Page 1

Anno 1ยก n. 5 - ottobre 2006 - (copia omaggio) - Registrazione n. 04 del 07/04/2006 Tribunale di Pescara - Sped. in a.p. Art. 2 comma 20/C legge 626/96P


i Partner di

ACHILLE PASSERI & FIGLIO S.r.l.

AUTOSTAR S.p.A.

F.LLI ADEZIO S.n.c.

BANCA CARIPE S.p.A.

[anno di fondazione 1981] 65129 Pescara Via Marino Carboni, 88 tel. 0871.58511 - fax 0871.5851200 www.passeri.com - e-mail: info@passeri.com

[anno di fondazione 1963] 66010 Ari (Ch) Via Ponte di Ari tel. 0871.71156 - fax 0871.718211 www.fratelliadezio.it - e-mail: info@fratelliadezio.it

[anno di fondazione 1976] 65100 Pescara Via Breviglieri, 3 (angolo Via Tiburtina) tel. 085.43219 - 199.770.783 www.fordautostar.it - e-mail: info@fordautostar.it

[anno di fondazione 1871] 65100 Pescara Corso Vittorio Emanuele, 102 tel. 085.37251 - fax 085.3725349 www.bancacaripe.it - e-mail: info@bancacaripe.it

COOPERATIVA GARANZIA FIDI OPERATIVI AGRICOLI REGIONE ABRUZZO

AGRICOLFIDI ABRUZZO S.C.A.R.L. [anno di fondazione 2001] 66026 Ortona Via Marina, 25 tel. 085.9061118 - fax 085.9064724 e-mail: mirascar@tin.it

BANCA MARCHE S.p.A. 65016 Montesilvano (Pe) Corso Umberto, 10/D tel. e fax 085.4492524 www.bancamarche.it

[anno di fondazione 1995]

ARCASERVICE

ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE IMPIANTI TECNOLOGICI

o t to b re 2 0 0 6

di D’OLIMPIO MARCO

[anno di fondazione 1990] 65128 Pescara Via Tavo, 206 tel. e fax 085.4464548 e-mail: arca.service@virgilio.it

BARBUSCIA S.p.A.

D.D.L. S.r.l.

[anno di fondazione 1999] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Via Lungofino, 149 tel. 085.9506199 - fax 085.9506545 www.arealegno.it - e-mail: info@arealegno.it

BERNOCCHI INFISSI S.n.c.

MARIO ARIZZA

[anno di fondazione 1965] 66026 Ortona (Ch) Viale Civiltà del Lavoro, 105 tel. e fax 085.9062012

BROKER ITALIA S.p.A.

AUTOABRUZZO S.r.l.

CAFFE’ MOKAMBO - DI NISIO S.r.l.

[anno di fondazione 1978] 66020 Sambuceto (Ch) Via G. Amendola, 300 tel. 085.4325153 - fax 085.4310093 www.autoabruzzo.bmw.it - e-mail: info@autoabruzzo.bmw.it

[anno di fondazione 1932] 65129 Pescara Via Tiburtina, 141 tel. 085.52247 - fax 085.52240 www.barbuscia.it - e-mail: barbuscia@barbuscia.it

[anno di fondazione 1979] 66010 Torrevecchia Teatina (Ch) Via Fondovalle Alento, Km. 3.300 tel. 0871.362526 - fax 0871.362510 e-mail: ugberno@tin.it

[anno di fondazione 2005] 65121 Pescara Via Paolucci, 3 tel. 085.4216869 - fax 085.4429000 www.brokeritaliaspa.it - e-mail: info@brokeritaliaspa.it

[anno di fondazione 1972] 66013 Chieti Scalo (Ch) Via Papa Leone XIII, 34 tel. 0871.565699 - fax 0871.561699 www.mokambo.it - e-mail: info@mokambo.it


CALDORA VINI S.r.l.

[anno di fondazione 2004] 66026 Ortona (Ch) Via Civiltà del Lavoro tel. 085.9063651 - fax 085.9067389 www.caldoravini.it - e-mail: caldora@caldoravini.it

COMPAGNIA TRASPORTI VOLUMINOSI S.r.l. [anno di fondazione 1994] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 25 tel. 085.4409074 - fax 085.4465553 www.ctvlogistica.it - e-mail: info@ctvlogistica.it

COSTRUZIONI ELETTRICHE ABRUZZESE S.R.L.

C.E.A. S.r.l.

[anno di fondazione 1982] 66010 Casa Canditella (Ch) Via Val di Foro, sn tel. 0871.890223 - fax 0871.890401 www.ceacostruzioni.it - e-mail: info@ceacostruzioni.it

AGENZIA C & G S.r.l.

CVP GROUP S.c.p.A.

[anno di fondazione 2000] 65010 Spoltore (Pe) Via Federico Fellini, 2 - c.c. l’Arca tel. 085.4159814 - fax 085.4174494 www.cvpgroup.it - e-mail: commerciale@cvpgroup.it

D’ ANNIBALE ANDREA autofficina - carrozzeria - elettrauto - soccorso stradale

[anno di fondazione 2000] 66100 Chieti Via dei Marsi, 92 tel. e fax 0871.321728 - 0871.322527 e-mail: cgmincone@tiscali.it

D’ANNIBALE ANDREA

CEIT S.r.l.

[anno di fondazione 1979] 66013 Chieti Scalo (Ch) Via Custoza, 26/A Tel. 0871.564947 - Fax 0871.565034 www.ceit.it - e-mail: ceit@ceit.it

DE.AL. S.r.l.

Agenzia Pescara Centro

[anno di fondazione 1979] 65122 Pescara P.zza Duca D’Aosta, 41 tel. 085.4216500 - fax 085.35298 aldodicosmo@virgilio.it

DVF S.r.l.

COLORIFICIO ARCO S.p.A.

[anno di fondazione 1976] 66020 San Giovanni Teatino Via Adige, 1 tel. 085.4462232 - fax 085.4461803 www.colorificioarco.it - e-mail: info@colorificioarco.it

EDILBLOC VALFINO S.n.c. di Costantini Antonio & C.

COMMER GOMMA S.n.c.

EDIMAC S.r.l.

[anno di fondazione 1975] 65010 Cappelle sul Tavo (Pe) Via Pascoli di Terra Rossa, 96 tel. 085.4471200 (r.a.) - fax 085.4471731 www.commergomma.com - e-mail: info@commergomma.com

[anno di fondazione 1969] 65016 Montesilvano (Pe) Via Cavallotti, sn tel. e fax 085 4451793 tel. 085.4680868 - pers. 333.3473409 (notturno e festivo) e-mail: dannibaleandrea@tiscali.it

[anno di fondazione 1990] 65010 Elice (Pe) C.da Bastioni, 118 tel. 085.960091 - fax 085.9600960 www.pacfood.it - e-mail: info@pacfood.it

[anno di fondazione 1997] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica, c.c. Ibisco Comp. B 5/6 tel. 085.9508177 r.a. - fax 085.9508157 www.dvfitalia.it - e-mail: info@dvfitalia.it

[anno di fondazione 1987] 64035 Castilenti (Te) Zona Ind.le - C.da Plavignano, 4 tel. e fax 0861.993535 e-mail: edilbloc@virgilio.it

[anno di fondazione 1993] 66020 Sambuceto - San Giovanni Teatino (Ch) Via Po, 17 - Zona commerciale tel. 085.4462641 r.a. - fax 085.4460535 www.edimac.it - e-mail: info@edimac.it

01

ottobre 2006


i Partner di

DISTRIBUTORE GALLI & DI MATTEO

[anno di fondazione 1980] 65126 Pescara Lungo Mare C. Colombo, 74/76 tel. e fax 085.692699 r.a. www.celnet.it - e-mail: galli.dimatteo@tiscali.it

F.lli DE CECCO di FILIPPO FARA SAN MARTINO S.p.A [anno di fondazione 1887] 66015 Fara San Martino (Ch) tel. 0872.9861 - fax 0872.980426 www.dececco.it - e-mail: dececco@dececco.it

IL BOSSO Soc. Coop. arl.

F.lli DI NINO S.n.c.

EVANGELISTA LIQUORI S.n.c.

FREE S.r.l.

FACON ABRUZZO di Marco Gialluca

GB GRAFICA S.r.l. [anno di fondazione 1987]

FARNESE VINI S.r.l.

[anno di fondazione 1999] 66026 Ortona (Ch) Via dei Bastioni - Castello Caldora Tel. 085.9067388 - Fax 085.9067389 www.farnese-vini.com e-mail: farnese@farnese-vini.com

GLOBO S.r.l.

FIDES TRADING S.r.l.

[anno di fondazione 1966] 66030 Arielli (Ch) Via s.p. Marrucina, 3 tel. 0871.938671 / 085.432461 fax 0871.930329 / 085.4314959 www.fidestrading.it - e-mail: info@fidestrading.it

GV & PARTNERS CONSULTING S.r.l.

FIRA S.p.A.

ICSA S.r.l.

[anno di fondazione 1999] 65022 Bussi sul Tirino (Pe) Via Gramsci tel. e fax 085.9808009 www.ilbosso.com - e-mail: ilbosso@inwind.it

[anno di fondazione 1907] 66020 Sambuceto di San Giovanni Teatino (Ch) Via Mazzini, 133 tel. e fax 085.4462801 www.evangelistaliquori.com - e-mail: info@evangelistaliquori.com

[anno di fondazione 2002] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Salara, 8 tel. 085.4461248 - fax 085.4406171 www.gialluca.com - e-mail: staff@gialluca.it

[anno di fondazione 1960] 65010 Spoltore (Pe) C.da Fontevecchia, 69 tel. 085.413146/47 - fax 085.4155023 www.dinino.it - e-mail: dinino@dinino.it

[anno di fondazione 2003] 65015 Montesilvano Via Croce, 21 tel. 085.4451749 e-mail: free_srl@libero.it

66013 Chieti Scalo (Ch) Via Mammarella tel. e fax 0871.564572 www.gbgrafica.it - e-mail: info@gbgrafica.it

[anno di fondazione 1976] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Po, 2 - Sambuceto tel. 085.444451 - fax 085.4460249 www.globoceramiche.com - e-mail: info@globoceramiche.com

[anno di fondazione 2002] 66010 Torrevecchia Teatina (Ch) Via Roma, 65 tel. 0871.361695 - fax 0871.362965 www.gvconsulting.it - e-mail: info@gvconsulting.it

ISTITUTO CONSULENZE SERVIZI AZIENDALI

o t to b re 2 0 0 6

02

[anno di fondazione 1989]

65122 Pescara Via Parini, 21 Tel. 085.4213832-3 - Fax 085.4213834 www.fira.it - e-mail: info@fira.it

[anno di fondazione 1988] 66016 Guardiagrele (Ch) Loc. Giardino tel. 0871.84744 - fax 0871.801436 e-mail: studio.icsa@icsa1.191.it


sommario

Walter Tosto Serbatoi S.p.A. Proiettati nel mondo con il cuore in Abruzzo

l’Abruzzo che produce visto da...

“Miracolo economico” grazie alle imprese

pag. 29

E le stelle stanno a guardare cultura ambiente turismo

editoriale pag. 05

aziende

Leonardo Valenti il nuovo volto della Delverde

le aziende con il segno +

A.A.A. Capitale umano cercasi

pag. 07

pag. 30

Confindustroia Abruzzo

il paese d’Abruzzo

Mosciano Sant’Angelo

primo piano

Più energia con impianti migliori

pag. 8

pag. 32

La voglia di stare a tavola: cinquant’anni con l’AIC

grandangolo

avvenimenti

Il gas e le stategie internazionali

pag. 11

pag. 33

Mercedes Classe R nata per entusiasmare motori

Università economia

pa

rt e

primo piano

Manager di successo... si diventa

 

pag. 14

Nord e sud diversi anche per libertà economica

                   







       

       

libera preval. libera preval. non libera frenata molto frenata

       

fisco

rt e pa 1ª

pag. 36

(23) (32) (17) (16) (15)

Manovra Prodi novità per il settore edile

Manovra correttiva dei conti pubblici



pag. 22

Libertà economica

pag. 18



Basilea 2 ed Euler Hermes Siac spa

l’azienda partner

                   

                    

statistiche









       

       





     

     

pag. 20 



        

Comunicar giocando grazie alla Opifer i professionisti di software riabilitativi

novità legislative



banche



  Banca Caripe in ascesa

pag. 34

l’azienda partner

 pag. 12

 

pag. 39 30

pag.  25      

03

ottobre 2006


i Partner di

IDEAZIONE S.r.l.

[anno di fondazione 1992] 66100 Chieti Via dei Frentani, 189 tel. 0871.321811 - fax 0871.323123 www.ideazione-srl.it - e-mail: info@ideazione-srl.it

JFG JUNIOR FASHION GROUP S.r.l.

INCACONSULT & PARTNERS S.r.l.

LASER LAB S.r.l.

[anno di fondazione 1983] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Po, 107 tel. 085.440681 - fax 085.4406899 www.incaconsult.it - e-mail: info@incaconsult.it

[anno di fondazione 2003] 66026 Ortona (Ch) C.da Tamarete tel. 085.905141 - fax 085.9051491 www.jfgroup.it - e-mail: info@jfgroup.it

[anno di fondazione 1994] 66016 Chieti Scalo (Ch) Via Custoza, 31 tel. 0871.564343 - fax 0871.564443 www.laserlab.it - e-mail: mail@laserlab.it

CONGLOMERATI INERTI CALCESTRUZZI

INERTI VALFINO S.r.l.

[anno di fondazione 1993] 65010 Elice (Pe) C.da Madonna degli Angeli, 132 tel. e fax 085.9609746 e-mail: inertivalfino@libero.it

L.T.A. ABRUZZO S.r.l.

[anno di fondazione 1994] 66010 Fara Filiorum Petri (Ch) Via S. Eufemia, sn tel. 0871.79789 - fax 0871.706944 www.ltaabruzzo.tin.it - e-mail: ltaabruzzo@tin.it

distributore prodotti e servizi per l’informatica

INFOMAX S.r.l.

[anno di fondazione 1987] 66026 Ortona (Ch) Via Giro degli Ulivi, 3/b tel. 085.9063838 - fax 085.9066336 www.infomaxsrl.it - e-mail: info@infomaxsrl.it

MARIGO S.r.l.

[anno di fondazione 1986] 65016 Montesilvano (Pe) Via Fosso Foreste, 24 - Zona Industriale tel. 085.4680600 - fax 085.4680543 www.marigo.it - e-mail: sales@marigo.it

sistemi petroliferi avanzati

INTER SERVICES LEASING

MARIO DI CESARE S.r.l.

INTERZEN CONSULTING S.r.l.

Masterglass di Letta Ottorino

ITALVERDE

MAXI FOODS S.r.l. [anno di fondazione 1997] 65015 Montesilvano (Pe) Via Danubio, capannone B tel. 085.4684079 - fax 085.4684261 www.maxifoods.com - e-mail: info@maxifoods.com

[anno di fondazione 1990] 65124 Pescara Via Enzo Ferrari, 37 tel. 085.4222404 - fax 085.4213516 e-mail: gocredit@tin.it

[anno di fondazione 1988] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 125 - Zona Industriale tel. 085.4460224 - fax 085.4460214 www.dicesare.it - e-mail: info@dicesare.it

SOSTITUZIONE VETRI AUTO

[anno di fondazione 1996] 65122 Pescara Via Andrea Doria, 16 tel. 085.4516447 - fax 085.690844 www.interzen.it - e-mail: info@interzen.it

o t to b re 2 0 0 6

04

[anno di fondazione 1989] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Str. Vertonica, 1 tel./fax 085.960896 e-mail: italverde2003@libero.it

[anno di fondazione 1997] 65016 Montesilvano (Pe) Corso Umberto I, 590 (int. 74) - Espansione 1 tel. 085.834550 - fax 085.4456174 www.masterglass.it - e-mail: masterglass@inwind.it


A.A.A. CAPITALE UMANO

editoriale

CERCASI Viviamo con l’incubo delle emergenze. Non solo quelle economiche e politiche. Ce n’è una da cui dipende tutto, l’educazione. Riguarda ciascuno di noi, investe tutte le età, ci permette di costruire la nostra personalità e quindi di contribuire alla formazione della società. Non è solo una questione di istruzione o avviamento al lavoro. Sconcerta vedere che è in crisi la capacità di una generazione di adulti di educare i propri figli. Da ogni pulpito si è parlato di libertà, libertà di e da, convinti che si possa crescere semplicemente seguendo il proprio gusto, senza sbandierare appartenenze. Così è normale pensare che tutto è uguale, che in fondo hanno valore solo soldi, potere e posizione sociale. In questo modo è cresciuta una generazione priva di coordinate, quasi orfana, senza nessuna bussola, costretta a muoversi come nelle sabbie mobili, annoiata, spesso violenta, in balia di mode e potere. Si tacciono le verità, anche le più banali. Si ha timore di dire le cose come stanno, Adriana Settuario - direttore anche a scuola. Non ci sono più voti bassi o bocciature, ma debiti, non si rimproverano i figli per evitare tragici ricatti e così si cade nell’eccesso opposto. Fare un passo per mettere a frutto il patrimonio della nostra tradizione culturale è una responsabilità di tutti. Per citare de Saint-Exupéry, autore de “Il piccolo principe”, la chiave sarebbe “l’addomesticamento” quella voglia e capacità di appartenere a qualcuno, di sentirsi parte di qualcosa, di condividere valori in cui credere e riconoscersi. A questo compito non si può sottrarre nessuno. La tutela delle radici del patrimonio umano di cui tanto si parla oggi è una sfida aperta a tutti. Da donna mi auguro che quel 28% di imprese “rosa”, citate da Gilberto Ferri che ha inaugurato la rubrica di opinione sull’Abruzzo che produce, valorizzi la componente umana. Uomo o donna che sia.

05

ottobre 2006


i Partner di

PIERANGELO AUTOTRASPORTI S.n.c.

SAVINI S.r.l.

PUBLIGRAFIKA S.r.l.

SEA IMPIANTI - DI GIACINTO S.n.c.

[anno di fondazione 1972] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 25 tel. 085.4464808 - fax 085.4464464 www.pierangelotrasporti.it - e-mail: info@pierangelotrasporti.it

[anno di fondazione 1990] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Traiano, 25 tel. e fax 085.4460893 - 085.4465558 www.publigrafika.it - e-mail: info@publigrafika.191.it

[anno di fondazione 1973] 64035 Castilenti (Te) Zona Industriale Cancelli, 10 tel. 0861.999225 - fax 0861.999244 www.savini.it - e-mail: info@savini.it

[anno di fondazione 1999] 64025 Pineto (Te) Via V. Alfieri, 10 tel./fax 085.9495281 e-mail: pirfeliceluciano@virgilio.it

AUTOMAZIONI INDUSTRIALI APPLICAZIONI CONTROLLI NUMERICI FORMAZIONE VENDITA ED ASSISTENZA

PUTIPÚ di CECI SABRINA

[anno di fondazione 1992] 65016 Montesilvano (Pe) Corso Umberto, 139 tel. 085.4452997 - fax 085.4453723 www.putipu.com - e-mail: info@putipu.com

SEM INDUSTRIALE S.r.l. [anno di fondazione 1987] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 18 tel. 085.4465888 - fax 085.4465892 www.sem-industriale.it - e-mail: info@sem-industriale.it

rag. ERNESTO VIANELLO S.p.A.

SERVIMAR [anno di fondazione 1984] 66028 Ortona - Porto (Ch) Via Cervana, sn tel. 085.9063888 - fax 085.9066018 e-mail: giorgio.tiberio@tin.it

ROTOPACK S.p.A.

[anno di fondazione 1995] 66016 Guardiagrele (Ch) Zona Industriale Piano Venna tel. 0871.800432 - fax 0871.85914 www.rotopack.it - e-mail: info@rotopack.it

SFERA S.r.l.

SAPI S.r.l.

[anno di fondazione 1989] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 83 Tel. 085.4461045 r.a. - Fax 085.4461046 www.sapisrl.com - e-mail: info@sapisrl.com

SO.C.C.A.M. S.r.l.

Sartoria Gialluca di Luca Gialluca

SO.DI.FARM. S.r.l.

[anno di fondazione 1932] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Po, 71 tel. 085.4461133 - fax 085.4461173 www.vianello.com - e-mail: vianello@vianello.com

Muovetevi alla grande. S.p.A.

Barbuscia

Concessionaria Mercedes-Benz

S.p.A.

Perizie Assicurative e Consulenze Tecniche

[anno di fondazione 2003] 65016 Montesilvano (Pe) Corso Umberto I, 372 Tel. 085.4458839 r.a. - Fax 085.4483084 www.sferapescara.it - e-mail: posta@sferapescara.it

[anno di fondazione 1982] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica tel. 085.960721 - fax 085.96675 e-mail: c.trubia@tin.it

PESCARA - Via Tiburtina, 141 INFOLINE: 085/43201 barbuscia@barbuscia.it Sabato aperti tutta la giornata. o t to b re 2 0 0 6

06

[anno di fondazione 2000] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Salara, 6 tel. 085.4465981 - fax 085.4406171 www.gialluca.com - e-mail: staff@gialluca.it

[anno di fondazione 1976] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Adige, 5 tel. 085.4461437 - fax 085.4461192 www.sodifarm.it - e-mail: info@sodifarm.it


l’Abruzzo che produce visto da... “MIRACOLO ECONOMICO” GRAZIE ALLE IMPRESE

«D

i recente la stampa ha dato molto risalto ai ricchi utili semestrali delle Casse di RiGilberto Ferri presidente gruppo Ferri sparmio abruzzesi. La Caripe ha chiuso con 6.6 milioni di euro, addirittura con il 70% in più dell’anno precedente (anche se i problemi del 2005 sono stati numerosi sia a livello di capogruppo che locale). Le altre Casse di Risparmio non sono state da meno e così penso gli altri istituti. Da questa constatazione scaturisce un assunto: se le banche hanno guadagnato tanto è segno che hanno investito. Considerato che il loro principale mestiere è quello di vendere danaro, se hanno investito evidentemente è cresciuta la domanda da parte delle imprese e delle famiglie. Infatti, come si può desumere dal rapporto sul mercato del lavoro in Abruzzo, a cura di “Abruzzo Lavoro”, il numero delle imprese è costantemente aumentato tranne che per l’agricoltura. A seguito del boom del settore edilizia, dove sono stati investiti enormi capitali, sono nate molte aziende del settore e le famiglie hanno potuto acquistare la casa grazie anche ai bassi tassi di interesse. La scelta di un numero così elevato di centri commerciali (uno dei più alti in Italia) è la conseguenza di una valutazione positiva da parte degli uffici studi degli investitori sulla capacità di spesa da parte delle famiglie abruzzesi. L’Abruzzo, prima e immediatamente dopo la seconda guerra mondiale, era la regione più povera d’Italia, oggi è più vicina alle regioni del centro che a quelle del sud. Diamo il merito di questa crescita alla lungimiranza dei politici, alla posizione orografica della regione, ma a mio parere la maggior parte di tale “miracolo economico” è stata delle imprese che hanno voluto e saputo investire. E questa voglia di investire, innovare, creare occupazione, non è venuta meno ai nostri imprenditori che nel 2006 proseguono a combattere la loro battaglia, tanto che nel 2005 il tasso di crescita delle aziende abruzzesi è aumentato del 2,1% rispetto al 2004, tasso di crescita superiore di 0,3 punti percentuali a quello nazionale. Altra peculiarità della regione è che le grandi aziende crescono più delle piccole mentre in altre realtà avviene esattamente il contrario. Le grandi aziende sono meno esposte delle piccole alle variazioni congiunturali e possono anzi devono valorizzare le risorse umane attraverso la formazione continua del personale. Nel recente convegno “Europa locale” relatori del calibro di Fabrizio Barca, Maurizio Beretta, Michele Dau, Guglielmo Vaccai, Sergio Galbiati hanno dato atto che l’Abruzzo ha esercitato ed esercita una notevole attrazione nei confronti delle grandi aziende in cerca di territori nei quali investire, e la premessa indispensabile è che essi siano ubicati in regioni organizzate, senza gravi problemi sociali, che dispongano dei servizi necessari, una manodopera intelligente e offrano la possibilità di creare integrazione con le aziende locali. Un’altra piacevole constatazione da fare è che il 28% delle 131.000 imprese attive hanno titolari donna, il che significa che le “quote rosa” le abbiamo raggiunte spontaneamente. In buona sostanza possiamo dire di essere moderatamente soddisfatti dell’andamento della nostra regione».

07

ottobre 2006


primo piano

Più energia con i

“Prevenire significa progettare e realizzare, secondo del fornitore che dell’utente: l’Autorità per l’Energ regole che la Regione Abruzzo, prima in Italia ha r di Pietro Pastorelli

U

n importante direttore dell’Ente elettrico italiano, responsabile tecnico della produzione e del trasporto dell’energia su tutto il territorio nazionale, che ha da poco superato i 60 anni, ricordava spesso ai suoi amici che ai primi anni delle elementari aveva studiato alla luce del lume a petrolio perché la “luce elettrica” non era ancora “arrivata” al suo paese. Raccontare questa storia ai giovani d’oggi è come parlare di secoli fa e non di appena qualche decennio ..... D’altra parte per un prodotto, facilmente trasportabile con condutture flessibili e di scarso ingombro, non inquinante come la legna ed il carbone, prelevabile senza problemi nelle quantità desiderate, facilmente trasformabile in energia luminosa, termica, meccanica, chimica, non è difficile giustificare la velocità con la quale si è inserito in ogni attività umana rendendosi praticamente indispensabile e spesso insostituibile. Quale casalinga è disposta a rinunciare alla lavatrice, alla lavastoviglie, alle trasmissioni televisive, al riscaldamento centralizzato, all’aspirapolvere ed al più recente condizionamento? Quanti giovani sono pronti a rinunciare alle comodità del cellulare e del PC o all’impianto stereo? Quale chirurgo sarebbe disposto ad effettuare un intervento senza l’ausilio dei mezzi elettrici come il bisturi elettrico, la lampada scialitica che non genera ombre sul paziente, i videoterminali che controllano in tempo reale i parametri vitali? Negli ultimi decenni, quindi, si è assistito a cambiamenti importanti nell’uso dell’energia elettrica: all’utilizzo come forza motrice ed illuminazione si è aggiunto quello, anch’esso importantissimo, dell’alimentazione dei processi di elaborazione dei dati o t to b re 2 0 0 6

08

che sono alla base delle automazioni, delle telecomunicazioni e di processi vitali per la stessa esistenza degli esseri umani. Queste ultime applicazioni hanno imposto ed impongono una qualità del “prodotto energia elettrica” mai richiesta in precedenza. Come è possibile controllare ed intervenire sulla qualità di un prodotto che va utilizzato nello stesso momento in cui è generato? Ci accorgiamo, infatti, della sua “non qualità” quando già i danni sono stati prodotti: la luce ha oscillato e si è spenta, il motore si è fermato, il PC ha perso i dati che con tanta fatica avevamo elaborato..... Bisogna quindi adottare una strategia particolare: prevenire la “non qualità” per non dover poi riparare i danni. Prevenire significa progettare e realizzare, secondo la migliore tecnica disponibile, gli impianti sia del fornitore che dell’utente: l’Autorità per l’Energia ed il Gas ha dettato, in questo campo, le sue regole che la Regione Abruzzo, prima in Italia, ha recepito ed incentivato attraverso il DOCUP 2006. In questo documento vengono stabilite le caratteristiche tecniche a cui gli impianti devono soddisfare e le penalità o gli indennizzi per chi non si adegua. In pratica chi genera disturbi sulla rete ( oscillazioni della tensione, variazioni della frequenza, interruzioni dell’alimentazione......) paga per i danni che ha causato o che potrà causare, non essendosi adeguato tecnicamente alla normativa vigente. Un generale miglioramento delle strutture elettriche è, quindi, auspicabile perché è nell’interesse di tutti gli utenti e i fornitori. Usando un linguaggio più tecnico,


impianti migliori

o la migliore tecnica disponibile, gli impianti sia gia ed il Gas ha dettato, in questo campo, le sue recepito ed incentivato attraverso il DOCUP 2006”. sarebbe opportuno intervenire sulle attuali strutture in modo da : Migliorare le reti AT di alimentazione delle cabine AT/MT (ridondanza dell’alimentazione, miglioramento della selettività e dell’automazione, ....... ); Adottare le bobine di Petersen sulle linee MT ( riduzione delle correnti di guasto a terra); Smantellare le linee aeree MT che attraversano i centri abitati, e sostituirle con linee in cavo; Eliminare le interferenze tra AT, MT e BT con opportuni interventi anche sulle reti di terra; Creare delle “semisbarre MT dedicate” per le utenze industriali più critiche; Costruire impianti autonomi di generazione e cogenerazione anche con l’utilizzo di energie disponibili sul territorio (idraulica, eolica, solare, dai rifiuti .....); Incentivare il risparmio energetico seguendo quanto indica-

to dall’Autorità per l’Energia ed il Gas (certificati bianchi e verdi); Formare tecnici, specialmente nelle piccole e medie aziende, per una migliore progettazione e gestione degli impianti. Oggi si parla sempre più spesso di energia anche perché si cominciano ad avere seri dubbi sulla sua disponibilità in futuro nelle quantità che sarebbero necessarie: urge fermarsi a riflettere su ciò che è possibile fare per contribuire a ridurne i costi migliorandone, contemporaneamente, la disponibilità e la qualità.

Ing. Pietro Pastorelli - delegato di Confindustria Abruzzo per l’energia

09

ottobre 2006


i Partner di

CASTELLO CHIOLA HOTEL [anno di fondazione 887]

OPIFER S.r.l.

Dr. SCIARRA ROSSANO

[anno di fondazione 1994] 65124 Pescara Via Sella di Corno, 46 tel. e fax 085.4171231 e-mail: rossano.sciarra@virgilio.it

AZIENDA AGRICOLA MASCIARELLI s.n.c.

SEAL S.r.l.

[anno di fondazione 1997] 66100 Chieti Via dei Frentani, 189 tel. 0871.321041 - fax 0871.345661 www.sealsrl.com - e-mail: sealqual@libero.it

COCCO FERNANDO S.r.l.

PELDO S.a.s. di Giovanni D’Ottavio & C.

AD.VENTURE S.r.l.

ADRIATICA SERVICE S.r.l.

FAS TRASPORTI S.r.l.

65014 Loreto Aprutino (Pe) tel. 085.8290690 - fax 085.8290677 www.castellochiolahotel.com e-mail: gmdirezione@castellochiolahotel.com

[anno di fondazione 1973] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco, comparto C mod. 1/2/3 tel. 085.950579 - fax 085.9500035 www.peldo.it - e-mail: staff@peldo.it

[anno di fondazione 2006] 65016 Montesilvano (Pe) Corso Umberto I, 491 Tel. 085.4459921 - Fax 085.4450624 e-mail: massimo.toscano.adserv@concessionaria.renault.it

10

[anno di fondazione 1981] 66010 San Martino sulla Marrucina (Ch) tel. 0871.85241 - fax 0871.85330 www.masciarelli.it - e-mail: info@masciarelli.it

[anno di fondazione 1973] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco C 13/14 tel. 085.959505 - fax 085.959435 www.coccofernando.it - e-mail: info@coccofernando.it

[anno di fondazione 1994] 65122 Pescara Via Ravenna, 3/22 tel. 085.4219183 - fax 085.2058363 www.ad-venture.it - e-mail: info@ad-venture.it

[anno di fondazione 1973] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Po, 69 tel. 085.444471 - fax 085.44447210 www.fastrasporti.com - e-mail: info@fastrasporti.com

COOP CREDITO

[anno di fondazione 1986] 66100 Chieti Via Spezioli, 16 (Theate center) tel. 0871.402598 - fax 0871.404609 www.coopcredito.it - e-mail: chieti@coopcredito.it

HERMES s.a.s.

TOP SERVICES S.r.l.

CONFSERVIZI S.r.l.

[anno di fondazione 2003] 67031 Castel di Sangro (Aq) Via Ponte Nuovo, 52 tel. e fax 0864.840302

o t to b re 2 0 0 6

[anno di fondazione 2003] 65020 Rocca Morice (Pe) Via Collarso, 48 www.opifer.it - e-mail: info@opifer.it

[anno di fondazione 1982] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Via Lungofino - c.c. Ibisco tel. 085.9506345 - fax 085.9506594 e-mail: hermesriocci@libero.it

[anno di fondazione 1992] 66100 Chieti Via Spezioli, 16 (Theate center) tel. 0871.64499 - 0871.64399 e-mail: confservizisrl@virgilio.it


grandangolo IL GAS E LE STRATEGIE INTERNAZIONALI Dal pericolo per la nascita di una nuova Opec del gas alle polemiche sui rigassificatori. Con l’inverno alle porte l’Italia affronta la questione energetica

di Maria Rita Roio

L

a decisione che ha fatto capire quanto il gas stia diventando centrale nella partita mondiale dell’energia è stata presa non in un esotico paese del Golfo Persico ma nel cuore di Mosca, dove ha sede il gigante Gazprom, un colosso ormai in grado di rivaleggiare in Borsa con l’americana Exxon: la Russia ha deciso di applicare all’Ucraina non più’ il prezzo politico alle forniture del gas, ma quello di mercato. Risultato: dal gennaio dello scorso anno ci si è accorti che non era più così scontato veder arrivare nelle condutture che attraversano l’Europa tutto il gas necessario a produrre elettricità (molte centrali vengono alimentate a metano), a riscaldare le case, insomma che non era più una fonte di energia “automatica”. L’amministratore delegato dell’ENI, Paolo Scaroni non ha usato mezzi termini quando, parlando in Parlamento dell’asse tra i Paesi produttori, dalla Russia all’Algeria, ha evocato la nascita dell’OPEC del gas. Un blocco che potrebbe vedere anche la Libia prima o poi schierarsi. Con una differenza rispetto all’organizzazione di Vienna, in questo caso la pattuglia dei Paesi è molto meno numerosa e quindi la definizione di un nuovo fronte comune sui prezzi, potrebbe presentarsi meno problematica (chi non ricorda le estenuanti trattative OPEC per stabilire i tetti alla produzione di petrolio?). Ed ecco che l’Italia dopo aver rischiato il black out di gas nel gennaio scorso sta cominciando ad affrontare la questione. Il ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, ha chiesto all’Unione Europea di affrontare il tema degli approvvigionamenti e del rapporto con i Paesi produttori in una chiave comunitaria, strategia che potrebbe consentire al Vecchio continente di aumentare il proprio peso negoziale. Seconda strada avviata dal governo è quella che riguarda la realizzazione dei cosiddetti rigassificatori, delle vere e proprie stazioni di stoccaggio nelle quali è possibile accumulare milioni di metri cubi di gas da utilizzare in ogni momento. Una strategia da tempo adottata in Paesi come il Giappone e la Spagna ma che finora è stata poco attuata nel nostro Paese dove è attivo un unico impianto dell’ENI, realizzato nel lontano 1965. Il governo sembrerebbe orientato ad accelerare sulla realizzazione di almeno quattro impianti, che vedono attivi gruppi come ENEL, Edison e il colosso inglese British Gaz. Un capitolo, quello dei rigassificatori, che però ha sollevato le proteste degli ecologisti preoccupati per il possibile impatto che questi enormi serbatoi di gas potrebbero avere sull’ambiente. Resta però aperta un’altra questione, quella della rete attraverso la quale passa il metano e che attualmente vede come primo azionista l’Eni. Controllo che andrà ceduto entro il 2008. Un’apertura che dovrebbe avere come effetto anche quello di una maggiore concorrenza tra gli operatori. Accade infatti che attualmente i costi dell’energia in Italia siano più alti di circa il 30 per cento rispetto agli altri Paesi europei. Non è arrivata l’ora che scendano?

foto: visuala dv.it

11

ottobre 2006


pa rt e

primo piano

MANAGER DI SUCC

Alcuni giovani laureati della fac d’Annunzio di Pescara raccontano a cura di Anna Morgante

Sara Di Giovannantonio

Sophie Lanzieri

Laurea in Economia Ambientale Indirizzo “Gestione aree protette”, 2004 Posizione attuale: Honda Italia Industriale Atessa Area Approvvigionamento Parti.

Laurea in Economia Ambientale, 2004 Posizione attuale: Responsabile Gestione di Sistemi Integrati ME.GA. s.r.l..

“Ho conseguito la laurea in Economia Ambientale con una tesi di laurea in Valutazione dell’Impatto Ambientale. Valutazione. In Honda mi occupo di aggiornamento e sviluppo della Reportistica giornaliera, settimanale e mensile relativa alle attività svolte dalle Sezioni Rifornimento Linea e Magazzino. Inoltre svolgo ruolo di Supporto al Progetto Portale Web Fornitori – relativo all’innovazione del sistema di trasmissione degli ordini – lavorando a stretto contatto con i fornitori sulle modalità di utilizzo del portale, prestando consulenza e formazione”.

o t to b re 2 0 0 6

12

“Ho elaborato una tesi in Tecnologia dei cicli produttivi a seguito di uno stage all’ARTA Dipartimento Provinciale di Chieti dal titolo “Valutazione degli effetti socio-economici di opere di rilevante impatto ambientale insistenti sul bacino del Fiume Alento. Presso la MEGA mi occupo della Gestione di sistemi integrati (qualità e ambiente); gestione della documentazione ambientale e di qualità (UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001 e Regolamento EMAS); gestione autorizzazioni necessarie all’esercizio dell’attività lavorativa e gestione di controlli periodici, analisi e monitoraggi ambientali.”


Università economia

CESSO... SI DIVENTA

coltà di economia dell’università o le proprie esperienze post-laurea

Claudio Pattara

Fabio Spirito

Laurea Magistrale in Ecologia Industriale, 2005 Posizione attuale: Responsabile Commerciale ETIS S.r.l..

Laurea in Economia Aziendale, 2004 Posizione attuale: Honda Italia Industriale Roma Divisione Post Vendita.

“Dopo aver conseguito la maturità scientifica, mi sono iscritto al corso di laurea in Economia e Commercio della Facoltà di Economia, per poi passare al corso di laurea in Economia Ambientale. Ho proseguito poi il cammino naturale in Ecologia Industriale. Per la preparazione della tesi ho studiato e sviluppato un sistema integrato per il riciclaggio degli scarti di pannolini ed assorbenti in collaborazione con la ETIS dove stavo svolgendo uno stage. Appena discusso la tesi, la ETIS mi ha assunto! Continuo a collaborare attivamente con la Facoltà di Economia per mettere a disposizione degli stagisti la mia esperienza”.

“Mi sono laureato in Politica Economica. Sono subito dopo entrato in Honda dove mi occupo di supporto alla clientela nel Reparto Ricambi e Accessori prestando consulenza telematica alla rete. Sono anche responsabile dell’aggiornamento e organizzazione dell’elenco di concessionari e officine Honda in Italia.

13

ottobre 2006


le aziende con il segno +

WALTER TOSTO SERBATOI S.P.A.

PROIETTATI NE CON IL CUORE IN Da Chieti a Medina, passando per Kirishi: storia di un’azienda che in 45 anni è diventata leader a livello internazionale nel settore caldareria, senza mai scordare le sue radici e il suo amato territorio.


Carta

A rc h i v i a z i o n e

O g g ettistica

Scrittura

EL MONDO N ABRUZZO di Adriana Settuario

S

orride soddisfatto, oggi, Luca Tosto, al pensiero di quel padre, figlio di una terra di contadini e fabbro per vocazione, dotato di una manualità sorprendente, che – seguendo un’antica tradizione artigiana della sua gente – nel 1960 volle aprire una fucina per la creazione di ringhiere e articoli in ferro battuto. Oggi, a quasi mezzo secolo di distanza, la Walter Tosto S.p.A. è un’impresa con un fatturato a sette zeri, brevetti esclusivi che tutti gli invidiano e commesse internazionali da capogiro. Ma l’inizio di tutto è là, in quella piccola officina di Chieti, dove Walter ha la sua prima, geniale intuizione: realizzare cisterne in metallo da inviare poi direttamente al cliente, con un sistema di trasporto su gomma del tutto innovativo per quei tempi.

È fatta. Negli anni ’70 la produzione si allarga e prende a diversificarsi a seconda delle esigenze del mercato: serbatoi per combustibili, per il vino, per gli olii alimentari. Intanto l’azienda si espande, integrando man mano in sé ogni fase del processo produttivo: una caratteristica che ancora oggi la contraddistingue e che le consente, come allora, di assicurare standard qualitativi superiori. Gli anni ’80 vedono la Walter Tosto fare il suo ingresso nel settore impianti e processi in pressione e cominciare a esportare i suoi manufatti in tutto il mondo. Nel frattempo l’azienda scopre un mercato di nicchia, quello dei prodotti per uso domestico, destinato a riservarle in un futuro non lontano grosse soddisfazioni. È del 1994 l’invenzione del rivoluzionario Amico

tel. 085 9508177 - fax 085 9508157

www.dataoffice.biz info@dataoffice.biz

15

ottobre 2006


le aziende con il segno +

GPL, a tutt’oggi l’unico serbatoio da interro che, grazie a una doppia parete (una di metallo, l’altra di polietilene), garantisce sicurezza totale e risparmio nel tempo, nel pieno rispetto delle normative CEE. “È uno dei brevetti di cui vado più fiero – spiega Luca Tosto, oggi amministratore delegato – anche se ci ha attirato molta invidia e, di conseguenza, parecchi guai. Mi riferisco ad azioni di dubbia correttezza portate avanti a nostro danno da alcune ditte concorrenti, ben decise a inserirsi ad ogni costo nel mercato del ‘bombolone’ che, viceversa, sarebbe stato quasi interamente nostro”. Ma i competitor non riescono a fermare l’ascesa della Walter Tosto che, in un centro Italia ancora relativamente poco industrializzato, impartisce a tutti un’altra lezione d’imprenditorialità, innalzando ulteriormente il livello di flessibilità produttiva e facendo toccare alla spesa in ricerca e sviluppo quota 25 milioni. Nel frattempo la società acquisisce, per poi assorbirla al proprio interno, la Bosco Industrie Meccaniche S.p.A., storica azienda nota a livello mondiale nel settore caldareria a scambio termico per dissalazione ed essiccazione. All’inizio del 2005, a riprova della sua inesauribile dinamicità, la WTS sforna un altro prodotto rivoluzionario: è Genio Beauty Gas, un sistema portatile destinato a mandare in pensione la tradizionale bombola per uso domestico. Spiega Luca Tosto: “Immaginate-

o t to b re 2 0 0 6

16

vi una sorta di valigetta – un beauty, appunto – con tanto di manico. Al suo interno vengono avvitate dalle tre alle nove cartucce usa-e-getta di GPL da 450 grammi ciascuna. La valigetta ha un erogatore che può essere collegato a una cucina, a un grill, a un saldatore ... a qualsiasi accessorio funzionante a GPL, insomma. Genio Beauty Gas è un sistema d’alimentazione leggero e sicuro, che evita i soliti problemi di trasporto, manutenzione e cauzione, e non fa mai rimanere a secco”. L’a c c o glienza che il m e r c a t o Luca Tosto - amministratore delegato riserva a questa nuova idea firmata Walter Tosto è calorosa. Intanto le commesse si susseguono più numerose e importanti che mai, e la WTS è a Medina, la “città santa”, su richiesta della National Gas & Industrialization Company di Riyad, per fornire un impianto pilota di GPL da 4,5 milioni di euro; è a Pesaro, ai Cantieri Navali, per equipaggiare sei navi gasiera di suoi prodotti per un ammontare di 16 milioni; è alla diga di Ben Hourun, a 900 chilometri da Algeri, per approntare una stazione “anticolpo d’ariete” (una sorta di enorme ammortizzatore) da 5 milioni; è a Kirishi, in Russia, dove per 8,5 milioni rivede tutta la parte tecnologica della locale raffineria. È suc-


cesso mondiale. Oggi la Walter Tosto è un’azienda che, con le sue tre divisioni – settore Industriale (grandi serbatoi e impianti per combustibili), settore Energy (Amico GPL e Genio Beauty Gas) e settore Food&Pharma (serbatoi per prodotti alimentari e chimici) –, fattura oltre 37 milioni di euro. Nei suoi sette stabilimenti (tra cui uno al porto di Ortona, che assicura un accesso diretto al mare per la spedizione dei più imponenti manufatti) operano 281 dipendenti. Il 63% della sua produzione è destinato all’estero: l’ultima prestigiosa commessa internazionale in ordine di tempo è arrivata dalla multinazionale saudita Sabic, che ha richiesto manufatti per 12 milioni di dollari da destinare al più grande impianto mondiale di produzione d’etilene e altre materie plastiche, in costruzione nella città di Jubail. La professionalità, l’organizzazione e le attrezzature dell’azienda permettono di realizzare apparecchiature che rispondono a quindici certificazioni internazionali e in regime di qualità ISO 9001 - 14001. Oggi la Walter Tosto è un’azienda che a buon diritto può vantarsi di essere ai vertici mondiali del settore caldareria e può guardare al futuro con grande ottimismo: le previsioni di fatturato 2006 sono di 50 milioni di euro, per una crescita del giro d’affari del 40%.

Eppure mai, neppure per un istante, questa società si è scordata del contesto in cui è nata, cresciuta ed opera. “Concepiamo la nostra presenza in questa regione quale elemento di evoluzione dell’intero territorio – assicura Luca Tosto – una visione che è stella polare di ogni nostra azione, di ogni strategia. Alcuni esempi? Abbiamo scelto di continuare a produrre in loco e di mantenere tutto il know-how in Italia, salvaguardando così il nostro personale. Da anni organizziamo al nostro interno corsi di alta formazione per saldatori di nuova generazione, assumendo i migliori. Ci battiamo perché vengano realizzate nuove infrastrutture e migliorate quelle già esistenti, a beneficio nostro ma anche di tutta l’economia abruzzese. Abbiamo acquistato una gru da 1000 tonnellate, del valore di oltre 2 milioni di euro, per il porto di Ortona, che poi abbiamo messo a disposizione di tutti gli operatori, realizzando un incremento della movimentazione merci superiore al 50%. Insomma, vogliamo che la nostra crescita sia la crescita di tutti”. Torna a sorridere Luca Tosto. “Del resto, è giusto così. Abbiamo ancora un debito di riconoscenza verso quel fabbro abruzzese che un giorno aprì bottega a Chieti e verso questa terra che tanto ha dato alla società e a tutti i suoi collaboratori”.

Logistica integrata ®

• Noleggio posti pallets • Movimentazione pallets • Packaging conto terzi • Coordinamento trasporti

tel. 085 9508177

17

ottobre 2006


banche

BANCA CARIP

L’utile netto semestrale supera i finanziamenti alle imprese. A ottobr di Adriana Settuario

O

ltre sei milioni di utile (in crescita del 64% rispetto al dato del corrispondente periodo del 2005), un miliardo e cento milioni di impieghi economici con un incremento del 10,9 per cento in particolare da finanziamenti a industria, commercio e artigianato, ma anche per mutui e prestiti personali. Il patrimonio netto della banca, incluso utile, registra una crescita del 7,42 per cento mentre si contrae il valore sofferenze impieghi attestandosi sullo 0,27 per cento. La banca di Pescara ha archiviato un semestre più che positivo: «I dati – sottolinea il direttore generale, Da-

rio Mancini – confermano la solidità patrimoniale e reddituale, lanciando la Banca verso traguardi sempre più ambiziosi». Da ottobre infatti Caripe avrà propaggini sempre più proiettate sulla piazza pescarese e sulla dorsale adriatica, sotto la direzione europea della Popolare italiana. Entro ottobre fioriranno quattro nuove filiali marchigiane di banca Caripe: a Ancona, Jesi, Osimo e Macerata. E ancora filiali a Termoli e nelle alte Puglie. Dunque banca più vicina all’industria e all’economia, ma anche alle famiglie che necessitano di mutui casa. «L’obiettivo – per Mancini – è arrivare a 55 milioni di investimenti entro il 2006».

Presidente

Tonino Di Berardino

Direttore Generale

Dario Mancini

Vice Direttore Generale

Franco Coccioli

Dipendenti

oltre 400*

Filiali

56*

Copertura territoriale

Abruzzo, Marche

*compreso le 4 nuove filiali marchigiane attive dal 1° ottobre 2006

Crediti verso la clientela

€ 1.100.000.000

Massa amministrata da clientela

€ 1.663.513.000

Margine d’interesse Margine di intermediazione lordo della gestione finanziaria Risultato della gestione operativa Utile (perdita) della operatività al lordo delle imposte Utile (perdita) d’esercizio

€ 21.207.000 € 33.944.000 € 13.212.000 € 11.351.000 € 6.642.000

Indici di redditività Cost / income ratio

61,08 %

Utile d’esercizio / patrimonio netto (ROE)

12,15 %

Indici di rischiosità Sofferenze nette / impieghi Dati riferiti al bilancio del 1° semestre 2006

o t to b re 2 0 0 6

18

0,27 %


PE IN ASCESA

6,6 milioni, in aumento mutui e re filiali nelle Marche, Puglie e Molise

Crea con noi il commercio

la storia Nel 1871 l’ingegner Francesco Valentini, dalla conversione del “Monte Frumentario”, fonda a Loreto la Cassa di Risparmio e del Credito agrario di Loreto Aprutino”. Dopo l’Unità d’Italia, il centro abruzzese si distingue per la borghesia agraria che affonda le radici del successo in una fiorente viticoltura e olivicoltura. Negli anni ’30 nasce la quarta provincia abruzzese e il baricentro della banca si sposta su Pescara. Risale al ’27 l’apertura della prima filiale pescarese. Negli anni Cinquanta viene realizzato il palazzotto di corso Vittorio Emanuele a Pescara che diventa la sede centrale della Cassa. Nel ’92 si costituisce Caripe-Cassa di Risparmio di Pescara e Loreto Aprutino Spa. Il 16 febbraio 2001 l’istituto creditizio cambia la sua denominazione sociale in “Banca Caripe Spa”. Sempre nello stesso anno Banca Caripe entra nel Gruppo Popolare di Lodi (oggi Popolare italiana).

consorziati: A.G.E.P.A. ARREDOLUCE C.A.B. C.B. DISTRIBUTION CIAVATTELLA MAGLIERIA CRUCIANI D’ANGELO DI CARLO DVF ITALIA FERNANDO COCCO GELSUMINI GOLMAR RODIT HERMES IACONF IANNONE LEONE LERRI VETRINE & PROJECT MAGIC MODA M.M. MAIAROLI MODA DANIVA NUOVA BULLONERIA PELDO PHARMAPIÚ SERVALLI T&D Città S. Angelo (Pe) - Strada Lungofino (Uscita A-14 PE NORD)

tel. 085.9508177 - 085.95165 - fax 085.9508157

www.centroingrossoibisco.com Dario Mancini Direttore Generale Banca Caripe

19

ottobre 2006


pa rt e

fisco

MANOVRA CORRETTIVA DEI CO È stato definitivamente convertito in legge dal Parlamento il DL contenente la c.d. “Manovra correttiva dei conti pubblici”. Artt. da 35 a 39, DL 223 del 04/07/2006

C

ESSIONI IMMOBILIARI E ACCERTAMENTO IVA-REDDITI Art. 35, commi 2 e 3 L’Ufficio potrà accertare, in caso di cessioni di immobili e relative pertinenze, un maggior corrispettivo anche sulla base del valore normale dei predetti beni. VEICOLI “ADATTATI” AD AUTOCARRO Art. 35, comma 11 Con un apposito decreto saranno individuati i veicoli che, indipendentemente dalla categoria di omologazione, a seguito dell’adattamento possono comunque trasportare persone. A questi saranno estese le limitazioni previste ai fini IVA e imposte dirette. CONTABILITÀ LAVORATORI AUTONOMI Art. 35, commi 12 e 12-bis Per effetto dell’integrazione dell’art. 19, DPR n. 600/73 è obbligatorio per i lavoratori autonomi: tenere uno o più conti correnti bancari/postali su cui far confluire gli incassi/prelevamenti professionali; incassare i compensi esclusivamente mediante assegno non trasferibile, bonifico, o altre modalità di pagamento o t to b re 2 0 0 6

20

bancario/postale, nonché mediante sistemi elettronici di pagamento (carte di credito, POS, ecc.) ad esclusione degli importi unitari inferiori a € 100. In sede di conversione in Legge del Decreto è stata tuttavia introdotta una disposizione transitoria in base alla quale il predetto limite di € 100 si applica soltanto a partire dall’1.7.2008. Per il periodo compreso tra l’entrata in vigore della Legge di conversione ed il 30.6.2007 il limite è pari a € 1.000; dall’1.7.2007 al 30.6.2008 il limite è pari a € 500. In virtù di tale disciplina transitoria, fino al 30.6.2007 sarà quindi possibile la riscossione in contanti dei compensi fino a € 1.000. CESSIONI IMMOBILIARI (FINANZIARIA 2006) Art. 35, commi da 21 a 23-ter Al fine di rafforzare l’azione di contrasto dei fenomeni di evasione fiscale nel settore immobiliare, sono state modificate alcune disposizioni contenute nella Legge n. 266/2005, ampliando tra l’altro le indicazioni da fornire negli atti di cessione. Per gli atti di cessione immobiliare per i quali l’acquirente richiede l’applicazione delle imposte di


ONTI PUBBLICI registro e ipocatastali sul valore catastale dell’immobile: è comunque richiesta l’indicazione in atto del corrispettivo pattuito; l’onorario spettante al notaio è ridotto del 30% (anziché 20%); qualora venga occultato, anche in parte, il corrispettivo pattuito, le imposte di registro e ipocatastali saranno dovute sull’intero importo concordato, con applicazione della sanzione dal 50 al 100% delle maggiori imposte calcolate. Negli atti di cessione immobiliare, anche se soggetti ad IVA, i contraenti devono rendere un’apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà al fine di specificare: le modalità di pagamento del corrispettivo; se si sono avvalsi di un mediatore immobiliare e in caso affermativo va dichiarato: l’ammontare della spesa sostenuta per la mediazione; le relative modalità di pagamento; il numero di partita IVA o il codice fiscale dell’agente immobiliare. In caso di omessa, parziale o mendace indicazione dei dati richiesti, è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa da € 500 a € 1.000. Le predette novità sono applicabili agli atti pubblici formati e alle scritture private autenticate dal 6.7.2006. A decorrere dal 1.1.2007 i contribuenti che, per l’acquisto dell’abitazione principale, si sono avvalsi di un intermediario potranno detrarre il 19% delle spese sostenute per l’attività di intermediazione immobiliare nel limite massimo annuale di € 1.000. In merito ai trasferimenti di immobili soggetti ad IVA e finanziati con mutui fondiari o finanziamenti bancari, dispone che il valore normale non può essere inferiore all’ammontare del mutuo o finanziamento erogato. PROGRAMMAZIONE FISCALE Art. 37, comma 51 Come previsto nella versione originaria del Decreto, è abrogato, mediante la soppressione dei commi da 499 a 518 della Finanziaria 2006, l’istituto della programmazione fiscale.

SORGENTE SANTA CROCE S.p.A.

[anno di fondazione 1969] 67050 Canistro Terme (Aq) Loc. Cotardo tel. 0863.97941 - fax 0863.979481 www.acquasantacroce.it - e-mail: info@acquasantacroce.it

ATRADIUS

[anno di fondazione 1931] 65100 Pescara viale Pindaro c/o Piazza Accademia tel. 085.690751 - fax 085.691299 www.atradius.it - e-mail: pescara@atradius.com

EPICA S.r.l.

[anno di fondazione 1981] 65129 Pescara Via Fosso Cavone, 26 tel. 085.4311260 - fax 085.4311569 www.epicasrl.it - info.epica@cambielligroup.it

GELSUMINI S.r.l.

[anno di fondazione 1890] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Strada Lungofino - c.c. Ibisco comp. C/8 tel. 085.950525 - fax 085.9506775 www.gelsumini.it - e-mail: info@gelsumini.it

Cartoleria

Grele

CARTOLERIA GRELE di Laura Di Crescenzo [anno di fondazione 1994] 66016 Guardiagrele (Ch) Via Grele, 7A tel. e fax 0871.809334 e-mail: cartolibreriagrele@virgilio.it

CONFINDUSTRIA ABRUZZO

67100 L’Aquila Nucleo Ind. loc. Campo di Pile tel. 0862.317207 - fax 0862.311929 www.confindustria.abruzzo.it - e-mail: confinab@tin.it

OCCHIALERIA DI CAMILLO [anno di fondazione 1992] 65016 Montesilvano (Pe) Via D’Annunzio, 8 Tel. 085.4453171 e-mail: occhialeria.dicamillo@alice.it

21

ottobre 2006


statistiche

o t to b re 2 0 0 6

Via Amendola, 300 - Frazione di Sambuceto - Tel. 085 432511 - SAN GIOVANNI TEATINO (CH) Via Olmo di Riccio, 38/A - Tel. 0872 710214 - LANCIANO (CH)

Concessionaria BMW e MINI

Autoabruzzo

NORD E SUD DI PER LIBERTÁ

Bolzano e Parma aprono la cl chiudono. Le province abruzzes Centro Studi Sintesi

B

olzano, Parma, Reggio Emilia e Trento le province d’Italia con i livelli di “libertà economica” più elevati. Questo il risultato della classifica elaborata dal Centro Studi Sintesi di Venezia per valutare i livelli di sviluppo e di benessere nelle varie aree del Paese, tenendo conto non solo della ricchezza prodotta (PIL) ma anche di elementi sociali, culturali e strutturali, condizioni necessarie e fondamentali affinché un territorio cresca e si sviluppi in modo sostenibile. In Italia la libertà economica è più forte al Nord e al Centro, mentre nel Sud vi sono ancora elementi di forte criticità socio-economica. Le province “più libere” sono Bolzano (100), Parma (98,3), Reggio Emilia (96,8) e Trento (96,7), alle quali si aggiungono Siena (95,4) e Ancona (88,4), uniche aree del Centro. Tra le aree “molto frenate” si annoverano solo province del Sud, di cui la totalità della Puglia, Palermo (6,4), Crotone (2,3) mentre a chiudere la classifica c’è Napoli (0,4) e Siracusa (0). Una metodologia molto particolare, quella adottata in questa analisi dal Centro Studi Sintesi, ricalcante quella effettuata dalla prestigiosa fondazione statunitense Heritage che annualmente calcola la libertà economica di quasi tutti i Paesi del mondo. L’indice di libertà economica è il risultato di una commistione di 38 indicatori di

varia natura che vengono raggruppati in sei macrotematiche: economia, lavoro, contesto sociale, finanza, fisco e trasferimenti. Quanto più una provincia fornisce dei segnali di dinamicità, tanto più in essa l’iniziativa privata si concretizza, assegnando quindi l’attributo di area economicamente “libera”. Per quanto riguarda le singole macrotematiche, il Nord si distingue per gli elevati livelli di performance economiche raggiunti. Sebbene il meridione abbia registrato negli ultimi anni degli ottimi risultati sia in termini di creazio ne di valore aggiunto che di creazione di nuove imprese, il nord della peni sola si distingue ancora notevolmente 





                    

                    

                    

22




IVERSI ANCHE ECONOMICA

lassifica, Napoli e Siracusa la si occupano le posizioni centrali

per quanto riguarda il reddito dispomeridione primeggia solo per la connibile pro-capite, la dotazione infrasistenza dei trasferimenti che le imstrutturale e la capacità di interazione prese ricevono dall’autorità centrale e commerciale con l’estero. per i finanziamenti agevolati sul totale Anche l’analisi della macrotematica di quelli erogati.  del lavoro evidenzia una grossa frattuInfine solo nelle macro-tematiche del ra fra le due aree del Paese. Sebbene il contesto sociale e del fisco il sud evi sud, anche in questo caso, sia riuscito denzia i punteggi più elevati. Le prina creare occupazione, al vertice della cipali cause, nel primo caso, sono il  classifica per tasso di disoccupazione bassissimo tasso di dipendenza degli   e di attività (femminile e giovanile) si anziani e la forte presenza di giovani trovano quasi esclusivamente le procon età inferiore ai quattordici anni. vince del nord. Nell’ambito della fiPressione fiscale locale ed aliquote ICI  nanza e dei trasferimenti, i più basse invece le maggiori mo demaggiori livelli tivazioni degli alti punteggi gli indicatori nell’area fiscale. della proLibertà economica pensione agli libera (23) investipreval. libera (32) Libertà economica menti, preval. non libera (17) dei taslibera (23) (16) frenata preval. libera si di premolto frenata (32) (15) preval. non libera (17) stito per frenata (16) finanziare molto frenata (15) le attività produttive, della disponibilità di servizi bancari, del grado di autonomia locale e della spesa comunale destinata alle attività produttive, sono concentrati nel nord della penisola. Il

23

ottobre 2006


i Partner di

MAZZOCCHETTI LUCIANO [anno di fondazione 1983]

OLISISTEMI S.a.s.

MECH ENGINEERING S.r.l.

ORMI COMPUTERS S.r.l.

66100 Pescara Strada Vic. Acquatorbida, 17 tel. 085.4462666 - fax 085.4464075 www.lucianomazzocchettitrasporti.191.it e-mail: info@lucianomazzocchettitrasporti.191.it

65012 Villanova di Cepagatti (Pe) Via Nazionale, 66/A tel. e fax 085.9774182 e-mail: mechsrl@libero.it

[anno di fondazione 2001]

[anno di fondazione 2004] 64026 Roseto degli Abruzzi (Te) Via Scozia (angolo Via Norvegia) tel. 085.8932102 / 8999248 - fax 085.8997214 www.mec-system.net - e-mail: mecsystem@mec-system.net

OTTICA L’IRIDE di Cipressi Antonella

MOBILFINO S.r.l.

[anno di fondazione 1973] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Nuc. Ind.le Piano di Sacco, 13 tel. 085.9690145 - fax 085.9690022 www.mobilfino.com - e-mail: infocasa@mobilfino.com

MASSIMO PAOLINI

MPIM di MARIO PAPARELLA

PAPER PLAST S.n.c. [anno di fondazione 1979] 65016 Montesilvano Via Egitto, 14 tel. 085.4683939 - fax 085.4684041 www.paper-plast.it - e-mail: info@paper-plast.it

NEW AID SOC. COOP. ARL ONLUS

PHARMAPIÚ S.r.l. [anno di fondazione 1993] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) c/o Centro Ibisco - Comparti B 14/15 tel. 085.9508120 - fax 085.9508930 www.pharmapiu.com - e-mail: info@pharmapiu.com

BIOCOPERTURE S.r.l. [anno di fondazione 2005]

PIAZZA DELL’AUTO S.r.l.

[anno di fondazione 1988] 65013 Città Sant’Angelo Vico Ghiotti, 04 tel. e fax 085.969268 e-mail: newaid@libero.it

24

[anno di fondazione 1980] 66020 Sambuceto di San Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno, 83/85 tel. 085.4461002 (4 linee r.a.) - fax 085.4461003 www.ormi.it - e-mail: sales@ormi.it

MEC SYSTEM S.r.l.

[anno di fondazione 1986] 66020 Sambuceto (Ch) Via Chiacchiaretta, 37 tel. 085.4461210 - fax 085.4460236 www.mpim.it - e-mail: mario@mpim.it

o t to b re 2 0 0 6

[anno di fondazione 1980] 65100 Pescara Via Caduta del Forte, 61 tel. 085.4223847 - fax 085.4226777 www.olisistemi.it - e-mail: info@olisistemi.it

65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica tel. e fax 085.96629 e-mail: biocoperture@virgilio.it

[anno di fondazione 1983] 66013 Chieti Scalo Via Colonnetta, 23 tel. e fax 0871.562628 e-mail: otticaliride@interfree.it

[anno di fondazione 2005] 66100 Chieti Piazza Garibaldi, 3 tel. 0871.323095 - fax 0871.347316 e-mail: ag6220@saraagenzie.it

[anno di fondazione 2005] 65129 Pescara Via Tiburtina, 397 tel. e fax 085.4315313 www.piazzadellauto.com e-mail: info@piazzadellauto.com


novità legislative

MANOVRA PRODI

NOVITÁ PER IL SETTORE EDILE Nuovi provvedimenti volti a contrastare il lavoro irregolare nei cantieri edili. Per le imprese edili obbligatoria la comunicazione di assunzione. Inasprite le sanzioni contro il lavoro nero. Dal 1 ottobre i dipendenti dovranno essere muniti di tesserino di riconoscimento a cura di Cna Costruzioni Abruzzo

I

l decreto legge n. 223/2006, meglio noto come “Manovra Prodi” o “decreto Bersani” è stato convertito in legge (Legge 4 agosto 2006 n. 248 pubblicata sulla

Gazzetta Ufficiale n. 186 del 11-8-2006- Supplemento ordinario n.183): in sede di conversione sono state introdotte importanti modifiche ad articoli già presenti nell’articolato del decreto legge e sono state inserite disposizioni che coinvolgono principalmente le imprese operanti nel settore edile. COMUNICAZIONE DI ASSUNZIONE PREVENTIVA La prima importantissima novità per le imprese edili riguarda la comunicazione di assunzione di un nuovo dipendente che dovrà essere effettuata il giorno prima l’instaurazione del rapporto di lavoro. Questa disposizione, evidentemente finalizzata a scoraggiare il ricorso al lavoro nero, obbliga i datori di lavoro a comunicare al centro per l’impiego l’assunzione dei nuovi dipendenti ancora prima che questi vengano ammessi al lavoro. INASPRIMENTO DELLE SANZIONI IN CASO DI LAVORO NERO Vengono inasprite le sanzioni per l’utilizzo di lavoratori in nero; il decreto infatti modifica il comma 3 del D.L. 22 febbraio 2002, n. 12, che nella nuova formulazione prevede: sanzione amministrativa da euro 1.500 a 12.000 per ciascun lavoratore, maggiorata di euro 150 per ciascuna giornata di lavoro effettivo;

sanzioni civili connesse all’omesso versamento dei contributi e premi riferiti a ciascun lavoratore per un importo non inferiore a euro 3.000, indipendentemente dalla durata della prestazione lavorativa accertata. Ad irrogare le nuove sanzioni provvede ora la direzione provinciale del lavoro. Nei confronti di tale sanzio-

ne non è ammessa la procedura di diffida. E’ importante sottolineare che, per quanto inserita nell’ambito di disposizioni riferite principalmente al settore edile, in realtà la norma relativa alle nuove sanzioni riguarda tutti i settori, non solo il mondo edile. SGRAVIO DELL’11,50% Sono state rese più restrittive le regole per poter beneficiare dello sgravio contributivo dell’11,50%., in particolare viene richiesto il possesso dei requisiti necessari per il rilascio del DURC e dunque la regolarità contributiva dovrà riguardare tutti gli istituti previdenziali e riferirsi all’ultimo mese per il quale è scaduto l’obbligo di versamento. E’stato poi aggiunto un ulteriore requisito relativo al rispetto della normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: viene detto in-

Liberi di rischiare. Rischio e sicurezza. A prima vista, queste due cose non possono convivere: o ti assumi i rischi, oppure scegli la sicurezza. Come imprenditore devi assumerti dei rischi; è necessario per far crescere la tua azienda. Ma per poterti concentrare sui tuoi affari, devi poter controllare il rischio. Con Atradius puoi, facendo coesistere rischio e sicurezza, perfettamente. Con oltre 75 anni di esperienza nella gestione del credito a livello mondiale, Atradius è una delle maggiori compagnie di assicurazione del credito al mondo. Atradius sostiene le imprese come la tua con un’ampia gamma di servizi: dall’assicurazione del credito alle fideiussioni, sino al recupero dei crediti, aiutandoti a bilanciare rischio e sicurezza. Da oggi, puoi sentirti libero di rischiare e di contattarci all’800.343400.

www.atradius.it

25

ottobre 2006


novità legislative

Cambielli Group Edilizia

Piastrelle Idrotermosanitari Condizionamento Arredamento Sede: 65129 PESCARA - Via Fosso Cavone, 26 Tel. 085.4311260 - Fax 085.4311569 E-mail: info.epica@cambielligroup.it www.epicasrl.it

QUALITÁ - SERVIZIO ACCOGLIENZA - TRASPARENZA FILIALI CHIETI Viale Abruzzo, 320 - Tel. 0871 560520 Fax 0871 573386

L’AQUILA Via P.A. Scrivà, 4 - Tel. 0862 313644 Fax 0862 317374

CAMPOBASSO Via S. Giovanni in Golfo, 1 - Tel. 0874 67742 Fax 0874 65206

VILLAROSA DI MARTINSICURO (TE) S.S. 16 Adriatica km. 395 - Tel. 0861 758017 Fax 0861 757030

fatti che tali agevolazioni non si applicano “nei confronti dei datori di lavoro che abbiano riportato condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro per la durata di cinque anni dalla pronuncia della sentenza”. SOSPENSIONE DEI LAVORI NEI CANTIERI DOVE SI RISCONTRI UN’ELEVATA PERCENTUALE DI LAVORATORI IRREGOLARI Il personale ispettivo del Ministero del lavoro e della previdenza sociale, anche su segnalazione di INPS e INAIL, potrà disporre la sospensione dei lavori nell’ambito dei cantieri edili qualora riscontri l’impiego di personale non risultante dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria, in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati nel cantiere ovvero in caso di reiterate violazioni della disciplina in materia di superamento dei tempi di lavoro, di riposo giornaliero e settimanale. La sospensione dei lavori potrà essere revocata solo se: l’impresa provvede alla regolarizzazio-

ne dei lavoratori “in nero” viene accertato il ripristino delle regolari condizioni di lavoro nelle ipotesi di reiterate violazioni alla disciplina in materia di superamento dei tempi di lavoro, di riposo giornaliero e settimanale. È comunque fatta salva l’applicazione delle sanzioni penali e amministrative vigenti TESSERINO DI RICONOSCIMENTO OBBLIGATORIO A partire dal 1 ottobre 2006 tutto il personale che interviene in un cantiere edile dovrà esporre un tesserino di riconoscimento munito di fotografia, generalità del lavoratore e indicazione dell’impresa. I datori di lavoro hanno l’obbligo di fornire i tesserini ai propri dipendenti mentre i lavoratori autonomi dovranno provvedere autonomamente. Se nel cantiere sono presenti, contemporaneamente, più datori di lavoro o lavoratori autonomi, dell’obbligo risponde in solido il committente dell’opera. I datori di lavoro con meno di dieci dipendenti hanno la facoltà, invece di munire i lavoratori di tesserino, di annotare quotidianamente i lavoratori presenti nel cantiere su apposito

AVEZZANO (AQ) Via Roma, 309 - Tel. 0863 36222 Fax 0863 36222

TERMOLI (CB) Via Corsica, 145/147 - Tel. 0875 726075 Fax 0875 725945

SULMONA (AQ) Via Staz. Introdacqua, 15 - Tel. 0864 212829 Fax 0864 206497

ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE) Via Romania, 2/4 - Tel. 085 8999125 Fax 085 8930227

ISERNIA Via S. Ippolito - Tel. 0865 414029 Fax 0865 414018

CITTÁ SANT’ANGELO (PE)

RISTRUTTURAZIONE DI FA

Viale Matrino, 200 - Tel. 085 95161 Fax 085 95291

ROMA Via di Casal Bianco, 200/A - Tel. 06 41294993 Fax 06 41294357

Torna il regime Iva al 10 per cento mentre la de

SAN SALVO (CH) C.da Piano S. Angelo, 1 - Tel. 0873 346221 Fax 0873 344406

ORTONA (CH) C.da Cucullo, 5 - Tel. 085 9032551 Fax 085 9032414

SANTA MARIA IMBARO (CH) Strada Prov. della Rocca - Tel. 0872 578880 Fax 0872 579832

LA DISTRIBUZIONE IDROTERMOSANITARIA QUALIFICATA

o t to b re 2 0 0 6

26

IVA AL 10% SULLE RISTRUTTURAZIONI Torna l’agevolazione Iva al 10% sulle ristrutturazioni edilizie mentre viene ridotta la detrazione Irpef dal 41 al 36%. Tale disposizione ha tuttavia validità dal ottobre a dicembre 2006. Dopo tale data sarà la nuova legge finanziaria a stabilire se l’agevolazione Iva al

10% potrà tornare ad essere operativa per tutta la durata del prossimo anno. L’applicazione delle agevolazioni è tuttavia subordinata alla condizione che, per le spese sostenute a decorrere dalla entrata in vigore del decreto (4 luglio 2006), nella fattura emessa dal soggetto che esegue l’intervento, venga esposto separatamente il costo


registro, da tenere sul luogo di lavoro, vidimato dalla direzione provinciale del lavoro territorialmente competente. Ai fini del computo dei 10 dipendenti si tiene conto di tutti i lavoratori impiegati a prescindere dalla tipologia dei rapporti di lavoro instaurati, ivi compresi quelli autonomi. Anche in quest’ambito sono previste sanzioni piuttosto salate per gli inadempienti: per i datori di lavoro (da 100 a 500 euro per dipendente) ma anche per i lavoratori che, pur muniti del tesserino, non lo espongono (da 50 a 300 euro). Occorre evidenziare che l’adempimento riguarda tutti i lavoratori (ivi compresi gli autonomi) che intervengono nel cantiere, dunque non solo i dipendenti delle imprese edili, ma anche figure come idraulici e elettricisti. RESPONSABILITA’ SOLIDALE TRA APPALTATORE E SUBAPPALTATORE I commi dal 28 al 34 dell’articolo 35 sono relativi alla responsabilità solidale a carico dell’appaltatore per le ritenute ed i contributi dovuti dal subappaltatore per i propri dipendenti: in pratica, succederà che l’appaltatore potrà essere chiamato a versare, entro certi limiti, i contributi e le ritenute che non ha versato il subappaltatore.

La responsabilità solidale viene meno se l’appaltatore, prima di procedere al pagamento, acquisisce dal subappaltatore idonea documentazione atta a provare che quest’ultimo ha ottemperato ai propri obblighi. Analoga (ma non identica) disciplina regola i rapporti tra appaltatore e committente: quest’ultimo infatti, prima di procedere al pagamento del corrispettivo pattuito, ha l’obbligo di verificare il puntuale assolvimento degli adempimenti fiscali e contributivi dell’appaltatore e degli eventuali subappaltatori. Il committente che ometta queste verifiche può incappare in pesanti sanzioni amministrative (da 5.000 a 200.000 euro). Queste disposizioni tuttavia non sono immediatamente applicabili: la loro operatività infatti è subordinata all’emanazione di un decreto ministeriale che definisca la documentazione mediante la quale è possibile dimostrare l’assolvimento degli obblighi fiscali e contributivi.

ABBRICATI: LUCI E OMBRE

etrazione Irpef scende dal 41 al 36 per cento. della manodopera (art. 35 comma 19). La mancanza di indicazioni in fattura su quest’ultima determina la perdita dell’agevolazione. Il limite di spesa viene fissato in 48.000 euro per ogni singola abitazione e non più in riferimento alla persone fisica, cioè per ciascuno dei comproprietari. Le prestazioni agevolate su fabbrica-

ti a prevalente destinazione abitativa privata sono: a) “interventi di manutenzione ordinaria”, gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti

27

ottobre 2006


novità legislative

tecnologici esistenti; b) “interventi di manutenzione straordinaria”, le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso; c) “interventi di restauro e di risanamento conservativo”, gli interventi edilizi rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio; d) “interventi di ristrutturazione edilizia”, gli interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi

o t to b re 2 0 0 6

28

costitutivi dell’edificio, l’eliminazione, la modifica e l’inserimento di nuovi elementi ed impianti. Nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia sono ricompresi anche quelli consistenti nella demolizione e successiva fedele ricostruzione di un fabbricato identico, quanto a sagoma, volumi, area di sedime e caratteristiche dei materiali, a quello preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica. (Art. 3 DPR 6 giugno 2001 n. 380 “Testo unico dell’edilizia”) ”Lo scopo di questo provvedimento – dicono dalla Cna – era quello di far emergere tutti gli interventi edili di piccolo importo, spesso condotti all’interno degli edifici senza neppure essere fatturati. La possibilità di detrarre fino al 41% del costo della ristrutturazione dall’importo delle proprie tasse fa entrare in conflitto gli interessi (prima convergenti) dell’impresa e del committente, ma si sono prodotti risultati apprezzabili solo in presenza di tassazione IVA ridotta. Pertanto riteniamo molto positiva la reintroduzione dell’Iva al 10% fino al prossimo dicembre, ma sarebbe opportuno far diventare questo provvedimento strutturale e non una valutazione a discrezione di questo o del futuro esecutivo. Il cittadino deve sapere che questa opportunità esiste sempre e con le stesse regole, la confusione non fa mai da incentivo ai comportamenti virtuosi”.

foto: archivio _ visualadv.it


aziende

LEONARDO VALENTI IL NUOVO VOLTO DELLA DELVERDE Pescarese, dottore commercialista, sposato con figli ex direttore generale della Valagro, azienda abruzzese di profilo internazionale e con un lungo curriculum alle spalle, Valenti è l’amministratore delegato della Delverde Industrie Alimentari. di Maria Rita Roio

C

i parli di questa nuova avventura che La vede capitanare il nuovo managment nel turn around per il rilancio di un marchio storico come Delverde. «Un turn around è fatto di 3 fasi; risanamento, rilancio e sviluppo. Il primo punto si declina recuperando le quote di mercato perse rispetto ai due anni che hanno visto l’azienda arrivare alla gestione dell’esercizio provvisorio. Il rilancio è invece un’operazione complessa specie sul mercato italiano; noi vogliamo riconquistare gli spazi ripartendo dai clienti che non hanno abbandonato l’azienda durante la crisi, è il nostro primo obiettivo. Sulla grande distribuzione siamo stati sempre presenti sugli scaffali della Coop Esselunga, Conad e Tigre - Oasi, tuttavia rientrare sul mercato italiano, che è un mercato fermo, è la cosa più complessa anche perché le quote si recuperano sulla concorrenza». Qual è la situazione in Abruzzo? «In regione ci stiamo muovendo molto bene. Con la recente sponsorizzazione alla Pescara Calcio e al Trofeo Matteotti e altri eventi estivi, stiamo dando dimostrazione di vitalità, il mercato sta rispondendo bene. Di contro all’estero la crisi si è sentita meno che in Italia, in Usa ci siamo mossi bene anche con la partecipazione ad eventi fieristici internazionali come il Fancy Food Show di

New York (la fiera dell’agroalimentare più importante al mondo). Il Canada è invece il paese che ci ha dato più soddisfazione. Per la terza fase di cui parlavo prima (lo sviluppo ndr), stiamo lavorando per svilupparci in Giappone e in America Latina, ma abbiamo ancora tante altre sorprese». Una delle forze dei prodotti Delverde è sem-

pre stata la qualità, qual è il segreto per fare una grande pasta? «Niente segreti, sono le materie prime che fanno la differenza, e noi abbiamo una delle acque migliori al mondo, quella del fiume Verde appunto. Tuttavia se proprio devo individuare un punto di forza, direi che è nel rapporto che corre fra tradizione e innovazione nella nostra azienda. Abbiamo un know how per una pasta di qualità con semole e acqua di prim’ordine,stiamo inoltre lavorando a nuovi prodotti con nuove miscele, e il mercato sta rispondendo bene». Siamo a un anno dalla sua nomina come amministratore delegato d i Delverd e , qualc h e considerazione in merito? «Al termine del primo anno di attività incontreremo gli stak older per spiegare cosa abbiamo fatto e cosa ci prefiggiamo di fare. Il rapporto con gli azionisti è eccellente, l’approccio e la mentalità nella Delverde è molto moderna. Da noi si valutano i risultati e i numeri sono dalla nostra parte».

29

ottobre 2006


cultura / ambiente / turismo

E LE STELLE STANNO

Passione e genialità fanno dell’osservatorio astronomico “ in provincia di Teramo, un centro all’avanguardia in Euro di Adriana Settuario

V

ent’anni di appassionata e competente attività scientifica e divulgativa, portata avanti da una associazione culturale senza scopo di lucro formata da esperti di varie e diverse discipline, hanno condotto l’osservatorio astronomico Colle Leone ad assumere un ruolo di rilievo nella realtà culturale e didattica del territorio abruzzese e nazionale. Scomparso prematuramente il fondatore dell’istituzione, Fausto Marini, è oggi ancora un membro della famiglia ad avere la responsabilità generale degli impianti, il figlio Alessio. Sotto il suo coordinamento e grazie a una grande passione sta per essere completato e aperto al pubblico uno degli impianti multidisciplinari più moderni d’Europa, un miracolo tecnologico per un piccolo paese, Mosciano Sant’Angelo, di poche migliaia di abitanti e lontano dai grandi centri culturali del nostro Paese.

Com’è nata la voglia di scrutare il cielo? «L’osservatorio astronomico – risponde Alessio Marini – è una istituzione scientifica a carattere privato, che promuove l’avanzamento della conoscenza astronomica e la sua diffusione attraverso una continua opera di ricerca e divulgazione. La nascita dell’osservatorio risale ai primi anni ottanta, per iniziativa di mio padre Fausto e di un gruppo di giovani appassionati. Dietro la sua eclettica guida furono abilmente sfruttate le competenze di ciascuno e ne derivò uno tra i più grandi osservatori astronomici privati d’Italia».

Quali gli scopi? «Oltre ad attirare un numero sempre crescente di appassionati e perfino di professionisti ben noti nella comunità scientifica, l’osservatorio si dedicò fin dall’inizio ad una massiccia opera di sensibilizzazione pubblica alle bellezze del cielo tanto da risultare il primo in Italia a mettere settimanalmente a disposizione della collettività un telescopio professionale di alto livello. Grandi eventi astronomici come il passaggio di comete, eclissi solari e lunari e piogge di meteore hanno trovato nell’osservatorio una struttura ricettiva e adeguata con personale specializzato a disposizione di tutti». La vostra attività divulgativa coinvolge anche le scuole? «La possibilità di effettuare osservazioni sia notturne che diur-

ne, con la visione del sole attraverso apparecchiature specializzate e sicure, ha attratto in modo sistematico le scuole di ogni ordine e grado sia del territorio abruzzese che esterno. La facilità di accesso e la varietà dell’offerta formativa sono un punto di riferimento sempre al passo coi tempi e con le esigenze della scuola». Com’è strutturato il centro? «L’osservatorio si compone di un edificio dotato di una logistica adeguata alla ricezione di un ampio pubblico, alle cui estremità si elevano le due torri di osservazione, ben riconoscibili dalle cupole di protezione. La cupola maggiore ospita un telescopio riflettore di tipo Cassegrain dotato di uno specchio di mezzo metro di diametro e una lunghezza focale di nove metri». Un telescopio molto costoso? «Lo stru-


A GUARDARE...

“Colle Leone” di Mosciano Sant’Angelo, opa per specialisti e astronomi in erba

mento fu concepito e realizzato interamente dal fondatore dell’osservatorio, mediante l’utilizzo sistematico di materiali di risulta e il riciclaggio di ogni possibile strumentazione e tecnologia abbandonata in vari tipi di depositi. Tale capacità ha permesso la realizzazione di una strumentazione di prim’ordine con una spesa assai ridotta rispetto ai prezzi correnti di mercato. Un secondo telescopio da trenta centimetri di diametro, anch’esso autocostruito, è in fase di completamento e sarà ospitato nella seconda cupola».

pianto Teatro Spaziale – Museo, in fase di ultimazione. Quest’ultimo edificio, autonomo e complementare all’osservatorio, ospiterà una sala planetario capace di contenere più di 60 visitatori, di moderna struttura ad anfiteatro per l’ottimizzazione della visione dello schermo a 360 gradi, e dotata di uno tra i primissimi esemplari al mondo del nuovissimo modello di proiettore stellare Zeiss ZKP4. Diversi sistemi di proiezione multimediale a visione globale ed il potente impianto audio surround completano la dotazione strumentale. Il piano inferiore dell’edificio ospiterà le sale del museo, che oltre ai reperti scientifici metteranno a disposizione del pubblico sistemi di proiezione multimediale e interattivi».

Quali sono le altre peculiarità della struttura? «Dalla seconda metà degli anni novanta – conclude Marini -, l’osservatorio ha iniziato a muoversi anche in altre direzioni. Si realizzò una collezione di minerali e fossili di elevata qualità, che ebbe il riconoscimento ufficiale, come Museo di scienze naturali, dalle autorità nazionali e territoriali competenti. Tale collezione, temporaneamente ospitata nei locali dell’osservatorio ove è visitabile, sarà tra breve sistemata nei nuovi locali dell’adiacente im-

31

ottobre 2006


il paese d’Abruzzo

Mosciano Sant’Angelo Un borgo ricco di storia e tradizioni

M

osciano Sant’Angelo, Comune del teramano con oltre 8mila abitanti, sorge sulla dorsale collinare tra le valli del Salinello e Tordino, a pochi chilometri dalla costa adriatica. La storia iniziale, come raccontato da Duilio Shu in alcuni scritti, è legata alla presenza dei monaci benedettini, fondatori del monastero e della chiesa di Sant’Angelo. Intorno a quest’ultima sorse un borgo in seguito racchiuso da una cinta merlata con otto torri. Prima di entrare nell’orbita politica degli Acquaviva, duchi di Atri, sul finire del sec. XIV, il convento e la chiesa furono retti da un preposto che aveva sia la cura delle anime che la civile giurisdizione sugli abitanti. Una lapide del 1397, murata nella torre della chiesa madre, ricorda il dominio degli Acquaviva con Andrea Matteo I e il nome del preposto fra’ Matteo di Angelo da Morro che la fece costruire. Ottenuti il patronato sulla chiesa e la possibilità di nominare i preposti o abati commendatari dal papa Bonifacio IX, gli Acquaviva, pur godendosi le rendite e lasciando la cura delle anime a un prete, ridussero la badia (nullius diocesis) con la loro incuria e lontananza a uno stato di abbandono. Sotto il regno di Giovanna II di Durazzo e al tempo di Pietro Bonifacio Acquaviva, figlio di Andrea Matteo I, nel 1415 Mosciano, assediata dal viceré d’Abruzzo, il conte di Carrara, si arrese per fame dopo 37 giorni. Intorno al 1429, sotto l’episcopato di Giacomo Cerretani, la storia registra un fatto di cronaca nera. Al confine tra Giulianova e Mosciano, presso l’ormai

o t to b re 2 0 0 6

32

diruta chiesa della Madonna dell’Arco, per comando di Giosia Acquaviva, furono impiccati Angelo di Cola Crollo e altri dodici melatinisti, avversari degli Antonelli in Teramo. Durante le lotte per il dominio del Regno di Napoli tra Ferdinando d’Aragona e Renato d’Angiò, la vita di Mosciano e dei luoghi vicini fu sconvolta dalla guerra e dalla distruzione nel 1460 anno della battaglia detta di San Flaviano, la quale si svolse nella piana del Tordino e vide di fronte famosi condottieri: Giacomo Piccinino, alleato di Giosia Acquaviva, per il partito angioino; Alessandro Sforza, signore di Pesaro, e Federico II da Montefeltro, duca di Urbino, per gli Aragonesi. Gli Acquaviva, che possedevano le terre migliori, introdussero nei loro feudi la coltivazione del riso, favorendo nello stesso tempo il diffondersi della malaria. In tal modo l’impoverimento demografico investì anche Mosciano, che nel 1669 contava 126 fuochi rispetto ai 147 del 1595. Il XVII secolo è contrassegnato dal triste fenomeno del banditismo, che condizionò la vita civile ed economica dell’epoca. Nel 1682 Profeta Profeti, agiato contadino di Mosciano, per aver rifiutato la sorella a un tale che gliela chiedeva in sposa, fu rapito e ucciso dai banditi. Nel 1788 il re Ferdinando I di Borbone, re delle due Sicilie, sequestrò la badia di Sant’Angelo e, con dispaccio del 3 agosto 1803, fissò sul Monte frumentario la congrua di duecento ducati annui agli arcipreti. Ai moti del 1820-21 parteciparono tre moscianesi, che figuravano nel-

l’elenco dei carbonari redatto nel 1833 dalla polizia borbonica: Eusebio Caravelli, Franco Antonio Rossi e Giuseppe Saliceti. Nel periodo risorgimentale spiccano due illustri moscianesi: Aurelio Saliceti, che nacque nel 1804 a Ripattoni, frazione del comune di Mosciano fino al 1928, e fu triumviro della Repubblica romana con Armellini e Montecchi, e Domenico Del Zoppo, che fu a Mentana con Garibaldi e morì a Montelibretti nel 1867 in uno scontro con i Pontifici. Uno splendido monumento ai caduti delle guerre mondiali, progettato dall’insigne artista moscianese Francesco Patella, ricorda le gesta e il sacrificio dei figli di Mosciano.

origine del nome Il toponimo Mosciano (in dizione locale musciánë con l’etnico muscianásë), documentato fin dall’ 897 «Musiano», è una formazione prediale dal gentilizio latino Mus(s)ius con il suffisso aggettivale -anus. Quanto alla specificazione Sant’Angelo, ha origine agionimica ed è un’aggiunta burocratica effettuata, per evitare omonimie toponimiche, con R.D. 28 giugno 1863 n. 1426 a seguito della delibera comunale del 17 agosto 1862. Il primo nome risale alla colonizzazione romana, che si intensificò nell’Agro pretuziano verso la prima metà del I secolo a. C. ai tempi di Silla. Il secondo trae origine da un monastero e da una chiesa intitolati a San Michele Arcangelo, il cui culto si irradiò da Monte Sant’Angelo (Foggia) nelle singole parti d’Italia e fu diffuso dai Longobardi, che lo elessero loro protettore.


avvenimenti

LA VOGLIA DI STARE A TAVOLA:

CINQUANT’ANNI CON L’AIC La delegazione pescarese ha festeggiato mezzo secolo dalla fondazione con un ghiotto programma di appuntamenti di Adriana Settuario

I

l piacere di riappropriarsi delle tradizioni culinarie della terra abruzzese, la soddisfazione di rispolverare antiche ricette senza trascurare il gusto e la raffinatezza di certi comportamenti dello stare a tavola. A questo e altro ha contribuito la delegazione pescarese dell’Aic, accademia italiana della cucina, che il mese scorso ha festeggiato i suoi primi cinquant’anni con due giorni di ghiotti appuntamenti. Fondata da Orio Vergani, l’accademia è un punto di riferimento per gourmet e amanti della buona compagnia. «Cinquant’anni fa – ha detto Enzo Angelozzi, delegato Aic cittadino (nella foto il secondo da destra) – la nostra città, su iniziativa del compianto Montefredine, ebbe il privilegio di dare il via in Abruzzo e Molise a una delegazione dell’Aic, intuendo per prima la valenza culturale della neo-istituita accademia. Si assunse così l’onore di riportare alla luce, difendere, rinnovare e valorizzare le molteplici e ricchissime tradizioni enogastronomiche abruzzesi, evitandone l’oblio a causa della sempre più forte invadenza di omologati prodotti industriali». Da Pescara nel 1956 è partito l’input che ha

permesso di diffondere scopi e spirito dell’associazione. Così sono sorte le delegazioni a L’Aquila nel ’66, a Teramo nel ’69, nell’88 a Chieti e Sulmona e poi il raddoppio pescarese, l’Aternum, a distanza di quarant’anni dalla prima. Lo spirito del buon mangiare ha varcato i confini regionali approdando a Termoli nel ‘75 e addirittura è arrivato oltre oceano, nel New Jersey nel ’97. Il Museo delle genti d’Abruzzo di Pescara è stato lo scenario di un convegno sulla “tradizione a tavola”. Tra i relatori sono intervenuti Franco Di Silverio, urologo di fama e fondatore del Museo delle tradizioni e arti contadine (Mutac) di Picciano; Louis Godart, accademico dei Lincei, docente di filologia micenea dell’università Federico II di Napoli; Giovanni Ballarini, presidente centro studi Marenghi e il presidente nazionale Aic, Giuseppe Dell’Osso (nella foto il secondo da sinistra). Il programma ha poi condotto i partecipanti nell’abbazia benedettina di San Liberatore a Maiella. Concerti di canti gregoriani e visita enologica alla Fattoria La Valentina hanno preparato stomaci e forchette per le cene di gala.

un momento del convegno

33

ottobre 2006


motori

MERCEDES CLASSE R, NA Trazione integrale permanente, sofisticata configurazione di passo lungo e sistemi di controllo della dinamica di marcia Scopritela dalla concessionaria Barbuscia spa.

D

esiderate una berlina che appaghi il vostro gusto di avventura e vi offra allo stesso tempo la possibilità di viaggiare in 6? La risposta c’è: si chiama nuova Classe R. Il Grand sports Tourer è il frutto di una rinnovata concezione che ha abbandonato le rigide categorie del passato. La lunghezza, 4,922 metri, rappresenta molto più di una nuova grande mercedes. La classe R è indicata per chi ama la vita attiva e non vuole rinunciare al comfort e soprattutto condividere le emozioni. Inoltre offre la possibilità di viaggiare con tanto spazio a vostra disposizione. Ogni partenza si trasformerà in un’avventura grazie all’agilità della vettura e soprattutto alle sue raffinatezze tecniche. Tre motori potenti: dai brillanti V6 e V8 benzina al grintoso V6 diesel. Grazie al suo assetto la Classe R è in grado di affrontare sia i percorsi tortusi che i lunghi rettilinei autostradali. Un’esperienza che potrebbe risultare ancora o t to b re 2 0 0 6

34

più entusiasmante: il merito è del pacchetto Airmatic sospensioni pneumatiche abbinate al sistema di sospensioni attive ADS con le quali vi sembrerà di sfiorare la strada. E per garantire un piacere di guida anche sui percorsi più accidentali è stata adottata, di serie, la trazione integrale 4Matic. Che sia benzina o diesel il vostro modello vi affascinerà dalla prima volta. Il propulsore diesel V6 CDI (165 kW/224 CV) rappresenta il modello di punta delle tre motorizzazioni della Classe R. La R 320 CDI vanta una potenza elevata con consumi e emissioni contenuti nel rispetto della normativa EU4. Il V6, a quattro valvole per cilindro e regolazione degli alberi a camme, è uno dei propulsori più potenti della categoria. Con 200kW/272 CV, la R 350 vanta inoltre una straordinaria capacità di ripresa e permette una guida rilassata. Il motore V8 (tre valvole per cilindro e doppia candela) possiede tutte le caratteristiche di Grand sport Tourer:


ATA PER ENTUSIASMARE avantreno e retrotreno, sospensioni pneumatiche posteriori, garantiscono viaggi straordinariamente confortevoli e sicuri.

potenza, comfort e silenziosità. Il cambio automatico 7G-Tronic è una vera rivoluzione tecnologica. Grazie ai sette rapporti i salti di regime tra una marcia e l’altra sono minori, consentendo una guida estremamanete confortevole, con innesti quasi impercettibili e un’accelerazione sorprendente. Che dire dell’abitacolo? Non si sottrae alla sensazione di forza, peculiarità della Classe R. Con un gioco affascinante di forme, linee, rotondità e luci. Il principio cui si sono ispirati i designer della Classe R è rendere ciò che è bello da vedere anche bello da toccare. Estetica e morbidezza fusi in perfetta armonia. Per non parlare dei dettagli. Fatti proprio per rispondere alle esigenze dei più esigenti. Per chi si trova sui sedili posteriori sarà come viaggiare in prima classe. Sedili singoli, generosità degli interni, lettore DVD (a richiesta), consolle. Ribaltando i sedili si ottiene una superificie di carico piana. Grazie

al pregiato rivestimento in velluto, potrete trasportare tutto ciò che volete: dalla tavola da surf alla sacca da golf. E la versione lunga da 5,157 soddisfa ogni più piccolo desiderio. Che dire della sicurezza? Su quest’argomento la Mercedes-Benz ha indirizzato tutte le sue qualità: da 60 anni il progetto sicurezza si basa sulle 5P una filosofia che non prende solo in considerazione i sistemi classici di sicurezza (ABS o ESP), ma sviluppa un concetto più articolato che assiste chi è alla guida anche a incidente avvenuto impedendo ulteriori conseguenze negative. E un sistema particolare vi permette di riconoscere in anticipo i pericoli affinchè possiate evitarli. Il sistema PreSafe assicura una protezione preventiva dei passeggeri. Per non parlare della gamma di optional che renderanno unica la vosta auto.

foto concesse da Barbuscia spa

35

ottobre 2006


l’azienda partner

BASILEA 2 ED EULER

Come migliorare il rating bancario assicurando i crediti della propria aziend di Adriana Settuario

C

os’è “Basilea 2”? «Basilea 2 – rispondono Carlo e Gabriella Gallucci (nella foto), agenti generali della Euler Hermes Siac – è il nuovo accordo internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche. In base a quest’intesa, destinata ad essere applicata nella maggior parte dei Paesi economicamente avanzati a partire dal gennaio 2007, cambieranno i criteri con cui le banche valuteranno i propri clienti. In particolare sarà possibile, per gli istituti di credito, basare le proprie scelte sul tasso di interesse da applicare alle imprese. Una manovra realizzabile con l’attribuzione di un “rating”, cioè di un giudizio in grado di sintetizzare la situazione finanziaria dell’impresa. Valutazione espressa con un voto compreso in una scala da 1 a 9 che descrive la solvibilità e la solidità dell’azienda». Chi è Euler Hermes Siac? «Fondata nel 1927, con l’intento di proporsi agli imprenditori come partner specializzato nel ramo dell’assicurazione del credito commerciale, Euler Hermes Siac può vantare oggi oltre settant’anni di esperienza che le hanno consentito di costruire la cultura del credito in Italia. Oggi la compagnia è leader mondiale nell’assicurazione monoramo dei crediti commerciali e detiene il 54% del mercato assicurativo. Euler Hermes Siac, società del gruppo Allianz, forte di una rete di 5.400 collaboratori dislocati in 40 Paesi, 4 continenti, monitorando 40 milioni di aziende offre una serie di servizi completi per il credit management. Quotata al primo mercato della Borsa di Parigi Euler Hermes e le sue principali consociate beneficiano del rating AA di Standard & Poor’s. La sede operativa a Roma con una rete di agenzie generali presenti su tutto il territorio nazionale. Per l’Abruzzo l’agenzia generale si trova a Pescara».

o t to b re 2 0 0 6

36

Cosa fà? «Euler Hermes Siac assicura i crediti commerciali proteggendo l’impresa dal rischio del mancato incasso dei crediti per insolvenza dei propri clienti. A fronte di un insoluto indennizziamo il mancato pagamento con tempi certi, circa 130 giorni dalla denuncia di insolvenza. Ma l’aspetto fondamentale nell’assicurazione del credito sta nei servizi connessi alla polizza, servizi che rappresentano conditio sine qua non per le aziende che vogliono collocarsi in maniera competitiva sul mercato». Quali i servizi? «Offriamo: • Valutazione e monitoraggio della clientela L’imprenditore necessita oggi più che mai di un valido aiuto per indirizzare le vendite e valutare in maniera equa la propria clientela. A questa necessità rispondono professionisti del settore che, grazie all’analisi e al monitoraggio dei dati storici e previsionali, sottraggono all’imprenditore un compito arduo e dispendioso in termini di soldi e tempo. • Recupero crediti La compagnia svolge anche un’azione di recupero crediti, attraverso la propria agenzia creata in seno a SIAC SERVICES Srl. Una task force che opera presso la sede centrale con sistemi informativi in grado di attivare soluzioni mirate e personalizzate secondo la tipologia dei clienti. In tutto il mondo e per qualunque importo e tipo di insolvenza, Euler Hermes Siac svolge un’attività di solleciti scritti, recupero telefonico, attività esattoriale e legale, gestione procedure concorsuali. Obiettivo ultimo è ottenere il massimo recupero salvaguardando il rapporto commerciale tra creditore e debitore. In ogni modo l’assicurato sarà indennizzato per la


R HERMES SIAC SPA

da con EH Siac. Ce lo spiegano Carlo e Gabriella Gallucci agenti generali

perdita subita anche in caso di recupero parziale. • Aspetto finanziario Oltre a consentire un migliore accesso al credito bancario, in virtù dell’accordo di “Basilea 2“, è importante ribadire che il premio di una polizza assicurativa è deducibile fiscalmente». Perché assicurando i crediti il Rating bancario migliora? «Con l’adozione del sistema introdotto da Basilea 2, le banche tendono, e lo faranno sempre più in futuro, a classificare le aziende in base al “rating” tra le cui voci di attribuzione spicca la copertura assicurativa del credito commerciale. In sostanza la banca opera una migliore valutazione dell’azienda assicurata poiché meno sensibile agli scossoni che possono derivare dalle insolvenze del proprio parco clienti».

foto: visuala dv.it

Perché l’azienda assicurata con Euler Hermes Siac gode di migliore valutazione presso le banche? «Grazie agli accordi di collaborazione raggiunti dalla nostra Compagnia ed i più prestigiosi Istituti di credito, alle aziende che scelgono Euler Hermes Siac per assicurare i propri crediti commerciali, vengono applicati tassi preferenziali. Condizioni migliorative sono per altro favorite dalla prevista appendice contrattuale della “Cessione dei diritti di polizza”, porta di accesso al credito agevolato ed al conseguente miglioramento dei castelletti bancari, ecc. L’azienda che decide di farvi ricorso, in virtù della cessione di crediti garantiti alla banca prescelta, godrà di una migliore valutazione e tassi di interesse favorevoli».

37

ottobre 2006


i Partner di Mensile di informazione alle imprese

Anno 1¡ n. 5 - ottobre 2006 Registrazione n. 04 del 07/04/2006 Tribunale di Pescara Sped. in a.p. Art. 2 comma 20/C legge 626/96PE

Direttore responsabile: Art director: Ufficio fotografico: Direttore generale: Responsabile pubblicit‡: Realizzazione grafica: Stampa:

Adriana Settuario Marcello Starinieri Marcello Starinieri Fabio De Vincentiis Fabio De Vincentiis DVF srl Linea Blu srl

web:

www.abruzzoimpresa.it e-mail:

redazione@abruzzoimpresa.it commerciale@abruzzoimpresa.it grafica@abruzzoimpresa.it

FERRO BATTUTO DI PRINZIO S.r.l.

LA RÉSERVE

FERRI S.r.l.

[anno di fondazione 1902] 65128 Pescara Via Raiale, 305 tel. 085.43061 - fax 085.4313392 www.gruppoferri.com - e-mail: info@gruppoferri.com

EXTRA GROUP

LA NUOVA 3T GLOBAL SERVICE S.r.l.

OTOFON di Giancarlo Aliprandi

Advertising&NewMedia

PARKOPY [anno di fondazione 1996]

[anno di fondazione 1856] 66010 Fara Filiorum Petri (Ch) Via Sant’Eufemia tel. e fax 0871.70172 www.diprinzio.it - e-mail: rdipri@tin.it

[anno di fondazione 1996] 65023 Caramanico Terme (Pe) Via S. Croce tel. 085.92391 - fax 085.9239510 www.lareserve.it - e-mail: info@lareserve.it

[anno di fondazione 2000] 65010 Collecorvino (Pe) C.da Case Bruciate - Zona Industriale tel. 085.8208175 - fax 085.8208007 www.extragroup.it - e-mail: extra@extragroup.it

indirizzo:

DVF srl - C.da Vertonica C.c. Ibisco Comp. B 5/6 - 65013 Citt‡ S. Angelo (Pe) tel. 085 9508161 - fax 085 9508157 I dati relativi ai lettori sono utilizzati esclusivamente ai fini della spedizione postale, l’editore garantisce riservatezza al trattamento dei dati ai sensi dell’art. 13 del D. leg. 196/2003 Il lettore può richiedere gratuitamente la rettifica dei dati scrivendo a DVF srl c.da Vertonica - 65013 Città S. Angelo (Pe) Abruzzo impresa desidera facilitare e razionalizzare la pubblicazione di articoli che possono essere inviati da tutti i lettori. La redazione pertanto, ritiene utile rendere manifeste quelle norme editoriali che saranno il criterio di base per la selezione degli articoli. [1] Il testo deve essere redatto in prosa semplice e chiara e deve essere accompagnato da una dichiarazione firmata dall’autore/autori nella quale si attesti che l’articolo è originale, che non è già stato inviato ad altra rivista e che non è stato pubblicato in precedenza. [2] I lavori devono pervenire alla redazione di DVF srl nella stesura definitiva (non saranno accettate modifiche successive) completi di nome, cognome, qualifica professionale, indirizzo, telefono, codice fiscale e firma dell’autore/i.

[anno di fondazione 1995] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Via Madonna della Pace, 118 tel. 085.969111 - fax 085.9699622 www.lanuova3t.it - e-mail: info@lanuova3t.it

[anno di fondazione 2000] 65127 Pescara Via delle Caserme, 93 tel. 085.4531022 - fax 085.4541970 danieladicosmoadv.it - info@danieladicosmoadv.it

[anno di fondazione 2001] 65121 Pescara Via Bologna, 8 tel. e fax 085.4219972 e-mail: otofon@email.it

65127 Pescara Viale Pindaro, 39/41 tel. e fax 085.4549448 e-mail: parkopy@virgilio.it

[3] Gli argomenti da trattare sono quelli riportati dal sommario. [4] Le didascalie e le illustrazioni dovono avere un chiaro richiamo al testo.

Mobili per ufficio - Pareti attrezzate e divisorie per ufficio

[5] La Direzione si riserva di apportare al testo e alle illustrazioni le modifiche di forma e/o di sostanza che riterrà opportune, sottoponendole alla preventiva autorizzazione dell’Autore. A tal proposito, per facilitare la correzione delle bozze, gli autori devono fornire il loro indirizzo completo. Gli articoli accettati sono pubblicati gratuitamente. La cronologia della pubblicazione degli articoli è di competenza della direzione.

64020 Scerne di Pineto (Te) Via dei Pastai - Zona Industriale Tel. 085.9462146 - Fax 085.9461445 www.gtmsrl.com - e-mail: info@gtmsrl.com

[6] La proprietà letteraria spetta all’editore e l’autore/i e richiedendo la pubblicazione dei propri articoli su Abruzzo impresa, implicitamente accettata la possibilità che la rivista pubblichi, sia integralmente sia parzialmente, lo stesso lavoro e/o una traduzione di esso su altre pubblicazioni italiane o straniere. [7] Gli Autori che compogono il testo con un computer sono pregati di inviare anche il relativo dischetto. É inoltre possibile inviare i testi per posta elettronica. I Testi dattiloscritti corredati da dischetto devono essere inviati alla redazione di DVF srl C.da Vertonica C.c. Ibisco comp. B 5/6 - 65013 Città S. Angelo (Pe) Italia. Coloro i quali preferiscono inviare i testi attraverso la posta elettronica, possono utilizzare la casella: redazione@abruzzoimpresa.it ©Copyright DVF srl - Pescara Italia Tutti i diritti riservati. Manoscritti e foto inviati al giornale, anche se non pubblicati, non si restituiscono.

o t to b re 2 0 0 6

38

GTM S.r.l.

API Pescara

Az. Agr. ZANOTTI

[anno di fondazione 1996] 65100 Pescara Via Aterno, 61 tel. 085.4460224 - fax 085.4460214

PROGETTOGGETTO S.r.l.

UGO MARCIANO di Conti Carlo & C. S.n.c.

LINEA BLU S.r.l.

[anno di fondazione 1981] 65016 Montesilvano (Pe) C.so Umberto, 590 tel. 085.4451397 - fax 085.4451398 e-mail: conticarlo57@tiscali.it

[anno di fondazione 1974] 65016 Montesilvano (Pe) C.so Umberto, 188 galleria Europa tel. e fax 085.4452290 www.apipescara.it - e-mail: info@apipescara.it

[anno di fondazione 1999] 66020 San Giovanni Teatino Via Amendola, 212 - Sambuceto tel. 085.4326754 - fax 085.4318915

[anno di fondazione 2004] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Treviso, 13 - Sambuceto tel. 085.4465009 - fax 085.4461108


l’azienda partner

COMUNICAR GIOCANDO GRAZIE ALLA OPIFER I PROFESSIONISTI DI SOFTWARE RIABILITATIVI di Maria Vittoria Pecoraio e Italia Pietrangelo

I

n Abruzzo è nata finalmente un’azienda specializzata nella realizzazione di software riabilitativi formata da professionisti con una pluriennale esperienza nel campo della riabilitazione dell’età evolutiva. Opifer (dal latino “che porge aiuto”) ha per oggetto sociale la realizzazione di programmi riabilitativi per soggetti nell’età infantile e non, con ridotte capacità relazionali ovvero con gravi deficit della comunicazione, E’ un’azienda innovativa sia dal punto di vista tecnologico che per gli argomenti presi in esame. I cd rom già in commercio che trattano i disturbi dell’età evolutiva sono rivolti prevalentemente all’area degli apprendimenti scolastici (lettura, scrittura e calcolo), mentre Opifer prende in considerazione un aspetto inedito della riabilitazione quello comunicativo, pragmatico, relazionale e linguistico. Il nostro obiettivo è quindi quello di fornire un contributo esperienziale, aggiornato e tecnico rispetto alle aree considerate, a coloro i quali non possono affidarsi direttamente alle strutture riabilitative perché distanti. Infatti, nessuno ha mai provato a realizzare un prodotto interattivo per i bambini che hanno gravi disturbi comunicativo-relazionale-linguistico, un prodotto a loro gradevole in grado di

farli divertire con immagini animate, vicine allo stile Disney, e nel contempo formarli e dare loro la possibilità di acquisire gli strumenti comunicativi, relazionali e linguistici di cui non dispongono. Possono usufruire di questo materiale i bambini guidati dalla presenza di un adulto: genitore, insegnante, psicologo, terapista della neuro e psicomotricità, logopedista, ecc. Considerato l’argomento è stato selezionato un materiale chiaro, facilmente percepibile, gradevole e in grado di far divertire mentre inconsapevolmente i bimbi imparano a comunicare. Sono stati ideati cinque personaggi disegnati e colorati in maniera semplice ed essenziale, ma altamente espressivi. Ad oggi il fumetto e il cartoon risultano essere lo strumento più raffinato ed efficace da utilizzare per lo sviluppo delle capacità sopra riportate in quanto altamente motivanti.

La Opifer si occupa inoltre di: studi e ricerche su metodiche riabilitative sistematizzazione di metodiche riabilitative proposte e discussione di modelli riabilitativi proposte di Linee Guida inerenti la riabilitazione produzione di materiale riabilitativo formazione spazio sul proprio portale www.opifer.it, dedicato al dialogo su tematiche inerenti i vissuti personali dei familiari di portatori di handicap e al confronto tra operatori sanitari inerenti i metodi e gli interventi riabilitativi e le problematiche legate alla qualità del sistema sanitario.

39

ottobre 2006


i Partner di

STYLE PARQUET di Roberto Ciabarra

VALMUSIC S.r.l.

[anno di fondazione 2002] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Fonte di Moro, 29 tel. e fax 085960542

[anno di fondazione 1998] 65012 Villanova di Cepagatti (Pe) Via Nazionale, 66 tel. 085.9774538 - fax 085.9772059 www.valmusicgroup.com - e-mail: info@valmusicgroup.com

STUDIOARREDO S.p.A.

[anno di fondazione 1977] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via Tiburtina, 250 - Dragonara tel. 085.4462541 r.a. - fax 085.4462287 www.studioarredo.com - e-mail: info@studioarredo.com

V.D.S. PRODUCTION S.r.l.

Susa S.p.A.

[anno di fondazione 1949] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Strada Prov. Lungofino, 187 tel. 085.9500778 - fax 085.9508781 www.susa.it - e-mail: susape@susa.it

NICOLA DI CRESCENZO

T&D S.r.l.

VISUAL ADV. di Marcello Starinieri

[anno di fondazione 2001] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Via Lungofino, 187 - c.c. Ibisco mod. B/12 tel. 085.959283 - fax 085.9507155 www.tditcompany.it - e-mail: info@tditcompany.it

TORACCHIO S.a.s.

[anno di fondazione 1990]

66013 Chieti Scalo (Ch) Via Maestri del Lavoro, 16 tel. 0871 562580 - fax 0871 562572 www.toracchio.it - e-mail: info@toracchio.it

o t to b re 2 0 0 6

40

[anno di fondazione 1987] 65010 Santa Teresa di Spoltore (Pe) Via Circolare PIP, sn tel. 085.4971946 - fax 085.4973849 www.vdsproduction.it - e-mail: vds@vdsproduction.it

[anno di fondazione 1989] 66016 Guardiagrele (Ch) Via Comino, 98 tel. e fax 0871.808210 e-mail: nicola.dicrescenzo@tin.it

[anno di fondazione 2006] 66020 San Giovanni Teatino (Ch) Via G. Potenza, 58 - Sambuceto tel. e fax 085.4406019 www.visualadv.it - e-mail: info@visualadv.it

VOLCAS PRODUCTION srl VOLCAS PRODUCTION S.r.l. [anno di fondazione 1995] 66010 Miglianico (Ch) C.da Cerreto Z. Ind., 25/F tel. 0871 958116 - fax 0871 958629 e-mail: volcas@tiscalinet.it

TUBI S.p.A.

[anno di fondazione 1984] 66020 Sambuceto (Ch) Via Po, 82 - Zona Industriale tel. 085.440041 - fax 085.4461731 www.tubi-spa.it - e-mail: info@tubi-spa.it

2M SERVICE S.r.l.

CONSORZIO C.C.A.

LEONE GABRIELE S.r.l.

[anno di fondazione 1996] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) Strada Prov. Lungofino - c.c. Ibisco tel. 085.9508177 - 085.95165 - fax 085.9508157 www.centroingrossoibisco.com - e-mail: info@centroingrossoibisco.com

[anno di fondazione 1998] 64025 Pineto (Te) Via C. Colombo, 4 tel. 085.9493662 - fax 085.9495363 www.2mservice.it - e-mail: info@2mservice.it

[anno di fondazione 1967] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco F 9/10/11 tel. 085.95165 - fax 085.9508923 www.leonegabrielesrl.com - e-mail: info@leonegabrielesrl.com


Università d’Annunzio - facoltà di economia

WALTER TOSTO SERBATOI S.p.A.

MACO S.r.l.

CIAVATTELLA MAGLIERIE S.n.c.

[anno di fondazione 1965] 65127 Pescara Viale Pindaro, 42 tel. 085.4537626 - fax 085.4537628 www.unich.it - e-mail: preconom@unich.it

[anno di fondazione 1985] 66020 S. Giovanni Teatino (Ch) Via Aterno - Loc. Dragonara tel. 085.4406194 - fax 085.4465923 www.macosrl.com - e-mail: info@macosrl.com

[anno di fondazione 1962] 66013 Chieti Scalo (Ch) Via Erasmo Piaggio, 72 tel. 0871.5801 - fax 0871.564101 www.waltertosto.it - e-mail: info@waltertosto.it

[anno di fondazione 1976] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco tel. 085.950554 - fax 085.950577 www.ciavattella.com - e-mail: info@ciavattella.com

F.lli DI DONATO

Ingrosso Ferramenta

F.LLI DI DONATO S.a.s.

[anno di fondazione 1986] 65013 Marina di Città Sant’Angelo (Pe) Via Mulino del Gioco, 48 tel. 085.950509 - fax 085.959790 www.didonatosas.it - e-mail: info@didonatosas.it

GRUPPO GALENO

PROGETTO INFORMATICA S.n.c.

EUROFLORA S.r.l.

[anno di fondazione 1985] 65126 Pescara Via D’Avalos, 66 tel. 085.63721-67325 - fax 085.4513827 www.proginf.com - e-mail: progetto@proginf.com

[anno di fondazione 1997] C.da Tamarete 66026 Ortona (Ch) tel. 085.9039063 - fax 085.9032510 www.galenoweb.it - e-mail: info@galenoweb.it

[anno di fondazione 1982] 66013 Chieti Scalo (Ch) Via Penne, 37-39 tel. 0871.565569 - fax 085.565180 e-mail: euromaa@virgilio.it

K

KontattoEventi

Agenzia Generale Euler Hermes Siac Di Pescara

KONTATTO EVENTI di Monica Sorrecchia

CONDOTTE IMMOBILIARE S.p.A.

BANCA GENERALI S.p.A.

[anno di fondazione 1927] 65122 Pescara C.so Umberto, 94 tel. 085.4214443 - fax 085.4227223 www.eulerhermes.com e-mail: ag_gen_pescara@eulerhermes.com

[anno di fondazione 2002] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco tel. 085.950165 - fax 085.950165 www.condotte.com - e-mail: condotte@condotte.com

[anno di fondazione 2006] 65016 Montesilvano (Pe) Via Grecia, 4 tel. 329.8865132 www.kontattoeventi.it - e-mail: info@kontattoeventi.it

[anno di fondazione 1997] 65122 Pescara Via Milano ang. Via Trento tel. 085.441341 www.bancagenerali.it e-mail: pescara@pf.bancagenerali.it

CA TECNOLOGIES AND COMMUNICATIONS

NUOVA BULLONERIA S.r.l.

[anno di fondazione 1992] 65013 Città Sant’Angelo (Pe) C.da Vertonica - c.c. Ibisco (F/6) tel. 085.9506218 - fax 085.95387 e-mail: nuovabul@nuovabulloneriasrl.191.it

CA TECHNOLOGIES AND COMMUNICATIONS [anno di fondazione 2006] 65022 Bussi sul Tirino (Pe) - Via L’Aquila, 29 tel. e fax 085.980131 e-mail: friccioni@libero.it

ottobre 2006


insieme per essere leader

Perchè restare nell’ombra? Sii uno di noi, sii un vero leader. Noi ci siamo in Abruzzo impresa, e tu? • Achille Passeri & Figlio srl • Adezio snc • Adriatica Service srl • Ad.Venture srl • Agricolfidi Abruzzo scarl • API Pescara • Arca Service di D’Olimpio Marco • Area Legno - D.D.L. srl • Arizza Mario • Atradius • Autoabruzzo srl • Autostar spa • Azienda agricola Masciarelli snc • Banca Caripe spa • Banca Generali spa • Banca Marche spa • Barbuscia spa • Bernocchi snc • Biocoperture srl • Broker Italia spa • Caffè Mokambo - Di Nisio srl • Caldora srl • Cartoleria Grele di Laura Di Crescenzo • Castello Chiola Hotel • Ca Technologies and • C.E.A. srl • C & G srl • Ceit srl • Ciavattella Maglierie snc • Cocco Fernando srl • Colorificio Arco spa • Commer Gomma snc • Compagnia Trasporti Voluminosi srl • Confindustria Abruzzo • Confservizi srl • Condotte Immobiliare spa • Coop Credito • CVP group scpa • Daniela Di Cosmo adv • D’Annibale Andrea • Data office • DE.AL. srl - Pacfood • Depack Centro Logistico • Di Cosmo assicurazioni • DVF Italia • Edilbloc Valfino snc • Edimac srl • Editrice Cel - distr. Galli & Di Matteo • Epica srl • Euler Hermes Siac ag. gen. Pescara

• Euroflora srl • Extra group • Evangelista Liquori snc • Facon Abruzzo di Marco Gialluca • Farnese Vini srl • Fas Trasporti srl • Ferri srl • Ferro Battuto Di Prinzio srl • Fides Trading srl • Fira spa • F.lli De Cecco di Filippo spa • F.lli Di Donato sas • F.lli Di Nino snc • Free srl • GB Grafica srl • Gelsumini srl • Globo srl • Gruppo Galeno • GTM srl • GV & Partners Consulting srl • Hermes sas • Ibisco Consorzio C.C.A. • ICSA srl • Ideazione srl • Il Bosso soc. coop. arl • Incaconsult srl • Inerti Valfino srl • Infomax srl • Inter Service Leasing • Interzen Consulting srl • Italverde di Padovani Gianni • JFG Junior Fashion Group srl • Kontatto Eventi di Monica Sorrecchia • La Nuova 3T Global Service srl • La Réserve • Laser Lab srl • Leone Gabriele srl • Linea Blu srl • L.T.A. Abruzzo srl • Maco srl • Marigo srl • Mario Di Cesare srl • Master Glass di Letta Ottorino • Maxi Food srl • Mazzocchetti Luciano trasporti • Mech Engineering srl • Mec System srl • Mobilfino srl • MPIM di Mario Paparella • New Aid scarlonlus

• Nuova Bulloneria srl • Occhialeria Di Camillo • Olisistemi sas • Opifer srl • Ormi Computers srl • Otofon di Giancarlo Aliprandi • Ottica L’Iride srl • Paolini Massimo - ass. Sara • Paper Plast snc • Parkopy • Peldo sas • Pharmapiù srl • Piazza dell’Auto srl • Pierangelo Autotrasporti snc • Progettoggetto srl • Progetto Informatica snc • Publigrafika srl • Putipù di Ceci Sabrina • rag. Ernesto Vianello spa • Rotopack spa • Sapi srl • Sartoria Gialluca di Luca Gialluca • Savini srl • Sciarra Rossano snc • Sea Impianti - Di Giacinto snc • Seal srl • Sem Industriale srl • Servimar srl • Sfera srl • So.C.C.A.M. srl • So.Di.Farm srl • Sorgente Santa Croce spa • Style Parquet di Roberto Ciabarra • Studioarredo spa • Susa spa • T & D srl • Top Services srl • Toracchio sas • Tubi spa • Ugo Marciano di Conti Carlo & C. snc • Università d’Annunzio • Valmusic srl • VDS Production srl • Viasat - distr. Nicola Di Crescenzo • Visual adv. di Marcello Starinieri • Volcas Production srl • Walter Tosto Serbatoi spa • Zanotti Az. Agr. • 2M service srl

Dai visibilitˆ alla tua azienda, sarˆ un sicuro successo ed un crescente ritorno di immagine. commerciale@abruzzoimpresa.it _ tel. 085.9508161 _ www.abruzzoimpresa.it

Ottobre 2006  

Abruzzo Impresa, il mensile del manager

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you