Page 1

about food NOVEMBRE 2012

foto: cannellaemela.blogspot.it

FREE MAGAZINE DI CUCINA DAI FOOD BLOGGER E DAL WEB

L’autunno in un boccone

I segreti del Pan di Spagna

Un Natale Speciale 1


( Foto ilgattogoloso.blogspot.it )

2


{ L’editoriale { Giorni più corti e più freddi. Pomeriggi grigi e un po’ noiosi. L’autunno ormai è arrivato e l’inverno sta già bussando alla porta. Sul fornello la teiera fischia bollendo l’acqua per un te pomeridiano e nelle stanze si diffonde il dolce profumo del forno che cuoce una torta di mele. Trascorriamo le serate con amici davanti al caminetto, mangiando caldarroste e sorseggiando vino novello. In cucina cresce la voglia di piatti con ingredienti più sostanziosi, di ricette golose che scaldano il cuore. Ci si accoccola sul divano con una calda coperta e un buon libro e si incomincia a pensare a come addobbare la casa per le imminenti Feste di Natale. Quale sarà il menù che sceglieremo e come allestiremo la tavola per stupire gli ospiti? Nelle pagine che seguiranno, abbiamo tante proposte adatte a questa stagione. Dai finger food realizzati con gli ingredienti tipici dell’autunno, alle conserve da mettere in dispensa. Prepariamo con voi dei deliziosi dolci con le mele e gratiniamo nel forno pasta e verdure. Ci regaliamo un tè pomeridiano con dei dolcetti gluten free e impariamo tutti i segreti per realizzare un Pan di Spagna perfetto. Abbiamo anche una sezione dedicata al Natale, con un menù a tema nei colori del bianco e del rosso. Idee per muffin e cupcake adatti alle feste e un delizioso e semplicissimo portatovagliolo per decorare la nostra tavola. Speriamo come sempre di aver raccolto, insieme a voi, tante idee per creare piatti golosi ed originali. Perché la creatività in cucina non dovrebbe avere mai fine!

3


( Foto gustosamente.blogspot.it )

4


contenuti

{ 06 } L’Autunno in un Boccone { 14 } Libri da regalare e regalarsi

{ 16 } Le golose conserve { 24 } I dolci con le mele { 32 } Tutto al gratin

UN NATALE SPECIALE { 70 } { 54 } Muffin e cupcake per le Feste { 40 } I segreti del Pan di Spagna

{ 68 } Bianco, rosso e ... Natale

{ 46 } Un tè senza glutine

{ 80 } U  n dolce portatovagliolo per il

Natale

5


6


L’AUTUNNO IN UN BOCCONE Ecco le cinque ricette vincitrici de “L’Autunno in un Boccone”, il contest dedicato a deliziosi finger-food autunnali e realizzato in collaborazione con CASSANDRA.IT

7


Castagne polvere

e

in camicia con pepite al miele di caffè

Ingredienti per 2 persone: 8 castagne (o marroni) / 8 fettine di lardo pancettato / 1 fetta di formaggio tipo casciotta umbra (o un formaggio saporito a pasta molle) / miele / polvere di caffè / sale Iniziate creando le pepite di miele: mettete delle gocce non troppo piccole di miele sopra della carta forno e spolveratele di caffé. Mettete in freezer per mezz’ora. Ora incidete le castagne e bollitele in acqua salata, quando saranno cotte pelatele stando attenti a non disfarle e avvolgetele nelle fettine di lardo pancetta-

8

to; è il momento del forno, io ho usato uno stampo di silicone a più settori (tipo quelli per i muffin), in ogni stampo ho inserito una castagna, mettetele in forno statico preriscaldato a 180° finché il grasso del lardo non si scioglierà e la nostra camicia risulterà croccante. Il grasso del lardo darà alla castagna oltre che un gusto sublime una consistenza morbida. Ora adagiate le castagne sul vostro piatto da portata e mettete sopra ad ognuna di esse un quadrettino di formaggio, quando il formaggio si sarà ammorbidito per il calore della castagna ed il piatto inizia ad intiepidire togliete dal freezer le pepite di miele e appogiatene una su ogni castagna.

Testi e foto pappageniale.blogspot.it


di e

Bocconcini “castagnaccio” ricotta salmone

con

Ingredienti: Castagnaccio: gr. 300 farina di castagne / 2 cucchiai olio evo / olio quanto serve per oliare la teglia / 2 pizzichi di sale / 600 ml. di acqua / 1 manciata di gherigli di noci / rosmarino q.b. Crema per farcire: 200 gr. ricotta / 200 gr. philadelphia / erba cipollina quanto serve / 150 gr. salmone affumicato Setacciare la farina di castagne, metterla in una ciotola, aggiungere i due pizzichi di sale, i due cucchiai di olio evo ed aggiungere l’acqua tiepida poco alla volta mescolando con cura con una frusta cercando di non fare grumi. Unire una parte dei gherigli di noci spezzettati, tagliare con le forbici gli aghetti del rosmarino, mescolare e lasciare riposare 30 min. circa. Amalgamare la ricotta, il philadelphia, l’erba cipollina tagliata a toc-

chetti ed il salmone affumicato fatto a piccoli quadretti. Lasciare insaporire in frigorifero. Ungere con l’olio una teglia piuttosto grande e rettangolare. Versare il composto preparato, cospargervi sopra i gherigli di noci rimasti ed un filo di olio. Infornare a 180° per 45 minuti. Il risultato che noi dobbiamo ottenere deve essere un castagnaccio sottile che, una volta raffreddato andremo a tagliare con un bicchierino per ottenere dei deliziosi dischetti da farcire. Si preparano i bocconcini spalmando un dischetto di castagnaccio con un cucchiaino di crema, vi si adagia sopra una fettina di salmone affumicato, si copre con un altro dischetto di castagnaccio. Si unisce il tutto con il rametto legnoso del rosmarino. Per servirli in modo pratico e romanticamente autunnale, abbiamo utilizzato dei quadrati di carta paglia ripiegati a triangolo o a fisarmonica.

Testi e foto comeunfiorellinodirosmarino.blogspot.it

9


Tartellette

verdi

Ingredienti per 30 tartellette: 200g farina 00 / 60g farina integrale / 40g farina di spinaci / 100g acqua / 20g vino bianco (anche di più, sostituendo l’acqua, per rendere l’impasto più croccante) 120g olio evo / 1 cucchiaino bicarbonato (meglio ometterlo perché sono lievitate molto) / ½ cucchiaino sale Ingredienti per il ripieno: 1 cespo di insalata / qualche foglia di radicchio / pinoli / erbe di provenza (timo,rosmarino,origano,santoreggia, issopo,maggiorana) / olio evo / sale Procedimento:

10

Mescolate le farine e impastatele con i liquidi (io ho utilizzato il robot). Fate riposare l’impasto in frigo, magari tutta la notte se avete tempo. Stendete l’impasto e tagliate le formine per le tartellette di una grandezza adatta agli stampini che dovrete utilizzare per cuocerle. Io le ho sistemate in dei pirottini per muffin. Bucherellate la base. Infornatele vuote per 15 minuti a 200°C. Per il ripieno frullate, con il frullatore ad immersione, le insalate aiutandovi con un goccio d’olio. Salate, aggiungete le erbe e mixate ancora aggiungendo pinoli fino a raggiungere la consistenza desiderata. Distribuite nelle tartellette e decorate con un pinolo. Le basi delle tartellette avanzate possono essere surgelate.

ricetta: semedigirasole.altervista.org - foto: Dario Morrone


Cupcakes panna

e cioccolato

Ingredienti: 150 gr di farina integrale di frumento / 200 ml di panna da montare / 100 gr di cioccolato fondente 100% cacao / 2 uova / 100 gr di zucchero di canna / 100 gr di zucchero semolato / 70 gr di burro fuso / un cucchiano di lievito in polvere Sciogliete a bagno maria il cioccolato e aggiungete 150 gr di panna. Mescolate bene fino a formare una crema.A parte amalgamate bene il burro fuso con gli zuccheri e le uova. Setacciate la farina con il lievito e aggiugetela piano piano al mix di burro-zuccherouova e alternandola alla crema di cioccolato.

Aggiungete infine la restante panna. Scaldate il forno a 180째C. Riempite degli stampini da cupcakes e cuocete per 25- 30 minuti. Attendere qualche minuto prima di assaggiare..

Testi e foto: bacididama-blog.com

11


Perla

d’autunno

Ingredienti: Per la crema chantilly ai marroni 250 gr di crema pasticcera / 200gr di marroni sbollentati / 50gr di zucchero mascobado / 10gr di gelatina in soluzione / 300gr di panna montata

12

Per la pasta sigaretta al cacao 100gr di burro / 100gr di zucchero a velo / 20gr di cacao amaro in polvere / 80gr di farina / 100gr di albume d’uovo

Per le sfere di cioccolato fondente 70% 300gr di cioccolato fondente 70% temperato / stampi a semisfera da 3cm

Per la glassa cioccolato bianco e caramello 265gr di cioccolato bianco / 4gr di gelatina in polvere / 175gr di panna fresca al 35% / 40gr di acqua / 30gr di sciroppo di glucosio / 50gr di zucchero semolato / 25gr di olio di vinacciolo

Cuore pralinato 1gr di gelatina in polvere / 100gr di panna fresca al 35% / 150gr di pralinato alle noci e mandorle

Per la finitura marron glacès

Testi e foto silviavslucaproject.blogspot.it


Per le semisfere in cioccolato Temperare il cioccolato fondente e colare nello stampo a semisfera da 3cm facendo la cosidetta camicia, capovolgere lo stampo sopra un recipiente per eliminare il cioccolato in eccesso, sgocciolare scuotendo leggermente, poi appoggiarlo su una griglia sollevata. Quando comincia a cristallizzare il cioccolato capovolgere lo stampo e tagliare il cioccolato in eccesso dai bordi dello stampo con un coltello. Ripetere l’operazione per tre volte in modo da dare il giusto spessore alla semisfera. Mettere a riposare in frigo. Per la chantilly ai marroni Ridurre i marroni sbollentati con lo zucchero mascobado in una pasta liscia con l’aiuto di un mixer. Scaldare la crema pasticcera e sciogliere dentro la gelatina in soluzione, quindi incorporare la pasta di marroni alla crema e alleggerire con la panna montata. Riempire un sac a poche e dosare negli stampi a semisfera da 4cm. Smodellare le semisfere di cioccolato e inserirle nel centro delle semisfere da 4cm precedentemente riempite di chantilly ai marroni, posizionare in congelatore per un ora.

Appena sfornate realizzare la forma di tegola modellandole ancora calde. Per la glassa al cioccolato bianco e caramello Spezzettare il cioccolato e scioglierlo a microonde, ammollare la gelatina in acqua fredda, in una casseruola scaldare la panna con il glucosio e l’acqua, lontano dal fuoco aggiungere la gelatina. Versare lo zucchero in un pentolino e cuocere fino a caramellare, ora aggiungere il composto di panna e gelatina. Incorporare questa crema calda al cioccolato fuso in tre tempi miscelando con una spatola senza incorporare aria. Unire adesso l’olio di vinacciolo. Unire le semisfere ancora congelate e napparle con la glassa fredda, adagiare su una tegolina di pasta sigaretta e riporre in frigo fino a scongelamento.

Per il cuore pralinato Scaldare la panna, aggiungere la gelatina precedentemente ammollata nell’acqua fredda. Versare lentamente un terzo del composto nel centro del pralinato e con una spatola di silicone mescolare energicamente per ottenere un nucleo elastico, incorporare un altro terzo mescolando fino ad incorporare completamente, completare con il restante, dopodiche far riposare in frigo per un ora circa. Aiutandosi con un sac a poche riempire la semisfera di cioccolato con il pralinato e inserire un pezzettino di marron glacès nel mezzo. Riporre nuovamente in congelatore. Per la pasta sigaretta al cacao Setacciare lo zucchero a velo il cacao e la farina. In una casseruola cuocere il burro battendo con una frusta fino a renderlo color nocciola, una volta raffreddato aggiungere le polveri setacciate e metà degli albumi, mescolare e terminare con il resto degli albumi senza montare. Usando una tasca modellare dei dischi su una teglia con carta forno livellare con un cucchiaio e infornare a 200°C per 5 -10 minuti circa.

13


LIBRI DA REGALARE E REGALARSI IL PAN’INO Autore Editore

M. T. Di Marco, Alessandro Frassica Guido Tommasi

Pubblicaz: novembre 2012 N° Pagine 160 pagine Lingua

Italiano

Prezzo

19,90

Cosa c’è di più semplice di un panino? Pane e companatico, un taglio nel mezzo e farciture a piacere. Visto così il panino è quasi un’anticucina, la scorciatoia nomade che permette di far presto e di non apparecchiarsi il pensiero di quel che c’è nel nostro piatto. Ma quando Alessandro Frassica immagina il suo pan’ino lo ripensa diversamente, non come scorciatoia ma come strumento per raccontare storie, per dipanare racconti stratificati proprio lì, tra il pane e il suo companatico. Perché certo se il panino è semplice non per questo è facile. Alessandro si mette allora in cerca degli ingredienti, delle materie prime e lì trova le persone: produttori di pecorino, di mortadella, di salame rosa, le conserve beneventane, gli affinatori di gorgonzola di Verbania, la

14

scamorza bianca e fresca che viene dalla Puglia, e ancora alici di Cetara, bottarga di Cabras, ‘nduja, carciuga e caciocavallo, mostarda di peperoni e stracci di burrata, finocchiona toscana e taleggio bergamasco, e il pane che riesce a contenere tutto questo e molto, molto di più. Poi Alessandro studia le associazioni, le consistenze e le temperature, perché un pan’ino non è a caso, perché il sapido deve esser compensato dal dolce, perché la tapenade ammorbidisce e regala umidità, perché il pane va scaldato ma non seccato e allora il panino diventa un modo semplice per dire tante cose eccellenti, per trovarsi in bocca in un morso solo una complessità di sapori capace di dare emozioni.


BABY DOLCEZZE Editore

Gribaudo

LA TORTA PERFETTA Autore

Pubblicaz: ottobre 2012 N° Pagine 48 pagine

Editore

Toni Brancatisano Gribaudo

Lingua

Italiano

Pubblicaz: ottobre 2012

Prezzo

17,90

N° Pagine 144 pagine

La nascita di un bambino o di una di bambina è sicuramente uno dei momenti più felici nella vita di una famiglia. Per festeggiarlo in serenità e gioia con parenti e amici sono ideali le 24 ricette per dolci e dolcetti, ma anche per snack salati, presentate nel ricettario al quale è allegato uno stampo ideale per trasformarle in piccoli capolavori. I soggetti, in perfetta correlazione con il tema, sono ciucci, carrozzine e altri oggetti legati alla nascita.

RACCONTI GASTRONOMICI

Autore Editore

Lingua

Italiano

Prezzo

20,00

Con questo libro Toni Brancatisano punta sugli stessi ingredienti per confermare che realizzare una torta da sogno è possibile, e anche divertente. La parte introduttiva è dedicata a ricette base, farciture, coperture, strumenti e segreti per evitare i principali errori. Ci sono poi tre sezioni dedicate a progetti per adulti, per bambini e per le grandi occasioni: 24 dolci illustrati nei passaggi principali per scoprire quanto possa essere semplice preparare torte buone e belle. Pasta di zucchero, cioccolato fondente, caramello e creme arricchiranno castelli fatati, navi di pirati, fiori, teiere e dolci tentazioni a tre piani da mangiare anche con gli occhi.

LA SCATOLA DEI BISCOTTI DI NATALE. COOK’IN BOX. CON GADGET

Laura Grandi, Stefano Tettamanti

Autore

Torresan Barbara

Editore

Guido Tommasi

Einaudi

Pubblicaz: ottobre 2012

Pubblicaz: novembre 2012

N° Pagine 64 pagine

N° Pagine 300 pagine

Lingua

Italiano

Prezzo

19,90

Lingua

Italiano

Prezzo

20,00

Da millenni gli scrittori danno da mangiare e da bere ai propri personaggi. Adamo ed Eva si giocarono il paradiso per una mela; Esau vendette la sua primogenitura per un piatto di lenticchie. Ma se gli scrittori nutrono i loro personaggi, è perché questi nutrano i lettori: i pranzi serviti sulla pagina svelano, come per magia, la visione del mondo di chi si mette a tavola. Forse per questo, come dice Aldo Buzzi, lo scrittore che non parla mai di cibo “ispira diffidenza, come se mancasse di qualcosa di essenziale”. Il lettore sarà deliziato dalla poesia sprigionata dalla descrizione di una bouillabaisse (Thackeray), di un risotto alla milanese (Gadda) o di un’aringa marinata (Vittorini), si divertirà nel sentire parlare di cibo Cervantes o Campanile, mentre con Zola, Pirandello o Karen Blixen si commuoverà più che se tagliasse una cipolla.

Un impasto semplice e profumato, un gusto ricco e avvolgente, una delizia per il palato e per gli occhi: i biscotti di Natale sono i protagonisti indiscussi delle feste... Offriteli a parenti e amici oppure impacchettateli e regalateli alle persone che amate: saranno un dono graditissimo. Inoltre insieme al libro troverete anche 12 formine tagliabiscotti, il tutto in una scatola di latta dove potrete conservare i vostri biscotti.

15


16


LE GOLOSE CONSERVE I meravigliosi frutti e ortaggi estivi sono perfetti per essere messi in barattolo e gustati durante la stagione fredda, come ad esempio i pomodori. Le preparazioni salate e le verdure sott’olio sono ideali durante un aperitivo, mentre le confetture donano alla mattina quella marcia in più per iniziare in modo sano ed allegro la giornata... Sapori da gustare con tutta la calma e la tranquillità che solo l’autunno può dare!

17


Curd

al lime

Ingredienti: 5 lime / 3 uova / zucchero, 100 gr / burro,75 gr / colorante alimentare: blu+giallo (facoltativo) Spremete i limoni e sbattete le uova. In un pentolino sciogliete il burro a fuoco basso insieme alla scorza grattugiata dei lime. Quando il burro è completamente sciolto, aggiungere lo zucchero tutto in un colpo e girate con un cucchiaio di legno finchè non sarà completamente sciolto. Versate a filo il succo e le uova girando finchè la crema inizia ad addensarsi (a me ci sono voluti poco più di 5 minuti). Tenete conto che una volta raffreddata la crema si adden

18

serà ulteriormente. Invasate, lasciate raffreddare e poi riponete in frigorifero. Se volete conservare il curd per più tempo (fino a 2 mesi) procedete alla sterilizzazione dei vasetti come per la marmellata. Io comunque lo conservo in frigorifero.

testi e foto www.cookandthecity.it


Confettura

di pere e pompelmo rosa al Moscato

Ingredienti: 1,2 kg di pere williams * / 1 pompelmo rosa / 400 gr di zucchero semolato / 7-8 cucchiai di moscato * il peso si riferisce alla frutta già tagliata e privata del torsolo Lavate le pere e tagliatele a piccoli pezzi, prelevate la scorza del pompelmo evitando di tagliare la parte bianca, e tagliatela a strisce sottilissime. Pelate ora a vivo il pompelmo, prelevate tutta la polpa e tagliatela a cubetti. Mettete tutto in una casseruola di alluminio aggiungete lo zucchero, mescolate e lasciate macerare almeno un’ora.

Cuocete circa 3-4 ore finchè la confettura avrà la giusta consistenza, ovvero mettendone una piccola parte in un piatto scivolerà lentamente. Aggiungete il moscato, mescolate e riempite i vasetti sterilizzati. Rovesciateli finchè saranno freddi.

testi e foto ombelicodivenere.blogspot.it

19


Conserva

di giuggiole e zenzero

Ingredienti: Giuggiole 1kg / zucchero 500 gr / limone 1 / zenzero (radice) 4-5 cm Pulire bene le giuggiole ed estrarre il semino centrale. Versare le giuggiole in un tegame col doppio fondo, unire il succo del limone filtrato, lo senzero grattugiato ed un bicchiere d’acqua. Far cuocere le giuggiole a fiamma bassissima finchè non si saranno un po’ disfatte. Passare le giuggiole al passaverdura. A questo punto incorporare lo zucchero alle giuggiole e far cuocere per 15 minuti ancora.

20

Nel frattempo sterilizzare i vasetti di vetro con l’alcool puro. Versare la conserva nei vasetti e coprirli con un panno pulito. Lasciar raffreddare la conserva nei vasi per tutta una notte.

testi e foto www.piciecastagne.it


di

Confettura peperoni rossi miele melo

e

di

allo zenzero

Ingredienti per 6 vasetti da 150 ml: 4 peperoni rossi / 300 g di miele di melo bio / 100 g di zucchero di canna / 2 cm di radice di zenzero grattugiato / 1 mela acerba bio / Succo di un limone Pulire, lavare bene i peperoni e poi tagliarli a tocchetti. Mettere tutti gli ingredienti in una pentola dal fondo spesso con la mela grattugiata con tutta la buccia. Far cuocere per un paio d’ore, dopodichè passare tutto al passaverdure, rimettere sul fuoco e continuare la cottura fino alla consistenza desiderata.

Riempire i vasetti lavati e sterilizzati in forno caldo a 150° per 30 minuti. Chiudere con capsule nuove e capovolgerli fino a raffreddamento per far si che si formi il sottovuoto.

testi e foto fiordirosmarino.blogspot.it

21


Pesto

di olive

Ingredienti: 100 g di olive nere / 75 g di olive verdi / 2 cucchiai di capperi sotto sale / 2 filetti d’acciuga / 1 spicchio d’aglio / 1 peperoncino piccante / 3 pelati / basilico, origano / sale / 70 ml di olio extravergine d’oliva Lasciate i capperi in acqua fredda per 5 minuti dopodiché sciacquateli dal sale. Snocciolate le olive. Schiacciate l’aglio e sminuzzate il peperoncino. Sfaldate i pelati. Mescolare tutto in una ciotola, aggiungete l’origano e qualche foglia di basilico fresco spezzetato a mano. Andate piano con il sale, direi quasi che non è necessario aggiungerlo. Potete tritare tutto con la mezzaluna fino ad ottenere un trito abbastanza fine ma ancora

22

trito…non deve assolutamente diventare una crema. Oppure, potete trasferire tutto in un tritatutto e tritarlo nella macchina… state attenti a non esagerare! A questo punto aggiungete l’olio extravergine d’oliva e mescolare tutto. Potete utilizzare questo pesto per condire le bruschette, la carne alla brace oppure per condire la pasta...dipende dai gusti ma calcolate almeno 2 cucchiai per porzione. Quando lo faccio ne preparo un po’ di più e lo conservo in un barattolino di vetro coperto con un filo d’olio d’oliva…quando ne usate un poco, coprite quello che rimane con un altro filo d’olio e coprite il barattolino…si conserverà nel frigorifero per un paio di settimane.

testi e foto mademoisellemarina.blogspot.it


Zucchine

sott’olio

Ingredienti: 1 kg zucchine (io ho usato le “trombette di Albenga” piccole) / 100 gr di olive denocciolate / 1 cipolla / 1 lt e 1/2 di aceto (*) / menta / olio evo / alloro, chiodi di garofano / sale e pepe in grani. Lavate le zucchine e eliminate le estremità, tagliatele a rondelle regolari, salarle e metterle a sgocciolare in uno scolapasta per un’ora. Passato il tempo, sciacquate le zucchine e asciugatele bene con un canovaccio. Fate bollire l’aceto con qualche grano di pepe, qualche chiodo di garofano, due foglie di alloro (* per

il mio gusto personale ho messo 2/3 di aceto e 1/3 di acqua, per non rendere troppo aggressivo il sapore dell’aceto) e sbollentate le zucchine per alcuni minuti. Sgocciolatele con un mestolo forato e asciugatele con carta assorbente. Disponete le zucchine nei barattoli di vetro a chiusura ermetica intramezzando con le fettine di cipolle, le olive a pezzi, alcune foglie di menta e i grani di pepe. Coprite bene con l’olio, è possibile consumarle dopo 15 gg.

testi e foto alcuoco.blogspot.it

23


24


I DOLCI CON LE MELE Perfetti per colazione, ideali a merenda e golosi all’ora del thé. I dolci con le mele rallegrano la tavola, profumano la casa e fanno bene al corpo e all’anima. Basta mescolare pochi e semplici ingredienti per ingolosire grandi e piccini. Che siano dolci soffici, golose crostate o simpatici muffin ciò che conta è che siano fatti in casa. Cosa c’è di meglio che mescolare burro, farina, uova e mele per trasformare una semplice giornata in una giornata super?

25


Torta

di mele sbagliata

ingredienti (per una torta del diametro di 20/22 cm) Mele golden grandi 5 / Farina, 120 gr / Burro, 80 / Zucchero semolato, 120 gr / Uova, 2 grandi / Yogurt da bere all’albicocca, 130/150 gr circa / Limone, la buccia di 1 / Arancia, buccia di mezzo frutto / Prugne secche, una manciatina / Mandorle a lamelle, q.b / Vanillina, 1 bustina o estratto di vaniglia / Lievito chimico, 1 bustina / Zucchero a velo, q.b / Sale

Aggiungete poi le mele, tagliate a fettine molto sottili. Mescolate molto bene in modo che il composto si distribuisca uniformememente. Imburrate e infarinate una teglia con bordo ad anello. Versate il composto, appianatelo e distribuiteci sopra delle mandorle a filetti. Infornate a 180°/190° per 45 minuti circa. Lasciate intiepidire in forno con sportello un pò aperto. Non sformate la torta quando ancora calda. Prima di servire spolverizzate zucchero a velo.

Montate il burro con lo zucchero, aggiungete farina e yogurt e poi le uova, una ad una. Aspettate che si sia assorbita la prima prima di aggiungere l’altra. Aggiungete la vaniglia, il lievito, un pizzichino di sale, la buccia degli agrumi e le prugne tagliate a pezzettini, che avrete precedentemente fatto rinvenire in acqua.

26

testi e foto www.cookandthecity.it


Tortini

di mele al vino

Ingredienti per 6 tortini: Per le mele al vino : 2 mele / 2 bicchieri di Dolcetto di Dogliani / 1 stecca di cannella / 1 chiodo di garofano / 2 cucchiai di zucchero + altri 2 / Per i tortini: 1 uovo / 100 g di zucchero / 1 mela grattugiata / 30 g di burro fuso / 100 g di farina di grano tenero / 1 cucchiaino di lievito per dolci /liquido di cottura delle mele mele al vino: Lavare e tagliare le mele in quarti. Metterle in un pentolino insieme a cannella, chiodo di garofano, due cucchiai di zucchero e vino e portare sul fuoco. Far sobbollire finché le mele saranno morbide (circa 30 minuti). Scolare le mele e far raffreddare. Tenere da parte un goccio di liquido di cottura, che

ci servirà per i tortini. Rimettere il resto del liquido con altri due cucchiai di zucchero sul fuoco e far addensare, finché assume la consistenza di uno sciroppo. Nel frattempo montare l’uovo con lo zucchero; quando il composto sarà spumoso, aggiungere la mela grattugiata e mescolare delicatamente. Unirvi il burro fuso (fatto raffreddare), la farina e il lievito. Amalgamare con un cucchiaio di legno e ammorbidire con un goccio di liquido di cottura delle mele (fatto raffreddare). Imburrare 6 stampini monoporzione e sul fondo disporvi qualche fettina di mela al vino. Versare il composto negli stampini e far cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10-15 minuti (controllare in ogni caso con uno stecchino). Sformare i tortini e servirli tiepidi con lo sciroppo delle mele.

testi e foto www.saporidielisa.it

27


Biscotti

vegani alla mela

Ingredienti (per circa 50 biscotti di 4cm di diametro): 2 mele piccole / 3 cucchiai di uvette / 2 cucchiaini di lievito vanigliato per dolci / 70gr di zucchero di canna grezzo + 1 cucchiaio per guarnire / 50 gr di farina di integrale (versione gluteenfree: farina di riso) / 50 gr di farina di tipo 2 (v.glutenfree: farina di miglio) / 100 gr di farina di grano saraceno (v.glutenfree: amido di mais) / 1 cucchiaino di malto d’orzo (v.glutenfree: miele o melassa) / olio extravergine q.b. o olio di semi di girasole (circa 60gr) Lavate le mele (se non bio sbucciatele) e tagliatele a pezzetti. Mettete le mele mel mixer, aggiungete le uvette e frullate per pochi secondi, poi aggiungete il lievito e frullando tra un ingrediente e l’altro aggiungete lo zucchero di canna, le farine, il malto. Conti-

28

nuando a frullare aggiungete dal bicchiere l’olio a filo finchè l’impasto non formerà una palla. A questo punto levatelo dal mixer e adagiatelo in una spianatoia infarinata. Se troppo appiccicoso aggiungete un pò di farina di tipo1. Formate una palla e lasciatela in frigo per circa 2 ore. Prendete una spianatoia infarinata e stendete l’impasto in più step. Stendete l’impasto di circa 3-4mm di spessore e cospargete con lo zucchero di canna rimasto. Passate ancora una volta il mattarello perchè lo zucchero aderisca meglio all’impasto e ritagliate i biscotti con un bicchiere o uno stampino. Prendete una teglia e ricopritela con carta da forno. Adagiate i biscotti e cuocete in forno caldo a 180°C per 10 minuti circa, finchè i biscotti non prendono un bel colorito. In un barattolo di vetro i biscotti si conservano fino a una settimana tranquillamente.

testi e foto fashionflavorscooking.blogspot.it


Torta di

mele e cioccolato

Ingredienti per una torta da 20 cm di diametro: 140 g di farina / 3 uova / 50g di margarina / 3 cucchiai di zucchero raffinato bianco / 2 cucchiai di zucchero di canna / 1 cucchiaio d’olio d’oliva / 1 bustina di vanillina / 1 bustina di lievito per dolci / 1/2 bicchiere d’acqua minerale naturale* / 1/2 bicchiere di cacao amaro in polvere* / 20 gr di cioccolato fondente (al 75%) / 1 mela verde (Granny smith) *per i bicchieri, io uso quelli della nutella Montate gli albumi a neve ben ferma in una terrina; in un’altra ammorbidite la margarina con l’aiuto di una forchetta e aggiungete i due tipi di zucchero, insieme poi alla vanillina e al cucchiaio di olio. Sbattete i tuorli, aggiungete il cacao, l’acqua e unite il resto del composto con gli altri due preparati poco prima. Amalgamate bene tutto con la

frusta e unite poco alla volta la farina setacciata insieme al lievito, per evitare grumi. Spezzettate il cioccolato con un coltello e sbucciate e tagliate la mela, metà a fettine sottili (circa 1/2 cm di spessore) e l’altra metà in pezzetti piccoli. Aggiungere al composto la mela spezzettata e metà del cioccolato, amalgamate e preparate la teglia per il forno (imburrandola e infarinandola). Prima di versare il composto, rimescolate perché la mela e il cioccolato tendono a concentrarsi verso il centro. Quindi versate il composto nella teglia e disponete le fettine di mela a raggi, mettendo anche un pezzetto di mela nel centro e infine aggiungete il resto del cioccolato, spolverandolo sopra. Cuocete in forno preriscaldato e ventilato per 25 minuti circa a 175°C.

testi e foto postcardsfromlight.blogspot.it

29


Apple+Brandy+Cinnamon Cakes

Ingredienti per 3 stampi da 11,5 cm di diametro: 1 mela / 100 ml di brandy / 2 cucchiai di zucchero di canna / 200 g di farina / 2 1/2 di cucchiaini di lievito in polvere / 1 pizzico di sale / 1 cucchiaino di cannella / 1 cucchiaino di noce moscata / 127 g di burro a temperatura ambiente / 125 g di zucchero / 2 uova a temperatura ambiente / 2 cucchiai di latticello / zucchero a velo per guarnire Lavate e tagliate a spicchi la mela. Mettete la mela tagliata in un piatto, con il brandy e i due cucchiai di zucchero di canna e lasciate macerare la frutta per almeno 1 ora. Preriscaldate il forno a 180°C, imburrate ed infarinate gli stampi e mettete da parte. Nella ciotola di una planetaria

30

montate il burro con lo zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Versate le uova una alla volta fino a farle amalgamare bene alla crema al burro. Mescolate tutte le polveri e versatele nell’impasto preparato alternando con il latticello,mescolate bene il tutto fino a che tutti gli ingredienti si saranno uniti fra di loro. Versate la pastella ottenuta negli stampi,adagiate le mele tenendo da parte la bagna al brandy. Infornate e fate cuocere per 40 minuti.Sfornate e sformate,bagnate ora con il brandy e lasciate raffreddare completamente. Quando le tortine saranno fredde spolverizzate con lo zucchero a velo.

testi e foto cannellaemela.blogspot.it


Fool

di mele alla cannella

Cosa serve, per quattro coppette: 3 mele red o golden delicious / 300 ml di panna fresca di qualità / 1 cucchiaio di zucchero di canna (o semolato) / 25 ml di brandy / una noce di burro / cannella in polvere qb / Se piace: 4 amaretti morbidi sbriciolati per il fondo delle coppette Lavare con cura le mele, tagliarle a quarti e privarle del torsolo, poi a fettine senza privarle della buccia (meglio dunque se le mele sono bio). Sciogliere in una padella antiaderente abbastanza ampia la noce di burro, aggiungere le mele, un po’ di cannella e lo zucchero e far caramellare qualche secondo, poi sfumare

con il brandy. Una volta evaporato il brandy proseguire la cottura delle mele per due/tre minuti (devono ammorbidirsi ma non troppo). Lasciare raffreddare. Montare la panna (per un risultato ottimale deve essere ben fredda) e riempirvi la tasca da pasticceria. Assemblare le coppette: prima l’amaretto, poi un po’ del fondo di cottura delle mele ad ammorbidire l’amaretto, poi le fettine di mela, quindi la panna montata e per finire l’abbondante spolverata di cannella.

testi e foto lattefiele.blogspot.it

31


32


TUTTO AL GRATIN Le preparazioni al gratin sono di una golosità irresistibile: le piÚ tradizionali sono lasagne, pasta, crespelle e verdure. Vi proponiamo alcune ricette da sfoggiare in tavola nei giorni di festa o per rendere speciali anche preparazioni semplici‌ Conquisterete i vostri commensali con quella meravigliosa crosticina dorata e croccante che le caratterizza.

33


Gratin

di pasta con patate, toma e tartufo

Ingredienti: 350 gr di pasta / salsa besciamella / 150 gr di Lou Bergier o toma / olio al tartufo q.b. / 2-3 patate rosse medie / 50 gr di parmigiano grattugiato / pepe Preriscaldate il forno a 200°C. Pulite e pelate le patate. Tagliatele subito a dadini non troppo grandi e fatele cuocere in abbondante acqua fredda. Non appena l’acqua arriva a bollore abbassate la fiamma affinchè le patate non si disfino. Cuocete fino a quando non saranno tenere, ma ben compatte. Scolate e tenete da parte. Nel frattempo tagliate anche la toma a dadini. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata mantenendo la cottura lievemente al dente. Sco-

34

latela, passatela sotto abbondante acqua fredda e ponetela nuovamente nella pentola. Aggiungete qualche cucchiaio di olio al tartufo, mescolando bene. Lasciate quindi riposare e iniziate a preparare la salsa besciamella. Unite gran parte della besciamella alla pasta, mescolando bene. Aggiungete la toma, qualche cucchiaio di parmigiano e le patate a dadini. Aggiustate di pepe. Date un’ultima mescolata e disponete la pasta in cocotte o stampi in ceramica adatti alla cottura. Aggiungete ulteriore besciamella e coprite il tutto con abbondante parmigiano grattugiato. Infornate per circa 10 minuti a 200°C, poi passate alla gratinatura. Accendete il grill e proseguite con la cottura fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata e croccante. Servite ben calda!

Testi e foto www.latanadelconiglio.com


di

e

Gratin zucca toma fresca profumo rosmarino

al

di

Ingredienti per 6 cocotte: 1Kg di zucca già pulita e tagliata a cubetti / 1 cipolla / 300g di toma fresca di latte crudo / 4/5 fette di pane casareccio integrale o ai cereali / 2 rametti di rosmarino / parmigiano grattugiato / latte / olio extravergine d’oliva / sale q.b. Brasare la zucca in padella con olio, cipolla sminuzzata sale e rosmarino (1 rametto) finchè non sarà cotta. Sistemare la zucca in una pirofila unta e distribuirvi sopra la toma tagliata a cubetti. In un contenitore sbriciolare il pane e bagnarlo con del latte. Coprirvi la superficie della cocotte.

Spolverizzare con del parmigiano grattugiato e del rosmarino tritato. Finire con un filo d’olio e infornare a 200° per circa 15-20 minuti. Finchè non sarà ben dorato. Lasciare intiepidire e servire.

Testi e foto gattoghiotto.blogspot.it

35


Cavolfiore

gratinato alla besciamella

Ingredienti per 4 persone: 1 cavolfiore / 2 cucchiai di pane grattugiato / 4 cucchiai di parmigiano / sale Per la besciamella: 500 ml latte / 50 gr. di burro / 40 gr. di farina / 1 pizzico di noce moscata / sale q.b. / pepe q.b Eliminare le foglie esterne del cavolfiore, tagliarlo in cime e lavarlo accuratamente. In una pentola con abbondante acqua salata, immergere il cavolfiore e farlo cuocere 15 minuti dal momento dell’ebollizione. Scolarlo e metterlo in una ciotola. Per la besciamella: in una pentola fondere il burro a fuoco lento e aggiungere la farina setacciata poco

36

alla volta, mescolando con una frusta continuamente per 2-3 minuti. Togliere la pentola dal fuoco e versare il latte caldo, aggiungendolo a filo. Porre nuovamente la pentola sul fuoco e continuare a mescolare evitando la formazione di grumi. Aggiungere un pizzico di sale, di noce moscata e di pepe. Continuare a mescolare fino a ebollizione e cuocere la salsa fino a ottenere la consistenza desiderata. Preriscaldare il forno a 200Âş. Una volta pronta la besciamella, aggiungerne 4 cucchiai al cavolfiore e mescolare. In una pirofila (ho usato dei pirottini di terracotta) disporre le cime di cavolfiore. Ricoprire con la besciamella, spolverizzare il parmigiano, ed infine il tocco di pane grattugiato. Gratinare in forno fino a quando non si forma la crosticina.

Testi e foto www.friarielliandsound.com


Il gratin dauphinois

di Joanne Harris

Ingredienti per 6 persone: 1 kg di patate / 1 spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato / 100 gr di burro / 1/2 l di panna da cucina / sale marino / pepe nero macinato al momento / 100 gr di gruyère grattugiato Scaldate il forno a 180°. Pelate le patate e tagliatele a fettine sottili usando la mandolina, sistematele in una grande scodella di acqua fredda e mescolatele un po’ in modo da eliminare l’amido in eccesso. Scolatele bene e asciugatele con molta cura. Strofinate la pirofila che userete con aglio e un po’ di burro (circa 15g).

Mettete il burro rimanente e la panna da cucina in un tegame largo, portate a bollore. A questo punto unite l’aglio rimanente, le patate, sale e pepe. Fate cuocere a fuoco lento per 8 minuti. Versate il tutto nella pirofila distribuendo in modo uniforme, completate con il formaggio, aggiungete altro sale e pepe e infornate per 1 ora e mezza.

Testi e foto lattefiele.blogspot.it

37


Pumpkin mac

and cheese

Ingredienti: sedanini rigati 150 gr / fromage d’ Alsace 200 gr / parmigiano 2 cucchiai / zucca 1\4 / sale / pepe / olio EVO Preriscaldare il foro a 200°. Dividere la zucca a pezzi ed avvolgere ogni pezzo in un foglio di stagnola. Infornare la zucca per circa 20-30 minuti finchè la polpa sarà morbida. Passare la polpa della zucca al setaccio. Dividere il fromage a dadini e grattugiare il parmigiano. Condire la zucca con sale, pepe ed un filo d’ olio. Cuocere i sedanini molto al dente.

38

Condire i sedanini con la purea di zucca, 1 cucchiaio di parmigiano e 2\3 del fromage. Dividere la pasta in due cocottine da forno e distribuire sulla superficie qualche fiocchetto di fromage tenuto da parte ed un po’ di parmigiano grattugiato. Infornare per qualche minuto finchè la pasta si sarà ben gratinata ed il formaggio avrà formato una crosticina in superficie.

Testi e foto www.piciecastagne.it


di manzo alle mele in cocotte

Spezzatino gratinato

Ingredienti per 4 persone: 500 g spezzatino di manzo / 80 g burro / 1 cipolla / 1 mela 1 bicchiere di vino rosso / un paio di foglie di alloro / un rametto di timo fresco / due chiodi di garofano / sale e pepe Per il puré: 500 g di patate / un bicchiere di latte / 50 g burro / 50 g parmigiano grattugiato / sale e pepe n una casseruola lascio sciogliere il burro, aggiungo la cipolla finemente tritata e la cuocio finché non diventa trasparente. Sbuccio la mela e la taglio a pezzettini di circa 1 cm e l’aggiungo alla cipolla. Aggiungo la carne e mescolo. Unisco alloro, timo, chiodi di garofano, sale e pepe. Lascio rosolare la carne per qualche minuto e poi aggiungo il bicchiere di vino. Appena il vino evapora copro la pento-

la e lascio cuocere a fuoco bassissimo per almeno due ore. Preparo il purè: lavo le patate e le metto a bollire in acqua salata. Poiché il tempo di cottura dipende dal tipo di patata e dalla grandezza, per sapere quando sono cotte provo a pungerle con una forchetta: quando le punte (i rebbi) entrano facilmente nella patata, scolo le patate, le sbuccio e le schiaccio con lo schiacciapatate (mai frullare! La pasta della patata cambia consistenza e diventa molle e appiccicosa). In un pentolino scaldo il latte in cui aggiungo il burro. Verso il tutto sulle patate, aggiungo il parmigiano, un pizzico di noce moscata, sale e pepe e mescolo. Terminata la cottura dello spezzatino lo divido in 4 cocottine, copro con il purè e con i rebbi della forchetta disegno alcune righe sulla superficie. Metto nel forno e accendo il grill. Lascio cuocere per pochi minuti, finché si formerà una bella crosticina dorata.

Testi e foto pennaeforchetta.blogspot.it

39


40


FACCIAMO UNA TORTA? Articolo e styling di Angela De Marco laricettadellafelicita.blogspot.it

Quante volte ci siamo detti : “Facciamo una torta???” e quante quella torta non l’abbiamo fatta perché aveva una base che ci terrorizzava… una base insormontabilmente difficile da fare, o almeno così ci è sembrato in quel momento. La base delle basi… LUI il terribile Pan di Spagna!!! È incredibile ma è proprio così! Spesso il Pan di Spagna incute timore persino alle più esperte di noi. Forse per la mancanza di lievito nell’impasto (…e come gonfierà mai???) o perché non si hanno mai le dosi giuste. (20,30,40 gr o forse 50 gr di farina per uovo?) e poi burro si o burro no? Insomma la confusione non manca!

41


il Pan di Spagna

42


i segreti del Pan di Spagna Le origini del Pan di Spagna risalgono al 1700 quando il cuoco genovese Giobatta Cabona venne inviato in Spagna insieme all’ambasciatore genovese il marchese Domenico Pallavicini. In occasione di un banchetto Cabona presentò una torta basata su una pasta di incredibile leggerezza, che venne in suo onore definita Pâte Génoise, pasta genovese. Da questa, derivò una versione leggermente semplificata che prese il nome di Pan di Spagna per onorare la corte spagnola che aveva decretato la fortuna della preparazione. In effetti spesso si fa confusione tra queste due preparazioni che però hanno una differenza fondamentale : la presenza o meno del burro nell’impasto. Infatti mentre nella pasta genovese troviamo fra gli ingredienti il soffice burro , nel Pan di Spagna gli unici ingredienti che troviamo sono uova, farina e zucchero. Quindi NO al lievito, NO al burro….e la farina? La farina può essere usata semplicemente o miscelata a una piccola parte di amido. Per la quantità, essa può variare in base al tipo di massa che vogliamo ottenere e quindi all’uso che ne vogliamo fare: si va dai 20-25 gr per ogni uovo per una massa leggera, adatta ad essere mangiata a fette senza farcitura, ai 30-35 gr per una massa media, adatta a farciture leggere (strato sottile di marmellata, nutella o panna) ai 50gr della versione pesante usata come base per le torte farcite e decorate che deve essere necessariamente inumidito con una bagna alcolica o no, perché ha un’alveolatura abbastanza compatta. Tra le varie versioni, provate e sperimentate, quella che preferisco come passe par tout è quella con 40gr di farina per uovo. E le dosi per teglia? Per una 20-22 va bene la dose da 3 uova, per una 24-26 la dose da 6 uova, per una teglia da 28-30 ho usato 9 uova e per una 32-34 ben 12! Per la perfetta riuscita del pan di spagna dobbiamo seguire pochi ma fondamentali accorgimenti: • Gli ingredienti devono essere tutti a temperatura ambiente. • Le uova intere vanno montate con lo zucchero per almeno 15-20 minuti su un bagnomaria caldo. Se avete una planetaria basteranno 10-12 minuti. • La farina va setacciata e aggiunta al composto a cucchiaiate, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto con delicatezza. • La teglia va sempre imburrata e infarinata abbondantemente. • La cottura va verificata con uno stecchino, almeno dopo 15-20 minuti di forno. • Aspettare che il pan di spagna sia tiepido prima di toglierlo dalla teglia.

43


44

1

2

3

4

5

6

7

8

9


il Pan di Spagna Ingredienti per una teglia da 20-22 cm: 3 uova 120gr di zucchero 120gr di farina Aroma a piacere (semi di vaniglia, zeste di limone, semi di anice, rhum…) Montiamo le uova intere (1) con lo zucchero su un bagnomaria tiepido per almeno 15 minuti (se avete una planetaria basteranno 10 minuti) finchè il composto non diventerà chiarissimo (2) e gonfio e ricadrà a nastro, ovvero se sollevato con un cucchiaio esso dovrà ricadere come un nastro e rimanere sospeso sulla superficie dell’impasto per qualche secondo prima di andare giù (3). Uniamo l’aroma prescelto (io anice), quindi versiamo a pioggia la farina ben setacciata sul composto di uova un cucchiaio alla volta (4), mescolando dal basso verso l’alto per non smontarlo (5). Versiamo il tutto in una teglia imburrata e infarinata (6-7) e inforniamo a 180° per 30 minuti circa (naturalmente è necessaria la prova stecchino per la cottura perfetta...) (8-9). Appena intiepidita sformiamola con delicatezza su una gratella e decoriamo con zucchero a velo (10). Possiamo quindi gustare il pan di spagna così semplicemente , con una spolverata di zucchero a velo o farcito con marmellata, nutella o creme… ma di questo ne parleremo un’altra volta!

45


46


UN TÈ SENZA GLUTINE, PER ASSAPORARE I PICCOLI PIACERI QUOTIDIANI Articolo e styling di Simonetta Nepi glu-fri.blogspot.it

Cosa c’è di più confortante, consolante, caldo di una tazza di buon tè? Ci sono culture e riti millenari legati a questa bevanda, persino la rivoluzione americana e la lotta per l’indipendenza sono nate per … una tazza di tè. In Italia siamo tradizionalmente più legati al caffè, la parola “ristretto” infatti è ormai sinonimo di caffè in tutto il mondo. Ma persino noi italiani organizziamo tè pomeridiani che regalano momenti di incontro e di riunione con amici e parenti, o semplicemente ci concediamo un momento tutto per noi con un buon tè. Il tè è sempre accompagnato da qualche dolce, qualche cake, qualcosa di goloso che si abbina bene al suo sapore leggermente astringente. Anche in questo caso, come per le cene o le merende, se si vuole offrire un tè accompagnato da golosità per tutti e quindi anche gluten free, ci vuole un po’ di organizzazione e qualche attenzione.

47


l’ora del tÊ senza glutine! 48


In commercio attualmente ci sono tantissimi prodotti golosi senza glutine, tortine, biscotti, snacks senza glutine, l’unico accorgimento da tenere presente è che questi prodotti non vanno mai mescolati con quelli con glutine. Ad esempio non si possono mettere i biscotti senza glutine in un vassoio con quelli con il glutine perché altrimenti si contaminano con le briciole. Può sembrare una raccomandazione eccessiva ma mi è capitato che la solerzia della padrona di casa nel propormi delle alternative senza glutine sia stata vanificata quando sono state unite le fette di pane nella stessa paniera. Ricordo che anche infine quantità di glutine nei soggetti affetti da celiachia innescano una reazione di intolleranza. Il consiglio è quindi quello di separare bene i prodotti senza glutine e magari mettere dei cartellini che li identifichino. La stessa cosa vale per coltelli, cucchiai e posate di servizio: è opportuno separare quelle per i prodotti senza glutine e non scambiarli. I dolci o pani ovviamente è possibile farli in casa e in molti casi, soprattutto per torte e cake, è sufficiente sostituire la farina comune con quella senza glutine. Se non si vuole sperimentare, esistono tantissimi dolci che non contengono farina: amaretti, torte al cioccolato, meringhe e

che di sicuro saranno apprezzati da tutti. In ogni caso è però necessario che gli ingredienti utilizzati elaborati industrialmente siano totalmente senza glutine e senza contaminazioni da glutine, come le farine di riso, di mandorle, di mais, il cacao e il lievito per dolci. In generale i prodotti che non contengono glutine hanno il marchio con la spiga sbarrata e la dicitura “non contiene glutine” nell’etichetta degli ingredienti. In caso di dubbio esiste il prontuario dei prodotti senza glutine dell’Associazione Italiana Celiachia o, soluzione ancora più pratica e veloce, chiedere informazione agli invitati celiaci. Mentre si preparano i prodotti senza glutine è necessario eliminare ogni traccia di farina o altri prodotti con glutine dal piano di lavoro e dagli utensili, dalle teglie ed è buona norma usare mestoli o spatole di plastica. Nei precedenti numeri di About Food troverete tutte le raccomandazioni dettagliate per cucinare senza glutine con sicurezza. Per accompagnare il tè abbiamo scelto tre ricette: una con pochissima farina, i coni di cocco golosi come caramelle, una anche senza uova, cake con frutti di bosco e infine i crumpets, tipici pancakes inglesi da accompagnare con burro e marmellata.

49


Coni

di cocco

20 gr di farina senza glutine (io ho usato 10 gr di farina di riso e 10 gr di fecola di patate) / 180 gr di farina di cocco / 1 bicchiere di latte condensato / un pizzico di sale Accendere il forno a 180 gradi. Mescolare insieme in una ciotola capiente la farina, il latte di cocco il sale. Aggiungere il latte condensato e mescolare con una spatola. Foderate di carta forno o imburrare direttamente una placca da forno. Con le mani bagnate formare dei piccoli coni con l’impasto e adagiarli nella placca preparata. Più sono piccolini più sono sfiziosi. Cuocere i conetti in forno caldo a 180 gradi sino a che siano ben dorati e leggermente croccanti all’esterno, ci vorranno circa 15-20 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare. Si conservano qualche giorno in frigo. NB: la farina cocco (cocco grattugiato) devbe essere freschissima perché come tutte le farine di semi, con il tempo tende a irrancidire.

50

Cake

ai lamponi

220 gr di farina senza glutine (io ho usato il di fecola di patate, la punta di un cucchiaino fioretto / 1 bustina di lievito per dolci / 1 cuc di burro / la buccia grattugiata di un limone /

Setacciare la farina con il lievito. Scaldare il In un mixer montare il burro con lo zuccher grattugiata di limone. Aggiungere le uova u completamente. Unire poco alla volta la far delicatamente. Versare i lamponi lavati e asc farina altrimenti macchiano l’impasto. Imburrare uno stampo da plum cake da 30 c la farina senza glutine e versare il composto Cuocere il cake in forno caldo per 40-45 mi dopo averlo infilato nel dolce esce asciutto l


seguente mix: 110 gr di farina di riso, 110 gr o di lievito per dolci) / 60 gr di farina di mais cchiaino di sale / 300 gr di zucchero / 120 gr / 5 uova / 300 gr di lamponi (anche surgelati)

l forno a 180 gradi. ro sino a ottenere una crema, unire la buccia una alla volta e mescolare sino a integrarle rina setacciata con una spatola e mescolare ciugati, se sono congelati passarli prima nella

cm (o altri stampini a piacere), infarinarlo con o. inuti circa. Fare la prova con lo stecchino se la torta è pronta.

Crumpets I crumpets sono dei pancakes lievitati, tipicamente inglesi che si mangiano generalmente per l’ora del tè con burro e marmellata, tondi, 7-8 cm di diametro, si cuociono da un lato solo e si mangiano caldi e tostati, infatti appena fatti hanno una consistenza spugnosa. Sono cucinati direttamente in una padella dentro degli stampini di acciaio.

250 gr di farina senza glutine (io ho usato il seguente mix preparando 500 gr di farina: 75gr di farina di riso integrale, 75 gr di farina di riso bianco, 80 gr di latte in polvere, 100 gr di fecola di tapioca, 50 gr di fecola di patate, 120 gr di amido di mais, 10 gr di gomma xantica) / 1 bustina di lievito secco / 300 ml di acqua / 1 cucchiaino di sale / 10 gr di zucchero / 100 ml di latte tiepido / 250 ml di acqua tiepida / 1 cucchiaino di bicarbonato di soda Sciogliere il lievito in 50 ml di acqua tiepida a 38 gradi. In una ciotola mettere la farina senza glutine, il sale in un angolo, lo zucchero, versare poco a poco il latte e poi 150 ml di acqua, infine unire il lievito. Mescolare il tutto. Dovreste ottenere una pastella piuttosto densa, ma che cada bene dal cucchiaio. Coprire con pellicola da cucina e lasciare lievitare per 60 minuti. Mescolare ai 50 ml di acqua rimasti il bicarbonato di soda e unirlo all’impasto, mescolando. Imburrare una padella antiaderente e metterla sul fuoco. Imburrare dei coppapasta rotondi di 7/8 cm e adagiarli sulla padella. Riempire i cerchi con la pastella e fare dorare la parte inferiore. Sulla superficie si formeranno delle bollicine che potete eliminare pungendole con uno stecchino. Quando la superficie inferiore dei crumpets sarà ben dorata (dopo 6-7 minuti) farli scivolare dall’anello e dorare anche l’altra parte.Mettere da parte i crumpets e poi tostarli al momento di servire il tè. I crumpets si mangiano tradizionalmente con burro e marmellata, ma nulla vieta di usare la fantasia e fare versioni salate.

51


UN NATALE SPECIALE Natale, festa della nascita e dell’armonia, profumo antico che si riaccende nell’anima di tutti noi.... anche attraverso gli occhi e il palato!

Auguri! 52


Muffin e cupcake per le Feste

Bianco, rosso e... Natale

Un dolce portatovagliolo per Natale 53


54


MUFFIN E CUPCAKE PER LE FESTE Sono piccoli, graziosi e mettono allegria solo a vederli. Se poi li presentiamo in modo divertente e li decoriamo con carte colorate, fiocchi e glasse regalano subito quella speciale aria di festa sulle nostre tavole. Vi proponiamo sei ricette che spaziano dal salato al dolce, ed anche due versioni gluten free‌ da servire a Natale come antipastino sfizioso, possono anche diventare dei deliziosi segnaposto oppure golosi dolcetti da regalare.

55


56


Panettoncini

al Montasio

Ingredienti per 6 panettoncini: • 80 gr farina di farro • 60 gr farina 00 • 100 gr latte tiepido • 1 uovo •30 gr burro • 60 gr formaggio Montasio • 30 gr uvetta sultanina • 1 cucchiaino lievito per torte salate •1 punta di cucchiaino di bicarbonato • 1/2 cucchiaino sale fino In una capiente ciotola setacciate le farine con il lievito, il sale e il bicarbonato. A parte sbattete l’uovo con il burro fuso e il latte. Versate il composto sulle farine e, con l’aiuto di una frusta, amalgamate fino ad ottenere una pastella piuttosto densa e senza grumi. Unite quindi l’uvetta ammollata in acqua tiepida e strizzata e il formaggio Montasio ridotto a piccoli cubetti. Mescolate bene. Disponete i pirottini di carta dentro uno stampo da muffins dai bordi piuttosto alti e versate per ogni stampo due generose cucchiaiate di composto (gli stampini dovranno essere riempiti circa per un terzo). Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15/20 minuti.

Testi e foto gustosamente.blogspot.it

57


58


Muffin

mediterranei

Ingredienti per 6 muffin: • 140 gr di farina 00 • 100 gr latte tiepido • 1 uovo • 3 cucchiai olio extravergine di oliva • 40 gr pistacchi già sgusciati • 2 cucchiai capperi sotto sale • 8 pomodorini secchi sott’olio • 1 cucchiaino di origano secco • 1 cucchiaino lievito per torte salate • 1 punta di cucchiaino di bicarbonato • un pizzico di sale fino Sminuzzate grossolanamente al coltello i pistacchi. Tagliate a pezzetti i pomodorini. Risciacquate bene i capperi dal sale. Setacciate la farina con il lievito, il sale e il bicarbonato. A parte sbattete l’uovo con l’olio e il latte. Versate il composto sulla farina e, con l’aiuto di una frusta, amalgamate fino ad ottenere una pastella piuttosto densa e senza grumi. Unite i pomodorini secchi, i capperi, i pistacchi e l’origano e mescolate bene. Disponete i pirottini di carta dentro uno stampo da muffins e versate per ogni stampo due cucchiaiate di composto (gli stampini dovranno essere riempiti circa per metà). Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15/20 minuti.

Testi e foto gustosamente.blogspot.it

59


60


Mini muffin noci

e

al formaggio

Ingredienti per 40 minimuffin o 12 muffin grandi: Secchi: • 220 grammi di farina senza glutine (ho usato il seguente mix: 110 gr di farina di riso*, 110 di fecola di mandioca*, che si può sostituire con la fecola di patate*, e la punta di un cucchiaino di lievito per dolci*) • 12 grammi di lievito per dolci (una bustina)* • la punta di un cucchiaino di noce moscata grattugiata • 1 cucchiaino di pepe nero • ½ cucchiaino di sale • 100 gr di fontina grattugiata grattugiata • 50 gr di parmigiano grattugiato • qualche rametto di prezzemolo tritato finemente Liquidi: • 1 uovo • 250 ml di latte • 50 ml di olio Guarnizione: • Un manciata di noci tritate Scaldare il forno a 180 gradi. In una ciotola mescolare perfettamente gli ingredienti secchi. In un’altra ciotola sbattere leggermente l’uovo e unirlo al resto degli ingredienti liquidi mescolando. Unire gli ingredienti secchi ai liquidi mescolando velocemente. Si otterrà un impasto piuttosto denso e grumoso. Non mescolare in eccesso. Riempire con un cucchiaino i pirottini da muffin sino a ¾ e poi spolverare sopra le noci sbriciolate. Cuocere in forno caldo per 15 minuti circa, devono essere appena dorati.

Testi e foto glu-fri.blogspot.it

61


62


Muffin

alle mele e cannella

Ingredienti per 12 muffin: Secchi: • 200 grammi di farina senza glutine (ho usato il seguente mix: 100 gr di farina di riso*, 100 di fecola di mandioca*, che si può sostituire con la fecola di patate*, e la punta di un cucchiaino di lievito per dolci*) • 12 grammi di lievito per dolci (una bustina)* • ½ cucchiaino di bicarbonato • ½ cucchiaino di sale Liquidi: • 2 uova • 190 ml di yogurt naturale • 50 gr di burro mórbido • 2 mele Granny Smith grandi • zucchero per decorare Scaldare il forno a 180 gradi. Imburrare 12 stampini da muffin o preparare 12 pirottini di carta. Sbucciare le mele e tagliarle a dadini tranne una metàá da tagliare a fettine sottilissime. In una ciotola mescolare perfettamente gli ingredienti secchi. In un’altra ciotola sbattere leggermente l’uovo e unirlo al resto degli ingredienti liquidi mescolando. Unire gli ingredienti secchi ai liquidi mescolando velocemente. Aggiungere le mele tagliate a dadini. Si otterrà un impasto piuttosto denso e grumoso. Non mescolare in eccesso. Riempire con un cucchiaio i pirottini da muffin a sino a ¾ e decorare la superficie con le fettine di mela e spolverare un po’ di zucchero sulla superficie. Cuocere in forno caldo per 15 minuti circa, devono essere appena dorati.

Testi e foto glu-fri.blogspot.it

63


64


Mini cupcake melagrana

alla

Ingredienti per circa 15 mini cupcake: • 50 g di burro fuso freddo • 1 uova • 40 g di zucchero • 60 g di farina • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci • un pizzico di sale • 30 ml di succo di melagrana (+ due cucchiai per la fine) • qualche chicco di melagrana Per il frosting: • 30 g di burro a temperatura ambiente • 50 g di philadelphia • 50 g di zucchero a velo • chicchi per decorare Preriscaldare il forno a 180°C. In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi ossia farina, zucchero, lievito, sale e alcuni chicchi di melagrana passati. A parte sbattere l’uovo e aggiungere poi il burro fuso freddo, il succo di melagrana. Aggiungere gli ingredienti umidi agli ingredienti secchi con l’aiuto di una spatola. Mescolare lentamente e pochissimo. Riempire i pirottini, precedentemente disposti nello stampo da muffin, fino a poco più della metà e comunque non più di 3/4 di capacità. Cuocere in forno per circa 10 minuti o fino a quando i dolci non avranno assunto un colore dorato. Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare. Per il frosting: Sbattere il burro nel mixer fino a quando non diventa liscio, aggiungere il philadelphia, lo zucchero a velo in due volte. Raffreddare in frigorifero per 15 minuti e decorare con la sacà-poche. Decorare con i chicchi di melagrana e pochissimo altro succo (se avanzato).

Testi e foto ilgattogoloso.blogspot.it

65


66


Mini cupcake caffè mascarpone

al

e

Ingredienti per circa 12 cupcake: 90 g di burro (fuso e raffreddato) 2 uova 80 d di zucchero 90 gr di farina 00 40 gr di farina di castagne 1 cucchiaio di lievito per dolci un pizzico di sale 50 ml di caffè Per il frosting: 50 g di burro a temperatura ambiente 100 g di mascarpone 80 g di zucchero a velo caffè solubile q.b. Preriscaldare il forno a 180°C. In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi ossia le farine, zucchero, lievito e sale. A parte sbattere le uova e aggiunger e poi il burro fuso freddo e il caffè. Aggiungere gli ingredienti umidi agli ingredienti secchi con l’aiuto di una spatola. Mescolare lentamente e pochissimo. Con il dosatore per gelato riempire i pirottini, precedentemente disposti nello stampo da muffin, fino a poco più della metà e comunque non più di 3/4 di capacità. Cuocere in forno per circa 15/20 minuti o fino a quando i dolci non avranno assunto con colore dorato. Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare. Per il frosting: Sbattere il burro nel mixer fino a quando non diventa liscio, aggiungere il mascarpone, lo zucchero a velo in due volte e per ultimo mezzo cucchiaino circa di caffè solubile. Raffreddare in frigorifero per 15 minuti e decorare con la sac-à-poche. Spolverare i cupcake con della polvere di caffè.

Testi e foto ilgattogoloso.blogspot.it

67


68


BIANCO, ROSSO E... NATALE In collaborazione con: lalberodellacarambola.blogspot.it essenzaincucina.blogspot.it amaradolcezza.it gretascorner.blogspot.it amarantomelograno.blogspot.it

Un menÚ dedicato a chi ama i sapori semplici, ma con un tocco di originalità . Abbiamo pensato ad un’atmosfera natalizia tutta declinata nei toni del bianco e del rosso. Il bianco candido della neve e il rosso del calore delle giornate trascorse con le persone che amiamo.

69


70


Mini pie mirtilli

di tacchino e

Ingredienti per 6 piccole pies: • Pasta sfoglia già pronta • 3 piccoli petti di tacchino • cipolla rossa • marmellata di mirtilli • qualche mirtillo • brodo • vino bianco • olio / sale / pepe Affettate la cipolla e fatela saltare in padella con un po’ di olio e sale, aggiungete i petti di tacchino tagliati a cubetti molto piccoli, aggiungete un goccio di vino e fate sfumare. Unite un po’ di brodo e qualche cucchiaio di marmellata di mirtilli e lasciate sul fuoco finché il taccino non sarà tenero, aggiustate di pepe. Il composto alla fine non deve essere troppo liquido quindi aggiungete all’inizio solo poco brodo così vi potete regolare. Una volta pronto prendete il rotolo di pasta sfoglia e rivestite degli stampini (io ho usato quelli in silicone x muffins) riempiteli con il composto di tacchino e ricoprite con un cerchio di pasta sfoglia che sigillerete pizzicando bene i contorni. Mettete in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti o finché la sfoglia non è dorata. Sono ottimi serviti con una salsa di mirtilli che si prepara semplicemente facendo scaldare della marmellata allungata con un po’ di brodo con l’aggiunta di qualche mirtillo, un’insalata fresca completa il tutto.

testi e foto lalberodellacarambola.blogspot.it

71


72


Potage Parmentier rapa rossa

alla

Ingredienti: • 3 patate medie • 2 cipolle • 1/2 rapa rossa (barbabietola) • burro / sale, pepe • dado vegetale Soffriggere a fuoco debole, le cipolle tritate. Aggiungere anche le patate e la barbabietola, pelate e tagliate a pezzi grossolani. Coprire con acqua quanta ne basta per arrivare a filo e non di più. Io ho usato la pentola a pressione, 10 min. dal fischio, ma voi potete anche scegliere la cottura tradizionale, a fuoco lento. A cottura ultimata aggiungere dado vegetale e regolare di sale, poi passare con il minipimer fino ad una consistenza liscia e vellutata. L’ho gustata con delle scagliette di parmigiano, che trovo adatto per questi ingredienti e se avessi avuto anche dei crostini al rosmarino, penso sarebbe stato il top!

testi e foto essenzaincucina.blogspot.it

73


74


di

Monoporzioni lasagne ragù bianco

con

Ingredienti: per 11 pirottini di alluminio • 200 gr di petto di pollo tritato • 200 gr di salsiccia mista di carni bianche • 1/2 bicchiere di vino rosso • 400 gr di polpa di pomodoro • 100 gr di fior di latte • 1 confezione di lasagna sfogliavelo • 100 gr di besciamella • parmigiano • 1 carota • 1 costa sedano • 1 cipolla • olio • sale • pepe Lavare il sedano, la carota e la cipolla tagliare a cubettini e far rosolare in una pentola con il fondo spesso per 10 minuti. Aggiungere la carne macinata e la salsiccia spellata. A fiamma vivace far rosolare per una decina di minuti mescolando spesso. Sfumare con il vino rosso, appena il vino è tutto evaporato aggiungere il pomodoro, salare e pepare e abbassare la fiamma al minimo. Far cuocere per 45 minuti. Prendere la mozzarella, strizzarla leggermente, tagliarla a cubetti e metterla a scolare in uno scolapiatti. Nel frattempo che il sugo riposa, prendere 10 stampini, ungerli leggermente e disporli su una teglia.  Prendere le sfoglie di lasagne e tagliarle come la figura a lato. Le parti A e B saranno le basi dei cestini, invece i quadratini 1 2 3 4 saranno gli strati delle nostre monoporzioni. Mettere il quadrato A sulla base di un pirottino, un cucchiaio di ragù, un quadratino (1) di pasta, un cucchiaio di ragù con 2 cubetti di mozzarella, il quadratino (2) e così fate tutti quanti i pirottini. Alla fine aggiungete la besciamella al sugo rimasto e completare con un cucchiaio su ogni pirottino, spolverare con abbondante parmigiano. Infornare a 200° per 20 minuti circa. Sfornare e far riposare 10 minuti prima di togliere dallo stampo.   Queste monoporzioni possono tranquillamente essere congelate nel loro pirottino sia da crude che da cotte.

testi e foto www.amaradolcezza.it

75


76


alla

con

Galletto saba arance rosse Sicilia cipolla rossa

di

e

Ingredienti per 1-2 persone: • 1 galletto • 2 fette di guanciale • 1/2 arancia rossa di Sicilia • 2 cucchiai di saba (vin cotto) per la marinatura + 2 per la cottura • 1/2 cipolla rossa • 2 spicchi d’aglio • 1 rametto di timo • pepe nero • olio extravergine • sale affumicato Comincio col dire che, come sempre, la carne o il pollane che andiamo a trattare, o cuocere, deve essere a temperatura ambiente, se dovete fare lunghe marinature, si parte da carne a temperatura ambiente e si passa alla conservazione in frigorifero... prendete il vostro galletto, posizionatelo con il collo rivolto verso di voi, infilate le mani tra la pelle e la carne e sollevate leggermente la pelle, aggiungete nella cavità che avrete formato, un pizzico di sale, pepe e la saba, massaggiate delicatamente e lasciate a riposare... preriscaldate il forno a 220°C. Posizionate due fette di guanciale sul petto del galletto e con dello spago da cucina fissatelo, con un paio di giri, infilate nella “pancia” il rametto di timo, quindi, con un’altro pezzo di spago legate insieme anche i due garretti. In una pirofila aggiungete un filo d’olio, il galletto, la saba, l’arancia tagliata a fette, la cipolla ridotta in quarti e gli spicchi d’aglio interi, salate la superficie e pepate, quindi infornate per 5 minuti a 220°, poi abbassate la temperatura a 180° e cuocete per altri 15 minuti. Se il fondo di cottura dovesse caramellare troppo velocemente aggiungete 1 cucchiaio di acqua e 1 di succo d’arancia. Come per i polli più grandi, è cotto quando, se inciso nella parte della coscia, i succhi che ne fuoriescono sono chiari...se non fuoriescono succhi è troppo, ma troppo cotto! Servite caldo, irrorato con il fondo di cottura.

testi e foto gretascorner.blogspot.it

77


78


monoporzione e

Millefoglie crema chantilly frutti di bosco

alla

Ingredienti per 5-6 persone: • 300 gr di pasta sfoglia • 4 tuorli d’uovo •100 gr di zucchero • 40 gr di farina • 400 ml di latte • 1 bustina di vanillina • 150 ml di panna fresca zuccherata da montare • 150 gr di frutti di bosco Prima di tutto preparate le crema: montate i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso e omogeneo. Poi versate il latte a filo, la farina setacciata e la vanillina. Mescolate bene e mettete tutto su una pentola a fuoco basso facendo cuocere per una decina di minuti mescolando continuamente. Fate raffreddare la crema e nel frattempo montate la panna. Quando la crema sarà completamente fredda aggiungete la panna mescolando dal basso verso l’alto con un cucchiaio. Ora che la chantilly è pronta stendete la pasta sfoglia il più sottile possibile fino ad ottenerne 3 strati della stessa misura. Bucherellate la pasta con una forchetta e cuocete i tre strati in forno a calore medio per 20 minuti (se avete un forno a gas girate gli strati a metà cottura e fate attenzione a non bruciarli). Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Con un coltello rifinite i bordi della sfoglia e ritagliate dei quadrati. Sistemate uno dei quadrati di sfoglia direttamente sul piatto, spalmatelo di crema e aggiungete alcuni frutti di bosco. Appoggiate sopra un secondo quadrato di sfoglia e spalmate altra crema. Aggiungete altri frutti di bosco. Ora adagiate sulla torta un terzo quadrato. Spolverate con lo zucchero a velo e decorate con altri frutti di bosco. Infine se volete potete far colare sopra a tutto un po’ di salsa alle fragoline di bosco. Preparare più porzioni fino ad esaurimento della crema e della sfoglia.

testi e foto amarantomelograno.blogspot.it

79


80


UN DOLCE PORTA TOVAGLIOLO PER IL NATALE A Natale cosa c’è di più bello che accogliere a tavola parenti ed amici regalando un dolcetto fatto in casa, preparato con le nostre mani, ma soprattuto con il cuore? Ecco la nostra proposta per un dolce versatile, che si trasformerà in portatovagliolo in poche e semplici mosse… e alla fine del pranzo avremo un biscottino fragrante da sgranocchiare con il caffè!

81


82

1

2

3

4

5

6


dolci torcetti portatovagliolo Occorrente: 1 torcetto al burro per ogni commensale 1 tovagliolo bianco per ogni commensale nastro da regalo rosso nastro di stoffa rosso a pois bianchi forbici 1. Tagliate un pezzo di nastro da regalo lungo circa 40 cm e infilate un’estremità nel foro del torcetto. 2. Attorcigliatelo a spirale lasciando degli spazi più o meno regolari. Arrivati all’estremità del torcetto fate due nodi a chiusura per far sì che il nastro non si svolga. 3. Create dei piccoli fiocchetti con il nastro a pois e legateli all’estremità del torcetto fissandoli con l’altro nastro più sottile. Tagliate quindi l’eccedenza. 4. Arrotolate il tovagliolo abbastanza stretto. 5. Infilate il tovagliolo nel foro del torcetto. 6. Quindi allargate nuovamente le due estremità del tovagliolo. Il portatovagliolo per Natale è fatto! Noi abbiamo scelto le tonalità del rosso e bianco, ma potete sbizzarrirvi con mille altri colori, quelli che più si adattano alla vostra tavola natalizia. Sì ma i torcetti? beh potete comprarli oppure prepararli con le vostre mani seguendo la semplicissima e golosa ricetta che trovate nelle pagine seguenti.

styling e foto: gustosamente.blogspot.it

83


84


Torcetti

al burro

I torcetti al burro sono un must della pasticceria piemontese e conosciutissimi in tutta Italia, si trovano ormai ovunque, dalla panetteria al supermercato fino ad arrivare alle pasticcerie più fornite... proprio per questo motivo difficilmente si preparano in casa. È davvero un peccato però, perché oltre al fatto di richiedere poco tempo di preparazione, hanno anche un sapore eccezionale, quello delle cose fatte in casa... (non traducibile in parole). Risulteranno perfetti fin dalla prima volta che vi cimenterete nella vostra cucina e garantisco che penserete di essere state davvero delle maghe, fidatevi sulla parola!

Ingredienti per circa 20 torcetti: 250 gr. di farina 00 125 gr. di burro 60 ml. di birra chiara 50 gr. di zucchero di canna 1 pizzico di sale zucchero di canna q.b. (per l’impanatura) Lavorate (con la planetaria o con le mani) la farina ed il burro a pezzetti a temperatura ambiente fino a sabbiare il composto; quindi unite lo zucchero di canna, il sale e la birra un po’ per volta. Appena ottenete un impasto compatto, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo, formate con l’impasto dei rotolini della lunghezza di circa 20 cm, unite le due estremità dando la forma dei torcetti ed impanateli nello zucchero di canna. Allineateli su una placca rivestita di carta forno, spruzzateli con dell’acqua ed infornateli per circa 15/20 minuti a 200° a forno statico. Passateli infine 2/3 minuti sotto il grill per farli dorare. N.B. conservati in un contenitore di latta restano perfetti e fragranti per una settimana, quindi raddoppiate pure le dosi!

ricetta: feelcook.blogspot.it - foto: gustosamente.blogspot.it

85


Seguici sempre su aboutfoodrecepies.blogspot.com e se vuoi collaborare con noi inviaci una mail a: redazioneaboutfood@gmail.com. Ti aspettiamo!

about food © Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. Il materiale pubblicato è di proprietà dei rispettivi blog segnalati e autori. La rivista è realizzata senza alcun scopo di lucro, viene pubblicata in solo formato PDF ed è scaricabile gratuitamente. Questa rivista non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

About Food 8  

The magazine about food lovers community :)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you