Page 1

Pedalare senza fatica ci pensa il motore elettrico COMPRARE O NON COMPRARE UNA BICI ELETTRICA? Le due ruote elettriche non sono ancora a buon mercato, prima di comprarne una conviene chiedersi se fa al caso nostro. Se si usa per passeggiare o per andare al mercato è sicuramente un mezzo valido, se si vuole utilizzarla ogni giorno per andare al lavoro al posto dell’auto o dello scooter bisogna pensarci un po’. Tutto dipende dal vostro allenamento, comunque rispetto a un motorino o a un’auto una bici elettrica è concorrenziale quanto a tempi di percorrenza se il tragitto giornaliero non supera i 10/15 km al giorno. Resta comunque vincente per quel che riguarda i costi di gestione: considerate che una ricarica non costa più di 30 centesimi e la manutenzione è limitata, i motori elettrici hanno bisogno di poche cure. Mettete in conto un’ispezione annuale da circa 50/60 euro. È utile avere anche un posto sicuro dove posteggiare la bici e magari la possibilità di ricaricarla prima di tornare a casa.

QUALE SCEGLIERE? Regola numero uno: diffidate di prezzi troppo bassi, una buona bici elettrica non scende molto sotto i 1.000 euro, un mezzo da 500 euro è senza dubbio una “cinesata” che può dare problemi di affidabilità. Esistono poi diversi schemi costruttivi, ecco qualche consiglio per poter meglio valutare il mezzo che state comprando.

QUALI BATTERIE? Al piombo costano (relativamente) poco, ma pesano parecchio, vanno gestite con cura, perché se si scaricano troppo si rovinano. Risentono parecchio della temperatura esterna: se fa freddo si scaricano in fretta. In media possono durare 500 cicli. Cambiarle costa circa 200 euro. Al nichel metallo idruro (Nimh) pesano poco e si ricaricano in poco tempo, hanno però un leggero effetto memoria. In pratica possono segnalare di essere a piena carica quando invece non lo sono. Possono avere una vita doppia rispetto a quelle al piombo, ma costano, anche 800 euro. Al litio leggere e potenti, si ricaricano in poco tempo, ma sono delicate. Devono essere gestite da un sofisticato sistema di controllo altrimenti si rovinano. Durano anche il 50% in più di quelle al nichel, ma costano. Siamo sopra i 1.000 euro.

QUALE CAMBIO SCEGLIERE Il sistema di cambio più raffinato è quello racchiuso all’interno del mozzo della ruota posteriore, richiede meno manutenzione ed è più preciso. Quello classico esterno è un po’ più delicato visto che è poco protetto. È con il motore in posizione centrale (in mezzo ai pedali) che si riesce a sfruttare a meglio il cambio e la potenza disponibile.

DOV’È IL MOTORE? Sulla ruota dietro è la soluzione più diffusa, il motore è collegato direttamente alla ruota e fornisce assistenza fino a un certo numero di pedalate al minuto. Sulla ruota davanti si libera il mozzo posteriore e si rende più facile la manutenzione della bici da parte di qualsiasi ciclista. Il peso davanti però può sbilanciare un po’ il mezzo. Posizione centrale, il motore si trova all’interno dell’articolazione dei pedali e agisce sulla catena. È una soluzione costosa che ha il vantaggio di poter utilizzare il cambio e di mantenere un buon bilanciamento del mezzo.

LA MIA 1a casa

continua...


MEGLIO AD AZIONE PROGRESSIVA Chiedete sempre come applica la coppia il motore, sui mezzi più sofisticati la potenza è in base allo sforzo applicato ai pedali: più pedalate più il motore vi aiuta. In altri casi l’azione è costante, indipendentemente dai vostri sforzi, le partenze da fermo possono essere un po’ brusche.

COME SI AVVIA? Occhio al peso 30 chilogrammi è il limite consigliato per una bici elettrica

GUIDA ACQUISTI

Ecco una panoramica di alcuni modelli di biciclette elettriche che si possono trovare sul mercato, con le rispettive caratteristiche tecniche e costi

Ci sono tre modi con cui il motore “capisce” che deve mettersi in moto. Rotazione del pedale: un sensore rileva tramite magneti che si è cominciato a pedalare, il motore si avvia dopo mezzo giro di pedale. Captatore di pressione: il motore rileva la pressione esercitata sui pedali e si mette in moto. È un sistema più reattivo del precedente. Per tensione della catena: è il sistema migliore, il motore entra subito “in gioco”, grazie a un sistema che rileva la tensione della catena.

HELKAMA E2800

Peso 27 kg Autonomia 60 km Batterie al litio Ricarica 4 ore Ha una comoda sella con imbottitura in gel/silicone, un cambio nel mozzo 8 rapporti Shimano e una forcella ammortizzata. I freni sono a tamburo e il telaio in alluminio. Il motore è centrale. INFO www.helkama.it t. 045 8036607

ALTO VOLTAGGIO Un dato importante per valutare la qualità di una bici è la tensione di funzionamento, più è alta migliore sarà la risposta del motore. Diciamo che 24V sono un buon risultato, 36V ottimo.

CHE PROGRAMMI HA? Per gestire meglio la potenza a disposizione le “elettriche” più raffinate hanno diversi programmi di gestione (selezionabili dal manubrio) dell’intervento del motore, che permettono di adeguarsi al tipo di percorso (salita, pianura, saliscendi…).

FATE MOLTA ATTENZIONE AL PESO Considerate sempre il peso della bici che state per comprare, soprattutto se l’utilizzerete su percorsi con qualche salita. Anche se c’è il motore, sarete sempre voi a fare una parte del “lavoro”, di norma un buon modello dovrebbe stare sotto i 30 kg, sopra questo limite diventano impegnative.

BOTTECCHIA

Peso 27 kg Autonomia 35 km Batterie al litio Ricarica 4/6 ore Ha la forcella ammortizzata, doppio portapacchi con cestino e il cambio a 7 marce. Il telaio è in alluminio e di serie c’è anche la catena antifurto. INFO www.bottecchia.com info t. 0426 311724

Attenzione ai prezzi troppo bassi la spesa si aggira sempre sui 1.ooo euro, in caso la bicicletta costi molto meno diffidate perchè al posto di un affare state per acquistare un modello di scarso valore qualitativo

DINGHI PONY

Peso 35,9 kg Autonomia 40/50 km Batterie al piombo Ricarica 6/8 ore Una delle più economiche, ha il telaio in acciaio e non ha il cambio. Va bene per percorsi pianeggianti, ma se ci sono delle salite fatica un po’. La versione special con cambio a 6 mace costa 780 euro. INFO frisbee.eu t. 0471 914845

E-GO BEACH CRUISER

Peso 24 kg Autonomia 35 km Batterie Nihm Ricarica 2 ore Riprende le linee della biciclette anni 60 americane, di serie ha il portapacchi, e il cambio Shimano ha 6 rapporti. La sella è un po’ alta, chi è sotto il metro e sessantacinque mette i piedi a terra con difficoltà. INFO www.e-go.bz t. 800 940935

LA MIA 1a casa

continua...


ELETTRIZZATE LA VOSTRA

OCCHIO ALL’ASSISTENZA

È possibile trasformare la vostra bicicletta in una perfetta bici a pedalata assistita, in commercio esistono alcuni kit per “elettrificare” le due ruote normali. Con circa 500/600 euro potete portarvi a casa, motore, batterie e sistemi di ricarica di qualità. Ci vuole comunque un po’ di esperienza, il lavoro richiede un po’ di manualità. Su internet trovate parecchi forum che possono darvi buoni consigli.

Prima di comprare una bici elettrica informatevi sempre sulla presenza nella vostra zona di punti di assistenza. È vero che i motori hanno bisogno di poche attenzioni, ma in caso di guai gli interventi sulle “elettriche” non sono alla portata di tutti i ciclisti normali.

Peso 27,2 kg Autonomia 50/80 km Batterie al litio Ricarica 5 ore I freni sono entrambi a disco, il telaio in alluminio e la forcella ammortizzata per garantire sempre un buon comfort. Il motore è montato centralmente. INFO www.ezeebike.it T. 059 766747

ITALWIN PRESTIGE

Peso 24 kg (22,5 kg litio) Autonomia 40 km Batterie Nimh oppure litio Ricarica 4/6 ore Cerchi e telao sono in alluminio e ha un cambio a 7 marce dlla Shimano. Do serie ci sono il portapacchi posteriore e il cestino. Può superare salite fino al 12% e la forcella non è ammortizzata. INFO www.italwin.it t. 049 9535332

Semplice si pedala!.. Per evitare questo tipo di situazione, vi sono spie luminose sulla batteria e sul manubrio che vi indicano continuamente lo stato di carico. In ogni modo una bicicletta elettrica è pur sempre... una bicicletta.

MICROBIKE TENDER 20

GIANT TWIST FREEDOM

FLYER T8 PREMIUM

FRISBEE EURO 7

Peso 15 kg Autonomia 30 km Batterie al piombo Ricarica 2/3 ore Si può piegare e caricare sul camper, sul treno o nel bagagliaio dell’auto, il motore è centrale e permette di raggiungere i 20 km/h. Ha il cambio a 6 marce. INFO wwww.microbike.it t. 06 5815687

EZEE FORZA

COSA SUCCEDE QUANDO SI VA IN PANNE?

Peso 25,5 kg Autonomia 40/60 km Batterie al litio (a 8 o 10 Ah) Ricarica 4 ore Freni a tamburo, il telaio in alluminio e il cambio a 8 rapporti. La forcella è regolabile, mentre il telaio in allumino è disponibile in 5 misure. Può superare pendenze anche del 35%. Il motore è centrale. INFO www.flyerbici.com t. 045 8036607

Peso nd Autonomia 100 km Batterie al litio Ricarica nd Monta due batterie al litio che garantiscono un’eccellente autonomia, inoltre in discesa il motore provvede a ricaricare automaticamente la batteria. INFO www.giant-bicycles.com

Peso 38 kg Autonomia 50 km Batterie al piombo Ricarica 2/6 ore Ha un robusto telaio in acciaio e un cambio a 7 marce. L’impianto elettrico è da 36 V mentre la forcella non è ammortizzata. Il motore è nela ruote posteriore INFO frisbee.eu t. 0471 914845

LA MIA 1a casa

Pedalare con il motore elettrico  

Come scegliere la bibi elettrica più adatta a noi