Issuu on Google+

Prg e parcheggi, ecco le priorità del 2007 Il sindaco, tornato al lavoro, fissa gli obiettivi e fa gli auguri ai loretesi: «Siamo pronti per accelerare» «L’affetto e il calore dei loretesi sono la migliore medicina per farmi superare questo drammatico passaggio della mia vita. La gente mi sta dando la determinazione e la serenità, oltre ad una nuova forza interiore, per riuscire a completare il mandato e la legislatura». Il sindaco Bruno Passeri apre così il suo saluto alla cittadinanza in vista delle festività natalizie e della fine di questo anno così difficile, per lui e per la sua famiglia, ma denso di lavoro e impegno per la Giunta, anche quando la sua assenza si è fatta sentire, e le leve del comando sono passate al vice sindaco Chiavaroli. Bruno Passeri è tornato a partecipare alle riunioni della Giunta, all’ultima seduta del Consiglio, e alla vita amministrativa locale

quasi a tempo pieno. «Spero di poter tornare, entro la prossima primavera, a lavorare quotidianamente nel mio ufficio», dice con convinzione il primo cittadino. Che guarda ai prossimi impegni: «Quest’amministrazione ha risolto nel 2006 tantissimi problemi, ha portato avanti il lavoro con impegno non indifferente di tutte le sue componenti. Adesso, abbiamo alcune priorità per l’anno prossimo. Ed è necessario accelerare per realizzarle. Una è la revisione del Prg. La Giunta ha approvato la delibera per la costituzione dell’ufficio sul Piano: un dato molto positivo, perché ora si procederà alla revisione seguendo le indicazioni già date dal Consiglio comunale». Poi il problema parcheggi: «Entro la

fine di quest’anno sarà acquisita l’area retrostante la banca Caripe, chen garantirà una struttura su più piani capace di ospitare oltre 50 posti auto. Sarà la soluzione ad un problema reale, che sentiamo e comprendiamo. Non dimentichiamo poi che stiamo ultimando il bilancio di previsione 2007 e abbiamo approvato il Piano triennale delle opere pubbliche, strumento decisivo per lo sviluppo futuro della cittadina». Dal sindaco i più sinceri auguri ai loretesi: «Buone feste a tutti, e grazie ancora per la stima e l’affetto che avete manifestato. Ringrazio di nuovo tutte le associazioni del territorio per i tanti inviti ricevuti, e i parroci del paese per l’aiuto che mi hanno dato». Orlando D’Angelo

Il sindaco con la Giunta nel giorno del suo ritorno in Comune

ARRIVA IL PERIODO NATALIZIO

Un Natale di solidarietà, le iniziative per passare le festività pensando ai più deboli La solidarietà a Loreto è di casa. Anche quest’anno tanti gli appuntamenti volti a celebrare il Natale tenendo lo sguardo sempre puntato su iniziative dal risvolto sociale. Un Natale, quindi, non solo di luci intermittenti, prelibatezze e regaloni, ma Natale come momento di crescita e riflessione. Ecco dunque spuntare eventi e manifestazioni di solidarietà che coinvolgono tutti: dai bambini più piccini della Scuola Materna, che si esibiranno in una rappresentazione teatrale in occasione della Befana del Vigile, agli anziani della Casa di Riposo protagonisti di diverse attività organizzate dagli operatori della Cooperativa L’Albero, con il sostegno del Comune di Loreto Aprutino. Il 15 dicembre, infatti, la tombolata natalizia sarà anche l’occasione per festeggiare l’ottantesimo compleanno di una nonnina ospite: la signora Anna Romano, e nei giorni 18 e 19 verranno preparati i dolcetti delle feste, secondo le più antiche ricette tradizionali, e offerti poi in un momento aggregazionale che seguirà la Santa Messa del 20 dicembre, che si terrà all’interno della Casa di Riposo stessa. Il Presepe è invece in primo piano nelle attività dei più giovani; i ragazzi della Scuola

Media “G.Rasetti” hanno allestito una rappresentazione della Natività nell’androne della propria scuola così come gli studenti delle Elementari. Dall’8 dicembre, data della festa inaugurale dell’esposizione “Presepe in Africa”, e per tutto il periodo natalizio sarà, infatti, possibile visitare presso i locali della Scuola Elementare “Tito Acerbo”, il presepe realizzato e allestito dagli studenti. Parallelamente a questa realtà sarà presente L’Associazione degli Entusiasti con uno stand di prodotti equosolidali: un modo per regalare qualcosa

Tanti auguri a tutti arriverderci al 2007 Buon Natale e felice 2007 dalla redazione di Loreto Oggi a tutti voi, cari concittadini. Aspettando di risentirci presto per il primo numero del nuovo anno, vi auguriamo buone feste e vi invitiamo a scriverci e farci conoscere le vostre riflessioni sul futuro e sulle possibilità di far crescere e migliorare la nostra cittadina in tutti i settori. Diamo appuntamento a febbraio 2007. Sperando di avervi offerto finora un servizio utile e gradito, ancora auguri, di cuore, da Loreto Oggi.

di diverso ed originale, con la consapevolezza di trasformare la spesa in un momento di sostegno. La scelta è vasta: oltre ai tradizionali tè, caffé, zucchero e cacao, anche panettoni, torroni, artigianato di diverso genere, saponette ed oli essenziali e quest’anno tanti presepi provenienti dall’Africa. Da non dimenticare anche la possibilità di effettuare un’adozione a distanza o contribuire al sostegno di Case Famiglia in Perù. Natale di solidarietà anche per L’Associazione L’Arcobaleno che organizza

una raccolta di fondi e generi di necessità a favore della Mensa di San Francesco di Pescara. La raccolta è effettuata presso la sede dell’Associazione in Via Cappuccini n 28 tutti i giorni dalle ore 19:00 alle 20:00. Le occasioni per contribuire saranno quindi molteplici; basterà prendere un po’ di solidarietà, una manciata di buona volontà, un pizzico di altruismo, mescolare il tutto con sano ottimismo e sarà pronta la ricetta per un Buon Natale, anzi per un Natale Buono, ma Buono davvero! Edda Migliori

IN QUESTO NUMERO INCHIESTA SULLE NOSTRE SCUOLE

Lo stato di salute dei nostri istituti Di Paolo a pag. 2

CORRADI E IL NODO DEL PRG

«L’Urbanistica tema centrale della politica della Giunta» Soccio a pag. 3

LO SPORT LORETESE

Alessio Colantonio, un portiere loretese tra i pali del Pescara per un futuro da campione A pag. 7


Pagina 2 - Attualità

Dicembre 2006

L’amministrazione a Tring per l’amicizia con gli inglesi L'amore di alcuni neo-investitori per i tesori abruzzesi, ed in particolare per la nostra Loreto, ha permesso di instaurare rapporti istituzionali tra la nostra amministrazione comunale e quella di Tring. Nello scorso mese di novembre, una delegazione del nostro

Comune, composta dal vice sindaco Terenzio Chiavaroli, dall’assessore al Turismo Sandro Di Minco e dal consigliere di minoranza Emanuele Evangelista, è volata a Tring per suggellare un patto di amicizia quale base di un vero e proprio gemel-

laggio tra le due comunità. Due giorni di conoscenza reciproca delle caratteristiche delle due città, una cena a base di prodotti locali, e uno scambio culturale che porterà, nei prossimi mesi, ad iniziativa comuni per incentivare l’amicizia.

Foto di gruppo per Di Minco, Chiavaroli ed Evangelista a Tring. In basso l’assessore Rasetta

«Il 2007, un anno strategico per programmare il futuro» L’assessore Barbara Rasetta a tutto tondo sulla sua delega, ma anche sulla situazione attuale in casa Ds Nell'ultimo consiglio è stata approvata la variante al bilancio 2006. Intanto è iniziata la “manovra” per la formulazione del bilancio di previsaione del 2007. Non potevamo non chiudere l’anno con una lunga e dettagliata intervista con l’assessore al Bilancio, Barbara Rasetta. Ci spiega nel dettaglio quanto è stata utile questa operazione e cosa ha consentito di realizzare all'amministrazione? «La variazione di bilancio è stata fatta per apportare i giusti assestamenti al bilancio di previsione 2006. Gli assestamenti hanno riguardato soprattutto le opere pubbliche in quanto abbiamo voluto anticipare alcune di queste al 2006 e dal momento che la realizzazione comportava una somma superiore a quella prevista nell’elenco delle opere pubbliche approvato nel 2006 con spesa inferiore ai 100.000 euro, c’è stata la necessità di rettificare il piano triennale delle oo.pp. con importo superiore alla soglia suddetta. In particolare preme sottolineare la realizzazione di importanti opere riguardanti la scuola media con l’inserimento dell’ascensore, la sistemazione del mercato coperto ed il rifacimento della strada pedelone. Il finanziamento di suddette opere sarà coperto da un mutuo che complessivamente sarà di 500.000 euro. Naturalmente questa è un’operazione straordinaria e non possiamo pensare di finanziare tutte le opere da realizzare e le attività del comune con mutui ma dobbiamo attivarci per reperire fondi dall’esterno. In quest’ottica mi preme sottolineare come, insieme al Sindaco, si è riusciti ad avere un finanziamento cospicuo di 75.000 euro da parte della Fondazione Pescarabruzzo della Caripe in favore del rifacimento e sistemazione della cappella e del giardino situati all’interno della Casa di Riposo. Anch’esso è stato assestato dalla variazione ultima e abbiamo in questo modo introitato la cifra che ci permetterà da subito di iniziare i lavori suddetti. Queste le cose più importanti insieme ad altre somme che sono pervenute dall’Arssa per la manifestazione orolio, dalla Provincia per manifestazioni culturali ed altro ancora che come detto vanno ad assestare le poste di bilancio di fine anno». Si sono svolte le assemblee con i cittadini per scrivere il bilancio 2007. Il suo giudizio e quali idee ha raccolto dalla voce dei loretesi. «Il percorso di partecipazione dei cittadini alla vita politico-amministrativa del Comune è sempre difficile da realizzare e noi ci stiamo sforzando di capire quale possa essere il percorso più giusto e coerente con gli obiettivi da realizzare. L’anno scorso siamo partiti dalle lettere inviate a casa dei cittadini concludendo con le riunioni portando la bozza di bilancio approvata dalla Giunta. Quest’anno abbiamo, in seguito anche al regolamento approvato, perseguito la strada del coinvolgimento pre-bilancio per capire quali potessero essere le necessità più impellenti sentite dai cittadi-

ni. Nel merito è stato così ma la partecipazione non è stata all’altezza dell’importanza che doveva avere questo appuntamento. Da ciò né deve derivare una riflessione più ampia e approfondita sulle ragioni che hanno decretato la poca partecipazione. Sicuramente, a mio avviso, le persone vanno coinvolte su problemi di carattere strategico attraverso la proposta di idee e progetti che poi vanno discussi e approfonditi in sede di riunioni partecipative. Il bilancio è solo un momento di tanti altri grandi ed importanti momenti che dovrebbero essere sottoposti alla cittadinanza come per esempio: le opere pubbliche di maggiore interesse (parcheggi, metanizzazione solo per fare esempi), la raccolta dei rifiuti, le strategie urbanistiche, ecc. Nelle riunioni sono venute fuori sostanzialmente problemi contingenti delle singole zone che sono stati in parte affrontati subito ed in parte rimessi agli uffici per ulteriori accertamenti. Per il futuro credo che dobbiamo affinare e studiare metodologie più appropriate per far sì che la tanto sventolata “democrazia partecipativa” diventi veramente tale soprattutto per quanto riguarda la “partecipazione” perché per la “democrazia” credo che ci siamo già. A tal fine credo che sia opportuno, almeno in una prima fase di ascolto, coinvolgere le varie associazioni di categoria ampiamente inteso in modo da raggruppare le istanze in modo coerente e successivamente portare le proposte di soluzione e di bilancio alla cittadinanza in assemblee nutrite e partecipate, ecco credo che questa potrebbe essere una strada da perseguire». Quali sono le linee generali verso cui s’indirizza il bilancio di previsione 2007? «Le linee di bilancio del 2007 non potranno che risentire della legge finanziaria che, al momento probabilmente della stampa del giornale non sarà stata approvata definitivamente. Per cui ad oggi non abbiamo ancora contezza esatta delle entrate da trasferimenti. In generale però la giunta cercherà di tenere in debito conto le istanze pervenute dalla cittadinanza compatibilmente con le risorse di bilancio. Per quest’anno non sarà possibile esercitare ulteriori tagli all’ICI e alle altre imposte. Rimarranno invariate anche le tasse e le tariffe, a meno di necessità importanti e saranno ritoccate solo a fronte di reali miglioramenti di servizi offerti. I servizi sociali andranno razionalizzati nell’ottica del miglioramento del servizio offerto a fronte di una spesa cospicua cercando solo il risparmio “possibile” tutelando le fasce più deboli. Sarà data soluzione, poi, al problema parcheggio relativamente a quello previsto dietro la banca Caripe; infatti l’acquisto del terreno sarà completato entro la fine dell’anno e nel 2007 finalmente i loretesi potranno parcheggiare comodamente. Cercheremo di dare impulso anche agli altri settori di attività in base alle necessità che saranno rappresentate dai colleghi assessori e consiglieri. Per cui l’anno 2007

credo sarà un anno di impostazione vera e propria delle strategie che poi verranno poste in essere nel futuro, con un occhio al patto di stabilità che dal 2007 tornerà a tediare anche il nostro bilancio per il bene della nazione intera». Nell'ultimo Consiglio un consigliere Ds, Trasoletti, non ha votato la delibera sui lavori pubblici. qual è la situazione del gruppo della quercia in comune? «La Quercia gode di ottima salute, forse più di quello che si può pensare o può trasparire all’esterno. Abbiamo consolidato la nostra presenza in consiglio comunale con l’amica Marta Di Martile arrivando al numero considerevole di 7 consiglieri più il sindaco, raggiungendo quasi la maggioranza assoluta, cosa che non capitava ormai da tempo denotando una maggiore e ritrovata forza dei Ds, cosa che sicuramente avrà influssi positivi sulla maggioranza. Perciò tutto il percorso intrapreso e fatto dal 2004 ad oggi ci ha dato ragione di tante situazioni. Come in tutti i partiti grandi e complessi come il mio, c’è molta dialettica e confronto e su alcune cose si può anche non essere d’accordo. L’atteggiamento di Trasoletti non denota bufera ma lo considero invece un arricchimento democratico dettato dal fatto che egli ha richiamato il gruppo di maggioranza ad un maggiore confronto sulle decisioni importanti, così da discutere meglio sulle priorità che i vari interventi pubblici possono avere. La modalità scelta, cioè quella di non votare la delibera, non va condannata ma capita e fatta propria. Sarebbe stato un gesto inutile se la maggioranza non facesse tesoro del richiamo contenuto nel documento che Adriano ha letto in consiglio comunale. Ma sia i compagni di partito che gli amici della maggioranza stanno già lavorando per mettere a punto un percorso di programmazione degli interventi sia per i lavori pubblici che per le altre attività del comune più attento alle necessità di tutto il paese individuando le giuste priorità dopo ampia ed attenta discussione e condivisione. Colgo l’occasione per augurare buone feste a tutti i cittadini ed un arrivederci al prossimo numero. Al sindaco e alla sua splendida famiglia auguro un buon anno 2007 pieno di serenità e forza». O. D’An.

Democrazia partecipativa, tante proposte dei cittadini Tante idee e segnalazioni sono emerse dalle riunioni della prima fase “Gli amministratori ascoltano i cittadini”, inserite nel contesto della Democrazia Partecipativa. I cittadini, negli incontri che si sono svolti nelle diverse zone di Loreto( centro storico, Santa Maria in Piano, Passo Cordone – San Pellegrino, Cartiera- Remartello), hanno invitato gli amministratori ad una maggiore vigilanza in alcune zone del paese, ad una più efficace azione di pulizia delle strade e raccolta dei rifiuti, ma hanno avanzato anche interessanti proposte (tutti gli interventi sono stati raccolti in un verbale accessibile sul sito…..). L’assessore Pasqualone traccia un breve bilancio di quest’iniziativa:” Devo ammettere che a livello quantitativo la partecipazione non mi ha soddisfatto, vista la presenza di circa 25 persone ad ogni riunione, a fronte delle 7000 che compongono la nostra comunità. Mentre dal punto di vista qualitativo, sono emerse idee più mature rispetto alla precedente esperienza, con temi ampi che spaziano a 360 gradi”.


Pagina 3 - Bilancio e Partecipazione

Dicembre 2006

La Giunta approva il Piano triennale delle opere pubbliche Nell’ultima riunione dell’anno, tenuta il 20 dicembre, la Giunta ha approvato il Piano triennale delle opere pubbliche. Un passaggio fondamentale per il futuro della nostra cittadina. Ecco i lavori che l’amministrazione realizzerà nell’anno che sta per cominciare: parcheggio di via IV novembre dietro la banca Caripe; ristrutturazione, adeguamento sistema antincendio e messa in sicurezza (2° lotto) della scuola elementare Tito Acerbo; realizzazione del Museo archeologico; riqualificazione urbana di via degli Aquino, dei Giardini Monumento e di Piazza dei Vestini; restauro della Fontana Vecchia di Porta Palamolla. Ci sono anche importanti opere dall’importo inferiore ai 100mila euro: sistemazione cimitero; ristrutturazione strada c.da Gallo; marciapiedi in via Cappuccini e via Fornace; riqualificazione strade comunali (Pretara, Rotacesta-Colatuccio); sistemazione piazzetta della chiesa Madonna del Carmine; ristrutturazione giardino scuola dell’infanzia Regina Margherita e Cappella Casa di riposo “M. Acerbo”; completamento Museo Civiltà contadina. Nel 2008, invece, si procederà con queste opere: ristrutturazione scuole di Passo Cordone e Saletto; completamento di via Berlinguer; sistemazio-

ne degli spazi aperti del centro storico e dell’area verde di Torre Casamarte; riqualificazione delle grandi frazioni San Pellegrino, Passo Cordone e Remartello. Nel 2009, l’obiettivo è la realizzazione di un altro parcheggio adiacente a Piazza Garibaldi, nello spazio retrostante il Supercinema. «Speriamo di riuscire a realizzare tutte le opere del Piano entro la legislatura. E’ un grande obiettivo, ma non è un sogno, sono tutti lavori che abbiamo la possibilità di trasformare in realtà. I fondi necessari saranno messi dall’amministrazione, dagli enti Provincia e Regione e, in parte, coperti da un mutuo e da qualche finanziamento straordinario che cercheremo di reperire. Per concludere, voglio augurare a tutti i cittadini un sereno Natale e un felice anno nuovo». Ben 510mila euro di opere pubbliche approvate per risolvere problemi di viabilità e sicurezza di strutture pubbliche (la scuola media “Rasetti” e il mercato coperto). Questo è invece il risultato dell’ultimo Consiglio comunale. Dopo aver approvato la variante al bilancio consuntivo, sono state votate favorevolmente dalla maggioranza tre delibere pesanti relative il capitolo opere pubbliche: rifacimento e allargamento

del manto stradale di Scannella superiore, dove a breve passerà una nuova corsa dell’Arpa per la gioia dei residenti; installazione di un ascensore per disabili presso la scuola media “Rasetti”; sistemazione e ristrutturazione totale del mercato coperto di via Roma per rilanciare il commercio del centro cittadino. Il tutto per un investimento complessivo di 510mila euro, realizzati con una variante al Piano triennale delle opere pubbliche e coperti da un mutuo acceso e già ottenuto dall’amministrazione. Opere che verranno appaltate ad inizio 2007. L’assessore ai Lavori pubblici, Moreno Sablone, prosegue. «Stiamo rispettando il programma di governo, in cui le priorità sono viabilità, scuola e rilancio del commercio. In ogni istituto cittadino – dice Sablone – c’è un cantiere aperto. Ora questo crea qualche disagio, ma a breve potremo godere dei benefici di questi lavori. Allo stesso modo, all’inizio del 2007 daremo una risposta al problema della mancanza di parcheggi in piazza Garibaldi». Da lunedì 5 dicembre sono disponibili 8 posti auto, vicino all’edicola, con disco orario da cambiare ogni mezzora. «Un piccolo passo, una risposta provvisoria, non una soluzione al problema», chiude Sablone. O. D’An.

L’assessore Moreno Sablone

Urbanistica, primo nodo del prossimo anno L’assessore Corradi ha istituito un “coordinamento di pianificazione territoriale” per sbloccare il nuovo Prg Un nuovo anno è alle porte e l'urbanistica sarà il tema principale perlomeno nei primi mesi. Il dibattito sulla piazza e sull'arredo urbano è sempre aperto ma a breve si inizierà a parlare anche di variante al piano regolatore. Ne abbiamo discusso con l'assessore Corradi, ecco cosa ci ha detto. La Giunta ha esigenza di sbloccare il piano regolatore attraverso una variante. Come pensate di intervenire e quanto tempo ci vorrà? «L’amministrazione comunale, con l’apporto fattivo di tutte le componenti rappresentate in Consiglio Comunale, è giunta alla determinazione di costituire un “Coordinamento di pianificazione territoriale” che integri l’azione di una piccola équipe di tecnici qualificati con le funzioni proprie degli uffici comunali, mediata dall’indirizzo e controllo dell’Amministrazione e della Consulta sul PRG. Questo a causa della complessità della tematica urbanistica che richiede un supporto non solo sotto l’aspetto di pianificazione territoriale, ma anche sotto gli ambiti inerenti le procedure amministrativo/legali e l’uso di nuove tecnologie informatiche. La Consulta ha prospettato il ricorso a strumenti e a istituti amministrativi nuovi, che permettano di agire per gradi, per settori delimitati, sempre

però in termini di partecipazione, coinvolgimento e condivisione della cittadinanza. Riteniamo quindi che il Coordinamento dovrà subito predisporre una delibera Consiliare di Indirizzi di Pianificazione del Territorio, all’interno della quale troveranno definizione gli interventi già

Gli interventi avverranno nel corso del 2007 o comunque entro la prima metà del 2008». Capitolo piazza, i lavori di arredo urbano sono terminati oppure ci saranno ulteriori aggiustamenti? «Stiamo provvedendo alla dotazione di altri elementi di arredo urbano,

sacrificio per quanto riguarda la “comodità” di fruizione di alcuni servizi conservando l’attenzione sui possibili riflessi negativi di alcune scelte sulle attività economiche. Il fatto che il giudizio sul risultato finale non sia unanime, probabilmente, dipende da un problema di disabi-

suggeriti dalla Consulta, organizzati per priorità, sulla base degli aspetti ritenuti strategici: attenzione alle esigenze delle famiglie, alla qualità della vita, degli spazi e degli interventi ed alla dotazione di infrastrutture, in particolare del verde e delle aree pubbliche; centralità nelle emergenze architettoniche e di riqualificazione urbana; attenzione alla realtà produttiva, artigianale ed agricola.

quali panchine, cestini, fioriere, portabiciclette, ringhiere di ausilio ai disabili ecc., oltre alla sistemazione delle due aiuole. La mia soddisfazione di fondo, condivisa da tutta l’amministrazione, riguarda la consapevolezza di aver restituito alla collettività uno spazio importante e di aver scongiurato la creazione di uno svincolo stradale al suo posto. Teniamo in considerazione che ciò comporta un

tudine. Dal fatto cioè che Loreto torna ad avere disponibile uno spazio che non ricordava di avere. Di questo spazio, che forse ci procura ancora un po’ di soggezione, dobbiamo appropriarci, renderlo vivo, ma anche goderne passeggiandoci o sostandoci. Siamo sempre aperti a recepire suggerimenti e proposte per renderlo ancor più gradevole e vivibile.

Pagella di fine anno. Dia una valutazione del suo lavoro e elenchi le sue priorità per il prossimo anno. «L’esperienza amministrativa costringe continuamente a mediare il proprio punto di vista con le esigenze, le aspettative e le idee degli altri; impone l’obbligo della decisione, anche nella certezza dell’impossibilità della condivisione unanime. Per gli stessi motivi risulta però, gratificante, perché favorisce il contatto diretto con le persone e permette di agire concretamente in favore della nostra comunità. La nostra attività amministrativa, durante l’anno trascorso, è stata condizionata dalla spiacevole vicenda che ha toccato il nostro Sindaco: sarebbe sciocco non ammettere che la sua assenza ha pesato in maniera sostanziale. Per quanto di mia stretta competenza, sicuramente l’impegno più consistente riguarderà la gestione delle trasformazioni dello strumento urbanistico. Ma ci sono altri impegni, come la costituzione di un coordinamento di pianificazione con gli altri comuni limitrofi, finalizzato alla redazione di un progetto strategico per lo sviluppo dell’intera area vestina. Così come ai progetti di riqualificazione urbana, di manutenzione delle aree verdi e di arricchimento dell’arredo urbano, esteso a tutti i nuclei abitati del Comune». Ivan Soccio

IL VOLTO NUOVO

Cambio in Consiglio comunale per la maggioranza: esce Sebastiano Di Carlo, arriva Marta Di Martile Nell’ultima seduta si è insediata la consigliera diessina al posto dell’esponente dello Sdi La notizia era nell’aria già da qualche tempo, mancava solo l’ufficialità che è arrivata dal consiglio comunale del 28 novembre scorso. Sebastiano Di Carlo decade dalla carica di consigliere comunale e il suo posto è preso dalla diessina Marta Di Martile. Quest’ultima risulta essere la prima dei non eletti alle elezioni del 2005, nella lista capeggiata dal sindaco Bruno Passeri, dunque per legge avente diritto a subentrare. La vicenda ha inizio nell’agosto post-elezioni, quando alcuni Marta Di Martile, appena insediatasi in Consiglio, riceve l’abbraccio esponenti dell’opposizione proposero ricorso presso il Tribunale Civile di del sindaco Passeri: da oggi l’aula consiliare è un po’ più rosa

Pescara contestando a Di Carlo la causa di incompatibilità tra la carica di consigliere comunale e quella di componente del Consiglio d’amministrazione della Società Ecologica srl (società posseduta dalla spa Ambiente, che si occupa della gestione dei rifiuti e alla quale aderisce anche il Comune di Loreto). La successiva sentenza del Tribunale di Pescara dichiarò l’esistenza di questa incompatibilità per l’esponente dello Sdi e la sua decadenza dalla carica di consigliere comunale. In seguito Di Carlo fece ricorso presso la Corte d’Appello de L’Aquila, la quale, lo

scorso mese di ottobre, si è pronunciata dichiarando inammissibile l’appello e confermando la sentenza resa dal Tribunale di Pescara. Dunque Sebastiano Di Carlo esce dall’amministrazione comunale. La scelta di intraprendere la via giudiziaria ha dato ragione all’opposizione, che non nasconde la propria soddisfazione. Per Marta Di Martile il “nuovo” compito di supportare il lavoro dell’Amministrazione, che da oggi sarà un po’ più “rosa” con l’ingresso di un’altra donna sulla scena politica loretese. Fabrizio Di Paolo


Pagina 4 - Istruzione In Italia una scuola su dieci non è sicura e il 30% è appena sufficiente. A stabilirlo è il IV Rapporto sulla sicurezza degli edifici scolastici di Cittadinanzattiva, un movimento che opera in Italia ed in Europa per tutelare i diritti dei cittadini e promuovere la loro partecipazione alla vita pubblica. A tal proposito, il Ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni, nelle scorse settimane ha confermato la presenza di oltre il 50% di edifici scolastici non a norma e ha fissato a tre anni il periodo di tempo valido per adeguarsi, pur confermando l’insufficienza dei fondi da destinare a questi tipi d’intervento. Noi abbiamo messo sotto la lente d’ingrandimento gli edifici presenti sul nostro territorio, coadiuvati dal lavoro dei tecnici comunali, che in queste settimane hanno effettuato un monitoraggio al fine di constatare le reali condizioni delle strutture scolastiche. Quello che emerge è un quadro variegato: si passa da strutture che rispettano a pieno le norme di sicurezza (agibilità statica, agibilità sismica, prevenzione incendi, barriere architettoniche) come l’asilo “Regina Margherita”, a situazioni più difficili, come il caso della scuola di Saletto, edificio datato, dove mancano alcuni requisiti e che, ad oggi, risulta non essere a norma. Asilo “Regina Margherita”. L’edificio di Piazza Unità d’Italia è stato ristrutturato nei mesi scorsi, grazie ad un intervento durato oltre un anno( per un costo di circa 140mila euro), e dunque risponde ai canoni di sicurezza. Inoltre per questo complesso è previsto un ulteriore intervento, cofinanziato dalla Fondazione PescarAbruzzo per 75mila euro (più 40mila che aggiungerà il Comune), per l’abbattimento delle barriere architettoniche e il ripristino del giardino sottostante. Contestualmente a questo progetto, saranno effettuati lavori di restauro e mantenimento dell’atrio e della cappella situati all’interno dell’adiacente casa di riposo. Asilo “Cappuccini”. Anche in questo caso si tratta di una struttura nuova, dunque “sicura”. Sono in fase di ultimazione i lavori per la copertura esterna dell’edificio e per la recinzione dell’area circostante. Scuola elementare “Tito Acerbo”. La scuola di via Vittorio Veneto, idonea dal punto di vista statico, non lo è dal punto di vista sismico. Per questo motivo, nella prossima primavera, sono previsti lavori (costo oltre 600mila euro) che porteranno ad uno smantellamento completo del tetto e ad un suo rifacimento ex novo, al fine di “alleggerire” la struttura ed ottenere, così, l’agibilità sismica. In più

Dicembre 2006 ,

«Abbasso i kiwi e la pasta! Viva la pizza e le patatine!» Gli alunni della media “Rasetti” hanno dato i voti alla mensa

L’assessore all’Istruzione, Pasqualone, e D’Addazio pranzano alla “Rasetti”

Hanno riempito il questionario elencando i loro gusti a tavola. E dalle risposte degli alunni della scuola media “Rasetti” è venuto fuori un fotogramma, che ha anche risvolti sociali, sui gusti, gli usi e i costumi delle nostre nuove generazioni. La pasta “tira” sempre, ma la cottura non piace alle giovani buone forchette loretesi, che lo hanno fatto notare in massa all’assessore all’Istruzione, Leonardo Pasqualone, rispondendo negativamente alla domanda sul gradimento dei primi piatti. La frutta è il punto debole del menù preparato quotidianamente dalla Camst di Bologna. In particolare, i kiwi non vanno giù agli studenti della “Rasetti”. Cosa vorrebbero nel piatto che ora manca? Le pietanze da terzo millennio, chiamiamole così, ovvero wurstel e patatine fritte, oltre alla pizza. Il mondo cambia velocemente, le abitudini alimentari ne sono uno specchio fedele. Anche a Loreto, culla della buona cucina, i gusti alimentari si vanno globalizzando.

Operazione “scuole in sicurezza” Inchiesta sulla situazione delle nostre scuole: gli interventi dell’amministrazione già fatti e quelli da fare si sta provvedendo all’adeguamento del sistema antincendio. Scuola media “Gerardo Rasetti” In possesso dell’idoneità sismica e statica, per la scuola di Via Roma è stato approvato il progetto definitivo che prevede l’installazione di un ascensore all’interno della struttura, in modo da favorire lo spostamento ai portatori di handicap e alle persone con problemi di deambulazione. Scuola “Passo Cordone”. Nel 2002 sono stati effettuati i lavori per l’abbattimento delle barriere

architettoniche. La struttura non abbisogna di sostanziali interventi, se non quelli di routine. Scuola “Saletto”. “Maglia nera” del panorama scolastico locale, come conferma l’assessore Pasqualone:” L’edificio ha bisogno di interventi radicali e stiamo lavorando in questa direzione. Nel piano di programmazione triennale sono previsti lavori per questa scuola, che serviranno per una sua ristrutturazione generale e messa in sicurezza”. Fabrizio Di Paolo

I bambini della scuola elementare durante la Festa dell’albero 2006

SCAMBI CULTURALI

Socrates, un successo per il circolo didattico A Loreto nove insegnanti arrivate da Norvegia, Svezia ed Estonia Sono ripartite cariche di entusiasmo, dopo la tre giorni dedicata all’importanza dell’insegnamento delle rispettive lingue madri nei loro Paesi di appartenenza, e alla crescita della coscienza europeista tra gli alunni della scuola primaria. Maestre di Svezia, Estonia e Norvegia sono state ospiti delle loro colleghe del Centro territoriale permanente del Circolo didattico di Loreto alla fine

di novembre nell’ambito del progetto Socrates. Il Circolo didattico loretese nell’occasione ha rappresentato l’Italia: è stato l’unico del nostro Paese infatti ad essere stato ammesso al progetto grazie al lavoro della responsabile Simonetta Di Benedetto. Il gruppo di nove insegnanti ha approfittato dello scambio culturale per visitare la cittadina vestina e conoscere con mano l’ac-

coglienza calorosa dell’amministrazione comunale: le maestre nordeuropee hanno fatto tappa al museo Acerbo, al castello Amorotti (sede del museo dell’olio) e poi in Comune, dove hanno ricevuto un gradito "souvenir": una guida di Loreto in lingua inglese. La delegazione si è diretta successivamente alla cooperativa Scal per la classica degustazione d’oro verde.

Le insegnanti straniere ospiti del Socrates, promosso dal centro territoriale permanente, ricevute in Municipio a novembre

Festa dell’albero, ecco il paese giardino “Rigiardineggiamo Loreto”. Con quest’obiettivo si è svolta, lo scorso mese di novembre, la 2 festa dell’albero. L’iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale, in collaborazione con le scuole del territorio, con la locale sezione del CAI (Club Alpinistico Italiano), con il Corpo Forestale dello Stato ed il contributo del Consorzio Ambiente spa. . L’intento è quello di rendere gli spazi verdi comunali dei veri e propri giardini, creando un legame affettivo tra i giovani e l’ambiente che li circonda. Contestualmente a questa iniziativa sono stati messi a dimora tanti alberi quanti sono i bambini nati nel corso dell’anno 2006 (circa 60), come previsto dalla Legge 113/’92 (“Legge Rutelli”).”L’amministrazione – conferma l’assessore Pasqualone- invierà ai genitori una sorta di “foglio di adozione” dell’albero per favorire un’attenzione, costante negli anni, nei confronti dell’albero adottato». Inoltre, nelle prossime settimane, sarà promossa un’iniziativa natalizia: “Il Comune adotta l’albero di Natale”. In pratica, l’amministrazione si impegnerà a mettere a dimora gli alberi di Natale che, terminate le feste, i cittadini vorranno donare. Un piccolo, ma significativo, contributo alla salvaguardia dell’ambiente e del nostro territorio.


Pagina 5 - Minoranza

Dicembre 2006

Cara Giunta ti scrivo. Da Roma la lettera di Alfredo Pierdomenico: «Auguri al sindaco, e buon lavoro ai nostri amministratori» Egregio direttore, ho molto gradito il Suo gentile invio del periodico Loreto Oggi, forse dovuto ad interessamento di un amico. L’ho apprezzato tantissimo, sia per la sua moderna veste tipografica che per il contenuto: esauriente, informativo e scorrevole. Complimenti sinceri a Lei ed a tutto lo staff redazionale. Oltre quaranta anni fa ho lasciato il dolce paese di Loreto e oggi, che vivo in una grande metropoli, devo asserire che il paese è quel posto dove tutti, guardandosi l’un l’altro, si sentono uniti, mentre la grande città spinge verso la più individualizzata vita personale. Ed io non posso far altro che vivere dei bei ricordi lontani che non conservo ma ricostruisco giorno per giorno ed il cui vero valore sta nel fatto che mi fanno capire che nulla è mai passato, e ogni volta che vado a raccogliere i rami secchi della memoria, torno con il fascio di legna che preferisco. E mi piace riagganciarmi alle tradizioni del mio paese, perché esse mi danno il senso di continuità con le generazioni passate, che può apparire come un’ancora di salvezza in un presente che mi fa paura, anche perché non è lecito rompere col passato, esso è la nostra dignità. Ho letto in uno dei libri di Gabriel Garcia

Un anno di opposizione tra grandi battaglie e obiettivi raggiunti I consiglieri di minoranza tracciano un bilancio del 2006 con lo sguardo all’anno nuovo. L’anno 2006 volge al termine ed è tempo di bilanci nonché di stilare una lista di priorità per il 2007. Abbiamo parlato con i consiglieri di minoranza (Emanuele Evangelista, Alberto Cerretani, Gianni Andriulli) e insieme ad essi abbiamo riflettuto sulle loro battaglie nell’anno che sta per finire soffermandoci anche su quelle che loro considerano le priorità per l’anno venturo. Ne è venuto fuori un documento comune che proponiamo di seguito. «Come tradizione vuole a fine anno è consuetudine “tirare le somme”, ovvero bisogna eseguire un resoconto delle attività svolte nel corso di questi mesi passati sugli scranni del consiglio comunale della nostra amata Loreto. Quotidianamente ci siamo impegnati a svolgere il ruolo di opposizione non come quella fazione che vota contro per principio o partito preso, ma come parte politica che controlla, incalza, mette in luce le insufficienze di chi amministra, proponendo cose diverse, nel tentativo di dare rappresentanza non solo agli interessi di chi non si riconosce nella maggioranza politica che governa Loreto, ma dell’intera comunità. A tal proposito ci permettiamo di ricordare alcune “battaglie” svolte insieme agli amici della minoranza, - riconoscimento dell’esistenza di incompatibilità con successiva decadenza dalla carica di Consigliere comunale per il Di Carlo Sebastiano; Correzione del bilancio consuntivo 2005 che, per la prima volta nella storia di Loreto, era stato approvato con gravi errori che ne falsificavano la veridicità. L’esito di questi episodi ha testimoniato la leggerezza con cui la maggioranza ha affrontato detti argomenti e nello stesso tempo ci ha permesso di ricordare alla Giunta che non si può governare un paese con

Marquez “la vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda”. Ciò mi fa riflettere abbastanza. Lei non può immaginare quanto mi faccia piacere poter leggere il Suo periodico e venire a conoscenza dei fatti ed eventi che movimentano la vita loretese e dei vari personaggi che ne sono, o ne sono stati attori, soprattutto quando riconosco in alcuni di essi qualche vecchio amico o compagno di scuola. Quanti nomi leggo di persone che io non ho mai conosciuto ma che reggono le sorti della vita amministrativa loretese, con senso del dovere e con vera professionalità. A tal proposito, mi corre l’obbligo di inviare, per il Suo tramite, tanti sinceri auguri di pronta guarigione al sindaco Bruno Passeri, sperando di rivederlo presto sulla breccia. Ogni iniziativa, sia di carattere culturale o di semplice informazione che Loreto Oggi vorrà proporre, io l’apprezzerò e mi candiderò quale collaboratore senza alcuna presunzione o invadenza personale. RingraziandoLa nuovamente, Le invio i miei più cordiali saluti ed auguri di buon l a v o r o , Alfredo Pierdomenico Roma

Un anno all’opposizione, i risultati della minoranza La battaglia del futuro è su Piazza Garibaldi: «Basta disagi ai loretesi» presunzione e arroganza. La nostra azione però non si è limitata solo a questi due argomenti, anzi sono oggetto del nostro impegno le problematiche che attanagliano la vita quotidiana di tutti noi loretesi come: la necessità di ripristinare in via provvisoria il parcheggio auto in Piazza Garibaldi in modo da sostenere le attività commerciali e ridurre al massimo i disagi ai cittadini; l’urgenza di garantire quotidianamente la pulizia di strade e piazze

con particolare attenzione al centro storico che da troppo tempo risulta essere in completo abbandono; il bisogno di diminuire le aliquote dei tributi locali che risultano essere tra i più alti della valle vestina e dell’intera provincia di Pescara; l’opportunità di revisionare il PRG in modo da salvaguardare le richieste dei cittadini; il dovere di garantire ai giovani ed ai più deboli il sostegno e servizi sempre più corrispondenti alle proprie esigenze l’occorrenza di

creare condizioni per lo sviluppo dell’economia locale. Questo nostro impegno viene radotto in sede amministrativa attraverso la presentazione di proposte, mozioni, ordini del giorno ed esercitando costantemente attività ispettiva attraverso la formulazione di decine di interrogazioni. Tuttavia l’arroganza e la prepotenza di vari personaggi forti di una maggioranza ampia, anche se non granitica come si vuole accreditare (nell’ultimo consiglio un loro membro ha abbandonato l’aula al momento del voto su un opera pubblica), minimizzano e non rispettano il nostro lavoro, specie quando evidenziamo in modo inconfutabile la mala amministrazione”. Ivan Soccio

SOLIDARIETA’

Befana del Vigile ecco il programma Il Comando di Polizia Municipale di Loreto Aprutino, con l’approssimarsi della festa della solidarietà del 6 gennaio prossimo, ha ricevuto molte richieste di informazioni sull’organizzazione della “Befana del Vigile”. Molto significativo è stato l’incontro con l’assessore provinciale Mauro Di Zio, che ha riconfermato l’impegno dell’ente provinciale anche per questa edizione. Hanno dato l’adesione e la disponibilità anche la Scuola Media “ G. Rasetti “, la Direzione Didattica della “ T. Acerbo “, gli oleifici ed i pubblici esercizi di Loreto Aprutino, le imprese, le associazioni e tantissimi cittadini che si sono detti disponibili ad una solidale collaborazione. A pochi giorni dalla festa dei bimbi e della solidarietà, il Comando di Polizia Municipale ha approntato il programma della manifestazione. Dal 2 al 5 gennaio, ci sarà, presso la Sala polivalente “Farias” (orario 1619), una raccolta di fondi, attrezzature, giocattoli e generi di prima necessità, non deperibili, che saranno devoluti in beneficenza ad organismi bisognosi. L’evento proporrà, nella mattinata dell’Epifania, uno spettacolo per bambini, con ingresso gratuito, presso il locale Supercinema, con il seguente programma: ore 9.45: presentazione manifestazione con la presenza della campionessa loretese Sandra Marrone; ore 10: spettacolo con clown e giocolieri circensi; ore 11: saluto dell’amministrazione comunale. ore 11.15: note di Natale con la Scuola dell’infanzia Cappuccini (D) del Circolo di Loreto Aprutino; ore 11.45: gran finale con i ragazzi della Scuola Media “G. Rasetti”; ore 12.05: la Befana saluterà i bambini in sala; ore 12.15: tutti in Piazza Garibaldi tra Befane, giocolieri e cavalli. Durante lo spettacolo, presso il supercinema, sarà attivata una raccolta fondi da destinare in beneficenza. Il Comando di Polizia Municipale invita tutta la cittadinanza, gli operatori economici e le imprese a collaborare per la buona riuscita della manifestazione ed augura buon divertimento a tutti i bambini.

Premio Carletti, dal Lions Club di Loreto mille euro per i giovani cronisti

Il capogruppo della minoranza, Gianni Andriulli, in posa con il sindaco. A destra, Evangelista e Cerretani

L’olio di Loreto a L’Aquila

per un galà di solidarietà Anche quest’anno la Fraterna Tau Onlus de L’Aquila ha organizzato il “Gran Galà di Beneficenza”, il cui incasso è stato devoluto alla Mensa di Celestino.Tra gli ingredienti utilizzati per preparare i piatti, spicca l’olio dei frantoi di Loreto Aprutino. Padre Quirino Salomone ci tiene a ringraziare i benefattori: “Un bel gesto di solidarietà, una cospicua quantità di olio offerta generosamente per allietare la tavola dei poveri. Gente e frantoiani di Loreto, .grazie”. All’iniziativa, promossa come è ormai consuetudine dalla famiglia Evangelista Melfino, hanno aderito la cooperativa Scal ed i frantoi Cerretani, Di Simone, Buccella, Candeloro Claudio, Candeloro Guerino, Candeloro Lucio.

Una borsa di studio di 1000 euro per giovani giornalisti. E’ il premio messo in palio dal Lions Club di Loreto-Penne in occasione del premio internazionale di giornalismo “Guido Carletti”, con il patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti. I lavori, editi o filmati, dovranno essere incentrati sul tema “La solidarietà quale leva del mondo”. La giuria, presieduta da Fausto Celestini (ex caporedattore della redazione abruzzese di Rai Tre) sarà composta dal “nostro” decano Franco Farias e dal presidente dell’Odg Abruzzo, Stefano Pallotta. Tutte le informazioni sul bando di concorso sono reperibili sul sito www.premiocarletti.it.


Pagina 6 - Rubriche

Dicembre 2006

La crisi del cinema loretese: «La finestra del mondo è sotto casa, non permettere che chiuda!» “Giovani idee”. Lia Antico invita tutti a non abbandonare il nostro Supercinema Le luci si accendono e i sottotitoli salgono. Ti rivesti ed esci dalla sala. Canticchi il motivetto della canzone e le scene del film continuano a scorrerti davanti. Il cinema è una finestra sul più grande spettacolo del mondo: la gente. Ti porta lontano mille miglia o dietro l’angolo, mettendoti di fronte a realtà diverse o che conosci a metà. Quello che mostra “il telo bianco” può essere un punto d’arrivo o l’inizio di una nuova veduta. Si tratta della lettura di alcune vite, con le quali lo spettatore può lasciarsi coinvolgere, riconoscersi o tirarsi indietro. Dalla parola anglosassone movie viene fuori il movimento, la spinta che trascina, perché un film è come una battaglia: amore, odio, morte, ma anche risveglio, libertà e coraggio. In una parola: emozione. Semplicemente, come dice Hitchock, “il cinema è la vita a cui sono stati tolti i momenti noiosi”. Allora perché andare altrove? Tutto quello che cerchi è sotto casa. Comodamente li nella nostra Piazza Garibaldi. Scendi le scale e sei lì a tre metri sopra il cielo con l’immaginazione. Se siedi in galleria riesci ancora a vedere il film sotto forma di scia

luminosa. Un’eco di luce attraversa il buio della sala fino a schiantarsi sul telo per rimbalzarti davanti agli occhi. Forse riderai del sapore dolce salato della vita o ti arrabbierai con il cattivo di turno. Scenderà una lacrima o ci sarà un lieto sospiro alla fine, chi può dirlo? Niente è come te lo immagini. D’estate, chissà, ti può capitare di beccare una stella alzando il naso, esprimere

un desiderio e poi ritornare al tuo film dopo un battito di ciglia. Alla fine lasci il tuo posto e non ci sono centri commerciali che ti distraggono o tanto rumore e caos per nulla tutto intorno, ma ci siete solo tu e il film che hai appena visto. Niente preno-

tazione, poca fila all’ingresso. Mentre comperi il biglietto, ancora accessibile a molti, sei sicuro che le porte non si chiuderanno per sempre e che il bambino che cresce o quello che deve ancora nascere potrà vedere il suo cartone animato a pochi passi da casa. Per entrare nel mondo del cinema, decodificare i suoi segni, andare oltre le emozioni, le sensazioni che ci colpiscono per prime, si può iniziare con poco, fingendo di avere diamanti con fondi di bottiglia. Incontrarsi tra amici e inventarsi una mostra di locandine o organizzare un corso di cineforum. Perché, come si legge sul depliant di una rassegna, “il cinema è anche un lavoro, è sporcarsi le mani, girando, scrivendo, guardando e recensendo dalle sale di provincia come dai festival delle grandi città”. Il cinema non cambia il mondo, ma raccontando delle proprie esperienze cambi gli altri, gli spettatori. Le luci si abbassano, le prime note, coraggiose, invocano il silenzio, il film si presenta e chiede solo di portati con se. Buona visione! Lia Antico Liaantico@yahoo.it

L’olio di Di Simone conquista anche il palato di Silvio Berlusconi L’olio loretese ha conquistato il Cavaliere. Il prodotto di qualità del frantoio di Alfonso Di Simone (nella foto in basso), dopo essere finito nelle cucine di Milanello, è arrivato anche sulla tavola della Villa di Arcore. Silvio Berlusconi in persona ha scritto al produttore d’olio di San Pellegrino per ringraziarlo dell’omaggio “che ha arricchito la mia tavola con le fragrazne della Sua terra”, redcita la lettera scritta dall’ex premier a Di Simone. Qualche mese fa, anche dalla Corte suprema di Los Angeles, California era arrivata una lettera di un cliente illustre: dalla “Superior Court di Los Angeles, Criminal division, California”, ha scritto al loretese il giudice David M. Horwitz. «Io e mia moglie abbiamo visitato Loreto ed abbiamo avuto la fortuna di assaggiare il vostro olio. Il migliore che abbiamo mai assaggiato. Abbiamo acquistato diversi litri e li abbiamo riportati in California», recita la missiva della toga americana, che ha chiesto al produttore loretese come poter acquistare altro olio. Valentini. Anche per lo storico marchio vinicolo Valentini, l’autunno è stato ricco di premi. L’ultimo, il riconoscimento dato dalla Camera di Commercio di Pescara allo scomparso Edoardo per la fedeltà al lavoro e “per il fondamentale apporto dato all’affermazione sui mercati internazionali del nostro vino”.

Gli alunni della “Rasetti” diventano attori e registi per il videolaboratorio “>cortocircuiti>” Il progetto “>cortocircuiti< videopercorso a scosse nel nostro paesaggio”, nasce dall’idea di realizzare un cortometraggio sul paesaggio, coinvolgendo gli alunni della Scuola Media “G. Rasetti” di Loreto Aprutino, coordinati dal gruppo Skyline e da alcuni docenti scolastici. Il cortometraggio, inteso come sintesi di espressione artistica, strumento di comunicazione e promozione, filtrato dallo sguardo curioso e attento dei ragazzi chiamati ad interpretare liberamente il tema del paesaggio lauretano e della terra vestina, esprimendo le suggestioni, raccontando con il linguaggio delle immagini, nuove visioni alla scoperta di ciò che ci circonda e che troppo spesso si dimentica o non si apprezza più. Obiettivo del video laboratorio è quello di interrogarsi sul significato di paesaggio: ogni volta che con molto semplicità ci ritroviamo a dire “che bel paesaggio”, siamo responsabili in quel momento di un’esperienza e di un’operazione culturale. Stiamo facendo tesoro di un’immagine che abbiamo “scelto”, “tagliato”, “montato” secondo criteri che, spesso inconsapevolmente, vengono da forme di espressione che hanno esercitato l’arte del vedere (pittura, fotografia, cinema). Il cortometraggio diventa un modo per costruire un percorso di identificazione dei luoghi, partendo proprio dall’esperienza personale, chiedendo ai ragazzi di raccontare quali siano i luoghi che

li rappresentano o li fanno star bene, fino ad allargarsi alla dimensione territoriale, agli elementi in esso contenuti e alla scelta di riprodurli, attraverso l’uso delle tecnologie video, creando una sorta di benefico cortocircuito fra bellezza ed emozione, fra immagini e affetti, per arrivare alla definizione di paesaggio come qualità dello spazio, cioè ciò che lo rende degno di apprezzamento estetico. Un’esperienza che ha in sé una duplice finalità: conoscere e utilizzare nuove tecniche di rappresentazione, sperimentando in prima persona tutte le fasi di produzione di un cortometraggio d’arte; dall’ideazione, alle riprese, al montaggio, alla costruzione della colonna sonora, all’illustrazione di copertina del dvd finale. E allo stesso tempo, imparare a guardarsi attorno e a selezionare con la propria sensibilità, la bellezza fatta di antichi equilibri, di forme sapienti e misurate, nel rispetto del linguaggio del proprio territorio, oramai minacciato da una trasformazione contemporanea che fagocita ogni segno sotto la spinta irriverente del “consumo”. Il cortometraggio sarà proiettato pubblicamente all’interno della manifestazione IncontrArti, e sarà inserito nel palinsesto di una o più reti televisive locali; parteciperà inoltre alla selezione di vari festival nazionali ed internazionali successivi all’evento. Caterina Donatelli

Ragazzi in azione per il progetto “cortocircuiti”

L’ARMA DEL CITTADINO

Legnini: «Durante le Feste, state attenti ai fuochi d’artificio» di Giovanni Legnini* Con l’avvicinarsi delle feste natalizie si ripropone il problema dei fuochi d’artificio e del loro uso corretto. Il dubbio che più spesso abbiamo di fronte ad un fuoco d'artificio è se sia o non vietato. Come riconoscerlo? In questa pagina mi propongo appunto di darvi alcune semplici indicazioni. I giochi pirotecnici autorizzati e in libera vendita devono riportare sulla confezione un'etichetta con il numero del decreto ministeriale che ne autorizza il commercio, il nome del prodotto, la ditta produttrice, la categoria d'appartenenza e le modalità d'uso. Possono essere venduti in tutti gli esercizi che sono in possesso di licenza per la vendita di giocattoli e possono essere acquistati da tutti, purché quattordicenni. Se il gioco pirotecnico che state

acquistando è privo di etichetta è sempre da considerarsi proibito. Ricordate che alcuni giochi, anche se non vietati, sono comunque molto pericolosi e possono causare, se non usati in modo corretto, gravi danni a persone e cose.I prodotti pirotecnici classificati dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza in IV (artifici e prodotti affini negli effetti esplodenti) e V categoria (giocattoli pirici), invece, possono essere venduti solamente nei depositi dei fuochi d'artificio o nelle armerie autorizzate ed acquistati con porto d'armi o nulla osta, sempre comunque con l'obbligo di denuncia alle forze dell'ordine, ma non possono essere accesi senza licenza. E' assolutamente vietato vendere ed acquistare prodotti clandestini. Costituisce reato, che punisce sia il commerciante sia l'acquirente. Il "Pallone di Maradona", la

bomba "Osama Bin Laden" e le più conosciute "cipolle" sono infatti dei veri e propri ordigni che possono causare gravi danni. Nei casi dubbi, prima di acquistare il prodotto rivolgetevi ai carabinieri telefonando al 112. Ecco alcuni suggerimenti dei nostri artificieri: non acquistare e non usare mai fuochi d'artificio proibiti, sono pericolosissimi; acquista da commercianti autorizzati soltanto fuochi consentiti e lascia che ad accenderli sia un adulto. Affidati al buon senso e se hai l'impressione che sei di fronte ad un venditore improvvisato, lascia stare e vai da un'altro; l'uso improprio dei fuochi d'artificio, di qualunque tipo, può comportare gravi conseguenze: ustioni, perdita delle dita, delle mani, della vista e lesioni più gravi; prima di accenderli leggi e segui attentamente le istruzioni. Ancor prima, però, con-

trolla che il prodotto sia in ottimo stato di conservazione ovvero che non presenti segni d'umidità o di danneggiamento che possono determinare la fuoriuscita di polvere pirica; quando accendi un fuoco d'artificio non indossare indumenti di pile o di fibra sintetica oppure acetati: una scintilla potrebbe incendiarli; se un fuoco d'artificio non si accende subito non ritentare, buttalo via; non tentare di riaccendere botti inesplosi che trovi per strada; usa i fuochi d'artificio consentiti in luoghi aperti, comunque lontano dalle persone e da materiale infiammabile; non unire od accendere contemporaneamente più fuochi; quando qualcuno usa i fuochi d'artificio, mettiti al riparo.

*Maresciallo della stazione dei carabinieri di Loreto Aprutino

Il maresciallo Giovanni Legnini


Pagina 7 - Sport

Dicembre 2006

La Virtus Loreto volley è già nel futuro Ottanta giovanissime tesserate e tanto entusiasmo per la pallavolo locale. La presidentessa Mariangela Massei: «Seguiteci» Una società giovane e con un futuro ancora tutto da scrivere. La Virtus Loreto Volley ha iniziato la sua nuova avventura nel campionato di Prima Divisione provinciale con un chiodo fisso: lottare fino all’ultima partita per la promozione. Con un gruppo di ragazze esclusivamente locali, dall’età media di 20 anni, la presidentessa Mariangela Massei e gli altri dirigenti, Melfino Matricciani, Gaetano Tereo e Serena Niccolò, vogliono diventare la sorpresa del campionato e, soprattutto, aprire un lungo ciclo che faccia radicare questo sport sul nostro territorio. La squadra è stata affidata a Francesco Padovani, ex pallavolista con trascorsi in serie A. «E’ un gruppo che può fare molto, se siamo concentrate e convinte

dei nostri mezzi, possiamo lottare per vincere», afferma Mariangela Massei. Ma l’attività della Virtus non si limita alla sola Prima squadra. Anzi. «Il nostro lavoro è rivolto soprattutto al settore giovanile: abbiamo una squadra Under 18 composta praticamente da ragazze di 14 anni. Una logica che non guarda ai risultati immediati, ma a far maturare queste giocatrici per inserirle presto in Prima squadra. Quest’anno abbiamo anche una novità, rappresentata dal nuovo gruppo della formazione Under 14, tutte ragazze tra gli 11 e i 14 anni, al primo anno di attività agonistica. Sono la rosa più nutrita che abbiamo, circa 20 tesserate, e su cui potremo lavorare molto sempre in ottica futura. Infine, abbiamo 26 bambine iscritte al

corso di minivolley: questa squadra è guidata dall’istruttore Domenico Di Camillo». In tutto fanno circa 80 ragazze della nostra cittadina tesserate dalla Virtus. Ormai la pallavolo è una realtà. «Noi ci mettiamo grande entusiasmo e spirito di sacrificio, in particolare devo citare la figura del dirigente Matricciani, che lavora con grandissima passione per questa società – chiude la presidentessa –. Spero che la gente si avvicini a queste ragazze e venga a vedere le partite al palatenda di via Roma per incitarle e spingerle verso i successi che meritano di raggiungere per l’impegno che quotidianamente mettono in questo sport».

Al palatenda di via Roma si fanno strada anche i ragazzi del basket

Orlando D’Angelo

Basket, che passione! A Loreto si fa strada tra i giovani la pallacanestro. Potendo contare sul palatenda di via Roma, il presidente Aureliano Giovanetti ha finalmente messo le radici nella nostra cittadina dopo una prima stagione sperimentale disputata a Penne. Sono 40 i tesserati della Loreto Basket, 25 atleti compongono prima squadra (militante nel torneo regionale di Promozione) e under 16, allenate rispettivamente da Emanuele Ranciaffi e Fabio Esquilino. La società è composta anche da Paolo Evangelista (vice presidente) e dai dirigenti Luca Gargia e Alessandro Di Giacobbe. Lo sponsor è la rivista Quotazioni, che ha fornito il materiale tecnico alla società. I ragazzi della pallacanestro loretese giocano la domenica alle 18 a via Roma (quando c’è concomitanza con il volley, il sabato alle 17), e il pubblico è sempre più numeroso. A dimostrazione di un interesse in forte crescita, l’arrivo di 15 piccoli nuovi iscritti tra bambini e bambine, che già garantiscono un futuro roseo alla nuova realtà sportiva loretese. Il campionato della prima squadra è appena iniziato: nel girone dei loretesi c’è il Penne, poi il Montesilvano, il Santo Stefano, il Cepagatti e la Santuario. La stagione si concluderà a maggio, la speranza è che fin da questi primi passi, la Loreto Basket possa portare in alto in Abruzzo il nome della nostra cittadina e possa crescere, coinvolgendo i giovani nella pratica di questo sport bello e spettacolare.

Alessio Colantonio, il “Buffon” loretese vola tra i pali del Pescara Primavera Primo perchè è il nipote dello storico centralinista del Comune, Rolando Colantonio. Secondo perchè oggi rappresentanza la più bella e concreta speranza del calcio locale. Alessio Colantonio, classe ‘89, di professione studente di liceo (frequenta il quarto anno al “Galilei” di Pescara), ma con la precisa ambizione: di diventare un grande portiere, merita senza dubbio una vetrina sul nostro giornale. Alessio, alto 1 metro e 86 centimetri per 84 chilogrammi di peso, fa parte della rosa di portieri della Primavera del Pescara di Cetteo Di Mascio. Dopo aver iniziato nel Lauretum, sei anni fa è stato tesserato dalla Pescara calcio per difendere la porta della formazione Esordienti. Fu Piero Di Pietro a segnalarlo all’allora osservatore biancazzurro Giuseppetti per le sue doti tecniche e fisiche superiori alla media dei suoi coetanei. Da quel momento, ha iniziato a scalare le categorie, fino ad arrivare nella rosa della Primavera di Di Mascio, dove la rosa è composta da quattro portieri (ci sono anche Di Girolamo, Amadio e D’Ettorre). La scorsa estate, Alessio ha svolto il ritiro precampionato con la prima squadra di Ballardini, giocando anche un’amichevole. In questa stagione sta parando regolarmente con la squadra Berretti, ma ha partecipato a diverse partite della Primavera, oltre ad

aver avuto anche la gioia di una convocazione in prima squadra per una partita di serie B. In questo periodo, purtroppo triste per la storia del Pescara, Colantonio si sta allenando quotidianamente assieme ai colleghi più celebri Spadavecchia e Tardioli. Lui sogna di diventare bravo come Buffon, ma la speranza è che faccia presto il grande salto tra i professionisti. Pensando ai tanti giovani volati in alto partendo da Pescara, il futuro potrebbe diventare davvero roseo per il nostro Alessio. Dalla redazione di Loreto Oggi un sincero in bocca al lupo!

Campionato A.S.I. Il Lauretum calcio a 5 detta legge Un anno solare senza perdere mai una partita. E’ lo splendido record del Lauretum Calcio a 5, che ha chiuso il girone d’andata del campionato provinciale A.S.I. al primo posto con 22 punti in 8 partite (7 vittorie e 1 pareggio). La formazione, già campione regionale 2006, prosegue la sua marcia trionfale anche quest’anno. Con il titolo di campione d’inverno in tasca, la formazione biancoblu si appresta a riparti-

re nel 2007 per bissare il successo della scorsa stagione. Il tutto grazie alla collaborazione degli sponsor Cicli Protek e Cantine Talamonti, e dell’amministrazione comunale. La rosa: Andrea Di Carlo, Fabrizio Croce, Marco Giovanetti, Roberto Chiavaroli, Paolo e Stefano Candeloro, Domenico Ranalli, Orlando D’Angelo, Vincenzo Di Fermo, Fabrizio Di Paolo e Il Lauretum Calcio a 5 edizione ‘06/‘07 Mirko Ridolfi.

CALCIO A 5

Aprutino alla ricerca della continuità ma sempre protagonista della C1

L’Aprutino calcio a 5 sta vivendo un momento altalenante. Il primo scorcio di stagione è filato via liscio e la squadra era in grande forma; poi c’è stato un naturale momento di flessione. I ragazzi di mister Marrone hanno, però, dimostrato compattezza e, grazie anche ai nuovi acquisti Federico Orlando e Omar Volpone, hanno saputo fermare la marcia della capolista Teramo, caduta 4-3 all’Acciavatti. Il trend positivo sembrava poter continuare vista la vittoria per 2-1 nell’andata della semifinale di Coppa Italia contro il Montesilvano ma la striscia di vittorie consecutive è stata interrotta proprio dal Montesilvano nella successiva giornata di campionato. L’Aprutino aveva anche cominciato bene la gara finendo il primo tempo sopra per 3-2 poi nel secondo tempo la debacle culminata col 10-4 finale. Autore degli ultimi due goal del Montesilvano, il grande ex Nicola Nobilio. Ivan Soccio

L’Amatori Passo Cordone cambia rotta: la panchina a mister Piero Di Pietro Piero Di Pietro accetta la sfida: regalare all’Amatori Passo Cordone la sua prima salvezza nel difficilissimo torneo di Promozione, girone B. Il tecnico loretese è tornato a sedere sulla panchina dell’Amatori per sostituire Graziano Marino, l’artefice della vittoria della Prima categoria, in difficoltà dopo le prime dieci giornate di campionato. Di Pietro, che avrebbe dovuto (meritatamente) passare ad inizio novembre sulla panca dell’ambizioso Notaresco, alla fine ha scelto con il cuore, per salvare una società locale. La prima vittoria, contro il San Salvo, ha ricaricato le pile e adesso Casciano e soci possono crederci fino alla fine. Probabile che servino alcuni rinforzi, ma il patron Napoletano provvederà certamente nelle prossime settimane a dare maggiori scelte al suo nuovo tecnico. Dopo Serafini, dal Lauretum può arrivare l’esterno d’attacco Daniele Nobilio.


Orario ricevimento al pubblico del sindaco e degli assessori Attribuzioni e deleghe

lunedì

martedì

mercoledì

giovedì

venerdì

sindaco@loretoaprutino.org

10,00-13,00

10,00-13,00

-

10,00-13,00

10,00-13,00

vicesindaco@loretoaprutino.org

10,00-13,00

-

10,00-13,00

10,00-13,00

-

ass.urbanistica@loretoaprutino.org

-

10,00-13,00 15,30-18,30

-

-

-

ass.turismo@loretoaprutino.org

-

15,30-18,30

-

-

-

10,00-13,00

-

-

-

10,00-13,00

-

15,30-18,30

-

15,30-18,30

-

-

10,00-13,00

-

-

10,00-13,00

rag. Bruno Passeri - sindaco

Terenzio Chiavaroli - vicesindaco

Sviluppo economico, Attività Produttive, Servizi Pubblici, Sport

Stefano Corradi Pianificazione Urbanistica Comunale

Sandro Di Minco

Attività Istituzionali, Attività Culturali, Promozione Turistica

Leonardo Pasqualone

ass.ambiente@loretoaprutino.org

Democrazia Partecipativa, Pubblica Istruzione, Politiche Ambientali

Barbara Rasetta

risorse@loretoaprutino.org

Programmazione Economica e Finanziaria, Bilancio, Gestione Risorse Umane

Moreno Sablone

ass.lavoripubblici@loretoaprutino.org

Lavori Pubblici, Viabilità

agenda

ANNIVERSARI

Una serata tra allegria e commozione: la classe ‘56 si è ritrovata per le sue cinquanta candeline Presso il ristorante La Bilancia si sono riuniti i “ragazzi del ‘56” per spegnere simbolicamente le candeline del loro 50esimo compleanno. La partecipazione dei cinquantenni con relativi familiari, parenti, amici, conoscenti, è andata oltre le più rosee previsioni. Alla manifestazione hanno preso parte l’amministrazione comunale di Loreto, rappresentata dal vice sindaco Chiavaroli, i vigili urbani, con il loro comandante, e il professor Carmelo Pagliarello che, con il suo discorso inaugurale, ha incoraggianto i festeggiati ad affrontare la vita sempre all’insegna dell’ottimismo. Ai commensali, Sergio Di Zio ha servito ottimi e gustosi piatti della cucina tradizionale locale, tra cui le “olive fritte di Loreto”, antico piatto della civiltà contadina. I festeggiamenti sono stati allietati da un’orchestra musicale dal vivo che ha permesso ai neocinquantenni di esibirsi in balli e danze latine, immortalate dal fotografo Gaetano Tereo. Le

classe ’56 ha riunito in sala numerosi professionisti, quali l’avvocato Claudio Di Tonno, il giornalista Luigi Amicone, i dottori Luigi Rosetti e Donato Di Vincenzo, l’ingegnere Giovanni Acconciamessa, il geologo Alessandro Panzone. Tra i cinquantenni, presenti tanti volti noti a livello locale come Daniela Mariotti, Tiziana Chiavaroli, Orazio Ursini, Giancarlo Buccella, Ugo Pellegrini, Mauro D’Amico, Mario Sablone, Giuseppe e Carlo Buccella e tanti altri ancora, arrivati anche dall’estero. Come Antonio Chiavaroli, tornato da Ginevra per la festa. Si sono aggiunti anche tanti nati del ’56 residenti nei Comuni limitrofi. Tra allegria e commozione, sono stati rievocati i tempi dell’infanzia e dell’adolescenza. I cinquantenni di oggi si sono dati appuntamento per i festeggiamenti dei loro 60 anni, Davvero una classe di ferro. Alessandro Panzone

Comune di Loreto Aprutino Stazione Carabinieri Guardia medica Croce Rossa Polizia Municipale Farmacia Preda Farmacia Toma Poste italiane Casa di riposo "M.Acerbo" A.c.a. servizio acquedotto e urgenze Scuola materna Cappuccini Scuola materna Saletto Scuola elementare "T.Acerbo" Scuola elementare Passo Cordone Scuola media "G.Rasetti" Parrocchia San Pietro Apostolo Parrocchia Beata Vergine Maria del Carmine Parrocchia Sant'Antonio e San Gabriele Ufficio informazioni e accoglienza turistica

085.829401 085.8291130 085.8276702 085.8290540 085.8291160 085.8291151 085.8291224 085.8290567 085.8291461 335.7566248 085.8292253 085.8289550 085.8291121 085.8289161 085.8290325 085.8291113 085.8290322 085.8289243 085.8290213

Periodico di informazione dell'amministrazione comunale di Loreto Aprutino Anno X, n.5 dicembre 2006 Reg. Tribunale di Pescara n. 27 del 27.11.1996 Spedizione in abb. Postale art. 2, comma 20, legge 662/96-Pescara Direzione e amministrazione: residenza municipale Via dei Mille, 8 - 65014 Loreto Aprutino Tel. 085.829401 - Fax 085.8291392

Questo numero di Loreto Oggi è stato realizzato in collaborazione con le seguenti aziende:

Banca Caripe S.p.A. - Filiale di Loreto Aprutino Mazziotti Autotrasporti Lanciano Fondazione dei Musei Civici di Loreto Aprutino CAMST Impianti elettrici Troico Giancarlo Carletti Guido Snc Impresa Costruzioni Edili - Montesilvano S.I.G. - Società Intercomunale Gas Credito Cooperativo di Castiglione Messer Raimondo e Pianella

MILORD CALZATURE di Acciavatti Irene Via Vittorio Veneto, 133 Loreto Aprutino Pescara Tel. 085.8291531

Geox Shop Megalò - Chieti Scalo

Direttore responsabile: Orlando D'Angelo - oda78@libero.it (in attesa di registrazione) Redazione: Fabrizio Di Paolo - Ivan Soccio - Antonio Recanati - Lia Antico - Pasquale Rosetti (Foto) Coordinamento editoriale: A.S.T.R.A. - Agenzia di stampa regionale abruzzese Andrea Di Renzo Stampa: Grafica 80, via Balilla, Pescara Tiratura 3000 copie


Loreto_Oggi_dicembre2006