE Preparatevi ad un viaggio culinario per scoprire i più tradizionali ed interessanti piatti della Cina realizzati con prodotti e materie prime rigorosamente italiani. Qui, anche grazie all’impeccabile accoglienza della proprietaria Luisa e del servizio in sala, avrete l’opportunità di essere consigliati sulle portate, scegliere e gustare in tutta tranquillità sapori di una terra tutta da scoprire... Oltre ad un menù con i “classici” della cucina cinese: involtini primavera, alghe fritte, ravioli con verdure o gamberi, riso alla cantonese, riso all’ananas, maiale in salsa agrodolce, pollo alle mandorle, gamberoni sulla piastra... “Il cielo sul mare” offre l’opportunità (meglio su ordinazione) di assaporare: • orata, rombo, spigola con cipolline fresche; • scampetti crudi con aceto e salsa di soia; • gamberoni in crosta di sale; • fettuccine di riso con verdure e gamberi; • spaghetti cinesi all’aglio e aceto; • riso del cielo sul mare con gamberi secchi e verdure; • manzo con cinque sapori. A Dragoncello, la Cina è più vicina di quanto pensiate!

INDIRIZZO Via Ottone Fattiboni, 73/75 TELEFONO 06.52169451 SITO INTERNET www.ilcielosulmare.it PREZZO MEDIO 10/15 € CARTE DI CREDITO No American Express RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto SPAZIO ESTERNO Si PARCHEGGIO Si NUMERO POSTI 100 APERTO Pranzo/Cena

ZONA

16

DRAGONCELLO

122


MagnaRoma SQUISITO SPECIALITÀ > PIZZA - CARNE ALLA BRACE - PESCE Il ristorante Squisito si trova in via Fiume Bianco 26, zona EurTorrino. Da noi si può gustare sia la tradizionale cucina partenopea in tutte le sue sfaccettature, i primi di pesce, le pizze con impasti da 300 grammi, sia la classica cucina capitolina. Tutto questo nel suo splendido chalet immerso nel verde dove, grazie ai suoi ben 400 posti a sedere interni più 300 esterni,

INDIRIZZO Via Fiume Bianco, 26 TELEFONO 06.45426085 SITO INTERNET www.squisitogroup.com E-MAIL info@squisitogroup.com FACEBOOK squisitoeur CARTE DI CREDITO Sì PREZZO MEDIO 15/35 € SPAZIO ESTERNO Sì AREA BANCHETTI Sì NUMERO POSTI 400 interni, 300 esterni RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto APERTO Pranzo e Cena

8

ZONA

EUR TORRINO

si possono organizzare ricevimenti, banchetti di ogni genere, battesimi, comunioni o matrimoni. La qualità della nostra carne è diventata ormai un nostro marchio: la carne viene cotta alla brace con cottura a vista dove ci si può sbizzarrire nella scelta: argentina, danese, tedesca, americana, australiana e la classica nazionale; il tutto in diverse modalità come la bistecca o la fiorentina o il filetto, tutto scelto dal cliente stesso sul momento. Parlando invece del pesce, i primi particolari e sfiziosi come il pacchero imperiale con pesce spada tagliato a cubetti, capperi e pomodorino pachino tra i più gettonati, ai classici con crema di scampi, pescatora e con vongole veraci. Passando ai secondi, la freschezza del pesce si può vedere, dato che anche qui il cliente stesso può scegliere tra rombi, orate, spigole in vetrina o addirittura un delizioso astice pescato sul momento grazie all’acquario. E dulcis in fundo, la pasticceria: tutti dolci e gelati in lavorazione artigianale, anche questi di tradizione napoletana come il babà, la pastiera o la torta caprese accompagnati da deliziose cassate siciliane, tiramisù e profitterol. Tutto questo di fronte ai nostri maxi schermi per vedere i più importanti eventi sportivi.

18

123


VG

visioni grafiche


MagnaRoma

INDIRIZZO Via O. Ghiglia, 257 TELEFONO 06.52440063/334.8473257 PREZZO MEDIO de meno nun se pò! RIPOSO SETTIMANALE ce semo sempre! CARTE DI CREDITO abbasta che paghi! PARCHEGGIO ce sta! NUMERO POSTI voi venite, noi ve sistemamo! PRENOTAZIONE è mejo! APERTO Pranzo/Cena

7

ZONA

MALAFEDE

PANE AR PANE VINO AR VINO

PANE AR PANE VINO AR VINO... e pure PIZZA

SPECIALITÀ > CUCINA ROMANA Ve piace magnà bene secondo la tipica cucina romanesca? Allora venite da noi, Giovanni e Martino: a parcheggià nun c’è problema e quanno entrate drento a “Pane ar pane vino ar vino” potete aggustà tutto quello che ve pare dei piatti de Roma nostra, le minestre, le pastasciutte, li seconni de carne e puro de pesce (martedì e venerdì oppuro su ordinazione), er tutto annaffiato dal vino bono de li Castelli. I prezzi ce dovete da crede so proprio boni che de meno nun se pò. Aho, v’aspettamo!!!

SPECIALITÀ > CUCINA ROMANA - PIZZA Aò, e mò v’aspettamo pure ner novo locale, n’dove, ortre a magnà e cose romane, ve potete aggustà pure a pizza... cor sugo de coda, de trippa, co’ a carbonara e co’ amatriciana, ecc... e pure ‘a classica! E si volete va’ portamo pure a casa! O’, semo sempre noi! Sortite presto!

INDIRIZZO Via Giovanni da Pian del Carpine, 24 TELEFONO 06.52350987/3348473257 PREZZO MEDIO de meno nun se pò! RIPOSO SETTIMANALE Lunedì (annate all’ar-

tro “Pane ar Pane Vino ar Vino” a Malafede) CARTE DI CREDITO abbasta che paghi! PARCHEGGIO te devi arrangià! NUMERO POSTI voi venite, noi ve sistemamo! PRENOTAZIONE è mejo! APERTO Pranzo/Cena

22

ZONA

ACILIA

15

125


VG

visioni grafiche


MagnaRoma BI TRATTORIA

DAL PANNOCCHIA

SPECIALITÀ > CARNE - PESCE - PIZZA La nostra filosofia è quella di portare in tavola solo la freschezza e la qualità di piatti cucinati con ingredienti di stagione e selezionati di persona come pesce fresco, carne alla brace, pizza lievitata naturalmente e cotta al forno a legna. Non abbiamo un menù fisso ma solo proposte del giorno. Il locale è nuovo e lo stile anni ‘70, curato ed ironico in ogni particolare. Una splendida cucina a vista è il regno di Federico, Manuel e Tonino e i dolci e la pasta fatta in casa sono le specialità di mamma Rossella.

SPECIALITÀ > PESCE - CARNE - PIZZA Rinnovato nel nome, arricchito nel menù e nell’organizzazione di serate a tema musicali e danzanti, Dal Pannocchia inaugura un inizio di stagione all’insegna dell’allegria ma soprattutto della buona cucina! Le specialità sono varie e di freschezza giornaliera. Si parte dagli antipasti, sempre ricchi e sfiziosi, o dai primi di pasta, per continuare con i secondi a base di carne o quelli di pesce, per finire con il menù pizza (anche da asporto)...

INDIRIZZO Via Brunone Bianchi, 19 TELEFONO 06.5257052 - 392.0192090 SITO INTERNET www.bitrattoria.it NUMERO POSTI 60 interni, 70 giardino PREZZO Onesto CARTE DI CREDITO Tutte RIPOSO SETTIMANALE Mai PARCHEGGIO Sì (privato) APERTO Pranzo/Cena

20

MENU PIZZA: Antipasto Fritto “del Pannocchia”, una pizza a scelta, una bevanda piccola, caffè € 13,00

INDIRIZZO Via Ostiense km 14,00 TELEFONO 06.52378057 - 346.6054898 NUMERO POSTI 110 PARCHEGGIO Sì RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto APERTO Pranzo e Cena FORNO A LEGNA - PIZZA A PORTAR VIA Tutte le partite di Serie A, Champions League, Euro League

ZONA

5

CASAL BERNOCCHI

ZONA

VITINIA

CHI CERCA TROVA

ESCHILO 2 DANCING RISTORANTE - PIZZERIA - SALA DA BALLO

SPECIALITÀ > PESCE - CARNE - PIZZA Chi cerca... trova un locale, nella zona Isola Sacra, da anni gestito con sapienza e cordialità, pronto ad accogliere la sua clientela in un ambiente curato e luminoso. Mirata a soddisfare tutti i palati, la cucina propone un menù sempre amplio di prelibatezze e dagli ingredienti freschissimi. Primi e secondi piatti a base di pesce (arrivi giornalieri) o carne potranno essere accompagnati da birra o vino delle migliori marche. Inoltre una vasta scelta di pizze cotte nel forno a legna. INDIRIZZO Via della Scafa, 445/449 TELEFONO 06.6583099 NUMERO POSTI 200 AREA BANCHETTI Sì CARTE DI CREDITO Tutte RIPOSO SETTIMANALE Mercoledì PARCHEGGIO Sì (riservato) APERTO Pranzo/Cena

INDIRIZZO Via del Fosso di Dragoncello, 201 TELEFONO 06/5216536 PREZZO MEDIO 15/20 € RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto SPAZIO ESTERNO Si (d’estate) PARCHEGGIO Si CARTE DI CREDITO Tutte (no American Express) NUMERO POSTI 80 APERTO Pranzo/Cena

TUTTE LE PARTITE DI SERIE A-B, CHAMPIONS LEAGUE, EURO LEAGUE

12

ZONA

€ SI ORGANIZZANO MENÚ A 25€ ANTIPASTO + 2 ASSAGGINI + SECONDO

14

Sala da ballo di 1.000 mq. (con capienza di 300 persone)

19

FIUMICINO

INDIRIZZO Via Codigoro, 30 TELEFONO 06.52372604 - 339.2479722 SITO INTERNET www.frivolezze.altervista.org PREZZO MEDIO 25/35 € RIPOSO SETTIMANALE Sempre aperto CARTE DI CREDITO Tutte NUMERO POSTI 40 APERTO Pranzo/Cena

ZONA

VITINIA

SPECIALITÀ > CUCINA ITALIANA - PIZZA Concepiti per appagare sia i vizi culinari sia la sfrenata passione per il ballo, questi due locali (ristorante e sala da ballo) vantano un’accogliente locazione all’interno del centro sportivo Eschilo 2. Gli ospiti possono godere di un menù ricco di specialità nostrane a prezzi competitivi. Per chi desidera trascorrere una serata danzante, il locale offre nel weekend una sala da ballo di 1.000 mq dove poter cenare scegliendo tra la pizzeria e le specialità del ristorante, e usufruire anche dei corsi di ballo.

ZONA

NUOVA PALOCCO

FRIVOLEZZE

ZUCCHERO E LIMONE

SPECIALITÀ > GOOD MUSIC Ambiente unico e di atmosfera, il ristorante Frivolezze è arredato secondo uno stile elegante ed accurato, che crea piacevoli sensazioni di benessere. La cucina soddisfa pienamente la voglia di assaporare piatti preparati con cura che richiamano i sapori della cucina sarda. Si annoverano tra le altre pietanze: Spaghetti ai ricci di mare (sardi), Faraona al mirto e fragoline di bosco, Seadas dello chef. Questa miscellanea di differenti sapori fa di Frivolezze un posto tutto da scoprire.

SPECIALITÀ > PIZZA - PESCE FRESCO - CARNE Ristorante/pizzeria mirato a proporre una cucina creativa e ricca di sapori, il locale vanta uno stile di servizio professionale in grado di ospitare al meglio ogni tipo di esigenza culinaria. I piatti che il menù propone sono dei più vari: crudité imperiali di pesce di mare e crostacei vivi (visibili in acquario), pesce di mare freschissimo e succulente carni danesi ed argentine, il tutto da accompagnare ad un’ottima carta dei vini. Da non perdere i dolci della casa e le specialità della pizzeria napoletana. INDIRIZZO Via E. Wolf Ferrari, 273/279 TELEFONO 06.5090609 PREZZO MEDIO 30/40 € RIPOSO SETTIMANALE Lunedì a pranzo CARTE DI CREDITO Tutte AREA BANCHETTI Si SPAZIO ESTERNO Si NUMERO POSTI Inverno 170 / Estate 400 APERTO Pranzo/Cena

Sconto 10% ai lettori di 13 Magazine

2

ZONA

INFERNETTO

127


La Vetrina di Tredici


oroscopo di giugno

ASHLEY JUDD (19/4/1968)

DANIEL DAY-LEWIS (29/4/1957)

JULIETTE LEWIS (21/6/1973)

SILVIO ORLANDO (30/6/1957)

SANDRA BULLOCK (26/7/1964)

HUGH GRANT (9/9/1960)

di Alehandra

Ariete 21/3-20/4

Bilancia 23/9-22/10

Passerete giugno a dare continue dimostrazioni della vostra voglia di vivere e di fare. Avete molta energia, anche se spesso è insufficiente rispetto alle vostre smodate ambizioni. Dal punto di vista della salute attenti a non trascurarvi e a non sottovalutare i piccoli acciacchi. L’estate è in arrivo, preservate un po’ di energie.

Alcuni pianeti sono passati dall’Ariete al Toro, dunque avete alleggerito sia la mente che l’anima. Giugno è il mese del buon umore e delle opportunità. In voi qualcosa di importante sta cambiando, e a volte può essere un passaggio doloroso. Siate fiduciosi e vedrete che le cose andranno nel senso che immaginate.

ZAC EFRON (18/10/1987)

Toro 21/4-20/5

Scorpione 23/10-21/11

È il vostro momento. Da poco avete compiuto gli anni, per una volta però più che scoraggiati siete compiaciuti della maturità raggiunta. La forma fisica è tra i massimi, dunque siete decisamente pronti ad affrontare l’estate. Cercate di non trascurare i familiari ed essere pronti quando qualcuno chiede la vostra presenza.

Sarà un mese insolito dal punto di vista delle relazioni personali, in particolare quelle affettive. La vostra storica timidezza sarà temperata dall’aspetto degli astri. Non vergognatevi di esporre le vostre intenzioni e i vostri progetti a chi vi è vicino. Cercate anzi di accelerare e concludere prima dell’estate.

BARBARA CHIAPPINI (2/11/1974)

Gemelli 21/5-21/6

Sagittario 22/11-21/12

Le battaglie che avete affrontato nella prima metà dell’anno vi hanno fatto capire che cosa è davvero importante per voi in amore e nel lavoro. Saturno è dalla vostra parte, per cui potete assumervi nuove responsabilità. Anche il Sole è in aspetto positivo, dunque fate le vostre scelte senza paura.

Fino a questo momento siete andati al massimo. Dall’inizio del 2011 tutto è andato di corsa, per cui dovete utilizzare giugno come un momento di riflessione e di pausa. I vostri propositi e i vostri progetti stanno prendendo forma, per cui lasciate anche che le cose vadano un po’ per conto loro.

WOODY ALLEN (1/12/1935)

Cancro 22/6-22/7

Capricorno 22/12-20/1

Le Stelle consigliano di bilanciare il vostro lato privato e il vostro lato pubblico. Non separate queste polarità. Siate calmi e in caso di scontro verbale affermate le vostre ragioni con pazienza. Saturno e Plutone stanno allontanando dalla vostra vita le paure e la preoccupazione. Ormai siete capaci di camminare da soli.

Giove, Venere, Mercurio e Marte in Toro, segno di Terra come il vostro, sono il regalo delle stelle per il prossimo giugno. Dopo le difficoltà della prima parte dell’anno, finalmente siete in grado di guardarvi intorno e di ritrovare gli amici più fidati. Un nuovo amore potrebbe aprirvi in bellezza le porte dell’estate.

KATIA RICCIARELLI (16/1/1946)

Leone 23/7-22/8

Acquario 21/1-19/2

Sarà un mese del tutto positivo e gli obiettivi lavorativi che vi siete posti sono finalmente a portata di mano. Sapete benissimo che davanti a voi avete molte opportunità, l’invito però è a non essere impulsivi. Cercate di non farvi aspettative eccessive e di fare un passo alla volta.

L’aspetto del Sole darà al vostro giugno dei connotati positivi. Sentirete intorno a voi l’appoggio della famiglia e degli amici. Saturno però è lì per bacchettarvi: il suo aspetto metterà a nudo le vostre debolezze, ma potrete trarne forza per fare scelte importanti: un cambio di residenza o un lavoro all’estero.

DANIEL AUTEUIL (24/1/1950)

Vergine 23/8-22/9

Pesci 20/2-20/3

Giugno è il mese dei progetti da avviare e, stranamente, anche della voglia di leggerezza. L’aspetto degli astri consiglia prudenza nelle prime due settimane del mese. Un viaggio o un incontro con una persona insolita potrebbero aprirvi nuovi orizzonti esistenziali. Si stanno risvegliando le vostre ambizioni.

L’aspetto di Nettuno vi permetterà di andare oltre le apparenze. L’estate sarà all’insegna dei nuovi incontri e delle serate insolite. Casualmente sarete raggiunti da informazioni che potrebbero servirvi. Non abbiate paura delle novità e buttatevi nelle iniziative che vi stuzzicano. Sarà un successo.

SHARON STONE (10/3/1958)

129


TARIFFA ROC: POSTE ITALIANE S.P.A. SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1 COMMA 1 - DCB - ROMA

13 magazine 路 Anno 10 路 n. 94 - GIUGNO 2011 路 www.13magazine.it

13 Magazine N. 94  
13 Magazine N. 94  

Free Magazine, 13 Magazine, Roma, Italia

Advertisement