Issuu on Google+

CURRICULUM VITAE Nome e cognome: SETTIMO MARRONE Luogo e data di nascita: Cosenza, 20.06.1971 Domicilio: via di Frascati 296, Rocca di Papa (Roma)

Residenza: Vill. C. Alvaro 4 Castrovillari (Cs) Recapito Telefonico: 339.299.08.16 Sito: www.about.me/settimino E-mail: artematiko@libero.it Nazionalità: italiana Stato civile: celibe Lingue straniere: inglese scolastico Software: Photoshop, Flash, Sketchup; Word, e altri. STUDI ED ESPERIENZE FORMATIVE

Febbraio 2003 laureato in scenografia, 110 lode, cattedra del prof. E. Manelli, Ass. prof. M. Morresi, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna; la tesi verte su un suo progetto realizzato per un museo virtuale in 3d, sugli automi. Nel febbraio del ’95, in occasione dello svolgimento del servizio civile a Lamezia Terme (CZ), prende contatti con la cooperativa teatrale TEATROP presso la quale ha avuto varie esperienze nel campo del teatro “di strada”, tecniche di training; qui tra l’altro impara anche ad andare sui trampoli. Nell’anno 1994 presso il centro di Formazione Professionale Albe Steiner di Ravenna consegue la qualifica di Ceramista Progettista Designer, con voto 57/60. Nel 1993 presso lo stesso centro consegue la qualifica di Ceramista Progettista con utilizzo di tecniche musive, con voto 53/60. Dopo gli studi artistici trascorre circa un anno nel seminario teologico reg. "s. Pio X" di Catanzaro (da settembre '91 a luglio '92), frequentando corsi teologici, filosofici e altro; consegue esami, ma alla fine dell’anno scolastico decide di intraprendere la carriera dell’artigiano; Maturità d’Arte Applicata conseguita presso l’Istituto statale d’Arte di Castrovillari (CS) nell’anno 1991, con voto 56/60. IN SINTESI

È molto portato: per il dialogo, l’ascolto; per la progettazione e i lavori manuali, ha grandi capacità di trovare soluzioni alternative; sicuramente i suoi progetti sono permeati dal desiderio di stupire, amplificare. In più le sue conoscenze nel campo dell’artigianato sono ampie e diversificate: Carpenteria, particolarmente teatrale; Lavorazioni con legno, ferro, mosaico, gesso, vetro, materiali plastici e quant’altro; Trattamento di superfici rigide, tessili o altro, con pitture, patine, terre colorate, collanti sintetici o animali ecc; Ceramica: dalla foggiatura alla vetrificazione, alle varie tecniche di cottura e decorazione; Formatura di stampi per ceramica, cartapesta o altro; Tecniche di mosaico. Ad buon livello utilizza software per l’elaborazione di siti, filmati e grafica; e per l’elaborazione di ambienti virtuali in vrml 3d. Su richiesta realizza siti internet per privati o aziende curandone la grafica e gli aspetti tecnici.


ESPERIENZA PROFESSIONALE: ultimi lavori Saltuariamente collabora con la ditta Studio 3 Restauro Opere D’Arte s.n.c. di Roma; dapprima collabora con la dottoressa Chiara Scioscia, al restauro del soffitto di S. Maria della Stella. Di Albano laziale (Roma) Esegue lavori come decoratore e pittore, e restauro ligneo. ALTRI LAVORI: Febbraio 2009 collabora come scenografo con Progettocultura di Roma, per lo spettacolo Il grande flagello Fino gennaio 2009 collabora con l’agenzia Angeli Pubblicitari di Roma all’organizzazione di eventi e controlli sulla distribuzione pubblicitaria. Nello stesso periodo ha collaborato con Artematika (siti e servizi internet) nella realizzazione di siti e pagine flash; www.artematika.it Da febbraio 2005 presta attività professionale per l'associazione Cantieri dello spettacolo, presso il teatro la casetta a Roma, come, animatore di teatro di figura, scenografo, insegnate nei laboratori per anziani e bambini, di scenotecnica e macchinerie automatiche a manovella. Da settembre a novembre 2004 collabora come aiuto di scena sul film Cose da pazzi: lo strano caso di Felice Ci regia di V. Salemme, scene di C. Lo Fazio e M. Marchitelli Da marzo a giugno 2004 collabora con lo studio di G. Burchiellaro presso Cinecittà (Roma), alla progettazione del musical s. Rosalia a Palermo. Dalla fine di novembre a metà dicembre 2003, lavora come ass. scenografo e attrezzista, con la casa di produzione Terminal s.r.l., alla cura degli spot pubblicitari della Galletti condizionatori, e Il Resto del Carlino, Il Giorno, la Nazione (collana enciclopedica sulla natura). Da maggio 2003 collabora con lo studio e laboratorio scenografico Sossai di Bologna. Aprile 2003 progetta e realizza alcune macchine per lo studio della visione, esposte nella sala dell’ottica presso il museo di Palazzo Poggi, Bologna Il 7 marzo 2003 va in scena il fum d’arint per il quale realizza scene e costumi, progetto teatrale in ambito della rassegna in file 2003 a cura dell’associazione cult. Colonos, presso il Centro ai Colonos, Villacaccia di Lestizza (UD) Il 16 giugno 2002, per festeggiare il 40° anniversario del Conad, progetta ed esegue l’allestimento del padiglione 36, presso la fiera di Bologna; inoltre per l’occasione realizza una gigantesca torta di lattine. Collabora tuttora, dal 2001, con la Contrada s. Giacomo di Ferrara, alla messa in scena degli spettacoli inerenti al Palio di Ferrara. Lavora saltuariamente anche per la PRODUZIONI DUEMILA s.r.l., come aiuto organizzatore scene di massa, alla serie televisiva Ferrari, fino alla fine di Novembre 2001 Nello stesso mese lavora saltuariamente per la Nauta film s.r.l., come aiuto macchinista, al film Fortezza Bastiani, fino la metà di novembre. Nel mese d’ottobre 2001 lavora, come direttore di scena, agli allestimenti, della seconda edizione de l’Elisir d’amore di G. Donizzetti, in scena presso il teatro Bonci di Cesena dal 2 al 3 novembre 2001, per la regia di G. Medetti.


Dal 23 al 30 luglio 2001, durante il primo simposio delle Arti tenutosi a Fiumalbo (Mo), lavora alla realizzazione di una Porta decorativa d’ingresso al centro storico, progettata dal prof. E. Manelli, eseguita come dono da parte dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, alla città stessa. Nel novembre del 2000, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, va in scena l’intermezzo in due atti di G.B. Pergolesi, La Serva Padrona, regia di M. Mazzali, dove lavora come scenografo realizzatore. Il 13 giugno 2000, presso il castello degli Estensi di Ferrara, va in scena la prima di Jerusalem, per la quale progetta e realizza le scenografie; spettacolo itinerante ispirato alla Gerusalemme liberata di T. Tasso, diretto da V. Possenti e da Dario Marzola, Il 27 e 28 aprile 1999, presso la Sala Estense di Ferrara va in scena Albatross spettacolo multimediale in sette quadri, scritto e diretto da Dario Marzola, per il quale ne esegue le scenografie. Nel febbraio dello stesso anno, lavora presso la RAI di Bologna per conto della Topo Gigio s.r.l., realizzando e allestendo alcune scene per il programma S.o.s. opera d’arte chiama, in onda nello stesso anno sul primo canale dell’emittente nazionale, nel corso della trasmissione La banda dello zecchino. Dal 1998 al 2002 in collaborazione con la Suffètta di Pizzòn presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna, realizza e allestisce annualmente: le scene de, il Tabarro e suor Angelica di G. Puccini; l’Elisir d’Amore di G. Donizzetti; Madama Butterfly di G. Puccini; Don Pasquale di G. Donizzetti, in scena presso il teatro Bonci di Cesena, per la regia di G. Medetti. Nel febbraio 1996, progetta e realizza le scenografie per la commedia teatrale Ditegli sempre di sì di E. De Filippo, messa in scena dall’Associazione Culturale Aprustum di Castrovillari, alla quale ha inoltre partecipato come attore non protagonista. Nello stesso mese, in occasione del 38° Carnevale del Pollino, progetta e realizza su commissione della Pro Loco di Castrovillari, la scenografia del palco principale della manifestazione.

MOSTRE E CONCORSI Dal 7 al 10 giugno 2001 partecipa ad EXTEMPORE, simposio internazionale delle Accademie di Belle Arti, tenutosi a Suvereto (LI), con il patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica, la Regione Toscana, la Provincia di Livorno, circondario della Val di Cornia Il 17 maggio 2001 in occasione del MINI kick Festival, svoltosi presso le officine/Docks Home di Torino, è premiato tra i primi cinque nella sezione video. La manifestazione è organizzata da bside e Pop Factory s.r.l., patrocinata da AIAP (Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva), associaz. GAI (Giovani Artisti Italiani) e la Mediateca del Cinema Indipendente Italiano. Realizza le scene per alcuni stand di Lambrusco mio, fiera del lambrusco allestita presso il Foro Boario al 4 al 9 maggio 2001; partecipa inoltre, con uno studio di una bottiglia, alla presentazione del premio di design Il lambrusco del 2000: un nuovo packaging per un vino dalle origini antiche, avvenuto durante la manifestazione fieristica; Nell’estate ‘93 partecipa, ad una mostra organizzata presso nel Museo dell’Arredo Contemporanea di Russi (Ra), presentando alcuni oggetti artigianali d’arredo. Nel giugno del 1985 realizza un’opera grafica con la tecnica a gessetto colorato sul tema Il Pollino, Flora e Fauna, con la quale si qualifica primo al Premio Pollino, organizzato dalla LIPU di Castrovillari. ALTRI INTERESSI Ultimamente è assorbito da sperimentazioni di musica elettronica e di grafica 2/3d; progettazione e costruzione di stravaganti macchinerìe. Coltiva interessi per la musica e la lettura, prediligendo letteratura fantasy, d’avventura, e romanzesca.

Si dedica alla progettazione d’oggetti d’arredo in vari materiali (metallo, ceramica, legno ed altro); alla realizzazione di filmati video di carattere umoristico e fantastico. Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge ( D.Lgs. 196/2003)

Roma 16/04/2013

Settimo Marrone


Curriculum Settimo Marrone