Page 1

NOVEMBRE / DICEMBRE

6

2013

N O U B UN . . . E L NATA ...DI ’ A T E I R A D I L SO Filippine Lampedusa Occupazione

Pace

Giovani


Circolare interna riservata ai Soci del Centro Sociale

“LA TERRAZZA DI PONTICELLA”

Via Del Colle, 1 PONTICELLA DI SAN LAZZARO DI SAVENA (BO) Segreteria Tel. 051 470122 - Bar Tel. 051 479974. www.centrolaterazza.it e-mail: terrazza.segreteria@gmail.com al FOI da LEZER - Direttore Franco Scarponi Redazione: Aldo Bacchiocchi, Augusto Baietti, Andrea Bolzonaro, Angelo Labanti, Bruno Suzzi, Giuliana Fontanili, Mirna Marani

In questo numero:

Copertina - Un Natale di solidarietà 2 - Sommario - La Redazione informa che... 3 - Riflessioni sul nuovo Papato 4 - Quale futuro per il nostro Circolo? 5 - I ponticellesi per Ponticella 6 - Le iniziative del Circolo: “E’ quasi Natale a Ponticella” 7 - Pomeriggi Insieme 8 - Visita alla Torre “Prendiparte” 9 - Le novità alla Biblioteca 10 - La Terrazza in breve 11 - Trascorri la settimana con noi 12 - Gli Auguri del Presidente 13 - Servizi utili 14 - Le nostre Commissioni 15 - Pagina della Solidarietà 16 - Corso per baristi 17 - 3 dicembre: Assemblea dei Soci del Circolo 18 - Le nostre Sale

Dalla Redazione: Scusate il ritardo... Il numero del Giornalino esce volutamente con qualche giorno di ritardo così da poter pubblicizzare gli eventi organizzati per il mese di dicembre ed in particolare per il periodo natalizio. La copertina è dedicata al difficile momento che sta vivendo l’Italia, riservando un pensiero alle tante e troppe vittime cadute in questo ultimo periodo in tutto il mondo. La Redazione augura a tutti i Soci e lettori un sereno Natale ed un felice 2014!

2


Chi conosce bene Jorge Mario Bergoglio da anni dice che per capire il senso del suo papato bisogna tornare ad Aparecida, al maggio del 2007. Tra le navate dell’immenso santuario Mariano 6 anni fa, l’allora Arcivescovo di Buenos Aires presentò il suo programma di Pontificato. Nonostante la pioggia battente Papa Francesco è tornato qualche giorno fa ad Aparecida e si è soffermato in preghiera davanti all’immagine della Vergine. In piedi, in silenzio, con lo sguardo fisso sull’icona. La Chiesa non deve temere la notte e deve riprendere la sua “uscita per le strade”, nelle “notti” in cui va smarrendosi l’umanità protesa a raggiungere “ogni uomo”. Il papato di Francesco, Vescovo di Roma, ogni giorno con semplicità e con potenza di dialogo entra nella vita quotidiana di ciascuno di noi sottolineando la sua autenticità di Papa dei poveri e dei giovani. Tre milioni di giovani l’hanno accolto e si faranno portatori del suo messaggio di misericordia. “Le viscere materne della misericordia” vanno riscoperte e Papa Francesco lo ha fatto baciando disabili e abbracciando giovani detenuti, accarezzando la bambina anencefala, prendendo in braccio i bambini della favela. In questo anno dedicato alle fede, Papa Francesco lavora perché l’antica chiesa di Roma riesca a porsi come “facilitatrice della fede”. Il nuovo Papa è stato osservato, non è un Papa del Concilio nè del dopo Concilio. E’ stato preso alla fine del mondo, in una terra, in una circostanza, in una koinè spirituale che non risponde più alla vecchia logica Concilio-post Concilio. Nè bisogna dimenticare che questo Francesco è un Papa Gesuita: viene da un ordine di quella complessità e di quel complesso rapporto che i Gesuiti hanno con la modernità.

CULTURA E SOCIETA’

Riflessioni sul nuovo Papato

I Gesuiti nascono gemelli della Riforma, nascono come si forma il sistema degli stati nazione; sono in contatto con il potere ma, di più, con il deposito dei fedeli e con il deposito della Chiesa cattolica. Sono ordine missionario e ordine politico; sono la prima vera ipoteca geopolitica sulla vita della cattolicità. La simbologia personale assunta dal successore di Pietro è la povertà della Chiesa. Ci sia consentito ricordare quell’intervento pronunciato il 6 dicembre 1962 nel corso del Concilio Vaticano II dall’Arcivescovo di Bologna Giacomo Lercaro sorretto dal suo pertito di fiducia don Giuseppe Dossetti. Il tema fu “Chiesa e povertà”, impulso vitale, secondo Lercaro del Concilio Vaticano II. Della Ponticella la fondazione Lercaro ne è parte integrante. Di recente, Papa Francesco ha posto il problema del drammatico divario tra nord e sud del mondo: la sua visita a Lampedusa è stata il segno eloquente di questa contraddizione che lacera il mondo contemporaneo. Ancora, su un altro piano, nell’anno che la Chiesa Cattolica dedica alla “fede”, Papa Francesco ha risposto agli interrogativi di un non credente, Eugenio Scalfari, ricevendolo a Santa Marta, al di fuori di ogni orpello diplomatico, per ragionare con un non credente dei temi che riguardano la condizione umana e gli interrogativi ultimi che la riguardano. Forse si può dire che non è del tutto appropriata quella riflessione di un filosofo tedesco che diceva: “le lacrime degli uomini proiettate in cielo formano quell’immagine che noi chiamiamo Dio”. Pressoché ogni giorno Papa Francesco è testimonianza di umanità e di ricerca a favore della dimensione umana. Aldo Bacchiocchi

3


LA TERRAZZA

Quale futuro per il Centro Sociale? Il Centro Sociale ha ripreso le sue attività dopo la pausa estiva con una serie di iniziative elevate sia in quantità che in qualità. Dal punto di vista economico abbiamo superato la difficoltà maggiore dell’inizio anno, dovuta a lavori di manutenzione straordinari, grazie ai buoni risultati di Ponticella in Festa e ad iniziative di qualità che hanno segnato una ripresa di presenza e frequentazione. Tuttavia permangono serie criticità che riguardavano e riguardano, il rinnovamento del gruppo dirigente, l’affiatamento dei volontari, presenti ancora in buon numero, nonostante il calo dell’ultimo anno. Ma, accanto alle criticità, abbiamo punti di forza e di eccellenza che sono: un’elevata frequenza di soci, una serie innumerevole di iniziative e spazi, sale e salone molto belli e funzionali. Tuttavia, gli spazi risentono degli anni e hanno bisogno di interventi di manutenzione urgenti: la terrazza, di impermeabilizzazione e di miglioramento interno del sottostante salone; la scala di sicurezza, da spostare sull’esterno con il conseguente ampliamento della cucina per aumentarne il livello della qualità della gestione igienico-sanitaria; l’eliminazione della barriera architettonica, costituita dalla scala che limita l’uso e l’accesso ai portatori di handicap del retrostante giardino del centro sociale. Il problema è trovare le risorse economiche per queste ingenti opere, da parte del Comune di San Lazzaro, proprietario dell’immobile e da parte del Centro Sociale, assegnatario degli spazi. L’altro tema, molto importante, riguarda gli “uomini”, i volontari e i soci frequentatori che rappresentano, per noi straordinari punti di forza ma, anche, evidenti difficoltà. I punti di forza sono relativi all’elevato numero sia dei soci iscritti, frequentatori quotidiani, che un buon gruppo di volontari che gestiscono la quotidiana apertura del bar, le nostre feste, la cucina, le altre iniziative culturali e sociali, ecc.. Purtroppo, sia la qualità della partecipazione dei nostri soci che la capacità di lavorare insieme, dei nostri volontari, sono le maggiori criticità del Centro. Come affrontare questi problemi? Innanzitutto, non dobbiamo smettere mai di motivare tutti i soci frequentatori, per accrescere la loro consapevolezza sul fatto che il Centro è un bene comune, da difendere e valorizzare. Occorre che ognuno si senta coinvolto fino in fondo nella vita del Centro e ciascuno si adoperi a fare qualcosa di utile, per esempio, anche solo curando il decoro, la pulizia e l’ordine degli spazi. Dobbiamo tutti essere impegnati a vivere e a far vivere l’esperienza del Centro Sociale, non solo come un bar a basso costo. L’altra criticità riguarda il modo di lavorare dei volontari a compartimenti non comunicanti, privi della visione generale di un pò tutti i servizi, dalla gestione delle attività culturali e ricreative, alle pulizie, alla segreteria, al bar, la cucina, la tombola, la ginnastica, la gestione delle serate e, non ultimo, anche il servizio volontario della direzione. L’obiettivo più importante che dobbiamo darci per il prossimo anno riguarda, quindi, la solidarietà e l’affiatamento tra i volontari e tra tutti noi. Solamente la collaborazione pro-attiva tra tutti i volontari e la consapevolezza di appartenere a una vera unica “squadra”, nelle nostre diverse funzioni, ci può aiutare a superare le quotidiane difficoltà, le barriere e i compartimenti stagni, per lavorare meglio e con più serenità. È questa la via da seguire anche per conseguire l’altro obiettivo importantissimo del coinvolgimento di altri volontari che ci guardano ancora con qualche diffidenza.

4

Il Presidente Franco Scarponi


Si è tenuto di recente l’ultimo incontro con l’Amministrazione Comunale, nell’ambito del tradizionale “Tour delle Frazioni”: è quella l’opportuna sede per i cittadini di fare critiche e avanzare richieste. Prendendo in prestito una famosa frase di un passato Presidente Americano, ho proposto, in un breve intervento, di domandarci anche cosa noi ponticellesi possiamo fare per Ponticella. Mi è stato chiesto di stendere un intervento scritto esplicativo sull’argomento, da pubblicare sul giornalino del nostro Centro Sociale. Ci provo, anche se per la verità non ho molto di più da dire, perché il concetto mi sembra semplice: il Cittadino partecipa attivamente alla vita ed alla gestione della sua Comunità (Frazione, Città, Territorio, Nazione), formulando critiche costruttive, avanzando ai Governanti richieste giuste ed opportune, ma anche facendosi carico, in prima persona, di responsabilità, impegno, proposte ed interventi operativi per il Bene Comune della Comunità a cui appartiene. E, in parte, ciò sta già accadendo: esempio nel “Pedibus” con i bambini della scuola elementare. Proviamo allora a pensare altre iniziative che possano coinvolgere un numero sempre più numeroso di Ponticellesi, compreso i giovani. La prima che mi viene in mente, perché la realizzammo una volta tanti anni fa, è una giornata annuale dedicata alla pulizia del Savena, nel tratto di nostra pertinenza. Possono essere coinvolti giovani e meno giovani, maschi e femmine; tramite la Scuola, il Centro Sociale, la Parrocchia e con l’aiuto strumentale di Hera. Per seconda proposta la costituzione di un G.A.S. – Gruppo acquisto solidale, per risparmiare sull’acquisto di beni di consumo base. Terza proposta la costituzione di una ”Banca del tempo”, dove chi può mette a disposizione delle competenze a tempo. Quarta proposta “Trapasso delle nozioni”: laboratori dove artigiani o comunque esperti in pensione insegnano pratiche manuali. Io qui mi fermo, ma sono sicuro che potranno arrivare altre idee, anche più interessanti. Amedeo Berselli

5

SOCIALE

I ponticellesi per Ponticella


LE INIZIATIVE DEl circolo

… E’ QUASI NATALE PONTICELLA

A

DOMENICA 24 NOVEMBRE Dalle 9.30 alle 19.30 GRANDE FESTA DI NATALE AL CENTRO SOCIALE

“LA TERRAZZA” Via Del Colle 1 Ponticella – San Lazzaro Di Savena

TAGLIATELLE AL RAGU’

MERCATINO GIOCHI IN LEGNO DISTRIBUITI DALLA “TRIBU’ DEI BIMIBI” Via C. Abba 8/C Bologna

Intrattenimento per i più piccoli e una dolce sorpresa!

MERCATINO CARAMELLE,CIOCCOLATA Distributi DA “MONDO CHICCA” Via Emilia 158 C.C. La Corte Ozzano dell’Emilia

Via del Rio 6/A - Ponticella Telefono/fax 051 477494-cel. 347 7358380 www.elettricservicecolombarini.it

6


Il 25 ottobre scorso alcuni volontari del nostro Centro hanno accompagnato il gruppo di “Un pomeriggio insieme” a visitare il Museo Memoriale della Libertà. L’esposizione fatta dal Dott. Ansaloni, prima dell’inizio della visita, del filmato da lui girato proprio nei giorni della liberazione di Bologna, ha coinvolto tutti noi e ci ha fatto tornare indietro negli anni, mostrandoci scene che avevamo anche noi vissuto in prima persona, da ragazzi. Pensavamo tutti di vedere solo filmati o foto inerenti l’ultima guerra ed invece, oltre a questi, siamo stati trasportati e immersi proprio nell’atmosfera cupa di quei tempi, con rumori, voci, fumi, spari che hanno fatto rivivere a tutti noi quel periodo, per fortuna ormai passato, trasmettendoci anche sensazioni che credevamo ormai dimenticate. I nostri amici sono rimasti stupiti anche dalla ricca collezione di auto, camion e carri armati presenti nel museo; inoltre ha suscitato commozione la visita all’interno di un carro merci che fu adibito al trasporto di ebrei nei campi di concentramento: e le foto ivi esposte hanno mostrato, ancora una volta, l’orrore di quelle persecuzioni. Credo sia stata una visita assai gradita e della quale sicuramente avremo modo di parlare nei prossimi incontri del gruppo. Giuliana F.

7

POMERIGGI INSIEME

Visita al Museo Memoriale della Libertà


CULTURA

Visita alla Torre Prendiparte Il nostro itinerario alla riscoperta delle bellezze artistiche della nostra città questa volta ci ha condotto alla Torre Prendiparte, una delle torri gentilizie ancora esistenti a Bologna, ed è stata una visita veramente emozionante; un tuffo nel passato. La torre, ci dice Matteo Giovanardi, l’attuale proprietario che ci riceve, è alta più di 60 metri (la seconda a Bologna dopo gli Asinelli) ed è chiamata la ‘’coronata’’ per la risega che la circonda verso la sommità. E’ stata fatta costruire nel XII secolo dai Prendiparte, una delle famiglie più in vista del periodo e successivamente è passata alla Chiesa che l’ha utilizzata come carcere. Dopo queste interessanti notizie, lo stesso Giovanardi ci conduce nell’ardua ascesa agli undici piani della torre. Affrontiamo così una scala a chiocciola raggiungendo la parte abitativa della torre che attualmente ospita un “bed and breakfast” fino al quarto piano dove si trovano le prigioni. Da qui, dopo una doverosa sosta per ammirare le numerose iscrizioni alle pareti incise dai prigionieri, iniziamo la “scalata” ai restanti sette piani attraverso ripidissime scalette in legno. La salita è dura e faticosa, ma viene superata brillantemente da tutto il gruppo e la fatica viene poi ampiamente ripagata quando si arriva alla terrazza sovrastante. La veduta è veramente mozzafiato e, nonostante la giornata un po’ nebbiosa, abbiamo tutta la città sotto di noi! Dopo la foto di rito, ridiscendiamo con estrema prudenza le scalette in legno fino a raggiungere nuovamente il locale delle prigioni dove il simpatico Matteo ci ha preparato un generoso rinfresco a base di salatini, pizzette, piadine, salamino, il tutto annaffiato da ottimi vini. Ritornati al piano terra, con un ultimo sguardo alla “Coronata”, termina una mattinata ricca di emozioni che ricorderemo a lungo. Bruno Suzzi


La Biblioteca del nostro Centro si è recentemente trasferita in una sala, sempre al terzo piano, più raccolta ed accogliente dove sono stati collocati tutti i volumi catalogati di narrativa italiana e straniera ed è ora direttamente collegata con la saletta B ove si trovano libri di saggistica , letteratura per ragazzi, libri d’arte, raccolte di riviste naturalistiche e di turismo, e dove si possono ammirare le originali opere dell’artista Mezzetti. Naturalmente il prestito di libri continua con gli stessi orari (Lunedì e Giovedì 16.0017.00) Ma la maggior novità è la imminente creazione (dai primi di Dicembre) del ‘’CLUB AMICI DEI LIBRI LIBERI’’. Si tratta di una iniziativa già sperimentata a Bologna, in particolare in alcuni supermercati, che abbiamo pensato di proporre ai nostri soci per rilanciare l’interesse alla lettura e l’amore per i libri che ultimamente sembrano assopiti. Consiste nel creare, nell’ambito del nostro Centro, un punto di libero accesso per l’intera giornata, (individuato al terzo piano a fianco della porta della biblioteca) dove, in un espositore, saranno collocati dei ‘’libri liberi’’, nel senso che non si comprano e non si vendono, ma ognuno potrà liberamente prenderli, tenerli, riconsegnarli, regalarli oppure portarne altri da esporre. L’importante sarà leggerli e farli circolare. Inoltre, in un tavolino a fianco dell’espositore, troverete un quaderno sul quale potrete scrivere pareri, consigli o indicare il titolo del libro che desiderate leggere, sperando che qualcuno lo porti. Appuntamento quindi dai primi di Dicembre in avanti a tutti gli amici dei ‘’Libri liberi’’. Bruno Suzzi

9

CULTURA

Novità in Biblioteca


LA TERRAZZA IN BREVE

Eventi a La Terrazza DOMENICA 24 NOVEMBRE

Concorso a premi “Crea il tuo Natale” Mercatini dalle 9.00 alle 19.00

MARTEDI’ 3 DICEMBRE Assemblea dei Soci “Quale futuro per La Terrazza?” MERCOLEDI’ 4 DICEMBRE

“La donna è mobile? Storie al femminile nella vita e nell’opera di Giuseppe Verdi”

MERCOLEDI’ 11 DICEMBRE

Visita guidata Teatro Comunale

MARTEDI’ 17 DICEMBRE Premio Lazzarino D’Oro con l’Assessore Roberta Ballotta SABATO 21 DICEMBRE

Facciamoci gli auguri dalle h. 20.00

MARTEDI’ 31 DICEMBRE

Festa di fine anno

La Ginnastica MERCOLEDI’ 22 E 29 GENNAIO 2014 dalle h. 14.30 alle 17.00 iscrizioni ginnastica per il secondo quadrimestre, da febbraio a fine maggio 2014. Per informazioni: Giuliana 051 - 472144 328 - 2710310 Giuliana F.

Incontri di informatica Proponiamo una serie di incontri a cadenza mensile o quindicinale su uso e gestione di computer ed informatica in genere, usando software libero, la serata di mercoledì. Fissiamo il primo incontro per mercoledì 4 dicembre p.v.. Cercheremo di analizzare il nostro grado di conoscenza, individuare i problemi che vogliamo affrontare e che argomenti imparare. Possiamo anche decidere come impostare gli incontri; personalmente penso ad una serie di sere monotematiche in modo da poter articolare al meglio gli argomenti. Chi fosse interessato è invitato ad iscriversi presso il circolo La Terrazza, all’indirizzo terrazza.segreteria@gmail.com. P. Barnabè

10


Corso di ginnastica dolce dalle h.16.30 alle h. 18.30 (2 turni) Corso di yoga dalle h. 18.30 alle h. 20.00 3° piano Balli Popolari dalle h. 20.00 alle h. 23.30 Incontri di burraco dalle h. 15.00 alle h. 18.00 Corso di pianoforte (insegnante Claudia D’Ippolito - tel. 328 7967353 - diverse possibilità di orario da concordare con le insegnanti) TUTTI I MARTEDI’: Associazione Bimbi in gioco dalle h. 16.30 alle h. 19.30 TUTTI I MERCOLEDI’: Corso di pianoforte (insegnante Nina Milevoj tel. 339 6263710) Incontri di burraco dalle h. 15.00 alle h. 18.00 Gara di biliardo h. 20.45 TUTTI I GIOVEDI’: Corso di pianoforte (v. sopra) Tombola h. 20.45 TUTTI I VENERDI’: Corso di pianoforte (v. sopra) Corso di Tango argentino dalle h. 21.30 alle 01.00 Gruppo insieme: ritrovo con gli anziani (quindicinalmente dalle 15.00 alle 17.00) Pizze e crostoni TUTTI I SABATI: pizze e crostoni TUTTE LE DOMENICHE: crescentine

11

7 Giorni A LA TERRAZZA

TUTTI I LUNEDI’:


Gli Auguri del Presidente A distanza di sei mesi dall’elezione del nuovo direttivo, le cose vanno complessivamente bene. Dobbiamo tutti essere orgogliosi di aver vissuto un’esperienza positiva, sia per i risultati di partecipazione, che di solidarietà ma, anche, economici. Abbiamo avuto un allargamento della partecipazione e dei soci attraverso la buona riuscita di iniziative quali: Ponticella in Festa , le attività liriche, i balli popolari, la scuola di tango, le squadre di biliardo, i pomeriggi insieme rivolti agli anziani soli, la raccolta per la solidarietà alle famiglie in difficoltà e non ultima, la biblioteca, dove a breve lanceremo una nuova iniziativa di “prendi un libro, porta, se puoi, un libro”, per diffondere l’amore per la lettura. Dopo, l’ottima esperienza della “Traviata”, vogliamo concludere l’anno dedicato a Giuseppe Verdi nel bicentenario della nascita, con una serata che stiamo organizzando per il 4 dicembre con “Le Donne di Verdi”, serata dedicata alla lirica e alla vita del grande compositore. In vista del Natale, dopo l’iniziativa di domenica 24 novembre di “Crea il tuo Natale” ci faremo gli Auguri il 21 dicembre con la corale “Va’ pensiero” e per Capodanno stiamo preparando una serata per stare insieme e festeggiare l’arrivo del Nuovo Anno. Auguro a tutti un anno nuovo, molto, molto migliore di tutti quelli passati. Il Presidente F. Scarponi

“LE NOSTRE SERATE DI BALLO” SABATO 7 DICEMBRE - SABATO 1 FEBBRAIO SABATO 8 Marzo - SABATO 5 APRILE SABATO 3 MAGGIO - SABATO 7 GIUGNO (sono sempre disponibili un primo e/o pizza)

12


Servizi utili

Ambulatorio infermieristico

E’ in funzione presso il Centro Sociale, in collaborazione con l’A.s.l. di S.Lazzaro, un ambulatorio infermieristico aperto a tutti i cittadini il martedì e giovedì dalle h. 10.00 alle h. 11.00

Consulenza sindacale

Il martedì dalle ore 14.00 alle h. 16.00 Consulenza sindacale CGIL -CISL-UIL

Consulenza legale

Gli avvocati Chiara Prandin e Micaela Govoni ricevono presso il Centro Sociale per appuntamento.

Casa base

Assistenza e consulenza alle famiglie per colf, badanti, babysitter. Tel 051 4171777

Oreficeria Grelloni

L’oreficeria offre sconti per i Soci del Centro Sociale a Bologna - Via Albornoz, 19/E

Ottica Nanni

L’ottica Nanni offre sconti per i Soci del Centro Sociale a Bologna - Via Sardegna, 1

Erboristeria NaturArmonia

L’erboristeria offre sconti per i Soci del Centro Sociale a Bologna - Via Arno, 1/L

Farmacia del Savena

Continuano le convenzioni alla Ponticella - Via Brizzi, 9

Il Tesseramento è importante! Avrai sconti dagli Sponsor convenzionati.

13


LE NOSTRE COMMISSIONI

CULTURA Il Centro “La Terrazza” e l’Associazione “Donne per...” hanno pensato di partecipare alle celebrazioni del bicentenario di Giuseppe Verdi con una serata omaggio al grande compositore. La serata, organizzata per mercoledì 4 dicembre, avrà come tema:

“La donna è mobile? Storie al femminile nella vita e nell’opera di Giuseppe Verdi” Sarà nostro gradito ospite il noto musicologo Prof. Piero Mioli, docente di storia della musica presso il conservatorio di Bologna, conferenziere e collaboratore di varie riviste musicali. Lo affiancheranno la direttrice dell’Accademia Pianistica “Ferruccio Busoni” che accompagnerà al piano due soprani nell’interpretazione di alcune delle più famose arie verdiane. Il secondo evento avrà luogo sabato 11 gennaio e sarà dedicato al teatro classico-brillante. Tornerà la Compagnia del Teatro di San Valentino che ha riscosso tanto successo nel marzo 2013 con la commedia “Delitti all’acqua di rose”. Questa volta ci proporrà “Il ventaglio di Lady Windermere”, una commedia liberamente tratta dal testo omonimo di Oscar Wilde. Racconta di una giovane donna che, credendo che il marito abbia un amante, tentenna davanti alle avances di un altro uomo. Da questa situazione nasce una serie di equivoci che vivacizzano la commedia fino all’epilogo finale. E’ un testo piacevole, ricco di battute veloci e geniali nello stile del tipico humour inglese. M.L. Calabri

AMBIENTE Dopo gli incontri dei giorni scorsi il gruppo ambiente sta valutando di partecipare il prossimo anno ad alcune delle giornate previste nei parchi comunali. Abbiamo avviato questo processo conoscitivo dell’ambiente che ci circonda, con la passeggiata di S. Martino di domenica 10 novembre. Partendo dalla Terrazza siamo andati a parco Bel Poggio, proseguendo alla Palazza scendendo, costeggiando il lato ovest del Parco dei Gessi. Durante il cammino, abbiamo cercato di riconoscere alcuni tipi di erbe utili nell’alimentazione, studiato alberi e frutti anche dimenticati (per es. il sorbo). Molte sono le tracce di ungulati incontrate, che ci rammentano di quanto le nostre colline siano popolate. Un altro tema che ci proponiamo di affrontare è quello di una corretta alimentazione, iniziando con due conferenze da tenersi tra gennaio e febbraio, la prima in rapporto con l’età avanzata e la seconda più generica. Contiamo che queste iniziative siano di interesse comune ed invitiamo chi avesse idee e voglia di organizzarle ad intervenire ai nostri prossimi incontri che segnaleremo con volantini affissi al bar del circolo e su questo giornalino. Pietro Barnabé

14


Sabato 12 ottobre si è svolta presso tutti i supermercati di San Lazzaro l’ottava raccolta di generi di consumo a favore delle famiglie in difficoltà nel quadro del Progetto Lazzaro. Il risultato complessivo è stato molto soddisfacente anche per il Supermercato “Vivo” di Ponticella dove i volontari del nostro Centro hanno prestato servizio. Rivolgiamo quindi un sentito ringraziamento alla popolazione sanlazzarese (e ponticellese in particolare) che ha saputo dimostrare che, anche in tempo di crisi, la solidarietà non viene meno ed un grande grazie anche ai numerosi volontari impegnati nella giornata. L’esito positivo di questa raccolta consente al nostro Centro di riprendere appena possibile la distribuzione di sportine alle famiglie bisognose della Ponticella. A questo riguardo la Commissione Solidarietà vuole ribadire che l’assegnazione alle famiglie delle sportine viene effettuata in seguito a segnalazioni dei Servizi Sociali del Comune di San Lazzaro o delle ASL o in seguito ad indicazioni di cittadini ponticellesi che danno rassicurazioni riguardo allo stato di bisogno della famiglia che viene segnalata. Inoltre l’elenco di tutte le famiglie assistite dal nostro Centro con le sportine viene periodicamente verificato e trasmesso agli stessi Servizi Sociali del Comune di San Lazzaro. B. Suzzi

ANZIANI FRAGILI

Aperto

Sempre

E’ stato il secondo appuntamento di un percorso a sostegno degli anziani fragili avviato nel 2011 dal Comune di San Lazzaro. Dopo l’introduzione dell’Assessore Roberta Ballotta, nel corso della mattinata, si sono alternate numerose testimonianze di protagonisti di attività rivolte particolarmente agli anziani, avviate nel Comune di San Lazzaro e negli altri comuni del Distretto socio-sanitario. Per il nostro Centro erano presenti diversi volontari del nostro progetto “I pomeriggi insieme”: Giovanna, Luisa, Mirna, Franca e Bruno, il quale ha aggiornato il numeroso pubblico presente sullo stato attuale e gli sviluppi della nostra iniziativa sottolineando la particolare attenzione che da tempo il nostro Centro ha dedicato al problema della fragilità degli anziani ed ha evidenziato il solido rapporto di amicizia che si è consolidato in questi anni fra i partecipanti, anziani e volontari, al nostro “Gruppo insieme”. B. Suzzi

Via Brizzi, 3/D Tel. 051 470144 Cel. 338 5473364

15

SOLIDARIETA’

SAN LAZZARO SOLIDALE


LE INIZIATIVE DEL CIRCOLO

Corso per baristi Nei giorni 6-7-13-14 novembre si è tenuto presso il ns. Centro il Corso base per Baristi “Un giorno al bar”, tenuto dal docente/ barman Antonio Monari. Organizzato e promosso dal Centro “La Terrazza” stesso e da Immobiliare Bol.Mar, il Corso ha visto la partecipazione, tra gli altri, anche dei baristi che tutti i giorni possiamo trovare al bancone del Circolo. E’ stata una importante occasione per imparare trucchi e segreti del mestiere. Nelle foto alcuni momenti del Corso. La Redazione

Si organizzano Rinfreschi Per Matrimoni battesimi, Lauree e per tutte lu occasioni

16


ASSEMBLEA DEI SOCI Martedì 3 dicembre - h. 20.30 nel Salone (panettone e frizzantino finale) Tutti i soci sono convocati per discutere dei problemi e delle prospettive de “La Terrazza”

“La situazione è difficile ma, anche con il tuo aiuto, possiamo farcela” PARTECIPA ANCHE TU!!!

17


ORGANIZZA LA TUA FESTA A “LA TERRAZZA”! Il Centro Sociale affitta a modiche cifre sale e Salone per organizzare feste e ritrovi. Le nostre Sale si prestano inoltre a ricevere riunioni, assemblee di condominio (più o meno numerose) o altre iniziative. Al piano terra, con entrata anche indipendente, vi è un ampio salone polivalente, utilizzato per moltissime attività di vario tipo. Al secondo piano si trovano invece due ampie sale: “A” (la maggiore a sinistra) e “B (a destra). Sono sale polivalenti, usate per svariate attività (corsi, gioco a carte, incontri di gruppi, pranzi e cene conviviali, compleanni, feste, ecc.). Per info: rivolgersi in Segreteria o al n° di tel. 051-470122

Gara di Burraco nel Salone

8,6 (m.

A Sala

)

,10 0x6

Sal

aB

(m.

6,8

0x

5,3

PRESSO IL CENTRO “LA TERRAZZA” SONO DISPONIBILI PRIMI PIATTI E DOLCI CASERECCI PREPARATI DAI NOSTRI VOLONTARI

18

5)


19


2013 6  

Magazine

Advertisement