Page 1

laVoce n. 3 - 2017

dell'Accademia del Pizzocchero di Teglio

Antonello Riva

15 anni dell'Accademia

Concerto in S. Eufemia


Accademia del pizzocchero di TegliO

LA VOCE DELL’ACCADEMIA DEL PIZZOCCHERO DI TEGLIO trimestrale di informazione enogastronomica e di cultura a difesa del Pizzocchero di Teglio

anno 15 - numero 3 luglio-settembre 2017

Proprietà: Accademia del Pizzocchero di Teglio Piazza Santa Eufemia 6 23036 Teglio (SO) Tel. +39 0342 782000 info@accademiadelpizzocchero.it C.F. e P. Iva 00803050145

Registrazione 0175 del 13 ottobre 2003 Tribunale di Sondrio

Direttore responsabile: Flavio Bottoni Redazione: Sandro Faccinelli sandro.faccinelli@gmail.com Fotografie: Patrizio Andreoli Stampa: www.tipografiatecnostampa.it

Grazie al Consorzio Bim dell’Adda la rivista è inviata a tutti i Comuni, Comunità Montane e biblioteche della provincia di Sondrio, nonché a tutti i BIM in Italia.

i d E to a i r le

Cari soci e amici

Siamo al termine di un periodo ricco di appuntamenti nei quali l'Accademia ha dato il proprio contributo. Un'estate di lavoro intenso anche per i nostri ristoranti, che hanno saputo, come sempre, soddisfare al meglio il palato dei numerosi turisti che frequentano Teglio. In questo numero presentiamo, grazie al responsabile della comunicazione Sandro Faccinelli, una nuova veste grafica ed editoriale della rivista “La Voce”, con un focus maggiormente centrato sul territorio tellino e sulle nostre attività. Inoltre stiamo curando maggiormente la visibilità dell’Accademia sui media e sui social network, in particolare con la pagina Facebok che sta registrando migliaia di visualizzazioni e cresce costantemente per fan, interazioni e interesse. Come avrete potuto apprezzare negli ultimi convivi, abbiamo ospitato prestigiosi esponenti del mondo sportivo, culturale e turistico nazionale e internazionale. Ultimo in ordine di tempo, Michale Kirchner, direttore di Bregaglia Engadin Turismo, che ci ha permesso di conoscerne la politica turistica, ma anche di mostrargli tutta la nostra solidarietà per i tristi eventi avvenuti recentemente sul loro territorio.

Continueremo su questa linea, con altri illustri ospiti che possano essere testimoni, portatori di idee e proposte per migliorare ulteriormente la nostra offerta turistica legata ai pizzoccheri. Ma non da meno, per interesse a partecipazione, sono state le due serate con Antonello Riva, il più grande marcatore di tutti i tempi del campionato di basket italiano e della nazionale maggiore e l'incontro con il giornalista di “Repubblica” Luigi Bolognini. Desidero, infine, ringraziare tutti i componenti del consiglio per l'impegno profuso e tutti coloro che mi manifestato quotidianamente apprezzamento per il lavoro che stiamo facendo. Un cordiale saluto. Flavio Bottoni


in que sto nu me ro 7 8

con il Patrocinio di

COMUNE DI

TEGLIO

15 anni di vita dell'Accademia

L'augurio del Presidente per il Pizzocchero d'Oro

14

I piccoli pizzoccherai

17

I pizzoccheri alla conquista dei giapponesi

19

Musica Classica nella Collegiata di Sant'Eufemia

20

L'Accademia in Tour

23

Conviviale del 9 Maggio

27

Conviviale del 27 giugno

Provincia di Sondrio

da settembre a novembre la gastronomia è di scena a Teglio...

PIZZOCCHERO D’ORO 2017

2/3 9/10 16/17 23/24 SETTEMBRE

autun no

g

Te

2017

i d’

– i WEE

ND dei sap

lio

30 SETTEMBRE / 1 OTTOBRE 7/8 14/15 OTTOBRE

LA CACCIAGIONE

21/22 28/29 OTTOBRE 4/5 NOVEMBRE

I SAPORI AUTUNNALI

11/12 18/19 25/26 NOVEMBRE

INFORMAZIONI - IAT TEGLIO: +39 0342 782000 iatteglio@valtellinaturismo.it - saporidautunnoteglio@gmail.com www.teglioturismo.it - www.saporidautunnoteglio.it

13

KE

or

9

Il Pizzocchero Week end d'Orodel gusto I FUNGHI a seguire gli appuntamenti con i

ufficio turistico di Teglio

Pizzoccherata a Bormio


29

Conviviale del 7 settembre

38

32

Palazzo Besta

#pic of the tei

42

Auxilium Camp

53

L'Accademia è Social

34

Semaforo San Giacomo di Teglio

44

I Besta: una famiglia in ascesa

54

Biblioteca e Ufficio Turistico

37

Un'estate di eventi a Teglio

47

Concerto in Collegiata

55

49

Teglio Teatro Festival Valtellina 2017

56

50

5° Edizione Trofeo Tellino di Basket

60

La Ricetta Originale dell'Accademia del Pizzocchero

I Ristoranti dell'Accademia

Organigramma


15 anni di vita per

l'Accademia L'Accademia del Pizzocchero di Teglio ha festeggiato il 2 agosto scorso 15 anni di vita (è stata fondata il 2 agosto 2002) e non poteva esimersi dall'organizzare un momento conviviale e, soprattutto, una doppia celebrazione, legata ai 900 anni che quest'anno compie la chiesa di Santa Eufemia di Teglio. L'appuntamento si è aperto nella Collegiata con la conferenza di don Saverio Xeres, docente di storia presso il Seminario Vescovile di Como, che ha catturato l’attenzione del pubblico raccontando la storia del cristianesimo in Valtellina dall’età antica fino al 4 novembre 1117 quando il vescovo di Como salì a Teglio per celebrare la chiesa di Santa Eufemia. Al termine della conferenza spazio alla celebrazione dei primi 15 anni di attività dell’Accademia con il presidente Flavio Bottoni che ha ringraziato sia chi ha lavorato e si speso in passato nel sodalizio tellino che le persone che oggi si stanno impegnando per promuoverne le attività.

7


L'augurio del Presidente per il

“Pizzocchero d'Oro" “A nome del Consiglio direttivo voglio augurare buon lavoro ai ristoranti di Teglio impegnati nell'edizione 2017 del "Pizzocchero d'Oro e Sapori d'Autunno di Teglio". E li ringrazio perché rispettano, senza se e senza ma, la ricetta originale dell'Accademia, servendo all'interno delle loro attività gli unici e originali pizzoccheri di Teglio. Valorizzare i prodotti locali significa rispettarne la storia, ma anche gli ingredienti, curandone anche l'immagine nella comunicazione. Foto di piatti con salvia o altri ingredienti a piacere, o peggio di prodotti precotti e non "scarellati" a mano, non si chiamano pizzoccheri e non andrebbero indicati come tali, in Valtellina e non”. il Presidente Flavio Bottoni

8


con il Patrocinio di COMUNE DI

TEGLIO

Provincia di Sondrio

da settembre a novembre la gastronomia è di scena a Teglio...

PIZZOCCHERO D’ORO 2017 ND dei sap

i d’

2017

o

g

lio

autunn

Te

Week end del gusto I FUNGHI

KE

or

a seguire gli appuntamenti con i

– i WEE

2/3 9/10 16/17 23/24 SETTEMBRE

30 SETTEMBRE / 1 OTTOBRE 7/8 14/15 OTTOBRE

LA CACCIAGIONE

21/22 28/29 OTTOBRE 4/5 NOVEMBRE

I SAPORI AUTUNNALI

11/12 18/19 25/26 NOVEMBRE INFORMAZIONI - IAT TEGLIO: +39 0342 782000 iatteglio@valtellinaturismo.it - saporidautunnoteglio@gmail.com www.teglioturismo.it - www.saporidautunnoteglio.it

ufficio turistico di Teglio


i WEEKEND dei Sapori d'Autunno 2017


con il Patrocinio di

I FUNGHI

30 SETTEMBRE / 1 OTTOBRE 7/8 14/15 OTTOBRE

LA CACCIAGIONE

21/22 28/29 OTTOBRE 4/5 NOVEMBRE

PIZZOCCHERO D’ORO 2017

I SAPORI AUTUNNALI

2/3 9/10 16/17 23/24 settembre

11/12 18/19 25/26 NOVEMBRE

4 8 4

6 2 1

3 5

5

2

6

1

2

3

1

9  loc. Cà Scranzi 3 Km

3 8

9

S. Giacomo 7 Km

...i nostri ristoranti* 1 2 3 4 5 6 7 8 9 

AI TIGLI AL CASTELLO BELLAVISTA COMBOLO LA GALEDA LA ROSA MIRAVALLE SAN PIETRO TORRE TUNINA (1)

7 7

Tresenda 7 Km loc. Somasassa 1 Km

 loc. Arboledo 2 Km

...dove acquistare i tipici di valtellina Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio loc. Somasassa

+39 0342 780290 +39 0342 780305 +39 0342 780118 +39 0342 780083 +39 0342 780745 +39 0342 780164 +39 0342 780154 +39 339 7393009 +39 0342 010389 +39 0342 782186

...gli agriturismo*  AL VECCHIO TORCHIO (2) loc. Arboledo  IL MULINEL loc. Cà Scranzi

+39 0342 780481 +39 338 7710174

(*) Si consiglia la prenotazione diretta ai ristoranti che partecipano alle manifestazioni. I menù potranno essere personalizzati a discrezione degli chef di ogni ristorante. (1) Partecipa solo al Pizzocchero d’Oro - (2) Partecipa con vini dell’azienda

1 2 3 4 5 6 7 8 9

MARTINELLI MOSCHETTI VALLI MOLINO FILIPPINI MOLINO TUDORI VECCHIO FORNO PAOLO E ALE BRESESTI MACELLERIA F.LLI GIUMELLI

Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Teglio Tresenda San Giacomo San Giacomo

+39 0342 780139 +39 0342 782154 +39 0342 782248 +39 0342 782015 +39 0342 782241 +39 0342 780106 +39 0342 735463 +39 0342 786104 +39 0342 786106

Teglio Teglio San Giacomo Teglio Teglio Teglio Teglio

+39 349 6077865 +39 335 8309452 +39 333 2068131 +39 0342 780118 +39 0342 780083 +39 0342 780164 +39 0342 780154

...dove dormire 1 2 3 3 4 6 7

B&B CASA TARALIN LA CASA DI TERRY CA’ LA VEDESCIA B&B BELLAVISTA COMBOLO LA ROSA MIRAVALLE

informazione: IAT TEGLIO +39 0342 782000 iatteglio@valtellinaturismo.it - saporidautunnoteglio@gmail.com www.teglioturismo.it - www.saporidautunnoteglio.it

UFFICIO TURISTICO DI TEGLIO


Tipografia Tecnostampa •

UNA PICCOLA AZIENDA, TECNOLOGICAMENTE AVANZATA, CHE OPERA NEL SETTORE DAL 1970

Cor tesia e professionalità Preventivi gratuiti Stampa digitale di alta qualità

Via del Lavoro 151/G | Montagna in Valtellina | SO | 0342 210410 | tipografiatecnostampa.it |

da quasi 60 anni, percorrendo milioni di chilometri in Italia ed in tutta Europa.

SEDE Chiuro (So) via Nazionale Loc. Giardini 7/D - 23030 t. 0342 483048 f. 0342 483050 PUNTI VENDITA Delebio (So) - Bormio (So) - Lecco (LC) Lurate Caccivio (Co) - Piateda (So)

www.feval.it

www.rainoldibus.com


Pizzoccherata a

Bormio

Di seguito, anche per dare un ordine a quanto successo relativamente alla recente pizzoccherata di Bormio, riportiamo le dichiarazioni pubbliche del presidente Flavio Bottoni sulla questione. Si è tratatto di una presa di posizione che non voleva essere una critica alla manifestazione bormina e fonte di polemiche gratuite, ma una puntualizzazione su alcuni aspetti importanti per l'Accademia. La vicenda si è conclusa per il meglio. Anche per questo crediamo opportuno dare il giusto peso a queste parole, pubblicandole integralmente. 4 settembre. “L'Accademia del Pizzocchero di Teglio apprezza ogni evento che metta al centro i pizzoccheri. Non solo, se coinvolta, vi contribuisce volentieri. Questo vale anche per la “pizzoccherata” di Bormio di ieri, per la quale non ha ritenuto di criticarne la data, contemporanea a quella del "Pizzocchero d'Oro" di Teglio. Del resto il successo che riscuote da anni la manifestazione tellina e la sua efficace organizzazione e comunicazione hanno addirittura portato all'allungamento della kermesse di un weekend per soddisfare le numerose richieste. L'Accademia però, al fine di non tradire la propria missione e, sostanzialmente, la propria ragion d'essere, non può esimersi dallo stigmatizzare le immagini che stanno circolando relativamente a ingredienti e preparazione dei pizzoccheri nella manifestazione bormina che, in alcuni casi, non rispettano la ricetta originale”. 8 settembre. “L'Accademia esprime soddisfazione per quanto dichiarato dall'organizzazione della manifestazione bormina. Ringraziandoli per avere compreso il messaggio costruttivo che stava alla base della nostra comunicazione accettiamo volentieri l'invito in nome di quella collaborazione tra territori (e associazioni) che non può che essere una carta vincente della nostra Valtellina”.

13


i piccoli

Pizzoccherai Da tre anni l'Accademia ha deciso di creare un laboratorio nel quale i bambini della scuola dell'infanzia di Teglio hanno la possibilità di imparare a fare i pizzoccheri con le loro mani. Il 29 maggio i piccoli pizzoccherai sono stati portati dalle loro maestre al campo sportivo comunale, in viale Eugenio Morelli, dove sono erano state collocate in precedenza delle assicelle in legno con mattarello e coltellino. A tutti i bambini è stata consegnata una pallina di pasta. Successivamente le volontarie dell'Accademia Laura Muratori, Paola Reghenzani e nonna Carmen Fanchi hanno spiegato come stenderla e tagliarla

14

A fine giornata i piccoli artigiani hanno portato a casa i “loro” pizzoccheri appena tagliati e un bell'attestato di partecipazione esibito con orgoglio! Super gradito il grembiulino ricevuto in regalo, con raffigurato il logo dell'Accademia e il nome del futuro pizzoccheraio. Analoga iniziativa, sempre al campo sportivo, è stata riproposta il 21 agosto ed anche in questa occasione in tanti hanno risposto all'appello. In una splendida giornata di sole non è mancato il divertimento per i bambini che si sono cimentati nella preparazione dei pizzoccheri, sotto l'attento sguardo delle scarellatrici dell'Accademia.


15


A ACCADEMIA DEL PIZZOCCHERO DI TEGLIO GRAZIE per aver contribuito alla buona riuscita di CamminaForeste

Elisabetta Parravicini Presidente ERSAF

da Ostiglia (MN), 11 giugno a Costa del Palio (LC), 22 luglio 48 TAPPE • 20 FORESTE • 6 PROVINCE • 700 KM DI PERCORSI


In marzo una delegazione giapponese della zona di Fukushima ha raggiunto la patria del pizzocchero per osservare di persona il grano saraceno oltre a scoprire, e degustare, il piatto principe della cucina valtellinese. Ad accogliere i nipponici il sindaco Elio Moretti, il presidente Flavio Bottoni e gli esponenti della comunità tellina. A Teglio hanno visitato alcuni terreni dedicati alla coltura del grano saraceno, il mulino Menaglio dove hanno incontrato Lino Saini, memoria storica dei produttori di Teglio. Una trentina di coltivatori sostenuti da anni anche con un contributo comunale pensato per cercare di mantenere viva la tradizione. Chissà mai che nasca un gemellaggio, dato l’interesse comune, visto che il clima del Giappone ben si adatta alla coltivazione del grano saraceno.

17


DALLE ALPI ITALIANE, IL GALLETTO! DOVE LA QUALITÀ È TRADIZIONE

Non è Galletto Vallespluga se non ha lo Scudetto Rosso

www.vallespluga.it


Musica Classica nella Collegiata di Sant'Eufemia VenerdĂŹ 18 agosto, presso la chiesa parrocchiale Santa Eufemia di Teglio, l'Accademia ha organizzato un concerto di musica classica che ha visto esibirsi i tre artisti veneziani Giacobbe Stevanato (violino), Anna Stevanato (violoncello) e Bruno Volpato (pianoforte), i quali hanno eseguito musiche originali di autori italiani e stranieri. Il concerto, che ha registrato il tutto esaurito all'interno della Collegiata, ha seguito questo programma: Leonello Capodaglio (vivente) Air et Valse op, 24 (per cello e piano) G.F. Malipiero (1882-1973) Sonatina (per cello e piano) B. Coltro (1910-1998) Souvenir (per violino e pianoforte) F.J. Haydin (1732-1809) Trio in sol maggiore Hot XV, 25 Andante - Poco Adagio - Finale Presto B. Smetana (1824-1884) Trio in sol minore Moderato assai - Allegro non agitato Maestoso - Finale presto

19


l'Accademia in tour

Come sempre i nostri volontari non si limitano alle attività di promozione in paese, ma la loro partecipazione è sempre più spesso richiesta per eventi che si svolgono sia in Valtellina, che fuori provincia. Gli uomini e le donne dell'Accademia a Grosio per l'inaugurazione della Ciclovia dell'energia, il nuovo percorso panoramico di ciclotrekking che attraversa gli impianti idroelettrici di A2A inaugurato alla presenza dell'ex campione di ciclismo Claudio Chiappucci. Il 2 giugno a Sondrio, in occasione della giornata per podisti e camminatori “10 K e Camminata della Repubblica”, abbiamo supportato AIDO Sondrio, Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, tra i partner della manifestazione. Il presidente Flavio Bottoni ritratto con Leonardo Marchettini, presidente dell'associazione Famiglia Valtellinese di Roma in occasione della cena annuale a Forcola. Anche a Teglio è passata una tappa del progetto ERSAF “CamminaForeste Lombardia 2017”, che ha attraversato il paese grazie anche alla collaborazione dell'Accademia. Presenti a Beerben 2017, il primo weekend di settembre con un percorso del gusto nel centro storico di Berbenno di Valtellina.

20


21


Conviviale 9 maggio 2017

Ristorante

ai Tigli Giornata da ricordare quella del 9 maggio scorso a Teglio, grazie all'arrivo di una leggenda del basket italiano: Antonello Riva. Il bomber, prima della conviviale al ristorante “Ai Tigli”, ha incontrato al “PalaMeago“ giocatori e allenatori della pallacanestro Teglio. Non sono mancati consigli e racconti sulla sua incredibile carriera davanti agli emozionati giocatori tellini che hanno potuto conoscere dal vivo il campione inserito dall'Eurolega tra i 50 personaggi più importanti della storia del basket continentale. Soprannominato “Nembo Kid”, detiene il record di punti segnati nel campionato italiano di serie A (14.397). Grandi soddisfazioni anche in maglia azzurra, con 213 presenze, dal 1981 al 1992, e il record di punti segnati complessivamente (3.785). Con la Nazionale ha conquistato l'oro agli Europei di Nantes nel 1983 e l'argento agli Europei di Roma nel 1991. Cantù, Milano, Pesaro, Gorizia e Rieti le tappe della sua carriera nelle squadre di club, per 25 stagioni totali, con il seguente palmares: 1 scudetto, 1 Coppa Korac, 1 Coppa Intercontinentale, 2 Coppe delle Coppe e 2 Coppe dei Campioni. Votato nel miglior quintetto delle Olimpiadi di Los Angeles del 1984, insieme a Michael Jordan, per tante estati ha calcato anche i parquet del Valtellina Basket Circuit. Riva, che nel corso della serata ha raccontato del suo forte legame con la Valtellina, luogo dove ha trascorso le vacanze da bambino e sono nate la sua grande passione per la montagna e l'amore per le cime, oggi ricopre il ruolo di President Team della PM-international, una delle più grandi imprese di network marketing nei settori salute, benessere e bellezza.

23


I N C E N T I V I

F I S C A L I

2 0 1 6

UN SOGNO DI CASA Costruire la casa dei propri sogni, ammodernare vecchi appartamenti, ridare vita a spazi ormai anonimi: sono desideri che tutti accarezziamo perché la casa è sempre al primo posto per noi. Per lo stretto legame con le radici familiari, per un innato buon gusto, per un’attenzione ai dettagli che si esaltano nella realizzazione della casa per sé e per la propria famiglia. Idee e ambizioni che ciascuno di noi riassume nell’immagine disegnata nella sua mente: la disposizione degli ambienti, la suddivisione degli spazi, gli arredi e i colori. Ma non è così semplice tradurre sogni e desideri in un progetto, per questo motivo è opportuno mettersi in mani sicure, quelle di Edil Bi, che da oltre quarant’anni si occupa di piccole e grandi ristrutturazioni, soprattutto ora,

approfittando degli incentivi fiscali prorogati fino alla fine del 2017.

Uffici amministrativi, esposizione e magazzino via Ventina, 17 - 23100 Sondrio (ITA) Tel. +39 0342 515007 - Fax +39 0342 510001 info@edilbi.it - www.edilbi.com

Sede legale, uffici e showroom Corso Lodi, 7 - 20135 Milano (ITA) Tel. +39 02 91988747 - Fax +39 02 91988748 milano@edilbi.it - www.edilbi.com


Conviviale 27 giugno 2017

Ristorante

La Galeda La conviviale del 27 giugno presso il ristorante “La Galeda” ha visto come protagonista un'importante firma del giornalismo italiano: Luigi Bolognini. Sondriese classe 1972, laurea in giurisprudenza, dopo avere iniziato la professione collaborando con alcuni media valtellinesi, “Diario” e “Guerin Sportivo”, dal 2008 Bolognini è approdato a “Repubblica” dove, come redattore, scrive di spettacoli con ampie incursioni tra sport, cultura e cronaca. Ha esordito come scrittore nel 2003 con “Gli eroi son tutti giovani e belli”, una galleria di ritratti di atleti del passato, tra cui Osvaldo Bagnoli, Ottavio Missoni, Lea Pericoli e Mabel Bocchi. Con la sua seconda opera "La squadra spezzata" ha vinto il premio Selezione Bancarella Sport nel 2007 ed è stato appena ripubblicato da 66thand2nd. Libro che racconta di uno squadrone formidabile, l'Ungheria degli anni '50: 43 vittorie, 6 pareggi e una sola sconfitta. Ma quella sconfitta fu in finale di Coppa del Mondo. E Paese sottomesso che anche da quella squadra, e da quella sconfitta, troverà il coraggio di fare una rivoluzione. Il giornalista valtellinese ha presentato la sua ultima opera, prima della conviviale, anche presso la biblioteca comunale “Elisa Branchi”, che dal 2016 occupa gli spazi appositamente restaurati e allestiti del palazzo Piatti-Reghenzani, dove sono stati proiettati filmati d'epoca che hanno raccontato per immagini la storia della grande Ungheria.

27


dei F.lli Simone e Stefano Nera

IL LAVORO, LA PASSIONE E L'IMPEGNO DI UNA FAMIGLIA. DA TANTI ANNI IL NOSTRO MESTIERE E' PRODURRE E IMBOTTIGLIARE I PREZIOSI VINI DOC DELLA VALTELLINA. I MIGLIORI, SIMBOLO DELLA LABORIOSITA' DI UNA GENTE CHE SI IDENTIFICA CON IL PRODOTTO PIU' GENUINO DELLA PROPRIA TERRA. UN VINO E' NOBILE QUANDO NASCE DA UN VIGNETO CON UNA LUNGA TRADIZIONE E UNA SPICCATA VOCAZIONE. I NOSTRI VIGNETI HANNO LE CREDENZIALI IN REGOLA. I NOSTRI VINI NE SONO LA PROVA E LA CONFERMA. Egregi Signori, può essere che non conosciate ancora i nostri vini a denominazione d'origine controllata "Valtellina e Valtellina Superiore" (Sassella - Inferno - Grumello - Valgella). In questo caso non avete che da leggere alcuni scritti antichi per apprendere, che sono famosi sin dai tempi più remoti per la loro alta qualità. Se si percorre la vallata, dove i vigneti si arrampicano fra le rocce e l'ondata gigantesca di ripidi vigneti si segue con gli occhi sino a lontane distanze, non si può fare a meno di pensare ad un miracolo. Anche lassù, in mezzo alle rocce si è portata la terra, caricandola sulle spalle, in quantità sufficiente da consentire ai tralci di mettere radici. Degustate il nostro vino! Non siamo di certo inferiori ai nostri avi. Il vino, rosso come il rubino, è puro come l'immagine delle nostre montagne: con tanti ghiacciai non è possibile la sola fiamma del camino, necessita anche un colore interiore che ci compensi per le nostre fatiche.

08-11-1963 L’enologo Stefano Nera, il più “esperto” del mondo

“Una volta mia madre mi disse che i vignaioli erano come gli angeli, guardano in terra coltivandosi il cielo. C'è un mondo segreto dietro il vino, un mondo di gesti, lingue e parole che fanno la storia della nostra terra, delle nostre vigne, un mondo che accetta il silenzio e rischia l'oblio. A dire il vero ogni vigna porta scritto, come in un diario, la storia di una famiglia... gli amori, le delusioni, le nascite e le morti. Quei filari visti dall 'alto sembrano pentagrammi, righe di un quaderno, ed i grappoli non sono altro che le parole, la musica che i vignaioli le hanno scritto indosso, anno dopo anno." IL VINO AGGIUNGE UN SORRISO ALL'AMICIZIA E UNA SCINTILLA ALL'AMORE. Stefano Nera, atleta in libertà

! A T ER

Casa Vinicola Pietro Nera: nobile semplicità, silenziosa grandezza.

DEGUSTAZIONE GRATUITA Invitarvi... accogliervi... consigliarvi... conoscervi! Settembre, ottobre, novembre e dicembre, sono mesi di intensa lavorazione con la raccolta, la fermentazione, la pigiatura e l’inizio dell’invecchiamento del rinomato Nebbiolo. In questo periodo la Casa Vinicola Pietro Nera e l’Azienda Agricola Caven vi invitano a visitare le loro cantine e a degustare GRATUITAMENTE i loro vini.

OFF

Il Wine Bar / Punto Vendita “Corner Valtellina”

WINE BAR - PUNTO VENDITA

“CORNER VALTELLINA” Aperto tutti i giorni, compresi sabato e domenica

CASA VINICOLA PIETRO NERA via Stelvio, 38 - SULLA STATALE CHIURO (SO) www.neravini.com

Le nostre cantine d’invecchiamento


Conviviale 7 settembre 2017

Ristorante

Al Vecchio Torchio

Il 7 settembre è toccato all'agriturismo “Al Vecchio Torchio” (www.agriturismoilvecchiotorchio.it) ospitare il primo appuntamento conviviale dopo la pausa estiva. Ospite internazionale della serata Michael Kirchner, direttore di Bregaglia Engadin Turismo (www. bregaglia.ch). 36 anni e laureato in economia aziendale e marketing a Samedan con un executive master in digital strategy e social media communication, dal 2010 è alla guida dell'ente turistico con sede a Stampa, nel Canton Grigioni, dove si è occupato principalmente della strategia turistica e della costruzione dell'organizzazione turistica della Bregaglia. La serata è stata anche l'occasione, oltre che per esprimere la nostra solidarietà agli amici della Bregaglia, di sentire dal vivo la testimonianza dei giorni tragici di fine agosto dopo la frana del Pizzo Cengalo. Ma soprattutto è stata anche un'occasione per ripartire con la promozione per l'ente turistico bregagliotto, senza dimenticare le possibili sinergie future con l'Accademia di cui si è parlato durante la conviviale.

29


30


VALTELLINA ECORICICLI s.r.l. SERVIZIO DI SMALTIMENTO PNEUMATICI SERVIZIO DI RICICLO MATERIALI CARTECEI SERVIZIO RACCOLTA MATERIALI FERROSI CERNITA E STOCCAGGIO DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI Avviata negli anni 50 da Racchella Aldo e tramandata ai figli, da più di mezzo secolo Valtellina Ecoricicli raccoglie, seleziona, tratta e avvia a riciclaggio carta da macero di ogni tipo. Oggi Valtellina Ecoricicli è un'azienda in grado di trattare diverse tipologie di rifiuti riciclabili, come carta, materiali ferrosi, materiali non ferrosi, con una efficiente organizzazione operante sul territorio nazionale e quello elvetico. Pur conservando il core business storico nella carta da macero, Valtellina Ecoricicli ha saputo diversificare la sua offerta, attivando nuovi importanti servizi come il trasporto e recupero di rifiuti speciali non pericolosi e la distruzione di archivi e documenti riservati.

Valtellina Ecoricicli ha esteso il raggio di intervento al settore rifiuti, specializzandosi nella cernita e nel trattamento/recupero di rifiuti speciali non pericolosi provenienti dai settori commerciali/produttivi e da raccolta differenziata. Quello che in gergo viene chiamato “rifiuto”, ossia quello che non è stato selezionato nella raccolta differenziata per noi è lavoro. Una buona parte della selezione del rifiuto avviene a monte, presso le famiglie e presso le aziende; a seguito del conferimento presso il nostro impianto il rifiuto viene sottoposto ad una nuova selezione e separazione per estrarne un’ulteriore quantità di materiali: carta, ferro, alluminio, materiali inerti, ecc.

Successivamente, quanto recuperato viene rimesso nel circuito per il suo riciclo e riutilizzo, mentre quanto non più recuperabile per l’industria viene avviato a recupero energetico presso termovalorizzatori per poter avviare la minor quantità possibile di rifiuto alle discariche. L’azienda è iscritta all’Albo Nazionale delle Imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, per le categorie 1 - 2 - 4 -5, autorizzata dunque al trasporto di rifiuti, rifiuti speciali avviati al recupero con procedure semplificate, nonché autorizzata al trasporto di rifiuti speciali non pericolosi, garantendo così un servizio ottimale sia per la piccola che per la grande industria.

VALTELLINA ECORICICLI S.R.L. Recupero e preparazione materie prime da rigenerare Via Renèe - 23010 BERBENNO DI VALTELLINA (SO) Tel. +39 0342 563586 - Fax +39 0342 496445

www.ecoricicli.net - info@ecoricicli.net


Palazzo

Besta Sorge nell’antico borgo di Teglio, da cui deriva il toponimo Valtellina. E’ una splendida dimora rinascimentale, costruita dalla nobile famiglia Besta su preesistenti edifici medievali a partire dalla metà del XV secolo per volere di Azzo I, seguendo il modello dei palazzi delle grandi signorie del tempo. Fu completata dal figlio di quest’ultimo, Azzo II, che con la moglie Agnese Quadrio vi tenne una piccola corte, dove convenivano artisti, letterati e filosofi. Nel XVIII secolo il complesso divenne proprietà della famiglia Morelli, che fece costruire due pregevoli stue in legno, denominate anche sale d’inverno. Nel corso del XIX secolo l’edificio fu smembrato tra diversi proprietari e utilizzato come abitazione di contadini e rimessaggio agricolo. Nel 1913-1914, dopo lunghi anni di incuria e abbandono, grazie all’interessamento di molte perso-

32

nalità della cultura dell’epoca, fu acquistato dallo Stato Italiano e sotto la sapiente guida dell’architetto Luigi Perrone cominciarono grandi lavori di restauro, che terminarono nel 1927. Palazzo Besta divenne così la bella casa-museo che si può visitare oggi. La facciata principale di Palazzo Besta è articolata su due piani, separati da un’alta fascia decorata a rombi. Appena attraversato l’elegante portale rinascimentale in pietra si accede ad un cortile quadrato, il vero cuore dell’edificio. Un ampio porticato al piano terreno distribuisce locali di servizio, mentre un loggiato su tre lati disimpegna al primo piano le sale di rappresentanza. Le pareti del cortile presentano pregevoli decorazioni ad affresco. Una fascia decorata a grottesche e medaglioni, che racchiudono ritratti di personaggi abbigliati all’antica, separa i primi due piani. Al secondo piano


sono invece rappresentate a monocromo storie tratte dall’Eneide di Virgilio. Anche tutte le sale di rappresentanza, di ampie proporzioni, sono ricche di decorazioni. Il Salone d’Onore presenta alle pareti notevoli repertori di pitture; la sala è scandita da lunette, al di sotto delle quali sono rappresentati 24 episodi tratti dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Nella volta, il pittore settecentesco Giuseppe Prina ha invece ritratto La regina di Saba ricevuta da re Salomone. La Sala della Creazione è interamente rivestita da un ciclo di affreschi ispirati alle storie bibliche della Genesi; nella volta è anche affrescata la carta geografica del mondo conosciuto nel XVI secolo, opera molto interessante perché riproduce un disegno del famoso cartografo tedesco Caspar Vopell e testimonia gli interessi culturali e scientifici della famiglia Besta. La Sala da Pranzo è arricchita da rappresentazioni di animali e frutti esotici. Altre due stue adornano il Palazzo, oltre a quelle già citate: la cosiddetta stua verde del XVI secolo al piano nobile e una rara stua a baule, proveniente da una casa di Ponte in Valtellina, al secondo piano. A questo piano sono presenti altri ambienti decorati: un’ulteriore sala con scene tratte dalla mitologia classica, in questo caso le Metamorfosi di Ovidio, la ricostruzione della falconeria dei Besta e la ricostruzione di una stanza proveniente da una palazzo demolito di Traona. Al piano terra è allestita una ricca raccolta di steli preistoriche, alcune raffiguranti l’antica Dea Madre, denominata Antiquarium Tellinum. Le scoperte archeologiche del secolo scorso hanno gettato luce sul nostro passato più remoto e attestano la presenza dell’uomo nel territorio tellino sin dall’Età del Rame (III millennio a.C.). Chi siano questi antichi abitanti rimane ancora un mistero; gli studiosi hanno guardato ai Vennonetes, uno dei popoli sottomessi nella campagna militare romana del 15 a.C. citati nel Tropaeum Alpium innalzato da

Augusto a La Turbie per celebrare la vittoria di Roma sulle Tribù alpine. Non si può però escludere un primitivo insediamento dei Liguri, antico popolo pre-indoeuropeo, reso tenace e vigoroso dalle asperità dell’ambiente, che avrebbe introdotto in Valtellina la coltivazione della vite; i Liguri sarebbero poi stati assorbiti dalle successive ondate migratorie indoeuropee: Vennoneti, Reti, e Celti. Dopo secoli di mistero e oblio, tutto iniziò nel 1941, quando la geniale Maria Reggiani Rajna rinvenì tre grandi steli preistoriche nella propria vigna presso la località Caven durante degli scavi per i lavori agricoli. Da allora si susseguirono le scoperte e gli studi e nel 1965 venne fondato l’Antiquarium Tellinum che ospita una collezione di reperti archeologici che vanno dalla preistoria all’età romana rinvenuti nel territorio di Teglio e nelle zone limitrofe. Ma i segni della presenza delle antiche civiltà che abitarono la valle si possono rinvenire anche sul territorio: si tratta di incisioni e coppelle scavate nella pietra in luoghi probabilmente oggetto di antichi culti e misteriosi rituali: è il caso dell’area del Doss de la Forca, di Caven, e del Monte Torena (in val Belviso), tutti luoghi che nei secoli hanno acceso la fantasia popolare.

Emerge così il quadro di antiche popolazioni organizzate in clan disseminate nella vasta area dell’altopiano di Teglio e nei terrazzi intagliati nei fianchi della montagna, dediti all’agricoltura e alla caccia degli ungulati. Gli insediamenti erano villaggi fortificati con muri a secco, i cosiddetti “castellieri”, le cui tracce si possono trovare oggi nei toponimi e nei resti murari rinvenuti nella misteriosa selva de la Cuascia in località Posseggia.

Orari (in vigore da domenica 4 giugno a domenica 15 ottobre): da martedì a sabato 10-13 e 14-17, domenica 8-14, lunedì chiuso. Ingresso (visite guidate a cadenza oraria): intero 4 €, ridotto (18-25 anni) 2 €; gratuito per studenti (con lista nominativa firmata dalla scuola) e ogni prima domenica del mese secondo gli orari ordinari di apertura; minori di 18 anni; personale docente della scuola, dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle Istituzioni scolastiche. Palazzo Besta e Museo Archeologico Via Fabio Besta, 1 - Teglio (SO) Tel. +39 0342 781208 (9 -12 e 14-17) pm-lom.palazzobesta@beniculturali.it www.polomuseale.lombardia. beniculturali.it

33


Semaforo

San Giacomo di Teglio

Nei primi giorni di giugno è entrato in funzione l’impianto semaforico “intelligente” sulla strada statale 38 a San Giacomo di Teglio, all’altezza del passaggio a livello da cui parte la strada che conduce a Castello dell’Acqua. L’intervento è servito a mettere in sicurezza un incrocio dove in passato si sono verificati tanti incidenti. I semafori sono stati installati pochi metri prima del passaggio a livello in entrambe le carreggiate e sono stati sincronizzati con le sbarre. Quando queste ultime stanno per scendere i semafori diventano rossi consentendo ai mezzi fermi sui binari, in attesa di entrare sulla statale 38, di muoversi immediatamente, senza rimanere intrappolate fra le sbarre. Una volta scese il semaforo torna verde.

34


Esperti per i vostri pneumatici

6JXDOGLQR

7\UH $XWRVHUYLFH FRENI OLIO CLIMATIZZATORE DIAGNOSI ELETTRONICA BATTERIA TERGICRISTALLI CASTIONE ANDEVENNO (SO) Via Nazionale, 47 - Tel. 0342 358 396

CENTRO REVISIONI DUBINO NUOVA OLONIO (SO) Via Spinida, sn - Tel. 0342 687 840

www.euromaster-pneumatici.it www.sgualdinopneumatici.it info@sgualdpneu.com


Un'estate di eventi a

Teglio

Per tutta l'estate Teglio, grazie alla collaborazione tra associazioni, enti pubblici e privati e con il coordinamento dell'Ufficio turistico ha offerto una nutrita serie di iniziative nel paese durante il periodo di soggiorno dei numerosi ospiti. Grazie anche all'impegno dei volontari non sono mancati momenti di svago, divertimento, cultura e sport. Tra questi abbiamo scelto di rappresentare in questo numero della rivista il concerto tenuto sabato 26 agosto dagli allievi della SocietĂ Filarmonica di Morbegno Da diversi anni infati il sodalizio morbegnese fondato nel 1836 organizza, con quasi un centinaio di iscritti, una decina di giorni di campo estivo musicale a Prato Valentino (quest'anno dal 18 al 27 agosto). Il camp prevede lezioni in individuali di strumento e prove di musica, ma i ragazzi, diretti dal maestro Eugenio Arrigoni, regalano sempre un concerto ai turisti di Teglio presso il PrĂ  de Resa.

37


#picofthetei è stato il titolo, azzeccatissimo, di una delle proposte più significative del Centro tellino di cultura per l'estate 2107. Una mostra che ha raccolto quaranta scatti di quattro giovani tellini appassionati di fotografia, non professionisti. L'obiettivo principale dell'esposizione era mostrare luoghi, atmosfere, persone e soprattutto emozioni di Teglio e della Valtellina attraverso il filtro estroso degli autori. Uno sguardo sul territorio che ha avuto l'intenzione di restituire un'identità socio-culturale ai propri luoghi. Vedute paesaggistiche e soggetti originali fusi con passione ed emozione per restituire una prospettiva del paese e della sua magnifica valle. Ha suscitato curiosità lo stesso titolo: #pic of the tei. Si è utilizzato il comune hashtag da social network #picoftheday (immagine del giorno) e lo si è fuso con l'assonanza del nome dialettale di Teglio (tei). Il risultato è stato un nuovo hashtag che ha conferito all'esposizione fotografica una veste giovane, nuova e vicina ai nuovi strumenti di comunicazione. La bellezza e lo stupore generati dalla nostra magnifica terra si sono condensati nell’espressione “foto di Teglio”. Fautori di questa nuova prospettiva: Federica Pedroli (26 anni, studentessa), Patrizio Andreoli (29 anni, commerciante), Tiziano Giumelli (28 anni, operaio) e Carlo Nani (32 anni, geometra). I loro scatti sono stati esposti dal 21 luglio al 6 agosto nel ristrutturato Palazzo Piatti Reghenzani (sede della Biblioteca comunale), presso la sala “Maria Reghenzani”. In seguito, dall'8 al 20 agosto, la mostra è stata allestita a Carona di Teglio, riscuotendo un notevole successo, apprezzamenti dei visitatori e un forte numero di presenze.

38

#pic of the tei


39


40


Ancora più buono Burro della Latteria di Chiuro, da sempre prodotto con panne fresche di centrifuga. Così buono che ci siamo presi la briga di firmare i panetti uno ad uno, proprio come una volta. La filiera di produzione garantisce i più alti standard di controllo e sicurezza.

Scopri di più su www.latteriachiuro.it


AUXILIUM camp Un’estate all'insegna dello sport e del divertimento, quella vissuta dai giovani che hanno preso parte agli Auxilium Camp organizzati dalla P.G.S. Auxilium, storica associazione pallavolistica sondriese che quest’anno festeggia 35 anni di attività. Oltre ai Camp “Multisport” e “Alta Specializzazione Volley”, si è svolto anche “Sport ‘dentro’ la NATURA” che, novità del 2017, dal 3 al 7 luglio si è accasato in quel di Teglio. A dirigere le attività è stato Andrea Gaburri, laureato in scienze motorie, che insieme ai vari coach assistant (allenatori federali di primo grado ed animatori sportivi della società e per la prima volta anche dagli studenti del Liceo Scientifico Donegani, che hanno scelto il sodalizio sondriese per svolgere le ore previste dal programma di alternanza scuola/lavoro), ha coordinato le attività dei piccoli campisti. Teglio, grande novità dell’edizione 2017 degli Auxilium Camp, è stata una scommessa sulla quale gli organizzatori del sodalizio sondriese hanno puntato per offrire, oltre ad un servizio per tutti i bimbi residenti nello storico paese sito sul versante Retico, anche una nuova proposta per gli iscritti di Sondrio e dei paesi limitrofi, che hanno beneficiato del trasporto gratuito verso quello che è da molti ritenuto come uno dei borghi più belli d’Italia grazie anche alla qualità dell’accoglienza, alla salvaguardia degli aspetti storici, artistici e culturali e naturalmente ai sapori unici della buona tavola. Cesare Salerno,

42

responsabile organizzativo dell’Auxilium, non può che essere soddisfatto: «Per noi giocare “fuori casa” è da sempre un banco di prova, ma scegliere una nuova location come Teglio non poteva che far pensare ad una scommessa vincente. Il merito della buona riuscita di questo camp va, oltre che naturalmente al nostro staff, soprattutto alla grande disponibilità, accoglienza e simpatia dimostrati da tutti i nostri interlocutori tellini. Dall’Amministrazione comunale, al lavoro dietro le quinte di Valentina Maestroni dell’Ufficio

turistico, dalla disponibilità di Don Flavio che ci ha reso padroni di casa di un salone dell’oratorio locale, alla generosità dei ristoratori del Ristorante Bellavista, dove Elisa e Maria hanno permesso ai piccoli campisti di cimentarsi nell’effettuazione dell’antica ricetta dei pizzoccheri, della Trattoria Orio e dell’Agriturismo Al Mulinel, dagli Amis de San Giuan che hanno messo a disposizione la struttura coperta ed il campo di calcio, ai gestori del Mulino Menaglio che ci hanno aperto le porte della storica struttura ed infine a Monsignor Mario Simonelli, che smessa per una mattinata la veste talare ed abbandonato il tanto caro cappello degli alpini si è trasformato in una valida e competente guida “archeofila” (termine con il quale ama definirsi) ha accompagnato i bimbi alla scoperta delle incisioni del Dos de la Forca».


Federazione Provinciale Coldiretti Sondrio

Con un milione e mezzo di associati è la principale organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo. SEDE PROVINCIALE DI SONDRIO Largo Sindelfingen 9 - 23100 Sondrio Tel. 0342 541611 - sondrio@coldiretti.it - www.sondrio.coldiretti.it SEDE DI BORMIO Via Stelvio 8 - 23032 Bormio (SO) Tel. 0342 541650

SEDE DI MORBEGNO Via Damiani 39 - 23037 Morbegno (SO) Tel. 0342 541670

SEDE DI TIRANO Via San Giuseppe 8 - 23037 Tirano (SO) Tel. 0342 541680

SEDE DI CHIAVENNA Via Lena Perpenti 10 - 23022 Chiavenna (SO) Tel. 0342 541660


Per Quattromila Scudi d'Oro.

I Besta: una famiglia in ascesa.

44


eglio si trasforma e cavalca i secoli indietro nel tempo per arrivare al 1534. Anche quest'anno, il 19 agosto 2017, per la sesta volta, il paese ha proposto la rievocazione di un importante evento del periodo rinascimentale indossando i panni curiali della magnifica corte dei Besta. L'evento ha ricordato e inscenato il momento in cui la famiglia Besta acquisisce maggior importanza e potenza. Nel 1534 infatti Azzo II dei Besta, figlio del magnifico Azzo I e della honestissima donna Ippolita degli Alberti, acquista tutti i beni e tutti i diritti feudali dell'arcivescovo di Milano Ippolito II d'Este e della sua chiesa episcopale ed arcivescovado in terra tellina. Il giovane nobile, grazie all'aiuto e all'abile regia dello stimatissimo patrigno Andrea Guicciardi, si reca a Milano e stipula con l'arcivescovo l'importante accordo, acquisendo cosi una gran quantità di beni (oltre 600 tra appezzamenti ed edifici) e numerosi diritti feudali, come diritti sulle peschiere dell'Adda, diritti di caccia e sulle vene di metalli, per i quali viene elargita l'enorme somma di 4.000 scudi d'oro. Testimonianza di questo accordo è un meraviglioso, e ancora esistente, documento che elenca ogni elemento acquisito. Da quel momento la famiglia Besta diventa una delle casate più potenti di Teglio e della Valtellina acquisendo fama e potenza. Da qui il titolo della rievocazione storica: “Per 4000 scudi d'oro. I Besta, una famiglia in ascesa". L'evento si è svolto lungo le vie del centro storico di Teglio, che ha visto inscenare l'arrivo di Azzo II ed Andrea Guicciardi da Milano insieme a un delegato dell'arcivescovo. Ad accoglierli vi era tutta la comunità tellina, costituita da un corteo con oltre 150 figuranti in abiti rinascimentali, che ha poi ascoltato con attenzione e stupore la lettura del magnifico atto notarile stilato nel capoluogo lombardo. A seguire l'atmosfera di festa per il grande successo dei Besta ha im-

T

perversato con spettacoli di fuoco, artisti di strada, giochi per bambini, eleganti cantori e una gran serie di allestimenti a tema che hanno permesso agli spettatori di entrare pienamente nell'atmosfera rinascimentale e di provare con le proprie mani a realizzare alcune attività del passato. Il tutto è stato accompagnato dalla possibilità di gustare specialità valtellinesi per le vie del paese, sotto il

maestoso ondeggiare di variopinti stendardi delle vicine della terra mastra di Teglio. Un appuntamento che avvicina al grandioso passato rinascimentale del paese e che intende unire il divertimento al più importante elemento della conoscenza del proprio passato e della propria identità culturale.

45


Concerto in Collegiata Arte, fede, memoria e musica hanno emozionato i numerosi presenti nella chiesa collegiata di S. Eufemia a Teglio, dove, sabato 10 giugno, si sono esibiti in concerto il Coro CAI di Sondrio, diretto dal maestro Michele Franzina e il Coro Alpino Lecchese, diretto da Francesco Bussani. La serata, introdotta da Gianluigi Garbellini e inserita tra le iniziative per i festeggiamenti dei 900 anni della consacrazione della collegiata, ha avuto come intento principale la raccolta di fondi a favore delle popolazioni terremotate dell’Abruzzo. Il coro sondriese, composto da 40 coristi, dopo essersi presentato con ”Ave Maria” di Bepi De Marzi, ha alternato un repertorio di canti popolari alpini e religiosi di tribù africane. Anche il coro lecchese, composto da 26 membri, ha messo in scaletta canti nazionali e religiosi, concludendo con una particolare interpretazione di “Io vagabondo”. A fine concerto i cori hanno unito le voci per regalare ai presenti due interpretazioni fuori scaletta: “Improvviso” e “Signore delle cime”.

47


• Un agente sempre disponibile dedicato a te • Facilità di attivazione o cambio del fornitore • Bollette trasparenti e chiare con letture reali • Sconti sulle tariffe attuali • Garanzia nel servizio grazie alla vicinanza Sondrio: 23100 - Via Vanoni, 102 - Tel. 0342 510444 • Lecco: 23900 - Via Fiandra, 23 - Tel. 0341 362561

www.commercialepaganoni.it


Si è tenuto dal 27 luglio al 10 agosto, a suon di spettacoli e di molte altre espressioni artistiche, il Teglio Teatro Festival Valtellina. Giunto alla nona edizione ed organizzato dall’associazione “Incontri di civiltà”, guidata da Maria Agnese Bresesti, è stato inaugurato con una lettura interpretativa del “Pinocchio” di Gianni Rodari da parte dei lettori del gruppo “Ad Alta Voce”. Serie di incontri ogni anno più densa e ricca di proposte, la rassegna culturale ha nuovamente dato modo al territorio valtellinese di potersi godere due settimane di appuntamenti sia teatrali che musicali in avvenenti location della zona come il Palazzo Piatti-Reghenzani di Teglio, il tutto in un fondersi di convivialità e di meraviglia tra Sondrio e Tovo di Sant’Agata. Importanti ospiti e un programma concentrato, dunque, anche in questo capitolo 2017 dall’esplicativo titolo “Verità e menzogna”. Tra le attrici maggiormente apprezzate alcune figure di spicco come Maddalena Crippa con la propria esibizione legata al personaggio storico di Etty Hillesum e Maria Paiato con una successione di quattro letture del “Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa. Proiezioni cinematografiche, recite per bambini, visite guidate a suggestivi borghi ed edifici appartenenti a differenti famiglie vissute in passato, degustazioni di prodotti tipici della tradizione antica e concerti al tramonto finalizzati ad allietare sia il corpo che l’animo attraverso il travolgente potere della poesia. Il bilancio non potrebbe testimoniare che un insieme di preziosissime occasioni di ritrovo per potersi confrontare con il mondo altrui e forse, soprattutto, con una dimensione che, a volte, appare quasi estranea ma che, nella realtà dei fatti, appartiene da sempre all’essere umano: quella della bellezza. Vincitore assoluto della categoria “professionisti” il comasco Christian Poggioni con “Alla corte di un giullare”, l’originale omaggio a Dario Fo che ha portato sulla scena, mentre a trionfare nella classe “emergenti” è stata la perfomance “Il pendolo di Charpy” del trio formato dallo stesso regista Gianluca Moiser insieme a Jan Buresš e Daniele Pellegrini.

TEGLIO TEATRO FESTIVAL VALTELLINA 2017

49


5

a

1

2

50

Edizione del

Trofeo Tellino

di basket 3vs3


3

Organizzato da Tobia Valli e Michele Valli il torneo quest’anno si è svolto domenica 13 agosto per quanto riguarda gli junior (nati tra il 2002 e il 2007) e il 15 agosto per l’edizione senior. Tutte le partite sono state giocate sul “mitico” campetto ai piedi della pineta di Teglio, teatro in passato di tornei estivi a 5 che hanno visto esibirsi i migliori giocatori della provincia e non solo. La formula prevedeva una fase a gironi al mattino e i match a eliminazione diretta nel pomeriggio, come anche la gara di tiro da 3 punti. 88 gli iscritti, 50 senior e 38 junior. Negli junior ben 11 le squadre partecipanti. Vincitore il team “ABA”, composto da Giorgio Genovese, Simone Genovese, Gabriele Radice e Tommaso Radice. Vincitore della gara da 3 è risultato Niccolò Boffa. Addirittura 14 squadre nel torneo senior, che ha visto salire sul gradino più alto del podio i “WHYNOT?”, con Domenico Natta, Simone Panizza, Fabio Caspani e Daniel Ferrari. A vincere invece la gara di tiro da 3 punti di categoria il tellino Marco Travaini.

4

5

6

1 - Partecipanti Junior 2 - Partecipanti Senior 3 - Team “ABA” 4 - Vincitore Tiro 3 pt. Junior 5 - Team “WHYNOT?” 6 - Vincitore Tiro 3 pt. Senior

51


l'Accademia

è social

Seguici sulla nostra cliccatissima pagina facebook accademiadelpizzocchero

e sul profilo twitter ufficiale accademiateglio

Diventa socio Ăˆ sempre possibile associarsi recandosi presso la sede in piazza Santa Eufemia a Teglio, telefonando al numero 0342 782000 o scrivendo all'indirizzo info@accademiadelpizzocchero.it


Biblioteca

"Elisa Branchi"

La biblioteca comunale “Elisa Branchi”, fondata nel 1996, dal 2016 occupa gli spazi appositamente restaurati e allestiti del palazzo Piatti-Reghenzani, meglio conosciuto come “Casa del Cucò”. Offre una collezione di 11.000 libri e DVD suddivisa in narrativa e saggistica per adulti, libri per ragazzi, raccolta di film in DVD e libri di interesse locale. E’ inoltre possibile richiedere libri, CD e DVD da altre biblioteche della rete provinciale. La navigazione Internet è gratuita, tramite Wi-Fi e computer a disposizione.

Orari: lunedì 14:30-17:30, martedì 9.00-12.00, mercoledì 14:30-17:30, giovedì 9.00-12.00, venerdì 14:30-17:30, sabato 9.00-12.00, domenica 9.00-12.00 e fino al 29 ottobre anche 14.30-17.30. Contatti: Piazza Santa Eufemia 7 - 23036 Teglio (SO) Tel. +39 0342 783007 bibliotecateglio@gmail.com

Ufficio Ufficio

Turistico Informazione e Accoglienza Turistica Teglio Piazza Santa Eufemia 6 - 23036 Teglio (SO) Tel. +39 0342 782000 iatteglio@valtellinaturismo.com www.teglioturismo.it www.valtellinaturismo.com Orari di apertura Da ottobre a giugno: da lunedì a sabato 9-12.30 e 14.30-17.30. Luglio e agosto: da lunedì a sabato 9-12.30 e 15-18, domenica 9-12:30. Settembre: da martedì a sabato 9-12.30 e 15-18, domenica 9-12:30.

54


Ricetta Originale del

Pizzocchero di Teglio

®

Ingredienti (dosi per 4 persone)

400 g di farina di grano saraceno; 100 g di farina bianca; 200 g di burro; 250 g di formaggio Valtellina Casera DOP; 150 g di formaggio in grana da grattugia; 200 g di verze; 250 g di patate; uno spicchio di aglio; pepe.

Preparazione Mescolare le due farine, impastarle con acqua e lavorare per circa 5 minuti. Con il mattarello tirare la sfoglia fino ad uno spessore di 2-3 mm dalla quale si ricavano delle fasce di 7-8 cm. Sovrapporre le fasce e tagliarle nel senso della larghezza, ottenendo delle tagliatelle larghe circa 5 mm. Cuocere le verdure in acqua salata, le verze a piccoli pezzi e le patate a tocchetti, unire i pizzoccheri dopo 5 minuti (le patate sono sempre presenti, mentre le verze possono essere sostituite, a secondo delle stagioni, con coste o fagiolini). Dopo una decina di minuti raccogliere i pizzoccheri con la schiumarola e versarne una parte in una teglia ben calda, cospargere con formaggio di grana grattugiato e Valtellina Casera DOP a scaglie, proseguire alternando pizzoccheri e formaggio. Friggere il burro con l’aglio lasciandolo colorire per bene, prima di versarlo sui pizzoccheri. Senza mescolare, servire i pizzoccheri bollenti con una spruzzata di pepe.

Il logo

dell’Accademia Fermo restando che il termine ”accademia” definisce un’associazione permanente di studiosi il cui fine è quello di incrementare la conoscenza, il problema aperto sul mio tavolo diventa quello di riassumere con un segno grafico le ricerche, le comparazioni e le misurazioni compiute sull’espressione gastronomica ”pizzocchero”, eludendo possibilmente il folklore. Questo ha orientato la mia attenzione verso la componente primaria di tale espressione: il grano saraceno (polygonum fagopyrum) il cui fiore si presenta sotto forma di una campanula dai tenui colori con cinque petali disposti a stella. Di questa figura geometrica esiste un antico

processo di costruzione che, partendo da un cerchio, ritrovandone poi un altro paio dentro la sua pancia e incrociandone alcuni loro assi, produce la fuoriuscita di quantità auree, forme poligone... che generano l’apparizione quasi magica della stella pentagona. Un tale processo è canonicamente visualizzabile ed è proprio lui che, concluso dalla raffigurazione veristica del fiore di saraceno, può costituire quel segno grafico adatto a sintetizzare il concetto di accademia, di complesso di studi, di misurazioni, di formule, in definitiva di attività intellettuale ad alto potenziale. “Il perchè di un logo”, di Aldo Guerra.

55


i Ristoranti dell'Accademia ti all’Accademia Tutti i ristoranti di Teglio associa ure si degustano pizzoccheri garantiscono che nelle loro strutt petto della ricetta originale preparati e cucinati nel pieno ris i di prima qualità: certificata con prodotti valtellines i. dalle farine, al burro, ai formagg

Hotel Ristorante combolo Via Roma 5 23036 Teglio Tel. 0342 780083 info@hotelcombolo.it www.hotelcombolo.it

Il ristorante dispone di un’elegante sala e di un ampio salone utilizzati anche per cerimonie e banchetti. Rilievo alla cucina tipica valtellinese e ai vini locali. Riconoscimenti importanti e premi alla cucina grazie alla dinamicità della famiglia Valli, proprietaria dell’Hotel dal 1969, in diverse manifestazioni turistiche sia in Italia che all’estero.

Agriturismo AL vecchio torchio Località Arboledo 15 23036 Teglio Tel. 0342 780481 info@alvecchiotorchio.it www.alvecchiotorchio.it

Situato in zona panoramica con ampia vista sulla vallata. Immerso nel verde dei vigneti e base ideale per passeggiate a piedi e in mountain bike. La cucina è tipicamente valtellinese a base di prodotti di qualità di propria produzione. Possibilità di pernottamento.


del Pizzocchero di Teglio Albergo MIRAVALLE Via Roma 70 23036 Teglio Tel. 0342 780154 info@albergomiravalle.it www.albergomiravalle.it

Situato all’ingresso di Teglio e immerso nel verde, con vista mozzafiato sulle montagne orobiche. A cinque minuti a piedi dal centro del paese e in una zona tranquilla, ideale per rilassarsi. Il ristorante permette di gustare piatti e prodotti tipici della zona in un ambiente raffinato, ma al tempo stesso familiare.

Hotel Ristorante BELLAVISTA Via Roma 32 23036 Teglio Tel. 0342 780118 info@hotelbellavistateglio.it www.hotelbellavistateglio.it

Situato all'inizio del paese dispone di due ampie sale ristorante rivestite in legno, una ventina di camere con vista panoramica, una sala convegni e una confortevole sauna. Oltre alla cucina tipica valtellinese la chef Elisa Maffescioni ama deliziare i suoi ospiti con piatti raffinati, gustosi e particolari. Aperto tutto l’anno.

Ristorante RISTORAMENTE Via Sommasassa 6 23036 Teglio Tel. 338 8784820 coop.con.tatto@tiscali.it

Condotto in collaborazione con gli ospiti della Comunità d’accoglienza residenziale per disabili offre l’opportunità di assaporare piatti tipici della zona realizzati con ingredienti in parte derivanti della diretta attività degli ospiti. Grazie al cuoco Ivano si potranno ritrovare i sapori della tradizionale cucina Saini, serviti con semplicità e familiarità. Aperto prevalentemente nel weekend è necessaria la prenotazione.


i Ristoranti dell'Accademia Ristorante Pizzeria AL CASTELLO Via Carlo Besta 10 23036 Teglio Tel. 0342 780305 ristorantealcastello@virgilio.it

Non solo pizzoccheri, sciatt, pasta fresca e specialità valtellinesi, ma per cena anche un'ottima pizza. Ristorante semplice con ottimo rapporto qualità/prezzo che accontenta grandi e piccini, dove lo chef, con esperienza trentennale, Claudio Pirolo cura personalmente la preparazione di ogni piatto. In estate possibilità di mangiare all’aperto.

Trattoria ORIO

Via Piazzola 1 23036 Teglio Tel. 0342 780166 info@trattoriaorio.com www.trattoriaorio.com Dal 1984 Tullio e Vera offrono ai loro ospiti piatti semplici e genuini secondo le ricette tradizionali e tipiche telline. Adatta ad ogni tipo di clientela, la Trattoria saprà accogliervi in un ambiente caldo, confortevole e familiare servendovi oltre ai rinomati Pizzoccheri dell’Accademia anche salumi di produzione propria, piatti autunnali a base di selvaggina e tante altre deliziose specialità. Tutto a costi contenuti. Chiusura di mercoledì.

Ristorante SAN PIETRO Via Pruneri 2 23036 Teglio Tel. 339 7393009 greghenz@tiscali.it www.ristorantesanpietro.com

Situato nel centro storico, di fronte alla chiesa di San Pietro, il ristorante offre ai clienti, oltre alle tradizionali specialità gastronomiche valtellinesi, anche una vasta scelta di menù. Nel periodo estivo l'ampio terrazzo soleggiato offre la possiblilità di un servizio all'aperto.


del Pizzocchero di Teglio Ristorante AI TIGLI

Via Carlo Besta 13 23036 Teglio Tel. 0342 780290 ristoranteaitigli@libero.it Ristorante tipico a gestione familiare, con attenta ristrutturazione, dove i piatti tipici, e non solo, sono preparati con la stessa cura da più di 30 anni. Una terrazza estiva consente di intrattenersi all’aperto nella piacevolezza del clima tellino. Ampio parcheggio.

Ristorante Bar LA GALEDA Via Roma 8 23036 Teglio Tel. 0342 780745 lagaleda@tiscali.it

Situato nel cuore di Teglio e arredato accuratamente in legno pregiato rifinito in sasso di alta montagna. Qui si possono degustare i favolosi piatti della vera cucina valtellinese tra cui sciatt, pizzoccheri e tanto altro. Gradevole spazio all’aperto che offre l’opportunità di ammirare la bellezza del centro storico. Chiuso mercoledì.

i Mulini dell'Accademia

www.molinofilippini.com

www.molinotudori.com


Organigramma

Presidente Onorario Rezio Donchi Consiglio Direttivo Vera Andreoli Beatrice Bettini Flavio Bottoni (presidente) Fabio Cattania (vicepresidente) Gabriella Cortesi Paola Donchi Valentina Maestroni (vicepresidente) Lorenza Maffescioni Paola Reghenzani Collegio dei probiviri Giorgio Nana Dario Stazzonelli Alberto Villa

Revisori dei conti Mauro Colombera Michele Rigamonti

soci fondatori Enzo Andreoli, Luciano Giacomo Andreoli, Anna Maria Bartesaghi, Egidio Berti, Tullio Mario Berti, Giordano Bongiolatti, Cristiano Branchi, Stefano Bruni, Giovanni Cabo, Franco Luigi Cenini, Rezio Donchi, Sergio Andrea Donchi, Sabrina Ferrari, Diego Filippini, Massimo Franzetti, Antonio Locatelli, Lorenza Maffescioni, Adriano Mario Opiatti, Claudio Pirolo, Vittorio Pola, Gianpiero Reghenzani, Roberto Pietro Scinetti, Attilio Scotti, Angelo Tudori, Egidio Tarantola Peloni, Fabio Valli, Laura Valli.

soci onorari Fernando Andreassi, Alberto Artioli, Gianfranco Avella, Alex Bellini, Marcello Bergamini, Livio Berruti, Luigi Bettoni, Paolo Biglioli, Mario Botta, Massimo Bubola, Luciano Capelli, Gabriella Carlucci, Carmelo Casabona, Francesco Saverio Cerracchio, Francesco Coccopalmerio, Lucia Codurelli, Diego Coletti, Deborah Compagnoni, Marco Confortola, Roberto Corona, Mario Cotelli, Daniela Cuzzolin, Giovanni De Censi, Antonio De Santis, Enrico Della Torre, Angela Dell’Oca, Gianfranco De Laurentis, Antonio De Rosa, Manuela Di Centa, Demetrio Errigo, Girolamo Fabiano, Paolo Ferrarese, Ernesto Ferrero, Arianna Fontana, Franco Frattini, Pierluigi Gabrielli, Stefano Garavatti, Daniela Girardi Javarone, Fernanda Giulini, Claudia Koll, Marianna Longa, Vittorio Mangili, Leonardo Marchettini, Chiara Marolla, Alfonso Marra, Antonio Mazzi, Fabio Meraldi, Silvio Mondinelli, Attilio Monetti, Francesco Maria Pavese, Ottavia Piccolo, Bruno Pizzul, Fiorello Provera, Luciano Regolo, Emilio Rigamonti, Giorgio Rocca, Ferruccio Tomasi, Luca Ricolfi, Diego Rossetti, Giuseppe Mario Scalia, Giandomenico Schiantarelli, Gerry Scotti, Carlo Secchi, Vittorio Sgarbi, Eugenio Tarabini, Giacomo Tiraboschi, Vincenzo Torti, Paolo Uggè, Samuele Valentino, Franco Visintin


Scopri Bancaperta, l’internet banking del Gruppo Creval pensato per migliorare la tua esperienza nella relazione con la Banca e darti la libertà di accedere ai tuoi rapporti come e dove vuoi: da computer, da tablet o da smartphone. Per qualsiasi esigenza il Servizio Clienti è a tua disposizione al numero 800 999 585. Disponibile gratuitamente su

Scarica l’App da

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni relative ai servizi pubblicizzati e per quanto non espressamente indicato si rinvia ai fogli informativi “Operazioni e servizi accessori” e “Bancaperta - Servizi bancari via internet” disponibili presso tutte le dipendenze e sul sito internet www.creval.it nella sezione “Trasparenza”. Servizio Clienti disponibile al numero verde 800 999 585 dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00 e il sabato dalle 8.00 alle 18.00

La Voce dell'Accademia del Pizzocchero di Teglio - N. 3-2017  

Trimestrale di informazione enogastronomica e di cultura a difesa del Pizzocchero di Teglio

La Voce dell'Accademia del Pizzocchero di Teglio - N. 3-2017  

Trimestrale di informazione enogastronomica e di cultura a difesa del Pizzocchero di Teglio

Advertisement