Issuu on Google+

Periodico del Comune di Lettomanoppello - Anno II n. 1

L’INTERVENTO

Terremoto L’Aquila

a cura di Osvaldo Trovarelli

Dopo due mandati amministrativi è arrivato per il sottoscritto il momento di lasciare

Le opere di dieci anni di amministrazione

Solidarietà del Popolo Lettese, l’impegno del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Lettomanoppello Alle 3.32 del 06 aprile 2009 l’Abruzzo, il nostro paese, in particolare la provincia aquilana trema per ben 21 secondi consecutivi. Interminabili attimi che cambieranno forse mentalità, convinzioni e modo di pensare nella nostra terra abruzzese. Una scossa di magnitudo 5.8 dall’impatto tristemente devastante per L’Aquila e i paesi vicini all’epicentro, ma che ha lasciato segni evidenti in tanti paesi abruzzesi ed ha letteralmente scioccato la popolazione di un’intera regione. Alle 3.49, appena 17 minuti dal sisma la locale Protezione Civile attiva il Piano di Emergenza Comunale recandosi presso la sala consiliare per tutte le operazioni connesse all’evento. Dopo un breve briefing si procede all’attivazione del COC (Centro operativo Comunale) per verificare la situazioni dei danni e del pericolo sul territorio comunale riscontrando in particolare il crollo del cornicione del campanile dell’amata

questa poltrona da sindaco. Una posto di responsabilità prestigioso, impegnativo, anche scomodo in certe occasioni ma straordinariamente importante, pieno di soddisfazioni e di traguardi raggiunti. Ma anche di critiche, di ingratitudini, quando diventa un bersaglio o un paravento dove indirizzare subito lamentele e colpi contro l’operato amministrativo. Per tutto questo il mandato da sindaco rappresenta un test molto impegnativo per qualsiasi uomo che sceglie l’impegno politico. Adesso che mancano pochi mesi alla fine credo possa essere fissato qualche tratto di-

Largo Assunta

stintivo del mio mandato. In primis menzionerei la massi-

chiesa di San Nicola. Contemporaneamente si iniziano a ricevere informazioni sulla grave situazione nell’aquilano e alle 04.30, allertati dalla Sala Operativa Regionale 18 volontari del gruppo comunale di Lettomanoppello si mettono in viaggio per il capoluogo abruzzese per prestare immediato soccorso. Da quel momento, fino ad oggi, i volontari lettesi stanno assistendo puntualmente la popolazione terremotata affinchè possano trovare sollievo dalle condizioni disagevoli inflitte dal terremoto. A Lettomanoppello la situazione è stata subito dichiarata sotto controllo: non grave il bilancio per i danni segnalati per il sisma, 125 al momento le segnalazioni di danni riscontrati nelle verifiche effettuate scrupolosamente nelle scorse giornate. Il responsabile del gruppo della Protezione Civile Lettese Fabio Ferrante sottolinea l’impegno e

ma serietà nel rivestire l’inca-

(continua a pag. 4)

rico che mi ha sempre portato ad affrontare qualsiasi proble-

mento franoso è costantemen-

ma legato all’amministrazione

te controllato, molti sono sta-

e alla vita del paese con pa-

ti gli interventi di sostegno e di

zienza,dedizione e alto senso di

consolidamento che hanno di

responsabilità. Ogni cittadino

fatto sistemato diverse aree e

ha potuto riscontrare la mia di-

reso il loro aspetto più deco-

sponibilità, ogni vicenda e cau-

roso. Resta il rammarico di

“Una guida e un cortometraggio per Lettomanoppello” Continuano le iniziative dell’assessorato alla Cultura per la scoperta e la valorizzazione di Lettomanoppello

Sommario Le opere di 10 anni di amministrazione pag. 2

Lettomanoppello a portata di mano.Un opuscolo pratico

sa è stata sposata in prima per-

non essere stato in grado di ri-

sona. Il paese in questi anni ha

solvere in modo definitivo il

potuto beneficiare di un co-

problema della frana che mi-

stante miglioramento, preser-

naccia la stabilità del nostro

vando una buona qualità del-

comune. I miei sinceri auguri

la vita che lo ha reso uno dei

al successore di avere più for-

prire ed apprezzare il territorio lettese.

pochi paesi dell’entroterra a

tuna, ottenendo presso le sedi

“Questo piccolo volume avrà il merito di essere un valido

non subire ancora perdite di

di riferimento più attenzioni e

e compendioso biglietto da visita per la promozione turi-

popolazione. Si è creduto nel-

quindi finanziamenti per tran-

stica-spiega l’assessore alla cultura Gianluca Profenna-.

la puntuale opera di presenza

quillizzare il paese. In questi

“Si articolerà in quattro aree tematiche: la prima tratterà

e contatti con il territorio e su

dieci lunghi anni il paese si è

la parte storica ripercorrendo anche grazie alla collabo-

un’attiva partecipazione alle

arricchito di numerose opere

razione del Museo Delle Genti d’Abruzzo di Pescara i suoi

scelte e ai programmi negli enti

pubbliche, si è aggiornato pun-

passaggi salienti; una vasta sezione sarà dedicata alla pre-

e nelle forme consortili alle

tualmente in base alle nuove

sentazione dei meravigliosi scenari ambientali lettesi, le

quali si è aderito come fattori

scelte e direttive legislative na-

sue perle artistiche e la sua tradizione ed offerta cultu-

imprescindibili di sviluppo e di

zionali, si è fatto trovare pron-

rale.

opportuna adesione alla cre-

to nelle situazioni emergenziali

Spazio riservato anche alla enumerazione e descrizione

ed esaudiente di 32 pagine nel quale sarà possibile conoscere il paese e le sue caratteristiche,una sorta di profilo identificativo pieno di spunti informativi che rappresenterà un apprezzabile tentativo di dotare il paese di un guida, utile soprattutto a chi non è del paese a far sco-

scita democratica. Quanto allo

ed è riuscito a seguire le cor-

delle attività produttive del paese, artigianali e commer-

sviluppo economico si è dato

renti della modernità senza

ciali. A completare il quadro descrittivo locale la buona

impulso alla proverbiale labo-

rinunciare alla propria cultu-

cucina lettese con i suoi prodotti e le sue pietanze…

riosità dei lettesi favorendo le

ra e tradizione. Lascio un’am-

Il manuale sarà diffuso presso tutte le famiglie del co-

iniziative artigianali e com-

ministrazione sana, che come

mune e presso alcune sedi e punti “strategici” che meglio

merciali e ponendo i primi si-

detto precedentemente risulta

possono essere contribuire a quel ritorno pubblicitario

gnificativi tasselli per un de-

da riscontri contabili, uno de-

che si diceva essere uno dei motivi ispiratori della pub-

collo turistico, comprenden-

gli enti locali con i migliori co-

blicazione…”

do e iniziando a sfruttare ap-

efficienti nella gestione dei bi-

E sempre in tema di promozione territoriale ecco arriva-

pieno le potenzialità ambientali

lanci come risulta della rela-

reappena dopo Pasqua il primo cortometraggio su Letto-

e paesaggistiche, facendo fun-

zioni della Corte dei Conti e

zionare in primis la macchina

dalle tabelle del Ministero de-

recettiva turistica. Il movi-

gli Interni...”

manoppello,a cura dell’istituto magistrale G. Marconi di Pescara-indirizzo scientifico tecnologico. (continua a pag. 2)

Le misure contro il randagismo

pag. 3

Terremoto L’Aquila pag. 4


Il GiornaLetto

2

Le opere di dieci anni di amministrazione 1999-2009 Restauro e ampliamento cimitero II lotto; bonifica eternit scuola materna e spogliatoio campo sportivo; rifacimento muro di sostegno in via Collarso; pavimentazione strada via Gesseto; adeguamento centrali termiche edifici comunali (trasformazione da gasolio a gas metano); rifacimento bagni scuola materna; adeguamento impianto elettrico edifici scolastici; realizzazione copertura scuola media; recupero capanne in pietra tholos e muri a secco; sistemazione strade rurali via Fonte-Gesseto Rigopiano sistemazione fontana in via Colle; rifacimento piazzale caserma dei carabinieri; realizzazione parco giochi scuola materna; sistemazione piazzale scuola elementare; adeguamento centrale termica caserma dei carabinieri; consolidamento frana via Stefani: realizzazione 20 posti auto più realizzazione strada di circonvallazione che evita il passaggio nel centro del paese nei casi di divieto di transito; sistemazione acquedotti e fognature nel campo sportivo; sistemazione fognatura,acquedotto e pavimentazione via MaiellaColle; realizzazione scala antincendio scuola materna; consolidamento abitato zone Collerotondo-S.Lucia; rifacimento bagni scuola elementare; sistemazione largo Assunta; parcheggio in via G.Marconi(vicino ufficio postale); adeguamento impianto elettrico edificio comunale; interventi per il dissesto idrogeologico (pozzi drenanti in via Chiuse,per portare acqua in superficie e ridurre il movimento franoso del paese); realizzazione sala autoptica presso il cimitero; opere di urbanizzazione primaria e costruzione polifunzionale; ricettività a basso costo(completamento piano seminterrato 1 e 2 sala consiliare); interventi in via chiuse per danni causati dal maltempo; ampliamento cimitero III lotto; recupero scarpata stradale largo Assunta; sistemazione palestra; realizzazione nuova strada di accesso scuola media; sistemazione scuola elementare I lotto; consolidamento via Stefani II lotto con realizzazione di 25 posti auto; consolidamento centro storico (largo Assunta); consolidamento via Valle; messa in sicurezza strada Lettomanoppello-Roccamorice; completamento lavori di sistemazione scuola elementare e conversione aule per scuola materna opere di rifiniture parcheggio in via Stefani;

rifacimento pavimentazione piazzale sala consiliare; costruzione tribuna campo sportivo; lavori di consolidamento in via Stefani; realizzazione servizi igienici presso il cimitero; adeguamento impianti di illuminazione via Stefani-via Fonte; completamento lavori di adeguamento scuola elementare acquisto escavatore; completamento biblioteca; rivestimento in pietra muri in via Fermi-via Canavine; opere di pavimentazione stradale nell’intero territorio comunale; dotazione rete fognante via Fonte Tignose.via Prov.Scafa; realizzazione rivestimento in sintetico del campo di calcetto; acquisto arredi per il teatro comunale; conversione di un edificio comunale in due alloggi vacanza; arredo urbano e opere di urbanizzazione largo Assunta-via Canavine; sistemazione copertura garage comunale; primi interventi per la realizzazione di un parcheggio presso il cimitero; realizzazione nuovi loculi cimiteriali; adeguamento degli impianti di illuminazione a nuovi criteri e riferimenti di risparmio energetico; realizzazione muri di contenimento in via Canale; sistemazione parco giochi in via S.Liberata; realizzazione opificio per la lavorazione artigianale della pietra della Maiella; adeguamento sismico scuola elementare; LAVORI IN VIA DI ASSEGNAZIONE IN GARA D’APPALTO: miglioramento della viabilità intercomunale; realizzazione depuratore via

Prov.Scafa; completamento rete fognante; opere varie ( sistemazione area fontana largo Assunta,realizzazione copertura scuola elementare ecc…)

( in grassetto le opere che si realizzeranno con un finanziamento di Euro 2.000.000)

(continua da pag. 1)

tigianali ma anche di itinerari sto-

degli scalpellini ma anche le testi-

“Una guida e un cortometraggio per Lettomanoppello”

rici e naturalistici, comun deno-

monianze e le storie dei tholos e

minatore la pietra della Maiella di

gli altri esempi di un paese che

Lettomanoppello e le sue straor-

gira intorno a questa risorsa na-

dinarie duttilità lavorative e la

turale…Il cortometraggio sarà

“ Il cortometraggio-spiega uno dei

sua bellezza...E parlare di pietra

proiettato probabilmente a Mag-

docenti, Petronio Dal Ponte, è

della Maiella a Lettomanoppello

gio ed è stato affiancato da un la-

stato realizzato nell’ambito del

significa ripercorrere la storia del

boratorio di scultura nel quale si

programma scolastico 2008-2009.

paese, economica,sociale e cultu-

è cercato di favorire l’apprendi-

Ha previsto un percorso didattico

rale…Nel cortometraggio si svi-

mento manuale e tecnico della la-

complesso concepito in accordo

lupperà il ciclo della pietra,dalle

vorazione della pietra…”

con il comune di Lettomanop-

estrazioni in montagna alle atti-

pello, fatto di attività artistico- ar-

vità finale e forgiante della pietra

Gli alunni dell’Istituto Magistrale G. Marconi di Pescara


Il GiornaLetto

3

Arrivano i contenitori ecologici di nuova generazione

Novità nel centro storico per la raccolta differenziata “porta a porta”: per evitare lo stazionamento dei sacchetti di rifiuti differenziati davanti alle abitazioni e alcune scomodità annesse, l’amministrazione lettese nella persona dell’assessore all’igiene e sanità,il dott. Giuliano Di Pietrantonio ha presentato i nuovi contenitori per piccoli gruppi familiari “a scomparsa” ... “ Già da qualche tempo i cittadini dello centro storico avevano notato l’installazione di nuovi recipienti, in acciaio,discreti, opportunamente disposti…Essi ora saranno operativi e serviranno a raccogliere in modo ordinato le buste che giornalmente sono preventivamente differenziati per la raccolta quotidiana, secondo il calendario già in atto da più di un anno…Ogni contenitore servirà in pratica un piccolo gruppo di famiglie, massimo sette, ognuna dotata di chiavi personalizzate per un utilizzo comodo ed esclu-

sivo. Quindi le famiglie invece di lasciare i sacchetti davanti le proprie abitazioni convogliarli in questi appositi contenitori, realizzati con materiali resistenti all’usura e non infiammabili. Successivamente l’operatore ecologico provvederà allo svuotamento degli stessi ripristinando la chiusura a scomparsa…Questo sistema di raccolta è alquanto innovativo per una piccola cittadina come Lettomanoppello, che sarà nel pescarese una delle prime ad adottarlo…Considerando il tutto mi preme invitare la cittadinanza a rispettare le poche regole imposte dal nuovo metodo di raccolta e per ulteriore chiarezza riepilogativa riassumo le tappe della raccolta differenziata: prendere i sacchetti,differenziare i rifiuti a casa,aprire il contenitore servendosi delle proprie chiavi mettendovi i sacchetti all’interno(dalle 22 alle 6 del giorno successivo),chiudere lo sportello a chiave,osservare e fare osservare correttamente i vari passaggi della raccolta. Per qualsiasi informazione e chiarimento in merito tutti i cittadini possono rivolgersi presso l’edificio comunale,l’ufficio tecnico o parlare direttamente con me il mercoledi pomeriggio dalle 17.30 alle 20 o il sabato mattina dalle 9 alle 12…”

I pensionati lettesi e la lapide commemorativa dei morti sul lavoro: ricordi e moniti

Per non metterci una pietra sopra La comunità lettese è stata nel corso della sua storia spesso rattristata da eventi tragici avvenuti sui luoghi di lavoro. La morte pochi mesi fa di Antonello Di Renzo mentre si guadagnava lo stipendio ha di nuovo destabilizzato animi e coscienze nel paese e proiettato Lettomanoppello alla ribalta delle cronache nazionali su quel argomento spesso “inquadrato” sotto la definizione di “morti bianche”. Questo tema è spesso presente nei Tg e sulle prime pagine dei giornali, appare e scompare in modo asettico e sensazionalistico senza trovare ancora antidoti e soluzioni da parte di nessuna forza sociale e istituzionale. Per Antonello e non solo l’associazione dei pensionati lettesi con la deposizione di una lapide il prossimo 17 maggio vuole ricordare e dare “visibilità” permanente a quei sacrifici consumati in nome del lavoro, per essere ancora presenti costantemente nelle nostre memorie e favorire chissà un futuro meno funestato da questi inaccettabili lutti. Spiega meglio Rocco De Santis.il presidente dell’associazione pensionati lettesi: “ L’inaugurazione della lapide commemorativa ( che riporterà scolpito nella pietra un angelo con il lume del minatore, affianco i nomi dei caduti) , sarà il primo significativo attestato di profondo dolore ed estremo rispetto dei cittadini lettesi morti nelle miniere di asfalto del circondario di ogni epoca,nei cantieri di lavoro dell’Italia e altrove. Una lapide che dovrà scuotere le coscienze al suo cospetto per l’evento luttuoso e per l’onda d’urto provocata, i disagi arrecati alle famiglie. E il pensiero dovrà andare alle mogli rimaste senza sussidi e agli orfani che sono dovuti crescere senza aiuti e che spesso si sono distinti e riscattati dignitosamente… A questa lapide nelle nostre intenzioni dovrà seguire l’istituzione di un museo delle miniere…” La lapide riporterà tutti i nominativi (circa 22)dei caduti lettesi e sarà collocata nell’area dedicata al monumento dei caduti di Marcinelle in Largo Assunta, omaggiato ogni anno in occasione della festa di

santa Barbara … “L’idea è nata nell’ aprile dell’anno scorso aaanche come manifestazione di un dovere dell’associazione, quella di curare le memorie del popolo lettese -riprende Rocco De Santis- Con il patrocinio degli enti amministrativi( Comune di Lettomanoppello,Provincia di Pescara e Regione Abruzzo), la giornata prevede la partecipazione del presidente provinciale dell’Inail , un rappresentante dell’ispettorato superiore del lavoro per la prevenzione sui luoghi di lavoro e del presidente del consiglio regionale Nazario Pagano se accetterà l’invito da noi conferito. L’appuntamento sarà un occasione per commentare i dati degli incidenti in Abruzzo che sono allarmanti, e di come in pratica i perché sia frequentemente aggiornato questo bollettino di guerra quotidiano. Per aumentare la sicurezza e ridurre gli infortuni serve aumentare i controlli e ridurre la burocrazia, per questo sono assolutamente d’accordo con chi dice che non servono nuove leggi ma bisogna applicare davvero, e bene, quelle che ci sono. E insieme bisogna puntare sulla formazione e sull’innovazione tecnologica, l'organizzazione di un apparato amministrativo e giudiziario che assicuri l'applicazione certa e rapida delle sanzioni e la promozione informativa, formativa e culturale che sviluppino nel medio-lungo periodo una maggiore attenzione alla prevenzione…” Nel complesso gli incidenti sul lavoro sono circa un milione l'anno e i morti più di mille. Il picco si è verificato nel 2006, quando gli infortuni mortali hanno superato quota 1.300. Questi numeri, che sono dati presi da fonti Amnil, mostrano come non si tratti di un fenomeno occasionale e relegato a situazioni straordinarie ma piuttosto "un effetto perverso che sembra profondamente innervato nel modo di produzione". Peraltro resta proprio all'Italia il non invidiabile primato delle vittime sul lavoro in Europa…

Elenco cittadini di Lettomanoppello, vittime “morti bianche” dal 1929 ad oggi:

Di Primio Pierino Di Renzo Luigi- scomparso nel 1929 in una polveriera Di Pietrantonio Tonino- scomparso nel 1931 in una cava di pietra D’Alfonso Enrico- scomparso nel 1946 in una cava di pietra De Sanctis Edoardo- scomparso nella miniera di Cese Di Renzo Costantino- scomparso nella miniera di Cese Di Mastrantonio Luigi- scomparso nel 1941 nella miniera di Pilone Di Biase Cesare- scomparso nel 1941 nella miniera di Pilone Ferrante Serafino- scomparso nel 1948 nella miniera di Foce V.R. Mancini Bartolomeo- scomparso nel 1951 nella miniera di Foce V.R. Di Pietrantonio Antonio- scomparso nel 1951 nella miniera di Foce V.R. Di Pietrantonio Camillo- scomparso nel 1957in un cantiere di Brunico(BZ) Nicolaj Agostino- scomparso nel 1959 nella diga del Vajont Di Pietrantonio Giovanni- scomparso nel 1966 nella miniera di Monteneve Di Lallo Giustino- scomparso nel 1973 nello stabilimento SAMA Profenna Santino- scomparso nel 1975 in un cantiere autostradale a24-a25 Mancini Armando- scomparso nel 1976 in un cantiere edile Mancini Rocco- scomparso nel 1977 nella miniera di Monteneve Di Pietrantonio Giovanni- scomparso nel 1986 in un cantiere in Francia Di Pietrantonio Adriano- scomparso nel 1987 in un cantiere autostradale D’Alfonso Fernando- scomparso nel 1992 in un cantiere autostradale Di Renzo Antonello- scomparso nel 2009 in una cava di pietra

Non si vede un cane per strada Le misure contro il randagismo Sono circa 600

noso e sottovalutato. Lo scorso 14 marzo il comune di Let-

cordi previsti nella convenzione la sezione provinciale del-

mila

di

tomanoppello ha deciso di muovere dei passi significativi per

l’Ente Protezione Animale dovrà provvedere, avvalendosi del-

«strada», di cui

cani

cercare di intervenire sul problema randagismo in modo or-

la collaborazione operativa dell’amministrazione, alla pun-

solo un terzo

ganico ed efficace. Con l’ENPA ( Ente Nazionale Protezio-

tuale esecuzione di interventi sul territorio inerenti il con-

ospitati nei ca-

ne Animali) è stato infatti siglato un importante convenzione

trollo del randagismo, di iniziative informative e di appli-

nili rifugio, e sa-

che è un significativo passo attuativo dell’ordinanza del Mi-

cazione della legge sulla materia( L.R.86/99). L’intervento

rebbero 1.650 i

nistero della Salute per il monitoraggio e la registrazione del-

prevederà l’impiego di due guardie zoofile che oltre ad eser-

comuni italiani

la popolazione canina nel territorio comunale…

citare funzioni di vigilanza e tutela per la prevenzione del

fuorilegge che

“ Diamo un segnale forte e un impegno preciso per disci-

randagismo collaboreranno con il servizio veterinario del-

non hanno un

plinare una materia spesso ignorata ma alquanto importante,

la ASL e la polizia municipale alle attività di controllo e di

canile comunale

il controllo e la gestione della popolazione canina, concor-

assistenza sanitaria: ricezione segnalazione dei cittadini,se-

o una conven-

rendo in primis alla prevenzione e alla lotta di un fenome-

gnalazione diretta o mediata dei problemi alla ASL o al Co-

zione con un canile consortile o gestito dall'Asl o con un ca-

no tristemente d’attualità,quello del randagismo…” com-

mune, collaborazione durante le fasi di intervento della

nile rifugio, dove ricoverare i cani abbandonati e randagi.

menta cosi l’assessore Giuliano Giacinto Di Pietrantonio –

ASL,promozione delle adozioni, assistenza razionale e pro-

Sempre secondo un rapporto dell'Aida sono infatti oltre 1.200

“Interventi di sterilizzazione, introduzione del microchip e

grammata ai cani e gatti randagi…

i comuni che non dispongono di un servizio di cattura dei

costante aggiornamento dell’anagrafe canina: questi i pas-

“ Sarà importante che questo accordo porti i suoi frutti –ri-

cani randagi. Le maggiori irregolarità riguardano la Sicilia,

saggi fondamentali dell’accordo con l’Enpa, in collaborazione

prende Di Pietrantonio-in un contesto e se vogliamo in una

la Campania e l' Abruzzo. Solo nei mesi luglio e agosto sa-

con la Polizia Municipale e la Asl… E’ quanto mai nostra fer-

regione dove c’è ancora tanto da fare. Bene saremo ben con-

rebbero stati abbandonati qualcosa come 11.500 cani e di que-

ma volontà iniziare a diffondere presso i cittadini una cor-

tenti di essere tra i primi ad avere preso di petto la situazione

sti solo un terzo sono entrati nei canili italiani. I dati sono

retta e civile condotta presso gli animali, affinchè ci siano

ed ottenuto risultati nella lotta contro il randagismo e la scar-

stati diffusi dopo gli ultimi drammatici fatti di cronaca che

ora in avanti atteggiamenti più consapevoli e rispettosi del-

sa preparazione ad una corretta vita con gli animali”.

hanno tristemente riportato sotto i riflettori un problema an-

la vita animale e nella convivenza con essa.” Secondo gli ac-


Il GiornaLetto

4

(continua da pag. 1)

Terremoto L’Aquila l’attivismo dell’intera comunità a mente più fredda: “Ringrazio tutti i cittadini di Lettomanoppello che ancora una volta hanno dimostrato tutto il loro valore. Attraverso la collaborazione di un gruppo di ragazze locali, a cui vai il mio profondo ringraziamento, è stato possibile raccogliere ingenti quantità di beni che in tempo record è stato messo a disposizione delle popolazioni più duramente colpite dalla calamità. Un profondo e infinito ringraziamento va al Gruppo Comunale di Protezione Civile di Lettomanoppello che senza frontiere si è adoperato e continua ad adoperarsi per prestare assistenza nel territorio aquilano. Questi ragazzi sono stati ambasciatori della solidarietà lettese arrivando tempestivamente nei luoghi più colpiti portando soccorso e assistenza. I ringraziamenti ricevuti dalle popolazioni colpite sono il premio più bello per questi ragazzi e ragazze che hanno scelto di esprimere il loro spirito di sacrificio, la loro forza di volontà e la loro dedizione verso il prossimo attraverso la Protezione Civile. Questi anni di profonda formazione hanno dato il loro frutto. Tutti gli interventi sono stati eseguiti con la massima sicurezza e professionalità dimostrando la serietà e il buon grado di preparazione raggiunto

dal nostro gruppo comunale che sempre di più, permettetemi di dire, è il fiore all’occhiello di questo paese. Tutto questo mi rallegra, soprattutto perché, nonostante siamo una piccola Comunità di circa 3000 abitanti, abbiamo un gruppo di protezione civile che rispecchia una realtà di una grande città. Continueremo per i prossimi mesi, attraverso una attenta organizzazione, ad assistere la popolazione aquilana attraverso la collaborazione nella gestione dei diversi campi tenda presenti sul territorio. Non dobbiamo dimenticarci a breve partirà anche la stagione anti-incendio boschivo che richiederà come sempre il nostro totale impegno e che inoltre ormai da diversi mesi abbiamo attivato il servizio sanitario di trasporto degenti con l’ambulanza comunale che a sua volta richiede ugualmente molto impegno e disponibilità. E’ molto per una piccola realtà come la nostra ed è per questo che vogliamo sollevare lo spirito civile, molto presente in questo paese, affinché ci sia un maggior partecipazione ed adesione a questo gruppo di volontariato sempre in continua crescita. Nei prossimi giorni ci recheremo nelle abitazioni lettesi per consegnare un opuscolo di presentazione della Protezione Civile con tutti i numeri utili e le informazioni su come comportarsi in caso di emergenza. In questa occasione solleveremo la coscienza cittadina chiedendo un piccolo contributo affinché questo gruppo

possa avere una maggior disponibilità economica per la gestione delle emergenza. Colgo l’occasione per ringraziare gli attuali membri della Protezione Civile: Daniele Mancini (Messie), Raffaele Zaccagnini, Giovanni Di Francescantonio, Simone Martinelli, Sara Mancini, Giuliano Di Mascio, Luciano Di Cecco, Andrea Mancini, Mattia Di Cecco, Marta D’Alfonso, Manuela D’Alfonso, Donato Di Mascio, Donato Ferrante, Stefano Ferrante, Alceste Toppi, Angelantonio Ricci, Alessio D’Emilio, Alessandro Pecci, Antonio Di Mascio, Armando Mancini, Daniele Mancini, Denis Firmani, Elio Terzini, Giuliano D’Alfonso, Alessandro Mancini. Tutti i nuovi iscritti ( che sicuramente arricchiranno questo Gruppo Comunale di Protezione Civile; Le ragazze ed i ragazzi che hanno contribuito alla raccolta pro-terremotati : Maria , Ilaria, Donatella, Giulia, Marianna, Laura, Alessandro (scusate se non ho citato qualcuno ma a voi tutti va il mio personale ringraziamento); l’Amministrazione Comunale, per la totale disponibilità dimostrata anche in questa occasione…”

Per informazioni ed adesione al Gruppo Comunale di Protezione Civile di Lettomanoppello contattare i numeri 3 2 8 . 8 9 9 9 1 8 4 , 329.3479899392.6400313 o visitare il sito Web http://protcivile.blogspot.com

PUNTI DI VISTA

Un nuovo allarme Visto che siamo alla fine dei cinque

in maniera non ufficiale, ricerche

anni di questa legislatura, e la

sul nostro territorio. E’ chiaro che

Maggioranza che Governa il no-

in questa fase, laddove ci sono po-

stro Comune ci ha dato, solo ades-

che certezze, si fa solo processo alle

so, la possibilità di inserire un no-

intenzioni, ma è bene che i cittadi-

stro articolo nel “Giornaletto”, ave-

ni e l’Amministrazione comunale in

vamo pensato di fare un breve bi-

primo luogo, si tengano sempre

lancio della nostra attività. Questo

ben informati su ulteriori passaggi,

per dare conto del contributo della

in maniera da non essere investiti

minoranza in termini di proposte e

del fatto a cose già avvenute e ad au-

di azione concreta. Lo faremo in al-

torizzazioni già ottenute. Si po-

tri tempi ed altra sede. Ci corre l’ob-

trebbe anche sindacare che questo

bligo, anche stimolati da Libera

fatto possa portare sviluppo eco-

Scelta, di lanciare, anche noi, un

nomico ma, per quanto ci riguarda,

piccolo o grande allarme, dipende

lo farebbe a discapito di un ulteriore

da come si vogliono interpretare al-

scempio ambientale e con grossi ri-

cuni passaggi legislativi. Il Governo

schi per la nostra salute e per quel-

italiano ha individuato nella Re-

la delle future generazioni. Lo svi-

gione Abruzzo il territorio ideale, vi-

luppo che noi riteniamo possibile e

sto anche la mancanza di regole cer-

sostenibile, sotto tutti i punti di vi-

te che ha, da sempre, caratterizza-

sta, è la tutela dell’ambiente, da con-

to la produzione legislativa regio-

siderare come risorsa primaria, in-

nale, per la ricerca e lo sfrutta-

sieme alle attività artigianali ed

mento degli idrocarburi (petrolio).

alle tradizioni locali. Il nostro im-

Ora tutti conoscono le vicende del

pegno, in questi ultimi due mesi e

Centro oli di Ortona e tutte le pro-

nei prossimi cinque anni, fuori o

teste che ha scaturito, soprattutto

dentro l’amministrazione, sarà

per il fatto che le informazioni

quello di dedicarci a quello che noi

sono arrivate ai cittadini quando

riteniamo l’unico modo possibile di

l’iter delle autorizzazioni era pres-

governare il futuro: lo sviluppo so-

sochè compiuto. Che ci siano degli

stenibile inteso nella sua interpre-

studi, sulla possibilità che a Letto-

tazione più completa, salvaguardia

manoppello si possa arrivare ad

del territorio, dei beni ambientali e

uno sfruttamento in tal senso, è sta-

culturali, crescita sociale, culturale

to testimoniato, in una intervista,

ed economica dei cittadini residen-

da una nota ricercatrice canadese,

ti.

di origini italiane, e confermato dall’Università di Camerino che insie-

Gruppo di Rifondazione Comunista

me ad una nota società internazio-

Sinistra Lettese

nale, la Shell, sta portando avanti,

Gruppo Protezione Civile Lettomanopello

Il Comune

Numeri utili Carabinieri

Via Morrone

085.8570131

Corpo Forestale

Via Spaventa

085.8570279

Municipio

Piazza Umberto

085.8570860

ASSESSORE: Gianluca Profenna Pubblica Istruzione - Sport - Cultura - Turismo - Problematiche Giovanili - Urbanistica

Vigili Urbani

Piazza Umberto

085.8570758

Scuola dell'infanzia Via Marconi

085-8570295

ASSESSORE: Dr. Giacinto Giuliano Di Pietrantonio Patrimonio - Igiene – Sanità- Edilizia Cimiteriale - Informatizzazione

Scuola primaria

Via Marconi

085-8570108

Scuola media

Via Marconi

085-8570881

Poste italiane

Via Marconi

085-8570136

SINDACO: Osvaldo Trovarelli VICE SINDACO: Antonio Conte LL.PP. Edilizia Scolastica

ASSESSORE: Dr. Giuseppe Esposito Bilancio - Programmazione Economica - Personale - Servizi Sociali - Commercio - Artigianato


Il Giornaletto - Aprile 2009