Page 1

about food GIUGNO 2013

Foto: www.lericettedipepi.it

FREE MAGAZINE DI CUCINA DAI FOOD BLOGGER E DAL WEB

Spiedini colorati

A tutto limone

Dite cheeeese... cake! 1


( Foto: ilgattogoloso.com )

2


{ L’editoriale { Sembra ieri che abbiamo pubblicato il primo numero di anteprima del nostro magazine. E invece sono già trascorsi 3 anni. Uscita dopo uscita ci siamo circondate di tante persone che hanno accettato con entusiasmo di collaborare con noi. Persone speciali che ci hanno stupito con le loro idee e deliziato con golose ricette. Numero dopo numero abbiamo tentato di rendere sempre più “speciale” la grafica e le fotografie. Abbiamo avuto le nostre immancabili rubriche fisse, ma anche tanti temi diversi che vi stimolassero a sfogliare e leggere le nostre pagine. Ora però è arrivato il momento dei saluti… Sì, perché questa nostra avventura è arrivata all’epilogo. Con questo numero estivo di About Food abbiamo deciso di salutarvi... Le motivazioni sono tante e la prima di tutte è la mancanza di tempo. Un progetto come questo richiede tanto impegno e tanta dedizione per essere realizzato al meglio e noi non vogliamo di certo scadere nella qualità o pubblicare così “tanto per fare”. Speriamo in tutti questi numeri di avervi fatto venire l’acquolina in bocca con tanti piatti deliziosi, di aver stuzzicato la fantasia e soprattutto ci auguriamo di essere stati per voi una piacevole compagnia. Grazie a Simonetta, Angela, Gaia, Chiara, Stefania, Benedetta, Marcello, Silvia, Alessandra, Riccardo, Alessia, Oxana, Francesca, Sonia, Alfonsina, Alessandro, Erika, Martina, Sara, Cinzia… per averci accompagnato in questa nostra allegra parentesi. Scusate se, non volendo, dimentichiamo qualcuno, ma siete stati davvero tantissimi… grazie di cuore a tutti!!!

3


( Foto: gustosamente.blogspot.it )

4


contenuti

{ 06 } Ricette salate al caffè

e cioccolato { 14 } Sapori dalle Marche

{ 22 } Libri da regalare e regalarsi { 24 } Ricotta mille usi

A tutto limone { 42 }

{ 32 } Spiedini colorati

{ 60 } Dolci senza latte e senza uova

{ 52 } Dite cheeeese ... cake!

{ 68 } C  ioccolato gluten free

5


6


RICETTE SALATE AL CAFFÈ E CIOCCOLATO Il caffè o il cioccolato in un piatto salato? È davvero un’insolita combinazione, ma ne basta anche solo un pizzico per dare alla ricetta quel tocco particolare che la renderà unica ed inimitabile ... rimane solo la curiosità di provare. Ecco 6 idee irresistibili e raffinate per giocare a stupire i vostri ospiti e far loro domandare “ma qual’è l’ingrediente segreto?”.

7


Spiedini

di pancetta al cioccolato

Ingredienti per 12 spiedini: 12 fettine di pancetta tesa, lunghe circa 10 cm (circa 400 gr) 50 gr di cioccolato fondente al 85% di cacao / 10 gr di ghee o olio di cocco / Sale rosa dell’Himalaya / 30 gr di pistacchi non tostati e non salati / 30 gr di mandorle pelate /12 spiedini di legno Insaporire le fette di pancetta con un pizzico di sale. Infilare la pancetta negli spiedi arricciando le fette. Foderare la placca del forno con carta da forno, adagiare gli spiedini in una gratella posizionata sopra per far sÏ che il grasso coli nella placca sottostante; cuocere per circa 20 minuti a 200° o fino a quando la pancetta diventa dorata e

8

croccante. Nel frattempo tritare le mandorle e i pistacchi e mettere da parte. Fondere a bagnomaria il cioccolato insieme all’olio di cocco. Togliere gli spiedini dal forno e mettere su carta assorbente da cucina a lasciar raffreddare. Con un pennello da cucina, coprire la pancetta da entrambi i lati con il cioccolato fuso. Decorare a piacere con mandorle o pistacchi tritati. Adagiare gli spiedini sopra un foglio di carta alluminio e mettere in frigorifero a raffreddare per 10 minuti. Servire.

testi e foto armoniapaleo.blogspot.it


Bruschetta

fondente

Ingredienti per 10 bruschette: 1 pagnotta o filone di grano duro / 200 gr di pomodorini a grappolo / 2 pomodori “cuore di bue” / qualche pezzetto di cioccolato fondente / qualche spicchio di aglio / pepe nero q.b., sale q.b. / basilico essiccato q.b. Per l’olio aromatizzato: 500 ml. di olio evo non fruttato / un paio di spicchi di aglio / 2 di peperoncini piccanti secchi. Preparare l’olio aromatizzato almeno qualche ora prima mettendo in una bottiglietta l’olio evo, gli spicchi di aglio e i peperoncini tagliati a metà. Agitare delicatamente e lasciare macerare bene il tutto per almeno una mezza giornata o fino

al momento dell’utilizzo tenendo presente che più riposa più diventa piccante. Ogni tanto agitarlo delicatamente. Lavare e tagliare a pezzettini piccoli i pomodorini, metterli in una ciotola e condirli con un goccio di olio aromatizzato (a vostra discrezione in base al grado di piccantezza che reggete). Unire uno spicchio di aglio tritato finemente, una spolverata di basilico essiccato (la spezia, per intenderci), un pizzico di pepe nero e uno di sale. Mischiare bene il tutto. Affettare la pagnotta a fette, metterle sulla griglia rovente e farle ben abbrustolire. Grattare in superficie lo spicchio di aglio e distribuire i pomodori su tutte le fette di pane. Terminare con una generosa grattata di cioccolato fondente, servire a temperatura ambiente.

testi e foto dolcipensieri.wordpress.com

9


con

Risotto delicato piselli freschi cioccolato amaro

e note di

Ingredienti per 4 persne: 2 tazze di riso integrale / ½ cipollotto / 100 gr cioccolato amaro puro / 150 gr piselli freschi / ½ bicchiere di vino bianco secco / Prezzemolo / Olio d’oliva extra vergine Per il brodo: 5 tazze di acqua / 1 gamba di sedano / ½ carota / Un cucchiaio di semi di senape / Sale marino integrale Per prima cosa preparare il brodo con il quale si cucinerà il riso. Deve essere un brodo dai sapori leggeri per non contrastare con il sapore forte del cioccolato. In una pentola portare ad ebollizione 5 tazze d’acqua con alcuni semi di senape, un cucchiaio di sale marino integrale, una gamba

10

di sedano e mezza carota. Pulire mezzo cipollotto e tritarlo fino a ridurlo in un composto finissimo. In una padella scaldare l’olio e rosolare il cipollotto. Aggiungere i piselli freschi. Dopo un paio di minuti aggiungere il riso integrale, lasciare tostare e sfumare con vino bianco. Quando il vino sarà evaporato aggiungere poco alla volta il brodo vegetale previamente portato ad ebollizione. Nel frattempo tritare il cioccolato con l’aiuto di un mixer o di un frullatore ad alta velocità. Quando il risotto é cotto spegnere il fuoco e aggiungere la metà del cioccolato polverizzato. Mescolare rapidamente. Preparare i piatti e decorare con il resto del cioccolato, con alcune foglie di prezzemolo e con semi di senape.

testi e foto elcaprichosaludable.blogspot.it


al con e alla di

Ravioli cacao zucca provolone burro gelatina dolcetto

al

Ingredienti per 4 persone: Pasta: 180gr farina 00 / 20gr cacao amaro / 1 cucchiaino raso di sale / 1 cucchiaino di olio extravergine / 2 uova medie Ripieno: 80gr provolone piccante stagionato / 450gr zucca violina (tagliata a fette e cotta in forno a 200° per 40 minuti in due fogli di carta forno senza condimenti) / sale, pepe nero, noce moscata / 1 cucchiaio di olio extravergine Condimento: 100gr burro, 2 cucchiai di Gelatina di Dolcetto Disponete la farina sul piano da lavoro, fate la fontana al centro, unite cacao, sale, olio e uova. Impastate il tutto raccogliendo la farina verso l’interno ottenendo un impasto liscio, omogeneo e sodo. Avvolgetelo in pellicola trasparente e fate riposare per 1 ora. Togliete la buccia dalla zucca ma conservatela. Passate la

polpa allo schiaccia patate, conditela con olio, sale, pepe e noce moscata. Mescolate e aggiungete il provolone a piccolissimi cubetti. Stendete la pasta sul piano da lavoro infarinato, dividete il panetto in due parti e passate ognuna diverse volte al tirapasta, ottenendo delle sfoglie sempre più sottili e infarinate con cura ad ogni passaggio. Disponete dei mucchietti di ripieno distanziati sulle strisce di pasta e ripiegatele su se stesse. Sigillate bene i bordi facendo fuoriuscire l’aria in eccesso e ritagliate i ravioli con una formina dentellata. Tagliate la buccia della zucca a listarelle e passatela in forno a 250° per 10 min. Fondete il burro in un pentolino facendolo un po’ colorire quindi stemperatevi due cucchiai di gelatina. Lessate i ravioli in acqua salata bollente per 5 min. e conditeli con il burro aromatico e una grattugiata di pecorino romano. Decorate con la buccia della zucca croccante e servite.

testi e foto conunpocodizucchero.wordpress.com

11


Topini

al cioccolato con carciofi al caffè

Ingredienti per 2 persone: per i topini: 250 g di patate / 1 uovo piccolo / 150 g di farina (circa) / 1 cubetto di circa 10 g di cioccolato extra fondente / sale per i carciofi: 4 carciofini / 1 spicchio d’aglio schiacciato / olio extravergine / sale / polvere di caffè qb

In una ciotola amalgamare la patata schiacciata, la farina, l’uovo e il cioccolato grattugiato. Sulla spianatoia formare dei rotolini e tagliare i topini. Cuocerli in acqua bollente salata fino a che salgono a galla e saltarli nella padella con i carciofi e un cucchiaio di acqua di cottura dei topini stessi. Servire subito e decorare il piatto con pochissima polvere di caffè.

In una padella rosolare a fuoco moderato i carciofini puliti e tagliati a spicchi con lo spicchio d’aglio e un cucchiaio d’olio. Intanto lessare la patata con la buccia, scolarla, lasciarla raffreddare e passarla nello schiacciapatate.

12

testi e foto www.unacenaconenrica.com


Merluzzo crosta

in

all’arancia di mandorle e caffè

Ingredienti per 2 persone: 2 filetti di merluzzo / 50 gr. di mandorle / 1\2 cucchiaino di caffè / dell’olio EVO / sale / 1 arancia Prima di tutto marinare i filetti di merluzzo nel succo d’arancia per almeno una mezz’ora. Intanto tostare le mandorle in una padella e tritarle grossolanamente usando un coltello. Mischiare le mandorle tritate con il caffè e aggiungere 1-2 cucchiaini di olio EVO. Amalgamare bene il tutto per ottenere una pastella molto densa. Mettere il pesce in una pirofila e infornare per 15-20 min a 180 gr.

Coprire il pesce con la pastella ed infornarlo ancora per 5-10 min. Intanto scaldare il succo d’arancia rimasto e farlo ridurre per ottenere una salsa piuttosto densa. Sfornare il pesce e servirlo caldo con la salsa d’arancia.

testi e foto blinchikiandcrespelle.blogspot.it

13


14


SAPORI DALLE MARCHE a cura di Andrea Volpini differenttaste.wordpress.com Immaginatevi una domenica sulle colline marchigiane, a pranzo da mamma. Un tavolone in legno sporco di farina, profumo di crostata nel forno. L’armonia di quei gesti sapienti e tradizioni antiche che conitnuano a tramandarsi nel tempo. Quei sapori che vorresti sempre ritrovare ogni domenica in famiglia accompagnati da un buon bicchiere di vino nostrano da sorseggiare con tutta calma.

15


16


di

Maccheroncini Campofilone ragù classico

con

I maccheroncini di Campofilone con ragù classico sono un primo piatto tipico delle Marche e più precisamente della zona del fermano. Ingredienti per 4 porzioni: • 250 gr Maccheroncini di Campofilone • 1 costa di sedano • 1 Carota • 1 Cipolla • 100 gr di carne macinata • 200 gr di manzo tritato • Rigaglie di pollo • 150 ml di vino bianco • 500 gr di pomodori pelati • 50 gr di Parmigiano grattugiato Soffriggere la cipolla con l’olio e poi aggiungere la carota e il sedano tritati. Salare, pepare ed aggiungere tutta la carne, il vino bianco e fare rosolare fino a completa evaporazione del vino. Aggiungere i pomodori pelati e mandare avanti la cottura a fuoco moderato per circa 2 ore. Aggiungere il basilico al termine della cottura. Lessare in acqua salata i maccheroncini, scolarli al dente e condirli con il sugo. Aggiungere il parmigiano grattugiato e il basilico.

Testi e foto differenttaste.wordpress.com

17


18


in

Coniglio putacchio verdure grigliate

con

Il coniglio in putacchio o potacchio, è un secondo piatto tipico della tradizione culinaria marchigiana. È un piatto molto saporito e sostanzioso che può essere accompagnato con verdure grigliate. Ingredienti per 6 persone: • 1 kg di coniglio • 100 gr di pancetta • 1 mazzetto di rosmarino • 1 mazzetto di prezzemolo • 1 bicchiere di vino bianco • 5 spicchi di aglio • Aceto • Sale e pepe Lavare il coniglio prima con l’acqua e poi con un misto di vino e aceto in parti uguali, asciugare lasciare a riposo per qualche minuto. Tritare la pancetta con gli spicchi d’aglio e farli rosolare in una pentola con mezzo bicchiere di olio caldo. Unire il coniglio, aggiungere sale, pepe, rosmarino e due spicchi d’aglio interi e fare dorare uniformemente. Aggiungere un bicchiere di vino coprire e lasciare cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti. Terminata la cottura lasciare riposare qualche minuto ed aggiungere il prezzemolo tritato.

Verdure grigliate Ingredienti: • 1 Melanzana • 1 Zucchina • 2 Funghi • Olio • Sale e pepe Preparazione: Tagliare le verdure a fettine e metterle sulla piastra già calda. Salare, pepare e girare dopo circa 5 minuti. Girare fino alla completa cottura e lasciare freddare. Aggiungere un filo d’olio e servire fresche.

Testi e foto differenttaste.wordpress.com

19


20


Crostata

alla mela rosa

La crostata è un classico dolce tipico italiano diffuso su tutto il territorio in uguale misura. Ho deciso quindi di personalizzarla ed adattarla alle Marche abbinando al classico impasto di pastafrolla una marmellata di Mela Rosa dei Monti Sibillini. Ingredienti per 8 persone: • 500 gr di farina • 250 gr di zucchero • 250 gr di burro • 5 tuorli d’uovo • Marmellata di Mela Rosa dei Monti Sibillini Ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Mettere la farina a fontana ed aggiungere il burro, lo zucchero, le uova ed impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti, stendere la pasta e tagliare a forma circolare e con l’eccesso preparare le classiche strisce da mettere sopra. Spalmare la marmellata applicare le strisce di pasta ed infornare per 30 minuti a 180°C.

Testi e foto differenttaste.wordpress.com

21


LIBRI DA REGALARE E REGALARSI PICCOLI GOURMET CRESCONO Autore

Sigrid Verbert

Mondadori illustrati - Electa Pubblicaz: aprile 2013 Editore

N° Pagine 216 Lingua

Italiano

Prezzo

24,50

Sigrid Verbert, curatrice de il “Cavoletto di Bruxelles”, il famoso food blog che vanta oltre 12.000.000 di accessi, ci regala una raccolta di ricette dedicate al più piccoli Basta con le solite pappe insipide e “noiose”, anche il palato dei bimbi deve essere educato al gusto e viziato, senza per questo trascurare salute e semplicità! Dopo la nascita della sua piccola Lena, Sigrid ha iniziato a dedicarsi alla scoperta di nuovi gusti e sapori adatti questa volta alla primissima infanzia. Il libro accompagna passo dopo passo le neomamme in cucina, con deliziose ricette, adatte a tutti i bebe dai 6 mesi

22

ai tre anni di età. Combinando fra loro le verdure e altri ingredienti di base, che i bimbi sono in grado di mangiare e apprezzare, si può andare molto vicino ad alcuni piatti classici dei repertori regionali o tradizionali. Il che può diventare davvero divertente, non solo per i bimbi stanchi della solita monotonia ma anche per le mamme sempre alla ricerca di nuove pappe e piattini da proporre ai propri bambini! Il libro è arricchito dalle invitanti fotografie delle ricette e da divertenti illustrazioni.


LA CUCINA DEGLI AMORI IMPOSSIBILI Autore

Roberto Perrone

Editore

Mondadori

Pubblicaz: maggio 2013 N° Pagine 200 Lingua

Italiano

Prezzo

17,00

Un piccolo paese ligure, reso celebre da due ristoranti “stellati”. E le famiglie dei due proprietari - i Cavasso e i Maggiorasca - da sempre vicinissime, da sempre irriducibilmente rivali. Cesare Cavasso sostiene che Beppe Maggiorasca, ex sous chef nel suo ristorante, abbia tentato di rubargli le ricette; Beppe, al contrario, che sarebbe stato Cesare a ispirarsi alle sue idee. La loro rivalità dura per due decenni, senza che Beppe riesca a ottenere l’agognata terza stella (quella che fa veramente la differenza): fino all’improvvisa morte del patriarca Cavasso. Per Beppe Maggiorasca è il momento di strappare la terza stella al ristorante rivale...

PANINI GOLOSI. TANTE IDEE FRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

BISTROT Autore Editore

F.Simon, B. Auboyneau Guido Tommasi

Pubblicaz: aprile 2013 N° Pagine 216 Lingua

Italiano

Prezzo

25,00

Un libro per chi ama la cucina genuina e intelligente, rispettosa delle stagioni, che non disdegna un tocco di originalità, con quel caloroso abbraccio di vini biologici, scelti con cura e proposti con grande passione. Un viaggio nella Parigi dei bistrot, tra divani rosso sangue e tavoli di legno verniciati, scoppi di risa e profumi robusti e sinceri: un carnet di indirizzi gastronomico e sentimentale.

L’ARTE DI STARE AL MONDO

Autore

Tovaglieri Marta

Autore

Enrico Brizzi

Editore

Gribaudo

Editore

Mondadori illustrati - Electa

Pubblicaz: aprile 2013 N° Pagine 160

Pubblicaz: maggio 2013

Lingua

Italiano

N° Pagine 192

Prezzo

14,90

Lingua

Italiano

Prezzo

14,90

Mettete da parte il concetto che il panino sia un cibo da fast food e consideratelo come un ghiotto contenitore di succulente combinazioni di ingredienti, scelte ad arte, e come un’alternativa, consapevole, completa e sana, al classico pranzo. Dalla scelta del pane giusto all’abbinamento degli alimenti, il libro percorre tutte le nuove frontiere di questo modo di mangiare sia a casa sia “da portar via”, che sta prendendo sempre più piede in Italia. Le ricette, corredate da foto invitanti, sono molte e variegate: dalle vegetariane al pesce, dalle carni e salumi ai dolci, per passare anche attraverso le proposte provenienti da tutto il mondo. Senza dimenticare la baguette jambon e fromage o il gyros pita. Tanti sapori da scoprire e da apprezzare in ogni momento della giornata.

Un libro molto personale in cui la mente torna alla Bologna degli anni Settanta quando Enrico Brizzi bambino mangia i piatti tipici preparati ad arte e con pazienza dalla nonna prima dell’arrivo della rivoluzione del mangiar veloce. Ecco spuntare i paninari e il cibo da strada anche in Europa, un nuovo orizzonte, una nuova cultura culinaria in cui è il tempo misurato a farla da padrone. Il giovane Brizzi esce di casa ed è allora che si aprono ulteriori scenari del mangiare fino allo visione di propria madre seduta al ristorante cinese, è la globalizzazione. Brizzi spazia dalla sua tenera età a nuovi orizzonti legati al cibo, al mangiar sano e al viaggio, attività di cui l’autore è un instancabile appassionato e che in questo volume vuole condividere coi lettori. A chiusura del libro il ricettario della famiglia Brizzi nella pura tradizione gastronomica bolognese.

23


24


RICOTTA MILLE USI La ricotta, un ingrediente semplice ma molto versatile in cucina. Ottima per preparazioni classiche ma perfetta anche per ricette insolite ed accattivanti. Scopriremo inoltre come realizzarla home-made, perchÊ la ricotta può avere veramente mille utilizzi!

25


Ricotta

26

Home Made

Ingredienti per 500 gr di ricotta circa: 2 litri di latte intero alta qualità / il succo di mezzo limone / 1 cucchiaino di sale

fuscella; riporre la ricotta in frigorifero, per un paio di or,e con un pò del suo liquido per evitare che si asciughi troppo.

Mettere il latte con il sale in un tegame e portarlo alla temperatura di 80° mescolando con un cucchiaio, per evitare che si formi la patina. Abbassare la fiamma ed unire il succo di limone e fare raggiungere nuovamente la temperatura di 80° (servirà circa 1 minuto). Levare la pentola dal fuoco e coprirla con un panno umido finché non sarà tiepida. Raccogliere con un colino i fiocchi di latte e metterli nella

CONSIGLI: -Il succo di limone può essere sostituito con 2 cucchiai di aceto di mela. -Se desiderate una ricotta più cremosa potrete aggiungere 100 ml di panna fresca.

testi e foto cucinandoconmiasorella.blogspot.it


Gnocchi Miramare

con salmone, ricotta e spinaci

Ingredienti per 6 persone: 150 gr ricotta / 400 gr spinaci cotti e strizzati bene / 100 gr parmigiano grattugiato / 200 gr farina / 150 gr salmone sfilettato e tritato / 2 uova / sale Mescolare bene tutti gli ingredienti e con l’aiuto di due cucchiaini, formate gli gnocchi. Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e servire. Per non coprire il gusto delicato, servire gli gnocchi con olio aromatizzato al prezzemolo. Per un effetto croccante, preparare una cialda di parmigiano da tagliare a striscioline. Ăˆ possibile congelare gli gnocchi non cotti, sono ottimi. testi e foto lillyinthekitchen.blogspot.it

27


Macarons

alla ricotta e pesce spada affumicato

ingredienti (per 35/40 macarons) 125 gr farina di mandorle / 215gr zucchero a velo / 130gr albumi / 60gr zucchero semolato / 200gr ricotta di pecora / 1 confezione di pesce spada affumicato / sale / pepe della Giamaica Scaldare il forno a 170°. Setacciare la farina di mandorle in una ciotola molto bene per 2 volte (se la farina non è finissima ma piuttosto granulosa i macaron si creperanno tutti). Nella stessa ciotola setacciare anche lo zucchero a velo e mescolare. Montare gli albumi con lo zucchero semolato fino ad ottenere un composto sodo. Unire i due composti mescolando sempre dal basso verso l’alto; alla fine verrà una crema liscia che si versa ‘a nastro‘. Dividere il composto in più ciotole a seconda di quanti colori si vogliono ottenere, in ognuna ag-

28

giungere una punta del colorante alimentare preferito e amalgamare bene il tutto. Mettere il contenuto delle ciotole in altrettante sac à poche e su un foglio di cartaforno creare dei dischetti (possibilmente della stessa misura) e farli riposare per almeno 1 ora e 1/2, fino a quando toccandoli non si attaccheranno più alle dita. Questo serve per evitare che in cottura si rompano. Passato il tempo di riposo mettere in forno statico a 170° per 2 minuti e poi a 150° per 9/10. Aiutarsi con il cronometro per rispettare i tempi! Lasciarli raffreddare completamente. Preparare la crema di ricotta mettendo il formaggio in una ciotola con il sale, con lo sbattitore elettrico lavorare fino ad ottenere una crema soda. Farcire, con una sac à poche, metà del macaron con un po’ di crema di ricotta, aggiungere una macinata di pepe, un pezzetto di pesce spada e chiudere con l’altra metà del macaron.

testi e foto www.salecaramello.it


di

Involtini pasta fillo ricotta pomodori secchi

con

e

Ingredienti per 16 involtini: 8 fogli di pasta fillo / 500 gr di ricotta / 4 cucchiai di parmigiano / 10-12 pomodori secchi / sale e pepe / burro q.b. / 1 cucchiaio di aceto Mettere in ammollo i pomodori secchi in acqua calda con un cucchiaio di aceto per 20 minuti e poi tagliarli a pezzettini. In una ciotola mescolare la ricotta con il parmigiano, il sale e il pepe. Aggiungere i pomodori secchi e amalgamare il tutto. Ricavare dalla pasta fillo dei quadrati di 12 cm. Spennellare ogni foglio con del burro fuso e sovrapporne 3. Riempire con un cucchiaio di impasto e chiudere a involtino (volendo si possono chiudere gli estremi con alcuni fili di erba cipollina).

In una teglia ricoperta con carta da forno porre gli involtini e cuocerli nel forno preriscaldato a 180째C per circa 15 minuti. La pasta deve dorarsi. Servire tiepidi.

testi e foto www.friarielliandsound.com

29


Cinnamon Soft Kisses

Ingredienti: Per i biscotti: 2 uova / 55 g zucchero di canna / 75 g farina di riso / 1 cucchiaino di cannella in polvere / 3 g lievito in polvere. Per la crema: 150 g ricotta di capra / 1 cucchiaio di zucchero a velo / 1/2 cucchiaino di cannella in polvere. Riscaldate il forno a 175°C. In una terrina sbattete con le fruste le uova con lo zucchero, lavoratele finchè il composto sarà triplicato e avrà un colore chiaro e una consistenza soffice e spumosa. Aggiungete la farina setacciata col lievito e la cannella.

30

Amalgamate delicatamente e distribuite due cucchiaini piccoli o uno abbondante di composto sulle teglie coperte da carta da forno. Infornate per 7/10 minuti, fino ad ottenere dei biscotti leggeri e dorati. A parte, setacciate la ricotta con lo zucchero e la cannella. Quando i biscotti si saranno raffreddati, assemblateli a due a due, aggiungendo un cucchiaino di farcitura. Spolverate di zucchero a velo e servite.

testi e foto unapiccolamela.wordpress.com


Budini

di ricotta, cioccolato e ciliegie sciroppate

Ingredienti per 4 stampini monoporzione (circa 8-10 cm di diametro): 250 gr di ricotta / 75 gr di zucchero di canna Mascobado / 2 uova / 3 cucchiai di cacao amaro in polvere / 1 cucchiaio di grappa di Barolo / 5 ciliegie sciroppate per stampino Le ciliegie sciroppate che ho usato io, sono con il nocciolo, quindi con l’utensile apposta, denocciolare le ciliegie. Altrimenti, usate delle ciliegie senza nocciolo, in commercio ce ne sono di diverse marche, magari sono più piccole di queste, quindi aggiungetene qualcuna in più. Dividere i tuorli dalle chiare e montare le chiare, non importa siano a neve ferma, basta che siano gonfie.

Sbattere la ricotta con la frusta ed aggiungere il cacao in polvere, la grappa quindi i tuorli leggermente sbattuti, uno per volta, aggiungere lo zucchero e le chiare. Se non si ha a disposizione lo zucchero grezzo, va bene anche quello semolato: a me piace il retrogusto di liquirizia e la granulosità del Mascobado e trovo che in questa ricetta ci stia benissimo. Sistemare 5 ciliegie per stampino, coprire con il composto, accomodare con dei colpetti, in modo che si distribuisca bene. Infornare a 180°C per 30 minuti.

testi e foto simonaskitchen2.blogspot.it

31


32


SPIEDINI COLORATI a cura di Leda Crippa - gustosamente.blogspot.it Claudia Gargioni - ilgattogoloso.com

Cercate una preparazione divertente e sfiziosa, per una serata tra amici o per un pranzo all’aperto? Preparate degli spiedini. Sbizzarritevi con qualsiasi ingrediente: carne, pesce, verdure, pasta‌ ma anche frutta o golosi dolcetti. Vedrete che un piatto anche semplice, si trasformerà in giocosi bocconcini tutti da mordere.

33


34


di

Spiedini pasta pomodorini salsa rosata

e

con

Ingredienti: (per 2 persone) • 120 gr di pasta tipo mezze maniche • circa 20 pomodorini tipo ciliegino • 1 cucchiaio di origano essiccato • olio extravergine d’oliva • sale e pepe q.b. Per la salsa: • 50 gr di yogurt greco • 50 gr di ricotta vaccina • 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro • sale q.b. Lavate i pomodorini e divideteli a metà. Conditeli con un goccio di olio, sale e un po’ di origano. Preparate la salsa mescolando lo yogurt con la ricotta e il concentrato di pomodoro. Regolate di sale. Fate cuocere la pasta in acqua bollente salata. Scolatela e conditela con olio, origano e pepe. Fatela raffreddare quindi infilatela sugli spiedini alternando una mezza manica con mezzo pomodorino. Disponete a raggiera gli spiedini sul piatto di portata, mettendo al centro la salsa in modo che ognuno possa servirsi.

testi e foto gustosamente.blogspot.it

35


36


di

Arrosticini maiale salsa piccante olive

con

alle

Ingredienti: (per 2 persone) • 4 pezzetti di salsiccia tipo luganiga • 4 fette di pancetta tesa • 2 rametti di timo • peperoncino secco a piacere Per la salsa: • una ventina di olive nere • 1 carota • 1 costa di sedano • 1/2 spicchio d’aglio • 1 pezzetto di cipolla dorata • peperoncino secco (a piacere) • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva • sale q.b. Preparate la salsa. Fate scaldare leggermente l’olio con il peperoncino e l’aglio. Togliete l’aglio e unite le verdure tagliate a pezzetti. Fatele rosolare per qualche minuto quindi frullatele con le olive (precedentemente snocciolate) fino ad ottenere una salsa piuttosto densa tipo tapenade. Infilzate i pezzi di salsiccia sugli spiedi di bambù e avvolgeteli con le fette di pancetta. Fate cuocere gli arrosticini in una bistecchiera ben calda o sul barbecue, avendo cura di girarli su tutti i lati. Durante la cottura spargete sopra gli spiedini il peperoncino sbriciolato e le foglioline di timo. Servite gli spiedini ben caldi accompagnandoli con un cucchiaio di salsa alle olive.

testi e foto gustosamente.blogspot.it

37


38


Bruschetta

divertente

Ingredienti: • pane tipo toscano • pomodorini • basilico q.b. • olio extravergine q.b. Tagliare il pane a cubotti di circa 3 cm per lato, ungerlo d’olio e farlo dorare in forno a 200°C per pochi minuti. Nel frattempo lavare i pomodorini. Infilare il pane su bastoncini di legno alternandolo con i pomodorini e le foglioline di basilico. Servire tiepidi o freddi.

testi e foto ilgattogoloso.com

39


40


di

Spiedini dolci torta cioccolato fragole

e

al

Ingredienti per circa 10/12 spiedini: • 3 uova • 150 gr di farina 00 (+1 un cucchiaio per la teglia) • 100 gr di burro (+ una noce per imburrare la teglia) • 150 gr di zucchero • 8 gr di lievito per dolci • 30 gr di cacao amaro • 100 gr di cioccolato fondente • fragole q.b. Separare gli albumi dai tuorli. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e appena scioglto togliere dal fuoco e unire il burro. Montare gli albumi a neve aggiungendo lo zucchero in due volte. Quando il cioccolato si sarà intiepidito unire le uova, una alla volta e mescolare per incorporarle bene. Mescolare la farina con il cacao e il lievito. Unire alla farina il composto di uova e cioccolato e mescolare. Per ultimo aggiungere gli albumi montati e incorporare al composto con movimenti dall’alto verso il basso per non smontarli. imburrare e infarinare una teglia, versare il composto e cuocere a forno caldo a 180°C per circa 35/40 minuti. Lasciar completamente raffreddare prima di talgiarla a cubotti. Sugli spiedini alternare un quadrato di torta e una fragola.

testi e foto ilgattogoloso.com

41


42


A TUTTO LIMONE a cura di Stefania Zecca www.lericettedipepi.it

Come non amare questo agrume cosĂŹ solare? Mi piace il suo colore scintillante che infonde allegria e il gusto aspro che trovo davvero energizzante. Difficilmente ne resto sprovvista e in cucina lo uso moltissimo. Allora proviamo insieme questo menĂš ... a tutto limone.

43


44


Insalata

di limoni

Questa è una ricetta d’ispirazione marocchina, una fresca insalata di limoni. Da proporre per aprire un pranzo o come accompagnamento ad un secondo di carne o di pesce, o semplicemente da gustare abbinata ad un buon pane croccante. Ingredienti per 4 porzioni: • 2 limoni biologici grandi e maturi • 2 scalogni • 1 mazzetto di prezzemolo o cerfolio • 2 peperoncini freschi • una manciata di olive taggiasche • sale marino integrale • olio extravergine d’oliva Lavate i limoni, tagliateli a fette e poi a dadini. Pulite ed affettate finemente gli scalogni. Lavate il prezzemolo e staccate le foglioline. Private dai semi i peperoncini e tagliateli a strisce sottili. In una ciotola mescolate i limoni con la cipolla, il sale, due cucchiai d’olio e il peperoncino. Aggiungete le olive e le foglie di prezzemolo. Mettete in fresco fino al momento di servire.

Testi e foto www.lericettedipepi.it

45


46


al

Spaghetti limone cipollotto fresco

e

Una pasta che potete gustare in due versioni: calda o fredda come insalata. Se vi piace calda mantecatela con del buon Parmigiano Reggiano. Nel caso vogliate servirla come insalata, conditela semplicemente con burro e olio. Ingredienti per 4 porzioni: • 400 g di penne • 1 limone biologico • 2 cipollotti freschi • sale marino integrale • 60 g di Parmigiano Reggiano e un cucchiaio d’olio* (per la versione calda) • una noce di burro e un cucchiaio d’olio* (per l’insalata) • pepe macinato al momento *olio extravergine d’oliva Pulite ed affettate finemente i cipollotti ad anelli. Grattugiate la scorza del limone. Lessate la pasta al dente in abbondante acqua salata. Scolatela, trasferitela in una zuppiera e conditela con un cucchiaio d’olio.

Versione calda: aggiungete il Parmigiano, mescolate bene, unite i cipollotti e il limone. Spolverizzate con il pepe e servite subito. Versione in insalata: aggiungete il burro a fiocchetti, mescolate bene, unite i cipollotti e il limone. Spolverizzate con il pepe e servite a temperatura ambiente o fredda.

Testi e foto www.lericettedipepi.it

47


48


al

Frittata forno ricotta limone

con

e

La prima volta che ho assaggiato questa frittata, profumata di limone, ne sono rimasta piacevolmente colpita. In Sicilia si prepara spesso così, aromatizzata con questo splendido agrume. Ingredienti per 4 porzioni: • 250 g di ricotta di pecora • 4 uova • 1 limone biologico • una decina di foglie di menta • sale marino integrale • olio extravergine d’oliva • pepe macinato al momento • una baguette stampo da forno 20x20 cm Scaldate il forno a 180°C. In una ciotola sbattete le uova con la ricotta. Grattugiate la scorza del limone, spezzettate le foglie di menta e aggiungetele alle uova mescolando bene. Regolate di sale e pepe. Trasferite le uova nello stampo, precedentemente oliato, e mettete in forno. Cuocete per 20 minuti circa o finché la frittata non è ben dorata. Affettate la baguette, tagliate la frittata a quadretti e distribuitela sulle fette di pane. Servite con insalata o verdure di vostro gradimento.

Testi e foto www.lericettedipepi.it

49


50


leggera al limone

Crema fragole

con

Leggerissima questa crema, senza latticini e uova. La combinazione limone-cocco è favolosa e perfetta per accompagnare frutta fresca. Da gustare come dessert o per merenda. Ingredienti per 4 porzioni: • 250 g di latte di riso • 25 g di amido di mais (circa tre cucchiai) • 20 g di zucchero • 20 g di cocco essiccato • 1 limone biologico • una vaschetta di fragole (circa 300 g) In una casseruola mescolate l’amido con lo zucchero, unite il latte e stemperate bene. Grattugiate la buccia del limone e unitela al resto. Mettete sul fuoco e cuocete continuando a mescolare, fino a quando la crema si sarà addensata. Aggiungete anche il cocco e mescolate bene. Fate raffreddare. Servite insieme alle fragole.

Testi e foto www.lericettedipepi.it

51


52


DITE CHEEEESE... CAKE! a cura di Angela De Marco laricettadellafelicita.blogspot.it

La prima volta che ho sentito parlare di cheesecake mi sono venuti i brividi: pensare di mangiare un dolce fatto di formaggio era per me inaccettabile! Che significava un dolce fatto di formaggio???? Mischiare un formaggio cremoso, di quelli che spalmavo sul pane, con lo zucchero???? Ma siamo matti?! Poi un giorno il colpo di fulmine‌

53


54


Il cheesecake è uno dei dolci anglosassoni più amati e presente sempre più spesso nelle nostre tavole. Si tratta di una torta fredda al formaggio, composta solitamente da una base di biscotti sbriciolati e burro o pan di spagna, uno strato di crema di formaggio fresco misto ad altri ingredienti (uova, succo di limone, zucchero…) e infine uno strato sottile di panna acida (così vuole la tradizione newyorchese…). Quando parliamo di cheesecake ci riferiamo prevalentemente a quello tradizionale che va in forno ma ne esiste anche una versione a freddo, che si addensa con l’aiuto di sostanze gelificanti come la colla di pesce o l’agar-agar, e che è perfetta per l’estate quando non abbiamo voglia di accendere i fuochi. La prima volta che ho sentito parlare del cheesecake (o della cheesecake che dir si voglia...) mi sono venuti i brividi: pensare di mangiare un dolce fatto di formaggio era per me inaccettabile (colpa della mia panZa mediterranea!!). Che significava un dolce fatto di formaggio???? Mischiare un formaggio cremoso, di quelli che spalmavo sul pane, con lo zucchero???? Ma siamo matti?! Poi un giorno il colpo di fulmine: Fiona May che in televisione lo prepara nel programma “Chef per un giorno”! E’ amore a prima vista. Così da quel giorno è diventato uno dei dolci preferiti di casa mia, in particolare da me e mio figlio....Siamo capaci di divorarcelo tutto io e lui da soli!  Inutile dirvi che lo faccio in tutti i modi possibili, dal classico newyorkese con la marmellata di lamponi a quello al cioccolato e caramello. E poi, cosa non indifferente, amo questo dolce perchè lo posso mangiare anche io che sono celiaca senza apportare grandi trasformazioni, basta sostituire i biscotti e voilà la versione gluten free è fatta.  Due paroline sugli ingredienti principali: - I biscotti: la tradizione vuole che per la base si usino i famosi Digestives, ma noi italiani usiamo un po’ di tutto: dalle fette biscottate ai petits beurre, dai wafer agli amaretti, ai resti di frollini vari dimenticati in dispensa. - I formaggi cremosi: in America di usa il cream cheese, un formaggio cremoso molto simile al Philadelphia. Se vogliamo un’alternativa più nostrana possiamo utilizzare la ricotta o il mascarpone. - Le coperture: sulla base cremosa possiamo divertirci con delle decorazioni di frutta fresca o gelatine di frutta. Se amiamo i contrasti invece usiamo topping al cioccolato o al caramello o ancora uno strato goloso di ganache e tutto quello che la fantasia ci suggerisce. Buon divertimento! Testi e foto laricettadellafelicita.blogspot.it

55


56


Cheesecake al cioccolato

senza cottura

Per una teglia da 20-22 cm di diametro Per la base: • 80gr di biscotti, frollini o secchi • 60gr di amaretti secchi • un cucchiaino di cacao amaro • 90gr di burro fuso per lo strato cremoso: • 500gr di formaggio da spalmare (cream cheese o ricotta) • 300gr di Nutella • 100gr di cioccolato fondente al 70% • 4 gr di gelatina in fogli (colla di pesce) per la ganache: • 50 gr cioccolato fondente al 70% • 80gr di cioccolato al latte • 100gr di panna fresca • fragole Sbricioliamo bene i biscotti e riduciamoli in polvere ( se non avete il robot usate il metodo del sacchetto per congelare e un bel batticarne e non perderete nemmeno una briciola) quindi mescoliamoli in una ciotola con il burro fuso. Intan-

1

2

4

5

to spennelliamo una tortiera apribile con del burro fuso e foderiamola con la carta forno, ritagliando un cerchio per la base e delle strisce per i lati. Versiamo la poltiglia di biscotti sul fondo e schiacciamo bene con il cucchiaio o un batticarne fino ad avere una base liscia. Mettiamo in frigo per 15 minuti. Ammolliamo la gelatina per 5 minuti nell’acqua fredda. In una ciotola lavoriamo con una forchetta il formaggio cremoso con la Nutella, per farli amalgamare bene, quindi uniamo il cioccolato fondente fuso e intiepidito. Strizziamo bene la gelatina ammollata e sciogliamola in due cucchiai di latte caldo, facciamo intiepidire e uniamoli alla crema al cioccolato. Mescoliamo bene il tutto e versiamo la crema nella teglia con la base di biscotti e lasciamo riposare in frigo per mezz’oretta. Intanto facciamo la ganache: mettiamo a bollire la panna, appena fa i primi sbuffi versiamoci dentro i due cioccolati grattugiati grossolanamente e mescoliamo vigorosamente, fino a ottenere una bella crema densa e scura. Facciamola intiepidire e dopo circa mezz’ora la versiamo sulla cheesecake e completiamo con le fragole divise a metà. Lasciamo in frigo tutta la notte quindi sformiamo delicatamente e liberiamo la torta dalla carta da forno.

3

Testi e foto laricettadellafelicita.blogspot.it

57


Cheesecake base

senza cottura

Per una teglia da 20-22 cm di diametro Per la base: • 200 gr di biscotti, frollini o secchi • 90gr di burro fuso per lo strato cremoso: • 250gr di mascarpone • 200gr di formaggio da spalmare (cream cheese o ricotta) • 200ml di panna montata • 80gr di zucchero a velo • qualche goccia di succo di limone • 8 gr di gelatina in fogli (colla di pesce) per la decorazione: • frutta a piacere • gelèe di frutta o marmellata Sbricioliamo bene i biscotti e riduciamoli in polvere ( se non avete il robot usate il metodo del sacchetto per congelare e un bel batticarne e non perderete nemmeno una briciola) quindi mescoliamoli in una ciotola con il burro fuso. Intanto spennelliamo una tortiera apribile con del burro fuso e foderiamola con la carta forno, ritagliando un cerchio per la base e delle strisce per i lati. Versiamo la poltiglia di biscotti sul fondo e schiacciamo bene con il cucchiaio o un batticarne fino ad avere una base liscia. Mettiamo in frigo per 15 minuti. Ammolliamo la gelatina per 5 minuti nell’acqua fredda. In una ciotola lavoriamo con una forchetta il mascarpone con il formaggio cremoso, per farli amalgamare bene, quindi uniamo il succo di limone e lo zucchero a velo. Strizziamo bene la gelatina ammollata e sciogliamola in due  cucchiai di latte caldo, facciamo intiepidire e uniamoli alla crema di mascarpone. Mescoliamo bene il tutto e alleggeriamo con la panna montata. Versiamo la crema sulla base di biscotti e lasciamo riposare in frigo per almeno un paio d’ore. Dopo un paio d’ore, riprendiamo la torta dal frigo, la sformiamo con delicatezza su un piatto da portata e la decoriamo con la gelèe e la frutta che più ci piace. Questa base cremosa è molto versatile: se preferite potete decorarla con un topping al caramello o al cioccolato, con marmellata o sola frutta fresca. Addirittura potete sostituire il mascarpone con la ricotta, o farla con solo formaggio cremoso e panna, aumentando però la gelatina di un grammo. Lasciate il cheesecake il frigo per un paio d’ore prima di gustarlo.

58

Testi e foto laricettadellafelicita.blogspot.it


Cheesecake classica - base -

con cottura al forno Per una teglia da 20-22 cm di diametro per la base: • 200gr di biscotti (frollini o secchi vanno benissimo!) • 90 gr di burro per la crema: • 600 gr di formaggio cremoso tipo philadelphia (anche light se volete risparmiare sulle calorie) • due uova intere • 90gr di zucchero • scorza grattugiata e succo di mezzo limone per decorare: frutta fresca, cioccolato fuso, marmellate varie, caramello e tutto quello che la fantasia vi suggerisce Sbricioliamo bene i biscotti e riduciamoli in polvere (se non avete il robot usate il metodo del sacchetto per congelare e un bel batticarne e non perderete nemmeno una briciola) quindi mescoliamoli in una ciotola con il burro fuso. Intanto spennelliamo una tortiera apribile con del burro fuso e foderiamola con la carta forno, ritagliando un cerchio per la base e delle strisce per i lati. Versiamo la poltiglia di biscotti sul fondo e schiacciamo bene con il cucchiaio o un batticarne fino ad avere una base liscia. Mettiamo in frigo per 15 minuti. Intanto prepariamo la crema. Lavoriamo bene il formaggio con lo zucchero, poi aggiungiamo una alla volta le uova leggermente sbattute e incorporiamole. Infine uniamo il succo di limone e la scorza. Versiamo il composto nella tortiera sul fondo di biscotti e inforniamo a 160° per 30 minuti (la torta deve essere ben rassodata in superficie e di un bel giallo scuro con il bordo marrone). Una volta raffreddato lo mettiamo in frigo, senza aprire la cerniera della tortiera. Trascorse un paio di ore, apriamo la cerniera e liberiamo molto delicatamente il dolce dalla carta forno, lo trasferiamo in un piatto, lo decoriamo e lo rimettiamo in frigo per una notte. Il giorno dopo è ancora più buono! Il dolce, inutile dirlo, deve essere conservato in frigo e si conserva fino a un paio di giorni...anche se su questo non posso garantire perchè a casa mia dura al massimo fino al giorno dopo!

Testi e foto laricettadellafelicita.blogspot.it

59


60


DOLCI SENZA LATTE E SENZA UOVA Quante persone non rinunciano a chiudere un pasto senza sgranocchiare qualcosa di dolce, però hanno problemi di intolleranze o allergie? Questi dessert non contengono alcun tipo di latticini o derivati del latte e nemmeno le uova, ma saranno ugualmente deliziosi ed invitanti ... li amerete alla follia!

61


al doppio

Biscotti cioccolato, senza uova,senza latte, succo

con

di pera

Ingredienti: 200 gr di farina 00 / 100 gr di farina di riso / 60 gr di zucchero di canna / 30 gr di cacao in polvere amaro / 60 gr di ciccolato fondente tritato / 40 gr di noci o mandorle tritate / 2 cucchiai di olio di semi di girasole / 1/2 bustina di lievito per dolci / 170-180 ml di succo di pera (vanno bene anche arancia e caffè) Mettete le farine, lo zucchero, il cacao, le noci e il lievito in una ciotola. Aggiungete poi l’olio, il succo e in ultimo il cioccolato. Impastate il tutto. Stendete l’impasto alto circa 3-4 mm e con una formina tagliate i biscotti.

62

Sistemateli in una teglia rivestita di carta forno e infornate a 180° per 15 minuti. Potete sovraporre due biscotti inserendo nel mezzo, un passato di pere, della marmellata o quello che vorrete.

Testi e foto ricottachepassione.blogspot.it


Crema

di miglio con lamponi

Ingredienti per 2-3 persone: 50 gr di miglio / 300 ml di latte vegetale / 2 cucchiai di zucchero di canna / 1 manciata di lamponi / 1 bacca di vaniglia Mettete il miglio in un pentolino, aggiungete il latte, la polpa della bacca di vaniglia (prelevatela con un coltellino) 1 cucchiaio di zucchero e portate a bollore su fuoco basso. Fate cuocere, mescolando, per 30’ circa, fino a quando il miglio sarà morbido ed avrà assorbito il liquido (se asciugasse o tendesse ad attaccare, aggiungete altro latte). Spegnete e mettete da parte. In un altro pentolino met-

tete i lamponi con il resto dello zucchero (tenete da parte qualche lampone intero per la decorazione ) e fateli cuocere brevemente, fino a che saranno leggermente spappolati. Frullate il miglio fino ad ottenere una crema morbida. Eventualmente aggiungete ancora un goccio di acqua o di latte. Prendete tre coppettine da monoporzione, mettete un po’ di composta di lamponi sul fondo di ognuna, quindi completate con la crema di miglio e guarnite con i lamponi interi tenuti da parte. Tenete in frigo fino al momento di servire.

Testi e foto www.paciocchidifrancy.com

63


Torta

di spaghetti

Ingredienti: Ingredienti per la base di pasta frolla: 300 g farina 00 / 120 g zucchero di canna / 110 g margarina / q.b. latte di soia Ingredienti per il ripieno: 300 g mandorle / 300 g zucchero di canna / 30 g fecola di patate / 45 g margarina fusa / 120 g latte di soia Ingredienti per gli spaghetti: 200 g farina 00 / 100 g acqua / 20 g margarina fusa / zucchero a velo Come prima cosa preparate la frolla impastando farina e zucchero con la margarina fatta a pezzetti, poi unite il latte

64

poco alla volta fino ad ottenere la consistenza tipica della frolla. Ponete in frigo e lasciatela riposare. Per il ripieno, frullate le mandorle e lo zucchero, unite la margarina fusa e poi il latte. Infine preparate gli spaghetti impastando farina e acqua. Stendete questa pasta fino ad ottenere una sfoglia (io ho utilizzato la macchina per la pasta, senza farla troppo sottile) e dalla sfoglia ricavate gli spaghetti. Assemblate: stendete la frolla e ponetela in uno stampo di 24 cm di diametro, versate metà del ripieno e disponete sopra 1/3 degli spaghetti, versate il restante ripieno e i restanti spaghetti. Spennellate la superficie con i 20 g di margarina fusa e infornate a 180°C per 30-35 minuti. Prima di servire cospargete con zucchero a velo.

Testi e foto semedigirasole.altervista.org


Barrette

di cereali

Ingredienti per 12 barrette: 100 gr di margarina / 15 cl di sciroppo d’acero / 500 gr di muesli con frutta secca Mettere il muesli in una ciotola. Sciogliere la margarina in un pentolino dal fondo spesso con lo sciroppo d’acero, e cuocere 5 minuti a fuoco basso. Quando lo sciroppo inizia a caramellare, versate sopra il muesli di frutta secca e mescolare bene. Versare in una teglia precedentemente rivestita con carta da forno.

Appiattire con il dorso di un cucchiaio, poi premere. Cuocere in forno a 170 °C per 20-25 minuti o finché sarà dorato. Lasciare indurire prima di toglierle della teglia e tagliare in barrette.

Testi e foto www.cucchiaiopieno.com

65


Semifreddo

allo yogurt

Ingredienti: 400 gr di yogurt di soia / 400 gr di tofu / 10-15C di sciroppo d’agave / 1\2cc di vaniglia in polvere / 100gr di panna di cocco / 100ml di latte di cocco (o soia o riso) / 2cc di agar agar / Fragole e agave Ingredienti per la base: 200gr di biscotti secchi / 30gr di olio di semi / 50gr di acqua 1C di malto (se occorre, mettendo meno acqua) Far colare lo yogurt in un panno pulito (non lavato con detersivi chimici) per una notte. Sbriciolare i biscotti e aggiungere l’acqua e l’olio. Lavorare l’impasto e ricoprire la base

66

di uno stampo a cerniera da 12cm, mettendo la carta da forno e schiacciandoci sopra l’impasto di biscotti. Lasciare riposare in frigo. Lavare le fragole e tagliarle a fette sottili. Aggiungere un pò di sciroppo e ricoprire la base. Preparare la crema frullando il tofu con l’agave e aggiungendo la panna, lo yogurt e la vaniglia fino ad ottenere una crema liscia. In un pentolino scaldare il latte con l’agar agar e far sobbollire per 2-3 minuti. Lasciare che raffreddi un attimo e versarlo nella crema. Mescolare avendo cura di amalgamare per bene il tutto. Versare la crema sulla base facendo attenzione a non smuovere le fragole e riporre il tutto in frigo per una notte. Decorare con il resto delle fragole e riporre il semifreddo in freezer per un’ora.

Testi e foto sugarlessblog.blogspot.it


Biscottini germe

al

di lunga vita di grano e avena

Ingredienti per circa 20 biscottini: 50 g di olio extravergine di oliva / 100 g di miele millefiori / 100 g di farina di tipo 0 / 75 g di germe di grano / 75 g di avena / 2 cucchiai di acqua / 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio > L’olio dovrebbe essere il più delicato possibile per non interferire con l’aroma complessivo dei biscottini (un olio ligure è particolarmente indicato in questo caso), il miele migliore invece è un millefiori molto aromatico. > Prima di iniziare foderare due teglie di carta da forno In un pentolino scaldare molto dolcemente e mescolando continuamente l’olio e il miele per 6-8, finchè non inizieranno ad

amalgamarsi. Togliere il pentolino dal fuoco e continuare a mescolare per altri 3-4, poi lasciare intiepidire. In una ciotola capiente setacciare la farina, unire il germe di grano e l’avena e mescolare. Pwwortare a ebollizione l’acqua e sciogliervi dentro il bicarbonato stemperandolo bene. Unire acqua e bicarbonato a olio e miele e mescolare. Formare una fontana negli ingredienti secchi e versarvi gli ingredienti liquidi. Mescolare con una spatola fino ad ottenere un composto il più possibile denso e omogeneo. Lasciare intiepidire 10. Formare delle palline della grandezza di una noce e schiacciarle leggermente nel disporle sulla teglia. Infornare per 9-10 a 180°C. Una volta estratti dal forno attendere qualche minuto prima di maneggiarli, poi disporli a raffreddare su una gratella.

Testi e foto www.ladonninadimarzapane.it

67


68


CIOCCOLATO GLUTEN FREE a cura di Simonetta Nepi www.glu-fri.com

Il cioccolato può contenere glutine? La risposta è sì. Incredibile, ma vero, può contenere glutine, o meglio può contenere tracce di glutine. Scopriamo assieme di quali ingredienti sono composti i vari tipi di cioccolato e come degustare al meglio questa delizia, fugando così ogni dubbio e timore.

69


Cioccolato gluten free

Il cioccolato può non essere adatto ai celiaci e a chi soffre di gluten sensitivity, non tanto per i suoi componenti, quanto per la contaminazione incrociata con il glutine che può avvenire durante il processo di lavorazione. Il cioccolato si ottiene mescolando lo zucchero con i prodotti derivati dalla elaborazione dei semi di cacao: la pasta di cacao e, la parte grassa, il burro di cacao. Da questa combinazione di base si elaborano i diversi tipi di cioccolato in base alle varie proporzioni e all’aggiunta di latte, frutta secca o altri aromi. Sono quindi in partenza tutti ingredienti senza glutine. La normativa italiana definisce cioccolato un prodotto in cui la parte secca complessiva derivante dal cacao deve essere almeno il 35%, il cacao magro almeno il 14%. L’aggiunta di burro di cacao non deve essere inferiore al 18%. Alcuni prodotti contengono lecitina, un additivo emulsionante utilizzato per favorire una maggiore omogeneizzazione degli ingredienti Alcuni produttori europei producono cioccolato utilizzando grassi vegetali, come il burro di karitè, il burro d’illipè, il kokum, quello prodotto dall’olio di palma, dall’olio di colza  e di mango e il grasso di shorea. Questi grassi vengono miscelati in parte al burro di cacao, fornendo una componente grassa necessaria per l’impasto del cioccolato. Nel nostro Paese la loro presenza deve essere riportata sull’etichetta e non può essere superiore al 5%.  La normativa vigente (All. I, d.lgs. n. 178/2003) definisce per i prodotti di cacao e di cioccolato le seguenti denominazioni di vendita: 1. Burro di cacao. Sostanza grassa ottenuta da semi di cacao o da parti di semi di cacao. 2. Cacao in polvere (o semplicemente “cacao”). Prodotto ottenuto mediante trasformazione in polvere di semi di cacao puliti, decorticati

70


e torrefatti e che presenta un tenore minimo di burro di cacao del 2% e un tenore massimo di acqua del 9%. 3. Cacao magro in polvere (o “cacao fortemente sgrassato in polvere”, o “cacao magro”, o “cacao fortemente sgrassato”). Cacao in polvere con un tenore di burro di cacao inferiore al 20% 4. Cioccolato in polvere. Miscuglio di cacao in polvere e zuccheri, contenente non meno del 32% di cacao in polvere. 5. Cioccolato comune in polvere (o “cacao zuccherato”, o “cacao zuccherato in polvere”). Miscuglio di cacao in polvere e zuccheri, contenente non meno del 25% di cacao in polvere. 6. Cioccolato. Prodotto ottenuto da prodotti di cacao e zuccheri che presenta un tenore minimo di sostanza secca totale di cacao del 35%, di cui non meno del 18% di burro di cacao e non meno del 14% di cacao secco sgrassato. Si può distinguere tra: > Cioccolato fondente È un cioccolato che contiene solo pasta di cacao, burro di cacao, zucchero, (e a volte lecitina) in quantità variabili. La percentuale di cacao deve essere almeno del 45% e il burro di cacao il 28%.  > Cioccolato extrafondente Si distingue dal cioccolato fondente perché la percentuale di cacao può superare il 70% del peso. E’ un cioccolato dii altissima qualità. >Cioccolato al gianduia Contiene circa il 32% di cacao e 20-40 grammi di nocciole macinate per ogni 100 grammi di prodotto

8. Cioccolato comune al latte. Deve avere: 20% sostanza secca totale di cacao; 20% di latte in polvere, 2,5% di cacao secco sgrassato; 25% di grassi totali (burro di cacao e grassi del latte). 9. Cioccolato bianco. Non contiene cacao ma solo zuccheri, non meno del 20% di burro di cacao e 14% di latte in polvere. Durante le varie fasi del processo di produzione è probabile che alcuni ingredienti del cioccolato siano immagazzinati o elaborati in ambienti in cui sono utilizzati anche prodotti con glutine, come farina, segale. Succede soprattutto con praline, cioccolatini, barrette e tavolette di cioccolato soprattutto del tipo più industriale. Ma questo non vuol dire che il cioccolato sia un piacere vietato ai celiaci, tutt’altro. In Italia ci sono tra i migliori produttori di cioccolato, marchi storici e nobili che vigilano su tutta la filiera in modo da non riscontrare tracce di glutine. Insomma si tratta di cioccolato di alta qualità per tutti! L’unica raccomandazione è verificare prima nelle etichette, nel prontuario della AIC e con i produttori. E adesso passiamo all’assaggio del cioccolato con tre ricette estive! Normalmente il cioccolato si associa ai periodi di freddo e alla Pasqua in cui il clima è ancora tiepido, ma con un buon cioccolato conservato al fresco è possibile fare in poco tempo dei golosissimi dessert freschi che si preparano in pochi minuti e senza accendere il forno.

7. Cioccolato al latte. Prodotto ottenuto da prodotti di cacao, zuccheri e latte (o derivati dal latte) che presenta un tenore minimo: di sostanza secca totale di cacao del 25%, di latte in polvere del 14%; di cacao secco sgrassato del 2,5% e di grassi totali (burro di cacao e grassi del latte) del 25%.

71


Mousse

di cioccolato bianco e kiwi

Soufflée glacée

di

a del La dolcezz bianco con cioccolatogermente il tono leg kiwi per un acido del licatissimo dessert de

Ingredienti per 4 persone: • 200 gr di cioccolato bianco spezzettato / • 400 ml di panna / • 4 kiwi  Sbucciare i kiwi e tagliarli a dadini. Portare quasi a bollore100 ml di panna e versarla sul cioccolato bianco. Il cioccolato si scioglierà come in una ganache. Montare la panna e neve ferma. Unire poco alla volta la panna al cioccolato con movimenti avvolgenti, dall’alto verso il basso. In quattro coppette versare qualche dadino di kiwi, coprite con il composto di panna e cioccolato e unire altri dadini, terminare con la panna. Riporre in frigo per almeno due ore e tirare fuori almeno 10 minuti prima di servire.

72

Ingredienti per 4 persone: 250 gr di cioccolato fondente (64 % di cacao di zucchero / 125 ml di latte / 200 ml di pann

Preparare degli stampini da soufflé: imburr carta forno in modo che la carta fuoriesca d Spezzettare il cioccolato e farlo sciogliere a Montare i tuorli con lo zucchero. Scaldare il continuando a mescolare a fuoco basso sin cioccolato fuso e mescolare sino a incorpora zo punto, ossia quando inizia a formare de montata alla crema di cioccolato. Versare di un paio di centimetri. Mettere gli stampin fuori dal congelatore 10 minuti prima di se eliminare la carta forno passando un coltelli tirandola delicatamente verso l’alto.


cioccolato

Fondant

al cioccolato e frutti di bosco

Delicato e il soufflée scenografico, cioccolato gelato al è irresistib ile

o) e senza tracce di glutine / 4 tuorli / 125 gr na / 10 gr di burro / Cacao in polvere q.b.

rarli e foderarli internamente con strisce con di almeno 5 cm dal bordo dello stampino. bagnomaria o nel microonde. l latte e poi versarlo poco alla volta sui tuorli no a che si formi una crema. Aggiungere il arlo perfettamente. Montare la panna a mezei picchi sollevando le fruste. Unire la panna la crema negli stampini e superare il bordo ni nel congelatore per almeno 5-6 ore. Tirarli ervire, spolverare la superficie con cacao e ino bagnato tutto intorno al soufflée glacée e

anti del Per gli am senza mezze cioccolato a con un tocco misure, mnte acido leggerme Ingredienti per 4 persone: 225 gr di cioccolato fondente (60% di cacao e senza tracce di glutine) / 225 gr di panna / 2 cucchiai di caffè macinato / Un pizzico di sale / 200 gr di frutti di bosco / Cacao q.b. Ungere con il burro uno stampo da 15 cm o stampini individuali. Foderare con carta forno. Sciogliere il cioccolato a bagno maria o nel microonde. Scaldare la panna, unire il cacao e quando è calda togliere dal fuoco. Aggiungere il sale. Unire la panna al cioccolato e mescolare bene. Versare il composto nello stampo. Spargere i frutti di bosco della superficie e farli penetrare dell’impasto di cioccolato. Coprire lo stampo con la pellicola e mettere in frigo per 5-6 ore. Sformarlo una decina di minuti prima di servirlo e cospargerlo con cacao.

73


La nostra meravigliosa avventura si conclude qui. Grazie ancora a tutti!

about food © Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. Il materiale pubblicato è di proprietà dei rispettivi blog segnalati e autori. La rivista è realizzata senza alcun scopo di lucro, viene pubblicata in solo formato PDF ed è scaricabile gratuitamente. Questa rivista non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

About Food 9  

The magazine about food lovers community :)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you