Page 97

eventi » a cura della redazione

L’

Enzo Memoli ospite dell’AIDP

innovativo ciclo annule di formazione 2012 di AIDP Abruzzo e Molise, si è concluso con il sorriso e l’ironia beffarda del partenopeo Enzo Memoli. Il tema dell’incontro è stato il cambiamento, i destinatari di questo panta rei sociale sono stati L’associazione italiana direzione del personale i soci AIDP, nei diversi ruoli professionaha organizzato un seminario che ha fatto incontare li, e soprattutto gli HR, i motivatori del i dirigenti d’azienda e quelli della Regione Abruzzo personale. “In periodi di cambiamento la Terra sarà di coloro che apprendono, coloro che sanno si troveranno ben equipaggiati per vivere in un mondo che non esiste più” Eric Hoffer. Proprio il sapere è stata la chiave di lettura dell’allegra e metaforica presentazione di Memoli, che grazie a pregevoli esempi di invettiva e laboriosità partenopea, ha ripercorso gli annosi temi della conoscenza delle dinamiche aziendali quali i ruoli, i metodi, gli obiettivi, la gestione dei conflitti e delle relazioni. Essere leader richiede, secondo Memoli, doti da maestro d’orchestra, che con la mano sinistra segna il ritmo agli strumentisti e con la mano destra amalgama Enzo Memoli, formattore; Eliana Marcantonio, dirigente del personale della armoniosamente le peculiarità di tutti i componenti. «FacenGiunta Regionale abruzzese; Raffaele Credidio, presidente AIDP Abruzzo e Molise; Elisa Antonioni, direttore Sinergie Education; Barbara Braga, national do danzare i loro remi sull’acqua, -ha raccontato - andando account manager in Synergie Italia. Sinergie Education e Synergie Italia sono all’unisono e calibrando le forze, i fratelli Abbagnale hanno stati gli sponsor della serata dimostrato gran doti da maestri, condividendo una visione di squadra vincente. Miti del podio olimpico, hanno dato l’esempersonale della Giunta Regionale abruzzese ed il presidente pio di tenacia e concentrazione con la loro “testa in barca”, AIDP Abruzzo e Molise, Raffaele Credidio. «Ho osato –ha detintenti a raggiungere il loro obiettivo». Ottenere simili risultati to Marcantonio– perché ho voluto sperimentare qualcosa di prevede una costante valutazione delle performance, indicate innovativo e fuori dagli schemi, che tuttavia ha dato spunti di non solo per intensità d’errore, con la temuta matita rosso/ riflessione sul nostro ruolo in maniera assai più profonda della blu, ma anche con la matita verde, simbolo di speranza, di ciò classica formazione; come ha ricordato Memoli: non è che non che funziona e che diviene il vero strumento dell’HR, che sa osiamo perché le cose sono difficili, è che le cose sono difficili fare della valutazione l’esaltazione del valore della persona. perché non osiamo». Entusiasta dei risultati anche il presidente Valutare e gestire gli uomini, anche nella gestione dei conflitti, Aidp che ha affermato: «È straordinario vedere all’opera Enzo significa usare in modo equilibrato le “tre corde pirandelliane”: Memoli. Il suo orgoglio di napoletano verace legato alle radici quella civile, quella seria e quella pazza. della cultura partenopea, la sua perspicace abilità di destare Agli HR aziendali è richiesto un connubio delle arti fin quì l’attenzione dei partecipanti legata all’innata simpatia di chi si descritte questa la conclusione di Memoli. In modo particolare diverte formando, sono un esempio brillante di come si può far i due sognatori che hanno creduto nella creatività espressiva riflettere e si può insegnare con la forza del sorriso e dell’umodi Memoli, come messaggio di chiusura di un anno intenso per rismo. L’incontro con Enzo mi ha lasciato con notevoli riflessiola nostra nazione, sono stati Eliana Marcantonio, dirigente del ni ed un bagaglio di emozioni forti e utili nel mio lavoro!»

La platea presente all’evento » foto concesse da AIDP

95

Gennaio 2013  

Abruzzo Impresa, il mensile del manager

Gennaio 2013  

Abruzzo Impresa, il mensile del manager

Advertisement