Page 1

NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

NEWSLETTER N. 006 | 31 Gennaio 2010 Filename: [J-4.5.8.5-1.9.2.9-100130-networkITALIA-006-acapm.doc]

@

INTRODUZIONE

Care amiche, cari amici, la newsletter viene gia’ spedita ad un notevole numero di persone, oramai in tutta la c.d. Indochina. Aiutateci a raggiungere il maggior numero possibile di Italiani d’Indochina, fornendoci la loro e-mail o segnalando loro la newsletter. Si consolida l’iniziativa di “MADinITALY”, con una serie di incontri per definirne il programma e le scadenze temporali. La partecipazione e’ aperta a tutti e sono particolarmente benvenute artiste donne. Nasce un nuovo servizio: LIBER@, Biblioteca Virtuale. Proposta da Carlo Pizzato, ma forte del contributo in idee di molti. Se ne era gia’ parlato in varie riunioni del circolo ITALIA, ma la proposta di creare una rete virtuale di libri, messa a disposizione dai membri e scambiati attraverso semplice emails ha dato finalmente il via all’iniziativa. Trovate allegato il modulo per partecipare. La rubrica “TuttiFrutti” vedra’ un’intervista sorprendente... Inoltre un servizio sul “LED” (Light Exhibition Design) appena concluso a Milano, evento di “landscapeart” con luminose, proiezioni, allestimenti scenografici, opere d’arte contemporanea e di design. La copertina dedicata al “LED” ed una meravigliosa “controcopertina” sul Viet Nam, à la Rossellini. Cari saluti, Amedeo Cilento

O

N

I

Credits Alessandro Bianchi

I

Brembo, TMA to art, Classica, Viabizzuno, La Scala shop

S

Milano | Teatro alla Scala | Piazza Scala

I

La luce della musica - Mario Nanni

V

Tutte le foto sono pubblicate sulla Newslletter sotto: “Creative Commons Attribution Non-Commercial Share-Alike License” [http://creativecommons.org]

Questa Newsletter e’ ottimizzata per la visione su monitor. Stampare su carta vuol dire tagliare alberi. Cercate di farne a meno.

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

2

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

ORGANIZZAZIONE

DOLOMITI DI SAPPADA, PROVINCIA DI BELLUNO - Photo: MAX CASAL

Inviateci i vostri progetti e saremo ben lieti di promuoverli e veicolarli nella comunita’ italiana.

10 REGOLE DI “NETIQUETTE” 1.

L’accesso alla Newsletter del NETWORK ITALIA e’ aperto a tutti: Privati, Enti, Aziende, Istituzioni.

2. La lingua ufficiale della Newsletter e’ l’italiano, ma contributi straordinari in altre lingue sono ben accetti. 3. Sono banditi: le volgarita’, le polemiche personali, le polemiche politiche, e tutte le tesi non provate.

4. Sono particolarmente apprezzate le testimonianze fotografiche dell’Italia e del Viet Nam (ed ogni bella foto). 5. Tutte le foto ed i documenti sono pubblicati sulla Newslletter sotto: “Creative Commons Attribution Non-Commercial Share-Alike License” [http://creativecommons.org]. 6. Qualunque documento viene pubblicato sotto piena e completa responsabilita’ di chi lo invia. 7. I documenti inviati devono sempre citare autori, fonti esterne e pagine web di riferimento.

8. La Newsletter e’ opera di solo volontariato e segue la piu’ rigorosa etica no-profit. Nessun contributo verra’ richiesto e verra’ pagato. 9. La Newsletter e’ bisettimanale, con edizione nella seconda e quarta Domenica del mese.

10. Iniziative ed annunci vengono pubblicati se inviati con almeno 5 giorni di anticipo sulla pubblicazione.

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

4

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

SVILUPPO

ATTIVITA’ 4.1 COSA

QUANDO

CINEMA PARADISO RASSEGNA CINEMA ITALIANO

Dal 3 Marzo in avanti (una proiezione ogni 15 Giorni)

OGGETTO

COME

Rassegna di Film Italiani d’Autore.

Rassegna organizzata dal Circolo ITALIA. I dettagli sono in corso di definizione. Votate i vostri film preferiti.

DOVE Terrazza c/o Ristorante Pendolasco Nguyen Hue 87 - HCMC.

CRONOGRAMMA Appuntamento bi-settimanale del Mercoledi’ sera.

CHI Carlo ANZON, Dino BESATI, Amedeo CILENTO, Paolo FORNARI, Luigi GALIMBERTI, Andrea PARODI, Carmine MAGNOTTA, Angelo RAMPA...

CONTATTI

L o c a n d i n a Data (yymmdd)

p r o p o s t a

Paolo FORNARI

pafornari@yahoo.it

Amedeo CILENTO

info@kaizen.eu.com

d a l

I T A L I A

Regista

c i r c o l o Titolo

Anno

Sottotitoli

2010 Marzo 03

Enzo Monteleone

Due partite

2009

IT/EN/FR

2010 Marzo 17

L. Pieraccioni

Ti amo in tutte le lingue del mondo

2008

IT/EN

2010 Marzo 31

Ermanno Olmi

Centochiodi

2006

IT

2010 Aprile 14

Monicelli

Amici miei

1975

IT

2010 Aprile 28

Umberto Carteni

Diverso da chi?

2009

IT/EN

2010 Maggio 12

M. Troisi - R. Benigni

Non ci resta che piangere

1984

IT

2010 Maggio 26

Marco Bellocchio

Vincere

2009

IT/EN

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

ATTIVITA’ 4.2

Graphics: Alex ZELGER

L’iniziativa si sta consolidando. Il “cuore” del progetto potrebbe essere quello di produrre cultura in Viet Nam. Partecipate al dibattito in corso, per definire il programma, contattando Carlo PIZZATO (cpizzat@yahoo.it). Inviate una breve Biografia ed alcune foto delle vostre opere, per la pubblicazione sulla brochure in via di stampa. Contattate Alex ZELGER (azelger@hotmail.com) ed Amedeo CILENTO (info@kaizen.eu.com) Visto la totale maggioranza di artisti maschi finora presenti, la partecipazione di artiste donne e’ particolarmente incoraggiata. COSA

QUANDO

“MAD IN ITALY”

Primavera 2010, in corso di programmazione

OGGETTO

COME

Collettiva di Artisti Italiani in Viet Nam.

I costi vengono sopportati dagli artisti stessi. La mostra si annuncia come un evento di particolare spessore nel panorama artistico di HCMC / Ha Noi. Sponsor sono benvenuti.

DOVE

CRONOGRAMMA

HCMC ed HA NOI

Aggiornamento su Newsletter bi-settimanale

CHI

CONTATTI

Le iscrizioni sono aperte fino al 15 Marzo.

Carlo PIZZATO

cpizzat@yahoo.it

Il gruppo, si e’ riunito Domenica 31 Gennaio 2010, per portare avanti il programma. Hanno partecipato alla riunione: Martino CASTELLANI, Amedeo CILENTO, Jose’ MANZO, Massimiliano MATTIOLI, Carlo PIZZATO, Fernando TOMA, Van Thinh TRAN LE, Alex ZELGER. Abbiamo fissato un primo programma, per concretizzare un progetto in via di definizione: 1. Avanzare con un lento processo graduale. Programma [100201 ~ 100501]; 2. Richiedere una breve presentazione ed alcune opere significative di ogni “creativo” su formato digitale [Scadenza: 100315]; 3. Realizzare per prima una Brochure in autofinanziamento (coordinamento: Alex Zelger ed Amedeo Cilento) [Scadenza: 100315]; 4. Programmare una presentazione della Brochure con un evento spettacolare il cui fuoco sia una installazione by Fernando TOMA [Una sera 100415~100515]. Sponsor ed patrocinii sono benvenuti; 5. Strutturare una collettiva nei tre mesi successivi [100515 ~ 100815]; 6. Pensare il progetto sul lungo periodo, ripetendo ogni anno l’iniziativa e le pubblicazioni [2010 ~2011]; 7. Progetto ancora piu’ ambizioso e’ quello di creare un laboratorio artistico, dove poter collaborare stabilmente con l’ambiente artistico vietnamita e creare performance di “art in action” [2010 ~2011].

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

5.8

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

SALVATE LA TIGRE | SAVE THE TIGER | HÃY CỨU LẤY LÒAI HỔ

Date il vostro contributo per mettere in luce lo straordinario patrimonio artistico e architettonico del Viet Nam ed aiutare a preservarlo. Se vedete una bella pagoda, una villa, uno scorcio e pensate valga la pena di proteggerli, scattate alcune foto ed inviatele specificando la localizzazione. La newsletter verra’ spedita c/c anche all’ufficio UNESCO Viet Nam, mettendo in evidenza questa rubrica.

info@kaizen.eu.com Case A Schiera IN 92~96 Ho Tung Mau – Distretto 1 – HCMC

Source : GOOGLE EARTH

L OCA LI ZZ AZ ION E

L a S e r i e d o v ev a f ar e p a rt e d i u n o s pl e n d i do es empio di cort ina di case a sc hiera che def in iv a in modo n et t o lo spaz io pubblico. Oggi solo alcune sezioni sono rimast e in t att e, ment re la gran part e dei lott i e’ stata sost itu it a da ediliz ia di bassa qu alit a’ . Vist a la pregiat a localiz zaz ion e, gran pa rt e degli edifici son o adibit i a st rutt ure commerciali. Un esempio di bu on rest au ro si trov a a poch i passi da questo sito: il ristorante Chợ- Cũ h a in f a t t i p u n t at o, c on su cces s o, a l rec u p e r o del l a c a s a a s ch i e r a, v en en d o p r e m i at o dagli ast ant i, a giudicare da ll’ aff ollament o delle su e sale. S p e r i a m o c h e anc h e a d H C M C p os sa pas s ar e l a s t e ss a l eg g e pr o mo s s a ad Ha N o i d a l P r imo M in ist ro del Viet Nam, H.E. N GUYE N T an D un g, su lla con s ervaz ion e del patrimon io arch it ett on ico n ei qu art ieri st orici. Re port : A mede o C ILENTO

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A Photo: Amedeo CILENTO

* Lunga vita alla tigre *

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

6.9

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

TUTTIFRUTTI... gli ITALIANS si raccontano Questa settimana intervistiamo: Sofia GALIMBERTI... (avete letto bene)

Ciao Sofia, ci racconti di te e della tua famiglia? Sono nata a Monza quattro anni fa, e vivo da quasi tre a Città Ho Chi Minh, dove frequento la scuola materna. Papà Luigi è anche lui monzese, ha 50 anni ed ha vissuto in Vietnam per dieci anni. La mia mamma si chiama Ái, che vuol dire Amore. Lei è cresciuta in questo Paese, ma ha vissuto anche quattro anni in Italia. Da poco tempo ha ottenuto anche lei la cittadinanza Italiana. Cos’è l’Italia, per voi? È un Paese dove ci sono cose bellissime, sia naturali che artistiche ed architettoniche, da visitare e da godere durante le vacanze. Vicino a casa della nonna Silvia, c’è anche un’altalena splendida! Il mio papà dice che, negli ultimi anni, l’Italia si è rovinata, a causa di incurie, egoismi, criminalità organizzata e poteri conniventi. Io non capisco bene questi concetti, ma spero che la situazione migliori, e che i bambini come me tornino ad essere orgogliosi di essere Italiani. Ed il Vietnam? La vita, il dinamismo, la socialità – papà, smettila di suggerire parole difficili per me! Certo, viviamo in un Paese “in movimento”. Oggi non è mai uguale a ieri. Poi, ci sono i nonni ed i miei cuginetti, ci piace stare insieme, giocare e chiaccherare. I miei genitori parlerebbero di un concetto “forte” di famiglia, che ancora non so bene cosa sia, però ci credo. Sfortunatamente, in Vietnam non si trovano altalene belle come quella della nonna Silvia; in più, gli autisti degli autobus sono cattivelli e mettono a rischio la vita delle persone. Insomma, un Paese in “bianco e nero”. Papà, ma non sarebbe meglio neroazzurro, come la maglia dell’Inter? Come mai papà Luigi dall’Italia è venuto in Vietnam? Se lo chiedessi a lui, ti risponderebbe che, in quel periodo (1995), aveva bisogno di una nuova sfida, per dimostrare a se stesso ed agli altri di valere ancora qualcosa, dopo una grave e sfibrante malattia. Io credo che fosse nel suo destino. Mamma Ái dice che è venuto qui per incontrare lei… In effetti, fanno proprio una bella coppia, non è vero? I tuoi genitori ti hanno parlato del passato, di come era il Vietnam prima, e delle differenze con quello attuale? Mia madre, nata durante gli ultimi mesi della guerra “americana”, si ricorda della povertà. C’era poco da mangiare, e ci si rubava l’un l’altro le ciabatte infradito. La sua famiglia era numerosa, le difficoltà a sbarcare il lunario tante. Ma la spensieratezza dell’essere fanciulli, insieme a semplicità e facilità dei rapporti interpersonali, davano un sapore dolce alla vita. Oggi, soprattutto nelle città, c’è la corsa al superfluo, mentre nelle campagne c’è ancora una vergognosa povertà, sostenuta da una dignità invidiabile. Dappertutto, mancano ancora gli ospedali e le scuole. E le impressioni di tuo padre? Nel ’95 si sentiva un po’ come Indiana Jones, in un Paese decisamente arretrato, dove tutto era da scoprire e – paradossalmente – da far scoprire. Mi racconta, ed io rido di gusto, di quando un padre di famiglia lo invitò a sposare sua figlia, che lui neanche conosceva. Gli stranieri erano considerati spesso un obiettivo, un modo per risolvere i problemi della famiglia. I bambini li salutavano – hallo! – ovunque, ridendo divertiti. Oggi, noto che non lo fanno più; forse sono troppo impegnati con il computer ed internet… Io sono ancora troppo piccola, e non ho ancora preso il virus! Comunque, mio padre è contento di avere contributo, nel suo piccolo, alla crescita economica di questo Paese, dove le condizioni generali sono molto migliorate, fortunatamente.

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

Perché, cos’ha fatto? Ha aperto, e diretto per anni, la Perfetti Vietnam, quella che fa Che bello, che orgoglio, e che invidia dei miei amici avere il ingredienti e ci offre quei coloratissimi e gustosissimi dolciumi! elettrici, che non sono così appetitosi, però sono importanti industrie.

le caramelle e le gomme da masticare. “candy-daddy”, quello che mescola gli Adesso, dirige la Bonfiglioli, fa i motori per far funzionare i macchinari delle

Tuo padre e tua madre, proveniendo da Paesi così diversi e lontani, hanno mai sofferto divergenze culturali? le differenze sono inevitabili, ma le persone intelligenti, e che si vogliono bene, sanno quasi sempre come farle diventare un arricchimento, piuttosto che un contrasto. Allora, basta parlare di cose da grandi! Parlaci di te. Mi piace cantare, ballare, andare a scuola e giocare con i miei amici. Ascoltare le favole è uno dei miei passatempi preferiti, chiedimi pure tutto sui Tre Porcellini! Ho iniziato un corso infantile per imparare a suonare il pianoforte, così insieme a mio padre alla chitarra e con mamma che canta, potremo avere un futuro! Così, vorresti fare la musicista, da grande… Non lo so, scusa, ma sono troppo piccola anche solo per pensarci. Forse sono i miei genitori che vorrebbero “cambiare la loro vita” in questa direzione… Papà ha una forte ammirazione per un certo Fabrizio De André, mi canta sempre le sue canzoni. Mamma ha imparato “La canzone di Marinella”, io preferisco “Bocca di Rosa”. Papà inventa anche qualche canzone alla chitarra, per farmi divertire e ballare. In che lingua conversate? Preferisco esprimermi in Inglese, che imparo a scuola. Però, ci sono suoni, parole e frasi della lingua Italiana che mi piacciono, ed ai quali sono affezionata, che uso spesso. Mio padre mi parla sempre in Italiano, dice che si augura che io lo possa apprendere bene in futuro, per permettermi una corretta comunicazione con tutti in Italia. E per poter capire le opere di un certo Dante, tu lo conosci? Parlo anche il Vietnamita? Certo, sennó, come ci parlo, con i nonni quaggiù? Dove ti vedi tra… 15 anni? Studentessa presso un’Università Italiana, oppure Britannica. Con i miei genitori che mi seguiranno ed accudiranno, perché non riusciranno a star lontano da me. Papà sarà pensionato, e insieme a mamma scriverà un libro … di cucina!

CHI Luigi, Ái e Sofia Galimberti

CONTATTI sofia_galimberti05@yahoo.it

luigi_galimberti@libero.it

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

9

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

MONDO

Led Light Exhibition Design

Milano | 6 dicembre 2009 ~ 10 gennaio 2010

Milano: la città si illumina di design tra sostenibilità ambientale, risparmio energetico, creatività e innovazione Un Festival della Luce accende la metropoli. Giovani talenti e grandi designer trasformano Milano in un palcoscenico a cielo aperto attraverso allestimenti, proiezioni, installazioni luminose d’arte e design. Oltre quaranta opere di luce per un circuito espositivo che coinvolgerà la città a 360 gradi in un grande evento diffuso – dal 6 dicembre al prossimo 10 gennaio - per arredare e decorare di luce i luoghi pubblici ‘open air’ della metropoli - vie, piazze, parchi e monumenti - tra sostenibilità ambientale, risparmio energetico, creatività e innovazione.

PRESENTAZIONE Milano si illumina di design: i giovani talenti delle più importanti Scuole e Accademie della metropoli, creativi emergenti e i grandi designer più affermati della scena contemporanea - Michele De Lucchi, Italo Rota, Paolo Rizzatto, Mario Nanni, Paul Cocksedge, Alain Guilhot, Gilbert Moity, Patricia Urquiola trasformano la città in un palcoscenico di luce a cielo aperto attraverso installazioni scenografiche di design, video proiezioni, allestimenti luminosi d’arte contemporanea. E l’intera metropoli si accende per ospitare il Festival illuminando, dal centro alla periferia, le vie della città, i viali alberati, le piazze, i monumenti storici. Un allestimento luminoso a 360 gradi come nelle light cities europee. Led è un progetto promosso da Maurizio Cadeo, Assessore all’Arredo, Decoro Urbano e Verde del Comune di Milano, a cura di Beatrice Mosca e Marco Amato, con il patrocinio di Expo 2015, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia, ADI - Associazione per il Disegno Industriale, AIDI - Associazione Italiana di Illuminazione, e in collaborazione con i Media Partner Corriere della Sera, ABITARE – Rcs Media Group, Luce&Design, LUCE, Lighting Design Collection, archilight.it, Mondo Arc Magazine e LifeGate Radio. Partner del progetto l’Associazione internazionale L.U.C.I. - Lighting Urban Community International - network che favorisce gli scambi tra le metropoli e i professionisti di diversi paesi per potenziare il settore dell'illuminazione urbana. Main Sponsor Samsung Electronics Italia; Eco Mobility Provider BMW. “Un appuntamento inedito che vede coinvolti tutti i soggetti rappresentativi del mondo del design – dichiara Maurizio Cadeo, Assessore Arredo, Decoro Urbano e Verde del Comune di Milano - in un modello Milano capace di ‘fare sistema’: dai giovani talenti ai più noti designer italiani e stranieri; dal mondo della formazione a quello economico-produttivo. Un progetto capace di promuovere l’immagine di Milano nel mondo, non solo in termini di visibilità, ma anche di internazionalità, cultura, solidarietà e sostenibilità ambientale”. Led ha visto coinvolte in qualità di partner innumerevoli aziende del settore, l’eccellenza produttiva del ‘Made in Italy’ all’avanguardia in termini di efficienza energetica. Tutti gli allestimenti e le illuminazioni architetturali sono stati realizzati con la tecnologia led, ponendo in primo piano il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. Un Festival che ha reso protagonista l’intero sistema creativo e formativo della metropoli, chiamando a raccolta tutti i più importanti poli accademici e formativi, sia pubblici che privati, della città, attraverso una grande competizione. Dalla Facoltà del Design del Politecnico di Milano, all’Accademia di Belle Arti di Brera; dalla Domus Academy allo IED – Istituto Europeo di Design; dalla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti Milano, alla SPD – la storica Scuola Politecnica di Design. In scena i giovani talenti, selezionati da una prestigiosa Giuria, composta da Flora Vallone, Architetto e Direttore Settore Arredo, Verde e Qualità Urbana Comune di Milano; Davide Rampello – Presidente Triennale Milano, Stefano Boeri – Architetto e Direttore ABITARE, Luisa Bocchietto – Architetto e Presidente ADI, Piero Castiglioni, Architetto e designer della luce. Al fianco dei giovani, in primo piano i grandi maestri, invitati ‘fuori concorso’ ad aprire la manifestazione.

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

Giuseppe Morando, Valentina Mammoli, Katrien Stakenborghs, Antonella Cheche Galleria del Corso Sponsor Ufficiale Samsung Electronics Italia; Partner Disano Illuminazione; Partner Tecnico TCI Professional Light Application

Credits: Alessandro Bianchi

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

LUCE SACRA DI Castagna&Ravelli con Iacopo Tiscar Duomo di Milano In collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano Sponsor Tecnico Philips; Produzione Giemme Eventi; Allestimento Amerigo Anfossi

Credits: Alessandro Bianchi

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

Make it new!

DI Massimiliano Nicoletti Milano, Porta Ticinese Partner Disano Illuminazione; Partner Tecnico New Electric

Credits: Alessandro Bianchi

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

D I

C U L T U R A ,

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

Passerelles de lumière entre mémoire et modernité DI Alain Guilhot Stazione Centrale Sponsor Tecnico Philips

Credits: Alessandro Bianchi Si Ringrazia: La gentilissima dott.sa Marta Ascani dello Studio Beatrice Mosca Info e Comunicazione Staff LED Marta Ascani ascani@mediamakers.it Cell 346 1756939 Tel 02 29512596

Ufficio stampa Comune di Milano Assessorato Arredo, Decoro Urbano e Verde Daniela Uva daniela.uva@comune.milano.it Tel. 02 88456797 - Cell 338 7348386 http://www.comune.milano.it/led

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM


NETWORK ITALIA ITALIANS R E T E

C

O

D I

N

C U L T U R A ,

T

R

O

H A

IN

INDOCHINA

I N F O R M A Z I O N E ,

A M I C I Z I A

C

N O I

O

G i u g n o

P

E

R

1 9 7 6

E-MAIL INFO@KAIZEN.EU.COM

T

I

N

A

network ITALIA 006  

Newsletter degli Italiani e simpatizzanti dell’Italia nel Sud Est Asia Newsletter of Italians and enthusiast of Italy in South East Asia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you