Issuu on Google+

REALIZZAZIONE MANIFESTO SUI DIRITTI UMANI ANNO 2013 Da molti anni è consuetudine per la nostra Amministrazione comunale essere presente nelle scuole per la Giornata universale dei diritti delle donne e degli uomini che viene celebrata il 10 dicembre. In questa occasione viene consegnato un poster che intende essere, con il contributo degli insegnanti, uno spunto di riflessione, uno strumento di approfondimento e di discussione sulla difesa dei diritti delle donne e degli uomini, universalmente riconosciuti. I contenuti del poster erano sempre stati scelti dal settore di competenza. Pur considerando opportuno, visto l’apprezzamento sempre dimostrato, mantenere l’esperienza già vissuta gli scorsi anni che ha visto gli Amministratori Comunali recarsi presso le Istituzioni scolastiche presenti sul territorio, al tempo stesso si è pensato a un maggior coinvolgimento delle scuole rendendole partecipi di un percorso condiviso che portasse alla realizzazione di un manifesto per la giornata dei diritti umani. L'anno 2013 ha visto l'avvio di una sperimentazione che ha coinvolto docenti e classi presso le istituzioni scolastiche Liceo Statale "Erasmo da Rotterdam" e Istituto Comprensivo Statale "Anna Frank". Questa progettazione rappresenta una sperimentazione finalizzata a coinvolgere progressivamente le scuole e gli studenti nel processo di conoscenza e di approfondimento dei temi legati al 10 dicembre e ai diritti umani. Per definire i compiti di ogni partner e regolare i rapporti reciproci è stata sottoscritta una convenzione. Ragazzi e ragazze, bambine e bambini hanno lavorato insieme con ottimi risultati che presenteranno loro stessi alle scuole sestesi.

ISTITUTO COMPRENSIVO A. FRANK

SINTESI PROGETTO La finalità prioritaria del progetto è stata quella di promuovere la diffusione della cultura sui diritti umani attraverso la partecipazione attiva dei giovani al processo di sviluppo sociale. Conoscere e approfondire la Carta Internazionale dei Diritti Umani ha contribuito ad aumentare e rafforzare la consapevolezza e il rispetto per le libertà fondamentali senza vincoli di genere. La scelta di ricorrere all’”effetto butterfly “, rappresentato nel manifesto, vuole sottolineare come un piccolo gesto possa determinare un cambiamento significativo relativamente ad una maggiore attenzione e sensibilizzazione al tema dei diritti umani e quindi come una piccola variazione delle condizioni iniziali possa tradursi in un risultato imprevisto. Il percorso progettato ha permesso di attuare metodologie didattico-educative in contesti formativi che promuovono la cooperazione tra pari di diversi gradi di scuola allo scopo di realizzare un obiettivo comune. Le attività realizzate con gli studenti e le studentesse delle due scuole del territorio rappresentano un contributo alla diffusione di buone pratiche inerenti l’educazione alla cittadinanza, il rispetto della dignità umana come valore attorno a cui promuovere il senso civico individuale e sociale.


diritti_umani_1314_presentazione_progetto